Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il telecomando di Aldo Grasso


Aldo_Grasso.jpg
Aldo Grasso fa di mestiere il critico televisivo. Non gli sfugge nulla. E' l'occhio di falco del palinsesto. E' uno che non fa sconti a nessuno, neppure ai valsusini che cercano di difendere la loro valle definiti da lui oggi sul Corriere "geneticamente arrabbiati" dopo che era stato dedicato un piccolo spazio ai No Tav nel programma Piazzapulita di Formigli. Il Grasso si è superato con una pagina intera dal titolo "Se il telecomando fa tacere le voci sgradite" nella quale elenca 10 personaggi televisivi da oscurare. Tra Capezzone, Gasparri e Ghedini ci sono anch'io che manco dal piccolo schermo dai tempi di Craxi se non per qualche apparizione in registrata da Santoro. Secondo voi Grasso ci è o ci fa? Chiedeteglielo personalmente nel suo forum.

17 Set 2011, 14:12 | Scrivi | Commenti (61) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

non condivido assolutamente il giudizio qualunquista delle masse forumine sulla figura del critico.il critico non dovrebbe essere un artista et similia fallito, ma uno che ha studiato per esserlo.senza la coscienza critica (e chi usa internet lo sa bene) una sorta di giganteggiante e informe pubblico dovrebbe sorbirsi tutto ciò che gli capita sotto occhi/mani senza possibilità di esprimere giudizi. purtroppo, e questo è pesantemente vero,la maggior parte di coloro che fanno i critici per mestiere non sono altro che opinionisti senza alcuna formazione, o magari formati in ambiti antitetici a quelli che si pretende di indagare.il bello è che vengono pure pagati per farlo, quando nell'immensa cloaca internettiana è più facile trovare un ragazzetto di 20 anni che giudica con più criterio e lucidità di loro.Aldo Grasso da che parte sta?qual'è la sua formazione? io lo trovo molto divertente nel suo stroncare tutto e tutti, spesso arguto, ma mi sorge il dubbio che non sappia sempre bene di cosa parla. sinceramente nel leggerlo ho trovato molto offensiva e anche un po' ignorante la sua definizione di "valsusini geneticamente arrabbiati", mentre condivido in parte il suo giudizio "estetico" sul Grillo televisivo(ormai la televisione non è più solo quella che vediamo "in chiaro"). tuttavia, lo stilare una lista di indesiderati è azione tipica da bloggerino 15enne più che da blasonato giornalista nel suo spazio web non proprio personale

chiara fuffa 26.09.11 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Stai a vedere che Grasso non può esprimere simpatie e antipatie...cos'è Grillo non sai accettare neanche una critica (che peraltro colpisce nel segno)? Se non ti interessa l'opinione di Grasso potresti semplicemente ignorarla, invece di aizzare gli utenti del blog affinché scrivano sul suo forum (e conoscendo i tuoi polli, sai bene che molti insulteranno e basta). Sei infantile...

Lino Banfi 20.09.11 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei citare una eloquente frase di Woody Allen: "Chi sa fare fa, chi non sa fare insegna; chi non sa insegnare, insegna ginnastica; chi non sa insegnare ginnastica fa il critico."
Chiedo scusa agli insegnanti... Soltanto a loro.

Duilio Chiarle 19.09.11 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Gente, la smettete di nascondervi dietro nomi di fantasia per scrivere insulti di nascosto? Cercate di essere costruttivi: meno insulti piu' accuse mirate, prese di posizione.
Senno' non se ne esce.
Come fate voi fa la mafia, la politica e il malfattore medio.
Non funziona lanciando l'insulto ad dietro il muro, occorre uscire e guardare in faccia l'avversario.
Alessandro Ginesi

alessandro ginesi, Genova Commentatore certificato 19.09.11 08:32| 
 |
Rispondi al commento

...siete tornati in tv dopo le vacanze??? ...mentre ci massacravano di tasse e sacrifici , manovre ,eravate tutti con le palle al sole a spendere i meritati milioni di euri che vi intascate facendo spot informativi tra una pubblicità di assorbenti e carta igenica 3veli ???
siete voi quelli che tengono d'occhio i politici mentre trescano e fottono il popolo, ad eccezione di giugno luglio agosto (dove guardacaso gli uccelli paduli volano come rondini a primavera!!!)....BEH ADESSO IN VACANZA CI VADO IO!!!...STACCO LA TV CHE NON SERVE A UN CAZZO E LA RIACCENDO LA PROSSIMA ESTATE, QUANDO VI SARETE LAVATI DAI COGLIONI!!!!!...SIETE COME LE PREVISIONI METEO DI IERI.....MANDATEVENETUTTIASTRAFAREINCULO!!!!!!!!!

tina ghigliot 19.09.11 07:11| 
 |
Rispondi al commento

secondo me più che esserlo, Aldo Grasso ci fa. non tutti, ma alcuni critici hanno fatto questo lavoro per necessità, per scaricare le loro frustrazioni. taluni critici ( Aldo Grasso è fra questi ) avrebbero tanto desiderato essere dei grandi scrittori, o degli eccellenti musicisti e/o cantautori o dei bravissimi pittori o sublimi poeti. però, non sono riusciti ad essere nulla di queste cose perchè non dotati a sufficienza, o per nulla, di un talento in un'arte specifica. facendo i critici, hanno la ( magra ) consolazione di potere denigrare gli artisti e le loro opere, nella speranza di sminuirli ( ma non gli riesce mai il giochino ). Grasso invidia tantissimo Grillo perchè è forse il più grande comico italiano, e in più Beppe ha un blog che è nella top ten dei siti più visitati al mondo giornalmente e mensilmente, e i pezzi di Grillo vengono letti da milioni di persone. tutte cose che mancano da morire a Grasso( ti brucia, Aldo, che Grillo lo seguano milioni di persone, eh? )e in più non mi stupisco che a Grasso venga l'orticaria quando sente e vede parlare Grillo: Beppe è una persona molto libera, che da tanti anni si batte per difendere le persone, il Pianeta e gli animali; Grasso queste cose le sa molto bene, lui sa che avrebbe potuto non dico essere come Grillo ma AVREBBE POTUTO NEL SUO PICCOLO FARE QUALCOSA PER CAMBIARE IL SISTEMA, invece ha preferito da anni prostrarsi di fronte al potere politico ed economico! Grasso vede Grillo e soffre, perchè in Beppe, Grasso vede la propria coscienza, che lui ha scelto di sopprimere per potere diventare un " critico di grido ". in fondo Grasso mi fa pena.


Ma perchè Capezzone, Gasparri e Ghedini sono stati oscurati? Escluso Capezzone che non si vede più da quando ricevette un bel pugno in faccia, ben assestato, gli altri continuano a farsi vedere nonostante la loro bella faccia di bronzo, per non dire parolacce!

A. G. 18.09.11 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Ha detto bene in un suo post! Dopo le vacanze estive ricomincia tutto come prima e peggio di prima!

Aldo Grasso! Non ti leggo! Non leggo le tue stronzate!

Mi devi pagare per leggerti! Ma non so se troverò il tempo di farlo!

Levati dalle balle! 18.09.11 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo e' tempo perso: Grasso nel suo blog da spazio solo ai commenti ed ai personaggi di suo gradimento, difficile che pubblichi una nota che non rispecchi il suo pensiero, con la scusa che non sono post pertinenti o volti solo a far polemica.

Paolo Carlesi 18.09.11 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ..aldo grasso ha nei messaggi inviati ..una moderazione..nel senso che cancellano i messaggi inviati che non piacciono e non sono per forza volgari!! Penso alla Polverini in cui ho scritto cose che non condividevo e mai pubblicate !!!
questi sono diventati siti di sola propaganda ... è una vergogna !!!!!!!!!!

pierluigi barbieri 18.09.11 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Grasso ... ma vai alla bagina !!!

Pippo 18.09.11 14:00| 
 |
Rispondi al commento

L'TALIA E' BAGNATA DA TRE MARI E PROSCIUGATA DA TREMONTI...

Sonia Badon 18.09.11 13:35| 
 |
Rispondi al commento

C'ho provato a postare nel forum del Lardo, ma appena ci sono entrato dalla mia tastiera è uscita una folgorante puzza di merda...

Sigismondo Rey 18.09.11 13:17| 
 |
Rispondi al commento

La televisione mi suona vuoto insignificante senza nessun valore dove devo guerdare non posso intervenire ne cambiare passivo resto in silenzio a fare il guardone che roba strana sta televisione non la guardo da anni da rintintin a zorro e poi la domenica non stop roba vecchia passata la tv è morta e seppellita .

salvino roma (com) Commentatore certificato 18.09.11 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, in fondo cos'ha detto? A parte te non credi anche tu che molte delle persone citate siano veramente antipatiche? E' vero che la cosa è pur sempre soggettiva e che solitamente l'antipatia è reciproca, ma certi personaggi citati vorrei veramente non vedermeli più comparire sul teleschermo. Per contro a me risultano antipatici tutti i critici in generale. Quelli televisivi per non parlare poi dei critici d'arte. Certi imbecilli imbastiti di pseudo cultura da fare rabbrividire. Ma che ti critichi? Dai la tua opinione e, seppur dall'alto della tua autorevolezza, vedrò se tenerne conto o meno. Annovero l'articolo di Aldo Grasso fra lo stucchevole "gossip" che va molto di moda al fine distrarre le masse dai reali problemi, visto e considerato che si parla "solo" di antipatici. Personalmente avrei preferito che si levasse un coro di critiche da parte dei vari "addetti ai lavori" della tv per l'epurazione di Serena Dandini che segue molte altre epurazioni di personaggi sgraditi al nostro re. A proposito di re. E' vergognoso vivere in un paese dove un capo del governo che non rappresenta più nessuno se non se stesso e le sue vacche (a 2 gambe), che ci sputtana in tutto il mondo con i suoi spavaldi atteggiamenti da bambino viziato possa continuare indisturbato a fare ciò che meglio ha saputo fare: portare il paese alla rovina nonostante tutte le nostre eccellenze presenti sul territorio italiano. Seguo da vicino il tuo movimento perché credo che sia l'unica alternativa alla partitocrazia e spero fermamente che un giorno tutti possano pagare le tasse non perché sono obbligati a farlo ma perché si sentono orgogliosi di appartenere ad una nazione in cui la parola giustizia ha ritrovato un alto valore morale. Per ora viviamo nell'assoluto oscurantismo.
Con affetto. Fabio

Fabio Scuglio 18.09.11 12:24| 
 |
Rispondi al commento

siiiiiiiiiii vero!!!! senza santoro e pure dandini!!!! non c'e piu' nulla.

franca b., modena Commentatore certificato 18.09.11 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, perché dare tutta questa importanza ad un personaggio come Grasso? Lascialo dire tutto quello che vuole, tanto lo ascolteranno in pochi, anzi, pochissimi. E poi se lui stesso parla di oscurare persone inutili, lui sarà il primo ad essere oscurato e soprattutto ignorato.

Raffaele Savastano 18.09.11 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao sono Lardo Grasso, ho dimenticato di mettere nella lista del telecomando che fa sparire le voci sgradite, me stesso. Ebbene si, essendo uno che ci fa ma ci è anche ed effettivamente, ogni tanto o quasi sempre non so quel che dico e se lo dico non so perchè l'ho detto. Poi ci penso e mi dico se sono davvero io o se faccio davvero io. In pratica ci sono o ci faccio? Vi lascio con questo dubbio amletico e vi ricordo che oltre il telecomando c'è anche You Tube, se non mi cliccate entrerò a far parte di quella lista: Il maus di Lardo Grasso. Comunque, Beppe Grillo non esce in televisione da una vita, è stato cacciato da tutte le televisioni...allora ci faccio e ci sono....oppure non è così, lo chiedo diretta-mente a te, Lardo Grasso?
f.to
Lardo Grasso

Francesco Stanchi 18.09.11 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Grasso è come mia nonna: passa le sue giornate a rincoglionirsi davanti alla TV.

Gianfranco R. 18.09.11 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Grillo nella sua lista nera? E perchè? Perchè è contro questo sistema corrotto grazie al quale lei sguazza? Fuori,sì,ma tutti voi.Il M 5 S provvederà a questo

mariuccia rollo 18.09.11 10:51| 
 |
Rispondi al commento

bisogna spegnere i televisori e non comprare piu' i giornali. Subito. Altrimenti teniamo in vita un sistema morto da tempo.C'e' la rete, basta faeci l'abitudine, siamo stati abituati cosi' per troppo tempo. Facciamolo per i nostri figli!

mirco toniolo 18.09.11 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Critico televisivo....Tuttologo....Opinionista....
Un tempo esistevano i GIORNALISTI, quelli veri, quelli che hanno anche perso la vita nella loro attività di informazione reale e di denuncia. Quelli che hanno sbattuto la porta in faccia all'editore/padrone rifiutando di sottostare alla schiavizzazione dell'informazione e alla mignottocrazia della attuale vita politica. Nell' elenco manca un nome: Aldo Grasso, Docente universitario di Storia della televisione non ha mai spiegato in tanti anni di attività come l'informazione libera si sia estinta. Servo di corte.

Redazione 18.09.11 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei che non fosse vero, ma la realtà è peggiore di quella descritta. E allora che fare? Cedere la sovranità popolare ormai tradita e affidarsi a un protettorato europeo, come arriverà a fare la Grecia?

nino mas 18.09.11 10:10| 
 |
Rispondi al commento

A parte il fatto che Grillo già da molto tempo è stato fatto fuori dai palinsesti televisivi, ma dico io, se Grillo andrebbe oscurato, agli altri come minimo dovrebbero tagliare le corde vocali.....

manuelo salis 18.09.11 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Che ci sia ancora qualcosa da criticare del prodotto televisivo italiano è ancora tutto da dimostrare, comunque la categoria dei pennivendoli è presente e abbonda in tutte le testate anche in quelle "blasonate".
Rodingo Usberti

rodingo usberti 18.09.11 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Tolto Grillo (perchè gli riconosco il diritto di parola) gli altri personaggi sono assolutamente condivisibili.

Pietro G., La Spezia Commentatore certificato 18.09.11 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la lista degli antipatici sia stata fatta solo per poterci inserire Grillo...Che peccato...non era male! Io faccio così: Tolgo Grillo (stona il suo accostamento al resto della compagnia) e ci metto Aldo Grasso...

giulia genito 18.09.11 01:40| 
 |
Rispondi al commento

non mi perdo mai le tue reppliche, peccato che in tv
passa solo cio' che vogliono i potenti, ci stanno invadendo con falsi problemi di donne e chiudono interi programmi informativi, il vero giornalismo e' morto da molti anni, i politici possono dire qualsiasi cosa e nessuno si scandalizza piu' vedi ultime dichiarazioni su ustica passate come se fossero verita'con il consenso sia dei politici (non mi meravigllio) che dei giornalisti.Un salutone e quando si smette di credere non esiste piu' niente.

giuseppe g., bollate Commentatore certificato 18.09.11 00:47| 
 |
Rispondi al commento

eh eh eh il Grasso....l'aspetto un pò saccente,lo rende irriverente..ma il grillo dispettoso,talvolta è un pò impetuoso.. e per tacer degl'altri,son proprio poco scaltri..alla fine sai che c'è? Il Grasso poi tanto male non è!
dai Beppe,non t'inkazzà,si stà solo a scherzà!!!

fausto canale 18.09.11 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Dai Beppe sacrificati, fallo per noi, pur di non vedere più capezzolone, ramarrogasparro, mavalaghedin, gli altri non so chi siano ma questi tre basta e avanza, magari fosse vero!

Renzo S., padova Commentatore certificato 18.09.11 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Grasso....ma chi e' questo tizio?Un altra nullita' dei media.Dedicandogli un post gli date una vita propria che questo tizio non possiede.
Ignorarli e' la migliore cosa.

Alessandro Gabrielli, Velletri Commentatore certificato 18.09.11 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Quello del critico è un mestiere strano: devi per forza parlare male, insomma devi criticare se no vieni meno al tuo "dovere". Sempre lì con la lente di ingrandimento a cercare il classico pelo nell'uovo. Mah. E questo non lo fa solo Grasso, tra i meno insopportabili a mio avviso. Teniamo comunque presente che il critico è un essere umano con tutte le debolezze degli umani: a volte stroncano un personaggio o un'opera nella speranza di diventare famosi come loro. Quindi, quando leggiamo una critica, relativizziamo e parecchio.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 18.09.11 00:01| 
 |
Rispondi al commento

E' patetico e datata questa apologia della televione.
Come è patetica la esaltazione che Grasso fa del telecomando programmato dall'utente: una sorta di prigionia nella quale un delirio di onnipotenza dell'utente) viene eretto come difesa contro la paranoia antropologica (del discorso del padrone che la televione è nel suo insieme).

Ultime avvisaglie di un mondo che volge al termine.

La televione è "un discorso" (una narrazione direbbe Vendola) unidirezionale e senza difesa e di difficile accesso.

La rete è un'associazione libera (al momento) di discorsi e di facile accesso.

Ovvero "il medium è il messaggio" direbbe Herbert Marshall McLuhan.

PS
Tutto il resto è gossip, chiacchiericcio, Vendola compreso.

Kasap Aia, Cifre, borgo virtuale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.11 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici della lega, leghisti e legaioli fate una cosa seria nella vostra vita seppellitevi e questo paese comincerà a respirare un'aria più pulita !

E vai con l'ampolla cosa ci avete messo dentro pipì o cianuro?
Poi il bossoli dice "Speriamo che l'acqua del Po ci porti fortuna" mi domando a chi spero porti fortuna ai cittadini italiani che ne hanno piene le palle delle balle dei segaioli padani.Andate a lavorare in miniera razza di ignoranti.

http://www.corriere.it/politica/11_settembre_16/bossi-monviso-italia-padiana_930b1c38-e059-11e0-aaa7-146d82aec0f3.shtml

Castelli leganord. Sono povero Guadagno solo 145mila euro l'anno. Così il viceministro alle Infrastrutture durante la trasmisisone de La 7 'Piazza pulita'

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/castelli-sono-povero/2160919

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.11 20:51| 
 |
Rispondi al commento

CAPOLINEA
il modo più economico per addomesticare un popolo è fargli paura. gli dici che è sull'orlo della morte e quello come minimo va in panico. dopo 40 anni di tv commerciale poi, il popolo addomesticato è capace pure di credere che i guai dell'economia lo annegheranno nel mar giallo. panico!
in realtà noi non finiremo mai, al massimo faremo come gli etruschi: non sparirono mica, diventarono romani.
noi non spariremo, diventeremo tedeschi, al massimo cinesi. finirà, invece, per davvero uno stato, quest'astrazione, nemmeno delle migliori, uno stato a responsabilità limitata che, conseguentemente, incontrerà prima di altri il proprio termine ultimo.
il problema è solo dei politicanti no-strani: devono fare in modo che anche nella prossima reincarnazione dello s.r.l. ci sia una poltrona per le cozze.
loro non si arrenderanno mai: non gli conviene.

Gabriele Alfano Commentatore certificato 17.09.11 20:32| 
 |
Rispondi al commento

come si fa a diventare critico televisivo?
(o in qualunque altro ramo)
siccome mi sono scocciato di una vita a fare il muratore... dove si deve inoltrare la domanda?
magari si guadagna pure!

Michele Tucci, ravenna Commentatore certificato 17.09.11 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Al sig. Grasso (che cola) bisogna semplicemente dirgli che non ci fa ne ci è....semplicemente non esiste.

federico bacci, torino Commentatore certificato 17.09.11 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Beppe è come quello del film "IL TAGLAERBE"; una volta entrato nella nuvola "CLUOD" come la chiamano i"raffinati", non te ne liberi mai più. Forse è a questo che si riferiva il Grasso.

dr. Jekill 17.09.11 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Grasso. La tragedia di un uomo inutile, destinato a parlare di niente per compiacere il padrone, cieco su tutto meno che sui nemici del suddetto, una cane da guardia del sistema come se ne posso trovare a pacchi nel suk del giornalismo italiano, intenti a vendersi al migliore offerente. Dignità, Verità, Serietà? ma fatemi il piacere, costui non sa neppure dove abitino. Vomitate gente, vomitate...

Christian Rosenkranz Commentatore certificato 17.09.11 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Posso allora anch'io avanzare insofferenza per chi ritengo personalmente sia manovrato da centri di potere?
Posso avanzare un dubbio si o no?
Perché quelle dei nostro autorevoli lettori sono forse certezze acquisite?
Giudizi insindacabili o opinione DI CITTADINI QUALUNQUE!
PUTTANA DI QUELLA MISERIAAAAAAAAA!!!!
OH Là!

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.11 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Perchè qualcuno con le bende agli occhi crede forse che abbia scelto qualche nome a caso?
Beppe Grillo è un nome a caso secondo i nostri autorevoli lettori?

Vi risparmio la battuta.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.11 18:04| 
 |
Rispondi al commento

...io ci ho provato a postare un commento sul forum di aldo grasso però non lo pubblicano...lo trascrivo qui:
...mi sembra una spesa inutile comprare un telecomando x censurare la voce di grillo dato che non appare in televisione...ci vorrebbe peró un apparecchio che blocchi le tue mani prima di scrivere...
se qualcuno vede uqesto commento sul forum di grasso mi faccia un fischio...grazie

andrea ., Merida Commentatore certificato 17.09.11 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma che cazzo di mestiere è "il critico televisivo"?
Ma in base a quale autorità, o titolo culturale costui critica e viene ascoltato?
Tutti potremmo fare i critici televisivi, basta essere vivi!
Questo tipo di parassiti al servizio dei potenti sono i più insopportabili, più ancora dei loro padroni!
VERME!

l., ancona Commentatore certificato 17.09.11 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Grasso, Lettore di Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa presso l'Università Cattolica di Milano.

*****

Questo la sa lunga, altro che quattro sfigati. La Rai è venuta in conseguenza.
Prima lettore...e poi dirigente!
Vamolà!
Li lasciamo lavorare di fantasia sti lettori?
No dai!

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.11 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Critico ?

A che titolo ?


VAFFANCULO !


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 17.09.11 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Lavorare noo??

Nello Squillante 17.09.11 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Grasso ? ma quello se si guarda allo specchio e si sputa in faccia la sputazza gli rimalza contro tante della cazzate che scrive ( grazie alla ruberia dei finanziamenti pubblici).... Altrimenti senza rubare i soldi ad i cittadini Aldo grasso potrebbe solo andare a raccogliere i cartoni nella munnezza ( semprechè ne è capace) !!!!

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 17.09.11 17:46| 
 |
Rispondi al commento

E' che Grasso è un critico di cinema e di attori e su questo ha spesso ragione. Capezzone, per esempio, è un attore che recita malissimo snocciolando in un monotono rosario le solite scempiaggini pidielline. Risulta più simpatico Cicchitto, il che è tutto dire. Anche Ghedini è un attore terribile: noioso, inascolatabile e inguardabile. Se non fosse per le comparsate ad Annozero con Santoro nessuno avrebbe mai avuto il coraggio di metterlo in tv per più di 15 secondi. Forse Grasso ci dice che Grillo è un attore monocorde, che urla sempre e trasmette ansia, cosa che molte persone non reggono, a prescindere dall'appartenenza politica. Per me Grillo è un grande comunicatore, non un attore, posso anche capire la critica di Grasso. Forse è la tv che sceglie volutamente le parti più caricaturali quando riporta dichiarazioni di Grillo. E' la tv che alimenta lo stereotipo del comico urlante e sempre indignato per qualcosa.

Peter Amico 17.09.11 17:44| 
 |
Rispondi al commento

La televisione in Italia va spenta e va acceso il web, pur con tutte le precauzioni del caso. Per ottenere e scambiare informazioni e per vedere gente come Grasso che mette una inserzione su www.trovalavoro.it

g. r., Pomezia Commentatore certificato 17.09.11 17:29| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
PER ME' ALDO GRASSO NON CI VEDE PROPIO ED E' MOLTO POCO INFORMATO SU DI TE'
ALVISE
P.S:I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alviseafossa 17.09.11 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Grasso chi??? Tranquillo. Beppe. Com'era quella battuta di A. MAnzoni? "Carneade, chi era costui?". Ecco, Beppe Grillo tutti sanno chi sia. Aldo Grasso, non pervenuto. E amen.

roberto romanella, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.09.11 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Il solito servo che cerca di proteggere i padroni......

Preparate una valigia anche per questo signore: presto lascerà il NOSTRO paese.

Buona permanenza all'estero Aldo!

Diego Rossi 17.09.11 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Grasso è davvero patetico, mi sorprende che un uomo in grado di raccontare scempiaggini di tale puerilità, assolutamente incapace di un autentico pensiero critico e di una vera ed onesta analisi di ampio respiro sulle infinite storture della società contemporanea e senza in realtà nulla di importante da dire, venga ancora preso in considerazione, quasi fosse un oracolo, per aver scritto corbellerie degne di un ragazziono di otto-nove anni. A che vale leggere questi aedi del niente?

Christian Rosenkranz Commentatore certificato 17.09.11 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Mi meraviglia molto che il Corriere si presti a queste operazioni politiche di parte.
La qualifica di Liberali non è autoreferenziale, si conquista giorno dopo giorno e qualche riferimento illustre c'è....per vostra sfortuna!
Speriamo sia solo un'incidente di percorso, diciamo..come un sondaggio uscito di sede...

Saluti

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.11 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Fai riferimento al Terzo Polo, Aldo Grasso?

Non ci sono altre spiegazioni, altrimenti dovremmo pensare che ci stai prendendo per il culo in malafede.

Saremmo più comprensivi con i censuratori in buona fede.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.11 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Liberale da Avanspettacolo,

Censuratore Frustrato,

Raccomandato di Ferro.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.11 15:42| 
 |
Rispondi al commento

E finalmente hai riabilitato Capezzone, Grasso.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 17.09.11 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Semplicemente la lista scompare spegnendo il digitale terrestre e le tv a pagamento, oltre che "il cartaceo", come ho fatto io. NON SE NE SENTE LA MANCANZA, nemmeno di Aldo.

Leonardo 17.09.11 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Su molte cose sono d'accordo con Aldo Grasso Con dei distinguo:
Renzo Bossi il trota: Mi trova d'accordo
Daniele Capezzone: Idem (lecchino)
Massimo D'alema: Una Meteora, con i panini che fa la rai e chi ha il tempo di valutarlo
Maurizio Gasparri & Niccolò Ghedini: Assolutamente d'accordo
Beppe Grillo: e chi lo vede più in televisione, una meteora come D'Alema non certo per sua scelta ma di sicuro in quei pochi secondi che gli sono concessi dice cose più sensate
Massimo Giletti: Braccia Rubate all'agricoltura
Pino Insegno: A me piace, poi de gustibus
Massimo Mauro: Nc

Ora vorrei fare io una lista di 10 persone per cui il telecomando vorrei andasse in automute o autocambio:
Fabrizio Cicchitto
Paola Binetti
Silvio Berlusconi
Giuliano Ferrara
Vittorio Sgarbi
Alessandro Sallustri
Mario Borghezio
Roberto Calderoli
Stefania Craxi
Filippo Facci

Giovanni Pignataro, Cosenza Commentatore certificato 17.09.11 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che i tipi come te mi sono sempre stati antipatici (non scandalizzarti se ti do del tu perchè lo faccio con chiunque).. i soloni, i saccenti come te, finchè sfornano discrete critiche va bene, anche se non gradite, ma mischiare e mescolare per denigrare chi ti è antipatico (Grillo lo è..)con accuse senza ne capo e ne coda, allora posso solo sospettare un secondo fine, magari quello politico, oppure leccaculismo per l'editore..
io capisco che vi brucia quando Beppe giustamente vi sputtana e infierisce su voi pennivendoli accusando il fatto che rubate fondi di stato senza i quali dovreste seriamente lavorare, ma quando è troppo è troppo.
Meriti un sano vaffa..
pubblica questo se hai coraggio..

firmato
uno che sul blog di Grillo è stato più volte bannato.. ergo, per qualcuno "non tanto grillino.." vedi tu

ultimo banco Commentatore certificato 17.09.11 14:40| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori