Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Riano, la discarica uccide i sogni


riano_beach.jpg
"Abbiamo bisogno del vostro aiuto per evitare che venga aperta una “Malagrotta bis” a Roma nord. Il sito della futura discarica si trova a 800 mt dalle scuole elementari /asilo (contro le normative della Comunità Europea), nella valle del Tevere, nel Parco nazionale del Veio, nel Comune di Riano. L’acquisto del sito della discarica da parte dell’ex proprietario di Malagrotta è avvenuto prima dell’emanazione dell’ordinanza provinciale. Sono sconvolta. Cosa ha fatto Roma in tutti questi anni per risolvere il problema dei rifiuti? Malagrotta doveva essere già chiusa nel 1999, siamo nel 2011 e non c’è uno straccio di prospettiva se non quella di altre discariche. E’ troppo comodo trovare un buco (già fatto) da riempire con i rifiuti senza pensare al danno che si sta creando ai cittadini e senza fornire la vera soluzione al problema. Ho acquistato da poco più di un anno una casa a Riano (per la quale dovrò pagare il mutuo per 35 anni) che non varrà più nulla; ho un bimbo piccolo di 14 mesi ed ho il dovere di lottare per il suo futuro. Cosa dovrò insegnare a mio figlio? Amare o disprezzare il suo Paese? A mio figlio insegnerò sicuramente a lottare per le proprie idee dando io stessa l’esempio. Oggi vi sto scrivendo perché mi è rimasta solo la libertà di esprimere la mia indignazione e perché credo che con il vostro aiuto le nostre voci e preghiere possono arrivare a chi, per fortuna o sfortuna, ha il potere di decidere. Aiutateci a far sapere a tutti, cosa ci sta accadendo".
F. B.

29 Ott 2011, 22:07 | Scrivi | Commenti (22) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

invece magari vi aprono la discarica, sia a palidoro che a riano che ad albano: quando la discarica sta a malagrotta nessuno dice niente e anzi, porta i propri rifiuti in quel sito (tramite ama); quando invece la questione si avvicina alle vostre case allora vi accorgete che esiste un problema. e no: adesso anche voi vi beccate anni di inquinamento e di malattie, così imparate!

(sono di malagrotta).

marco boggian 04.01.12 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Questa politica non ci rappresenta più. Al centro non ci sono i problemi e nell'affrontare i problemi al centro non ci sono le persone.
Sono di Riano e la questione non è personale: il sito non doveva essere proprio considerato, due anni fa è stato bocciato un progetto di Cerroni per fare una discarica a Quadro Alto per vincoli ambientali. Oggi si va in deroga, quindi fuori legge, ecco la necessità di commissariare, e si indica Quadro Alto in una perizia consegnata il 20 ottobre da periti incaricati il 6 ottobre. Peccato che la notizia dell'individuazione del sito è stata data da Pecoraro il 7 ottobre, prima della consegna del lavoro dei suoi tecnici. Il documento è un copia/incolla del progetto presentato da Cerroni 2 anni fa, errori compresi. Cosa aggiungere di più? Cosa altro ci devono fare prima di alzare davvero la testa? Stavolta NON PASSERANNO, saremo lì a lottare e passaranno sui nostri cadaveri. Noi siamo pronti a tutto.
Un consiglio solo ho per la Polverini e Alemanno: come non comprendere che se fate revocare l'ordinanza recuperate un bel pò di voti? Tanto è questa l'unica cosa che vi interessa, giusto? Allora agite in modo intelligente cercando di garantirvi la vostra poltroncina per le prossime elezioni perchè di voti ne state perdendo una valanga. Stiamo uscendo da Riano e stiamo informando le persone coinvolte che sono molte di più di quelle che speravate. Il giocattolo vi se è rotto, signori, e la discesa agli inferi sarà irreversibile, nessuno vi vorrà più in lista. Prima o poi questa rivoluzione doveva pur cominciare.. Vi aspettiamo al presidio in cava, voi manderete l'esercito, noi saremo tutti lì ad aspettare. Chissà se avrete il coraggio di venire a guardarci in faccia..

Silvia Tomasetto

Silvia Tomasetto 07.11.11 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Bene condivido con te, anche io abito a Palidoro dove poi vogliono costruire l'inceneritore, e come te ho una casa da finire di pagare e due figli piccoli e come te lotto e lotterò per la nostra salute, per la nostra casa, per la nostra terra....vieni sabato 5/11 ore 10:00 a p.zza S.Apostoli a Roma, manifesteremo tutti insieme contro le discariche!!!

Chiara Priorini 31.10.11 12:13| 
 |
Rispondi al commento

insegna a tuo figlio che questo paese e' il paese dei furbi e che i valori di onesta' e rettitudine vengono insegnati ai molti perche' contestualmente si insegna ai pochi di come approfittare di questo. quando tuo figlio avra' afferrato il concetto sara' fuori pericolo. altrimenti prendete la valigia ed abbandonate questo posto per tornarci solo per la vacanza

alessandro ginesi, Genova Commentatore certificato 31.10.11 09:06| 
 |
Rispondi al commento

le discariche sono una barbarie concettuale, il segno dell'abbrutimento della classe politica, che sfrutta la presunta indisponibilità dei cittadini (da loro alimentata) a fare la differenziata, per fare i loro torbidi affari con le lobbies dei discaricatori ed incenetoristi. Stare a fianco alla lotta dei cittadini di Riano, Corcolle, Albano, Fiumicino ecc. è un dovere dei cittadini responsabili. No discariche No inceneritori Si Rifiutizero!

geremia russo 30.10.11 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Occhio a questa notizia...

Un'imposta di nome Res

Il nuovo tributo comunale partorito dai tecnici di Roberto Calderoli si chiamerà Res, acronimo che reca già in sé la propria natura bifronte: tasserà i rifiuti e i servizi indivisibili (illuminazione, manutenzione, pulizia delle strade, sicurezza) resi dal comune. Nella sua prima componente assomiglierà più alla Tia che alla Tarsu, nonostante entrambe risultino abrogate dall'entrata in vigore del Res, fissata nel 2013. Ma esattamente tra un anno (31 ottobre 2012) il nuovo balzello inizierà a scaldare i motori visto che entro quella data dovrà vedere la luce il regolamento con la determinazione della tariffa relativa alla parte ambientale.
La componente relativa ai rifiuti e i dubbi del ministero dell'ambiente. Nella parte relativa ai rifiuti la nuova service tax dovrà essere pagata da chiunque possieda, occupi o detenga a qualsiasi titolo locali o anche aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti. La tariffa sarà annuale e verrà commisurata, si legge nel dlgs, «alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotte per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte». Nella determinazione della tariffe si terrà conto di due voci: una quota relativa al costo del servizio e un'altra rapportata alla quantità di rifiuti conferiti, al servizio fornito e ai costi di gestione.
la base imponibile del Res, limitatamente alla componente relativa ai servizi indivisibili, sarà il valore dei fabbricati e delle relative pertinenze determinato moltiplicando per 100 la rendita catastale. A questa cifra si applicherà un'aliquota definita dal consiglio comunale. Anche in questo caso sono previste agevolazioni e riduzioni in base al reddito e al numero di familiari a carico. Per esempio, stando alla prima bozza di decreto, viene stabilita una no tax area per i residenti il cui reddito non superi il primo scaglione dell'Irpef (15 mila euro).

Quindi la differenziata non servirà più a nulla...

rolla lorenzo 30.10.11 19:59| 
 |
Rispondi al commento

EVENTO: http://www.facebook.com/event.php?eid=169004456516657
Manifestazione regionale contro discariche/inceneritori e per Rifiuti Zero
sabato 5 novembre alle ore 10.00 piazza Santi Apostoli, Roma

Carmelo Sorbera 30.10.11 17:26| 
 |
Rispondi al commento

siamo nelle mani di gente senza scrupoli. dobbiamo riprenderci l´ italia, e´ nostra.
Pensate che si faranno scrupoli a distruggerla ulteriormente?

il m5s e´ un´ opportunita´.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.10.11 16:57| 
 |
Rispondi al commento

penso che non possiamo e non dobbiamo occuparci di ciò che accade nel nostro paese solo quando ciò che non ci preoccupa ,se capita a Trento o ad Agrigento , ci indigna se capita sotto casa nostra.
L'Italia è casa nostra e dobbiamo indignarci ed interessarci sempre di quello che succede ,ovunque succede, non leggiamo solo la Gazzetta dello Sport, ma giornali il più possibile liberi che ci facciano sapere cosa fa la nostra classe dirigente in ogni metro quadro della nostra terra

emi _cori 30.10.11 16:25| 
 |
Rispondi al commento

con la discarica e gli inceneritori guadagnano molti soldi poche persone.
con la raccolta differenziata, il riciclo e la riduzione dei rifiuti guadagnano poco molte persone.
nel primo caso aumenta il profitto, nel secondo la salute.
...e scusate se è poco!

Gabriele Alfano Commentatore certificato 30.10.11 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Mi dovete spiegare per quale motivo, nonostante ci sia la raccolta differenziata su Roma, le bollette dell'immondizia aumentano anno dopo anno.

Bisogna prendere delle buste dell'immondizia e lasciarle davanti al campidoglio e alla regione Lazio!

Se le raccogliessero da soli!

Giuliano 30.10.11 12:44| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del sito di Raino per creare la nuova Malagrotta. Questa vicenda è la prova concreta dell'incapacità di sindaco e di un governatore che "per caso" si sono trovati ad amministrare le politiiche pubbliche di Roma e della Regione Lazio. La loro manifestra incapacità fatta di omissioni e di "non fare" a creato ad arte un'emergenza che emergenza non è. La CE da due anni aveva richhiamato la Regione a dotarsi di un piano Rifiuti. Che Malagrotta dovesse chiudere tutti sapevano. Cosa hanno fatto in questi due anni? nulla. Ma sono stati bravissimi a creare l'emergenza quell'emergenza che giustifica un'affidamento di poteri al prefetto. Che significa? significa che le leggi dello stato italiano non valgono più per i cittadini e possono essere aggirate per favorire poteri economici che da anni mettono sotto scacco la gestione della politica dei rifiuti. La regione Lazio ha anche la presunzione di dire che sta approvando un piano rifiuti rivoluzionario ed innovativo. Leggete cosa c'è scritto nel piano rifiuti (che deve rispettare vincoli della CE) per quanto riguarda le discariche:
-non devono essere collocate in zone protette quali parchi; non possone essere insediate in zone con vincolo paesagistico e dei beni culturali; non possono essere aperte nelle vicinanze di abitazioni; non possono pregiudicare attività economiche; non devono poter inquinare falde acqquifere e devono essere lontane da fiumi e corsi d'acqua; devono essere distanti dai cimiteri; devono consentire una buona accessibilità stradale. Il prefetto Pecoraro dimostra come è semplice in italia non rispettare le leggi ad ha pure nominato due esperti per individuare il sito di riano che: è a 500 mt. in linea d'aria del tevere (rischia di inquinare tutta la citttà di roma) e c'è una sorgente che alimenta le abitazioni del paese, è' nel parco di Veio, le prime abitazioni distano non più di 300 mt, è vicina al cimitero di prima porta,non ha una viabilità idonea; Il tufo è permeabile. Ci spiegate qualcosa?

Nicola Patrizi 30.10.11 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Capisco il suo problema ma... se decidessero domani di chiudere Malagrotta, Lei sarebbe felice e qui ci sarebbe il post di qualcun altro con gli stessi problemi di casa, figli, salute perchè i rifiuti, invece che a Malagrotta, li porteranno vicino a casa sua. Il problema è generale, l'incazzatura personale... Finchè non si rivede in modo globale il modo di gestire i rifiuti, di casi personali ce ne saranno sempre... a quali dare la priorità?

Stefano G., Roma Commentatore certificato 30.10.11 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quanto poco possa valere ti dò la mia solidarietà.
LOTTATE CON TUTTA LE VOSTRE FORZE INSTANCABILMENTE E MANTENETEVI SEMPRE UNITI.
Anch'io ho lottato tanti anni fa contro un'antenna di telefonia mobile che hanno collocato all'interno del maggior parco cittadino.
Non siamo riusciti nel nostro intento, ma, se tornassi indietro, tornerei a farlo.

laura s. 30.10.11 10:21| 
 |
Rispondi al commento

UN COMPIACIUTO GRAZIE PER AVER ASCOLTATO IERI SERA NELLA TV IN ONDA UN RAPPRESENTANTE CINQUE STELLE DIRE QUELLO CHE RARI FINORA HANNO MAI AZZARDATO:RIDURRE LA SPESA DEGLI ARMAMENTI E TRASFERIRLA ALL'ISTRUZIONE E AL WELFARE. QUESTA DIRETTA E SEMPLICE CONGRUITA' COSTITUZIONALE RISULTA INDIGESTA PER I RAPPRESENTANTI DEL REGIME, CONDUTTORI ED OSPITI , TUTTI PREOCCUPATI DI NON TURBARE IL CORSO D'OPERA IN ATTO.IN PARTICOLAR MODO HA TURBATO IL LEPORELLO IN COPPIA CON POLITO CHE VERGOGNOSAMENTE E SCOPERTAMENTE NON SI E' FATTO SCRUPOLO AD ESSER BRUSCO CON IL NOSTRO E COMPIACENTE CON LA DI GIROLAMO SERVA ANCH'ESSA DI UN SOLO PADRONE, ACQUISTATA AL MERCATO DEGLI SCAMPOLI.

eduardo APELLANO 30.10.11 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E'anche impotante dire che a Riano qualche anno fa,ci fu lo scandalo dei fusti tossici,per i quali ,in tutto il paese si sa..,ci sono state delle vittime per malattie sopravvenute.I cittadini non possono essere perseguitati dai governanti e non per due volte di seguito o forse più,se si considerano altri fattori,senza contare che Riano ed i piccoli paesi intorno sono bellissimi ed immersi in una natura ricca e varia,,tra boschi e collinette di prato,uliveti...QUI VOGLIAMO METTERE LA DISCARICA ? Scusate ,ma quelli che decidono ste cose ,ce l'hanno gli occhi o no ?LO so, a loro interessa ben altro

Gabriella 30.10.11 01:25| 
 |
Rispondi al commento

La tattica dell'errore non esiste. Tutti siamo sacrificabili. Se Roma da una falsa immagine di se, non importa. Non importa se il mondo vede il marcio che c'e, bisogna continuare a sembrare ciò' che non siamo più' da tempo. Viva l'apparenza! La sostanza n non conta. Che schifo, questo non e' il mio mondo. Polverini, tu ti sei candidata, tu devi risolvere il problema, non io cittadino che sono conscio di non essere all'altezza di certe cose. Facile chiederci reponsabilita' e vivere ogni giorno cercando di declinare le tue responsabilita', quelle che hai chiesto di avere. Abbi il coraggio delle tue azioni e ricordati che non siamo voti potenziali, ma persone, quelle che TU hai scelto di rappresentare. Vergogn!

Veronica ferrari 29.10.11 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao MAMMA,perdonami la confidenza,la soluzione c'è, non serve bruciare,non serve la differenziata,à un altissima percentuale di recupero,è il THOR progetto del CNR

salvatore castellano 29.10.11 22:51| 
 |
Rispondi al commento

roma ha avuto sindaci di tutti i colori,rossi,neri gialli,tutti italiani, e nessuno ha mai fatto un c.per i rifiuti,prova a rivolgerti al papa lui è tedesco magari qualcosa fà,una preghierina magari.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 29.10.11 22:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori