Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La carità


periferie.jpg

Ogni giorno diminuisce il valore delle azioni, dei titoli di Stato e degli immobili. Quanto possono diminuire le azioni? All'infinito, fino allo zero virgola zero qualcosa come è avvenuto per la Seat. Nel frattempo aumentano i costi dei servizi insieme alla disoccupazione. Solo per l'aumento dell'Iva una famiglia spenderà circa 330 euro in più all'anno. La forbice tra maggiori costi e minori redditi (o nessun reddito) con i piccoli patrimoni familiari (risparmi spesso usati per superare momenti di difficoltà) falcidiati dalla crisi sta creando milioni di nuovi poveri. Quanto possono aumentare i nuovi poveri? I protesti e gli sfratti stanno diventando una emergenza. Vedo sempre più spesso persone frugare (con discrezione) nei cestini della spazzatura e gente insospettabile chiedere la carità. Mi è capitato con una signora vestita con un vecchio ma dignitoso tailleur che mi ha chiesto qualche euro abbassando gli occhi. Li ho abbassati anch'io e un po' mi sono vergognato di essere italiano.

13 Set 2011, 23:05 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Di la verità Beppe...ti sei vergognato di essere genovese e non le hai dato una lira!

Cello 15.09.11 15:59| 
 |
Rispondi al commento

...ma possibile che nessuno riesce a dire che tanta..troppe difficoltà vengono da un consumumismo galoppante che ci è stato imposto..subdolamente!!!tante analisi,commenti,teorie..marendiamoci conto che se tutti pretendiamo di andare in vacanza in sardegna o seychelles..ma anche solo capalbio o forte dei marmi,taormina etc..tutti con 3 cellulari..occhiali da sole da 100 euri,scarpe da tennis da 250 euri..ristorante,discoteca,stadio..e pay tv a go-go..diamoci una regolata...diamo un limite a gradazione...c'è chi se lo può permettere..ok..ma non tutti a qualsiasi costo..i risultati si vedono..e il peggio ..forse arriva..bye bye

gennaro liguoro 15.09.11 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Sono il solo a difendere il made in italy ??? da qualche anno ho iniziato ad acquistare Solo italiano...frutta italiana, vestiti italiani, scarpe italiane, automobili italiane ecc, l'idea è buona e nel mio piccolo contribuisco ad aiutare il paese. MA quei c...o di politici quand'è che faranno lo stesso? ogni giorno vedo centinaia di Auto "non italiane" portare i nostro deputati in giro per il mondo, bella pubblicità al made in italy e soprattutto bel aiuto all'economia italiana, recentemente confermate altre centinaia di auto provenienti dal gruppo VW ( 50% della flotta sembrerebbe), capisco che forse sono più affidabili delle nostre fiat o magari costano meno a livello di leasing,,,bè signori credo sia abbastanza vergonoso vedere in tutti i TG mondiali berlusconi,Fini ecc arrivare in Audi e predicare di acquistare "made in Italy" !

riccardo t 15.09.11 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Sull'autobus sento parlare di crisi, al lavoro sento parlare di crisi, a casa sento parlare di crisi, in televisione sento parlare di crisi. Poi esco con amici e vedo bar, ristoranti, locali e discoteche piene di gente.
Vedo ragazzi che girano con automobili da 15-20 mila euro, fumatori, vestiti firmati, vedo un uso di droga e di alcool spropositati, sempre più in aumento, e mi chiedo: ma non c'era crisi?
Ieri sera, mercoledì 14 settembre sono uscito per mangiarmi una pizza con degli amici che non vedevo da mesi, siamo andati in un ristorante sulla spiaggia che era pieno di gente, il locale a fianco altrettanto e così tutti gli altri locali della baia.
Attorno a me vedo costruire edifici su edifici, enormi zone residenziali e i centri commerciali si sono moltiplicati come funghi, così come gli uffici. Siete mai andati in un supermercato il sabato mattina? Sembra che stia arrivando la fine del mondo, ci sono persone con i carrelli pieni, talvolta di cose inutili e cibi pre-confezionati.
Mia madre lavora in un ristorante, ogni sera è pieno, tutte le sere di tutto l'anno! Io ho un cellulare cinese pagato 80 euro che chiama, manda i messaggi e mi fa da sveglia, raramente vedo in giro cellulari di così basso "calibro", numerosi sono i touch screen, gli iphone, smartphone... ma abbiamo idea di quanto costino questi cellulari e del reale uso che ne viene fatto?
Con questo messaggio non è mia intenzione negare la presenza della crisi, ma solo richiamare l'attenzione su un fenomeno che ci vede tutti coinvolti, il fenomeno del "consumismo a tutti i costi", a costo di mangiare pane e cipolla, a costo di fare gli straordinari, a costo di spacciare, a costo di rubare! Io non ho smesso di consumare, ho solo cambiato modo di farlo: consumo quando mi serve, nella misura in cui ho necessità e soprattutto non lascio decidere agli altri come e quando devo consumare.
Un saluto a tutti, Daniele.

Daniele Giannotti 15.09.11 09:33| 
 |
Rispondi al commento

MA CHE CAZZO DICI BEPPE,HAI ESAGERATO CON IL VINO IERI? LO SAI BENISSIMO CHE schifezza non si puo avvicinare, QUINDI O CI SEI O CI FAI. HO ADERITO A TUTTE LE INIZIATIVE, COMPRESA, LA COZZA, MA QUESTA SEMBRA PROPOSTA DA UN COGLIONE.!!!!!!!!!!!!
SPERO TU POSSA DIRE CHE SI SONO INTRUSI, (PAGATI DA QUELLE COZZE, IL BERLUSCAZZO, E COMPANY)TUTTI SI PUO SBAGLIARE, ORA RIMEDIA PERò, CON UN'ALTRA IDEA, FATTIBILE E CONCRETA!!!!!!!!!!!!!!COME UN'AZIONE LEGALE COLLETTIVA!!!!!!!!!!!!!martellini andrea REGGELLO FIRENZE

ANDREA MARTELLINI 15.09.11 08:04| 
 |
Rispondi al commento

..stupisce sempre più il silenzio della chiesa cattolica e ricorda quello di fronte ai lager e forni crematori... ma allora ci furono quelli che si schierarono con la Resistenza... se ci sono oggi si faccino sentire per dare un pò di speranza al popolo oppresso...


sarebbe ormai ora che non ci si vergognasse più e non si abbassassero più gli occhi per cose la cui responsabilità oltretutto non è nostra. Sarebbe tempo di reagire e riempire incacchiati le piazze. Con la vergogna non si risolve nulla.

marco antonio bellucci Commentatore certificato 14.09.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Gavettone a Ronchi fuori Montecitorio. Comincia a tirare veramente brutta aria in giro.
Se la sono cercata.

dr. Jekill 14.09.11 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Si assiste oggi a questo impoverimento generale del popolo italiano, ormai tutti ne parlano, tutti si scandalizzano, oggi è considerato lecito, e giusto, parlarne, non è da sovversivi, non è da comunisti,
chiunque può parlarne, dal politico di destra, a quello di sinistra, dal conduttore televisivo milionario, alla moglie del professionista, oggi si può fare, oggi va di moda!
Ma i poveri, quelli che ogni giorno devono far quadrare un bilancio che non ne vuole sapere, c'erano anche prima, per gli strati più poveri della popolazione, anche quelli con lavoro fisso, la crisi è perenne, nascono in crisi, ed in crisi muoiono, senza che nessuno se ne occupi, senza che nessuno li difenda, senza che nessun post, o dibattito televisivo affronti, il tema.
Oggi però è stata toccata una classe sociale che ha dimestichezza con il potere, che è contigua al potere, che porta voti al potere, la borghesia, la piccola e media borghesia, ed allora oggi ci si può lamentare, oggi ci si può proccupare dei nuovi poveri, molto più importanti di quelli vecchi, di quelli endemici, non c'è bisogno di essere comunisti, ma scherziamo, oggi si mettono in discussione i piccoli patrimoni di famiglia, mica i miseri stipendi di merda di lavoratori di merda!
Per chi è povero, la crisi non esiste!

l., ancona Commentatore certificato 14.09.11 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite: vittime dell'apparenza ed a nostra volta, cultori dell'apparenza.
Provo a spegarmi. In uno stato democratico che tiene conto delle esigenze primarie di tutti i cittadini, anche di quelli in grave difficoltà, NON può, ripeto NON può, rinunciare a conescere esattamente la condizione finanziaria di ciascuno dei propri cittadini; se così non si fa, vuol dire che i cittadini accettano di essere comandati dagli evasori fiscali e condannati a mantenerli come nababbi.
Ora è così e mi sembra che almeno su questo si possa essere tutti (o quasi)d'accordo.
Quindi, se vogliamo evitare di farci prendere in giro e sfruttare come beoti, dobbiamo innanzitutto sapere queste elementari
cose: quanto denaro hai; come lo hai fatto; di che cosa vivi; che uso fai del tuo denaro accumulato.
Vogliamo trincerarci con la privacy? Con il segreto bancario? Sdegnamo la "delazione" fiscale?Inorridiamo per "le manette" agli evasori? Vogliamo contrastare i paradisi fiscali e le bandiere ombra? etc. etc.
Ma smettiamola una buona volta di prenderci in giro e VERGOGNAMOCI per l'Italia che stiamo lasciando ai nostri figli.

renzo m., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.09.11 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto come previsto. E gli italiani???....... Dormono.

Marco Politi 14.09.11 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Ecco la rinascita del mondo che parte dai giovani!
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/14/napoleoni-dal-crollo-delleconomianasce-una-rivolta-che-cambiera-il-mondo/157188/

Sabina M., Biella Commentatore certificato 14.09.11 15:59| 
 |
Rispondi al commento

"Mi è capitato con una signora vestita con un vecchio ma dignitoso tailleur che mi ha chiesto qualche euro abbassando gli occhi. Li ho abbassati anch'io e un po' mi sono vergognato di essere italiano."

sI MA LE PALANCHE? hai abbassato gli occhi ....e da buon genovese ti sei vergognato....e poi? DDD!

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.09.11 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Bankitalia: a luglio entrate +3,9%

"Nel solo mese di luglio 2011 le entrate tributarie - secondo il Supplemento al Bollettino statistico della Banca d’Italia dedicato alla finanza pubblica - sono state pari a 37,651 miliardi di euro, in crescita del 3,9% rispetto ai 36,225 miliardi di euro di luglio 2010."

Caspita! allora il problema son le spese! L'articolo non chiarisce bene dov'è il buco... occorrerebbe fare come il bilancio familiare, ma qanche quello è ormai in rosso fisso. Ma quando si parla di spese il discorso si fa fumoso, qualcuno ricorda "mondo in mi7" di Celentano?

Diceva nel 1966: c'è un buco nello stato dove i soldi van giù..., forse era colpa della lega o del piccoletto? Direi che queste (lega & c.) son le tristi conseguenze.

Comunque è ora di dare un calcio a tutti, via le cozze!

Rudik G., Torino Commentatore certificato 14.09.11 13:47| 
 |
Rispondi al commento

le medaglie hanno sempre due facce...la stampa finanziaria..oggi ha ammesso che il picco dei fallimenti si è alzato!!..notizia detta a mezza bocca..dalla stampa specializzata....!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 14.09.11 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Chi d'euro ferisce d'euro perisce!...germania e francia stanno tentando di tenere in piedi il BARACCONE EUROPEO A COLPI D'ANNUNCI!LANCIANDO MESSAGGI:..NO L'EURO NON FALLIRA'!!!AHAHAHAH!...
ma ha questo punto viene da chiedersi...ma è possibile tenere in una società un socio che fa solo debiti a nome della società e s'intasca l'introiti comuni!!!
Perchè la Grecia è FALLITA..semplice perchè i soldi degli aiuti stampati dalla BCE vanno direttamente nelle casse del tesoro di Berlino e Parigi....ci stanno prendendo tutti per il culo..ricordate la finlandia che chiedeva garanzie patrimoniali aggiuntive a ATENE? bene! si sono accorti che il rischio lo facevano condividere a tutti e loro si tenevano i soldi in cassa....ecco perchè i rumors degli ambienti finanziari, sostengono che Francia e Germania si stiano preparando ad un bailout della Grecia...!!!
Un circolo vizioso che sta smerdando tutta europa..a cui bisogna dire basta!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 14.09.11 13:35| 
 |
Rispondi al commento

"con una semplice detassazione degli stipendi avrebbero dato slancio all'economia"................ magari, i problemi sono molto più profondi e radicati in 50 di malgoverno.
Solo una patrimoniale seria sui grandi patrimoni sarebbe efficace, iniseme ad una RADICALE riforma dello Stato.
Il "welfare per gli amici" ha prodotto troppi danni

Stefano Contin, Genova Commentatore certificato 14.09.11 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Si sta ripetendo quello che il Nord a fatto 150 anni fa contro il sud, solo che questa volta è tutta la nazione che subisce le potenze straniere tipo Cina, Russia, etc..., che comprano tutto al fine di far arricchire i ns parlamentari, i quali con una semplice detassazione degli stipendi avrebbero dato slancio all'economia, non mandando nessuno in disoccupazione e cavalcando la crisi con le redini in mano.
Forse mi sbaglio, ma presto (me lo auguro) i poveri si incazzeranno, perchè crescono alla velocità della luce.

Alberto Cioianiz 14.09.11 10:55| 
 |
Rispondi al commento

http://www.megachip.info/tematiche/beni-comuni/6756-la-crisi-va-veloce.html

Diffondete, grazie.............

Stefano Contin, Genova Commentatore certificato 14.09.11 10:32| 
 |
Rispondi al commento

mah questo film mi sembra un pò inventato -
io vedo invece gente che spende normalmente caffè sempre pieni cinema teatri e autostrade -
chiedere l'elemosina potrà apparentemente fare pena ma al di là delle apparenze costituisce una maniera di vivere alquanto redditizia - non a caso dietro ai mendicanti ci sono spesso racket pericolosi e agguerriti e diffusi in tutta europa -
chi chiede l'elemosina in una città di provincia può guadagnare fino a 1200 euro al mese da solo, se poi si tratta di un gruppo familiare il fatturato lievita -
in una grande città poi si raggiungono cifre incredibili -

massimo terli, milano Commentatore certificato 14.09.11 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Potrebbe arrivare una crisi piu' grossa di quella del 2008 ? Si parla di default ! ma qualcuno saprebbe dirmi se c'è una possibilità che accada ? Cosa dovremmo fare , comprarci una casettina in campagna con un pezzo di terra ?

Giovanni Di Palma 14.09.11 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Come si fa a tollerare una classe politica che, nel mezzo della peggiore crisi che l'Italia abbia conosciuto, non si toglie nemmeno un più piccolo privilegio? Che Paese è quello che tollera una simile cosa? Indipendentemente tra Centro-Sx o Centro-Dx, come si può parlare continuamente di sacrifici, chiederli ed imporli al ritmo di una manovra al mese, senza diminuire di un centesimo le proprie spese di Casta? Non lo capirò mai!!

Chiara Mente Commentatore certificato 14.09.11 09:50| 
 |
Rispondi al commento

il link corretto...
www.corriere.it/cronache/11_luglio_15/istat-poverta-famiglie_e5dfcb62-aec1-11e0-82fd-68e04dbc5f96.shtml

Cristian S. 14.09.11 09:13| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di povertà, mi dà da pensare la notizia di queste ore secondo cui i personaggi che amministrano stanno andando a negoziare il debito con la Cina. Premesso che non ho nessun pregiudizio con la Cina così come con nessun altro straniero, mi domando: ma tra 50 anni esisterà ancora l'Italia? e l'italiano? La realtà attuale è che:
- sono circa 20 anni che il flusso migratorio dai paesi del mediterraneo è senza controllo, a differenza di altri paesi che hanno chiuso, anche con la forza, le frontiere all'immigrazione incontrollata.
- abbiamo già venduto parte dei nostri titoli a paesi stranieri, alla Francia ad esempio, che, all'indomani della conclusione dell'acquisto, forse per coincidenza, forse per timore, o forse consapevole che tali titoli non saranno ami più rimborsati, ha pensato bene di andarsi a prendere il petrolio in Libia (con la forza, naturalmente).
- l'Italia aveva contratti di fornitura di petrolio e gas con la Libia che ci permettevano di essere abbastanza tranquilli sotto il profilo energetico. Ma adesso non è ancora chiaro se compreremo dalla Libia o dalla Francia...
- la Germania credo non abbia proprio voluto i nostri titoli di stato, e allora provano con la Cina. E poi? Di chi sarà il nostro paese? Questa classe "dirigente" (ma non è termine approppriato) ci sta svendendo agli stati stranieri, mentre loro stanno accumulando ricchezza per vivere nel migliore dei modi. Ma mandiamoli via, prima che il loro tradimento alla nazione si concretizzi! Ieri sentivo tal Alfano dire che governeranno anche dal 2013 perchè poi raggiungeranno il pareggio di bilancio, "...cosa mai avvenuta dal dopoguerra". E nessuno che lo abbia contestato! Ma come? Dopo oltre 16 anni che è finita la prima repubblica, solo oggi si sente l'esigenza del pareggio di bilancio? E prima dove eravate? A raccogliere pere?

Gian A 14.09.11 08:48| 
 |
Rispondi al commento

....ricordate hitler alla fine del 43, quando tutti i suoi generali lo sapevano ormai pazzo e schiavo di se stesso ? provarono a convincerlo ad arrendersi agli alleati , ma invano...risultato ? un intera nazione soffrì le pene dell'inferno...grandi e piccini perirono a migliaia e la germania fu rasa al suolo...tutto ciò per un solo uomo evidentemente pazzo !!!!.....se solo lo avessero fatto fuori un anno prima .........da noi l'unico sano ha lanciato un souvenir de milan...........

tina ghigliot 14.09.11 08:23| 
 |
Rispondi al commento

Leggo ogni giorno le solite tristi notizie: disoccupazione, povertà in aumento, aziende in fallimento, etc. Ogni giorno mi pongo le stesse due domande: 1. Da dove saltan fuori i denari per benzina (il traffico è sempre in aumento), per ristoranti (il we si fa la fila ovunque), etc?

Roberto Masci 14.09.11 08:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RIFLESSIONI !!!

Certo è alquanto sconcertante se ci pensate un attimo , il fatto che una società produttiva sia GESTITA - DIRETTA - COMANDATA da loschi individui (POLITICI) che per la maggior parte NON SONO STATI ELETTI DA QUELLA SOCIETA, (Grazie alla legge porcata di Calderoli - Porcellum), che sono pagati piu' della stragrande maggioranza dei membri di quella stessa società, per lavorare MOLTO MENO di un qualunque membro di quella società. POLITICI che arrogandosi il DIRITTO DI COMANDARE hanno AFFOSSATO ECONOMICAMENTE QUELLA SOCIETA' e che adesso (non contenti) CHIEDONO SACRIFICI SOLO ai membri di quella società PER RIPRISTINARE LE CONDIZIONI DI BENESSERE CHE LORO STESSI HANNO DISTRUTTO.

SCUSATE MA...CHI HA BISOGNO DEI POLITICI ?

Beppe ha ragione da vendere.

LA POLITICA, COSI' COME E' CONCEPITA OGGI E' MORTA!

I POLITICI ATTUALI DEVONO ESSERE SOSTITUITI E SOPRATTUTTO DEVONO PAGARE ECONOMICAMENTE PER I DANNI CAGIONATI ALLA POPOLAZIONE CHE HANNO COMANDATO COME DITTATORI!

Thunder Tongue Commentatore certificato 14.09.11 07:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL LINK sul testo "...i nuovi poveri..." NON FUNZIONA!

DA PAGINA NON TROVATA !

Thunder Tongue Commentatore certificato 14.09.11 07:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

berlusconi impiccato.
alfano sciolto nell'acido.
marchionne gambizzato.
aah,la speranza è sempre l'ultima a morire,,,

apocalypse 14.09.11 06:41| 
 |
Rispondi al commento

....e tutti si domandano: e l'Europa? Gli dà una mano...

alma gemme 14.09.11 04:58| 
 |
Rispondi al commento

e ancora non hai visto niente, amico mio...

quello che sta per accadere all'Italia e al Mondo intero è qualcosa che non abbiamo mai vissuto da 100 anni e che cambierà il modo di vivere per miliardi di persone nel Mondo!
Il capitalismo così come lo hanno concepito è fallito, questa non è una crisi come le altre, questa crisi è sistemica, cioè il sistema adottato, creare ricchezza col debito, ha fallito!
il mio consiglio è: prima di tentare di cambiare gli altri è più semplice cambiare se stessi!
ciao

danilo adriani 14.09.11 03:05| 
 |
Rispondi al commento

Lo stato di povertà che tu descrivi per gli italiani è appena iniziato molti ancora non se ne rendono conto di quali periodi di vacche magre stanno per arrivare io dall'estero vi vedo come un popolo ipnotizzato, narcotizzato ,cieco, tranne poche persone illuminate che cercano di svegliarvi ma purtroppo non sono ascoltate ci ammiravano tutti all'estero per i progressi ottenuti ..e ora ??? ci deridono per le mignotte,i festini, ITAGLIANI REAGITE mandateli a casa tutti !!!! e iniziate il vostro secondo tempo

mauro bosisio 14.09.11 02:44| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono dei cambiamenti giusti o no ci sono e di conseguenza bisogna adatarsi alle nuove regole chi non riesce giusto o no rimane isolato . Basta con il patetismo o il pessimismo cosmico .bisogna comprendere che il tenore di vita di prima non e più sostenibile da tutti . Mi auguro che coloro che si trovano in dificolta trovino la forza di adatarsi con umiltà al nuovo sistema . La politica e lo specchio de popolo che quando va bene pensa a se e quando va male si scaglia al linciaggio ,basta ipocrisie ora si accetta il sistema o si viene isolati.

Fabio rossi 14.09.11 01:31| 
 |
Rispondi al commento

E' capitato pure a me (qui in Sardegna siamo decisamente più avanti): una signora vestita normalmente mi avvicina (pensavo mi volesse chiedere un'informazione) e tira fuori da una busta un mazzo di asparagi selvatici.. "sa, è per mio fratello, che è disoccupato"..Mi si è stretto il cuore....

harry haller Commentatore certificato 14.09.11 00:50| 
 |
Rispondi al commento

più poveri significa meno problemi per chi governa e per chi informa,infatti se si è nella m...a non si ha il tempo ne di informarsi ne di ragionare.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 14.09.11 00:08| 
 |
Rispondi al commento

USCIAMO DALL'EURO E RINAZIONALIZZIAMO IL GRUPPO IRI.
APPROFITTIAMONE PER FARE UN RIFORMA FISCALE A LIVELLI UMANI A MANDIAMOLI TUTTI A QUEL PAESE.
CI STANNO AMMAZZANDO !!!

Davide Tramma (attila khan), Sesto San Giovanni Commentatore certificato 13.09.11 23:22| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
MI SA' CHE CI TROVEREMO L'ARGENTINA SEMPRE PIU' VICINA,E MOLTO PRESTO SARA' RELTA'
ALVISE
P.S:I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alviseafossa 13.09.11 23:20| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori