Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Effetti collaterali in Val di Susa


Val_di_Susa_blindato.jpg
"GLI EFFETTI (COLLATERALI) DEL GOVERNO PRO-VITA!"
"CHIOMONTE - Anna Reccia di 65 anni è morta sul colpo dopo essere stata investita da un blindato dei Carabinieri. Quasi nessuno dei grandi media ha riportato questo tragico episodio accaduto mercoledì 29 giugno alle ore 13, precisamente in Corso Garibaldi. L'anziana donna, infatti, stava attraversando la strada quando è sopraggiunto il blindato, appena uscito da un distributore di carburante. Secondo una prima ricostruzione della Polizia Municipale, il mezzo blindato dei carabinieri, che si stava recando in Val di Susa per prestare servizio nell'ambito delle operazioni di sicurezza per il cantiere della Tav, avrebbe effettuato una inversione di marcia dopo aver fatto rifornimento ad un distributore dei benzina. La donna è morto sul colpo e probabilmente l'autista del mezzo si è neppure accorto di aver investito una persona, tant'è che solo dopo essersi fermato al semaforo ha realizzato dagli specchietti retrovisori che c'era un corpo sull'asfalto. I NoTav hanno denunciato l'accaduto puntando il dito sull'ingiustificato dispiegamento di forze usate in Val di Susa per bloccare i manifestanti contrari alla realizzazione della linea Alta velocità Torino Lione. Da dazebaonews.it". segnalazione di Giancarlo Gv, Messina NO PONTE

1 Lug 2011, 14:39 | Scrivi | Commenti (31) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro Beppe sei uno dei pochi, che può cambiare le cose, diventa il nostro leder è butta nel cestino tutti i tuoi libri. Aiutaci a cambiare questa Italia, prima che questa politica corrotta e inerme la distrugga ulteriormente, la democrazia in italia è ormai morta o meglio non c'è mai stata, questo è il momento della meritocrazia la rivincita dei giusti. Politici che rispondano del proprio operato e agli errori personalmente, abolizione della privacy sopratutto per i rappresentanti dello stato. Solo tu puoi... Fallo noi italiani non aspettiamo altro...

Paolo M., poxgo@libero.it Commentatore certificato 04.07.11 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Il Lacrimogeno è un gas estremamente volatile montando dei "ventilatori" da soffitto su dei carrelli e alimentandoli con piccoli generatori di corrente i gas tornano indietro....inoltre i candelotti quando cadono a terra debbono essere presi con delle "ASTE MUNITE DI PINZE ALL'ESTREMITA', UNA VOLTA RACCOLTO BUTTATELO IN UN SECCHIO D'ACQUA" e il lacrimogeno non funziona più....
Ovviamente i raccoglitori devono essere muniti di maschere antigas...

roby f., Livorno Commentatore certificato 04.07.11 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Grillo sei un buffone
se vuoi fare politica mettici la faccia e presentati alla guida di un tuo partito e prova a prendere i voti...
troppo comodo fare le tue sparate e tornare alla tua vita comoda senza provare a risolvere UNO dei tanti problemi che evochi nei tuoi show
come per quei ragazzi che inciti a lanciare le pietre e a nascondersi
BUFFONE!!!!!

Peppo 03.07.11 19:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che ridicoli. Tutti ridicoli. Questo blog è stato un posto di discussione e di confronto. Ora sta diventando un covo di no-a-prescindere e di fascisti e comunisti uniti insieme. Ragazzi ma datevi una regolata o levatevi dal cazzo. L'italia vera non ne può più nè della situazione nè di voi ridicoli estremisti ignoranti e incapaci. Voi siete i primi che rovinano questo popolo. Fate cagare.

Tommaso M 02.07.11 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Effetti collaterali No Tav... nella notte fra il 29 ed il 30 giugno, il gruppo musicale Punkreas si recava in hotel dopo essersi esibito a Torino. Peccato che l'hotel fosse uno di quelli che ospitavano le orde di sbirri destinati alla militarizzazione della Val di Susa. Capirete che in un ambiente del genere, un gruppo punk non passi inosservato. Ebbene, verso le 3 di notte i ragazzi hanno cominciato ad avvertire pesanti sintomi come respirazione difficoltosa, bruciore alla gola ed agli occhi. Rendendosi conto che alcuni sbirri stavano pompando gas lacrimogeno urticante sotto la porta della loro stanza, i ragazzi si sono "blindati" in bagno cercando di chiamare aiuto. Il loro tour manager è intervenuto, ma la rissa successiva è stata interrotta dall'arrivo di un capitano delle forze dell'ordine che resosi conto dell'accaduto ha inteso "minimizzare" parlando di una "bravata" dei suoi ragazzi! La proposta di un'altra sistemazione in un altro hotel è stata rifiutata dalla band. Ecco, questi sono i "ragazzacci" che vi mandano contro in Val Di Susa, mamici valsusini ed italiani. Chi sono i no global? Chi sono i black bloc qui? E allora? Domani siamo tutti valsusini!

Giuseppe L., Milano Commentatore certificato 02.07.11 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attenzione alla notizia:
la donna è stata investita in C.so Garibaldi A VENARIA REALE non a Chimonte!
il tragico incidente è legato alla militarizzazione in Val Susa in quanto il blindato ,dopo aver fatto il rifornimento di benzina, era diretto in Valle.
Considerato il numero di carabinieri e poliziotti presenti in VAlle mi domando, ma chi è rimasto nelle caserme? perchè arrivano carabinieri dal sud (Campania) non sono sufficienti gli altri? chi resta in servizio a NApoli in caso di ulteriore emergenza? Forse il Sindaco da solo non può farcela!!!!!!! Vera

vera 02.07.11 02:46| 
 |
Rispondi al commento

Malcom x diceva che o lotti per la tua liberta' oppure stai zitto e non rompere,questo e' il sunto.Detto cio' un rpg7 costa 1000 euro sul mercato pakistano e di quei blindati ne buca tre in fila.Non devo aggiungere altro.

Alessandro Gabrielli, Velletri Commentatore certificato 02.07.11 00:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo uscire dal paese e rientrare come esercito....almeno una 500.000 di uomini decisi a liberare la patria...

Li abbiamo?

diego rossi 01.07.11 19:37| 
 |
Rispondi al commento

...e infatti ne sento parlare solo ora!
Un'inversione a U, di corsa, per rompere le balle a chi si batte per la salute propria e del territorio.
Ovvero, se capitava a uno dei No-Tav, oltre a prendersi l'ergastolo, i giornali ne parlavano eccome sputtanando lui e tutto il movimento come criminali.....
...e aggiungo che se fa un errore (non un "intenzionale" inversione a U) uno di noi e succede qualcosa, veniamo accusati di omicidio volontario, ad oggi è così!

Che paese di merda!!!

Andrea Caroli (elettrociccio), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.07.11 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando ci decideremo a riprenderci il paese con la forza sarà sempre troppo tardi.
Siamo in guerra convincetevi.
O NOI O LORO!

Gianluigi M. Commentatore certificato 01.07.11 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Luridi porci fascisti...

Giacomo G. 01.07.11 18:16| 
 |
Rispondi al commento

grillo, ho chi per lui posta in questo blog fa sempre piu schifo.
ma cosa cazzo centra questa cosa con la val di susa??
ma lo vedete che siete ridicoli???
i no tav dicono che e colpa del dispiegamento che quella povera donna è morta.
ma si può essere piu imbecilli nell affermare ciò?
Allora secondo la Vs immane intelligenza se un pulman di una sq di calcio investe un qualcuno e colpa del campionato?
maro mi fate troppo divertire.
l'unica cosa che posso dire e condoglianze per quella povera sig.ra.
siete delle merde che utilizzate un fatto completamente estraneo alla vicenda della val di susa per rafforzare le vs tesi del cazzo.

merde
MERDEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

CHECCO C. Commentatore certificato 01.07.11 16:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per favore non cominciamo a strumentalizare anche noi, se no non siamo diversi dai vari tg4, questo è stato solo un banale incidente stradale, poteva essere una punto dei carabinieri, un camion dei pompieri, un tir o un normale veicolo di un qualunque cittadino, anche se il veicolo si stava recando in val di susa il fatto è slegato da cio che sta succedento. è un incidente stradale, e come tale il carabiniere dovra essere imputato, con le stesse regole di un qualunque altro cittadino che crei un incidente di questo tipo. da qui ad urlare ACAB cè ne passa. quindi si al no tav, ma queste iniziative non le tollero, volete gabbare i deficenti ma finite per allontanare chi ha un minimo di sale in zucca.

Braulio Lorca 01.07.11 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Val di Susa è guerra!

Scrivo a tutti coloro che mi hanno conosciuto, e che hanno conosciuto l'associazione Materya, e il suo impegno per l'ambiente.

In Val di Susa c'è una guerra. E nessun telegiornale sta dicendo la verità.
Una popolazione locale sta tentando di opporre resistenza alla costruzione di un'opera voluta da lobbies finanziarie, sostanzialmente inutile, destinata al trasporto delle merci (non è alta velocità.. per chi ancora non lo sapesse!), dal costo pari a tre volte il ponte di Messina.
TRE VOLTE il costo del PONTE DI MESSINA.

Cito inchieste del Politecnico di Torino e Milano, e dati estratti dalla trasmissione Report (Rai tre) e da una bellissima trasmissione andata in onda alcuni mesi fa su La 7.

Non mi dilungo sull'impatto ambientale, la collina di amianto (una stima di una ASL di Torino parla di 20.000 morti nei prossimi anni per la nube di fibre..) il tunnel di 54 km dentro una montagna già scavata dall'Enel perché ricca di Uranio, ma vi informo di questo:

I soldi destinati alla costruzione li metteranno le banche, ad un tasso del 6,2% ma la fidejussione a garanzia del prestito sapete chi l'ha messa? Voi! O se preferite lo Stato italiano! Entro 9 anni dovremo restituire 45 miliardi di debito alle banche che hanno finanziato l'opera.
45 miliardi sono quello che dovremo sostenere come costo per ridurre un pochino il nostro debito con l'estero per stare in Europa e il povero Tremonti non sa dove reperirli.

Siete pronti a pagare altri 45 miliardi per far viaggiare più veloce l'acqua minerale di Lecce verso la Norvegia, e far arrivare prima i biscotti inglesi sullo scaffale del vostro supermercato?

A proposito…non passeranno dalla Val di Susa le merci…Un noto docente del Politecnico dice che il costo del transito per un camion da questo valico non sarà competitivo con i costi degli altri tunnel che già esistono. Questa sarà davvero una cattedrale nel deserto.

Per saperne di più http://www.notav.eu
http://www.disinformazione.it

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 01.07.11 15:54| 
 |
Rispondi al commento

L'episodio e' successo in Corso Garibaldi a Venaria (non a Chiomonte) e quindi a pochi metri dal confine di Torino e precisamente a pochi metri dallo stadio delle Alpi e dall'Auchan/BricoCenter. Perche' si trovava li?

Claudio C 01.07.11 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Si tratta di un incidente stradale che come tale non può essere collegato al problema NoTav, anche se il blindato sarebbe stato utilizzato in seguito in Val di Susa, rimane pur sempre un incidente che non è direttamente correlato con l'azione di ordine pubblico stesso, ma con la disattenzione alla guida di un carabiniere. Prendiamolo per quello che è.

Filippo C. 01.07.11 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ecco un altro esempio di "MORTE DA SBIRRO"

http://www.youtube.com/watch?v=2PHQ744emZA

Sgnac Barabaus 01.07.11 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Ormai le istituzioni e le forze dell'ordine sono delegittimati.

Non ci rappresentano più ne gli uni, ne gli altri.

Sono nemici del popolo italiano tutto, dalle Alpi alla Sicilia.

Diego rossi 01.07.11 14:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori