Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I partiti sono morti


cimitero_dei_partiti.jpg
I partiti e gli italiani sono separati in casa. L'unica comunicazione tra il cittadino e i partiti che hanno occupato le istituzioni è quella ruffiana dei media che tiene in vita i morti. Sui quotidiani e in televisione si celebra il giorno dei defunti tutto l'anno, da Boss(ol)i a D'Alema, ma anche dei nati morti, come Renzi e Alfano. Un antico supplizio prevedeva che si legasse un uomo vivo a un cadavere. Questa è anche la realtà che stiamo vivendo. Dobbiamo tagliare le corde che ci legano prima che sia tardi. In Grecia è stato annunciato un referendum propositivo sul piano di aiuti dell’UE e dell'FMI, in sostanza per l'uscita dall'euro. In Italia la Costituzione prevede solo referendum abrogativi e non rende obbligatoria la discussione delle leggi di iniziativa popolare, come Parlamento Pulito. La voce del cittadino conta zero. Va cambiata la Costituzione se vogliamo cambiare il Paese e restituirlo alla volontà popolare.

2 Nov 2011, 17:23 | Scrivi | Commenti (61) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Dove vanno a finire i commenti scritti da me?

Giuseppe ., Germany Commentatore certificato 08.11.11 09:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gheddafi, quello vero, è morto qualche anno fa di cancro. Quello che era in giro ultimamente era una pessima replica. E' una procedura che da molto tempo è attuata per controllare le masse. Occhi aperti e orecchie tese

Santo Chinghiani 06.11.11 09:17| 
 |
Rispondi al commento

I Partiti sono Morti..anzi sono "zombi"...
oggi sta prendendo corpo un ideologia e cioè che i partiti sono delle strutture giuridiche politiche superate..(diciamo come le Cartoline).
Possono fare tutte le transumanze che voglio, ma prima o poi il "foraggio finirà" e allora s'attaccheranno al cazzo!.
La Crisi ha dato il colpo di grazia al clientelarismo politico, per cui quando la gente bussa trova la porta chiusa!.
I giochini delle tessere con la rete e i movimenti non funziona...ehhh!sono con le spalle al muro...
Questo movimento è dato al 5-6% a livello nazionale...e li rode!!!io sono sicuro che faremo il Botto!!!
Il Premier dice che in italia si stà bene..l'aeri sono tutti pieni, idem i ristoranti...forse guarda troppo le sue televisioni...!

roby f., Livorno Commentatore certificato 04.11.11 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alle care persone che non hanno mai votato - berlusconi e bossi - chiedo la massima attenzione
( QUESTI SI STANNO RICICLANDO )dal pdl al centro, hanno capito che da quella parte la festa è finita.
DURANTE IL FASCISMO A MIGLIAIA RIEMPIVANO LE PIAZZE
CON LA MANO ALZATA OSANNANDO IL duce, MA DOPO PIAZZALE LORETO:- NESSUNO ERA ED ERA MAI STATO FASCISTA. I fascisti SI ERANO RICICLATI DIVENTANDO - democrazia cristiana -
GLI ITALIANI VEDONO LUNGO E QUANDO COMINCIARONO A
CAPIRE CHE LA dc STAVA FINENDO QUELLO ERA IL MOMENTO DEL RICICLO , ANDARE DA craxi,POI VIA CRAXI AVANTI berluska.
--- ORA BASTAAAAAAAAAAAAAAAAA
ABBIAMO I FILMATI LA RETE CI AIUTA E GUARDIAMO CHI ERA IN PRIMA FILA A BATTERE LE MANI, BASTA QUESTA VOLTA LE MANI NON SE LE POTRANNO PIù NASCONDERE
QUESTI LOSCHI FIGURI NON DOVRANNO PIù ENTRARE NELLA VITA PUBBLICA ITALIANA
IN CANPANA ITALIANI ONESTI
STANNO ARRIVANDO I TRASFORMISTI
GI. S.( il bardo )

gi s. Commentatore certificato 04.11.11 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
purtroppo i partiti non sono morti, quella che sta morendo è la democrazia, l'economia e in tutti i modi stanno cercando di eliminare anche l'unica forza che ancora potrebbe far loro paura: la speranza di cambiare le cose.
I grandi partiti di destra e di sinistra trovano la loro forza in percentuali di voto che all'apparenza sono irraggiungibili, ma che nella realtà non sono così elevate. Basti pensare che il 50% della popolazione, con diritto al voto, non vota. Il rimanente 50%, tra maggioranza e opposizione, si divide ulteriormente a metà e quindi solo il 25% circa vota la maggioranza parlamentare. In altre parole noi siamo governati dal voto di 1 italiano su 4; quell'italiano poi si divede tra i partiti di maggioranza. Convincere con la vostra politica le persone sfiduciate, che sono tante, e che non hanno espresso il loro voto nelle politiche precedenti e che non lo esprimerebbero nemmeno nella successiva, deve essere le vostra missione principale. Per adesso avete lavorato bene, infatti mi avete convinto.
Un saluto e speriamo di votare presto ;-)
Gianni

Gianni, Ferrara 04.11.11 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

occorre una seria riforma istituzionale che vada nella direzione di un ampliamento degli strumenti di sovranità popolare quelli previsti dal comma 2 dell'art. 1 della costituzione:
- referendum propositivi e soprattutto DELIBERATIVI con risultato VINCOLANTE;
- ABOLIZIONE DEL QUORUM che è uno degli elementi che rende il referendum oggi una semplice consultazione senza valore
- VINCOLATIVITA' DELLE LEGGI DI INIZIATIVA POPOLARE perlomeno inserimento nel calendario dei lavori parlamentari entro e non oltre 6 mesi dal deposito delle firme
- ISTITUZIONE DEL DIFENSORE CIVICO nei comuni eletto direttamente dai cittadini
- inserimento a livello comunale del BILANCIO PARTECIPATO che permetta ai cittadini di determinare direttamente molti dei capitoli di spesa e la loro destinazione
- inserimento a livello comunale delle ASSEMBLEE DI CITTADINI (TOWN MEETING) il cui esito deve diventare VINCOLANTE per l'amministrazione comunale
ecc........

Massimo manduchi 04.11.11 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma all'Italia conviene rimanere nell'euro?

Lucia Paoli 04.11.11 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti sono salernitano è proprio nel mio contesto cittadino parlando con amici, parenti e altre persone che incontro durante il giorno anche per lavoro noto finalmente una vera indignazione per la situazione del nostro parlamento la gestione del nostro paese l'eccessiva spesa pubblica e altre cose che ormai sono sulla bocca di tutti ,quelli che vogliono cambiare tutto veramente tutto quello che fa vivere male e peggio. IO sono convinto che è la giusta strada partire dal parere popolare senza compromessi senza corruzione ma con il solo obiettivo di rendere finalmente questo popolo diverso ..... Beppe sei veramente degno del nostro rispetto e della nostra stima ... NN MOLLEREMO MAI

angelo farina, salerno Commentatore certificato 04.11.11 08:35| 
 |
Rispondi al commento

SOLO BASANDOCI SULLA COSTITUZIONE SVIZZERA.
(POSSIAMO PORTARE L'ITALIA FUORI DAL FANGO
E DALLA MISERIA IN CUI SI TROVA.)
DOVE IL GOVERNO E' COMPOSTO ESCLUSIVAMENTE DA
CINQUE MINISTRI IL PREMIER E IL PRESSIDENTE
DELLA CONFEDERAZIONE. OGNI SEI MESI FANNO LA ROTAZIONE. DOPO QUATTRO ANNI VANNO A CASA E NON
POSSONO PIU' ESSERE MEMBRI DEL GOVERNO.
DOVE SOLAMENTE IL POPOLO PUO' FARE O ABBOLIRE
LE LEGGI.MENTRE GOVERNO E PARLAMENTO POSSONO
SOLO PROPORRE. DOVE I REFERENDUM SONO LEGISLATIVI
SENZA QUORUM.ECCO QESTA E' VERA DEMOCRAZIA !
TUTTE LE ALTRE SONO FINTE .....E IL POPOLO CREDE
ANCORA CHE DRACULA SIA DONATORE DI SANGUE.

orfeo nitrebla Commentatore certificato 04.11.11 01:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

" Il video é B E L L I S S I M O !!!!! "

Fabio Lonati Commentatore certificato 03.11.11 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Si, vabbè, "i partiti sono morti", però ancora li votano!
Io non sono certo un difensore del sistema, e dei partiti che sono in parlamento, ma questi slogan sono veramente ridicoli!
Un movimento del 5% vhe dice a due partiti sopra il 26% che sono morti!
Io non sono ne pidiellino, ne piddino, ma purtroppo i partiti non sono affatto morti, ed a me non piace essere preso per il culo, da nessuno, nemmeno da grillo!

l., ancona Commentatore certificato 03.11.11 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ancora non ho capito chi è che va mettendo croci con la matita sui simboli di Pdl e Pd.
Nel 2008 devono essere stati i Tedeschi travestiti da Italioni.
A buon intenditor.....

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.11.11 17:58| 
 |
Rispondi al commento

I partiti sono morti già da un po di tempo. Sono tenuti in vita solo dai media. La gente si è rotta i coglioni e non va più a votare o ci va di rado. Non crede in un cambiamento della politica e pensa che in fondo son tutti uguali questi criminali. Niente di più vero. Però se ci rassegniamo siamo belli spacciati. DOBBIAMO RIPRENDERCI CON FORZA LE ISTITUZIONI E LA SOVRANITà POPOLARE SE NO ANDREMO TUTTI A FONDO( SE NON LO SIAMO GIà).La costituzione deve essere veramente cambiata ma ci vuole l'impegno DI TUTTI NOI CITTADINI CHE MOSTRIAMO LE PALLE E PRENDIAMO A CALCI NEL CULO TUTTI QUESTI FUORILEGGE, CORROTTI, DELINQUENTI, PUTTANIERI ED IGNORANTI CHE HANNO LA SPUDORATEZZA DI STARE NELLE ISTITUZIONI E RAPPRESENTARE L'ITALIA.La gente è disgustata perfino dalle loro facce repellenti che mostrano nei salotti della tv quando bisticciano fra loro facendo finta di parlare di argomenti e cose di cui non sanno nulla. La gente li odia e non li vuole più vedere. SE andassero soli in giro per le strade difficilmente ne uscirebberi sani e salvi. E già qualcosa.......

Gaspare M. Commentatore certificato 03.11.11 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Ma non era la famosa costituzione perfetta?
Guai a chi la tocca ecc....
Tra l'altro non mi pare ci sia scritto che sono vietati i privilegi ai politici.
Bella costituzione !....

SERGIO CRESPI 03.11.11 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

notizie dall'aldilà:

questa volta abbiamo contattato niente popò di meno che berlignuer..... sara vero? boh!

la risposta è:

non è sufficiente cambiare la classe politica perché tutte le dirigenze im tutti i livelli sono di bassa qualità a partire dagli enti locali per passare dalle regioni fino ad arrivare ai ministeri.

cambiare solo la dirigenza parlamentare sarebbe come cambiare il generale ad un esercito mal funzionante fatto di colonnelli e capitani e marescialli e sergenti incapaci e con una truppa demoralizzata.

bisogna ripulire lo stato tutto dagli incapaci con dei concorsi pubblici veri che premiano chi effettivamente merita.

L'unica cosa che ancora funziona in italia è il volontariato gratuito.

libero pensiero perciò pazzo 03.11.11 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi, oramai cronicamente compromesso dalla sua Sindrome di Napoleone, ha chiesto ai componenti della sua maggioranza, di credere agli asini che volano, questo e' troppo! Costoro in passato, pur di portare avanti il carrozzone dell'Alleluja, si sono chiusi gli occhi, tappati le orecchie e tappato anche il cervello, ma ora,
che gli chiedono di vedere il cielo pieno di quadrupedi volanti! Come si fa? Boh!

U-Boot 110 03.11.11 16:02| 
 |
Rispondi al commento

AMICO.STAI SPARANDO CAZZATE, I PARTITI NON SONO AFFATTO MORTI, PERCHE' MILIONI DI DEFICIENTI, ANCHE COL CULO SANGUINANTE, MA AFFETTI DA "SINDROME DI STOCCOLMA", CONTINUANO A DARLE IL VOTO PERCHE' IN FONDO,LA PANCIA E' ANCORA TROPPO PIENA.

ELISEO TIZIANO OLMI 03.11.11 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Il parlamento italano è NATO morto, 3 anni fa, visto che che nessun deputato è stato eletto dal popolo: grazie al porcellum sono stati eletti degli zeri (00000), degli zombie, dei figli di porcelli e porcelle...

Roland 03.11.11 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, 2 suggerimenti :

- la lista Parlamento Pulito è vecchia di 3 anni e ampiamente superata. Aggiornatela.

- oltre a parlare sempre genericamente di "partiti", perchè non cominciamo intanto a insistere su Nomi e Cognomi della vergogna unica in Europa.

http://www.lincredibileparlamentoitaliano.yolasite.com/

Partire da un obbiettivo alla volta,in questo caso svergognarli in ogni sede informando la gente sul loro "curriculum" e ricordando a tutti che con 60 miliardi di corruzione l'anno e 150 miliardi di evasione fiscale ( che è sempre una forma di corruzione), le cose non miglioreranno mai, finchè questi rimangono lì a rubare.


Mario R 03.11.11 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei chiederLe cosa pensa di queste mieidee:
1)ridurre e 201,il numero dei deputati ed a 101 il n° sei senatori.
2)eliminare tutte le forme di vitalizi se non quelle disponibili secondo le norme sui totali versamenti all'INPS come a tutti i comuni lavoratori.
3)eliminazione delle procincie,accorpamento dei Comuni in modo che il più piccolo non sia inferiore a 35000 abitanti.
4)legalizzare la prostituzione,con tasse e INPS.
5)imporre che il soggetto che vince una gara
d'appalto non possa dare la stessa o parte di essa in sub appalto.
6)modificare il prelievo fiscale,ed introdurre il sistema americano in modo da rendere necessario la conservazione delle bollette fiscali da parte di tutti.
sono a disposizione per spiegare le mie idee,che ho qui elencato brevemente,con cui credo che non solo creeremmo una certa fiducia nei mercati,una forte entrata,nonchè un grosso attacco alle entrate della malavita organizzata.attendo una risposta anche negativa e ringrazio anticipatamente.

giuseppe ., trieste Commentatore certificato 03.11.11 13:14| 
 |
Rispondi al commento

I partiti saranno morti, ma nemmeno il movimento di Grillo è in gran salute.
I sondaggi danno infatti gli odiati partiti democratici al 95% mentre il movimento di Grillo si posiziona tra il 2,5 e il 5%.

Nonostante la crisi, Berlusconi è dato sopra al 25% e la Lega vicino al 9%.

Il PD, come sappiamo, è peggio di Berlusconi, della guerra e delle cavallette, per cui non è pensabile che vinca il centrosinistra.
Tra Berlusconi e il PD, è certamente meglio il Berlusca ed è lo stesso Grillo a spiegarvelo in tutte le salse.

Insomma, vi dovrete sorbire Berlusconi fino al 2018.


Marco A. Delissi Commentatore certificato 03.11.11 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Bill Gates: 'Non siano poveri a pagare per tutti'

L'accordo tra Sarkozy e Obama in relazione alla tassazione delle transazioni finanziare sembra sia dovuto ad un intervento che farà Bill Gates, al G20.
Spero che tale iniziativa venga attuata anche in Italia e che nel malcostume italiano non finisca in qualche maniera per finire sulle spalle della popolazione.
Tale iniziativa rientra in una ridistribuzione della ricchezza a sostegno delle casse degli stati e della fasce povere della popolazione.

Da parte mia ritengo che oltre a tale iniziativa, debba essere introdotta anche una tassazione permanente e proporzionale sui patrimoni e allo stile di vita conseguente, in quanto non è corretto che un operaio con uno stipendio da 900 euro al mese, debba pagare le stesse tasse di un miliardardio, in quanto quest'ultimo ha accesso grazie al suo patrimonio personale a servizi nettamente superiori a quelli eventualmente disponibili per l'operaio.
Il diritto ad avere più agevolazioni ed uno stile di vita migliore può e deve essere tassato in proporazione.

Ribadisco il concetto della lotta all'evasione fiscale, anche attraverso l'incentivazione dei pagamenti con carte elettroniche, che farebbero da collo di bottiglia alle possibili evasioni.

Alvin Gabriel Tolomeo Commentatore certificato 03.11.11 12:20| 
 |
Rispondi al commento

http://www.avaaz.org/it/occupy_g20/?cl=1367934426&v=10914

Alvin Gabriel Tolomeo Commentatore certificato 03.11.11 11:30| 
 |
Rispondi al commento

ritorna presto in tv!!!

myriana b., trieste Commentatore certificato 03.11.11 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Tutto tremendamente giusto, mio caro Beppe..questa classe dirigente è ora che veramente si faccia da parte e venga LICENZIATA in tronco da tutti quelli che, spero, abbiano ancora la testa per ragionare e capire che così proprio non va..è per questo che il mio voto futuro andrà sicuramente al M5S: altro che PD (menoelle), PDL e accozzaglie assortite, qui ci vuole veramente un cambio di passo in tutto e per tutto!!!

Jonny Gaddi Giomini (jonny o' riley), Porano, Terni Commentatore certificato 03.11.11 10:21| 
 |
Rispondi al commento

ditemi un settore della società italiana che non sia contaminato da persone che devono ringraziare i partiti che li hanno messi lì.....ditemelo !!!!!
..e tutti questi sono corresponsabili dello stato attuale !!!!!!!!!

tina ghigliot 03.11.11 09:54| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo. questa costituzione, che nella sua lungimiranza prevede anche la possibilita' di essere cambiata, ha fatto il suo tempo. la sinistra dopo l'abbandono del capitale di marx e dopo avere cercato per tanti anni di minarne le basi democratiche introducendo la dittatura del proletariato, l'ha eletta a sua nuova bibbia come baluardo della difesa suo potere raggiunto all'interno delle istituzioni, dalla scuola alla giustizia, secondo la dottrina impartita dai loro vecchi leader. il punto fondamentale ora e' liberare la societa' civile dall'ingerenza dei partiti e ridare potere alla societa' civile, cosa che tutti i partiti rifiutano. cosa che puo' avvenire ormai solo cambiando la costituzione che in ogni caso e' gia' stata violata nello spirito

alessandro 03.11.11 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Se cade il governo bisogna assolutamente andare alle elezioni. La legge elettorale attuale è una schifezza ma è molto meno peggio di quella grande ammucchiata che chiamano eufemisticamente governo tecnico. Quell'ammucchiata servirà solo a fornire un alibi a tutti i potentati per attuare quelle misure estremamente inique tanto auspicate dai poteri forti di tutta europa. Ma come si fa a dire che un governo deve essere capace di prendere misure impopolari? Che bestialità è mai questa? Ma il popolo non conta proprio niente? Se un governo non fa gli interessi del popolo che senso ha uno stato? Il popolo vuole scegliersi il proprio governo altrimenti democrazia è una parola priva di significato.

Michele Siosti 03.11.11 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Tra i beneficiari Cossutta, Del Turco, Marini, D’Antoni, Larizza, Occhetto, Napolitano

SINDACALISTI IN PENSIONE: TUTTI I PRIVILEGI

Grazie alla legge Mosca in 40 mila ricevono l’assegno senza aver versato contributi. Nel ’96 l’Ulivo ha introdotto per loro il doppio vitalizio. Un costo per l’Inps di 10 miliardi di euro

Fausto Carioti

Paradosso tutto italiano: a guidare le migliaia di pensionati e pensionandi che oggi attraverseranno le principali città italiane per protestare contro la riforma della previdenza ci saranno i privilegiati che andranno (o sono già andati) in pensione senza che per anni fosse stata versata una sola lira di contributi in loro favore.

Pensionati molto speciali, insomma, i cui assegni gravano o graveranno su chi la pensione se l'è sudata sino all'ultimo spicciolo, tutto grazie a una legge risalente al 1974, che prende il nome da Giovanni Mosca, deputato socialista e, in precedenza, leader della Cgil.

II copione è di quelli già visti: “la leggina" fu presentata come un provvedimento destinato a sanare la situazione di qualche centinaio di persone, che nei decenni successivi al dopoguerra avevano lavorato per sindacati o partiti politici più o meno in nero, cioè senza che a loro nome fossero stati versati all'Inps i contributi dovuti.

Bastava una semplice dichiarazione del rappresentante nazionale del sindacato o del partito e si potevano riscattare, al costo dei soli contributi figurativi, interi decenni di attività, a partire dagli anni Cinquanta.

Piatto ricco, mi ci ficco; proroga dopo proroga (l'ultima è scaduta nell’aprile del 1980) la legge Mosca è diventata un bastimento sul quale sono saliti quasi 40mila lavoratori - reali o presunti - di sindacati e partiti politici. Pensioni facili, facilissime. Che hanno procurato alle casse dell'Inps un aggravio valutato in 10 miliardi dì euro.
Referendum per eliminare questa legge subito.
Grazie

Scanferla Alberto 03.11.11 06:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho ascoltato Renzi....non era quello che andò a passare una serata ad Arcore?
anche se non lo fosse non mi ha convinto, ho solo l'impressione di uno che sparla e che invece di aiutare la sinistra aiuta la destra: un cavallo di troia?

Il Sordo 03.11.11 06:26| 
 |
Rispondi al commento

...un risottino con i funghi?

maurizioo v., aiello del friuli Commentatore certificato 03.11.11 06:25| 
 |
Rispondi al commento

gerontocrazia mignottocrazia , parlamentari che spudoratamente porno navigano con iPad mentre si discutono leggi o giocano al solitario , e la muffa li ricopre a tutti . sento un'odio profondo specialmente in momenti estremamente delicati come questi, deve semplicemente rinnovaresi la visione del mondo dall'alto(potere) fino alla base (noi ) mettendo delle mete che migliorino la vita dell'uomo dando meno potere all'economia che serve si ma deve poter portare benefici , non disastro e ricchezza per pochi . questo è un sistema che ha già ben dimostrato ed in più volte di aver fallito. dobbiamo risvegliarci da questo sonno coscente .

alessio ercini 03.11.11 04:40| 
 |
Rispondi al commento

So, this is democracy? Democracy only exists at peace times.

R4 card 03.11.11 04:07| 
 |
Rispondi al commento

cero che sono separati ...... puzzando talmente tanto che è difficile stare vicino alla merda putrida!

libero pensiero perciò pazzo 02.11.11 23:59| 
 |
Rispondi al commento

parole giuste,ma solo parole,va cambiata la costituzione,ma chi la cambia?noi cittadini(o come ci chiamano gente comune)non abbiamo nessun potere,
chi comanda lo sa.
ci aggiungo pure che non siamo un popolo unito,basta guardare quando si sciopera.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 02.11.11 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Flashforward.

Tempo qualche giorno Berlusconi perde la fiducia in Parlamento e il Governo cade. Tempo qualche mese si va a elezioni anticipate: vince il centrosinistra, caroselli per le strade. Tempo qualche anno Marina Berlusconi scende in campo per la Rivoluzione liberale e diventa Premier. La moglie di Enrico Letta prepara una crostata..

Devo continuare?

Dan Pertici (guy_fawkes85), San Miniato Commentatore certificato 02.11.11 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Presidente Napolitano ma cosa altro deve fare questo governo affinchè lei si decida a sciogliere le camere.Articolo 88 è anche un numero semplice da ricordare.
Ripetiamo tutti in coro "Articolo 88"ancora 2"Articolo 88".

Luca D., Latina Commentatore certificato 02.11.11 22:34| 
 |
Rispondi al commento

ma i problemi dell' Italia sono le pensioni ???
I politici, le banche, i soliti furbetti, i grandi capitalisti che decidono chi deve fallire ??
Questi non sono i nostri problemi ??
Perchè dobbiamo pagare noi?
I politici vecchi e nuovi di destra e di sinistra hanno capito che ci siamo stufati ???

Angelo Subbrero 02.11.11 22:22| 
 |
Rispondi al commento

non è vero un cazzo!
anche se il buon senso dovrebbe far spazzare via i partiti e i politici, gli italiani restano fedeli e complici alla più grande associazione a delinquere legalizzata che è la politica.
Le percentuali di elettorato che contano, parliamo di milioni e milioni di coglioni votanti, sono più o meno sempre le stesse divise equamente tra pdl e pd ecc.
Quindi non dire che sono separati in casa perchè ci convivono perfettamente!!!

libero nato 02.11.11 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cosa ne pensi di una catena umana dal Brennero a Capo Passero? E di una class action finalizzata al deposito, presso una qualche Procura della Repubblica, di una denuncia per sequestro plurimo di persona, contro questa gentaglia (gli italiani sono, a tutti gli effetti, vittime di un sequestro)?. Si può fare?

CARLO C., ROBBIATE Commentatore certificato 02.11.11 21:18| 
 |
Rispondi al commento

ma il piu' patetico per non dire cretino e' , manco a dirla, bossi il celebroleso , tutte le volte che dice frasi del tipo : "a una mia parola un milione di padani prendono il fucile" oppure "facciamo la rivoluzione per la seccessione" mi sembra un pidocchio che cerca di ruggire per sembrare ul leone. ma chi pensa che lo seguirebbe? neanche la moglie baby pensionata , nessuno . e' solo una merdaccia che da 25 anni mangia con i nostri soldi , ha fatto figure di merda quando tutti rubavano miliardi e lui l'hanno preso con una tangente da 100 milioni , e' proprio un cretino , mi sembra strano che possa vero avuto un ictus , nella segatura l'ictus non si forma. angelo

angelo mora 02.11.11 20:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo sempre molto volentieri quello che dice Tze Tze, relativamente alle code per trony o per la partita, io sono noiosa torno sempre li.
Cultura, educazione, corretta informazione.
Se non eleviamo il livello di ciò che la gente, non dico sa, ma che almeno può capire, io sono la prima che ho bisogno di imparare, non avremo mai un paese migliore.
Non sto dicendo bestemmie, io credo fermamente che ci possa essere non solo un'Italia migliore ma un Mondo migliore, non datemi dell'utopista, vi prego l'utopia è un'altra cosa.
Io, per parte mia cerco di vivere nel modo più utile, per me stessa e per gli altri, la mia vita.
Non importa se anche stasera, ad una riunione sindacale mi hanno presa per scema, che forse lo sono, non importa dicevo, se anche stasera ho visto e udito che la maggior parte della gente é indifferente, non si rende ben conto che il programma di valutazione delle prestazioni (loro le chiamano Performance, io parlo italiano)non servirà solo a dividere quelle briciole di produttività che ci daranno, se ce le daranno, ma di questi tempi forse faranno la differenza tra mantenere o perdere il lavoro.
Avevo voglia di dire che per questo, io, non mi sottraevo alla valutazione, che la voglio, ma che pretendo anche di essere valutata dal migliore, dal più competente, da quello che di sicuro è più bravo di me.
Perchè io non sarò mai un bravo giudice di me stessa, ma quanti incompetenti ci sono più in alto di ciascuno di noi.
Perciò se varrò due mi prenderò il due, ma chi me lo dà se ne assume tutta la responsabilità.
E quindi io la penso così, che bisogna ripartire dai maestri, quelli che insegnano ai più piccolini, non penso a insegnanti di inglese, informatica, mi basta che i bambini imparino a leggere, scrivere e far di conto ma abbiano affianco un nuovo insegnante, il più bravo insegnante che insegni loro la materia:
LA GIOIA DI IMPARARE.

marcia b. Commentatore certificato 02.11.11 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
io ho una mia idea personale, che vedo già in questo luogo non condivisa, ma è la mia idea e la perseguo.
Sono una sognatrice, se hai letto qualche mio commento forse lo saprai già, anche se non è importante che tu lo abbia fatto.
Io oggi ho spiegato la mia idea ad una persona e, forse, non dico di averla convinta, ma gli ho fatto nascere il dubbio.
Io non discuto affatto la bontà del politico Renzi, insisto, discuto sulla bontà del metodo, che se vai ad analizzarlo neanche tanto a fondo, è simile al tuo.
Cosa vai dicendo da tempo immemorabile, che per capire chi dobbiamo votare bisogna essere informati, che quelli che son li dentro sono un manipolo di manigoldi, che la rete è il vero tramite verso la libertà.
Io non mi fermo a pensare all'Italia vedo quello che succede intorno al mondo, vedo la gente che si raduna a Nizza e in ogni dove, pacificamente, chiassosamente UNITA.
Non cerchiamo quello che ci divide ma quello che può unire.
Io non lo dico per me che potrei anche darti il mio voto, lo dico per l'analisi che faccio dell'elettorato italiano, non puoi essere tu il leader che andrebbe bene a tutti.
Questo penso la tua arguzia lo sappia visto che ti sei guardato bene dal candidarti.
Ora bisogna far capire a tutti, senza per questo salire in cattedra o voler essere maestri, che, anche se li hai mandati bellamente tutti affanculo, quando ti presenti presso un'istituzione ci vai in camicia e giacca.
Senza il rispetto per le istituzioni non si va da nessuna parte.
Il sistema si cambia da dentro innanzi tutto.
Con le regole che ci sono innanzi tutto.
Altrimenti è anarchia.
Altrimenti è barbarie.
E noi non siamo barbari.
Siamo un popolo di letterati.
Se non lo siamo possiamo imparare ad esserlo.
E come l'anno detto i letterati al vecchiaccio
che è un COGLIONE, ragazzi, non glielo aveva detto nessuno.

marcia b. Commentatore certificato 02.11.11 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da giugno 2011, un gruppo di appassionati di democrazia e di autori di libri sulla Democrazia Diretta, sta elaborando una legge di iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta in Italia.

Siamo vicini alla stesura finale.

Chiediamo di introdurre la revoca degli eletti, che l'indennità dei parlamentari sia stabilita al momento del voto dai cittadini, il referendum confermativo per le leggi, il referendum propositivo, quello abrogativo e quelli obbligatori. E l'introduzione della iniziativa di legge con metodo svizzero (discussione in parlamento e se non d'accordo con i proponenti, si va al voto popolare). Tutti senza quorum.

Li stiamo discutendo qui:

www.paolomichelotto.it

e nel forum

http://quorum.forumattivo.it

Se condividi l'idea, anche tu puoi aiutare, commentando, diffondendo e dando la tua disponibilità a raccogliere firme nella tua città.

Già in 17 città italiane ci saranno volontari che raccoglieranno le firme quando arriveremo al testo finale.


VAI BEPPEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!
PS. te lo ridico qui oltre che di persona: ci vuole una figura come te. Tu dici: "No, ci vogliono i cittadini, non un leader, anche se è uno come me." SVEGLIA! Ci vuole la terza soluzione tra i 2 opposti, come insegnava mister G.: Te, PIU' i cittadini!!! Una figura che rappresenti una coscienza che la pensa come te!
ANDIAMO LE CAMPANE SUONANOOOOOOOOOOO!!!!

Diego Etcheverry Commentatore certificato 02.11.11 17:58| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE TI VOGLIAMO IN TV - VAI A ROMPERE IL CULO A TUTTI ---E' IL MOMENTO

fausto rosas, oristano Commentatore certificato 02.11.11 17:51| 
 |
Rispondi al commento


sarebbe come dire che vorrei girare in ferrari, ma ho solo una 500 quindi preferisco andare a piedi.........

mi sembra un atteggiamento infantile.


massimo moretti 02.11.11 17:39| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori