Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Referendum: cornuti, mazziati e contenti


Finocchiaro_porcellum.jpg
Maroni è stato impressionato dalle firme raccolte contro il porcellum in un mese, ma non dalle 350.000 raccolte in un solo giorno per Parlamento Pulito. Questo referendum è una presa per il culo (riuscita!) degli italiani. Le firme sono state raccolte dai partiti dell'ex governo Prodi che non hanno fatto nulla in due anni di governo per cambiare la legge elettorale. Il loro è populismo della peggior specie usato per raccattare voti. Né il mattarellum, né il porcellum prevedono un massimo di due mandati e l'esclusione dei condannati in via definitiva dal Parlamento. Questi politici rimarranno seduti nelle loro poltrone. Se il referendum passerà ci sono due possibilità: verrà cambiata la legge elettorale da coloro che ne hanno goduto i benefici (!?) e sono oggi "nominati" alla Camera e al Senato con esiti più che ovvi, oppure si terrà il referendum anti porcellum nella primavera 2012. In quest'ultimo caso si tornerà al mattarellum con gli italiani a festeggiare in piazza la democrazia e la libertà. In entrambi i casi Parlamento Pulito verrà cancellato, anche mediaticamente. Che vomito.

Leggi: Il referendum contro il M5S

1 Ott 2011, 22:32 | Scrivi | Commenti (126) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

QUESTA E' LA MIA OPINIONE CHE HO CONFIDATO A GRILLO PUR NON CONOSCENDOLO E VORREI SAPERE SE QUALCUNO LA PENSA COME ME:
Beppe, ascoltami bene, ti prego ascoltami,
noi non ci conosciamo,
voglio dirti che dopo le elezioni del 24 e 25 febbraio ho letto il tuo programma e i 20 punti per uscire buio, ti garantisco che nei miei 64 anni immediatamente mi sono iscritto a Movimento, sono diventato automaticamente un feroce Attivista e ogni giorno nel sociale divulgo quello che le rete ci offre portando a conoscenza ad amici e parenti il lavoro che stanno facendo i nostri parlamentari per il popolo Italiano.
Beppe,
questa tediosa introduzione è stata fatta perché desidero dare la mia opinione per arrivare al 51 % il più presto possibile pertanto la strada più corta bisogna avere un canale TV in questo modo tutti riceveranno le informazioni reali e non filtrati.
Beppe,
noi con internet non riusciamo a raggiungere tutti gli Italiani la nostra attività di Attivisti non è sufficiente abbiamo bisogno subito di una piattaforma alternativa, facciamo una grandissima raccolta di meglio Lire che Euro compriamo una frequenza apriamo un Social Network a 5 Stelle e lo gestiamo.
Beppe ad oggi tutti abbiamo e hanno fatto i parlamentari un grandissimo lavoro facciamo in modo di portare all’esterno tutto e tranquilli alle prossime elezioni secondo mia opinione a settembre max ottobre raggiungeremo il 51% finalmente manderemo a casa tutti i corrotti e prepotenti democraticamente. Restituendo al Popolo Italiano
L’ONESTA’ CHE TORNA DI MODA GRAZIE A GRILLO ,
LA LIBERTA’,
LA SOVRANITA’ ,
LA CORRETTEZZA ,
LA TRASPARENZA,
LA COERENZA ,
VALORI CHE ERANO STATI SCIPPATI DAI POLITICI CORROTTI E PREPOTENTI
E NOI TUTTI DEL MOVIMENTO 5 STELLE LI RIDIAMO AI NOSTRI NIPOTI E FIGLI –
Ciao Beppe, nabbraccio da Giovanni da Brindisi
CON LA NOSTRA ONESTA' RAGGIUNGEREMO PRESTO IL 51%.

GIOVANNI PUCA 13.06.13 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Che branco di porcelli !!

Che branco di porcelli !!

Robert 18.10.12 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Finocchiaro vai a cacare!

paolo ferace 20.05.12 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Dalla discussione scaturita al commento, viene fuori che i problemi principali sono almeno due: da un lato politici corrotti, ladri e chi più ne ha più ne metta, e dall'altro tanti (troppi) cittadini che vivono senza rendersi conto di nulla, perchè ??
Secondo me è un problema assolutamente riconducibile alla totale mancanza di educazione civica; le persone non sono abituate, (mente allenata), a ragionare con la propria testa, ma trovano più comodo farlo fare agli altri ed accodarsi. Quindi diventa, secondo me, prioritario trovare il modo di istruire ed allenare le persone a: EDUCAZIONE CIVICA, EDUCAZIONE AMBIENTALE, EDUCAZIONE ENERGETICA, EDUCAZIONE ALIMENTARE, EDUCAZIONE FISICA, EDUCAZIONE SESSUALE, EDUCAZIONE COMPORTAMENTALE ecc., facendo così in modo da avere la maggior parte cittadini che, di fronte ad un problema che riguarda loro e la collettività, sappia ed abbia voglia di agire in maniera corretta.
Cosa ne pensate ??

Sasà Grugliasco, Torino Commentatore certificato 10.11.11 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Citazione: "Gli Italiani!? Un popolo di pecoroni" (Aldo Moro)

Lucio Doria 07.10.11 13:05| 
 |
Rispondi al commento

porcellum-mattarellum-me so rotto l'uccellum........con questi termini da rincoglionimento di massa non ci si capisce più niente.
Siamo una nazione del cazzo!!
Auguriamoci di fallire il prima possibile e poi mendichiamo ai nostri creditori un governo che fissi delle regole ben precise tipo quelle loro e cioè:
Non possono partecipare alle elezioni i politici professionisti, quelli pregiudicati e sotto inchiesta. Azzerati i finanzimenti pubblici ai giornali e i rimborsi elettorali.
Legge elettorale con la preferenza scritta con penna nera o blu dall'elettore per tutti i candidati ad entrare in Parlamento: nessuno imbocca se un tot di italiani non ha scritto il suo cazzo di nome!! Sbarramento al 4 o al 5% altrimenti si crea il solito guazzabuglio del cacchio in cui fanno un partito pure le mignotte di Berlusconi e imboccano in parlamento grazie alla preferenze dei papponi, noti pipparoli italici, e poi ce tocca pagà la pensione a Cicciolina solo in base alle referenze presentate dal cavallo........

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.10.11 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto molti commenti sulla questione Mattarellum e Porcellum,e vedo che la casta ci sta portando sul suo terreno di scontro.Beppe ha fatto una considerazione,punto.Ma ha subito detto che in parlamento il M5S ci sarà e conterà.
Quindi l'unica cosa vera da fare è continuare la nostra azione ancora più incisivamente.Cosa dobbiamo fare?Semplice,dobbiamo candidare quante più persone nel M5S,molti non saranno eletti e lo sanno, ma porteranno voti sul nostro programma.E' dei voti che abbiamo bisogno,quindi iniziamo da subito tutti noi di M5S a fare gazebi in tutti i luoghi da oggi,informando i cittadini,chiedendogli di votarci,spiegare che i politici attuali si sono già venduti la nostra generazione,e hanno ipotecato la prossima,e si stanno organizzando per rendere schiava la genrazione successiva.Non scendiamo sul loro terreno politico,percorriamo il nostro.Sarà dura e difficle,ma sia chiara una cosa, chi del M5S andrà in parlamento e in senato dovrà lavorare 6 giorni su 7,ma lavorare veramente e produrre leggi e percorsi parlamentari a favore esclusivo dei cittadini.Guardate l'Islanda,certo è un piccolo Paese,ma il M5S dovrà impegnarsi e spiegare ai cittadini che il futuro dei loro figli e nipoti è nelle loro mani,e il M5S è l'unico soggetto politico affidabile,che è nato solo per rendere il nostro Paese civile e vivibile.Noi M5S ci siamo assunti una responsabilità enorme e dobbiamo esserne all'altezza.I cittadini se informati ci seguiranno.E' impensabile che da soli potremo cambiare il Paese,su questo noi M5S dovremo fare un confronto approfondito.Beppe facciamo una assemblea del M5S di 2 giorni di lavori,elaboriamo e indichiamo un percorso elettorale,il progamma già c'è, poi rifacciamo un'altra Assemblea a breve distanza,stabiliti gli obiettivi puntiamo tutti su quel percorso.Siamo nati da soli 2 anni,cresciamo insieme,la politica seria è faticosa e trova enormi ostacoli,sormontabili solo con il lavoro politico sul nostro programma. Mettiamoci a lavoro.Ciao

Carmine Fascella 04.10.11 15:52| 
 |
Rispondi al commento

E la soluzione quale sarebbe?? La solita anti-politica? Neanche quella risolve! Tra i due mali meglio il mattarellum!

Enza Lojacono 03.10.11 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Anche questa volta non sono d'accordo con te, Beppe.
Che questi riescano a cambiare la legge elettorale, visto che si accapigliano pressoche' su tutto, la vedo difficile.
Percio' secondo me ci sono due sole possibilita':
- a primavera si vota il referendum;
- a primavera si fanno le politiche anticipate.
Entrambe con degli obiettivi vantaggi.
Certo un referendum essendo solo abrogativo, non ha le potenzialita' delle leggi di inziativa popolare. Io ho firmato anche quella, ma abbiamo visto che fine fanno.
Invece spero nel referendum; perche' anche questo, come quelli di primavera, puo' far sentire a chi deve convincersi finalmente, che "il vento e' cambiato". Giu' ceffoni elettorali, cavoli.
E anche un suggerimento: Attenzione che questo atteggiamento per cui solo quello che propongono le 5 Stelle e' buono e giusto, il resto fa tutto schifo, non va mica tanto bene. 5 percento, 8 percento, pure 20 percento, non bastano a governare, da soli non si puo' fare, che faranno le 5 Stelle in Parlamento allora, solo casino? Non cambia il mondo facendo solo casino, ne' riempiendosi la bocca di proposte (tutte ottime per carita') che pero' siano sostenute solo da un gruppetto di possibili parlamentari. In una democrazia ci vogliono anche i numeri, o vogliamo farci una legislatura tutta a dire "Noi l'avevamo detto" mentre le maggioranze senza di noi finiscono di sfasciare il Paese?

Anna M. Commentatore certificato 03.10.11 16:44| 
 |
Rispondi al commento

(continua) Ma le lezioni non bastano mai. Tornano alla mente i versi di una poesia di Pier Paolo Pasolini: “ci hanno deluso tutti, chi ha torto e chi ha ragione. Tuttavia siamo con chi ha ragione, ma senza illuderci …”. Così, restiamo in attesa di una nuova classe politica più degna. Ma non arriverà finché la maggioranza dei cittadini italiani non smetterà di votare per chi ha torto e a dare fiducia a chi racconta favole. Come diceva un grande narratore, ormai le conosciamo tutte le favole … (fine)

Rocco Artifoni 03.10.11 15:32| 
 |
Rispondi al commento

(continua) Molti elettori in buona fede hanno creduto agli slogan dei promotori del referendum pro Mattarellum, senza accorgersi dell’imbroglio. Addirittura molti cittadini non hanno mai saputo della proposta referendaria dei Preferendum, benché fosse partita prima dell’altra. Chi si prefiggeva di dire basta ai parlamentari nominati dai partiti si è fidato ancora dei partiti. Una fiducia mal riposta, perché il Porcellum fu approvato da Berlusconi, Bossi, Casini e Fini nel 2005 ed è inquietante che oggi si pronuncino a favore della modifica dell’attuale legge elettorale esponenti come Alfano, Maroni, Casini e Bocchino, cioè gli stessi che l’hanno votata. E poi ci sono Veltroni e Di Pietro che hanno avuto due anni di tempo (dal 2006 al 2008) per cambiare il Porcellum e non l’hanno fatto. Oggi tutti questi leader politici sono saliti o stanno salendo sul carro referendario che vorrebbe abolire proprio ciò che essi hanno approvato e/o mantenuto per comodità e per avere un maggior controllo sugli eletti. È una scena già vista nel 1993, quando i più furbi sono saliti in fretta sulla nave referendaria che aveva il vento in poppa. Anche allora l’80% degli elettori diede fiducia ai referendari e fu approvato il Mattarellum, che finalmente – si disse – avrebbe prodotto maggioranze chiare e stabili. Risultato: nei successivi 7 anni si sono avvicendati 5 governi e centinaia di parlamentari hanno cambiarono schieramento. Una persona seria e impegnata come Alex Langer, di fronte alle promesse referendarie del 1993 scrisse un articolo dal titolo “il referendum elettorale taglia male le parti”, nel quale ammetteva: “stavolta mi scopro a pensare che mi piacerebbe se molti preferissero andare al mare o in montagna”... (segue)

Rocco Artifoni 03.10.11 15:31| 
 |
Rispondi al commento

(continua) In realtà, un modo per risolvere il problema ci sarebbe, anzi ci sarebbe stato. Un gruppo di intellettuali (Stefano Passigli, Giovanni Sartori, Claudio Abbado, Dacia Maraini, Renzo Piano, Benedetta Tobagi, Umberto Ambrosoli ed altri) all’inizio dell’estate, prima che arrivassero i referendari sostenitori del Mattarellum, avevano dato vita ad un comitato referendario che si proponeva di abrogare 4 gravi difetti dell’attuale sistema elettorale: le liste bloccate, il premio di maggioranza, la deroga alla soglia di sbarramento e l’indicazione del candidato premier. Nella sostanza si sarebbe tornati ad un sistema elettorale proporzionale con voto di preferenza, come quello vigente in Italia fino al 1993 (seppure con una soglia di sbarramento più elevata), molto simile all’attuale modello tedesco che ha sempre dato buoni risultati. E i quesiti referendari, se sottoscritti da cittadini e votati dagli elettori, avrebbero mantenuto le promesse, nel senso che erano stati scritti coerentemente per ottenere i risultati indicati. Com’è finita? Che i referendari pro Mattarellum hanno chiesto ai referendari proporzionalisti (chiamiamoli “Preferendum”) di interrompere la raccolta delle firme per cercare di trovare una proposta unitaria. Quando gli ingenui Preferendum si sono fermati, quelli del Mattarellum sono partiti a tutta forza con la raccolta firme oscurando completamente la campagna dei Preferendum, poi tardivamente ripartita. Risultato: i quesiti dei Preferendum non hanno raccolto un numero sufficiente di firme, poiché non avevano organizzazioni strutturate a sostenerli. (segue)

Rocco Artifoni 03.10.11 15:30| 
 |
Rispondi al commento

(continua) Insomma, il referendum viene ad inserirsi nel gioco politico legato alla possibile caduta o durata del governo attuale.
Della legge elettorale, in realtà, poco importa: basta analizzare i quesiti referendari per rendersene conto. Infatti, cosa sostengono i referendari? Che bisogna abolire il Porcellum perché con l’attuale legge elettorale si è creato il “Parlamento dei nominati”, dato che il cittadino non può scegliere direttamente il proprio parlamentare. Peccato che si siano dimenticati di ricordare ai cittadini che hanno firmato per i referendum che con il Mattarellum si ottiene di fatto un risultato analogo. Infatti, il 25% dei parlamentari verrebbe eletto con il sistema proporzionale con liste bloccate senza voto di preferenza (esattamente come accade con il Porcellum) e il restante 75% con i collegi uninominali, in cui sono i partiti e/o le coalizioni a nominare il candidato, senza possibilità di altre scelte, se non quella di scegliere il candidato di un altro partito e/o di un’altra coalizione. In sintesi, il Porcellum e il Mattarellum si assomigliano molto. Ci sono alcune differenze: alcune a favore del Mattarellum ed altre del Porcellum, ma la sostanza non cambia: continueranno ad essere i partiti a scegliere i candidati e non gli elettori. A meno che vengano introdotte per legge le primarie, ma questo è un altro discorso, che non rientra nei quesiti referendari. (segue)

Rocco Artifoni 03.10.11 15:29| 
 |
Rispondi al commento

L’imbroglio del referendum elettorale.
Ripartiamo dall’inizio. Fino al 1993 in Italia si è votato alle elezioni politiche con una legge elettorale sostanzialmente proporzionale. Dal 1994 al 2005 si è votato con una sistema misto, proporzionale al 25% e maggioritaria al 75% (detto Mattarellum). Dal 2006 si è votato con una legge elettorale proporzionale ma con premio di maggioranza (detta Porcellum). A settembre del 2011 sono state raccolte e depositate oltre 1.200.000 firme in calce a due quesiti referendari che – se ammessi e approvati – abolirebbero il Porcellum per tornare al Mattarellum. Il carro di questi referendum è stato guidato da alcuni partiti (Idv, Sel, Democratici, Pli e altri) e leader di partito (Di Pietro, Veltroni, Vendola, Parisi e altri). Visto l’ottimo risultato della raccolta firme, molti altri politici di ogni schieramento alla fine hanno appoggiato o riconosciuto il valore positivo di questo referendum: da Bersani a Fini, da Alfano e Maroni. Tutto bene, quindi?
Per niente. Anzitutto i referendum promossi dai partiti sono sbagliati come metodo. Lo strumento referendario nella visione costituzionale costituisce uno degli strumenti di controllo dei cittadini nei confronti della democrazia rappresentativa. I partiti devono giocare il proprio ruolo nel Parlamento, approvando buone leggi e cambiandole se non sono buone. Non è corretto che le forze politiche occupino anche lo spazio referendario. Inoltre i referendum si fanno su un argomento specifico, da valutare nel merito. Spesso invece diventano un’arma impropria, come in questo caso, cioè vengono utilizzati come strumento di lotta politica e di strategia di partito. Infatti, per evitare il referendum si dovrebbe andare alle elezioni anticipate, che è l’obiettivo palese di molti dei promotori. O viceversa, per arrivare al referendum, si arriva al paradosso che bisognerebbe “tenere in piedi” il governo fino al giorno dopo. (segue)

Rocco Artifoni 03.10.11 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Lo sappiamo che gli Italiani, ed io prima di tutti, siamo capaci di criticare e giudicare senza però mai mettersi in discussione. Cambiare il modo di pensare non è facile e cambiare il modo di comportarsi verso le cose sbagliate è ancora più difficile. Come diceva Totò "siamo uomini o caporali". Purtroppo i "caporali" ci governano, gli uomini subiscono per pigrizia e quieto vivere. Ognuno di noi ha dalla vita ciò che merita, noi meritiamo questo governo. Buona giornata a tutti

massimo gandolfi (), piacenza Commentatore certificato 03.10.11 14:47| 
 |
Rispondi al commento

vedi,caro Beppe,io posso essere d'accordo con te che è un vomito,però,io sono convinto che un passetto alla volta si possa finalmente cambiare questa infame legge elettorale,certo il mattarellum non è una belle legge,ma meglio di questa si,eppoi,comunque,quello che è inportante è che un milione e duecentomila persone sono andate a firmare,ritengo quindi che sia importante la dimostrazione che ogni volta che al popolo viene data la possibilità di esprimersi questi risponda che non ne può più di essre governata da questa accozzaglia di malfattori,perciò io non snobbere e non liquderei questo referendum così in fretta definendolo inutile,se mai si comincia è intanto un ulteriore passo verso la liberazione.

aldoboccardo 03.10.11 10:08| 
 |
Rispondi al commento

si e poi il referendum non passa e lo ro continuano a fare il cazzo che gli pare. no deve pasasre la proposta del m5s

alessandro ginesi, Genova Commentatore certificato 03.10.11 08:33| 
 |
Rispondi al commento

Non sono per niente convinto che Parlamento Pulito verrà cancellato. Sono invece convinto che si possa ancora portare avanti la battaglia. Come?

I signori capigruppo del Senato che la settimana scorsa si sono rifiutati di metterlo in agenda hanno sicuramente compiuto un atto di tradimento della Costituzione che per ricoprire il loro incarico hanno dovuto solennemente giurare di difendere (!). Atto che sicuramente e` sanzionabile.

Beppe, tu hai gli avvocati. Chiedi a loro se mai un regolamento del Senato (che ha meno che la forza di una Legge) puo` mai avere forza superiore alla sorgente ultima del diritto - la volonta` del popolo - cosi` come e` stata esplicitata, secondo la Costituzione da me e dagli altri 349.999 firmatari tre anni fa.

Insomma, non ti puoi permettere di dichiarare sconfitta ora. Hai 350.000 SOVRANI che con la loro firma PRETENDONO che i loro SERVI inadempienti vengano PUNITI per la loro condotta traditrice.

Sono sicuro che un modo ci DEVE essere, legale, civile, costituzionale, per proseguire nell'iniziativa Parlamento Pulito. Se non lo fai tu, non so chi altro possa farlo.

Un saluto

Vittorio M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.10.11 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sono avvilato e spaesato quando provi a dire anche a persone care che so non essere stupidi, che tanto il movimento 5 stelle non è la soluzione, non perchè sia sbagliato, perchè alcune idee di grillo e del moviemento x es. sono condivise da italia dei valori / di pietro, ma perchè dicono che tanto non riusciranno a entrare in parlamento e quindi tanto vale votare il male meno peggio, cioè la sinsitra...

non so cosa dire x convincerli che non bisogna fare così, finchè ci si accontenta, in generale, non si farà nessun progresso...

luigi cirillo 02.10.11 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Propongo un referéndum istituzionale come quello del 1946.
Monarchia o repubblica.... Berlusconismo o repubblica....

Marco faccin 02.10.11 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Prima di fare le rivoluzioni si prova sempre a dire di no nel modo in cui si può ancora esprimerlo. Può darsi che Berlusconi si spaventi o quantomeno diventi impotente e si ritiri da solo. Può darsi che Bossi mandi a scuola il Trota e passi le redini a Maroni. Può perfino darsi che la classe dirigente del pd se ne vada in pensione e ci faccia conoscere qualche operaio con meno di 40 anni. Insomma va bene anche bloccare il porcellum anche se erano tutti daccordo compresa l'opposizione. La vera protesta è la crisi, che poi è uno sciopero di massa della fiducia, il trionfo della paura del domani che durerà finché il Paese non avrà un'altra guida.

Peter Amico 02.10.11 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Ci si può trovare in difficoltà,nell'impossibilità di pagare i contributi inps e le tasse perchè con quel che si guadagna si riesce a stento a tirare avanti,ma per fortuna abbiamo equitalia che ci aiuta a risolvere i problemi,se fai già a fatica per vivere e se pensi di poter mettere a posto la situazione contributiva,chiedendo una rateizzazione,oltre alla mora ti ci caricano sopra una marea di interessi che alla fine di 40 che ne devi gliene devi restituire 90,secondo voi uno stato che permette questo che stato é ? Le tasse le dobbiamo pagare tutti,ma spiegatemi se io guadagno 12000 euro l'anno e ho una famiglia di 5 persone perchè non devo mettere nel conto delle spese quel che costa mandare avanti una famiglia ?faccio i salti mortali da piccolo artigiano,tra gente che non ti paga,tra gente che ti truffa e chi dall'altra parte uno stato e delle istituzioni che non ti tutelano,non ti proteggono,non ti danno una mano a proseguire,tutto i quel che faccio allora a che serve ? allora è giusto evadere quando si può ? è giusto truffare le persone per arricchirsi ? lascio queste domande aggiungendone una cosi giusto per capire,se qualcuno ha una risposta: due dei miei figli vorrebbero comprare una utilitaria usata per potersi muovere nel caso trovassero un lavoro per cominciare ad affacciarsi al mondo del lavoro,spiegatemi come posso pagare 3000 euro di assicurazione per un auto che ne costa 500 e che non è ne un BMW ne un Audi ma bensì una punto di dieci anni ? Lo stato come pensa di creare futuri contribuenti,strozzandoli fin da giovani,forviandoli fin da adesso,lasciando che quello che hanno imparato a scuola,quello che gli è stato insegnato sia vano ed inutile ?
Caro stato guardati i piedi,si i tuoi piedi,riesci a camminare solo se queste piccole persone come me vivono,pensano e progrediscono,ucciderle non ti risolverà i problemi,ti porterà oltre il punto di non ritorno che oggi hai quasi raggiunto.
LO Stato va rispettato,ma anche i cittadini vanno rispetatti

franco luis ferrise 02.10.11 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Come hai ragione, amico.
Mi dispiace davvero

Adriano Perrone 02.10.11 18:57| 
 |
Rispondi al commento

..non mi pare che il sud se la passasse tanto bene con i Borboni... caso mai si puo dire che gli ideali di Mazzini e Garibaldi, che avevano promosso la conquista /liberazione del sud siano stato traditi dai soliti noti, impedendo libertà e giustizia sociale, servendosi ancora delle mafie, come sempre amiche e al servizio dei potenti. L'unità d'italia doveva essere garanzia di libertà e giustizia sociale. Così non è stato per i soliti noti al potere sotto varie forme. Così inutile invocare ciò che è stato condannato dalla storia, ma piuttosto battersi per realizzare ideali di giustizia ed equità.

almagemme 02.10.11 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Non solo le 350.000 firme sono state raccolte in un giorno, ma in un momento in cui l'indignazione verso la casta contava molti meno individui e senza tutta la pubblicità che ha avuto questo referendum per polli!
4 anni fa ci crearono persino difficoltà, ricordo che per firmare ho impiegato l'intera mattinata a cercare un punto raccolta firme che non fosse stato chiuso o spostato dalle rispettive circoscrizioni (Roma)!!!!!!
Fossimo stati in 3 milioni le avrebbero comunque chiuse in un cassetto e quel ministrino dell'inesistente padania....altro che meravigliarsi, avrebbe fatto pippa!

Andrea Caroli (elettrociccio), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.10.11 17:56| 
 |
Rispondi al commento

CORNUTI MAZZIATI E CONTENTI...
PER L'ENNESIMA VOLTA!!!

NON ILLUDETEVI!!
Si sta soltanto attivando una calibrazione del modus operandi della casta, quando si dice casta si indica dal primo fino all’ultimo rappresentante della vecchia, nuova e futura politica.
Ciò comporterà una autoregolazione dell’elettorato affinche tutto cambi per non cambiare nulla.
La storia insegna ma puntualmente ce ne dimentichiamo.
Non esiste la politica intesa come interesse dei cittadini e non esisterà mai, la vera RI-EVOLUZIONE è lo sradicamento totale con democrazia diretta alla maniera islandese.
E' PASSATO UN SECOLO ESATTO DA QUANDO UN CERTO PREZZOLINI RIVELAVA UNA VERITA' DI CUI NESSUNO HA MAI PRESO ATTO.

valerio s. 02.10.11 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Tempo fa anche i DS avevano fatto una proposta di legge elettorale, io ho letto l'informativa ed era ancora una presa per il culo.
Che il ritorno al mattarellum sia meglio della porcata forse e' vero, ma di certo la prooposta del m5s e' il meglio !

marco giaveri 02.10.11 17:18| 
 |
Rispondi al commento

RINGRAZIO PUBBLICAMENTE BEPPE GRILLO ED IL SUO STAFF PER AVER PUBBLICATO ED APPROVATO IL SEGUENTE MIO POST:
http://www.meetup.com/grilli-del-parco-sud/messages/boards/thread/15375782/0#53099712

Marino MASTRANGELI, Frosinone Commentatore certificato 02.10.11 17:16| 
 |
Rispondi al commento

un appello a beppe e al m5s

il ministro maroni e' rimasto impressionato dal milione di firme raccolte per il referendum, IMPRESSIONIAMOLO ANCHE NOI !!
RIFACCIAMO LA RACCOLTA FIRME PER PARLAMENTO PULITO !!!
BASTANO 4 WEEK END IN TUTTE LE PIAZZE E RACCOGLIAMO IL MILIONE DI FIRME.
CHE NE DITE ??
massimo

massimo m., desenzano del garda Commentatore certificato 02.10.11 16:33| 
 |
Rispondi al commento

tutto quello che fanno gli altri sono buffonate o prese per il culo... Avanti cosi che andiamo bene

enrico d., milano Commentatore certificato 02.10.11 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Grillo buffone!!

certo, è meglio questa legge perché così il m5s prenderebbe più seggi?!

Non sei diverso dai politici che critichi, anche a te interessano solo le cadreghe!

the_nuts b. Commentatore certificato 02.10.11 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi fa tanta rabbia che si debba fare un referendum quando esiste una proposta di legge popolare e quantomai giusta e intelligente, una di quelle leggi che il nostro parlamento di "onorevoli" non sarà mai in grado di concepire.
Beppe questo è vergognoso per noi, soprattutto perchè nessuno si degna di parlarne in TV, quelle firme sono ferme da 4 anni, ma non possiamo fare niente per far si che vengano prese in considerazione? ( a parte bussare su Schifani?)

Donato Fraccalvieri 02.10.11 15:17| 
 |
Rispondi al commento

1)per prima cosa i due quesiti non dovrebbero essere ammessi,a meno che la corte costituzionale non vada contro la sua stessa giurisprudenza passata sulla riviviscenza e sull'ammissibilità di referendum elettorali che non lascino in piedi una legge direttamente applicabile
2)A prescindere dal punto 1),comunque,se non si fa un referendum,la legge non la cambieranno e infatti ora tutti si stanno affrettando a cercare accordi per modificarla e pare che molti siano disponibili al reinserimento della preferenza...sarebbe comunque un passo in avanti.Se non si fa il referendum,rimarrà comunque il porcellum e quindi,voi sareste contenti?Se si facesse il referendum,invece,ci sarebbe qualche possibilità di vedere una legge diversa,magari meno peggiore di quella attuale...ma pare che a voi non interessi il limitare i danni,a voi interessa il tanto peggio tanto meglio.
3)Se anche la corte ammettesse la riviviscenza e vincendo il referendum,tornasse tour court il mattarellum,comunque nella parte proporzionale le liste sono bloccate e c'era uno sbarramento del 4% che il movimento 5 stelle comunque dovrebbe essere in grado di superare.Certo,voi magari vorreste tornare al proporzionale puro per cui ognuno vota un partito o partitino e poi questi,solo dopo decidono con chi governare e il programma :))...bella roba...io voglio sapere prima con chi si alleano i vari partiti e qual'è il programma.Io lascerei questa legge,ma correggendo alcune cose:preferenza unica,primarie obblitatorie per legge per designare le liste di candidati,e ripartizione dei seggi dei partiti e delle coalizioni che non hanno preso il premio,senza sbarramento,in modo che comunque tutti i partiti siano rappresentati.E poi,premio di maggiornaza nazionale e non regionale,anche per il senato.

Roberto A 02.10.11 15:06| 
 |
Rispondi al commento

è ora di finirla, sempre a dire poveri italiani presi in giro !! è quello che si meritano !! io non ho firmato perchè sapevo che le firme venivano raccolte da quei partiti che al momento non hanno fatto niente per abolire questa legge ! perche non hanno fatto come me ?

paolo b. 02.10.11 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Luca Forcolini, mi pare che abbia centrato il problema.
É questo per me riassume anche la pessima opinione che si deve avere dell fronte che va dal PD all'Idv, al Sel.
C'è da fare in somma una bella riflessione obiettiva su come si sta organizzando in senso reazionario il fonte anti berlusconiano ora che il nano è oggettivamente politicamente finito.

Mario 02.10.11 14:20| 
 |
Rispondi al commento

SE TUTTI I PARLAMENTARE DELL' OPPOSIZIONE RASSEGNANO LE DIMISSIONI E IL PARLAMENTO SI DIMEZZA, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA NON SAREBBE COSTRETTO A SCIOGLIERE LE CAMERE?
NON SAREBBE IL SEGNALE FORTE RICHIESTO DA UNA OPPOSIZIONE SERIA DAVANTI ALL'INTERO PAESE?

OPPURE MANCA ANCORA QUALCHE MESE PER MATURARE IL VITALIZIO.....?!

ALESSANDRO SERAFINI 02.10.11 14:16| 
 |
Rispondi al commento

però quello che ha detto Di Pietro a piazza Navona ieri non è molto lontano da quello che dice Beppe: non c'è da fidarsi?

Roberta S., Roma Commentatore certificato 02.10.11 13:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema non e' se con una legge elettorale il m5s prende piu' seggi e con l'altra meno. Il fatto e' che con il probabile ritorno al mattarellum, se non peggio, si ribadira' il bipolarismo. Per essere chiari, se non ti coalizzi sei fuori o sei comunque ridimensionato. Questo vale per tutte le nuove iniziative politiche che vogliano (come democrazia richiede) affacciarsi al parlamento della repubblica. La mossa di Di Pietro e ' Vendola e' piuttosto chiara ai miei occhi, evitare che il m5s sia determinante negli equilibri parlamentari, e acquisire piu' forza contrattuale con il PD all'interno della coalizione. E poi naturalmente sfruttare l'onda del successo referendario per le elezioni anticipate.

La vecchia politica ce l'ha messo in quel posto (ed era prevedibile, come per le 350.000 firme) ma questo non sposta di una virgola l'importanza della nostra azione verso una democrazia veramente partecipata e al servizio dei cittadini.

Le iniziative sulla democrazia diretta che si moltiplicano nei gruppi locali del m5s, sono la cosa piu' importante e che portera' piu' frutti.

Sarebbe assurdo non partecipare al referendum. In un modo o nell'altro 1.2 milioni di cittadini hanno deciso che si va al voto, e io votero'. Di certo non a favore del porcellum.

Poi continuero' ad impegnarmi per avere una legge elettorale degna di una vera democrazia, altro che mattarellum...

luca forcolini, biella Commentatore certificato 02.10.11 13:10| 
 |
Rispondi al commento

L'unico modo per sconfiggere la legge porcata è il referendum: anch'io l'ho firmato!
Certo, il Mattarellum non è il migliore dei sistemi: bisognerebbe tornare al proporzionale pure. Meglio il sistema elettorale della 1a Repubblica ma con 1 sola preferenza!

Lauro Gargiulo 02.10.11 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Dovremmo essere contenti se ripristinare il "mattarellum" è un mezzo per mettere i bastoni tra le ruote del movimento 5 stelle!!!

(vedi link : http://www.meetup.com/grilli-del-parco-sud/messages/boards/thread/15375782/0#53099712)

HANNO UNA PAURA MATTA! MA LI TRAVOLGEREMO!

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.10.11 12:40| 
 |
Rispondi al commento

non vi meravigliate se poi quello di grillo finisce nella classifica dei migliori blog andati a puttane...

Danilo De.Rossi 02.10.11 12:06| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=Jlj45zKRUfA

qualche anno fa mi trovavo a Parigi e feci questo
filmato ! C'erano in corso manifestazioni contro
il governo.

Vorrei far notare le bandiere dei francesi!
Somigliano alle nostre ... alle nostre sulle piazze, quando la gente UNITA protesta !

Sta accadendo in Italia una diffusione di uno strano "virus" , il morbo della paura di manifestare sotto ad una bandiera che non sia il tricolore italiano. Tante volte non basta nemmeno
più quello , visto che piattole verdognole lo disprezzano!

- IL POPOLO HA PERSO LA PROPRIA IDENTITA'
- il popolo HA PERSO LA PROPRIA NAZIONE

questo è il risultato di capi e capetti inconcludenti con sopra un MAGNACCIA che si compra
coglioni con due euro!

così, finisce che un porcellum sia uguale o "migliore" di un mattarellum ....

già già !!!

LENIN il saggio (il verde appeso), Roma Commentatore certificato 02.10.11 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Siccome il mio precedente commento "E' SPARITO", e pensando che sia solo una svista, lo reinserisco

Caro Beppe; gli italiani hanno la memoria corta, MA non tutti. Anche solo sei
mesi fa tuonavi contro l'attuale legge elettorale perché "è
incostituzionale, parlamento di nominati e via così".
Adesso hai deciso che, piuttosto di una raccolta firme per referendum, è
MEGLIO TENERSI IL PORCELLUM PERCHE' noi del movimento abbiamo la nostra
proposta di legge (di dubbia costituzionalità).

allora:
1) già hanno detto che la legge non te la discutono
2) forse qualcuno del movimento ha fatto i conti ed ha deciso che il
porcellum non è poi così male, perché ci darebbe più deputati del
mattarellum

perfetto, allora anche noi ( e dico noi perché io sostengo il movimento, pur mantenedo mente critica ed aperta) ci mettiamo a fare i conti così?

Ci giustifichiamo pure?

eppure eri tu che dicevi di abolire questa legge elettorale a fare due
mandati ed il voto di preferenza. Questa non è una legge elettorale. legge
elettorale significa stabilire con precisione come assegnare i
rappresentanti e come definire i colegi. In ogni caso tu parlavi di
"abrogare questa legge elettorale"

ecco, la raccolta firme refrendaria è un ottimo strumento perché

1) mette la casta con le spalle al muro; chi vuole il porcellum deve
sparigliare le carte prima, con il voto anticipato

2) chi non vuole il porcellum, non essendo sicuro il mattarellum (studiarsi
un po' di costituzione, grazie), DEVE mettere mano alla legge elettorale

3) perché non fare non è la scelta giusta. Ma come, ci chiedono di firmare
per abrogare una legge che fa schifo e io non firmo? Certo che firmo

Carlo Martelli 02.10.11 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Da quello che scrivono i seguaci della grande alleanza contro il nano si deduce la loro o cattiva fede o stupidità.
Come fanno a non accorgersi che dietro la bandiera del loro anti berlusconismo si nascondono gli interessi della grande finanza e del capitalismo italiano fallito, bene riassunti nelle figure di Montezzemolo e Profumo, in cui il secondo sarebbe uno dei papabili del PD alla presidenza del consiglio?
È questa la vostra nuova Italia? Quella dei finanzieri e degli imprenditori con vocazione parassitaria che fanno affari con la cassa integrazione ed i contributi statali?
Questa vostra "santa alleanza" mi fa schifo, il vostro moralismo qualunquista serve solo a nascondere la cattiva coscienza di chi sta organizzando una rapina ulterione al popolo italiano; e già Enrico Letta e Romano Prodi applaudono alla proposte di Trichet e Draghi di distruggere lo stato sociale e di svendere l'industria di stato.
Siamo noi che non vogliamo stare con voi.
Che sia chiaro.

Mario 02.10.11 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dunque preferite tenervi il Porcellum, dopo averlo definito in mille modi, nessuno particolarmente esaltante, in ogni possibile occasione...

Bene, bene...

Dunque sputate in faccia anche all'IdV, dopo averla spesso portata ad esempio come l'unica forza politica passabile...

Bene, bene...

Dunque definite "incostituzionale" il referendum anti-Porcellum, dopo che vi è stato più volte fatto notare, anche dai più importanti costituzionalisti, che è "Parlamento Pulito" ad essere incostituzionale, almeno sinché certe norme non saranno cambiate, perché pretende d'intervenire con legge ordinaria sul mandato parlamentare, che è sancito costituzionalmente (non vi siete neanche presi la briga di fare una proposta di legge COSTITUZIONALE... cosa che non avreste comunque potuto fare, perché l'ordinamento non prevede che le leggi costituzionali possano essere d'iniziativa popolare).

Bene, bene...

Dunque non avete preso in alcun modo in esame il significato delle parole di Togliatti, quando disse "Io mi alleo anche col diavolo pur di sconfiggere il mio nemico"... anche voi non avete una prospettiva più ampia del vostro naso e seguite pedissequamente il Leader...

Bene, bene...

Andate pure, M5S. Spero non vi dispiaccia se resto dove sono.

Pierangelo Tendas, Tempio Pausania (OT) Commentatore certificato 02.10.11 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe e ciao a tutti..

Non so a che potrebbe servire, ma se il problema è che il Mattarellum sarebbe poco proporzionale, io la butto là:

http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_elettorale_italiana_del_1946

Fantascienza? Forse, un nuovo referendum abrogativo del Mattarellum nel caso il Porcellum venisse abrogato, quanti seggi porterebbe al MoVimento 5 Stelle?
Sarebbe più "democratico"? O sarebbe infinitamente peggio del Mattarellum?

Ciao!!! ;-)

Nick F. 02.10.11 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Non la vedrei in maniera così pessimistica. Col Matterellum abbiamo convissuto diversi anni ma non è mai come lo schifo del porcellum. L'aver raccolto 1.200.000 firme non ostante la feroce opposizione dei mass.media controllati, è l'ennesimo segnale che il popolo è stanco e vuole partecipare. Resta chiaro che la politica è da riformare, ma è importante coinvolgere le persone perché partecipino direttamente. La rincorsa a firmare la richiesta di questo referendum è, in ogni caso, un fatto estremamente positivo proprio in questa luce. E poi non dobbiamo ragionare come i partiti in base a quale legge ci conviene o meno. Anche col matterellum sicuramente ci saranno ragazzi del movimento in parlamento e ne bastano otto per far saltare tutti i loro sporchi giochi. Ricordatevi che, negli anni 70, quattro radicali, dico quattro, misero a soqquadro il parlamento di quei tempi. Poi, purtroppo, fecero la fine che fecero. Ma all'inizio, ricordo benissimo, furono sconvolgenti per i vecchi equilibri. Ora, il movimento deve badare a non fare la stessa fine ed andare avanti: dritto per la sua strada. In bocca al lupo!

GIOVANNI_ CAPUTO_, Rende (CS) Commentatore certificato 02.10.11 10:34| 
 |
Rispondi al commento

si doveva rimanere in piazza a montecitorio ad oltranza.......non si doveva andare via fino a quando non si sarebbe ottenuto qualcosa di concreto....andarsene equivale a dargliela vinta....loro non si arrenderanno mai perchè gli conviene...siete voi quelli a cui non conviene che rimangano questi malviventi in parlamento.....

davide ., solthurn Commentatore certificato 02.10.11 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

distaccarsi dalla realta' in cui si vive e dare troppo retta a quello che ci dice la testa porta a crearsi malattie mentali, paranoia, depressione, psicosi etcetc.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 02.10.11 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non condivido ASSOLUTAMENTE questa critca fatta da Grillo o da chi per esso.
E' uscito fuori dal binario.
Chiunque riesca a modificare o togliere le porcherie di questo sgoverno,sia il benvenuto!

Giuseppe V. Commentatore certificato 02.10.11 09:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il governo prodi non poteva cambiare quella legge, era infiltrato di berluschini (ad es mastella) e non aveva i numeri per farlo specie al senato.
come la legge sul conflitto di interessi, prodi lo aveva detto, se fosse stato per lui l'avrebbe fatta, ma non glie la facevano passare, anche li' troppi infiltrati.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 02.10.11 09:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i partiti e i politici cominciano a percepire il disprezzo che i cittadini provano per loro. purtroppo molti si domandano ancora "ma cosi' votiamo con un sistema malato". questo dimostra che non hanno ancora capito che possono benissimo non votare. i politici si votino tra di loro , ogni voto si incassano 6 euro , i miei 6 euro e' dal 1979 che li aspettano e non li vedranno mai, nemmeno il m5s perche' e' un movimento fatto di gente seria e pulita ma appena avra' un po di potere diventera' un partito e ci si fionderanno dentro ex pdl ex pd ecc. la cosa da fare e' imporre il blocco delle due cariche : basta professionisti della politica , parassiti arroganti. comunque i politici cominciano a sentire la terra che crolla e cominciano a fare promesse , persino una merda come brunetta fa promesse , pur di essere rieletti prometterebbero la madre e la sorella (pero' la moglie di brunetta e' bona..sara' andata con lui per la sua simpatia e la sua bellezza). angelo

angelo mora 02.10.11 09:22| 
 |
Rispondi al commento

1.210.466, tanti sono i cittadini che, in solo due mesi, hanno firmato per il referendum abrogativo dell'attuale legge elettorale: la "porcata", come la definì il relatore, il federo-dentista Calderoli.
Che la gente stia cominciando a svegliarsi?
A ben guardare qualche segnale era già arrivato la scorsa primavera, quando 27 milioni di persone hanno messo per iscritto il loro NO all'energia nucleare, alla privatizzazione dell'acqua e al legittimo impedimento...
poi dicono che la popolazione si è allontanata dalla politica...in realtà sono i parlamentari che si sono allontanati dalla politica sia concettualmente sia fisicamente(vedi il ripetuto vuoto estivo e le frequenti assenze di entrambi gli schieramenti), la popolazione che paga partecipa, i politici che vengono pagati e pure profumatamente lavorano pochissimo e male....
....l'unica soluzione concreta è un sistema nuovo chiamata democrazia diretta!

Acul utopiA Commentatore certificato 02.10.11 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Beppe cosa vorresti scusa?
dobbiamo aspettare che il M5S va al governo per farla cambiare la legge?ahahaha
non ti senti un povero illuso?noi quello che possiamo fare è proporre è un referendum abrogativo,visto che le leggi popolari le lasciano nelle cantine...magari ora la cambieranno pure e l'IDV cercherà di inserire il parlamento pulito,che verrà rifiutato e allora?cosa volevi tu?

Cosimo R. Commentatore certificato 02.10.11 09:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari Blogger

Mi piacerebbe intanto capire come sinteticamente dovrebbe chiamarsi un simpatizzante o attivista del Movimento 5 Stelle “cinquestellino”... mah vedremo. Per il momento “caro blogger” mi sembra idoneo.

Ebbene qui c’e’ un problema non ancora risolto: il problema “dell’uno conta uno” e di come questo uno conta uno possa essere implementato. Tutti gli argomenti che Beppe introduce hanno una finalità: di migliorare l’Italia. Nel blog, negli altri siti collegati, la discussione è ampia, le osservazioni ottime, i fuori tema tanti. Ma le conclusioni? Non le vedo. Boh sarò miope io.

Alle prossime elezioni politiche il M5S sarà una forza importante. Ne sono convinto e ne dobbiamo essere tutti convinti. Se, ad oggi, l’opinione pubblica non ne ha evidenza, dato che i canali informativi tradizionali sono solo quelli televisivi di regime, l’evento delle elezioni politiche generali ne mostrerà la forza reale (non dimentichiamo il successo alle ultime elezioni comunali, regionali).

Mi aspetto che il M5S si dia questo come obbiettivo primario: Organizzare e preparare la partecipazione alle prossime elezioni. E quindi, stilare il Programma, individuare i Rappresentanti e ragionare su tutto ciò che è necessario perché il M5S sia forza autorevole, credibile e alternativa.
Non è questo il Rinascimento che tutti ci auspichiamo? Il cammino è lungo e non agevole. Ma ormai è tempo che si parta. Molti Italiani ci credono.

mauro montesi Commentatore certificato 02.10.11 09:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se siete fra quelli che sperano in "BUONAFEDE" di cambiare le cose agendo "PRIORITARIAMENTE" sulla "MORALE" personale dei "PRE-POTENTI" con "TROPPI SOLDI", dei loro "AMICI" e dei loro "FINTI" nemici (per non parlare dell'"ETICA" dei "SISTEMI" di cui fanno parte), occupandosi soltanto "DOPO" di quella che è la "CAUSA" di tutti i problemi, cioè i loro "TROPPI SOLDI", vi dico che, secondo me, purtroppo non è solo "IMPROBABILE" ma completamente "ASSURDO".
E' un po' come se voleste insegnare a dei coccodrilli affamati a digiunare: se volete che non mangino non dovete dargli da mangiare!
Punto.
Quindi, se si farà una manifestazione, "ALMENO UNA", solo ed esclusivamente contro "TUTTI" i "PRE-POTENTI" in "MALAFEDE" con "TROPPI SOLDI", a prescindere, allora magari qualcosa comincerà a cambiare (forse).
Per cui, lo ripeto, la "STRATEGIA" dovrebbe essere "SEMPRE" questa: "MIGLIAIA", poi "CENTINAIA DI MIGLIAIA", quindi "MILIONI" di cittadini "NORMALI", tutti "UNITI" e "COMPATTI" senza "BANDIERE" e "COLORI", solo ed esclusivamente contro un "UNICO" nemico (i "PRE-POTENTI" in "MALAFEDE") e solo ed esclusivamente con un "UNICO" argomento "DAVVERO AGGREGANTE" (i loro "TROPPI SOLDI"), senza continuare a "DIVAGARE" (ognuno "PRO DOMO SUA") su altre "MILLE" proposte, belle sì, ma "INCONCLUDENTI". Con questo "UNICO" argomento vedrete quante persone "NORMALI" si "AGGREGHERANNO" spontaneamente (compresi molti "POLIZIOTTI", "CARABINIERI" e "FINANZIERI"!!!) e quanta "PAURA" si metteranno sul serio i signori "PRE-POTENTI" in "MALAFEDE" con "TROPPI SOLDI"!
Altrimenti faremo come i cosiddetti "MODERATI" che dicono di voler "CAMBIARE TUTTO" ("PER NON CAMBIARE NIENTE") e, come al solito, non si risolverà "MAI NIENTE", qualunque sia il "GOVERNO" che governerà...

... è chiaro il concetto?...

Gioma 02.10.11 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Buona Domenica,
voto e voterò M5S, ho partecipato a quasi tutti le manifestazioni/massacri NO TAV, non ho un blog ma ho cercato di esserci il più possibile.Negli ultimi mesi forse ho respirato più gas al CS io che tanti altri.Ma questo è quello che dirò:
Ci hanno preso ancora di più x il culo,il presidente è un puttaniere costantemente inquisito,colluso e con amicizie da cambiamarciapiede.Non voglio nemmeno sprecare caratteri per parlare dei suoi alleati porcelli.L'opposizione,quando si riesce ad opporre si oppone a se stessa ed esistono 26% di votanti che ancora voterebbero pdl mentre il 32% voterebbe qualcosa di non ancora definito che si chiama pd.I restanti come idv che candiderà il figlio condannato,fli che non serve e al posto di casini potrebbero mettere un fantasma sarebbe uguale non servono.Siamo reduci da una manovra che colpirà gli onesti,affonderà i poveri ed i giovani e lascerà impuniti loro ed i loro amici.
TUTTO QUESTO X DIRE COSA?
Per dire: perchè siamo sempre in pochi a incazzarci? Perchè c'è ancora qualcuno di noi che condanna la violenza contro di loro e chi li protegge? Perchè pochi percepiscono la violenza che subiamo da loro e chi li protegge tutti i giorni? Perchè molti ritengono sufficiente sfogarsi dicendo 4 cagate al bar? Perchè c'è ancora chi non ne trae da loro vantaggio eppure li difende? Perchè ci lamentiamo quando andiamo ad un corteo di 20.000 persone e i giornali ci tolgono 2 zeri?? Tanto eravamo pochi comunque!! Dovevamo essere 5.000.000
QUINDI COSA DICO?
Dico che mi sento come se stessi combattendo contro i mulini a vento, dico che chi pensa come me si può contare sulle dita di una mano, dico che sono stanco di vedere le solite facce sullo schermo e i soliti show acchiappa casalinghe dico che mi sono rotto le palle di rompermi le palle.
DICO CHE MI SENTO SOLO
E quelli che lasciano soli gente come noi non meriterebbero un cambiamento, non meriterebbero più libertà. Meriterebbero di marcire davanti un TG privato o pubblico che sia.

Davide B., TORINO Commentatore certificato 02.10.11 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe, almeno così mi sento meno isolato! Ecco quello che dicevo sul mio sito il 17 settembre:

E' una lotta intestina alle lobby! "Porcellum" contro "Mattarellum" è l'ultimo inganno proposto dalle oligarchie che comandano le sigle di partiti, esistenti solo all'interno degli apparati statali ma completamente estranei alla società, all'Italia ed ai cittadini. Una farsa dove l'anima del Gattopardo si manifesta più viva che mai: "c'è bisogno che tutto cambi affichè tutti resti uguale" è la pratica attuata negli ultimi due decenni dalla classe politica italiana ed anche questa volta non si smentiscono.

Molte sono le cose che non mi convingono che si possono così riassumere:

in Italia non esistono strumenti avanzati di democrazia diretta come il Referendum Propositivo e questa sarebbe stata la più importante delle occasione per realizzarne l'introduzione. Il potere, la potestà decisionale, la capacità e la disponibilità di scegliere deve essere restituita ai cittadini e sottratta immediatamente alle lobby mafiose della partitocrazia;
l'assenza del Referendum propositivo non costituisce però un alibi! Senza una chiara proposta di riforma elettorale, senza una proposta mirante all'attuazione di una democrazia diffusa, senza una proposta che scacci via le lobby mafiose che attualmente occupano le istituzioni questo referendum è inutile e per molti aspetti addirittura pericoloso! I cittadini passeranno dalla "padella" alla "brace" festeggiando una eventuale vittoria, senza prospettive ed alternativa esistente e credibile, che continuerà a mantenere il potere nelle mani della casta attuale!

Hop Frog 02.10.11 07:54| 
 |
Rispondi al commento

sono andato sul link da voi indicato:http://www.meetup.com/grilli-del-parco-sud/messages/boards/thread/15375782/0#53099712
e ne sono stato letteralmente sbigottito da tutti i se ed i ma ed anche forse di piu' dai conti dei seggi. Siamo cosi arrivati ad essere uguali a loro contanto i futuri posti in camera e senato, magari senza se e senza ma potrebbero dirmi chi avrebbero intezione di far sedere in quei posti per poi sen non va piu' bene si sa nel gruppo misto. Sono deluso profondamente e come gia piu' volte ribadito non e'che con i voti si abbattono questi dinosauri della politica ma bensi sporcandosi le mani.

velleda magagno 02.10.11 04:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma quella dei due mandati è così fondamentale? non vale per medici, insegnanti, avvocati (ghedini sta difendendo il porco da anni), consiglieri di amministrazione, comici? (due tournèè a parlare male della sx e poi basta?)
Grillo, Grillo guarda che se non ci fosse un minimo di sx in Parlamento ti chiuderebbero i blog. Cerca di capire un po' di differenza che ancora esiste. E già ma così chi ti voterebbe?

fratello 02.10.11 03:16| 
 |
Rispondi al commento

non capisco perche' tanto astio. Forse solo perche' le 350.000 firme di grillo sono ancora in giacenza?A volte proprio non vi capisco...

margrant 02.10.11 02:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Oggi alcuni partiti (Idv SEL PD) fingono di volere cambiare con una nuova legge: è un TRUCCO per paralizzare il referendum promosso da Giovanni Sartori.
Anche se dovesse essere abbandonato, i cittadini possono sostenerlo, dal momento che è stato presentato in Cassazione. Rivolgo un appello a tutti gli amici di FB a votare il referendum compatti e numerosi, senza credere alle riforme promesse della opposizione, che non ci saranno mai. Nell'interesse della democrazia. Grazie"

Ferdinando Imposimato


O che sia Grillo o chi per lui a parlare gli chiedo, ma dovevamo tenerci i Razzi, Scilipoti, Cicchitto, Carlucci e via discorrendo di politici inquisiti, arroganti, violenti nelle parole e nelle opere, facili a vendersi, con una terrificante arroganza nel non dover dare conto ai cittadini delle loro scelte, io ho firmato perché un domani voglio poter votare non una lista con tutti i nominati che la compongono ma persone, e non perché è stata organizzata da questo o quel partito.
É vero quel che dici, che il governo Prodi ha avuto la grossissima pecca di non abrogare nei suoi 2 anni nessuna legge vergogna Berlusconiana (compreso il porcellum) ma oggi gente come Prodi schierandosi dalla prima ora ha recuperato, per quel che mi riguarda, un punto, dopo quel suo governo.
Persino Travaglio nel passaparola disse: "il ritorno al mattarellum per quanto discutibile o forse poco soddisfacente sarebbe sicuramente un ritorno a scegliere i nostri candidati nello spirito di quella proposta di legge di iniziativa popolare che era scaturita dal V-Day" e di Travaglio mi fido.

Giovanni Pignataro, Cosenza Commentatore certificato 02.10.11 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Vero... dal mio punto di vista L'UNICA battaglia importante da combattere ADESSO è quella per cambiare la legge elettorale che NEGA ai cittadini la scelta dei loro rappresentanti.

Ma il fatto che in ogni caso saranno proprio i NOMINATI a doverla cambiare mi fa già assaporare un'ennesima SCONFITTA oltretutto "condita" da chissà quante ore di inutili dibattiti su percentuali di sbarramento, proporzionale e quant'altro.

Però... e sì, c'è un però, voglio dire che il rischio che torni il "mattarellum" non mi lascia per nulla tranquillo perchè a ben guardare i nomi che furono eletti con la suddetta legge (75% maggioritario uninominale e 25% proporzionale), nelle elezioni avvenute nel 1994, 1996 e 2001 non c'è da stare molto allegri.

Anche allora, infatti, Mr. B si è portato in parlamento gente che ha lavorato nelle sue televisioni, ex dirigenti delle sue aziende, i suoi avvocati, i suoi amici di gioventù e compagni di scuola, gente condannata o con qualche patteggiamento alle spalle, e molto altro.

Qualche esempio ? Cesare Previti, Niccolò Ghedini, Carlo Taormina, Gabriella Carlucci, Marcello Dell'Utri, Carlo Pecorella, Aldo Brancher, e ce ne sarebbero altri.

Questi, tranne rarissime eccezioni sono stati tutti eletti col maggioritario uninominale. Non furono mica cammuffati in qualche lista bloccata, ma ben visibili in prima fila nel collegio, col loro bel nome stampato sulla scheda. E a migliaia di elettori hanno ispirato fiducia.

Quindi, per farla breve, ben venga una qualsiasi nuova legge che ci dia ALMENO l'illusione di poter scegliere ma il VERO PROBLEMA, difficilmente risolvibile, non sta tanto nella legge elettorale, bensì negli ELETTORI che si ostinano a votare queste MERDE di partito che a tutto pensano meno che all'interesse dei cittadini.

E adesso ditemi che questa volta A MILIONI voteranno M5S così vado a dormire tranquillo... e me lo sogno.

Gσℓ∂єи SђѳωєƦ 02.10.11 01:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo averci letteralmente "sbattuto in faccia" 350.000 firme, faranno di tutto per ritornare al Mattarellum per annientarci.
Sono dei delinquenti che ci hanno dichiarato guerra.
Rendiamoci conto che gli stiamo dando molto fastidio. Odiano i Movimenti e li temono.
Siamo sulla buona strada, ma occhio a non prendere deviazioni di sorta.
Beppe ha tutta la mia approvazione.

maria c., perugia Commentatore certificato 02.10.11 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Ma quanto livore; e sopratutto scarsa considerazione di tanti come me che hanno firmato non per il matterellum (ma ci hai preso per stupidi?) ma per stanare in qualche modo questo parlamento di nominati.
Gli obiettivi si raggiungono uno alla volta, e cercando alleanze, non costruendosi nemici ad arte (e specialmente elevando a nemici quelli più vicini - concorrenti), come nella migliore tradizione della terza internazionale.

Ruggero Nocerino 02.10.11 00:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL REFERENDUM ABROGATIVO DELLA LEGGE ELETTORALE, ANNIENTERA' I VOTI DEGLI ELETTORI DEL M5S (e di tutte le minoranze)

che stronzata!

LENIN VIVE (), Roma Commentatore certificato 02.10.11 00:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dal link:
IL REFERENDUM ABROGATIVO DELLA LEGGE ELETTORALE, ANNIENTERA' I VOTI DEGLI ELETTORI DEL M5S (e di tutte le minoranze)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
questa frase mi ricorda il Beppe sul palco di piazza Farnese : " perdenti, voi siete perdenti...
o meglio, siamo perdenti...con quelle facce siamo perdenti " ...

è normale pensare che siamo una minoranza ...
ma tagliarsi i coglioni prima dell'amplesso ...
senza sapere quale esito ci sarà , me pare da
disfattisti totali !

vabbè, allora VIVA SEMPRE IL PORCELLUM DI CALDEROLI E...FORZA LEGAIOLI FICHI !

hai visto mai che c'avessero preso!
consideriamo anche come va il Paese intero, eh!
mooooolto bene! --- mah!

- me sa che una bella guerretta civile ce vole
per dasse la giusta dimensione !

nuncepossocrede !
davvero, eh ! nuncecredo!

LENIN VIVE (), Roma Commentatore certificato 02.10.11 00:26| 
 |
Rispondi al commento

2/2

Piuttosto approfittassero del momento, studiando e proponendo una legge che tenga conto delle indicazioni di centinaia di migliaia di cittadini che anni fa firmarono per non avere condannati in parlamento, per porre un limite di due legislature e ripristinare le preferenze. La proposta è rimasta sepolta per anni al Senato ed è stata riesumata grazie alla solita demagogia spicciola di Dipietro (in tutti questi anni che hanno fatto i senatori IDV? HANNO DORMITO?) che come al solito si butta a capofitto in tutte le iniziative del M5S che possano portare visibilità e voti.

Savio A. 02.10.11 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma questi politici non hanno paura ?


Non capiscono ancora che oramai la misura è colma ?


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 02.10.11 00:16| 
 |
Rispondi al commento

1/2

Sul Referendum-truffa c'è un errore di fondo che in pochi hanno notato, compreso chi ha sintetizzato l'articolo (Beppe?).

Io non ho firmato questa porcheria. Chi ha proposto questo referendum è nel migliore dei casi un IRRESPONSABILE e se in buona fede, un PERFETTO IMBECILLE. Non per nulla l'idea è venuta in mente a vecchie cariatidi della politica per contrastare una fazione che nello stesso partito sponsorizzava un altro referendum sul tema (Passigli).

Fermo restando che l'attuale legge elettorale di stampo fascista è un autentico obbrobrio, il referendum abrogativo è il modo peggiore se non controproducente per affrontare il problema. Il motivo è semplice:

la Corte Costituzionale si è già espressa negativamente negli anni novanta in merito ad un quesito referendario simile che puntava ad eliminare una precedente legge elettorale. Quesito respinto perchè con l'abrogazione, si sarebbe creato un vuoto legislativo. Difatti l'abrogazione di una norma che a sua volta ne aveva abrogata un'altra non ripristina la precedente. E' un principio basilare della giurisprudenza ed è incredibile che NESSUNO dei promotori ne abbia fatto parola e vengono i brividi a sentir farfugliare di fantasmagorici principi di "reviviscenza" alla "Lazzaro alzati e cammina" in materia di leggi elettorali.

Cosa succederà quando la Corte casserà gli inutili quesiti referendari? Che eco immaginate verrà fuori dagli organi di regime? E se per qualche assurda ragione i membri della Corte impazzissero e ammettessero i quesiti, pensate veramente che su un tema simile si riesca a mobilitare al voto la maggioranza degli italiani? Il quorum non sarebbe raggiunto e dovremmo tenerci a vita sto schifo di legge elettorale. E allora qual è il vero obiettivo di questa raccolta firme considerando che SANNO CHE NON CI SARA' MAI IL REFERENDUM? USARE I CITTADINI PER CONVENIENZA POLITICA. - continua -

Savio A. 02.10.11 00:15| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
NON SO' CHI CI AH PRESO PER IL C..O,MA SE CI SONO RIUSCITI GLI E' RIUSCIYTO MOLTO BENE.NON SO' SE SERVIRA' FIRMARE PER L'ENNESIMO REFERNDUM,MA DOBBIAMO CAMBIARE QUESTO PAESE
ALVISE

alviseafossaa 02.10.11 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Forse vi sfugge che continuare a frignare perchè la legge (che considero molto buona) sul parlamento pulito non se la filano proprio non serve a niente.
E proprio per non rimanere immobili a piangersi addosso è una buona cosa che ci cerchi di attaccare il sistema da un altro punto di vista, sfruttando i pochi strumenti democratici a disposizione.

Infatti si può fare un referendum perchè il porcellum non cancella la vecchia legge ma la modifica attraverso emendamenti.
E' chiaro che la legge precedente non è il massimo, ma siamo tutti d'accordo che l'attuale sia molto peggio.
Inoltre una sonora bocciatura da parte dei cittadini sarebbe una dura botta a livello politico che costringerebbe comunque a discutere una nuova legge elettorale.
Ed è a questo punto che si potrebbe e dovrebbe far pressione per l'inclusione di emendamenti che includano le norme previste dalla "parlamento pulito".
A me sembra una strategia valida date le circostanze e sono stra convinto che se l'idea fosse partita dall'universo Grillo sareste tutti qui a lodarla...

Massimo C 01.10.11 23:56| 
 |
Rispondi al commento

il vero problema non è chi ha organizzato la raccolta di firme,(li conosciamo)ma chi ha firmato.
è proprio vero,ci prendono per il c..o perchè ci piace farci prendere per il c..o!

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 01.10.11 23:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma è inutile...la gente va ancora dietro ad i partiti! Le persone sono smarrite se gli dici "ma lo sai che esistono anche altre cose oltre ad i partiti? ad esempio i movimenti?"....ti guardano con occhi sgranati...di chi non riesce nemmeno a pensare se è una cosa buona o no. I partiti hanno reso questo mondo in bianco e nero, o destra o sinistra, il bicameralismo, i poli, le tette o i culi. Ormai la gente è spaesata. puoi raccontare delle 350.000 firme raccolte in un giorno e loro non sapranno cosa rispondere. Puoi dire che Parlamento Pulito è 10.000 volte meglio del porcellum e del mattarellum messi insieme e ti guarderanno come se tu stessi parlando l'aramaico antico...così...mi sembrano dei perenni drogati....lobotomizzati....rincitrulliti! In un epoca in cui gli indagati e gli accusati si rifiutano di andare in tribunale e fanno le arringhe personali in tv..dove i partiti prima votano il porcellum e poi scendono in piazza contro di esso...e i rincitrulliti ci vanno dietro...come le pecore seguono il pastore ignare di essere solo carne da macello!!

Antonio De Simone 01.10.11 23:47| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho capito: questo referendum sarebbe una truffa per i motivi spiegati nel post. E allora che si fa? Si rivota con una legge elettorale abominevole? Intanto, togliamo di mezzo questa legge...Grillo ha ragione di avere il dente avvelenato contro questa casta politica che fa e disfa a proprio piacimento: il rifiuto da parte di tutti i gruppi del senato - Idv esclusa - di discutere della legge di iniziativa popolare "Parlamento pulito" ne è la dimostrazione lampante, ma non è che si possa fare molto per obbligarli a discuterla a meno di non occupare il parlamento e infilzarli tutti o quasi come ben si meriterebbero. Forse bisogna anche essere un po' pragmatici e accettare il meno peggio. Il panorama non offre di meglio. Almeno a breve.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 01.10.11 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ,
hai completamente ragione.Ho 20 anni e fortunatamente ho trovato subito un lavoro di cui non posso lamentarmi.Il problema è che i referendum o le firme non servono più a nulla se non ha dimostrare che siamo e andando avanti cosi saremmo presi solo per il culo.
Ho sentito l'altro gg che allo Zoo di 105 hanno messo uno spezzone di un tuo discorso..solo una revolution ribalterà questo paese di parassiti e sanguisughe..Ds+Sx= Me**a!!!!

Luca P. 01.10.11 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti per il suo coraggio e la sua generosità a raccontare e condividere la sua esperienza per cercare di aiutare altre persone, che altrimenti dubito possano essere seguite bene come lo è stato lei.

Giovanni Parisi 01.10.11 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Lungi da me l'intenzione di smorzare l'entusiasmo di chicchessia, ma facciamo una considerazione: anche ammesso che si possa fare politica senza soldi o con pochi soldi e senza strutture come ad es. sezioni di partito (E NON SI PUO'), bisogna prendere atto di una differenza fondamentale: VOI, per oggettivi motivi di lavoro, studio o altro, dovreste fare politica nei ritagli di tempo libero; LORO la farebbero (rectius, LA FANNO) a tempo pieno, forti della nostra grana con la quale finanziano le loro strutture di partito.
Tanto premesso, secondo voi, parlando col cuore in mano, chi vincerebbe?

Hiram Abif Commentatore certificato 01.10.11 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Leggetevi la lettera del comitato promotore del VERO referendum anti-porcellum (referendum Passigli), quello promosso dai soli cittadini e che non avrebbe avuto alcun problema:
http://www.referendumleggeelettorale.it/letterafinereferendum.pdf

E capirete tutti i motivi per cui questo referendum-trffa è stato messo in piedi dai partiti.

Inoltre leggetevi cosa succederà non solo a "parlamento pulito", ma anche a tutti i piccoli movimenti e partiti (compreso il M5S) se passerà:
http://www.meetup.com/grilli-del-parco-sud/messages/boards/thread/15375782/0#53099712


Sono d'accordo con Grillo, sono un ragazzo di 20 anni che si sente ogni singolo giorno preso per il culo. Parlano su come risolvere la crisi gli stessi che l'hanno creata,i telegiornali parlano solo di minchiate e la gente è li pure ad ascoltarli, la gente grida VERGOGNA ma poi in concreto non fa nulla o quasi, oppure manifestano un giorno e poi tutti a casa a guardare la partita, si lamentano gli stessi che per 30 anni hanno votato questa politica e ora piangono perchè i loro partiti fanno i cazzi loro invece di aiutare i loro "amichetti" che gli hanno votati. I miei genitori mi hanno insegnato che i problemi vanno risolti, ma quando vedi che la maggior parte della gente pensa solo ai cazzi propri e mai al bene comune ti fa pensare;perchè dovrei rimanere qui? Perchè dovrei lavorare 50 o 60 anni della mia vita per questo paese? Perchè dovrei sacrificarmi senza ricevere nulla in cambio? Forse sbaglio a pensarla cosi, ma appena trovo un straccio di lavoro, anche sotto pagato, faccio le valigie e mi trasferisco in un paese più "civilizzato". Possiamo stare qui a parlare quanto vogliamo, il paese è morto e non per colpa della crisi, ma per colpa della gente che non ha il coraggio di prendersi le proprie responsabilità, io in primis. Scusate lo sfogo e notte a tutti :)

Michael Lotto 01.10.11 23:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vero,Beppe, è una farsa,una manovra elettorale.Ora iDV e SEL si faranno i belli ,diranno che sono i cultori della democrazia, ma tutto sarà come prima.Se andra a buon fine noi voteremo un nome della lista che loro hanno deciso di inserire.E chi saranno quelli della lista? Amici, amici degli amici,portaborse fedeli,lecchini lacchè,il solito sottobosco.Pero ci illuderemo di votare chi vogliamo noi.Che razza maledetta

mariuccia rollo 01.10.11 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché è un po' che vedi tutto marcio? Il referendum per abolire una porcata che non piace a nessuno è sacrosanto e mi viene da pensare che tutti i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle, abbiano firmato con convinzione. Occorre schierarsi tutti insieme contro le cose ingiuste per iniziare a cambiare le cose. Non si potrà ottenere subito il Parlamento pulito, intanto iniziamo con l'avere un Parlamento eletto da NOI e non nominato da LORO. Caro Grillo, devi avere più pazienza ed appellarti alle persone per bene, che in Italia sono ancora tante e sono anche quelle che hanno firmato per questo referendum! Ti scongiuro, non isolarti così come stai facendo in queste ultime occasioni e resta dalla nostra parte!

A. G. 01.10.11 22:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo totalmente! CHE VOMITO!!!

Alessandro P. Commentatore certificato 01.10.11 22:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori