Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Condomini e tutela legale


condominio_liti.jpg
"Leggo questo intervento sul blog sui problemi di "convivenza" in condominio e penso sia opportuno approfondire un po'. Il problema è ancora più vasto, dal momento che non riguarda solo la vita condominiale, ma anche, più in generale,i rapporti di vicinato e tutti quelli in cui si possono avere problemi di rumore, inquinamento, emissione di fumi, calore, scuotimenti e così via. Inoltre, viene anche sollevato il tema, ricorrente, degli strumenti a disposizione delle persone comuni per tutelarsi, un aspetto che prima o poi colpisce la vita di tutti (basta un semplice sinistro stradale...). Partiamo proprio da quest'ultimo aspetto. La signora Amaranta sostiene, ed è una convinzione diffusa, che "si può difendere solo chi è ricco". Questo non è vero: la gente comune non sa che, stipulando una assicurazione di tutela giudiziaria, che costa circa 150 euro all'anno a famiglia, può intentare cause, o resistere a cause in cui viene chiamata, a spese della compagnia di assicurazione, che si accollerà il costo sia del proprio avvocato che, in caso di sconfitta, di quello avversario, nonchè dei tecnici. Le forme di tutela giudiziaria sono diffuse in tutto il mondo, in Germania e Austria quasi ogni cittadino ne ha una. In Italia non ce l'ha quasi nessuno, con l'unica eccezione del Trentino Alto-Adige. Non solo, ma molti non sanno nemmeno che esiste. La sig.ra Amaranta dice che in materia ci vorrebbe un intervento legislativo. Ma questa nuova legge che cosa dovrebbe stabilire, che se arriva uno a fare una denuncia perchè quello del piano di sopra fa rumore, dovrebbero uscire subito i vigili e portarlo in galera? Bisogna tutelare sia chi rimane vittima di rumori eccessivi, sia chi lo è di denunce infondate, magari fatte da persone eccessivamente pignole: quindi vanno ascoltate sempre entrambe le parti e, in caso di disaccordo, fatti degli accertamenti. Purtroppo, queste cose non si possono velocizzare per legge, perchè si tratta di far lavorare più celermente i funzionari pubblici, quali quelle delle forze armate e dell'apparato giudiziario. Siamo sicuri che la legge scritta sia l'unico riferimento e metodo possibile per risolvere problemi di questo tipo? Non si potrebbe valutare, ad esempio, di chiamare il proprio vicino ad una seduta di mediazione per vedere se si riesce, con poco tempo e spesa, a trovare un accordo che consenta non solo di definire, o almeno attenuare, il problema ma anche di continuare ad avere discreti rapporti e salutarsi quando ci si incontra per le scale?"
Tiziano Solignani

3 Nov 2011, 16:52 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

buongiorno, io e la mia compagna siamo costretti a subire urla schiamazzi ( bestemmie contro i figli piccoli) spostamento dei mobili sia a tarda sera che al mattino presto, weekend compresi, non solo da quelli del piano di sotto ma anche e soprattutto da quello della scala accanto. L ho fatto presente all amministratore che non si è degnato di rispondere se non con minacce velate ( forse perché come da lui stesso asserito sono suoi " amici" ). Io sono invalido civile , ho avuto un trapianto renale ma malgrado tutto mi sforzo per fare una vita normale, mi sveglio alle 5 30 per andare a lavorare e avrei tutto il diritto a poter vivere in una condizione non di stress ( tutto questo l amministrazione lo sa...ma ha ritenuto di fregarsene...oops volevo dire non intervenire. Asl, tribunale dello stato e forze dell' ordine varie sono state ahimè concordi. Per non rischiare di pregiudicare la mia salute sarò pertanto costretto a malincuore a vendere casa, in un periodo in cui si vende ( oltre al danno la beffa...). Vorrei tanto in qualche modo potermi difendere e far valere i miei diritti e se potrete aiutarmi ve ne sarò grato. grazie e buona domenica.

michele d'agostino 18.05.14 10:03| 
 |
Rispondi al commento

la verita' e' che ci vorrebbe un'altro tipo di legge.
facciamo l'esempio di un mio vicino , ha litigato e minacciato tutti, compresi parenti e amici dei condomini, pensa di abitare in una villetta e non si risparmia motosega tagliaerba ogni settimana, accetta per la legna, in suo giardino sembra un'officina e per di piu' lavora nello spazio adiacente che e' di proprieta' condiminiale.
per la sua natura bulla e maleducata , compresa la moglie, nessuno oltre me si e' piu' azzardato a farsi valere.
ora , ci vorrebbe una legge semplicissima. la possibilita' di votare in assemblea con la maggioranza del del 60 /70 % che comunque e' parecchio , per l'allontanamento forzato dal condominio.si risolverebbero parecchie cose cosi'.
casa all'asta o vendita forzata entro 6 mesi.

io io 25.09.13 07:04| 
 |
Rispondi al commento

spesso la mediazione non basta ,quando si ha a che fare con persone che pensano di vivere in villetta singola invece che in condominio,c'è gente che lavora su turni e che magari la mattina si deve alzare alle 5 e mezza o prima,c'è gente che fa un lavoro stancante etc....per un po' lascia correre ma poi si arriva ad un punto in cui lo stress prende il sopravvento ....se la legge dice di evitare i rumori molesti dopo una certa ora è giusto che venga rispettata...ma l'ignoranza regna e spesso si è sudditi di persone che ne sono piene per evitare inutili liti che creano ulteriore stress....per prevenire veramente bisognerebbe costruire case insonorizzate.....

damona 15.04.12 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
sono una studentessa di economia e insieme ad altri ragazzi stiamo effettuando una ricerca di mercato sul riscaldamento nelle case. Abbiamo creato questo questionario anonimo (cliccare sul link sottostante), dura solamente 2minuti. Chissà se qualcuno ci può aiutare?? Grazie mille per la collaborazione!https://docs.google.com/spreadsheet/viewform?pli=1&formkey=dGFUdTNKMWxxTVpQZmNBYjE3clQ4UHc6MQ#gid=0

aury aury Commentatore certificato 13.04.12 16:31| 
 |
Rispondi al commento

siii,tutela legale..bonanotte...!tribunali..auguri..!armeria..porto d'armi e pistola "glock"..suoni al condomino dell'apartamento che disturba e appena apre la porta li punti la pistola alla fronte!e li dici ora basta!....
scherzi a parte, uno studia le abitudine della vittima e poi pianifica la vendetta...
Presa con accensione comandata da orologio, stereo e zac...alle 04.00 parte lo stereo...con tanto di canzoncina:...e qui comando io..e questa è casa mia...!!!e via con accensioni programmate!..
se qualcuno dal piano superiore vi rompe le palle..e getta roba dalla finestra potete utilizzare polisterolo:
Barattolo di metallo polistero dentro accensione e lasciate che il fumo intossichi il condomino del piano superiore.
Vedrai che non c'è tribunale che sappia fare di più e meglio!

roby f., Livorno Commentatore certificato 04.11.11 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie per i suggerimenti mah...ho come l'impressione che non VIVI in condominio. Ti darei 5 giorni quella che sta sopra casa mia, con annessi figli, marito (poveraccio) e una enorme dose di maleducazione

Simone. Flore. 04.11.11 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per esperienza nei condomini vivano molti "parassiti", generalmente sono persone polemiche,malfidate,incapaci e che hanno il culto della personalità.
Le maggiori liti nascono dal fatto che queste tipo d'individui spesso si ritengono dei modelli di civiltà vivente...per questo si lagnano in continuazione.
Proprio stamani ho seguito le operazioni di riparazione del portone che dava problemi s'apertura con l'elettroserratura...domanda:..secondo voi lo ringrazieranno il condomino che si è occupato della riparazione a costo zero?....con il cazzo!!!
siamo 10 inquilini e vi assicuro che almeno 7 non ringazieranno nemmeno il mio amico!
Questo è un piccolo spaccato dell'italia...
Se viceversa abitavamo in villette singole vorrei vedere come s'arrangerebbere tanta gente!.
Personalmente non avrei ne bisogno dell'elettricista,idraulico,muratore,ecc...l'unico rammarico è che ora non sono più al 100%...ma fortunatamente ho molti amici e posso guidarli senza problemi...
Vade retro condominio...!fanculo chi l'ha inventati!!...

roby f., Livorno Commentatore certificato 04.11.11 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ti ringrazio per l'informazione sull'assicurazione legale. Dissento completamente con la conclusione del tuo post: non esiste mediazione con chi non si fa scrupolo di torturare i vicini di casa. Io ho provato, inutilmente.
Apparentemente ho un problema inferiore a quello di altri disgraziati: quello dell'abbaiare dei cani.
E' un disturbo sottovalutato, disconosciuto dalla Polizia Municipale,ignorato dagli organi comunali per motivi di interesse elettorale, trascurato dai media per motivi economici (sai gli introiti legati alla pubblicità per prodotti destinati agli animali da compagnia?) di difficile dimostrazione perché le registrazioni non sono ammesse.
Io ho la possibilità economica di imbarcarmi in una causa, e sono ormai orientata a farlo, ma chi non può? Deve subire e la qualità della vita peggiora, aumenta la frustrazione e spinge le persone ad una intolleranza crescente.

antonella g. Commentatore certificato 04.11.11 13:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Interessante, ma la parte finale delude tanto.... si vede che (sicuramente) il creatore di questo articolo i problemi per cui scrive li conosce solo da spettatore!

Hendrik G. 04.11.11 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il suggerimento di mediazione è ragionevole, ma un mio amico con 2 figli piccoli, ha cercato la mediazione con una famiglia che a tutte le ore della notte rientrava a fare casino e lui non riusciva a dormire. Dopo essere stato minacciato di rappresaglie (coltello) ed essere stato accusato di razzismo (!!!) solo perchè la famiglia in questione è albanese (mirabile esempio di razzismo alla rovescia!!!) è stato costretto a vendere la casa.

silvano sainotini Commentatore certificato 04.11.11 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nooo ancora? Basta con sti inutili post sulle liti condominiali. Comunque dato il basso profilo di alcuni commenti poniamo alcuni paletti "fissi".
1-le norme sui requisiti di isolamento acustico degli edifici ci sono già ed è possibile contestarne la mancata applicazione al costruttore entro 10 anni ovviamente pagando avvocato e perito.
2- se l'edificio è più vecchio non è meglio valutare di insonorizzare la propria unità prima di fare causa al vicino che piscia nel suo cesso la notte?
3- se l'assicurazione legale funzionasse così semplicemente sai che figata, al primo che mi stà antipatico lo trascino in tribunale alla modica cifra di 150€ poi il resto lo paga l'assicurazione (e chi è? Babbo Natale?).
4-uno dei problemi della giustizia italiana e che il processo costa poco (e non troppo) e così tutti fanno causa a tutti intasando i tribunali.
5-la mediazione per le liti di condominio diventerá obbligatoria da marzo 2012 ( non sarà possibile andare in causa se prima non sarà stata tentata la attività di conciliazione.
Infine: convivere in modo civile significa inevitabilmente anche accettare disagi creati da altri. È così e punto. Chi non è disposto ad accettare ció si compri la casa in campagna e non vada mai al cinema... Potrebbe rischiare di dover fare la coda alla cassa!

Bianconiglio 04.11.11 02:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(null)

Bianconiglio 04.11.11 01:44| 
 |
Rispondi al commento

"Non si potrebbe valutare, ad esempio, di chiamare il proprio vicino ad una seduta di mediazione per vedere se si riesce, con poco tempo e spesa, a trovare un accordo che consenta non solo di definire, o almeno attenuare, il problema ma anche di continuare ad avere discreti rapporti e salutarsi quando ci si incontra per le scale?"

Ah! Ah! Io ho problemi di disturbo della quiete pubblica (non rumori molesti, qui andiamo sul penale) con un "vicino" (abita nel palazzo accanto al mio, non nel mio) agli arresti domiciliari per spaccio di droga che all'improvviso mette la musica a tutto volume con la finestra aperta (il "poveretto" ha bisogno di aria e sosta tutto il giorno sul balcone), cambia di continuo canzone, torna indietro, va avanti, si mette a cantare, fregandosene di chi ha provato a mediare con lui. Ogni giorno, da maggio (sono ormai 6 mesi), LO STESSO ALBUM DI MUSICA NAPOLETANA (che poi il cantante non è neanche napoletano) a tutte le ore e a tutto volume. I carabinieri mi passano la polizia, la polizia i vigili urbani, i vigili urbani la ASL (dove non risponde nessuno). Il risultato? ho tentato "una seduta di mediazione", ricevendo in cambio un sonoro vaffa.
Il problema è che in Italia le leggi ci sono, ma nessuno vuole farle applicare. Siamo in una situazione nella quale uno che paga le tasse è vittima di chi ha violato la legge ed è stato premiato con gli arresti domiciliari.

Angelo 03.11.11 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' arrivato Draghi ed ha scoperto la falsa acqua calda.

A tagliare il costo del denaro,se questa fosse stata una manovra valida, ci avrebbe pensato già Trichet. Posso immaginare che uno dei moventi di Draghi sarà stata la convinzione che l'Europa ha le stesse capacità industriali degli Stati Uniti e che, tagliando il costo del denaro,si facilitano l'esportazione e la vita delle aziende.Può ancora aver pensato di rendere la vita facile all'unica economia trainante Europea,la Germania.Ancora avrà ragionato che,attuando una manovra di stampo tipicamente americano,si potranno ridurre l'entità dei debiti(partite correnti con l'estero)dei Paesi della Comunità.Noi sappiamo che tutto questo non è vero.
Comunque mi interessa poco, solo per porre delle ipotesi le cui conclusioni non portano a nulla di buono.
Mi domando: 1) Ma Draghi è a conoscenza invece che diminuendo il costo del denaro (euro) si è più competitivi ovviamente nelle esportazioni ma si pagano di più le importazioni?Che al tempo stesso si svalutano le riserve in titoli di stato detenute dai Paesi non europei e si diminuisce la competitività d'acquisto degli stessi rispetto a quelli di altri Paesi? Ma soprattutto: che l'Europa è il contraltare degli States per quanto riguarda la politica monetaria e che se si svaluta ad oltranza la seconda valuta,non si può fare altrettanto con la prima perchè diversamente saltano entrambe??? (è questo l'aspetto più grave di questa dissennata manovra, l'essere un semplice e puro bluff

Francesco C. Commentatore certificato 03.11.11 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che per legge si potrebbe stabilire che gli edifici di nuova costruzione debbano garantire degli standard adeguati di insonorizzazione. Non é possibile che dagli annni '70 ad oggi si facciano palazzine con pareti di cartapesta dove senti anche gli scorreggi (scusate il termine colorito) del vicino.


C'è da premettere che sulla Mediazione Civile pendono ancora vari tipi di pronunciamento a cominciare da quello della Consulta riguardo la costituzionalità del tentativo di mediazione obbligatorio previsto dall'art.5 comma 1 del D.Lgs.28 del 2010.
La mediazione civile può, comunque e a mio avviso, diventare un'ottima pratica per snellire la enorme mole di lavoro dei magistrati e più in particolare per offrire una opportunità in più ai contendenti e cioè quella di arrivare al cosiddetto "win-win", cioè entrambe le parti escono vincitrici al tavolo della trattativa senza pregiudizio dei rapporti tra le stesse.
Negli Usa i sistemi alternativi di risoluzione delle controversie sono variegati e diffusi da molti anni. In quel contesto il mediatore è un professionista non appartenente ad organismi e che in alcuni casi guadagna fior fior di dollari, perchè conteso dalle parti in causa che, conoscendone la fama, se lo litigano affinchè li assista al tavolo della trattativa per un "win-win". In Italia siamo solo all'inizio e il mediatore è previsto che appartenga almeno a un organismo (pubblico o privato) accreditato presso il Ministero della Giustizia (fino a un massimo di cinque organismi), che ne vigila l'attività e soprattutto l'indipendenza, la neutralità e il rispetto di leggi e regolamenti. La normativa è ancora poco chiara e lacunosa, ma nel medio periodo (5 o 6 anni) sono certo che questo istituto comincerà a dare ottimi risultati in termini di alleggerimento delle controversie e costi per la società. Fra l'altro sembra che alla mediazione civile si debba presto aggiungere anche quella tributaria e con il recente D.M. 145/2011 sono, fra le altre cose, stati ulteriormnte ridotti di un terzo o della metà (a seconda degli scaglioni) le indennità (già basse) previste per il servizio di mediazione
obbligatoria e fissate a 50 euro, ad eccezione del primo scaglione che si ferma a 40 euro, qualora una delle parti non si presentasse alla mediazione.


Avevo già commentato a proposito,sarò un pò più preciso.LA LEGGE c'è già è quella dell'impatto acustico,eventuali denunce (se non erro) si fanno rivolgendosi alle asl o vigili e non costano niente.RIPETO,il panettiere dorme di giorno,i turnisti ed altri lavori OBBLIGANO le persone al riposo in orari di massima attività SOCIALE,quindi subiscono i rumori ambientali.I problemi in una società EVOLUTA,come vuole il M5S,li si risolvono PRINCIPALMENTE CON IL BUON SENSO,è un problema di EDUCAZIONE SOCIALE E CIVILE, NON DI LEGGI,l'EDUCAZIONE non bastano i genitori serve che continui sia a scuola che nei rapporti umani,sociali e lavorativi gli esempi sono FONDAMENTALI,nella società attuale gli esempi sono degradanti schifosi RISPETTO la parolina magica SVEGLIA GENTE

salvatore castellano 03.11.11 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Non conoscevo queste info, mi saranno utili.Come ho gia scritto nel post precedente indicato ho il problema del cane ce abbaia di notte.Avv, posso inviarle una mail?


No, non si può mediare forzatamente tanto meno è possibile salutare che ti denuncia per percosse ed ingiurie portando come testimoni intere famiglie. Te ti trovi solo ed abbandonato alla mercé di un branco di pazzi furiosi. Spero che non capiti mai a nessuno. Purtroppo ho scoperto di non essere l'unico.
Solo il rispetto delle regole e l'uso di filmati e registrazioni, che oggi non solo non sono ammesse ma ti prendi pure una querela d'ufficio, renderebbero la vita più facile a tutti e più difficile per gli stronzi.
La denuncia deve essere fatta subito non entro 90 giorni.
Poche regole e tutto filerebbe liscio!!! Anche fuori dai condomini.

Ma se i governi, parlamentari, senatori e partiti pensano solo alla loro trippa a noi tocca solo le bucce di patate.

Che paese di cacca è diventato.

Danilo Marcucci Commentatore certificato 03.11.11 17:55| 
 |
Rispondi al commento

l'iquilino nuovo che arriva ha il diritto umano di sistemarsi ,chi ha atraversato questa esperienza precedentemente comprenda.

gagliardo giuseppe 03.11.11 17:38| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori