Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Afghanistan - Abu Ghraib


Afghanistan_Abu_Ghraib.jpg

Perché siamo in Afghanistan? Sono passati 10 anni e non lo sappiamo ancora. I nostri soldati sono rientrati nelle bare di Stato con la bandiera tricolore e le autorità ad accoglierli, le stesse che li hanno mandati a combattere una guerra insensata. Perché sono morti? Non lo sappiamo. Decine di migliaia di civili afgani sono rimasti uccisi a causa del conflitto e dei bombardamenti alleati e, anche di questo, non sappiamo nulla. Una strage di cui siamo corresponsabili anche se le bombe non le abbiamo lanciate noi, con i nostri aerei, ma i nostri alleati con i droni e i puntamenti satellitari. Perché l’Italia ha dichiarato guerra all’Afghanistan? Non lo sappiamo. Bin Laden era arabo, non afgano. Nel 2001 il mullah Omar era il capo riconosciuto di uno Stato legittimo. Gli fu chiesto dagli americani di consegnare Osama. Rispose che avrebbe avuto un regolare processo e chiese agli Stati Uniti le prove del suo coinvolgimento nella strage dell’11 settembre. Non ricevette alcuna risposta e nei giorni seguenti il suo Paese fu invaso. Siamo parte di una forza di occupazione che ha violato tutte le regole internazionali e non sappiamo perché.
L’Afghanistan si è gemellato con Abu Ghraib. Lo ha denunciato l’ONU in un rapporto rilasciato ieri. I detenuti nelle prigioni afgane sarebbero stati appesi per le mani, torturati sistematicamente, colpiti con scosse elettriche in varie parti del corpo e nei genitali fino allo svenimento. La convenzione contro le torture dell’ONU proibisce il trasferimento di un prigioniero a uno Stato in cui possa essere torturato. La Nato, con grande tempismo, dopo aver letto una prima versione del rapporto dell’ONU, dallo scorso settembre ha deciso di non dare più in custodia i detenuti a 16 carceri dove la tortura viene praticata. Ci sono voluti 10 anni e una denuncia dell’ONU per accorgersene. La Nato trasferirà ora i combattenti afgani catturati a Guantanamo dove i diritti civili sono più rispettati?
Dopo 10 anni di occupazione l’Afghanistan è per l’80% in mano ai cosiddetti “ribelli”. Manca loro solo Kabul. Se la Nato lasciasse l’Afghanistan, il Paese ritornerebbe sotto il controllo del mullah Omar in pochi giorni. Un disastro politico, bellico e umanitario di cui l’Italia è responsabile. Via dall’Afghanistan! La nostra Costituzione lo pretende, perché non lo pretendono le Istituzioni, a iniziare dalla presidenza della Repubblica, e il Parlamento? Perché siamo in Afghanistan? Qualcuno può rispondere? C’è qualcuno in casa?

Rapporto dell'ONU sulle torture in Afghanistan

Ps. Vi ricordo i miei appuntamenti per le elezioni regionali in Molise:
- mercoledì 12 alle 19.30 piazza Prefettura a Campobasso
- giovedì 13 alle 17 piazza principale a Isernia
- giovedì 13 alle 20 piazza principale a Termoli

Mani bucate

Mani bucate - di Marco Cobianchi
I soldi perduti dei contribuenti italiani.
Acquista oggi la tua copia.

11 Ott 2011, 17:34 | Scrivi | Commenti (540) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

NEW POST
http://pinoz6700.blogspot.com/

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 15.10.11 21:14| 
 |
Rispondi al commento

E' in atto, ormai da tempo, un processo di globalizzazione e importazione dei modelli democratici americano-europei nei paesi a prevalenza musulmana, i "più duri da riconvertire". Tutto deve essere pronto per il Governo Mondiale, NWO. Qualsiasi giochetto diplomatico, politico, economico o guerrafondaio è buono a tal proposito. L'interesse globale è primario, petrol-gas e risorse, solo secondario.
Arabia Saudita è gia con gli USA, l'Iraq è sotto controllo, Turchia sotto UE, e adesso Libia. Le rivolte popolari che sono avvenute e stanno avvenendo in Tunisia, Egitto, Yemen e Siria, non possono che venire a favore.
L'Afghanistan, storico osso duro, è centro strategico, tra l'altro, fianco all'Iran.
La congrega Berlusca partecipa timidamente alla guerra santa, ma collabora.
Poi c'è da tener conto che gli eserciti non sono più quelli di una volta. 3-4 anni in missione e torni da ricco.
Ecco perchè siamo li.

Fabrizio Giordano, Cassino Commentatore certificato 14.10.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento

...forse per far contenti :
Halliburton, Honeywell , Loockeed-Martin , Boeing, e chi piu' ne ha piu' ne metta??

fili Perilli 13.10.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento

MA SE INVECE DI ANDARE IN AFGHANISTAN A FARE QUESTA MISSIONE DI GUERRA, I MILITARI ITALIANI ANDASSERO IN AFRICA PER UNA MISSIONE DI PACE, A DAR DA MANGIARE A CHI STA MORENDO DI FAME, DA BERE A CHI STA MORENDO DI SETE, A CURARE CHI STA MORENDO A CAUSA DI MALATTIE ASSURDE COME UN RAFFREDDORE? POSSIBILE CHE L'UMANITA' SIA COSì STUPIDA DA FARSI TRASCINARE DA 4 (QUATTRO) GUERRAFONDAI? LE PERSONE PER BENE SONO LA MAGGIORANZA. NON FACCIAMOCI FREGARE!!!!!! NON STIAMOCI ZITTI, URLIAMO LA NOSTRA RABBIA!!!!

emanuele corinto 13.10.11 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Perché siamo in Afganistan? Non lo so. So che siamo in Iraq per il petrolio, in Libia per il gas, in Africa per diamanti e metalli.... ma in Afganistan? Lì non c'è nulla.... solo papaveri...

fabrizio da salerno 13.10.11 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Per la droga Grillo, esclusivamente per il controllo della cocaina più pura che ci sia.

Bianca Sirio, Milano Commentatore certificato 13.10.11 04:53| 
 |
Rispondi al commento

Leganord=Mafia - Mafia=Leganord

Per i babbei padanilegaioli che non comprendono l'equazione diciamo...
Chi ha permesso a berlusconi di rimanere al potere negli ultimi 17 anni con conseguenze spaventose ? Chi si è trasformato da partito del popolo a partito casta ?
Chi è stato condannato per tangenti enimont? Chi si è reso responsabile in prima persona della legge porcata ?

Dopo Milanese anche il ministro delle politiche agricole Romano è stato salvato. La Lega si allinea alla posizione della maggioranza e il ministro dell'Interno nega persino le critiche della base.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/24/romano-maroni-non-ce-motivo-di-sfiduciarlo/159752/

Leghisti e legaioli avete salvato l'ennesimo delinquente un certo "milanese", ora salvate anche Romano, capisco che ormai siete romani, fate una cosa seria nella vostra vita seppellitevi e questo paese comincerà a respirare un'aria più pulita !

http://www.repubblica.it/politica/2011/09/22/dirette/milanese_voto-22047813/

Castelli leganord. Sono povero Guadagno solo 145mila euro l'anno. Così il viceministro alle Infrastrutture durante la trasmisisone de La 7 'Piazza pulita' http://espresso.repubblica.it/dettaglio/castelli-sono-povero/2160919

Leghisti e lagaioli Andate a lavorare avete scelto la politica infatti per far soldi, ben sapevate che era un'occasione unica e irripetibile.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.11 22:09| 
 |
Rispondi al commento

ECCO BEPPE:

Nel 1988 la Corte suprema di cassazione lo condannò definitivamente per omicidio colposo plurimo a un anno e tre mesi di carcere, poiché giudicato responsabile della morte di due coniugi genovesi, Renzo Giberti (45 anni) e Rossana Guastapelle (33 anni), e del loro bambino Francesco di 8 anni, a seguito di un incidente stradale nei pressi di Limone Piemonte da lui causato il 7 dicembre 1981. Il fuoristrada di Grillo scivolò su una lastra di ghiaccio in una strada sterrata di montagna e finì in un burrone: morirono tutti i passeggeri del mezzo tranne lui, che riuscì a salvarsi saltando fuori dall'abitacolo. Oggetto di critica è stato il fatto che egli stesso, condannato in via definitiva per omicidio colposo volesse che fossero esclusi dal Parlamento italiano i condannati in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale.

anti Pietro T. 12.10.11 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fwww.byoblu.com%2Fpost%2F2011%2F10%2F12%2FUtopisti-con-le-palle.aspx

***
[...]
La politica che conosciamo oggi non è altro che la scienza della spartizione del potere:

i laureati in questa disciplina non restano mai senza lavoro. Ora è il momento anche per loro di emigrare all’estero per cercare fortuna. Qui non devono più avere un posto neppure da precari.
[...]
***

Non sono tutti cosi. Ci sono anche quelli che hanno saputo dir di no. Ma te ne do atto: la maggioranza, forse anche più del 90% è cosi come dici.

Difficilmente troverai qualcuno di "noialtri" disoccupato. Io non ne conosco. O conosco persone che restano a casa e fanno altro per la loro libera scelta, perché quello che si fa, FA SCHIFO, e qualcuno non può digerirlo.

***

"Servono incalliti, ingenui, stupidi, romantici utopisti con le palle."

In parte hai ragione, ma solo in parte, però!

La storia insegna che gli stupidi non cambiano alcunché: non fanno altro che sostituire i governanti. E' la ragione che fa la differenza, e di proposte ragionevoli non ne vedo.

Vedo grida e urla "contro", ma non vedo alcuna proposta. La battaglia ragionevole non può non considerare la proprietà privata e il capitalismo in generale, e di conseguenza, non può non prendere il socialismo in considerazione.

Il discorso è troppo lungo per spiegarlo ma, appunto, all'uomo ragionevole non servono troppe parole, proprio in quanto egli "conosce".

Non vorrei vedere per l'ennesima volta la sostituzione del regnante per lasciar in piedi il sistema stesso che li porta al potere.

Basterebbe questa ultima considerazione per rendersi conto del non senso nelle proteste in essere.

Chi mi dice che le proteste non siano manovrate da chi ambisce la salita al potere mantenendo il sistema attuale che gli garantirebbe la poltrona?

Non so se è vero, ma non mi piacciono i DUBBI RAGIONEVOLI, che in questo caso, sono più che fondati.

Tony

Commentatore certificato 12.10.11 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

commento al post precedente che in parte risponde anche a quello odierno:

"Benissimo Di Pietro!E malissimo il PD che continua a tacere ,ad avvitarsi su se stesso,a parlare,con Bersani,di proposte che stanno nei cassetti e non compaiono mai.E' al PD che Berlusconi deve la sua permanenza,ai suoi silenzi,alle sue mezze parole,alle profferte a Casini sempre rifiutate,al corteggiamento degli ambienti confindustriali e di ceti che mai voteranno per le sinistre".

Inviato da mariagrazia40 il 11 ottobre 2011

Cesare F., bergamo Commentatore certificato 12.10.11 15:13| 
 |
Rispondi al commento

C'è un bel calendario 2012 nel Post nuovo.

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 12.10.11 14:37| 
 |
Rispondi al commento

...non ci voglio credere ma, pare che, durante un pacifico corte, abbiano arrestato Gaetano!!!

anib roma Commentatore certificato 12.10.11 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Sansone lo smilzo è morto di cancro al colon-retto appena 2 minuti fa. Nun ve ne pò fregà de meno? Anche a me. Forse non era abbastanza mischiato geneticamente, il suo DNA era destinato ad estinguersi. Era anche smilzo per via della chemio. LOL

UNA PRECE 12.10.11 14:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“LICENZIARE I PADETERNI”, solo 9 euro

“Sono aumentati i costi e i privilegi di una politica sempre più lontana dalla realtà. “E dicevano d’avere tagliato…”
Gli stipendi del Senato saliti di un altro 19% in 4 anni, i palazzi del Palazzo che sono diventati 52, la trincea in difesa dei doppi e tripli vitalizi, gli aerei blu che volano come mai prima, sforbiciatine agli affitti cresciuti di 41 volte dal 1983, i menù di lusso con le lamelle di spigola ancora a 3,34 euro, i bilanci “ritoccati” solo per fare bella figura, i rimborsi elettorali che hanno superato i 5 miliardi e mezzo, i presidenti regionali che continuano a prendere come tre governatori Usa, autoblu a vita che aumentano senza freni e la Parentopoli che impazza. Il nuovo libro di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella, dopo aver raccontato con La Casta denunciato gli sprechi, le ingordigie e le prepotenze della classe politica, ne smascherano ora, punto per punto, i tradimenti delle promesse di sobrietà. L’Italia è divisa tra cittadini e politici: tra operai che – oltre a essere costretti alla mobilità – rincorrono un’età pensionabile che continua ad aumentare, e consiglieri regionali che dopo 20 anni di assemblea, incassano 492mila euro di buonuscita. Un Italia in cui "i politici politicanti italiani non riescono a capire. Non riescono a vedere, chiusi nel loro fortilizio autoreferenziale, l’insofferenza montante dei cittadini di un Paese in affanno che vive, come dice Napolitano, ‘un angoscioso presente’. Sono così abituati ai privilegi, all’abuso del potere, all’impunità, da non rendersi conto che la loro sordità mette a rischio non solo il decoro e la credibilità delle istituzioni
Intanto il paese precipita

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi inizia il tour di Beppe in Molise Mi piacerebbe seguirlo.Qualche streaming è possibile?

mariuccia rollo 12.10.11 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Leganord=Mafia - Mafia=Leganord

Per i babbei padanilegaioli che non comprendono l'equazione diciamo...
Chi ha permesso a berlusconi di rimanere al potere negli ultimi 17 anni con conseguenze spaventose ? Chi si è trasformato da partito del popolo a partito casta ?
Chi è stato condannato per tangenti enimont? Chi si è reso responsabile in prima persona della legge porcata ?

Dopo Milanese anche il ministro delle politiche agricole Romano è stato salvato. La Lega si allinea alla posizione della maggioranza e il ministro dell'Interno nega persino le critiche della base.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/24/romano-maroni-non-ce-motivo-di-sfiduciarlo/159752/

Leghisti e legaioli avete salvato l'ennesimo delinquente un certo "milanese", ora salvate anche Romano, capisco che ormai siete romani, fate una cosa seria nella vostra vita seppellitevi e questo paese comincerà a respirare un'aria più pulita !

http://www.repubblica.it/politica/2011/09/22/dirette/milanese_voto-22047813/

Castelli leganord. Sono povero Guadagno solo 145mila euro l'anno. Così il viceministro alle Infrastrutture durante la trasmisisone de La 7 'Piazza pulita' http://espresso.repubblica.it/dettaglio/castelli-sono-povero/2160919

Leghisti e lagaioli Andate a lavorare avete scelto la politica infatti per far soldi, ben sapevate che era un'occasione unica e irripetibile.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.11 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riflettendo un po'.

Garibaldi, l'eroe dei due mondi, dopo aver piantato non pochi guai in Argentina, venuto in Italia sembrerebbe ne abbia causati ancor di piu' con la spedizione dei mille.

Che Guevara, venuto dall'Argentina ha piantato non pochi guai in Sud America, poi Cuba dove la sua collaborazione con i Castro...ni ha quasi portato il mondo alla guerra nucleare, poi in Congo dove i suoi guai sono sentiti ancora oggi.

Diego Armando Maradona, anche se non cosi' distruttivo, ha fatto guai ovunque si sia recato.

L'Argentina e' stato il primo paese dell'era moderna che ha fatto crack lasciando in braghe di tela non poche persone anche in Italia, gente che aveva investito in quelle lande Sud Americane.

E mi fermo qui.

Mi raccomando tenete d'occhio Dumas.


STIPENDI DI PLATINO

Secondo Gian Antonio Stella, scrittore e giornalista, la Consigliera regionale della Lombardia Nicole Minetti prende come stipendio il triplo di un governatore di uno Stato americano di media grandezza.
Sempre secondo Stella, un funzionario della regione Sicilia percepisce, sempre come stipendio, più del Presidente degli USA Obama.

Ora: in quali proporzioni devono essere incazzati gli italiani?
La cosa non mi stupisce affattto. Lo sapevo, ma...
Siamo all'insulto più totale, al dispregio e allo sberleffo dell'essere umano perpetrati nel loro aspetto più bieco e demoniaco.
Non voglio qui dipingere Berlusconi e il suo governo alla stregua del demonio, soltanto perché ho paura dell'ira (giusta) che il demonio potrebbe provare nei miei confronti.
Non so se Stella esagera in qualcosa di uno zero virgola, ma qui siamo... visti i tagli ciclopici e le vessazioni più sfacciate nei confronti dello stato sociale... di fronte al più alto dispregio nei confronti di un popolo, delle sue sofferenze e fatiche di arrivare a metà mese.

Di fronte a questa offesa ineguagliabile per un paese sedicente democratico, a quale strumento di lavaggio dell'onta si potrebbe mai giungere a pensare?
Me lo chiedo.

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.11 13:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ve lo immaginate se uno come berlusconi avesse la valigetta della bomba atomica?

Acul utopiA Commentatore certificato 12.10.11 13:55| 
 |
Rispondi al commento

.. “Non se ne può più – dice a Tiscali Giulietto Chiesa, noto giornalista, scrittore e politico - e in tutto l’Occidente va diffondendosi la rivolta” contro questa mostruosità, con momenti di protesta in molti paesi capitalisti, come dimostrano da ultimi i giovani indignados statunitensi.


http://notizie.tiscali.it/articoli/interviste/11/10/chiesa-intervista-bancheok.html

Paola Bassi Commentatore certificato 12.10.11 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Governo battuto per UN VOTO, e tutti sono andati al tempo in cui Prodi fu costretto a dimettersi perchè non aveva avuto la FIDUCIA per un voto, e l'opposizione a chiedere a gran voce: DIMISSIONI, DIMISSIONI.

Questa è una cosa diversa: non si trattava di FIDUCIA ma di voto sul bilancio dello Stato.

Le mancanze dei votanti sono state ampiamente
sviscerate e denotano sicuramente un malessere dovuto al fatto che questo Governo è stato talmente sputtanato a partire dal Presidente del Consiglio, che non può più esistere.

Certo che guardare a chi lo ha messo in crisi , a prescindere da certi giudici che vanno avanti da anni a demolirlo, , non fa ben sperare sul
futuro dell'Italia.

Scajola che disse che Biagi era un "rompiballe", (e poi quel poveraccio è stato ammazzato dalle BR), e questo è il primo caso di dimissioni; oltre a tutto quello che è emerso nei suoi confronti, c'è anche l'episodio eclatante del'appartamento fronte Colosseo, che ha provocato altre dimissioni.

E adesso il Cavaliere dovrebbe negoziare con questo individuo, che più squallido non si può, e che nonostante tutto ha ancora dei seguaci?

No, Cavaliere, non lo faccia: meglio ricostruire, che dare soddisfazione a certi porci provenienti da quel partito che più ha fatto danni in Italia, la DC.

Niente Scajola, niente Casini. Piuttosto muoia il PDL con tutti i filistei.

E si torni indietro di 50 anni.


togram 12.10.11 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Eduardo Dumas
***

grazie Edu, non conoscevo il discorso!

nobili parole, tutti si sperticano in applausi

ma Allende fu assassinato..

1972: 39 anni fa e guarda come siamo messi

la Storia non insegna?
oppure il divario tra le forze in campo è (ancora) troppo forte?

io però non dispero..
ciao



A parte i tappeti sono almeno tre generazioni che quei popoli fanno solo e soprattutto la guerra. Sapranno tornare a fare altro? Con l'augurio che potranno essere lasciati liberi, torneranno a cavalcare e a coltivare. Molto basse le percentuali di alfabetizzazione in special modo quella femminile. Pangea a Kabul da una mano concreta alle donne afgane.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.11 13:22| 
 |
Rispondi al commento

con tutto che il futuro è nei trasporti marini come si fa a far morire la Fincantieri e non è una questione economica ma di intelligenza è assolutamente necessario sopravvivere a questa crisi però tutti si devono tagliare qualcosa dai sommi in capo al portiere in maniera inversamente proporzionale chi più prende più grande il taglio che meno prende minore è la decurtazione ma si salvi tanta arte che il mondo ci invidia e che ne siamo maestri incontrastati

full smonty 12.10.11 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Leganord=Mafia - Mafia=Leganord

Per i babbei padanilegaioli che non comprendono l'equazione diciamo...
Chi ha permesso a berlusconi di rimanere al potere negli ultimi 17 anni con conseguenze spaventose ? Chi si è trasformato da partito del popolo a partito casta ?
Chi è stato condannato per tangenti enimont? Chi si è reso responsabile in prima persona della legge porcata ?

Dopo Milanese anche il ministro delle politiche agricole Romano è stato salvato. La Lega si allinea alla posizione della maggioranza e il ministro dell'Interno nega persino le critiche della base.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/24/romano-maroni-non-ce-motivo-di-sfiduciarlo/159752/

Leghisti e legaioli avete salvato l'ennesimo delinquente un certo "milanese", ora salvate anche Romano, capisco che ormai siete romani, fate una cosa seria nella vostra vita seppellitevi e questo paese comincerà a respirare un'aria più pulita !

http://www.repubblica.it/politica/2011/09/22/dirette/milanese_voto-22047813/

Castelli leganord. Sono povero Guadagno solo 145mila euro l'anno. Così il viceministro alle Infrastrutture durante la trasmisisone de La 7 'Piazza pulita' http://espresso.repubblica.it/dettaglio/castelli-sono-povero/2160919

Leghisti e lagaioli Andate a lavorare avete scelto la politica infatti per far soldi, ben sapevate che era un'occasione unica e irripetibile.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.11 13:04| 
 |
Rispondi al commento

noi, come perdenti della seconda guerra mondiale, siamo delle colonie degli USA e facciamo in maniera acritica tutto quello che gli USA decidono di fare. Tutte le guerre fatte dagli USA sono dei crimini, di quelle più recenti: 1)la guerra in vietnam, una guerra scatenata dalle ingerenze statunitensi nel sud-est asiatico (vittime militari: Vietnam del Nord e Viet Cong: 1.100.000 Vietnam del Sud e alleati: 335.000; vittime civili: 2.000.000 vietnamiti, 700.000 cambogiani, 50.000 laotiani
2) la guerra in afghanistan, una guerra totale giustificata solo dalla presenza di presunti terroristi nel Paese che niente avevano a che fare con l'11 settembre 3)la guerra in IRAQ giustificata dalla presenza nel Paese di armi di distuzione di massa mai trovate (morti Afghanistan e Iraq fino ad oggi 753.399).
4)la guerra in libia giustificata dal dover difendere dalla bombe di Gheddafi gruppi armati di ribelli quindi con una ingerenza interna ad un Paese sovrano. E allora la domanda sorge spontanea, questi paladini della giustizia perchè non intervengono contro la Russia che massacra senza pietà ribelli ceceni, o l'Arabia Saudita (Paese filoamericano) che spara sulla folla continuamente, o sulla Cina che non rispetta alcun diritto umano, o in Somalia, in Sudan, in Congo ecc, ecc ovvero dove ci sono guerre civili da decenni...Ma è possibile che la gente pensi che gli oligarchi USA siano davvero portatori di democrazia???

silvio de lucia 12.10.11 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Luca ricordava la data dal 12 ottobre 1492

scoperta delle americhe.... e scomparsa grazie a la santa croce e della spada di grandissime culture pre colombine.

Sempre ho in mente i murales di diego rivera che rappresentava la faccia dei conquistatori con facie tristi e innobili identica ai animali che li trasportavano.

America latina ci ha dato personaggi come Simon Bolivar, Tupac Amaru, Cuitláhuac, Sandino, il Che

è il fattore comune a tutti loro che mai si sono lasciato conquistare .... mai

Vi lascio nel aniversario di questa scoperta delle americhe, un discorso dal migliore perche forze per me un contemporaneo

vi lascio un discorso di Salvador Allende nelle nazioni unite oggi più attuale che mai.


http://youtu.be/cBJfZJoN5Uk

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.11 12:48| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

con le armi in pugno in una
ipotetica rivoluzione!

- esempio: se un grosso o meno numeroso gruppo armato intendesse prendere il Palazzo con la violenza farebbe piacere sapere che anche la "vecchina" dietro la grata della finestra è d'accordo con l'azione ...o no ?

---------------------------------

Lenin , con il tuo gruppo "grosso o meno" , potete fare solo una cosa :

organizzare una bella PASSATELLA con un mazzo di carte napoletane ed un paio di casse di birra sotto il tavolo ! Per capirci , giocare a padrone e sotto .

Sansone lo smilzo 12.10.11 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cosa hanno promesso Di Pietro e Bersani a Scaloja perchè voti contro il banano/patonza? l'attico di Lory del Santo davanti al colosseo? dal primo piano ai piani alti allora!!

marco aurelio, reggio emilia Commentatore certificato 12.10.11 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il povero Giovannino,che è una mente semplice, nel senso più misero del termine,non si chiede come mai viene sempre riconosciuto malgrado il multinick- ma il fatto è che il suo argomento è sempre quello in una monomania ricorrente e le sue reazioni si muovono all'interno di 4 o 5 frasi fisse,si chiede invece se io sia due persone,perché nella sua scarna univocità non riesce a concepire la complessità e questa gli sembra sospetta.Non riesce a capire come mai una persona possa scrivere di filosofia e di poesia e poi incazzarsi con lui usando parolacce da trivio,e nemmeno come uno possa passare rapidamente da un argomento all'altro-ovviamente lui ne ha uno solo e fuori di quello ha il buio
Così mi ha fatto venire in mente Pessoa
Ci scrissi un Masada

http://masadaweb.org/2008/01/02/masada-n-601-2-1-2008-fernando-pessoa-un-baule-pieno-di-gente/

Non credo che Giovannino lo leggerà-e se lo leggesse non lo capirebbe-né credo che capisca qualcosa di quel che ho detto adesso.Ho smesso da tempo di pensare che alcuni capiscano qualcosa- ma mi è venuto in mente che il tema della complessità psichica potesse interessare qualcuno che la sente in sé, ovviamente non ai limiti schizoidi di Pessoa :-)

Pessoa diceva:"Io sono una baule pieno di gente"

“Mi sento multiplo.Sono come una stanza dagli innumerevoli specchi fantastici che distorcono in riflessi falsi un’unica interiore realtà che non è in nessuno ed è in tutti”

Ecco,io sono una pacifista,eppure ho il linguaggio di un eversivo e la passione di un militante
I pacifisti con cui ho lavorato erano avanti a me per essere riusciti a conseguire anche quella mitezza d'animo con cui si riesce a rispondere dolcemente anche alle fetecchie.Io no.Prendere o lasciare.Sono multipla,come ha notato, nella sua notte fonda,Giovannino. Ma,Giovannino a parte, questo essere multiplo è proprio di molti di noi.
Un tempo si credeva che quel che era semplice fosse vero.No.Il mondo è complesso e il potere le menti semplici se le beve.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo in Afghanistan perchè chi Armo' Hitler ha Vinto e si gode la Sabbia degli Atolli delle Hawai.
Litio si chiama e dara' Batterie per il mondo.
Piu' della Bolivia.
Insieme faranno il Mondo della Mobilita' Futura.
La Paz e Kabul.
A noi ci han dato sol o'Pazz...
Quando chi lo Usa lo Rottamera', Berlusconi se n'andra'.

enrico w., novara Commentatore certificato 12.10.11 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

raccolgo parte di un post da :

http://www.tzetze.it

"C'è un gruppo di cyberazzi invisibili, cookie e altri sistemi per la raccolta dati che ci segue mentre navighiamo, riportando ogni cosa che facciamo a società di marketing che così possono creare un profilo incredibilmente completo del nostro comportamento online", ha spiegato Jon Leibowitz, presidente della FTC (Federal Trade Commision), commissione del governo USA che si occupa sia di protezione dei consumatori sia di concorrenza.

Varrebbe però la pena interrogarsi più profondamente sulla questione della privacy online. È un diritto fondamentale dell'internauta, e nessuno di noi dovrebbe avere paura di usare un computer per timore di diffondere informazioni che vuole tenere riservate.

D'altra parte però Internet come la conosciamo si fonda sulla quasi totale assenza di privacy. Si possono ottenere piccoli risultati, come alcuni siti che rinunciano al tracking o browser che inseriscono una funzione opzionale, ma niente di più. L'unico modo sicuro si sentirsi del tutto protetto è non collegarsi, è già che ci siamo rinunciare anche a telefono (fisso e mobile), e conto bancario.

io la vedo al contrario!
ebbene, sì! ci conoscono! embè?
non è questa la base reale della DEMOCRAZIA DAL BASSO ?
conoscere quanti sono coloro che la pensano in quel modo , ma che tante volte non riescono
ad esprimerlo , magari solo con un voto in una cabina elettorale o con le armi in pugno in una
ipotetica rivoluzione!

- esempio: se un grosso o meno numeroso gruppo armato intendesse prendere il Palazzo con la violenza farebbe piacere sapere che anche la "vecchina" dietro la grata della finestra è d'accordo con l'azione ...o no ?

il nemico conosce te...ma tu conosci quanti sono i tuoi fratelli !
ecco che la visione globale del web diventa
un'arma più determinante!
(lo stesso concetto applicato ai sondaggi ma al contrario)


per l'appunto si dice che il comunismo, quello
vero , rivoluzionario e combattente , fece qualche milione di morti!

ma, vi ricordo che erano tutti come margherita, ivana e bernardino!

-----------------------------------------

Lenin , ma non hai proprio null'altro da fare nella vita ? Sono anni che ti ripeti e giochi al rivoluzionario da tastiera .

BASTA ! vai al bar a farti una briscola con gli amici (se ne hai).

Sansone lo smilzo 12.10.11 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ZZZ...

Napolitano riferendosi al voto di ieri alla camera: la bocciatura ha riflessi istituzionali.

Riflessi, riflessioni e pensieri. Una introspezione per guardarsi dentro e cercare di conoscersi meglio... piacere sono io e lei chi è? Non mi riconosce sono io e lei? Ah, io sono io. Ah, bene anche io... ma quanto manca al risveglio della ragione?
Ultima parte di Buonanotte Italia di Ligabue:

Buonanotte all’Italia con gli sfregi nel cuore
e le flebo attaccate da chi ha tutto il potere
e la guarda distratto come fosse una moglie
come un gioco in soffitta che gli ha tolto le voglie
e una stella fa luce senza troppi perché
ti costringe a vedere tutto quello che c’è
Buonanotte all’Italia che si fa o si muore
o si passa la notte a volersela fare...

ORFEO.

By Gian Franco Dominijanni


Finale lieto per l'ultimo sequestro dei pirati somali di una nave italiana.

Certo fa impressione che solo una dozzina di uomini però armati di Kalashnikov abbiano potuto abbordare una nave disarmata.

Magari se dotassimo ANCHE le navi mercantili di guardie altrettanto armate e magari di cannoncini qualcosa si potrebbe evitare.

Ma non so se sia permesso.

Quanto all'intervento di marine militari che non sono la nostra, temo che il nostro raggio d'azione sia MOLTO limitato, dopo la 2a guerra mondiale, che ABBIAMO PERSO.

E non c'erano nostre unità in zona.

togram 12.10.11 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

prendo l'esempio qui:

io penso che stiamo in Afghanistan a fianco di invasori neonazisti per colpa di :

margherita grassi
ivana iorio
bernardino visconti

e...simili!

tutti questi esseri che si nutrono del sangue
leggasi DENARO ◄
sulla pelle di popoli più poveri ma molto combattivi , che poi siano anche fondamentalisti
islamici è solo un dettaglio !
dele resto contro eserciti oppressori hanno sempre combattuto IDEALISTI FONDAMENTALISTI ROSSI!

oggi sono solo cambiati i termini !

per l'appunto si dice che il comunismo, quello
vero , rivoluzionario e combattente , fece qualche milione di morti!

ma, vi ricordo che erano tutti come margherita, ivana e bernardino!

- che non avevano NULLA DI UMANO !!!

altre chiacchiere ...sono zero !

ps.
capisco quanto dia tanto fastidio a tali esseri!
eh!


Oggi, 519 anni fa, un genovese ha scoperto l'america, Beppe.
Una data importante per la colonizzazione delle americhe. Poi, col tempo, delle colonie ci hanno restituito il favore.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 12.10.11 12:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè siamo in Afghanistan?
Beh, per la stessa ragione per cui siamo andati in Kossovo, siamo in Libano e in tanti altri luoghi e partecipiamo all'insulsa guerra in Libia.

Perchè facciamo parte della NATO e abbiamo degli obblighi di partecipazione.

Penso che nessuno di noi sappia cosa esattamente preveda il trattato di collaborazione, per cui prima di accusare l'Italia di servilismo o altro bisognerebbe conoscere quello che è scritto.

Che stare in Afghanistan sia abbastanza inutile è un altro conto perchè, nonostante il nostro apporto sia essenzialmente a livello umanitario (certo ci si difende, se si viene attaccati), siamo considerati anche noi "invasori", nonostante l'impegno a costruire scuole, luoghi di assistenza, fornire materiali e strutture affinchè quelle popolazioni (e soprattutto le donne) possano avere una vita più dignitosa.

Sono cose che non vengono apprezzate ed è per questo che ce ne dovremmo andare, e non perchè abbiamo fatto massacri mai avvenuti.

Se quella gente vuole rimanere SCHIAVA, che ci resti.

togram 12.10.11 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Desanlenin, ti lamenti che a me e Giovannino (o Ivana, non si è ancora capito) sia consentito di scrivere qui.

Beh, non per dire, ma se lo consentono a te....

togram 12.10.11 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sappiamo perchè siamo andati in Afganistan, non sappiamo perchè sono morti nostri connazionali, abbiamo violato un mare di leggi internazionali, etc.etc.. Certo che noi italiani siamo una manica di ignoranti e delinquenti! Qualcuno denunzi tutti i Capi di Governo degli ultimi dieci anni,i Presidenti di Camera e Senato degli ultimi dieci anni, i Ministri delle Difesa degli ultimi dieci anni, i Presidenti della Repubblica degli ultimi dieci anni ed anche i Vicepresidenti del CSM degli ultimi dieci anni nonchè i Procuratori Capo della Repubblica di Roma degli ultimi dieci anni!

Volatile pn 12.10.11 11:35| 
 |
Rispondi al commento

La sua posizione geografica, al centro del cuore battagliero dell'islam, incastonato fra gli stati dell'Iran e del Pakistan rendono questo Paese terra di non poche preoccupazioni per gli Stati d'occidente.
Possiamo paragonarlo alla nostra regione Friuli al tempo della Yugoslavia di Tito (quante ore passate sull'altana alle intemperie del generale inverno n.d.r.).
Inoltre la coltivazione intensa di papavero d'oppio rende appetibile la supremazia in questo Stato.
Da WIKI:
I talebani vietarono la coltivazione dei papaveri da oppio nel 2000. Secondo alcune fonti la produzione diminuì da 4000 tonnellate nel 2000 (circa il 70% del totale mondiale) a 82 tonnellate nel 2001, gran parte delle quali si disse furono raccolte nelle parti dell'Afghanistan controllate dall'Alleanza del nord. Dopo che i talebani persero il potere, alla fine del 2002, si è detto che la produzione di oppio sia aumentata drammaticamente.

Il ruolo dell'Afghanistan come principale produttore di oppio del mondo è ben documentato. Fino alla fine del governo talebano, la maggioranza della produzione d'oppio si svolse in aree controllate dai talebani. Secondo il rapporto strategico dell'International Narcotics Control del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti (INCSR), del marzo 2001, l'Afghanistan rimaneva il principale produttore mondiale di papavero da oppio, nonostante una protratta siccità e la guerra civile in corso.

Il rapporto segnalava inoltre che «i talebani, che controllano il 96% del territorio dove vengono coltivati i papaveri, ne promuovono la coltivazione per finanziare l'acquisto di armi e le operazioni militari». Secondo questo rapporto, stilato però dal dipartimento di stato di una nazione contrapposta in guerra, anche se i talebani apparentemente bandirono la coltivazione dei papaveri da oppio alla fine del 1997, la produzione dello stesso aumentò durante tutto il 2000, ammontando al 72% delle forniture illegali di oppio.
L'umanità è dipendente dall'oppio!

stefano m. Commentatore certificato 12.10.11 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Vik nel Cuore Sempre.


http://www.youtube.com/watch?v=XA-rFaQBNnQ

anib roma Commentatore certificato 12.10.11 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente aborro i nostri politicanti e tutti quelli che fanno della retorica un "modus vivendi", adoro voi che siete genuini, veri, gli unici che riescono a far aprire gli occhi a questo popolo di pecoroni di cui anch'io faccio parte; ma vi prego, non incadete anche voi nell'errore di essere scontati!!
Perchè siamo andati in Afghanistan? bè adoro pensare che sia stato il fattore umanitario, anche se sò che non è così! Vi siete dimenticati le lapidazioni dei talebani, per presunto tradimento?

orazio gioacchini 12.10.11 11:03| 
 |
Rispondi al commento

http://caneliberonline.blogspot.com/

mercoledì 12 ottobre 2011
UNA SOCIETA’ IN SECCA Gianni Tirelli

Caneliberonline 12.10.11 11:01| 
 |
Rispondi al commento

http://caneliberonline.blogspot.com/

mercoledì 12 ottobre 2011
LO SGUARDO IMMORTALE DI ALBERTO KORDA

Caneliberonline 12.10.11 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Un sentito ringraziamento a Viviana,Manuela Bellandi,Antonio Cataldi e Ciro C.Ci tengo troppo a Santoro, non me lo voglio perdere.Viviana condivido con te.La RAI purtroppo è gestita da Berlusconi e compani, quindi non serve neanche discutere.Al pensiero mi viene la nausea.Buona giornata a tutti

lidia g. Commentatore certificato 12.10.11 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Per il troll idiota del blog che viene qui, sputa demenze e la piglia nel culo

"Un tizio di nome Giovannino ha una passione per la caccia all'orso
Compra tutta l'attrezzatura e va nel bosco
Si nasconde dietro un cespuglio,quando ad un tratto spunta un orsacchiotto.Prende la mira, spara e lo ammazza
Tutto felice sta per raggiungere la sua preda quando sente una zampa pelosa appoggiarsi sulla sua spalla.Terrorizzato,si gira lentamente e vede un orso bruno molto incazzato che gli dice:"Giovannino,per quello che hai appena fatto ti lascio 2 possibilità: o ti mangio lentamente, oppure ti giri,ti abbassi pantaloni e t'inculo"
Ci pensa un attimo e poi conclude che l'alternativa praticabile è solo quella di abbassare i pantaloni.
Passa una settimana in ospedale con i postumi e quando esce è incazzato nero.
Va al negozio di armi e compra un fucile di precisione.Va nel bosco e si nasconde aspettando di avere l'orso bruno a tiro.
Lo trova,punta il fucile,preme il grilletto e lo fa secco.Felicissimo per la sua vendetta,sta per allontanarsi quando sente una poderosa zampa sulla sua spalla. Si gira lentamente con uno strano presentimento e trova un orso grizzly che lo fissa incazzato e gli dice:
"Giovannino,per quello che hai appena fatto ti lascio 2 possibilità:o ti mangio lentamente,oppure ti giri,ti abbassi pantaloni e t'inculo"
Giovannino pensa che,essendosi già abbassato i pantaloni una volta,la seconda dovrebbe essergli più facile,ma come conseguenza si sorbisce 3 settimane di ospedale più una di riabilitazione.
Uscito dall'ospedale,va di nuovo nel bosco per uccidere il grizzly con un bazooka nuovo di zecca. Ha gli occhi iniettati di sangue per la rabbia.
Appena vede il grizzly,spara una sciabordata che lo incenerisce all'istante.
Ha appena finito di saltare di gioia che sente una zampa imponente sulla sua spalla,si gira e vede un un enorme,ferocissimo orso bianco, che gli dice:
"Giovannino, di' la verita ... tu non vieni qui per la caccia....."

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il problema e' che l'umanita' al giorno d'oggi e' ancora affascinata dal "pensiero forte" e lo appoggia senza prendere in considerazione la qualita' di quel pensiero.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:40| 
 |
Rispondi al commento

scusate l'off topic
MA COME SI FA AD ACCEDERE AL SITO DEL FATTO PER LEGGERE IL GIORNAQLE ELETTRONICO???

da quando hanno fatto le modifiche non ci riesco piu'
(ho gia' svuotato la cache, ho tentato di accedere dalla pagina "abbonati", ma il giornale non me lo apre piu')

Stefania .. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.11 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma 'sti talebani da dove cacchio arrivano. sembra che li coltivino come i funghi.
dicono che ci sono scuole talebane in pakistan e che arrivano da li', che le chiudano. comunque resta un mistero da dove arrivino tanti talebani capaci di contrastare usa &c.

rimango comunque dell'idea che se gli occidentali avessero usato anche solo una minima parte del denaro speso per la guerra per migliorare le condizioni di vita degli afghani la guerra sarebbe gia' finita da un pezzo. erano gli stessi afghani a prendere per le orecchie i talebani e a buttarli fuori.
si vede che gli occidentali si sono resi odiosi anche loro e si staranno muovendo malissimo.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:35| 
 |
Rispondi al commento

IN AMERICA STANNO PENSANDO AD UNA LEGGE CHE PROTEGGA I TROLL NEI FORUM (????) è il colmo !!!!

http://punto-informatico.it/3296369/PI/News/usa-troll-senza-diritto-parola.aspx

Un gruppo di senatori statunitensi vorrebbe anteporre la tutela da abusi e maltrattamenti alla protezione garantita dal Primo Emendamento. Al bando attività online come il flaming, così come i cosiddetti troll

Roma - Si intitola semplicemente Cyberbulling ed è un nuovo studio presentato da un gruppo di senatori statunitensi alle ultime Independent Democratic Conference. Una dettagliata analisi sul fenomeno del bullismo ai tempi del digitale, che ha fatto scalpore per alcune posizioni prese a proposito del Primo Emendamento della Costituzione a stelle e strisce.

In sostanza, fazioni politiche e tribunali avrebbero interpretato male i principi tutelati dallo stesso Primo Emendamento, dal momento che il libero pensiero rappresenterebbe più un privilegio che un effettivo diritto umano. La giurisdizione degli Stati Uniti potrebbe dunque anteporre la difesa da abusi e maltrattamenti alla protezione garantita dalla libertà d'espressione.

Di quali abusi parlano i senatori di New York? Innanzitutto di quei messaggi online che vadano a minare la sicurezza altrui, comprese quelle attività che in gergo digitale vengono definite flaming. La tutela del Primo Emendamento dovrebbe essere revocata a tutti quei soggetti che si preoccupano di caricare sul web filmati amatoriali relativi a maltrattamenti vari.

Stessa sorte per i cosiddetti troll, spesso animati dal desiderio di provocare - nel senso negativo del termine - negli altri reazioni emotive. I senatori statunitensi si sono scagliati contro la crudele esclusione di un soggetto da forum e comunità web, una pratica non sempre accettabile nella sfera del libero pensiero e dunque del Primo Emendamento della Costituzione.

evviva per ivana margherita e bernardino!!!!
mah!


Capisco la gravità della guerra afgana ma vedere in queste ore l'indifferenza abulica di alcuni blogger come Postman nei riguardi di quel che stava accadendo in parlamento mi ha colpito dolorosamente

Postman, ti ho sempre stimato ma ora stai dicendo delle sciocchezze
se ti astrai dalla guerra che i cittadino onesti stanno conducendo per migliorare le cose, qualsiasi cosa, dicendo che "tanto dopo un male ne viene uno peggiore e chi se ne frega se cade Berlusconi, tanto il Pd è uguale", non fai che cadere in un nichilismo disfattista che non è utile a niente
Io amo il mio paese e lotterò con le unghie, non per un'utopia che resterà in assoluto tale, ma perché il mio paese strappi alla storia ogni cm, ogni mm, di miglioramento
E per me se cade Berlusconi non è una cosa di cui non me ne frega niente perché tanto...
Il tuo 'peggismo' rende vana ogni battaglia
A me interessa, eccome, se cade uno che ci sta portando gradatamente a una dittatura
agli altri infami ci penseremo
una battaglia per volta
intanto la prima cosa utile e importante è che cada 'questo' tiranno, poi ci daremo da fare per gli altri
ma ritirarsi in una specie di Limbo in cui "tanto che fa? sono tutti uguali! è peggio che essere fascisti! E' suicida!!!!!

Non avete idea come questo atteggiamento schifiltoso e abulico mi abbia felita come una coltellata al cuore
dal disfattismo e dal nichilismo nascono solo cazzi amari
e quel che nasce è peggio del peggiore nazismo o comunismo o fascismo, della peggiore dittatura
E' il nemico primo contro cui tuonavano Gobetti e Matteotti: l'indifferenza suicida, anche peggiore in chi si gloria di seguire una ideologia che sia in qualche modo un sogno
O si cerca con le unghie e con i denti ad aggrapparci ad ogni miglioramento possibile o, in nome dell'utopia e dell'ideologia impossibile, ci possiamo anche suicidare!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’Italia ha speso per la guerra in Afganistan nel solo 2011 quasi un miliardo e un altro per la guerra in Libia.
In questa cifra non sono compresi i 3 ospedali di Emergency, che danno aiuto sanitario gratuito alla popolazione afgana colpita dalla guerra

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Nel 2000, i Talebani, a causa della sovrapproduzione di droga dell'anno precedente, avevano imposto la proibizione della produzione di oppio, che portò a riduzioni del 90%.
Poco dopo l'invasione dell'Afghanistan a guida statunitense del 2001, la produzione dell'oppio aumentò notevolmente e nel 2005 l'Afghanistan aveva riconquistato la sua posizione di 1° produttore mondiale di oppio e produceva il 90% dell'oppio mondiale, la maggior parte del quale è trasformato in eroina e venduto in Europa e Russia.
Il 52% del PIL afghano, cioè 2,7 miliardi di dollari all'anno, è generato dal commercio di droga.

Nel massacro di Dasht-i-Leili dicembre del 2001, un numero non certo, fra i 250 e i 3.000 di prigionieri talebani furono fucilati o soffocati a morte in container di metallo di camion mentre venivano trasportati
Esistono dichiarazioni che soldati della coalizione abbiano torturato prigionieri durante interrogatori; molte proteste si focalizzano sul campo di prigionia statunitense a Camp X-Ray nella Baia di Guantanamo, a Cuba.
Gli abusi furono infiniti Ma Bush dichiarò che i prigionieri catturati catturati sul campo di battaglia non erano soggetti alla Convenzione di Ginevra.
Alcune tecniche di interrogatorio includevano incatenare i prigionieri in posizione eretta, tenere il prigioniero in una cella fredda e bagnarli con acqua,versare acqua in gola fino al soffocamento. La CIA ha stabilito che il waterboarding non è tortura.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Nell'ottobre del 2001 sondaggi indicarono che circa l'88% degli statunitensi sosteneva la guerra in Afghanistan contro il 10% che disapprovava[59] e anche nel Regno Uniti i favorevoli al conflitto erano più del 60% del campione intervistato.
Dopo 5 anni i favorevoli alla guerra erano scesi al 61% degli Americani
Nel settembre del 2009, la percentuale dei contrari alla guerra in Afghanistan ha superato, per la prima volta dal 2001, quello dei favorevoli, scesi al 41%
In Gran Bretagna, il 62% della popolazione vuole il ritiro delle truppe.
Nel 2010 la percentuale di americani favorevoli era scesa al 37%

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:18| 
 |
Rispondi al commento

6
Nel novembre del 2006,l’ONU avvertì che l'Afghanistan era uno Stato fallito a causa della crescente violenza talebana,la crescita della produzione di droga illegale e la fragile istituzione dello Stato.Ma il numero di attacchi suicidi, attacchi di fuoco diretto,e ordigni esplosivi improvvisati crebbe
La coalizione lanciò altri attacchi e nel dicembre riprese Musa Qala,la città più importante controllata dai Talebani e attaccò la valle di Helmand,per cacciare i talebani dai villaggi e consolidare la coalizione in vista delle elezioni del 20 agosto
A tutt'oggi, contro il più grande esercito del mondo i talebani non si sono arresi!

All’inizio combatterono solo angloamericani, poi Australia,Canada,Danimarca,Francia,Germania, ITALIA,Olanda,Nuova Zelanda e Norvegia
Nel 2006 erano presenti circa 33.000 soldati.
Il 1 dicembre 2009 Obama ha dichiarato di voler mandare altri 30.000 soldati portandoli a più di 100.000 con un rafforzamento degli altri contingenti internazionali.
Ora siamo a 10 anni dall’inizio della guerra,er la guerra più inutile, assurda e miserevole di tutti i tempi, dopo il Vietam sta contiinuando.
In mezzo a una crisi generale che impoverisce l'occidente ma sta continuando!!!

A dicembre 2009 erano presenti circa 104.000 contractors, soldati delle milizie private, per conto del Pentagono,che saliranno poi a 160.000.

Si ritiene che in Afghanistan ci siano 1 milione e mezzo di persone che soffrano per la fame impellente, mentre 7 milioni e mezzo soffrano come risultato della grave situazione del Paese - la combinazione di guerra civile, carestia legata alla siccità, e, in estensione, per l'oppressivo regime talebano e l'invasione a guida statunitense.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:18| 
 |
Rispondi al commento

4
Anche Kabul era stata presa e caddero tutte le province lungo il confine iraniano,tra cui Herat. I comandanti pashtun locali e i signori della guerra controllavano ormai il nord-ovest del paese,inclusa Jalalabad.Quel che restava dell'esercito talebano e dei volontari pakistani si ritirò a nord,verso Konduz,e Qandahar, per preparare la difesa ad oltranza.2000 membri di al Qāeda si riunirono nelle caverne delle montagne di Tora Borad.Iniziò il bombardamento e si reclutarono signori della guerra.Cadde Konduz. 5.000 persone furono fatte evacuare
Si ritiene che i combattenti di al Qaeda stabilissero rifugi in Pakistan,ma gli USA ‘non toccarono il Pakistan’! Dai loro rifugi in Pakistan i talebani lanciavano razzi alle basi statunitensi e per tendere imboscate a convogli e pattuglie americani.Ma nulla fu fatto contro il Pakistan!Il Pakistan aveva la bomba atomica
4 province meridionali continuavano ad essere il cuore del potere talebano
Anglo-americani continuarono a combattere con esito nullo.I talebani attaccavano, poi si rintanavano nelle grotte e nei tunnel delle vaste catene montuose afghane o oltre il confine col Pakistan e iniziarono i preparativi per una nuova "jihad",o guerra santa,contro il governo afghano e la coalizione.La maggior parte delle reclute era presa dalle madrasse,scuole religiose,delle aree tribali del Pakistan
L'offensiva era guidata dal Mullah ʿOmar
Nell’estate del 2003 gli attacchi crebbero in una zona aspra e montuosa del sudest dove si radunò la più grande concentrazione di talebani,con più di 1.000 guerriglieri
La coalizione li attaccò e sbaragliò in una settimana.I morti a questo punto erano un milione
2006:arrivarono truppe nuove nell'Afghanistan meridionale:3.300 Britannici,2.300 Canadesi, 1.400 Olandesi,280 Danesi,300 Australiani e 150 Estoni.Nella zona ci fu la più grande ondata di violenza prodotta dalle forze a guida USA
Ma i Talebani non si arresero
-segue-

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:14| 
 |
Rispondi al commento

3
Il 25 novembre,i talebani attaccarono le guardie dell'Alleanza del nord e si ribellarono 600 prigionieri,morì il 1° americano.Per domare la rivolta ci vollero 7 giorni
A fine novembre fu presa Kandahar da 3.000 soldati guidati da Karzai
1.000 Marines statunitensi,stabilirono un campo base a sud di Qandahar.Si diceva che il Mullah Omar fosse nascosto all'interno di Qandahar ma, poiché i Talebani erano sul punto di perdere la loro roccaforte,gli USA puntarono su Tora Bora
Il 6 dicembre,Omar con le truppe distrutte dai pesanti bombardamenti,disse di voler negoziare
Il governo statunitense rifiutò.Allora Omar con i suoi fedelissimi fuggì in moto a nord.Cadde anche Qandahar,ultima città controllata dai Talebani
Ma combattenti di al Qaeda resistevano nelle montagne di Tora Bora.Offrirono una tregua che fu forse un trucco per permettere a bin Laden di fuggire.Poi i combattimenti ripresero
Il 17 dicembre,l'ultimo complesso di grotte era stato preso e i suoi difensori fuggiti
Dopo Tora Bora,le forze USA e gli alleati afghani consolidarono la loro posizione.A seguito di un concilio di maggiori fazioni afghane,capi tribali, ed ex-esiliati,fu formato a Kabul un governo afghano sotto la guida di Karzai
L'aeroporto di Kabul divenne un'importante area per basi statunitensi.Il numero di truppe della coalizione a guida USAe operanti nel paese crebbe fino a 10.000
A 4 mesi dal suo inizio,la guerra sembrava finita
Ma i talebani non si arresero
Nel frattempo,i Talebani cominciarono a fare guerriglie simili a quelli dei mujahidin contro letruppe sovietiche negli anni '80
Partì una forza massiccia per contrastarli.Era il marzo 2002
I ‘ribelli’ usavano la tattica "toccata e fuga", aprendo il fuoco sulle forze statunitensi e afghane e poi ritirandosi nelle grotte e nei bunker per evitare il fuoco di ritorno e gli incessanti bombardamenti a tappeto

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Su questa questione io non mi riaccapezzolo, primo: l'umanità è ormai capace di scoprire il movimento di un capello in un altro pianeta di distanze universali e non ha ancora scoperto una ragione valida per fare la guerra in Afghanistan. Secondo: con tutte le tecnologie ultramoderne, armamenti superavanzati di tutte le nazioni più potenti del mondo in 10 anni non sono ancora riusciti a vincere 4 gatti nascosti nelle caverne. Terza: in una guerra di tale durata i popoli avrebbero tutto il diritto di deciderne le sorti.

uto

Acul utopiA Commentatore certificato 12.10.11 10:09| 
 |
Rispondi al commento

In vista della giornata globale del 15 ottobre contro le politiche di austerità imposte dalla Banca Centrale Europea e dal governo Berlusconi, il 12 ottobre organizziamo un evento pubblico di protesta e di proposta che individui nella Banca d'Italia e nella BCE le istituzioni di una nuova governance globale che impone decisioni al di fuori da qualsiasi legittimità democratica.

Il 12 ottobre, a palazzo Koch, nel cuore della capitale, si terrà il convegno internazionale "L’Italia e l’economia mondiale, 1861-2011", con la presenza del Presidente della Repubblica Napolitano e del Presidente della Banca d'Italia Draghi.

Ai piani segreti della Bce e alle sue "raccomandazioni riservate", alle lettere di Draghi e Trichet rispondiamo con una lettera pubblica al Presidente Napolitano, in quanto garante della Costituzione italiana, oggi oggetto dell'attacco neoliberista bipartisan che vorrebbe inserire nella nostra carta fondante il vincolo del pareggio di bilancio. La chiamano la “regola d’oro”, noi la conosciamo come povertà e la chiamiamo ingiustizia: le nostre vite non sono in debito, le nostre società non le detiene nessuno.
Vogliamo mettere in discussione il ricatto del debito, far emergere l’urgenza della redistribuzione delle ricchezze, per difendere i diritti di chi lavora e per un nuovo welfare universale che contrasti la precarietà e l'intermittenza di reddito.

In sintonia con le acampadas e le libere occupazioni in Spagna, negli Usa e in tanti altri paesi, costruiamo uno spazio pubblico di incontro e di protesta prolungata. Esprimiamo la nostra voglia di giustizia sociale e di cambiamento attraverso una semplice rivendicazione: non paghiamo il debito! Riscuotiamo il credito sociale!

Il 12 ottobre alle 16, troviamoci sotto la sede della Banca d’Italia di via Nazionale,
senza bandiere e oltre i recinti delle identità, per rivendicare insieme il diritto all’insolvenza.

Siamo il 99%, abbiamo un mondo intero da reinventare.

12 ottobre, ore 16, @ Banca d’Italia


Napolitano sta infrangendo l'art. 88 della Costituzione italiana.

Caro Beppe, chiediamone le dimissioni. Se il Presidente della Repubblica non usa fino in fondo le sue prerogative SI DEVE DIMETTERE!!

Leggiamo attentamente l’art. 88 Cost.:

“Il Presidente della Repubblica può, sentiti i loro Presidenti, sciogliere le Camere o anche una sola di esse.

Non può esercitare tale facoltà negli ultimi sei mesi del suo mandato, salvo che essi coincidano in tutto o in parte con gli ultimi sei mesi della legislatura”.

A ben leggere, l’art. 88 Cost. conferisce al Presidente della Repubblica, al di là di situazioni di crisi parlamentari (di cui parlavamo), l’autonomo ed ampio potere discrezionale di scioglimento, non essendo contenuta, nell’articolato, alcuna prescrizione in ordine alla ratio, né indicazione di limiti specifici (salvo quello temporale di divieto di esercizio nei tre mesi precedenti la cessazione delle funzioni).
Devono soltanto essere sentiti i Presidenti della Camera e del Senato. Il pur (doveroso, attento) “ascolto” da parte del Capo dello Stato, non funge da limite alla sua decisione, in quanto la presenza delle altre alte cariche dello Stato non si deve necessariamente tradurre nell’emissione di un parere, che peraltro potrebbe essere discorde. L’audizione, cioè, non funge da co-elemento procedurale nella fase di formazione della decisione del Presidente, che verrà pronunciata autonomamente e comunicata in una fase temporale non necessariamente coincidente con “l’ascolto”. Conseguentemente il ruolo dei due altri Presidenti sarà, successivamente, di informazione al Parlamento della procedura in atto.
La discrezionalità del potere presidenziale è tanto più ampia quando entri in gioco una “tempesta perfetta” quale l’attuale, che metta a rischio l’Unità della Nazione e la difesa della Costituzione, di cui il Presidente è non solo il garante, ma personalmente e penalmente responsabile (artt. 90 e 91 Cost.).

Scandaloso che non si muova!

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 12.10.11 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in Afghanistan, per il semplice e banale motivo che l'Afghanistan è attaccato alla Cina. Siccome il prossimo gigantesco conflitto sarà con la Cina, all'Alleanza serve essere posizionata lì.
Tutto qua. Marco

Marco 12.10.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento

2
Cominciarono gli attacchi,sottomarini e bombardieri erano già lì
Bin Laden lanciò una jihad contro gli USA
Si prevdeva una guerra lampo, vista la sperequazione dei due contendneti.I Talebani avevano solo alcuni materiali della precedente guerra abbandonati dalle truppe sovietiche. Pertanto i bombardamenti aerei USA procedettero spediti.Nessun aereo USA fu abbattuto.In pochi giorni i campi d'addestramento furono distrutti, gli attacchi furono concentrati su obiettivi di comando,controllo e comunicazione
Nonostante ciò,a 2 settimane dall'inizio della guerra i Talebani resistevano
Intanto migliaia di miliziani Pashtun arrivavano dal Pakistan come rinforzo ai Talebani
Si mirò allora a bombardare i trasporti talebani mentre altri aerei lanciarono bombe cluster.I talebani rimasero duramente colpiti dai continui ma non si arresero
Vennero lanciate quasi 7000 tonnellate di bombe I talebani non sapevano nulla di bombardamenti aerei e pesso stavano addirittura in cima a nude catene montuose dove erano individuati
Le milizie talebane vennero decimate.Ma non siarresero
Cominciò l’offensiva su Mazar-i Sharif per tagliare le linee di rifornimento talebane dal nord e avanzare su Kabul.Gli USA bombardarono a tappeto la difesa talebana,in 4 ore vinsero e presero Mazar-i Sharif, che fusaccheggiata con fucilazioni a catena Poi si avanzò verso il nord
Sembrava che il regime sarebbe collassato in poco tempo.Anche Kabul fu presa e caddero tutte le province lungo il confine iraniano,tra cui Herat.I comandanti pashtun locali e i signori della guerra controllavano ormai il nord-ovest del paese,inclusa Jalalabad. Quel che restava dell'esercito talebano e dei volontari pakistani si ritirò a nord,verso Konduz, e Qandahar, per preparare la difesa ad oltranza
2000 membri di al Qāeda si riunirono nelle caverne delle montagne di Tora Bora,50 km a sud-ovest di Jalalabad.Iniziò il bombardamento e si reclutarono alcuni signori della guerra.
-segue-

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento

1
La guerra in Afghanistan comincia il 7 ottobre 2001,10 anni fa,do pol’attacco alle Torri.Bush la giustufica con la necessità di attaccare Al Qaeda,uccidere bin Laden che al tempo era in Afganistan con campi militari,e rovesciare i talebanani che lo sosteneva,nell’ambito della guerra al terrorismo
Dopo 10 anni,bin Laden sembra sia morto,il paese è stato distrutto ma i talebani non sono stati vinti
L’attacco alle torri è l’11 settembre 2001,la guerra afgana comincia il 7 ottobre,ma dalle carte del Pentagono risulta che essa fu preparata prima,a maggio,con ingenti spostamenti di truppe verso il MO, per cui:o l’attacco fu fatto o permesso dalla stessa CIA e dal Pentagono,o l'attacco alle Torri fu puramente pretestuale
Per la cronaca,Osama Bin Laden negò qualsiasi coinvolgimento con le Torri,ma la "tesi fondamentalista" non fu mai messa in discussione, il 90% degli americani decise che la guerra era giusta e fu fatta una propaganda a tappeto nel mondo per giustificarla come guerra al terrorismo ed esportazione di democrazia, con l’aiuto di una stampa consenziente e mendace
Bush lanciò un ultimatum ai talebani.Questi non risposero,ritenendo che iniziare un dialogo con un leader politico non musulmano sarebbe stato un insulto per l'Islam e rifiutarono l’ultimatum, dichiarando che non c’era alcuna prova che legasse bin Laden agli attentati dell'11 settembre.Ma sembra che in segreto abbiano proposto la consegna di bin Laden a Bush.Bush rifiutò.I Talebani si dissero anche propensi a condannarlo davanti a un tribunale islamico.Bush rifiutò.I Talebani dissero allora che lo avrebbero consegnato a un paese terzo purché gli USA provassero il suo coinvolgimento nelle Torri.Ma non ci fu risposta
La guerra partì a con gran velocità proprio perché era stata decisa molto prima dell'11 settembre e le operazioni militari erano già avanzate
Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite non autorizzò in nessuna risoluzione successiva all'11 settembre
(segue)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Per partecipare ai traffici di droga interplanetari.
Non solo dal petrolio ma anche dalla droga si ricavano profitti da capogiro e se qualche aereo ritorna in patria con un carico in più chi se ne accorge tra carri armati,blindati,bare e attrezzature varie?

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 12.10.11 09:51| 
 |
Rispondi al commento

TUTTI I SENTIERI PORTANO AGLI...

La storiella della missione di pace è una copertura se poi, come accadrà, la missione non otterrà il successo aspettato, si va via alla chetichella dopo aver comunicato a reti unificate, la fatidica data di conclusione delle operazioni giustificando il rientro con un "tromboso": ci ritiriamo in quanto gli obbiettivi prefissati sono stati tutti raggiunti... esattamente come hanno fatto altre nazioni.

I Russi hanno già fatto fiasco dal '79 all'89 e l'Italia può sottrarsi dal fare di peggio? Assolutamente no! C'abbiamo un orgoglio di patria da difendere.

L'Italia è un paese double face che ha una marea di disocc... pardon, volontari che vengono avviati allo sbaraglio sottoscrivendo un contratto che gli garantisce la paghetta e, nel peggiore dei casi, un contriburo extra nel caso di caduta sul fronte.

Questi disocc... volontari scelti possono arricchire il proprio bagaglio genetico di nuove malattie fino a quel momento a loro sconosciute.

In ogni caso un districato groviglio di clausole sottoscritte dai diretti interessati, rende ogni azione legale per il riconoscimento del danno, un vero e proprio calvario burocratico e giudiziario.

Uno dei motivi per cui l'Italia si trova li è solo ed esclusivamente per interessi economici... la pace ha, per fortuna, altre vie.

Sono operazioni militari pagate da tutti per curare gli interessi industriali... chi garantirebbe altrimenti l'export?

L'Italia è, come altre nazioni, un paese a vocazione esportativa il che giustificherebbe, in caso di necessità, ogni intervento militare volto alla difesa dei propri interessi.

Basta seguire i flussi di denaro per trovare i motivi delle operazioni.

AFFARI.

By Gian Franco Dominijanni


il costituzionalista Enzo Balboni, docente di Istituzioni di Diritto pubblico e Istituzioni di Diritto costituzionale all’Università Cattolica di Milano, a proposito dell'art. 88 della Costituzione e dello scioglimento delle Camere:

"L’articolo 88 della Costituzione prevede che egli possa farlo solo una volta sentiti i loro presidenti e di fronte a fatti di natura parlamentare molto gravi o in situazioni di estremo pericolo per il Paese rispetto ai quali il governo resti inerte.
Un gravissimo tracollo economico del Paese: la Borsa perde il 5% al giorno e il governo non interviene; una recrudescenza di episodi di criminalità che mettono in pericolo la sicurezza nazionale. Ma deve comunque sempre trattarsi di situazioni estreme.
Ad esempio una situazione di parità sul voto di giovedì in Bicameralina sul federalismo. Se dovesse poi ripetersi anche in una successiva votazione, Napolitano potrebbe convocare i presidenti di Camera e Senato e chiedere loro se in Parlamento c’è ancora una maggioranza in grado di andare avanti. In caso negativo potrebbe dare un preincarico a una personalità abbastanza equidistante dai due schieramenti per verificare se è in grado di portare avanti la legislatura. Qualora persista l’impossibilità di costituire un esecutivo sorretto da una maggioranza parlamentare, il Presidente della Repubblica può sciogliere le Camere."

da
http://blog.panorama.it/italia/2011/01/31/ma-napolitano-puo-sciogliere-le-camere/

NAPOLITANOOOOO....SVEGLIA!!! Ieri altro che parita'...il governo e' affondato su una questione importantissima.
SCIOGLI LE CALEREEEEEE!!!!

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 12.10.11 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

##### ANARCAZIONE SOCIALE EUROPA #####
Le notizie della giornata riguardano purtroppo soprattutto l’Italia. Il Governo non ottiene la maggioranza sul voto per il Budget 2010, ed è probabile che ora si vada verso un voto di fiducia. Nel frattempo le rendite dei Titoli italiani a 10 anni sono balzate al massimo del 5.63%. Ora il caos politico in Italia verrà preso in considerazione sempre di più dal mercato che già nutre poca fiducia nei confronti dell’economia italiana e delle sue istituzioni.

Le Borse hanno subito una correzione dopo il rally di Lunedì. Le Borse europee hanno perso in media un mezzo punto percentuale, fatta eccezione per il DAX Tedesco che ha registrato un rialzo dello 0.30%. A Wall Street il Dow Jones ha chiuso in leggero ribasso dello 0.15%, praticamente invariato l’S&P con un +0.05%.

Preoccupante la notizia proveniente dalla Slovacchia. Ieri il parlamento era tenuto ad approvare l’ampliamento del EFSF. Il Governo, che ha perso il voto di fiducia sul piano, è convinto che ci sarà un nuovo voto con esito positivo probabilmente entro la settimana. Infatti l'appoggio dell'opposizione, in cambio della promessa di elezioni anticipate o di un rimpasto dell'esecutivo, potrebbe permettere di approvare l'EFSF al prossimo voto. Il voto slovacco è l'ultimo dei 17 Paesi dell'EuroZona dopo il via libera di Malta.

http://www.anarcazionesociale.blogspot.com
gianluca.fazioli@poste.it
VIDEOMIND S.A.S. di Gianluca Fazioli & C. Via Marco Emilio Lepido 54/4E - 40132 Bologna

Gianluca Fazioli (anarcazionesociale), bologna Commentatore certificato 12.10.11 09:31| 
 |
Rispondi al commento


Un Immenso Abbraccio a Tutte le Persone che da oggi in avanti scendono nelle Piazze di tutto il Mondo per la LIBERTA'...

http://www.youtube.com/watch?v=cK1GbJdwI6s

anib roma Commentatore certificato 12.10.11 09:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Afghanistan, Iraq e non dimentichiamo anche altri soldati italiani ancora sparpagliati tra Libano, Kossovo e chissa' da quale altra parte.

L'art. 11 Cost. ripudia la guerra ma ai nostri politicanti non importa. Nel frattempo i soldi impiegati per le spese militari potevano essere reinvestiti in tante altre cose di cui abbiamo bisogno. Sono talmente tante le cose di cui abbiamo bisogno che e' inutile elencarle.

"Le spese per l'esercito da superpotenza che non siamo sono stupefancenti, circa 15 miliardi di euro per le spese di Marina, esercito e areonautica, 775 milioni in più rispetto allo scorso anno. Un quarto di questa cifra è dedicato all’ “investimento”, che è un termine neutro per indicare la spesa per le armi.1.390 milioni di Euro per la portaerei Cavour, circa 18 miliardi di euro entro il 2015 per il programma “Eurofighter 2000” che sviluppa veivoli per la difesa aerea (già bocciato alla Corte dei conti) e ancora, 158 milioni di dollari da qui al 2011 - più altri 745 milioni spalmati nei prossimi 40anni - per 131 aerei da combattimento “Joint Strike Fighter”, che viaggiano alla velocità del suono (ma a chi prevediamo di far guerra?)."

"L’ Italia spende in materia di difesa e di investimenti nell’industria bellica quasi il 2% del PIL (più di 30 miliarid di euro, circa 560 euro procapite!), come ultimamente richiesto dagli Stati Uniti agli alleati europei, con la sola differenza che le spese per l’assistenza sanitaria in Italia, ad esempio, sono un terzo della media europea e quelle per l’educazione la metà.

Ogni anno ci sono tagli in finanziaria per la sanità e per la scuola, università e ricerca, ma per la Difesa e l’apparato militare industriale ci sono continui aumenti!"

Da
http://roma.mondosenzaguerre.org/index.php?option=com_content&task=view&id=174&Itemid=62

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 12.10.11 09:09| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno ha capito come scaricare il pdf del fatto quotidiano di oggi??????

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 12.10.11 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Quando i governi ammetteranno che sono in Afganistan per il controllo del mercato della droga?
Prima i Russi e poi gli Americani.
E' la lotta di potere per la gestione di una montagna di milioni di dollari null'altro...

Massimo 12.10.11 08:50| 
 |
Rispondi al commento

beppe, fai un post sulla manifestazion del 15 ottobre contro questo sistema di merda.
l' m5s deve essere presente.

al casula, cagliari Commentatore certificato 12.10.11 08:08| 
 |
Rispondi al commento

gasparri ad omnibus su la7!

giornata completamente rovinata.......


L’unico precedente di quanto avvenuto ieri è stato col governo Goria che, immediatamente dopo la sconfitta alla votazione del rendiconto di Bilancio, dette le dimissioni. Le dimissioni di Berlusconi, dunque, sarebbero oggi un atto obbligatorio.
Ci sono atti, come la non votazione del rendiconto di bilancio, che non equivalgono alla caduta di un emendamento qualsiasi e che, per quanto dovuti sono tanto importanti da segnare la sconfitta di un governo.
Vedremo ora Napolitano se farà valere il precedente o continuerà nei suoi sonni di piombo.
Contemporaneamente è arrivato il No della Corte dei Conti alla manovra fiscale- la riforma non avrebbe copertura, visto che parte delle entrate sono state usate dal decreto di agosto-; il no di Tremonti ad altri condoni o scudi che sarebbero una contraddizione nella lotta all'evasione fiscale, implicando alla lunga un aumento del deficit ; il no dell’Europa a condoni; il no dell’Agenzia delle Entrate; il no al condono di Confindustria perché ‘premia i furbi’; e il giudizio negativo degli esperti su un altro condono edilizio, visto che per ogni euro che lo Stato incassa subito si è visto che ne deve spendere 100 in infrastrutture per le abitazioni condonate.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 08:05| 
 |
Rispondi al commento

ELLEKAPPA

Per Berlusconi incidente tecnciro risolvibile
Basandosi sul precedente di Lazzaro

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 07:50| 
 |
Rispondi al commento

Bruxelles- Il parlamento slovacco ha respinto ieri la ratifica dell’ampliamento del Fondo salva Stati europeo. A mandare in crisi il governo, che sul fondo aveva chiesto la fiducia, l’astensione del piccolo partito Freedom and Solidarity. La ratifica dovrebbe comunque arrivare in settimana con un nuovo voto, ma il governo oramai è sfiduciato.

La prospettiva di ulteriori ritardi nell’ampliamento del meccanismo salva-stati, già ratificato dagli altri 16 paesi della zona euro, ha influenzato negativamente i mercati, già sotto pressione per la paura di un contagio della crisi greca. «La crisi, che ora è sistemica, nelle ultime tre settimane è peggiorata e le istituzioni devono agire rapidamente, senza ulteriori ritardi che altrimenti aggraveranno la situazione» aveva detto in mattinata Jean Claude Trichet, presidente Bce, al Parlamento europeo.

http://www.ilsecoloxix.it/p/economia/2011/10/11/AOT2PlCB-fondo_slovacchia_salva.shtml

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 12.10.11 07:49| 
 |
Rispondi al commento

E' chiaro che il Pdl ormai si regge su un filo sempre più sottile che si spezza come niente, per cui qualunque assenza, diserzione o trascuratezza sul voto è da leggersi solo come suicidio politico o preciso e maligno desiderio di affossare Berlusconi.
Ai voti del Pdl mancavano 28 persone, e alcune mancanze sono molto di più di banali casualità: primo fra tutti Tremonti, poi Bossi, Scajola e Scilipoti ma anche Penati e Micciché.
Ormai la fragilità di questa già fragile maggioranza si rivela a rischio perenne, una maggioranzao così è inesistente, non può reggersi, è a rischio a ogni votazione, non dà alcuna garanzia di governo al paese e ora meno che mai, è oggi ancora di più una maggioranza a rischio,debolissima e inquietante, che ormai teme le ombre interne più dell'opposizione esterna e che, in luogo di provvedere alla crisi che ci strazia, può rivolgere le sue forze unicamente a un proprio consolidamento non più fattibile e all'acquisto di altri 'onorevoli' mediante compromessi, svendita di cariche e patti infami,e questo di più ogni giorno che passa, il che, aggiunto alla lotta all'ultimo rantolo del Cavaliere per salvare se stesso dai suoi processi, dà un quadro politico disastroso e rende l'agonia di questo governo uno spettacolo raccapricciante.
Anora più raccapricciante un fatto: in un momento in cui il cdx traballa e rischia di andare sotto a ogni votazione per pochissimi voti, il csx presentava 20 assenti.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 12.10.11 07:48| 
 |
Rispondi al commento

in italia si aggira un ometto buffo,
che cade sugli articoli, ma non cede la poltrona.

in italia si aggira un ometto goffo,
che perde nei sondaggi, ma non parte per la pensione.

in italia si aggira un ometto puffo,
che cala nel gradimento, ma non si sposta di un cm.

il italia di aggirano milioni di ometti pirla,
che non vedono dove li ha portati un ometto buffo.

e dicono, diamogli la fiducia.

ma la fiducia è una cosa seria,
che ci azzecca con l'ometto buffo?

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!

il Mandi Commentatore certificato 12.10.11 07:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Io penso che siamo in Afghanistan perché ci sono soldati volontari che vogliono mettere soldi da parte e l'Afghanistan e un ottimo metodo per averli per niente nessuno fa niente.

Giancarlo Pettinato 12.10.11 06:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma si, ma si!Ci preoccupiamo di tutto, ci disperiamo, ci arrabbiamo, litighiamo, speriamo, piangiamo...
Ma che faremo quando il Default Mondiale sarà palese a tutti?
Bè, magari ci sarà da ridere!

mattia baccini 12.10.11 02:27| 
 |
Rispondi al commento

Sì che lo sappiamo.Tutrto questo accade per proteggere l'esistenza ed i crimini contro l'umanità dello Stato d'Israele.Che ha utilizzato l'11 Settembre per provocare l'intervento di Usa ed Europa in una aggressione ai Paesi dell'Islam che Israele sta facendo fare al posto suo ed a spese nostre.

Popolo* E*Potere Commentatore certificato 12.10.11 02:09| 
 |
Rispondi al commento

Sì che lo sappiamo.Per difendere l'esistenza ed i crimini dello Stato d'Israele.Che con l'11 Settembre ha provocato l'attivazione di Usa ed Europa a fare una guerra all'Islam al posto suo.

Popolo* E*Potere Commentatore certificato 12.10.11 02:03| 
 |
Rispondi al commento

Perche' le lobbies finanziarie internazionali decidono le loro strategie..spesso folli ed illogiche anche per i lori interessi..il gusto, la deviazione di essere violentemente, stupidamente disonesti. Abbiamo un presidente della Repubblica ch'e' un quacchuracca'. Un guitto che lucrava sulla diaria dell'UE. Corrotti e corruttori, e, e soprattutto un popolo di pecore belanti..qualcuna anche reattiva..cioe' ipocrita.
Ecco perche' siamo allo sbando totale della nostra NAZIONE e di tutto il mondo occidentale. Credo che un collasso economico, generale, potrebbe essere la catastrofe "giusta" per riparire da quasi zero..auguri!

mario bottoni 12.10.11 01:43| 
 |
Rispondi al commento

Perché chi ci governa sono degli uomini di merda!

ergo-sum 12.10.11 00:46| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno sa come si fa x seguire la nuova trasmissione di Santoro? Un ringraziamento anticipato.Un saluto

lidia g. Commentatore certificato 12.10.11 00:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono stufo delle guerre capitaliste,delle invasioni dei stati sovrani,sono stufo del finto buonismo democratico,delle chiese che vengono bruciate e delle moschee che da noi vengono costruite,sono stufo dell'invasione islamica e della nostra identita' che va a puttane,sono stufo dell'invasione di gentaglia che gira spavalda e arrogante nelle nostre citta',sono stufo del vaticano che e' una palla al piede per il nostro futuro,sono stufo di questi politici corrotti e collusi con il marcio,sono stufo di vedere tante aziende italiane che sono andate via e portare ricchezza altrove,sono stufo di non conoscere chi lo a permesso,sono stufo di non vedere una bandiera italiana in ogni terrazzo o giardino,sono stufo di accendere la tv e vedere i soliti cadaveri.SONO STUFO DI ESSERE STUFO!!!

Romualdo M., perugia Commentatore certificato 12.10.11 00:27| 
 |
Rispondi al commento

se non sai sappilo!
gli italiani sono famosi per fare cose che non servono a niente!
sennò non esisterebbe la chiesa!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 12.10.11 00:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se non sai sappilo!.. gli italiani sono famosi per fare cose che non servono a niente!
sennò non esisterebbe la chiesa!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 12.10.11 00:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
Solo qualche occhiata a ballarò, non vedo più i soliti programmi propagandisti, le parole che pronunciano in studio fanno audience e aiutano le scelte, infatti quando espongono le preferenze di voto vedi 27% PD in parità con PDL e nominativi del panorama politico e imprenditoriale, un porcilaio immenso che a quanto pare solo a pochi fanno vomitare.
Mi raggela il sangue assistere all’ennesimo sfacelo, un’ottusità infinita di questo popolo bue che non riesce a vedere oltre e si lascia incantare senza speranze.
Un suicidio sociale annunciato, da dove non se ne esce se non con soluzioni drastiche.

valerio s 12.10.11 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo articolo complimenti . mi piace arrivare al tuo livello

giochi gratis per ragazze 12.10.11 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Non esiste nessuna guerra giusta, Chi usa le armi e la violenza è sempre nel torto. Ma forse si potrebbe fare un'eccezione...dichiarando guerra ai luridi che ci governano e in questo caso si parlerebbe di guerra sacrosanta.

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 12.10.11 00:01| 
 |
Rispondi al commento

le guerre moderne???? Tutte per il controllo dell'energia!!

cittadino onesto (cittadinonesto) Commentatore certificato 12.10.11 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Semplice. Energia, in particolare transito di oleodotti e gasdotti. Probabilmente sarebbe stato invaso o messo sotto tutela dalla Cina, e l'11 settembre sembra proprio stato il casus belli per l'intervento occidentale. Tutti i più grandi movimenti del dopoguerra sono da rivedersi in chiave energetica.

stefano marocco 12.10.11 00:00| 
 |
Rispondi al commento

My opinion:
L'Afghanistan rappresenta il solito errore degli americani di mascherare interessi con intenti di democrazia e liberazione, innescando così una guerra senza fine e trascinando tutti gli alleati che si sentono in dovere di collaborare. Come sempre il danno si misura in perdite infinite umane ed economiche rimanendo indelebili per decenni.
Il fallimento è garantito per tutti indistintamente.

valerio s 11.10.11 23:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oplà!!

Me so sceso dalo Braghimorfo et lo sto sganchiendome le gambe.

Opporbacco, sse parla de tenzone et de battallie.

messer Errico dele lande de Novara, puro voi con le schiere Grillesche?

me facet lo piacere arrivederla sano et lo salvo.

ma però vo nun diciste mai lo nome delo cavallo vostro o son io che nun marricordo sto fatto?

Potareste arripetere lo nome dela vostra cavalcatura?
est percaso puledra?
perchè dovete lo sapere che alo malnato cavallo mio, le uniche battallie che lo piaccion so quelle nelo fienile colle cavalline sue.

Pelo portar lo suo cavaliero (me medesmo. . . s'inetende . . .) me fa le storie che nun ve dico et me diosarcione neli momenti de rischio maggiore . . . Lo maslnato et puzzone.
Ma appena lo sente l'oddore de cavalla se arringalluzzisce et lo parte alla carica collo batacchio erto in sull'avanti.

ma me ce so affezionato et costì me lo tengo lo fido cavallo de mille et mille battallie.

Bonasera messer Enrico, lieto, molto lieto de arrivederve . . .

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Guerra è la Madre di tutte le Merde.
Non è un caso che persin il Diavolo l'abbia finalmente Ammesso...

(...me ne vado da questo Paese di Merda...
Casa sua...)-
La guerra, non si Fara', col diavolo Scornato...

enrico w., novara Commentatore certificato 11.10.11 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Andiamo in Guerra perchè il Diavolo ha perso il Cervello.
Vuole il Teatro ben Caldo per lo Spettacolo alle sue Troie.
Vuole la Guerra perchè piu' Cattivo del Diavolo Padre, laggiu' all'Inferno.
Vuole Spezzare il Ventre alle Madri, mentre i Figli
Macellano i Padri.
E Ride e Scopa
sul Ghigno del Fuoco
che Brucia le Virtu' dell'Uomo.

Andiamo alla Guerra, senza sapere Perchè,
tanto Qualcuno, ha detto:
Dio non c'è...

enrico w., novara Commentatore certificato 11.10.11 23:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E così dopo 10 anni dall'inizio della follia di un giorno chiamato 11 Settembre 2001 non avete ancora capito dove sta la verità.
Per capire dove sta la verità non occorre essere dotati una intelligenza aliena o aver vinto un premio Nobel ma basta guardare con attenzione, ascoltare e usare il buon senso per esempio guardando la trilogia Zero-One-Afghanistan associata all'ultimo numero dell'Espresso.
Per chi volesse andare ancora più a fondo consiglio di cercare notizie su Internet a proposito di una associazione "no profit" chiamata PNAC.
Questo acronimo sta per Project for New American Century e cioè come bush,cheney,wolfowitz e compari hanno progettato la rivoluzione capitalista MADE IN USA per il dominio del pianeta con ogni mezzo inclusi gli omicidi di massa,non importa se di cittadini americani o di altra nazionalità.
Nero su bianco,il PNAC afferma chiaramente e al di là di ogni possibile dubbio,che l'America è la nazione assurta a Dio e che essa deve plasmare il mondo a sua immagine e somiglianza.
L'inconveniente è che un simile processo rivoluzionario richiede tempi molto,molto lunghi e udite udite (PAROLE TESTUALI!!!) A MENO CHE NON SI VERIFICHI UN EVENTO CATASTROFICO E CATALIZZANTE COME PEARL HARBOR...
1 ANNO DOPO QUESTO DOCUMENTO ABBIAMO AVUTO L'11 SETTEMBRE 2001..
P.S:PER CHI NON LO SAPESSE GLI AEREI DA TRASPORTO DELLA NATO IN AFGHANISTAN ATTERRANO,SCARICANO I RIFORNIMENTI PER LE TRUPPE E RIPARTONO CARICHI DI EROINA GIA' RAFFINATA.
E NON AVETE ANCORA CAPITO PERCHE' STIAMO LI'?

SERGIO P. 11.10.11 23:38| 
 |
Rispondi al commento

"Senza Liberta' Cosa Farete"???....BRAVEHEART....!!!NOTAV....le solite boiate sull'approvazione di oggi vertice italo-franzuso....NO AL MOSTRO....A SARA' DURAAAA!!!!AFGHANISTAN....che dire...le cose si sanno,ma si fa finta di non sentirle,essendo che si e' troppo Succubi del Potere Occulto....!!!La VERITA' credete sempre che ve la dicano.....in realta' e' la loro Falsa Verita'.....!!!!Buonanotte vaaaa....a domani.....ITALIA GAME OVER,in tutti i sensi.

alberto pepe, torino Commentatore certificato 11.10.11 23:34| 
 |
Rispondi al commento

L'Afghanistan, malgrado non racchiuda bacini petroliferi ma papaveri, è fondamentale via d'accesso verso il tesoro energetico dell'area del Caspio, giudicata zona di imminente esplosione dorata. Un forziere immenso, su cui si scapicollano da anni States, Iran e anche Russia, che assicurandosi la sala d'entrata propria dei talebani, avrebbero (e gli States sono riusciti ad avere) il controllo e lo smercio del traffico dell'energia e di ogni suo derivato. Essendo l'italia valvassina da sempre, è ovvio che ossequi e serva (almeno formalmente, vista l'efficienza e l'affidabilità delle nostre Forze) i suoi padroni eterni, ricavandone le briciole che da sempre ci gratificano. E mentre in Iraq v'era almeno la difesa dei propri pozzi petroliferi (guarda caso a Nassirya, griffate Eni), nel Paese delle montagne infinite e l'eroina come pane, il ruolo è prettamente di servizio, come quei vecchi maggiordomi che le famiglie nobili conservano un po' per affetto e tanto per evitare scocciature più che vertenze. E volendo avventurarsi in malizie, però suffragate da numeri, le Nazioni Unite ci comunicano che negli ultimi anni la produzione d'oppio in Afghanistan si è raddoppiata e le esportazioni quadruplicate. Nonostante che a controllare vi sia ora la Nuova Civiltà Occidentale...

homofaber 11.10.11 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Ora però c'è un aspetto che vorei considerare e che non andrebbe scansato.

Nella vita, per sopravvivere, almeno ancor fino ad oggi, imporsi una strategia vincente allunga, nel vero senso della parola, la vita stessa.

Bisogna sempre avere a che fare con territori propri o altrui, diritti e doveri, insomma si conflige con molte persone tutti i giorni.

Se frattaliziamo ciò, vedremo che così come un singolo uomo, anche varie etnie, considerate ognuna come singolo individuo, avranno le stesse esigenze, gli stessi problemi, le stesse necessità di strategie e di lotte per, almeno, sopravvivere.

Allora al di là di etiche e morali alquanto inapplicabili e forse non strettamente aderenti la realtà, bisognerebbe forse iniziare a prendere in considerazione la guerra come qualcosa che è insita nell'essere umano.
Considerandola tale, cioè individuandola come caratteristica umana, forse si potrà iniziare a invertirla verso qualcosa di diverso.

Nell'opporsi alla guerra senza se e senza ma, si fa semplicemente parte di un esercito che muove guerra alla guerra con altre armi, per ideali etici o moralistici nobili ma inattuabili.

Credo che ciò vada preso in coinsiderazione.
Di fatti normalmente i pacifisti mentre si scagliano contro la guerra stanno semplicemente muovendole guerra . . . (non tutti, per esempio Gino Strada è un praticatore attivo estremamente pratico ed intenso di pacifismo reale )

Buonasera belle gioie.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci sarà una ragione se "via col vento" è stato uno dei film più premiati di tutti i tempi, ed è rimasto nella memoria collettiva di un'intera nazione.
solo gli americani potevano trasformare una piccola e amorale approfittatrice di guerra in un'eroina da ammirare e imitare e fare della sua storia un'epopea.

liliana g., roma Commentatore certificato 11.10.11 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ottimo come articolo . mi piace, mi chiedo come fai a trovare tutte questo notizie.. se voglio anche io fare delle ricerche approfondite dove devo cercare?

riad marocco 11.10.11 23:27| 
 |
Rispondi al commento

La storia degli affari tra la famiglia Bush e la famiglia Bin Laden comincia negli anni '60 in Texas. Mohammad Bin Laden, sceicco saudita diventato miliardario con commesse edili provenienti direttamente dalla famiglia reale comincia a fare investimenti in America.

Dopo la morte di Mohammad (incidente aereo) il testimone passa al figlio Salem Bin Laden, fratello maggiore di Osama, che "sbarca" in Texas nel '73, fondando una compagnia aerea. Compagno di avventure imprenditoriale di Salem è il cognato Khalid bin Mafhouz, proprietario della più grande banca privata del mondo e banchiere della casa reale saudita. L'obiettivo dei due è entrare nei circoli finanziari americani che contano per poter poi condizionare la politica americana agli interessi della dinastia saudita. L'uomo giusto da agganciare per questo progetto è in quegli anni G. Bush senior, petroliere, influente uomo politico, direttore della Cia dal '76.

C'è anche il contatto giusto: si tratta di J.Bath, imprenditore, amico personale di G.Bush junior, agente Cia per i contatti con l'Arabia Saudita , alle dipendenze di Bush senior. L'anno di svolta è il '78. Bush jr. fonda la Arbusto Energy e i due sauditi, tramite Bath, prestanome di Salem, contribuiscono al capitale iniziale. In seguito Bath procurerà molti affari importanti ai due che entreranno pesantemente nei giri giusti. Gli anni '80 vedono l'ascesa di tutti questi personaggi. Bush sr. diventa vice presidente nell'81 e presidente nell'88; Bush jr. si da sempre più alla finanza e nonostante le sue società sembrassero sempre a un passo dal fallimento guadagna milioni di dollari , usufruendo di finanziamenti dagli arabie da tutto l'entourage di papà Bush. Salem e Mafhouz si radicano nel tessuto economico americano. Tra l'86 e il '90 Mafhouz acquisisce il 20% delle azioni Bcci, banca usata come copertura dalla Cia per il riciclaggio del denaro della droga, denaro usato tra le altre cose per finanziare i mujaheddin afghani nella loro guerra contro l'UR

gagliardo giuseppe 11.10.11 23:24| 
 |
Rispondi al commento

OT ZeroPrivilegi:

11.210, più del doppio del necessario (5.000), tante sono le firme di cittadini lombardi del lotto che abbiamo depositato giovedì scorso 6
ottobre e che permette così di dare il via formale all'iter che porterà all'esame e alla discussione in Regione Lombardia della nostra
Proposta di Legge di Iniziativa Popolare.

Il Progetto di Legge, illustrato ed argomentato sul sito www.zeroprivilegi.org si pone l'obiettivo di ridurre di decine di milioni di euro i costi della politica in Lombardia, combattendo gli sprechi della Casta pagati dalla collettività, a cominciare dagli spropositati costi del Consiglio Regionale della Lombardia per stipendi, diarie, trasferte, vitalizi e indennità varie dei Consiglieri Regionali.

Aggiornamento importante di oggi: l'Ufficio di Presidenza del Consiglio della Regione Lombardia ha dichiarato AMMISSIBILE il Progetto di Legge di Iniziativa Popolare "Zero Privilegi" (delibera n. 226) e nei prossimi giorni sarà assegnato ad una commissione per l'esame.

Grazie a tutti i cittadini che hanno firmato con convinzione ai nostri
banchetti e presso gli uffici comunali!

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi della vicenda.
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/lombardia/2011/10/zeroprivilegi-11210-firme-consegnate.html


Se verrà la guerra, Marcondiro'ndero
se verrà la guerra, Marcondiro'ndà
sul mare e sulla terra, Marcondiro'ndera
sul mare e sulla terra chi ci salverà?

Ci salverà il soldato che non la vorrà
ci salverà il soldato che la guerra rifiuterà.

La guerra è già scoppiata, Marcondiro'ndero
la guerra è già scoppiata, chi ci aiuterà.

Ci aiuterà il buon Dio, Marcondiro'ndera
ci aiuterà il buon Dio, lui ci salverà.

Buon Dio è già scappato, dove non si sa
buon Dio se n'è andato, chissà quando ritornerà.

L'aeroplano vola, Marcondiro'ndera
l'aeroplano vola, Marcondiro'ndà.

Se getterà la bomba, Marcondiro'ndero
se getterà la bomba chi ci salverà?

Ci salva l'aviatore che non lo farà
ci salva l'aviatore che la bomba non getterà.

La bomba è già caduta, Marcondiro'ndero
la bomba è già caduta, chi la prenderà?

La prenderanno tutti, Marcondiro'ndera
siam belli o siam brutti, Marcondiro'ndà

Siam grandi o siam piccini li distruggerà
siam furbi o siam cretini li fulminerà.

Ci sono troppe buche, Marcondiro'ndera
ci sono troppe buche, chi le riempirà?

Non potremo più giocare al Marcondiro'ndera
non potremo più giocare al Marcondiro'ndà.

E voi a divertirvi andate un po' più in là
andate a divertirvi dove la guerra non ci sarà.

La guerra è dappertutto, Marcondiro'ndera
la terra è tutta un lutto, chi la consolerà?

Ci penseranno gli uomini, le bestie i fiori
i boschi e le stagioni con i mille colori.

Di gente, bestie e fiori no, non ce n'è più
viventi siam rimasti noi e nulla più.

La terra è tutta nostra, Marcondiro'ndera
ne faremo una gran giostra, Marcondiro'ndà.

Abbiam tutta la terra Marcondiro'ndera
giocheremo a far la guerra, Marcondiro'ndà...


(girotondo -F.De André)

Deomede F., Ferrara Commentatore certificato 11.10.11 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa è certa.

Dopo la guerra è tutto morte e distruzione . . .

Tranne i conti correnti delle fabbriche e imprese di armi e affini . . .

Sarà un caso?

( in Afganistan poi ci sarebbe anche la storia delle piantagioni d'oppio . . . che è risaputo fanno fare soldi a quei galantuomini della mafia . . .)

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 23:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dove sono i generali
che si fregiarono nelle battaglie
con cimiteri di croci sul petto

dove i figli della guerra
partiti per un ideale
per una truffa, per un amore finito male

hanno rimandato a casa
le loro spoglie nelle bandiere
legate strette perché sembrassero intere.

Dormono, dormono sulla collina
dormono, dormono sulla collina.

Dov'è Jones il suonatore
che fu sorpreso dai suoi novant'anni
e con la vita avrebbe ancora giocato.

Lui che offrì la faccia al vento
la gola al vino e mai un pensiero
non al denaro, non all'amore né al cielo.

Lui sì sembra di sentirlo
cianciare ancora delle porcate
mangiate in strada nelle ore sbagliate

sembra di sentirlo ancora
dire al mercante di liquore
"Tu che lo vendi cosa ti compri di migliore?"


liliana g., roma Commentatore certificato 11.10.11 23:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La guerra è un evento sociale e politico generalmente di vaste dimensioni che consiste nel confronto armato fra due o più soggetti collettivi significativi. Il termine "guerra" deriva dalla parola gwarra dell'alto tedesco antico, che significa "mischia". Nel diritto internazionale, il termine è stato sostituito, subito dopo la seconda guerra mondiale, dall'espressione "conflitto armato" applicabile a scontri di qualsiasi dimensioni e caratteristiche.

Si giunge alla guerra quando il contrasto di interessi economici, ideologici, strategici o di altra natura non riesce a trovare una soluzione negoziata, o quando almeno una delle parti percepisce l'inesistenza di altri mezzi per il conseguimento dei propri obiettivi.

La guerra è preceduta da:

un periodo di tensione, che ha inizio quando le parti percepiscono l'incompatibilità dei rispettivi obiettivi;
un periodo di crisi, che ha inizio quando le parti non sono più disponibili a trattare tra di loro per rendere compatibili tali obiettivi.

Nei periodi di tensione e di crisi si sviluppa l'attività politica e diplomatica di tutta la comunità internazionale per evitare il conflitto: in tali periodi, le forze armate giocano un ruolo rilevante nel dimostrare la credibilità e la determinazione dello Stato, con lo scopo deterrente di rendere evidente all'antagonista la sproporzione fra l'obiettivo da conseguire ed il costo, sociale e materiale, di una soluzione militare. La guerra quindi può essere evitata quando ambedue i contendenti percepiscono questo sfavorevole rapporto.

Carl von Clausewitz, nel suo libro Della guerra, compie un'analisi del fenomeno: «La guerra è la continuazione della politica con altri mezzi» e «La guerra è un atto di forza che ha lo scopo di costringere l'avversario a sottomettersi alla nostra volontà.»


Segue sotto . . .

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 23:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

www.serviziopubblico.it
ciao Beppeeee
qualcuno s'è mosso e che mossa.
ahhh scusaaa nn volevo ... è verro anche Lui era un mantenuto al servizio di...ok si come Travaglio... scusa scusa nn volevo, me ne vado ok, ciao ciao.

ale milan 11.10.11 23:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.......Speriamo di vedervi in piazza....almeno domani!

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 11.10.11 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Sulla guerra si è detto di tutto. Da parte mia, ho sempre sostenuto che non esistono le "missioni di pace", come non esistono le regole d'ingaggio.
Per questo motivo, ho cercato sul web l'aforisma che più di tutti potesse esprimere il mio stato d'animo.

ECCOLO!

"Finché la guerra sarà considerata una cosa malvagia, conserverà il suo fascino; quando sarà considerata volgare, cesserà di essere popolare."

Oscar Wilde


Benone, altro che salva banche...
Organizziamo un fondo Salva Popoli!!!

Il Parlamento slovacco boccia il fondo salva-Stati

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2011-10-11/slovacchia-vota-fondo-salva-114233.shtml?uuid=AaRTn1BE

anib roma Commentatore certificato 11.10.11 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Non dobbiamo poi stupirci se siamo in queste condizioni, non è un caso, tutto sommato abbiamo quel che ci meritiamo.
Quello che siamo dentro come popolo rispecchia perfettamente ciò che abbiamo dal punto di vista politico dal nord fino al sud nessuna zona esclusa eccetto qualche rarissima eccezione.
Al nord abbiamo la mafia quella vera, subdola e organizzata ..........
Nemmeno al centro sud comunque siamo messi benissimo in questi giorni nella romaladrona del carroccio (infati è diventata sua) la folla si rivolge a napolitano (morfeo) per applaudirlo, ringraziarlo, per cosa poi mah, e per chiedere l'aiuto di essere salvati, da che cosa? boh bene non si sa.
Potrebbe essere per un ulteriore passo verso il precipizio, non credo volessero intendere essere liberati da berlucaz, tanto fessi i romani non mi sembrano oppure mi sbaglio.
Si perchè chiedere a napolitano di essere liberati da berluscaz e anche questo un'altro segno di schizofrenia acuta.
Vedere inoltre tutta questa differenza tra berluscaz e morfeo è anche questo un segno tangibile che non per un caso siamo in questa situazione quale è quella italiana e non potrà che peggiorare.
Chi non si sistemerà interiormente e in fretta non supererà le prove future che sono volutamente state cercate e volute con molta dedizione e impegno.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 22:53| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO!!!!! MOVIMENTO 5 STELLE ALLE PROSSIME POLITICHE: UNICO METODO PER ARCHIVIARE LA FECCIA CHE CI GOVERNA!!!!!!

alberto carosi, ascoli piceno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 22:40| 
 |
Rispondi al commento

cacciamoli via tutti,queste bande di ladri,
associazioni mafiose dedidete alla al crimine
sono una razza bastarda,costruita per delinquere.
e sottomettere il popolo in nome dell'ignoranza.

cacciamoli via tutti.

claudio galletti 11.10.11 22:35| 
 |
Rispondi al commento

OT OT OT

Articolo tratto da: http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=15841#ixzz1aVVFEeOV
Ti ricordo che E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News http://www.zeusnews.com e che a questo sito l'autorizzazione NON e' stata concessa.

Il trojan di Stato che spia i cittadini

Ci sarebbe la polizia tedesca dietro il malware che registra l'audio e il video dei PC che infetta.

[ZEUS News - www.zeusnews.com - 11-10-2011]
Germania trojan di Stato R2D2 Chaos Computer Club
I droidi R2D2 e C3PO, da cui il malware prende il nome

A quanto pare, il trojan di Stato cui il governo della Germania pensa dal 2008 esiste davvero.

A rivelarlo è un gruppo di hacker tedesco, il Chaos Computer Club, che ha scoperto il malware in Rete, l'ha sottoposto a reverse engineering e ne ha svelate le funzionalità.

Il trojan, i dettagli sul quale sono stati riassuti in un PDF pubblicato dal CCC, consiste in una DLL e un driver a livello del kernel, ed è progettato per aprire una backdoor sui sistemi Windows.

All'interno della backdoor vi è un keylogger che prende di mira applicazioni come Firefox, Skype, MSN Messenger e ICQ ed è in grado di registrare audio (comprese le chiamate effettuate con Skype), video e screenshot.

Ultima caratteristica è la capacità di ricevere aggiornamenti da remoto; il trojan si connette a diversi server, tra cui quelli che si trovano agli indirizzi 83.236.140.90 e 207.158.22.134.

Il CCC ha battezzato il malware R2D2, come il famoso droide di Guerre Stellari, partendo dalla stringa C3PO-R2D2-POE contenuta nel trojan stesso.

Il fatto poi che dietro la creazione di questo software vi siano le autorità tedesche, e in particolare le forze dell'ordine, è in realtà una supposizione del gruppo di hacker; le aziende che si occupano di sicurezza

CONTINUA QUI

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=15841#axzz1aVRL9HOO



Perchè siamo in Afghanistan?
Perchè ce l'hanno imposto.

maria c., perugia Commentatore certificato 11.10.11 22:31| 
 |
Rispondi al commento

DEMOCRAZIA LIBERALE, UN INVENZIONE PER GLI IMBECILLI,

COSI SI SPIEGANO I CONFLITTI SOCIALI (il paradosso di Sen)

Buona sera a tutti.

Se siamo liberali e allo stesso tempo anche democratici questo vuol dire sposare le due seguenti definizioni (da wikipedia):

Il liberalismo è un insieme di dottrine che pongono precisi limiti al potere e all'intervento dello stato al fine di salvaguardare i diritti di libertà e, di conseguenza, promuovere l'autonomia creativa dell'individuo.

Il termine democrazia deriva dal greco ed etimologicamente significa governo del popolo.

Pareto afferma se un economia è perfettamente concorrenziale allora è anche efficiente ed è il mercato con la sua “mano invisibile” che risistemerà tutto. A parte che la “mano invisibile” sia ampiamente discussa e appare un concetto alquanto controverso e sicuramente degna di analisi più profonda, ma questo riguarderà un altro post.

Voglio parlarvi, invece, della “Teoria dell’impossibilità liberale paretiana”.

Prendiamo in esame due individui che agiscono secondo concorrenza ed in regime democratico, nel senso paretiano significa che esistono delle alternative non vincolate, un minimo di scelta tra due opzioni (libertà minimale), e la decisione collettiva deve rispettare la decisione del singolo. Prendiamo in esame, rispettivamente, un imprenditore e un lavoratore, dove la scelta sociale dovrebbe seguire la linea di preferenza.

Il lavoratore (L) può decidere tra fare un lavoro (a), lasciarlo all’impresa(b) o negoziare con l’impresa(c). Il lavoratore preferisce (>) “c” a “a”, e “a” a “b”. L’imprenditore (K) preferisce “a” a “b” e “b” a “c”. In simboli:

L: c>a>b

K: a>b>c

Se si chiede all’impresa se sia meglio negoziare con i lavoratori o continuare con la stessa strada l’impresa sceglierà la seconda opzione, “b”; se si chiedesse al lavoratore di farlo secondo il volere dell’impresa o negoziare, il lavoratore negozierebbe, “c”.

(segue)

Commentatore certificato 11.10.11 22:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Russa :
"The rain in Spain
falls mainly in the plain."
^_^

http://www.youtube.com/watch?v=IgeAQb3SWmw&feature=player_embedded#!

Valter Conti M5☆ Commentatore certificato 11.10.11 22:30| 
 |
Rispondi al commento

che ci facciamo in afghanistan?
noi lo sappiamo benissimo, ma l'importante è che cominciano a saperlo anche questi che stanno occupando da giorni wall street, nel silenzio più assoluto dei nostra media.
guardate e ascoltate quel bambino (assomiglia a un mio nipotino, tra l'altro)
credo che lui in guerra non ci andrà mai.

http://youtu.be/Yt9US31Mv0c

liliana g., roma Commentatore certificato 11.10.11 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Uomini (e purtroppo donne generatrici di vita) che nascono con l’unico obiettivo nella loro vita di uccidere altri uomini (e pure donne e bambini nei bombardamenti piu’ o meno intelligenti) non hanno nulla di eroico.

Inutile dire cosa penso di queste persone…

Questi uomini e donne appartengono a quel mondo belligerante che ci portiamo dentro da millenni che ci ha fatto diventare dei barbari tecnologici camuffati da civilizzati.

Se vogliamo evolverci in senso realmente civile dobbiamo avere il coraggio di eliminare del tutto il concetto di esercito e di guerre scatenate solo per ingrossare i portafogli di poche persone e loro non vanno mai in guerra guarda caso.

Dobbiamo al limite sostituire il concetto di esercito con una milizia su base locale per mantenere un decente grado di sicurezza ai propri concittadini.

Smettiamola di osannare e sostenere la parte peggiore della nostra societa’ formata dagli appartenenti allo Stato, all’esercito e alla finanza.


Parte I

Cittadino Sovrano, Mondo Libero Commentatore certificato 11.10.11 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Il secondo punto che e’ in parte legato al primo e l’abbandono del tutto della tecnologia nucleare come fonte di energia apparente ma che in realta’ serve solo ai militari e allo Stato per assicurare una minima produzione di energia e per realizzare armamenti di distruzione di massa.

In caso contrario l’Europa rischia di diventare un territorio invivibile a seguito dei numerosi incidenti nucleari che accadranno prossimamente come e’ successo a Cernobyl e poi a Fukushima che ha reso il Giappone una isola malsana dove vivere, portando la sua popolazione all’estinzione di massa prossima ventura.

Eliminando i militari si elimina pure la ricerca militare (2000 ordigni nucleari fatti esplodere nell’ambiente con le conseguenze del caso…) che e’ commissionata dai militari per sviluppare armi di distruzione di massa e usando i propri cittadini inconsapevoli e l’ambiente stesso per testare queste armi (nucleari, biologiche, chimiche, genetiche e fisiche).

Abbiamo fatto un balzo tecnologico incredibile in piu’ di 50 anni ma non a fin di bene come farebbe un bravo padre di famiglia, essendo questo sviluppo condizionato dalla ricerca militare e non e’ tollerabile che lo sviluppo umano sia condizionato dai militari che non hanno nessun rispetto dell’umanita’ e dell’ambiente e la stessa cosa la si puo’ dire per la finanza che non conosce nessuna regola che non sia il profitto a danno di tutto il resto.

E’ intollerabile che si metta a repentaglio la vita umana e in generale o che si comprometta la salute dell’umanita’ solo per compiacere i potenti di questo pianeta.


Parte II

Cittadino Sovrano, Mondo Libero Commentatore certificato 11.10.11 22:09| 
 |
Rispondi al commento


Se fossi poi realmente cittadino sovrano chiederei immediatamente la fine dell’operazione scie chimiche vietando l’uso dello spazio aereo. Questa operazione e’ stata commissionata ad una azienda per spargere prodotti di varia natura (chimici e biologici nonche’ tecnologici) su 14 paesi europei! E se lo fanno e’ con il benestare dei rispettivi governi! Per cui qualcuno dovrebbe spiegarmi la natura di questa operazione!
Basta usarci come cavie e alterare gravemente l’ecosistema con operazioni pericolose per l’equilibrio globale dell’ecosistema e della vita in generale.

Basta segreto di Stato solo per coprire operazioni intollerabili sotto il profilo democratico e generalmente a danno di qualcuno!

Poiche’ i militari sono la mano armata dello Stato e il risultato di queste politiche di sviluppo non sono la sicurezza dei propri cittadini o tantomeno l’incolumita’ di questi ultimi, ne la salvaguardi dello stato di salute di noi cittadini, arrivo a questo punto a concludere che oltre a buttare via l’esercito dobbiamo buttare anche questi Stati che si macchiano quotidianamente di azioni a danno dei propri cittadini! E per finire visto che i politici in realta’ non sono altro che al servizio di chi gestisce la finanza dobbiamo sbarazzarci definitivamente anche della finanza come modello di sviluppo che comunque ha chiuso un ciclo con la crisi finanziaria ed economica odierna senza possibilita’ di uscirne a meno di eventi quali guerre (preventive o meno), calamita’ piu’ o meno naturali (terremoti artificiali) o flagelli magari provocati (malattie pandemiche create ad arte).

Tutto questo e’ dovuto al fatto che solo poche persone decidono le sorti di tutte le altre e non e’ piu’ tollerabile questa costruzione e visione del mondo in presenza di armi di distruzione di massa e di personaggi che non anno nulla di rispettabile a decidere se usarle o meno!


Parte III

Cittadino Sovrano, Mondo Libero Commentatore certificato 11.10.11 22:09| 
 |
Rispondi al commento


Creiamo un mondo nuovo senza piu’ violenza, senza piu’ guerre e senza piu’ privilegi, ma fatto di uomini che si prendono cura di altri uomini e dove il piu’ forte non usa la sua posizione di potere per trarne dei vantaggi personali ed egoistici ma mette le proprie doti a disposizione dei meno forti e fortunati.

Eliminiamo tutte quelle politiche dove qualcuno vuole imporre la sua visione del mondo ad altri suoi simili per convinzione personale o per dogmi religiosi con l’unico scopo di sottomettere altre persone.. Diffidate di tutti quelli che vi dicono che siete migliori degli altri (per vari motivi di tipo razziale, religioso o altro…)

Basta con la logica delle divisioni come abbiamo conosciuto nel recente passato prima con la guerra fredda e ora con la guerra religiosa!

Se questo mondo non ti piace, se ti rendi conto che siamo su una strada sbagliata, se capisci che non stiamo seminando felicita’ e serenita’ ma solo violenza e miseria, allora finalmente questo mondo ideale lo possiamo non solo immaginare ma anche realizzare basta desiderarlo e volerlo, perche’ ne va della nostra stessa sopravvivenza.

Questo lo si fa solo dopo avere allontanato la casta al potere ovunque nel mondo creando una federazione di popoli realmente sovrani.

Viva l’Islanda e la sua democrazia diretta! Abbasso le finte democrazie moderne e un calcio in culo a quelle non democratiche!

L’umanita’ non puo’ piu’ permettersi il lusso di essere governata da politici [onesti (pochi, Obama ne e’ un esempio anche se con le mani legate dai poteri forti) e farabutti (la quasi totalita’ per non dire tutto il resto)]!

Se pensate che con la prossima votazione qualcuno d’altro potra’ risolvere i vostri problemi come sempre non avete capito nulla della situazione, con il rischio che tra poco non ci siano piu’ elezioni del tutto…Non chiederti piu’ cosa puo’ fare il tuo paese per te ma cosa tu puoi realmente fare per il tuo paese diventando cittadino realmente sovrano!

Parte IV

Cittadino Sovrano, Mondo Libero Commentatore certificato 11.10.11 22:09| 
 |
Rispondi al commento

------->>>>>>>>>MANUELA BELLANDI<<<<<<---------

Ti ho inviato una mail.

Fammi sapere.

Ciao


vabbè, d'accordo, la guerra "democratica" per lavare
"l'onta" delle torri!

ma "caro" 50 starsssss questi talebani chi sono?

a dirla facile , eh !!!

hai letto wiki?...quella che era in sciopero per
il bavaglio della rete!...made in USA ! EH !


In Afghanistan per insegnare a torturare!

Basta aprire il New York Times per trovare questo agghiacciante servizio: vi si legge che un rapporto delle Nazioni Unite denuncia che le forza di sicurezza del governo afghano, addestrate a puntino da statunitensi ed alleati, torturano sistematicamente i detenuti. Le torture che vengono citate nell’articolo del New York Times sono efferate, terribili… e vengono definite frequenti. di 324 detenuti intervistati 89 sono stati consegnati alla sicurezza afghana dalle forze internazionali presenti nel paese e di questi 19 sono stati torturati. Sarebbe interessante sapere se anche noi, come italiani, partecipiamo, come sembra probabile, all’addestramento dei torturatori; di certo però abbiamo finanziato la ristrutturazione del carcere dove vengono perpetrate queste torture (lo svelano i giornali del gruppo l’Espresso, i soli che senza dargli troppo risalto comunque si occupano della notizia). Sarebbe interessante sapere come mai il New York Times pone questo devastante rapporto dell’Onu in apertura del suo sito on line mentre il nostro apprezzatissimo corriere.it neanche lo cita. Sarebbe interessante sapere se domani qualche esperto di terrorismo internazionale molto ascoltato in Via Solferino si cimenterà con questo scomodo argomento, che però per essere scritto non ha bisogno di “fonti” astruse, come quelle in base alle quali al Qaeda si sarebbe infiltrata tra i manifestanti siriani. Sarebbe interessante sapere se questo devastante rapporto delle Nazioni Unite spingerà qualcuno dei nostri giornali a occuparsi del decennale della guerra in Afghanistan, la “guerra santa” avviata da George W.Bush contro il terrorismo il 7 ottobre del 2001.
Ah, sarebbe interessante sapere cosa ne pensa il nostro ministro degli esteri, Franco Frattini, quello che recentemente si è pentito della fiducia riposta in Gheddafi

ippolita ., genova Commentatore certificato 11.10.11 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io proporrei a Dario Fo'una nuova rubrica "Il quadrifoglio".
Porta troppo bene ,la statua di merda scricchiola di brutto...

stefano c., trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 22:00| 
 |
Rispondi al commento


Io vado in guerra

perchè ho un carrarmato grosso così

Io vado in guerra perchè mi serve

la benziana per il carrarmato

Io vado in guerra perchè

altrimenti che cavolo ce l'ho a fare un carrarmato?

Io vado in guerra perchè

ho saputo che così potrò comprarmi un carrarmato più grande e più bello

Io vado in guerra perchè

non saprei dove andare

non c'è nessun posto

dove ci sia la pace.....

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 11.10.11 22:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

che cosa vogliamo da una feccia della politica tutti i nostri politici hanno portato allo sfracello con i nostri soldi l'italia e non con i loro soldi, l'importante e fregarsene di tutti ma fare soldi basta vederli quando si presentano ad un funerale con la testa bassa e portare condoglianze

elio novarino 11.10.11 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Il Berluska crolla, ormai è questione di giorni.

Ma non fatevi illusioni perché soldi per lo sviluppo non ce ne sono.

Nelle Commissioni Parlamentari vanno avanti solo parvenze di riforme che non hanno bisogno di copertura finanziaria.

Se nel PD pensano altrimenti lo possono chiudere il Parlamento.

Ora la domanda è, popolo viola, fans della crescita e dello sviluppo, dove prenderà i soldi il centro sinistra?

Nelle nostra tasche, ecco dove li prenderà, o per mezzo di tagli o per mezzo di aumenti di imposte!

C'è poco da festeggiare.

Ok, saluti! :)

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 11.10.11 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Perchè siamo in Afghanistan? La risposta è semplicissima: perchè ci è stato "ordinato" dagli Stati Uniti! Il loro intervento del 1945 non era molto diverso da quelli più recenti in altre aree geografiche. Scopo: colonizzare le nazioni dietro una finta aurea di democrazia. Anche per noi è stato così. Basi militari USA e Coca-Cola lo dimostrano. E sia chiaro: questo è valso per tutti i governi del dopoguerra. Destra Sinistra e Centro. Buonanotte. Anzi: Good Night.

Ombelico Sociale, Venezia Commentatore certificato 11.10.11 21:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nemmeno gli attenti cronisti come Fausto Biloslavo e Gian Micalessin in conferenza tempo fa in Fruli riuscirono a persuadermi perchè ancora in Afganistan!!

I nostri soldati sono in gita in Afganistan per i soldi,pardon,i nostri soldi.
Elargiti per lisciar loro il pelo, da chi ha paura di una nostra oramai inevitabile ribellione e ne spera di aver aiuto.
Dimentichi queste due innutili e parassite entità, del fatto che vivono con quello che noi
qui nella vera prima linea cerchiamo di produrre.
Mento forse?
Che non mi si rifili ancora la menata che muoiono..Anche qui moriano lungo le strade per andare al lavoro, in cantiere, di malattie profesionali,di fatica e di stenti..moriamo tutti,
sian tutti eroi a mantenere politici i loro cicisbei infilati in ogni dove e sfaccendati
da caserma. Mento forse?
In Afganistan siamo li'letteralmente a far da ausiliari del traffico per FAVORIRE il sempre intenso traffico di camion stracolmi di oppio destinato poi in forma di eroina al mercato Europeo.Ci vogliono ebbri tossici e felici per mantenere i loro miserabili vizi.
Le varie polveri assieme all'alcool in questa regione, sono oramai rifilati anche in quei finti agriturismi tirati su ed ampliati con un furbo mix di contributi regionali e soldi in nero
di varia provenienza.
Eresia?
Puo' darsi che vi facciano credere che sia tale quei politici e giornalisti da strapazzo con loro famigliari, frequentatori privilegiati che godonono da anni di cenette stuzzichini e giro di bamba al piano di sopra.
Mandiamo a casa i militari e diamo soldi ai contadini per poter convertire le culture.
Costerebbe come noto almeno 100 volte meno.

Saluti,Terenzio

Terenzio Mazzon 11.10.11 21:53| 
 |
Rispondi al commento

*****
Suppongo che un solo motivo non sia sufficiente per partecipare ad una carneficina, quuindi i motivi saranno senz'altro vari.

Uno di questi è che noi siamo una colonia americana e l'America non può sobbarcarsi di tutte le spese militari.

beppe aveva già risposto nel 2002

http://www.youtube.com/watch?v=CD0EZzTun5I&feature=related

manuela bellandi
*****
------------------------------------------------

Ed e' proprio per partecipare alle spese guerrafondaie degli USA che l'Italia manda i propri cacciabombardieri a svolazzare sui cieli dell'Afghanistan privi di bombe.

Chissa' se il kerosene avio per gli svolazzamenti ve lo portate da casa oppure ve lo fate prestare in loco.

Francia e Italia hanno grosso modo lo stesso numero di truppe dispiegato in Afghanistan, circa 4.000 (3.900).

Domanda: Anche la Francia e' una colonia Americana?

Ovvio che ogni tipo di aiuto e' valido e si riconosce lo sforzo dei soldati Italiani, pero' affermare che una nazione come l'America che dispiega 90.000 soldati nel solo Afghanistan abbia bisogno dell'assistenza finanziaria di una "colonia" che ne dispiega appena meno di 4.000 e' quantomeno una battuta per niente umoristica.

Ricordo inoltre che appena dopo l'attacco sferrato alla Libia da parte di Francia, Inghilterra e ITALIA, gli USA hanno dovuto far venire dalla madrepatria in tutta fretta tutta una serie di rifornimenti, inclusi proiettili e bombe, perche' gli altri tre summenzionati non ne avevano abbastanza per continuare a sostenere le ostilita'.

E per fortuna che non ci possiamo sobbarcare tutte le spese militari...!


A cosa facciamo in Afghanistan e' una domanda da porre ai nostri veri padroni gli Alleati; a cosa facciamo qui in Italia e' un'altra bella domanda da porre a tutti quanti, ma questo sonno al cloroformio ci tiene attanagliati a questo straccio di quotidiano con la pretesa che sia la Normalità ; non mi da' soddisfazione pensare che questo periodo venga ricordato come il ventennio o anche più .. dell'infamia e della vergogna, farei qualche sorriso in più se si potessero allontanare dal Paese tutta questa classe politica e dirigente che ci ha e ci sta portando in malora. Ovviamente iniziando dal nano e continuare poi con Lega, pdl pd-l etc etcc... fino a quando non si sarà fatta piazza pulita c'è ben poco da fare. Bye
Luisa

Luisa B., Torino Commentatore certificato 11.10.11 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono momenti importanti (e la Manifestazione del 15 Ottobre pare lo sia)in cui si deve fare Unione. Insieme si puo' vincere specialmente su grandi temi che riguardano tutti: democrazia vera; cancellazione di tutti i debiti.
CARISSIMI prepariamoci ad un nuovo modo di vivere. Una societa' avanzata non ha bisogno di misurare il proprio valore con il denaro o il baratto. Ogni buona azione piccola o grande che sia e' degna di riconoscimento e lode dall'intera comunita'.
Ognuno potra' svolgere il mestiere che piu' gli aggrada offrendo liberamente il prodotto alla comunita'. Non ci sarebbero piu' padroni. Le fabbriche sarebbero proprieta' della comunita' e senza vincolo di orari usuranti. Ognuno potrebbe offrire dalle 12 alle 24 ore settimanali di servizio. Disoccupati (O) zero. Non ci sarebbe corruzione ne crimini di appropriazione. Non ci serebbero piu' lavori inutili ne' tasse. Niente prestiti ne' usura ne' ricatti.
Ma noi siamo pronti a questo nuovo modo di vivere?
Vogliamo veramente essere apprezzati e soddisfatti per cio' che siamo? ciao a tutti
Per approfondire (in lingua inglese)clicca sotto

http://abundanthope.net/pages/Political_Information_43/UBUNTU-Contributionism---MANIFESTO---A-World-Without-Money.shtml

renzo 11.10.11 21:41| 
 |
Rispondi al commento

immagino!

posso sognare? ...il sogno è umano e libero!

se al posto di schifani-schifìo ... il Beppe ci trovasse un ...Vendola o...persino Donati ...
secondo voi sarebbe più facile far ACCETTARE quelle famose 350mila firme per il Parlamento PULITO ???

ecco perchè sono contentissimo che il nano casca!

anche perchè sarebbe più FACILE richiamare le nostre truppe dall'Afghanistan!!!

ma lo capite, o no!

LENIN il saggio (il verde appeso), Roma Commentatore certificato 11.10.11 21:28| 
 |
Rispondi al commento

e questo è il video di Emergency sull'Afghanistan

lo sguardo degli ultimi bambini in ospedale
basterebbe - da solo - a condannare INESORABILMENTE la guerra e tutti gli sporchi esseri politici, militari, trafficanti di armi di droghe e di donne che ci mangiano sopra
oppure i già ricchi che soddisfano le loro MANIE DI GRANDEZZA sulla pelle dei poveri cristi !!!!!

http://www.youtube.com/watch?v=mDfyIdNGX0g&feature=player_embedded#!

Paola Bassi Commentatore certificato 11.10.11 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Sullo scandalo metallico
di armi in uso e in disuso
a guidare la colonna
di dolore e di fumo
che lascia le infinite battaglie
al calar della sera
la maggioranza sta
la maggioranza sta
recitando un rosario
di ambizioni meschine
di millenarie paure
di inesauribili astuzie (.....)

(Fabrizio De Andrè - Smisurata preghiera)

Ipazia di Alessandria 11.10.11 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Boh! Sarà che li c'è petrolio.

Noè SulVortice Commentatore certificato 11.10.11 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo so, lo so che è come sparare sulla croce marrone, ma questa è proprio "grassa"...


"Il mondo berlusconiano è in preda al panico. Pochi sanno che cosa c’è davvero nelle 400 pagine inviate dai magistrati alla Camera, ma chi vi ha dato uno sguardo non trova parole per raccontare.

Lo stesso premier ha trascorso l’altra notte sfogliando le carte e ne è rimasto «profondamente sconvolto». Per il linguaggio crudo, da fare arrossire qualche scaricatore di porto, con cui le ragazze intercettate descrivono i festini di Arcore. E per i giudizi spietati, gonfi di sprezzo, che mandano in briciole il suo ego, che trasformano il Cavaliere umanamente in un mostro".

Pooooovero, è "sconvolto"; io, a sentirne solo parlare, ormai oscillo tra il nauseato e l'incredulo, figuriamoci lui, il "protagonista"...

harry haller Commentatore certificato 11.10.11 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Noam Chomsky ribatte al classico argomento interventista favorevole alla guerra in Afghanistan.

http://www.youtube.com/watch?v=KA5qegF3vPI&feature=results_video&playnext=1&list=PL48B6C701FC715751

fi lippo Commentatore certificato 11.10.11 21:01| 
 |
Rispondi al commento

@ Viviana, incavolata xkè stiamo snobbando la notizia del giorno: gli stipendiati PDL si rivoltano contro il capo.

Ti ricordo Vivi che ieri ospitavamo un ospite, un nobel, che attraverso il racconto di un film, ci metteva in gurdia da chi, avendo sostenuto per tanto tempo la statua affinchè non cadesse, quando il palazzo crolla racconta alla folla di aver sempre sperato che la statua crollasse...
X questo ai nostri occhi attenti e alle nostre coscienze critiche sveglie, le congiure di palazzo non ci appassionano.
Risvegliami quando mi dirai che il Palazzo è andato a fuoco: ed il merito è nostro!!!

Ciao

Postman 71 (blogherdannato) Commentatore certificato 11.10.11 20:54| 
 |
Rispondi al commento

P.S.

GOVERNO A CASAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!


Perchè siamo in Afghanistan?
Semplice, perchè a differenza di noi Italiani, essi hanno Opposto le Armi all'Invasore.
Noi, abbiam preferito Cedere il Culo per un Boccone...

enrico w., novara Commentatore certificato 11.10.11 20:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cecilia Strada, la figlia di Gino
ha risposte molto precise sull'Afghanistan
e sulla guerra in generale..

ieri sera a l'Infedele

http://www.youtube.com/watch?v=u0_pTXf0Jxs&feature=share

Paola Bassi Commentatore certificato 11.10.11 20:45| 
 |
Rispondi al commento

http://www.infoaut.org/index.php/blog/prima-pagina/item/2849-fino-all’ultima-sillaba-del-tempo-segnato?

ippolita ., genova Commentatore certificato 11.10.11 20:45| 
 |
Rispondi al commento

"Di fronte ai fedelissimi Silvio è rimasto per la maggior parte del tempo in silenzio. Di cera. «Era imbufalito», ha riferito un membro del governo dietro anonimato".

http://www.youtube.com/watch?v=wmS1nQPEupo&feature=related

harry haller Commentatore certificato 11.10.11 20:39| 
 |
Rispondi al commento

BILANCIO, GOVERNO BATTUTO. PISANU: MAGGIORANZA NON TIENE
Roma - La Camera boccia per un voto l’articolo uno del rendiconto generale. Tremonti assente polemica nel Pdl. Il ministro precisa: Nessuna ragione politica. Berlusconi irritato, poi rassicura: "Problema risolvibile".


Risolvimi 'sta minchia, buffone.

harry haller Commentatore certificato 11.10.11 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Perchè siamo andati in afghanistan?

SEMPLICE: perchè non possiamo ancora usare le bombe nucleari...

MauriM 11.10.11 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa che in pochi sanno.

La produzione e l'esportazione di oppio in Afghanistan, da quando ci sono gli ammerigani, è aumentata esponenzialmente.

Il crocevia per lo smercio dell'oppio in Europa è il Kosovo.

22 nazioni europee più gli USA hanno dichiarato l'indipendenza del Kosovo in un quarto d'ora...


Gli ammerigani ed i loro alleati sanno diversificare i loro "investimenti"...

Roger Verbal Kint Commentatore certificato 11.10.11 20:20| 
 |
Rispondi al commento

riflessione vomitevole!!!!!

un italiano vale 1000 euro al mese che moltiplicato per 12+1 cioè la tredicesima sono 13mila euro l'anno che moltiplicato per 78 anni di vita media sono poco più di 1 milione di euro!

Un italiano spesso vale meno della casa nella quale lui vive!!!!!

il problema è che c'è gente che maneggia 1 milione di euro come fossero nocioline!

A quelli che hanno inventato questo meccanismo di merda dico che sarebbe ora di prendervi e metterli al muro e BANGGG perché ogni milione rubato o danneggiato è come l'omicidio di un neonato!

riflettete gente e vomitate!

libero pensiero perciò pazzo 11.10.11 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chiedi al nano, dopo essersi fatto le matrioske, quanti armi ha contrattato per una tranquilla missione di pace.

Stefano magone (bipbipziomar), reggio emilia Commentatore certificato 11.10.11 20:09| 
 |
Rispondi al commento

...la faccia della FAME e il CANCRO DEL PROFITTO!


http://www.youtube.com/watch?v=itwIKSIHf0s

http://www.youtube.com/watch?v=oVUOkPa70oM&feature=related

anib roma Commentatore certificato 11.10.11 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in afghanistan come eravamo in Jugoslavia e nelle terre di faccetta nera. Siamo criminali, ma tutto questo verrà alla luce solo tra 50 anni su RAI storia.

Stefano magone (bipbipziomar), reggio emilia Commentatore certificato 11.10.11 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Suppongo che un solo motivo non sia sufficiente per partecipare ad una carneficina, quuindi i motivi saranno senz'altro vari.

Uno di questi è che noi siamo una colonia americana e l'America non può sobbarcarsi di tutte le spese militari.

beppe aveva già risposto nel 2002

http://www.youtube.com/watch?v=CD0EZzTun5I&feature=related


Dai!! Burattinopoli è attiva!

Stefano magone (bipbipziomar), reggio emilia Commentatore certificato 11.10.11 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Per me vale quanto ha detto Massimo Fini nel libro "Il Mullah Omar". Nè una parola in più, nè una in meno.

Terminator -- (), L.A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 19:57| 
 |
Rispondi al commento

l'Italia paese non arabo è sempre stata fonte di casini,
pur non essendo in grado da sola di portare avanti manco una missione di pace.
In effetti piacerebbe anche a me sapere perchè le "nostre truppe" sono in afghanistan

manu 11.10.11 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Mi meraviglio che ancora non lo sappiate perché é stato occupato l´Afganistan!!! Anni orsono fu la Unione Sovietica a tentare una manovra militare simile. Non riuscí per il fatto che la CIA forniva il necessario al suo cane seguggio: Bin Laden. L´America temeva il piano russo, quindi era a conoscenza. Questo piano (ormai passato al di fuori del segreto militare per il tempo trascorso) fu svelato da ex agenti KGB solo ultimamente. Se fosse andato a buon fine l´occupazione del Afganistan, sarebbero passati al Irak con una qualche scusa inventata. Cosi, il vero bersaglio: IRAN, sarebbe messo tra l´incudine e martello. Ora quello che non fece l´USSR lo sta facendo l´USA. Eccovi servita la veritá.

Edmond Preka 11.10.11 19:54| 
 |
Rispondi al commento

da 1700 commenti siamo passati a 600 grazie a ndonio lenin e "ededed"

pian pianino siamo saliti a 750 ma con la ricomparsa di lenin stiamo scemando a 450

se non vi togliete dalle palle LENIN , questo blog verrà decimato perdendo un'altra ondata di validi blogger.

non vi è chiaro ? cavoli vostri !

contabilmente statistico 11.10.11 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh,mi dispiace per voi che siete totalmente immersi nei vostri cieli filosofici e astratti, ma qui sulla terra italiana stanno accadendo cose importanti,anche se voi Soloni pensate all'infinito,alle utopie e ai massimi sistemi,e francamente il vostro menefreghismo lo trovo ripugnante
qua la casa brucia e mi spiace per voi che non potete abbassarvi alla terra e interessarvi di quel che succede, ma a me se cade B interessa e come!
Intanto Scajola è stato 3 ore a colloquio con B, e poi non ha votato e questo qualcosa vuol dire, come minimo che non si sono trovati d'accordo sul prezzo
Poi è la prima volta che un ministro delle finanze non vota il suo stesso bilancio,ma Tremonti ha fatto chiaramente vedere che c'era ma per due volte non ha votato e se non è una chiara minaccia questa..
Infine molti big non hanno votato, come Guzzanti, Pionati, Scilipoti, Ronchi e Miccichè e questo vuol dire qualcosa
Se pure Scilipoti non vota,le cose per il cavaliere vanno molto male
Infine ancora Bossi non ha votato e questo è pure un fatto,sarà che è rimasto scosso della reazione della base dopo Varese ma certo qualcosa deve pur mostrare ai suoi elettori o perde anche quelli
E il 1° risultato sarà che il decreto sulle intercettazioni e il bavaglio alla stampa domani non saranno messi alla fiducia e non saranno discussi
e mi dispiace che a voi ideologi del cazzo nemmeno questo importi,ma a me invece importa come mi importa della mia casa Italia e dei milioni di persone che saranno messe alla fame da questi sciagurati
E faccio caso che i leghisti sul decreto per salvare B abbiano detto chiaramente che non è questa la cosa più importante e ciò non piacerà al premier perché è il 1° segno di scollamento dopo 17 anni
e io vedo chiaramente e spero che tutta la baracca berlusconiana sta traballando
e se voi non avete tempo per queste quisquilie
non può che farmi arrabbiare perché se siete così indifferenti alle sorti dell'Italia allora tutte le vostre ideologie ve le potete mettere al cesso

viviana v., Bologna Commentatore certificato 11.10.11 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(1/1)Le espressioni del gergo politico hanno generalmente due significati. Uno è quello letterale, del dizionario. L'altro è il significato funzionale al potere - il significato dottrinale.[..]..prendiamo la frase "difesa da un'aggressione" che ci si aspetterebbe fosse riferita ad una giusta reazione di fronte ad un attacco esterno. Quando gli Stati Uniti invasero il Vietnam del Sud, all'inizio degli anni '60, l'eroe liberale Adlai Stevenson (tra gli altri) spiegò che si stava difendendo il Vietnam del Sud da una "aggressione interna" - l'aggressione portata dai contadini sudvietnamiti contro l'aviazione americana e contro un esercito mercenario al soldo degli Usa; contadini che noi cacciavamo dalle loro case per spedirli nei campi di concentramento, dove potevano essere "protetti" dai guerriglieri sudisti. In realtà, i contadini sostenevano volontariamente la guerriglia mentre il regime fantoccio degli Usa, per ammissione generale, era un guscio vuoto. [37]
Il sistema dottrinale ha svolto così egregiamente il proprio compito che ancor oggi, a trent'anni di distanza, chi segue la tendenza dominante non dire ad alta voce, anzi non può nemmeno pensare, che gli Usa abbiano attaccato il Vietnam del Sud. Di conseguenza, le questioni fondamentali poste da quella guerra sono tuttora escluse da ogni possibilità di discussione. I santoni del linguaggio Politicamente Corretto (il vero PC) possono andare giustamente fieri di un risultato che sarebbe difficile riuscire a replicare anche in un efficiente stato totalitario.[..]

-->segue

fi lippo Commentatore certificato 11.10.11 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i militari sono li a guadagnare soldi,come chi li ha mandati.Fare finta di costruire la pace in Afghanistan,è come costruire un tunnel di 50 km. sotto le motagne che non serve a niente,a parte a chi ci lavora!

Stefano Bonifazzi 11.10.11 19:44| 
 |
Rispondi al commento

LA FINE DEL SOGNO EGIZIANO.

Dopo le violenze dell'esercito sui dimostranti copti e musulmani, il neonato Governo egiziano ha rassegnato le dimissioni in mano all'esercito.
Gli egiziani escono da un regime e si gettano nelle mani dell' esercito.
Pretendendo di instaurare uno Stato laico ed a-confessionale in una terra in cui la religione conta più della libertà.
Sembra quasi una barzelletta...
Aveva ragione il barbuto di Treviri:
"LA RELIGIONE E' L'OPPIO DEI POPOLI".

Postman 71 (blogherdannato) Commentatore certificato 11.10.11 19:43| 
 |
Rispondi al commento

finchè la massa di americani e di occidentali in generale saranno convinti di essere stati attaccati
da presunti terroristi addestrati sarà del tutto
inutile far capir loro la differenza tra un talebano e un mujaedin

ossia - NULLA !

esempio: differenza tra un ndranghetista calabrese
e un mafioso siciliano - lo stretto !!! de Messina!


Caro Beppe, ma fai finta o lo fai apposta? Ma Porco e fora, stiamo ammazzando la gente in Libia, unico paese democratico, nella più totale disinformazione (leggete Libya Sos)....e tu mi vieni a tirar fuori la vecchia storia trita e ritrita dell'Afghanistan...lo fai apposta per deviare l'attenzione visto che la Nato ora le sta prendendo alla grande dal popolo libico....

Michele Muraro 11.10.11 19:40| 
 |
Rispondi al commento

per fare prima si attingono notizie da wiki...
ma nella sostanza non è differente di molto dalla realtà

fatevi una panoramica con questi link !
attenti al mal di testa ...

http://it.wikipedia.org/wiki/Mujaheddin

Alla fine del XX secolo, il termine "mujaheddin" è divenuto popolare sui mass-media per descrivere diversi guerriglieri armati che si ispirano più o meno appropriatamente alla cultura religiosa islamica, anche se la parola non reca sempre un significato esplicito di "santo" o "guerriero".

http://it.wikipedia.org/wiki/Talebani

Sviluppatisi come movimento politico e militare per la difesa dell'Afghanistan dall'invasione sovietica, i talebani sono noti per essersi fatti portatori dell'ideale politico-religioso che vorrebbe recuperare tutto il portato culturale, sociale, giuridico ed economico dell'Islam per costituire un Emirato.

http://it.wikipedia.org/wiki/Alleanza_del_Nord

I Mujaheddin che avevano combattuto contro l'Unione Sovietica e avevano fondato lo Stato islamico dell'Afghanistan, negli anni '90 dovettero fronteggiare l'attacco dei talebani. Nel 1996, con la caduta di Kabul in mano talebana, alcuni signori della guerra, tra cui Rashid Dostum, non vollero riconoscere il neonato ordine talebano.

http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_in_Afghanistan_%282001_-_in_corso%29

A partire dal maggio 1996, Osama bin Laden e altri membri di al-Qāʿida si sono stabiliti in Afghanistan e hanno stretto rapporti di dialogo e collaborazione con il regime talebano del paese, all'interno del quale sono stati creati diversi campi di addestramento terroristici.

I Talebani non risposero direttamente a Bush, ritenendo che iniziare un dialogo con un leader politico non musulmano sarebbe stato un insulto per l'Islam. Dunque, per mediazione della loro ambasciata in Pakistan, dichiararono di rifiutare l'ultimatum in quanto non vi era alcuna prova che legasse bin Laden agli attentati dell'11 settembre[34].


invece lo sappiamo benissimo perchè siamo in afghanistan.
per leccare il culo allo ZIO SAM !
per leccare il culo ai SIONISTI !
per leccare il culo all'europa che così sa a chi deve affidare gli scartini d'ora in poi, e in cambio tutti quanti ci daranno una mano a rapinarci per pagare i buffi delle loro banche, mettendoci pure a pecorina !

ecco perchè siamo in afghanistan, ecco perchè abbbiamo bombardato l'IRAQ, ecco perchè abbiamo bombardato la LIBIA...che tifo sempre perchè GHEDDAFI gli faccia un culo come una capanna a questi MAIALI NOSTRANI.
magari con l'aiuto dei TALEBANI...che mi stanno tanto, ma tanto simpatici!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 11.10.11 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trichet:
"La crisi non è di singoli paesi, è una crisi sistemica, tutti i debiti pubblici sono a rischio!"
Mi sa che mi candido alla presidenza della bce!

l., ancona Commentatore certificato 11.10.11 19:34| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di guerre vorrei esprimere, qui, la mia solidarietà ai cosiddetti "pirati" somali,
trucidati oggi dai soliti assassini-terroristi mondiali usa-gb.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9127

carmine d9 Commentatore certificato 11.10.11 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Perché siamo in Afghanistan? Perché i nostri governanti sono dei servi senza prestigio, senza onore, senza umanità e senza cervello. Ma questo lo sapevamo già, è ampiamente dimostrato dal modo di governare un Paese come il nostro. Un proverbio recita che "pure le pulci hanno la tosse". Infatti i governanti italiani sono delle vere pulci che hanno solo la tosse. Si lasciano trascinare in guerre senza senso dove hanno da perdere vite umane e soldi, mentre le altre Nazioni sanno bene perché le fanno e quello che sperano di ricavarne, al contrario di noi che ricaviamo morti ammazzati, sperpero di miliardi e disprezzo della popolazione fedele alla Costituzione che vieta la Guerra. Ma questi vecchi amano ancora giocare ai soldatini e ci si chiede se verrà mai giorno in cui smetteranno di giocare e diventare adulti perché adesso sono vecchi senza essere cresciuti. Un Paese in recessione, dove la disoccupazione aumenta sempre più, dove le imprese chiudono, le scuole muoiono e la povertà ci sta ingoiando, bruciano miliardi coi quali si potrebbero riparare quasi tutti i guasti, Soldi tolti alla ricerca e i migliori cervelli corrono ad arricchire altri Paesi, tolti alle famiglie, agli ospedali, ai lavoratori e utilizzati per distruggere Paesi mai visti prima e uccidere gente che non ci aveva fatto nulla di male. E noi impotenti dinanzi a questi orrori. Fino a quando riusciremo a sopportare tutto questo? Fino a quando li lasceremo fare?

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 11.10.11 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Trichet:
"La crisi non è di singoli paesi, è una crisi sistemica, tutti i debiti pubblici sono a rischio!"
AH!AH!AH!AH!AH!
Che i comunisti abbiano ragione?

l., ancona Commentatore certificato 11.10.11 19:19| 
 |
Rispondi al commento

"La Nato trasferirà ora i combattenti afgani catturati a Guantanamo dove i diritti civili sono più rispettati?"

ahahahahahahhahahahahahhahahahah

scusa Beppe.. ma davvero pensi sia vero? O meglio.. "più rispettati" non vuol dire che lo siano. Bisogna richiedere la scarcerazione non che vengano torturati meno!!!

Gabriele N. 11.10.11 19:19| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=PUQxUbFhMxA lo sa anche la russa senza che faccia il fintotonto!

gagliardo giuseppe 11.10.11 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Canton leganord: sono fra i milioni di persone
pronte a usare le armi per la Padania

http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/10/11/news/canton_sono_fra_i_milioni_di_persone_pronte_a_usare_le_armi_per_la_padania-23034269/

Mio dolce Conton e tu non sai cosa userei io pur di mandarvi a lavorare in miniera all'estero ..........

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Leganord=Mafia - Mafia=Leganord

Per i babbei padanilegaioli che non comprendono l'equazione diciamo...
Chi ha permesso a berlusconi di rimanere al potere negli ultimi 17 anni con conseguenze spaventose ? Chi si è trasformato da partito del popolo a partito casta ?
Chi è stato condannato per tangenti enimont? Chi si è reso responsabile in prima persona della legge porcata ?

Dopo Milanese anche il ministro delle politiche agricole Romano è stato salvato. La Lega si allinea alla posizione della maggioranza e il ministro dell'Interno nega persino le critiche della base.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/24/romano-maroni-non-ce-motivo-di-sfiduciarlo/159752/

Leghisti e legaioli avete salvato l'ennesimo delinquente un certo "milanese", ora salvate anche Romano, capisco che ormai siete romani, fate una cosa seria nella vostra vita seppellitevi e questo paese comincerà a respirare un'aria più pulita !

http://www.repubblica.it/politica/2011/09/22/dirette/milanese_voto-22047813/

Castelli leganord. Sono povero Guadagno solo 145mila euro l'anno. Così il viceministro alle Infrastrutture durante la trasmisisone de La 7 'Piazza pulita' http://espresso.repubblica.it/dettaglio/castelli-sono-povero/2160919

Leghisti e lagaioli Andate a lavorare avete scelto la politica infatti per far soldi, ben sapevate che era un'occasione unica e irripetibile.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 19:10| 
 |
Rispondi al commento

C'è un america che sta prendendo coscienza della loro condizione sociale ed economica.
Ho sempre sostenuto che fino a che non ci sarà una "rivoluzione" interna agli stati uniti, la politica internazionale sarà sempre condizionata dall'export militare della pace.
Questa crisi l'hanno attribuita ai mutui subprime, ma in realtà è frutto di anni e anni di campagne militari, inutili e costose che hanno prosciugato le casse pubbliche e hanno sottratto affetti alle famiglie!
Queste non sono guerre, ma bensì sono pozzi senza fondo che ingoiano tutto e purtroppo molti innocenti.
Io non credo alle storie sulle profezie dei maya..ma vedo che nel mondo molte coscenze, si stanno svegliando e forse qulacosa sta accadendo!
Non rispondano perchè non c'è nessuna risposta tale da giustificare la presenza in questa guerra!

roby f., Livorno Commentatore certificato 11.10.11 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Siamo sempre stati i lecchini dei Paesi più potenti come gli USA cercando di aumentare il prestigio del nostro paese in campo internazionale..peccato che questi sacrifici umani e economici siano annullati dalla moltitudine di merda che abbiamo al parlamento!! NON ne posso più è ora di svegliarsi ITALIAAAAAAAAAAAAAAA!

luca au 11.10.11 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Siamo andati in missione in giro per il mondo a cercare i pericolosi assassini senza scrupoli.

Se non li abbiamo ancora trovati è solo perchè gli assassini siamo noi, e siamo senza scrupoli, tanto da raccontare ai cittadini disinformati che sono missioni di pace.

fabrizio castellana Commentatore certificato 11.10.11 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Condivido quel che ha detto il cancelliere più saggio della Germania, Helmut Schmidt, poco fa in un intervista: Alessandro il Grande era Grande, perché dopo aver invaso l'Afghanistan ne è uscito subito accorgendosi che l'Afghanistan non è uno stato che si può conquistare ma un insieme di vari popoli che vivono uno accanto all'altro, combattendosi a volte, a volte coesistendo pacificamente.
Poi ha posto la domanda perché la Germania deve ficcare il naso in tutte le facende del mondo col suo militare, se non c'è assolutamente nessuna minaccia? Ci si mette solo a fare ingiustizia.
Fosse ancora cancelliere!

Stefan Albrecht 11.10.11 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Io so che nelle caserme i militari volontari come i VFP4 fanno a gara per andare in missione! Anche lì dicono che ci voglia la raccomandazione. Questi militari ambiscono a partecipare alle missioni di pace/guerra, oltre che per i 6 mila euro al mese, per accumulare punteggio utile a rimanere effettivi, cioè a essere assunti a tempo indeterminato. Le responsabilità sono certo dei lobbisti dei politici, ma una bella fetta è anche di noi cittadini.

Luigi Siciliano 11.10.11 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Dopo 10 anni di occupazione l’Afghanistan è per l’80% in mano ai cosiddetti “ribelli”. Manca loro solo Kabul. Se la Nato lasciasse l’Afghanistan, il Paese ritornerebbe sotto il controllo del mullah Omar in pochi giorni. Un disastro politico, bellico e umanitario di cui l’Italia è responsabile. Via dall’Afghanistan! La nostra Costituzione lo pretende, perché non lo pretendono le Istituzioni, a iniziare dalla presidenza della Repubblica, e il Parlamento? Perché siamo in Afghanistan? Qualcuno può rispondere? C’è qualcuno in casa?

Grillo queste sono domande che devi porre al Ministero della Difesa USA, non ai nostri burattini politici, è ormai chiaro anche ai ragazzini che una colonia americana come l'Italia, sotto occupazione militare dal '45 non possa avere una reale politica estera che non sia quella della nazione occupante.

Christian Rosenkranz Commentatore certificato 11.10.11 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Quello che verra' dopo questo burattino, sarà molto peggio.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 11.10.11 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo in Afghanistan perche' siamo parte dell'impero americano. Questo ci ha portato gioie e dolori, ma ci siamo tutti, anche quelli a cui non piace. A parte qualche eremita nei boschi, tutti viviamo nel mondo e nel modo di vita dell'impero americano. Anche il (bravissimo) Beppe Grillo.

pier luigi ramazza 11.10.11 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Traquilli, anche se cade Berlusconi, il lavoro sporco da lui iniziato (e da Prodi), sarà comunque portato avanto del suo successore del Centro-Sinistra.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9126

Christian Rosenkranz Commentatore certificato 11.10.11 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Ribellarsi o perdere altri pezzi di democrazia?

Per quanto mi riguarda la scelta l'avevo fatta già negli anni 90, ma con il cambio generazionale all'interno della rete in molti non posseggono la giusta malizia per accorgersi dei pericoli che la rete sta affrontando.

Come per esempio, l'inserimento all'interno dei disegni di legge di norme intimidatorie, per lo sviluppo della rete è un pericolo che non va sottovalutato. Sono segnali preoccupanti di una politica i cui «eccessi» gli italiani hanno sopportato fin troppo a lungo, quindi quando accadono queste cose vanno bocciate con una protesta forte e chiara.

Perché la vittima è la libera espressione online, che rischia di finire travolta dagli effetti «intimidatori» di un progetto che ha senso unicamente all'interno di una nazione con l'intento di sterilizzare il potenziale dissenso politico della rete, come quello espresso in occasione dei referendum del giugno 2011.

Un conto è dire che chiunque debba essere responsabile di ciò che scrive o dice dentro e fuori il cyberspazio, un altro operare un'indebita e interessata, identificazione di professionisti e appassionati dell'informazione.

È preoccupante vedere uno Stato fare proposte di questo tipo, perché vuole scoraggiare la libera conversazione online, ed in Italia la libertà di espressione in rete è incredibilmente importante a causa dell'influenza dei partiti sui media per non parlare dei finanziamenti ai giornalisti che ogni giorno seguono le direttive della propria area politica invece di fornire vera informazione.

Se si dovesse perdere la capacità di conversare liberamente in Rete, si perderebbe una porzione molto importante della democrazia.

Dobbiamo cercare di capire che cosa si sta cercando di ottenere, adesso che anche gli italiani sono pronti a scendere in strada, vale la pena chiedersi non soltanto contro cosa, ma soprattutto per che cosa lo si fa.

UNO IN PIÙ DI NOI E' UNO IN MENO DI LORO


Beh potrebbe, dovrebbe risponderne in primis l'attuale Presidente della Repubblica. non è lui il "garante della costituzione"? Non è lui il capo delle forze armate? Peccato solo che costui risponda in prima istanza del suo operato non al popolo italiano ma a Washinghton di cui è il principale garante strategico in Italia ed alla NATO.

Christian Rosenkranz Commentatore certificato 11.10.11 18:43| 
 |
Rispondi al commento

...un conoscente che fa il taxista mi ha raccontato di aver trasportato un tipo molto elegante al Palazzo della FAO a Roma, parlano del più e del meno finchè il taxista chiede al tipo : "mah, stà fame ner mondo quand'è che finirà"?...
...di tutta risposta e piuttosto allegramente il tipo dice :
"""seee, e se finisse la fame nel mondo...
!!!NOI CHE FACCIAMO"""!!!...

anib roma Commentatore certificato 11.10.11 18:40| 
 |
Rispondi al commento

CADEEEEEEEEEEEEE ha finito i soldi per comprarsi i voti e Putin non gli ha prestato NIENTEEEEEE!
NIET!!!

ansa.it

FRANCESCHINI: 'MAGGIORANZA FINITA' - "La maggioranza che sostiene il governo non esiste più, né nel Paese né in questa Camera": lo ha detto nell'aula della Camera il capogruppo del Pd, Dario Franceschini, dopo che l'assemblea ha bocciato il primo articolo del rendiconto generale del bilancio dello Stato.

ASSENTI SCAJOLA, BOSSI, SCILIPOTI E MICCICHE' - Claudio Scajola, Umberto Bossi, Domenico Scilipoti e Gianfranco Micciché sono alcuni degli esponenti della maggioranza assenti oggi in aula al momento del voto sull'assestamento di Bilancio 2010. Il ministro Giulio Tremonti era presente fisicamente a Montecitorio anche se risultava in 'missione' e non ha partecipato neanche lui al voto. Mancavano anche altri cinque deputati dei "responsabili" oltre a Scilipoti. Secondo quanto risulta dai tabulati per la Lega Nord mancavano il ministro Bossi e Matteo Bragantini, mentre tra le file del Pdl le assenze ammontavano a 14: Claudio Scajola, Antonio Martino, il sottosegretario Giuseppe Cossiga, Filippo Ascierto, Vincenzo Barba, Elena Centemero, Pietro Franzoso, Marco Martinelli, Giustina Destro Mistrello, Dore Misuraca, Umberto Scapagnini, Piero Testoni, oltre ad Alfonso Papa detenuto attualmente a Poggioreale. Tra Popolo e Territorio, cioé gli ex "responsabili", hanno disertato l'aula Paolo Guzzanti, Pippo Gianni, Andrea Orsini ('scajolianò prestato per formare il nuovo gruppo), Francesco Pionati, Americo Porfidia e Scilipoti. Tra gli iscritti al gruppo misto spiccano i nomi di Gianfranco Micciché, Giancarlo Pittelli e Andrea Ronchi. Oltre a Tremonti risultano in missione i ministri Roberto Maroni e Franco Frattini, nonché i sottosegretari Stefano Saglia e Catia Polidori. Per il Carroccio in missione anche Stefano Stefani.


► quando la barca affonda i sorci tagliano la corda!


E che domande, Beppe! Perchè siamo in Afghanistan? Potremmo mai dichiarare guerra alla Siria, all'Iran, all'Egitto, alla Cina? No. Allora andiamo in Afghanistan!

Teufel 11.10.11 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Faticaccia!! a forza dell' assenza dell' opposizione tocca fare tutto da noi! ovvia!! ci rottamiamo pure! ovvia!! la maiala!!

Stefano magone (bipbipziomar), reggio emilia Commentatore certificato 11.10.11 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Beppe.
Fai bene a ricordare l'Afghanistan e i tanti interrogativi tuttora senza risposta.
Il nostro Ministro degli Esteri
Le nostre autorita' hanno altro di cui parlare.
A Ballaro' il tema sull'economia ritorna spesso; da Floris ultimamente daccordo e quasi euforici si lanciava l'idea di un'altra tassa:"la Patrimoniale". Nessuno pero' mette in discussione i finanziamenti alle missioni militari. Questi sono scontati sia per il Parlamento che per una vasta parte dell'opinione pubblica.
Molte moltissime cose cambieranno quando il nuovo e la buona volonta' arriveranno in Parlamento.
Forza e Grazie.
Renzo.

renzo 11.10.11 18:33| 
 |
Rispondi al commento

ma gome cosa sdiamo a fare in afganisdahan?

stiamo esbordando la demmograzia!!!

scusate, ora devo rilasciare una digghiarazione al Diggì per la liberazione dei marinai idailani che erano in mano ai birati somali.

ai uont, fors, zè, zè mission, ai uont tu ringrazing zè nato eeee for, for the zè mission, bat ai chent bicaus aim dimeticheited em em... minghia cosa dovevo dire???
(La Russa)


La gente "è" stupida!

l., ancona Commentatore certificato 11.10.11 18:30| 
 |
Rispondi al commento

La gente non è stupida.

Alessandro C., S.Canzian d'Isonzo Commentatore certificato 11.10.11 18:29| 
 |
Rispondi al commento

C'éra una barzelletta che recitava:
Perchè gli americani sono così sicuri che l'irak abbia le armi di distruzione di massa?
Semplice, hanno ancora le fatture di quando gliele hanno vendute!
Barzelletta?

l., ancona Commentatore certificato 11.10.11 18:27| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' SIAMO IN AFGHANISTAN?

Perchè la guerra rende.

Perchè la guerra rende soldi.

Perchè la guerra rende molti soldi.

Perchè la guerra è una questione di soldi!

Non ci sono altri motivi,fa comodo a tutti,alle multinazionali delle armi,del petrolio,ai governi.

In questo systema politico,sono quei quattro "vermi" che prendono le decisioni,che sono i maggiori responsabili.

Della popolazione non gliene frega un caxxo!

Dei danni non gliene frega un caxxo,tanto poi c'è la corsa alla ricostruzione.

Dei disastri ambientali non gliene fraga un caxxo,tanto ci vivono gli altri.

E' tutto raccolto in un film di Alberto Sordi,semplice e schietto.

"Finchè c'è guerra,c'è speranza".

Tutto il resto non ha importanza.

Denaro e potere,potere e denaro,è questa "l'involuzione" della razza umana!

Ci sono altre parti del mondo dove ci sono emergenze,ma non c'è bisogno di guerra,c'è bisogno di acqua,basterebbe una minima parte di quello che si spende in armamenti per dissetare milioni di persone,perchè non si fa?

PERCHE' NON GLIENE FREGA UN CAXXO DELLA GENTE!!!

Quanto costa il petrolio?

Quanto costa il gas?

Dove passano gasdotti e oleodotti?

Quanto costa un drone?

Quanto costa un missile?

Quanto costa una portaerei,un sommmergibile,un eliccottero da combattimento,fucili,bombe,automezzi,aerei....???

Quanto costerebbe un litro d'acqua per quei poveri disgraziati che muoiono di sete e di fame?

POCO,MOLTO POCO RISPETTO A UNA GUERRA!

Lo sanno perchè entriamo in guerra,lo sanno,l'anima de li mortacci loro!!!

"SE NON VAI DALLA DEMOCRAZIA,LA DEMOCRAZIA VIENE DA TE".(letta su dei muri).

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Dottoreeeeeeeee!!!

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 18:27| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 34)
 |
Rispondi al commento

10 anni di Afghanistan, "una guerra avviata con superficialità"

Washington, 07-10-2011

Dieci anni fa, il 7 ottobre del 2001, le truppe degli Stati Uniti invasero l'Afghanistan dopo gli attacchi dell'11 settembre e dopo che il mullah Omar, leader dei talebani, si rifiutò di consegnare Osama bin Laden.

Gli Stati Uniti hanno cominciato la guerra in Afghanistan con una visione "spaventosamente semplicistica" e senza conoscere la cultura afghana e oggi, 10 anni dopo, manca quella consapevolezza che potrebbe portare il conflitto a concludersi con successo.

E' quanto afferma il generale americano in pensione Stanley McChrystal, un tempo a capo delle operazioni in Afghanistan, nel decimo anniversario dell'inizio della guerra.

Siamo stati superficiali

"La maggior parte di noi, me compreso, aveva una comprensione molto superficiale della situazione e della storia e avevamo una visione spaventosamente semplicistica della storia recente degli ultimi 50 anni", ha detto McChrystal intervenendo al Consiglio sulle relazioni estere.

A metà del guado

Secondo McChrystal, Stati Uniti e Nato sono solo a "un po' di più del 50%" sulla via del raggiungimento degli obiettivi fissati prima di iniziare la guerra.

Le priorità comprendono soprattutto l'obiettivo di creare un governo legittimo nel quale gli afghani possano credere e che possa controbilanciare la presenza dei talebani. […]

Segue
http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=157168

*****

Solo “un po’ di più del 50% sulla via del raggiungimento degli obiettivi fissati”…

Quindi secondo questo generale dovremo aspettarcene ancora 10.!

silvanetta* . Commentatore certificato 11.10.11 18:26| 
 |
Rispondi al commento

ma se se ne andassero tutti a lavorar la terra con un bel vanga - vanga? o allevare bestiame con un munga - munga?

Stefano magone (bipbipziomar), reggio emilia Commentatore certificato 11.10.11 18:23| 
 |
Rispondi al commento

SVEGLIA!!!!
Capite quello che è successo???
Il Governo è stato battuto!

Seduta sospesa, l'opposizione esulta: «Adesso Berlusconi vada a dimettersi al Colle»

Seduta sospesa alla Camera, su richiesta del relatore Giorgetti, dopo la bocciatura a sorpresa di governo e maggioranza sul primo articolo del rendiconto generale dello Stato. I lavori sul documento economico del Governo sono stati rinviati a domani mentre il premier Silvio Berlusconi si è riunito con il ministro Tremonti.

«Il presidente della commissione Giorgetti ha chiesto di sospendere la seduta. Mi sembra giusto, date anche le evidenti implicazioni di carattere politico dell’accaduto», ha dichiarato il presidente della Camera, Gianfranco Fini, dopo il no dell’Aula all’articolo 1 del ddl. «Mi aspetto che Berlusconi si convinca ad andare al Quirinale», ha commentato il segretario dei Democratici Pierluigi Bersani. «Un governo bocciato sul consuntivo non può fare l’assestamento e senza assestamento il governo non c’è più».

Prima della sospensione, fra rumorii del centrodestra e applausi del centrosinistra, tutti gruppi di opposizioni (Pd, Idv, Terzo Polo, misto-opposizioni) hanno preso la parola per chiedere al Presidente del Consiglio di andare al Quirinale a rassegnare il mandato. Vendola, parlando a margine del suo intervento agli “open days” del Comitato delle regioni Ue, ha invece bocciato l’ipotesi di governo tecnico: una proposta «priva di fondamento e credibilità che non corrisponde alle reali esigenze del Paese». «Un voto come questo - ha riassunto da ultimo Giorgio La Malfa fra il battimani - è come un voto di sfiducia del Parlamento al Governo».
An

viviana v., Bologna Commentatore certificato 11.10.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3/di/3

Conclusione: se non si combatte la povertà (non sia mai che si parli di sradicarla sotto il capitalismo!) è perché il sistema obbedisce a una logica implacabile centrata sull’accumulazione del lucro, che concentra la ricchezza e aumenta incessantemente la povertà e le disuguaglianze socio-economiche.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/10/11/visualizza_new.html_1733669454.html

Dopo cinque secoli di esistenza è questo che il capitalismo ha da offrire.
Che aspettiamo per cambiare il sistema?
Se l’umanità ha un futuro,questo sarà chiaramente socialista!
SOCIALISMO O BARBARIE dunque?
Nessuna società sopravvive quando il suo impulso vitale risiede nella ricerca incessante del lucro (la valorizzazione del valore) e il suo motore è dato dal profitto.
Presto o tardi ciò provocherà la disintegrazione della vita sociale, la distruzione dell’ambiente, la decadenza politica e la crisi morale, e siamo già a buon punto a proposito di ciò.
Il capitalismo è tecnicamente e storicamente fallito. Quanti sforzi e tragedie ci vorranno per seppellirlo solo l’avvenire lo dirà.
Intanto loro, gli dèi cioè i padroni, tirano lussuosamente a campare.
Se queste cose fossero spiegate in termini semplici al popolo, il sistema non starebbe in piedi per mezza giornata. Ma il gioco a nascondino non potrà durare in eterno.
La politica quindi, deve essere non già, riforma o miglioramento dell'esistente,(Riformismo) ma cambio radicale di paradigma sociale e politico, che inneschi un nuovo rapporto tra uomo e uomo, e uomo e natura.
Chissà, se ci arriveremo in tempo, visti gli attuali tassi di distruzione della natura, messi in atto da questo sistema, cioè il...MODO DI PRODUZIONE CAPITALISTICO.

Addio.

P.S.
L'equilibrio stesso - dato il carattere primitivo di questa produzione - è un caso.
(K.Marx - Il Capitale, cap.21)

http://www.deriveapprodi.org/2009/09/il-capitalismo-e-la-crisi/

http://diciottobrumaio.blogspot.com/2010/01/falsificazioni-di-marx_9007.html

Vento...Rosso 11.10.11 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2/di /3
Citiamo alcuni dati con le rispettive fonti recentemente sistematizzati dal Programma Internazionale di Studi Comparativi sulla Povertà dell’Università di Bergen,in Norvegia:
Su una popolazione mondiale di 6,8 miliardi di abitanti
-1,02 miliardi di persone sono denutrite croniche (FAO, 2009)
-2 miliardi di persone non hanno accesso ai farmaci (v vw.fic.nih.gov)
-884 milioni di persone non hanno accesso all’acqua potabile (Oms/Unicef 2008)
-924 milioni di persone sono “senza tetto” o risiedono in abitazioni precarie (Onu Habitat 2003)
-1,6 miliardi di persone non hanno accesso all’energia elettrica (Onu Habitat, Urban Energy)
-2,5 miliardi di persone non sono beneficiate da sistemi di fognatura e drenaggio (Oms/Unicef 2008)
-774 milioni di adulti sono analfabeti (www.uis.unesco.org)
-18 milioni di persone muoiono ogni anno a causa della povertà, in maggioranza bambini con meno di cinque anni (Oms)
-218 milioni di bambini tra i 5 e i 17 anni lavorano in condizioni di schiavitù e svolgono compiti pericolosi o umilianti,come soldati, come domestici, nella prostituzione infantile, in lavori insalubri in agricoltura,nell’edilizia o nell’industria tessile;
-Tra il 1988 e il 2002,il 25% più povero della popolazione mondiale ha ridotto la propria partecipazione al prodotto interno lordo mondiale (Pil mondiale) dall’1,16% allo 0,92%, mentre il 10% più ricco ha accresciuto i propri beni personali passando a disporre dal 64,7% al 71,1% della ricchezza mondiale.
L’arricchimento di pochi ha come suo risvolto l’impoverimento di molti;
-Solo questo 6,4% di aumento della ricchezza dei più ricchi sarebbe sufficiente a duplicare il reddito del 70% della popolazione mondiale, salvando innumerevoli vite e riducendo le sofferenze dei più poveri.
Si intenda bene:ciò sarebbe possibile avendo appena la possibilità di ridistribuire la ricchezza aggiuntiva prodotta tra il 1988 e il 2002 del 10% più ricco della popolazione mondiale,lasciando comunque intatte le sue esorbitanti fortune.

Vento...Rosso 11.10.11 18:20| 
 |
Rispondi al commento

METTIAMO AI VOTI LA PARTECIPAZIONE DEL M5S ALLA MANIFESTAZIONE DEL 15 OTTOBRE.

Ritengo (e qui nel blog non sono il solo...) che la mancata partecipazione del M5S alla manifestazione mondiale del 15 Ottobre sia un errore non solo strategico, ma anche politico.
Strategico e politico perchè il termine "mondiale" centra il problema di fondo: un singolo paese migliore non genera una civiltà migliore nell'era della globalizzazione.
L'oggetto delle critiche degli "indignatos" di tutte le nazionalità, sono le critiche del nostro movimento: la dittatura dei mercati, la supremazia delle istituzioni finanziarie sulle necessità dei popoli sovrani, lo strozzinaggio delle banche, la negligenza e corruzione della classe politica dirigenziale, l'affarismo delle grandi imprese e delle multinazionali, il profitto per pochi ed il debito per tutti.
Non vedere la correlazione delle esigenze dei popoli di ogni singola nazione e la necessità delle oligarchie capitalistiche di far pagare il prezzo ai cittadini del mondo, significa essere affetti da miopia politica.
E siccome da più parti si esalta l'unicità del M5S per la sua democrazia dal basso, per la sua partecipazione collettiva alle decisioni, dimostriamolo.
Dimostriamo che qui non c'è un capo che decide per tutti.

CREIAMO UN SONDAGGIO "DEMOCRATICO" PER AFFERMARE SE IL M5S SARA' PARTE O MENO DI QUESTO MOVIMENTO MONDIALE.

Ps: mi aspetto anche i no motivati.
Grazie.

Postman 71 (blogherdannato) Commentatore certificato 11.10.11 18:20| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 25)
 |
Rispondi al commento
Discussione

1/di/3
IL MIO POST DI COMMIATO AL BLOG

Il capitalismo ha legioni di apologeti.
Molti in buona fede, per ignoranza e per il fatto che,come diceva Marx, “il sistema è opaco e la sua natura sfruttatrice e predatoria non appare evidente agli occhi degli uomini e delle donne del mondo”.
Altri lo difendono perché ne sono i grandi beneficiari,accumulando enormi fortune grazie alle sue ingiustizie e iniquità.
Vi sono anche quelli(guru finanziari,analisti,giornalisti specializzati,accademici ben pensanti e diversi rappresentanti del pensiero unico) che conoscono perfettamente ciò che il sistema impone in termini di costi sociali e di degradazione umana e ambientale,ma sono ben pagati per ingannare la gente e proseguono instancabilmente il loro lavoro.
Essi sanno bene che la “battaglia delle idee” (cioè,il perpetuamento ideologico di questo mondo,come il migliore possibile) è assolutamente strategica per la preservazione del sistema e non risparmiano sforzi per vincerla(si pensi all'enorme apparato massmediatico)
È molto istruttivo ascoltare,soprattutto nel contesto dell’attuale crisi,che la soluzione ai problemi del capitalismo si otterrebbe con più capitalismo (tutti conosciamo il ritornello che ci vuole più crescita);o che il G20,il Fondo Monetario Internazionale,l’Organizzazione Mondiale del Commercio e la Banca Mondiale, pentiti per gli errori del passato,risolveranno i problemi che opprimono l’umanità.
Tutte queste istituzioni sono incorreggibili e irriformabili e qualunque speranza di cambiamento non è altro che un’illusione.
Continuano a proporre le stesse cose,solo con parole diverse e con una strategia di “relazioni pubbliche” disegnata per nascondere le loro vere intenzioni.
Chi ha ancora dubbi veda quello che stanno proponendo per “risolvere” la crisi in Grecia, ed ora anche in Italia:le stesse ricette che hanno applicato e continuano ad applicare in America Latina e in Africa dagli anni 80 del secolo scorso(saccheggio e devastazione di buona parte dell'Africa).

Vento...Rosso 11.10.11 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Antonio Di Pietro:
"Bocciare il bilancio è un atto politico uguale alla sfiducia verso l'azione di governo e di maggioranza, è la dimostrazione che i conti non tornano, che il governo non ha la maggioranza nemmeno per il bilancio dello Stato".
Ora la parola deve passare al Capo dello Stato. "Anche nella prima Repubblica una bocciatura come questa avrebbe comportato che il governo andasse a rimettere il proprio mandato al Capo dello Stato. Berlusconi non lo farà mai e penso che stia allora al Capo dello Stato valutare autonomamente" se ci sono le condizioni per andare a votare subito.

TREMONTI NON HA VOTATO DUE VOLTE!!!!!!!

4 deputati della Lega che non hanno votato.
Oltre a Bossi, mancava Brigantini, erano in missione Stefano Stefani e Roberto Maroni.
17 gli assenti del Pdl
Non hanno partecipato al voto Filippo Ascierto, Vincenzo Barba, Elena Centemero, Giuseppe Cossiga, Sabrina De Camillis, Pietro Franzoso, Marco Martinelli, Antonio Martino, Giustina Destro, Dore Misuraca, CLAUDIO SCAJOLA, Umberto Scapagnini, Piero Testoni - Alfonso Papa è in carcere da luglio-
7 gli assenti in Popolo e Territorio. Mancavano Pippo Gianni, PAOLO GUZZANTI, Andrea Orsini, FRANCESCO PIONATI, Americo Porfidia e DOMENICO SCILIPOTI.
Nel gruppo misto (in cui convivono sia sostenitori della maggioranza sia dell'opposizione) la metà era in missione. Mancavano tra gli altri GIANFRANCO MICCICHE'e ANDREA RONCHI

Briguglio: "Berlusconi è scappato. Un segno dei tempi: è finita, il governo è politicamente finito. Berlusconi si dimetta».

viviana v., Bologna Commentatore certificato 11.10.11 18:19| 
 |
Rispondi al commento

INOLTRE!
27 miliardi di euro in cacciabombardieri!
Un paese che non trova risorse per uscire dalla crisi, che ha crescita zero, con milioni di precari e disoccupati, con un debito spaventoso, che spende 27, dico 27 miliardi, per bombardare chi?
A queste spese però i mercati reagiscono bene, il fmi non si allarma, la bce non monita nè manda lettere!
Certo, nella loro ottica, sono soldi spesi bene,
sicuramente meglio della spesa pensionistica o per l'assistenza ai disabili.
Chi non vede questa vergogna, non può definirsi interamente, completamente umano!

l., ancona Commentatore certificato 11.10.11 18:17| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

hanno tentato in tutti i modi di farmi cancellare
filmati da youtube sull'Afghanistan degli anni 80
alludendo a un copyright "russo" , la leninfilm!!

ah ah ah ah !!!
carogne e bastardi di yankee...musica e brani non vengono toccati , quelli non influenti, mentre pezzettini di filmato danno fastidio !!!

cmq, accorciandoli e modificandoli sono riuscito
ancora a salvarli !

- QUANDO I TALEBANI ERANO STRETTI ALLEATI DEGLI AMERIKANI E DELL'EUROPA OCCIDENTALE !!!

http://www.youtube.com/watch?v=PH1nA9wwqm4

da qui si capisce quanta idiozia c'è in quella guerra , non basta oppio o gasdotti !

sono veramente dei gran coglioni!
a comprarseli , costerebbe molto meno!
(ma questo già lo fa qualche ufficiale lì in Afghanistan, roba da pazzi)

LENIN il saggio (il verde appeso), Roma Commentatore certificato 11.10.11 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Perchè siamo semplicemente una succursale degli Stati uniti da sempre.
Specialmente negli ultimi decenni,senza elencare tutti i casi dalle stragi di stato all'ultimo ambiguo processo "Meridhit".
Alle base militari,alle testate atomiche etc.etc.
Basta leggere i cablogrammi di wikileaks.
Insomma uno stato "zerbino",la 51esima stella della loro bandiera,quella "nana"....

stefano c., trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Lega Nord: verso l’epurazione del sindaco Tosi Pubblicato ilottobre 10, 2011 dacubicamente
Sì, le forze centrifughe interessano tutti i partiti, è vero. Il PD con Veltroni e i popolari, il PdL con i malpancisti o i frondisti guidati dal redivivo Scajola. Ma quanto si è consumato ieri a Varese, durante il consiglio provinciale della Lega Nord, segna un cambiamento storico: il punto di non ritorno per il Carroccio. Il Consiglio è stato oggetto di dure critiche, fischi diretti persino a Bossi. Si doveva eleggere il nuovo segretario provinciale ma la votazione non ha nemmeno avuto luogo. Maurilio Canton era l’unico candidato presente. Il candidato di Bossi. Stamane, di fronte alla sede della Lega a Varese, è stato appeso questo striscione:
ovvero, Canton segretario di chi? Di nessuno. Canton è sindaco di Cadrezzat e di sé ha detto: “Il mio nome era stato indicato da Bossi in persona” [...] “è andato tutto come doveva andare, cioè bene: sono stato eletto per acclamazione come in passato è già avvenuto in altri congressi della Lega” [...] “sì, c’è stato qualche problema con alcuni delegati, e venivamo da alcuni dissidi interni ma poi il presidente ha usato i suoi poteri: siccome ero l’unico candidato ha deciso l’elezione per acclamazione. Spetta a lui decidere come votare, mica ai delegati, il regolamento parla chiaro” (TMNews).
A margine del consiglio provinciale di Varese, la polemica con il sindaco di Verona Tosi continua. Dopo le censure ricevute dalla segreteria nazionale a fine settembre, oggi Francesco Speroni, il leghista dei trecento all’ora sull’Autobahn, ha affermato che Tosi è “fuori della linea del partito”, che sta “assumendo posizioni centraliste” e pertanto la sua posizione sarà oggetto di valutazione da parte di chi di dovere In altre parole, Tosi rischia l’epurazione così come tutti gli altri eretici che stanno su posizioni di contrappunto al ruolo della Lega nella dinamica berlusconiana.

ippolita ., genova Commentatore certificato 11.10.11 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Governo battuto sul Bilancio dello Stato!!!!!!!!!!!
Fini: "Un fatto senza precedenti"
Non votano Tremonti e Responsabili
Non vota Bossi
Ira del Pdl
Berlusconi allibito
OpposizionI: DIMISSIONI!!! DIMISSIONI!!!!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 11.10.11 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'11/9 e' stata una dichiarazione di guerra rivendicata dai talebani, cioe' dal Governo dell'Afghanistan.
Gli USA hanno risposto legittimamente; noi che siamo nella NATO abbiamo fatto il nostro dovere partecipando.
Beppe, quando dici 'ste cose qui, mi perdi centomila punti.
Dai cazzo.