Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Perché non riusciamo più a volare?


Dumbo.jpg


Dumbo, Walt Disney

Perché non riusciamo più a volare? Portiamo occhiali che spengono i colori. Li togliamo solo prima di dormire e poi sogniamo in bianco e nero. Non alziamo più lo sguardo al cielo. Quando camminiamo, guardiamo per terra per evitare gli ostacoli. Curvi su noi stessi. Partecipiamo al vecchio gioco di un mondo che si sta spegnendo e la cui luce, flebile come quella di una candela di sego, confondiamo per l'unica possibile. Per quella del sole. Le regole del gioco le ha decise chissà chi, chissà quando, sono insensate, ma per abitudine e per la fatica che comporta l'affermazione di un nuovo pensiero, che gli altri non capirebbero, non le mettiamo in discussione. Non usciamo mai dalla scatola. I nostri silenzi sono dettati dall'indifferenza o da una presunta impotenza. Il nostro mondo è immobile e tolleriamo tutto pur di non guardarci allo specchio. La paura di scoprirci Hyde, mentre ci crediamo Jeckyll. Siamo schiavi della ridondanza, quel fenomeno nel quale lo stesso argomento viene ripetuto all'infinito da persone che non se ne accorgono. Si sfiniscono a discutere di temi irrisolti, preda di un cerchio magico da cui non possono uscire. I talk show televisivi ne sono un esempio. Non conducono a nulla, abbruttiscono e omologano i partecipanti provocando nausea per la mancanza di vie di uscita. Chi discute con un imbecille diventa un imbecille per chi lo osserva.
Nel cielo scorrono nuvole, venti di luoghi lontani, luoghi dove tutto è possibile, come potrebbe esserlo qui. Perché non riusciamo più a volare? Perché siamo diventati un gregge che senza un pastore, senza un leader, non è capace di trovare il suo cammino? Il leader pensa per noi, noi dobbiamo pensare come il leader. Un uomo che vale uno, e qualche volta molto meno, diventa il nostro padrone perché noi decidiamo di valere zero. Lo schiavo vuole un leader, l'uomo libero vuole il cielo. L'uomo libero è leader di sé stesso. La generazione che ha fottuto l'Italia è diventata leader per colpa della nostra ignavia, è necessario evitare che ci siano dei successori, dei Renzi o degli Alfano. Davvero nel nostro Paese sono nati Galilei, Michelangelo, Leonardo, Fermi, Marconi? Sembra impossibile che siano riusciti a volare. La Storia del mondo è passata di qui. Perchè non crederci ancora? Perché non volare? Ci sono sempre alternative e le migliori sono le più pericolose, le meno convenzionali. Ognuno deve prendersi il suo rischio e provare a volare nel grande cielo azzurro. In fondo, cos'ha ormai da perdere?

Calendario dei Santi Laici 2012

Calendario dei Santi Laici 2012 (www.santilaici.it)
Ogni giorno un eroe.
Acquista oggi la tua copia a offerta libera


lasettimanabanner.jpg

30 Ott 2011, 14:00 | Scrivi | Commenti (753) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

beppe non deluderci siamo con te non fare nessun patto con ste merde siamo disposti a sacrificarci per un altro anno ne abbiamo gia passate tante che una in piu non ci crea problemi ma dal prossimo anno governiamo noi le li mandiamo a casa basta con sta merda.............. siamo tutti con te il tuo affezionato gian carlo

maurello gian carlo 02.03.13 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno sono sempre piu convinto che la mentalita di questi tempi e stupida e senza senso: il pensiero di fare i cazzi propri... Privacy, profitto, interessi, doveri... sono tutti pensieri che devono essere eliminati se si vuole avere una societa che attraversi secoli senza inutili spargimenti di sangue... Dobbiamo collaborare tutti insieme per vivere meglio! E questo il succo! Viva i ficcanaso!!!!!

Matei Saftoiu 05.11.11 13:19| 
 |
Rispondi al commento


Auitiamo GreenPeace

http://vwdarkside.com/it/jedi/francesco-traina-461234

Granfranco d., roma Commentatore certificato 05.11.11 13:12| 
 |
Rispondi al commento

INTERVISTA A PAPANDREOU - PRIMO MINISTRO DELLA GRECIA: (Sperando continui il progetto no EU!!!)
"Come tutti sapete, il 26 e 27 ottobre abbiamo preso decisioni storiche
cruciali per l'Europa e per la zona euro. Queste decisioni sono state
ovviamente anche cruciale e sono cruciali per la Grecia. Credo che in molti
benefici che essi hanno per la Grecia: i benefici per la crescita, i
benefici per abbassare il peso del debito sul popolo greco, i benefici per
un pacchetto forte di sostegno per i prossimi anni, dove si può
effettivamente mettere ordine in casa nostra e fanno della Grecia
un'economia sostenibile.

Queste decisioni, naturalmente, sono dotati di responsabilità. E ci sono
delle responsabilità importanti. Questo cambierà il futuro, non solo oggi,
ma delle generazioni future. Positivo.

Ma naturalmente ci sono molti che si disputavano questi aspetti positivi, e
ho sentito che era importante che il popolo greco prendere una decisione su
questi importanti sviluppi e la decisione che abbiamo preso nel Consiglio
del 26 ottobre. E 'il loro diritto democratico, e il popolo greco credo che
siano maturi e saggi per prendere la decisione che è a beneficio del popolo
greco e il paese.

Facciamo parte della zona euro. Essere parte della zona euro, siamo molto
orgogliosi, e di essere parte della zona euro è allo stesso tempo avere
molti diritti, ma anche molti obblighi. E credo che sia fondamentale che
mostriamo al mondo che possiamo vivere fino ai nostri obblighi. Siamo in
grado di vivere fino a questi obblighi, e questo è di fondamentale
importanza per la nostra futura partecipazione nella zona euro.

Così ho informato i miei colleghi che, previa consultazione con il Governo
in Grecia ieri, che si potrebbe andare al referendum nel più breve tempo
possibile, organizzare il più presto possibile, e crediamo che possiamo
avere un referendum probabilmente il 4 dicembre."


MR. G. PAPANDREOU: Ah, si sta ora parlando della sesta tranche. Beh, certo che se tutto va bene, speriamo che tutto vada bene nel referendum. E 'piuttosto un paio di giorni prima della sesta tranche è necessaria per pagare gli stipendi e le pensioni e così via.

Quindi credo che, in quanto il programma è, come abbiamo la tabella di marcia, che le date che abbiamo sono in conformità con l'erogazione della tranche positivo sesto.

GIORNALISTA: Sei sicuro al 100% per il referendum?

MR. G. PAPANDREOU: ho detto più e più volte in Grecia, che abbiamo bisogno di un consenso più ampio. Ho provato per un consenso più ampio con tutte le parti. Ho parlato molte volte con i dirigenti. E se c'è un consenso più ampio, ovviamente non avremmo bisogno di un referendum. Ma questo consenso ampio non esisteva.

Ma io credo ci sia un largo consenso tra la gente greca. Ed è per questo che voglio che il popolo greco a parlare. E il popolo greco parlerà presto. Grazie.


Sarò di ritorno in Grecia e di consulenza, naturalmente, con i miei omologhi negli altri partiti, i leader degli altri partiti dell'opposizione, per informarli delle discussioni che abbiamo avuto e, naturalmente, l'importanza di queste decisioni che stiamo prendendo .

Credo che il popolo greco, come ho detto, sono saggi e capaci di fare discussioni a destra, per il bene del nostro paese. E una decisione positiva, una decisione positiva da parte del popolo greco, non è solo una decisione positiva per la Grecia, si tratta di una decisione positiva per l'Europa.

GIORNALISTA: Cosa Sarkozy e Merkel si dicono?

MR. G. PAPANDREOU: li ho informati che abbiamo bisogno di avere un ampio consenso, perché il programma ci troviamo di fronte è difficile, è difficile attuazione, ma credo che il popolo greco ci chiedono di essere un partner forte l'euro, nella zona euro , un partner forte in Europa, e che questa è in gioco. Questa è la posta in gioco.

Non è il momento di darvi la dicitura esatta, ma l'essenza è che questo non si tratta solo di un programma. Questa è una questione se vogliamo restare nella zona euro. Questo è molto chiaro. Questo dovrebbe essere chiaro a tutti.

Credo che questo sarà un risultato positivo. Credo che il popolo greco ci chiedono di rimanere nella zona euro, e credo che questo referendum mostrerà così.

GIORNALISTA: E se dicono di no, avete piano? Se dicono di no?

MR. G. PAPANDREOU: voglio dire che avremo un sì.

GIORNALISTA: Ci può dire se si è sicuri che il Parlamento sta per approvare il referendum?

MR. G. PAPANDREOU: Prima di tutto, abbiamo, come sapete, un voto di fiducia da Venerdì, e così allora questa è la nostra prima battaglia.

GIORNALISTA: Siete sicuri di questo? Stai andando a vincere il voto di fiducia?

MR. G. PAPANDREOU: Beh, io spero di sì, ma ovviamente questo è un processo democratico.

GIORNALISTA: Senza 8 miliardi di euro, vuoi andare in bancarotta?


oggi radio arlamento ha trasmesso in diretta la prima cofnerenza del presidente bcr draghi; ha omesso l'ultima domanda, annunciata perche' dovevano essere le ultime due, fatta da una giornalista della stampa che interrogava in merito alla fiducia di draghi sulle riforme possibili di quyesto governo e sull aiuto dell bce
per un altro caso tra mille e mille di questa rai/minculpop tale domanda non e' stata trasmessa, e' disponibile sul sito bce, copio qui sotto il link
http://www.ecb.int/press/tvservices/webcast/html/webcast_111103.en.html
per carita' niente di sconvolgente domanda e risposta e ci siamo abituati, ma un altro grave esempio della comunicazione dalla ns radio/tv di stato,
beppe non ti ho segutio molto negli utlimi tempi, non so bene che "terra pesti" adesso (e bisogna stare ancora piu' attenti a dove si mettono i piedi ...), ma non sarebbe il caso di coagulare qualcosa politicamente ? sfrondando le linee piu' radicali ma impegnandosi veramente nel cambiamento ? come si dice per tante cose ormai...se non adesso quando ? grazie

paolo sanchi 03.11.11 18:21| 
 |
Rispondi al commento

amici della Padania , perche' il vostro grande sacerdote del Dio Po sta' investendo soldi fuori dalla UE?
Provate a chiedere dove stanno i soldi del TFR di sua moglie e quelli che gli passa zio Silvio per farlo stare buono buono.

pernice bianca 02.11.11 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe!!
Serve tanto leggere queste belle parole , in questo periodo!!E' giusto impegnarsi tutti a "volare" e mantenere i sogni che si hanno fin da bambini !!
Facciamo di tutto , basta poco , anche una semplice carezza a chi ci vuole bene!!
Non bisogna mai smettere di sognare ed i sogni per tutti si avvereranno.Non permettiamo che ci lascino solo gli incubi!!!

Alessandro Formaggia 02.11.11 13:04| 
 |
Rispondi al commento

esco di casa alle 8 e subito mi trovo alle prese con un traffico infernale: i vigili chiaramente non si vedono, il loro lavoro oramai è quello di far cassa. finalmente arrivo al posto di lavoro ed ecco la sensazione da alienata: organico ridotto all'osso e la mia laurea che serve solo a pulire la scrivania che la donna di servizio in mezz'ora di attività, non è riuscita a fare. ascolto inorridita i commenti dei colleghi rivolti alla suddetta signora dalla pelle scura, mentre qualcuno giustifica il proprio razzismo dicendo che "sono loro che esagerano!"... e già, perchè prendere 1 euro e mezzo per pulire un ufficio di 400 mq è esagerare... finisco di lavorare e vado a fare la spesa: inizia la ricerca di quelle pochissime cose che non avvelenino, facendo la gimcana tra destrosio, aspartame, grassi vegetali idrogenati e coloranti derivati dal petrolio di scarto. vado poi di corsa all'asilo a prendere il mio bimbo: mi accorgo che gli hanno rubato l'omrello, o il cappello, o la macchinina... gli compro una merenda: un panino (vuoto!) 95 centesimi! andiamo a casa, lui gioca con il papà e io preparo la cena ascoltando il telegiornale con notizie chiaramente tagliate o omesse: mi passa l'appetito. portiamo il cucciolo dai nonni e usciamo con gli amici: direzione bar di tendenza, dove un cocktail costa minimo 8 euro e 50. perchè i nostri amici, età media 42 anni, considerano i figli troppo costosi e impegnativi e non ne vogliono. torno a casa isterica. non rieco a dormire. ma io... IO VORREI VOLARE!

maddalena fabbri 01.11.11 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Per evitare commenti riscaldati, voglio dedicare a tutti gli italiani questo mio sonetto in dialetto romanesco:

Itajia mia

Guarda. Che maravija è 'sta stesa de mare,
e come te se offre da li monti doppo la pianura:
tutta sfumata blu azzurra e piatta t'appare;
ma si poco se arza, l'onna mette pavura.

E 'sti colli verdi, maroni, gialli, bionni,
arati co' le spade de l'Aquila Romana?
E le città tutte studiate e fatte da artisti
insonni,
che fanno intonà li canti a 'sta penisola
itajiana?

Poi, colororno la Bandiera li Garibbardini,
cor bianco de la purezza, er verde de la natura,
e cor rosso der sangue loro e de li contadini.

'St'opra d'arte, 'sta Terra accusì bella da
arubballa,
meriterebbe che noi ciavessimo pe' 'na vorta
la bravura,
de meritasse er granne privileggio de abbitalla!

28.09.2011

aldo v. Commentatore certificato 01.11.11 19:49| 
 |
Rispondi al commento

il più grosso danno che ha fatto la politica è che ci ha fatto venire un sacco di incombenze ed ha ammazzato tutti i sogni. Tanto tempo fa si discuteva della politica, della cosa comune sia essa il comune o la strada, si parlava di politica,poi venne la seconda repubblica che ha ammazzato tutti i nostri sogni, le nostre speranze. Leggi su leggi, obblighi a volte ignoti nei quali puoi cadere tranquillamente senza saperlo. I partiti se ne fregano degli iscritti perchè i partiti prendono i soldi direttamente dalle nostre tasche con la legge sui rimborsi elettorali sia che vai a votare o che non ci vai. Se muori nel periodo che va dalla indizione delle elezioni alle votazioni paghi pure da morto. La casta superiore che ci governa non conosce più i loro elettori, elettori che votano illudendosi che dietro i partiti ci siano ancora idee valide di destra o di sinistra, ignorano che ci sono solo i castisti che guardano i cavoli loro. Ci vorrebbe un altro Benito, siamo tutti pronti, il clima è quello, politici vuoti che parlano con pernacchie ed insulti, che guardano il posteriore delle belle signore e ragionano con quello che hanno in mezzo alle gambe e ce lo mettono nel didietro. Speriamo che la Nato ci bombardi, in italia stanno facendo un genocidio, rispetto a dieci ani fa mancano DUEMILIONI di giovani. Forse sarebbe una via di uscita dato che con questa legge elettorale non riusciremo mai a mandarli a quel paese e vedrete che la cambieranno a loro favore.

luigi ercolini, civita castellana Commentatore certificato 01.11.11 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Non riusciamo più a volare perchè abbiamo perso la speranza, uccisa da una classe dirigente inadeguata e seppellita da una serie infinita di "tanto non cambia niente", "sono tutti uguali", "se fossi al posto loro ruberesti anche tu!!!".
Torneremo a volare perchè dopo la notte viene sempre il giorno, perchè non tutti ruberebbero al loro posto e perchè le cose cambieranno, magari lentamente e dolorosamente, ma cambieranno!

Eugenio Olmetto 01.11.11 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Mi trovo bene in questo ambiente, va bene tutto purchè si parli di volare, liberi come il vento.
Forse avrei da dire anche nell'altro articolo, ma questo mi è più congeniale e ci rimango.
Mentre lavavo i piatti mi è venuta in mente un'altra metafora sull'ignoranza.
Tutti sanno cos'è Tiscali, forse credono di saperlo o, almeno lo sanno solo parzialmente.
Perchè chi non ha fatto una lunga scarpinata sul greto asciutto del fiume per arrivarci, non sa cos'è veramente Tiscali.
Bisogna esserci dentro a quel meraviglioso ventre della terra per capire, per sentirsi in comunione col passato e col presente. Basta toccare le foglie cresciute miracolosamente in quella voragine per sentire che dalle loro radici sprigiona il sapere dei nostri avi, come degli alberi di Pandora.
Ma per chi non lo sapesse, non dirò tutto, perchè toglierei il piacere della ricerca.
Dò solo un indizio, non seguite nei luoghi le veline e i calciatori, andate più dentro ai luoghi e alle cose.

marcia b. Commentatore certificato 01.11.11 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Per favore Bossi!
A te non le hanno proprio lette le fiabe, chè le favole per te son troppo!
Non hai letto tu Perrault i fratelli Grimm, che i figli non si abbandonano nel bosco per fare gli struzzi, neanche durante la carestia.
Eppure dovresti sapere che grazie al proletariato del sud son diventate grandi le tue preziose fabbriche. Perchè lassù c'era meno povertà e il livello medio dell'istruzione era più alto. L'unico male è quello, oltre all'incompetenza e all'irresponsabilità e alla ruberia di chi amministra. Quello, ETERNO, l'ignoranza.
Perciò di meno fesserie, che sei un facilone, e fai insegnare, questo si, ai bravi imprenditori del nord a quelli del sud, a rendere per esempio, una fattoria, dove lasci a marcire i trattori arruginiti rendendo brutto ciò che dovrebbe essere bello, un nodello di prosperità.
Non dategli il microfono per favore.
Si basta esporre il tricolore a volte!

marcia b. Commentatore certificato 01.11.11 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Voglio dire una cosa a medea e una cosa ad homefaber, ma senza aprire una discussione con loro perchè le mie parole sono rivolte a tutti.
A medea.
NO. Nemmeno un morto. I morti non servono.
Perchè se penso a Martin Luther King alle cose che ancora avrebbe potuto dire, mi sale una rabbia che mi trasfiguro. Penso a Marco Biagi e ho pena perchè faceva solo il suo lavoro. Io per esempio conosco un giuslavorista, ometto il nome di proposito, che dice cose non canoniche, ho saccheggiato a man bassa da un suo opuscoletto per scrivere una cosetta, perchè all'epoca non trovavo materiale nemmeno sfogliando una montagna di riviste andando in biblioteca o nelle sedi dei sindacati negli uffici di collocamento ecc ecc, ma ho cavato sangue anche dalle rape e qualcosa ho quagliato. Io potrei anche essere o non essere d'accordo con lui, ma ti sembra che un idiota di ministro che apre la bocca a sproposito possa mettere impunemente in pericolo la vita altrui? Perchè quelli che sparano, sempre per il male peggiore della faccia della terra, l'ignoranza, mica sparano su un idiota sparano su persone che hanno un cervello. E allora basta con queste minchiate Medea. La vita è un bene inestimabile.
Fai come faceva Gandhi ogni giorno fila la lana per un pò che ti vengono belle idee. Io non so filare la lana, però ricamo. Digressione. Ho appena sentito Bossi nominare ancora i lavoratori del Nord. Non vogliatemene, ma per favore. Io adoro il nord, ho visto cosa la volontà, la perizia, l'intelligenza può fare, ma si lavora anche al sud, ed è meraviglioso anche il sud, e allora il nord insegni al sud che solo con la cultura si producono cose belle, che ci sono tanti professoroni anche al sud ma il livello generale di istruzione è più basso, e solo l'istruzione fa produrre cose eccezionali e più rispetto per ciò, che quando è di tutti, nessuno si prende cura (Aristotele).
A homefaber
mi piace quello che scrivi. Ma non voto i post.
Siamo qui per dire qualcosa non per vincere un premio.

marcia b. Commentatore certificato 01.11.11 08:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

della pro-loco che organizza e si mangia tutto; un pappone apparecchiato per chi "non conta niente", e mai capisce che organizzandosi potrebbe contare tanto, tutto. E lo so che in Norvegia è diverso, in Australia ci sono le rocce vere e si specchiano ogni mattina nella barriera corallina, e in Belgio o in Islanda il popolo ha fatto da sè; ma a Tromso come ad Hanging Rock, in un bagno sulfureo di Rekjavijk come nelle terme di Spa, i bambini non urlano ogni due secondi a simulazione dei genitori, i padri non donano scappellotti ogni cinque minuti e non ci sono Paperon de' Paperoni e infinite bande Bassotti ad ogni angolo. Non si vive nell'insegnamento di fregare il prossimo altrimenti domani ti fregherà lui, nella venerazione del buco della mente e dello sprofondo femminile di Arcore; di avere sempre un mattone, un capello o una battuta in più del vicino, d'ombrellone o di banco. E le ali, di cera o di mente, non strisciano

homofaber 01.11.11 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Sogni a colori e vite in fila, vuoti a prendere e ali a salve. Per volare serve un cielo e per deambulare o strisciare bastano due zolle; del resto, la natura ci ha dato gravità terrena e braccia pesanti, non certo propensione verso l'alto e protesi volteggianti. Ma, a compensazione e totale superiorità (dotazione), avremmo dei marchingegni formidabili e un po' complicati, utili a volare pur se qualcuno ci incatena, e a scorgere un cielo pur se costretti in una caverna. Purtroppo, li utilizziamo poco, quasi mai; e preferiamo che tutte queste nostre ricchezze (mente, sensibilità, dignità: quindi capacità di analizzare e comprendere autonomamente gli eventi; senso del positivo o del negativo, comunque di qualcosa; considerazione leale verso noi stessi) restino amorfe, magari noleggiandole dai saggi di famiglia (volendo di parrocchia, in senso lato e non alato) o al bar sotto casa o - ancor meglio - acquisendole per tenera cifra da mamma tv, che ne sa (e ne dice) tante più di noi. Nessuno più legge un articolo, dubita di un sondaggio, vede 90 minuti (interi) di partita, verifica una statistica spacciata per verità o si annoia a consultare un programma elettorale: ci limitiamo a deglutire un titolo slogan (spesso abusato se non ingannevole); a captare l'umore virtuale del generone, improvvisamente in vena di confessioni elettorali (ma quando mai); agli highlights o al commento delirante di un match di pallone (l'altra sera ho scoperto che urlano goooool, facendo finta che sia live, anche nei servizi a mezzanotte della DS, quando tutti sanno tutto di qualsivoglia partita); e che fanno propria quella statistica a scatola chiusa che gli conviene, ripudiando quella che non gli sconfinfera; che si fermano alle promesse di un venditore di tappeti umani, che vomita di 'battere' il cancro in due anni (come fosse un match contro un magistrato o contro l'Inter), senza andare però mai a prenderlo sotto casa (pacificamente, per carità). E' tutto finto, fuochi artificiali della

homofaber 01.11.11 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Non riusciamo più a volare perché non riusciamo più a volere.

vitaliano g., verona Commentatore certificato 01.11.11 00:00| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' NON RIUSCIAMO PIU' A VOLARE ??

PERCHE' NON C'E' PIU' VOGLIA DI ANDARE CONTROCORRENTE, DI ESSERE ASSENNATI, DI PENSARE COL PROPRIO CERVELLO SENZA ASCOLTARE I POLITICI.
INSOMMA:
CHI NON FA NIENTE PER STARE MEGLIO NON HA DIRITTO DI LAMENTARSI.

aniello p., Torre del Greco Commentatore certificato 31.10.11 22:32| 
 |
Rispondi al commento

sai valpo mi offro gratis per correggerti le bozze, io lo leggerei volentieri, io leggo sempre tutto volentieri, perchè se non leggi anche i libri noiosi (e non mi riferisco al tuo che non l'ho letto) come fai a capire perchè sono noiosi.
sono tornata, giusto per dire al nostro gentile ospite Beppe che sul sito del corriere il tuo omonimo, persona ironica e intelligente nonchè arguta che ha capito dove tira il vento ha fatto un tre minuti una parola niente male.
e poi dove sono i napoletani per bacco svegliatevi che l'idea della pizza a cento euro agli onorevoli era grande ma a madrid hanno invaso la città con le pecore, quella è inventiva, totò si rivolterà nella tomba se non vi inventate qualcosa di altrettanto scenico
naturalmente le idee sono ben accette anche dalle altre parti d'Italia

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 18:48| 
 |
Rispondi al commento

SECONDA PARTE. Accorti che quella era una poesia. Era la democrazia. L'Azienda ha chiuso dopo tanti anni,e ci siamo divisi quel denaro extra dopo che ce lo siamo goduto. "DEMOCRATICAMENTE". Questa poesia è sbocciata tra 50 cugini, con una somma insignificante alla portata anche di uno scolaro hanno fatto un "banco del mutuo soccorso", e da li attingono x tutti i loro bisogni, piccoli bisogni che diventano sempre più grandi. Ecco la democrazia come nasce,tutti insieme,un piccolo statuto,qualche regola e tanti sorrisi.Il mondo prima era solo una famiglia,si prendeva solo quello che gli serviva, e si rispettavano a vicenda.Ora siamo tante famiglie da formare intere nazioni, ma in realtà siamo sempre una famiglia " allargata". Se ci rispettiamo,ci prendiamo solo quello che abbiamo bisogno,rispetteremo anche la terra che è il nostro mondo, o si può dire anche la nostra madre "come la consideravano gli indiani d'America". E questa la poesia.E' questa la democrazia. Quando 2 bambini si incontrano la prima cosa che fanno; si sorridono,e se uno ha due caramelle gliene da una all'altro,così, spontaneo, no x avere qualcosa in cambio o x altri fini, ma solo x sorridere e stare insieme. Quando si incontrano due soldati,uno dei due deve rimanere ammazzato.Ma perchè dobbiamo diventare soldati??? Chi ce lo dice??? Io ho vissuto sempre con 1000 euro al mese.Ho avuto 4 figli, ed ora ho 4 nipoti, e vivo sempre con 1000 euro al mese. Sono stati sempre pochi... ma sono stato sempre felice in mezzo ai sorrisi. Ma anche politicamente incazzato. Ho scritto un libro "il centesimo". E di 700 pagine.-IL SOGNO DI UN COMMESSO DI SUPERMERCATO- Parlo di gioventu di sorrisi, parlo di lavoro di lealtà, parlo di amore di democrazia, parlo di una famiglia giovane che diventa adulta, parlo di equità e altruismo e parlo che sono politicamente incazzato. Non ho trovato nessun Editore, alcuni piccoli lo vogliono tagliare. Un libro di un operaio è molto difficile pubblicare in Italia. Forse all'estero?

vito volpicella 31.10.11 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
mi piacerebbe condividere con tutti voi un mio progetto che sta nescendo sul web. Si tratta del sito www.opleep.com, un giornale online scritto esclusivamente dai lettori. Basta registrarsi gratuitamente e poi si può iniziare a inserire articoli, commenti, fatti, eventi e proposte, è un modo per poter condividere idee in un'ottica di cittadinanza attiva e partecipativa. Credo che sia una buona idea (almeno spero), ho pensato che in questi giorni ci sia la necessità di parteciapre attivamente alla vita politica e sociale, e seguo da tempo i meet up e altri gruppi associativi, ma trovo ci sia diffocoltà nel veicolare le idee a un grande pubblico. Mi spiego meglio, credo che spesso sia difficile far uscire le buone idee dalla ristretta cerchia delle persone coinvolte in esse, opleep vuole essere un mezzo per poter costruire una comunità che unifichi le differenti istanze nazionali. Spero possa interessare questa idea e mi auguro che ci sia ancora gente disposta a comunicare e attivarsi per cambiare le cose in questo paese!
Saluti a tutti

Diego De Carolis 31.10.11 18:22| 
 |
Rispondi al commento

beh, mi sa che son rimasta solo io
e anche se potrei andare avanti ad oltranza
me ne vò
gli onnipresenti stancano

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Le righe che ci sono in questa pagina sulle statistiche di Ferrara è triste ma inevitabile dopo tutte le porcherie (senza mai seri controlli) che si difondono nell'ambiente.
La mia regione, anzi in particolare una zona più di altre è colpita dalla SLA, non vorrei dire una fesseria che la memoria gioca brutti scherzi, ma l'acronimo sta per Sclerosi Laterale Amiotrofica, è una malattia degenerativa che ti porta verso l'immobilità totale, ce ne vuole ancora di PREZIOSA RICERCA, però io volevo raccontarvi un aneddoto poetico
un comitato di un paese ha organizzato un concerto per raccogliere fondi per la ricerca
era un concerto dei nomadi
io ora quando sento "toccami il cuore e senti com'è vivo" penso alla persona che l'ha promosso, che ha la SLA e che l'ha ascoltato dentro un'ambulanza
se il suo cuore è vivo,
come possiamo Noi disperare?

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Pensate a una piazza ( San Marco per esempio ) piena di piccioni che saltellano buffi o passeggiano confusamente cercando semi o briciole. All'improvviso uno sparo.
Un uccello muore e tutti gli altri scoprono di avere ali e.....volano, volano, volano....
Forse basta un solo sparo e un solo morto.

Medea

Medea Pallante 31.10.11 18:03| 
 |
Rispondi al commento

signori sono un pò ignorante in materia
ma che ha detto tze tze che la televisione arriva sul PC?

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 17:58| 
 |
Rispondi al commento

guardare al futuro non alle spalle
Santoro e company sono ancora vivi
mica li hanno licenziati e sono over cinquanta e non trovano un lavoro
loro non hanno problemi di riqualificazione
iniziative serie per formare la gente ci vogliono
chi è un professionista problemi non ne ha

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 17:56| 
 |
Rispondi al commento

In questo "bel paese" non si può nemmeno fare bene il proprio mestiere che ti spezzano subito le ali!Quello che è successo a Santoro,Travaglio,Dandini,Saviano ecc..sono esempi lampanti.
Grazie al cielo qualcuno di questi tira avanti per la sua strada grazie al sostegno e all'affetto della gente che si è rotta i c......i di subire le porcate e i sopprusi del potente di turno.Ribellarsi è giusto!Grazie Beppe e a tutti gli ITALIANI che non hanno paura volare!!!

davide m. Commentatore certificato 31.10.11 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Che bella sfida mi hai lanciato unconsapevolmente, chè è facile vincerla, perchè hai sotto il contatore automatico e quindi sai quando ti devi fermare a cambiare magari un aggettivo per rientrare nei duemila caratteri, senza però barare, chè anche la punteggiatura ha la sua importanza. L'Italia è un paese di poeti, di naviganti e di artisti e per Noi è assai facile far della poesia. Difficile è portarla per il Mondo, ma non impossibile. La torre di babele ci ha imbarbarito togliendoci col suo crollo la capacità di comunicare, ma qualcosa è rimasto, una scrittura universale che conoscono dappertutto e che produce bellezza compresa dappertutto, lo spartito lo legge il giapponese, l'italiano, il somalo, il messicano e chi più ne ha più ne metta. E i nostri occhi, che non si abituano mai alla meraviglia di ciò che è bello, ammirano estasiati la perfezione di una statua di Michelangelo, chè non ci vuole solo maestria nello scolpirla, ma un grande studio su com'è fatto ogni tendine, ogni muscolo, ogni arto.
La bellezza che ci circonda: dalle Alpi all'Etna, senza dimenticare la terra ospite di monumenti assai antichi, è talmente immensa che da sola basterebbe a sfamarci tutti a vita. Noi siamo un popolo capace, noi siamo un popolo estroso, noi siamo un popolo di classe. Nessuno è come Noi, andate all'estero, e anche se siete dei poveracci, capiranno che siete italiani: per come vestite e per quanto non sapete abituarvi a ciò che vi danno da mangiare. Gli altri si adeguano, noi anche assetati di culture diverse, dopo due giorni reclamiamo il nostro piatto di pasta. Ma guarda un pò è l'alimento più conosciuto al mondo, così almeno ho letto (non ho verificato la fonte). Perchè buttarci giù, se un ridicolo vecchio con la sindrome da Peter Pan si è reso ridicolo agli occhi del mondo con il suo comportamento da ottimo barzellettiere ma da pessimo statista. Il francese e la tedesca, non ridevano di Noi, ridevano di lui. E pertanto, io ho fede nelle Nostre possibilità. Io Spero.

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 17:43| 
 |
Rispondi al commento

scusate manca un pezzetto al mio post di prima

avevo scritto anche

chi se ne frega se tolgono valore legale al mio titolo di studio io quello che so continuo a saperlo ma almeno eviterò che la maestra ecc. ecc.

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 17:17| 
 |
Rispondi al commento

ma dove l'avete già visto un programma così

gli ho dato una scorsa veloce e ho capito tutto
mica dovevo studiare un tomo da cinque chili

immediatezza gente questa è la forza
e quando le cose son buone ci si accorge subito gustandole appena

tutto da sistemare
articolare
approfondire
ma che base di partenza

che me ne frega se tolgono valore legale al mio titolo di studio io quello che so lo so lo stesso

ma almeno eviterò che una maestra corregga ancora
"dandogli" a mia figlia che sciveva di una cosa riferita alla terza persona singolare togliendogli la "g" e lasciandole un, per lei corretto, dandoli.... ORRORE!!!!!!

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo o Grillo Beppe come ti pare.Hai scritto una poesia: - PERCHE NON RIUSCIAMO PIU A VOLARE -.E'farina del tuo sacco? O l'hai preso in prestito da qualche poetastro di passaggio? Sei venuto nel mio campo,ed ora ti devo ammazzare di belle parole,di bei esempi,e se finiran le 2000 sillabe,te ne scriverò subito altre 2000.E se non mi risponderai individualmente,ti manderò 4 volte a fanculo,ma non x abbandonarti ma x risvegliarti più di quanto sei sveglio,e insegnarti la vera poesia che è la vita.In modo che tu puoi apprendere ed insegnare perchè sei un gran maestro del comunicare.Io sono il più grande poeta contemporaneo non perchè lo dico x scherzo o perchè lo sono davvero,solo perchè ho capito che una poesia non vale un centesimo,ma quando la doni vale un sorriso,e il sorriso vale più della cosa più costosa del mondo. "Una cosa costosa è solo una cosa inutile e dannosa". E' il sorriso che fa piovere l'acqua pulita,è il sorriso che fa diventare bello un fiore,che colora il mondo e lo mette nei nostri occhi,è il sorriso che accoglie la fragranza della pagnotta di pane come esce dal forno,è il sorriso che non ti fa mai diventare grande anche se hai perso tutti i denti.Io ho scritto un MILIONE di poesie,e di poesia vivo e morrò, ma ora ne sono circondato e ne godo. Godo a donarle e godo a viverle son la vera fonte di democrazia.Nell'Azienda che lavoravo c'era già allora una finanziaria che "FAVORIVA" gli operai con dei prestiti interni,e noi eravamo contenti e fortunati:avevamo un prestito dall'Azienda senza che nessuno sapeva niente,pagavamo gli interessi e avevamo la liquidazione in mano a Lei.Allora facemmo un " banco del mutuo soccorso ". Una piccolissima sommetta ciascuno al mese x non chiedere più prestiti. Erano tutti d'accordo gli operai,ma poi uno ad uno si tirarono indietro incalzati dall'ufficio e guarda un po'anche dal sindacato. Abbiamo resistito un piccolo gruppetto e tirato avanti fino alla fine. Tutti si sono ac CONTINUA NELLA SECONDA PARTE

vito volpicella 31.10.11 17:09| 
 |
Rispondi al commento

che brutta cosa dare a qualcuno una fucilata

ma bisogna essere coraggiosi non pavidi

che 'sto governo di merda ha appena fatto un altro dei suoi atti di ignavia per cui finirà in un girone dell'inferno

zero anche e soprattutto in politica estera

non ci si astiene ZOTICI
si da un voto e si spiega perchè lo si fa

noi Italiani abbiamo coraggio
Noi che affrontiamo la vita di tutti i giorni
voi una massa di conigli
con tutto il rispetto per i conigli

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 16:58| 
 |
Rispondi al commento

volare significa essere liberi dall'odio dall'invidia e da tutte le altre passioni fino a quando non riusciremo a controllarci saremo nemici di noi stessi come la serpe che si mangia la coda.questo non vuol dire che se qualcuno ci da un calcio non gli dobbiamo dare una fucilata, diamogliela ma senza lasciarci coinvolgere emotivamente.

claudio casalinis (stilofe.56), ferrara Commentatore certificato 31.10.11 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Prima di chiudere i miei interventi, vorrei fare anch'io, scimiottando l'arguto blogger che ha pensato di mettere in onda la telenovela Viviana- Meg o Margie, o EMG o altro, una sceneggiatura (siamo al n. 752 o 753, non so.)
**********
Apertura: Margie si rende conto che VIvincy, dopo aver scritto sul blog tutto quello che ha preparato nella notte, si è dedicata ad altro.

Cosa? Non si sa: probabilmente è andata a spulciare in tutti i volumi della sua biblioteca qualche frase ad effetto da riportare nel blog, o semplicemente sta facendo colazione.

Allora, zitta zitta, da viscida qual è Margie, dopo aver anche lei fatto colazione perchè checchesenedica, una bella tazza di caffè e due biscotti le piacciono, lei che si affida solo alla sua testaccia prepara qualche commento e qualche risposta da inserire a tradimento.

Lo fa e...sorpresa! Tutto viene pubblicato.

Interno blog: a rispondere ai suoi inqualificabili scritti c'è solo una valorosa:
tale Paola Bassi che però, non usando epiteti ed insulti, è decisamente in difficoltà con quella sboccata e incompetente di Margie.

A dare manforte alla eroina Paola, che con sprezzo del pericolo ha contrastato le bieche mire e le falsità di Margie, arriva un prode cavaliere: tale Mori, che con la sua sagacia e con la sua proverbiale fobìa per tutti coloro che la pensano diversamente da lui, mette a posto le cose.

Finale: i commenti in chiaro ed in cantina di quel brutto soggetto di Margie vengono cancellati, e Paola, Mori e tutto il blog vissero felici e contenti.

Margie 31.10.11 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè siamo ridotti cosi?
Semplice
"PERCHE' HANNO RUBATO AL DI SOPRA DELLE NOSTRE POSSIBILITA'"

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.11 15:01| 
 |
Rispondi al commento

solo un secondo (perchè devo rendere il computer a mio figlio) per dire

il sistema non regge più

la mia parola preferita (leggere Attali J.)
è
IPERDEMOCRAZIA

prima ne siamo consapevoli tutti meglio è
ieri ho mandato un post all'Huffington post (in Italia non è ancora aperto purtroppo) per salutare quelli sotto la neve a New York

loro hanno esposto un cartello che sintetizza perfettamente quello che secondo me siamo

We are the 99%

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Perche non riusciamo piu a volare??
Che domande da premio Nobel!!!
La risposta ê semplicissima come tutte le cose vere e semplici perche non abbiamo piu le orecchie di Dumbo che dovrebbero essere fatte per ascoltare di piu e dire meno cazzate!!!
Anche qui nel blog si dicono tante c....e!!
Quindi chiudere la bocca e aprire le orecchie sperando che ci crescano come quelle di Dumbo!!!

Pavan Giorgio 31.10.11 14:52| 
 |
Rispondi al commento

certo che ce l'ho la soluzione......LA RIVOLUZIONE! io ci sarò! e tu?......

gabriella Monfasani, Voghera Commentatore certificato 31.10.11 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Sembra di capire dunque che voi, per "volare", non intendiate di avere pace, tranquillità e benessere, ma lo intendiate solo a livello politico.

"Volare" è solo liberarvi dei politici che abbiamo e quale sarebbe l'alternativa?

Naturalmente, visto che sono tutti uguali, a destra come a sinistra, che sono cariatidi da eliminare, che anche qualcuno degli emergenti non va bene perchè uno tende troppo di qui e l'altro di là, rimarrebbe SOLO UNO.

Che possa garantire pace, solidarietà e benessere... mah, non si sa.
Dice di volerlo fare, ma chi è che non lo dice?
Non dice però come pensa di farlo.

Siamo a novembre: probabilmente si andrà alle elezioni anticipate a primavera.

Si comincia presto a fare campagna elettorale.


Margie 31.10.11 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando avevo venti anni sognavo, ora non sogno più...., questo però non vuol dire rinunciare alla speranza di un mondo migliore, a quei valori che fanno di un individuo un essere umano volto anche alle esigenge di tutti non votato solo al dio denaro e all'unico scopo di un arricchimento senza sudore, sul sudore degli altri...come fanno i POTENTI!

gabriella Monfasani, Voghera Commentatore certificato 31.10.11 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il problema è che ormai ci siamo lanciati nell'abisso, se non riusciamo a volare ci sfracelleremo e pare che non serva granché sbattere disperatamente le braccia.

MrTitian 31.10.11 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La crisi prima che economica è culturale e politica,il popolo italiano DEVE CHIEDERE solo TRE COSE:

1)REFERENDUM PROPOSITIVO SUL MODELLO SVIZZERO;
2)COLLEGGI UNINOMINALI E PRIMARIE STABILITE PER LEGGE
3)DUE MANDATI MAX PER OGNI CARICA ELETTIVA

tutto il resto è conseguenza.PIU' DEMOCRAZIA PIU' LIBERTA' PIU' GIUSTIZIA SOCIALE.

Stefano da Caltagirone 31.10.11 13:53| 
 |
Rispondi al commento

'giorno
***

scusate se riprendo REPORT di ieri sera

1) B. che continua a farsi gli affari suoi..
(e questa ormai è prassi consolidata, alla faccia dei Renzi tanto simpatici pure ai berlusconiani..)

2) le società di rating, il debito pubblico degli Stati e affermazioni come "LA RICCHEZZA NON e' SPARITA, HA SOLO CAMBIATO DIREZIONE"...

e poi "LE CRISI SONO FUNZIONALI AL SISTEMA"...

e infine chi si oppone viene fatto fuori (tipo SANKARA)

Dunque, in pratica siamo burattini in mano a una manica di LESTOFANTI e LORO AMICI che ci tengono per la gola

e come fai a volare Beppe??

FORZA INDIGNATI
E INCAXXATI DI TUTTO IL MONDO!!!!!!

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=YC4iMKAH0gE


@Marcia B.

Cara mia, la risposta sta nella definizione di

"too big to fail"

La faremmo saltare tutti.
Ma potremmo ristrutturare all'80%, ad esempio...
Ce la farebbero a pagare nostri debiti.

Sarebbe una grande vittoria dei cittadini e non consumatori come secondo Renzi "amano" definirsi.

Su questa ipoetesi di ristrutturazione parecchi cittadini stanno "avanti" eh!

Gli avanguardisti azzardano pure una percentuale che va dal 50 al 70%... :)

Gente che ha capito tutto.

Comunque un bel problemino :)


http://caneliberonline.blogspot.com/

domenica 30 ottobre 2011
GIORNALISMO DI DESTRA
Gianni Tirelli

Caneliberonline 31.10.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento

E' ufficiale! Siamo 7 miliardi.
Se 1200 magnati credono davvero di tenere sotto il tallone 7 miliardi di persone si sbagliano di grosso.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 31.10.11 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esaminiamo il contenuto del post:

anzitutto devo dire che non è che nel corso dei secoli e dei millenni sia cambiato il modo di vivere: c'è sempre stato chi comandava e chi ubbidiva.

Negli ultimi tempi si potrebbe dire che chi comanda comanda meno e chi ubbidiva ubbidisce meno, per via delle conquiste acquisite nel corso del tempo.

Ma si ha sempre bisogno di un qualcuno che stia al di sopra, che dia le direttive, che indirizzi verso comportamenti il più possibile virtuosi, che assista e prenda le decisioni.

Anche perchè se ognuno di noi facesse quello che vuole, sai che casino.

Per rimanere nel blog, anche i grillini invocano sempre Grillo quale loro capo e guida.

Questo perchè è chiaro che ognuno è un soggetto diverso con proprie idee, ma se c'è qualcuno che bene o male concretizza certe aspirazioni ci si rivolge a lui come rappresentante di tutti.

Per quanto riguarda il "volare", che penso significhi che tutti vorrebbero una bella casa, un buon reddito, una bella famiglia, una situazione economica personale e nazionale tranquilla, sicurezza e giustizia efficiente, non si può che essere daccordo.

Bisognerebbe capire però che a volte, per ottenere certe cose, bisogna rinunciare ad altre, ad esempio a certe prese di posizione che devono essere adeguate alle nuove situazioni.

Ed anche stabilire come le si vuole ottenere, le buone cose cui tutti aspirano: con la violenza o col buon senso?

Certe velate esortazioni possono essere male intese.


Margie 31.10.11 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CODA DI PAGLIA

.. invece l'allarme di Sacconi sul terrorismo è chiaramente una ammissione di colpa.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 31.10.11 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

produrre bene quel che serve comprarlo da dove storicamente si produce non accettare le imitazioni fare ciò per cui siamo più apprezzati
italiano=cibo
mi piace mangiare amo la carne e la selvaggina
sono italiana
amo l'ambiente ma non sopporto gli "animalisti"
un uomo è un uomo un cane è un cane e io ce l'ho lo adoro e non lo abbandonerei mai
troppe altre cose da dire e devo andare a dar da mangiare ai miei figli non posso ne voglio avvicinarmi con una polemica al tuo impareggiabile produrre consumare distruggere ecc ecc
preferisco nulla si crea tutto si trasforma ecc ecc

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Non so se il silenzio della Prestigiacomo sulle alluvioni è più endemico o più sismico...

viviana v., Bologna Commentatore certificato 31.10.11 13:34| 
 |
Rispondi al commento

1/2 - VOLERE SENZA...

Volare alto? Si, ma con le ali tenute insieme dalla cera.

Forse ripartire dalla terra, dal terra-terra magari. Tutti hanno iniziato partendo da terra salvo poi, una volta spiccato il volo, dimenticare le fasi di rullaggio. Un paese con i due terzi dei cittadini che vive o sopravvive a cavallo del rosso in bilancio... può spiccare un volo?

Un dato confortante: i prestiti sono in calo del 10%. Che questo calo sia avenuto proprio perchè i cittadini sono tornati sulla terra? O forse l'eccesso di debiti cumulati nel passato, uniti alle previsioni economiche attuali, hanno acceso un maggiore senso di responsabilità.

Secondo me, ovviamente molto dipende dal bagaglio delle esperienze dei singoli, si può volare solo dopo aver imparato a camminare. L'Italia ha avuto personaggi che hanno portato in alto il nome. Noi viviamo in funzione e grazie alla enorme eredità che ci hanno consegnato. Dopo di loro il vuoto e la recessione culturale ci hanno accompagnato ai giorni nostri.

Prendere coscienza delle possibilità di un paese e consentire alle eccellenze di esprimersi per ripartire, tenere conto delle caratteristiche del territorio e mettere in moto un nuovo concetto di economia alternativa.

Ma come può un paese che, per voce di un ministro, esprimere timore per un ritorno al terrorismo?

Un pericolo da non sottovalutare soprattutto quando sono proprio le scelte politiche ad evocarlo.

In un paese dove viene limitato il diritto di dissenso e quando questo può essere espresso, deve esserlo previo il controllo e l'altrui consenso.

VOLARE.

By Gian Franco Dominijanni


Caro Beppe Grillo,
sono uno che aderisce con convinzione al Movimento Cinque Stelle, ma a proposito di volo, penso che uno come il sindaco di Firenze Renzi, almeno ci prova a volare alto.
Ci sono politici (pochi)che si fanno per davvero carico dei problemi intricati della gente, che rischiano in prima persona e che andrebbero sostenuti. Vanno combattuti i corrotti, i venduti e quelli che formano delle vere associazioni a delinquere.
Sono idee ovvie, ma mi permetto di ricordarle. Melius abundare.
Saluti e grazie
Giuseppe C. Budetta

Giuseppe Costantino Budetta 31.10.11 13:30| 
 |
Rispondi al commento

2/2 - VOLERE SENZA...

Quali geni possono farci volare alto, quali sarebbero questi i personaggi fuori dal comune in grado di prospettare un’azione coraggiosa e dinamica per liberare la cloche dell'aereo più pazzo d'Europa da questo sistema politico che ignora la sovranità popolare.

Viviamo nello squallore più disarmante che esibisce, quasi a mò di sfoggio, la propria miseria intellettuale.

Una miseria che sollecitando tutta la tua superiorità invece che rafforzarti, ti devitalizza disarmandoti psicologicamente.

Se questi sono gli effetti dello squallore, allora, chi usa tali mezzi ti priva del confronto costruttivo necessario per rendere lo scambio di pensieri efficace o quanto meno utile.

Viviamo in una democrazia che ammette tutte le opinioni, ma riconosce valida solo la sua.

Per volare bisogna uscire dallo squallore terreno. Uno squallore che attualmente non restituisce il senso di uguaglianza e difficilmente può favorire quella carica di polemica costruttiva necessaria alla battaglia politica.

Attualmente il sistema politico è talmente squallido da disarmare... e non si può non tenerne conto.

VOLARE.

By Gian Franco Dominijanni


Beppe...ora anche un tuo collega Enzino Iacchetti è arrabbiato contro gli sprechi della casta...!
Lo dicevo...prima o poi dovremmo dare il governo ai "comici"...!
In attesa che Renzino apra il "centro per la rottamazione"..chissa quanto lavoro avrebbe!!..proprio a partire dalla "serracchiani"..che più rottamata per l'età, dovrebbe essere rottamata perchè incidentata mentalmente!.
Le cose son due o s'affonda come nave o ci s'immerge come i sommergibili...!
Oggi c'è stata l'uscita di Montezemolo:..riferendosi a B...fatti da parte...ma chi è costui per impartire ordini,chi lo autorizza a dire a B vattene! e poi invocare un governo di salute Nazionale...!
Chi è questo "pezzente"!...che parla a nome degli italia senza aver nessun consenso elettorale!...
Montezemolo..vai a lavorare perdavvero!....Beppe scriviamoli due righe a questo cialtrone....!
Sciopero generale ad oltranza...mandiamoli tutti a casa!

roby f., Livorno Commentatore certificato 31.10.11 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Come sospettavo LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI VORREBBE RENZI PRESIDENTE DEL CONSIGLIO.

Non cambierà mai questo popolo grottesco.

Adesso nella lista dei tribuni della plebe ecco apparire questo BOY SCOUT MANNARO intriso di arrivismo e berlusconismo, questo sacerdote del tempio della crescita senza freni e delle "nuove frontiere del mercato del lavoro" come dicono loro.

Lui che come ricetta per il futuro ha la lungimirante idea dei neo liberisti/consumisti che sintetizzerei in:

Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere,Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere,Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere, Produrre, Consumare, Distruggere.

CHE PERSONA LUNGIMIRANTE !!!!!
CHE BELLO !!!! LO AVREMO PER 30 ANNI QUESTO QUA !!!

Mauro RM 31.10.11 13:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Vola solo chi osa farlo" da "La Gabbianella e il Gatto che le insegnò a volare".
Barbara

Barbara Carraro 31.10.11 13:17| 
 |
Rispondi al commento

adesso dico una cosa magari dal punto di vista degli economisti folle
ma che aspettano questi cog.....
a cacciar fuori le palle che non hanno e a congelare i titoli di stato per dieci anni
altro che aste di titoli
dementi
lasciate la possibilità ai piccoli di poterli svincolare per gravi motivi o per sensati motivi e agli speculatori comprese tutte le banche estere
che si attacchino dove dico io
scusate lo sfogo

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 13:06| 
 |
Rispondi al commento

ma, a chi sono destinate le auto di larussa ?

Primo Palumbo Commentatore certificato 31.10.11 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Dal blog di VIVIANA V. Bologna:

“Tutti vedono la violenza del fiume in piena,
nessuno vede la violenza degli argini che lo costringono.”
Bertolt Brecht

appunto!

Non voglio volare ...
vorrei ricevere un giorno una lettera o una email dal Ministero della Giustizia:

Gentile cittadino, nel ringraziarla della fiducia che accorda al nostro Ministero . Le chiediamo se inavvertitamente non si sia scordato di pagare 33,00 euro per il ricorso che ha presentato presso il Giudice di Pace di Teano N°.....Voglia cortesemente provvedere nel piu' breve tempo possibile , altrimenti il Giudice non potrà provvedere a processare il suo ricorso nei modi e tempi dovuti.
Scelga pure il metodo di pagamento che ritiene piu' comodo tra CartaC , BONIFICO , CC POSTALE ...
Ringraziandola le porgiamo cordiali saluti.
Per qualsiasi informazione riguardante la sua pratica contatti ... segue mail e telefono

E non... (testuale)

Numero Registro recupero Crediti ...
Visti gli articoli 16 e 248 del DPR 30 maggio 2002 n.115 "testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia"
INVITA ....al pagamento entro il termine tassativo di un mese decorrente dalla notifica del presente atto della somma di euro 33,00 per Omesso pagamento del contributo unificato ... in relazione alla causa iscritta in data .... al Ruolo Generale di questo ufficio al N°...

...In caso di mancato pagamento...
Ove il pagamento fosse effettuato in ritardo rispetto al... dispone che...

Qualora non vi fossero gli estremi per ...
La ricevuta comprovante l'avvenuto pagamento dovrà pervenire entro il ...
Fatte salve le eccezioni a seguire ...


MAVAFFANCULO eccovi sti cazzo di soldi ... basta che la fate finita!!!!!!!!!!


Ok, sono d'accordo con Grillo, ma io dico ATTENZIONE. Solo quando si cammina tutti nella stessa direzione si ottengono risultati. La libertà assoluta, dove ogni cellula va dove gli pare, porta al disgregamento.
Per forza poi bisogna arrivare ad una sintesi, ad un compromesso, ad una mediazione.
Ok, niente leader, ma idee. Solo che la mia idea "pura" sarà diversa da quella di un altro, e così via. Se non interviene una "autorità superiore" (non chiamiamolo leader) che pondera le diverse idee, vede qual'è la più condivisa, fattibile e giusta, e la mette in pratica, rimarremo solo tanti chiacchieroni che non fanno mai nulla.

Patrick D. Commentatore certificato 31.10.11 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..."la canzone del bordello de L'opera da tre soldi" non ricordandosi "le parole tedesche, ma solo quelle francesi" asserendo d'avere "il ricordo, errato, di Lotte Lenia che cantava". Cantando infine lacerato da quel vago ricordo alzandosi "a piedi nudi, ma commosso, straziato":

« Le navire de haut bord
Cent canons au bâbord
BOM-BAR-DE-RA le port »
(wiki)

Ecco, volan solo i Bombardieri Neri, oggi.
Non è Cielo per Colombine.

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 12:34| 
 |
Rispondi al commento

...ormai la più grande trasgressione delle tanarde signore settantenni è quella di votare berlusconi


Ci sono voli e voli

c'è il volo libero delle rondini

ci sono i voli della morte della tripla A argentina

ci sono i voli di stato pieni di puttane

ci sono i voli della Luftwage su la città di guernica

E poi perche volare si non sapiamo ne caminare?

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.11 12:24| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL DUBBIO, che qualcuno ti tenga per i coglioni.

Beppe, non è che qualcuno un brutto giorno bussò alla tua porta e ti disse: "o ti dai una calmata o ti calmeremo noi"!

mah...

Commentatore certificato 31.10.11 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non voglio volare. Vorrei solo ripulire "i miei boschi" dalle immondizie.
VOLONTARI CHE ABITANO VICINO ROMA?


Da "Il Giornale": La resurrezione di Silvio"
Speriamo cher il terzo giorno, salga in cielo.

ida l. Commentatore certificato 31.10.11 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non Volo piu'.
Ci provo' Pinelli, anche Aiutato, ma finì a Terra.

Volan solo le Volanti, quand'han la Benz.
Magari con una Sirena a Bordo ed i Ribaltabili.

Una Volta, correvan con
la Pantera sotto...

Povera Italia, come Eluana: Volera' in Paradiso, Martire Innocente.
Stuprata da una $etta d'Incolpevoli.
Prescritti.

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Domani Ognissanti...
Gli altri 364 Giorni, son forse la Festa della massa dei Cretini?
SottoMessa ai Demoni?

Proprio Vero: se non sei Delinquente non fai Carriera e Ti devi Giustificare.
Bene ha fatto Ingroia a Rammentar Falcone, Borsellino implicitamente: i Martiri Partigiani, di questa Sporca Guerra, Fascista, Mafiosa.

Seduti dalla Parte del Torto...
poichè il Potere l'ha Occupato delle proprie Sirene.
Che la notte volan da letto a Lett...

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Io non voglio volare ... Vorrei che l'"estetica" tornasse ad assumere un vero valore per tutti.


voto? democrazia?

****
""..il socialista rivoluzionario nega che la proprietà statale possa finire in altro modo che in dispotismo burocratico.Abbiamo già visto il motivo per cui lo stato non può controllare democraticamente l'industria.Questa può essere posseduta e controllata in modo democratico solo da lavoratori che eleggono tra i loro ranghi i comitati amministrativi.Il socialismo sarà fondamentalmente un sistema industriale.Così,chi manda avanti le attività e le industrie delle società sarà rappresentato nei consigli industriali locali e centrali dell'amministrazione sociale.In tale maniera,il potere dei delegati emanerà da quelli che svolgono il lavoro e hanno dimestichezza con i bisogni comunitari.Quando si riunisce,il comitato amministrativo industriale centrale rappresenterà ogni fase dell'attività sociale.Lo stato capitalista,in senso politico e geografico,verrà pertanto sostituito dal comitato amministrativo industriale del socialismo.La transizione da un sistema all'altro avverrà per rivoluzione sociale.In tutta la storia,lo stato ha significato il governo degli uomini da parte delle classi dominanti;la repubblica socialista sarà il governo dell'industria,amministrata per conto dell'intera comunità.Il primo implicava l'assoggettamento economico e politico dei molti;la seconda comporterà liberta economica per tutti e sarà quindi una vera democrazia.."" (William Paul,The State:Its Origins and Function,1917)

fili ppo Commentatore certificato 31.10.11 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Dico questo perchè ho appena scritto un commento bellissimo , ma lunghissimo che nessuno ha letto. (Impossibile da non votare) Andate 10-15 post indietro. Grazie


Domenica finalmente ho visto con piacevole stupore, gli automobilisti fermarsi agli attraversamenti pedonali perchè va fatto e non come atto di carità ,limiti di velocità rispettati senza isterismi e persone capaci di godersi la festa anche senza i negozi aperti. Ma solo la domenica.... o in Germania è sempre così?

Marcus L. Commentatore certificato 31.10.11 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Noi siamo il "nuovo che avanza"
Noi reclamiamo trasparenza IN TUTTO
Noi siamo per un'Italia pulita e LABORIOSA

Diamone un esempio epocale , sotto ogni post scriviamo cosa siamo :

-universitario
-pensionato
-disoccupato
-casalinga
-IMBOSCATO PRESSO ENTE PUBBLICO
-lavoratore autonomo
-etc..etc..

sarebbe statisticamente interessante sapere quanti moralisti del cazzo , in questo momento stanno FREGANDO lo stipendio giocando con il computer.

scomodo vero ?

menelao bargigli . bracciano 31.10.11 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I commenti troppo lunghi non vengono letti e quindi ...nemmeno votati


Ti voglio bene Movimento 5 stelle, rimani l'ultimo barlume di speranza in un desolante panorama politico.


Marcus L. Commentatore certificato 31.10.11 11:32| 
 |
Rispondi al commento

ribatto con Seneca

le cose ci sembrano impossibili perchè non osiamo

e allora, osiamo tutti insieme

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me ci siamo.
Vedo troppa gente sfinita per le strade, la disperazione inizia a far capolino nell'animo di molti.
Appesi per le gambe con le viscere pendenti...

Sereno Desinenza, Napoli Commentatore certificato 31.10.11 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La polemica Francia- Italia sulla Libia, l'arroganza di Sarkozy, e la Merkel.

Sulla Libia la Francia rivendica il primo posto nei contratti per la ricostruzione di quel Paese.

Inutile dire che contratti significano posti di lavoro non solo per Francesi all'estero ma anche in Francia grazie all'indotto..

Comunque, dietro la polemica Francia - Italia si intravede un retroscena inquietante, quello dove vale la legge del più forte. Per questo ci serve la Germania come alleato, paese mercantilista e che per Costituzione ha rinunciato all'uso delle armi per rivendicare le sue ragioni.

Perchè siamo i più deboli tra i grandi d'Europa e abbiamo estremo bisogno di Paesi non belligeranti come la Germania per affermare le nostre ragioni e non farci schiacciare da chi non esita ad impiegare le proprie portaerei anche solo come strumento di pressione psicologica..

Giusto quindi ridurre le spese militari italiane, ma solo fino a quando la Germania sarà nostra alleata..

Alex Scantalmassi 31.10.11 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Chi non osa nulla non speri in nulla.

Friedrich von Schiller

Insistere nel non voler essere portagonisti è una triste e vera constatazione!

Amerigo ,*** Commentatore certificato 31.10.11 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Eh! sì, sottocommento Scappato Fuori, Malandrino, che s'Agitava nelle Brume...
Ah! Ah! mandami Fanculo: son troppo Insolente!

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e anch'io sto un pò lontanuccio, nelle brume della campagna romana

liliana g., roma Commentatore certificato 31.10.11 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Articolo tratto da: http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=15990#ixzz1cLvqkn8i">http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=15990#ixzz1cLvqkn8i
Ti ricordo che E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News http://www.zeusnews.com e che a questo sito l'autorizzazione NON e' stata concessa.

Trailer e SIAE, atto terzo

La SIAE precisa che prenderà di mira solo i siti commerciali, ma invece di fare chiarezza crea ancora più confusione.

[ZEUS News - www.zeusnews.com - 31-10-2011]
SIAE trailer siti commerciali


Dopo le polemiche dei giorni scorsi sulla licenza da acquisire per ospitare trailer sul proprio sito e una prima risposta, un nuovo comunicato della SIAE vorrebbe chiarire la faccenda ma per certi versi la complica soltanto.

L'ultima comunicazione riguarda quattro punti sostanziali. Il primo specifica che la licenza riguarda i «siti commerciali di trailer che finora hanno evitato di rispettare i diritti sulla musica».

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=15990#axzz1cLuxIp2w

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 31.10.11 11:10| 
 |
Rispondi al commento

ma per favoreeeeeee!!!!
Mantovano,
ancora insisti con sto clima di violenza
ma di a Maroni di rileggersi il TULPS
e di comandare ai poliziotti di allontanare
dalle pacifiche e sacrosante riunioni costituzionalmente garantite
gli stronzi che si mascherano

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Si volicchia diciamo, non si Vola perchè c'è un Tempo per Tutto.
Quando Finisce un Amore, non si vuol Volare.
Dopo il Tonfo, si Curan le Piaghe.

Ecco, noi siam a Terra, dopo un Volo col Diavolo.
Col suo Amore infilatoci nel Culo.
Brucia, ma perchè seguirlo all'Inferno.

Ci vada pure, Scornato.
Con la sua Puzza di Merda.
Il Paese è stanco, vuol Respirare.
Disilluso ma Smagato.
Se ne Vada con le Buone, altro che Minacciar Sommosse.
Vadaffanculo coi suoi Demoni Rossi, Verdi, Neri, Azzurri.
Nel Letamaio della Storia, come gli si Confanno le Opere da lui sin qui realizzate.
E' un Augurio: so che ci Godrebbe a metterlo in Culo per l'Eternita'.
Magari anche a Prenderlo, supPongo...

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Proprio stamattina sono andato a pagare 33,00 euro per un ricorso che ho fatto presso il Giudice di Pace di Teano:
Il pagamento doveva avvenire attraverso mod F23, che andava riempito riportando esattamente i dati contenuti in un modello FAC-SIMILE ricevuto con raccomandata AR ma, bada bene, scritto a mano da qualche impiegato al quale evidentemente non è stato messo a disposizione nessuno strumento per la scrittura automatica (anche una vecchia macchina da scrivere andava bene), ma che soprattutto non si è impegnato minimamente a scrivere in maniera comprensibile quella serie di caratteri alfanumerici che PRESUMO debba distinguere il MIO ricorso per una multa ricevuta (a mio avviso ingiusta) da quello di Mario Rossi di Lecce che ha una causa col fratello per questioni patrimoniali ...

Non potendo meglio decifrare la grafia dell'impiegato , ho fatto un collage, fotocopiando piu' volte e ritagliando il codice dal fac-simile ed incollandolo sul modello F23 ("Non posso farlo" ...diceva l'impiegata della posta ..."Me ne assumo la totale responsabilità, non si preoccupi ..." rispondevo)

Sulla raccomandata ,scritta nel solito "stile intimidatorio" tanto caro alle nostre istituzioni si leggeva una serie di frasi senza senso (per me) facenti riferimento a codici e commi ed inoltre:

...CHE ENTRO DIECI GIORNI DAL VERSAMENTO DOVRA'PERVENIRE A QUESTO UFFICIO (quale?)LA RICEVUTA COMPROVANTE L'AVVENUTO PAGAMENTO ...

NON voglio volare, Beppe vorrei avere il numero di telefono o il fax dell'ufficio in questione che su 4 pagine di Raccomandata ricevuta, evidentemente, non hanno trovato posto... devo spedire la ricevuta prima che la pratica passi in mano a ...EQUITALIA.

Questi "atti di violenza" che si ripetono ogni volta che si ha a che fare con le ISTITUZIONI minano profondamente l'equilibrio psico-fisico di una persona e possono avere due effetti totalmente opposti

L'ANNICHILIMENTO O ...
LA RABBIA VIOLENTA

Oggi sono annichilito!

Carlo R. Commentatore certificato 31.10.11 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma "arcorino" Renzi come spera di raccogliere consensi tra i giovani?(a parte i cultural cich borghesi tutto tranne SB)Sul precariato cosa dice?Possiamo intuirlo,riguardo al suo pensiero sui diritti negati degli operai Fiat?Su cosa si basa il suo“nuovo far politica?Dopo il “lavoro”interinale varato dal PD per cosa si batterà? Per il lavoro a cottimo e negozi sempre aperti anche il primo maggio? Che differenza c’è tra Renzi e B. in visione economica? In queste ore di forte pressione mediatica sulla candidatura del "sindaco" pare che in molti abbiano dimenticato i viaggi ad Arcore, le posizioni sul referendum fiat, le aperture dei negozi il primo maggio.
Ma Renzi con la sinistra che cosa c'entra?

Marcus L. Commentatore certificato 31.10.11 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma il voto ed il segnala commento (manipolabili?) non sono forse un sistema per conformare /creare consenso con premi e/o punizione gli utonti?

****

niente voti oggi(e nemmeno commento inappropriato)!,si passeggia :-)

http://www.youtube.com/watch?v=6bEVwcPYy6s

Saluti

fili ppo Commentatore certificato 31.10.11 10:57| 
 |
Rispondi al commento

OGNUNO PER SE E DIO PER TUTTI,

sembra questa la filosofia della creatura di Beppe, il cosiddetto M5S, che altro non è che il niente di niente a livello nazionale.

E niente lo sarà fino alle elezioni politiche che, come lascia intendere Beppe, si faranno delle primarie via internet.

Allora, e solo allora, che il M5S acquisirà quella personalità che tutti qui si auspicano. Fornirà visibilità, costruirà per forza di cose un leader (candidato premier), creerà un gruppo parlamentare.

Cosa farà il gruppo parlamentare 5*???

Dovrebbe attuare il programma di Beppe. Almeno in teoria. Ma, se ci pensate un attimo, e se non lo fanno???

he he he ...non è cosi tutto lineare. Bisogna considerare che il parlamentare risponde a se stesso, non a Beppe (non considero neanche gli iscritti al M5S, non hanno voce in capitolo, tanto meno gli strumenti per farlo), come dice la cost, "senza vincolo di mandato".

Guardate che per le stanze del Parlamento girano miliardi (in euro). Un grillino, magari anche precario, tiene famiglia. Non campa di aria.

Non so se mi spiego.

Ancor peggio se risponde ad una persona soltanto, Beppe Grillo. E Beppe che organizza, firma le concessioni e le revoche, di fatto e di atto (il m5s è registrato a nome suo, è un partito privato) è il leader indiscusso, maximo.

...tengo famiglia anch'io!

Non vi saluto neanche!

ps: Mi avete tagliato 5 commenti nei giorni scorsi per aver detto "che"??? Neanche ad offendere qualcuno, neanche una parolaccia, niente di niente.

Parlavo della psicologia delle masse! Vi da tanto fastidio l'argomento?

Cosi mi fate pensare che c'è qualcosa sotto sul serio.

mah... Non vi aspettate gentilezze e cortesie se non siete in grado di sopportare il pensiero diverso e la critica.

Commentatore certificato 31.10.11 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

troppo bella! vignetta su repubblica

RISALIAMO IN DISORDINE

E SENZA SPERANZA

LE SCIMMIE DA CUI

SIAMO DISCESI CON

ORGOGLIOSA SICUREZZA

firmato DIAZ

liliana g., roma Commentatore certificato 31.10.11 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La natura non funziona come vogliamo noi per cui il cambiamento è inevitabile ^_^

paolo giannotti, pesaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.11 10:42| 
 |
Rispondi al commento

La Fiat in Serbia, a 300 euro per Operaio.
Chi compra quei Prodotti Insanguinati?
Due Volte sporchi di $angue.
Da noi, ridotti ai minimi Termini.
"Figli della Fiat", si Definiscon, per una Pagnotta dalla Krosta dura.

Se non è $chiavismo, cos'è?
Omicidio Lento, Sterminio Latente?
E questi fan e sFascian Governi,Naxioni, Famiglie.
Tranne la Loro.
Quella dei $erpenti...

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo testualmente dal Fattoquotidiano.it:
"Nel periodo preso in esame, il primo ministro italiano è finito sotto inchiesta per prostituzione minorile (caso Ruby, ndr). Nel febbraio 2011 i giudici hanno stabilito la data di inizio del processo per il primo ministro Berlusconi accusato di sfruttamento sessuale di una ragazzina (child nella versione originale, ndr) marocchina. Le inchieste giornalistiche hanno indicato prove di una terza parte coinvolta nello sfruttamento: questo sta a significare che la ragazza era vittima di trafficking".

Il presidente del Consiglio Italiano, tessera 1816, citato nel rapporto "Trafficking in Persons Report 2011", voluto dal segretario di Stato Americano, Hillary Clinton, per fare il punto sulla tratta di esseri umani nel mondo, e le eventuali azioni avviate dai vari governo per contrastare questa terribile piaga.

http://www.state.gov/g/tip/rls/tiprpt/2011/164232.htm

Ditemi quale altro presidente al mondo potrebbe finire in tale lista senza doverne subire poi le conseguenze?

Au revoir.


non mi sento in guerra con nessuno
mi sento nel dopoguerra
quando si ricostruisce
e ricostruendo si creano
lavoro
idee nuove
bellezza
e prosperità

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo riscrivo,
un recente studio americano ha scoperto che i trader delle grandi banche d'affari hanno una carica di aggressività superiore a quella di uno psicopatico internato.

Mi sarei meravigliato del contrario, in guerra non si mandano i figli dei fiori...


scusate ma io "cosi parlò zaratustra" ce l'ho a prendere polvere nel cruscotto della mia macchina e ancora non ce l'ho fatta a leggerlo
però, io ritengo che dare a qualcuno del malvagio o del cretino è ammettere che le persone non possono migliorare, anche "le battaglie perse", nessuno è indispensabile ma tutti servono bisogna solo fargli capire da che parte si devono mettere
A DISPOSIZIONE appunto
solo restando uniti tirando fuori OGNUNO il meglio di noi si va lontano nessuno salga in cattedra ma si sieda per terra con chi vuole imparare

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un Paese che Vola alla Rovescia.
Ci si sta Gambe all'Aria e si Batte la Testa in Terra.
La Faccia da Culo ed il Culo per Faccia.
La Mafia al Trono, s'Indigna e Minaccia i Giudici additati a Malfattori...

Sembra un Leder ma l'è 'n Lader, un Boia Lader.
L'è Meneghin el ga' la Maschera, ma l'è no na Mascarada...

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 10:25| 
 |
Rispondi al commento

RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO E GUERRA


Notizia e una considerazione,

Christine Lagarde, propone un piano anticontagio targato FMI, una sorta di piano Marshall mondiale.

Trichet dichiara:
«La crisi non è finita. Vedremo la debolezza delle economie americana e giapponese, ma anche le debolezze dell'Europa».

Forse non basterà una guerra locale coem quella Libica con un paese da ricostruire per risolvere i problemi della ciclicità dell'andamento del PIL.

60 anni senza una guerra mondiale o almeno continentale cominciano a pesare perchè la nostra natura è quella di saccheggiare le risorse altrui invadendone i territori.
Lo abbiamo sempre fatto e sempre lo faremo.
In più abbiamo un sistema economico al collasso.

In sintesi, il nuovo Ordine Mondiale per funzionare deve trovare al suo interno un sufficiente disaccordo di facciata per scatenare almeno una guerra commerciale mondiale.
Ragionano in termini di mercati e non di territorio, per questo cercano di controllare i governi del G20. Gli aiuti per comprare la sovranità altrui funzionano ma poi arriva il punto di rottura.

Avere messo una donna efficiente a capo del G20 potrebbe non bastare.

Senza una guerra militare degna di questo nome o almeno una guerra commerciale di rilievo il sistema nel lungo periodo non regge.

Distruggere per ricostruire, il ciclo è questo e prima o poi ne dovremo prendere atto.

La Grecia ha vinto una battaglia da questo punto di vista, ha bruciato risorse del FMI o della BCE.

Chi pagherà tutto il debito avrà perso la guerra!!!

Poi la storia ci dirà che abbiamo perso perchè abbiamo dei Generali da Operetta.

Come al solito

Saluti :)


*

Sembrano uomini ispirati: ma non è il cuore che li muove - è la VENDETTA. E quando divengono raffinati e freddi, non è il loro pensiero ma la loro INVIDIA che li rende raffinati e freddi...

La vendetta risuona in tutte le loro lamentele, una malevolenza è presente in tutte le loro lodi; e fare il GIUDICE gli sembra la massima felicità.

Ma tuttavia, io vi metto in guardia, amici miei: non fidatevi di tutti quelli la cui spinta a PUNIRE è forte! Esse sono persone di tipo cattivo e di cattiva discendenza: il BOIA e il MASTINO fanno capolino dai loro volti.

DIFFIDATE di tutti quelli che parlano molto della loro giustizia! In verità, non è solo il miele quel che manca alle loro anime.

E quando essi si chiamano "IL BUONO E IL GIUSTO", non dimenticate che non gli manca niente per essere dei FARISEI, a parte il POTERE!

(Nietzsche)

*

(L'odio e la frustrazione sono gli ingredienti, che uniti al potere formano una miscela esplosiva, capace di accecare anche l'aquila più sana.

Non seguite i farisei, non seguite coloro che odiano il prossimo e non seguite coloro che giudicano il prossimo! Non temete di essere espulsi dai gruppi che accecano la vostra ragione, non perderete niente che valga la pena di essere veramente vissuto.

Abbandonare la ragione del gruppo per acquisire la ragione propria.)

V Commentatore certificato 31.10.11 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Voltaire parlava per i saggi
il suo aforisma non riguardava malvagi e cretini

viviana

-------------------

Appunto per questo che mi riferivo ai saggi.....
Sempre a pensar male eh?

Amerigo ,*** Commentatore certificato 31.10.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vero ch'è ancor Mattina...
Ma le Cantine Deserte, fan un po' un certo Effetto...! :)
Qualche Servetta che Scenda per le Provviste di Pranzo, almeno...

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

All'interno del Grande Ordine Capitalista mondiale, di cui sono gli strumenti la Bce oggi, o il Mes domani, e i grandi organismi finanziari mondiali sempre, WTO, BM o MI, tutte le parole della democrazia sono diventate di colpo senza valore: governi, parlamenti, partiti, elezioni, referendum, Costituzioni.. che cosa sono oggi? A che servono?
Se una letterina della Bce manda a puttana tutta la storia della democrazia, 150 anni di lotte per i diritti del lavoro, tutti i movimenti per i diritti civili, l'intera sovranità popolare, i responsi elettorali, la volontà espressa col referendum ... vuol dire che la Bce ci manda a dire, senza mezzi termini, che della nostra democrazia se ne frega, che la democrazia è morta, e che di fatto viviamo in un sistema dittatoriale, dove il potere del capitale comanda tutto, della volontà espressa democraticamente se ne sbatte e che qualunque cosa decidiamo a livello democratico non ha la più pallida importanza.
Che questo sia dichiarato addirittura in un periodo in cui lo stesso sistema capitalista ha dimostrato di aver mandato in crisi economica e finanziaria tutto il mondo è addiritura atroce, come se un agonizzante si levasse dal suo letto di morte per pugnalare chi ha attorno.
A questo punto, che vada su Renzi al posto di Bersani, o Alfano al posto di D'Alema, non mi cambia la situazione, anzi rende ancora più grottesche le velleità di coloro che lottano per il proprio potere personale all'interno di un sistema di enorme schiavitù, in cui sono implicati con apporto indifferente alla gravità di fondo, e in cui la libertà diventa solo il soggettivo successo personale di qualche guitto.
Se non si contesta il sistema non si fa nulla.
Se si rimane nel sistema non si serve a nulla.
Ma gli elettori stentano a capirlo, sembrano prigionieri in una bolla di Maya, in cui si continua a ritenere vero quello che era vero ieri, senza capire quanto sia tragico quello che è successo oggi.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 31.10.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento

KKK Italico: il Kulo, Rosso, il Kiuso, Verde, il Klan, Azzurro...

Gargamella Ama i Puffi.
Verde è l'Uva.
Volare, nel Blu', Dipinto di Blu': quando l'Azzurro si fa Cupo...

Ciao, son Tutti Nudi, piu' di Noi.
Ridon anche i Gatti di Siam!

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho capito il senso del post ed il pensiero espresso e' meraviglioso.

Un po' meno, invece, comprendo lo sfogo da te fatto Sabato 29 ottobre quando hai affermato di avere paura se il M5S dovesse accedere al Parlamento.

E allora quello sfogo, per quanto plausibile, mi rende le parole contenute nel tuo post un po' contrastanti col predetto tuo sfogo. Perche' Sabato mi sei sembrato un uomo meno libero, impaurito.

Hai creato questo Movimento ed ora hai paura che diventi qualcosa di piu' grande, di piu' incisivo nella vita della gente.

Beppe, se non ci fosse il M5S io andrei ad ingrossare le fila dei piu' che non vanno a votare.
Hai creato un sogno, voglio sperare che non diventi un incubo.

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 31.10.11 09:51| 
 |
Rispondi al commento

ROMA - «Un magistrato deve essere imparziale quando esercita le sue funzioni ma io confesso che non mi sento del tutto imparziale. Anzi, mi sento partigiano, sono un partigiano della Costituzione». Antonio Ingroia, aggiunto della Procura antimafia di Palermo, allievo di Paolo Borsellino e fedelissimo di Giancarlo Caselli, parla al sesto congresso del partito dei comunisti italiani. È il magistrato che ha condotto alcune delle inchieste più difficili sulla mafia, da quella che ha riguardato il senatore pdl Marcello Dell’Utri a quella sull’ex funzionario del Sisde Bruno Contrada, fino alle grandi stragi e alla trattativa fra Stato e Cosa nostra. La platea del congresso di Rimini si alza, gli regala una standing ovation. E lui spiega il motivo della sua presenza qui, mezz’ora di intervento per parlare di mafia e legalità nella giornata conclusiva di un incontro politico, di partito, sotto lo slogan «La rivoluzione da ottobre». Partigiano Ingroia lo è davvero, socio onorario dell’Anpi che lo ha premiato ad aprile di quest’anno. Ma la resistenza di cui parla è un’altra. «Fra chi difende la Costituzione e chi quotidianamente cerca di violarla, violentarla, stravolgerla - dice il magistrato - so da che parte stare».
(corsera).

Che Dire?
Agli Affiliati a Cosa Nostra Brucia il Culo?
O son i Santissimi, Imparziali, privi di Conflitti e d'Interessi?
Filantropi dunque, Damerini di S. Vincenzo dediti a Caste Cenette a lume di "Candela".
Capuccetti Rossi, Verdi, Neri con le Iniziali KKK in Oro e lo Scudo Crociato?
O Cameriere dal Grembiulino Sexy e la Croce fra le Tette?
CroceRossine?

Strano che si sian Risentiti quelli del Partito degli Onesti...

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Siamo nelle condizioni in cui si trovava un cittadino onesto nella crisi dell'impero romano. Anche allora l'impero era considerato mondiale, almeno nell'orbe conosciuto.
Anche allora nulla faceva immaginare la catastrofe imminente anche se i segni del collasso c'erano tutti.
Anche in quel tempo il potere incrudeliva aumentando i propri vizi e i propri abusi.
E lo schiacciamento delle forze del male sembrava impossibile da contrastare.
Immagino che chi reagiva all'enorme scempio si sentisse impotente come noi adesso.
Varie le forze in campo: l'enorme discrepanza tra il numero di chi gode quello di chi soffre, l'intriseca iniquità del sistema che schiacciando troppe persone finiva col distruggere se stesso, la reazione che ogni eccesso suscita sollevando fisiologicamente un'onda a lui contraria, la legge eterna per cui ogni dittatura a un certo punto crolla sotto l'urto di una reazione incontrollabile, la facilità con cui in uno stato di generale sofferenza si diffondono desideri nuovi e idee nuove e anche forze nuove, il sistema di corsi e ricorsi della storia per cui nulla dura in eterno e nesun monumento è tanto solido che alla fine non caschi...

.. poi ci sono le botte di culo.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 31.10.11 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non voliamo più?Perchè ci han tarpato le ali.Non voliamo più perchè ci ha instupidito con il consumismo,fatto nascere alla fine della seconda guerra mondiale,spingendoci ad un modello di vita simile a quello degli USA.E si che un occasione come quella del 1945 non l'avremo più!Potevamo rinascere,ricrearci una verginità tutta italiana,fatta di lavoro all'italiana,di modo di vivere all'italiana.Ma qualcuno,il capitale,ha voluto che seguissimo il modello esclusivamente CAPITALISTICO.Il Capitalismo sfrenato,che hanno il coraggio ora di chiamare LIBERISMO.E son entrate tutte le componenti più putride del capitalismo.Arrivismo,sopraffazione,ladrocinio legalizzato.Idiozia di una Nazione che si è lasciata abbagliare solo da cose,cose per lo più inutili,scambiandole ed accettandole come PROGRESSO.Non è che non riusciamo più a volare,non riusciamo più neanche a STRISCIARE come i vermi!Siamo immobili,fossilizzati,ci stiamo autosepellando,siamo MORIBONDI e tra poco MORIREMO se non riusciremo ad accendere un pò di cervello!

sanna alessandro 31.10.11 09:39| 
 |
Rispondi al commento

La puntata di Report di ieri sera (30/10/2011) dimostra quanto per noi cittadini che non siamo in politica, e non facciamo finanza nè speculazione sia IMPOSSIBILE continuare a sopravvivere portando a casa il pane quotidiano senza una RIVOLUZIONE TOTALE DEL SISTEMA CHE METTA IN GATTABUIA GLI SPECULATORI CON LEGGI AD HOC ANCORA INESISTENTI.

10 istituti di credito e 3 agenzie di rating scommettono ogni giorno nel fallimento di alcuni Stati. E quindi nella morte di alcuni milioni di umani. Questa è una guerra. Quegli istituti e quelle agenzie hanno dichiarato guerra ad alcune parti del mondo.

O CI DIFENDIAMO ORA, O MORIAMO.

IL PARLAMENTO EUROPEO DEVE FINIRLA DI LASCIARE IN MANO ALLA BCE UN RUOLO CHE NON LE SPETTA. ASSIEME AI PARLAMENTI DEGLI ALTRI STATI DEVE FERMARE BANCHE (CHE SOLDI NE HANNO MA FINGONO DI NON AVERLI) E AGENZIE DI RATING.

Mi viene il vomito a pensare alla gente che lavora per queste ORGANIZZAZIONI CRIMINALI FINANZIARIE. Mi viene il vomito a sentire i ricatti che alcuni stati hanno fatto e fanno ancora ad altri stati mediante il rischio del default e i servizi segreti.

Dal basso deve partire una rivoluzione totale del sistema, perchè la politica e la finanza, che stanno in alto, stanno distruggendo questo pianeta. Dobbiamo avviare lo stesso processo che è avvenuto in ISLANDA.

Sia maledetto in eterno chi sta facendo fallire famiglie e uomini onesti. Merita l'ergastolo e che si butti via la chiave!!!

andrea scopelli, Campo San Martino Commentatore certificato 31.10.11 09:39| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (ANPI) è un'associazione fondata dai partecipanti alla Resistenza italiana contro l'occupazione nazi-fascista nella seconda guerra mondiale. Nata a Roma nel 1944 mentre nel Nord Italia la guerra era ancora in corso, è stata costituita come ente morale il 5 aprile 1945.

Ente Morale.
Assomiglia al Pdl...

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Guardando Sacconi, si capisce che in politica la stupidità non è un handicap e in certi partiti è un pedigree.

Sembra che gli elementi più comuni in giro siano l'idrogeno e la stupidità. Se riuscissimo a trarre energia dall’uno o dall’altra, avremmo risolto un problema mondiale.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 31.10.11 09:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

Che l'euro fosse fallimentare forse un succeso politico ma certamente un disastro economico si era gia' capito prima ancora che nascesse in italia,ma grazie alla miopia degli italiani il progetto fu attuato lo stesso.
Perche' fallimentare? Perche' e' impensabile cambiare una moneta sovrana come la LIRA con una moneta in "affitto" come l'euro,eppoi come : 1 EURO = 1936 e rotte lire! E non solo ,come si puo' sperare di parlare di EUROPA UNITA quando le varie nazioni viaggiano a "differenti velocita'"
in tuti i sensi? Se lo fanno vuol dire che ci sara' un motivo no?? Gia' ai tempi gli operai tedeschi tanto per dirne una guadagnavano ben piu' di noi e i francesi e belgi erano assistiti socialmente in maniera ben diversa.
Gia' avevano da parte loro quando noi non si sapeva neanche che esistesse il fenomeno di forti flussi immigratori con tutto cio' che consegue.
Ed e' solo un esempio per sottolineare le differenze tra le nazioni ai tempi e oggi.

Ma lo capiva anche un bambino (non i soliti italiani coglioni che adesso piangono)che non avrebbe MAI funzionato.

Io personalmente perche' c'ero e avevo gia' piu' di trenta anni ai tempi,mi son preso di fesso piu' di una volta quando parlando con la gente sostenevo queste mie impressioni.
E ora?
Se non si capisce che bisogna ripensare rapidamente e COMPLETAMENTE il sistema bancario e che l'italia non produce nulla (vedi Mattei che fine fece)ma TRASFORMA ed esporta qua conviene cominciare ad attrezzarsi con porto di armi e schiantine varie per la guerra tra poveri che si creera' fra poco.
Catastrofico? mah....si vedra'...

matteo s., torino Commentatore certificato 31.10.11 09:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PERCHÈ NON RIUSCIAMO PIÙ A VOLARE?

Perchè allora non appoggiate il mio di sogno?

Perchè non mi date la possibilità di vederlo realizzato il mio sogno?

Lo Studio Legale è un pilastro che deve essere del Movimento,non mio!

La gente mi chiede di farlo a me,ma "voi" lo sapete bene che deve essere prima "baciato" dall'alto!

Io le basi le posso tentate di gettarke,ma sempre da voi dipende!

Datemi una mano a "volare",datemi una mano a sognare.

Datemi una mano a far pagare qualcuno per le proprie responsabilità!

Nessun leder è come nessun colpevole,ma in realtà ci sono tanti leder quanti colpevoli,partiamo con il trovare almeno un pó d'equilibrio!

Buon giorno popolo senza leder!

Nando da Roma.

Nando. Meliconi (in arte l'americano) Commentatore certificato 31.10.11 09:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Marx nel Soho"

Cosa è il capitalismo

El actor Fenton Wilkinson interpreta a Marx en la obra del historiador Howard Zinn, "Marx en el Soho". Hay otras ejecuciones de este monólogo, pero para mi gusto al menos, esta es la más potente y sincera...

http://youtu.be/4CU2QpTt8Nc

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.11 09:22| 
 |
Rispondi al commento

SIETE ANCORA CONVINTI CHE IL VOSTRO COMPORTAMENTO NEI GRUPPI (POLITICI, SINDACALI, MA ANCHE SOLTANTO TRA AMICI) SIA DETERMINATO DAL VOLERE VOSTRO E NON DA ALTRI?

*

L’uomo discende davvero dalla scimmia? Vale la pena di porsi l’interrogativo se una ricerca pone l’accento sul comportamento degli esseri umani quando si trovano immersi in una folla defininendolo equiparabile a quello di un gregge di pecore. La ricerca, pubblicata sulla rivista Animal Behaviour a onor del vero non è certamente il primo studio ad occuparsi dell’effetto della folla sulla psiche umana. E’ datato 1895 il testo “Psicologia delle folle” di Gustav Le Bon, che indusse Sigmund Freud ad occuparsi dell’argomento nel suo “Psicologia delle masse e analisi dell’Io” datato 1921. E non sono mancati fino ad oggi gli studi e i contributi sulla psicologia di massa e sui fenomeni di depersonalizzazione che possono occorrere agli individui che si ritrovano travolti da una folla.
Tuttavia, la ricerca rileva come gli individui riuniti in una folla tendano a seguire, senza porsi domande, un numero ristretto di persone che sembrano sapere dove andare e/o cosa fare. Il professor Jens Krause dell’Università di Leeds ha condotto un esperimento nel corso del quale un gruppo di volontari è stato invitato ad aggirarsi in una grande sala senza una meta precisa e senza parlare con gli altri partecipanti. Solo a un piccolo numero di essi erano state date istruzioni precise: lo studio ha evidenziato come il comportamento di queste era in grado di influenzare le scelte di tutti gli altri (circa 200 persone).

Krause, che paragona questo comportamento a quello degli animali che vivono in branco, ritiene che l’aspetto più interessante del suo studio risieda nel fatto che ciascuno dei partecipanti abbia fatto una scelta, anche senza rendersi conto di essere stato influenzato dal comportamento di altri. Sempre secondo Krause lo studio potrebbe rivelarsi importante nell’ambito della psicologia delle emergenze,

SEGUE...

V Commentatore certificato 31.10.11 09:16| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'espressione anime belle mi ricorda qualcosa

se qualcuno volesse vedere cosa significa volare stando coi piedi attaccati alla terra vada a vedere cosa c'è scritto in questo blog

io ci arrivo digitando su google

aspettando2012 wordpress

volate anime italiane belle più di tutto

marcia b. Commentatore certificato 31.10.11 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un partigiano è un combattente armato che non appartiene ad un esercito regolare ma ad un movimento di resistenza e che solitamente si organizza in bande o gruppi, per fronteggiare uno o più eserciti regolari, ingaggiando una guerra "asimmetrica".

Letteralmente significa "di parte", ovvero persona schierata con una delle parti in causa. In Italia, con il termine "partigiano" ci si riferisce ai protagonisti della Resistenza durante la Seconda guerra mondiale.

Per "lotta partigiana" si intende una guerra di difesa contro un'occupazione militare, la conquista o la colonizzazione di un territorio. Tale forma di conflitto è sancita come lecita anche dalla XX Assemblea Generale dell'ONU (1965) laddove dichiara "la legittimità della lotta da parte dei popoli sotto oppressione coloniale, per esercitare il loro diritto all'autodeterminazione e all'indipendenza", invitando "tutti gli Stati a fornire assistenza morale e materiale ai movimenti di liberazione nazionale nei territori coloniali". (Wiki)

Solo un Fascista dalla Coda di Paglia, o Pneumatica non potrebbe Onorare un Tributo al Partigiano.

Nostro Padre...

Gia', il Padre non si Sceglie...

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Spero solo che Berlusconi non Muoia di 2 Novembre.
Di tutto, ma non questo.
Davvero sarebbe il Giorno del Giudizio.
Si Leverebbero Tutti i Morti dalle Tombe.
Forse, pero', pensandoci bene...

enrico w., novara Commentatore certificato 31.10.11 09:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a vent`anni volavo
ora sono felice di camminare

nello g. Commentatore certificato 31.10.11 08:57| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE POST.....

passante pelato 31.10.11 08:56| 
 |
Rispondi al commento

ma avete visto Report? è incredibile..... ribelliamoci anche noi come è successo in Islanda diciamo tutti unito NO al pagaamento del debito, non ci appartiene non l'abbiamo fatto noi perchè dobbiamo pagarlo?
NON VOGLIAMO PAGARE IL DEBITO!
a casa il governo ci ha indebitato fino al collo e oltre, non sono in grado di governare, via a casa a fare i precari, a casa la casta, via tutti i loro privilegi, è l'inizio per pagare il debito!

Gabriella Monfasani 31.10.11 08:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo".

Voltaire

Amerigo ,*** Commentatore certificato 31.10.11 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero,abbiamo perso il senno, pero' abbiamo conquistato uno stato mentale secondo il quale la disonesta' e' diventata un principio fondamentale.Siamo un popolo di accattoni e mendicanti ed altro....in barba alle nostre credenze cristiane.... tanto siamo assolti lo stesso, meno male che una grande percentuale dell'Italia e' ancora assennata, altrimenti.....

aldo abbazia 31.10.11 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Beppe vuoi sapere di chi è la colpa di tutto questo?...bene te lo dico io è "l'indifferenza" espressa in vari usi e costumi del popolo italiano!.
Sai benissimo che abbiamo un 30% cronico di gente che non vota, spesso queste persone sostengono che tanto è così e non c'è soluzione, per la politica italiana.
Quando qualcuno si prende la "briga" di organizzarsi,spendere energie fisiche e mentali, mettendosi in gioco, come metterci la faccia..poi andiamo a votare e vediamo che questi "fantasmi"non se ne fottono proprio, manco ci provano a dare "fiducia" al tizio o al caio.
Vedi noi spesso urliamo e diciamo che i Partiti istituzionalizzati, sono il vero tumore della democrazia, però molti simpatizzanti di questi partiti almeno votano!.
Come dici te possiamo anche ritornare a "volare"..ma abbiamo bisogno di una spinta per vincere la gravità!...se il popolo dell'astenuti non si leva le mani di tasca e smette di fare "L'anfora"...allora non resta che lasciare che gli eventi travolgano tutto e tutti...poi si vedrà!.
Come dice il proverbio: chi si loda s'imbroda!..
per quanto riguarda i talk-show..concordo...vere strade a senso unico dell'informazione e del confronto...!evitiamo in futuro di andare in tv..un veicolo ormai superato,come il motore a scoppio!inquina e basta!.

roby f., Livorno Commentatore certificato 31.10.11 08:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno!

Amerigo ,*** Commentatore certificato 31.10.11 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Ricordate il mio post sulla tecnica

"vi amo tutti, per distrarre tutti

e fregare tutti" (che ripropongo) ?

Bene..

Ieri Bersani, segretario PD,

ha detto che lui "ama tutti".

S.O.S. ! S.O.S. !

Stato di massima allerta !!


Zio Giamba vi insegna

come evitare di farsi abbindolare

da preti, venditori, politici, pubblicitari, maghi

ed altri cialtroni "simulatori d'ammmore"

Ogni corso di vendita che si rispetti

propone una particolare tecnica di vendita

e la insegna in modo convinto

ad ogni futuro venditore:

dissimulare egoismo ed aggressività,

dissimulare l' intenzione di vendere,

non essere aggressivo col cliente,

simulare interesse per lui,

farlo parlare,

allo scopo di blandire la sua aggressività,

smantellare le sue difese

ed accattivarsi la sua fiducia.

Si spiega anche che un approccio aggressivo

mette il cliente sulla difensiva e genera aggressività,

mentre un approccio non aggressivo

blandisce l'aggressività,

permette di accattivarsi le sue simpatie,

di smontare le sue difese,

e, conseguentemente,

di vendere meglio.


Questa tecnica di vendita

è fondata

sull'invenzione

del cosiddetto "amore per il prossimo" dei cristiani

e possiamo dunque ben dire

che il riferimento di tutti i corsi di vendita

e di tutti i venditori.

è l'amore per il prossimo dei cristiani.

La scoperta geniale dei cristiani

è che approcciando un proprio simile

mascherando il naturale egoismo e la naturale aggressivitrà,

simulando interesse per lui,

amore,

se ne blandisce l'aggressività,

lo si riconduce ad una condizione infantile

e si ottiene un controllo presocchè totale su di lui.

Giovanni Battista Pellei, Ascoli Piceno Commentatore certificato 31.10.11 08:27| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di fare, incominciala. L’audacia ha in sé genio, potere e magia. Incomincia adesso”
J. W. Goethe

“Il futuro appartiene a coloro che credono ai propri sogni”
E. Roosevelt

viviana v., Bologna Commentatore certificato 31.10.11 07:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adam Smith

Per la maggior parte dei ricchi, il principale piacere della ricchezza consiste nello sfoggiarla.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 31.10.11 07:49| 
 |
Rispondi al commento

super pensioni:
Dini 31.000 euro mensili,
Amato 40.000 euro mensili.
Mario 520 euro mensili.

(Mario è mio padre)

ps:
io e mio padre stiamo oliando i moschetti!

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!


“Nothing in the world can take the place of persistence.
Talent will not; nothing is more common than unsuccessful men with great talent.
Genius will not; unrewarded genius is almost a proverb.
Education will not; the world is full of educated derelicts.
Persistence, determination alone are omnipotent”

viviana v., Bologna Commentatore certificato 31.10.11 07:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori