Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I genitori dei ragazzi inglesi


Londra_rapina_Bang_Olufsen.jpg
I responsabili dei disordini in Inghilterra hanno tra i 14 e i 17 anni. Dov'erano, e dove sono stati fino ad ora, i loro genitori?
"Nessuno ha il diritto di fare quello che è stato fatto per qualsiasi ragione, caspita! Io sono cresciuto in un quartiere abbastanza povero, ma c'era la dignità. Il fatto è che quando noi eravamo ancora bambini ricevevamo un'educazione a scuola. Vietato alzarsi dai banchi senza permesso ecc... Se non c'era disciplina a casa dai genitori sicuramente la scuola provvedeva. Le leggi qui in UK erano diverse. E generazioni sono cresciute così. Io sono stato un pò selvaggio quando ero in gruppo e, se nessuno ci puniva, eravamo incoraggiati a fare sempre di peggio. In Gran Bretagna i poveri hanno tutto quello che gli permette di vivere una vita dignitosa, benefici in denaro, ti danno la casa se non puoi affittare... Aho! Quando mai abbiamo avuto queste cose in Italia? Ma stiamo scherzando? Questi sono ragazzi cresciuti senza voglia di lavorare e senza disciplina ed è il risultato di quello che è stato seminato. Un'altra cosa. Se cresci in questo mondo materialista ci sono dei poveri che si lamentano sempre perchè non hanno quello che hanno i "ricchi" barca, seconda casa ecc... Si parla di questa gente, i veri poveri sono coloro che stanno morendo di fame nel Corno d'Africa, quelli non hanno praticamente niente... " Ramon Oliveti

11 Ago 2011, 22:32 | Scrivi | Commenti (67) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Questo è il tipico ragionamento da conservatore inglese: è la crisi morale dei giovani che sono deboli e noncuranti dei valori della tradizione. E' quello che ci hanno raccontato i mezzi di informazione: tutta colpa dei debosciati che andavano puniti di più dal papà, ora ci pensino i tribunali ad essere un po' più severi e a dargli una lezione.

In questo modo, se è una colpa "morale", non è possibile nessuna critica alle politiche di impoverimento della classe media inglese, nulla sulla polizia che pesta duro nei quartieri poveri, nessun accenno ai tagli feroci ai disoccupati e al welfare.

Non cadiamo nei tranelli dei mezzi d'informazione mainstream!

Quando si scatenano violenze "irrazionali" una società DEVE chiedersi dove ha sbagliato! Scopriremmo che i politici inglesi sono noncuranti dei bisogni della propria società tanto quanto quelli nostrani, che la tutela è riservata alle banche sull'orlo del fallimento e non ai giovani che hanno bisogno di istruzione e prospettive di vita decenti. Che sono ANNI che tutti i segnali della disgregazione sociale vengono ignorati.

Arriveremo a toccare il fondo anche noi?

Francesco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.11 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Non sai ciò ke dici semplice beato te...

Yuma S., Milano Commentatore certificato 15.08.11 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo si..."Ai miei tempi era tutto diverso"..."i giovani d'oggi hanno tutto, ma gli manca la voglia di lavorare"...una visione molto banale e semplicistica della realtà...vecchia quanto i vecchi ottusi..."grazie di niente, io mi sono fatto da solo"...
forse manca la speranza in un futuro migliore? mancano modelli positivi? forse il lavoro non é gratificante e non se ne vede il senso?
sono le generazioni passte che hanno creato questo mondo. Se i giovani si ribellano una ragione ci sarà...prova a pensarci meglio, magari qualche ragione ti viene in mente...

Denis Cormano 15.08.11 13:15| 
 |
Rispondi al commento

I disordini non sono scoppiati per la poverta', ma per ingiustizia. Non e' che si sentono privi delle prime necessita', ma che loro non hanno le stesse possibilita' a partecipare le ricchezza dell'UK. E a me sembra, che loro non vedono nessun altra via a mostrare la sua rabbia - e non lo vedono, direi, anche per via della sistema scolastica inglese.

Non voglio dire che non sono risponsabili delle sue scelte, ma le scelte sono fatte tra alcuni realmente possibili, non ideali.

Oudekki Loone 14.08.11 20:28| 
 |
Rispondi al commento

bellissimo post. quoto tutto

andrea asoni, caravaggio Commentatore certificato 14.08.11 11:03| 
 |
Rispondi al commento

questo post è intriso di una retorica che sinceramente mi spaventa.
mi ricordano i discorsi sui "terroni" che si facevano negli anni 50 al nord . vedo che la mentalità nn è cambiata piu' di tanto.
cosa vuol dire poi che non muoiono di fame? perchè la dignità personale, della proprie origini, il non avere una prospettiva in un sistema in cui al massimo puoi aspirare a sopravvivere e il continuo
essere il capro espiatorio dei bianchi,
tutto questo non ha un valore? dovrebbero ringraziare il padrone che gli garantisce la sussistenza?
lo stato sociale, in un paese "civile" o in qualsiasi società equa - il minimo garantito- a tutti non va nemmeno messo in discussione. è poi cosa vuol dire che nn muoiono di fame? nemmeno i no tav muoiono di fame, allora sbagliano a protestare e scontrarsi con la polizia?
non è per avere il telefonino e la maglietta che i giovani distruggono negozi e vetrine. chi ragiona così non riesce a vedere al di la della sua pancia. è a causa del telefonino e della maglietta. sanno benissimo che sono solo specchietti per le allodole, simboli di un sistema in cui quelli sono gli unici valori. e che tra l'altro vengono usati come simboli di discriminazione sociale e razziale. è facile alzare il ditino e dire "io non faccio così". I governi sanno benissimo come utilizzare stumentalmente gli umori delle masse. come non si può non vedere che questo era voluto dal potere? gli hanno lasciati a loro stessi presi per il culo se non peggio e poi lasciati scoppiare.
i genitori- credo- hanno lasciato scoppiare la violenza -e qui non dico che non hanno sbagliato - per riscattarsi dopo generazioni, tramitie i figli da anni di razzismo e vita di merda. forse nessuno a pensato che non volevano che i figli passassero le stesse loro esperienze?
ma la generazioni dei nostri ragazzi italiani sono così migliori? non ci sono episodi di bullismo, violenze e discriminazione anche nelle nostre scuole? e non è raro che questi ragazzi vengano da famiglie per bene

Vae 13.08.11 20:46| 
 |
Rispondi al commento

mica sono inglesi!

sono neri gli inglesi?

indovinello

prendi un cane lupo e un cane sambernadro e al cane lupo gli fai il pedegree scrivendo che è un samernardo.....

cosa rimane 2 sambernardi oppure rimangono sempre un lupo ed un sambernardo?


PS: mi voglio far bannare!

viva l'italia 13.08.11 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Che esistano cause al malessere nessuno lo nega, ma è rivoluzionario rubare un televisore in un negozio di un pakistano? E' rivoluzionario ammazzare un poveraccio perchè cerca di impedire un furto? E' rivoluzionario ammazzare tre immigrati(islamici) abbattendoli con l'auto (guidata da caraibici)? E' rivoluzionario bruciare le auto del proprio quartiere (quella del padre o dello zio)o è da deficienti?

luigi pandoro 13.08.11 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Londra, Valentino Rossi: "Sono con i contestatori"
La polizia dovrebbe dare una mano e risolvere i problemi, non mettersi a menare la gente e uccidere dei ragazzi". Valentino Rossi, da anni residente a Londra, si schiera a sopresa dalla parte dei contestatori.

Intanto i disordini che da sabato scorso hanno funestato le principali città del Regno Unito hanno fatto una quinta vittima: è un 62enne londinese che era stato trovato privo di sensi per strada, accasciato a terra. Cameron: "Il contrattacco è iniziato, pagherete per quello che avete fatto!". Il governo verso l'interruzione dei social network, da BlackBerry Messenger a Twitter, in occasione di sommosse


affaritaliani


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

.......che strani gli italioti , eh !
gli ammazzi i figli per strada e non muovono un dito! (Aldrovandi - Giuliani etc etc )

vedono che dei ragazzi tentano di alzare la testa
e li additano come delinquenti comuni senza "voglia di lavorare!"


- INVECE CHI NON HA VOGLIA DI LAVORARE SONO I SOLITI MAFIOSI DEL KAZZO E POLITICI ANNESSI !!!!

PORCODIQUELDIVINO CHE VI FA ANCORA RESPIRARE !

se quei ragazzi si fossero uniti in bande e avessero chiesto "il pizzo"...per molti di voi...

tutto "normale"...eh !!!

merdacce infami!

la strada della rivoluzione NON è QUELLA !
chi si prostituisce alla criminalità comune non sarà mai un rivoluzionario !

il concetto sembra simile ma è molto differente !

uccidere per la lotta alla vita è differente
che rubare al povero per dare al ricco !

sinistri e destri in Italia hanno perso il nesso!


Le pezze al culo non sono un segno di coerenza ma un problema di reddito. Il comunismo non è l’indigenza condivisa ma la ricchezza redistribuita equamente.

Giorgio Stramazzoni 12.08.11 22:02| 
 |
Rispondi al commento

A Grillo!! Ma che cazzo pubblichi, ti sei rincoglionito pure tu?

Enzo Musella 12.08.11 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Leggo molti post dove si ritiene giusto spaccare tutto, che i giovani delle periferie sono incazzati con questo ordine sociale e politico che nn offre una dignità e un futuro a chi ne avrebbe tutti i diritti. Io sono disoccupato e so bene cosa si prova nel vedere ogni giorno le facce, le macchine, le case, i gioielli, degli arroganti miliardari che decidono se iod domani potrò mangiare o no. Ma devastare e saccheggiare qualche negozìo nn è certo spaccare tutto, generalmente si finisce per colpire anche qualcuno messo come noi o appena un gradino più su. Quelli che vorremmo e dovremmo colpire nn li sfioriamo nemmeno. Il malessere sociale c'è eccome ed è sacrosanto, ma questo tipo di violenza nn servirà certo a migliorare le cose, anzi darà davvero l'opportunità a vari teppisti e provocaori di infiltrarsi. Se davvero si ritiene giusto spaccare tutto, si abbia almeno il coraggio di selezionare gli obbiettivi giusti per mettere davvero un po' di paura a chi si crede intoccabile.

Enio Nardi 12.08.11 19:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo post, con il quale non sono d'accordo, mi auguro sia stato pubblicato per avere un certo pluralismo di idee...

Pippilotta Långstrump, Stoccolma Commentatore certificato 12.08.11 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Ramon, vaffanculo a te e a Grillo che pubblica ste stronzate.

Sai, c'è gente a cui non piace essere sodomizzata, e per fortuna!!!

Randy Marsh 12.08.11 18:47| 
 |
Rispondi al commento

MA VAI A CAGARE , HAI LA TESTA INFARCITA DAI LUOGHI COMUNI. HANNO FATTO BENE A SPACCAR TUTTO ALTRO CHE BALLE

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.11 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Mah...questo post mi sembra davvero infantile!
Molta superficialità, e livore contro una certa classe sociale!
Questi post laterali sono sempre più inconsistenti e nazional popolari.
Ma insomma secondo voi dei ragazzini viziati vanno a fare la guerriglia in strada?
Ma di che cazzo state parlando, siete proprio dei piccoli berlusconiani da bar dello sport.
I ragazzini viziati stanno a sparare le pose nei locali alla moda, od ad abbrustolirsi sulle spiagge sempre alla moda, non vanno a lanciare molotov alla polizia.
Ci saranno sicuramente quelli che approfittano,della situazione, ma una rivolta di queste dimensioni, non si può catalogare con superficialità come "un pretesto per fare casino".
Il malessere c'è, inutile che tentiate di mascherarlo.

l., ancona Commentatore certificato 12.08.11 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'è sempre qualcuno che sta peggio di noi,facile dire così,più difficile sopravvivere con 1550 euro al mese,vero in africa si muore di fame,cosa dobbiamo fare ,emigrare laggiù così ci sentiremo ricchi?sentirci in colpa perchè desideriamo una vita più bella?restare in silenzio se qualcuno RUBA il futuro dei nostri figli?quando qualcuno ti RUBA la speranza di migliorare,che senso ha la vita se non ti puoi sposare,fare figli,se devi lavorare come uno schiavo solo per un pezzo di pane?tuti bulicci col culo degli altri

loredana zanardi, genova Commentatore certificato 12.08.11 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace ma sia il commento di Beppe che l'autore del post dimostrano di non aver compreso la reale situazione che si è creata in UK.
Quello che è successo in UK è il risultato delle idee di Margaret Thatcher: "La società non esiste: ci sono uomini, donne, famiglie".
Chiunque abbia vissuto un po' di anni in UK si rende conto che la loro società ora è ridotta proprio così.

Enrico T 12.08.11 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PICCOLI CONSUMATORI SI INCAZZANO?
Riguardo alla gioventù inglese e quella londinese, l'unica impressione personale che mi sono potuto fare, negli ultimi dieci anni è quella di una o più generazioni lasciate allo sbando! Un po come i tagli lineari di tremorti, senza troppe distinzioni di classe sociale! La realtà notturna dei vari locali londinesi era ed é drammatica, forse come in itaglia oggi, non c'è locale dove non scorra ectasy e coca e alcool a fiumi, con 15enni strafatti ad ogni angolo dei locali che ho visitato! Badate bene non sono contrario alle droghe di per se, ma l'abuso spropositato che ho visto a Londra mi ha scioccato, perché mi dava l'impressione, di un tentativo disperato di colmare un vuoto di allontanare da se delle angoscie profonde, alienandosi da se fino al ricoglionimento più totale e dove stà il divertimento nel poi dover passare tutta la notte al cesso a vomitare, fra un ballo e l'altro, dov'é la gioia ed il benessere della pasticca, anche quella vanificata dalla bulimia e dall'incontinenza di cosa?
Nonostante la meglio musica tecno elettronica, per non dover assistere a questo settimanale spettacolo intristente vi o rinunciato! I politici e lo stato inglese sono ben consapevoli da anni del perché di questo andazzo e del suo aumento esponenziale, ma lo tollerano molto più che qui da noi, lo sapete voi perché, a chi fanno comodo delle generazioni così? Non conosco il welfare inglese, ma colpevolizzare delle generazioni come fatto in questo post a me sembra un po troppo semplicistico! Quando vieni allevato nel mito del consumo a dismisura, perché é questo che vogliono da noi, ci vogliono consumatori, quando gli esempi "vincenti" sono solo quelli che hanno tutto perché dovrebbero accontentarsi delle briciole, della soppravivenza? li hai cresciuti nel vuoto per potergli impiantare queste necessità fasulle, che non danno nemmeno per un secondo la felicità, ingannandoli, e poi ci si meraviglia, se il consumatore ti rapina, te la sei cercata!

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.11 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Viviamo in un sistema in cui c'è ogni ben di Dio, il problema che tante cose, non c'è lè possiamo permettere perchè non abbiamo i soldi! Già, i soldi! Ma come può un giovane avere dei soldi? Dovremmo dire, lavorando! Ma se il lavoro non l'ho hai, o se c'è l'hai, sei sottopagato perchè la legge lò permette, allora, che futuro vuoi avere! E' normale che succedano queste cose, anzi, nè succederanno sempre di piu'!Oramai, non mi stupisco piu', la causa, è tutta lì!

Franco D., Bra Commentatore certificato 12.08.11 14:19| 
 |
Rispondi al commento


@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

A mio giudizio le proteste in UK non hanno niente di "Naturale" !

Nessuna "Gradualità" come ci si attenderebbe in questi casi!

Una "escalation diffusiva" sul territorio nazionale che non ha "Facili spiegazioni" neppure tenendo conto dell'eventuale tam-tam sui "Social Network", che anzi sarebbe stato di sicuro intercettato per tempo dai servizi Britannici e bloccato all'occorrenza!

No! No! Niente di tutto questo! Le RIOTS in UK, appaiono come un qualcosa di oscuramente pianificato per ragioni ben precise! Qui di "NATURALE" non c'è un fico secco!

Marcos Presti (general) Commentatore certificato 12.08.11 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Non sono assolutamente concorde con questo post.
Si può dire che, come in qualsiasi manifestazione, ci sono dei facinorosi e approfittatori che si infiltrano, ma ridurre la rivolta e le sue motivazioni a "dei ragazzi che sono stati mal educati" mi sembra un errore grossolano. Se un numero così nutrito di persone si muove e per di più in diverse città ci saranno delle motivazioni più o meno valide. Io sono stato in diversi quartieri di Londra (come sicuramente altri di voi) dove sono scoppiati i disordini e posso assicurare che la situazione è molto ghetto e che molti neri vengono lasciati a loro stessi in quartieri molto degradati, l'integrazione è per pochi, i ricchi sempre più ricchi un esempio per molti. Cerchiamo di non essere superficiali e dare sentenze in un senso o l'altro.

Alan Torrielli 12.08.11 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Guardate la celebre foto dei ragazzini che saccheggiano a volto scoperto un negozio: indossano tutti costose felpe e tute ADIDAS, nei piedi hanno sneakers NIKE, CONVERSE e ADIDAS da 100 euro al paio. Altro che poveracci....solo teppisti senza voglia di lavorare..."ma firmatissimi".

piero bellano 12.08.11 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo il post sul pronto soccorso di Genova continua la sagra della puttanata con questo articolo sull'educazione dei rivoltosi londinesi...

ma cosa c'entra l'educazione, quà c'entra il fatto che se non hai un cazzo nella vita te lo pigli come riesci, e ogni tanto è giusto spaccare tutto, ci saranno dei morti ma sono una delle regole del gioco...

non ho mai creduto alle rivoluzioni pacifiche...

meno male che almeno a londra ci arrivano che ogni tanto bisogna spaccare tutto per far capire che le cose le dovrebbero decidere i milioni di cittadini e non 300 stronzi seduti in poltrona......


purtroppo quì da noi non succederà nulla di tutto questo: da domani sarà più semplice venire licenziati, ma noi siamo troppo educati per spaccare tutto!


RIDICOLO e VERGOGNOSO! ! !

alexandro tripodi 12.08.11 13:35| 
 |
Rispondi al commento

e ricordiamoci pure che fu proprio la Thatcher a ripeter per tutta la sua vita che :"la società non esiste, esistono solo individui e famiglie". per la superTorjes Margharet T. la società era solo una seccatura per il potere. l'ha voluta disgregare e c'è riuscita (lei e i suoi successori). adesso per averla di ritorno, la società, ci vorrà un bel pò di lavoro. è l'entropia. è facile distruggere, difficile ricostruire

nicola foletto Commentatore certificato 12.08.11 13:01| 
 |
Rispondi al commento

diamo qualche elemento prima di pontificare. Sapevate che il tasso di tubercolosi nei piu poveri quartieri di Londra è pari a quello di tanti dei paesi piu poveri del terzo mondo? sapevate che questo sistema di sussidi ai disoccupati l'ha volutamente creato la liberista lady di ferro (non la santanchè) negli anni 80? serviva per far passar la voglia di rompere le scatole al governo, anche se questo per liberalizzar e privatizzar provocava licenziamenti a man bassa. La Margaret T. tagliò tutto tranne i sussidi. e i suoi successori han continuato sul solco del santo liberismo.( e poi che rider leggere su Libero "rivolta dei mantenuti di stato", quando Libero intasca milioni di euro dallo stato italiano). Il primo ministro che se la piglia con le mamme che non fan il loro lavoro, quando son i governanti che non lo fanno per primi. Gheddafi e Assad staran ridendo a crepapelle dicendo "e questi inglesi ci volevan invadere a noi? generale, fai il pieno al carro armato a vai in piazza che abbiam trovato il discorso giusto, è tutta colpa delle mamme permissive"

nicola foletto 12.08.11 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate ma trovo molto superficiale questo commento. E' logico che ognuno rimane responsabile delle sue azioni e, a chi sbaglia, se ne deve chieder conto. Però, se non vogliamo affondare, non limitiamoci a raccogliere l'acqua con il secchio e vediamo dove sta la falla.
Il ladruncolo, il teppistello e perché no, l'untore...hanno facile presa sul desiderio di rivalsa dell'opinione pubblica.
Davvero il male dell'Inghilterra sta nei tuguri, nelle stradine dei quartieri poveri? Inoltre, quanti "inevitabili" tagli alle spese sociali si sono susseguiti fino ad arrivare a perdere il controllo?
A chi invoca i "vecchi sistemi" educativi, dico che non è questione di frustino o non fustino ma di "presenza"... Questo inverno, da me, l'assistenza sociale è stata eliminata...sicuri che non accadrà, prima o poi, una situazione simile?

Sofia Astori, Castelfranco Veneto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.11 12:11| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO POST E' LA SAGRA DELLE BANALITA'

laura l 12.08.11 12:08| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Gli emarginati hanno un sacco di aiuti e possono sopravvivere con dignità??? Ma per piacere, i veri poveri sono quelli che non capiscono che tutti dovrebbero essere felici, gli scemi come i furbi, gli abili come i non abili, i figli degli immigrati come i figli dei borghesi e invece gli emarginati dovrebbero pure ringraziare per riuscire a sopravvivere... ma cosa avete nel cervello? Gli immigrati italiani chiusi nei lager italiani metteranno presto tutto a ferro e fuoco e noi furboni a invocare la presenza dei genitori... ehhhhh in Africa non c'è più l'educazione di una volta, non mangiano tutti a tavola insieme.

Lucio Cavalca 12.08.11 11:58| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Finalmente uno che ha capito come sono le cose in Inghilterra ...Vivo a Londra e i ''poveri'' ragazzi e i ''barboni'' di Londra che rompono il cazzo ogni 2 metri per avere 20 centesimi per comprarsi la birra. hanno una casa dal comune e pure dei soldi per mantenersi,(che spendono in alcool) offrono anche lavoretti e aiuto alla disitossicazione.prontamente rifiutati da molti.lamenti lamenti lamenti .io ho meno di loro e non ho un i phone sempre in tasca e scarpe da 200 euro cosa che non manca ai ''poveri'' dei sobborghi che cosi poveri e affamati hanno svaligiato il diesel store apple argos ecc. lasciano i supermercati quasi intatti apparte il settore alcool e tabacco.e un caso ......dove sono i genitori cxxxo...due sberle non gli fanno male anzi....vedere una famiglia seduta ad un tavolo a cena e cosa rara qua....spero che ll italia ne stia fuori da questa ''cultura''

stefano antoniol 12.08.11 10:40| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bah il discorso di Ramon Oliveti secondo me lascia il tempo che trova. E' giusto dire che molti ragazzi crescono senza disciplina, voglia di lavorare, ecc... Così come dire che i poveri sono ben altri, ma è un po' come dire a uno che si lamenta del fatto di essere malato di andare a farsi un giro in un ospedale in qualche reparto di terapia intensiva o malattie non curabili perchè quelli sono i veri malati. Ognuno rapporta i proprio problemi a se stesso e mi sembra anche giusto così.
Se delle generazioni sono nate e cresciute senza gli stimoli giusti, senza disciplina e senza niente che dia un vero senso alla loro vita, allora non è colpa loro. E' colpa della società che si è inaridita talmente tanto da non riuscire più a dare dei valori ai giovani.
E' triste perchè con il progredire della società e con il miglioramento delle condizioni di vita dovrebbe essere il contrario. Si dovrebbe dare sempre di più spazio alla "vita", sia personale sia sociale e civile, invece se ne dà sempre meno.

Giorgio A., Bologna Commentatore certificato 12.08.11 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente, anche se il mio sarà sicuramente un discorso sbagliato, se fossi stato il titolare di un negozio e avessi visto spaccare la mia vetrina da un 17enne per rubare il televisore di ultima generazione (se fosse stato cibo era un altro discorso probabilmente avrei lasciato fare) avrei sparato un paio di colpi di doppietta.

Lorenzo F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.11 10:12| 
 |
Rispondi al commento

PAROLE SANTE!
è sconcertante come alcuni frequentatori di questo blog critichino questo post. Sconcertante.
Non cambierei una virgola delle parole di Ramon Oliveti.
vergognatevi!

Paolo r., Padova Commentatore certificato 12.08.11 09:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao,

Ho letto poche settimane fa una intervista molto interessante ad un pediatra tedesco, Michael Winterhoff. Lui dice che le incertezze dei genitori li fanno diventare dipendenti dell'affetto dei propri figli, impedendone la maturazione completa.
Questo comporta tra le altre, la crescente incapacità di rispettare regole sociali (es. gli ordini della maestra a scuola); una volta cresciuti, questi (semi)adulti hanno molti problemi nella vita lavorativa.
Winterhoff dice che in Germania la percentuale di bambini con disturbi "sociali" sta aumentando pericolosamente (si parla di 60/70% dei bambini) e questo sarà la distruzione della società occidentale.
Gli eventi di questi giorni in Inghilterra ne sono forse un esempio.

Qui sotto una intervista a Winterhoff:
http://www.goethe.de/wis/fut/bko/en6480095.htm

Ruggero V., Turku Commentatore certificato 12.08.11 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Si sono d'accordo qui i valori sociali, l'educazione il rispetto la vita umana sono stati sostituiti dal tutto subito senza fatica e consumo a ogni costo ... la cosa più drammatica che vogliono chiudere i social network dando a loro la colpa di quello che è accaduto, mentre la colpa è della società che dovrebbe investire di più per educare e istruire queste bestie

Matteo Pietri Commentatore certificato 12.08.11 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito tante "analisi" dei fatti accaduti, tutti con occhi e modi di vedere italiani. Finalmente vedo un commento centrato, mi rendo conto che le cose stanno esattamente nel modo descritto, dopo che anch'io ho vissuto in UK fra il 2005 ed il 2008: gia' allora ho percepito chiaramente un'involuzione del mondo giovanile, una differenza in negativo fra il 2005 ed il mio ritorno li' nel 2007, vigilia della crisi


Sembra un discorso del tipo "....AI MIEI TEMPI, QUANDO ERO GIOVANE IO, IL GHIACCIO ERA PIU' FREDDO......"

Trovo agghiacciante fare i confronti tra i poveri e quelli che muoiono di fame.... e' un ragionamento del caxxo! E agli africani che muoiono di fame cosa diciamo? Non lamentatevi che ci sono quelli che oltra a morir di fame hanno anche la guerra!! E i morti di fame con la guerra non devono lamentarsi perche' ci sono quelli che muoiono di fame, sono in guerra e hanno anche l'aids....... e' una spirale senza fine, ci sara' sempre chi sta peggio!!

Una sola cosa ha scritto giusta: ci vuole piu' istruzione, piu' educazione, piu' cultura

Fabio R., Stockholm Commentatore certificato 12.08.11 08:01| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

,,,ma quelli non sono parlamentari... e non parlano in nome del popolo, ma di se stessi e de loro capo. Hanno affossato la democrazia e questo è quello che volevano e ci sono riusciti . I Partiti erano nati con altri intenti... Il tuo progetto in teoria è fantastico per la sua logica democratica , ma potrà funzionare in un Paese di matti come il nostro?

Ma hai sentito quelli della patrimoniale, poverini... Se li tassassero non potrebbero più investire... Ma perchè, avrebbero forse fino ad ora investito? Sì, ma dove? In Italia si raccolgono i miseri soldi del lavoro e poi si investono all'estero, negli accorpamenti dell'est ecc, ecc, L'Italia è un campo di rastrellamento fino a chè ci sono soldi e poi si fuggerà del tutto. Spariranno lasciandoci nudi e crudi... Questa è la loro democrazia... Siamo sfiduciati ed in forte pericolo...

alma gemme 12.08.11 03:40| 
 |
Rispondi al commento

grillo è diventato moralista? il movente sociale e politico di tutto ciò non lo vuole vedere però. del governo cameron non un bofonchio eh? sei fasullo grillo. ti attacchi ai vetri per non smentire le tue demagogiche ovazioni sull' inghilterra che tu definisci civile prendendo sempre come esempio londra. sei anche andato là a fare cassa. ricordi marco travaglio che definisce la triade anglo francese come "paesi seri".
populista a man bassa. vorrei far notare a grillo e grillini che oltre lo stomaco c'è anche il cervello. pensare please. poi agire.

non copiarmi il nick rick () Commentatore certificato 12.08.11 02:10| 
 |
Rispondi al commento

Ehehehe! Maledetti ragazzi sono tutti uguali! Quando inizieranno i popoli a saccheggiare per fame la polizia e l'esercito spareranno in testa, vedrete.

Claudio Conti (iscritto dal 2005) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.11 01:37| 
 |
Rispondi al commento

Se uno ha veramente fame spacca la vetrina di un'alimentare e fa sparire qualche forma di formaggio, un prosciutto, non materiale elettronico.

Potere del welfare, con piu' la gente ci si abitua, con piu' vorrebbe sempre di piu'.


Anch'io ho la netta sensazione che fossero disordini preordinati e motivati non tanto dalla povertà ma dalla voglia di rompere e far danni: molti ragazzini di dodici e tredici anni sono stati fermati per gli assalti ai negozi, un noto gangster è stato filmato mentre se ne andava con la refurtiva, circondato da altri suoi pari, una ragazzina di tredici anni di "buona famiglia"!!! è finita davanti alla legge, un maestro di scuola elementare arrestato. Si fa presto a dire che è l'indigenza che li fa agire in quel modo, io credo che ci sia anche questa, ma forse in misura maggiore un animo violento e delinquenziale. C'è di buono che i tribunali funzionano initerrotamente 24 ore su 24 e i delinquenti vengono processati a ritmi serrati e con la necessaria severità.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 12.08.11 00:17| 
 |
Rispondi al commento

ho capito, quindi fanno semplicemente i tipi grossi.. sono come quelli che girano per la città con il suw comprato a rate da i genitori stanno li e fanno i tipi grossi poi vanno a casa e piangono perché non hanno i soldi per la spesa a causa delle rate del suw.
il punto e che comprano il suw perché si lasciano rapire dalla moda del momento lo guardano lo porta il vip e se la comprano senza pensare che il vip guadagna al giorno lo stipendio dei genitori di un mese..
solo che ad un certo punto si rendono conto e allora cominciano ad incazzarsi a cercare qualcuno a qui dare la colpa e se la prendono con chiunque stia meglio di loro.. chi ha di più e il nemico!
mentre in italia non si ha di più ha causa del nemico e ancora non siamo arrivati ai loro livelli di incazzatura! non oso immaginare quando ci arriveremo..
ma poi dico io se speso tanto per il matrimonio della principessina e del principino.. tutti sbavavano dietro la pippa e tutti a fare: we che bello!! e mentre loro stavano ad abbuffarsi con il buffet il popolo coglione li appoggiava standosene fuori dai cancelli accampati con tende e sacchi a pelo.. il punto e che si lasciano prendere per il culo poi si incazzano.. la stessa cosa come il calcio in italia sanno tutti che e na truffa sono stati dimostrati imbrogli due volte eppure tutti ci passano sempre sopra, tutti continuano a rinnovare i loro abbonamenti alle piattaforme televisive, e tutti continuano a spendere e a bruciare soldi in merchandising, mentre i calciatori i loro idoli fanno la bella vita si divertono e se ti beccano per strada finisce pure che ti picchiano e non gli danno manco torto "MAI"
il punto e che siamo idioti perché ci lamentiamo del mondo quando va bene, e lo accettiamo quando va male.. a napoli si dice:IL GUAPPO DI CARTONE! come pure quelle ragazzine che si fanno le tette perché in televisione tutte si rifanno le tette.. come l'adottare i cani e portare loro rispetto perché in televisione e stato detto cosi. la t.v. e una troia!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 12.08.11 00:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma secondo te tutta la mole di pubblicita che riceviamo giornarlmente non ha un effetto psicologico anche inconscio?
perche mi devo sentire meno di qualcuno perche non mi posso permettere l iphone perche sono povero?
Incominciamo ad abolire la pubblicità e il consumismo sfenato e torniamo ad una 'sfera in cui sono i bisogni reali le priorita',se ho un bisogno mi informo e trovo cosa lo soddisfa ,troveremo che la felicita, la salute vale mille tv lcd e playstation ma in questa societa la serenita e vietata:chi e felice non ha bisogno d niente e non consuma questo e il nesso malvagio che sta alla base della civiltà occidentale

michelangelo scanu 11.08.11 23:40| 
 |
Rispondi al commento

quanti bacchettoni perbenisti, tutti ad indignarsi e tutti che dimenticano COSA HA SCATENATO I DISORDINI..

ma va va

Renato I. Commentatore certificato 11.08.11 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in egitto i protestanti pattugliavano le strade per evitare i vandalismi, qui la gente faceva a gara a chi si fotteva + roba dai negozi.

marco lucidi 11.08.11 22:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori