Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tu chiamale se vuoi, evasioni


pelle_antonio.jpg
"In Calabria, periferia dell'Impero, è evaso un boss di primo piano della 'ndrangheta. Si chiama Antonio Pelle, detto "vanchiddu" ma soprannominato anche "la mamma", che pare voglia significare tanto nel gergo criminale. Era stato condannato a 13 anni di carcere per faccende legate alla faida di San Luca. Ultimamente era anoressico, gli avevano dato i domiciliari, poi l'avevano portato in ospedale, a Locri. Ieri è evaso. Non si trova più. Mi chiedo come sia possibile. Chi lo piantonava? Come si fa a portare uno come Pelle ad un ospedale della zona, dove i potenti tentacoli delle 'ndrine soffocano anche gli spigoli? Mi ricorda un po' l'evasione di Luciano Liggio. So soltanto che quando presero Pelle, dentro a un bunker, fu la vittoria dello Stato. Era ritenuto fra i latitanti più pericolosi. Ora lo è di nuovo. Di chi la colpa?"
Enzo A.

15 Set 2011, 18:04 | Scrivi | Commenti (14) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

piantonarlo e perche mai si dovrebbe piantonarlo se poi per evadere di nascosto dalla guardia si fa male chi lo rinborsa????

questo problema tipicamente italiano
lo avevano risolto i nazisti nei lager

se un prigioniero evadeva
si prendeva 10 colleghi
del prigioniero o anche le guardie che avrebbero dovuto controllare
e ....
un colpo alla testa e tutto era finito
#NESSUN PROCESSO E NESSUNA DIFESA....
finche lo stato godera della immunita e
protezioni altolocate impunite
ALLORA NULLA CAMBIERA

FATE MENTE LOCALE RIUSCITE O POTETE
CREDERE UN POLITICO CHE FA IL FURBETTO ... SAPENDO SE VIENE ACCHIAPPATO DOVREBBE RESTITUIRE TUTTO E SENZA IL MINIMO SCONTO?????
PENSATE AL MAXY EVASORE PRODI CHE HA REGALATO (CONDONATO) 98MILIARDI DI EURO AI SUOI AMICI
OPPURE AL ALTRO MAXY EVASORE CHE DOVREBBE RISARCIRE I 380 000 EURO AL GIORNO ALLO STATO......sapete chi e il suo nome VERO.....

di questi due evasori dovrebbe essere
nominati ogni volta che il governo ci parla di sacrifici....
PRIMA RISARCISCANO LORO E DOPO NE RIPARLIAMO DI SACRIFICI....

stefano b., rovato Commentatore certificato 16.09.11 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Cosa dice ora Maroni di questa fuga? Anche questa è colpa dei manifestanti?

Mauro Papaleo 16.09.11 13:25| 
 |
Rispondi al commento

LA Polizia ha inseguito e fermato l'auto dei giornalisti che volevano intervistare Marcello dell'Utri...
Uno stato rovesciato, la polizia protegge i mafiosi, o meglio le gerarchie alte della polizia come di altri enti statali proteggono la mafia, questo è uno stato mafioso dove i politici sono semplcemente delle marionette incravattate.
Una classe politica sotto ricatto dall'economia mafiosa, dalla gnocca. Nessun uomo solo può ribaltare la situazione, solo l'unione di tutte le persone di buon senso ,dove ognuno vale uno, può sperare di spuntarla.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.09.11 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Se la mafia fosse solo un sinonimo di delinquenza, sarebbe stata debellata da tempo. vedi il brigantaggio: non aveva nulla da invidiare alle mafie, tranne il non trascurabile dettaglio che i briganti non avevano affiliati in politica.

Michele Tucci, ravenna Commentatore certificato 16.09.11 12:37| 
 |
Rispondi al commento

di chi e' colpa? Beppe possiamo sapere di chi e' colpa e lo mettiamo alla pubblica gogna?

alessandro ginesi, Genova Commentatore certificato 16.09.11 09:38| 
 |
Rispondi al commento

il criminale doveva stare in un carcere fuori dalla calabria non nel suo territorio insieme ai suoi simili. Il vero problema è che non abbiamo una magistratura capace e credibile .Uno stato che non è presente sul territorio ma solo con la bandiera e la foto del presidente negli uffici pubblici. Contro le mafia ndrangheta camorra ci vogliono solo i rastrellamenti e la fucilazione .

CLASSE POLITICA ITALIANA DIRE CHE SIETE DELLE MERDE E' UN COMPLIMENTO .


sabatino 16.09.11 08:56| 
 |
Rispondi al commento

a parte che non si erano messi d'accordo sul compenso e il trattamento - causa crisi e debito pubblico -

ma poi...

con tutti gli sbirri - rimasti fedeli - che servono
a Montecitorio e in Val di Susa... come cazzo faranno a piantonare gli amici degli amici ????

ah ah ah!...faranno una brutta fine - è imminente!

LENIN no friend max, Roma Commentatore certificato 15.09.11 22:31| 
 |
Rispondi al commento

ma ci meravigliamo??? in italia questo ed altro!!!!!

franca b., modena Commentatore certificato 15.09.11 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Macchè evaso: quello è stato "liberato".....

harry haller Commentatore certificato 15.09.11 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Vuoi sapere chi lo piantonava? Te lo dico io che l'ho sentito in non so quale tg. NESSUNO.
Poi uno dice che siamo un paese di merda...

andrea fontana 15.09.11 19:05| 
 |
Rispondi al commento

UNIONE INQUILINI
FEDERAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA
SEDE CENTRALE E UFFICIO LEGALE
VIA TRIBUNALI N. 181 NAPOLI C.A.P. 80139
TELEFAX 081210810
... Napoli 22 Agosto 2011
APPELLO :

CONCERTO a Secondigliano Quadrivio di Arzano luogo dove morirono 11 cittadini ignari di pericoli esistenti sotto i loro piedi e avamposto importantissimo degli scissionisti con la presenza di una delle bande camorriste più agguerrite presenti sul territorio dell’area a Nord di Napoli.

ASSEMBLEA/CONCERTO con i ZEZI e A67 per lo sviluppo socio economico delle aree a nord di Napoli, per opporci alla violenza e alla camorra, al potere del denaro, per riaffermare che la libertà e la solidarietà, la difesa e valorizzazione dei beni comuni sono gli unici valori alti che l’uomo ha necessità di difendere e tramandare a chi verrà dopo da noi.
Per aprire pubblicamente una grande vertenza di massa avente per oggetto lo sviluppo dell’area nord di Napoli, nell’immediato proponiamo l’apertura dei cantieri della metropolitana a Piazza Capodichino, all’interno dell’aeroporto, a Piazza Carlo III attingendo a risorse comunitarie. Apertura dei cantieri per la realizzazione della funivia che collega i due musei facendolo arrivare fino a Miano area ex Villa Russo (l’Attraversamento del Vallone di Miano sarebbe uno spettacolo straordinario di bellezza estetica e naturalistica). Riqualificazione immediata dell’ex area industriale dismessa ex Birreria Peroni. Utilizzo delle aree e suoli ospitanti le caserme militari esistenti in Via Miano e Comunale Limitone d’Arzano per insediamenti produttivi legati alla tecnologia avanzata e all’informatica e costruzione

unione inquilini napoli 15.09.11 18:59| 
 |
Rispondi al commento

secondo wikipedia Antonio Pelle è morto, mi sa che nell'articolo c'è qualcosa che non va..
leggete qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Pelle

Corrado Cannone 15.09.11 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la giustizia in Italia che tiene in galera le ragazze attiviste della valle di susa e lascia fuggire pericolosi elementi della malavita.
E evidente che hanno permesso che questo criminale evadesse dal momento che in ospedale non era nemmeno piantonato
Ogni ulteriore commento credo sia superfluo non credete?

claudio f., savigno Commentatore certificato 15.09.11 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Com'è possibile ? Semplice, non lo piantonava nessuno perchè la legge non lo prevede.

Ci sono, in questa storiella, SOLO delle enormi incongruenze e contraddizioni.

La verità, come sempre PALESE ma NEGABILISSIMA, è che questo "signore" gode di amicizie altolocate nei ranghi dello stato-mafia e che andava rimesso in libertà, IN FRETTA. Su gentile richiesta dei capicosca nominati dai capipartito (che sono la stessa cosa).

Facciamocene una ragione, abbiamo già perso PERCHE' NON COMBATTIAMO.

Gσℓ∂єи.SђѳωєƦ. 15.09.11 18:26| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori