Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La vita in condominio

  • 77


condominio.jpg
"Buona domenica, la mia è iniziata male. La "signorina" del piano di sopra, che ha i ritmi circadiani invertiti, si è svegliata, come sempre, alle 06:00 e ha fatto 1ora e mezzo di fracasso prima di uscire. Rientrerà stanotte, verso le 24:00, 00:30 e dopo un'altra ora e mezzo di bordello inenarrabile, andrà finalmente a dormire. Quello dei rumori molesti in condominio è un problema che riguarda milioni di persone e per il quale non esiste una normativa seria in materia. Si può difendere solo chi è ricco (ma va?) e può pagare un avvocato e un tecnico acustico che esegua costosissime perizie. Spesso, neanche questo è sufficiente e, anche se si è proprietari, si arriva a vendere. Chi è in affitto, precario, disoccupato, senza una famiglia "bene"alle spalle, non può fare niente. Nessuna istituzione raccoglie il suo disagio ma neanche amici e parenti si rendono conto di quel che prova. L'esposizione prolungata a fonti di rumore disturbanti è patogena per l'organismo umano e, alla fine, porta ad un'esasperazione inenarrabile. Nessun tipo di tappi auricolari esistenti in commercio, neanche quelli su misura, è utile. I molestatori, qualora ripresi, si offendono e da torturatori passano a vittime agli occhi degli altri. Chi è disponibile ad intervenire presso la classe politica perché si modifichi la legislazione?"
Amaranta M.

30 Ott 2011, 21:03 | Scrivi | Commenti (77) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 77


Tags: abitazione, casa, condomini, condominio, regole, rumori

Commenti

 

http://edoardobeltrame.com/2014/09/26/la-ripartizione-delle-spese-di-riscaldamento-condominiali/

edoardo beltrame 28.09.14 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Vi scrive uno che di rumori e suoni ne ha fatta la propria ragione di vita, sia come lavoro (sono ingegnere acustico) che come passione (sono musicista).

Avete ragione un po' tutti, solo che, come solito in Italia, ognuno pensa che la sua sia l'unica verità e che gli altri siano degli imbecilli ignoranti. Siamo sempre bravi a fare i moralisti quando i problemi sono degli altri e ci piace far credere agli altri (e sopratutto a noi stessi) che abbiamo qualcosa di sensato da dire...

Rispondo adesso al caso della sig.ra Amaranta, e a tutti coloro che hanno risposto a loro volta:

1) E' senz'altro un problema di educazione e di sana convivenza civile. Se vivo in un condominio, devo tenere in considerazione la presenza di altre persone, non esisto solo io e i biei bisogni. L'egocentrismo è ciò che ha portato il nostro paese alla situazione attuale... Se voglio fare ciò che mi pare e piace senza arrecare disturbo a nessuno, allora basta spostarmi in una casa indipendente e isolata (spazialmente o acusticamente).

2) E' anche vero che si tratta di un problema di giustizia sociale e di leggi non rispettate. Esiste in Italia una normativa specifica (anche se lacunosa) che dal 1995 tutela la salute degli italiani da questo tipo di disturbi. Pertanto dobbiamo sensibilizzare chi costruisce (e chi ristruttura) a realizzare edifici a norma e consoni alle esigenze dei nuovi inquilini. Sappiate però che gli edifici costruiti precedentemente non sono soggetti ad alcuna norma di tutela dal rumore, quindi le vostre lamentele e offese servono a poco. Se un edificio è "vecchiotto", l'unica soluzione (per adesso) è il saper vivere civilmente, pensando che non esistiamo solo noi e che esistono anche gli altri, ma imparando anche ad essere tolleranti (comunque non fessi!).

Se avete dei problemi di questo tipo, possiamo parlarne tranquillamente (sia per consigli generici che per casi pratici).
Contattatemi all'indirizzo: ing.wooten@gmail.com

Saluti

Andrea Greco 15.01.14 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che chi vive in condominio la deve piantare di ripetere: A CASA MIA FACCIO QUELLO CHE VOGLIO, perché in condominio semplicemente non puoi fare quello tutto che vuoi. Punto.
E non è A CASA TUA, perché sei sempre un poco anche A CASA D'ALTRI, visto che il tuo soffitto è il mio pavimento etc. Non ci vuole molto per capirlo...

Giulia Lovati 02.11.12 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno,
sono una studentessa di Economia; ho elaborato, insieme ad altri ragazzi, un questionario sulla vita condominiale, in particolare sul riscaldamento. Il vostro contributo ci sarà di enorme aiuto per il nostro lavoro di analisi di mercato.. cliccate su questo link sottostante per procedere alla compilazione, è completamente anonimo!! Grazie, aury

https://docs.google.com/spreadsheet/viewform?pli=1&formkey=dGFUdTNKMWxxTVpQZmNBYjE3clQ4UHc6MQ#gid=0

Aury 12.04.12 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio quanti hanno condiviso raccontando la propria esperienza.
A tutti coloro che, come me, hanno la vita seriamente compromessa da questo problema e volessero attivarsi per creare un vasto e serio movimento d'opinione che sensibilizzi le autorità sull'argomento, chiedo di scrivermi:amyblanka@gmail.com
Messaggio sempre valido

Amaranta Mai 05.11.11 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusate... ora che rileggo sto post inutile:
Questa si sveglia alle 6:00 e torna a casa alle 00:30 (secondo quanto scritto)andando a letto dopo un'ora e mezza di inenarrabile bordello, dunque verso le 2:00.
Dunque questa dormirebbe 4 ore per notte?!?!
Poi vorrei sapere qual'è l'"inenarrabile bordello"... magari si fà una doccia e si cucina qualcosa.
Mah!!!

Bianconiglio 04.11.11 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mmmmmavaffanculo!

Fabio Tirotta 02.11.11 14:14| 
 |
Rispondi al commento

i morti di fame come noi sono costretti ad acquistare o affittare case "scaffale"...come diciamo noi "roba da torta"...ammucchiati..come i polli!.
Poi siamo 60 milioni..troppi!...se fossimo almeno 40 milioni le cose andrebebro meglio.
Questo è frutto dell'edilizia degli anni 60-70...edifici multipiano spesso di dubbia qualità,pieni di barriere arcitettoniche!
Non ha caso l'Italia al più alto numero di impianti di ascensori del mondo, circa 100.000 impianti.
queste sono eredità del boom economico...!

roby f., Livorno Commentatore certificato 01.11.11 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Alcune risposte sono l’ennesima conferma dell’individualismo italico. Io faccio quello voglio dove e quando mi pare oppure io non vivo in un condominio, sono affari tuoi .
La doccia si può fare di notte se non rechi disturbo al vicinato, diversamente sarebbe opportuno evitare, salvo rarissime occasioni.
Questo vale anche per le “espiazioni corporali” ; se ti capita tre volte all’anno è tollerabile diversamente educhi anche il tuo intestino a essere civile.
Capisco ch e quando si ha di fronte delle persone ottuse è molto difficile farle ragionare, l’ignoranza è una brutta bestia (senza voler offendere gli animali a due o quattro zampe)
Sono gli stessi che commettono scorrettezze alla guida,, alzano il volume del lo stereo come se fossero in discoteca e via dicendo.
Con questi individui è come “ANDARE CONTRO UN MURO DI GOMMA”, E UNA PARTITA PERSA.
Inoltre, nelle ore notturne la polizia municipale esce quasi sempre (QUASI) , armatevi di videocamera e registrate i rumori: non si possono portare in tribunale ma comunque è bene farlo.
P.S.
Nel frattempo l'Italia va...... a rotoli, avrei potuto usare un altro vocabolo.

marina c. Commentatore certificato 31.10.11 21:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che post del menga... E alcuni commenti sono pure più deludenti.
1) qui non c'è problema di giustizia ma di educazione ( da parte della vocina) e di tolleranza ( da parte di chi scrive il post... Ecchemai farà questa???)
2) il problema della giustizia italiana è che costa poco e non tanto... E noi itagliani non siamo capaci di metterci d'accordo su niente senza andare in causa. Dunque ben vengano le costosissime perizie e gli avvocati... In un popolo dove ci si vuole fare causa per idiozie del genere!!!!

Antonio P 31.10.11 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Meglio sarebbe costringere i costruttori a insonorizzare gli appartamenti, visto che ormai i muri che li separano sono spessi venti centimetri e che le strutture portanti trasmettono il minimo rumore a tutto l'edificio, come se fossero cave all'interno.

Obi Kenobi Commentatore certificato 31.10.11 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema vero è che manca GIUSTIZIA e la gente ormai non ne può più ed 'è seriamente tentata a farsi giustizia da sola, perchè è più facile avere giustizia e farla franca facendosi giustizia da soli che seguire le vie legali.
Quando mi hanno ammazzato una persona cara le forse dell'ordine, se vogliamo chiamarle così, mi hanno detto che facevamo prima e risparmiavamo se pagavo un killer. Ci hanno dato anche la cifra, forse se gli chiedevamo un biglietto da visita di un killer c'è lo davano
I problemi: del condomino, del vicino, del ladro, del maniaco, dell'assassino, dell'imprenditore che ti licenza quando vuole, ... il problema di base è la mancanza di GIUSTIZIA !!!!
Quindi la prossima vola che si va a votare invece di votare il partito che promette meno tasse e meno giustizia si votasse il partito che seriamente ha meno problemi giuridici e ha un programma di rinnovo della giustizia che non sia fuori tutti i criminali, perchè stanno stretti in galera o perchè i processi sono troppo lunghi, forse domani riusciremo a insegnare le buone maniere al condomino e a dare l'ergastolo agli assassini così da vivere una vita serena in casa e tranquilla per strada
Con questi politici è inutile lottare e perdere tempo chiedendo giustizia, perchè se facessero delle leggi serie per dare giustizia loro andrebbero in galera.
Quindi alle prossime elezione votate seconda la GIUSTIZIA invece secondo le solite balle della sinistra o destra

Matteo Pietri Commentatore certificato 31.10.11 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembrava uno scherzo, ma visto il livello dei commenti e l'incattivimento generale per futili motivi, credo che chiunque dica una qualsiasi cavolata di un livello leggermente al disopra delle esigenze fisiologiche umane come minimo può ambire alla carica di presidente della repubblica.
Esiste soltanto quello che vogliamo sentire, il resto è comune convivenza.

abitante 31.10.11 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ai miei vicini: e spostatela un po' dal muro, la testiera del letto , quando trombate......

harry haller Commentatore certificato 31.10.11 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Ne so purtroppo qualcosa, i rumori molesti da vicinato ti rovinano letteralmente la vita, specialmente se a risentirne è il sonno.
Il problema è dovuto sia a vicini maleducati (quelli che se ne strafregano, anche quando provi a fargli capire con gentilezza il problema)sia a come sono stati costruiti i palazzi da venti o trent'anni a questa parte. Dovunque vi sia cemento armato e non vi sia anche una qualche forma di insonorizzazione, il rumore si trasmette facilmente e in ogni direzione, per cui capita persino che chi abiti in 'mansarda' senta rumori di vicini come se provenissero dal tetto ...!
Ci vorrebbe una legge più adeguata e soprattutto i controlli.

Maddalena C. 31.10.11 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Se fosse solo il problema dei rumori molesti saremo un paese civile.
Anzi proprio voi non vi rendete conto in che paese vivete se sono questi i problemi.
Sono appena tornato da una trasmissione dove una famiglia ha perso la figlia in maniera allucinante.
Prima la figli di 13 anni è stata violentato da un marinaio.
Il marinaio è stato individuato da testimoni è ha confessato il reato e alla fine il processo è stato archiviato. A questo maniaco reo confesso non gli hanno fatto nulla dopo aver violentato una bambina di 13 anni !! La bambina dopo la violenza si è sentita colpevole e punita, perchè lei che era la vittima non poteva uscire di casa con la paura di ricontrare il maniaco, mente il maniaco non è stato nemmeno processato.
La bambina chiaramente ha cominciata ad avere qualche problemino psicologico e un giorno è scappata da scuola. Purtroppo ha incontrato un gruppo di maniaci che l'hanno drogata e picchiata per abusarla ripetutamente. Allora cosa hanno fatto le autorità ? Hanno tolto la bambina dai loro genitori per buttarla in una clinica psichiatrica dove là gli hanno somministravano devastati cure massicce di psicofarmaci. Il modo migliore per uccidere psicologicamente una persona. La bambina si è sentita così tradita, oltre che dalla società, dalla giustizia e abbandonata dai genitori e si è suicidata. Al processo contro i maniaci hanno cercato di dare la colpa alla ragazzina per cui secondo loro era consenziente e i mass media parlavano della bambina come una povera pazza con problemi psichiatrici, si i problemi gli aveva, ma gli sono venuto dopo le violenze ripetute. Una ragazza di 13 anni consenziente ad essere drogata e picchiata per violentarla da maggiorenni ? ma non esiste nemmeno a livello giuridico
In Italia il criminale ha sempre ragione e la vittima è colpevole di essere vittima e voi vi preoccupate dei rumori del piano di sopra qui la giustizia è andata a puttana anche quando ti ammazzano o violentano la figlia

Matteo Pietri Commentatore certificato 31.10.11 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da tempo sostengo che la legislazione debba diventare molto più restrittiva con chi rovina la vita dei vicini e che si debba far partire un movimento di pressione che ottenga giustizia contro cafoni e disturbatori. Amaranta mi scriva, vediamo di cominciare noi: giuliana.cupi@teletu.it.
Giuliana - Torino

Giuliana Cupi 31.10.11 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, vorrei dire la mia sul problema dei rumori condominiali. Premetto che vivo in un attico e sono visto da quelli del piano di sotto come il classico "vicino di sopra casinista" quando sono il primo a dover subire urla e rumori molesti a tutte le ore.

Il problema dei rumori molesti è serio e nell'articolo viene messo un punto di vista e non vengono analizzate minimamente le cause.

Innanzittutto il discorso della libertà e dell'educazione. Uno in casa propria è libero: libero di tornare a casa e uscire all'ora che vuole, libero di farsi una doccia in piena notte, libero di ascoltare musica o vedersi un film, libero di tirare lo sciaquone alle due di notte se ne ha bisogno (se non dovete far due goccie di pipì ma altro vi voglio vedere a non tirare lo sciaquone ed aspettare l'indomani mattina, che schifo!).

Neglio orari di riposo è indispensabile l'educazione. Ovviamente se vedo la tv di notte il volume sarà basso, parlo a voce bassa e non faccio feste che si protraggono a tarda notte, insomma, faccio i rumori minimi indispensabili per poter vivere e non fare la mummia in casa.

Educazione vuol dire anche non predere a urla un vicino che alle 23 torna a casa con i tacchi e cammina il tanto per arrivare alla camera da letto e toglierseli. Mi è successo, preso a parolacce e urla per aver fatto 10 passi fino ad arrivare al letto.

L'educazione e il rispetto son cose che non vanno solo pretese ma bisogna averle tutti. Sono le basi della convivenza, e soprattutto in appartamento, dove la concentrazione umana è alta, bisogno avere pazienza, rispettare e comportarsi educatamente.

Un discorso apparte merita la qualità degli edifici. Vivendo in varie palazzine ho notato che quelle costruite negli ultimi 30 anni sono fatte di carta veline, non c'è alcun isolamento acustico e tra un appartamento e l'altro ci son solo 30 cm di cemento. Forse prima di aggredire un vicino per il baccano si dovrebbe chiedersi se la casa è a norma, e se non lo è per colpa di chi.

Francesco 31.10.11 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Monty, si vede che hai dei vicini educati o che abiti in una villetta medio-borghesuccia.

Ti farei provare cosa vuol dire averne di maleducati poi vedi come ti indigni...

Buon tè e biscotti...

Luca Allegri 31.10.11 13:16| 
 |
Rispondi al commento

E' ridicolo. Il vivere civile si basa Sull'adeguarsi alle esigenze altrui.
-------------------------------------------
Sarebbe giustissimo, peccato che non tutti lo fanno. e' un dare e avere, e perche' devo essere sempre io a spazzare tutti i giorni la mia terrazza perche' quella di sopra non ha voglia di spazzare casa sua? ieri ha mangiato maroni arrosto, visto che avevo le sue bucce... Glie l'ho fatto presente diverse volte, sempre gentilmente, e ora mi guarda senza salutarmi... e' che il buon senso non appartiene a tutti...

simona s., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.11 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Amaranta, quanto ti capisco.

Inquilini al piano di sopra che sembrano elefanti (un po' lo sono, in verità) che se ne sbattono altamente facendo fracasso come gli pare, buttano roba dalla finestra ecc. Parlarci non è servito, battere i pugni sul muro neanche.
Mi fanno pena i commenti precedenti che danno la colpa alle pareti sottili: sarebbe come dire "prenditela con chi NON fa i giubbotti antiproiettili più resistenti, perchè è solo per questo che muori se vai in strada e ti sparano".

La colpa è SEMPRE degli ignoranti che se ne fo**ono del prossimo.

Luca Allegri 31.10.11 13:09| 
 |
Rispondi al commento

il post del borghese piu cretino dell'anno


complimenti allo staff di grillo che da libero spazio a deliri personali degni de il giornale


Ps
l'arpa è pubblica e non richiede COSTOSE valutazioni...

saluti

Monty Python 31.10.11 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E cara Amaranta M. sei solo penosa........

PRETENDI INVECE CASE FATTE AD ARTE, PRIMA DI COLPEVOLIZZARE I VICINI, PERCHE' SONO SICURO, CHE LA TUA VICINA "RUMOROSA", SI SCHIFI, OGNI VOLTA CHE E' COSTRETTA AD ASCOLTARE IL TUO SCIACQUONE....
Un post ignobile, che parte dal presupposto di porre maggiori restrizioni in casa propria, é vergognoso, invece di PRETENDERE MAGGIORE QUALITA' DI INSONORIZZAZIONE CHE SIGNIFICA ANCHE QUALITA NEL RISPARMIO TERMICO e che equivarrebbe a maggiore libertà in casa propria, come é giusto che sia, senza nemmeno prendere atto della miseria costruttiva e la pur minima accortezza architettonica che non rende adiacenti le camere da letto ne sopra ne sotto ne allo stesso piano per ovvi motivi di privacy e di miglioramento dell'abbattimento acustico, di modo che se vuoi farti una scop...anche un poco più vivace del solito non debba preoccuparti del vicino MAI.
Questo post é l'emblema della cialtroneria italiota, che guarda alla mano che indica la Luna, maggiore libertà in casa propria, grazie ad una progettazione funzionale ed intelligente e una insonorizzazzione che significhi pace ed armonia fra gli inquilini! Vivere in condominio con questi presupposti, non farebbe nessuna differenza se si é ricchi o poveri o precari, non metterebbe le generazioni l'una contro l'altra, per i "rumori" molesti oltre la mezzanotte, non mi costringerebbe a finire una cena per il terrore delle lamentele, in tutte le palazzine non ci sarebbe la necessità del vincolo notarile per bandire i cani etc. etc.
Invece di infuriarsi per chi costruendo selvaggiamente ha messo a dura prova la convivenza civile, di un paese già abbastanza analfabeta e cafone di suo, inasprendola, nell'indifferenza dei legislatori, dei controlli di qualità, e nella garanzia di un mercato florido come quello abitativo di vera qualità e non solo di speculazione riservata ai soliti ricchi, ma come faccia a sfuggire tutto questo, a questo paese di geni, veramente mi cadono i sacrosanti che pena.

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.11 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' ridicolo. Il vivere civile si basa sull'adeguarsi alle esigenze altrui. Preferisco mille volte lo studente casinaro al rompico****ni che mi dice come dove e quando devo vivere in casa MIA.

Mirko Rossini 31.10.11 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dio mio ma che razza di commenti!
Cavolo siete proprio tutti, dei provincialotti!
A me é bastato andare ad Amburgo, nelle case popolari, costruite in fretta e furia subito nel dopoguerra, per scoprire, che se gli appartamenti sono costruiti ad arte, la mattina ti puoi alzare, mettere la musica a tutto volume, e il tuo vicino NON ACCORGERSI DI NULLA, avendo libertà ed autonomia senza dover essere angosciato dagli altri condomini!
Prendetevela con i vostri padri ancora una volta che nel nome del PROFITTO hanno cementificato "IL BEL PAESE" e pure con costruzioni di bassissima qualità, ho vissuto sulla mia pelle 10 di un condominio dove abitando al 5 piano potevo riconoscere lo sciacquone del 1 piano a tutte le ore del giorno!
Mi fate tutti pena, siete miserabili come i vostri padri, tanti commenti sulla grande maleducazione dei propri condomini, quando di questa la maleducazione se ne é fatta una cultura di cui addirittura vantarsi e farne sfoggio in questi ultimi 20anni! Miserabili italioti che si fanno le loro piccole infinite guerre locali, micragnose, sviando di proposito il problema e cioé che le case in itaglia dagli anni 60 in poi, sono costruite con la sabbia ed il piscio, idioti!
Siete un paese di M... sopratutto per questo, invece di PRETENDERE case robuste ben isolate sia a livello sonore che termico, vi arrabbiate se il vicino si vuol fare una doccia alle 2 di notte, costringendolo anche in casa sua alla schiavitù del mondo! Leggere questi commenti é per me l'ennesima conferma che questo paese di M.. non cè la farà mai e poi mai, il problema non sono i politici, il problema siete voi, loro sono solo lo specchio del vostro caos mentale, quella che idolatrate come "l'ARTE DI ARRANGIARSI", e che invece é sintomatica di una inconsistenza del pensiero, a parte i geni illuminati del passato, il resto di tutti voi é penoso, ma andate affa.......

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.11 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sai quante volte ho dovuto cambiare casa per colpa di inquilini maleducati? Non è giusto! Le provi tutte, ma vincono sempre loro.
Ho passato notti infernali. Mi alzavo per andare a lavorare con le occhiaie e una rabbia dentro....
Gli ultimi inquilini che ho dovuto subire sono studenti: tre ragazze di una maleducazione inaudita! Bugiarde e arroganti. Portano gli amici e fanno festa tutte le notti. Siamo andati a bussare alla loro porta in piena notte, spesso all'alba, per protestare.
Lettere, riunioni condominiali, carabinieri, telefonate al proprietario dell'appartamento (che credeva a loro, non a noi. Capirai, abitano da un'altra parte, quindi che gliene frega!)
Urla e minacce dell'amministratore, che bussava forte alla loro porta (in vestaglia)...
Per evitare di finire in galera, ce ne siamo andati....

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 31.10.11 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mia esperienza da emigrante al nord mi permette di suggerire vicini stranieri, preferibilmente nuclei familiari. Gli stranieri sono drasticamente più silenziosi e rispettosi rispetto ai nostri (stressati) connazionali.

Antonio D. Commentatore certificato 31.10.11 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Carissii, vi parla proprio una persona che ha venduto casa per esasperazione., Al piano di sopra un fracasso continuo e totale...di persone irrispettose...il minimo era ciò che lanciavano dalla finestra e la loro sporcizia e sigarette che finivano a casa mia...il week end era un gozzoviglio totale..che finiva a volte a litigi pesanti...coltellate una volta...
scoprimmo anche che vi era un giro di droga e prostituzione, fatta alla luce del sole, senza pensare che chi viveva vicino...almeno il sabato sera..voleva dormire sereno a casa propria.

Arianna Franceschi 31.10.11 10:54| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIAMO PARLARE ANCHE DEL CONDOMINO CHE HA DECISO DI FARE LA GRIGLIA TUTTI I PRANZI E LE CENE CHE DIO A MESSO IN TERRA ?

Massimo C., Roma Commentatore certificato 31.10.11 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Dal 1997 è in vigore una normativa (applicata pochissime volte dagli impresari perchè come sempre mancano i controlli) il D.P.C.M. 5-12-1997 "Requisiti Acustici Passivi), che impone tamponamenti, coperture finestra ecc. in grado di soddisfare i requisiti per un isolamento acustico minimo.
Io ho acquistato un appartamento costruito nel 1998 senza rispettare tale normativa.
Il problema deve essere girato ai comuni che non dovrebbero rilasciare il permesso di costruire senza una relazione tecnica preliminare e prove finali in opera.

Saluti

Alessio Rosini 31.10.11 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Volevo dire che le "dura" (la tosse) da novembre a marzo.

gabriele Deiana 31.10.11 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Verissimo. Le pareti del mio appartamento sono cosí sottili che sento anche i colpi di tosse, bello soprattutto perché la mia vicina di sopra ( che va sempre in giro in zoccoli a giudicare dal rumore che fa) ha una specie di tosse cronica che le due da novembre a marzo, non ti dico i concerti. Io in piú ho rumore anche IN casa dato che per ragioni economiche ho dovuto subafittare le altre due stanze. Uno dei coinquilini é insopportabile: sbatte tutte le porte, mette la musica a alta, non smette di fischiettare quando sta in casa e non c'è modo di farlo rinsavire. Roba da uscire di testa.

gabriele Deiana 31.10.11 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma che problemi di legge!...I CONDOMINI sono frutto della migrazione avvenuta negli anni 50-60..quando l'industria tossica richiamava milioni di persone da campagne e regioni depresse.
Già allora in molti Comuni del Nord si affrontava i problemi legati a queste deportazioni di massa che impattavano a livello sociale,in modo gravoso.
Sembrerà strano, ma già all'epoca molti amministratori pubblici, sostenevano che l'impatto portava conseguenze come: consumo del territori,per la costruzione di case,scuole,servizi,ospedali,ecc...oltre ai costi legati alla gestione degli stessi..gravando sulle casse pubbliche.
Da qui la necessità di realizzare edifci multipiano..i condomini..veri e propri gabbioni per i polli! che con se portavano problemi di vivibilità e impatto ambientale pesante.
Purtroppo le città continuano a crescere a dismisura gioco forza in spazii sempre più stretti e angusti, partorendo sempre più condomini,costosi e scarsamente a misura d'uomo,dove spesso il verde è un "optional"..

roby f., Livorno Commentatore certificato 31.10.11 09:01| 
 |
Rispondi al commento

come ti capisco.

Simone90 P. Commentatore certificato 31.10.11 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Ormai siamo al punto dove ha più diritto un cane di abbaiare piuttosto che un umano dormire.
Rediamoci conto dove andremo a finire.
Per fortuna non vivo in un condominio ma in una casa 3 piani e i vicini sono tutti parenti, tranquilli. Fossi in un condominio di quelli con muri in cartongesso i casi son 2, o rispondo al fracasso con il fracasso usando l'HiFi che è capace di tirarli giù i muri da condominio tanto suona forte, oppure inizio a tartassare i colpevoli fino a fargli passare la voglia.
Il problema di questa gente è che si crede di essere intoccabile e al di sopra di tutti, come fossero gli unici bipedi senzienti a circolare.

Luca P 31.10.11 08:16| 
 |
Rispondi al commento

I problemi da affrontare con le leggi sono altri ! Questoè un problema di educazione e di rispetto dello spazio e della vita altrui. Tutti valorio che, ahimé, stanno scomparendo anche su spinta dei media che tutto predicano nei loro blaterii tranne che educazione e rispetto. Bisogna tornare ad insegnare ai nostri figli l'educazione ed il rispetto. Io lo sto già facendo con la mia piccolina di 6 mesi, ma credo di essere una goccia in mezzo all'oceano...

Massimiliano T., Scandicci (FI) Commentatore certificato 31.10.11 07:25| 
 |
Rispondi al commento

Va bene che gli anziani sono ormai la maggioranza (dei votanti), però chi vuol vivere nel silenzio vada in campagna e chi vuol vivere in compagnia accetti un po' di caciara, mi sembra semplice.

Qui a Milano comprano a metà prezzo gli appartamenti sui navigli perché c'è sotto il locale e poi si lamentano che c'è sotto il locale che fa rumore, impedendo il normale ristoro di chi, lavorando il giorno dopo, paga la loro pensione e purtroppo non la propria. Ci vorrebbe un po' di senso della misura da parte degli anziani.


Il condominio è il microcosmo dello schifo in cui versa l'italia.
Leggi vecchie ed obsolete oppure caotiche, piene di rimandi e, di fatto, inapplicabili tale che l'eventuale comportamento illecito è, allo stato pratico, non sanzionato!
Per il resto disinteresse, individualismi, egoismi, ipocrisie e piccole prepotenze (della serie "...io sono più furbo di te...") completano il quadro di un'italia provinciale ed incivile da cui ormai dubito seriamente riusciremo ad uscire.

Paolo C. 31.10.11 00:48| 
 |
Rispondi al commento

E' da circa 6 anni, ovvero l' intero periodo che vivo nella mia nuova casa, che il venerdì ed il sabato non si dorme più. I locali sotto l' appartamento danno musica ad altissimo volume fino alle 2-3 del mattino, disturbano centinaia di persone, anche anziane. Chiamiamo polizia e carabinieri decine di volte a sera ma non intervengono mai, anzi ci prendono in giro dicendo che manderanno dei controlli che puntualmente... non arrivano. Sarà forse che uno dei pub in questione è di proprietà di un polizziotto? E il sindaco che fa? Nulla, si gode la musica!
Francesco Ci da Piazza Armerina

Francesco Ci 31.10.11 00:32| 
 |
Rispondi al commento

a chi lo dite! io mi trovo nei guai adesso proprio per scappare da un condominio!
e pensare che siamo stati tutti amici per vent'anni, ma non un'amicizia superficiale, ma autentica e salda. ci siamo aiutati, consigliati, abbiamo mangiato insieme, vacanze insieme, feste e compleanni insieme, poi, proprio per la presenza di una maniaca di gatti (ne aveva ammassato una trentina nel cortile, aveva ridotto tutti gli spazi del palazzo a rifugio per cucce, coperte, piatti di plastica, è crollato tutto.
nel momento che ci siamo azzardati a qualche piccola lamentela siamo stati letteralmente assaliti e da grandi amici siamo passati alla guerra totale.
se non ce ne andavamo credo che saremmo finiti nella cronaca nera.

liliana g., roma Commentatore certificato 31.10.11 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Ho avuto una brutta esperienza con un vicino che ha comprato casa nel piano terra e (come diceva) che anche il minimo rumore l’ho faceva andare nel pronto soccorso. Bisognava stare attenti se cascava una forchetta o il telecomando… Un inferno…
Hai un problema dei rumori?! È un tuo problema che per fortuna si può risolvere. Con pochi migliaia di euro si può fare la casa totalmente silenziosa… ma fatta bene non fai da te…

Hendrik G. 30.10.11 23:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Diventa sempre più difficile la convivenza nei condomini perchè é diminuito negli ultimi decenni il livello di educzione e di cultura.
Abito in una zona molto silenziosa, pur essendo in città: fino a pochi anni fa le persone che rientravano a tarda sera, o di notte, parlavano sottovoce, non facevano sbattere il portone, chiudevano le autoradio: adesso anche alle 3 di notte si salutano gridando e ridendo. C'é chi compra i pappagalli, li infila in gabbia e li lascia, povere bestie, stridere tutto il giorno sul poggiolo. Non mi soffermo sul problema dell'abbaiare dei cani (moltiplicatisi negli ultimi anni perchè rappresentano un affare colossale in termini economici) perché anche questo blog é estremamente sensibile alla tematica....nel senso che già in passato alcuni commenti contro il fanatismo e l'inciviltà dei proprietari di cani sono stati bloccati

antonella g. Commentatore certificato 30.10.11 23:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per carita',abitare in condominio manco i cani.E quando lo usano l'home theater(veramente il vicino a 50 metri da me si lamenta lo stesso...chi se ne) e mettevo a punto la moto in garage.Senza parlare di inutili riunioni condominiali,probiizioni o spese assurde.
Chi ha un appartamento pensa di avere una casa,in realta' ha un posto letto con angolo cottura.

Alessandro 30.10.11 22:52| 
 |
Rispondi al commento

col carattere che ho, se abitassi in un condominio uscirei pazzo.

Paolo M. Commentatore certificato 30.10.11 22:29| 
 |
Rispondi al commento

hai perfettamente ragione, il problema e' che la giustizia non funziona ed e' solo per ricchi che possono ricorrere agli avvocati.bisognerebbe creare una associazione che faccia proposte di legge ed agisca legalmente per aiutare chi non possa permettersi spese legali eccessive. inoltre bisognerebbe fare campagne pubblicitarie contro chi fa i rumori, chi ha i cani che abbaiano disturbando i vicini , bisogna farli sentire colpevoli, perche' queste persone sono spesso convinte di avere ragione e giocano sul fatto che la legge e' difficile da usare contro di loro.

roberto de falco alfano 30.10.11 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Scusa,mà un problema di educazione sociale e civili lo vuoi risolvere con la legge??? L'unica legge giusta che andrebbe APPLICATA è l'istruzione gratuita a tutti i livelli,IL SAPERE l'EDUCAZIONE,AL RISPETTO DI TUTTO E DI TUTTI

salvatore castellano 30.10.11 21:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ti capisco e ti comprendo.A me il cane del vicino che abbaia di notte.Ho avuto un disturbo serio e la storia non è finita.E' un grosso problema che appare insignificante ma che trasforma l'esistenza




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori