Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli alieni siamo noi


Terra.jpg
Come ogni anno arriva il giorno dell'Overshoot Day in cui abbiamo esaurito tutte le risorse rinnovabili del pianeta. Quest'anno cade il 27 settembre. Il nostro atteggiamento nei confronti dell'ambiente in cui viviamo, che consumiamo e deprediamo continuamente, è insensato e suicida. Sembriamo alieni venuti dallo spazio. Forse lo siamo.
"Oggi è l'Overshoot Day: l'umanità ha esaurito le risorse che la natura può fornire in un anno in maniera sostenibile. il Global Footprint Network (GFN) tiene conto del fabbisogno umano di natura (per esempio per fornire cibo, produrre materie prime e assorbire CO2) rispetto alla capacità della natura di rigenerare queste risorse e assorbire i rifiuti. I calcoli del GFN dimostrano che circa dopo 9 mesi il fabbisogno di risorse dell'umanità ha sorpassato il livello che il pianeta può fornire in modo sostenibile in un anno. "E' come spendere il salario annuale in 9 mesi e consumare i risparmi anno dopo anno. Abbastanza in fretta finirebbe il vostro capitale” ha detto Mathis Wackernagel. Nel1970, abbiamo superato la soglia critica. La richiesta di risorse alla natura ha cominciato da allora a superare ciò che poteva essere prodotto in modo rinnovabile. I calcoli preliminari del 2011 dimostrano che stiamo usando le risorse ad un tasso che richiederebbe tra 1,2 e 1,5 pianeti L'Earth Overshoot Day arriva mentre le Nazioni Unite prevedono che la popolazione umana raggiunga i 7 miliardi a fine ottobre e mentre, contrariamente, alla recessione, l'andamento delle risorse indica che la loro domanda è in crescita." Global Footprint Network
Calcola la tua impronta ecologica

27 Set 2011, 17:51 | Scrivi | Commenti (40) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Una riflessione su Overshoot Day e consumo critico.

Boicottate, gente, boicottate

http://laborsadegliattrezzi.blogspot.com/2011/09/earth-overshoot-day-boicottate-gente.html

precaria guerrilla 29.09.11 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Ho fatto il test dell'impronta ecologica ed è risultato che mi servirebbero 2 pianeti e mezzo per continuare a vivere come vivo. E questo anche se sono vegetariana, vivo da sola in un bilocale, le mie bollette di gas ed Enel sono al minimo, non vado mai in vacanza e quindi non volo mai, uso poco la macchina e spendo pochissimo per abiti ed elettrodomestici. Bisogna concludere che, per ridurre la mia impronta ecologica, non dovevo nascere.
Purtroppo l'argomento "sovrappopolazione" è il più grande tabù dei nostri tempi. Nessuno ne vuol sentir parlare, tutti negano il problema e se ne parli sei un "pessimista, disfattista, catastrofista" e ti senti rispondere che "se nessuno fa più figli ci estinguiamo e poi chi pagherà le pensioni?" Ah, Ah! Questa è la barzelletta del secolo! Nessuno pensa che prima che un bambino diventi produttivo devono passare almeno 20-25 anni (anche 30 per laurea e specializzazione). Prima è solo un costo, per la famiglia e per la società. Senza contare che in 25-30 anni di anziani ne muoiono parecchi.
E poi il discorso che servono più nascite per pagare le pensioni reggerebbe solo in un regime di piena occupazione. Allo stato attuale, è evidente che i posti di lavoro si vanno riducendo (macchine e computer si vanno a sostituire sempre più spesso all'uomo) e che un aumento delle nascite si tradurrà solo in un aumento della disoccupazione.
Ma io credo che sia questo che i potenti del mondo vogliono: una nuova umanità ridotta alla fame e alla miseria, disposta ad accettare condizioni di schiavitù e a rinunciare ad ogni diritto pur di mangiare. E a ridurre gli individui in eccesso ci penseranno guerre, epidemie e disastri ecologici e allora in tanti vorranno non essere mai nati.
Uno scenario a cui i difensori della "vita" non pensano mai.
Mi viene in mente un bel racconto di J.G. Ballard intitolato "Per piccina che tu sia" (Billenium). E' stato scritto nel '62 e appare oggi più profetico che mai.

Sara G., Ferrara Commentatore certificato 29.09.11 13:11| 
 |
Rispondi al commento

No, non siamo alieni, siamo senza cervello, e basta. Non solo dovremmo vivere, da esseri intelligenti, in modo ecosostenibile ma dovremmo anche fare una raccolta di fondi per mandare preservativi, pillole anticoncezionali nel mondo intero. I missionari dovrebbero convincere i popoli a non mettere al mondo figli come conigli. Il vaticano, è la nostra peste bubbonica. Intanto cominciamo a vivere in modo che la decrescita felice sia realtà quotidiana e poi pensare che la stupidità non paga mai.

maria barberio 28.09.11 21:54| 
 |
Rispondi al commento

cosa credete che sia questa simulazione di crisi, vi hanno bombardato( no ),e'sucesso un grave disastro idrogeologico (no)siamo senza industrie(no)non si riesce a STAMPARE PIU' LA MONETA(NO)CI HANNO IVASO I MARZIANI(NO) SIAMO A CORTO DELLE RISERVE NATURALI CHE IL PIANETA RIESCE A RIFORNIRCI? ( )

gagliardo giuseppe 28.09.11 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Mobilità sostenibile, progettazione della diffusione sul territorio degli insediamenti. Ma perché cazzo si vanno a fare le villette in luoghi sperduti con i servizi essenziali a 10-15 km da casa??? Nelle periferie delle città e nei paesi dell'interland delle grandi città è un proliferare di villette e capannoni in cui lavorano al massimo 3 operai se non sono chiusi per fallimento. Io non dico di vivere tutti in città, ma almeno evitare di costruire nuove abitazioni in luoghi che non sono ben collegati con i mezzi di trasporto.
Ecco un valido motivo

http://it.wikipedia.org/wiki/Picco_di_Hubbert

Nel 1956 aveva già capito tutto, in 60 anni non siamo stati in grado di trovare una maniera alternativa di spostamento che non fosse l'auto e il motore a combustione. Ora ci propinano dei veicoli ad energia elettrica che per funzionare hanno bisogno dell'energia delle centrali nucleari e a carbone, ma non si è trovato nulla di meglio????

Sandro B. Commentatore certificato 28.09.11 18:05| 
 |
Rispondi al commento

ho fatto l'impronta ecologica e ho visto che ci vogliono 5,2 pianeti l'anno per mantenere il mio modo di vivere, poi ho cercato di fare un impronta ecologica riducendo al massimo i consumi e non sono andato sotto l'1,2 pianeti. Da questo (se il calcolo è esatto) ne ho dedotto che l'unico modo per l'uomo di riuscire a vivere sulla terra lasciandola generare, è ridurre il numero dei suoi abitanti,(nella nave terra siamo troppi e risciamo di affondare) questo si può fare solo il due modi: 1) con la limitazione delle nascite attraverso i mezzi contraccettivi e l'educazione sessuale 2) attraverso le guerre.
Chi decide le sorti del mondo credo che è conoscenza della insostenibilità del futuro, è ha deciso di intraprendere la seconda via iniziando a creare le condizioni con la crisi economica mondiale ?
ps.L'italia è uno dei primi bersagli per l'alto numero di abitanti per densità.

vincenzo v. Commentatore certificato 28.09.11 16:53| 
 |
Rispondi al commento

che ci vuole a riutilizzare in casa -prima ancora di differenziare!!!- barattoli di vetro (invece di comprarne nuovi all'ikea) scatole di scarpe come contenitori(invece di comprarne nuovi all'ikea) plastiche di imballaggio come sacchetti, carta dal lato non usato -blocchi di vecchie fotocopie- contenitori di detersivi come taniche multiuso, e così via??? RIUTILIZZARE VIENE PRIMA DI DIFFERENZIARE E MOLTO PRIMA DI GETTARE A DISCARICA!!! ma il consumismo vi ha roso il cervello.....

marina scisciot 28.09.11 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Non c’è nulla di più inquinante e distruttivo del denaro e della cupidigia dell’uomo nel tentare di accumularne sempre di più.
Sinché i ricchi non comprenderanno o smetteranno di essere indifferenti di fronte alla sofferenza altrui e a quella del pianeta, la situazione non può che peggiorare.
In nome del denaro il pianeta viene sistematicamente inquinato e le sue risorse consumate ad un ritmo insostenibile, tonnellate e tonnellate di prodotti e cibo diventano pattumiera ogni giorno.
Il pianeta non è più in grado di sostenere il sistema capitalista cannibale che oggi sta fagocitando ogni cosa, la natura è abituata a compensare gli squilibri con violente correzioni e se i fautori di questi squilibri non si renderanno rapidamente conto, che la salvezza, non solo degli altri ma anche la loro dipende da un profondo cambiamento ideologico, non ci sarà salvezza.
Una via esiste, ma prevede profondi cambiamenti, le società per come le conosciamo, che si basano esclusivamente su interessi economici non potranno più esistere, nuove forme sociali in simbiosi con la natura e più a misura d’uomo dovranno sorgere.
I ricchi dovranno meno ricchi e i poveri non dovranno più esistere, le forme societarie che hanno come unico obiettivo un business senza scrupoli non potranno più essere tollerate.
La ricchezza dovrà essere ridistribuita, la cultura e le informazioni condivise anche con i paesi cosiddetti del terzo Mondo in cui il fattore di crescita anagrafica è smisurato.
Le innovazioni tecnologiche non dovranno essere veicolate con fini di lucro, ma libere di migliorare nel rispetto dell’ambiente la vita umana.
Chiudo con una frase di Nikola Tesla che rispecchia in pieno questa ideologia:
“La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell’umanità”

Alvin Gabriel Tolomeo Commentatore certificato 28.09.11 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il problema e che non e le risorse del pianeta non sono abbastanza per le ...6miliardi di persone
o 7 miliardi o forse 10 miliardi


QUESTA E UN BALLA MACROSCOPICA
INVIARE I PRESERVATIVI NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO PER RIDURRE LA NATALITA E UN AFFARE CRIMINALE
non e vero .
e una INFAMIA CHE I PAESI RICCHI UTILIZZANO PER NAASCONDERE IL VERO MARCIUME
ABBIAMO PAESI CHE PRODUCONO 7 VOLTE IL LORO FABBISOGNO ALIMENTARE COME GLI STATI UNITI
300MILIONI PER 7 FATE IL CONTO....
E ABBIAMO LA FAME NEL MONDO ANCORA....
E GLI STATI UNITI NON SONO GLI UNICI
abbiamo l arabia saudita che consuma di piu di tuttiNEL MONDO energia elettrica e non ne produce
neppure un watt
abbiamo gli usa (tanto per cambiare )
che utilizza il 60% delle risorse mondiali da solo

NON SI TRATTA DI NON CI SONO LE RISORSE
MA DI TANTI PICCOLI FURBETTI
ABBIAMO UNA PARTE PICCOLA DI ...MORTI DI INDIGESTIONE MENTRE L ALTRA PARTE
MUORE DI FAME

QUESTO E IL VERO PROBLEMA
LA DIVISIONE DELLE RISORSE
ALTRO CHE PENSARE ALLE DIETE PER I GRASSI
MENTRE NEL RESTO DEL MONDO LA DIETA E RIUSCIRE A FARE ALMENO UN PASTO COMPLETO

stefano b., rovato Commentatore certificato 28.09.11 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi scrivo solo per segnalare il mio caso, l'ennesimo credo, di sfruttamento nella gdo, sono stato, ahime', capo settore in addestramento per Lidl e Vi ho inviato via mail un riepilogo abbastanza esaustivo di quanto mie' accaduto.
Vogliate analizzare cortesemente il tutto.
Saluti
Andrea Marchesi

Andrea Marchesi76, Ferno Commentatore certificato 28.09.11 13:19| 
 |
Rispondi al commento

l'idea dell'eliminazione del denaro, 1) 1 uomo non puo autoprodursi tutte le risorse dicui ha bisogno xke serve tempo e manodopera. 2) la produzione di un prodotto non ha la stessa spesa di energia ke si ha x un altro prodotto ( es: x 10kg di grano uso l'energia di 1 piatto di pasta, e per 10kg di mais ne uno 2 piatti di pasta dello stesso tipo). inoltre: un uomo ke fatica piu di un altro e ke deve scambiare la merce, visto ke ognuno produce una cosa diversa dall'altra, vuole essere ripagato almeno x quanto spende. inoltre bisogna considerare i tempi di lavoro. se sono troppo eccessivi l'uomo non dedica tempo x vivere, ma solo x sopravvivere, e a questo punto diventa insensata l'esistenza dell'uomo, ke in teoria, dovrebbe essere fatta x raggiungere la felicità e una consapevolezza maggiore di se e del resto. ECCO IL MIO METODO: la merce acquista un valore monetario in base all'energia spesa dall'uomo nella relizzazione di tale prodotto piu un interesse in % ke diventa guadagno. il valore monetario serve all'uomo x vivere e la creazione della monet stessa rikiede energia di altri uomini. cio comporta ke finke l'uomo spende energia niente sara gratis o in quantita minima tale da soddisfare il fabbisogno umano. SOLUZIONE: 1) fonti di energie ''rinnovabili'' il cui rapporto spesa\produzione si inferiore ad 1 e prossimo allo 0 ( zero) 2) robot programmati a svolgere qualsiasi compito o mansione, utilizzando l'energia prodotta con rapporto S\P=0 circa. 3)sostituzione della forza lavoro umana con quella robotica. 4) abolizione dei monopoli e delle regole economiche capitaliste. CONSEGUENZE: costo prodotti= 0 produzione prodotti= superiore al fabbisogno annuale visto ke un robot ha come conseguenza tale formula spesa\produzione= 0 circa. vuoi un mela? passa dal fruttivendolo e prendila, gratis. poi delle politiche di gestione e organizzazione consentirebbero una sostenibile divisione dei prodotti ai cittadini. tutto cio è fattibile in ogni campo: agr, indus,trasp,vendite

vito gioia 28.09.11 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una soluzione al problema sarebbe l'eliminaione del denaro, si lavora e si produce solo cio' che serve e si prende solo ciò che serve, niente denari, ti voglio vedere se qualcuno lavora di più per fare un panfilo a tizio o una ferrari a sempronio!
Così tutti dovremo lavorare e non ci sarebbe il problema della disoccupazione, e il tempo libero è dedicato all'arte e alla cultura, agli amici e ai figli, alle passeggiate in natura e tutte queste belle cose di cui ora ci stiamo privando o che ci tocca fare finanziamenti per averle.
che ne dite!!

calla 28.09.11 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INQUINATORI - INQUINANTI - ovvero CRESCETE ma SOTTRAETEVI !!!!

al tempo del terzo reich la mentalità della "razza eletta" (presunta) inchiodava le menti
dei creduloni (germanici) sul concetto di - conquista/sottomettere/comandare - sul resto
del pianeta! Non molto diversa da quella dei catto-conquistadores che convertivano a
suon di stermini i popoli delle civiltà pre-colombiane!

Con l'avvento dell'iper-capitalismo, dalla caduta del muro in poi, il concetto si è trasformato
in una specie di nazi-ecologìa , ossia : magno, consumo, deturpo ...io, perchè voi nun siete
un cazzo ! Quindi senza usare la violenza delle armi ma usando quella del capitale l'iper-capitalista distrugge fagocinando l'intero pianeta!

ma

il problema dell'espansione di tecnologìa di massa - web - mette in risalto un altro aspetto
di questa azione negativa : " inculcare i SENSI DI COLPA anche in individui del tutto estranei
nell'imparziale spartizione delle risorse terrestri , da spingerli in alcuni casi persino ad atti violenti contro se stessi, se POVERI di spirito di rivalsa ! (suicidi singoli o in compagnia)

Così abbiamo che mentre l'africano lotta per la vita , il coglione occidentale mediobenestante
prova rimorso e senza fare un cazzo per il soggetto ...arriva anche ad ammazzarsi !
Magari tale "coscienza sporca" potrebbe scaturire da un test in cui persino io, sotto la soglia
minima della vita normale (visto che lavoro saltuariamente) risulto come un "potente" predatore tanto da consumare DUE PIANETI INTERI!!!!

LENIN no friend max, Roma Commentatore certificato 28.09.11 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Il Mediterraneo sta morendo
“Bisogna fermare la pesca”
“Nessuno dovrebbe pescare per 20 anni” dice Paul Watson, leader degli “eco-pirati”. Ma “manca la volontà politica dei 23 Paesi che si affacciano sul Mediterraneo”.City.it
Politici marciani!

gennaro fu 28.09.11 06:46| 
 |
Rispondi al commento

2/di/2

NEGLI ULTIMI 60 ANNI ABBIAMO CONSUMATO L’EQUIVALENTE DEI PRECEDENTI 200.000 ANNI!
E SIAMO IN ACCELERAZIONE, VISTO CHE PAESI COME LA CINA, IL BRASILE E L’INDIA SONO IN CRESCITA
2 MILIARDI E MEZZO DI PERSONE CHE VOGLIONO IL NOSTRO STESSO SVILUPPO!
CI SERVONO ALMENO 5 PIANETI COME IL NOSTRO!
OGNI GIORNO:40 MILA ETTARI DI DISBOSCAMENTO!
OGNI GIORNO:30 MILA ETTARI DI DESERTO IN PIU’!
OGNI GIORNO CONSUMIAMO:85 MILIONI DI BARILI DI PETROLIO con una crescita del 2,3%
OGNI GIORNO: SCARICHIAMO IN ATMOSFERA 100 MILIONI DI TONNELLATE DI CO2
OGNI GIORNO: 150 SPECIE ANIMALI SI ESTINGUONO
OGNI GIORNO SIAMO 250 MILA ESSERI UMANI IN PIU
QUESTO MODELLO DI SVILUPPO PRODUCE:
OGNI GIORNO:10 MILIARDI DI TONNELLATE DI RIFIUTI!
Ma il rifiuto è la cartina di tornasole del sistema, è la prova provata dell’errore di progettazione che sta alla base di questa concezione di sviluppo illimitato ed esponenziale.
Il problema della gestione dei rifiuti nemmeno esiterebbe in un modello ecologico di tipo circolare.
Ma quanto ci costa in termini economici, ambientali e sanitari tutto questo?
Quanto ci costa in termini culturali?
P.S.
IL COMUNISMO…è LA VERA RISOLUZIONE DELL’ANTAGONISMO TRA LA NATURA E L’UOMO.
K.MARX- Manoscritti economico-filosofici 1844
*
http://www.deriveapprodi.org/2009/09/il-capitalismo-e-la-crisi/

Vento...Rosso 28.09.11 01:23| 
 |
Rispondi al commento

1/di/2

Quella che ci presentano oggi come una crisi economica è una crisi di sistema, la crisi di un modello, quello del capitalismo d’assalto, del capitalismo bulimico, divoratore di Ambiente, di Territorio, di Partecipazione e di Democrazia.
Ecco perché la crisi attuale è soprattutto crisi ambientale e crisi democratica.
L’economia convenzionale,ha l’esigenza di mantenere inalterati i consumi: la produzione ed i consumi devono crescere, a tutti i costi!
Anche a fronte del fatto che i redditi calino e la disoccupazione aumenti.
L’obbiettivo utopico è: abbassare i salari e aumentare i consumi. Non a torto il nostro premier si rivolge ai cittadini italiani chiamandoli testualmente “consumatori” invitando i telegiornali a non spaventarli inutilmente con dichiarazioni economiche catastrofiche. Si incentiva così l’indebitamento con il miraggio che i consumi portino la ripresa economica, si incoraggia la cementificazione del territorio e l’abusivismo edilizio, quando oramai il nostro territorio è saturo, al collasso (dal 1950 ad oggi, un’area grande quanto tutto il nord Italia è stata seppellita sotto il cemento)
Ma il Modello attuale, del capitalismo vampiro ha fallito, è un modello irrazionale di tipo lineare che tende a consumare le risorse in maniera bulimica come se queste fossero inesauribili, e non lo sono; grava sull’ecosistema in maniera oramai insostenibile ad una crescita esponenziale generando un impronta ecologica cinque volte superiore alla capacità della terra di rigenerare la risorse consumate.
(continua)

Vento...Rosso 28.09.11 01:21| 
 |
Rispondi al commento

Domenico G. Dopo che tu hai visto il video, io ho letto il tuo post e vorrei vedere morto anche te :-)

Aldo 28.09.11 00:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stocazzo gli alieni siamo Noi.
Diamo la colpa a chi ce l'ha davvero e sono pochi, perchè mi sto rompendo i maroni ad avere colpa su tutto.

opo cane Commentatore certificato 28.09.11 00:42| 
 |
Rispondi al commento

in questi giorni ho visto alcuni video made in cina, sono rimasto shoccato da quello che ho visto.
sono rimasto senza parole dalla crudeltà e dalla malvagità dei cinesi nei confronti di:cani,gatti,procioni,volpi bianche(animale protetto quasi estinto),furetti.ecc. questi animali vengono uccisi per far belle le modelle sulle passerelle di stilisti di fama.. questi animali vengono squogliati vivi,messi in pentole di acqua bollente ancora vivi per essere mangiati,vengono sbattuti atterra con la testa per stordirli per togliere loro la pelle.. e orribile e bestiale! anche noi uccidiamo animali per mangiarli come:mucche,tori,cavalli,agnelli,vitelli,maiali,galline,conigli.. ma ci assicuriamo che questi siano morti prima che siano lavorati dentro un macello! (credo) la differenza tra i cinesi e noi sta in questo.. mentre loro prendono un procione lo sbattono a terra lo stordiscono e gli levano la pelle mentre lui si riprende e resta in vita soffrendo in modo allucinante senza più la propria pelliccia, noi prendiamo le mucche le spariamo un chiudo con una pistola ad aria compressa dietro la testa cosa che uccide l'animale in pochi secondi senza che esso soffra.. dico questo perché credo che se ci sia un modo per ridurre lo spreco di risorse quello e lo sterminio della razza cinese dalla faccia della terra! non sono razzista,ma dopo quello che ho visto permettetemi di odiare i cinesi! GRAZIE!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 28.09.11 00:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attenzione a credere a queste cose a prescindere.
Siamo 7 miliardi,il pianeta e' super popolato...ma siamo sicuri?Intanto chi conta coloro che nascono ogni secondo sul pianeta e come fa?Si presuppone che ogni secondo nascano e muoiano tot persone,ma mica e' detto sia così.Non si tiene conto delle tragedie che negli ultimi 15 anni hanno massacrato persone a centinaia di milioni (dalle carestie,agli embarghi,alle guerre "umanitarie" ecc ecc).Tragedie che coinvolgono i più deboli,molto spesso bambini,che purtroppo morendo non daranno vita a nessuna generazione futura.E allora come mai ci dicono che aumentiamo in maniera molto piu' alta che in tempi passati?Immettere paura genera controllo.A parte che la maggior parte del pianeta e' spopolata,semmai si concentra la popolazione per le cause piu' disparate(a proposito,dimenticate Mercatore e andate a vedere la vera mappa della Terra).Dire che le risorse sono scarse,siamo sempre di piu',giustifichera' la paura a sostegno delle politiche piu' abbiette.
Ti dico che l'acqua e' poca e cosi' te la faccio pagare a peso d'oro,anche se non e' vero che e' scarsa.Questi dati sono cose buttate lì,nessuno li controlla e tutti ci credono.La religione del terzo millenio.

Alessandro Gabrielli, Velletri Commentatore certificato 27.09.11 23:47| 
 |
Rispondi al commento

E' una cosa nota da anni, una cosa PREVEDIBILE da anni...solo che chi gestisce il pianeta AL POSTO NOSTRO pensa solo guardando a se stesso e alla sua prerogativa di vita.
Chi e' ricco e potente sa' che alla fine saremo noi a subire, sino ad un certo punto dopo il quale saranno CAVOLI ALTRUI perche' loro saranno comunque gia' sotto terra.
Abbiamo dato il nostro pianeta ad una manica di CAVALLETTE con una fame senza fine.
LORO distruggono tutto e guadagnano miliardi, sperperati in vaccate cosmiche di ogni tipo e sorta, NOI sopravviviamo e moriamo miseramente anzitempo, grazie a tutto l'inquinamento creato dal nostro vivere senza discernimento.
Il pianeta puo' dare X, se consumi di piu' o sei un pazzoide o solo un fottuto egoista che sa' bene che il problema ricadra' sulle generazioni fture.
Siamo artefici del nostro destino e del nostro futuro...se insistiamo a lasciare il pianeta in mano a pochi e bastardi, non avremo un futuro molto presto.

Enrico Bosco, Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.09.11 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perche non istituire il reato di crimine contro la collettività e premiare Albertini e Moratti come "magnifici criminali della cominità'"? Entrambi hanno dato la possibilità di costruire in ogni piccolo spazio verde di milano. Anche il Presidente Formicoglioni ha riempito il centro di milano di palazzi anzichè lasciare lo spazio verde che c'era. La trieade andrebbe imputata per direttissima per crimini contro la collettività .

prusciano 27.09.11 21:45| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma nessuno di voi si è accorto che quest'anno l' Overshoot Day è avvenuto oltre un mese dopo quello dello scorso anno????
effetti benefici della crisi????

asino mulo bardotto Commentatore certificato 27.09.11 21:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Piero, mi sa che hai ragione, ma sono poche le persone che danno reale attenzione a queste tematiche

Mattia Castelfranco 27.09.11 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe usare il preservativo per 2 generazioni.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.09.11 19:55| 
 |
Rispondi al commento

La soluzione a questa situazione non e' un problema per la natura, e' un problema per noi 'umani'; continuamdo cosi' a breve (considerato che la crescita di domanda di risorse e' piu' o meno proporzionale alla crescita demografica) si avra' una infausta guerra mondiale ove la popolazione mondiale sara' drasticamente ridotta da fame, malattie e violenza.
Purtroppo non siamo troppo differenti dai Lemmings per quanto riguarda la lungimiranza.

Giovanni P., Senigallia Commentatore certificato 27.09.11 19:54| 
 |
Rispondi al commento

bhe una soluzione ci sarebbe: ESTINZIONE del genere umano

ivan m. Commentatore certificato 27.09.11 19:31| 
 |
Rispondi al commento

e ci sono 1500 milioni di malnutriti

è ora che l'occidente faccia la sua parte, cioè condividere


CIAO BEPPE,
ABBIAMO ESAURITO IL PAINETA,SIAMO TUTTI DEI MOSTRI,DIFENDIAMOCI
ALVISE
P.S:I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alviseafossa 27.09.11 17:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori