Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La scomparsa del Sud


emigrazione.jpg
L'esodo dal Sud continua. Laureati, diplomati, professionisti, artigiani. Chi può va altrove, soprattutto i giovani. Il Sud Italia si sta spopolando. Rimangono i vecchi, e le nuove generazioni fuggono, soprattutto in Europa. Nella UE l'Italia è seconda solo alla Romania per numero di emigrati. E' un esodo che viene ormai dato per scontato, al pari di un fenomeno naturale, come le grandi emigrazioni di fine '800 per le Americhe. Mafie e partiti, delinquenza e soldi pubblici distribuiti a fini elettorali stanno trasformando il Sud in un deserto. Senza i giovani non è possibile alcun futuro.

15 Ott 2011, 22:37 | Scrivi | Commenti (80) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ho 59 anni ,sono andato via dal mio paese (tegiano.salerno) Ho pianto molto quando sono andato via a 16 anni.Incredibile in 43 anni nella mia citta non e' cambiato nulla nemmeno un po di progresso, anzi ci sono stati dei peggioramenti.Mi trovo a new york sono padrone di 3 ristoranti a Manhattan, cose che non avrei mai potuto avere al mio paese.
ps.per quanto riguarda i politici qui li avrebbero messo in galera.
saluti

cono mondello 10.04.12 04:35| 
 |
Rispondi al commento

A QUESTO PUNTO COSA BISOGNA FARE...??
LA RIVOLUZIONE...?!

Enzo 10.04.12 03:01| 
 |
Rispondi al commento

cerchiamo di non parlare solamente e di cominciare a fare...questo è quello che ormai conta..il tempo delle chiacchiere è finito..ora ci devono essere i fatti..questi governi..queste mafie,devono avere paura di noi,del popolo..ricostruiamo la democrazia..potere al popolo ecco cosa significa, no potere ai più ricchi e ai più potenti...dobbiamo dire basta..svegliamoci maledizione.

monica p., catania Commentatore certificato 24.10.11 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Il problema del sud non è di qualcun altro.
E' nostro.
E' nostra la viltà e l'ipocrisia di cui si approfittano i prevaricatori che agiscono con i soldi e con le minacce.
Se ci sono le mafie e la politica degli infami che agisce in simbiosi con esse siamo noi che lo permettiamo.
Se c'è nepotismo e prevaricazione siamo noi che non lo mettiamo in piazza per non essere guardati male per il corso del paese.
Ai meridionali manca la spina dorsale, anni di poppate alla tetta dello Stato ci ha reso dipendenti e inetti, quelli che se ne vanno lo fanno solo perchè l'alternativa è impugnare una pistola.

mino d'amianto 23.10.11 20:18| 
 |
Rispondi al commento

A nessuno interessa il meridione d'Italia!!!! Eppure è stata la miniera che ha permesso al settentrione di arricchirsi e di progredire. Siamo senza guida e stanchi di un passato troppo troppo "duro" la rassegnazione ad una eterna subalternità ha preso il posto di una più dignitosa speranza di riscatto.

Renzo Bardi 21.10.11 06:44| 
 |
Rispondi al commento

ho 33 e sto disoccupato in un paesino fuori dal mondo, (Casalnuovo Monterotaro (Fg) colpito dal terremoto del 30/10/2002 - 1250 abitanti di ultrasessantenni - seimilaottocento abitanti nel 1964) disabitato con tutte le strade sfasciate.. ero a Milano che mi permettevo di cambiare lavoro spesso e mi godevo un monolocale tutto mio con la fibra ottica.. ho capito che tutto stava crollando e sono tornato a casa mia e ricostrurò ciò che mio padre ha venduto in cambio di una bella balla.. la generazione addietro ha fallito, si sono fatti fregare da chiunque.. hanno dato via tutta l'esperienza dei miei nonni testimoni di secoli di saggezza per andare al supermercato..dato via terreni fertili della mia gente per mettersi in coda ai semafori.. ora sono vecchi e rincoglioniti da Bruno Vespa e Michele Misseri e non hanno ancora capito che invece ci dovrebbero andare loro in piazza S.Giovanni per vedere di rimettere le cose a posto, non noi.. odio gli ultrasessantenni pensionati che si trovano al bar a ripetere le notizie del Tg1 mentre noi dobbiamo stare a pregare per fare qualche lavoro umiliante del cazzo e malpagato o a deprimerci con Facebook.. devo ricostruire tutto qui e nessuno di voi grillini, franceschini e giacomini potrete aiutarmi.. nessuno si è ancora reso conto di cosa sia successo qui

Matteo Salerno 21.10.11 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Per cortesia, amici meridionali, smettetela di rivolgervi al nord italia parlando di padania. Quasi il novanta per cento degli elettori del nord non vota lega e la stragrande parte di questi neppure ha mai pensato di votarla. Non bisogna generalizzare basandosi sulle pretese di una minoranza ( sempre piu minoranza credo).

Marco ., Pontremoli Commentatore certificato 20.10.11 20:57| 
 |
Rispondi al commento

ou

Pipinono Pipinini (Teresia) () Commentatore certificato 20.10.11 17:46| 
 |
Rispondi al commento

il sud ha perso il futuro da sempre: io a 25 anni, fresco di laurea e di servizio militare, me ne sono dovuto andare da Bari per Milano: era l'anno 1960, ora ne ho 76 di anni. Allora Bari era nelle mani della DC di Aldo Moro e non si muoveva foglia se non eri figlio di qualcuno o servo di qualche altro. Avrei potuto dare molto alla mia terra, ma ne sono stato respinto.
Se Vendola mi legge, dica qualcosa ai ragazzi che
in questi giorni se ne stanno andando.

felice milella 20.10.11 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Grillo,
puoi cortesemente spiegarmi perchè la Rai, con i soldi dei cittadini, mantiene il Sig. Capranica a Londra, per riferirci sulle stronz... degli inglesi?

Giuseppe Garofalo 19.10.11 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Il SUD Italia era una delle regioni più floride d'Europa con Napoli che era seconda solo a PARIGI..veniva chiamto il GIARDINO D'EUROPA.

Ma per far posto all'ITALIA il SUD 150 anni fà è stato sventrato ...rubato tutto l'oro borbonico,
Distrutte tutte le attività commerciali,
ridotto il sud a colonia del Nord..

L'Europa che ha permesso questo scempio,
quella di fine '800 che primeggiava nel mondo,
con imperi coloniali globali
è crollata anch'essa.

Il Nazionalismo e le due Guerre mondiali hanno reso l'Europa una provincia del mondo... il 3° continente dopo america e asia..

L'uscita del Sud dalla Storia coincide con l'uscita dell'Europa dalla Storia..

Mi sà che i nostri 'padri' negli ultimi secoli.. hanno sbagliato proprio tutto...altro che eroi..

Pippo J. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.11 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè Beppe,Ti metti a tirare fuori certi commenti così fuori di.....MELONE???AO!!!MA NDOVE CAZZO GUARDI TU,QUANDO CAMMINI PER STRADA???E' ORMAI UN DATO CERTO CHE...TUTTI GL'IMMIGRATI RICHIAMATI FIN QUASSù ALL'EPOCA DEL BETTY,MENTRE LUI VIDE CHE NON ERA PROPRIO IL CASO DI LASCIARCI ARRIVARE FìN Sù,TUTTI D'UN BOTTO,ORA,
GRAZIE AL PORTAFOGLIO GONFIO DI MrBe(dùin)...:C'è STATO ROVINATO TUTTO QUANTO!!!E L'ONORE DI QUEI(POCHISSIMI)POLITICI ITALIANI ANCORA IMMUNI,ALLA MANNAIA DEL "MINUS HABENS",GRAZIE ALLE SUE "MANOVRINE SOTTO-SOTTO...SI STà PER RECUPERARE,DALLA POLTIGLIA DI FURBERIE E MEZZE VERITà,TUTTI I GIORNI PROPINATACI,DA STò QUA!!!
grazie mille!Buonasera Tonino!AlessandroPaoloRho

AlessandroPaoloRho 17.10.11 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Troppi meridionali sono sotto ricatto. Le vittime aumentano anche al Nord. Hanno ricevuto vantaggi in maggior parte "dovuti" per legge, (ma ottenuti "solo" attraverso i partiti ai loro canali e correnti) o "sperano" di riceverne, per tenersi un figlio in patria o ne hanno già ricevuti e temono di non riceverne più.

UNA CONFERMA? Confrontiamo il voto dato in occasione dei referendum e quello delle normali elezioni politiche e amministrative. Il voto ai referendum non comporta favori, nessuna clientela, non mobilita candidati alcuni. È un voto libero.

Al sud nel risultato del referendum si ottiene l'INVERSO di quanto si ottiene alle politiche, anche a distanza di pochi mesi, anni.

Impariamo a captare ed analizzare questi segnali. Al sud, come al nord, c'è voglia di cambiamento. Il M5S deve dare il massimo. L'impegno e le idee saranno presto premiati.

V Cerullo (vito cerullo), Reggio Emilia Commentatore certificato 17.10.11 13:44| 
 |
Rispondi al commento

E' giusto che il sud venga desertificato. Avete visto il servizio delle Iene di 2 settimane fa? Noi del Nord paghiamo e sgobbiamo da mattina a sera e loro si godono il mare e si fanno case abusive in spiaggia. Poi, se viene un'acquazzone e gli si riempie la casa abusiva di fango, lo stato li deve anche rimborsare.VERGOGNA!

kreech76 17.10.11 07:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Sud deve restare senza sviluppo, deve restare senza possibilità di lavoro, deve restare senza servizi pubblici, deve restare "succube" della criminalità, in una parola: DEVE RESTARE SCHIAVO !!
Soltanto la mancanza di ciò che è essenziale per poter vivere decorosamente, può "piegare" l'Uomo ai desiderata dei vari "benefattori", mafiosi, politicanti, massoni e far si che costoro, Lo utilizzino come e quando vogliono, per cui, fino a quando gli Italiani di altre zone, che si reputano "migliori" di noi Meridionali, ma non hanno, neanche lontanamente, la percezione reale di come si debba "SOPRAVvivere" al Sud, non sceglieranno di prendere posizione coi fatti, non soltanto a parole, per collaborare a debellare le "MALEPIANTE" che hanno fagocitato, complice l'inerzia, per incapacità, mancanza di coraggio o, peggio, collusione, delle istituzioni, economia e servizi nei ns Territori, il Sud rimarrà nelle pietose condizioni in cui è stato ridotto: SOLTANTO UN SERBATOIO DI BRACCIA E DI CERVELLI PER IL RESTO DEL PAESE E PER L'INTERO PIANETA !!
(E' facilmente verificabile, quanti Meridionali Emigrati, in Italia e/o in altri Paesi del Pianeta, siano diventati, lontani dalla propria Terra, Uomini di successo, quali scienziati, industriali, economisti, grandi medici, politici: possibile che, prima di lasciare le proprie Terre, non valessero nulla !!??)

Nicola Conocchiella 16.10.11 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Il Sud è ancora oggi pieno
di gente VALIDA e CREATIVA,

Il problema è che c'è poco STATO,
pochi investimenti Pubblici e Privati.

La gente, seppur valida,
è abbandonata a se stessa...
ma non si arrende..

Pippo J. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.10.11 20:34| 
 |
Rispondi al commento

IL VERO GUAIO DI QUESTA FUGA E' CHE VANNO VIA I CREATIVI... E RIMANGONO COME AL SOLITO INGORDI E SERVI SCIOCCHI... UNA STRATEGIA SEOCOLARE ATTUATA PUNTUALMENTE DALLA IPOCRISIA E INGOEDIGIA DELLE CASTE DOMINANTI...


Uno dei problemi reali è
che ogni giorno sulle principali TELEVISIONI
e Giornali in ITalia
ci sono MOLTI SERVIZI POSITIVI sul NORD
e MOLTISSIMI servizi negati sul SUD.

L'immagine del SUD viene ogni giorno calpestata
dai MASS MEDIA Italiani.
E questo ... da 150 anni ....

Nonostante tutto, la gente del SUD resiste, continua ad essere forte e creativa,
conserva le sue tradizioni secolari e anche le sue lingue...
Infatti Siciliano e Napoletano sono state riconosciute dall'UNESCO come
LINGUE A TUTTI GLI effetti...

Una prima cosa da fare e non guardare più
quei canali TV che parlano male delle regioni del SUD.

Pippo J. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.10.11 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Verissimo, l'Italia perde manodopera specializzata, laureati, medici qualificati, professori universitari. Il meglio della societá vive All!'estero. Basta andare ad un congresso europeo o mondiale e ci si accorge Che chi davvero ha qualcosa da dire di valido, frutto di ricerche di alto livello, di lavoro pluridisciplinare é spesso un italiano Che lavora, con soddisfazione, in centri europei o americani di punta. Ascoltare le loro storie é Ascoltare la stessa storia di fuga dal clientelismo baronale, da ambienti poveri di cultura, sepolcri imbiancati dietro i quali regna il nulla.

Francesco Signorelli 16.10.11 18:57| 
 |
Rispondi al commento

CHE FINE HA FATTO IL TANTO DECANTATO PIANO PER IL SUD CHE QUESTO GOVERNO AVEVA APPROVATO E ANNUNCIATO POMPOSAMENTE ? SI RENDONO CONTO CHE L'UNICA POSSIBILITA' DI MIGLIORARE IL PIL ITALIANO PASSA OBLIGATORIAMENTE PER IL RILANCIO DEL SUD ITALIA ?

ciminello giacinto 16.10.11 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Siccome meglio di cosí al sud non si era mai stati, io siciliano emigrato all´estero, ho un consiglio per i miei corregionali: continuate a votare berlusconi, continuate ad essere il serbatoio di voti di questa specie di uomo (vale peró per tutto il sud), se siete sempre convinti che sia stato l´unico a risolvere i problemi del meridione,che sia stato l´unico a mantenere le promesse!!! Peró poi non piangete, non disperatevi se il risultato vero é quello che attualmente vivete! Non siate i secolari fatalisti, le vittime rassegnate di un sistema politico-mafioso che fa solo, unicamente ed esclusivamente i propri interessi, REAGITE,COMBATTETE,rifiutatevi di pascere questi animali, se non per voi almeno per i vostri figli, per i pochi giovani che sono rimasti........Ma io credo comunque che sia come ululare alla luna! Ciao.

Cipriano Frazzetta 16.10.11 18:19| 
 |
Rispondi al commento

ci estingueremo?

Domenico G., cardito Commentatore certificato 16.10.11 18:14| 
 |
Rispondi al commento

ci estingueremo?

Domenico G., cardito Commentatore certificato 16.10.11 18:09| 
 |
Rispondi al commento

qualsiasi discorso nn descrive il nostro stato d'animo che con tutta la buona volonta' cerca di sopravvivere a qualsiasi ingiustizia ma i colpi che ci stanno dando si susseguono a distanze sempre piu' ravvicinate ,forse perche' i potenti sanno che rimane pochissimo tempo a loro...auguri a tutti!!

angela lettieri 16.10.11 17:12| 
 |
Rispondi al commento

io ho provato a resistere per 2 anni con una laurea in ingegneria.. sono dovutto partire per carenza colloqui e quindi lavoro.. a essere sinceri il Nord non mi sta offrendo grandi possibilita per il momento..1 mese 1 colloquio.. mah!

VincenzoD. 16.10.11 16:51| 
 |
Rispondi al commento

La scomparsa del Sud (???????)

titolo molto ristretto!

sarebbe meglio :

LA SCOMPARSA DELL'ITALIA INTERA !

con austroungarici al governo che sputano sulla bandiera e mafiosi-borbonici al sud che stuprano la gente...che Paese è !!!???

LENIN VIVE (), Roma Commentatore certificato 16.10.11 15:53| 
 |
Rispondi al commento

speriamo che di nord e sud non si debba mai piu' parlare, un giorno

ermanno c. Commentatore certificato 16.10.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Sono andato via da Palermo 4 anni fa. Un anno in California, 3 in Germania. Laurea, dottorato, non servono a nulla, in Italia, altro che Sud. La cosa che piu' differenzia il Nord e il Sud e' l'imporverimento culturale. Al Sud non esiste una coscienza civile dei problemi. Ci si lamenta, ma non si agisce. La gente vice passivamente tra monumenti che crollano, abusivismo, degrado, immondizia. Forse al Sud, si e' persa pure la volonta' di indignarsi: le poche associazioni giovanili che ci sono protestano, ma la popolazione non li segue. Perche' si spera sempre nel prossimo politico che sale, nella prossima pioggia di soldi che presumibilmente non arrivera' piu'...

Luca Scalia 16.10.11 13:26| 
 |
Rispondi al commento

e perchè dovrebbero restare, i giovani? per fare la fine dei loro padri, per sentirsi insultati e mortificati quotidianamente da razzisti verdi d'abito e d'animo, per dovere assistere all'agonia della loro terra, una volta "felix", oggi violentata da rifiuti di ogni genere,cementificata senza scrupoli,depredata dei propri prodotti, per guardare i propri mari, i nasi turati per non fiutare la puzza di morte che ne fuoriesce, per elemosinare ogni giorno un lavoro, uno qualunque, fa niente se inadeguato alle loro capacità, per non poter disporre di un 'auto, con conseguente assicurazione, senza vendere l'anima al "Diavolo -camorra -mafia"? Vadano via, noi "vecchi" capiremo

Luigi Esposito 16.10.11 13:16| 
 |
Rispondi al commento

http://www.umanitanova.org/n-27-anno-91/sud-macelleria-sociale

ippolita ., genova Commentatore certificato 16.10.11 13:00| 
 |
Rispondi al commento

"Tutta colpa di Garibaldi,sotto i Borboni con il loro oro si che stavamo bene... non avevamo alcun analfabetismo... i Borboni si che ci volevano bene...."

AHAHAHA nell'era di internet,delle startup tecnologiche che diventano multinazionali,della globalizzazione ecc.... si sente ancora parlare dell'oro rubato ai Borboni dai piemontesi (come se l'oro dei Borboni fosse dei napoletani poveracci)...

La colpa dell'arretratezza del Sud da ascrivere all'oro scippato ai Borboni...AHAHAHAHAH....

Sapete di chi e la colpa? DI VOI CHE VOTATE POLITICI MAFIOSI CHE DISSESTANO l'ECONOMIA LA SANITA delle vostre Regioni e UMILIANO i vostri giovani capaci costringendoli a scappare.

giggino Omunnezzaro 16.10.11 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il quadro socioculturale è cambiato.
Questi ragazzi vogliono semplicemente e fare il loro lavoro, avere uno stipendio dignitoso, una famiglia serena, ed uno Stato che tuteli i suoi cittadini.
Tutto questo è lontano da quello che offre l'Italia e non solo per il Sud.
La cosa è anche meno lacerante dal punto di vista emotivo perchè i mezzi di comunicazione permettono alle famiglie di entrare in contatto con loro in qualsiasi momento.
Il meridione non affonda sempre di più ma da sempre meno spazio ad un diverso modo di gestire la società.
Sono ragazzi che si rapportano con il lavoro, con le idee ed il dialogo e non si fanno limitare la comunicazione a sola violenza come quella che abbiamo visto a Roma (ma è solo un esempio delle tantissime sfaccettature che ha la violenza).
Se torneranno saranno gli unici a portare nelle loro terre un diverso modo di porsi nella gestine del potere, in Italia sempre più arroccato in un rapporto di sola sudditanza.

manuela frosi 16.10.11 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qual' è la novità... ?? al sud non c'è fututo per nessuno tranne x quelli ke hanno una bella raccomandazione.. e nn servono lauree, nn serve impegnarsi nn serve niente... solo quello

MICHELE SIMEONE 16.10.11 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,
io dopo tre anni all'estero ho deciso di tornare nella mia NAPOLI!! Ebbene si! Posso dire che l'elezione del sindaco DE Magistris mi ha dato una spinta incredibile a dare il mio contributo!!
Non lasciamogli la nostra terra!!
TORNATE!!
Vale

valentina ambrosio 16.10.11 11:45| 
 |
Rispondi al commento

L'esodo nel mio Paesino in provincia di Palermo è iniziato piano piano dopo la meta' degli anni Novanta. Noi giovani siciliani non troviamo Lavoro. Lavorare è un lusso prezioso. La Sicilia è una parte dell'Italia fondata dalla Raccomandazione e dal lavoro Nero. Pi un muzzicuni di pani siamo costretti a piagarCi alle regole dell'Ambiente. Lascio a Voi fare le conclusioni. Siamo stati accusati di essere lagnusi, vagabondi e di volere il posto al sole senza lavorare e sudarCi il Pane Nero. Esistono delle regole e devi SOTTOSTARE.

filippa Cicero 16.10.11 11:44| 
 |
Rispondi al commento

sapete qual'è il problema del sud? il nord. 150 anni di sfruttamento e impoverimento di un territorio ricchissimo.Se i giovani restassero al sud il sud sarebbe una delle regioni più ricche del mondo. Spesso però, non possono.guardacaso l'emigrazione di massa dei cervelli e delle braccia dal sud è cominciata dopo l'unità d'italia.La mafia pure. Adesso ci troviamo governati da gente come bossi e calderoli e al sud continuano a costruire rigassificatori e a portare rifiuti dal nord, in cambio noi gli diamo manodopera a buon mercato e ci prendiamo i loro insulti.....

salvo baldarella 16.10.11 11:42| 
 |
Rispondi al commento

studio ingegneria presso l'università della calabria. una volta laureato, non farò diversamente.

Samuele Vit 16.10.11 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Sono un siciliano che lavoro da quasi 7 anni, tutti da Roma in su! Ho provato ad avviare una startup nel settore della consulenza informatica in Sicilia che da questo punto di vista è molto indietro rispetto al nord.
Il ramo della consulenza è risultato difficile da avviare, le aziende non valutano i progetti che presenti ma si rivolgono solo ai soliti 'noti' anche se questi propongono soluzioni tecniche degne degli anni 90, i nostri clienti che rimangono colpiti dal nostro modo di lavorare purtroppo hanno difficoltà a pagarci, non per disonestà, ma perché soffocati da tasse e clienti pubblici e privati che pagano in ritardo o che non pagano proprio. Cosi sono costretto a fare il consulente a Roma presso una grossa azienda di telecomunicazioni che sembra più essere simile alla pubblica amministrazione, sprecona e disorganizzata.

Simone Caruso 16.10.11 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Scommetto che i politici meridionali non emigrano. Ma tra poco rimarranno soli!

Chiara Mente Commentatore certificato 16.10.11 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno che scrive che il male del sud è il depauperamento sociale dovuto, aggiungo io, all'impossibilità di intraprendere qualsiasi attività economica senza avere il "don ciccio" di turno che chiede soldi per "proteggerti da don ciccio!".
Mi spiace dirlo, ma fanno bene i giovani a scappare da quell'"inferno" chiamato sud, sono infatti persone intelligenti che vedono e capiscono bene in che ambiente si trovano e ne traggono le dovute conseguenze!

alfonso baroni (rrrbr) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.10.11 09:57| 
 |
Rispondi al commento

I meridionali accettano sempre tutto passivamente, e non sono mai stati capaci di ribellarsi alla loro classe politica incapace e corrotta, e con la loro migrazione di massa verso il nord, hanno trasformato il nord nella cloaca che è sempre stato il sud, portando un modello culturale a noi estraneo.
Cosa dire sui loro laureati? Non sanno niente, ma si laureano con voti altissimi, e quando vengono qui ci comandano. Vale di più laurearsi con 110 a Napoli o 100 a Torino? 100 a Torino.

Marco M 16.10.11 09:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La questione meridionale è nata 150 ani fà.
Il SUD Italia, una delle regioni più floride d'Europa con Napoli che era seconda solo a PARIGI
è stato sventrato per creare l'ITALIA.

Rubato tutto l'oro borbonico,
Distrutte tutte le attività commerciali,
ridotto il sud a terzo mondo.
150 di storia da terzo mondo
grazie Italia

Pippo J. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.10.11 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dicono che è la globalizzazione. Per cui da una parte abbiamo le aziende che trasferiscono gli stabilimenti di produzione nei cosiddetti Paesi in via di sviluppo (e lo trovo anche giusto poiché potrebbe anche non essere solo sfruttamento) dall'altra abbiamo il furto di materie prime dai Paesi del Terzo e Quarto Mondo verso le nazioni ricche o gli episodi di raffinerie in Africa che non usano le dovute precauzioni per bruciare i gas di scarico, ed altro. Ma abbiamo anche le persone che non pagano le tasse (evasori ed elusori fiscali. Dal semplice studente universitario al napoletano che ha la residenza altrove ma vive in città, ai "grossi delinquenti").
In mezzo ci sono gli indignados - quelli non violenti - che protestano. E le persone non capiscono il perché protestino?
Forse non c'entra niente con l'articolo. Ma è così che va il mondo.

Daniele B., Napoli 16.10.11 09:17| 
 |
Rispondi al commento

..e monta la rivolta popolare monta... se cadeva il governo non ci sarebbe stato motivo di suscitare tanto scompiglio, probabilmente voluto da qualcuno: responsabili i cosidetti democratici Radicali, che hanno mantenuto al governo i fascisti alla faccia della democrazia. Sono indignata...

almagemme 16.10.11 05:47| 
 |
Rispondi al commento

La padania crede di essere furba affossando il sud con la complicità dei suoi onorevoli rappresentanti politici,non si rende conto che così facendo condanna se stessa alla caduta in rovina,dimentica che il suo benessere è derivato dall'unificazione dell'Italia! Si vanta di versare settanta milioni di euro di tasse annui ma dimentica di dire che grazie ai produttori di latte padani siamo stati penalizzati dall'Europa e che sempre i produttori di latte hanno evaso cento milioni di euro di tasse! Si devono vergognare anzi io mi vergogno di dire di essere loro connazionale!!!!!

rosaria rossi, napoli Commentatore certificato 16.10.11 03:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'esodo dall'italia è frutto delle scelte compiute in passato e non sto parlando solo della nostra ammaccata classe politica. Quella a determintato il nostro posto in una scala gerarchica, ha stabilito da dove arrivano i nostri immigrati e dove vanno i nostri emigrati. Crisi c'è da tutte le parti, ma altri paesi possono vantare su aspettative future che invece sono quelle maggiormente in crisi in italia. Ovvio che si scappi! Chi può lo faccia subito! è l'unico consiglio che posso dare ai giovani. Io purtroppo appartengo alla generazione di mezzo, quella figlia del niente. Troppo vecchio per emigrare troppo giovane per il resto.
L'italia (sia sud che nord) non resterà senza giovani. Arriveranno giovani immigranti da luoghi ancora più disperati del nostro. E' il triste girotondo cui tutti partecipiamo inconsapevolmente. Gli africani vengono in italia; gli italiani vanno in inghilterra e gli inglesi negli states. Cambia il mappamondo economico e cambiano anche i rapporti gerarchici. Sarà sempre così (fino alla fine). Quando abbiamo girato la faccia dall'altra parte, e lasciato che dovessero essere altri gli esuli economici dalle proprie terre, abbiamo sottoscritto la nostra adesione al circolo. Oggi inizia a toccare a noi. E' la globalizzazione! Libera circolazione di tutto ciò che fa commercio incluse le risorse umane. Nomadismo finanziaro lo chiamo gli esperti. Il senso è lo stesso: povertà tale da costringere all'abbandono della propria terra, dei propri affetti. Salvo che questa volta le si dà persino una connotazione progressista, quasi positiva.

ceraunavolta 16.10.11 01:10| 
 |
Rispondi al commento

QUANTI MILIONI DI STRANIERI LAVORANO IN ITALIA?
ROSSI E NERI TUTTI D'ACCORDO PER FARLI VENIRE.
HANNO RUBATO IL POSTO DI LAVORO AI GIOVANI.
E ADESSO SONO COSTRETTI A EMIGRARE.
VA BENE COSI'.COSI' VUOLE ZIO TOM.

orfeo nitrebla Commentatore certificato 16.10.11 00:44| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
CI STANNO DEVASTANDO........ANCHE AL NORD
ALVISE

alviseafossa 15.10.11 23:53| 
 |
Rispondi al commento

il nord non è che stà meglio,ma non preoccupiamoci ci penseranno gli stranieri a ripopolare questo paese,forse cambierà anche nome.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 15.10.11 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Veniva già raccontato negli anni 60 poi in realtà il sud ha colmato il nord milanesi sono 100mila i torinesi meno) e al sud non mi risulta ci siano molti settentrionali ne tantomeno di settentrionali che vengono eletti al sud.
Basta con i piagnistei l'italiani sono al 70% meridionali.e la borghesia meridionale si è sempre più impoverita affamata dagli sfruttatori del nord.
Difatti in Sicilia ci sono 1573 cliniche private 6 ministri 60 onorevoli regionali e 3500 dipendenti regionali. madai...superiamo la retorica.

gemma piuma 15.10.11 23:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori