Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli Usa e l'ultimo Highlander


Egitto_piazza_Tharir.jpg
Il Mediterraneo è un lago di sangue. Le stragi in Egitto, in Libia e in Siria stanno diventando un fatto abituale. In Libia siamo già intervenuti bombardando Gheddafi, e quindi ce la siamo giocata, non possiamo infatti bombardare anche i nostri nuovi alleati. In Yemen e in Siria, non trascurando gli Stati canaglia Yemen, Sudan e Iran, abbiamo però opportunità straordinarie. Un via libera dell'Onu per l'introduzione delle "No Fly Zone" e un successivo attacco delle "Yes Bombing Zone" da parte della Nato porterà cadaveri e civiltà. La Jhiad dell'Occidente e delle multinazionali del petrolio è in atto. Dopo il Medio Oriente la Cina sarà più vicina. Con gli Usa forma il G2, ma, come in Highlander, uno solo sopravviverà.

21 Nov 2011, 19:04 | Scrivi | Commenti (10) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ciao

Non solo il Mediterraneo è un lago di sangue, ma in questi giorni gli Stati Uniti mandano i PRIMI 250 MARINES IN AUSTRALIA, Northern Territories, perché l'Oceano Pacifico è loro pertinenza. Hanno già 40,000 uomini in Giappone e 28,000 in Corea, più quelli che hanno a Diego Garcia, più quelli che stanno in Afganistan, più quelli delle basi in Uzbekistan, più tutto quello che non si sa: non basta. "La Cina deve capire....".

Dato che il 70% del commercio mondiale passa dagli stretti della Malacca per il Mar Cinese Meridionale, sulla direttrice Oceano Indiano-Cina-Corea-Giappone, e che il 50% del petrolio mondiale viaggia per quella stessa strada, l'interessamento degli Stati Uniti per "lo scacchiere" del Pacifico ci deve preoccupare.
I Northern Territories sono a qualche metro dal territorio indonesiano; senza contare le imprese multinazionali minerarie e di legnami pregiati che lavorano là da decenni, inquinando e piegando i governi locali alle loro esigenze, già ben protette dalla loro sicurezza privata e dal loro esercito pubblico ma undercover.

Saluti antimilitaristi EUSTON

p. ., firenze Commentatore certificato 23.11.11 14:12| 
 |
Rispondi al commento

buona sera Beppe:ti volevo chiedere una cosa molto semplice ma com' è che se una persona normale viene beccato sul lavoro che si fa un pisolino viene prima richiamato con una lettera e se il caso persiste viene anche licienziato come giusto che sia... e i nostri cari deputati beccati dagli obiettivi e le telecamere che schiacciano un pisolino si sono lamentati e anzi vorebbero limitare le riprese e le foto dei giornalisti? la domanda è questa: non si potrebbero denunciare per incompetenza della mansione dato che li PAGHIAMO noi?? Attendo una tua gentile risposta. grazie

Uwe Porceddu 22.11.11 21:57| 
 |
Rispondi al commento

sì ma laCina possiede la maggior parte del debito pubblico degli USA.... Chi tiene per le palle chi?

doaz 22.11.11 19:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe:
Non ti sembra che Bersani e compagnia stiano
facendo un macello sulle pensioni di operai e
impiegati da 1000 euro al mese, proponendo loro stessi (Boeri-Fornero) una riforma criminale.
Sembra proprio che i compagni abbiano studiato
un bel trappolone per fregare dall'oggi al
domani gente che ha maturato 40 anni di contribu-
zione, obbligandoli dall'oggi al domani a lavorare ancora 5 6 7
anni per poi accedere ad un assegno da fame.
Noi operai con sul groppone 40 anni di fatica
non siamo qui, come direbbe quello zuzzurellone
del Pier Luigi, a scopare il mare o ad insaccare
la nebbia, come fa lui ed i sui amici politici.
Il silenzio del sindacato (Camusso sveglia......)
sa molto di connivenza.

A questo punto non ci resta che gridare, chedendo
un tuo appoggio, Umberto e Silvio (che non sono i
proprietari della barberia sotto casa mia) ritornate..............!!!!!!!!!!!!!!.


luca b., bs Commentatore certificato 22.11.11 17:40| 
 |
Rispondi al commento

In situazioni come l'attuale di regola ci scappa qualcosa di più delle "guerre a bassa intensità" degli ultimi due decenni.
E c'è già chi si guarda in giro per capire i possibili schieramenti.
Per quanto riguarda l'Italia non c'è fretta: tanto le guerre le ha sempre cominciate da una parte e concluse dall'altra!

marcello giappichelli, firenze Commentatore certificato 22.11.11 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei darti il mio contributo in termini di impegno.
In Umbria come siete messi?????

Grazie.

Alessandro Pietrini 22.11.11 13:14| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
CI SIAMO,ANZI RISIAMO, LA PROSSIAM E' LA SIRIA,CHI VERRA DOPO DI LEI??????!!!!!!!
ALVISE
P.S:I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alviseafossa 21.11.11 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Non sopravvive nessuno se attaccano la Cina e la Russia, e siamo molto vicini a qualcosa di simile! (@@)

Claudio Conti (iscritto dal 2005) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.11.11 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Gli USA de chi e gli USA de la...

Cosi', tanto per gradire e variare un po' la panoramica:

*****
Syria crisis: Turkish president demands change

http://www.bbc.co.uk/news/world-middle-east-15825589
*****
------------------------------------------------

MAMMA LI TURCHI!!!

50.STARS 13 STRIPES (we rule), U.S.A. Commentatore certificato 21.11.11 19:46| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori