Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La Versilia contro l'inceneritore di Pietrasanta e la Veolia


inceneritore_Pietrasanta.jpg
"Caro Beppe,
mi chiamo Cittadino, ma anche Daniela, Cinzia, Stefania, Andrea, Valerio, Amos, Beppe, Enrico, Massimiliano, Barbara, Marino. Non so quanti nomi ho! Abito in una splendida terra chiamata Versilia che ha gli stessi problemi di centinaia di altri posti d'Italia, solo che per me è una terra speciale, ci sono nato, ci abito e la voglio difendere ad ogni costo. La storia inizia qualche decennio fa, costruirono un inceneritore che bruciava di tutto a cielo aperto, fu chiuso dopo anni. Nella stessa zona, Pietrasanta, arrivò un folle ordine dall'alto, molto alto, altissimo. Costruirono un altro inceneritore, più grosso, più potente; ma assicurarono tutti, sarebbe stato il fiore all'occhiello della tecnologia, “l'impianto più controllato d'Italia e d'Europa”. Era ovvio, già nel 1997 sapevo che così non sarebbe stato, provai a far ragionare il Sindaco, il presidente della Provincia di Lucca, il presidente della regione Toscana, il Prefetto, la Polizia, ma non ne volevano sapere, non ascoltavano, sordi. Non mollai, il giorno dell'inizio dei lavori di costruzione dell'impianto mi sedetti davanti all'ingresso del cantiere, eravamo in tanti, bambini, adulti e anziani...tutti inermi, tutti zitti. Un signore con la fascia tricolore disse di alzarmi dalla Mia Terra altrimenti sarebbe intervenuto. Ma per fare cosa e perché? Ci bastonarono, portati via di peso e denunciati. Tu ripeti spesso la frase “Noi non molleremo mai”, io l'ho ripetuta ogni giorno da 14 anni, ho speso tutto il tempo libero e gran parte dei miei risparmi, sono stato deriso dalla politica di turno, umiliato nelle decine di incontri pubblici e manifestazioni che ho organizzato, ho contattato esperti di analisi ambientale, trovato avvocati che mi hanno difeso pretendendo solo i costi dei bolli, tante persone degne. Ti lascio immaginare ciò che ho passato, sapevo di avere ragione, vedevo e continuo a vedere persone che si ammalano di cancro. Un anno e mezzo fa sono riuscito a far sequestrare l'impianto, si è già svolto un processo per alcuni dipendenti che manomettevano i dati delle emissioni inquinanti, hanno patteggiato, sono stati condannati. Il 13 ottobre sarà la volta degli altri, la Veolia, la multinazionale francese che gestisce l'inceneritore metterà in campo tutti i suoi mastini ma io continuerò a “non mollare”. Voglio giustizia, pretendo che mi restituiscano la mia Terra come l'hanno trovata, lo devo a chi ha lottato, a chi si è ammalato, alle generazioni future e a tutti quei cittadini e comitati che in questo momento stanno vivendo le stesse situazioni. Non mollate!".
Associazione per la tutela Ambientale della Versilia
Co.As.Ver. (coordinamento di comitati e associazioni versiliesi)
Grilli Versiliesi (Meetup 91)

9 Ott 2011, 20:01 | Scrivi | Commenti (59) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Quante tonnellate brucia all' anno il Vostro inceneritore? Da noi a Modena hanno approvato un aumento da 180000 a 240000 tonnellate. Avete qualche consiglio da darci per sfidare questi colossi (da noi si tratta di Hera e Comune di Modena)?

Enrico Guidetti, Modena Commentatore certificato 13.10.11 17:34| 
 |
Rispondi al commento

I rifiuti un problema? L'uomo che li produce è un problema! Io non sono un santo sicuramente .... anzi, però sui rifiuti non vedo il problemone. Il problemone c'è perchè chi governa ieri ed oggi, destra o sinistra, è a Roma un pianeta distante anni luce dalla nostra realtà, povera e semplice e non riesce a pensare a soluzioni semplici. Come sicuramente sarebbe più semplice pagare i rifiuti a chi li conferisce, invece che pagare cifre spaventose per raccolta, discariche, inceneritori, inquinamento ecc. Sappiamo tutti che i rifiuti separati e ben differenziati valgono tanti soldi! E allora paghiamo chi li consegna ai centri di raccolta e facciamo pagare bollette stracare a chi non lo fa. Non si può obbligare la gente a non sprecare i propri soldi, ma aiutare chi vuole migliorare e insieme risparmiare, questo si.
Penso però al sud dove consegnare spazzatura e prendere soldi o magari buoni con cui pagare altre cose, o meglio da scontare da tasse o bollette, sarebbe una vera manna. Però se c'è un affare la mafia ci si infila, come fare? Mandiamo l'esercito prima, col colpo in canna (stò esagerando ? no, la mafia spara!, non aspettiamo che spari per prima) invece che mandarlo quando è tardi, per ripulire quando i danni sono fatti. E pene molto severe e immediate per chi non rispetta le regole.
In Germania hanno recuperato la Germania Est inviando soldi, come noi al sud, ma le regole, anche le più piccole, le rispettano. A Monaco (Monaco è nel sud della Germania e come da noi sono meno "rigidi" che al nord, un signore che stava sul marciapiede di fianco a me, in attesa del verde per attraversare, ha messo giù il piede prima del verde. Beh, l'ha notato una pattuglia della polizia (sono molto più presenti che da noi), col megafono sul furgoncino VW (non Alfa 159)l'ha richiamato con fermezza, secondo me è ancora là che aspetta. E la vecchietta che imprecando mi ha messo il sacchetto sul tetto dell'auto (con me dentro) perchè davanti ai bidoni della spazzatura? E noi?

flavio farina 12.10.11 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Lo stiamo toccando con mano quando ogni 6 mesi puntualmente si ricapitalizzano con soldi nostri societa' pubbliche monopoliste in perdita come Gaia, presiedute da Tucci vicesindaco trombato e prontamente accomodato.
Ricapitalizziamo senza chiedere in cambio l'installazione dei contatori dell'acqua o senza accertarsi il perche' di questo perenne deficit di bilancio a fronte di investimenti inesistenti?
Visti i dati negativi dell'economia, ogni giorno sempre piu' traballante, continuare a votare per questo Sistema fondato sulla corruzione e sul malaffare non ci conviene proprio principalmente da un punto di vista economico.
Se conoscete qualcuno che continua a votare per questi ladri ditegli di smettere.

David Lucii. M5S FdM

Davi Lucii 11.10.11 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

xke' votare M5S a Forte dei Marmi parte V

L'impianto e' stato sequestrato dalla Magistratura un anno fa perche' su autodenuncia della societa' Veolia che e' subentrata alla gestione ha appurato che da molti anni i dati delle emissioni in atmosfera venivano puntualmente falsati e nel fosso che scorre a lato dell'impianto e che arriva al mare attraversando tutta la campagna pietrasantina veniva sversata l'acqua di caduta delle superfici di copertura, inquinandolo con metalli pesanti e diossine in quantita' elevatissime.
In tutta questa vicenda e' da rilevare l'ambiguo ruolo dall'Arpat che invece di controllare lasciava che la societa' gestore dell'impianto facesse controlli in autotutela a fiducia...come lo stesso ex-amministratore delegato di Veolia dott.Fritz confermo' in una riunione pubblica.
L'abbiamo toccato con mano quando in questi ultimi 10 anni i cittadini da sempre contrari all'incenerimento come trattamento dei rifiuti , riunitisi in associazione Coasver ( coordinamento associazioni versiliesi) hanno fisicamente lottato contro la provincia di Lucca che ha sempre salvaguardato le posizioni dell'azienda e mai aiutato ne' amministrativamente ne economicamente il Coasver, arrivando addirittura ai giorni nostri, e nonostante tutto quello che e' successo, ad escludere gli stessi dalla partecipazione all'indagine epidemiologica sul territorio avviata all'indomani dei dati allarmanti sui casi di tumori in Versilia.
Lo stiamo toccando con mano con il depuratore consortile delle acque di Forte dei Marmi e Seravezza, 5 vasche dagli anni 80 che non riescono a depurare in Estate e spesso vanno in sofferenza con relativi sversamenti di acque non depurate nel fiume Versilia. Perche' si stanziano 6 milioni per abbellire il centro e non si investe in strutture forse meno “politicamente appariscenti”ma certamente piu' importanti per la salute del territorio e del cittadino?

David Lucii 11.10.11 23:20| 
 |
Rispondi al commento

xke' votare M5S a Forte dei Marmi parte IV

Uno per tutti il caso dell'ex sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni.
Un perfetto rappresentante di quella “casa delle liberta'” il cui “core business” ha sposato con uno slancio ed una abnegazione al di fuori del comune, collezionando un mandato di arresto composto da oltre 50 capi di imputazione, (altro nostro triste primato) ,6 mesi di carcere preventivo e nonostante tutto questo durante l'ultima campagna elettorale si faceva ritrarre in manette, da attore consumato, sugli enormi manifesti pubblicitari, 6 metri x10 , per tutta Pietrasanta, purtroppo, o per fortuna, con scarsi risultati.
Noi pensiamo che l'anomalia non sia Mallegni quanto invece, tutto quello che, come ai tempi di tangentopoli molti di noi avevano intuito esistesse, e che non e' mai venuto a galla.
In questi anni di militanza per il “bene comune” assolutamente non remunerata e spesso strappata ad impegni lavorativi o nel migliore dei casi ad hobbies ed interessi ,abbiamo imparato a riconoscere i nemici dai falsi amici che spesso sono molto piu' pericolosi dei primi.
Abbiamo imparato ,a nostre spese, che i partiti politici sono diventati veri e propri comitati d'affari e come questi si comportano esclusivamente per un profitto oggettivo, vuoi che questo sia un guadagno economico immediato, una poltrona di un cda, un posto di lavoro in cambio del voto,etc etc e quasi mai l'interesse del partito e quello del cittadino coincidono.
L'abbiamo toccato con mano con l'inceneritore di Pietrasanta, un impianto nato gia' vecchio 20 anni fa, imposto ai cittadini con la forza e con un contratto capestro redatto da un funzionario pubblico che ha imposto ed impone il conferimento e l'incenerimento di quantita' assurde di rifiuto solido urbano a tariffe altissime in un forno nato per scopi diversi ed impedendo di fatto fino ad oggi una raccolta differenziata di qualita' ed un recupero e una valorizzazione dello stesso come invece accade gia' in molte altre real

David Lucii 11.10.11 23:12| 
 |
Rispondi al commento


xke' votare M5S a Forte dei Marmi parte III

La politica deve essere un momento di transizione della vita di un uomo, un breve lasso di tempo in cui dare il meglio di se' per gli altri, perche' “noi siamo gli altri”.
E tutto questo deve essere fatto percependo uno stipendio che corrisponda alla media della societa' civile perche' e' il politico che deve dare il buon esempio non abusando della posizione in cui si trova per arricchirsi, approfittando del potere, deve avere un comportamento sobrio ed equilibrato come la societa' stessa dovrebbe essere.
E' insopportabile vedere impiegati pubblici con stipendi 70/80/100 volte lo stipendio annuo di un impiegato medio, per arrivare ai 500/600/800 di molti presidenti o manager di societa' pubbliche puntualmente in perdita.
E' vergognoso vedere Legislature di 1000 parlamentari scelti da tre persone con altissimi stipendi mensili e privilegi unici in tutto il mondo che arrancano litigando e sbeffeggiandosi ad ogni pie' occupati solo ad arrivare alla fine del mandato e poter percepire un vitalizio da nababbo.
Tutto questo mentre una parte sempre piu' grande della nostra societa' perde il lavoro, dimezza il potere di acquisto, perde ogni giorno servizi minimi fino a poco fa garantiti.
E' altresi' odioso vedere come cosi' spesso viene sprecato il nostro denaro in opere interminabili ed inutili.
Appalti gonfiati, societa' pubbliche con ricchi consigli di amministrazione zeppi di politici trombati in perenne deficit e puntualmente ripianati da Consigli Comunali troppo generosi e mai troppo critici e propositivi.
Ma d'altra parte. quando mai si e' visto il controllore, che spesso e' anche il controllato. togliersi il “cibo di bocca” da solo?
Comportamenti che in paesi civili verrebbero immediatamente sanzionati sono invece, qui da noi, incompresibilmente tollerati quando non presi ad esempio da imitare.

David Lucii 11.10.11 23:08| 
 |
Rispondi al commento

xke' votare M5S a Forte dei Marmi parte II

per l'abolizione dell'Ordine dei giornalisti istituito da Mussolini per poter decidere a piacimento quale giornalista far scrivere ed ancora molte altre.
350.000 firme raccolte in due giorni ( non e' mai successo prima!) che giacciono nei cassetti del Presidente del Senato Mario Schifani.Una legge di iniziativa popolare che ha raccolto 7 volte le firme necessarie volutamente insabbiate e prossime alla scadenza.
Forti della ragione e della speranza abbiamo portato le nostre telecamerine nei Consigli Comunali filmando quello che viene deciso per noi, molto spesso costretti a dover imporre un nostro diritto contro il diniego di molti,troppi Sindaci.
Abbiamo filmato le sedute e pubblicato tutto in rete cosi' che tutti possano partecipare alla vita politica senza dover andare in Consiglio ad elemosinare una sedia, un servizio che e' garantito dalla Costituzione ma che molti amministratori si guardano bene dal far rispettare, pur sapendo che con una semplice webcam e un collegamento in streming on line potrebbe essere fatto tutto con costi ridottissimi e da un qualsiasi impiegato dell'amministrazione pubblica.
Semplici cittadini mai iscritti ad alcun partito politico, ci siamo ritrovati a dover interessarci ad argomenti che fino a prima avevamo lasciato trattare a chi pensavamo lavorasse, pagato da noi, per il nostro interesse, per il bene comune.
Questo e' un concetto cardine del Movimento 5 stelle, quello cioe' dell'impiegato pubblico visto come un “nostro dipendente” vuoi che sia un alto dirigente, un Sindaco od un impiegato dell'anagrafe.
Chi decide di fare politica deve farlo con lo spirito di servizio di un buon padre di famiglia che amministra con capacita', sobrieta' e parsimonia.
Deve farlo sapendo che e' un nostro dipendente messo li' da noi, pagato da noi e controllato da noi.

David Lucii 11.10.11 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Perche' votare Movimento 5 Stelle a
Forte dei Marmi.


Il Movimento 5 Stelle nasce dall'esperienza dei gruppi di lavoro su tutto il territorio nazionale ed all'estero conosciuti con il nome di meetup.
Meetup e' una piattaforma online su cui in questi ultimi 5 anni sono stati caricati e condivisi migliaia di file prodotti da noi stessi sulle piu' diverse tematiche ed emergenze.
La scintilla che ha fatto detonare l'insoddisfazione,il malcontento, la frustrazione di centinaia di migliaia di cittadini e' stato indubbiamente Beppe Grillo, una voce scomoda, da sempre fuori dal coro, fino alla censura per oltre 20 anni e che dura tuttora,dagli schermi televisivi nazionali solo per aver detto in occasione del viaggio di Craxi in Cina ,nei primi anni 90, accompagnato da un corteo di svariate decine di “amici” che se in Cina erano tutti socialisti allora chi rubava a chi?
Censurato e cacciato, ed al suo posto 20 anni di nani e ballerine, inconsapevoli attori tragicomici troppo presi dalla voglia di apparire e di abbuffarsi alla torta dei nostri soldi per rendersene conto.
Troppi “giornalisti” amici degli amici accomodati su poltrone importanti senza la minima competenza se non quella di assecondare il potente di turno, pianificando interviste in ginocchio oltre quella di assumere le amanti di turno, con il risultato di decenni di disinformazione ed inbarbarimento della societa' civile.
A Beppe saremo eternamente riconoscenti per averci aperto gli occhi sul marcio che permea le nostre istituzioni, per le battaglie in cui ci ha coinvolto, il Vday1, il Vday 2,la raccolta delle firme per un Parlamento pulito da mafiosi e corrotti,per due mandati parlamentari e poi a casa,per abolire la legge porcata che impedisce ai cittadini di scegliersi il proprio rappresentante in Parlamento, per abolire il finanziamento ai giornali che vivono dei nostri soldi generosamente elargiti dagli stessi politici di cui questi non parleranno mai male

David Lucii 11.10.11 23:00| 
 |
Rispondi al commento

@Giacomo:
non hai tutti i torti quando dici che sono i partiti che fanno e disfano a loro piacimento. Visto che sono quelli che ci amministrano avrebbero potuto gia' da molti anni dire no all'incenerimento e avviare una buona raccolta differenziata unita magari ad un impianto di riciclaggio dei rifiuti sul modello di Vedelago che da' occupazione e produce utili. Gli stessi partiti hanno e stanno continuando invece a perseverare nella scelta degli inceneritori come principale mezzo di distruzione del rifiuto solido urbano. Si e' scelto cioe' di incenerire producendo diossine, metalli pesanti e gas in atmosfera invece di riciclare, e noi li paghiamo anche questi nostri amministratori.Stanno facendo di tutto per boicottare la raccolta differenziata inventandosi che e' un mezzo costoso di raccolta, che il rifiuto non e' di qualita' etc etc..in realta' hanno l'ordine dall'alto di costruire inceneritori perche' con questi si arricchiscono e li sollevano dalla responsabilita' di creare una catena di riciclo virtuosa..molto piu'facile sotterrare o incenerire no? Non facciamo pero' torto a quei cittadini che da oltre 15 anni senza nessuna remunerazione, avendo contro tutto e tutti, essendo molte volte derisi quando non sbeffeggiati si sono fatti carico di combattere questi mostri, sono persone normalissime, con un normalissimo lavoro che di tasca loro hanno incaricato un perito perche' studiasse il caso e producesse una perizia, l'hanno presentata in Provincia e dopo poco l'impianto e' stato seqiestrato. Giovedi' 13 Ottobre alle ore 9 c/o il Tribunale di Viareggio in via Bixio si terra' la prima udienza del processo ai due dirigenti di Veolia che non hanno patteggiato, e' importante la presenza di tutti per dimostrare che non siamo sudditi sciocchi a cui poter mentire a piacimento ma cittadini informati che pretendono di vivere in un ambiente il piu' sano possibile e che vogliono essere protagonisti delle loro vite!

David Lucii 11.10.11 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Quà viene spiegata un pò meglio la situazione
http://www.impreseallasbarra.org/index.php/Veolia-Ambiente

Andrea 11.10.11 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giacomo, ti rispondo perchè conosco un pò di storia e ho letto alcuni documenti che riguardano questo impianto.
1) Linceneritore è sotto sequestro dal 8 Luglio 2010 (sotto la gestione Veolia)perchè la magistratura (dopo un esposto di cittadini) ha aperto una inchiesta che ha portato al sequestro per (come si legge nell'ordinanza) sversamento volontario di acque inquinate da diossina nell'attiguo torrente Baccatoio.
2) Dobbiamo dire solo grazie a chi per anni non si è arreso davanti a niente, Veolia ha acquistato questo inceneritore a fine 2007 e questo è stato chiuso il 15 Luglio 1008...poi riaperto a Febbraio 2009 e (come dicono i rapporti dei tecnici preposti al controllo) non ha mai funzionato perchè ( come la stessa ditta ammette) questo inceneritore non poteva MAI funzionare bene.
3) Per quanto riguarda i tuoi amici lasciamo perdere se leggi la sentenza di patteggiamento può bastare...certo saranno stati obbligati a fare questo. C'è anche un dirigente indagato. Il processo che inizierà Giovedì ci dirà che ruolo ha avuto.
Per quanto riguarda i politici e gli enti di controllo sorvolerei, non basterebbero mille pagine per raccontare tutto.
Ti ricordo infine che ci sono in totale due inchieste ed un processo in corso per questo inceneritore e mi risulta che gli altri impianti della ditta qualche problemino ce l'hanno.
Senza rancore anche da parte mia, ma ho l'impressione che tu, in questa vicenda, non ci hai capito una mazza!!

Andrea 11.10.11 21:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Cittadino, ho letto con piacere questo articolo e i vari commenti. Posso parlare tranquillamente di questo argomento visto che io per qualche anno ci ho lavorato nel citato impianto. Parlo senza rancore, preciso immediatamente.
1- Ho i miei dubbi, e grossi, sul fatto che sia stato tu a far sequestrare l'impianto di Falascaia. Ho come l'impressione che se l'impianto è chiuso lo dobbiamo soltanto ai comuni ai quali la tariffa per lo smaltimento dei rifiuti stà ormai un po scomoda. Per non parlare dei milioni e ripeto, milioni di euro che devono ancora per lo smaltimento effettuato negli anni precedenti a Veolia. Loro, I POLITICI, decidono purtroppo per tutti noi sfanno e disfanno come pare a loro. Se lo vogliono aprire, perchè cosi torna a loro, lo aprono e non ci pensano due volte a pestare i piedi ai poveri cittadini (ho visto il video e mi diapiace molto),stessa cosa per la chiusura, se è chiuso stai tranquillo che ne va più in tasca a loro che a noi.
2- Alla VEOLIA non devi dire altro che grazie. Ti ricordo che quando hanno acquistato "gli impianti" in italia, sono loro che nel 2008 si sono autodenunciati per le "manomissioni". Probabilmente se c'era ancora quella azienda italiana (che tu sono sicuro sai chi è) col cavolo che l'impianto era chiuso.
3- I ragazzi, anzi, i miei amici, che sono stati condannati, sono l'esempio di come vadano bene le cose in italia. Ascolta, le manomissioni sono terminate con Veolia e con l'autodenuncia ok? Dunque, se prima di Veolia c'era un' altra azienda, ti sembra normale che siano stati condannati solo gli operai?! Secondo te facevano tutto ciò all'insaputa dei dirigenti!??!!?
Io non lo so. Tu cosa ne pensi?
4- Un applauso agli enti di controllo di cui vi fidate cecamente. Se ci mandavano mia nonna e il mio gatto probabilmete avrebbero prodotto gli stessi risultati.
5- Spero presto i grillini arrivino in alto. Sono + di 5 anni che non vado a votare. Aspetto i grillini per tornarci.

Giacomo Maggi 11.10.11 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono nel cuore dell'amico Versiliese, quì a Siena, terra altrettanto bella e cara per noi che vi siamo nati, non abbiamo un problema incenerirore, ma ne abbiamo di altri egualmente gravi, distruzione della nostra università sull'orlo del fallimento, distruzione della banca più antica e più ricca fino a pochi anni fà, del mondo, di tutto ciò dobbiamo ringraziare la CRICCA, una delle più organizzate d'italia, che da circa settanta anni ci deruba ininterrottamente, alle ultime amministrative hanno stravinto al primo turno! allora cosa dobbiamo fare amico della Versilia ? evidentemente ci meritiamo tutto ciò, il problema non sono loro, ma anche e soprattutto noi, popolo di ruffiani, invidiosi, voltagabbana opportunisti, che ha ciò che merita!!!

Favi di Montarrenti, siena Commentatore certificato 10.10.11 18:45| 
 |
Rispondi al commento

grande esempio di tenacia. non mollate

se entriamo in parlamento alle prossime elezioni anche con un solo rappresentante per questi politicanti, che fanno gli interessi delle multinazionali a scapito del nostro denaro e della nostra salute, sarà finita. avremo molta più visibilità e molte più persone conosceranno le idee prorompenti del movimento.

Simone90 P. Commentatore certificato 10.10.11 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Sei grande ,non tutti hanno la tua costanza io per primo ,ma dal tuo esempio credo che potremmo capire che soltanto,uniti si possono migliorare,tante cose,spero che un giorno anche qui a genova ci si impegni ,a fare altrettanto perchè ,qui vogliono installare un gasificatore,penso che non faccia molta differenza,Un cordiale saluto Edilio

edilio montaldo 10.10.11 16:57| 
 |
Rispondi al commento

per la serie le disgrazie non vengono mai sole...

AD MORETTI (vedi strage di Viareggio)
+ VEOLIA ( inceneritori ,acqua,treni,riciclaggio.bionasse, .....)


http://archiviostorico.corriere.it/2011/ottobre/07/mossa_francese_Moretti_treno_Parigi_co_8_111007031.shtml

La mossa francese di Moretti Un treno da Parigi con Veolia
Alleanza transfrontaliera: puntiamo all' alta velocità in Europa

ROMA - Ferrovie dello Stato entra insieme ai francesi di Veolia Transdev nel ricco mercato del trasporto passeggeri transalpino, sia pure, per ora, soltanto nel segmento transfrontaliero.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 10.10.11 14:34| 
 |
Rispondi al commento

dai giornali dei giorni scorsi:

Il Comune di Pietrasanta si è costituito parte civile nel procedimento contro Tev

Con delibera di giunta il Comune di Pietrasanta si è costituito parte civile nel procedimento aperto dalla Procura di Lucca che ha portato al rinvio a giudizio con vari capi di imputazione – tra cui l'alterazione dei dati delle emissioni – di due dipendenti della Tev, ex gestore dell'impianto di termoconvenzione di Falascaia.

Le motivazioni hanno tenuto conto del fatto che il nostro Comune, in quanto Ente sul cui territorio è ubicato l'impianto, risulta essere soggetto potenzialmente danneggiato sia sotto il profilo ambientale che dell'immagine. Inoltre il comune di Pietrasanta risulta essere soggetto potenzialmente danneggiato dai fatti oggetto del procedimento penale anche quale parte contrattuale della Convenzione (31-07-1997) per la concessione di costruzione e gestione dell'impianto di selezione e riciclaggio Rsu in località Pioppogatto nel comune di Massarosa e dell'impianto di termoconvenzione con produzione di energia elettrica in località Falascaia, come previsto dal Piano di smaltimento dei rifiuti della provincia di Lucca (Bacino 2 approvazione consiglio Regionale n° 412/1988.

Rappresenterà il Comune di Pietrasanta nella prima udienza del 13 ottobre 2011 l'avvocato Enrico Marzaduri.

“Per noi – dichiara l'assessore all'ambiente, Italo Viti – è un atto importante e dovuto perché nel procedimento in oggetto sono emersi atteggiamenti che hanno seriamente compromesso la salute e la sicurezza della cittadinanza. Vogliamo andare in fondo a questa vicenda curandone i vari passaggi e partecipando in prima persona a tutte le iniziative relative a questi fatti. Seguiamo con attenzione la vicenda, e ci fa stare male il fatto che sul nostro territorio siano avvenuti e possano accadere atti di questo tipo”.

Tante grazie ad Italo Viti x tutto quello che ha fatto e sta facendo.

david lucii 10.10.11 14:08| 
 |
Rispondi al commento

E' bene che si sappia che la Magistratura di Lucca, nonostante Lucca non sia giuridicamente una piazza "facile", sta lavorando anche su un altro filone dell'indagine, e cioe' quello politico/affaristico, credo che prossimamente ne vedremo delle belle....

david lucii 10.10.11 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti e grazie per l'impegno.

Ivan Solinas, Scandicci Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.10.11 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono venuta a conoscenza tramite amici, giornali e blog, che tra Ferrera e Sannazzaro in provincia di Pavia, vogliono costruire una discarica di amianto, se non vado errato occuperebbe all’incirca 101.000 metri quadri. Quella zona è già interessata dalla presenza di diverse attività tra cui la più grande raffineria d’Europa, il progetto di discarica non interessa una cava esaurita, ma riguarda un terreno vergine inoltre, la forte contrarietà già espressa da migliaia di cittadini attraverso una petizione popolare e dagli stessi abitanti è dovuta anche al fatto che sarebbe anche troppo vicino alle abitazioni e in un territorio dedito all’agricoltura, geologicamente il terreno dell’intera zona della Lomellina è inadatto ad insediamenti di questo tipo in quanto di origine alluvionale con la falda molto vicina alla superficie! L’altro giorno i cittadini si sono riuniti, erano in tanti e c’erano anche quelli del no TAV. Chi fosse interessato può vedere il video su You Tube “No alla discarica di amianto.mpg” del 3 ottobre 2011, i fatti parlano da soli e la rabbia cresce!!! Vi capisco cari amici coraggiosi! Uniamoci tutti e facciamogli mangiare una buona zuppa di rifiuti tossici!

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 10.10.11 13:25| 
 |
Rispondi al commento

http://montignoso5stelle.wordpress.com/2011/10/06/discarica-di-ex-cava-fornace-altri-codici-di-rifiuti-concessi/

fagnini angelo 10.10.11 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Sei un grande essere umano...un eroe dei tempi moderni!Ci fossero più persone come te il mondo sarebbe migliore...un abbraccio

paolotonelli 10.10.11 12:59| 
 |
Rispondi al commento

forza versilianiiii!!!!!!

Paolo r., Padova Commentatore certificato 10.10.11 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Queste informazioni sono la forza che ci spinge:
seguirò con attenzione gli sviluppi.
Con grande stima
Candida

candida foddai 10.10.11 11:53| 
 |
Rispondi al commento

La politica Ghandiana prevede l'essere vegani e rispettare gli animali , costruirsi gli abiti, vivere in villaggi abbandonati o isolati e essere autosufficienti energeticamente e nutrizione,nomadismo e passaparola senza l'uso di tecnologie . Io sono pronto ad investire il mio capitale aspetto proposte .

Raoul romani, sal.rom@alice.it Commentatore certificato 10.10.11 11:32| 
 |
Rispondi al commento

1) Qualcuno riesce ad avere dati REALI su Brescia?

2) Qualcuno conosce gli effetti delle diossine sulla fertilità?
Perchè proprio a Brescia ci sono liste d'attesa infinite (di coppie giovani e all'apparenza in salute) per accedere alla PMA?

Ylenia L. 10.10.11 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Anche Beppe Grillo parla di noi!!! : (

Chiara Lisanti 10.10.11 11:05| 
 |
Rispondi al commento

non si potrebbe interdire a "veolia" il suolo italiano? è una proposta. datemi un parere.

gianni cossu 10.10.11 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Obblighiamo i capi della veolia ( con mogli e figli) a vivere sempre a 100 m da uno dei loro inceneritori... e vediamo che succede!

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.10.11 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Qualche tempo fa avevamo pubblicato questo filmato.

http://www.youtube.com/watch?v=mOJk2fMrzfA

forza ragazzi.

.

sara paglini, carrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.10.11 10:06| 
 |
Rispondi al commento

facciamo una class action!!

alessandro ginesi, Genova Commentatore certificato 10.10.11 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


FORZA VERSILIA sono con voi.

una cittadina del lago di Como

LAURA M. Commentatore certificato 10.10.11 07:09| 
 |
Rispondi al commento

...il male è il consumismo a cui la politica si è votata. Porta alti guadagni a chi lo gestisce e morte qa chi lo subisce. Bisogna ricorrere alla politica Gandiana. Difficile? Sì, difficile, ma è l'unica strada.

almagemme 10.10.11 05:56| 
 |
Rispondi al commento

complimenti!!! Che palle!!! Io sono con voi. La rivoluzione, vera, puo' partire da questi personaggi..appoggiamoli cercando di esseregli vicino fisicamente e vediamo che possiamo organizzare. Inceneriamo tutti i palazzi del potere..tutti!
Basta una squadra di 100 con le palle che hanno i necessari appicciafuoco, cordinati nelle posizioni da distruggere e, e via. Appena il fumo si diradera' cominceremo la ricostruzione. A! Certo dentro ci devono stare i satrapi senno' che falo' facciamo.

mario bottoni 10.10.11 03:34| 
 |
Rispondi al commento

Il giorno 8 Luglio 2010 la magistratura (a seguito ad un esposto di cittadini) avvia il procedimento di sequestro dell’inceneritore, dopo aver accertato che dagli scarichi dell’impianto venivano volontariamente sversate acque inquinate da diossina nel torrente limitrofo.
Il gestore cerca di far dissequestrare l’impianto presentando domanda di AIA e un nuovo progetto di depurazione, ma i cittadini (pagando di tasca prorpia un tecnico) presentano due perizie giurate (una sulla richiesta di AIA, una sul nuovo impianto di depurazione) che di fatto non permettono alla Provincia di rilasciare le autorizzazioni e alla ditta di ottenere il dissequestro.
Tornando ai fatti del 2008 per l’indagine sui superamenti emissivi, la procura mette sotto inchiesta 7 dipendenti e 2 dirigenti con l’accusa di aver “taroccato” i dati.
A Marzo del 2011, 6 dipendenti ed un dirigente patteggiano la pena. Di seguito un estratto della sentenza: “sulla linea 1 dal 1° Gennaio 2004 al 15 Luglio 2008 risultano 871 superamenti del valore limite della media giornaliera per il monossido di carbonio. Il livello emissivo( a fronte di un valore limite di 50 mg/nm3) ha avuto picchi giornalieri di 800mg con livello emissivo medio dal Gennaio 2004 al 31 Maggio 2005 pari a 147 mg/nm3”. Questo solo sulla linea 1. Ci sono stati sforamenti su tutte e due le linee,non solo per il monossido di carbonio ma anche per il carbonio organico totale e per l’ossido di azoto e non vengono riportati i dati relativi a diossine e metalli pesanti.
Il 13 Ottobre 2011 ci sarà la prima udienza del processo degli altri due dipendenti.
Noi cittadini ci costituiremo parte civile al processo. La stessa cosa è stata promessa anche dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Lucca e da tutti i Comuni versiliesi .

Andrea Cecchini 09.10.11 23:14| 
 |
Rispondi al commento

SITUAZIONE ATTUALE INCENERITORE DELLA VERSILIA
Tre sforamenti di diossine e di altri inquinanti tra febbraio e giugno 2008 (altri tre erano già avvenuti nel 2003. In un “memo” interno dell’attuale gestore dell’impianto, datato aprile 2008, il direttore tecnico di Veolia riporta che in realtà gli sforamenti sono stati continuativi dal 2003 al 2008.
Nel 2008 la Provincia e il Comune decidono, nonostante i gravi fatti accertati per i superamenti emissivi, di far continuare l'attività all'impianto. Pongono delle condizioni al gestore: l’esecuzione di lavori di ristrutturazione, l’obbligo di adempiere a determinate prescrizioni (non tenendo conto che le prescrizioni già contenute nell’autorizzazione rilasciata nel 2006 non erano state ottemperate) e un collaudo finale di 60 giorni.
L’inceneritore nonostante i lavori, le prescrizioni e la marcia controllata, riesce a funzionare solo su una sola delle due linee di combustione, in maniera alternata, fino al giorno del sequestro avvenuto l’8 Luglio 2010. Come si può dedurre dai verbali di controllo è stato continuamente sottoposto a processi di accensione e spegnimento. Le emissioni, durante queste due fasi, sono documentate essere maggiori, e la legge prevede oltretutto dei limiti emissivi meno restrittivi.
Un dato da sottolineare: dal 2008 al 2010 l’inceneritore ha bruciato molto metano (700.000 metri cubi invece di 70.000 previsti per la normale attività). Su quali basi la ditta ha ottenuto i finanziamenti statali, cip 6, per la produzione di energia?
Su questo punto è infatti aperta un’inchiesta della magistratura che coinvolge anche gli altri inceneritori gestiti da Veolia (soprattutto Gioia Tauro). Gli altri impianti acquistati dal gestore attuale sono ad Isernia e Vercelli.

Andrea Cecchini 09.10.11 23:12| 
 |
Rispondi al commento

http://www.grilliversiliesi.it/?p=1986

In Versilia si registra la piu' alta percentuale di casi di neoplasie (TUMORI) di tutta la Toscana, non e' mai stata fatta una indagine epidemiologica per capire la natura di questo altissimo numero di malati,il sindaco di Viareggio dice che il dato e' inficiato dal grande numero di turisti in vacanza e organizza Festival della Salute dove tutto si fa meno che parlare di vera prevenzione e di comportamenti sani da attuare velocemente. Si preferisce regalare merendine degli sponsor ai bambini....

david lucii 09.10.11 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Il video girato nel 2008 riportava articoli di quotidiani locali che davano notizia di 3/4 sforamenti in un anno dei parametri di emissione in atmosfera, in realta' il processo che ha condannato 7 dipendenti di Veolia che hanno patteggiato la loro posizione ha accertato che in alcuni anni dal 2003 ad oggi gli sforamenti arrivavano a 200 giorni su 210 giorni lavorativi.L'impianto e' stato sequestrato perche' Veolia acquistato l'impianto da TEV si e' autodenunciata per evitare eventuali sanzioni peggiori.Uno dei dipendenti che si ha patteggiato e' stato promosso a responsabile di un altro impianto che Veolia ha in Campania e gli altri sono stati condannati a pene tra un mese e mezzo e tre mesi commutate poi in sanzioni pecuniarie medie di 2000 (duemila)euro l'uno. QUESTO E' QUELLO CHE SI PAGA PER AVER INQUINATO PER QUASI DIECI ANNI LA VERSILIA! Il sindaco di Pietrasanta sig Nicolai (PD),che all'epoca non fece niente perche' la popolazione non fosse manganellata e denunciata, chiamato dall'attuale sindaco di Pietrasanta (PD)oggi e' l'emerito Presidente della Fondazione La Versiliana con tutto quello che ne consegue.LORO NON MOLLERANNO MAI, MA GLI CONVIENE?

andrea pazienza 09.10.11 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Con le connivenze dei politici locali i Francesi cercano di fare quello che vogliono.Non mollate!!!! persone come voi ci ridanno dignità.
Grazie.

mauro r., lucca Commentatore certificato 09.10.11 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Cittadino versiliese dai molteplici nomi, io sono un cittadino solo. Il mio nome e' Salvo. Abito a 6Km dal cancrovalorizzatore di Parona (PV) che brucia monnezza proveniente da mezza Lombardia regalando cancri, laucemie e altre gravi malattie agli abitanti della zona.
Io sono uno dei fortunati vincitori di una leucemia linfatica cronica. Sto combattendo contro questa malattia e per il momento sto vincendo.
Purtroppo qui dalle mie parti non riusciamo ad organizzare qualcosa di forte per far chiudere questo mostro! Ci indignamo, tutti mostrano solidarieta', ma alla fine continuano a bruciare schifezze. Il Sindaco di Vigevano dichiara (http://www.youtube.com/watch?v=pnXJKsVA1js) di aver bisogno di almeno 3/4 anni per uscire dall'illegalita' dovuta ad una raccolta differenziata scandalosa inferiore al 25%... e intanto continuiamo a brucare schifezze!
Tutti ci indignamo ma nessuno fa nulla di concreto e quelli continuano a bruciare!

Ammiro il tuo coraggio e la tua forza caro cittadino versiliese.... mi chiedo come potremmo provare a contagiare un po' del tuo coraggio anche da queste parti!

Un cittadino vigevanese!

Salvatore Mandara, Vigevano - Italia Commentatore certificato 09.10.11 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Gli inceneritori sono delle incredibili macchine della morte.
Peggio ancora chi li sponsorizza a partire dalla Marcegaglia, Veronesi, il metachirurgo amputologo che sponsorizza anche le centrali nucleari, il governo e tutti gli amministratori di destra e di sinistra che badano solo ai loro interessi privati.

Come si può ancora sopportare una situazione del genere?

Marco C 09.10.11 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo di criminali ci ha VENDUTO ai francesi.
Berlusconi ha calato le braghe e ha venduto il NOSTRO CULO ai francesi che hanno provato a fare DI TUTTO ma non ci sono riusciti.
Ci hanno INVASO con i grandi centri commerciali, con le catene alimentari, con quelle dell'hobby e dei lavori in casa...hanno TENTATO di piazzarci delle centralu nucleari e di rubarci l'acqua potabile...ma per uno non ci sono riusciti, perl'altro ne sono stati in gran parte tagliati fuori.
Ma non desiteranno, sanno di avere nel nostro GOVERNO degli aLLEATI PRONI E MERDEI su cui contare.
NOI donbiamo urlargli in faccia che qui da noi HANNO FINITO DI FARE RUMENTE.
dobbiamo cacciare LORO e tutti i venduti che li stanno aiutando.
Se fossimo un popolo capace di quello che ha fatto il "cittadino" del post, NESSUNO RIUSCIRBBE MAI A FARCI DEL MALE!
Si troverebbe un MURO INVALICABILE di persone coscienti, consapevoli e pronte alla guerra.
In gioco c'e' il nostro futuro, il nostro paese, il futuro dei nostri figli, la vita stessa di tutti!
COSA STRAMALEDIZIONE PUO' CONTARE DI PIU'?!?!
E allora...per quale strafottutissimo motivo siamo ancora qui a guardare li schifo che avanza?!

Enrico Bosco, Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.10.11 21:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questi ragazzi li ho conosciuti, sono dei guerrieri! forza ragazzi!

Matteo Olivieri Reggio 5 Stelle, reggio emilia Commentatore certificato 09.10.11 21:22| 
 |
Rispondi al commento

i francesi già mi stanno un po' antipatici, ma ora iniziano a rompere abbastanza.

inceritori, impianti nucleari, va beh che hanno comprato un bel po' del nostro debito pubblico, ma non è che dobbiamo stare sempre a 90° neh!

ivan m. Commentatore certificato 09.10.11 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Che le migliori benedizioni ti accompagnino.
Auguri.

Moreno Bettega, trento Commentatore certificato 09.10.11 21:10| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
NON MOLLATE,NON ARRENDETEVI MAI IN VERSILIA,FATELO CHIUDERE L'INCENERITORE
ALVISE
P.S:I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alviseafossa 09.10.11 21:07| 
 |
Rispondi al commento

a torino sud stanno costruendo un inceneritore ,cresce enorme nel cielo ,quando percorri la tangenziale non puoi non vederlo già da diversi km ,è by marcegaglia credo, lo guardiamo ogni giorno con trnquillità ... qualcuno ,conoscenti,amici,mi han chiesto cosa fosse ,caxxo ti stanno costruendo un inceneritore di fianco a casa enon lo sai nemmeno .

Panino A. 09.10.11 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che hai fatto e hai scritto mi ha commosso. Forse abbiamo ancora una speranza. Un abbraccio.

Marco Piroddi 09.10.11 20:57| 
 |
Rispondi al commento

"Anche noi a Parma stiamo lottando perchè l'impianto della morte non vada in
funzione, anche se i lavori di costruzione sono ripresi, dopo la sospensivs
per abuso edilizio,per ordine del TAR.
Chi non è in malafede e informato sa che sono solo realizzati perchè
esistono gli incentivi, non perchè servono.
Costituiscono solo una fonte di gravissimo inquinamento.
Forza Versilia!!!"

Andrea Ferrari 09.10.11 20:35| 
 |
Rispondi al commento

E' un crimine anche solo concepire un mostro inceneritore in una culla di turismo e cultura come la Versilia che andrebbe preservata come patrimonio.

Lotta più gisuta non potrebbe esistere, in Versilia come in ogni altra terra d'Italia che ama se stessa e si rispetta.

Complimenti a chi lotta e dovuto onore a chi ha deciso si assistere coloro che decidono di combattere questo soppruso..

..scritto da un Cittadino.

Nicola Q., Massa Commentatore certificato 09.10.11 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti! Persone come Lei (Voi) dovrebbero godere di piu spazio in questo blog e più visibilità in generale.
Grazie.

Ashoka il Grande (detto diego), mexico Commentatore certificato 09.10.11 20:24| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori