Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Contribuenti cornuti, mazziati e incazzati


Scarpinato_Scudo_fiscale.jpg
Mi domando quale sarà il punto di rottura? Guardo Tremorti, Bossi, Calderoli, Cicchitto e tutti gli altri. Gli artefici del disastro economico. E penso alla immensa porcata dello Scudo Fiscale bipartisan, di pdl e pdmenoelle. Coloro che hanno evaso COMPLETAMENTE il fisco sono stati regolarizzati con il pagamento del 5% del capitale, un'elemosina, una presa per i fondelli per gli italiani. Con la possibilità di riciclare capitali mafiosi. E ora questi incapaci hanno il coraggio di chiedere soldi su soldi a chi le tasse le paga già fino all'ultimo centesimo. I capitali condonati, la cui origine è ignota agli italiani, sono ben conosciuti dal Tesoro. Vorremmo conoscerli anche noi insieme ai nomi degli evasori, chissà magari tra loro c'è qualche politico o suo familiare, qualche industriale o prestanomi della criminalità organizzata. Per evitare ogni dubbio malevolo l'elenco deve essere reso pubblico. E la tassazione portata almeno al 50% per equipararli ai cittadini onesti. Tremorti... i contribuenti italiani sono da sempre cornuti e mazziati, ma ora sono anche incazzati. Non tira una bella aria.

12 Ago 2011, 21:55 | Scrivi | Commenti (92) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

- processare i giudici corrotti in presenza di un gruppo di cittadini sorteggiati . avere giudici imparziali che mettano paura ai ladroni prima che arrivano al governo . – www.cattivagiustizia.com - cercatemi ! mi trovate 3000 - volte in google con queste parole ( ferrante salvatore voghera Milano ) telefono -3482942448 - tutti insieme possiamo farcela ! dobbiamo farcelaaaa!! passa parola – per fare riflettere e cambiare l’italia . - manda e mail ai tuoi amici -passa parola -– ho fatto 63000 – e mail agli italiani . quante e mail mandi tu ?
- - info@ingiustiziaitaliana.com ? - - www.sal-fer.com

ferrante salvatore voghera 23.05.12 07:23| 
 |
Rispondi al commento

ALIQUOTE DEI MORTI DI FAME:23%-27%-38%- 41%-43%.
AUMENTATE DEL 5-10% DEI PIU' FOTUNATI.
ALIQUOTA PER LE SOCITA' PER AZIONI.S.P.A. GRANDI CAPITALISTI CHE GUADAGNAO
MILIARDI DI EURI 12,5%. E VOI TUTTI VI PERDETE
SULLE BAZECCOLE . MEDITATE GENTE!
10 MILIONTI DI COMMERCIANTI EVADONO 10 MILIONI DI I.V.A AL GIORNO.
QUANTO EVADONO I 300,000 INDUSTRIALI CHE
ANNO VENDUTO LA MERCE SENZA FATTURA?

orfeo nitrebla Commentatore certificato 17.08.11 10:01| 
 |
Rispondi al commento

"Grazie a tutti i politici Italiani (pdl e pd).Grazie a voi sono tranquillo e sereno, voi pensate al mio futuro e al futuro dei miei figli.Non fate altro che lavorare per me e per tutti gli italiani.Grazie a voi il nome dell'Italia nel mondo e' rispettato.Tutta la nostra classe polica nel globo e' presa d'esempio e invidiata. Non avro' mai abbastanza tempo per ringraziarvi di tutto.Dimenticavo sono un dipendente pubblico nel settore sanitario, sono un parassita e quasi non merito di vivere perche' rubo i soldi al mio stato scusatimi cari politici se la mattina esco di casa per montare in servizio alle 7 e se tutto va bene rientro alle 22 Mi rendo conto che i 1700 euro che prendo come stipendio sono tantissimi e sono un vero furto per le casse dello stato.Ai politici che egragiamente mi governano, per risanare il deficit propongo di decurtare lo stipendio dei dip. Pubb. dell'80% ovviamente la 13 ma cancellata.Vi auguro sempre tanta salute e prosperita' a voi e alle vostre carissime famiglie. I vostri circa
15 euro al mese sono assolutamente giusti e sacrosanti godeteveli ............. .e non pensate a le malattie incurabili che ci sono voi dovete essere immuni da tutte le patologie perche' dovete governarci.Una sola domanda Vorrei fare a quel Sant uomo di Tremonti ma la storia del''affitto a nero per l'appartamento a Roma e' tutt'apposto?In televisione non si sente piu' niente ed ero preoccupato per Lei Signor ministo non riesco piu' a dormire la notte per le infamie che le hanno fatto. Essere additato come evasore fiscale......... Come si permettono chi ha fatto queste ingiurie dovrebbe ardere nel fuoco dell'inferno."

ungari domenico 16.08.11 17:45| 
 |
Rispondi al commento

I componenti della Gang Governativa, prima o poi, dovranno rendere conto alla popolazione italiana, delle loro disoneste, consapevoli azioni, contro tutti noi. Non se la caveranno,tanto facilmente...I commenti su questo sito (e su tanti altri) , sono sfoghi ma ...non bastano più a contenere l'odio verso questi distruttori della propria nazione che altro non hanno fatto e continuano a fare, se non i propri (e di altri ''eletti'')interessi!

Ireneo G., Fermo Commentatore certificato 16.08.11 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Costringiamoli a rendere pubblico l'elenco di coloro che hanno chiesto lo scudo fiscale e facciamogli pagare una tassa straordinaria di solidarietà, anche se temo, nel frattempo quei soldi diventati legali li hanno fatti sparire.

francesco canosa, Canosa di Puglia Commentatore certificato 16.08.11 12:23| 
 |
Rispondi al commento

siamo tutti bravi a chiacchiere...io adoravo l'ironia di Beppe ma ora nutro i miei dubbi...come mai Grillo nonappoggia la linea dei più, quella del popolo, quello sovrano che dovrebbe comandare sui politici, loro sono dipendenti del popolo senza non esisterebbero allora come mai nessuno porta avanti la parola del popolo? cosa vuole adesso il popolo che i suoi rappresentanti siano i primi a fare sacrifici quindi drastica riduzione degli stipendi...eliminazioni di tutti i privilegi (non capisco perchè dovrebbero averli)...riduzione drastica del loro numero (tanto sono inutili)...e di tanta altra monnezza di cui loro godono...perchè il nostro Beppe non porta vanti la nostra bandiera?

Citta2mari 14.08.11 22:55| 
 |
Rispondi al commento

mi chiedo , perchè in un momento drammatico come questo non viene regolamentata la prostituzione che produce un intrito alle mafie di circa 20 miliardi di euro l'anno ? questo porterebbe nuovi capitali al fisco e darebbe vita ad un nuovo indotto lavorativo

francesco 14.08.11 14:58| 
 |
Rispondi al commento

come può sentirsi una persona sana di mente in un manicomio? la situazione è critica? ma qualcuno si ricorda un periodo in cui la situazione non è stata critica? io non capisco niente anche perchè non c'è niente che possa essere capito da una persona normalmente raziocinante, ma dico una cosa: va bene qualsiasi sacrificio, ma questa gentaglia al potere non ha nessun titolo per chiedere sacrifici ai cittadini. quindi io faccio sacrifici, ma loro fuori dai coglioni subito. su marte o io o loro, su questa terra maltrattata non c'è posto per entrambi.

Angelo Martinelli 14.08.11 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando è mai esistito un contesto dove una moneta privata gestita da irresponsabili, abbia creato nella storia benessere per le popolazioni???
Risposta: MAI :)
E' una contraddizione in termini.
Non abbiamo capito? Ce ne siamo sbattuti? Ok, ora infiliamo la testa nel cappio...
Sarà una festa di sangue.

Roberto Vian 14.08.11 03:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una storia come tante... Sono una persona media, padre di famiglia con moglie e due figlie in etá scolare a carico. Faccio un lavoro pulito, per niente pericoloso, non devo portare pesi, ho continui contatti umani, ho una certa autonomia nelle scelte ma questo impiego é pagato molto poco, circa 1200€ netti. Poco in proporzione all'impegno mentale e psicologico richiesto.
Mia moglie ha un titolo accademico e il dottorato di ricerca ottenuto col massimo dei voti. Finché lavorava per l'universitá non avevamo problemi. Lei guadagnava circa 2000€ netti che sommati ai miei ci facevano vivere senza lussi ma anche senza sofferenze. Poi sono arrivate le bambine... Niente nonni a portata di mano, niente parenti, nessuna grande famiglia alle spalle e cosí ho deciso di rimanere io a casa ad accudire alle nostre figlie per dare la possibilitá a mia moglie di continuare la "carriera" universitaria. Riepilogo: mia moglie lavorava (ricerca, bibliografie, organizzazione di seminari, preparazione di lezioni, correzioni, protocolli, esami, orientamento degli studenti, incontri con colleghi, sedute di collegi ecc.ecc.) e poi, bella fresca, tornava a casa per allattare e quant'altro una donna-madre fá per poi ricominciare il giorno dopo. Ma il carico di lavoro l'ha distrutta, é crollata. Ora é disoccupata (ma con un magna cum laude...) e con un marito che guadagna ancora 1200€ al mese, al quale da 4 anni hanno tolto la tredicesima perché non é impiegato dello stato. Cari politici, quando parlate di sacrifici, a chi vi rivolgete? Non sono forse anch'io un italiano come voi e come loro? Sapete cosa significa la parola "sacrificare"? Perché non dovrebbero sacrificare DA SUBITO anche gli statali le loro 13esime? Che ammonterebbero circa a 9miliardi di Euro in due anni? E una "limatina" alla Vostra paga calcolata in proporzione a quanto gli italiani perderanno da questa manovra? Che ne dite?

Massimo T. Commentatore certificato 14.08.11 02:38| 
 |
Rispondi al commento

Arrivati a questo punto, non so se augurarmi che la situazione migliori oppure che il governo mi tartassi ulteriormente fino a farmi decidere in modo forzato di uscire dalla mia vigliaccheria di cittadino di serie "c" per riprendermi quello che mi spetterebbe come Cittadino Sovrano, ma che non ho mai osato chiedere!
Governati! Esagerate ancora un pochino! Fatemi diventare Uomo!
Franco

franco pallini 14.08.11 02:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché non diciamo a tutti che non ce la facciamo più e con coraggio dichiariamo il default salvaguardando i risparmiatori italiani? Siamo stufi di essere considerati al pari di un arancio!

Marco torre 14.08.11 00:57| 
 |
Rispondi al commento

E' ora di cambiare le cose! Non si puo' tollerare più che ci mettano le mani in tasca e ci costringono a fare debiti per pagare tasse che finiscono nel nulla, togliendo il pane ai nostri figli. Non se ne puo' più di vedere gentaglia che guadagna oltre 200.000 euro l'anno (soldi pubblici ovviamente) senza fare e/o produrre assolutamente niente, mentre magari impiegati normali che con 1300 euro mensili fanno il loro lavoro al servizio della gente vengono penalizzati e non possono neanche andare in pensione. Così come tanti piccoli artigiani e commercianti che sostengno l'economia il PIL di questa nazione tacciati come la peggiore specie di evasori. Non è così! Non è la mancata emissione di uno scontrino fiscale , che pure deve essere sanzionata, a salvare il Belpaese. Io credo che se sommiamo le pensioni che vengono date a ex deputati e senatori, consiglieri regionali e provinciali, presidenti di comunità montane ecc. (pratiìcamente soldi buttati e non legati ad alcuna contrbuzione reale) qualcosa cambierà. Ci hanno buttato n faccia la mensa dei deputati che pagano 3 euro a a pasto. A me va benissimo che quando un eletto esercita la carica di deputato abbia diritto ad agevolazioni, mi va anche bene; ma quello che non tollero è che un'ex presidente, viva sulle spalle degli italiani, come tanti ex deputati ex senatori ex ex ex eccetera. Mi chiedo perchè? Perchè noi che vogliamo essere europei a tutti i costi non diamo un'occhiata di come vivono gli europei veri, la LORO giustizia sociale per noi è un sogno, la LORO organizzazione della PA per noi un miraggio, la LORO gestione dei servizi pubblici per noi avanti almeno 50 anni! Ma come si fa a pensare di salvare un paese dove due settantenni vivono uno con 5.000 euro l'anno e un altro con 300.000, dove quello di 5000 si è spaccato il culo 40 anni per avere una merda di pensione INPS da agricoltore diretto , mentre l'altro ha ricoperto cariche raccopmandate? Ma dove vogliamo andare!?

valente dr. 13.08.11 22:53| 
 |
Rispondi al commento

SINCERAMENTE NON CAPISCO PERCHE' L'IDEA DELLA PATRIMONIALE NON TROVA MOLTI CONSENSI :
forse gli italiani sono tutti ricchi ???
Una forte patrimoniale che colpisca tutte le unità immobiliari (con esclusione della prima casa), gli yacht, le auto di lusso, ecc. darebbe subito un forte abbattimento del debito e colpirebbe anche gli evasori che finora l'hanno sempre fatta francaUna forte patrimoniale unita con un'equità fiscale crescente sarebbe l'avvio per un processo di redistribuzione del denaro non più rimandabile.
PERCHE' NESSUNO VUOLE LA PATRIMONIALE ?????'

RICCARDO M., VIAREGGIO Commentatore certificato 13.08.11 20:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

On line tutti i redditi! Come fece Visco.
Chissà gli oltre 4 milioni dichiarati da Bepin nel 2005 quanti saranno diventati, oggi!
Che dici Bepin, sei daccordo a rendere trasparenti i redditi? 3 anni fa ti arrabbiasti assai!

arianna malservisi 13.08.11 20:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certo che a crisi gia' iniziata fare quello scudo fiscale con quei termini e' stata una carognata violenta contro il popolo italiano. e avevano una sicumera a raccontarla mista a balle orrenda.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 13.08.11 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

signor Gigi boi e chiaro che non ha capito il commento perche il punto non e fare lo scontrino oppure no, ma fare scaricare le spese ad ogni cittadino gli studi di settore non servono come dice lei ad un cazzo se uno non ha il minimo delle entrate

michele p. 13.08.11 17:42| 
 |
Rispondi al commento

li ammazziamo oppure no?

che dite?

bassi bruno 13.08.11 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci sono più dubbi se mai qualcuno ne ha avuti.
Questa classe politica và spazzata via e non ci si riuscirà purtroppo con sistemi democratici.
E triste ma o ce li teniamo a vita (dopo di loro ci saranno i loro figli) oppure trovimo il coraggio come popolo di ribellarci con tutti gli strumenti necessari,nessuno escluso....

claudio fedele 13.08.11 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un economista o un esperto di finanza, ma faccio una proposta dettata dal buon senso per eliminare l'evasione: se nella dichiarazione dei redditi posso indicare TUTTE le fatture e gli scontrii in cambio di un ristorno/detrazione/deduzione del 15% (un po' come si fa con le spese mediche, ma considerando medici, avvocati, farmacisti, banche, notai, idraulici, imprese edili, commercialisti,rivendite auto moto aerei barche,fornai,dentisti, elettricisti,gioiellieri, tabaccai,giardinieri, imbianchini,trasportatori, riparatori vari) senza bisogno di scomodare nessuno le tasse le pagherebbero tutti, ma prorpio tutti e non ci sarebbe bisogno di controllo perchè sarebbe nell'interesse di ciascuno farsi rilsciare la ricevuta o lo scontrino

Seradek 13.08.11 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono sicuramente un contribuente molto incazzato ma anche rassegnato!!! l'unica soluzione a questo dramma e' la sostituzione completa o quasi dei nostri politici ovviamente sia della maggioranza che della minoranza. Non abbianmo altre soluzione !!il debito pubblico non si risana con i tagli e le tasse ma attraverso un sano e rigido controllo delle spesa. ieri ,oggi, e se continuiamo con gli stessi politici ,anche domani le spesa pubblica non sara' mai sotto controllo ed i ns. cari politici continueranno a tagliare e prelevare scaricando le colpe sulla crisi europea o su qualche altra cosa ma mai ammettendo le proprie colpe.

gianni cotogni, roma Commentatore certificato 13.08.11 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Ferrero:
Il governo è stato di parola e ha fatto una manovra che di cerca di affondare l’Italia come il Titanic. Del Titanic rispetta anche i privilegi di classe: su 708 passeggeri che si salvarono, furono il 60% dei passeggeri di prima classe, il 42% di quelli di seconda, il 25% di quelli di terza e il 24% dell’equipaggio. Il governo affonderà l’Italia ma, come sul Titanic, quelli di prima classe si salveranno. Per questo contro questa manovra lotta dura.

anib roma Commentatore certificato 13.08.11 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che ne pensa grillo
di questa manovra?
Aspetto un post!

l., ancona Commentatore certificato 13.08.11 13:48| 
 |
Rispondi al commento

L'obiettivo di queste manovre è quello di rientrare nei parametri europei per quanto riguarda il rapporto tra debito pubblico e PIL.
Dato che la matematica non è un'opinione, per rientrare si può agire su due fronti: aumentare il PIL e diminuire il debito.
Per aumentare il PIL ci vorrebbe una politica che favorisca lo sviluppo, ma in italia l'unica cosa che si riesce a fare è privatizzare, cioè svendere, i beni di tutti.
Oppure si diminuisce il debito. Questo governo, minuscolo perchè non se la merita, ci ha abituato a chiedere più soldi per spenderne di più.
Invece un buon economo, in temo di crisi, finalmente è arrivata anche in Italia, mantiene i servizi base per continuare a vivere decorosamente e elimina il superfluo.
Con questa regola base di economia si può tranquillamente diminuire di un terzo la spesa annuale dello Stato senza togliere niente a nessuno.
Qualche esempio:
- accendere un lampione uno si e uno no, ricordate gli anni 70?;
- togliere tutti i privilegi ai politici, in modo da dare un esempio concreto ai cittadini loro datori di lavoro, ricordo che si sono proposti loro e non gli è stato imposto da nessuno nemmeno dal dottore!!!;
- finalmente eliminare gli Enti che non erogano nessun servizio tipo le authority;
- ecc.
Parallelamente rendere i redditi pubblici e dare una percentuale a chi denuncia un evasore sui soldi recuperati dalle tasse non pagate.
Se passa questo schifo è doveroso da parte di tutti fare uno sciopero totale e una manifestazione pacifica che paralizza l'Italia.

Alessandro Bresolin 13.08.11 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La storia della prima repubblica si ripete ancora. Ieri erano i santi ANDREOTTI, FANFANI, COSSIGA, DE MITA, POMICINO... basta nomi perché mi viene da vomitare, oggi BERLUSCONI, TREMONTI, BOSSI, CICCHITTO peggio di ieri. La chiave per riciclare sono sempre i professionisti della politica solo che ogni tanto deve essere adattata ai tempi. Ieri tempi di ricostruzione e speculazione, oggi tempi di consumismo e presunto benessere con i vari omicidi fatti in casa da rendere famosi tramite i MEDIA per accecare e confondere, intanto che loro si accordano, ci si limita a guardare e aspettare. Fuori i nomi di questi evasori privilegiati!!! comunque bisogna dire che scrivendo i nostri commenti qui forse non è tanto produttivo, magari ci fosse qualcosa simile su un sito governativo forse sì sarebbe anche piu rispettoso verso noi stessi.

Marcello Casto 13.08.11 13:27| 
 |
Rispondi al commento

"Se non onoriamo il nostro passato perdiamo il nostro futuro. Se distruggiamo le nostre radici noi non possiamo crescere" F. Hunderwasser

La Storia ci insegna che. " Il popolo oberato dalle tasse...si rivolto'"

Silvana ., asti Commentatore certificato 13.08.11 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma con quale faccia e con quale coraggio chiedete ancora soldi ai cittadini ? Ci avete fatto pagare l'eurotax per farci entrare in europa e facendoci subito diventare più poveri del 50% con l'avvento dell'euro. Ci avete spremuto per bene con le varie finanziarie ed intanto avete raddoppiato il debito pubblico. Avete promesso mirabilie ed in realtà avete ridotto il tessuto socio-economico del apese all'osso. Vi gloriavate di aver salvato l'italia dalla peste del comunismo e l'avete condotta fin sull'orlo del precipizio (default).
Non vi sembrerebbe più che normale,quale primo provvedimento urgente da attuare,quello di LEVARVI DALLE PALLE in maniera definitiva ?!?

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 13.08.11 12:44| 
 |
Rispondi al commento

da TG com: Tre anni di processo per il presunto furto di un pacco di biscotti del valore di circa due euro. Protagonista della singolare vicenda giudiziairia un trentino di 40 anni, sorpreso a tentare di uscire da un supermercato con la refurtiva nascosta sotto la giacca. Denunciato e finito alla sbarra, l'uomo è stato assolto in primo grado, ma la procura ha presentato ricorso e ora il processo è finito in appello.
Tutto è iniziato nel 2008, con il presunto "colpo". Il 40enne, fermato dagli uomini della sicurezza del supermercato, riconsegna il pacco di biscotti, ma, come da prassi, la denuncia parte ugualmente.

Inizia così il processo. Il primo grado si era tenuto nel maggio del 2010, con assoluzione. Il giudice aveva ritenuto non ci fossero prove. La Procura generale aveva presentato ricorso, intanto ora la Corte d'Appello ha accolto la richiesta del difensore dell'uomo, annullando quella sentenza. La ragione sta nel fatto che non era stata dichiarata la contumacia dell'imputato, ma era stato definito semplicemente "non presente".
L'appuntamento in aula ora è per novembre.
ECCO DOVE VANNO A FINIRE I NOSTRI SOLDI, IN INUTILI PAGLIACCIATE IN TRIBUNALE. NON SAREBBE BASTATO UN BEL CALCIO NEL CULO A QUEL DISGRAZIATO, CHE UNA VOLTA PRESO AVEVA RESTITUITO IL "BOTTINO" E RISERVARE I PROCESSI AI SOLITI "NOTI ED IMPORTANTI"?

nataniele m., stresa Commentatore certificato 13.08.11 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda aperta ai politici : la mia paga non ha piú subito un aggiornamento da circa 15anni e la tredicesima mi é stata cancellata da quattro anni circa perché l'aria di crisi (chissa perché) nelle imprese private si sente mooolto tempo prima. Mi pare di aver letto da qualche parte che é successo lo stesso anche in moltissime altre imprese... Perché nell'impiego pubblico ció non é avvenuto? Il capo del governo ha appena detto di una manovra dolorosa. Ma per chi?

Massimo T. Commentatore certificato 13.08.11 12:03| 
 |
Rispondi al commento

se ogni cittadino potesse scaricare tutte le spese dalle imposte vorrebbe dire che ogni volta che si va in discoteca al bar al cinema in piscina ecc ecc si chiederebbe lo scontrino e di conseguenza anche l evasione fiscale potrebbe essere combattuta automaticamente da tutti i cittadini. Ma se uno di noi entra in un bar e prende un caffe perche deve sognarsi di riempirsi il portafoglio di scontrini se non ha un tornaconto?

michele parente 13.08.11 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gli scudi fiscali fatti da tremorti dal 2000 al 2010 in totale hanno fatto emergere circa 160 miliardi di euro

la tassazione retroattiva al 50% sul capitale porterebbe nelle casse del tesoro 80 MILIARDI DI EURO e risolverebbe da sola moltissimi dei nostri problemi finanziari dei prossimi anni

servirebbe la collaborazione di banche e intermediari finanziari che a suo tempo avevano gestito le operazioni di rientro: gli riconosciamo una bella commissione in modo che siano veloci ed efficaci ( così aiutiamo un pò anche il nostro sistema bancario )

a roma il 10 settembre portiamo anche questa richiesta

andrea v., parma Commentatore certificato 13.08.11 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volevo solo chiedere come mai nessuno si occupa e nemmeno parla, di cosa costano all'Italia il Vaticano e i patti lateranensi. Ho letto in un libro di Piergiorgio Odifreddi (Perchè non possiamo essere cristiani e.....) che fra imposte condonate e contributi di vario genere, la cifra (sottostimata) si aggira attorno ai NOVE MILIARDI DI EURO l'anno. Non mi si venga a dire che senza l'accordo dei preti non si può recedere da questi patti scellerati(il che' è pure vero, sta nei patti stessi) ma in momenti come questi, continuare a pagare dopo più di 80 anni, da quella stipula ('29 mi pare), lo trovo vergognoso. Spero di aver dato uno spunto e spero in una risposta. Grazie.

Giulio Bertoli 13.08.11 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera il prestigiatore di Arcore e il nostro ministro della SUA economia ha concluso il discorso con la classica cigliegina sulla torta "anche per il debito pubblico ereditato dai precedenti governi" il debito pubblico nel 2000 era di 1287 miliardi di euro nel 2011 oltre 1900 loro hanno governato dal 2001 al 2005 e dal 2008 a oggi, se va avanti di questo passo darà la colpa a Caracalla che ha speso troppo per le terme!!

felice papetti 13.08.11 10:09| 
 |
Rispondi al commento

LA CRISI FACCIAMOLA PAGARE AI PETROLIERI !!
vai Calise!! con la mozione di indirizzo per adeguamento tecnologico ambientale sul RECUPERO ENERGIA di FRENATA....75% di consumi in meno su autobus urbani e compattatori

mirco sangalli, bergamo Commentatore certificato 13.08.11 10:06| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile fare sempre i pirla.C'è una sola ed unica cosa da fare oramai:MUOVERSI!

sanna alessandro 13.08.11 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Spero solo che li facciano fuori tutti i ladroni "onorevoli", a cominciare da quella faccia da culo di teleimbonitore p2ista avanzo di galera.

mr. Hyde 13.08.11 08:51| 
 |
Rispondi al commento

NON C'è NULLA DA FARE SERVE UN "ASSALTO" AL PALAZZO IN MASSA INVADERE ROMA E CACCIARLI TUTTI A PEDATE NEL CULO!!!ALTRIMENTI NON SE NE ANDRANNO MAI!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 13.08.11 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Pensare che molti credano ancora a questi signorotti che brutto mondo, spero che i Maya non si sbaglino è puniscono solo questi arroganti tiranni.

salvatore basile 13.08.11 08:00| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE LEGGETE: far pagare una tassa a quelli che dichiarano più di 90 mila euro è una presa per culo. 1) SOLO 100mila soggetti in italia superano 100 mila euro di reddito. 2) a costoro, per la maggiorparte super evasori, la tassa non peserà 3) QUESTA TASSA SARA' LA SCUSA PER FAR PAGARE UNA TASSA ANCHE A CHI DICHIARA 20 MILA EURO. diranno: abbiamo chiesto sacrifici ai piu ricchi ora tocca anche agli altri. VEDRETE.

robin hood 13.08.11 07:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCUDO FISCALE = RICICLAGGIO DI STATO. una pagina vergognosa. mi vergogno di essere italiano.

robin hood 13.08.11 07:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rimettere on line i redditi degli italiani

Se si vuole veramente lottare contro l'evasione fiscale, la trasparenza esige che le dichiarazioni dei redditi siano di nuovo on line per tutti.

Per ora lo ha chiesto pubblicamente solo il vicepresidente del Senato Vannino Chiti, del Pd; Tremonti sembra assolutamente indifferente alla cosa.

Rimettere on line tutte le dichiarazioni dei redditi, aggiornate, trasparenti, accessibili gratuitamente a tutti: lo aveva fatto Visco nel 2007, provocando le reazioni di tanta parte della politica e del mondo economico italiano.

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=15356

Uno dei tanti 13.08.11 07:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero ora basta.
Nessuna più "altra possibilità". Tutta la classe dirigente va sospesa e sottoposta a processo per crimini contro l'umanità. Chi ruba una gallina finisce in galera per anni, chi uccide una persona pure; questi che hanno impoverito con le loro ruberie, dopo averli imbambolati coi loro inganni, gran parte di una nazione; questi che sono stasti causa di tanto dolore e non pochi suicidi, non meritano che la morte o i lavori forzati a vita per crimini contro l'umanità, ovviamente dopo averli privati di ogni bene da restituire allo stato. Lo ripero Vanno processati e se colpevoli condannati per crimini contro l'umanità e quindi o eliminati "FISICAMENTE" dalla faccia della terra o chiusi in galera ai lavori forzati. Nessuna pietà, nessun ripensamento. La resistenza e tutti i movimenti di liberazione dalla tirannide insegnano che in condizioni di emergenza servono rimedi straordinari.

walter barcella, costa volpino Commentatore certificato 13.08.11 06:22| 
 |
Rispondi al commento

Sì, FUORI I NOMI: è GENTE CHE HA COLTIVATO IL SUO CAMPO IN ITALIA RACCOGLIENDONE I FRUTTI ED E' POI SCAPPATA CON IL MALLOPPO razziando il Paese Non dovrebbe essere concesso a loro di lavorare qui.. semplicemente, in barba alla cosidetta diseconomia del mercato.

alma gemme 13.08.11 05:54| 
 |
Rispondi al commento

Perche' non guardiamo quello che e' successo in islanda ???
osservare e sperimentare diceva Galileo!

mauro cozzi 13.08.11 03:28| 
 |
Rispondi al commento

....perchè fanno cosi? sono avidi? stupidi? minacciati? intrappolati? incoscenti?
....cioè nella psiche di questa gente che cosa passa per la testa? quale distorta visione della realtà possiedono?

Acul utopiA Commentatore certificato 13.08.11 02:46| 
 |
Rispondi al commento

Una piccola riflessione. Pochi mesi or sono passava inosservata una importante riduzione delle tasse per i proprietari immobiliari che affittano ad uso residenziale: la cedolare secca. Sugli affitti tassazione al 20%, così bassa che nemmeno a Singapore se la possono sognare. Ebbene, quali controlli sono stati attuati successivamente. Basterebbe incrociare due dati fra luce, gas e telefono e qualche dato raccolto da vigili urbani per far emergere grosse cifre sottratte al fisco, forse maggiori di quelle dello scudo fiscale. Proprio così, pochi mesi fa veniva attuata la cedolare secca. Ora invece lacrime e sangue come se la crisi fosse iniziata da poche settimane...

Carlo Maggio 13.08.11 02:04| 
 |
Rispondi al commento

Bravo !!!
L'hai scritta in chiare lettere.
Sarà una sensazione, ma anche a me sembra che non tiri proprio un'aria amena.

francesco cims 13.08.11 01:35| 
 |
Rispondi al commento

Questa e' un richiesta dovrebbe essere Urlata

Antonio C., Genova Commentatore certificato 13.08.11 00:33| 
 |
Rispondi al commento

...che pena che fate !
viene spontaneo fare l'elemosina al povero ricco!!

....ma pensate piuttosto come stanno quelli ...di sotto!

...fino a quando l'adsl sarà disponibile ...e fino a quando per cause di forza maggiore sarà oscurata come sta avvenendo in Inghilterra ! eh !

Beppe, ricorda, io te l'ho sempre scritto..e se avessi avuto occasione te lo avrei detto a voce

METTITI A CAPO DELLA RIVOLUZIONE SERIA ...
lasciando i trenini agli stolti... e punta su Roma!

....macheteloscrivo affà...solo per essere bannato nantra volta!


Vorrei precisare che i gaglioffi che hanno fruito dello scudo fiscale, AVREBBERO DOVUTO pagare il 5 per cento. Però chi ci governa si è mosso a compassione ed ha concesso loro, se ne avessero fatta richiesta, la rateizzazione.
Adesso si è venuto a sapere che molti di questi "scudati" hanno pagato soltanto la prima rata della rateizzazione, sapendo che l'Agenzia delle Entrate è impossibilitata a verificare l'accredito dei successivi versamenti.
Io non ho votato B. ed è esclusivo compito di chi l'ha votato, reagire imprecando ed indignandosi.
Io, mi limito al disgusto.

renzo m., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.11 00:23| 
 |
Rispondi al commento

No! Non tira proprio una bell' aria in giro.
La trippa x gatti è finita.

Questi la devono pagare. E cara.
E con loro la dovranno pagare tutti i pennivendoli, avvocati, reggicalze, scendiletto, escort e zoccole, plurindagati e pregiudicati che li hanno sostenuti.

dr. Jekill 13.08.11 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Spero muoiano presto tutti

Ma Ta Commentatore certificato 13.08.11 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Nessuna parola nel comunicato stampa postmanovra, di un'azione di guerra all'evasione fiscale, guerra seria, sistematica, severa e il perchè è facile immaginarselo. Nessun accenno al problema dell'autocalcolazione retributiva dei parlamentari ed è facile immaginarsi il perchè (forse un piccolissimo conflitto di interessi..). Nessuna parola sulla possibilità di rendere la politica più snella e veloce attraverso un sistema di ricambio generazionale forzato (max due legislature, per esempio..) e anche qui la risposta non mi sembra difficile. Scusatemi, ma sentir dire da certe persone (che guadagnano in 2/3 mesi quanto io guadagno in un anno) che la manovra "da loro" decisa "per gli altri" è una manovra "dolorosa", mi offende profondamente. Indignarsi sarebbe solo un eufemismo....
Finchè nei governi ci saranno queste persone nulla cambierà. Via, se ne devono andare. Ma non senza aver pagato al paese i danni di anni di malgoverno, di bugie, di corruzione. Andarsene così sarebbe troppo comodo. L'evasione fiscale deve essere trattata come un furto allo stato perchè con i capitali evasi si sovvenzionano le coperture e i silenzi internazionali, si decidono le sorti di interi paesi e anche e se necessario, in nome del sostegno reciproco dello status quo capitalistico (da qualche parte) le guerre.

Massimo T. Commentatore certificato 12.08.11 23:50| 
 |
Rispondi al commento

I capitali condonati? Hanno già ripreso la via della fuga, alla facciaccia nostra. Non so se avete visto al tg della 7: i nostri cari connazionali condonati con la miseria del 5% e la garanzia dell'anonimato hanno già ripreso la via della Svizzera per prenotare le cassette di sicurezza nelle locali e capienti banche per mettere al sicuro i loro tesori. Sempre alla facciaccia nostra.
P.S. Ho sentito i due comparielli durante la conferenza stampa dire che hanno il cuore che sanguina a causa della manovra - la seconda in poche settimane! - ma sono soddisfatti. Che galantuomini...

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 12.08.11 23:42| 
 |
Rispondi al commento

E infatti non tira proprio una bella aria! Incazzato anch'io!

Luigi Di Pasquale, Margherita di Savoia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.11 23:34| 
 |
Rispondi al commento

V vendetta

Squaletto 12.08.11 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo, veramente ottimo commento!
Aggiungo che secondo me la grande evasione
deve diventare un reato assimilabile al delitto, perchè tale è!
L'evasione fiscale uccide la nazione!
Proviamo a sbattere in galera, quella vera, per una ventina d'anni qualcuno di questi stronzi evasori, con yacht e ville con balgracche incorporate, mica tanti, ne bastano tre o quattro, poi vediamo che fine fa l'evasione fiscale!
In galera, con i delinquenti comuni,
e l'evasione si squaglia, come neve al sole!

l., ancona Commentatore certificato 12.08.11 23:00| 
 |
Rispondi al commento

sono straincazzato lo psiconano e tremorti sono servi delle banche che vogliono affamare la gente telefonate al numero 0667791 della presidenza del consiglio e protestate e vomitate tutto il vostro sdegno e incazzo val di susa libera bisogna incominciare ad usare i bastoni

sergio bottoni 12.08.11 23:00| 
 |
Rispondi al commento

perchè dobbiamo sempre pagare noi dipendenti? perchè se compro casa devo pagare in nero, se vado dal notaio pago in nero, chiamo l'idraulico e il muratore che mi fanno pagare in nero, idem il piastrellista e il falegname... e poi devo agare io per salvare il paese ? possibile che la guardia di finanza non ne sappia niente ? (ironia)

giorgio varrone 12.08.11 22:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E di questi altri non se n'èsaputo più nulla.
CONDONATI, FORSE?

Il rapporto annuale della Guardia di finanza
Evasori individuati, +46% in un anno
Redditi per 50 miliardi, 8.850 sono evasori totali. In Svizzera e Lussemburgo quasi la metà dei soldi all'estero

MILANO - Nel 2010 gli italiani non hanno dichiarato al fisco redditi per quasi 50 miliardi di euro, una somma cresciuta del 46% rispetto all'anno precedente. Il dato è contenuto nel rapporto annuale della Guardia di finanza, già reso noto dal comandante delle Fiamme Gialle, il generale Nino di Paolo, ai membri della Commissione Finanze della Camera nel corso di un'audizione lo scorso 26 gennaio.

EVASORI - La Gdf ha inoltre scoperto 8.850 evasori totali (+18% rispetto al 2009) con un'evasione per 20,263 miliardi (+47% rispetto al 2009) e Iva per 2,6 miliardi. Di questi, 3.288 hanno evaso più di 77 mila euro di imposte. Sempre nel 2010 gli italiani hanno evaso anche quasi 30,5 miliardi di Irap e 6,3 miliardi di Iva, 635 invece i milioni di ritenute non versate o non operate.

http://www.corriere.it/cronache/11_gennaio_31/gdf-evasione-fiscale_69ea8358-2d11-11e0-becd-00144f02aabc.shtml

Era il 31 gennaio 2011
-Identificati 8850 evasori totali.
-Quanto hanno pagato?...se hanno pagato!
-Quali sanzioni sono state applicate, e se verranno pagate.

Qualcuno sa com'è andata a finire?

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

A leggere queste notizie il mio cuore sanguinava al pensiero che dal mio stipendio mi viene sottratto il 45% alla FONTE, da onesta cittadina contribuente.
E loro invece, avranno pagato solo il 5%?

Devo pensare che "NON è solo una coincidenza" il fatto che sulla TASTIERA il tasto del N° 5 coincide con il simbolo della percentuale %?

VERGOGNA!

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.11 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Pensioni: la 'speranza di vita' è l'ultima a morire!
Premesso che potendo godere dello stipendio di un Politico o di un Top Manager tutti noi comuni mortali ci guarderemo bene dal chiedere "il collocamento a riposo" nè ora nè mai, risulta curioso che i nostri politici ed economisti, gente che ha tanto studiato, ha scritto tanti libri, tenuto tanti seminari e occupato tanti posti ragguardevoli, non abbia ancora vagliato l'ipotesi di stabilire una sorta di "turn-over-tombale" nel mondo del lavoro articolato in tre punti: 1) stabilizzare nel precariato i giovani istituendo l'Albo Nazionale dei Precari a Vita - e qui ci sarebbe ben poco da fare visto che la politica ha già dato tutto quello che poteva dare e tolto tutto quello che c'era da togliere in questa direzione; 2) collocare "definitivamente" a riposo chi ha compiuto gli ottanta anni - inutile specificarlo, ma si tratterebbe del "riposo eterno"; 3) da ultimo, ma solo in ordine di stesura non certo di attuazione considerata la gravità del momento, pagare le pensioni ai lavoratori dipendenti solo al compimento del 79° anno di età, dopo di che, compiuti gli ottanta, si applicherebbe il punto 2) e... amen! Comunque non disperiamo! E' probabile che questo caldo sole di ferragosto illumini d'immenso chi di dovere! L'importante, come dicono gli esperti di economia, è non farsi prendere dal panico. In fondo la "speranza di vita" è l'ultima a morire!

LiberalVox 12.08.11 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Ecco, questo era il commento che volevo scrivere io: si vada a prendere per le orecchie tutti coloro che sono stati "scudati", ma non solo quelli dell'anno scorso, anche quelli del 2001!


questa storia del fisco e una grande rottura di p. a
livello mondiale.. non ho capito se uno ha mille banconote e le vuole mandare in una banca su di un isola deserta, o sotto una mattonella a casa di un amico in cina ma perché non dovrebbe poterlo fare?
perché mai dovremmo dare conto a qualcuno su i nostri soldi??

Domenico G., cardito Commentatore certificato 12.08.11 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori