Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Dead man walking


pecora_cittadina.jpg
"Io sono morto. Sto scrivendo, eppure so di non esistere. Non esisto perchè a 55 anni sono rimasto senza lavoro, e ho provato a cercarne uno. Da due anni vivo di espedienti, da quando ho dovuto svendere il mio ristorantino per i troppi debiti fatti per pagare le tasse e per un divorzio che mi ha divorato quel poco che avevo. Ma alla mia età il lavoro, che è un diritto dovere secondo l'articolo 1 della Costituzione, è semplicemente un lusso. L'aumento dell'età pensionabile renderà ancora più difficile il ricambio, e, giustamente, bisogna pensare prima ai giovani. Ma un uomo di 55 anni con tanta esperienza ( l'esperienza è un valore ) non lo vuole nessuno. Nessuno è disposto a metterti in regola, ad assumerti o a darti un inimo di garanzie (speranze) per il futuro. E chi non ha un futuro è condannato. Dead man walking...". massimo Gori

20 Ago 2011, 14:13 | Scrivi | Commenti (76) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

mi sono accorto di una cosa ,facendo due conti tra venti anni il 70-80% di quegli incompetenti,mafiosi,corrotti,collusi,nani,ballerine,oppositori finti che sono a Roma e dintorni sarà morto ,quindi a loro cosa può interessare del futuro del nostro paese?
E' evidente che questa crisi ,le cui origini sono nel peccato originale dell'euro che i governi di centrosinistra ci hanno imposto in modo dittatoriale con il supporto della stampa pro euro e i governi di centrodestra hanno sfruttato per togliere le tutele del lavoro ,sta stritolando tutta la gente "normale" cioè operai,piccola impresa,pensionati,che devono fare causa comune senza distogliere lo sguardo dal nemico comune .
E' ora di darsi una svegliata perchè nel breve periodo la situazione potrà solo peggiorare e quando la situazione peggiora prima la gente scende in piazza , poi ci sono gli scontri, poi ci scappano i morti ...poi qualcuno comincia a dire : " ci vorrebbe un uomo...."

filippo pagliarini 24.08.11 18:48| 
 |
Rispondi al commento

il problema non è massimo, na nassimo,giorgio,antonio,luca,giovanni, ecc ecc.ecc.

questa crisi non risparmia nessuno: commercianti,artigiani,dipendenti privati.

gli unici che rimangono leggermente privilegiati sono in ordine: dipendenti pubblici, pensionati, politici.

ma penso che fra poco i primi 2 faranno la fine degli altri, mentre i politici boh dovranno farsi tutto da soli...

ivan m. Commentatore certificato 21.08.11 21:14| 
 |
Rispondi al commento

mmmmm....

come "consigliano" alcune "teste fine" del blog :
prova uno sciopero ad oltranza e vedrai come si spaventeranno 'sti pezzi di merda di politicanti, eh


mah!... mi viene da vomitare!
è facile ragionare a uccello di cane con la pancia piena , eh!

LENIN no friend max, Roma Commentatore certificato 21.08.11 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Com'era bello quando ero bambino vedere la gente al bar che giocava a carte e chiacchierava distesa. La gente non era ricca, coltivava l'orto viveva più libera e senza gli stress di oggi. Essere senza lavoro a 50 anni è un problema, ma il tempo libero è una incredibile ricchezza che puoi riscoprire. Sarebbe per te un peggiore guaio trovare un lavoro a 1200 euro al mese (almeno a un giovane il lavoro serve per imparare) e dover resistere a 20 anni di angherie (umori del datore di lavoro, tagli di Tremonti alle detrazioni, assegni alla moglie...) per una pensione da fame del 40% o meno dell'ultima retribuzione. Meglio che ti metti nell'ottica che tutto il vecchio sistema è finito, devi imparare mestieri artigiani con cui puoi mantenerti, oppure associarti con altri in libera impresa. Molti dei tuoi colleghi "fortunati" che sono rimasti al lavoro si licenzieranno quando capiranno che stanno lavorando per niente.

Peter Amico 21.08.11 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza Massimo, non abbatterti...a volte la vita ha in riserva per noi tutti anche Cose Belle...Aspettiamole...

Ciao ;)

anib roma Commentatore certificato 21.08.11 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Ti capisco perchè sono nella tua stessa situazione. Nel 2088 sono stato licenziato come dirigente da un'azienda che è fallita per cui niente liquidazione.
Ho tirato avanti con i risparmi che ora sono praticamente finiti ma il mutuo della cas devo continuare a pagarlo anche se l'ho ridotto e rlanciato per ancora 8 anni. Ho 59 anni e 35 di contributi: con le attuali regole andrò in pensione nel 2014 ma non ho lavoro e non so proprio come farò. La mia famiglia ovviamente è allo sbando in questa situazione, dovrò vendere casa il sogno della nostra vita. E adesso parlano ancora di spostare in avanti l'età? Ma pensano che gli aventi diritto alla pensione e cioè i vari dipendenti sia statali che privati siano tutti ricchi e prendano i soldi e prebende varie che lor signori parlamentari si autogratificano così copiosamente? Credo che se toccheranno le pensioni (e l'ho sentito dire anche dal PD) sarà un autunno molto caldo!!!

Mario Lama Commentatore certificato 21.08.11 15:55| 
 |
Rispondi al commento

I signori che chiedono di andare in pensione a 70 anni e vogliono maggiore flessibilità per le loro imprese, spieghino come mai non sono più interessati ad assumere un lavoratore preparato di cinquantanni che ne avrà altri venti di lavoro davanti!!
La flessibilità deve essere sempre a senso unico?
Quanto fanno nelle loro imprese per fare la tanto osannata formazione continua?
Io da impiegato di un'azienda del nordest di 300 persone in 10 anni ho fatto 2 corsi da 18 ore pagati del fondo di solidarietà!
La flessibilità che chiedono è quella di mettersi a 90°!

Marco Samo 21.08.11 15:33| 
 |
Rispondi al commento

CASINI, MARCEGAGLIA, MONTEZEMOLO, ALF-ANO.


SIETE UNA MANICA DI PEZZI DI MERDA! VE LO DIAMO NOI L'INNALZAMNETO TRA UN PO'. VI INNALZIAMO CON IL CULO SU UN PALO APPUNTITO E VI FACCIAMO CANTARE BANDIERA ROSSA. E NON CI SARA' ESERCITO CHE VI SALVERA'. FIGLI DI PUTTANE!

tullio dieci 21.08.11 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono solidale con te,io a 52 anni ho dovuto chiudere la mia piccola ditta,rovinata dalle troppe tasse,da quei stramaledetti studi di settore,non ho piu' niente e non possono sequestrarmi niente.Forse le mutande.I politici,questi vecchi politici sono il vero cancro di questa bella terra.Devo sopravvivere con lavori saltuari,poi mi vengono a dire che sono un evasore fiscale?? Se prendo 10€ in nero li devo usare per vivere,pagare bollette,iva sugli alimenti, accise e balzelli vari.I veri evasori sono 2 categorie romane ben precise,non io,parassiti maledetti! fulgyf da torino,dovremmo andare a roma insieme,sai come sfoltiremo la città!Il parlamento dovrebbe essere come una azienda,gestito solo da persone capaci e noi italiani azionisti-controllori imparziali e chi sbaglia paga e a casa,senza pensioni da nababbi e buonuscite milionarie.Dovremmo fare come i francesi qualche secolo fà,ma poi il popolo dovrebbe partecipare di piu' alla vita politica.Tanti italiani devono ancora maturare,informarsi su cio' che accade,ma ormai i mass media sono stralottizzati, cuociono le menti della gente,se avessero informazioni obiettive di questa situazione,che solo la rete sa dare,allora si che sarebbe rivoluzione per una vera democrazia,allora si che i lutti delle due grandi guerre,sarebbero onorati del loro sacrificio.La Carta Costituzionale è ancora la migliore del mondo.Non lasciamo che questo stato diventi una dittatura costituzionalizzata!!Difendiamola!!! saluto tanto il popolo della rete

robertop rovigo 21.08.11 12:43| 
 |
Rispondi al commento

non capisco per quale ragione dovremmo come stato regalarvi un terreno per coltivare....
anche io che sono italiano e vivo in italia sono disoccupato e se avessi un terreno mi metterei tranquillamente a coltivare....
avete proprio delle belle pretese, non si sono più soldi ci avete dissanguato

Acul utopiA Commentatore certificato 21.08.11 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Massimo,
Ho letto tanti commenti al tuo articolo, alcuni dicono "ti capisco", altri sono solidali con te in quanto anche loro si trovano nella tua stesa situazione, altri ti consigliano ad intraprendere una nuova attività. Ma a 55 anni siete ancora sicuri che una persona che ha lavorato tutta una vita come Massimo, abbia ancora voglia, dopo le vessazioni e le umiliazioni che ha subito, di rimettersi in gioco in questa ITALIA DI MERDA?????
Pensateci bene, prima di rispondere.
Io ho passato l'ultimo periodo della mia vita, circa 3 anni, tra cassa integrazione, mobilità e lavori in nero, in quanto a 45 anni sei "FINITO".
Ho avuto la fortuna di trovare un'azienda che aveva bisogno subito di un impiegato con esperienza e mi hanno assunto. Finalmente ora posso pensare in positivo, ma ci sono stati dei momenti in cui il pensiero del "SUICIDIO" era il mio chiodo fisso.
Per fortuna che la famiglia (moglie e 2 figli), gli amici, il sociale, la chiesa mi hanno aiutato, ma vivo in una specie di isola felice, il tanto decantato NORD-EST, ma se ti trovi da tutt'altra parte, specie al sud che cazzo fai???
Caro Massimo, spero vivamente per te che le cose si sistemino, spero tu abbia degli amici e dei figli che ti confortino e ti aiutino, nella tua condizione una parola di conforto è come l'acqua per un'assetato. Lo so perchè ci sono passato anch'io.
Auguri.
Fausto

Fausto Sovegni 21.08.11 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro è un diritto dovere, se non ce l'hai, se non lo trovi, sei legittimato a difenderti ...

franco p., catanzaro Commentatore certificato 21.08.11 09:50| 
 |
Rispondi al commento

la tua lettera è straziante, tuttavia sarei per promuovere in questa nazione un concetto di rinnovamento dei "rapporti di famiglia" per troppo tempo rimandato. Iniziando dalle unioni civili ed omosessuali per le quali siamo eternamente indietro e finendo ad una riforma delle relazioni post divorzio che sono diventate un problema gravissimo per migliaia di persone. Il diritto di mantenimento dell'altro coniuge valga per un tempo determinato oltre il quale l'altro coniuge si deve dare "pane" come tutti gli altri, fermi restando i diritti dei figli al sostegno sino alla maggiore età. E' tempo che si faccia chiarezza si questa vicenda o avremo ancora padri alla mensa dei poveri perchè le loro separazioni ne hanno distrutto anche i rapporti patrimoniali e personali. Non è civile, come certo non è civile esagerare in senso opposto eppure un diritto di mantenimento "a termine" credo sia la migliore risposta. In bocca al lupo e spero tu trovi una soluzione presto.

francesco falcone 21.08.11 08:44| 
 |
Rispondi al commento

caro amico mio,
ti invito ad abbandonare l'idea di cercare un lavoro col quale saresti destinato a lavorare per altri e lo stato per i primi 6 mesi dell'anno. Piuttosto crea un lavoro, uno qualsiasi, lava le vetrine dei negozi a 10 euro l'uno, nei fai 10 al giorno e porti il pranzo a casa!
l'italia nn è un posto per ripartire a 55 anni, se puoi e hai voglia, esci da questo Paese di merda!
ciao e ricorda: non ci sono fallimenti ma solo risultati, il fallimento è esperienza, ti aiuta a ripartire ancora più forte!

danilo adriani 21.08.11 03:04| 
 |
Rispondi al commento

51 anni, quando ho inziato a lavorare a 56 anni e 35 anni di contributi eri in pensione alla grande, oggi dovrei lavorare ancora 15 anni, francamente avrei voluto una vita un po' meno stressante, non vado in vacanza da un po' di anni, mutuo sulla casa, mi chiedo come sarò messo a 70 anni, mi chiedo come faranno ad arrivarci certi amici che a differenza di me fanno lavori usuranti ...

Arturo Arti 21.08.11 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Daje Massimo
51 anni, eternamente precario e a periodi disoccupato, so cosa provi.
non mollare
un abbraccio

Riccardo Cascino, Roma Commentatore certificato 21.08.11 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Massimo
anche io mi chiamo Massimo, anche io ho quasi 50 anni (48). Vivo in Sicilia e ho un piccolo negozio di informatica. Non riesco più a pagare tutto quello che c'è da pagare, ma a stento sopravvivo.
Tra un pò forse dovrò chiudere e come me chi sa quanti altri. Leggevo su un quotidiano locale che solo nell'ultimo semestre in Sicilia hanno chiuso i battenti decine di migliaia di piccole e piccolissime imprese.
Quanta parte della cosiddetta evasione fiscale è costituita da importi non più esigibili?
Proviamo a scorporare dall'evasione le somme che le piccole e piccolissime imprese non pagano perchè non riescono, cosa resta?
Non so proprio cosa farò domani
In ogni caso mi sento di farti e di farci i miei migliori auguri
Massimo

Massimo Bianchi 21.08.11 00:45| 
 |
Rispondi al commento

proposta drastica;in pensione tutti a 55 anni,bravi ,belli,brutti e cattivi,a 75 in camera a gas.io ne ho già 50 e lavoro da 33,forse così riesco anche ad andare in pensione.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 21.08.11 00:11| 
 |
Rispondi al commento

MALEDIZIONE IN MANCANZA DI MEGLIO

Per ogni mese che innalzeranno l'eta' pensionabile deve venire un cancro a loro. Per ogni due mesi due cancri ai loro figli, anche se in tenerà età. Per ogni tre mesi le mogli,o le amanti devono rimanere vittime di un pirata della strada. Per ogni anno devono contagiarsi tutti i figli di aids ed epatite c. mediante rapporti sessuali non portetti con tossici e marchettari. Per ogni anno che innalzeranno devono finire tutti inculati in carcere da un ergastolano suerdotato e sieropositivo. Per ogni anno deve cadere un cargo sul palazzo facendoli fuori tutti quanti.

oskar l. 20.08.11 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Massimo ti posso fare solo i migliori auguri.
La tua esperienza sarà una cosa molto comune nel
prossimo futuro.
In tanti rimmarrano senza lavoro tra i 50 e i 60 anni.
E i signori dei vitalizi vogliono elevare l'età
per andare in pensione; o meglio per non far
più andare in pensione nessuno

Ti Saluto e mai mollare

O.M. 20.08.11 21:39| 
 |
Rispondi al commento


Oggetto : pensioni di anzianità e servizi

Mentre milioni di italiani non partecipano in rapporto alle loro entrate al bilancio dello Stato, evadendo , si scelgono provvedimenti molto stretti contro famiglie,giovani, e persone meno abbienti. Con tre mosse il governo può risolvere la crisi in atto:

ATTUARE GLI STRUMENTI ANTI-EVASIONE

VENDERE GLI IMMOBILI DELLO STATO NON UTILIZZATI PER IL SUO FUNZIONAMENTO:

DIMEZZARE IL COSTO DELLA POLITICA dalla A di auto blu alla V di vitalizi .

Caricare di tasse chi il proprio dovere l'ha sempre fatto o tagliare pensioni o servizi non sarà accettato supinamente.

Aumenti delle accise sui tabacchi o sulle benzine possono essere tollerate per una diminuzione del debito, ma non si possono

non considerare delle patrimoniali.

Pensare di bloccare le pensioni di anzianità, con milioni di giovani senza lavoro e migliaia di persone in mobilità e in cassa integrazione

è una scelta ............. . Anche perchè le pensioni di anzianità con i contributi versati e i rendimenti che stanno calando paurosamente

non sono regalate e non sono WELFARE. Sui vitalizi il discorso cambia radicalmente.

o.m 20.08.11 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Non importa quali siano i motivi,
ma in un paese civile nessuno, dico nessuno,
deve vivere di espedienti.
Un uomo a 55 anni è nel pieno delle forze, ed ha il diritto assoluto ad essere considerato produttivo
ed importante per la società.
Ecco, la società.....
ma esiste ancora la società?
Oppure esiste solo un simulacro di essa,
dietro il quale si nasconde la vera divinità
alla quale tutti sono prostrati,
e cioè il profitto?
A qualsiasi età un essere umano va tutelato
nelle sua dignità e non deve essere nè isolato
nè sminuito delle sue prerogative!
Lo sò sono retrogrado, sono idealista, vivo nel paese dei sogni, non sono moderno, vengo dal secolo scorso, sono persino comunista,
ma quando leggo di queste situazioni mi và il sangue alla testa!

l., ancona Commentatore certificato 20.08.11 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma Le FAVE DEI SINDACATI SONO LATITANTI!in più di un occasione ho detto:..strappate le tessere dei Sndacati...non servono a nulla!!e puppano i vai dallo stato!!
C'è una bomba sociale che quando scoppierà farà danni..!chi è tagliato fuori per l'età, chi per problemi di salute,ecc.
Non c'è margine nemmeno per aprire una piccola ditta, perchè ti magano tutto tra tasse,dirette e indirette,bolli,iva,timbri e fave varie.
negli anni '80 facevo l'ambulante e questo era un settore dove spesso i Comuni davano licenze, come valvola di sfogo alla disocuppazione,ecc.
Molti sbarcavano il lunario, arrangiandosi,partivano con una macchina una ombrellone e due "banchi" e via fiere,sagre,feste..!!!non pesavano sullo stasto e la gente era occupata anche se guadagnava poco!!
Questi politici in 30 anni sono riusciti a mandarci tutti a puttane!!
DEVONO MORI!!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 20.08.11 19:26| 
 |
Rispondi al commento

idem con patate.
Il lavoro magari ci sarebbe, almeno per pagarsi un panino con la mortadella.
ma per una casa, no.
quindi niente residenza, documenti, patente. per cui non puoi lavorare anche se ne avresti possibilità e capacità.
Poi si lamentano se ogni tanto qualcuno dà di matto...
Il tutto a Ravenna, capitale del menefreghismo totale, ovvio.
La costituzione? non serve neppure come carta igienica: troppo liscia.

Michele Tucci, ravenna Commentatore certificato 20.08.11 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Perche' non parti? si, nel senso vero e proprio: comincia a cercare degli imbarco come marinaio in barca a vela ovunque in italia, davvero, non scherzo, anche se non hai esperienza basta molta volonta' e fatica, e un posto per dormire e mangiare lo trovi, e poi ne approfitti per girare il mondo. Io non avrei dubbi, se mi trovassi senza lavoro e senza soldi, andrei a fare il marinaio in qualunque barca, offrendo la mia mano, il mio sudore... pensaci, guarda nelle riviste specializzate ed in internet, ci sono piu possibilita' di quanto possa pensare..

Agostino rossi 20.08.11 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Ho 62 anni e sono nella stessa situazione: tanta esperienza, tanta capacità, ma nessun lavoro. Mesi fa ho chiesto la licenza di accattonaggio al mio comune di residenza: la richiesta non è stata protocollata perché considerata una "battuta". Sono passati i mesi, oggi faccio il "direttore commerciale" part time per una piccola ditta che mi rimborsa solo con una cifra simbolica i miei spostamenti. Non lo dico io che faccio il "direttore", ma mi presentano come tale ai fornitori e ai clienti. Comunque faccio l'impossibile per cercare di aumentare significativamente il loro fatturato, nel qual caso, forse, verrò inquadrato come vera figura dirigenziale. Intanto sono stato confermato fino a dicembre, alle stesse misere condizioni. Ovviamente ad agosto verrò "pagato" la metà della cifra già simbolica perché l'azienda ha chiuso 15 giorni per ferie. Meglio di niente. E vado avanti in attesa che le banche creditrici mi tolgano la casa, con l'impossibilità di riscuotere i miei crediti (che superano i miei debiti!) grazie a leggi assurde che permettono a filibustieri e banditi commerciali di rovinare aziende fondamentalmente sane ed attive. Il tempo passa nell'attesa e la speranza di arrivare a 66,5 anni, quando riuscirò a riscuotere la mia pensione pagata con decine e decine di milioni di lire di contributi versati dal 1972 al 2009. Ovviamente se non muoio prima! Tanti auguri a chi è nella mia stessa situazione. Non mi resta che resistere, cosa che invito a fare a tutti gli imprenditori d'Italia.

Roberto A., Massa Martana Commentatore certificato 20.08.11 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Quello che non capisce CASINI, quella vecchia puttana democristiana che dalla mattina alla sera parla di innalzamento dell'età pensionabile. Tanto che gli frega a lui, visto che ruba paghe parlamentare da trent'anni e ha sposato la figlia di un palazzinaro miliardario!

pezzo di merda amico di Cuffaro!

Ilvo b. 20.08.11 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se interessa nella mia citta(ravenna)ci sono 2 istituti di vigilanza ( I.V.R e COLAS) che assumono indipendentemente dall'eta',l'unico requisito e' la fedina penale pulita.Prova ;) n°tel IVR (054433722) tel COLAS (0544453333)

pierpaolo bassi (harpo), ravenna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.08.11 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Vendi sigarette elettroniche per me.Sono perfettamente legali:
www.cloudcigarette.com
www.sigarettanuvola.it

Tobin Tobino 20.08.11 18:17| 
 |
Rispondi al commento

All estero queste situazioni non esistono , ognuno
ha diritto a un Reddito Minimo - esiste in tutta
Europa tranne in Italia e Grecia -
dobbiamo lottare anche per questo -

gino l., düsseldorf Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.08.11 18:10| 
 |
Rispondi al commento

L'intervento delle 17,00 non è stato ancora censurato...
Ma che state aspettando?

arthur schopenhauer, salerno Commentatore certificato 20.08.11 18:05| 
 |
Rispondi al commento

ti capisco e ti sono vicino , siamo coscritti , anch'io con un divorzio mi sono trovato senza un soldo , mi sono rimboccato le maniche e sono riuscito faticosamente a pagare debiti , alimenti e mettermi da parte qualche soldino (pochi). la seconda botta sono stati gli studi di settore che mi hanno costretto a prosciugare i miei pochi risparmi e fare debiti. non sono piu' stato in grado di pagare gli alimenti e mia ex moglie mi ha denunciato , nonostante mi sia risposato e abbia una figlia di 5 anni ai giudici non gliene frega niente. se perdero' l'appello mi diranno " o paghi o vai in galera perche' sei recidivo e la condizionale te la sei giocata". ero incensurato e due denuncie con due condanne per non aver pagato gli alimenti e vai dentro. rifiutero' i servizi sociali e la liberta' condizionata , penso che la galera sia fuori e non dentro. angelo

angelo mora 20.08.11 17:53| 
 |
Rispondi al commento

se non te la senti di andare a Panama vai almeno a Roma il 10 settembre. Purtroppo non sei l'unico cadavere che cammina..

il barone rosso Commentatore certificato 20.08.11 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Vieni a Panama nel campo della ristorazione la tua esperienza è oro!!!

www.vivereapanama.com

leomar g. Commentatore certificato 20.08.11 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Gori, non te l'ha ordinato il medico di divorziare. Quello è stato un errore tuo. Che hai da lamentarti

mic r. Commentatore certificato 20.08.11 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


non abbatterti,difficile ma devi farcela,un mio fratello di 5 anni piu grande alla tenera età di anni61 ha lasciato Napoli "S;Giorgio a Cr"ha trovato lavoro a Firenze:ovviamente questa notizia la riporto solo per darti morale.Io percepisco a pelle una situazione gravissima in Italia,perchè dentro questo tuo stato si trovano migliaia, ma parecchie migliaia di persone,tutto sommato però trovo il lato positivo e cioè,sarà questo,perdita di lavoro,mancanza di lavoro per i giovani,servizi sociali quasi azzerati,sanità allo sbando,pensioni da fame per noi etc. etc.che ci svegliera'dal torpore in cuisiamo caduti?? Buona fortuna.

nicola raggioli 20.08.11 17:20| 
 |
Rispondi al commento

E' vero noi 50enni siamo diversamente giovani.Abbiamo l'esperienza, il senso di responsabilità, la grinta ma in questo paese non serviamo a nulla e non siamo abbastanza vecchi e non siamo abbastanza giovani. Ti capisco perchè anche io sono nella tua situazione e sto cercando lavoro fuori da questa Italia...qualsiasi cosa ma non posso pensare di essere morto a 50 anni. Volevo dire che io la voglio, la vita, farei qualsiasi cosa per poter averla, tutta quella che c'è,
tanta da impazzirne, non importa, posso anche impazzire ma la vita quella non voglio perdermela,
io la voglio, davvero, dovesse anche fare un male da morire è vivere che voglio. Alessandro Baricco

francesco salese 20.08.11 17:03| 
 |
Rispondi al commento

In effetti, se sei un personaggio dello Staff di Grillo ti sei dato una bella zappata sui piedi, caro...

Infatti, tu non sei nun dead man walking, sei già morto e eecomposto. Scordati pure il walking., amico mio. L'economia bellica e le proposte (per la maggior parte demenziali) che arrivano sul Blog, ove per ipotesi assurda accolte, non potranno che infierire ulteriormente sulla tua categoria, in base alla sequenza sotto riportata:

MANOVRA (inutile) > RIDUZIONE DEI NCONSUMI > RIDUZIONE DEGLI INTROITI FISCALI > MAGGIOR RICORSO AD AMMORTIZZATORI SOCIALI > NECESSITA' DI ULTERIORE MANOVRA (anCora più inutile) BINGO! CIRCOLO VIZIOSO COMPLETO.

La "ripresa" (quale ripresa, siete dunque ciechi e sordi?) che non si realizza in Stati molto più validi del nostro, in crisi drammatica, NON POTRA' REALIZZARSI per le regolette che i Signori del Mondo (WRO) hanno fatto accettare ai BURATTINI che voi ritenete vostri governanti, tutti SERVI dal primo all'ultimo dei POTERI FORTI ECONOMICI SOVRANAZIONALI.

E Basta, per favore...GRILLO, PARLA UN PO' PURE TU CHE MI SONO STANCATO...E DAI....

arthur schopenhauer, salerno Commentatore certificato 20.08.11 17:00| 
 |
Rispondi al commento

un mio amico è andato in un villaggio ecologico,e me ne ha parlato. sono convinto che sarà il posto dove andrò a vivere. in comunità dove gente ti accoglie, condivide il cibo e le case con te, e tu dai una mano loro a sopravvivere. al momento io per motivi familiari non ci posso andare, ma magari tu puoi passare a dare un occhiata!:-) http://www.mappaecovillaggi.it/article6091.htm
2 miei amici sono stati qui,ma ce ne sono molti altri. se non ci si riesce ad adattare ad una società,tantovale provare con una diversa, no? ciao!:)

Alberto X 20.08.11 16:35| 
 |
Rispondi al commento

E c'è chi racconta in giro di lavorare producendo un PIL del -5%...

iL TRICOLORE 20.08.11 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Se può consolarti, almeno sei arrivato a 55 anni lavorando. C'è chi non ha mai iniziato, oppure ha interrotto molto prima.

Obi Kenobi Commentatore certificato 20.08.11 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Faccio finta, Massimo Gori, che tu esista veramente e te lo dico con franchezza: della tua situazione non gliene frega niente a nessuno. Tantomeno a questi ipergarantiti rivoluzionari con il culo degli altri. Credimi è inutile che tu scriva. E' già tanto che qualche sinistro statale non ti abbia ancora dato dell'evasore. Hai visto comunque? Ti prendono anche per i fondelli con il filmino degli extracomunitari che cercano un pezzo di terra nella discarica. La soluzione che ti propongono è di andare a zappare abusivamente un pezzo di terra a fianco di qualcuno che, a differenza di te, non ha mai versato neanche un centesimo di tasse per questo Stato di merda che da te ha solo preteso, ma che in cambio non ti ha mai dato nulla. Ne valeva la pena?
Non farti prendere per i fondelli da questa gentaglia solo buona ad usarti.
Se invece sei un personaggio inventato dallo staff dimenticati ciò che ho appena scritto e vaffanculo.

Il TRICOLORE 20.08.11 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha ragione Laura,

E' ora di ripensare il sistema.

Questo è finito per noi, per ora garantisce alla cricca dei soliti noti benessere e soldi, ma domani non sarà così.
e poi a noi non ci deve interessare più di tanto, dobbiamo pensare a noi stessi, alle nostre vite e alle nostre famiglie.

Non è possibile che un intero popolo venga buttato nel cesso per far mangiare 4 preti grassi e pedofili e 4 politicanti gnurant e collusi...

Ma stiamo scherzando???

Tutti a mare....

Diego Rossi 20.08.11 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Ti capisco Massimo eh, se ti capisco!
Lo sai chi si trova male adesso?
Chi ha avuto dai genitori, l'esempio e l'insegnamento, che si può vivere bene, solo con il lavoro onesto,senza le spinte di altri,senza le tessere dei partiti,senza dare bustarelle, insomma solo con le proprie fatiche.
Noi ci abbiamo creduto, ma adesso che hanno letteralmente tolto il lavoro alla gente, i primi a farne le spese, siamo proprio noi.
Non ti consolerà saperlo, ma come te, se la passano male in tanti, basta che non ti chiudi in te stesso, e oltre a comunicare via internet, esci di casa e parli con qualche artigiano orafo,pellettiere,magliettaio,sarto......
Sono tutti strozzati dalle grosse aziende, che li pagano meno di 15 anni fa, mettendo loro,lo spauracchio del cinese in Italia, o della delocalizzazione all'estero.
I piccoli ristoranti,negozi di alimentari,di abbigliamento.... sono ugualmente vittime delle regole, dei prezzi, imposti sempre dalle aziende più grandi ...e così via, come un effetto domino, crolleremo ad uno ad uno.

I geni degli amministratori locali e nazionali, lo sai da cosa si accorgeranno (anzi se ne sono or ora accorti, forse)che non ce la facciamo più?
Dalle bollette che piano piano smettiamo di pagare, dai conti in banca in rosso,dai consumi che diminuiscono alla grande........

Guarda, quello che dico a te, lo dico anche a me stessa; prima di tutto, non bisogna farsi prendere dalla depressione, che in questi casi è in agguato dietro l'angolo, e poi bisogna entrare in contatto con i giovani, e unire esperienza ed energia, per
creare qualcosa di nuovo.

Sia dal punto di vista politico, che dal punto di vista lavorativo.

Le divisioni non pagano: destra/sinistra,vecchio/giovane,istruito/non istruito,ricco/povero.... siamo tutti sulla stessa barca e ognuno ha bisogno degli altri.

Non mollare mai!


Laura Litti, Arezzo Commentatore certificato 20.08.11 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia oggi l'unica esperienza che serve è quella dei ladri.
Si è tornati al Totò-truffa degli anni '60, con l'aggravante delle mafie che si coalizzano, a tutti i livelli, contro le persone oneste

rosario v. Commentatore certificato 20.08.11 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Qualche volta è meglio essere un morto che cammina che entrare in una fabbrica. Ultimamente nelle fabbriche i lavoratori contano meno di zero, nessun diritto, ti spremono al limite della sopportazione, dove lavoro io si fanno 8 ore senza pause in tre turni, e si lavora pure il sabato e domenica...sindacati vanno a braccetto col padrone.

giorgio v 20.08.11 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno si senta esluso!
Io il lavoro c'é l'ho ma non so fino a quando, come me nessuno piú ha la sicurezza di poter lavorare come han fatto i nostri vecchi!
Ma torno a ripetermi pregate che io non perda il lavoro perché se mai accadrá il mio unico fine diventerá eliminare piú politici che posso! Loro sono resposabili tutti insieme della merda in cui siamo. Per quel che riguarda te caro Massimo Gori mi dispiace io ci sono passato ma erano altri tempi e sono riuscito a risollevare la testa, spero che tu un giorno abbia la stessa possibilitá. ciao

fulgy f., torino Commentatore certificato 20.08.11 15:30| 
 |
Rispondi al commento

i divorzi sono spesso il colpo finale a chi è in difficoltà. basta vedere la condizione dei padri separati


Le terre non coltivate vanno dallo Stato espropriate a favore di chi e' senza lavoro ed intende lavorarle per produrre prodotti agricoli o dedicarle alla pastorizia.

Claudio A. 20.08.11 15:17| 
 |
Rispondi al commento

io ne ho 37 ma non ho nessun debito o almeno credo di non averlo...

Acul utopiA Commentatore certificato 20.08.11 15:14| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
NON ARRENDIAMOCI,NON ABBIAMO ANCORA FINITO LA GUERRA
ALVISE
P.S:I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alvise fossa 20.08.11 15:04| 
 |
Rispondi al commento

E' vero Massimo Gori, consolati, per i giovani è ancora peggio! Nel resto d'Europa non và meglio. Enormi capitali, aziende, skills e tecnologia, si sono spostati e si stanno spostando dall'Europa occidentale e l'Italia, verso l'Asia e l'Europa dell'est, ormai da decenni. Il risultato è lo spettro di una povertà diffusa, sommosse popolari, insurezioni. Per quale ragione, sono anni che vedete i poliziotti anti-sommossa, picchiare a sangue la pipolazione ? Credete sia un caso ? No, sono soltanto manovre per incutere la paura nella massa.

Dall'altro lato, si sta tentando d'annichilire il lavoro dipendente tutelato. Come ? Incrementando il numero di P.IVA. Le persone senza lavoro, sono in pratica OBBLIGATE ad aprirsi una posizione autonoma. Questa condizione esula lo stato dal pagamento di sussidi, contributi ecc.

Serve una nuova Norimberga, questo servirebbe!!!

Marcos Presti (general) Commentatore certificato 20.08.11 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Io ho 50 anni e sono (quasi) alle tue stesse condizioni. Sto pensando seriamente di trasferirmi all'estero perchè voglio continuare a VIVERE e non sentirmi morto in questo letamaio.
Coraggio e in bocca al lupo!

Terminator -- (), L.A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.08.11 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Benvenuto nel club, dei miei amici tutti sotto i 35 in giù...

1 su 2 non ha un lavoro e non riesce a trovarlo...

Sono quasi tutti laureati...

Prima hanno fottuto noi, e ora stanno fottendo anche voi...

Ma non credere che la precedenza sia per i giovani, semplicemente non esistiamo più da tempo....e solo che non ve lo hanno mai detto.

Dispiace per la tua condizione, spero che troverai lavoro....

Diego Rossi 20.08.11 14:16| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori