Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Attacco alla Rete


messora_blogrete.jpg
"Lo stavo aspettando al varco, ed è arrivato. Il DDL Intercettazioni, altrimenti ribattezzato Legge Bavaglio e messo in quarantena un anno fa dopo le proteste di piazza, è stato scongelato come la ghianda dell’Era Glaciale, con il suo carico di virus per i quali il sistema immunitario della società moderna non è attrezzato a far fronte. Contiene il famigerato Comma 29, l’arma di distruzione di massa più micidiale che la casta italiana (e solo quella) abbia mai pensato di costruire e puntare contro l’informazione libera ...."
continua su ByoBlu

27 Set 2011, 17:27 | Scrivi | Commenti (20) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Sanno troppo bene che finche' c'e' la rete la gente trova una valvola di sfogo.

Senza neanche questa valvola la gente potrebbe sfogarsi in qualche altro modo. Non credo gli convenga ai nostri capoccioni di caxxo!!

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 30.09.11 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bè, non credo che possano veramente riuscire perchè dovrebbero bloccarci tutto quanto compresa la posta elettronica....sbaglio? Cominceremo a scambiarci indirizzi e-mail, scambiandoci informazioni su informazioni, ci incontreremo personalmente per discutere... sarà molto più rischioso soprattutto per loro (qualche cosa ci dice la storia no?)pensate che a loro convenga veramente? Ciao

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 29.09.11 13:18| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che mi fa più pensare è che quando succederà il patatrac,e succederà,ci sarà nonostante tutto gente che cadrà dalle nuvole,che ancora non si rende conto che il sistema sta crollando,che una volta spenti i ripetitori forse e dico forse si renderà conto che con la tv si spegne anche una parte grande della loro vita.Dovranno tornare a pensare e la prima cosa cui penseranno sarà a chi dare la colpa,perchè è così che gli italiani fanno.
Forse quel giorno la chiesa servirà lo scopo per la quale fu fondata,cioè sostenere e nutrire i puri ed i bisognosi nel mondo,ma evidentemente un piccolo errore di trascrizione dall'aramaico antico ha cambiato le parole puri e bisognosi con luridi schifosi,perché è quello che fanno.
Io cerco di fare la mia parte firmando e sostenendo qualunque iniziativa trovi pro libertà,perché è evidente che ora stiamo in una dittatura,ma non vedo alternative.Se ce li togliamo dai maroni forse si può affrontare la crisi in modo equo per tutti ma se questi scappano col bottino ci ritroviamo veramente a dover andare a caccia per mangiare.
Quando andavo alle elementari mi affascinava pensare di vivere nel medioevo,sarei voluto essere un cavaliere.Oggi quel sogno di bambino si sta quasi per avverare.Che bello potrò vivere nel medioevo!!!Solo che adesso cavaliere mi fa schifo...
ciao a tutti e buona fortuna.

Stefano B., Ferrara Commentatore certificato 29.09.11 03:33| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Paolo e vivo in Brasile.

Questa legge può essere rivoltata a nostro favore, non pensate?

Chi ha conoscenti all'estero può usarli per registrare un dominio all'estero sul quale direzionare il traffico del proprio sito, grazie ad internet l'attualizzazione sarà possibile online dall'Italia, ma il dominio sarà all'estero e con il nome di un'altra persona ed ospitato in un provider straniero.

Lí da voi, chiunque faccia parte del movimento o si senta daccordo con queste idee, può entrare in rete e mandare valanghe di richieste di rettifiche giornaliere di siti giornalistici governamentali e di giornali vari, una valanga tale da DOS nei vari siti istituzionali.

E buona notte al secchio.

Che ve ne pare?

Paolo Dodet 28.09.11 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Di questo ne parleremo anche sul nostro periodico online, nel primo, speriamo non ultimo visto che parleremo anche di mafia, ce uscirà il 30 settembre c.m., per dare più voce al problema, sono anni che cercano di farci tacere...
Massimo Lo Monaco
Editore del Periodico online Roma Capitale Magazine
iscr. Trib. Roma 283/2011


mettetelo in primo piano... devono saperle tutti queste cose !!!!!

massimiliano girardi 28.09.11 11:25| 
 |
Rispondi al commento


Cari amici,mi chiamo Roberto,sono un disabile e vivo a CAIAZZO ( CE ) una cittadina dove strade,marciapiedi,negozzi,Chiese,bus,treni ecc,ecc è tutto INACCESSIBILE AI DISABILI ! Sto conducendo una battaglia per l'abbattimento delle barriere architettoniche,ma ho bisogno del vostro AIUTO,ho bisogno di diffondere questa vergogna che io sono costretto a vivere.
roberto.diiorio@alice.it

Roberto Diiorio 28.09.11 09:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

E se il giudice non applica la legge? se il blogger non rettifica? Se il provider non chiude il nodo? Cazzo fanno? Si attaccano al cazzo! Disobbedienza civile a queste 'leggi' da parte di tutti i soggetti coinvolti

Roberto anoardo 28.09.11 08:21| 
 |
Rispondi al commento

La donna uccisa è la blogger e redattrice del quotidiano “Primera Hora”, Marisol Marcias Castaneda di 39 anni. Lei sarebbe la terza persona uccisa in questo mese a Nuevo Laredo. All’inizio di settembre, infatti, un uomo e una donna sono stati torturati e poi appesi a un ponte (nella foto). Vicino ai loro corpi fu lasciata una minaccia: “Questo è quello che accadrà per gli utenti di internet”. Questi assassini accusano i blogger di collaborare con le autorità tramite i social network dedicati al crimine.

La vittima era conosciuta come “la Nena de Laredo” e per lei in queste ore nei blog messicani tanti messaggi di cordoglio e rabbia. Molti ragazzi fanno riferimento alle “ZZZ”, un simbolo che si riferisce al violento cartello della droga Zeta. Un ragazzo, con il soprannome di “Gol” scrive esplicitamente nel blog: "Ragazza perché non hai comprato una pistola, dato che scrivevi sulle ZZZ?”

I social media, come chat locali, blog e siti di networking come Twitter e Facebook, sono spesso l'unico sbocco per parlare di questi problemi tra i residenti che vivono costantemente con le pistole puntate alla gola. Chiacchierano tra loro, si raccontano le giornate e soprattuto scrivono le zone da evitare e le persone da non frequentare.

http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fwww.dirittodicritica.com%2F2011%2F09%2F27%2Fnarcos-messico-blogger-25897%2F%3F

------------------
la sola differenza ch c'è per ora è che il regime
nostrano ancora non usa la vioelnza della mafia!

- vuoi vedere che sotto sotto se cacano adosso?

NOIALTRI SEMO MOLTI DEPPIU' ...CAZZO!
bastano solo gli arnesi giusti , come i partigiani
della RESISTENZA!!!

LENIN no friend max, Roma Commentatore certificato 27.09.11 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Camminando all'indietro rischiamo di cadere:

non possiamo lavorare meno per lavorare tutti e per costruirci la nostra vita.... ma dobbiamo fingere di star male per riprendere fiato..

non possiamo investire risparmiando per avere un minimo di sicurezze... ma ci invitano a tentare la fortuna con azioni,lotterie,scommesse,totocalcio,slot machine.

non possiamo pagare meno tasse per avere più risorse... ma siamo costretti o a nasconderci per evadere o a essere lavoratori in nero.

non possiamo avere un tetto limite di guadagno per riequilibrare l'economia fra gli individui..ma dobbiamo avere individui che si rapinano e rubano fra loro.

non possiamo avere un informazione e un istruzione adeguata ed efficiente...ma dobbiamo ricercare noi, soli, sulla rete.

Vorrei girarmi e provare il piacere di guardare avanti....

Acul utopiA Commentatore certificato 27.09.11 21:14| 
 |
Rispondi al commento

ECCO QUESTO E' UN POST REALISTA!!!
Perciò la soluzione qual'è?
Le parole?
Le manifestazioni?
La cultura?
Le leggi?
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!

ATTILA... A come atrocita, doppia T come terremoto e tracedia, I come ira di Dio, L come lac di sanque, A come adesso arrivo e ti spezzo le corna.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.09.11 20:07| 
 |
Rispondi al commento

loro non sono in buona fede e sanno perfettamente a cosa vanno a puntare e a favore di chi, è una sorta di legge a personam, una norma per pochi, come un privilegio per i delinquenti della politica i quali vogliono essere si personaggi pubblici ma senza essere additati e giudicati dal popolo...
non è soltanto un attacco ad una categoria ma ad un sistema ancora allo stato embrionale chiamato democrazia diretta.
La rete è l'unico luogo dove puoi esprimere quello che senti dentro anche senza avere un nome o un marchio, dove la ragione si ramifica e si sviluppa in modo collettivo e intelligente, lungo questa strada non avremo bisogno di firmarci.

uno qualunque

Acul utopiA Commentatore certificato 27.09.11 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Ormai è una certezza, questo è FASCISMO!
Questa volta a 'liberarci' chi sarà?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.09.11 19:40| 
 |
Rispondi al commento

SI DICE SEMPRE: "LA GENTE FA QUESTO", "E' COLPA DELLA GENTE CHE FA QUELL'ALTRO", MA LA GENTE SIAMO TUTTI NOI E NON CI SARANNO DEI DISTINGUO QUANDO IL MONDO INTERO, CHE NON PUO' PERMETTERE CHE UN CAVOLO DI ARMATA BRANCALEONE ITALIANA, FACCIA SALTARE TUTTO IL SISTEMA ECONOMUICO E FINANZIARIO MONDIALE. L'ITALIA IN QUESTO MOMENTO DOVESSE FARE FALLIMENTO, SI TIREREBBE DIETRO TUTTA L'EUROPA E L'EUROPA GLI USA , GLI USA LA CINA E TUTTO IL RESTO DEL MONDO. LA SITUAZIONE E' QUESTA. IL MONDO STA CORRENDO DEI RISCHI ENORMI E SAPETE PERCHE'? PERCHE' L'ITALIA CONTINUA NEL SOLITO SISTEMA SENZA AFFRONTARE E RISOLVERE I PROPRI PROBLEMI. OLTRETUTTO SAREBBE FACILE FACILE FARLO. IORMAI SONO ANNI CHE PARLIAMO DEI VARI RIMEDI, QUELLI A COSTO ZERO COME LE PRIVATIZZAZIONI E QUELLI NECESSARI A FAR RIPARTIRE IL TUTTO, CHE ANCHE UN ADOLESCENTE CONOSCE QUESTE COSE. BERLUSCONI E CO, INVECE TIRANO DRITTO SENZA ASCOLTARE NESSUNO, CONTINUANDO A FAR DANNI ENORMI ED A FAR SOFFRIRE MILIONI DI PERSONE. SAPPINO CHE SI SONO MACCHIATI ORMAI DI RESPONSABILITA' ENORMI CHE PRIMA O POI GLI VERRA' PRESENTATO IL CONTO. COSA CREDONO? NON GLI E' BASTATO PRENDERE PER IL CULO GLI ITALIANI, ORA SI DIVERTONO CON IL MONDO INTERO.
QUELLO CHE MI DA FASTIDIOE' CHE, COME DICEVO ALL'INIZIO, DIFFICILMENTE VERRANNO FATTI DEI DISTINGUO E PASSEREMO TUTTI COME UN POPOLO DI DEFICENTI, INCAPACI E LADRI! CIAO DA FEDE DA LIVORNO

federico fauci 27.09.11 18:46| 
 |
Rispondi al commento

http://www.corriere.it/politica/11_settembre_27/norme-blog-sicurezza_8fd94e5c-e911-11e0-ba74-9c3904dbbf99.shtml

1 su 20 si salva Commentatore certificato 27.09.11 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
L'ENNESIMO USA DELLA LEGGE "AS PERSONAS" PER NON DIRE "AS POLITICAS" "AS DIPENDENTI". IO DICO BASTA METTEVELO NEL C...O, LA VOSTRA LEGGE BAVAGLIO PER LA RETE,METTEVELA NEL C...O,PERCHE' MI AVETE ROTTO LE P....E,POLITICI/PARTITI DA QUATTRO SOLDI!!!!!!!!
ALVISE
P.S:I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alviseafossa 27.09.11 17:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori