Il MoVimento 5 Stelle contro il nepotismo

nepotismo.jpg

A Bologna è stata approvata all'unanimità la proposta del MoVimento 5 Stelle per un'anagrafe dei nominati, dei consulenti e dei rappresentanti del Comune presenti in enti e società. L'elenco sarà visibile on line sul sito del Comune. La proposta del consigliere del M5S Max Bugani prevede che siano resi pubblici curriculum e redditi insieme a "rapporti di parentela o affinità fino al terzo grado con eletti a cariche politiche", al secondo grado "con dipendenti dello stesso ente o aziende presso cui sono chiamati ad operare", nonché "rapporti di lavoro, di parentela o affinità fino al terzo grado con dipendenti, dirigenti, titolari o soci di maggioranza di aziende fornitrici dell'ente presso cui sono chiamati ad operare". Un esempio da imitare in tutta Italia per bonificare i Comuni. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Postato il 11 Ottobre 2011 alle 18:11 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
Commenti (46) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Bologna, Bugani, Comune, MoVimento 5 Stelle, nepotismo

Commenti

 

Sarebbe da stupidi pensare :perchè parenti non si possa accedere ad una qualsiasi incarico di lavoro ,purchè sia fatto per meriti ,per capacità e soprattutto la paga deve essere commisurata al'impegno sul lavoro e alla retribuzione media dei colleghi europei.
Subito dopo il nepotismo bisogna parlare dei doppi incarichi o tripli con stipendi da capoggiri dei famosi boiardi di stato.
Qualcuno poi mi sa dire perchè le banche quando vendono una casa all'asta non restituiscono le rate già pagate dagli esecutati?Ci tenco tanto ad una risposta da parte di qualcuno che sa come vanno queste cose.
pino

giuseppe carbotti 16.10.11 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Grazie MAX BUGANI per l'idea che hai avuto per bologna ,di pubblicare in internet nomi e cognomi e redditi e grado di parentela dei vari personaggi pubblici.
Nemmeno quei furbacchioni delle gerarchie ecclesiastiche hanno mai pensato di fare una cosa simile.
Mi rivolgo al movimento 5 stelle ,che cosa aspettiamo a presentare il movimento al sud ?Magari in puglia ,a taranto e martina franca?
Parecchi italiani si renderanno conto di persona della politica del movimento 5stelle,quando dicono che peppe grillo fa solo spettacolo.
giuseppe carbotti

giuseppe carbotti 16.10.11 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Chiar.mo Beppe Grillo,
a proposito d'italiota nepotismo, penso che il fenomeno sia la conseguenza della dilagnate corruzione statale simile a quella dell'Unione Sovietica prima della caduta del Muro. Il figlio di Leonìd Il'ìč Brèžnev, capo assoluto dell'Unione Sovietica dal 1964 al 1982,faceva collezione di auto FERRARI. Il partito unico sovietico controllava capillarmente la vita politica e sociale della nazione. Idem, nell'Italia odierna dove al posto del partito unico c'è la CASTA trans-partitica, il prodotto di una parvenza di democrazia.
Al di là della CASTA, ci sarebbe il Terzo Stato, relegato in misere condizioni, se non reagisce.
Grazie e saluti
Giuseppe C. Budetta

Giuseppe Costantino Budetta 14.10.11 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Arrivate tardi e/o non citate le fonti delle vostre luminose scoperte! Siamo noi RADICALI che vi abbiamo passato il testo dell'anagrafe pubblica degli eletti http://www.radicali.it/campagne#anagrafe
già fatta approvare in molti comuni e regioni dì'Italia.
Bravi!

Claudio Barazzetta 14.10.11 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Vi informo che anche questa volta,come per i Referendum, l'Idv lo ha già fatto ben prima di voi.

Il Comune di Pistoia ha promosso una “vera e propria” rivoluzione amministrativa, ha approvato una norma che disciplina la presenza nello stesso servizio di persone legate da un vincolo di parentela. E’ stata anche definita la regola “anti-nepotismo”, perché è destinata a combattere quella rete, presente in alcuni posti di lavoro, composta da legami “in ufficio e a casa”, che suscita spesso invidie ed insofferenze, bloccando o favorendo carriere.

Andrea Betti, consigliere comunale dell’Italia dei Valori, promotore della mozione approvata, ha dichiarato con soddisfazione che : “Da quanto mi risulta è la prima volta in Italia che si verifica nell’amministrazione pubblica, e credo che non ci sia niente di simile in Europa. Ci sono ovunque situazioni di rapporti “misti” in ufficio, da noi c’è una dirigente che ha la sorella come funzionario nel suo servizio: un conflitto d’interesse evidente. La norma che è stata approvata stabilisce che quando c’è una posizione gerarchica non possono coesistere né coniugi né parenti entro il terzo grado”.

Nel testo della norma si legge: “In un Ente Pubblico è doveroso non mischiare famiglia e lavoro; che nell'ottica di una produttività dei servizi è necessario valorizzare le capacità in una cornice di trasparenza che valichi ogni parzialità familiare". Il comune di Pistoia, attualmente, è governato dal centro sinistra ma la norma è stata accolta favorevolmente in modo trasversale da tutti i partiti, anzi, "accettata come una liberazione".

Il consigliere Betti spiega come sia stata la sua esperienza quotidiana a spingerlo a promuovere questa crociata per smantellare i gruppi parentali all’interno degli ambienti di lavoro: “In ogni lavoro che ho cercato e fatto mi sono sempre trovato davanti il “parentame”. Al Consiglio Comunale ci sono arrivato da eletto ma ho trovato le stesse

franco benati 14.10.11 03:44| 
 |
Rispondi al commento

andiamo bene,pure voi del 5 stelle fate come gli altri partiti....avete preso l'idea dei Radicali che stanno portando avanti da anni,tramite la raccolta firme nei comuni per proposte di delibere di iniziativa popolare per l'anagrafe degli eletti...ma bravi,e non citateli neanche...mi sa che il testo ve lo hanno addirittura passato loro...a quanto dice il segreatario dei Radicali Staderini su facebook...
http://old.radicali.it/view.php?id=127859

Roberto A 14.10.11 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Scusate sono ancora io, dimenticavo l'esempio esemplare tra gli enti clientelari nei rami cuginetti+famigli: l'UNIVERSITA'!
Nell'università italiana il parentelame e il clientelame è tutto al cubo, anzi a potenze ennesime grandi a piacere. Ognuno di noi crede di aver visto il peggio, e ci sta male perché è la sua vita che viene buttata; poi arriva uno che te ne racconta una peggio ancora, ed anche per lui è la sua vita ed il nulla suo nel quale viene scaraventato.

Ciao EUSTON

p. ., firenze Commentatore certificato 13.10.11 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, vedo che Luca S. obietta che Berlinguer era figlio di deputato! Con ciò Luca si autodenuncia quale aderente del "Tuscan way": tutti comunisti, tutti massoni, tutti parenti e tutti amici. Barriera impenetrabile agli indipendenti, agevole scala sociale per le cordate.

Certo è facile elencare i parenti, stesso cognome e relazioni certificabili; è difficile rintracciare gli scambi di favori. Ma forse, forti di quei primi elenchi, si potrà andare avanti, provare e pubblicare le relazioni di altro genere che affliggono Comuni ed enti locali vari, Province e Regioni soprattutto.
Merito? merito un fico secco.

Anche perché parentele e favori nuocciono al lavoro che ne esce: il cuginetto o famiglio farà sempre il bene del benefattore, mai dell'ente. Nei contratti, nei conti, nel lavoro di routine, nella gestione del personale, in tutte le scelte e modalità possibili, il famiglio eseguirà gli ordini e cercherà di piacere, a volte sarà obbligato a farlo.
L'indipendente invece lavora onestamente perché è solo e nessuno lo sostiene, lui ha solo la legge a sua tutela. Il suo lavoro è la sua difesa.

Nella situazione attuale, lavorare bene o male è la stessa cosa, lavorare poco o tanto è la stessa cosa. Il lavoro per l'ente diventa un accessorio, lo scopo privato diventa la sostanza del rapporto di lavoro. Queste sono le condizioni di quasi tutti i Comuni ed enti locali collegati, quasi tutte le Province e le Regioni: alla faccia del pubblico interesse.

Ciao EUSTON

p. ., firenze Commentatore certificato 13.10.11 12:18| 
 |
Rispondi al commento

3° grado non và bene, se bisogna fare un'azione del genere non deve essere ne una fregatura ne prendere in giro chi ci crede. Per quel che sò, già i fratelli sarebbero parenti 2° grado per la legge. Io direi che sarebbe giusto definire almeno fino al 5° grado di parentela, ed ancora non sarebbero inseriti cugini e nipoti...

antonio 13.10.11 11:41| 
 |
Rispondi al commento

ottima idea, da diffondere in tutti i comuni, province, regioni, e stato.

arturo terragni 13.10.11 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo, è l'unico modo che i cittadini hanno per sputare in faccia a questa schifezza. Loro non si vergogneranno mai e non si può certo sperare che tornino ad essere civilizzati. Le iene non mollano la presa.

maria barberio 12.10.11 22:17| 
 |
Rispondi al commento

era ora!spero che che il" contagio "avvenga rapidamente in tutta Italia,è il primo passo verso la democratizzazione del paese.Bravissimi!

aurelio 12.10.11 21:47| 
 |
Rispondi al commento

un grazie infinito a chi ha lavorato e sofferto per regalarci queste piccole grandi pillole di democrazia......avanti ragazzi siamo tutti dietro le quinte ....ma pronti a seguirvi e ad appogiarvi ......forza ragazzi forza ce la faremo a riprenderci le liberta' che ci hanno tolto....

lino p., genova Commentatore certificato 12.10.11 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Che invidia per i Bolognesi!!! Dove abito io non si potrebbe neppure proporre!

Sonia R. Commentatore certificato 12.10.11 20:20| 
 |
Rispondi al commento

il nepotismo è una cosa anche di sinistra, ditegli di smettere!

giancarlo sartoretto 12.10.11 19:26| 
 |
Rispondi al commento

ed un giretto ogni tanto per gli uffici degli assessori e della moltitudine di responsabili, direttori e presidenti?
Io per i miei problemi è da un anno che vado in pellegrinaggio per uffici comunali. Possibile che in un anno MAI una volta che ho trovato uno di questi tizi al loro posto?
Matrimoni, funerali, malattia, sbarco di alieni...
Giusto ieri mi aggiravo per un assessorato completamente deserto. nemmeno una segretaria. se mi portavo una carriola potevo fregarmi computer, stampanti e sanitari!
L'ho fatto presente ai consiglieri, ma pare sia un fatto che nemmeno merita di essere preso in considerazione, tanto è normale.

Michele Tucci, ravenna Commentatore certificato 12.10.11 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dopo aver girovagato in vari partiti politici da un pò di tempo sto osservando il movimento 5 stelle. mi sembra una buona cosa. suggerisco una raccolta di firme per un referendum popolare che abbia come scopo l'adeguamento degli stipendi dei parlamentari e dei consiglieri comunali come quelli dei loro colleghi europei. perchè ho capito una cosa, occorre renderli umani togliendoli i soldi. solo quella lingua conoscono.

massimo grandesso 12.10.11 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me l'anagrafe dei parenti non basta, non serve a nulla.
Sapete che esiste il posto di scambio, oltre che il voto di?
E non si può nemmeno condannare a priori chi, oltre ad essere parente di Qualcuno, valga anche professionalmente.
Ad eccezione del Trota, ovviamente.
E' la testa degli italiani che deve cambiare!

giancarlo ranieri 12.10.11 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!

dario bisi, bologna Commentatore certificato 12.10.11 17:00| 
 |
Rispondi al commento

mio dio ma non vediamo quanto siamo patetici? abbiamo bisogno di certificare la parentela (e purtroppo so che é anche necessario al momento), ma il problema non é la regola bensí la mentalitá. É giusto il discorso del cv ma il problema non si risolve alla radice in questa maniera, perché magari si penalizza quel caso su un milione che é in gamba e non puó accedere ad un lavoro per un parente che lavora nello stesso ente. DOBBIAMO CAMBIARE LA MENTALITÁ, NON SEMPLICEMENTE LE REGOLE, per quelle il sotterfugio lo si trova sempre!!!

Sonic M
www.mysonicnation.wordpress.com

Sonic M 12.10.11 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Leganord=Mafia - Mafia=Leganord

Per i babbei padanilegaioli che non comprendono l'equazione diciamo...
Chi ha permesso a berlusconi di rimanere al potere negli ultimi 17 anni con conseguenze spaventose ? Chi si è trasformato da partito del popolo a partito casta ?
Chi è stato condannato per tangenti enimont? Chi si è reso responsabile in prima persona della legge porcata ?

Dopo Milanese anche il ministro delle politiche agricole Romano è stato salvato. La Lega si allinea alla posizione della maggioranza e il ministro dell'Interno nega persino le critiche della base.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/24/romano-maroni-non-ce-motivo-di-sfiduciarlo/159752/

Leghisti e legaioli avete salvato l'ennesimo delinquente un certo "milanese", ora salvate anche Romano, capisco che ormai siete romani, fate una cosa seria nella vostra vita seppellitevi e questo paese comincerà a respirare un'aria più pulita !

http://www.repubblica.it/politica/2011/09/22/dirette/milanese_voto-22047813/

Castelli leganord. Sono povero Guadagno solo 145mila euro l'anno. Così il viceministro alle Infrastrutture durante la trasmisisone de La 7 'Piazza pulita' http://espresso.repubblica.it/dettaglio/castelli-sono-povero/2160919

Leghisti e lagaioli Andate a lavorare avete scelto la politica infatti per far soldi, ben sapevate che era un'occasione unica e irripetibile.

Pietro T. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.11 13:50| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE BUGANI E GRAZIE M5S. ALLORA C'E' ANCORA SPERANZA!

Antonio G., Budrio Commentatore certificato 12.10.11 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Oltre queste cose che possono essere utili ma non necessarie...cosa si pensa di fare per i milioni di disoccupati italiani? Questa sarebbe una proposta NECESSARIA ma che nessuna fa in concreto.
Perché non si fa un'anagrafe dei disoccupati e si redistribuiscono i posti di lavoro? Ci sono milioni di famiglie in cui ci sono due o più entrate e milioni in cui spesso ve n'è una precaria e insufficiente. Cosa avete in mente di fare per questi milioni di famiglie indigenti? Questo deve essere il primo problema da affrontare e risolvere il prima possibile!!Le altre cose sono solo cosette demagogiche che non risolvono il problema delle famiglie povere!!!

Massimiliano Coraggio Commentatore certificato 12.10.11 12:18| 
 |
Rispondi al commento

...che poi come pratica di vecchia data è anche un po' ingenua e da casi disperati!
Ovvero, la tecnica col tempo si è raffinata e quando possibile si tende piuttosto ad adottare lo scambio di favori, cioè a grandi linee "piazza mia figlia da te che io trovo un posto per tuo nipote", così su questo muro di gomma nessuno può verificare o protestare.
E se nel settore pubblico risulta particolarmente odioso e indecoroso, bisogna ricordare che lo stesso succede ugualmente nelle imprese private ed ecco infatti spiegati i risultati eccellenti dell'economia italiana.

Carlo Voitila 12.10.11 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Che risultato ragazzi! Ma diteci la verità, quanto gli avete dato agli altri consigieri per farlo approvare? :-))))

Stefano S. - Roma 12.10.11 11:36| 
 |
Rispondi al commento

E' un ottimo passo avanti, bravi!
Bisogna andare oltre, occorre far pubblicare sulla Rete (la scrivo con la maiuscola per la sua importanza) i dati di ogni BILANCIO RECENTE DI OGNI ENTE PUBBLICO.
Ma i dati di base, stringati, ben chiari e capibili da tutti!
I guadagni e/o le perdite, ma anche quanto è costato in media ogni dirigente; quanto è costato, per esempio (in media) un paziente in quella data ASL, o quanto ha prodotto in media un cittadino in quel dato comune, ecc. ecc.
Gli ENTI si chiamano PUBBLICI? Allora PUBBLICO DEVE ESSERE IL BILANCIO, ma anche ACCESSIBILE, SINTETICO e FACILE DA LEGGERE anche per un ignorante come me.
Ne vedremmo delle belle!

Paolo Card 12.10.11 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi !!!!!

sara paglini, carrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.11 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la conferma che il M5S sta lavorando bene. Bravi ragazzi, avanti così!

Maurizio B., Monza Commentatore certificato 12.10.11 10:51| 
 |
Rispondi al commento

sono contenta nel vedere tale trasparenza,ma putrtroppo e' così ancora adesso in tutti i comuni d'italia sopratutto al sud ma anche qui nel nord,no so quanti hanno il coraggio di farlo,il nipotisnmo e' da combattere e malgrado ci siano i concorsi pubblici che dovrebbero prendere chi se lo merita finiscono di prendere sempre il parente prossimo,con la fame di lavoro che c'e' e' il minimo,quello che mi fa rabbia e' che scavalcano tutti e molto spesso non hanno nemmeno finito la scuola,così e' successo ame un fatto analogo di un concord so fittizzio,ma sapevano gia' chi far entrare,soldi spesi e viaggio inutile.--e' giusto la trasparenza in primis...fate un'indagiane all'istituo mariutto e vedrete quanto nipotismo c'e' sopratutto nel settore cucina andate a verificare chi ha realmente i requisiti richiesti e vedrete a quante cose sono sorpassati sopra.

Rossella Bortoluzzi 12.10.11 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Elenco sacrosanto, da rendere obbligatorio in tutto il Paese e per tutti gli enti statali, parastatali e nelle società partecipate dallo stato. E non tirino fuori str...ate sulla privacy: il cittadino ha il diritto di sapere come spendono i suoi soldi, il politico (se è onesto) l'obbligo di riferire.

Danilo 12.10.11 09:58| 
 |
Rispondi al commento

trasparenza vuol dire affidabilità, significa avvicinare i cittadini alle istituzioni che aprono al dialogo, al confronto, soprattutto sul piano pratico di come sei stato inserito e di quanto rimani compatibile con tale mansione che sei chiamato a svolgere, onore a quelli come il Bugani, complimenti!

gaetano musella (gaetànooo) Commentatore certificato 12.10.11 09:30| 
 |
Rispondi al commento

...W LA TRASPARENZA....MEGLIO SE RETROATTIVA !!!!!GIUDICHERANNO I CONTRIBUENTI SE I POSTI ASSEGNATI LO SONO PER MERITO O PARACULAGINE !!!!!

tina ghigliot 12.10.11 07:44| 
 |
Rispondi al commento

....perchè Napolitano non viene ascoltato mai quando parla delle "morti bianche" Le morti sono sempre nere,,, Io mi sarei stancata di ripetere sempre le stesse reprimende,,, e passerei ai fatti. Agli Italiani forse stanno bene queste morti? Vorrei che non fosse un "predica Berto che predichi nwl deserto"... Le libertà oggi sono dei padroni e non degli schiavi sottoposti per fame. Forse è il caso di stabilire una classifica degli imprenditori rispettosi delle leggi civili e morali, In fondo non dovrebbe essere difficile...

alma.gemme 12.10.11 04:18| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo!

Monica Oliva 12.10.11 00:04| 
 |
Rispondi al commento

oggi se non sei parente "DI" non sei nessuno!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 11.10.11 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Molti scrivono solo per dar fastidio proprio... cervello spento e dita sulla tastiera.

Non c'è mica scritto "appena troviamo parenti li cacciamo"....
Dicono "intanto si censiscono" perchè è ovvio che un babbo che mette il figlio da una parte è PROBABILE (non sicuro), non lo metta per merito ma per parentela.

Censendoli, gli fai sentire il fiato sul collo, sul fatto che sono controllati e che se mettono gente incapace perchè imparentata vengono sgamati subito... o se ormai sono già lì verrà guardato, più degli altri perchè più probabile l'imbroglio, il loro rendimento.
Certo che se sono bravi li lasci lì, mica li mandi via perchè figli o parenti, ma per quel che solitamente comporta ovvero l'incompetenza (dove accertata ovviamente).

Insomma, vanno a cercare quelli con la "pistola in mano" perchè intanto partono dall'ovvio.... e così tra l'altro fanno fare un passo indietro a chi pensava che ormai in italia un "furbetto" si potesse permettere di tutto.
Certo, anche chi non ha la pistola potrebbe avere un bazooka in tasca, così come chi ce l'ha magari vien fuori che è ad acqua....

Ma il M5S fà quello che può (e forse stà facendo anche di più) considerando che è nato 3 anni fà e che l'han votato il 5% degli italiani.

Invece di lamentarvi o di dare consigli per altre mosse più incisive, convincete più gente a votarli alla prossima, così con più gente nei posti chiave potranno sicuramente fare prima.

michele s. Commentatore certificato 11.10.11 22:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ovviamente potrebbe capitare anche un "nipote" capacissimo ( anche se la cosa non è per niente scontata ) e perciò una buona legge dovrebbe prevedere pure questo caso strano.

Quello che invece a me interesserebbe di più non è tanto stroncare il nepostismo che è il mezzo ma arrivare direttamente al fine che è il parassitismo economico sui denari pubblici.

per togliere il parassitismo bisognerebbe intanto fare una bella anagrafe di tutte le persone fisiche e giuridiche (onlus comprese) con la storia di tutti i regalini ricevuti dallo stato+enti locali di modo che non sia più che i soliti noti siano sempre a puppare il latte dalla mamma italia e gli altri che rimangono senza latte.

Con una anagrafe dei contributi e aggevolazioni a fondo +o- perduto si scoprirebbe quel che già si immagina cioè che ci sono persono e ditte e associazioni che prendono sempre soldi (fiat per esempio) e ditte che non hanno mai preso nulla e così si potrebbe riequilibrare un po la situazione perché non sia più che a prendere finiscano sempre i soliti una volta per un motivo ed un altra per un altro motivo.

oppure gente che apre 100 ditte in 10 anni e prende soldi per farle fallire mentre altre ditte che devono pagare le tasse per coprire i regali tarokkati!

libero pensiero perciò pazzo 11.10.11 20:24| 
 |
Rispondi al commento

sinceramente mi sembra una stronzata. Enrico Berlinguer era figlio di un deputato. E allora ? Togliamo il diritto alla partecipazione a chi nasce flglio o parente? Ma scherziamo? E' anticostituzionale, punto. Raffaello, il pittore, era figlio di un pittore che gli insegno' il mestiere, e allora? il nepotismo è quando vai ad una carica che non ti meriti. Ma se sono cariche elettive, o per meriti, non è nepotismo. Ma siam pazzi ? E quindi se mia madre era deputata io non potevo fare politica attiva?!?! Ma siam pazzi?

Luca S., Toscana Commentatore certificato 11.10.11 19:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene Cosi'. Avanti!!!

Fabri 11.10.11 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Siamo affamati di buone notizie!

Grazie Bugani!

manuela bellandi Commentatore certificato 11.10.11 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Le rivoluzioni cominciano con le piccole cose.

fabrizio castellana Commentatore certificato 11.10.11 18:51| 
 |
Rispondi al commento

un altro motivo in più per votare M5S

paolo c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.10.11 18:14| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori