I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]

Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Ottobre 2011


31.10.11

La guerra italiana

sacconi_menate.jpg "Bollettino di guerra in arrivo dalla penisola italica. Il giorno 31 del mese di ottobre dell'anno 2011. Disoccupazione giovanile al 30%. Stop


31.10.11

Napolitano contro i tagli ai giornali

Grillo_giornali.jpg
Non fai a tempo a goderti una buona notizia che arriva, implacabile, il monito del Colle a rovinarti tutto. Il taglio, purtroppo parziale, ai finanziamenti ai giornali di partito e limitrofi ha turbato profondamente il presidente della Repubblica che ha dichiarato che il governo deve rivedere i "tagli lineari (?)" perché "si mette a rischio il pluralismo dell'informazione". Napolitano non è rimasto insensibile al grido di dolore di direttori di giornali del calibro di Europa, Unità, Secolo d'Italia, Avvenire e Riformista che dovrebbero chiudere in quanto nessuno li legge. Le nostre tasse li salveranno ancora? Vuolsi così colà dove si puote!


31.10.11

Passaparola - Perche' hanno ucciso Gheddafi - Massimo Fini

massimo-fini-gheddafi.jpg
Il leader libico è stato barbaramente ucciso perché l'Occidente non poteva permettere che in un processo venissero rivelate le sue corresponsabilità. Gheddafi non era un dittatore isolato. I suoi sostenitori in patria hanno tenuto testa alle forze di attacco NATO per otto mesi in un confronto ad armi impari.


30.10.11

La vita in condominio

condominio.jpg "Buona domenica, la mia è iniziata male. La "signorina" del piano di sopra, che ha i ritmi circadiani invertiti, si è svegliata, come sempre, alle 06:00 e ha fatto 1ora e mezzo di fracasso prima di uscire.


30.10.11

Euro, mission impossible?

mission_impossible.jpg
Una cosa non ho mai capito. Perché la UE consentì all'Italia l'ingresso nell'Euro sapendo perfettamente che il nostro rapporto debito/Pil era astronomico, intorno al 100%. Per ogni nazione fu stabilito che non si doveva superare il 60%. Per noi (e per il Belgio, due anni dopo anche per la Grecia) si fece un'eccezione a condizione di rientrare nel tempo nei parametri. Era una missione impossibile, lo avrebbe capito anche Tremorti e persino Prodi. Un vizio di origine di questa crisi, che rischia di travolgere noi, e insieme a noi l'Europa. Ora, che il nostro rapporto debito/Pil è vicino al 120%, il doppio del limite massimo, ci si sorprende. Perché solo ora? A qualcuno ha forse fatto comodo che venisse adottato l'euro da Paesi con economie deboli. Sicuramente ai membri forti della UE, che hanno potuto esportare più di prima grazie all'euro. Se la Germania ritornasse al marco, moneta forte, le sue esportazioni nell'area UE potrebbero crollare.


30.10.11

Perché non riusciamo più a volare?

Dumbo.jpg
Perché non riusciamo più a volare? Portiamo occhiali che spengono i colori. Li togliamo solo prima di dormire e poi sogniamo in bianco e nero. Non alziamo più lo sguardo al cielo. Quando camminiamo, guardiamo per terra per evitare gli ostacoli. Curvi su noi stessi. Partecipiamo al vecchio gioco di un mondo che si sta spegnendo e la cui luce, flebile come quella di una candela di sego, confondiamo per l'unica possibile. Per quella del sole. Le regole del gioco le ha decise chissà chi, chissà quando, sono insensate, ma per abitudine e per la fatica che comporta l'affermazione di un nuovo pensiero che gli altri non capirebbero non le mettiamo in discussione.


29.10.11

Riano, la discarica uccide i sogni

riano_beach.jpg Abbiamo bisogno del vostro aiuto per evitare che venga aperta una “Malagrotta bis” a Roma nord. Il sito della futura discarica si trova a 800 mt dalle scuole elementari /asilo (contro le normative della Comunità Europea), nella valle del Tevere, nel Parco nazionale del Veio, nel Comune di Riano.


29.10.11

Le macchine del fango

Mulazzo.jpg
In Lunigiana, ad Aulla, la delegazione del ministro Matteoli è stata infangata. Non è un modo di dire. Gli abitanti per l'occasione hanno lanciato badilate di fango autentico. Il corteo ministeriale, dopo la sfilata nei paesi disastrati, si è poi allontanato portando con sé sulle carrozzerie delle auto blu autentica terra doc straripata per l'incuria. Le famose macchine del fango.


29.10.11

Come è triste Vernazza - Beppe Grillo

grillo_vernazza.jpg
Sono stato a Vernazza nelle Cinque Terre. Le strade erano bloccate e sono arrivato in barca grazie al passaggio di un amico. Dal mare non l'ho riconosciuta. La spiaggia è scomparsa e una nuova, fatta di fango e detriti, è nata improvvisamente. Le macchine, risucchiate fuori dai parcheggi, hanno attraversato le strade della cittadina. Impazzite, senza conducenti, guidate da una forza folle. In molte case il fango ha superato il primo piano. La piazza principale non esiste più.


28.10.11

Cina a bassa velocità

Cina_alta_velocita.jpg
L'alta velocità cinese si è fermata. Dopo l'incidente dello scorso luglio del treno da Hangzhou a Wenzhou con 40 morti, i lavori nel Paese si sono bloccati e gli investimenti prosciugati. La Cina ha la rete ferroviaria ad alta velocità più estesa del mondo ed era previsto il suo raddoppio in pochi anni per altri 10.000 km. La tragedia di luglio ha costretto le autorità a rivalutare i sistemi di sicurezza e, contemporaneamente, è avvenuto un crollo dei passeggeri, scesi del 20%. I cantieri sono fermi, lo sviluppo dell'alta velocità è per ora una chimera. Rimane solo il debito del ministero delle Ferrovie di 330 miliardi di dollari (fonte Ft). Sembra una storia italiana e invece è cinese!


28.10.11

La Russa viaggia in Maserati

larussa_maserati.jpg "Il Ministro La Russa ha deciso di dare un segnale forte, considerata la crisi. Così, mentre il suo Presidente consegnava all'Europa la letterina magica, quella che prevede licenziamenti più semplici e pensioni a 67 anni (ma solo per i cittadini, mica per i politici), lui si dedicava a rinnovare il parco auto del Ministero che governa.


28.10.11

Il debito pubblico delle Grandi Opere

porcellino-italia.jpg
Si discute, ormai quotidianamente, del debito pubblico, del suo peso enorme sull'economia italiana. Una valanga che rotola a valle e travolge pensioni, diritti acquisiti, posti di lavoro e sta cancellando il futuro di una o due generazioni. Non si è ancora discusso però di COME questo debito sia stato accumulato e a cosa sono stati destinati i 1.900 miliardi accumulati dai vari governi, da Craxi a Berlusconi. E soprattutto CHI ha preso questi soldi.


27.10.11

I tagli alla Direzione investigativa Antimafia

DIA.jpg
"Davanti agli straordinari risultati della Direzione Investigativa Antimafia in termini di contrasto alle cosche ed aggressione ai patrimoni mafiosi, il Governo cosa fa? Taglia del 20% gli stipendi del personale altamente qualificato, ed a rischio, della DIA. Anche se è confermato lo stanziamento annuo per il funzionamento strutturale, di 4 milioni e 9 mila euro, la DIA si trova al lumicino. Non solo mancano personale e risorse per le emergenze investigative e non si rafforza la struttura, ma si taglia l'indennità agli agenti in servizio. Questo avviene nonostante alla DIA siano stati dati, meno di due anni fa, più poteri di autonoma iniziativa per misure di prevenzione che hanno permesso di contrastare le organizzazioni mafiose e allo Stato di fare “cassa”. Un esempio è quanto prodotto per l'aggressione ai patrimoni illeciti dal Centro Operativo di Genova, cifre - oltre 17 milioni di euro - ben superiori allo stanziamento annuo del Governo - meno di 5 milioni - per il funzionamento della DIA di tutta Italia. Bisogna poi tenere conto che gran parte dei 5 milioni coprono le spese degli affitti per le sedi operative a privati, dato che non è previsto che la DIA utilizzi immobili confiscati o di pubblica proprietà (leggi l'articolo completo)". C.Abbondanza, S.Castiglion, E.D'Agostino - Casa della Legalità


27.10.11

La 'ndrangheta non esiste

ndrine_nonesiste.jpg "E adesso chi glielo racconta a don Mico Oppedisano, capo dei capi (secondo l'inchiesta Crimine) della 'ndrangheta?


27.10.11

Corruzione ad alta velocità - Ferdinando Imposimato

imposimato_corruzione.jpgCiao agli amici di Beppe Grillo, sono Ferdinando Imposimato, ex Senatore che ha fatto parte della Commissione parlamentaria antimafia e fin dal 1992 mi sono occupato dall'alta velocità. Sono nettamente contrario all'alta velocità in Val di Susa, perché ritengo che in quella zona si riprodurrebbe se dovesse essere realizzata, la stessa situazione che io ho riscontrato insieme a diversi altri collaboratori nel centro e nel sud e nel nord dell'Italia, cioè arricchimento, tangenti, distruzione dell'ambiente e vantaggi minimi.


26.10.11

Nahda

Nahda_Tunisia.jpg
La primavera araba si sta trasformando in primavera islamica. In Tunisia il partito islamico Nahda, parola araba che significa rinascimento, ha ottenuto la maggioranza del 52% dei seggi nell'assemblea costituente che scriverà la nuova Costituzione. Nahda è stato represso per oltre vent'anni dal governo di Ben Ali. Le barriere cosiddette "laiche" contro l'Islam, da Mubarak a Gheddafi, stanno cadendo ovunque con l'aiuto, consapevole o meno, della Nato. I Fratelli Musulmani hanno un ruolo sempre più importante in Egitto e i partiti islamici sembrano avviati a prendere il controllo della Libia. Una situazione che ricorda la caduta dello scià Reza Pahlavi e l'avvento di Khomeini. Un'alleanza panislamica è oggi possibile, dal Golfo Persico all'Atlantico con tutte le conseguenze che ne possono derivare.


26.10.11

La pensione della moglie di Bossi

moglie_umberto.jpg "Roma ladrona, urlavano i padani. A capo c'era un tizio un po' buffo, si chiamava Umberto. E diceva di averlo duro. E oggi, quell'Umberto che buffo non lo è più (e forse neanche duro), sostanzialmente fanculizza il presidente della Camera. Perché?


26.10.11

La violenza è una merce

foot-of-suicide-bomber.jpg
Un criminale lega le braccia di una donna a una trave del soffitto con delle corde. E' inerme di fronte a lui. Sul suo petto disegna con un pennarello i contorni di un bersaglio. Quindi, con una mazza e un punteruolo, le spacca lo sterno per estrarle il cuore. Una scena di un telefilm su una rete nazionale dopo cena. L'orrore è entrato nelle nostre case. E' un ospite abituale, a cui siamo assuefatti, spesso atteso e benvenuto.


25.10.11

La poligamia in Libia

donne_libiche.jpg
Il discorso di Liberazione tenuto la scorsa domenica dopo la morte di Gheddafi dal leader ad interim della Libia Mustafa Abdel Jalil ha nella sostanza reintrodotto la poligamia. L'organizzazione NGO "The Voice Of Libyan Women" basata a Tripoli, che rappresenta le donne che hanno combattuto contro la dittatura, non l'ha presa bene. Nella pagina FB, il movimento ha accusato il nuovo premier (che poi nuovo non è in quanto ex ministro di Gheddafi) di non aver citato il ruolo attivo nella rivoluzione delle donne che hanno combattuto con le armi, nascosto ribelli nelle proprie case a rischio della vita e di aver subito, per questo, stupri e uccisioni. Jalil le ha ringraziate, ma solo in qualità di "madri, sorelle e mogli" e ha chiesto l'abolizione della legge attuale che impone a un uomo di ottenere il consenso dalla prima moglie prima di sposare un'altra donna. Un buon inizio per la primavera del Mediterraneo.


25.10.11

Voglio credere nel cambiamento

changes_exit.jpg "Voglio credere nel cambiamento. Perché devo votare coloro che fanno i politici da una vita solo per i propri interessi, privilegi, auto blu, pensione dopo 2 anni, nomina di parenti come portaborse, figli come successori, amici come consulenti?


25.10.11

Il sorrisetto

debts-exposure.jpg
Il sorrisetto di Sarkozy è fuori luogo. Non per il soggetto al quale è stato indirizzato, sul quale ci sarebbe da sganasciarsi dalle risate per giorni, ma per i crediti amari della Francia. L'Italia potrebbe ben presto ridicolizzare la grandeur francese. Spezzeremo le reni ai cugini d'oltralpe, partiremo dal Col di Tenda e arriveremo fino al Golfo di Biscaglia senza colpo ferire. La forza del nostro debito schianterà le banche francesi. Altro che Mirage e force de frappe.


24.10.11

Muammar Bossi

Bossi_Gheddafi.jpg
C'è qualcosa che accomuna Boss(ol)i a Gheddafi. Quando penso all'uno mi viene in mente l'altro. Non so perché. Forse per le loro continue sparate e quell'aria un po' così, sfasciata, di entrambi, o l'abbandono da parte dei loro sostenitori. Mahmoud Maroni potrebbe presto lasciare Boss(ol)i al suo destino come ha fatto Mahmoud Jibril, ministro di Gheddafi fino a pochi mesi fa, e ora nuovo premier della Libia. Il ricorso ai 300.000 fucili mai esistiti delle valli bergamasche... Assonanze tribali. La ridotta di Ponte di Legno come il fortino di Sirte. A Varese la sua tribù lo ha rinnegato. A Verona lo hanno fanculato. Il fuoco amico della Padania è in azione, chi gli sparerà l'ultima raffica?


24.10.11

L'Hiv dimenticato

aids_mini.jpg "Voglio parlarvi della tristissima storia di Sebastiano F. affetto da HIV allo stadio C3.


24.10.11

Passaparola - De profundis per l'Italia - Antonino Monteleone

monteleone_italia.jpgBuongiorno a tutti, prima di cominciare questo nostro breve Passaparola di oggi, voglio soltanto dire due parole sul momento politico che sta attraversando il nostro paese. I giornali in questi giorni hanno raccontato quel teatro dell'assurdo che è stata la presentazione ufficiale del Movimento di Responsabilità Nazionale, si tratta del movimento fondato dall'On. Domenico Scilipoti, quest'ultimo è quel parlamentare eletto nelle liste dell'Italia dei Valori che il 14 dicembre 2010 quando si trattò di votare una mozione di sfiducia proposta dai parlamentari del Partito Democratico e di Futuro e Libertà sentì il richiamo delle sirene berlusconiane e decise di sostenere la maggioranza di governo, spacciando la sua come una scelta di responsabilità e dichiarandosi pronto a sostenere il governo per evitare che il paese cadesse nelle mani degli speculatori finanziari,


23.10.11

Italia Argentina

argentina_crisii.jpg "Facciamo come l'Argentina!!! In otto anni sono riusciti a spazzare via la crisi, e sapete perché? Perché nonostante fossero finiti nel buio più assoluto, non avevano stati che hanno impedito che la loro crisi seguisse ogni livello.


23.10.11

La Val di Susa e i pennivendoli

No_Tav_23_10_2011.jpg
Per un'intera settimana giornali e televisioni hanno associato i valsusini ai terroristi. Ci speravano negli incidenti. I giornali hanno pubblicato continuamente foto di black bloc in azione a Roma non tralasciando mai le paroline No Tav e Val di Susa. La Repubblica ha fatto un'intervista a un fantomatico F., black block che si è addestrato in Grecia per fare la guerra (indovinate?) proprio in Val di Susa. Qualche procura ha avviato indagini per sapere dai giornalisti il nome del terrorista? Ieri hanno arrestato uno di Chieti e la notizia non era l'accusa di omicidio per i fatti di Roma, ma che voleva recarsi in Val di Susa. E' stato il primo titolo delle edizioni on line del pomeriggio! Cari pennivendoli, come vi sentite, vi brucia? Oggi siete rimasti purtroppo delusi dalla compostezza di 20.000 persone, VERI CITTADINI, che hanno sfilato pacificamente in difesa della loro valle, ma anche dell'Italia. I 22 miliardi per un inutile buco che collegherà tra 20 anni Torino a Lione per trasportare merci inesistenti li pagheranno infatti tutti gli italiani con altri tagli alla Sanità, alla Scuola e con la prossima patrimoniale. Un'opera insensata e inutile che devasterà un'intera valle e il bilancio dello Stato.


23.10.11

Comunicato politico numero quarantotto

grillo_nicholson.jpg In Molise ci sono state le prove generali delle elezioni politiche 2013. Due candidati fotocopia: un ex Forza Italia per il pdmenoelle e un Pdl per il pdl. Stesso dna, stessi programmi.


22.10.11

Il sonno della ragione genera scilipoti

Scilipoti.jpg
I finanziamenti pubblici ai giornali generano mostri. La prova provata è il nuovo giornale di partito di Scilipoti del Movimento di Responsabilità Nazionale (MRN). Il nome della testata è "La Responsabilità - Insieme al popolo". Le ragioni del periodico sono spiegate nel sito in un articolo "Il Perché di un Giornale": "Un giornale ... non nasce mai per riempire con delle futilità una serie di immacolate pagine bianche, né per togliersi un banale e mondano schiribizzo, né tanto meno per dare soddisfazione al proprio “ego”, mostrando ad amici e conoscenti la propria firma... Un giornale... incomincia ad apparire... poiché chi l’ha fortemente immaginato, voluto e realizzato, è convinto soprattutto di riempire un certo vuoto, nel campo dell’informazione. Non a caso questo periodico è stato chiamato “La Responsabilità”. Un titolo, cioè, che - oltre ad essere l’organo ufficiale dell’omonimo movimento, riassume in sé lo spirito che lo anima... Qualcosa, cioè, che... tenti di trasformare “l’acqua stagna”, in “acqua fresca”, gettando definitivamente alle ortiche tutto ciò che è vecchio, stantio ed inoperante nel mondo della politica, e portando una boccata di ossigeno al futuro della nostra società.. siamo convinti che sia giunto il tempo di chiudere con quella sorta di kali yuga che ha dominato e continua a dominare la vita di tutti i giorni. Siamo entrati in una nuova era, in cui l’umanità dovrà ritrovare... maggiore consapevolezza di se stessa.. Il vero Responsabile, guarda al Paese, alla sua Nazione, al bene della gente, senza mai perdere di vista l’eventuale scelta del buon senso e del “male minore”. La Responsabilità sarà il giornale di tutti e del “tutto”’, della visione globale e particolare dell’uomo... Va da sé che questo giornale sarà utile al cittadino, anche per aiutarlo a stimolare il suo stesso senso critico e la libertà/responsabilità che è racchiusa in ogni suo soggettivo giudizio. In una parola: il giornale dei Responsabili". Imperdibile!


22.10.11

La Marcegaglia s'è desta

marce_desta.jpg "Ma l'avete sentita la Marcegaglia? Ma cosa ha bevuto? La Marcegaglia, quella che ha iniziato a parlare della crisi qualche mese fa, mentre il default dell'Italia era già inevitabilmente arrivato.


22.10.11

La Fata Morganda e il Dirimente in Val di Susa

No_Tav.jpg
Il Pdmenoelle si è portato avanti. In attesa che siano vietate le manifestazioni sul territorio nazionale, ha vietato ai suoi iscritti di partecipare a quella di domenica 23 ottobre in Val di Susa dei No Tav. Il segretario regionale piemontese Gianfranco Morgando, la Fata Morganda della Val di Susa, ha emesso un'ordinanza perentoria, una maledizione medioevale:
"E' DIRIMENTE per gli iscritti al Pd la non partecipazione...


21.10.11

Il degrado del Parco dei Castelli Romani

Parco_Castelli_Romani.jpg
"Lettera spedita all'Ente Parco Regionale dei Castelli Romani.
Elenco una serie di situazioni inquietanti a cui chiedo di porre rimedio. Sui sentieri si trovano spesso pietre smosse, vegetazione nei tracciati, pericoli anche mortali, come baratri o pareti instabili, non segnalati. I tracciati profondamente erosi dall’acqua sono ormai una consuetudine a cui, noi mtbikers e amanti del bosco, abbiamo fatto l’abitudine. L'ultimo disboscamento a Colle Iano ha prodotto situazioni di pericolo. Quando le pendenze della montagna sono molto elevate non si dovrebbe disboscare, lasciando una pianta ogni 40/50 metri quadrati. Il pericolo è che frane o slavine precipitino a valle. Le numerose frane intorno al cono di Castelgandolfo sono solo una parte di quelle dei prossimi mesi, se si continua a tagliare le piante. Urge mettere in sicurezza le pareti più a rischio, prima che “ci scappi il morto” ...come succede spesso in Italia. Nonostante io percorra 3.000 km/anno nel parco, si contano sulle dita di una mano gli incontri con i guardiaparco, sempre (badate bene) a bordo di pick-up fuoristrada con cassoni vuoti ed immacolati (a cosa serve un cassone se non per riporre qualche attrezzo, raccogliere immondizie o altro?). Ovunque rifiuti ingombranti, lavatrici, tazze del water, secchi di plastica o lamiera, migliaia di sacchetti con calcinacci, lastre di eternit... addirittura ben otto carcasse di veicoli .... rifiuti di cui qualche delinquente si libera, nottetempo, senza che si faccia nulla per prevenirlo o porne rimedio." Carlo R.


21.10.11

Expo: le promesse non mantenute

expo_calise
Ciao a tutti gli amici del Blog, sono Mattia Calise portavoce del MoVimento Cinque Stelle e consigliere eletto nel Comune di Milano. Il nostro compito negli ultimi mesi è stato molto semplice: ricordare alla Giunta Comunale Pisapia tutte le promesse fatte durante la campagna elettorale per quanto riguarda la trasparenza, il consumo del suolo e anche Expo di cui parleremo oggi, promesse che vengono puntualmente, purtroppo deluse e non mantenute.


21.10.11

La fine degli alleati dell'Occidente, da Bin Laden a Gheddafi

amici_occidente.jpg E' morto un altro alleato dell'Occidente. Si chiamava Gheddafi. Le sue forze armate furono addestrate dall'Italia. Ha aiutato i servizi americani nella caccia ai terroristi islamici. Riforniva di petrolio l'Europa.


20.10.11

Il RAIS è morto...

Gheddafi_ucciso.jpg
"Ora può ricominciare finalmente la spartizione della Libia. C'è una certa analogia che lega la fine di Gheddafi alla fine di Saddam Hussein: l'essere stati entrambi giustiziati. Ed entrambi giustiziati prima che potessero parlare dei loro "fedeli" ex alleati occidentali. Mi sarebbe piaciuto sentire le affermazioni del rais sui patti raggiunti da lui con l'ENI per il monopolio del mercato enegertico libico. Mi sarebbe piaciuto sentire cosa era riuscito a strappare ai ministri Maroni e Frattini per incarcerare tutti coloro che cercando di scappare dalla Libia del dittatore, venivano fermati sulle coste. Mi sarebbe piaciuto sentire da lui cosa ne pensava delle foto ricordo scattate con Napolitano e Berlusconi mentre quest'ultimo gli bacia la mano e Napolitano oggi festeggia la nuova Libia "libera e democratica". Mi sarebbe piaciuto sentire come e perchè aveva condiviso con Bush e Blair l'invasione e gli eccidi in Iraq. Mi sarebbe piaciuto capire da lui cosa realmente era accaduto quella notte ad Ustica .Ma purtroppo, certi corpi sono molto più preziosi come cadaveri che come dittatori...". Ex Post Man (5 nick)


20.10.11

La Grecia e il morto in casa

Scontri ad Atene
Quello che sta succedendo in Grecia succederà in Italia? Forse è solo questione di tempo. Il piano inclinato è lo stesso. I cortei di questi giorni saranno ricordati con nostalgia da chi vuole introdurre la legge Reale. La Grecia è bloccata da uno sciopero generale di due giorni proclamato dai maggiori sindacati. Ad Atene i simboli del potere bruciano per le molotov lanciate da giovani mascherati. 100.000 persone hanno manifestato nelle vie della città in un'atmosfera surreale, cimiteriale, con tutte le serrande dei negozi abbassate. La Grecia è ferma. Le banche, i caffè, i supermercati, le scuole, gli uffici pubblici, i musei, i servizi pubblici, i tribunali: tutti chiusi. I treni sono fermi nelle stazioni e le navi nei porti. La maggior parte dei voli nazionali e internazionali è stata cancellata. Il governo ha approvato il taglio dei dipendenti pubblici e nuove tasse per 7 miliardi di euro.. Papandreou, il primo ministro greco, non ha ancora introdotto la tassa sulle manifestazioni, i due euro a manifestante proposti da Maroni. Per i media la Grecia è un fatto di folclore, destinato alle pagine interne. Meno se ne parla, meglio è. Un morto in casa non piace a nessuno.


20.10.11

Il futuro che attende l'Italia - Eugenio Benetazzo

sbenni_avevodetto.jpg
In questi giorni esce il mio nuovo saggio economico sulla crisi del sistema Italia e del potenziale default del debito pubblico italiano. “Il futuro che attende l'Italia, era il mio Paese”. In molti mi scrivono chiedendomi quelle che possono essere le più probabili ipotesi di evoluzione dello scenario economico e macroeconomico in Italia, i recenti episodi di cronaca finanziaria che hanno portato alla ribalta il potenziale default o crash finanziario della Banca belga, la Dexia con ripercussioni su tutto il sistema bancario europeo fanno capire che in questo momento l'attenzione soprattutto delle attività monetarie sovranazionali è incentrato nel preservare la stabilità del sistema bancario e dall'evitare fenomeni di ulteriore contagio.


19.10.11

Pagare per manifestare

maroni_manialzate.jpg "Ultimamente ne ho sentite tante, ma quella sparata oggi da Maroni non ha precedenti. Il ministro ha detto che per prossime manifestazioni, ogni manifestante deve pagare due euro per poter partecipare.


19.10.11

Ve l'avevo detto! - Stefano Benni

sbenni_avevodetto.jpgSono Stefano Benni e saluto tutti gli amici del blog di Beppe, sono molto invidioso di Beppe perché il suo blog è immensamente più grande e seguito del mio, a ragione, ma anche il mio è carino, andate a vederlo www.stefanobenni.it . In Italia sono accadute cose gravi che fanno parte di una malattia generale del mondo occidentale o del mondo ricco e altre invece proprio particolari che fanno parte della malattia, del degrado italiano. Ci sono due parole, due pilastri che erano alla base dell'idea di progresso, che erano economia e politica, e ambedue sono crollate, si è scoperto che l'economia non vuole il bene dei singoli, ma specula e vuole solo arricchirsi.


19.10.11

Donapoti e Scilinadi

donadi-scilipoti.jpgDire che il MoVimento 5 Stelle ha fatto perdere il Pdmenoelle in Molise non è corretto nei confronti della dirigenza pdmenoellina. Il pdmenoelle a perdere ci riesce benissimo da solo, non ha bisogno di appoggi esterni. Candidare nel centro sinistra Frattura, un ex Forza Italia, che si è presentato in due elezioni al fianco di Iorio del Pdl non è merito nostro. E' un parto tutto interno al Comitato Centrale pdmenoellino. In Molise il centro sinistra nelle regionali del 2006 aveva raccolto il 23,3% (10.9%, 12,42% Margherita), ora è al 9,86%. Waterloo è stata una passeggiata in confronto. E l'Unità incolpa il M5S? E' un delirio. Prima delle elezioni per i media il M5S non esisteva, e adesso i voti sono diventati di proprietà privata del pdmenoelle, non una libera scelta dei cittadini. Donadi, esponente di punta dell'IDV, ha spiegato per giustificare la sconfitta "Si scrive Grillo, ma si legge Berlusconi". Forse è meglio che si guardi in casa, infatti "Si scrive Donadi, ma si legge Scilipoti (ma anche Razzi, De Gregorio, Misiti, eccetera, eccetera)".


18.10.11

L'Italia di Er Pelliccia

nonera_anorma.jpg "Quando l'ho letto sui giornali non ci volevo credere. Poi ho visto che sui social media non si è parlato d'altro tutto il giorno, così ho razionalizzato un attimo, mi sono scosso e ho detto: vabbè, siamo in Italia.


18.10.11

Grazie Molise!

Campobasso_5_Stelle.jpg
In Molise il MoVimento 5 Stelle ha ottenuto il 5,6% dei voti. Il 10% a Campobasso, il 12% a Termoli. Forse non sarà sufficiente per eleggere un consigliere regionale, ma è un risultato straordinario per un movimento spontaneo di cittadini, ottenuto senza finanziamenti, con tutti i media contro e rinunciando ai rimborsi elettorali. Un risultato ancora più importante se si considera che in Molise ha votato il 5% in meno rispetto alle ultime regionali per disaffezione alla politica. Chi è causa del suo mal pianga sé stesso, il pdmenoelle ha proposto come presidente Frattura, un ex Forza Italia che aveva gareggiato a fianco di Iorio in due competizioni elettorali. Molti molisani si sono astenuti per sopravvenuti conati di vomito, ma secondo alcuni trombati la colpa è sempre degli altri. Iorio è comunque un presidente di Regione non legittimo. La legge prevede un massimo di due mandati consecutivi e lui è al terzo. Faremo ricorso con la speranza che, prima o poi, il muro edificato dai partiti si sgretoli. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.


18.10.11

I black bloc salveranno la Seconda Repubblica?

debenedetti_blackcloc.jpg
I black bloc salveranno la Seconda Repubblica? I media e i partiti ci provano. L'Italia sembra in preda a black bloc organizzati che scorrazzano nelle città, rompono vetrine e incendiano macchine. La gente ha paura, deve avere paura.


17.10.11

C'era una volta la Lega

bossi_avarese.jpg "La terra sotto i loro piedi sta cedendo. L'urlo di Roma ladrona non fa più effetto, se poi a Roma mangi e bevi più degli altri. La Lega Nord sta sparendo, lo sento. Come i temporali estivi quando poi spunta un raggio di sole.


17.10.11

No alla legge Reale 2

Di_Pietro_Reale_2.jpg
Non capisco perché Antonio Di Pietro voglia una legge Reale 2. Credo che sia un errore. Ci rifletta. La legge potrebbe diventare una clava contro i movimenti spontanei dei cittadini senza targa di partito, come, per fare un esempio, i No Tav.
"La legge dello Stato italiano, nota come legge Reale fornisce disposizioni in materia di ordine pubblico. La legge Reale venne approvata nel maggio 1975, poi modificata con la legge n.533, 8 agosto 1977, abolendo di fatto l'art 5. La disposizione normava:
- il diritto delle forze dell'ordine a fare impiego delle armi, qualora ne ravvisassero la necessità operativa, estendendolo ai casi di ordine pubblico.
- estendeva il ricorso alla custodia preventiva, sostituendo il precedente art 238 del codice di procedura penale, anche in assenza di flagranza di reato, di fatto permettendo un fermo preventivo di 96 ore (48+48) ore entro le quali va emesso decreto di convalida da parte dell'autorità giudiziaria
" (da Wikipedia).


17.10.11

Passaparola - Sprofondo Internet - Claudio Messora

messora_internet.jpgQualcuno ha detto che Internet sia la più grande invenzione dopo quella di Gutenberg , avvenuta oltre 500 anni fa. In realtà, la Rete più che altro ha inciso sulle carte geografiche. Ha reso piatta la Terra. Ha avvicinato popoli e città. Ha costruito interminabili ponti che possono essere attraversati alla velocità della luce. Per questo, Internet è molto più simile alla scoperta e alla commercializzazione dell’energia elettrica, che anche lei, aveva accelerato pensieri e idee, allungando le ore di lavoro grazie all’illuminazione, permettendo l’edificazione di altissimi grattacieli grazie alla costruzione di potenti, infaticabili ascensori, alimentando motori elettrici che hanno velocizzato la produttività delle industrie, accendendo le radio e le televisioni. Internet non è una cosa e non è un luogo.


16.10.11

La manifestazione vista dai giornali

auto_romafuoco.jpg "E' davvero uno schifo! 200-500 mila persone (solo in Italia) manifestano per migliaia di motivi validi e i fantastici giornali parlano solo dei black bloc!!! nessuno parla del perchè in tutto il mondo la gente è scesa in piazza


16.10.11

Tosi e la caccia

tosi_caccia.jpg Su questo blog molto spesso è stato trattato il tema della caccia. E credo sia giusto informare le tante persone interessate all'argomento di quanto successo in Friuli Venezia Giulia, dove il sindaco di Verona, il leghista Tosi, ha ferito un altro cacciatore, colpito di rimbalzo da un proiettile mentre sparavano ai fagiani


16.10.11

La dignità di Ponzio Pilato

Roma_15-10-11.jpg foto AFP/Borgia
C'è qualcuno sano di mente che crede che la manifestazione di ieri a Roma potesse finire diversamente? E' andata esattamente come previsto, con le devastazioni, la guerriglia urbana, i feriti e gli scontri con la Polizia. Il risultato di demonizzare i movimenti da parte dei partiti della maggioranza e dell'opposizione è perfettamente riuscito. Ora tutti potranno dare fiato alle trombe della condanna dei violenti. No Tav, Indignados, Pirati di vari continenti e perché no, per osmosi anche il MoVimento 5 Stelle. Chiamali, se vuoi, black bloc.


15.10.11

La scomparsa del Sud

emigrazione.jpg
L'esodo dal Sud continua. Laureati, diplomati, professionisti, artigiani. Chi può va altrove, soprattutto i giovani. Il Sud Italia si sta spopolando. Rimangono i vecchi, e le nuove generazioni fuggono, soprattutto in Europa. Nella UE l'Italia è seconda solo alla Romania per numero di emigrati. E' un esodo che viene ormai dato per scontato, al pari di un fenomeno naturale, come le grandi emigrazioni di fine '800 per le Americhe. Mafie e partiti, delinquenza e soldi pubblici distribuiti a fini elettorali stanno trasformando il Sud in un deserto. Senza i giovani non è possibile alcun futuro.


15.10.11

Totosalvataggio

radicali_aula.jpg Totosalvataggio - sede del PD -13 ottobre 2011, ore 10:30. Capogruppo PD: "Allora, a chi tocca stavolta salvare il culo a Silvio? Sempre noi del PD? Eh no eh? Abbiamo votato a favore un sacco di cose


15.10.11

Il mio corpo è la mia prigione - Alessandro Manzella

manzella-prigione.jpgCarissimi amici di Beppe Grillo, dopo l’ultima volta che ci siamo sentiti, all’incirca 7/8 mesi fa, dove avete conosciuto la storia di mio figlio, si torna a parlare dello stesso problema, si pensava che qualcosa fosse cambiato e se devo essere sincero è cambiato tutto in peggio, perché gli avversari sono duri, ma molto duri, probabilmente l’hanno presa come una roba personale, non da risolvere, ma da stroncare. Ecco a voi trarre le conclusioni di questa triste faccenda, ma penso che la triste faccenda non sia per noi, ma per queste persone che fanno del male soprattutto a mio figlio, perché non lo merita.


14.10.11

Il M5S Molise rinuncia ai rimborsi elettorali

rimborso210.jpg
Il MoVimento 5 Stelle del Molise ha RINUNCIATO formalmente a ogni rimborso elettorale per le elezioni regionali. I partiti incassano invece un miliardo di euro di finanziamenti spacciati per rimborsi contro la volontà di un referendum che li aveva aboliti. Il M5S non prende i soldi dei cittadini, i partiti, tutti i partiti, senza alcuna eccezione invece si. Fuori i soldi dalla politica. In Molise si vota domenica e lunedì. Votate per voi, votate per il M5S. I suoi candidati sono cittadini come voi che fanno politica per servizio civile e per un periodo limitato. Belin, adesso potete scegliere!


14.10.11

Pedoni: strage continua

investito_milano.jpg "Non so a chi scrivere perchè tanto non lo pubblica nessuno. A Milano da anni è una continua strage di pedoni ma il Comune oltre a riempirsi la bocca di false parole quando ne ammazzano uno, altro non fa. Solo a Milano città abbiamo più di 10.000 agenti delle forze dell'ordine


14.10.11

Il respiro della sinistra

pisapia-fassino.jpgLa città più inquinata d'Italia è Torino con 47 microgrammi per metro cubo all’anno. Milano segue a ruota con 44 microgrammi per metro cubo. Dati riportati dal rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) a fine settembre. Le conseguenze sono ormai note: tumori alla gola e ai polmoni, leucemie infantili, insufficienze respiratorie, infarti.


13.10.11

Aventino e Super Aventino

Aventino.jpg
Il Parlamento, mentre parlava l'ex presidente del consiglio (quello vero è Trichet della BCE), era semivuoto. L'opposizione era altrove, esattamente dove si è trovata in tutti questi anni quando ha permesso l'approvazione di leggi di tutti i tipi. Se anche la maggioranza uscisse dall'aula sarebbe perfetto. Un Super Aventino. Un emiciclo completamente vuoto, libero da chi ha rovinato l'Italia e da chi glielo ha permesso per collusione o incapacità gabellata per realpolitik. Solo l'eco oggi rispondeva a un povero vecchio bollito che quando cadrà (e sarà presto) porterà con sé l'intera classe politica.


13.10.11

Gli sbadigli di Bossi

bossi_sbadiglia.jpg "Ero al lavoro, mentre Berlusconi parlava. Ma ho staccato quei venti minuti perché volevo seguire per intero la barzelletta italica che si sta consumando. Risultato? Non ho capito un tubo di quello che l'ometto ha detto.


13.10.11

Scatenate l'inferno

Il_gladiatore.jpg
In Italia ci sono gli Indignados, c'è il Popolo Viola nelle sue varie declinazioni cromatiche, ci sono i Pirati tedeschi-italiani e i Pirati svedesi-italiani, ci sono i "democratici diretti" italiani-islandesi. Ma non c'è il MoVimento 5 Stelle. I media creano continuamente cloni di movimenti di importazione con un totale sprezzo del ridicolo. E' come se a Madrid in piazza ci fossero Las Cinco Estrellas e non gli Indignados.


12.10.11

Se cambia il Molise, cambia l'Italia

Grillo_Campobasso.jpg
Piazza strapiena stasera a Campobasso. Un grazie di cuore ai molisani che sono venuti ad ascoltare me e i ragazzi del MoVimento 5 Stelle con il capogruppo Antonio Federico. Nel Molise gli elettori del pdmenoelle si fidano così poco dei loro rappresentanti che hanno eletto alle primarie con il 40% dei voti un ex Forza Italia che si era presentato in ben due elezioni insieme all'attuale Presidente di regione Iorio. Il transfuga si chiama Frattura. Dopo la Figlia di Iorio dannunziana, il Figlio di Iorio molisano. Dalla letteratura alla farsa. I politici in Molise fanno i comizi negli alberghi a ore, le piazze gli fanno paura. Sparano due cazzate rinchiusi in una stanza con la claque e poi tornano a casa con la macchina blu. Forza Molise. Se cambia il Molise, cambia l'Italia.


12.10.11

Illusioni finanziarie

illusione_finanziaria.jpg "Sono un promotore finanziario, ma mi sento più che altro un illusionista! Ogni giorno è una lotta tra quello che sento e quello che i grandi manager mi obbligano a dire ai clienti. Sento che non si può andare avanti così, ma dicono: "tutto si sistemerà, del resto è sempre andata così, anzi questa è una grande occasione per investire!!".


12.10.11

Il Calendario e il libro dei Santi Laici 2012

copertina-Calendario-2012.jpgA come Ambrosoli, B come Borsellino, C come Chinnici, D come Dalla Chiesa. Nell'alfabeto dei Santi Laici nessuna lettera è senza uno o più nomi. Persone cadute per un'Italia migliore che non ha ancora visto la luce a trenta o quarant'anni dalla loro morte. Figure dimenticate o diventate iconografie da ricordare solo nelle ricorrenze, spesso da coloro che hanno contribuito al loro isolamento e alla loro fine.


11.10.11

Napolitano, se ci sei batti un colpo

napolitano_secisei.jpg "Il Governo è andato sotto. Ancora una volta. Ma in quest'occasione non su un ddl insensato, bensì sul Bilancio. Non era mai successo nella storia della Repubblica.


11.10.11

Il MoVimento 5 Stelle contro il nepotismo

nepotismo.jpg
A Bologna è stata approvata all'unanimità la proposta del MoVimento 5 Stelle per un'anagrafe dei nominati, dei consulenti e dei rappresentanti del Comune presenti in enti e società. L'elenco sarà visibile on line sul sito del Comune. La proposta del consigliere del M5S Max Bugani prevede che siano resi pubblici curriculum e redditi insieme a "rapporti di parentela o affinità fino al terzo grado con eletti a cariche politiche", al secondo grado "con dipendenti dello stesso ente o aziende presso cui sono chiamati ad operare", nonché "rapporti di lavoro, di parentela o affinità fino al terzo grado con dipendenti, dirigenti, titolari o soci di maggioranza di aziende fornitrici dell'ente presso cui sono chiamati ad operare". Un esempio da imitare in tutta Italia per bonificare i Comuni. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.


11.10.11

Afghanistan - Abu Ghraib

Afghanistan_Abu_Ghraib.jpg
Perché siamo in Afghanistan? Sono passati 10 anni e non lo sappiamo ancora. I nostri soldati sono rientrati nelle bare di Stato con la bandiera tricolore e le autorità ad accoglierli, le stesse che li hanno mandati a combattere una guerra insensata. Perché sono morti? Non lo sappiamo. Decine di migliaia di civili afgani sono rimasti uccisi a causa del conflitto e dei bombardamenti alleati e, anche di questo, non sappiamo nulla.


10.10.11

Invia un sorriso in Africa - Smile Train

smiletrain.jpgIl "labbro leporino" è una malformazione del palato dei neonati che porta a gravi problemi per l'alimentazione del bambino e all'apparato respiratorio. I bambini colpiti devono essere sottoposti a intervento chirurgico entro i primi tre mesi di vita, altrimenti possono morire. Smile Train è un’organizzazione di medici volontari che opera bambini in Africa e Medio Oriente. Da oggi, 10 ottobre, è attiva la campagna di raccolta fondi “Invia un sorriso in Africa”. È possibile inviare sms del valore di 1 euro al 45595 o, a scelta, donare 2 o 5 euro chiamando il 45595 da telefono fisso.


10.10.11

Leucemie e inceneritori nel pavese

Leucemia_linfatica.jpg
"Il mio nome è Salvo. Abito a 6Km dal cancrovalorizzatore di Parona (PV) che brucia monnezza proveniente da mezza Lombardia regalando cancri, leucemie e altre gravi malattie agli abitanti della zona. Io sono uno dei fortunati vincitori di una leucemia linfatica cronica. Sto combattendo contro questa malattia e per il momento sto vincendo. Purtroppo qui dalle mie parti non riusciamo ad organizzare qualcosa di forte per far chiudere questo mostro! Ci indignamo, tutti mostrano solidarietà, ma alla fine continuano a bruciare schifezze. Il Sindaco di Vigevano dichiara di aver bisogno di almeno 3/4 anni per uscire dall'illegalità dovuta ad una raccolta differenziata scandalosa inferiore al 25%... e intanto continuiamo a bruciare schifezze! Tutti ci indignamo ma nessuno fa nulla di concreto! Un cittadino vigevanese!". Salvatore Mandara, Vigevano - Italia


10.10.11

Passaparola. Presenti fino all'impossibile - Dario Fo

passaparola_fo.jpgSiamo in uno stato tragico davvero, c'è una crisi che si sviluppa in forme drammatiche, a parte quello che è successo in questi giorni nel sud, con queste quattro donne schiacciate dentro una palazzina con una ragazzina anche lei, figlia del padrone, addirittura, queste donne che si scopre che lavoravano per una miseria, tutto questo clima, c'è la situazione del governo, il governo che da un giorno all'altro sembra proprio andare giù, ci sono quelli che avvertono tutte le agenzie, poi ci sono gli uomini politici, stranieri, poi c'è perfino il Vescovo, il Cardinale, il Papa, tutti che avvertono, guardate che non si va avanti. Mi fa venire in mente subito un film che ho visto tanto tempo fa...


09.10.11

La Versilia contro l'inceneritore di Pietrasanta e la Veolia

inceneritore_Pietrasanta.jpg
"Caro Beppe,
mi chiamo Cittadino, ma anche Daniela, Cinzia, Stefania, Andrea, Valerio, Amos, Beppe, Enrico, Massimiliano, Barbara, Marino. Non so quanti nomi ho! Abito in una splendida terra chiamata Versilia che ha gli stessi problemi di centinaia di altri posti d'Italia, solo che per me è una terra speciale, ci sono nato, ci abito e la voglio difendere ad ogni costo. La storia inizia qualche decennio fa, costruirono un inceneritore che bruciava di tutto a cielo aperto, fu chiuso dopo anni. Nella stessa zona, Pietrasanta, arrivò un folle ordine dall'alto, molto alto, altissimo. Costruirono un altro inceneritore, più grosso, più potente; ma assicurarono tutti, sarebbe stato il fiore all'occhiello della tecnologia, “l'impianto più controllato d'Italia e d'Europa”. Era ovvio, già nel 1997 sapevo che così non sarebbe stato, provai a far ragionare il Sindaco, il presidente della Provincia di Lucca, il presidente della regione Toscana, il Prefetto, la Polizia, ma non ne volevano sapere, non ascoltavano, sordi. Non mollai, il giorno dell'inizio dei lavori di costruzione dell'impianto mi sedetti davanti all'ingresso del cantiere, eravamo in tanti, bambini, adulti e anziani...tutti inermi, tutti zitti. Un signore con la fascia tricolore disse di alzarmi dalla Mia Terra altrimenti sarebbe intervenuto. Ma per fare cosa e perché? Ci bastonarono, portati via di peso e denunciati. Tu ripeti spesso la frase “Noi non molleremo mai”, io l'ho ripetuta ogni giorno da 14 anni, ho speso tutto il tempo libero e gran parte dei miei risparmi, sono stato deriso dalla politica di turno, umiliato nelle decine di incontri pubblici e manifestazioni che ho organizzato, ho contattato esperti di analisi ambientale, trovato avvocati che mi hanno difeso pretendendo solo i costi dei bolli, tante persone degne. Ti lascio immaginare ciò che ho passato, sapevo di avere ragione, vedevo e continuo a vedere persone che si ammalano di cancro. Un anno e mezzo fa sono riuscito a far sequestrare l'impianto, si è già svolto un processo per alcuni dipendenti che manomettevano i dati delle emissioni inquinanti, hanno patteggiato, sono stati condannati. Il 13 ottobre sarà la volta degli altri, la Veolia, la multinazionale francese che gestisce l'inceneritore metterà in campo tutti i suoi mastini ma io continuerò a “non mollare”. Voglio giustizia, pretendo che mi restituiscano la mia Terra come l'hanno trovata, lo devo a chi ha lottato, a chi si è ammalato, alle generazioni future e a tutti quei cittadini e comitati che in questo momento stanno vivendo le stesse situazioni. Non mollate!".
Associazione per la tutela Ambientale della Versilia
Co.As.Ver. (coordinamento di comitati e associazioni versiliesi)
Grilli Versiliesi (Meetup 91)


09.10.11

INPS post mortem

pensioni_post_mortem.jpg
Se per 27 anni versi i tuoi soldi in banca e muori verranno ereditati dai tuoi parenti. Se li versi all'INPS da chi verranno ereditati?
"Mia sorella, artigiana, ha versato per 27 anni i contributi compreso gennaio, febbraio, marzo 2010 purtroppo è mancata il 12 aprile 2010, i suoi contributi andranno persi, e il mio commercialista dice che sicuramente l'INPS chiederà i contributi anche per il mese di aprile, non solo i 12 giorni che mia sorella ha passato in terapia intensiva prima di morire, ma anche gli altri 18 del mese di aprile che lei era morta.............. Scusatemi ma dovevo dirlo a qualcuno". Superkerubin


09.10.11

L'invasione dell'Ultracasta

Baccelli.jpg
Nel film "L'Invasione degli Ultracorpi" una cittadina viene invasa da alieni che si sostituiscono agli abitanti mentre questi dormono. All'interno di baccelli di grandi dimensioni sono create perfette riproduzioni degli originali umani che sono eliminati uno dopo l'altro. Nella'attuale pochade italiana, una commedia con amorazzi, intrighi, colpi di scena e sparate giornalistiche, stiamo assistendo a "L'Invasione dell'Ultracasta".


08.10.11

MoVimento 5 Stelle, l'unico contro la caccia

tagliola_per_pettirosso.jpg
Il MoVimento 5 Stelle è stato l'unico in Regione Emilia Romagna a votare contro la barbarie della cattura di uccelli da richiamo. Per i partiti, in modo bipartisan, contano più i cacciatori delle direttive europee e della protezione dell'ambiente. Di seguito l'intervento di Andrea Defranceschi, capogruppo del MoVimento 5 Stelle. "Prendo atto che questa Giunta è favorevole alla caccia, a partire dal Presidente Vasco Errani. È stata una precisa scelta politica del governo regionale quello di riproporre la barbara pratica degli uccelli da richiamo. Infatti la direttiva comunitaria non obbligava ad autorizzarla, così come giustamente hanno fatto altri Paesi europei. Mi scandalizza ben di più che abbia votato a favore di questo progetto di legge una maggioranza che teoricamente ha al proprio interno un'anima verde, invece nulla: il gruppo SEL-Verdi s'è spaccato, con un voto a favore e uno contro. Anche la Federazione della sinistra, con un'astensione e un voto contro e l'IdV, un favorevole e un contrario, non hanno espresso una posizione netta. Solo il MoVimento 5 Stelle ha votato compattamente contro, perché noi siamo contrari alla caccia. Più che mai se per cacciare si usa il sistema dell'uccello da richiamo. Animali tenuti in gabbie piccolissime, irregolari, al buio, scoperti solo perché il proprio canto disperato richiami altri uccelli da massacrare. È sport questo? È un passatempo? È tradizione? Serve a qualcosa? No, solo il MoVimento 5 Stelle ha una posizione chiara contro la caccia."


08.10.11

Molise a Cinque Stelle

M5S_Molise.jpg Il Molise in questi giorni è lo specchio d'Italia. Un piccolo specchio, di solito chiuso in un cassetto, tirato fuori in rare occasioni come le prossime elezioni regionali. Il Molise ha solo 320.000 abitanti, la regione più piccola dopo la Valle d'Aosta. Il prossimo test elettorale è importante per il momento in cui avviene e per quello che rappresenta. Non c'è differenza tra il Molise e il Parlamento. Se a Montecitorio ci sono il Pdl e il Pdmenoelle che si riflettono uno nell'altro, a Campobasso e dintorni quasi si fondono,


08.10.11

Politkovskaja cinque anni dopo

Politkovskaja_5_anni_dopo.jpg
"Io continuo a non dimenticare. Cinque anni fa, il 7 ottobre 2006, veniva assassinata Anna Stepanovna Politkovskaja. Curioso, ma neanche troppo, il fatto che anche oggi, anche quest'anno, nessun giornale la ricordi. Troppi gli interessi economico/politici che Anna aveva tirato in ballo. Chi ha ucciso Anna? (domanda retorica). Magari guardando questa breve intervista e le denunce fatte ci possiamo fare un'idea... Intervista ad Anna Politkovskaja tratta dalla puntata di Report "L'altro terrorismo", di Paolo Barnard e Giorgio Fornoni, del 23-9-2003." Roger Verbal Kint


07.10.11

Steve Jobs in paradiso

Steve_Jobs_in_Paradiso.jpg
"10 years ago we had Steve Jobs, Bob Hope and Johnny Cash. Now we have no Jobs, no Hope and no Cash"
(letta or ora su fb).Comunque... LINUX RULES!!!". Sari K.
(trad: "10 anni fa avevamo Steve Lavori, Bob Speranza e Johnny Contanti. Ora non abbiamo né lavoro, né speranza, né contanti).


07.10.11

Riusciranno i precari a salvare l'INPS?

pensionati.jpg
Nel 2011 l'INPS dovrebbe perdere 2,9 miliardi di euro. Nel 2010 aveva perso 1,3 miliardi. Il bilancio dell'INPS è salvato (si fa per dire) da precari e parasubordinati che contribuiscono quest'anno con un attivo di 7,2 miliardi. I precari, proprio loro che la pensione non la vedranno mai o raccatteranno al massimo qualche centinaio di euro in tarda età. I lavoratori dipendenti (che sono sempre meno) contribuiscono con 1,5 miliardi, mentre tutte le altre categorie generano un deficit di circa 10 miliardi. La soluzione per tenere in piedi i conti dell'INPS è quella di trasformare tutti i contribuenti in precari. E ci stanno riuscendo. Molte entrate e pochissime uscite. Geniale!


07.10.11

I soldi perduti dei contribuenti italiani- Marco Cobianchi

mani_bucate.jpgSiamo in default, ma allo stesso tempo siamo il Paese più ricco del mondo. Potenzialmente. Se venissero recuperati i soldi di sprechi, evasioni, corruzioni, attività criminali il bilancio dello Stato disporrebbe approssimativamente di 500 miliardi di euro in più all'anno. Significa che, senza chiedere alcun sacrificio ai cittadini, il debito pubblico sarebbe azzerato in 4 anni. Nessuno ha i nostri numeri, Il problema è quindi prima politico che economico. Marco Cobianchi è un giornalista economico. Ha fatto un viaggio nell'Italia dei soldi di Stato regalati come caramelle a aziende inesistenti o in procinto di fallire. Una voragine su cui non esistono controlli.


06.10.11

Atene brucia

La_Grecia_brucia.jpg
Ho visto i filmati dei violentissimi scontri di questi giorni ad Atene. Gruppi di manifestanti armati di bastoni che attaccano le forze antisommossa che cercano di proteggersi arretrando. Fumogeni lanciati dai cittadini contro il Parlamento. Poliziotti che picchiano cittadini inermi. Una guerriglia urbana da far impallidire i nostri anni di piombo. La cosa sorprendente è che mi sono sembrati quasi normali, parte di una nuova realtà, una logica conseguenza della crisi in una capitale europea, parte della UE, non in una lontana area tribale. "Mentre a Roma si discute, Atene viene espugnata". A quando il turno dell'Italia?


06.10.11

Giù le mani dai blog

blog_ammazzablog.png Sono un 45enne disabile dal '98 e, anche se sono autonomo, non vado in giro se non per recarmi al lavoro o visite mediche poiché camminare anche se con le stampelle mi risulta doloroso. Ma ad essere sincero la condizione che sto vivendo da 13 anni non è poi così terribile, a farmi passare il tempo libero ci pensa la rete con i blog come questo e molti altri.


06.10.11

In memoria di Steve Jobs

jobs.jpgSuccede. Ti svegli al mattino e la prima notizia riguarda la morte di qualcuno. Ieri è morto Steve Jobs. Ti senti un po' giù come se fosse morto un amico che non vedevi da tempo, ma al quale ogni tanto pensavi. Rifletti che se lui non è riuscito a sconfiggere la morte non ci riuscirà nessuno. E ti senti più fragile. E' un pensiero così in una mattina di ottobre così. Addio Jobs.


05.10.11

L'Eni, il Tempo, la Treccani e Wikipedia

eni_tempo.jpg "Stamattina mi fermo al bar, prendo un cappuccino e divoro un cornetto. Mi passa sotto mano "Il Tempo", quotidiano romano. In prima pagina campeggia una bella pubblicità dell'Eni (guarda la foto) e poi un articolo: "Wikipedia protesta? Meglio, c'è Treccani"


05.10.11

Quella strage in Lombardia

trappole-uccelli.jpg
La Regione Lombardia di Formigoni ha autorizzato 68 impianti legati alla caccia per consentire la cattura di 48,576 animali vivi da richiamo. Si stima che siano in realtà 300.000 gli uccelli catturati con archetti, gabbie, reti. Non è raro trovare nei boschi cinciarelle e capinere appese a trespoli improvvisati da bastardi. E' uno schifo. Tutti gli impianti di cattura vanno chiusi. Inoltre, la legge sulla caccia ignora le direttive della UE, attraverso deroghe proposte dai partiti in modo bipartisan, e consente l'uccisione di fringuelli e di peppole che pesano pochi grammi, meno della cartuccia che li uccide. Questa barbarie deve finire. Soltanto in Lombardia si uccidono due milioni di animali selvatici in una stagione.


05.10.11

Guerra alla Rete

wikipedia-beppe.jpg
Forse siamo arrivati al dunque, alla resa dei conti. Questa gentaglia vuole chiudere la Rete. Non può farlo per decreto e allora crea leggi su leggi per limitare, circoscrivere, oscurare. L'annuncio di Wikipedia che chiude il suo sito alla consultazione è una reazione a un atto gravissimo che limita la libertà di opinione. La legge Alfano, noto da tempo per la super porcata del Lodo Alfano, è un atto di guerra contro l'informazione libera, peggio delle leggi fasciste, peggio di tutto. Se chiudono la Rete nessun dialogo sarà più possibile e non ci sarà alcuna alternativa alla piazza.


04.10.11

Nel mirino di Equitalia

equitalia-cartella.png Sono soltanto un lavoratore (titolare di una piccola azienda). Sono soltanto uno tra le migliaia di "bersagli" nel mirino di equitalia. Faccio parte di quella massa critica di liberi professionisti che hanno subito l'onda della crisi dal 2008 senza ricevere nessun aiuto dallo stato


04.10.11

Calabristan

omicidi_calabria.jpg "La prima volta che ho assistito al funerale di un morto ammazzato avevo tredici anni. Era un martedì, lo ricordo perché quella mattina marinai la scuola per andare con gli amici al mercato settimanale del paese.


04.10.11

Bancocrazia

scheda-elettorale-finanza.jpg
C'erano una volta i parlamenti, i governi federali e nazionali, i pubblici dibattiti sul futuro delle nazioni. C'era persino l'ONU che non funzionava un granché, ma era pur sempre uno straccio di organo rappresentativo. Tutto questo è memoria, cenere di democratica parvenza, polvere del passato. Non conta più nulla. Altri organismi li hanno superati con sigle misteriose per la gente: WTO, BCE, FMI.


03.10.11

L'Italia muore a Barletta

barletta_crollo.jpg "Sotto un cumulo di macerie ho perso mio padre. Aveva 46 anni e quel giorno era al lavoro. Aveva un vestito nuovo, s'era sbarbato quella mattina. In programma aveva un appuntamento con un cliente importante. Non c'è mai andato. Sono passati vent'anni.


03.10.11

Lo sviluppo dell'Italia: i risultati

pesca.jpg
Il punto più votato per lo Sviluppo dell'Italia, l'iniziativa promossa dal blog, è stato "l'incentivazione all'agricoltura nazionale, in particolare dei prodotti a km 0", con 81,96%. A seguire "Utilizzo del marchio "Made in Italy" riservato alle aziende che producono in Italia" con 80,52%, "Diminuzione della tassazione sul costo del lavoro" con 75,12% e "Sviluppo di un piano energetico nazionale" con 73,68%. Hanno votato 34,918 persone. Una prima valutazione dei punti più votati è che è delineano un programma no global in cui i prodotti alimentari sono locali, i trasporti non necessari e inquinanti sono eliminati e il marchio di origine assegnato solo a produzioni locali. Prossimamente un e-book con le proposte di taglio dei costi dalla vostra "Manovra dei cittadini" e i punti dello sviluppo, con spiegazioni estese, classifiche e tutti i commenti non OT.
La classifica per lo Sviluppo dell'Italia.
La classifica per la riduzione dei costi e i tagli agli sprechi


03.10.11

Il Movimento 5 Stelle due anni dopo - Beppe Grillo

grillo_due-anni.jpgIl Movimento Cinque Stelle ha due anni, domani è il 4 ottobre, San Francesco e è nato questo movimento al Teatro Smeraldo di Milano. Abbiamo messo 160 consiglieri tra Consiglieri comunali e regionali, abbiamo fatto un passo straordinario di cui hanno paura un sacco di persone e ci stanno odiando, non siamo neanche avversari, siamo diventati nemici, siamo 125/130 mila iscritti, gli iscritti potranno votare una serie di nomi per andare alle elezioni nazionali e se metteremo dentro 20 o 30 ragazzi nel Parlamento gli facciamo un culo come una capanna, lo sanno, infatti questi partitini, questi vuoti che riempiono il nulla secondo me cominciano a avere un po' di paura, ecco perché c'è questo isolamento, ogni tanto scrivo e faccio dei post che mi sento solo e ci sentiamo soli.


02.10.11

Equitalia ti mette le mani in tasca

equitalia_contic.jpg "Da oggi Equitalia potrà prelevare i soldi direttamente dai conti correnti, potrà ipotecare le case, l'auto ed i beni delle famiglie e delle persone più in difficoltà in modo rapido.


02.10.11

Arrivederci Marco

Travaglio_Passaparola.jpg
"Il Passaparola di Marco Travaglio iniziò il 19 maggio 2008. Da allora è andato in onda in diretta streaming sul blog (e qualche rara volta in registrata) tutte le settimane fino allo scorso lunedì. Chiunque ha potuto inserirlo nel suo sito. Marco ha deciso di interrompere Passaparola. Io non posso che ringraziarlo per quanto ha fatto finora, sperando che sia un arrivederci. Grazie ancora Marco." Beppe Grillo
"Cari amici, come già sapete ho deciso di interrompere il Passaparola dopo 3 anni e 4 mesi perchè faccio troppe cose e, da quando trascorro gran parte del mio tempo a Roma come vicedirettore del Fatto Quotidiano, rischio di non farle bene come dovrei e vorrei. Inoltre, fra un mese, partirà il nuovo programma "Comizi d'amore" di Michele Santoro, che comporterà un altro notevole dispendio di energie. E' stata una splendida avventura, quella del Passaparola. Ringrazio Beppe, Casaleggio, Canestrari e tutti gli amici che mi hanno seguito. Non mancheranno le occasioni per reincontrarci, a cominciare dal "Fatto", da "Comizi d'amore" e da qualche puntatina qua e là in giro per l'Italia. A presto, grazie a tutti di tutto". Marco Travaglio


02.10.11

Napolitano e la secessione

napolitano_garibaldi.jpg
I discorsi di Napolitano non vanno capiti, ma interpretati, quando ci si riesce. I suoi moniti sono spesso imperscrutabili e fuori tempo massimo. A Napoli ha detto, insieme a cose ovvie, frasi da non sottovalutare. Che la Padania non esiste è vero. Lo sa anche Bossi. Uno Stato Lombardo Veneto invece non è grottesco, infatti è già esistito in passato, come la Repubblica di Venezia è esistita per mille anni e potrebbe in futuro ritornare a esistere.


01.10.11

Referendum: cornuti, mazziati e contenti

Finocchiaro_porcellum.jpg
Maroni è stato impressionato dalle firme raccolte contro il porcellum in un mese, ma non dalle 350.000 raccolte in un solo giorno per Parlamento Pulito. Questo referendum è una presa per il culo (riuscita!) degli italiani. Le firme sono state raccolte dai partiti dell'ex governo Prodi che non hanno fatto nulla in due anni di governo per cambiare la legge elettorale. Il loro è populismo della peggior specie usato per raccattare voti. Né il mattarellum, né il porcellum prevedono un massimo di due mandati e l'esclusione dei condannati in via definitiva dal Parlamento. Questi politici rimarranno seduti nelle loro poltrone. Se il referendum passerà ci sono due possibilità: verrà cambiata la legge elettorale da coloro che ne hanno goduto i benefici (!?) e sono oggi "nominati" alla Camera e al Senato con esiti più che ovvi, oppure si terrà il referendum anti porcellum nella primavera 2012. In quest'ultimo caso si tornerà al mattarellum con gli italiani a festeggiare in piazza la democrazia e la libertà. In entrambi i casi Parlamento Pulito verrà cancellato, anche mediaticamente. Che vomito.
Leggi: Il referendum contro il M5S


01.10.11

La Tav che mette d'accordo i partiti

centodeputati.jpg "Ben 100 parlamentari italiani, di Governo e opposizione (opposizione, ma va...) hanno scritto una letterina allo psico-nano per chiedere di accelerare il processo di realizzazione della Tav.


01.10.11

Siamo cio' che mangiamo

no_pensione.jpgCiao amici di Beppe Grillo, sono Leonardo Rubini e sono qui per parlarvi della mia esperienza relativamente a una malattia cronica intestinale che si chiama rettocolite ulcerosa. Questo è purtroppo il mio certificato che un po’ di tempo fa mi hanno fatto su una invalidità civile relativa a questa malattia del 60 %. Oggi ho intrapreso una strada che mi ha portato a togliere tutti i sintomi relativi a questa malattia e, sono riuscito a togliere anche tutti i farmaci che usavo per, non curarmi perché usare la parola “curare” è un po’ eccessivo perché questi farmaci in realtà come il cortisone, la mesalazina, gli immunosoppressori che non curano questa malattia ma vanno a lavorare sui sintomi e fanno in modo che i sintomi siano sotto controllo perché non si arrivi poi a delle situazioni di urgenza che possono portare a operazioni chirurgiche.