Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

PARMA: la rivolta dei cittadini


parma-sfonda-porta.jpeg
"Le immagini mostrano cittadini esausti e compatti che da giorni, davanti al Municipio, con coperchi di pentole e cucchiai di legno, chiedono le dimissioni della giunte e dei suoi dirigenti corrotti.
Presidiano il municipio giorno e notte signore di 60-70 anni accanto ai giovani.
Il funzionario della Polizia chiama la carica e spinge i poliziotti contro i cittadini armati di coperchi di pentole.
Parte la carica e le manganellate.
Immagini da un paese ditattoriale sudamericano?
NO. IMMAGINI DALLA CIVILISSIMA PARMA." Damiano B.

6 Lug 2011, 17:19 | Scrivi | Commenti (60) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Non lasciateli mai soli ,sotto al municipio, davanti a casa , o dovunque capiti , cercate di fargli venire un sussulto di dignità. No chiedo troppo , diciamo fare in modo che in qualche maniera la cozza si stacchi dallo scoglio...

amintore corsetti 17.07.11 12:43| 
 |
Rispondi al commento

l'assessore dello sport di parma, tale roberto ghiretti, riguardo alla finale di football americano lega italiana, disputatasi a parma, ha detto "....ci sono i bagarini, che sono sintomo inconfutabile di successo per una manifestazione"

ecco chi si arroga il diritto di rappresentarci

enrico chiesa 12.07.11 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Ecco, bellissima immagine di pura democrazia.

Manuel Zuliani, Verona Commentatore certificato 09.07.11 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Ok che la polizia sta facendo il suo lavoro e che anche loro hanno famiglia e devono portare a casa lo stipendio...ma non hanno protestato anche loro per stipendi bassi,straordinari non pagati ecc...
Ma faccio una domanda: se tutti i poliziotti incrociassero le braccia e lasciassero passare sta gente che fanno li licenziano tutti??Ricordatevi poliziotti che siamo tutti sulla stessa barca(...che sta affondando)!!
I telegiornali asserviti al potere non ne parlano!!! Chissà perchè???? Perchè hanno una PAURA FOTTUTA che succeda anche a Roma.....e spero che succeda per mandare a casa sto branco di incompetenti, leccaculo, mangia soldi, puttanieri e chi più ne ha più ne metta!!
FORZA CITTADINI DI PARMA IO SONO CON VOI!!!

Simone G., Imola Commentatore certificato 08.07.11 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Bhè, non mi sembrano tanto civili quelli che aggrediscono i poliziotti! Su ragazzi sforziamoci di essere un pò obiettivi!

E d c 08.07.11 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Mah non mi sembra in questo filmato che la polizia sia particolarmente violenta. Hanno il compito di proteggere l'ingresso, che dovrebbero fare, fare entrare tutti?

Enrico Giurin 08.07.11 02:29| 
 |
Rispondi al commento

Ecco per i detrattori del blog, il video originale da cui è stato estratto il filmato di rainews e da cui ho derivato il mio commento.
Buona visione:

http://tv.repubblica.it/edizione/parma/tangenti-protesta-a-suon-di-pentole/72160?video

Damiano B. Commentatore certificato 07.07.11 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Il commento l'ho postato io all'interno del blog ieri 06/07 ma non il video. Il mio commento si riferiva alle immagini mandate in onda intorno alle 17.00 da RAINEWS e chi ha voglia di informarsi prima di esprimere giudizi sommari ed infondati, recuperi quel servizio che si apre con le immagini da me descritte, cioè anziane signore che battono cucchiai di legno su coperchi di pentole.
Il video pubblicato, quindi, non appartiene al mio commento ma allo staff.
Per onestà intellettuale, cercherò in rete il video di RAINEWS.
Tuttavia, le immagini, seppure non corrispondenti al mio commento, non tolgono nulla alla realtà degli accadimenti e non rendono indolori le manganellate della polizia.
In ogni caso, appoggio totalmente il lavoro dello staff.

Damiano Binetti

Damiano B. Commentatore certificato 07.07.11 16:25| 
 |
Rispondi al commento

tsss.. e poi dicono che i corpi delle forze dell'ordine sono eroi!! la smettano di fare tutte quelle feste di celebrazione di queste forze del(dis)ordine del cazzo , che ogni mese ce n'è una che si spendono un sacco di soldi e gli agenti non servono a tutelare i cittadini. il cittadino sta immezzo tra mafiosi con i loro scagnozzi e dall'altra i politici , con i poliziotti che quando si tratta di fare multe o di menare gente sono sempre in prima fila

Luca Montarani (vandamme84), San Martino in Campo Perugia Commentatore certificato 07.07.11 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Ho quasi sempre molto apprezzato i materiali che Beppe mette in rete. In questo caso però credo sia stato preso un granchio enorme. Ma come si fa a parlare di nonne che agitano pentole e cucchiai quando si vedono dei delinquenti che prendono a calci le forze dell'ordine? Anche nella seconda fase del filmato si vede che, dopo i primi secondi in cui sono persone comuni che gridano (giustamente) ladri agli amministratori, si vede il solito gruppo di delinquenti che si porta nelle prime fila e comincia a inveire contro le forze dell'ordine. La violenza di questi cretini non farà altro che allontanare l'importante consenso che i nuovi movimenti, soprattutto giovanili, stanno riscuotendo.

fabrizio sala 07.07.11 14:33| 
 |
Rispondi al commento

E' ora che le forze dell'ordine capiscano che la gente è esasperata! non è più il momento di difendere l'ordine pubblico ma di unirsi a combattere ladri e malfattori!!!!

Michele Ferrazzano 07.07.11 13:15| 
 |
Rispondi al commento

chi cavolo ha postato questo video: non è vero che si vedono vecchiette indifese e tranquilli cittadini
(ne arriva uno che dà una bella pezza in faccia a un celerino)
mi sa che nel blog ci sono gli infiltrati

paolo il matto 07.07.11 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Ecco un bell'esempio di popolo non meritevole della democrazia che tanto auspica e richiede. Complimenti ai cittadini di Parma, davvero. Le vecchiette di 70 anni col casco e la faccia coperta che tirano pugni a 5 poveracci di poliziotti chiusi in formazione difensiva. Complimenti davvero. Mi vergogno e mi indigno molto di più che nel vedere poliziotti che picchiano manifestanti innocenti, pur deplorando profondamente la cosa. Datemi pure del fascista, berlusconiano, tutto quello che volete; ma in una democrazia vera uno dei caratteri fondanti è il monopolio della violenza nelle forze dell'ordine. E se è vero che il popolo ha diritto a ribellarsi (per quanto non previsto nella nostra costituzione, possiamo dedurne la provenienza dai principi precostituzionali risalenti ancora alla dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino del 1789)questo diritto non diventa una legittimazione di violenza deliberata, soprattutto verso le forze dell'ordine, cui dovrebbe essere portato rispetto. Ovviamente non aprioristicamente, alcuni comportamenti delle forze dell'ordine sono stati e sono da esecrare. Io aspetto ancora (sogno forse?) la folla di manifestanti pacifici che prende alla schiena i violenti, li mazza per bene e li caccia via a calci per protestare in maniera composta e pacifica. La logica del "se picchiano loro picchiamo noi" è da medioevo, lo stesso che si auspica di eliminare. Anche perchè in Spagna non mi sembra i manifestanti abbiano attaccato le forze dell'ordine. Se davvero vogliamo dimostrare di essere migliori di coloro che critichiamo, comportiamoci da tali. Non voli una pietra e si stia a manifestare per giorni, accampati intorno al municipio. E chi lancia la pietra sia preso e allontanato ma dalla folla.

Andrea S. Commentatore certificato 07.07.11 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I polizziotti farebbero meglio a spostarsi... mi spiace per loro se il loro lavoro è la difesa di ladri infami... ma se si mettono in mezzo andrà sempre peggio per loro...
Devono anche ringraziare che per il momento per quanto aggressiva la gente si è ancora contenuta...

Lorenzo F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.07.11 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Lasciate che difendano 5 mafiosi, è il più bel regalo che potrebbero farci.

Ci danno il "La" per prenderli tutti a calci in culo, e anche molto presto.

1 mln di persone da trasferire oltre confine, e per sempre...e molte oggi indossano la divisa "Mafiosa", certamente non quella italiana.

Difensori della mafia, traditori bastardi!

Infami!

Diego Rossi 07.07.11 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Lo detto tanto tempo fa e lo ripeto...Vanno mandati tutti a casa!.
Non serve a nulla incazzarsi,ma piuttosto serve aprire gli occhi, ma dove sono i Sandacati?.
Beppe insistiamo nel dire alla gente che deve strappare le tessere Sindacali, non servono a nulla,sono solo compiacenti con questa classe politica.
Bastava uno sciopero generale ad oltranza e avremmo spazzato via tutti...e tutto.
In Parlamento ci deve andare il Popolo, falegnami,camerieri, muratori,infermieri,disoccupati, altrimenti non cambierà mai nulla.
Potremmo discutere all'infinito e ci prenderanno per il culo all'infinito....

roby f., Livorno Commentatore certificato 07.07.11 08:01| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace ma noi Italiani siamo ancora lontani dalla rivoluzione .
Abbiamo ancora molto da perdere , e si sa la rivoluzione si fa quando non si ha più nulla , quando hai perso tutto , valori , affetti , lavoro ecc.
Allora sei disposto a tutto e scendi a valle come gli animali selvatici affamati ! Come i lupi.
La classe dirigante ma soprattutto i "TENGOFAMIGLIA" di questo ne sono al corrente ed esercitano con precisione e sicurezza il loro potere anche violento indisturbati , anzi protetti da certa stampa o da certe prese di posizione politiche ! capaci di mutare il significato della protesta , trasformando in violenti i manifestanti , come in Val Susa !
Ed è così ovunque basti ricordare un po' a ritroso nel tempo , la riforma delle pensioni in Francia , anche li scontri violenti contro la polizia , intere giornate di mobilitazione e poi ?
E in Grecia ?
Secondo me dobbiamo lessare ancora un po' non siamo ancora del tutto cotti.

Maurizio B., Torino Commentatore certificato 07.07.11 00:49| 
 |
Rispondi al commento

All'esplosione imminente della prossima mega bolla finanziaria o, più 'ottimisticamente', ad un certo stadio di un graduale ma grave impoverimento delle masse, assisteremo a cose ben più violente di queste scaramuccie, e cambieranno idea -proporzionalmente allo svuotamento delle loro tasche- tutti quelli che giustificano una divisa militare che protegge i corrotti.
Non c'è ancora abbastanza crisi per portare in piazza la gente? Evidentemente no, neppure quando la corruzione è più che evidente. Un migliaio son troppo pochi anche se molto incaxxati, e quei pochi per farsi sentire fanno quello che possono. SI alle manifestazioni pacifiche e silenziose, si ma un silenzio assordante di migliaia e migliaia di individui!
E comunque, una volta spodestati i ladri che si sono mangiati l'ultima ciccia attaccata all'osso, tanti auguri ai nuovi padroni con un colore diverso ma con la stessa incapacità di migliorare le cose e in più seduti su un calderone-debito che scotta parecchio.

Finchè non abbandoneremo la metafisica del profitto sarà l'eterna ripetizione di un copione già visto troppe volte.

Ottimo Massimo 07.07.11 00:16| 
 |
Rispondi al commento

branko di falliti. siamo un popolo di pecore.tanto piu che sto mese abbiamo ancora pagato tasse per mantenere in vita questi criminali in divisa. IO NON PAGO PIU NIENTE A QUESTI DELINQUENTI. CHI HA LA POSSIBILITA SI DEVE ASTENERE DA PAGARE TASSE A QUESTI MAFIOSI.qualsiasi tassa autostrada multe chi piu ne ha piu ne metta. non diamogli piu niente a questi affamatori del popolo e quando gli mancherranno gli stipendi ai protettori della casta (in divisa) vedrete che mangannelleranno quelli che hanno servito fin qui. SCIOPERO DELLE TASSE PER UN NUOVA ESTATE ITALIANA passaparola ewwiva GRILLO

raffaele senatore 06.07.11 23:58| 
 |
Rispondi al commento

La gente incazzatissima non tollera più che ci siano degli indagati nel municipio. E se facessimo lo stesso per quei parlamentari condannati che stanno seduti a Roma?

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 06.07.11 23:45| 
 |
Rispondi al commento

In un paese del nord europa questa classe politica sarebbe agli arresti o in qualche casa di cura per evitare che facciano male a se stessi...

Se le forze dell'ordine li legittimano. Bene...

Ogniuno è libero di scegliere con chi stare.

Certo che passare alla storia come i difensori di 5 mafiosi non è proprio il massimo.

Almeno levatevi dalle divese le bandiere italiane.

Quelle sono nostre, non vostre...

Se, invece, come penso state soffrendo anche voi, prendeteli tutti e metteteli nelle patrie galere.

Rifacciamo il paese!

Diego Rossi 06.07.11 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Spero solo che grazie alla manovra economica appena firmata da Napolitano , i "TENGOFAMIGLIA" si vedano ridurre ulteriormente stipendi , straordinari , passaggi di categoria e via dicendo .
Così FORSE riuscirebbero a capire quale padrone stanno servendo !

Maurizio B., Torino Commentatore certificato 06.07.11 23:32| 
 |
Rispondi al commento

...cosa devono fare per licenziarli tutti, armarsi e sparare ?

Acul utopiA Commentatore certificato 06.07.11 23:03| 
 |
Rispondi al commento


Siamo alle solite, regna l' impunità in quanto protetti dall' anonimato.

Con un bel simbolo di riconoscimento sulla divisa da lupi diventerebbero immediatamente agnellini (e magari difenderebbero i cittadini).

l antidemagogo Commentatore certificato 06.07.11 22:30| 
 |
Rispondi al commento

La didascalia di questo video non è coerente con le immagini del video. Per quanto trivi pazzesco l'uso che viene fatto oggi della polizia, in quella occasione si vedono chiaramente dei violenti che non hanno intenzioni pacifiche, e trovo il comportamento della polizia in quella occasione appropriato

Gianfabio Costa, Nuoro Commentatore certificato 06.07.11 22:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La gente comincia a dare contro la polizia perchè questa si mette fra loro ed i ladri, i pregiudicati, i prevericatori, i ricchi ed i pigliaculo. Ed è sempre più stanca di dover fare sempre cortei, fiaccolate, incontri di piazza, chiacchiere, assemblee, digiuni, "indignate" varie e raccolte di firme che non servono ad un cazzo con questa classe dirigente che ha la faccia come la carta vetrata! VIVONO NEL LORO MONDO E FINCHE' QUALCUNO NON ARRIVA A METTERGLI LE MANI AL COLLO NON SI RENDERANNO MAI CONTO CHE HANNO TIRATO TROPPO LA CORDA!

Roberto L., Catania Commentatore certificato 06.07.11 22:01| 
 |
Rispondi al commento

I cittadini di Parma possono riempire la citta di manifesti denunciando ancora piu pubblicamente lo scandalo della del consiglio e del sindaco. La vergogna deve salire alle stelle. Sputtanarli pubblicamente con tutti i mezzi possibili. La pressione dev essere talmente alta che non devono uscire piu di casa per la vergogna. Coraggio ancora Parma, siamo con voi.

Rosario Pasanisi 06.07.11 22:01| 
 |
Rispondi al commento

E' assurdo hanno i ladri in casa loro (chi li comanda) e manganellano chi vuole i ladri fuori la politica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!­!

annita b. Commentatore certificato 06.07.11 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma quella gente rasata e aggressiva che si vede nel video sono le signore di 70 anni senza parrucca?
Ma stiamo scherzando? va bene dare contro alla polizia quando ha torto ma quando le manganellate ci vogliono ben vengano e pure toste devono essere!

franco 06.07.11 21:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Testamento biologico alla Camera
sì a divieto eutanasia e consenso informato

Ariraccojemo le firme!!

Che palle, loro non desistono, ma noi nemmeno!!

Uno dei tanti 06.07.11 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Alla faccia dei pacifici dimostranti... Ma quand'è che un poliziotto può dare una manganellata? Dopo che gli aprono la testa con un'ascia?

simone olivieri 06.07.11 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Beh ragazzi, adesso so che riceverò una pioggia di critiche... Però io ero li ieri in quella piazza e stavolta, anche se la polizia rimane comunque dal manganello facile, non gli posso dare torto. Durante la manifestazione indignata, rabbiosa ma pur sempre pacifica, si sono inserite tra le prime file personaggi abbastanza equivoci tra cui anarchici, skinheads e chi più ne ha più ne metta... Come si vede benissimo nel video soprattutto all'inizio la gente comune tende a creare spazio tra la folla e la polizia, ma alcuni di questi personaggi si buttano a calci e pugni e scatenano la ressa. C'è da dire che le manifestazioni nascono pacifiche e sensate, ma quando a questa gente che cerca appositamente scontri e caos si lascia spazio, si finirà sempre con la violenza. Non a caso Beppe nella Val di Susa era prodigo a calmare le acque durante gli sfondamenti delle barriere in virtù del fatto che già le forze dell'ordine sono violente di loro, se gli si da adito poi, non li ferma più nessuno e passano pure per eroi...

Alessio M., Parma Commentatore certificato 06.07.11 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono dell'avviso che la polizia potesse comportarsi diversamente in questa occasione.
Come si può pretendere di entrare con la forza in un luogo presidiato dalle forze dell'ordine.
Giuste sono le proteste ma le modalità delle stesse, in questo caso, non sono condivisibili.
Non credo faccia piacere a dei ragazzi che sono lì per lavoro malmenare gente inoffensiva...ma se da inoffensiva e pacifica diventa aggressiva e offensiva allora le forze dell'ordine devono rispondere con la stessa decisione.
Questa è la mia opinione, guardando il filmato proposto, senza generalizzare ed estendere la considerazione ad altri avvenimenti di questi giorni.

stefano n. 06.07.11 20:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Coraggio Parma, siamo con voi. Mandate via questi criminali patentati!

Rosario Pasanisi 06.07.11 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Non sono i poliziotti per primi a menare.. Dunque giusto la reazione dei pulotti

Massimo cristofoli 06.07.11 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A dire il vero mi pare che i primi pugni che partano siano all'indirizzo dei poliziotti, fermi in contenimento...

Silvio Ragosta 06.07.11 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravi parmensi,siete grandi..a me sembra che i poliziotti si stiano cagando sotto..o forse è solo
una mia impressione...Comunque sia lo dico a tutti i poliziotti ,in questi casi qua fatevi da parte,vi fareste onore e comunque non rischiereste nulla ,tanto i capi che dovrebbero fare licenziarvi tutti? E le motivazioni? Aver rifiutato di menare gente normale che manifesta?

cristina pesce 06.07.11 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna partire con le retate italiche

Politico
Sbirro
Celere

Fotte un cazzo tutti nei campi a 1000 calorie al giorno, ovviamente ai lavori forzati.

Tutti quanti!

Diego Rossi 06.07.11 19:18| 
 |
Rispondi al commento

il cittadino sindaco e la sua giunta vogliono rubare senza essere disturbati.

Cittadini parmensi: perché li disturbate?

Luridi maiali immondi e lerci. I romeni nell'89 si liberarono di Ceaucescu manifestando pacificamente. Lo mandarono via perché ebbero il supporto e la collaborazione dell'esercito.

Fintantoché polizia e carabinieri staranno dalla parte dei LADRI, i cittadini non avranno altra possibilità che MANIFESTARE tutti i giorni il loro SDEGNO e la loro INDIGNAZIONE.

BASTA!

Paolo Hidalgo Commentatore certificato 06.07.11 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma pensavo che almeno qualche posto decente esistesse ancora...ma poi Parma..cittadina laboriosa..di gente pacifica...mah!...non c'è seghe, questo marcio c'è perchè ci sono i "partiti" ormai sono "stato" nello "stato"...bisogna abolirli...al loro posto ci devono solo essere Comitati elettorali..poi gli eletti rispondono direttamente agli elettori, senza l'intrusione di queste associazioni private.
Basta soldi Pubblici,nomine,ecc...stop!.
E almeno c'è la magistratura che ogni due per tre ne prende qualcuno....

roby f., Livorno Commentatore certificato 06.07.11 19:00| 
 |
Rispondi al commento

certo che vedere il video e poi scrivere quella descrizione dei fatti bisogna avere la faccia come il c.ulo

mauro kealsima () Commentatore certificato 06.07.11 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Liberiamo Parma, e poi scendiamo su Roma!

Predevo che tante celere perderà il lavoro entro pochi giorni.

Marciamo su Parma! Ora subito!

Diego Rossi 06.07.11 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Fate una colletta e assoldate una squadra di football americano in tenuta da sfondamento ^_^

manuela bellandi Commentatore certificato 06.07.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Quello che dà fastidio è che nei tg fanno vedee solo il problema di Napoi per distrarre la gente da altre notizie gravi come qesta. Forza Parma, non mollate che prima o poi si dovranno dimettere per forza.

Andate a manifestare anche sotto casa del sindaco!

Johnny d30 06.07.11 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Quel tipo con la maglia grigia pelato che blocca il manganello del poliziotto ha l'aria di essere un poliziotto in borghese, o sbaglio?

Davide T. Commentatore certificato 06.07.11 18:04| 
 |
Rispondi al commento

al secondo 13' un poliziotto prende un centrone da un energumeno!...Se non avesse avuto il casco lo ammazzava!...Carabinieri e polizia sono stati fortunati che la gente era arrabbiata ma poacifica, altrimenti non so come sarebbe finita per le forze dell'ordine: in 10 contro qualche centinaio...Altro che scudo e manganello!!!

Davide A., MB Commentatore certificato 06.07.11 17:44| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori