Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I beni comuni


Gandhi_discorso.jpg
"Il fatto è che i beni comuni sono diventati i beni dei Comuni che possono pure venderserli alla faccia nostra. E i Comuni sono in mano ai partiti cioè alla burocrazia che sempre più spesso lavora per se stessa o per le varie mafie che la controllano e la "proteggono" mettendo " a disposizione" i voti e i dossier quando serve. Il popolo viene sfruttato, distratto dai media e soprattutto estromesso dalla vita pubblica attiva. Hanno ragione le Madri de Plaza de Majo: "No votar, no pagar empuestas". Gandhi aveva capito: potranno avere il nostro cadavere ma non la nostra obbedienza. E' sulla nostra rassegnazione e sulla nostra paura che contano per fotterci, smettere di temerli e auto-organizzarci nella disobbedienza collettiva senza più dare alcun riconoscimento e alcuna collaborazione, una vera diserzione sociale: questa sarebbe l'unica possibilità di sottrarsi al dominio." Gilda Caronti, Milano

29 Lug 2011, 13:53 | Scrivi | Commenti (25) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

I beni comuni... :)

Comune-Italia 13.09.11 11:31| 
 |
Rispondi al commento

il buonismo e l'impunità ottusa sono il problema:
votare è un diritto che và TOLTO a coloro che non ne sono degni; evasori, mafiosi , corrotti , disonesti , menefreghisti, gente che si vende per un paio di scarpe (sud italia!!)...chi non ha dignità e onestà non deve avere diritto di voto: ..e vedrete che le cose cambiano !!!!!!

tina ghigliot 03.08.11 10:44| 
 |
Rispondi al commento

quando sara' il momento io sicuramente ci saro'. per il futuro e per la democrazia dal basso

alessandro ginesi, Genova Commentatore certificato 01.08.11 08:25| 
 |
Rispondi al commento

"condivido, il senso collettivo dell'esistere non trova dimora in Italia,
tutti molto interessati al proprio personale successo e alle proprie idee
geniali, ma proprie, mi raccomando. Impossibile il confronto con Madri de
Plaza de Majo, non vi è la sofferenza che è ingrediente base per la
condivisione delle idee ed è motore di motivazione alla crescita
interiore..."

vincenza briscioli 30.07.11 13:37| 
 |
Rispondi al commento

per gli acquisti di generi alimentari, propongo la filiera corta Produttore (cascina) e consumatore tagliamo fuori i brokers.

AlexMagenta 30.07.11 11:04| 
 |
Rispondi al commento

si ma come...
siamo tutti d' accordo nel non foraggiare più questa massa di ladri con le nostre tasse e contributi SCIOPERO FISCALE SUBITO E SCIOPERO GENERALE sugli Acquisti AD OLTRANZA dopo 7 giorni si alzeranno in volo i primi elicotteri destinazione isola del Caimano

AlexMagenta 30.07.11 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Lo dovremmo capire tutti, ma PROPRIO TUTTI, che per far piazza pulita di questi "nostri" rappresentanti politici ed amministrativi,il grido delle MADRI DI PLAZA DE MAJO, "NON VOTARE, NON PAGARE LE TASSE", è l'unica arma popolare che sradicherebbe una volta per tutte questa moderna politica ormai cancrenita e cangerogena di ogni ideale democratico-socialista.

CIPRIANO FRANCHINI 30.07.11 10:53| 
 |
Rispondi al commento

premesso che la destra è famelica a roma e la sinitra altrettanto negli enti locali in base ad una spartizione predeterminata da chissà quanto tempo........


a) lo stato deve tirare la cinghia per volontà di tremorti.

b) gli enti locali devono sperperare a piu non posso per fare cose inutili e non richieste dei cittadini così foraggiare i vari amici degli amici (quelli rossi anche peggio).

IN MEZZO CI SONO I CITTADINI CHE SI INDEBITANO PERCHE':

B) ricevono servizi che non hanno mai richiesto e che addirittura non vogliono e spesso sono disturbati da opere pubbliche disutili o quando va bene inutili oppure da rifacimenti continui "ossessivocompulsivi" sempre sulle stesse proprietà pubbliche.

Alla fine riduzione di servizi utili e un sacco di debiti per INUTILITA'!!!!

Dalle mie parti per esempio tingono la stessa cosa ogni 6 mesi... oppure cambiano gli stessi lampioni 1 anno si e l'altro pure... o cambiano il senso unico di una strada 10 volte in 5 anni.... o fanno una piazza costosissima dove c'erano i giardinetti o i parcheggi e magari dopo 5 anni fanno i giardinetti al posto della piazza, oppure ancora rifanno la stessa piazza 3 volte in 10 anni ecc. ecc. ecc).


Il brutto è che tutte queste inutilità vanno pure a disturbare le ATTIVITA' PRODUTTIVE!

un fesso 30.07.11 04:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

trovo il commento eccezionale!
per come sarebbe possibile istituire lo stato dei cittadini condivisi in rete.
la democrazia diretta è l unica via percorribile e a misura di natura.

ALEXMAGENTA 30.07.11 02:10| 
 |
Rispondi al commento

Disobbedienza totale a tutto! I nostri politici sono i primi a fregarsene delle regole e delle leggi. Nessun rispetto per questi vigliacchi e togliamoli ogni privilegio! Indagini patrimoniali per ogni politico da appositi tribunali del popolo e chi ha rubato... Saranno cazzi suoi!

Giuseppe maldera 30.07.11 00:31| 
 |
Rispondi al commento

DISERZIONE SOCIALE.
Parole sacrosante.
Caro Beppe, la nostra amica ha fatto centro.
I nostri politici ci fottono con le nostre stesse tasse.
E' ora di finirla.

Paolo Hidalgo Commentatore certificato 29.07.11 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Io farei anche una bella petizione, o qualcosa del genere, in ogni città per non pagare più le tasse; non possono arrestare un Paese intero.

federico vitali Commentatore certificato 29.07.11 20:44| 
 |
Rispondi al commento

bel commento
facile da capire
il messaggio è chiaro

psichiatria. 1 29.07.11 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma il M5S non aveva la priorità di riaffidare il bene pubblico ai suoi legittimi proprietari, cioè i cittadini? Bha, forse ricordo male...

Damiano B. Commentatore certificato 29.07.11 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Vita di stenti

oggi siamo dipendenti ancor prima di uscire dalla pancia di nostra madre, dipendiamo da scelte altrui a partire dalla propria madre che decide di metterci al mondo, per continuare poi alla dipendenza scolastica e degli umori dei maestri, dell'indottrinamento religioso ad ogni celebrazione, e poi ancora la dipendenza economica con il sacrificio sul lavoro, anche sottopagato o precario, per poter sopravvivere, la dipendenza mediatica che sono i mattoni del consumismo di potere il quale ci rende schiavi della nostra esistenza fino al giorno che ci apriranno la bara e le vacanze, "se ci siamo comportati bene", le faremo in paradiso..

un essere vivente

Acul utopiA Commentatore certificato 29.07.11 18:30| 
 |
Rispondi al commento

condivido, avevo scritto un commento simile qualche gg fa sotto un post!! agire di testa propria!!

Domenico Granato, Cardito Commentatore certificato 29.07.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Loro possono avere il mio cadavere ma non la mia obbedienza.
Incominciamo a disubbidire allora!

Per es.non pagare il canone RAI. Io non possiedo un apparecchio tv.
e non ne sento la mancanza.
Chiudiamo il conto corrente in Italia. Si puó comunque, se necessario, aprire un conto in un qualsiasi paese della comunitá europea.

claudia p. Commentatore certificato 29.07.11 17:41| 
 |
Rispondi al commento

e che cosa sto ripetendo io da settimane? sciopero fiscale!! ritiriamo i soldi dalle banche!!

davide marchiani (davidemarchiani), grumolo delle abbadesse vicenza Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.07.11 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio Dio che dove abito io, ci sono le "Regole", cioè le proprietà collettive delle famiglie originarie. Con questo sistema i beni, i terreni e le proprietà sono INALIENABILI e INDIVISIBILI (per legge!). Questo sistema ci ha permesso di salvarci da speculazioni ed espropriazioni. Dispiace che anche i Valsusini non abbiano adottato questo sistema...

Guru Josh 29.07.11 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Cosa state aspettando la fame? A parole son tutti bravi. Ipocriti e vigliacchi!

William Giachetti 29.07.11 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi pare soluzione piu che sensata, purtroppo però funziona solo nei paesi ove esiste un reale senso civico e non qui da noi dove alle prime difficoltà i partecipanti si ritireranno nuovamente nel loro personalissimo orticello. Non è un caso se il post, che prevede una accettazione di logiche di partecipazione attiva, ottiene pochi commenti.
è piu facile sproloquiare insulti alla casa che mettersi in prima linea. saluti

paolo 29.07.11 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori