Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Libretti al portatore

  • 87


Formigoni_Expo_2015.jpg
"Ciao Beppe. Volevo segnalarti una novità molto importante che riguarda i libretti al portatore. Oggi pomeriggio mi è arrivata una mail dalla banca che mi diceva di chiamarli con urgenza per la situazione del libretto di risparmio di mia figlia. Ho pensato "Che cosa ci sarà di così grave su un libretto con depositati 2.500 euro?". La risposta mi è stata data dal direttore di banca, che mi spiegava che entro il 30 settembre non si può avere un libretto al portatore con più di 2.499 euro depositati altrimenti si può incorrere a diverse sanzioni. Riporto il testo da un sito internet:
"Quali sanzioni rischia chi contravviene alla norma?
Un trasferimento di denaro superiore alla soglia può comportare una sanzione compresa tra l'1 e il 40%, e dell'importo minimo di 3000 euro (quindi maggiore della soglia stessa). Per i libretti circolanti dal saldo superiore ai 2.500 euro, la sanzione è fissata dal 20 al 40% dell'importo. Per i trasferimenti oltre la soglia senza notifica a banche o Poste è invece compresa tra il 10 e il 20%.
" E' importante avvisare il maggior numero di persone perché altrimenti chissà quanti si troveranno una bella sorpresa a breve. Un abbraccio." Luca D. M.

6 Set 2011, 16:10 | Scrivi | Commenti (87) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 87


Tags: banche, libretti al portatore, Luca D. M.

Commenti

 

Email : expressefinance14@gmail.com
Prestito di emergenza per tutti
Per voi che avete bisogno di prestito per affrontare le difficoltà
finanziarie infine di usciredal vicolo cieco che causano lebanche, con
rifiuto di soddisfare levostre questioni di crediti, noi siamo un
raggruppamento di esperti finanziari in grado di farvi un prestito di cui
avete bisogno e con acondizioni adatte
Realizziamo prestiti che vanno da 1 mese a30 anni e prestiamo di 2000€ a
10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse equivale al2% l'anno, ecco i nostri domini di
interventi:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* difese bancarie e non avete il favore dellebanche o meglio avete un
progetto e mancatedi mezzi, li contattate e non sarete delusi.

Email : expressefinance14@gmail.com

Pablo 05.04.16 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Email : expressefinance14@gmail.com


Prestito di finanziamento espresso

Io voi proposti i miei servizi di assegnano di credito di denaro ovunque attraverso il mondo intero. Presto di denaro ai privati per permettere loro di concretizzare i loro progetti o di riacquistare i loro debiti e percepisco in cambio un interesse ragionevole. I miei servizi riguardano tutti i privati, che hanno necessità di denaro, o che sono anche vietati bancari o quelli le cui cartelle sono spesso respinte dalle banche. Si tratta di un credito di denaro fare di privato a privato senza intervento della banca ad un tasso meno costoso. Due giorni soltanto bastano a montare la vostra cartella di prestito e toccare la fine del tunnel. Se avete realmente bisogno di prendere in prestito di denaro, lo contattate per ulteriori dettagli: Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% all'anno,la durata del vostro prestito dipenderà da voi ed offriamo il prestito ha tutti

Email : expressefinance14@gmail.com

Fabio 01.04.16 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
so bene che questo non è uno dei problemi più gravosi, ma esiste un problema che perseguita molti cittadini ed è la questione dei possessori di libretti al portatore con somme superiori ai 1000 euro.
Esiste un progetto di legge già approvato dal Senato e giacente in Commissione bilancio da luglio in attesa di essere convertito.
Nel frattempo centinaia di cittadini ignari vengono " scippati " dei loro risparmi perché ignari di una disposizione antiriciclaggio .
Sono certo di un tuo interessamento tramite il vostro rappresentante nella Commissione.
Grazie
Alessio

Alessio Mucci 27.10.14 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Ho cambiato il tipo d libretto dal portatore a nominativo a marzo d quest'anno anche se in ritardo di un anno nessuno m ha avvisato anche allo sportello non m avevano detto niente solo che non era in regola...ho cambiato c sono le prove che non ci sono state movimentazione in denaro e l'importo è di solo 4000€vita 25 anni di risparmi e piccoli laveretti mal retribuiti!!!e ora multa di 3000€ vergogna!!!!è possibile evitare l'ammenda=?

Pietro Nevola 21.06.13 20:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che trappola!
Gentile Beppe,
sono straniera, mi scuso in anticipo per eventuali errori. Volevo chiedere il Suo parere...
La banca non mi aveva avvisato della scadenza dei libretti ed adesso, dopo che e' passato quasi un anno e mezzo dall' ultimo termine, mi arriva la loro comunicazione che dice improvisamente che il libretto non vale piu' e ci sono delle sanzioni 30-40 % circa da pagare. Al perche' non mi avete avvisato ha risposto di non dovere comunicare personalmente al cliente una informazione del genere, che il cliente si arrangi da solo leggendo le direttive del governo appesi sulla porta della banca stessa. Oltre che mi sembra assurdo che la banca si rifiuta a comunicare ai clienti una informazione cosi' importante, so che in generale i clienti sono stati avvisati telefonicamente, poi c'e la posta elettronica che vale sempre... Sono stata all' estero... pero no non raggiungibile, poi sono straniera... poi e' passato tanto tempo dal termine... Un assurdo...
Secondo Lei, chi ha ragione? Vorrei fare il ricorso alla banca: sono una persona povera, disoccupata per il momento, straniera, mi ripeto, e questi soldi erano pratticamente il regalo per il futuro dei figli ancora minorenni. lA TUA BANCA DEVE TUTULARE I TUOI INTERESSI, O NO, almeno il minimo
Grazie mille.
Tania

t.s. 22.11.12 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti!Spero che questa sia la sezione giusta per il mio post.Ho la necessità di capire cosa sta accadendo alla pensione del mio papà...Riepilogo i fatti:in data 2 luglio il mio papà si è recato presso l'ufficio postale dove da 2 anni ritira la pensione.Fino ad ora aveva ritirato la cifra(pensione di circa 650 euro direttamente alla cassa.Questo mese, dato che avrebbe percepito una 14^,gli è stato "consigliato" di aprire un libretto postale sul quale far transitare la pensione, dato che questo mese avrebbe superato- se pur di poco-i 1.000 euro.Abbiamo poi scoperto che tale passaggio non era necessario.All'atto del ritiro, gli è stato negato il prelievo della somma richiesta( aveva chiesto di ritirare solo 500 euro).Alla sua domanda del perchè di tale rifiuto, nessuno ha dato una risposta se non dicendo che il libretto è stato bloccato.Premetto che il mio papà è stato costretto a chiudere per fallimento l'attività di una vita, 5 anni fa .A suo tempo, gli erano stati bloccati i conti e,ovviamente,prosciugati,per cui, oggi, non ha più nulla.Sono tornata insieme a lui presso l'uff postale per chiedere delucidazioni che non ci sono state, se non dichiarando a voce che dovevamo rivolgerci all'uff. fallimenti delle Poste Italiane a Roma.Trattandosi dell'unica fonte di sostentamento di mio padre, ho ritenuto opportuno chiamare la polizia, dato che nessuno mi voleva rilasciare una dichiarazione scritta di quanto stava avvenendo.Bene, dopo innumerevoli telefonate a vuoto presso l'uff di Roma perchè non risponde nessuno,ieri, siamo stati costretti a rivolgerci ad un legale.Ovviamente questo comporterà dei costi, che ad oggi, non so davvero come potremo affrontare.Ora siamo in attesa di avere una risposta sui motivi di questo blocco di pensione minima, utile solo ed esclusivamente al sostentamento umano. Qualcuno può darmi consigli su come procedere?Tutto questo è possibile?Sta di fatto che sono 10 giorni che mio padre è senza denaro per sopravvivere!Grazie

Stefania D., Pescara Commentatore certificato 11.07.12 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Ho fatto l'operazione in banca qualche giorno fa, nel mio libretto al portatore avevo circa € 2670,00 (i risparmi di molti anni di scacrificio e lavoro "onesto" per la mia piccola figlia). L'operatore mi ha detto che purtroppo doveva fare la segnalazione al MEF per la mancata estinzione di un libretto al portatore di importo
superiore al limite di legge. Premesso che il libretto non era movimentato da circa 2 anni, in quella banca negli ultimi tempi non sono più andato poichè soldi da parte non sono riuscito più a metterne; purtroppo non ho saputo della data ultima del 30 settembre 2011 per regolarizzare la situazione, vuoi per l' incompetenza della banca stessa che non mi ha avvisato (certo però che se andavo sotto di € 0,50 sul c/c il direttore mi avrebbe chiamato sul cellulare anche a ferragosto), vuoi per la scarsa informazione in merito nel periodo Agosto-Settembre 2011 (telegiornali faziosi, incompleti e poco interessanti). Talaltro il lasso di tempo tra l'entrata in vigore della legge 138 del 13 agosto 2011 e la data utile per portare i libretti sotto la soglia consentita, è stato veramente molto breve, circa 34 giorni lavorativi senza contare che la gente in quel periodo poteva essere in ferie. Poi non capisco come una persona come me, che quasi non ha i soldi per comprare il pane, debba pensare di utilizzare i soldi di sua figlia per attività criminose e di finanziamento del terrorismo! Certo è che se infliggeranno una sanzione di € 3000,00 alla mia piccola bambina, solo perchè io padre incompetente ho sforato di € 170 il limite consentito, il giorno stesso mi troverete incatenato di fronte la sede del Ministero dell'Economia e delle Finanze; capisco che la legge non ammette ignoranza, ma poi non lamentatevi se la gente disperata incomincerà a bruciarsi viva di fronte i palazzi governativi come accade in Cina. Grazie mia cara ITALIA!
ss

Alessandro Fontanella 25.12.11 18:11| 
 |
Rispondi al commento

non è finita, avete 16 giorni (dalla pubblicazione della legge, da oggi ne restano 6) per abbassare di nuovo l'importo a 999,99€...chiaramente pagando bolli e commissioni.
Ve lo segnalo perchè, ad oggi, molte persone ancora non sono state avvisate

più informazioni nel mio post
http://lucaderiublog.blogspot.com/2011/12/libretti-portatore-truffa-stato-3dsmax.html
Ciao

Luca Deriu 24.12.11 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Sentite un po' questa!
Come molti sapranno era pratica molto diffusa, nei contratti di locazione, di consegnare al locatore, come cauzione, un libretto al portatore.
Ebbene sono il locatore di un immobile commerciale
per il quale mi era stato consegnato dall'inquilino un libretto per un importo di circa 3600 euro. A giugno, quando per legge si portò la soglia massima dei libretti a 5000 euro, naturalmente non mi preoccupai ma alla seconda riduzione a 2500, pur avendone avuto notizia, me ne dimenticai, complice anche la stagione estiva (sono un piccolo imprenditore nel settore del turismo e chi come me lavora d'estate sa che non c'è neppure un attimo di respiro).Il giorno 4 ottobre (quattro giorni dopo la scadenza del termine ultimo) fui folgorato dal ricordo del libretto dimenticato in un cassetto ma ancor di più rischiai la sedia elettrica quando lo stesso giorno mi recai finalmente in banca: ammenda prevista minimo 3000 euro! Naturalmente la colpa di ciò è mia ma è evidente che non si trattava di un tentativo di imboscare denaro, una piccola somma tra l'altro, tanto più che il libretto in questione viene citato nel contratto di locazione (tutto regolare e dichiarato al fisco). Ora mi chiedo quanti altri si siano trovati in questa situazione, forse molti, e se ci si possa unire per trovare una soluzione al problema.
Il libretto? Per il momento lo ho rimesso nel cassetto. Si dia la caccia ai veri evasori ed ai veri tesori imboscati!

daniele b. Commentatore certificato 03.11.11 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Sono un bancario e ho un pò di visibilità sull'argomento in questione.
Voglio segnalare che i libretti al portatore con saldo "sopra soglia" (che al 1/07/2011 era di4.999,99 euro, e dal 1/10/2011 è di 2.499,99 euro)sono tanti.
Se il Ministero dell'Economia e delle Finanze applicherà (e non vedo come non lo debba fare) le sanzioni previste (minimo 3.000 euro !!), lo Stato riceverà una bella somma.
Per i libretti con saldo tra 2.500 e 3.000 euro si rischia di incassare meno di quanto sarà la sanzione.
Il brutto è che, perlomeno in quelli che ho visto, non c'è assolutamente alcun sospetto di riciclaggio !! Riguardano invece: libretti accesi per i figli piccoli, oppure in possesso di anziani e/o ammalati, in ogni caso di persone che non avevano avuto notizia della norma di legge (pur esposta nelle bacheche delle banche ....).

ANTONIO ROSSET 11.10.11 09:38| 
 |
Rispondi al commento

ho un libretto al portatore,trovato pochi giorni fa, che era di mio papa della cassa di risparmio delle banche lombarde filiale di viguzzolo con 500 lire depositati nel 1962 come posso fare per avere informazioni in merito e agli interessi maturati?

rosan marco 29.09.11 20:35| 
 |
Rispondi al commento

buon giorno,in questo momento di crisi profonda i nostri 2 soldi (nel vero senso della parola) che abbiamo depositato sul conto corrente rischiamo di vederli 'volare' via?cioè possono i grandi governatori confiscarli?grazie

nadia amapane 26.09.11 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma la "multa" chi la paga? Chi incassa o chi ha emesso il libretto??

Alessio Lo Vecchio 22.09.11 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Bella cosa questa del limite posto ai libretti al portatore!
Io ho un misero libretto su cui è depositata la ragguardevole somma di 2547 euro, la banca mi ha comunicato che devo ridurre questa cifra esorbitante altrimenti sono a rischio di sanzioni.
Pur essendomi non poco arrabbiata ho detto, bene, dobbiamo e allora facciamolo. Visto che lavoro a più di 50 km da casa e che per spostare questi soldi dovrei prendere un giorno di ferie, ho pensato che essendo al PORTATORE avrei potuto mandare un familiare a fare questa operazione, ma sorpresa... no! non è possibile! devo andare io di persona perchè l'ultima operazione la ho fatta io e allora devo fare io il prelievo. Ma non era al portatore il libretto? Non è a rischio riciclaggio proprio perchè chiunque può usarlo a proprio piacimento e allora??? La giornata di lavoro buttata perchè devo andare in banca me la ripaga lo stato?
Una volta in più in Italia le cose funzionano in modi a me incomprensibili.....

Sara M 13.09.11 11:20| 
 |
Rispondi al commento

NON HO CAPITO MOLTO DI QUESTA STORIA,MA IO LAVORO 10 ORE AL GIORNO,MI BONIFICANO 1200 EURO AL MESE DI STIPENDIO SUL CONTO KE HO ALLA POSTA....E SE ME LI TOCCANO GIURO SUL MIO SANGUE KE VI VENGO A SCANNARE CON UN COLTELLO DA CUCINA...

nico d'atri, roma Commentatore certificato 08.09.11 23:21| 
 |
Rispondi al commento

vale anche x i libretti di risparmio alla posta?

pio ferraro 07.09.11 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, vorrei porre l'attenzione sul problema Economia-Italia che ci accingiamo a subire. L'andamento altalenante dei mercati e la politica interna del nostro paese, non lascia presagire nulla di buono.
Siamo molto preoccupati per quello che il futuro ci propone (cioè poco e niente). Penso che se le cose non cambieranno in fretta, e radicalmente, coleremo a picco come l'Argentina. La politica parla bene, ma razzola assai male quando CI DICE che dobbiamo sacrificarci tutti. Ma tutti chi? AHHH già SOLO NOI!
Come si evince dalla manovra che si stanno accingendo a deliberare o hanno già deliberato a colpi di FIDUCIA, per salvarci dovremo subire (NOI) molti aumenti (sacrifici) sopratutto per quanto riguarda le nostre spese quotidiane, come acqua luce gas e beni di prima necessità.ORA BASTA!
Per questo vorremmo proporre a tutti, una pacifica ma ragionevole soluzione, che avrà il doplice scopo di salvaguardare i nostri risparmi
e eliminare dalla testa di questa gente la possibilità di quantificare la liquidità dei nostri risparmi tramite le banche in modo da poterli prendere con manovre assurde e tagli ingiustificati.
In poche parole, useremo le stesse loro armi.
Cioè la movimentazione del danaro, il nostro DANARO!
Iniziamo a togliere i NOSTRI risparmi dalle banche e vediamo cosa succede. In fin dei conti sono i nostri soldi, giusto?
In questo modo costringeremo tutti coloro che fanno affidamento sui nostri risparmi di trovare altre soluzioni, diverse dalle nostre tasche.
Sono 50 anni che questa gente fà errori su errori, spreca il danaro pubblico e si creano un futuro tranquillo con i nostri soldi senza però mai pagare per i loro errori.
Gente "incapace" che ignora come fuori da certi ambienti si tiri a fine mese.
Mandiamoli tutti a casa da destra a sinistra.
INSOMMA FACCIAMO, SULSERIO, QUALCOSA!
Grazie Cordiali saluti

fabio cartabia 07.09.11 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Grande Patrick....quando cè vo cè vo...evasori al rogo!!! "ITALIANIII"

Davide Gardela 07.09.11 20:11| 
 |
Rispondi al commento

MA COSA STATE DICENDO???QUESTO POST è MALA INFORMAZIONE!
Io sono impiegato in banca e la mia direzione mi ha dato un elenco di clienti possessori di libretti al portatore da contattare. I PROBLEMI STANNO A ZERO se non si ha nulla da nascondere!basta aprire un libretto nominatico o un conto corrente e spostare tutto lì.Senza spese!TUTTI i clienti che ho contattato mi hanno ringraziato!alcuni nemmeno ricordavano di avere un libretto al portatore!e comunque non è una regola bancaria e queste sanzione non vanno a riempire la pancia della banca ma vanno allo stato!E' UNA LEGGE DELLO STATO!e che cavolo!io non proteggo le banche ma non si possono colpevolizzare quando non si sa di cosa si parla!nei libretti al portatore per anni si è occultato denaro e devono sparire!!!se poi il vostro impigato postale o bancario di fiducia non vi chiama si comporta in maniera scorretta e non professionale.ma non la banca o le poste. lui solo!SE NON AVETE NULLA DA NASCONDERE METTETE IL VOSTRO DENARO IN LIBRETTI NOMINATIVI o IN CONTI CORRENTI!!!se volete occultarlo FICCATEVELO IN QUEL POSTO!!!

Patrick F. 07.09.11 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, voglio porre alla tua attenzione un episodio di poca trasparenza e di furto ai cittadini Italiani ad opera di questo Governo.In breve ho fatto una visita specialistica all'Ospedale Rummo di Benevento e dopo aver pagato Euro 38,59, ho verificato i vari importi della cifra totale. Mi sono accorta che oltre alle cifre riguardanti la prestazione ed il ticket, hanno aggiunto un altro importo che riguarda la quota nazionale introdotta dalla legge n°111 del 15/07/2011.Questo Governo parla di sacrifici, di lotta all'evasione, ma di seguito voglio riportare i privilegi di cui godono i Parlamentari, per tutte le prestazioni sanitarie che sono tutte gratis o al massimo corrispondono al costo pari al ticket. Grazie e spero che quanto prima gli Italiani possano reagire ai delinquenti che ci Governano.
La Camera assicura un rimborso sanitario privato non solo ai 630 onorevoli, ma anche a 1109 loro familiari compresi (per volontà dell'ex presidente della Camera Pier Ferdinando Casini) i conviventi more uxorio.
Ebbene, nel 2010, deputati e parenti vari hanno speso complessivamente 10 milioni e 117mila euro. Tre milioni e 92mila euro per speseodontoiatriche.
Oltre tre milioni per ricoveri e interventi (eseguiti dunque non in ospedali o strutture convenzionati dove non si paga, ma in cliniche private).
Quasi un milione di euro (976mila euro, per la precisione), per fisioterapia. Per visite varie, 698mila euro. Quattrocentottantotto mila euro per occhiali e 257mila per far fronte, con la psicoterapia, ai problemi psicologici e psichiatrici di deputati e dei loro familari.
Per curare i problemi delle vene varicose (voce "sclerosante"), 28mila e 138 euro.
Visite omeopatiche 3mila e 636 euro.
I deputati si sono anche fatti curare in strutture del servizio sanitario nazionale, e dunque hanno
chiesto il rimborso all'assistenza integrativa del Parlamento per 153mila euro di ticket.

Elvira Pugliese 07.09.11 19:34| 
 |
Rispondi al commento

E' la legge'Antiriciclaggio che serve per ostacolare il 'Nero' così di moda in questo assurdo paese

Carlo Zappi 07.09.11 18:39| 
 |
Rispondi al commento

aiutatemi x favore, se non ho capito male entro il 30-9 bisogna trasformare il libretto postale da:al portatore a nominale?

pippo de rosa, COMO Commentatore certificato 07.09.11 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho chiamato subito dopo letto il post,
la filiale delle Poste
(dove mia madre ha un piccolo libretto al portatore ,
è lì che le viene depositata la pensione)

Il vicedirettore mi ha confermato la cosa.

È pazzesco, fanno le leggi zitti zitti
e i polli come noi, se non informati dalla rete
e dai BLOG come questi,
l'abbiamo sempre in quel posto.

Il signore che mi ha risposto ha notevolmente inveito contro queste regole e contro questo governo,
tutto proteso ad ingannare le persone.

Ribadendo il concetto che anche loro impiegati peones subiscono .

Hanno messo sulla porta principale un foglio dove viene
specificato il tutto...
ma quante persone lo leggeranno?
Quanti vecchietti lo capiranno????

FANCULO AI LADRI DEI POVERI.


.

E VERGOGNA.


sono sempre più del parere che
non è più possibile subire in silenzio.

.

sara paglini, carrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.09.11 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Se non ho capito male si tratta della tracciabilità, quindi per quanto riguarda il libretto al portatore la cosa che varia non è l'entità dell'importo depositato ma il fatto che il libretto si deve trasformare da "portatore" in "nominale" e cioè solo l'intestatario potrà movimentarlo, è certo che se entro il 30 settembre il libretto che ha in deposito una cifra più alta di 2499 euro, non verrà variato si potrà incorrere nelle sanzioni dal 20 al 40% con un minimo di 3000 euro, quindi superiore alla soglia minima.
E' una piccola rottura, ma credo che non sia un male nei confronti dell'evasione fiscale.
Gli evasori dovranno mettere i soldi sotto al mattone.

abitante 07.09.11 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Ancora in banca? A tua figlia aprigli un libretto postale intestato a te, moglie e figlia.....non hai spese e per la pensione c'è l'accreditamento, in più ora esiste il bancomat, a costo 0, senza fare estenuanti file.
p.s. il bancomat per il libretto è valido solo nelle ore di apertura della filiale dove prelievi; puoi prelevare in tutti i bancomat-poste d'Italia.
Cosa vuoi di più?

roberto spaccatrosi 07.09.11 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao grillo. vorrei sapere quando questa sporca politica lascera' il posto ad una politica pulita e veramente dedita al cittadino. forse la mia e la piu grande utopia mai pensata.

pierto cossu 07.09.11 12:52| 
 |
Rispondi al commento

ho un libretto di risparmio alla posta, con dentro la mia liquidazione!ho lavorato tutta la vita. se si permettono di toccarla, con quello che rimane ci compro un fucile con il cannocchiale( da militare ero tiratore scelto), allora si cari disonorevoli, dovete aver paura anche di andare a cagare, perchè un colpo sulla fronte non ve lo leva nessuno !

Giuseppe Annibali 07.09.11 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mah, mi meraviglio di Beppe. Questo è allarmismo inutile e deleterio. Non condivido certo le politiche di questo governo o dei precedenti, tantomeno il comportamento di una "casta" ma, queste norme sono solo di buon senso: il termine "al portatore" ha permesso di evitare per secoli la conoscenza del beneficiario del denaro. Finchè a questo mondo si è tutti onesti questa norma non sarebbe necessaria ma è evidente che rappresenta solo un'utopia. Pertanto ben vengano norme (si spera serie) che aiutino a combattere il malaffare.

sandokan 07.09.11 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma dai chissenefrega ! B. pagava in contanti a Tarantini centinaia di migliaia di euro in barba a qualsiasi normativa anti-riciclaggio ! Chissà se le sanzioni le applicheranno anche per questi pagamenti !
Per l'intanto Noi Italiani possiamo consolarci pensando che Noi, come B., stiamo andando sempre più a PUTTANE !

Maurizio Monti 07.09.11 12:05| 
 |
Rispondi al commento

SALVE ANDATE A VEDERE IL SITO DEFAULT ITALIA.IT
FONTE SOLE 24 ORE
CIAO A PRESTO

FEDERICO PELLEGRINI 07.09.11 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Per correttezza di INFORMAZIONE, sarebbe stato meglio se avessi pubblicato (anche in parte...) l'email ricevuta...e NON un testo "copia&incolla" da internet!
Come ben sappiamo le Banche hanno smesso di fare il loro mestiere ed ora si sono specializzate nel portare via i soldi di tasca dai loro stessi clienti; con il beneplacito legislativo.
E' ora di ri-Fondare lo Stato e di riscrivere la Costituzione.

Nicola Loconte 07.09.11 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Troppa corruzione istituzionale

Troppi privilegi di casta

Troppe ruberie di regime

La MAFIA si dissocia dallo STATO.

"Ci rovina la reputazione"

Anche 'NDRANGHETA E CAMORRA lasciano I PARTITI.

Ne faranno uno tutto suo :

IL PARTITO DEGLI ONESTISSIMI


http://www.vernacoliere.com/edicola/locandina.gif

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 07.09.11 10:11| 
 |
Rispondi al commento

consiglio a tutti di prelevare dalle banche tutti i risparm. Non è possibile che dopo 30 anni di mangia mangia generale e con un paese divorato ormai all' osso, si inventano ancora leggi per chi ha sempre contribuito.
LEGALIZZATE LA DROGA, LA PROSTITUZIONE,(tanto esiste in nero e si muovono miliardi di euro) ELIMINATE IL 50% DEI POLITICI, ABBASSATEVI GLI STIPENDI E TOGLIETEVI TUTTI I PRIVILEGI CHE VI SIETE AUTOCONCESSI ECC ECC..Vedrete che le cose inizieranno a funzionare...stronzi!!!!

salvatore monaci 07.09.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi reco in posta almeno 3-4 volte a settimana per effettuare raccomandate e pagamenti. Ho potuto assistere a non poche proteste di gente (anche di una certa età) che volendo estinguere anche libretti nominativi dovevano non solo prenotare il ritiro del contante (talvolta poca roba) con molti giorni di anticipo ma pure specificare il motivo per iscritto su appositi moduli (norme antiriciclaggio spiegava il personale allo sportello) se la somma superava un tot. Trovo assurdo che uno rischia di passare per riciclatore se preleva d'un colpo i suoi risparmi e debba pure spiegare allo stato cosa ne vuol fare. Perchè certe informazioni (provenienza dei soldi, ad esempio) non vengono richieste quando si fanno i versamenti su un libretto o un c/c?
Ho l'impressione che tendano a complicare le cose solo quando i soldi devono uscire dalle casseforti e non quando entrano.
Immaginate cosa potrebbe accadere ad un istituto di credito se da un giorno all'altro tutti i correntisti ed i risparmiatori dovessero svuotare i conti e portar via il contante. Sarebbe default, o sbaglio?
Antiriciclaggio è, ad esempio, capire da dove arrivano i capitali di certa gente quando apre attività e negozi dal nulla (un esempio http://www.economiafinanza.net/cgia-di-mestre-boom-di-aziende-cinesi-in-italia/ ), non rompere le balle ai vecchietti che nel marasma economico di questi giorni vogliono portarsi sotto il materasso quei pochi euro risparmiati con fatica!!!!

Una mamma 07.09.11 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe,vole semplicemente dire che se si volesse veramente combattere l'evasione fiscale,si potrebbe dare la possibilità a tutti i cittadini-operai di calcolare il gettito fiscale solo sul restante tra reddito lordo e spese sostenute(dimostrabili con fatture e scontrini). così ognuno di noi sarebbe il controllore del proprio vicino di casa, e così tutti obbligati a fatturare e non a fare dl nero. così si potrebbe anche arrivare a portare il gettito fiscale a valori più umani,e di conseguenza renderle più digeribili le tasse. tanto gli scontrini i commercianti sono obbligati a farli, ma adesso vengono buttati via,così non ci sarebbe da stravolgere il sistema,ma sicuramente ci sarebbero molti meno soldi in blak!!..... a quando la tua entrata in politica che ti voto subito!!

Zini Graziano 07.09.11 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Non cerchiamo notizie dove NON ci sono... se si vuole mettere da parte i soldi per i figli si fanno dei libretti NOMINATIVI ce ne sono anche dedicati ai minori e hanno pure interessi maggiori di quelli al portatore. Che bisogno c'è di fare un libretto al portatore? Per scambiare denaro...?

MASSIMO 07.09.11 09:52| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe come riusciremo ad uscire da questo tunnel

mario iannuzzi 07.09.11 09:37| 
 |
Rispondi al commento

"Invece con semplice lettera circolare, mi era giunta la comunicazione da Poste Italiane che dall'1 Settembre avrebbero ridotto gli interessi attivi da 0,15% allo 0,00% e quindi avevo pensato di chiudere il conto e mettere i pochi risparmi sotto il mattone, ma in tal caso avrei avuto il problema del pagamento ritardato della pensione che non sarebbe stato più dal primo giorno del mese, ma lo pagano allo sportello a mio avviso, in base ad una indebita se non illegale graduatoria nominativa, a partire dalla lettera A e via via fino alla Z, per cui nel migliore dei casi, avendo il cognome che inizia con la M avrei avuto i soldi della pensione con almeno una settimana di ritardo se non addirittura a metà del mese ed oltre a questo non potevo più usufruire dell'addebito delle bollette di telefono e luce, così ogni bimestre, alle scadenze, sarei dovuto andare a fare la fila per pagare, aggiungendo anche il costo dei CCP.
Così ho deciso di prelevare quasi tutto il "gruzzoletto" di riserva e lasciare aperto il conto per soli un paio di cento € in modo da conservare accredito della pensione e domiciliazione delle bollette e poi recarmi ai primi di ogni mese mese a prelevare la parte della pensione in eccesso, in modo da tenere sempre sul conto non più di 100 o 200 € al massimo, così che, detto alla romana: "Selavadanoapijià'nderkulo, dato che se credevano d'avè acchiappata la vacca pe' la zinna e 'nvece hanno acchiappato er toro pe' le palle!!!""

Marcello Marani 07.09.11 09:30| 
 |
Rispondi al commento

vorrei commentare, ma qui non gira na lira da anni. forse ho confuso il libretto d assegni con questo. IL LIBRETTO AL PORTATORE? BOH'? A CHE SERVE?

PINO FARA 07.09.11 09:28| 
 |
Rispondi al commento

tenetevi i soldi in tasca: oggi come oggi è il posto più sicuro..

tullio de pedis 07.09.11 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Invece con semplice lettera circolare, mi era giunta la comunicazione da Poste Italiane che dall'1 Settembre avrebbero ridotto gli interessi attivi da 0,15% allo 0,00% e quindi avevo pensato di chiudere il conto e mettere i pochi risparmi sotto il mattone, ma in tal caso avrei avuto il problema del pagamento ritardato della pensione che non sarebbe stato più dal primo giorno del mese, ma lo pagano allo sportello a mio avviso, in base ad una indebita se non illegale graduatoria nominativa, a partire dalla lettera A e via via fino alla Z, per cui nel migliore dei casi, avendo il cognome che inizia con la M avrei avuto i soldi della pensione con almeno una settimana di ritardo se non addirittura a metà del mese ed oltre a questo non potevo più usufruire dell'addebito delle bollette di telefono e luce, così ogni bimestre, alle scadenze, sarei dovuto andare a fare la fila per pagare, aggiungendo anche il costo dei CCP.
Così ho deciso di prelevare quasi tutto il "gruzzoletto" di riserva e lasciare aperto il conto per soli un paio di cento € in modo da conservare accredito della pensione e domiciliazione delle bollette e poi recarmi ai primi di ogni mese mese a prelevare la parte della pensione in eccesso, in modo da tenere sempre sul conto non più di 100 o 200 € al massimo, così che, detto alla romana: "Selavadanoapijià'nderkulo, dato che se credevano d'avè acchiappata la vacca pe' la zinna e 'nvece hanno acchiappato er toro pe' le palle!!!"

Marcello Marani 07.09.11 07:45| 
 |
Rispondi al commento

Condivido in pieno l'articolo, dalla a alla z.Sarebbe ora.......

luigi a. cesareo 07.09.11 00:51| 
 |
Rispondi al commento

parto per sumatra

Alessandro C., S.Canzian d'Isonzo Commentatore certificato 07.09.11 00:39| 
 |
Rispondi al commento

io continuo a sostenere che la mattonella e la migliore soluzione!
no.. cmq,seriamente! io continuo a sostenere che ci vuole, che e necessario creare un istituto bancario pubblico! che abbia i cittadini alla dirigenza e agli sportelli, e che siano i cittadini a decidere chi ci deve essere alla gestione di questo "ufficio"
con regole, e costi dettati dai cittadini..
con uno spazio apposito per gli stipendi, con conti correnti gratuiti per i lavoratori che guadagnano attorno ai 1,200\1000 euro al mese!
con relativa riforma, che va dalla messa al bando di tremorti, alla riforma della borsa italiana, alla creazione di nuove regole più adatta alla circolazione dell'euro in italia con l'abolizione di quelle vecchie che sono,o sembrano solo truffe!
ad esempio alcune regole: 1) se io richiedo un prestito,e alla scadenza della prima rata non posso versare vado in contro ad un reato! invece si potrebbe fare che se io richiedo un prestito devo avere la possibilità di decidere io quando pagare, e di quanto devono essere le rate!
ad esempio se io richiedo un prestito di mille eruo, devo restituirli a rate,mese per mese.. in vece potrei restituirli (grazie ad una apposita card) direttamente allo sportello della banca,la cifra che decido io,e il giorno,il mese, che decido io.. ma sempre entro i tempi previsti per la completa restituzione.. questo garantirebbe ai clienti delle banche un minor costo, dato che non ci sono scadenze gli interessi non si accumulano e non si incombe in reati! e dato che non ci sono intermediari come gli uffici postali,o latri burocrati o operatori! i costi di restituzione diminuiscono notevolmente.. ad esempio: per un prestito di mille euro gli interessi saranno almeno di 200 euro, e alla fine devo restituire 1.200.. invece con questo sistema si arriva anche a millecinquanta euro! mille e cento per le banche più care!
poi ci vorrebbero più regole a tutela dei consumatori,e a garanzia di interesse! segue!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 07.09.11 00:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
CI SIAMO,HANNO INIZATO LE BACHE,ASPETTIAMOCI IL PEGGIO
ALVISE
P.S:I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alviseafossa 06.09.11 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione alla differenza tra:
libretto nominativo e libretto al portatore ( senza tanti allarmismi) ..

1- è vietato il trasferimento di denaro - contante - ( e di libretti di deposito bancari in euro o altra valuta al portatore ) per importi pari o superiori a 2,500 euro. Il trasferimento puo' essere eseguito per il tramite di banche.
2 - a far data dal 13 agosto 2011 il saldo dei depositi a risparmio al portatore non puo' ESSERE PARI o SUPERIORE a 2.500 euro
3- tutti i depositi a risparmio al PORTATORE emessi prima della data 13 agosto 2011, che presentano un saldo pari o superiore a 2.500 euro, devono essere estinti oppure ridotti a una somma non eccedente il predetto im porto entro la data ultima del 30/09/2011

T.Z. 06.09.11 21:50| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè questo silenzio per il referendum anti porcellum, al movimento 5 stelle non interessa ? mi piacerebbe sapere il perchè se è cosi.Purtroppo non mi risponderà nessuno e questo mi dispiace.

patrizia g. Commentatore certificato 06.09.11 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per saperne quanto basta
http://www.poste.it/resources/bancoposta/pdf/normativa_antiriciclaggio.pdf

marco tarantino 06.09.11 20:11| 
 |
Rispondi al commento

questa situazione politica e' imbarazzante, sembra di guardare un film di fellini
comunque proporrei di vendere le 625.000 auto blu ad un prezzo medio di 13.000 euro ad auto ricavando cosi' 8 miliardi di euro
abolirei inoltre le province il numero dei parlamentari e abbasserei l'iva al 10% cosi' non la evadrebbe piu' nessuno
avrei inoltre sfoltito ed eliminato tutti i costi inutili in quanto come si puo' pretendere di incassare 10 e spendere 15 all'infinito?


tomaso battoni 06.09.11 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi è chiaro. Significa forse che non posso prelevare più di 2500 euro, oppure girarli dal mio conto a un altro che ho su altra banca, o verso conti di familiari??? e che se decido di ritirare tutti i miei soldi per tenerli in casa - dove comincio a pensare che comunque stiano più al sicuro - devo farlo a rate?? Non è che questa manovra più che per la trasparenza serve solo alla banche per arginare la fuoriuscita di liquidità, dato che immagino molti si sentano più sicuri a tenerli sotto il materasso? l'altro giorno in banca cartello a lettere cubitali: sono disponibili nuove cassette di sicurezza di varie misure...ma bisogna essere scemi per toglierli dal conto e lasciarli comunque fisicamente nelle loro sgrinfie!

tina morales 06.09.11 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma quanto ci mettete a censurare il tizio di vivereapanama? Dobbiamo reggere ancora a lungo la sua pubblicità?

Obi Kenobi Commentatore certificato 06.09.11 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Pago un quarto del mio lavoro alla Mafia e nessuno parla , e voi .....

salvino roma (com) Commentatore certificato 06.09.11 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Con l'uscita di storie del genere oramai c'è poca distanza dalla follia alla realtà...

giovanni p., vicenza Commentatore certificato 06.09.11 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Basta farsi aprire 20 libretti al portatore e il gioco è fatto, Tremonti insegna.

Roberto Pingiotti 06.09.11 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non è la norma in sè ad essere sbagliata, ma la penalità in caso di non osservanza, infatti non mi risulta che gli uffici postali mandino a chiamare i titolari di libretti "al portatore", pertanto tanta povera gente (anziana o meno) sarà sanzionata solo x aver tenuto il vecchio libretto senza prelevare l'eccedenza.
Il nano pedofilo e il suo commercialista (3morti) invece continueranno a pagare cash i loro fornitori alla faccia delle norme che loro stessi emanano per NOI

Cesare F., bergamo Commentatore certificato 06.09.11 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Mai pensato di investire i soldi in cose furbe invece di seguire i consigli di questi politicanti ed economisti? Un esempio? Investire dove vanno i ricchi, lì i soldi aumenteranno sempre di più perchè hanno la mentalità della gestione dei soldi. Non sono mica tutti degli imbroglioni. Come diceva una persona, il potere logora chi non ce l'ha. Sveglia!!!

Sabina M 06.09.11 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Cifre così basse si possono portare tranquillamente a Panama e se non potete venire, teneteli sotto il materasso!!!

www.vivereapanama.com

leomar g. Commentatore certificato 06.09.11 17:48| 
 |
Rispondi al commento

A onor del vero le banche hanno l'obbligo di avvisare i loro clienti, sennò il cliente ha azione di regresso (può richiedere i soldi) sulla banca o l'istituto o ente su cui abbia depositato i soldi. Lo so perché ho dovuto togliere i soldi anche dal mio libretto al portatore. Se qualcuno dovesse avere problemi per questa nuova norma, quindi, non esitate, se non siete stati avvertiti: DENUNCIATE LA BANCA E FATEVI RIDARE I VOSTRI SOLDI.

Alexandro C. Commentatore certificato 06.09.11 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Addio ai pagamento in contanti o con titoli al portatore (compresi gli assegni trasferibili) per importi superiori a 2.500 Euro. Lo stabilisce la manovra di Ferragosto che inserisce questa disposizione tra le misure anti riciclaggio, attive dal 13 agosto u.s.

Prima del decreto, il limite di trasferimento di denaro contante e di titoli al portatore era fissato a 5mila euro, mentre non esisteva nessun limite per i trasferimenti di denaro che avvenivano per il tramite di banche o Poste. Con le nuove norme, invece, la cifra consentita si abbassa a 2499 euro.

Nessun cittadino, quindi, potrà effettuare pagamenti in contanti o depositare titoli al portatore superiori a quella soglia. Per quanto riguarda gli assegni (bancari, postali e circolari), diventa obbligatorio indicare nome e ragione sociale, più la clausola “non trasferibile”, su tutti i titoli di importo uguale o maggiore di 2500 euro.

Per quanto concerne invece i libretti di deposito, se si vuole mantenere la formula del libretto al portatore il loro saldo non potrà mai superare i 2499 euro. Se invece si vogliono detenere somme superiori a quella cifra il libretto di deposito deve diventare nominale. È importante ricordare che i titolari di libretti al portatore con saldi superiori alla nuova soglia fissata dal decreto hanno tempo fino al 30 settembre prossimo per chiudere i depositi, o per ridurli al di sotto del limite.

http://www.soldiblog.it/post/4019/addio-ai-libretti-al-portatore-e-agli-assegni-liberi-oltre-i-2500-euro

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.09.11 17:25| 
 |
Rispondi al commento

la soluzione non è cambiare paese ma "UCCIDERE" LA CLASSE POLITICA DIRIGENTE con le buone o con le cattive.

Se lo farà la magistratura bene altrimenti ci penserà il popolo.

buona fortuna 06.09.11 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Questa notizia dimostra che siamo alla frutta. Berlusconi dice che l'Italia è un "paese di merda", io dico che siamo nella merda per colpa di berlusconi e di tutta la classe politica che siede in parlamento. Le sanzioni sui libretti al portatore sono l'ennesima dimostrazione che siamo allo sbando, costretti a subire idee nefaste partorite da persone come tremonti, banchieri, speculatori e ladri di ogni genere. Chi ha più la voglia di restare in un paese come questo? Ogni volta che sento o leggo una di queste notizie, divento sempre più anarchico .
fabio felici

fabio felici felici (fabiofelici), san pietro di morubio Commentatore certificato 06.09.11 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Grande calma.

Si tratta di una norma correlata alla lotta al riciclaggio. Non è nemmeno una novità, visto che il decreto-legge di quest'anno ha semplicemente riabbassato la soglia a 2.500.
In precedenza, nel 2008, la soglia era stata impostata a 5.000 euro (con effetti anche su altri strumenti, come gli assegni, tanto per capirci). Poco dopo, sempre nel 2008, la soglia è stata rialzata a 12.500 euro. Ora torna a 2.500.

Dov'è il problema? Nel libretto "al portatore". Visto che con il semplice possesso del titolo si possono fare circolare somme senza tenere traccia dei vari passaggi di mano, le recenti strette sul riciclaggio di denaro ne hanno limitato il limite massimo, non l'utilizzabilità.

Una semplice soluzione, nel caso citato, è di avere un libretto nominativo (in cui l'intestazione è diretta ad una persona) e non al portatore. Visto che è per una figlia non vedo particolari problemi.

Alberto D. 06.09.11 16:55| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Limitare il più possibile gli scambi di denaro in contante o difficilmente tracciabili è un buon metodo per combattere l'evasione. Ben vengano misure come questa. Il problema non è la bambina che ha sul conto 2500 euro anzichè 2499, il problema sono le persone che scambiano quantità di denaro ben più ingenti attraverso libretti al portatore. Aver posto un limite (anche basso) è positivo.

Duilio Farina 06.09.11 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Paese di ignoranti!!!!
Ma l'ignoranza della legge è non scusabile!
E poi volete anche andare a votare!!!
La democrazia è demenziale e porta dementi al potere!
Che tristezza sapere che c'è gente che si rende conto solo oggi di cose che sono state previste da anni e applicate nel 2007 e modificate dal governicchio prodi e dall'attuale governicchio.

Vi meritate il portasfiga!!
Vi rappresenta degnamente!

P.B. 06.09.11 16:40| 
 |
Rispondi al commento

bello! un libretto di risparmio senza..... risparmio dentro. che CAZZATA.

vogliono combattere l'evasione con ste baggianate?

vogliono che la gente li spendano i soldi? oppure che li investano diversamente magari con dei BTP?

ivan m. Commentatore certificato 06.09.11 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ho capito cosa vogliono fare ????? me lo spiegate meglio ? GRAZIE ......

renata mantovani, padova Commentatore certificato 06.09.11 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Negli uffici dell'Anagrafe e presso tutti i consigli di zona si può firmare per il referendum sulla legge elettorale. perchè nessuno ne parla? tv radio internet nesusno dice niente su queste cose e su tutte le raccolte firme che ci sono in questo momento? vogliono lasciare il popolo nell'ignoranza!stamattina mio padre è andato a firmare ed è stato il primo e unico cittadino a depositare la propria firma e gli hanno fatto anche un sacco di storie!bisogna attivarsi organizzare delle postazioni nelle piazze per la raccolta firme!dobbiamo svegliare la gente per far si che cambi davvero qualcosa

Silvia M 06.09.11 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori