Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Darfur: il massacro continua - Antonella Napoli


darfur_napoli.jpg

Nel Darfur è stato massacrato, stuprato, mutilato, un milione di persone nell'indifferenza della Nato. In Africa sono in corso guerre civili e tribali da 50 anni. Ma in questi posti dimenticati da Dio, dove non c’è l’oro nero, non si fa vedere nessuno.

Intervista a Antonella Napoli, Presidente di Italians for Darfur :

300 mila vittime e 3 milioni di sfollati (espandi | comprimi)
Dal 2003 si combatte in Darfur una guerra per avere una indipendenza, un maggiore controllo dell’area da parte delle opposizioni al governo centrale guidato dal Presidente Omar Al Bashir, Le comunità del Darfur hanno chiesto a più riprese al governo centrale di poter gestire autonomamente le risorse e il potere in Darfur,

Al Bashir, un criminale in libertà (espandi | comprimi)
Mi occupo da anni come giornalista delle cosiddette crisi dimenticate e di violazioni dei diritti umani, sono un africanista e ho seguito dall’inizio le vicende del conflitto in Darfur, proprio da questo mio impegno arrivando lì e vedendo con i miei occhi quello che stava avvenendo e rientrando in Italia dove invece il Darfur era sconosciuto,

Il referendum contro la ribellione (espandi | comprimi)
Al momento ci sono grossi interessi anche per il futuro del sud Sudan che recentemente è stato riconosciuto indipendente, è stato votato a grande maggioranza un referendum per l’indipendenza dal nord ed è il sud Sudan una delle aree con le maggiori risorse petrolifere.

L'assenza della Comunità Internazionale (espandi | comprimi)
Tutto questo a fronte di un altro grande problema che sta colpendo le popolazioni sudanesi, ovvero il conflitto che si è aperto nel Sud Kordofan che è un’area popolata perlopiù dal popolo dei nubiani, della Nubia, l’etnia nera e che da giugno scorso è vittima di rastrellamenti e di violenze da parte delle forze armate sudanesi


29 Ago 2011, 18:55 | Scrivi | Commenti (17) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

E brava la signora Napoli! Bisogna intervenire in Darfur, non è mica giusto che il petrolio resti a quel cattivone di Al Bashir, bisogna che se lo goda un poco anche la "democratica" euroamerica! E allora via con la creazione dei mostri: Al Bashir, Gheddafi , Assad, Chavez, Castro ecc. Ma guarda caso, tutti questi "mostri" si oppongono agli interessi dell' oligarchia euroamericana. La Nato sì che è democratica, infatti ha decretato che non si devono più fare guerre, ma solo missioni di pace. che strane queste missioni di pace però, prevedono anche l' uso di bombe umanitarie all' uranio impoverito e al fosforo bianco.

GALANTE PAOLO 24.09.11 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Siete delle grandi persone, con un grande cuore... siete grandi perchè lottate per far emergere questi numeri,storie, fatti... continuate cosi... io continuo a seguirvi ;-)

Antonello Pira 24.09.11 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Il Darfur, come la Somalia, sono dimenticati dai media, e come tutto ciò che succede nel mondo, se i media non ne parlano anche la gente purtroppo dimentica.

Elida Della Lucia 03.09.11 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un misero essere che pensa con la sua mente. Spesso mi chiedo quale forza demoniaca esiste nell'essere umano che spinto dalla bramosia dell'interesse uccide senza pietà il suo prossimo. Per me la felicità si trova nel bene comune di tutti e nella frugalità dell'avere.

vincenzo tuccio (vtuccio) Commentatore certificato 01.09.11 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono situazioni di fronte alle quali io non ho parole ..........................................

Bastano le Tue.

Harry Steed 31.08.11 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Chi governa non è ignorante, ha i soldi e controlla tutto. Della sorte dei composti base carbonio del Darfur e della nostra nom frega un cazzo ai potenti. È sempre stato così, l'uomo è l'animale piú aggressivo, egoista, cattivo e schifoso del pianeta. Putroppo è anche quello piú intelligente!

Aldo 31.08.11 01:38| 
 |
Rispondi al commento

io vorrei sapere chi sono gli abitanti di quei luoghi, come la pensano loro e cosa vorrebebro per la loro terra. qui si parla di corte penale internazionale, onu e via dicendo. ma lì vivono degli essere umani, con i loro credo e le loro vite. se uno vuol fare un articolo non riprota solo i documento onu, ma parla con la gente, spiega i loro costumo, la loro storia...o sono solo dei 'profughi' da salvare e non più esseri umani con una loro dignità, una famiglia e una storia???

Antonio ., Isola Gorgona - Livorno Commentatore certificato 30.08.11 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

difatti sono favorevole all'intervento armato della NATO. questi fatti non sono tollerabili.


purtroppo nel mondo gli ignoranti si dividono in mercanti e fanatici: i primi antepongono il profitto alla vita degli uomini, i secondi antepongono l'indottrinamento ideologico alla vita degli innocenti.

fanatici e mercanti andrebbero entrambi arsi vivi.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 30.08.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento

La questione della credibilità della Comunità Internazionale assume in Darfur una valenza importantantissima. Il fatto che il presidente sudanese Al Bashir su cui pende un mandato d'arresto internazionale per i crimini in Darfur, possa girare liberamente tra gli stati membri africani e non, mette il mondo intero in uno stato di debolezza. Questo aiuta i criminali che continueranno a pensare di poter farla franca. Certo qualcuno potrebbe dire che la Comunità Internazionale non conta nulla. Allora dobbiamo prepararci al peggio.
Gianfranco Della Valle, Sancara

Gianfranco Della Valle 30.08.11 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Doti di sintesi mancanti! Articolo troppo lungo, rivedere modalità di comunicazione!

Aldo 30.08.11 05:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma guarda sta matta!, vorrebbe che la nato bombardi anche il Sudan! in Libia Gheddafi con qualche centinaio di morti finiva la guerra, dopo l'intervento nato sono già ben oltre i 20.000 morti!!!, Antonella, fatti curare..... ti piacciono troppo i bagni di sangue, ma solo quelli col marchio nato e la benedizione del vaticano.... che pena...

GIANNIVB 29.08.11 22:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Intervento Eccellente. Esplicativo di una condizione complicata anche solo a raccontarla e comprenderla, ma mi sento impotente di fronte a tutto questo. Vi prego quindi di portare il problema alla portata di tutti e dire a chiare lettere cosa il singolo può fare nelle sue possibilità. Avrei molto piacere di aiutare questa popolazione sopratutto se può esserci la possibilità di investire sui bambini e sui giovani. Ho più volte sentito parlare bene di adozioni a distanza, ma ho anche avuto il modo di sentire il completo opposto. Soldi che non arrivano o peggio ancora bambini che non esistono. Come orientarsi in mezzo a questa giungla. Gente che come me lavora dieci ore al giorno in ufficio deve già guardarsi le spalle dalla critica situazione italiana, ma un po di margine rimane anche per chi sta peggio di me. Grazie per il lavoro fatto fin qui. A disposizione. CP

Claudio Portinari 29.08.11 20:48| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori