Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La guerra italiana


sacconi_menate.jpg

"Bollettino di guerra in arrivo dalla penisola italica. Il giorno 31 del mese di ottobre dell'anno 2011.
Disoccupazione giovanile al 30%. Stop
Inflazione ai massimi dal 2008. Stop
Btp sopra il 6%. Stop
Piazza Affari sotto il 3%. Stop
Default Italia vicino al 95%. Stop
Menate di Sacconi sopra il 99%. Stop
Cittadino fottuto 100%. Stop.
Passo e chiudo. A domani"
Giuseppe F.

31 Ott 2011, 17:30 | Scrivi | Commenti (24) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

-----------------------
| |
/| /| | Per favore, |
||__|| | non date |
/ O O\__ da mangiare |
/ \ ai troll. |
/ \ \ |
/ _ \ \ -------------------
/ |\____\ \ ||
/ | | | |\____/ ||
/ \|_|_|/ | __||
/ / \ |____| ||
/ | | /| | --|
| | |// |____ --|
* _ | |_|_|_| | \-/
*-- _--\ _ \ // |
/ _ \\ _ // | /
* / \_ /- | - | |
* ___ c_c_c_C/ \C_c_c_c____________

Dino Colombo Commentatore certificato 21.11.13 00:16| 
 |
Rispondi al commento

___________★★★______★★★__________★★★★★★★___
__________★★★_____★★★_________★★★★★★★___
_________★_★★___★__★★_________________★★___
____________★★_______★★________________★★____
____________★★_______★★______________★★__ _____________★★_______★★_____________★★__
____________★★_______★★__________★★★★★★___
__________★★★★★___★★★★________★★★★★★___

Dino Colombo Commentatore certificato 21.11.13 00:08| 
 |
Rispondi al commento

BASTAAAA BASTA PARLARE SOLO DIDISOCCUPAZIONE GIOVANILE!!! LA DISOCCUPAZIONE PEGGIORE E' QUELLA CEH STA COLPENDO I PADRI DI FAMIGLIA CHE VANNO DAI 40 ANNI IN SU E CHE NON TROVANO NIENTEEEE

alessandro ginesi, Genova Commentatore certificato 04.11.11 09:15| 
 |
Rispondi al commento

RELAZIONE DI UN SOGNATORE PER INTERVENTI SU CRISI ECONOMICA
•Chiedo scusa a tutti per essere stato prolisso, ringrazio per avermi ospitato.
Chi avrà la pazienza di leggere questo post dovrà partire in ordine cronologico di inserimento.Grazie, Saluti

Antonio Vetere 02.11.11 17:40| 
 |
Rispondi al commento

• 30) Informatizzazione delle certificazioni burocratiche, mediche etc, con collegamenti gratuiti alle banche dati da parte dell’utenza
31) Riforma della Giustizia civile e penale, avuto riguardo ai tempi di emanazione dei provvedimenti e sentenze, con penalizzazione per il non rispetto della tempistica e sanzioni civili in caso di palese errore. La validità dovrà avere efficacia dall’approvazione della riforma
32) Indulto o amnistia solo per reati di minore gravità, previo inasprimento qualora vengano reiterati o vengano posti in essere reati più gravi. Il tutto previo censimento in banca dati dei soggetti coinvolti dai provvedimenti, con obbligo di segnalazione alle stazioni dei carabinieri delle loro località di residenza o dimora per tutta la durata della pena che avrebbero dovuto scontare.
33) Intercettazioni telefoniche: divieto di qualsiasi divulgazione che abbia carattere di gossip e non inerente agli atti processuali
34) Rinegoziare termini partecipazione UE monetaria, per l’Italia già penalizzanti causa concambio, come anche gli aiuti ai paesi membri, quali la Grecia che ha imbrogliato sui conti e vuole salvarsi con sacrifici degli altri. E’ opportuno tenere in conto che Paesi come Germania e Francia hanno esposizioni gravi verso la Grecia, 50 miliardi di euro contro 1 o 2 miliardi dell’Italia (Intesa + Unicredit € 900 milioni), per cui le virtuose nazioni – Germania e Francia – salvano loro stesse, è già avvenuto con la crisi immobiliare Irlandese.
OBBLIGO MORALE PER TUTTI I PARTITI È L’ IMMEDIATA RIFORMA ELETTORALE, DANDO IL DIRITTO DI SCELTA DEL CANDIDATO AL POPOLO SOVRANO, PRIMARIE PER INDICAZIONE PREMIER

Antonio Vetere 02.11.11 17:35| 
 |
Rispondi al commento

• 23) Vietare tutte le manifestazioni politiche e sindacali nei centri cittadini ( in particolare a Roma ), ove possono essere arrecati danni a volte irreparabili, in ogni caso traducendosi in rilevanti costi a danno dell’erario e delle attività. Vanno indicate da parte delle Prefetture i luoghi di raduno ove liberamente e pacificamente esporre le proprie opinioni
24) Revisione e decurtazione delle contribuzioni all’editoria, è inimmaginabile che vi siano testate giornalistiche sostentate unicamente con fondi dello Stato
25) Rielaborazione dei costi a livello nazionale e delle tempistiche previste per esecuzione dei lavori opere pubbliche, con snellimento delle procedure delle gare di attribuzione appalti ( pleonastico è dire che vanno escluse tutte le imprese che abbiano qualsiasi connessione con soggetti malavitosi )
26) Osservatorio Nazionale Sanitario sui costi del materiale, uniformità degli stessi su tutto il territorio, indicando le società e case farmaceutiche aderenti, i risparmi ottenuti vanno destinati all’ammodernamento e potenziamento del settore ( quali il riconoscimento dell’operatore sanitario per assistenza domiciliare ad anziani )
27) Bonifica idrogeologica dell’intero territorio nazionale, con interventi prioritari sulle aree maggiormente esposte, reperendo i fondi inizialmente dai risparmi sui costi della politica
28) Cultura: assegnazione di fondi non “a pioggia”, ma per adeguamento strutture e per esaltare la meritocrazia finalizzata a progetti seri, approvati dal Ministero dell’Istruzione, e dall’ Assessorato alla cultura per le singole realtà territoriali.
29) Razionalizzazione dell’intero patrimonio artistico e ambientale nazionale con società di gestione a partecipazione privata, con impiego di personale qualificato da selezionare particolarmente presso le Università e controllo delle competenti Regioni, a cui viene retrocessa percentuale 15/20% sugli utili

Antonio Vetere 02.11.11 17:34| 
 |
Rispondi al commento

• 14) Separare in modo chiaro ed univoco la previdenza dall’assistenza
15) Elevare a 67 anni l’età pensionabile, mantenendo max 40 di contribuzione (pensioni di anzianità), in entrambi i casi su base volontaria con agevolazioni fiscali quale la detassazione per tutto il periodo in cui si resta al lavoro oltre i limiti attualmente previsti
16) Assistenza: lotta a falsi invalidi con reinvestimento delle risorse agli effettivi aventi diritto, con accantonamento dei ricavi su specifico fondo dedicato
17) Detassare al momento tutti i titoli di Stato per gli investitori che sottoscrivano a tasso paritario ai Bunds tedeschi se il differenziale è negativo
18) Riduzione congrua delle aliquote fiscali, entro la corrente legislatura, con inasprimento della lotta all’evasione ed elusione, potenziando i meccanismi di rilevazione ed il personale ispettivo, abolizione IRAP ( n.b. il sistema sanitario verrebbe finanziato da adeguamento valori catastali per base imponibile ICI )
19) Regolamentazione attività Equitalia con definizione di concordato operoso soprattutto per imprese in crisi
20) Riduzione spese militari, con particolare riguardo alle missioni estere, programmando e scadenzando un effettivo graduale disimpegno, dopo aver conferito le specifiche competenze alle locali forze armate, max 6/8 mesi. Il risparmio va immediatamente utilizzato per la nostra Polizia e Carabinieri
21) Censimento anagrafico di tutti gli immigrati, con accertamento sul loro luogo di residenza e lavoro, espulsione per tutti coloro che non si sottopongono a detto accertamento
22) Attrarre capitali esteri con sistema di tassazione agevolata per società e soggetti, che non abbiano alcun tipo di connessione con cittadini italiani, per opere strutturali, investimenti produttivi sia industriali che commerciali
23) Vietare tutte le manifestazioni politiche e sindacali nei centri cittadini ( in particolare a Roma ), ove possono essere arrecati danni a volte irreparabili, in ogni caso traducendosi

Antonio Vetere 02.11.11 17:32| 
 |
Rispondi al commento

• 5) Vendita società e partecipazioni dello Stato, non strategiche oppure mantenere per queste livelli di controllo. Si pensi alle POSTE, alla RAI, per quest’ultima il bilancio va assolutamente rivisto con sostanziali decurtazioni dei costi, primo fra tutti gli emolumenti ad artisti e giornalisti (sempre gli stessi, si potrebbe fare una lunga lista). Il tutto accompagnato da tassazione agevolata. L’80% del ricavato da imputare all’abbattimento del debito pubblico , il restante 20% per finanziare ricerca, sviluppo, infrastrutture, messa in sicurezza idrogeologica territorio
6) Adeguamento valori catastali per base imponibile ICI (con valenza strutturale e non una tantum ), il maggior introito fiscale da destinare a sostegno sistema sanitario ( compensativa abolizione IRAP)
7) Pagamento dell’ ICI per immobili ecclesiastici, con esclusione di quelli strettamente adibiti al culto
8) Trattamento di fine rapporto (TFR) da riconoscere immediatamente in busta paga e detassato
9) Detassazione degli utili alle imprese se reinvestiti in ricerca, in nuovi e/o ammodernamenti impianti, in assunzione giovani, in mantenimento livelli occupazionali; non ne potranno usufruire chi effettua licenziamenti o fa ricorso alla cassa integrazione
10) Tassazione agevolata per investimenti nelle aree territoriali in crisi (sia al Sud che al Nord), con detassazione per interventi nelle aree colpite da eventi calamitosi (alluvioni, terremoti)
11) Detassazione a tutti gli aventi diritto-residenti (in base ad autocertificazione per almeno 3 anni) delle zone colpite da eventi calamitosi, con sanzioni e penalità se riscontrate dichiarazioni mendaci
12) Agevolazioni fiscali alle banche nell’erogazione del credito alle imprese , qualora contengano i tassi a livello di quelli vigenti per i titoli di stato
13) Liberalizzazione delle professioni e del commercio, avuto riguardo all’ abolizione di vere e proprie caste ( es.notai, farmacisti, avvocati, tabaccai etc)
14) Separare in modo chiaro e

Antonio Vetere 02.11.11 17:30| 
 |
Rispondi al commento

• Mappatura ed eliminazione di enti inutili e non funzionali entro mesi 18 max (es. Comunità montane in zone marittime)
• Proporzionare alle effettive esigenze i dipendenti statali (com’è possibile, s.e.o, che in Calabria vi siano quasi n.10.000 forestali, in Sicilia 27.000, mentre in Lombardia n.690 e nel Veneto n. 800 circa? )
• Riconversione e qualificazione del personale eccedente nei settori che denotano carenze (quale ad esempio La Giustizia)

2) Adeguamento al sistema previsto per stipendi e pensioni dei membri del Parlamento a tutti i settori statali - livelli alti e top manager aziende pubbliche -, Magistratura ed Enti, società controllate dallo Stato ( es.Finmeccanica…), con restituzione delle indennità percepite (anche a titolo di liquidazione), se riscontrata condotta illecita. Predisporre controllo sulla produttività.
3) Determinare livello massimo retributivo per livelli alti e top-manager aziende private, con restituzione delle indennità percepite (anche a titolo di liquidazione), se riscontrata condotta illecita (esempio: evasione fiscale sia personale che in favore dell’azienda amministrata ( vedi attuale caso Profumo-Unicredit, si ipotizza frode fiscale per 245 milioni di euro, l’indennità di liquidazione dell’A.D. Profumo è stata di € 50 milioni circa, € 3/4 milioni dati in beneficenza )
4) Vendita del patrimonio disponibile dello Stato e concessioni su patrimonio non disponibile, tramite società veicolo direttamente controllate dallo Stato, il cui operato sia ratificato dalla Corte dei Conti che deve accertare la regolarità dell’asta e la congruità del prezzo, con tempistica e modalità di attuazione definita e attuabile in max mesi 6. Il tutto accompagnato da tassazione agevolata. L’80% del ricavato da imputare all’abbattimento del debito pubblico , il restante 20% per finanziare ricerca, sviluppo, infrastrutture, messa in sicurezza idrogeologica territorio
5) Vendita società e partecipazioni dello Stato, non strategich

Antonio Vetere 02.11.11 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Le posiziioni di privilegio vengono ipocritamente bipartisan sostenute,ancora una volta sono i deboli a pagare gli effetti drammatici della crisi.
Quale potrebbero essere le misure da adottare immediatamente ?
1) Eliminazione costi parassitari della politica:
• € 5.000 max (netti mensili) per deputati, senatori e consiglieri regionali , con buono pasto € 50 (netti) e contributo alloggio € 50 (netti) ( per coloro che non possiedono dimora nel luogo ove viene espletato il mandato)
• Eliminazione di tutti i benefit, escluso viaggio in treno
• Adeguamento ad horas delle pensioni al sistema pensionistico vigente, con effetto su tutte le pensioni in essere prevedendo un tetto massimo di € 5.000 netti mensili (es. è ammissibile o forse meglio morale percepire € 30.000 mensili ?)
• Auto blu solo per Presidente della Repubblica, Presidenti delle Camere e Presidente del Consiglio (eliminare tutte le altre, vendita parco auto) , voli di stato solo per compiti inerenti il mandato
• Decadenza dal mandato parlamentare e regionale per coloro che senza giustificato motivo di salute accumulano nell’anno più di gg. 30 di assenza, con subentro automatico del primo non eletto
• Riduzione del 50% dei parlamentari e consiglieri regionali dalla prossima legislatura
• Drastica immediata riduzione (almeno il 50%-) di emolumenti correlati a incarichi di Presidenza della Repubblica, delle Camere e del Consiglio, etc
• Drastica immediata riduzione (almeno il 50%-) di emolumenti correlati a precedenti incarichi di Presidenza della Repubblica, delle Camere e del Consiglio, nonché per Presidente/Governatore di regione etc, non cumulabili ed alternativi ad altri introiti pensionistici
• Attuazione effettiva dell’eliminazione di qualsiasi doppio incarico rappresentativo
• Abrogazione delle Province entro 12 mesi, con passaggio alle regioni delle competenze
• Mappatura ed eliminazione di enti inutili e non funzionali ent

Antonio Vetere 02.11.11 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Aggiornamento :

Piazza affari sotto il 7 % , stop .
Unicredit - 10.79 % , stop .
Spread btp - bund a 5 anni : 500 punti , stop .
Interessi sui btp 6.2 % , stop .

Siamo al punto di non ritorno , stop .

marco galzi 01.11.11 15:28| 
 |
Rispondi al commento

??????????????????????? questi fanno gli attori(tutti i politici e i loro clan)! ma se non facciamo la primavera Italiana, non andranno maiiii viaaaaaaa! ma non quella democratica !!!!!

Carmine G., - Seleziona - Commentatore certificato 01.11.11 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Fortuna la bancarotta, secondo me.
Non bastava Berlusca a destra, ci voleva pure Matteo Renzi, che è solo uno dei soliti politici di centrosinistra (tipo Veltroni e Rutelli) che prendono i soldi di Confindustria per mettere in piedi campagne mediatiche che servono a conquistare i voti degli elettori di sinistra per poi vendere i diritti degli stessi,tipo la libertà di licenziamento oppure il diritto all'acqua pubblica oppure la tutela dell'ambiente oppure la sanità pubbliche, in quanto gli imprenditori italiani nostalgici della svalutazione della liretta non hanno i soldi per investire (vedi Fiat) e devono risparmiare evadendo il fisco, risparmiando sui salari, sulla tutela della sicurezza sul posto di lavoro e inquinando indisrichiminatamente.
Viva la bancarotta, che si porterà via gli imprenditori pezzenti ed i loro servitori politici.

Mario Genovesi 01.11.11 10:40| 
 |
Rispondi al commento

E se...si potesse ristrutturare il sistema lavorativo del nostro stato...tutti, ma proprio tutti... lavorano minimo 4 ore al giorno e massimo 8 fino ai 60 anni, poi 2 ore al giorno senza andare mai in pensione ( visto che quasi tutti vanno in crisi e si ammalano)36 giorni di ferie all'anno prima e 72 dopo. Uno stipendio minimo garantito a tutti e un limite massimo per Dirigenti e Politici. Asili nido e sanità di qualità gratuita...utopia

Ivana De Zan 01.11.11 10:12| 
 |
Rispondi al commento

E' evidente che questa è la solita guerra fra ricchi e poveri che periodicamente si riacuisce. I ricchi, il potere finanziario, economico, politico, con tutte le loro servitù e interdipendenze, approfittando della crisi mondiale (da essi stessi generata per smodata avidità) stanno sferrando un violento attacco per risottomettere i poveri che, a loro dire, avevano alzato un po' troppo la cresta. Quando sento in tv dei beceri individui affermare che abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità vorrei essere lì, visto che i presenti non lo fanno mai,per rispondergli che forse lui è vissuto al di sopra delle nostre possibilità approfittando dei suoi privilegi a spese delle risorse di tutti. Io invece ho vissuto ai limiti della decenza e a volte della sopravvivenza. Poi se uno s'incazza perché perde il lavoro e non può più mantenere la famiglia e pagare il mutuo di casa e le bollette, viene tacciato di essere un terrorista. Se uno s'incazza perché a quarant'anni non trova ancora lavoro e non riesce a rendersi indipendente dalla famiglia d'origine, è un terrorista. Se uno s'incazza perché gli vogliono drasticamente ridurre la pensione e magari sottrargli la liquidazione,con la scusa di dover ripianare con ciò il debito dello stato da altri creato, producendo un danno non solo a lui ma alla sua famiglia, ai suoi figli e nipoti che non lavorano e che quindi deve mantenere, anche questo è un terrorista. Con queste definizioni terrorista finisce per essere un titolo di merito. Una propaganda falsificatoria cerca di far passare l'idea che il problema dei giovani sono i vecchi in toto con le loro pensioni miserabili per distogliere l'attenzione dal problema reale di quel 10% di privilegiati che dispone del 90% della ricchezza.Infine se le banche falliscono per enormi ammanchi,poiché il denaro non si distrugge ma passa solo di mano, ci sarà qualcuno che l'ha intascato questo denaro. Perché non si agisce per recuperare il maltolto invece di scippare i vecchietti?

Michele Siosti 01.11.11 09:41| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE E STAFF!!!
VISTO LA GRAVISSIMA SITUAZIONE ECONOMICA ITALIANA
CHE PER 6 ITALIANI SU 10 NON SI SONO ANCORA ACCORTI!!!
LA PRIMA COSA DA FARE .....LASCIAMO STARE EUROBOND
COMPRARE TITOLI ETC...

BISOGNA SVALUTARE EURO


BISOGNA SVALUTARE EURO!!!!!!!!!!

NON CE SOLUZIONE!!!!

CREARE PER GLI STATI SPAGNA ITALIA GRECIA IRLANDA PORTOGALLO ETC ... UN EURO 2

LO HA FATTO LA SVIZZERA!!!!!

SVALUTANDO IL RAPPORTO 1 A 1 CON EURO CON
1 A 1, 20 FISSO

EURO TROPPO FORTE FAVORISCE SOLO IL MARCO PER ADESSO!!!

SE NO USCIAMO DALL EURO RIPRENDIAMOCI LA LIRA!!

E BASTA!! PRIMA DI FALLIRE!!!

IL FATTO CHE EURO 2 EURO DEL MEDITERRANEO NON CE LO CONCEDERANNO MAI
PERCHE ?? AUMENTEREMO SUBITO IL PIL NAZIONALE DI UN 4 O 5% E LA GERMANIA ANDREBBE QUASI ALLA STAGNAZIONE!! E A LEI VA BENE COSI!!
SARà UN GIOCO AL MASSACRO COME E AVVENUTO IN GRECIA CHE SU QUOTA 100 DI RISPARMI SOLO 15 VENGONO RESTITUITI GLI ALTRI 35 IN 30 ANNI E LA META VIENE PERSA!!!
MI DIRETE SI SAPEVA !!! ORA TOCCA A NOI !!!
SE NON SI INTERVERA AL PIU PRESTO!
MAGARI SARA LA NOSTRA FORTUNA ???? I BANCHIERI E POLITICI NON HANNO UN EURO INVESTITO IN ITALIA!!
LORO SPREMONO E PORTONO RICCHEZZE IN SVIZZERA!!

NON E SOLO POLITICA CHE CAMBIEREBBERO LE COSE !!
IL FATTO CHE NON CE NULLA E DAL NULLA SI VUOLE CREARE!!

TENETE I CONSIGLI DI BEPPE SCENZA!! E AVVIATEVI!
AL DEFAULT !!

RICORDARSI CHE ECONOMIA A COME SI VUOLE VEDERE

UN DIAMANTE CHE A MOLTE FACCE MA IL DIAMANTE RESTA UNO SOLO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

RICORDARSI CHE IL DIAMANTE E IL DEFAULT!!!

SALUTI BEPPE E STAFF!!!

mario mario 01.11.11 09:36| 
 |
Rispondi al commento

E bisogna stare pure zitti altrimenti si viene
tacciati di terrorismo !!!!!!!!!!

FASCISMO STRISCIANTE ??????????

basilio grabotti 01.11.11 09:09| 
 |
Rispondi al commento

gente di mmmerda!


bisogna tirare lo sciacquone!

libero pensiero perciò pazzo 01.11.11 05:14| 
 |
Rispondi al commento

Sacconi,
frocetto Otelma,
denti di squalo.
Se ti facessero saltare in aria
quella testa gonfia come un pallone.
Io no sarei per niente dispiaciuto.
Con estremo disprezzo,
Un cittadino lavoratore

AngeloS. 01.11.11 03:56| 
 |
Rispondi al commento

AZZERIAMO LE SPESE MILITARI PER SALVARE L'iTALIA

STEFANO 31.10.11 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Dicono i saggi cinesi che:

"quando ne senti la puzza,
o e' la merda che sale
oppure sei tu che sprofondi"

Nel caso italiano credo che siano valide le due opzioni insieme.

P.S. Ne vedrete delle belle! Ah!Ah!Ah!

U-Boot 110 31.10.11 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Questo signore è un provocatore molto pericoloso per tutti, assimilabile a un tipino come questo:


Ovviamente, la gente non vuole la guerra. Perché mai un contadino pezzente dovrebbe rischiare la vita in guerra quando il massimo che ne può ottenere è tornare alla sua fattoria tutto intero. Naturalmente, la gente comune non vuole la guerra; né in Russia, né in Inghilterra, né America, e per quello neanche in Germania. Questo è ben chiaro. Ma, dopo tutto, sono i capi della nazione a determinarne la politica, ed è sempre piuttosto semplice trascinare la gente dove si vuole, sia all'interno di una democrazia, che in una dittatura fascista o in un parlamento o in una dittatura comunista. [...] La gente può sempre essere condotta ad ubbidire ai capi. È facile. Si deve solo dirgli che sono attaccati e accusare i pacifisti di mancanza di patriottismo e di esporre il paese al pericolo. Funziona allo stesso modo in qualunque paese.
(Hermann Göring )

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 31.10.11 19:26| 
 |
Rispondi al commento

ORE 17:40 - Sale lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale tra i titoli italiani e tedeschi ha superato i 400 punti base mentre il rendimento ha sfondato il tetto del 6%. Con quelli italiani sono sotto pressione anche i titoli di Stato spagnoli: lo spread tra i Bonos e il Bund tedesco è salito oltre i 340 punti base. Male le Borse in tutta Europa. Maglia nera a Milano, con il Ftse Mib che chiude in calo del 3,82%.
Restano sotto tensione i titoli di stato dell'Italia, mentre già sul finire della scorsa settimana i loro rendimenti avevano continuato ad accusare livelli elevati, tanto da contribuire a spegnere le euforie dei mercati dopo i nuovi accordi anti crisi stretti tra leader europei.

Venerdì in un'asta di emissione di Btp decennali i tassi retributivi erano balzati sopra la soglia psicologica del 6%, mentre i Btp già in circolazione avevano chiuso gli scambi oltre questo valore.

In una intervista al Financial Times il ministro delle Finanze della Germania ha spronato l'Italia a risolvere da sola i problemi sui suoi conti pubblici, in particolare riducendo il debito. "La stabilità dell'euro richiede che i grandi Paesi membri si assumano le loro responsabilità", ha affermato Wolfgang Schaeuble. "L'Italia deve risolvere da sé i suoi problemi. L'Italia ha ancora del lavoro da fare". PS: e solo una moneta che ci unisce

gagliardo giuseppe 31.10.11 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Politici : stipendi e pensioni sempre di più STOP

Referendum sulla ri-pubblicizzazione dell'acqua disatteso: cittadini calpestati come sempre STOP

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.11 17:34| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori