Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Timoschenko libera!


Timoshenko_arresto.jpg
Julia Timoshenko è stata arrestata per oltraggio alla corte durante il processo per abuso di potere in merito al rinnovo, nel 2009, di un contratto di fornitura di gas dalla Russia a condizioni sfavorevoli. Il processo si è tenuto in Ucraina. I magistrati parlavano però in russo. La Timoshenko ha chiesto il traduttore visto che l'Ucraina è ancora (?) un Paese indipendente e non si è alzata di fronte alla corte perché equivaleva a "mettersi in ginocchio di fronte alla mafia". Prima di lasciare il tribunale ha passato un biglietto a un amico con scritto che non ha alcuna intenzione di suicidarsi. Questa vicenda non solo sembra sospetta, per usare un eufemismo, ma il tramonto della democrazia in Ucraina. Julia Timoshenko è in carcere per un reato risibile. I tribunali ucraini parlino ucraino, altrimenti i processi si tengano a Mosca, come ai tempi delle purghe staliniane. Timoschenko libera!

8 Ago 2011, 22:41 | Scrivi | Commenti (65) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Beppe Grillo è una persona lungimirante e stimata, non mi capacito come abbia acconsentito alla pubblicazione di questo annuncio filo imperialista, che punta ad un articolo su julienews che è palesemente generato da quelli di Soros & C.: Persino il nome Timoshenko è sritto con la “Y”, alla americana (allora anche Ytalia lo scriviamo con la Y?).. il classico copia incolla dei dispacci della CIA che finiscono tramite il sistema delle ONG per essere copiaincollati ovunque sia in internet che dai media privi di critica (vergogna).
Mi è dispiaciuto vedere un blog così importante cascare in questi tranelli, non vi facevo così degli ingenui.

Per chi fosse interessato a come stiano realmente le cose, consiglio di andarsi a vedere questa discussione in cui è indicato esattamente come stiano le cose: (fate copia e incolla del link nel browser). http://www.ukraina.it/forum.aspx?f=1&t=11290&p=1

Irina Traversi 12.08.11 18:08| 
 |
Rispondi al commento

La crisi del debito sovrano è sempre stata risolvibile. Il prezzo da pagare è la sedia dei politici. Il caso pratico
Se è vero, e non v'è motivo di dubitarne, che manchino all'appello circa 150 miliardi di euro di tasse all'anno (quasi un italiano su due non le paga, o non le paga correttamente) allora in 10 anni potremmo serenamente ridurre quei mostruosi 1900 miliardi di debito di stato ad un numero non preoccupante (paghiamo circa 50 miliardi di interessi annui per quel debito). Ma ci rendiamo conto... 150 miliardi all'anno !!! sono quasi 4 manovre finanziarie. Quelle scellerate che fanno pagare sempre a chi le ha sempre pagate, i dipendenti, i pensionati e i pochi (ahimè) onesti. Altro che fare i salti mortali con le patrimoniali da 1,5 miliardi (giuste o sbagliate che siano). Al professionista o azienda che viene beccato la prima volta senza emettere fattura o scontrino, 1 mese di sospensione di licenza. Alla seconda 6 mesi e alla terza ritiro della licenza o cancellazione dall'albo professionale. PERCHE'PERCHE'PERCHE' sarebbe cosi semplice e nessuno lo chiede....
Altro che Grecia; siamo stati commissariati.... L'Italia è stata commissariata per colpa di chi non paga le tasse e per colpa di chi non le fa pagare. Maledetti quelli che affossano un paese che (a detta delle statistiche) è onesto al 50%.

Luca Manca 12.08.11 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,

In Ucraina le leggi sono scritte in russo e la signora Iulia T. parla perfettamente russo.

Quale sia la mafia "più corretta", quella filo occidentale o quella filo russa è difficile dirlo. Spesso la sorte del popolo ( buona o cattiva ) non è il primo obiettivo della classe dirigente ( il profitto ), ma solo una conseguenza del loro operato.
Buona vita
Aldo

Aldo 10.08.11 03:05| 
 |
Rispondi al commento

ho letto alcuni commenti, che non condivido. Soprattutto quelli che dicono che non dobbiamo interessarci di queste cose. Io credo invece che si debba iniziare a ricordarsi che se da qualche parte non c'è libertà non posso definirmi uomo libero. Quindi condivido il post che chiede giustizia giusta .

raimondo chiricozzi 09.08.11 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Anche i criminali di guerra balcanici o l'iracheno Saddam non riconoscevano il ruolo dei tribunali che li giudicavano, anche il signor B. non riconosce la validità della magistratura che lo giudica. La Timoschenko è accusata di aver rubato come i nostri politici del cavolo, ma è sicuramente più attraente, ma basta questo a farne una martire? Quand'era presidente si era mai occupata di che lingua parlassero i giudici del suo paese? Ora tocca a lei difendersi dal suo stesso sistema temo.

Gian Burrasca 09.08.11 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Certo che un blog italiano che critica la democrazia e la giustizia di qualsiasi altro paese,
è abbastanza comico.
Chissà se in qualche blog ucraino si parlerà del processo lungo, o di quello breve, o di come il nostro timoshenko nano si aggiusta i processi.
Immagino le risate!
Ma per favore......
togliete questo post, che è meglio!

l., ancona Commentatore certificato 09.08.11 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non entro nel merito delle accuse o del processo.. faccio solo notare,come già altri prima di me, che la differenza fra l'ucraino e il russo può essere paragonabile a quella fra un milanese e un piemontese.. certo che si capiscono ! e, se non bastasse, il russo si impara a scuola da sempre (già al tempo degli zar) e ci sono le tv, internet etc. Facciamo notare anche, per inciso, che l'opposizione ucraina è finanziata da Washington ? Altrimenti, pur dando per scontato che Putin è un figlio di indrocchia, le cose non si chiariscono.


Viviamo in un Paese in bancarotta, ci aspetta la miseria, paradossalmente le donne italiane andranno a fare le badanti in Ucraina, magari in casa Timoschenko, ahahha. Da noi i processi durano decenni, stiamo sperperando miliardi di euro a bombardare in mezzo mondo al servizio degli USA per esportare la democrazia, ed a Qualcuno, fosse anche un geniale comico (magari per quello si giustifica) ci mettiamo a chiedere la liberazione di una golpista che ha portato l'Ucraina sull'orlo della guerra civile per servire i suoi padroni americani, che al momento nemmeno si sono accorti che è in galera, (forse cominciano a capire che sono veramente nella m....) ma dai la Timo ha giocato la sua partita, ha perso ed ora paga. Mica stanno processando il mahatma Gandhi, eh Beppe. Ora occupati di Noi, popolo italiano vessato da ladroni, speculatori affamatori, prima che finiamo come a Londra...... a dove assaltare supermarket per mangiare....... Ti prego lascia stare le battagli umanitarie all'americana.....abbiamo guai pià seri a pochi cm dalle terga.....

GIANNIVB 09.08.11 20:15| 
 |
Rispondi al commento

mah! con tutti i cazzi nostri la "parlamentare" ucrainoisky è il ultimo di ns problemi

ci sono ancora maestri sui tetti in italia?

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.11 20:11| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,sei mai stato in ucraina? la democrazia non esiste e non è mai esistita. prova a varcare il confine e poi vedrai la milizia (polizia) come fa presto a trovare scuse per chiedere soldi.

massimo pavan, treviso Commentatore certificato 09.08.11 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Volevo specificare, che la Timoshenko ha diritto ad un processo giusto. E fra l'altro parla il russo, ma a parte questo... il post può anche esser condivisibile, in quanto non la dipinge come una santa, ma chiede solo giustizia per lei, il che mi stà bene, un giusto processo è un diritto di tutti.
Ma quando si dice che la democrazia è al tramonto in Ucraina, è difficile da bere, la democrazie in Ucraina è tramontata qualche anno fà, semmai c'è mai stata... Forse alla fine c'era più democrazia quando facevano parte dell'URSS...

David C., Pistoia Commentatore certificato 09.08.11 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Molto obamiano, troppo obamiano Beppe! di abbagli ne prendi ogni tanto, ricordi quella sugli Inti Illimani? di qualche tempo fa. Prova tua a dare non alzarti quando entra in giudice in Italia anche se ti processano per aver rubato una caramella al supermarke e digli che non ti alzi per non omaggiare la mafia, cosa pensi che ti succede, ti chiudon e buttano la chiave. Questa supponenza e inettitudine nel giudicare l'est europa, è da spocchiosi disinformati. Se si presuppone che in Usa e Italia ed in generale in occidente intendendo il mondo anglosassone e sue colonie (noi) allora hai ragione, Ma cosa ci lamentiamo allora qui abbiamo tutto democrazia benessere. Mentre in Russi Ucraina per non parlare di Bieolorussia o Cuba!!! oddio arrivano i cosacchi. La Timo è un'oligarca miliardaria caduta in disgrazia, nessuna eroina quando comanda lei per gli altri erano cazzi amari. E' quello il sistema, oggi si processa una fetentona non una santa passionaria della democrazia (mi dici cos'è?) Scusa lo sfogo ma in veste obamiana non ti reggo. Un saluto a tutti

GIANNIVB 09.08.11 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
facci capire un po' com'è che i golpisti italiani ti stanno sulle palle e quelli stranieri no.
Poi se pensi che la rivoluzione arancione della Timoshenko non sia stata un vero e proprio colpo di stato alla faccia dell'autodeterminazione dei popoli, mi sa che sei a corto di notizie.
Prima di scrivere assurdità come quelle contenute in questo post, documentati moooolto meglio !

franco G. 09.08.11 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo questo post è proprio filo-mcdonald! Non sono per i sistemi russi o di nessuna dittatura ma basta con questa ipocrisia! Questo personaggio è stato al soldo dei regimi occidentali e non ha niente a che vedere con la democrazia. Ammetti di avere sbagliato e togli il post o cambiane l'impostazione che fai piu bella figura.

Claudio Conti (iscritto dal 2005) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.11 17:57| 
 |
Rispondi al commento

io penso che il problema sia solamente uno...di sinistra, di destra non ha importanza...lei ha parlato...libertà di parola e pensiero...questo le persone che l'hanno arrestata non lo hanno tollerato

danila cantele, rapallo Commentatore certificato 09.08.11 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Timoschenko libera? mah.... con tutte le cause possibili che ci sono nel mondo, andate a sostenere propria una causa davvero molto discutibile!!! Caro Beppe, forse e' meglio che lasci perdere la politica estera...

Piero Trinchini 09.08.11 17:11| 
 |
Rispondi al commento

La Timoschenko insieme al suo amico butterato imbastirono un vero e porprio colpo di stato per andare al potere,altro che democrazia.ancor prima di chiudere le elezioni si dichiararono vincitori,con tanto di sostenitori organizzati con cucine da campo e viveri per stare in piazza settimane.Tutto coerente con quella politica statunitense volta ad occupare spazi sempre piu' vasti per acquise risolrse e salvarsi dalla decadenza,strategia ormai fallita su tutti i fronti.Tam Tam di pennivendoli di stato contribuirono a chiamare un colpo di stato rivoluzione.Tanto amata la Timoschenko che davanti al parlamento c'erano piu' poliziotti che sostenitori,tanto amata l'hanno cacciata dal potere a calci nel sedere.Proprio vero chi dice che questo blog di politica estera non capisce molto.

Alessandro Gabrielli, Velletri Commentatore certificato 09.08.11 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Tymoshenko libera ??????
Caro Beppe e cari Casaleggio avete pestato una m.....!!
Questa tizia sta bene in prigione.
Di politica estera non capite proprio niente !!! Spero che l' M5S non si presenti mai alle elezioni politiche, con questa superficialità sarebbe una tragedia !!

giovanni baruffaldi 09.08.11 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Vivo in ucraina da 10 anni perciò penso di poter scrivere con cognizione di causa. Sono d'accordo che la Timoshenko sta subendo un processo per delle quisquiglie per ben altro dovrebbe essere giudicata e imprigionata se si volesse fare seriamente: chiedere la sua scarcerazione è come chiedere la scarcerazione di berlusconi se mai dovesse essere condannato da un tribunale. L asignora in questione non sa neanche cosa voglia dire democrazia. Assieme al suo "amico" Yushinko hanno fatto un colpo di stato nel 2004, pagato dagli americani(si parla di 500 milioni di $ leggere i giornali italiani dell'epoca) con la accusa di brogli elettorali, a milioni, che non sono MAI stati provati(dopo 4 anni sembra che la apposita commissione abbia accertato 1500 ( si millecinquecento! ) casi di cui 1000 erano errori e 500 vere falsificazioni. Nel marzo del 2005 la stessa ha rivalutato il Grivnia (moneta ucraina) rispetto al dollaro creando così alle banche un guadagno di 1 MILIARDO di $(calcolo fatto dal parlamento) e questo mi fa pensare che hanno restituito i soldi all'america e si sono spartiti il resto tra governo "arancione" e banche. Dopo pochi mesi, sempre nel 2005! la signora è stata destituita da 1° ministro presidente "golpista" per corruzione. Nel
Nel 2007 fomentava la guerra civile (proprio così!) assieme al ministro dell'interno Luzenko( che sta in galera) se il presidente Yushenko non scioglieva il parlamento e non si fossero fatte nuove elezioni visto che i partiti della rivoluzione arancione non avevano la maggioranza in parlamento e non potevano esprimere un governo. Nel 2008 quando era in guerra col presidente arancione e questo voleva risciogliere le camere la "democratica" signora, che ricopriva per la seconda volta la carica di Primo Ministro, di domenica pomeriggio ha fatto sospendere tutte le trasmissioni televisive e a reti unificate ha fatto il suo proclama che mai e poi mai a qualsiasi costo avrebbe permesso al presidente di farlo. Che ne pensate?

franco de marchi 09.08.11 16:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ma che razza di post è questo, con quello che stà succedendo nel mondo, io dovrei preoccuparmi per questa deficiente filo-liberista, sostenitrice del più bieco capitalismo di stampo occidentale?
Ma per favore, queste battaglie fatele combattere a berlusconi, ed ai suoi mongoloidi.
Che il nano gli mandi pecorella o ghedini a liberarla, e poi la inviti al bunga bunga, quello è il suo contesto.

l., ancona Commentatore certificato 09.08.11 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Non esageriamo ragazzi! Chi la conosce bene, sà che non è una Santa, quando gli conviene, è Ucraina! Altre volte invece, è amica dei Russi!

Franco D., Bra Commentatore certificato 09.08.11 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è niente da fare: questo blog in politica estera non vale una minchia. Beppe - o chi per lui - non fanno altro che pestare una merda dietro l'altra.
Lasciate perdere che fate più bella figura.

Andrea F. Commentatore certificato 09.08.11 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora che il processo posso ritenersi ingiusto nel modo in cui è stato posto sono d'accordo. Ma da qui a difendere la Timoschenko come paladina della democrazia ce ne corre.
Non è il fatto di subire un'ingiustizia a trasformare una persona in un santo. Il processo è ingiusto, lei è come tutti gli altri politici avidi di potere e denaro, invischiati con gruppi mafiosi.
Non ci sono più santi... son rimasti solo i diavoli.

David C., Pistoia Commentatore certificato 09.08.11 14:36| 
 |
Rispondi al commento

si evince con molta semplicità che chi ha scritto questo articolo non ha la più pallida idea di chi sia Julia Timoshenko. Per piacere documentatevi prima di scrivere queste fesserie. La signora in questione è tutt'altro che una vittima.....

francesco ser 09.08.11 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma non era lei l'"Amica dei russi"?

Comunque e' una poco di buono...non fatene una santa

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 09.08.11 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Hanno gia' deciso quando questo inverno i russi taglieranno le forniture di gas all'europa perche' in Ucraina lo rubano? Cosi' la Merkel dovra' mandare solito bonifico alla mafia Ucraina?
Di sicuro non e' un caso se si stanno azzannando per fare almeno due altri gasdotti a sud..
Lasciamo stare certi paesi, e' meglio.
Perche' nessuno parla della Birmania? Ci sono popoli destinati a marcire sotto dittatura per sempre, alla Thailandia fa troppo comodo...

yoda 09.08.11 12:40| 
 |
Rispondi al commento

TIPICO ESEMPIO DI POLITICA ALL'ITALIANA.SE NON SAI COME FERMARE CHI LA SA PIù LUNGA DI TE INCARCERALO.NON è POSSIBILE DOPO LA TIRANNIA GIà SUBITA ANCHE IN PASSATO DA TUTTA QUELLA POVERA GENTE, CHE TUTT'ORA IN UN MONDO CHE SI DEFINISCE MODERNO,SI RIESCA ANCORA AD ASSISTERE A COSE DEL GENERE RESTANDO IMPOTENTI A GUARDARE L'EVOLUZIONE DI UNA PORCATA FATTA SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. LA LEGGE è LEGGE MA IL BUONSENSO DOVE C....O STA.UN PROCESSO IN RUSSO AD UNA DONNA CHE NON LO PARLA???? SONO ALLIBITO DA COSA SIA POSSIBILE IN QUESTO MONDO!!!

JONATHAN BERGAMINI, NUVOLENTO Commentatore certificato 09.08.11 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esprimo un parere probabilmente in dissenso, la vicenda della Timoschenko è affare interno dell'Ucraina. Si continua a far propaganda contro chi non si allinea alla posizione occidentale o a chi ancora è vicino alle posizioni ideali dell'ex o post comunismo, dimenticando o fingendo di dimenticare che anche in occidente la libertà è "concessa" dal potere. Perciò lasciamo lavorare i giudici anche in Ucraina ritengo tale propaganda fintamente liberista, negativa e fuorviante.

luigi ciocchetti 09.08.11 11:33| 
 |
Rispondi al commento

togliete questo post ridicolo!
ha mangiato e leccato i piedi agli Usa ed adesso fa la santa...è peggio del giorgiano (meglio americano) Saakashvili.
Poi il fatto che avesse bisogno di un traduttore è davvero da ridere!
Se questa è da difendere, allora Berlusca è davvero l'unto dal Signore!!

dino russia 09.08.11 11:18| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Non possiamo tempestare di mail qualcuno fino a quando non viene liberata, o cmq gli viene concesso qualcuno le la aiuti con la lingua??

Domenico G., cardito Commentatore certificato 09.08.11 10:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e comunque in ucraina il meglio c'ha la rogna. e non è detto che sia proprio questa qui sotto processo meglio di chi ce l'ha mandata. diciamo che se fossero nella chicago di 90 anni fa, o nella roma di oggi, le avrebbero semplicemente sparato in faccia.

bernardo c 09.08.11 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi qui non é scritto che la Timoshenko sia un'icona mariana, ma ben altro: si critica il sistema giudiziario antidemocratico e politicizzato di un paese che fino a 5 minuti fà aspirava alla UE, in cui un uomo di merda (Janukovitch), già noto per brogli e affari loschi, si sbarazza dell'opposizione (non sono dei santi neppure loro) attraverso la magistratura e la milizia simil-sovietica.
Il dato di fatto è che l'Ucraina è ben lungi dall'essere una democrazia. La rivoluzione arancione è stata solo un bluff sponsorizzato dagli americani, purtroppo senza successo...non basta eliminare il regime di visto per diventare un paese democratico.

Tommaso Occhionorelli 09.08.11 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ucraina è divisa in 2 linguisticamente parte est parla russo, parte ovest parla ucraino, e si stanno anche sullo stomaco a vicenda, in qualsiasi caso capire come sono andate le cose per l'ex premier in un paese dove la corruzione e lavoro nero garantisce la sopravvivenza ad un popolo che se avesse i soli stipendi statali sarebbe morto di fame.

Alessandro Baccini 09.08.11 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Però che disinformazione....mi stupisce! Difendere la Timoshenko come una perseguitata, sai qualcosa di tutto quel porcaio definito rivoluzione arancione? sai chi è questa donna? ma come si fa ad animare un movimento politico ed avere una tale ignoranza in materia di politica estera......

Gorgia Da Leontini 09.08.11 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Tutto questo entusiasmo per la Timoshenko mi sembra un pò eccessivo. Conosco bene la situazione ucraina (ci ho lavorato per un pò per Unicredit) e la signora in questione presenta più ombre che luci: il suo passato e soprattutto il suo arricchimento repentino nei primi anni 2000 sono quantomeno sospetti. La mafia russa contro cui lei tuona e probabilmente l'avversaria della mafia ucraina a cui lei è sodale. Purtroppo nei paesi dell'ex blocco sovietico spesso lo stato e la mafia sono la stessa cosa e la democrazia è solo una mano di vernice sulla facciata.

giovanni baruffaldi 09.08.11 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Vabbhe allora mettiamoci a difendere anche silvio, perche' tra la signora Julija Tymošenko è l'equivalente di berlusconi in ucraina...
"Durante le privatizzazioni, che presero esempio dalla Russia per quanto concerne corruzione e malversazioni, divenne una delle donne più ricche del Paese, esportando metalli. Dal 1995 al 1997 presiedette la Compagnia generale di energia, un'azienda privata che prese ad importare gas metano dalla Russia nel 1996. Durante questo periodo, fu soprannominata la "principessa del gas" per le accuse di aver stoccato enormi quantità di metano, facendo aumentare le tasse sulla risorsa."
Insomma è solo un affare tra persone di potere che entrano in politica per fare i propri interessi, tutto il contrario di quello per cui il blog di batte. Beppe rettifica o cancella il post!
Riguardo alla rivolta arancione ci sono grossi dubbi su chi l'abbia finanziata (c'era un interessante documentario che parlava di come queste rivolte colorate fossero finanziate dagli stati uniti!)

Federico Partenzi 09.08.11 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma russo ed ucraino non sono due lingue praticamente uguali ? C'è davvero bisogno del traduttore oppure si tratta solo di un cavillo burocratico ?

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 09.08.11 08:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non difenderei cosi' a spada tratta e senza approfondire la Timoschenko.

L'accusa, non risibile, e' di aver stipulato contratti per il gas per il proprio interesse.

Non so se vi ricordate le crisi del gas tra Russia e Ucraina nei passati inverni, l'accusa e' di aver rubato e messo in crisi non solo l'Ucraina, ma la fornitura energetica di tutta l'Europa.

Lei e' una delle persone piu' ricche del suo paese, ha mangiato tantissimo durante le privatizzazioni, una sorta di Berlusconi locale.

Se da noi ingabbiassero Berlusconi per la faccenda Ruby, tu, Beppe, grideresti "la democrazia e' morta"?

Matteo dalla russia 09.08.11 08:30| 
 |
Rispondi al commento

...mi spiace Beppe ma questa volta hai cannato completamente. Secondo il tuo ragionamento, anche testa d'asfalto, non dovrebbe essere perseguitato dalla magistratura. Leggiti i perché è stata incriminata la timoscenko, e poi rettifica.

valentino Morandini 09.08.11 02:49| 
 |
Rispondi al commento

Siete male informati: prima di tutto la sig.ra Timoschenko non è una casalinga ucraina qualsiasi, ma è stata primo ministro fino a non molto tempo fa.
Poi il fatto che la corte parlasse russo per lei non è un problema, visto che, a quanto lei stessa ha affermato, le prime parole della sua vita erano in lingua russa, e l'ucraino l'ha imparato solo alla veneranda età di 36 anni.
Poi il processo è legittimo: la sig.ra Timoshenko s'è arricchita oltre ogni misura in seguito alle privatizzazioni ucraine, e non ha mancato di fare la cresta anche sulle forniture di idrocarburi a prezzo svantaggioso (per il suo popolo, vantaggiosissimo per Putin).
Youlia Timoshenko è INDIFENDIBILE!!!

Antonio Mela 09.08.11 01:52| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Julia timoshenko è una corrotta di merda. Libera un par de palle!

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.11 01:19| 
 |
Rispondi al commento

non entro nel merito delle accuse o del processo.. faccio solo notare,come già altri prima di me, che la differenza fra l'ucraino e il russo può essere paragonabile a quella fra un milanese e un piemontese.. certo che si capiscono ! e, se non bastasse, il russo si impara a scuola da sempre (già al tempo degli zar) e ci sono le tv, internet etc. Facciamo notare anche, per inciso, che l'opposizione ucraina è finanziata da Washington ? Altrimenti, pur dando per scontato che Putin è un figlio di indrocchia, le cose non si chiariscono.

Paolo Zonno 09.08.11 00:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo! Perchè credi che tutti i paesi siano uguali a questa merdosa italietta dove Ghedini può alterare il codice penale e decidere lui quale reato è 'risibile' (quelli commessi dal suo più facoltoso cliente) e quali no?
Se un leghista, imputato in qualche processo, si rifiutasse di rispondere in Italiano e chiedesse il traduttore in dialetto lombardo, tu caro Beppe non lo scriveresti uno dei tuoi post incendiari qui sul Blog? La Timoshenko conosce BENISSIMO il Russo, come tutti gli ucraini che abbiano più della II elementare. La richiesta fatta dal suo difensore è qualcosa che farebbe impallidire persino Ghedini.
Quindi caro Beppe, dell'Italia sai tutto, ma ti avverto che degl altri paesi non sai un cazzo,
e senza volerlo di ritrovi al fianco di personaggi peggiori di testa d'asfalto e dei suoi lacchè, che tu conosci molto bene.

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 09.08.11 00:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la timoshenko, quando era al potere , ha fatto porcherie ed affari da mafiosa come altri in ucraina . E' STATA ARRESTATA PER ABUSO DI POTERE RIGUARDO AL CONTRATTO CON GASPROM FIRMATO DALLA TIMOSHENKO SENZA ESSRE PRIMA RATIFICATO IN PARLAMENTO , OVVERO HA FATTO LA MAFIOSA ! LA TIMOSHENKO E' MAFIOSA ! QUELLA IN UCRAINA E' UNA GUERRA TRA MAFIOSI AL POTERE . LA TIMOSHENKO NON E' DEMOCRATICA NE TANTOMENO UN ANGELO ! HA LE SEMBIANZE DELL'ANGELO MA E' UN DIAVOLO MAFIOSO!

luigi rossi 09.08.11 00:07| 
 |
Rispondi al commento

per la serie: CI LAMENTIAMO NOI!
ma un processo dove l'imputato non può capire la corte, e quindi non può difendersi, ne sapere di cosa e accusato,ne di cosa (eventualmente) viene condannato e a quanto!! e legale??
cmq esprimo solidarietà per Julia Timoshenko,so cosa si prova ad essere accusati ingiustamente di qualcosa, mio padre ci e passato 2 volte!! per qui spero che Julia Timoshenko possa uscirne a testa alta!!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 08.08.11 23:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori