Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Fuori dall'Afghanistan


Afghanistan_addio.jpg
Dobbiamo ritirarci al più presto dall'Afghanistan. Il Paese è per l'80% in mano ai talebani. La popolazione, dopo i massacri di civili di questi anni, è con i talebani. Il mullah Omar, che al momento dell'invasione della Nato voluta dagli USA era il capo di Stato del Paese, ha già vinto la sua guerra. Non si può sconfiggere un intero popolo. I talebani stanno attuando due azioni contemporaneamente. Trattano in segreto con gli americani e alzano il tiro colpendo le forze di occupazione e uccidendo i loro principali collaboratori. Tutti sanno che entro due/tre anni la Nato sarà costretta ad andarsene e che l'attuale presidente, Karzai, non ha alcuna possibilità di rimanere al comando (e neppure vivo). Perché aspettare allora, quando il finale è già scritto? L'Italia deve immediatamente lasciare l'Afghanistan. Prima di altri morti. Se necessario, lasciamo La Russa a fare la guardia.

9 Ago 2011, 22:37 | Scrivi | Commenti (40) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Fuori da tutti le guerre!!...quante caxxate ci raccontano ogni giorno sulle motivazioni "la pace...la democrazia..." tutte balle!!...sono solo per soldi!!...che puntualmente non vede mai nessuo! Fuori!...tutti a casa!!

Antonio 15.08.11 18:47| 
 |
Rispondi al commento

si pagano le tangenti ai talebani secondo l'articolo dell'espresso .Antate sul blog economivo Cobraf.com e leggetevi l'articolo dell'espresso

Che vergogna che disonorevoli rapprensentanti che abbiamo

bob b 14.08.11 01:39| 
 |
Rispondi al commento

Di certo io non vado volontario in afganistan per 3/5 mila euro al mese con il rischio di unba pallottola Ribadisco Cazzi loro!!!!
l'unica cosa che mi disturba e' pagargli lo stipendio a sti volontari......

Alessandro Leoni 11.08.11 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alla tragicomica...lo stato italiano ha le pezze al culo...e insiste con le missioni militari..!!!r.o.b.a d.a p.az.z.i!!!follia pura!!!
parlano, scazzano, scurreggiano di tutto e di più!!c'hanno proprio presi per cretini!!!
Basta! cazzo!roba da gattate ner muso!!!
Servono alcuni decreti legge:
1-Sospensione di ttte le missioni militari con effetto immediato;
Gente siamo alla follia più totale...vanno mandati tutti a casa!!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 11.08.11 13:40| 
 |
Rispondi al commento

... i privilegi dei concessionari pubblici non si toccano, nè si sfiorano con la parola. Per questo scrivo sulla pagina dell'Afganistan. Impossibile scrivere sulla loro pagina. Una mia scrittura è già svanita....

alma gemme 11.08.11 06:42| 
 |
Rispondi al commento

condivido, dobbiamo smettere di fare la guerra che non tocca i nostri confini. Questa è guerra! che non prendano per il naso con la scusa della pace e dei terroristi. Sono morti tanti ragazzi per scopi molto diversi da quelli della pace. Abbiamo visto popoli massacrati ma privi di giacimenti petroliferi o minerari "salvati" dai nemici?! Si combatte solo dove ci sono risorse naturali. Non facciamoci prendere per il c....

maria barberio 10.08.11 22:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Personalmente non credo che il popolo afghano sia tutto con i talebani, se con telebani intendiamo gli islamisti allevati nelle scuole coraniche pakistane e loro affini. La guerra non è contro un intero popolo, credo che le distinzioni siano sempre necessarie e importanti. Non dimentichiamo che il comandante Massud, che aveva combattuto i sovietici e poi i talebani fino al 1996, ha ancora un fortissimo ascendente nel Nord del paese, soprattutto tra la popolazione di etnia tagika (e non solo). Il problema è che quello dell'Occidente fu un errore commesso tanti anni fa, quando la diplomazia degli USA e degli altri paesi non ebbe una visione strategica vincente sul problema afghano: si preferì affidarsi al Pakistan e voltare le spalle a Massud (che pure si recò in Francia nel 2001, sperando di essere ascoltato, e che pure aveva dato prova inoppugnabile di un'impostazione sostanzialmente laica dello stato). L'Afghanistan è un problema creato dall'Occidente e che l'Occidente, però, adesso non è in grado di risolvere. Bin Laden, questo è il punto nodale della questione, è morto per mano degli USA, ma la sua guerra l'ha vinta: il tracollo economico degli USA e dell'Europa ne è la prova. La guerra costa, e Bin Laden questo lo sapeva. Bush no.

armando rosati 10.08.11 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Inviare subito La Russa a gestire un posto di guardia isolato .
Il problema e' l'enorme volume di affari tessuti alle spalle degli abitanti .
Gli USA hanno piu' commercianti che militari ( piu' di 100 mila )e la casta Italiana si e' buttata nella mischia con tutti i mezzi .

Marco Schanzer 10.08.11 18:38| 
 |
Rispondi al commento

E le chiamano "missioni di pace"...

Antonio Russo 10.08.11 17:14| 
 |
Rispondi al commento

una guerra che non andava fatta e che il passato ha gia' insegnato che li non si vince.

mauro 10.08.11 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo che dobbiamo ritirarci.

Pero' se rimangono i Talibani al potere lo sapete cosa significa soprattutto per le donne afgane, (ma non solo)?
Se vi interessa sapere di cosa sono capaci leggetevi "Mille splendidi soli" (http://it.wikipedia.org/wiki/Mille_splendidi_soli) di Khaled Hosseini (quello del libro "Il cacciatore di aquiloni")

Se le truppe NATO se ne vanno, dovrebbero fare spazio ad una politica che blocchi questi ed altri fanatici.

Sasa R* 10.08.11 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe Grillo, hai messo i fotovoltaici sulla casa??? bene
gradirai sapere che la tua casa è a rischio sequestro immediato....
Io invece ho fatto le terme... e l'acqua è elemento "utile" come l'energia.
e se non riescono con il sequestro in un modo forse proveranno nell'altro.
Per ora volevo solo aprire alla gente tutta, perchè ha bisogno di riprendersi umanamente, dopo tanta auto violenza, ed invece i pochi soliti le vogliono loro e mi strattonano da sempre senza rispetto...
Sono qui a serrare le fila... ma bisognerebbe occupare i luoghi in tanti .... se no come si fà!
UNO NESSUNO CENTO MILA è il solo modo per rispondere a chi ha sempre considerato la gente numeri ... con i numeri bisogna rispondere..
Ti chiedo tu personalmente di contattarmi ... ti spiego quanto accade da orami 4 anni qui nella tua regione e molto vicino a te... e basta associarsi ad EIRA PHILOSOPHY per sostenerci con 5 euro di tessera e perchè no venirsi a fare qui un pò di trattamenti per poi arrivare a far riconoscere il posto quale LUOGO PROTETTO per l'UMANITA' ... infatti per il mancato rilascio delle autorizzazioni - solo da stampare - mi hanno condannato a chiudere al pubblico ed il tutto è solo aperto agli associati!
grazie
sono certa mi contatterai presto per fare gruppo insieme
sono molto vicino a te
quindi sarebbe meglio tu venissi qui di persona
La prima regola è di tenere in mano le risorse e non farsele sequestrare... piuttosto occupandole, magari con una BUONA VITA.
Claudia Battaglino scopritrice della fonte termale Battaglino ed EIRA argilla biocurativa.

claudia battaglino 10.08.11 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente d'accordo!

Spirtio della Valle 10.08.11 13:05| 
 |
Rispondi al commento

L'Afganistan è solo un terreno di esercitazione e addestramento delle truppe USA e Nato. Un terreno perfetto perché di ciò che accade in quella geografia non frega niente a nessuno e la gente sta ingenuamente al gioco facendo guerriglia gratis, meglio di qualsiasi simulazione. Dove si trova un altro campo di battaglia che non mette a rischio l'economia o i rapporti internazionali? Risolvere il conflitto con i talebani è semplicissimo: basta dividere tra ogni afgano da 1 a 99 anni un terzo delle risorse che si spendono in un anno di guerra. Di colpo gli afgani diventano ricchissimi, imparano i valori del benessere e della pace e se proprio non riescono a farne a meno si guardano i film di guerra su Sky. Le guerre fondamentaliste non durano un solo giorno senza masse di disperati pronti a sacrificare le loro vite. Certamente non si combattono assassinando qualche leader che le sfrutta per ottenere potere. Io propongo un bombardamento a tappeto di monetine d'oro con preferenza per i campi d'oppio. Gli afgani distruggeranno le colture e i contadini avranno le risorse per opporsi ai signori della guerra.

Peter Amico 10.08.11 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ah ah ah La russa, grande Grillo !!!

marco coppola 10.08.11 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Non dimentichiamoci che costa anche un botto...eliminiamo le spese inutili o no ??

Cesare Libetta, Madrid Commentatore certificato 10.08.11 09:39| 
 |
Rispondi al commento

io ripropongo la scazzottata tra i potenti, si che si prendano a pugni tra loro basta che si lavano dai coglioni..
e cmq loro pretendono di esportare democrazia,pari opportunità per le donne, diritto al voto,lavoro, ecc.. ma conoscete una democrazia sulla terra dove c'è qualcuno che lavora??
conoscete un posto sulla terra dove c'è la democrazia e le le donne non lavora,o cmq dove non c'è la democrazia e le donne non lavorano? la cina ad esempio conta in maggior numero di femmine che lavorano! conoscete un posto sulla terra dove non si può votare,italia a parte? secondo me li c'è semplicemente la volontà di un popolo di essere lasciato in pace a vivere la propria esistenza,poi un bel giorno arrivano gli americani e puff.. tu non vai bene!! lascia che poi ci hanno trovato il petrolio, lascia che poi se ne sono accorti tutti e quindi sono andati ad aiutare la nato per spartirsi il malloppo ma cmq li c'è la volontà da parte dei potenti di strappare ad un popolo le proprie risorse e il proprio territorio!! ma dico io con quello che se speso in questi anni per le guerre, non si faceva prima se se lo compravano il territorio che gli serviva? sarebbero stati contenti tutti, tutti ci avrebbero guadagnato, e nessuno sarebbe morto! poi c'è la lotta contro delle religioni antiche ma allo stesso tempo scadute,come tutte le religioni attuali che non fanno altro che cercare di imporsi sul prossimo per sottrarre bestie all'umanità! ad esempio sono settimane che ho dato la parola ad un testimone di geova e sn settimane che non mi lascia in pace che pretende a forza che io debba leggermi il suo libri che spiega (e lo pretende come una verità assoluta,senza accettare le alternative) che tutto quanto lo ha già detto cristo 2000 anni fa, io gli ho risposto: se ci fai caso la storia altro non è che un grande copia e incolla.. ma il comportamento dei geova non vi ricorda qualcosa?? a me si!! quelli che si ammazzano,ed ammazzano perché si rifanno a quello che dice uno stupido libro!assu.

Domenico G., cardito Commentatore certificato 10.08.11 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Certo, bisogna riportare i Nostri ragazzi a casa, ma bisogna ricordare che la maggior parte sono mercenari che vanno in missione per denaro e non solo per scopo umanitario e che visto che ora le cose si mettono male vorrebbero tornare a casa o quantomeno andare assegnati ad una nuova missione meno pericolosa e alquanto e altrettanto redditizia!!!!!! O sbaglio??????

Umberto Pepe 10.08.11 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NONSOLOAFGHANISTAN.....e' bene ricordare che abbiamo circa 11000-12000 militari impegnati in missioni di pace!!nessuno sa quanto ci costano realmente.
Sono sicuro che alcune di queste(come durata) avranno raggiunto una media di 7 anni...E noi si paga!!!!
Penso che la verità la sapremmo solo se un giorno entreremo in quel Palazzo e controlleremo i conti..ci sarà soltanto da mettersi le mani nei capelli.

roby f., Livorno Commentatore certificato 10.08.11 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Le guerre non sono fatte per vincere, ma per consumare armi.

Come i telefonini che non sono venduti per comunicare, ma per arricchire i produttori e i gestori dei servizi.

I vestiti non seguono il bisogno, ma la moda.
E la moda cambia per vendere piu´vestiti.

E i fessi sempre abboccano.
La risposta e´POTERE ai cittdini.
Come?

VOTAZIONI VIA INTERNET

Votazioni per tutte le decisioni che riguardano i cittadini, guerre o missioni di pace in primo posto.

Alberica T. 10.08.11 08:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ne ho pieni i coglioni di pagare con le mie tasse (sono un pensionato) le varie missioni di guerr..pardon di pace.. in giro per il mondo e pure di quei cazzo di 38 caccia militari che costeranno 15 MILIARDI DI EURO: Ma la nostra costituzione non ripudia la guerra??
Se li paghi La Russa ed i suoi, non i dipendenti fissi ed i pensionati che già sono alle prese di pensioni di merda e ticket, super ticket e puttanate varie!!!!!!!!!!!!!!!

nataniele m., stresa Commentatore certificato 10.08.11 07:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi, è il MERCATO ed i mercanti che distruggono tutto: terra,vita, anima. Mettiamocelo bene in mente e regoliamoci in conformità .

alma gemme 10.08.11 06:17| 
 |
Rispondi al commento

Fuori dall'Afghanistan ma non vorrei che poi le truppe vengano spostate in Siria o altrove.
Basta essere succubi del NWO.
Riprendiamoci la libertà e la Pace, quella vera.

Renato I. Commentatore certificato 10.08.11 00:45| 
 |
Rispondi al commento

In afghanistan sarebbe stato bello poterci andare da turisti ed in pace - ma ormai ci siamo sputtanati ed in quelle zone raccoglieremo odio da qui all'infinito... schiavi degli americani !

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 10.08.11 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Tre cose devi temere:
- La maledizione di Allah;
- il morso dello scorpione;
- la vendetta dell'afghano.

(Proverbio Afghano)

Terminator -- (), L.A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.11 23:52| 
 |
Rispondi al commento

la storia dovrebbe insegnare,quando si va a casa degli altri senza essere invitati prima o poi ti cacciano.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 09.08.11 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giustissimo. Una guerra sbagliata e perduta (come prevedibile).
A proposito, la Costituzione italiana non ripudia la guerra?
Anche dalla Libia dovremmo andarcene, e mi spingo oltre: sciogliamo le forze armate, come altri paesi hanno già fatto, e costruiamo ospedali, centri di ricerca, e potenziamo i vigili del Fuoco.

Terminator -- (), L.A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.11 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

molti documentari sulla rete, ZEITGEIST ecc..ritengono che l attentato delle torri di new york (e non solo quello andano a ritroso nella storia)sia stato creato ad hoc per legittimare l invasione iraqena e spodestare saddam hussein che con gli USA aveva avuto i suoi precedenti,come direbbe David Icke hanno dovuto creare il problema per poi risolverlo con la guerra,se non ci fosse stato l attentato alle torri il popolo americano non avrebbe mai appoggiato l intervento armato e questa guerra sicuramente non ci sarebbe stata ,invece in nome del TERRORISMO si è creato il consenso del popolo americano ad INVADERE un altra nazione

pietro p., collecorvino(PE) Commentatore certificato 09.08.11 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori