Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'Europa è una banca


Merkel_euro.jpg
La Merkel ha detto che "Se cade l'euro cade anche l'Europa". Senza volerlo ha confessato che l'Europa e l'euro sono la stessa cosa e che gli Stati europei sono uniti soltanto dalla moneta. Se cade l'euro non cadrà l'Europa, che è esistita per millenni senza moneta unica, ma crollerà QUESTA Europa, dove il premier è Trichet, un banchiere. La UE non è una banca, ma opera e comunica come se lo fosse. Non si possono gestire i cittadini europei come dei correntisti. Quanti messaggi "politici" sono stati discussi dalla UE in tutti questi anni? Divisi su tutto, dalla guerra all'immigrazione e con un Parlamento che sembra un Club Med. Senza un disegno più alto e valori superiori condivisi dagli europei la UE, di fatto, è già morta.

19 Set 2011, 18:10 | Scrivi | Commenti (87) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

la soluzione giusta l'avevano trovata i francesi quel famoso 14 luglio del 1789.

osvaldo ardenghi 22.09.11 18:50| 
 |
Rispondi al commento

E si e' scoperta l'acqua calda che comandano le banche e i banchieri,ultimamente poi sono usciti spudoratamente allo scoperto dettando regole ai vari stati.Noi nel nostro piccolo cosa possiamo fare?Nulla se non chiudere i nostri conto correnti che oltre tutto sono anche onerosi a mantenerli.Crolla l'Europa?Bene tanto non esiste per i popoli ma solo per le banche che se ne fregano di tutto dettano regole ai vari stati su come si deve vivere su cosa devono tagliare.BASTA CON LA BORSA AVETE STUFATO TUTTI QUANTI VI VERREMO A PRENDERE BANCHIERI DA STRAPAZZO E VI FAREMO FARE LA FINE CHE MERITATE VI DAREMO FUOCO CON I VOSTRI AMATI SOLDI LURIDI MALEDETTI CHE ALTRO NON SIETE,ADESSO POI VI STATE INVENTANDO LA MONETA UNICA MONDIALE A QUANDO IL MICROCHIP?

aurora 22.09.11 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Non è meglio farla cadere quest'Europa?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.09.11 14:33| 
 |
Rispondi al commento

L'Europa è una banca? Certo così devono averlo pensato tutti! E giù alle pazze spese pensando che poi i tedeschi avrebbero saldato i conti. Eccheca##o ... ti hanno risposto: la vostra gestione allegra e clientelare dei vostri 20.000.0000 di pensionati, dei vostri 4.500.000 dipendenti statali e parastatali delle vostre industrie assistite, dei vs. politici e delle vostre grandiose opere inutili, insomma tutte le vostre spese fatte alla ca##odicane ve le pagate voi!
Quindi cari italioti, marescialli del frego io che freghi tu, adesso non venite a piangervi addosso perchè i cosidetti servizi che erano diventati opere faraoniche, vere associazioni al delinquere legalizzate, cominciano a lesinare. L'invenzione del posto fisso, il placebo della ricerca fine a se stessa, l'innovazione alla Brunetta, la favola dei diritti acquisiti, la solidarietà con i soldi degi altri ecc..
Andremo sempre peggio perchè ripianare un debito derivato da oltre trent'anni di gestione suicida ma buona per ottenere facile consenso sarà molto ma molto dura. Ricordiamocelo e sopratutto elaboriamo una bella lista, un elenco di chi ha contribuito a questo baratro; un elenco completo, inclusi beneficiari e familiari; vuoi mai che si ripresenti l'occasione per un altro "piazzale Loreto"? Robespierre dove sei!?!?

Paolo Andrea 21.09.11 11:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

speriamo bene....

Cartina Politica Europa 21.09.11 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Lei come la stragrande parte dei politici del momento parla a vuoto e quando le statistiche vanno male per loro dicono ancora più stronzate di quanto già ne dicono. Questa Europa non serve a niente e una presa per il culo madornale. Sper che finisca presto e ritorniamo come eravamo senza tutti questi coglione che decidono quando ciriescono senza chiederci se siamo di accordo con lloro.

Franco tiesi 21.09.11 06:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Affrontare i problemi politici dell'Europa: questo è il nodo per ritrovare compatezza e proseguire nel cammino e non fuggirne. La Germania dopo la dura lezione nazista ha trovato il suo cammino che le consente giustizia e progresso e pace sociale. Perchè l'Italia di Berlusconi, no? La democrazia non sta forse nella giustizia, libertà, fraternità? ( Tutti valori negati dal pdl e citati sommessamente dal pd e dalla Chiesa catrtolica) . Non è forse la negazione dello sfruttamento da parte di pochi contro le popolazioni con l' abuso dei propri poteri mettendo nel cassetto tutte le richieste che vengono dal basso? Credo si tratti di ritrovare il senso vero della vita,quello che nobilita l'uomo e non lo spinge ad un livello più basso di quello degli animali. L'opposizione quella vera è messa a tacere... caro Grillo. Verrà probabilmente il crack down che renderà visibile ogni stortura perpetrata da chi guida l'Italia.

almagemme 21.09.11 06:27| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE :

FORSE VOLEVI DIRE CHE L'EUROPA E' DELLE BANCHE !!!

GUARDATEVI : CAPITALISM A LOVE STORY !!!!!!!
DI MICHAEL MOORE

LA SCENA DOVE UNA PERSONA DI COLORE DICE :

ESISTONO DEI POTERI MOLTO PIU' FORTI " $$$$$$$$$ "
DEI PARLAMENTI , DEI GOVERNI ....

CHE CON LA DEMOCRAZIA NON HANNO PROPRIO NULLA A CHE FARE !!!!!!!

SONO "LORO" CHE MANOVRANO I "BURATTINI" DENTRO I GOVERNI !!!

GLI PAGANO LE CAMPAGNE ELETTORALI ....
LI AIUTANO " $$$$$$$ " QUANDO SONO IN "DIFFICOLTA' "
ECC....

IN CAMBIO PRETENDONO SOLO "COSE" A LORO FAVORE !!!

E "GUAI" SERI A CHI NON "OBBEDISCE" !!!

LO DIMOSTRA DI FATTO QUANTO SUCCEDE IN EUROPA ,
STA SUCCEDENDO ANCHE IN USA :
PEGGIORAMENTI DEI SERVIZI AI CITTADINI :
SCUOLA , SANITA' , PENSIONI , ECC....

AUMENTO DELLE TASSE ,
E COSTO DELL'ENERGIA ( ELETTRICITA' , BENZINE ,GAS, ECC...)

IN PRATICA " STRANGOLAMENTO" DEI CITTADINI !!!!!

QUESTI POTERI "FORTI" SONO OMNIPRESENTI NELLE TELEVISIONI
( TUTTE , COMPRESE QUELLE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ) LI NOTATE FACILMENTE TRA UN PROGRAMMA E L'ALTRO , NEI GIORNALI , PER STRADA , IN INTERNET ..... OVUNQUE !!!

HANNO INFINITE "RISERVE $$$$$$ " NEI PARADISI FISCALI
LE USANO PER SBARAZZARSI DELLA CONCORRENZA

E PER FAR FALLIRE LE AZIENDE MEDIE E PICCOLE !!!

DAI LORO "MANOVRATI" OTTENGONO RICCHI FINANZIAMENTI
IN PARTE A FONDO PERDUTO
LASCIANDO A "BOCCA ASCIUTTA"
E SENZA POSSIBILITA' DI CRESCITA
LE AZIENDE MEDIE E PICCOLE

UNICA VERA POSSIBILITA' DI CRESCITA DELLE ECONOMIE,
CREAZIONE DI POSTI DI LAVORO ,
RISANAMENTO DEI FONDI PENSIONISTICI,
E RILANCIO DEI CONSUMI , QUINDI DELL'ECONOMIA ,

COSTRINGENDOLE A FALLIRE !!!

E CON LE SOLE PAROLE NON CAMBIERA' MAI NIENTE !!!

I "POTERI FORTI" SE NE FREGANO !!!


Q Y 21.09.11 00:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa stiamo dicendo da anni?
Che questa Europa, che doveva essere l'unione dei popoli, altro non è che unione di interessi di multinazionali e banche.
Dell'unione popolare nessuno più si cura, ormai siamo andati OLTRE, la sfacciataggine non ha limiti NEANCHE al di la delle Alpi.
L'Europa è NATA MORTA!


Un popolo che vota da 20 anni a destra, e si lamenta da 20 anni di chi ha votato, non è credibile, e soprattutto non ha diritto di lamentarsi!

l., ancona Commentatore certificato 20.09.11 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Circa duecento anni fa, l'Italia fu definita "una semplice espressione geografica": l'Europa attuale è , soltanto, una "espressione" geografica.....più estesa !!

Nicola Conocchiella 20.09.11 21:02| 
 |
Rispondi al commento

AMICI DEL BLOG BEPPE E STAFF...
SIAMO IN DEFAULT!!!
FALLITI!!!
FALLITI!!!! FALLITI!!!
RITIRATE I RISPARMI!!!!!!!!!!!!!!! LEVATELI DALLE BANCHE !!! PER IL RISPARMIO POSTALE SI PUO PRELEVARE TUTTO IN UN GIONO SENZA SCRIVERE SUPERATI I 2500 EURO DI COSA NE VOGLIAMO FARE ETC ETC ETC
DOBBIAMO ABITUARCI CHE IL PAGAMENTO TRA UN PAIO DI ANNI NON SARà PIU IN CONTANTI MA TRAMITE CARTA !!
VISTO CHE OGNI BANCA E PER OGNI BANCONETA EMESSA E UN DEBITO ....
DA SPENDERE
TRA NON MOLTO TEMPO VE LI BLOCCHERANNO VISTO ECCESSIVO DEBITO PUBBLICO E CRISI POLITICA FALLITA!!!
RITARETELI ANCHE PAGANDO PENALI !! COMPRATE VALUTE
FORTI!! DOVE TENGONO I SOLDI I POLITICI E BANCHIERI FRANCHI SVIZZERI!!!
ALMENO SARETE PROTETTI DAL DEFAULT !!
NON INVESTITE IN AZIONI SVIZZERI O TITOLI DI STATO SVIZZERI DI CUI LA BANCA SI PUO TRATTENERE ..COMPRATE VALUTA SOLO QUELLA !
E SE CREDETE NEL FALLIMENTO DEL DOLLARO COMPRATE ORO VISTO CHE LE PREVISIONI LO DANNO SENZA SPECULAZIONI A 5000 DOLLARI ONCIA !!!
LA LIRA ARRIVERA PIU INCAZZATA DI PRIMA !!!
I MAYA NON AVEVANO TUTTI I TORTI???
CHI LOSA??
LA MEZZADRIA :: AL FEUDO....??? RITORNO AL PASSATO...LE PERSONE PIU RICCHE SARANNO QUELLE CON PIU TERRA ORO E ARGENTO?????
SALUTI BEPPE E STAFF!!!!

mario mario 20.09.11 20:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la merkel difende gli industriali tedeschi ai quali fa comodo l europa per aumentare i loro profitti ,,la situazione è molto simile a quella italiana e pure il modo di agireè simile. Se l europa si divide chi non ha niente non ha neppure niente da perdere perciò fanculo europa . A dimenticavo se va avanti così mi chiedo, dato che qui è l industria automobilistica che porta avanti la nazione chi cazzo compererà più un auto se un pò alla volta stanno dimezzando tutte le paghe me sa che si va tutti a piedi tra un pò....un saluto a frau Merkel PRRRRRRRRRRRRRRRRR

jekill h., hannover Commentatore certificato 20.09.11 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Non vorrei sembrare con la testa sulla luna, ma qualcuno mi sa dire il governo sta modificando le leggi che riguardano gli argomenti su cui a giugno si è tenuto un referendum popolare con tanto di risultati che abrogavano alcune leggi ???
In caso contrario cosa bisogna fare per obbligare il Parlamento ad intervenire al più presto rispettando la volontà popolare ??

marco piccinini 20.09.11 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Valori più alti?
Ma di che cazzo stiamo parlando?
La fiaba di alice nel paese delle meraviglie?
Siamo o non siamo in un sistema capitalistico?
Non c'è altro valore che quello del denaro, e del potere, e non c'è altro scopo che quello della massimizzazione del profitto!
Non vi piace?
Cazzi vostri, potevate pensarci prima!

l., ancona Commentatore certificato 20.09.11 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...i vostri buii ragionamenti privi di personalità si limitano a confrontarsi continuamente con altri popoli diversi per cultura, storia, tradizioni, abitudini, lingua ecc....
non ha alcun senso confrontarsi con distanti e differenti realtà, attualmente ognuno vive nel suo corto e tormentato quotidiano e ci si muove per inerzia senza una via di fuga, senza il controlloo di sè, quale europeo quindi? ..al limite ti senti uno dei fessi del quartierino...
..quindi non c'è proprio un cazzo da unire siamo divisi anche nelle micro realtà famigliari figuriamoci in questo sogno megalomene elittario delle unioni fra continenti fra diversità, oltre ad essere divisi per interessi e abitudini differenti siamo divisi naturalmente d confini naturali ovvero monti mari.. i ponti prima o poi crollano, tutti!
chi si sposta è in pericolo ed è un pericolo!

L'impero romano è crollato e ha perso il controllo di se proprio nel momento in cui ha voluto unificare popoli differenti...Il globalismo è una follia dell'uomo ricco che non vive dentro la città ma bensì sopra schiacciando cosi la propria ragionevolezza, coscienza, dignità e senso della misura.
Non rimane altro che svuotare le tasche a chi ha rubato per farsi restituire il malloppo....

GIUSTIZIA ED EGUAGLIANZA SONO QUESTE LE PAROLE MANCANTI E SARANNO QUESTE LE PAROLE CHE CI SALVERANNO!

....chi è in buona fede non può avere altre soluzioni...

Acul utopiA Commentatore certificato 20.09.11 19:29| 
 |
Rispondi al commento

In quanti ci hanno tentato, a mettere cioè l'Europa sotto un unico scettro ? Tantissimi, il penultimo quello di hitler, finito come tutti sappiamo. Dittatoriale,feroce, ma forse mai subdolo e spietato come l'ultimo, quello in corso, ad opera dei Banchieri e della Finanza. E si, quando c'è di mezzo il denaro le cose sono sempre peggiori,gli interessi non guardano in faccia a nessuno,per denari forse hitler decise di sterminare gli Ebrei, per bisnis la mafia uccide anche i familiari, figuriamoci se per denaro non ci stritolano come moscerini.
Una sola curiosità mi opprime, vorrei sapere a quella famosa riunione di Giugno in Svizzera del Club dei banchieri Bildemberg,cosa si sono detti con Tremonti e Draghi ????

ciminello giacinto 20.09.11 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Uscire dalla ue?
Si, ok ma solo se contemporaneamente, si esce anche dal circuito finanziario internazionale, e dall'influenza del fmi!
Altrimenti, fuori dall'europa le cose peggiorerebbero invece di migliorare!
E' una decisione che richiede coraggio e sacrifici, ma è l'unica che ci consentirebbe di affrancarci dal ricatto dei mercati!

l., ancona Commentatore certificato 20.09.11 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Nella storia tutti i grandi stati o imperi sono sorti a seguito di fatti drammatici (guerre; rivoluzioni; etc.). La cosidetta "UE" nasce in base a grafici di cambi monetari e di oscillazioni dei debiti obbligazionari e "pronto termine" e con circolari sulla grandezza delle pizze e la quantità di cotone nelle mutande. E' meglio lasciar pedere e tornare alle vecchie Nazioni che, bene o male, ne hanno fatto la grandezza.

antonio usala 20.09.11 18:13| 
 |
Rispondi al commento

1- fine delle finte unioni speculatrici ,fine dell'evasione, chiusura delle banche e degli intermediari tra gli scambi economici che avverranno con moneta elettronica e ced statale che registra e pubblica ogni movimento del dare e avere

2-tetto limite di guadagno: un individuo in italia non può guadagnare oltre una determinata soglia, la quale se superata sarà considerato un 'eccesso e andrà ridistribuito

3-chiusura temporanea dei confini italiani fino a quando non sarà annulata la disoccupazionne per tutti i residenti italiani

4-tassazione sull'automatizzazione di macchinari tecnologici o meccanici che sostituiscono la mano d'opera umana

5-riduzione dell'orario di lavoro a massimo 4 ore al giorno

6-sostentamento minimo per gli italiani che non possiedono un reddito

7-attuazione di votazione popolare in rete per votare e proporre settimanalmente le leggi della propria nazione

.....cari ricchi europei se scendo io in campo vi faccio un culo cosiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii


Prima di scrivere e pensare che la UE è morta ricordatevi che gli europei si sono fatti la guerra per un migliaio d'anni più o meno ininterrottamente.
Il fatto che da 60 anni viviamo in pace non mi sembra cosa da poco. Inoltre, con Schengen, i giovani nati negli stati più sfortunati (leggi Italia, Grecia, Spagna, Portogallo) sono liberi di cercarsi lavoro e un futuro promettente altrove. Una generazione intera di studenti universitari ha usufruito dell'erasmus e un giorno, quando sarà al potere, potrà finalmente spingere oltre la UE, verso l'unione politica. Siamo l'ultimo continente dove si pensa ancora ai diritti civili e all'ecologismo in maniera seria (no? pensate ad Asia e Nord America). Se cade la UE non c'è tanto da gioire.
Saluti e buona serata a tutti.

Leonardo 20.09.11 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mah... io non sono proprio d'accordo. Che l'euro sia gestito dalla BCE riconosco sia uno scandalo, in quanto privata... Ma una moneta invece credo sia positiva, come sarebbe positivo creare un'Europa veramente unita: ogni nazione un governo locale con piccoli poteri, ma sopra tutto un governo europeo che prende le decisioni in campo economico etc... Ecco così potrebbe avere un senso e un futuro l'europa... Rinchiudersi nuovamente nella lira e nei confini nazionali, sarebbe un vero passo indietro...

David C., Pistoia Commentatore certificato 20.09.11 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Nella storia tutti grandi stati o imperi sono sorti a seguito di fatti drammatici (per non dire di forza o di violenza). La cosidetta "UE" nasce in base a grafici di cambi monetari e di oscillazioni dei debiti obbligazionari e pronto termine e con circolari sulla grandezza delle pizze e il tenore in cotone delle mutande. E' meglio lasciar pedere e tornare alle vecchie nazioni che, bene o male, ne hanno fatto la grandezza ("Quanta Roma fuit ipsa ruina docet").

antonio usala 20.09.11 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Questo post mi trova per lo più d'accordo con lei, Beppe (e la cosa non è così frequente), penso anch'io che a seguito di un'unione economica in Europa vada portata avanti un'unione politica, poichè i poteri economici non devono essere lasciati troppo liberi di operare senza la presenza di un contraltare politico (e ci si augura democratico) che possa controllarli. Io però non sarei così negativo: è già accaduto nella storia che all'unione economica seguisse quella politica, si pensi alla Germania nell'Ottocento, per esempio. A me degli "Stati Uniti d'Europa" non dispiacerebbero affatto, non so a voi.

Nicola Grittini 20.09.11 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Scusate la mia immensa ignoranza:
Ma che cosa è l'Europa?
Esiste?
A che serve?

Anni fa ho sentito parlare della Europa dei popoli,ma esiste o sa da fare?

L'utopia Europea scritta da qualche visionario e sottoscritta anche dall'Italia che fine ha fatto?

Secondo il mio insignificante parere l'Europa è identica all'Italia (su immagine e somiglianza in tutti i sensi)l'euro poi è il Dio Europeo!

E poi ragazzi la crisi Europea è come quella Italiano "non esiste" nessun paese Europeo è in crisi (è quello affianco che ha problemi e ci minaccia tutti)!
Che tristezza di gente!
Se anche mandiamo a casa questo governo e non cambia niente in europa saremmo sempre il fanalino di coda di un carrozzone di pagliacci e di conseguenza i primi ad essere Inculati.
Az l'Italia si è ricordata di pagare RC auto (NO!!)

Per me questo paese insieme all'Europa sta andando veramente a Puttane (oh scusate èscord)

A quando il nuovo V day?

Ciao Neeeee

davide vigmati, Merlino Commentatore certificato 20.09.11 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chissà se il Tennessee pensano dello stato di N.Y.
che siano tutti parassiti banchieri der cazzo !!

certo che l'italiano medio sarà difficile capisca
di U.E. nel momento stesso che si diversifica persino tra paesetti confinanti !

mah! ---- come dice lo spastico? segesssioneeeee!

ah ah !!!

LENIN no friend max, Roma Commentatore certificato 20.09.11 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Inutile stare a nascondersi, stando alle notizie di oggi provenienti dalle carte di STANDARD & POOR'S, l'Italia e la sua economia sono destinate a d essere schive della Germania prima e della Francia poi.
Ho la vaga sensazione che Standard & Poor's rappresenti per la finanza mondiale quello che la Guida GAMBERO ROSSO rappresenta per i ristoranti. La seconda ha il potere di spostare, "con la forza del sapore (del denaro)", clienti da un ristorante all'altro... la prima mi sa che con lo stesso sistema sposta il baricentro finanziario del globo terracqueo da un punto cardinale all'altro (prima si declassa la Grecia, poi gli USA, oggi l'Italia, Spagna e Francia in bilico, Portogallo e Irlanda già sepolte).. Fa riflettere non c'è che dire! Si vede che la cara vecchia Europa da fastidio qua e là a qualche economia. E dire che i loro colleghi di Lehman Brothers (moderni profeti della finanza mondiale) hanno causato la crisi economica del 2008 caldeggiando, tra le altre cose, l'acquisto di bond argentini e azioni parmalat. Speriamo che Standard & Poor's faccia la stessa fine dei suoi cugini giusto un attimo prima di fare i medesimi casini seguiti magari a ruota da quelli di Moody's.

Stando così le cose personalmente ai signori STANDARD & POOR'S non affiderei nemmeno il cane da portare a pisciare... me lo dovessero declassare a barboncino nano!!!!!

giovanni balletta 20.09.11 15:31| 
 |
Rispondi al commento

L'Europa è solo una banca perché noi, Popolo dell'Europa, l'abbiamo permesso; perché è molto sciocco credere che la moneta unica possa unire quello che è diviso in termini di cultura, religione e tradizione e non siamo più in grado di unire altro che non siano i temi economici.
Infatti abbiamo permesso che la Commissione europea fosse composta da burocrati e galoppini delle multinazionali e dei partiti al governo nei vari stati
Abbiamo paura e diffidenza reciproca laddove potremmo trovare elementi comuni su cui costruire il nostro futuro
Non siamo ancora stati in grado di parlarci tra noi, individui assoggettati a poteri sempre meno onesti e sempre più lontani e di dare un segno come movimenti per la liberazione collettiva, per sostenere un'idea diversa, una nuova era fondata sull’empatia e la collaborazione
Possiamo fondare una nuova Europa fatta di esseri umani e così riportare l’economia e il denaro al servizio e non al comando delle nostre istituzioni.
Non ci dobbiamo illudere ma possiamo almeno incominciare a pensare in modo differente, a non cadere nell’inganno del PIL e dello spread sul debito
Non ha molto senso avere una banca centrale europea e debiti pubblici a livello statale, mentre il potere economico tiene sotto controllo i governi mondiali imponendo la nuova schiavitù dei poveri e dei migranti, e i consumi di armi e gli orrori del nucleare e del petrolio, lucrando anche sulle malattie a cui ci conduce questa “modernità” .
Loro non sono in grado di pensare soluzioni, ma solo di tirare a campare sfruttando le posizioni di privilegio che ci hanno imposto con l’arma della legge
Se 500 milioni di esseri umani lo vorranno e lo decideranno tutti insieme, l’Europa si risveglierà dall’incubo e potrà mettere mano a tutto quanto, con molta meno fatica di quanta se ne faccia adesso per tenere a galla questo orribile groviglio di ingiustizie e di incompetenza
Esseri umani di tutta Europa uniamoci!

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 20.09.11 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente! Sono assolutamente d'accordo su ogni parola!
Grazie

Fabio Conforti, Roma Commentatore certificato 20.09.11 12:35| 
 |
Rispondi al commento

l'impero romano by uto
perchè i ricchi hanno voluto l'euro e la flessibilità sul lavoro?
Semplice hanno potuto vendere al doppio, triplo quadruplo gli stessi prodotti di prima con meno spese private
e quando ci dicono e ci dicevano:
"..ma l'euro in sè è una cosa buona, ha consentito agli italiani di pagare per anni interessi più bassi sul debito pubblico, risparmiando risorse per la collettività."
tanto per iniziare sto debito pubblico non è stato creato da noi popolo impotente ma da dei privati banchieri e industriali immischiati nella politica e nei governi e quindi di certo non ci possiamo rincuorare sostenendo che con l'unione europea potremmo estinguere un debito che ci hanno imposto, della serie prima ci mettono sulla croce e poi mentre ci piantano altri nuovi chiodi ci promettono di toglierci i vecchi.
altra stronzata sono le risorse per la collettività considerando che l'italia all europa da 100 per ricevere 50 ma di queste 50 almeno 40 vanno nelle tasche degli speculatori chiaramente collusi con chi lascia le risorse: partecipano ad un bando e se sei ben amanigliato presenti un progetto che prometti mari e monti in servizi per la comunità, lo vinci ma poi del progetto si fa nemmeno un decimo di quello che si è promesso di fare e i controlli sono preforme inutili perchè piu l'impero è grande e più è difficile da controllare e da far rispettare le regole..quindi a tutti gli europeisti del cazzo, si deve tornare a credere alle risorse del territorio, ritrovare il senso della misura e dei limiti necessari per dare garanzie anche ai più deboli, si deve poi ridurre al minimo indispensabile il "movimento" di prodotti e di popoli, ognuno deve migliorarsi a casa sua con le proprie risorse culturali e naturali, la fine dell'europa sarà l'inizio della rinascita delle comunità e delle ricchezze del proprio territori.
il mercato internazionale è un altro impero troppo grande per funzionare ed essere controllato in cui al suo interno ogni paese ha regole differenti

Acul utopiA Commentatore certificato 20.09.11 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono dell'anno 1972. Con l'Europa ci sono cresciuto. Sono persino andato in una scuola europea a Mol, in Belgio. Sono sempre stato favorevole ad un unione europea. Sono passati diversi anni da allora e l'idea europea si è modificata parecchio, almeno che nessuno dei giovani di quella generazione ne avesse compreso il vero scopo. Oggi la vera immagine dell'Europa viene a galla, con i deficit, bancarotte, rischi default e più ne ha più ne metta.
Fatto stà che un unione di Nazioni impone sacrifici troppo grandi alle popolazioni, costringendo queste ultime a rinunciare (probabilmente) alle proprie pensioni, a subire tagli sostanziosi a servizi pubblici, a subire ulteriori sacrifici per risanare le banche, veri colpevoli di questo scempio di livelli mondiali.
Il futuro dei nostri figli, delle future generazioni mi spaventa. Cosa stiamo creando per loro oltre a debiti che dovranno accollarsi? Poi consideriamo che noi viviamo in Italia, culla della malavita, di corrotti e ladri, puttane e puttanieri con la chiesa che detta la sua legge divina. Ma divina de che?.
Un Europa basata unicamente sul commercio, il lucro, il guadagno a discapito del sociale e delle necessità della popolazione non è l'Europa che sognavo da ragazzo. A questa Europa rinuncerei già domani senza pensarci un attimo. L'Europa NON sarà mai un unico stato come gli USA. Abbiamo troppe differenze culturali ed integriamo paesi già vicino all'orlo del baratro.
Direi che non c'è futuro per questa "Unione"

Flavio Piccioli 20.09.11 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma i destini di interi paesi e di interi popoli possono essere in mano a quattro cocainomani delle agenzie di rating, legati a lobby ebraiche di banchieri e di finanzieri? Che cazzo di mondo è questo? La gente muore di fame e questi pigiando un tasto di computer spostano enormi capitali per propri interessi e mettendo in ginocchio intere economie. Qui ci vuole un sano comunismo, altro che manovre economiche. Alla gente va restituita la dignità di vivere.

stedo54 20.09.11 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta commenti e' ora di agire..........

Tito 20.09.11 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari Amici,
è verissimo che accanto all'euro andava (va!) fatto molto altro, facendo crescere un'integrazione politica, dei diritti civili, della solidarietà. Ma l'euro in sè è una cosa buona, ha consentito agli italiani di pagare per anni interessi più bassi sul debito pubblico, risparmiando risorse per la collettività. Se poi quelle risorse sono state sprecate o rubate, non è colpa della BCE, ed è un peccato se persone coraggiose e generose come Beppe e i suoi lettori cadono in questo equivoco. Dai: prendersela con l'euro è come dire che gli incidenti stradali sono colpa dell'airbag... Saluti cari, Andrea

Andrea Resti 20.09.11 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sinceramente sono stanco e disgustato da tutto questo parlare di soldi,banke,ratings..........Fuori l'Italia migliore,noi giovani trentenni stanchi di questa classe politica aspettiamo quel vento di sciroccosa rivoluzione per mandare tutti quei poltronisti a casa e riprenderci la nostra ITALIA.......TUTTI A CASA..............ANDATE A LA-VO-RA-RE

giuseppe campanaro 20.09.11 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Peccato che sabato scorso all'antibank day davanti alla borsa italiana a protestare e a parlare di signoraggio eravamo 200 coglioni.... mentre in piazza duomo c'erano 3000 persone che giocavano a basket!! buona giornata

paolo fiorilli 20.09.11 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Che CROLLI questo schifo di europa.

Sono Europeista della prima ora, ma questa europa è vermante figlia della CECA (comunità europea del carbone e dell'acciaio) e quindi fa solo gli interessi dei grandi potentati e non dei cittadini che son diventati sudditi senza diritti.

saluti elvetici

Fernando Vehanen, Helvetia Commentatore certificato 20.09.11 09:22| 
 |
Rispondi al commento

intanto ci stiamo svendendo alla Cina e, come scritto in questo articolo, in Italia, "sulla stampa si dice poco, di questo".

http://www.salon.com/news/global_post/index.html?story=/news/feature/2011/09/19/italy_china_bailout

Luca Brischetto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.09.11 09:08| 
 |
Rispondi al commento

Piantatela di dar giù all'UE, che se non era per l'Europa qui in Italia eravamo falliti da vent'anni. Va bene che l'Europa è una Unione essenzialmente economica e monetaria (del resto, è nata per scopi non politici, anche se qualcuno qui lo da per scontato) ma successivamente è diventata un vero e proprio punto di riferimento internazionale anche in senso politico e legislativo. Sono le corti europee che spesso ricordano a noialtri italiani che cosa significa libertà, concorrenza e uguaglianza. È il parlamento europeo che ci richiama sulle sempre più spudorate violazioni dei diritti civili.

E poi, scusatemi eh... Ma trovo assurda la frase dell'articolo sul fatto che l'Europa esiste da mille anni anche senza UE... Ma certo... È lapalissiano... Peccato però che solo nell'ultimo secolo tra due guerre mondiali gli europei si siano scannati brutalmente. L'Ue nasce anche per evitare che questo si ripeta.

Al sig. Donato G., di Como, ricordo infine che nel 1989 gli italiani, forse lui incluso, sono stati chiamati a votare un referendum con il seguente quesito: Ritenete che si debba procedere alla trasformazione delle Comunità europee in una effettiva Unione, dotata di un Governo responsabile di fronte al Parlamento, affidando allo stesso Parlamento europeo il mandato di redigere un progetto di Costituzione europea da sottoporre direttamente alla ratifica degli organi competenti degli Stati membri della Comunità?

Ora, a me risulta che l'affluenza fu superiore all'80%, e che il voto favorevole fu dell'88%... va bene che era un referendum di indirizzo, ma credo che i dati siano decisamente chiari. Quindi evitiamo facili battute populiste e cerchiamo di capire che questa crisi non nasce per colpa dell'UE, ma per buchi nelle finanze dei paesi più deboli e corrotti d'Europa. E sarà la generazione mia, a pagare.

Davide Cent 20.09.11 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Anonymous dichiara guerra a Belusconi e ai media che omettono o falsano l'informazione!!!

GRANDI!!!!!!!

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=15673#axzz1YT577zrc

Uno dei tanti 20.09.11 07:40| 
 |
Rispondi al commento

Era ora che qualcuno confessasse la VERA identità europea. Altro che liberi scambi, altro che unione di stati, è solo una criminale setta di burocrati non eletti che ci hanno levato la sovranità di stato e monetaria. Ma qualcuno sa che le nostre leggi italiane sono inferiori a quelle europee? Ma qualcuno lo sa che uno stato che può spendere il proprio denaro a deficit e anche svalutandolo è comunque uno stato ricco perchè produce ricchezza, posti di lavoro e servizi pubblici? Ma qualcuno lo sa che l'euro è solo della bce e l'europa non esiste proprio? O state tutti viaggiando nel mondo dei sogni sventolando fasci di carte colorate in piazza?
I banchieri ci stanno rubando l'Italia, pezzo per pezzo. Ma chi sono questi 5 burocrati che ci IMPONGONO le privatizzazioni? Le cose pubbliche sono NOSTRE e NON LE VENDIAMO!!! VIA DALL'EURO, SUBITO E VIA DALL'EUROPA vile affarista Draghi e Prodi. Criminali!!!

Bianca Sirio, Milano Commentatore certificato 20.09.11 02:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'euro fu voluto principalmente proprio dalla Germania che esporta maggiormente i suoi prodotti in Europa...e io mi ricordo di non aver mai votato per decidere se volevo l'euro oppure no....cmq concordo con quanto detto nel post...tutto quello che sta accadendo serve per far passare la "sovranità" dalla politica allle grandi banche e multinazionali...mi vedo sempre vecchio in un mondo dominato dalle lobby dove tutto è privato e gli stati non esistono più...tipo qualche film apocalittico alla Blade Runner o Highlander II, dove la multinazionale che aveva lo scudo dominava il mondo, o film simili che or anon ricordo...perlomeno fino a qualche anno fa c'era una parvenza di democrazia, cmq c'erano delle regole, delle leggi, una Costituzione in teoria legiferata da esponenti del popolo...fra qualche decennio magari la nostra costituzione e le regole saranno dati da un cda e non più velatamente come ora ma proprio in modo lampante...

Donato G., Como Commentatore certificato 20.09.11 01:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mha, io non la vedo chiara per niente. Per me sta per succedere un casino epocale. Da libro di storia. Tempi bui, tempi bui...

mattia baccini 20.09.11 01:09| 
 |
Rispondi al commento

http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/6807-qche-tempo-che-faq-si-tocca-la-tav-e-il-pd-scatena-il-finimondo.html

Da leggere

Stefano Contin, Genova Commentatore certificato 20.09.11 00:50| 
 |
Rispondi al commento

E' esattamente quello che avevo scritto io sul Fatto questa mattina, appena pubblicata la notizia. La frase della Merkel è quasi storica, senz'altro da ricordare nel futuro.

Jacopo Maurizi 20.09.11 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Chi e' contento per l'uscita dall'Europa e dall'Euro? Chi e' in malafede,chi e' ignorante e maleinformato, chi ci guadagna e ci specula. Senza euro ci sarebbe la svalutazione che c'era negli anni 70-80. E chi se la piglia in quel posto con la svalutazione? Non certo i ricchi, ma i poveri. Chi e' ricco ci guadagna dalla svalutazione. Chi ci guadagna dai cambi delle monete? Sempre le banche, sempre i ricchi. Chi era contrario all'europa? La destra che ci ha ridotti in questo modo. Chi e' contento dall'uscita dall'Euro? La destra, i ricchi, chi puo' aumentare i prezzi ancora prima che ci sia la svalutazione continuando a guadagnarci.
Piantiamola per favore di sparare cavolate. Il problema e' che l'euro non favorisce le destre ed i ricchi, quindi sono contenti che l'europa vada a picco perche' chi e' ricco sara' ancora piu' ricco e chi e' dipendente ce l'avra' sempre in quel posto. Chi e' favorevole al crollo dell'europa o e' in malafede, o e' disinformato, o e' informatissimo e sa benissimo che ci guadagnerebbe dall'uscita dell'euro.
Meditate gente,informatevi.... poi traete le conclusioni.

af dvd Commentatore certificato 19.09.11 23:24| 
 |
Rispondi al commento

http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fwww.linkiesta.it%2Fla-crisi-di-atene-lo-pagano-i-malati-niente-piu-anti-tumorali-da-roche

ecco cosa ci aspetta tra pochissimo tempo...

Alessandro G., Milano Commentatore certificato 19.09.11 22:29| 
 |
Rispondi al commento

NON DIMENTICHIAMO che nel 1991 IL DOTT DRAGHI PRIVATIZZAVA i gioiellini pubblici ,insieme con PRODI,AMATO ecc.. procurando un danno inestimabile al ns paese..Oggi continua il saccheggio ,cercando in ogni modo di mettere all'asta tutta l'italia completa ,compreso il colosseo... l'euro e' una truffa colossale organizzata dai banchieri ed affaristi di tutto il mondo,questa e' una crisi voluta dal governo attuale,con l'intento di svendere il ns patrimonio culturale ed economico badando esclusivamente ad interessi propi, giocando sulla pelle dei poveracci...GENTAGLIA ed ASSASSINI...

alvaro 19.09.11 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Ben detto ! Crollerà questa Europa figlia di una perversa costrizione monetaria e amministrativa.
Quindi spariamo un colpo al cavallo zoppo e facciamola finita !

Davide Tramma (attila khan), Sesto San Giovanni Commentatore certificato 19.09.11 21:03| 
 |
Rispondi al commento

...mi auguro davvero con tutto il cuore che questa europa unita si concluda assieme alla sua moneta...
il suo crollo rappresenterebbe un nuovo risorgimento per ogni nazione, belle divise fra loro, meno collegamenti meno spostamenti e meno maldidenti...
...mi stanno sul cazzo gli spostamenti e tutti quelli che si spostano...
...ognuno a casa loro!!


grazie angela merkel ci rifaremo con il movimento dei pirati che ha gia concuistato 8% dei voti,il futuro e' arrivato basta saperlo accogliere.

gagliardo giuseppe 19.09.11 20:46| 
 |
Rispondi al commento

tutti contro 'sto euro!
ma l'Inghilterra non ce l'ha e vorrebbe uscire
(una minoranza d'idioti ma il grosso quando la molla la vacca grassa da cui mungere)
la danimarca non ce l'ha
la scandinavia tutta non ce l'ha
l'Ungheria non ce l'ha

notizie aggiornate per Polonia-Romania-Bulgaria
Slovacchia-Slovenia-...non ce l'ho...
ma non me sembrano che navighino nell'oro ...
tutte quante!

ME LI IMMAGINO I "NUOVI PADRONI CAPITALISTI"
DELL'EUROPA DELL'EST E DELL'OVEST ...ALLA CADUTA
DEL MURO TUTTI A STAMPARSI MONTAGNE DI BIGLIETTONI CHE DOPO POCO TEMPO NON SAREBBERO
SERVITI NEMMENO COME CARTA DA CESSO !!!

--- in special modo gli inglesi! eh !
hanno già invaso tutto l'est !

...meglio non sapere!

LENIN no friend max, Roma Commentatore certificato 19.09.11 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma che vuol dire "Non si possono gestire i cittadini europei come dei correntisti.". Chi tra voi è stato gestito come correntista? E se qualcuno tra voi lo è stato, potrebbe gentilmente spiegarmi in che modo?

Beppe, perché non torni a parlare di temi alla nostra portata? Di territorio, di 5 stelle. Non puoi leggere due righe del corriere e trasformarti in un premio nobel per l'economia.

Da un ammiratore,
Luca

Luca Speroni 19.09.11 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco l'ennesimo post pressappochista di questo blog. Possibile che tutti quelli che commentano con tanto ardore post come questi abbiano abbastanza nozioni di economia e conoscano così bene la situazione europea attuale? Nessuno si è mai reso conto di quanto è più facile muoversi oggi per lavorare in un paese dell'UE, piuttosto che farlo oltreoceano negli USA ad esempio, o in Giappone? Tutti convinti al 200% che l'UE è un concetto malefico? Mah...

Marco M. 19.09.11 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hai detto giusto vaffanculo europa-monetaria!

Alessandro G., Milano Commentatore certificato 19.09.11 19:31| 
 |
Rispondi al commento

"un Parlamento che sembra un Club Med."

allora aveva ragione berluskaiser a definirli TURISTI DELLA DEMOCRAZIA?!?!?

ma quale CLUB MED, BEPPE...

è un CLUB BILDERBERG!!!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 19.09.11 19:16| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Moody's: “QUESTI SONO FANTASTICI, SE NON CI FOSSERO BISOGNEREBBE INVENTARLI, VOGLIONO LA BOTTE PIENA E LA MOGLIE UBRIACA”.

La notizia:
Moody's: La manovra mette a rischio i bilanci di Comuni, Province e Regioni. (Grazie al caz………)

Il commento:
Mi ripeto, questi sono fantastici, se non ci fossero bisognerebbe inventarli, prima Moody's ci minaccia di declassarci se non tagliamo il debito pubblico, ora che sotto la spinta della Banca centrale Europea, della Commissione Europea e del Fondo Monetario Internazionale, abbiamo tagliato le spese agli enti locali, si lamentano che così mettiamo a rischio i bilanci di Comuni, Province e Regioni.

“CHE SI’ DECIDANO O DOBBIAMO SPENDERE O DOBBIAMO TAGLIARE LA SPESA PUBBLICA”, la botte piena e la moglie ubriaca, mica sì può fare.

A me mi sa che questi, vorrebbero che azzerassimo tutte le spese per le pensioni e per lo stato sociale, ma poi si lamenterebbero perché i pensionati ed i poveri cristi, non spendono soldi per fare girare l’economia nazionale.

Paolo R. Commentatore certificato 19.09.11 19:15| 
 |
Rispondi al commento

crolla EURO ED EUROPA??

MA MAGARIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !!!!!

solo che....

QUEI FOTTUTI BANKENSTEIN NON GLIELO PERMETTERANNO !!!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 19.09.11 19:14| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori