Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La memoria degli italiani


smemorato_di_Collegno.jpg
La memoria degli italiani è spettacolare. Delle Cinque Terre, di Genova, della Lunigiana dopo un paio di settimane è scomparso il ricordo. Sembrano avvenimenti del secolo scorso. I processi di Berlusconi, che erano su tutti i giornali un giorno si e l'altro pure, sono svaniti. Vi ricordate le dichiarazioni tranquillizzanti del ministro Tremonti prima dell'estate? Tremonti, chi era costui? E le manovre di luglio e di agosto? Ci sono state? Non ci sono state? Nessuno lo sa. E Dell'Utri? E Spatuzza? E' esistita la mafia? E il terremoto in Abruzzo c'è stato davvero? Qualunque cosa succeda, anche la più tremenda, viene rimossa in breve tempo. Lo smemorato di Collegno è il vero patrono della Repubblica Italiana.

22 Nov 2011, 22:19 | Scrivi | Commenti (28) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

è assurdo che dopo pochi giorni non si sappia più nulla di un territorio devastato come la liguria!!! non si hanno più notizie però in tv si continua la trasmissione di programmi come il grande fratello, idiozie varie seguite da idioti che vogliono nascondere la testa sotto la sabbia vedendo queste assurdità per non pensare ai problemi che ci stanno schiacciando. per non parlare della trasmissione matrix dove è stato intervistato(sicuramente pagato profumatamente) un presunto assassino di una fanciulla innocente. ma che schifo di informazione è questa!!!!!!!

alessandro sperduti 25.11.11 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiani non hanno memoria. E' per questo che continuano ad andare a votare.

Gigio il Pendolare 24.11.11 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo che in via vincenzo monti a Milano pattuglia ferma una volante della polizia a guardia di una delle ville del sig. Silvio Berlusconi (pagata da noi...) 24 ore su 24:Quante ville ha questo signore..... Vi prego di segnalare questo scempio

stefano giordano 24.11.11 09:04| 
 |
Rispondi al commento

E' proprio vero: Gli italiani non hanno una "memoria storica", ne quella a breve ne quella a lungo termine. Mentre negli USA il Popolo degli Indignados non arretra difronte alle cariche ed alla violenza della polizia di stato, quì in Italia si "festeggia" la nomina di Mario Monti emissario e rappresentante del sistema bancario e finanziario che ha -prima pianificato- e poi sta attuando una vera e propria "strategia del terrore dei mercati" di nazioni come la Grecia, la Spagna e l'Italia, sotto la totale inettitudine ed ignavia di una classe politica ormai asservita ai criminali scopi dei soliti potentati industriali, finanziari, religiosi e familiari che, di fatto, detengolo -per le palle (grandi come chicchi di mais) l'intera classe politica di questa merdosa "civiltà umana". Il popolo italiano è come un corpo anestetizzato che osserva ciò che accade intorno a se ma non è in grado di reagire; forse pensa che sia tutto un "sogno" e solo quando la folle "pompa aspirante" del "governo tecnico di turno" gli avrà prosciugato tasche e sangue, sollo allora -forse- aprirà gli "occhi della mente" e reagirà "aggredendo" il suo "nemico mortale": lo stato canaglia che lo sta dissanguando!
Umberto Telarico

umberto telarico 23.11.11 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La rete non dimentica.

fabrizio castellana Commentatore certificato 23.11.11 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Eh sì, quasi come nel romanzo 1984 di George Orwell..

Fabrizio P 23.11.11 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Montanelli ha scritto:"gli italiani ricordano tutto,ma non imparano niente"con rammarico gli devo dar ragione.

nuccia cassanmagnago 23.11.11 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Gli smemorati non sono gli italiani ma i giornalisti italiani! Se non ci ricordano alcuni fatti, una persona che vive a 1000 km. da Genova o da Arcore non può umanamente dedicarsi ai problemi dei nostri sfortunati concittadini!!!

stefano m. Commentatore certificato 23.11.11 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Maaaaaaaaaa si siamo un popolo di rintronati !!!!!!!!!! Guarda in Egitto che cosa hanno fatto/stanno facendo per conquistare il diritto ad avere un futuro, e noi italiani ?????????? Il nulla totale!!!! Ci siamo fatti portre al fallimento dallo psiconano e adesso ci faremo allegramente spennare da Monti per ripagare un debito che ALTRI hanno fatto...

Gavino Puddu 23.11.11 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma chissenefrega!
Nel nostro paese o in quello che resta la cosa più grave nn è la perdita di memoria ma la scomparsa di qualsiasi forma di intelligenza, di passione, di rivincita, di amore. Siamo un paese clinicamente morto altro che aver perso la memoria!

Giuseppe Maldera 23.11.11 16:13| 
 |
Rispondi al commento

..anche le fonti alterate assieme ai loro ormai antichi mezzi di comunicazione verranno gettati nel dimenticatoio

Acul utopiA Commentatore certificato 23.11.11 15:06| 
 |
Rispondi al commento

A NOI IL COMPITO DI RICORDARE E DI TRAMANDARE AI POSTERI.
Sono d'accordo con quanto detto da Fabio Caccia che propone qualcosa per uscire da questo pantano.

anna l. 23.11.11 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Sono ormai anni che dico che in Italia la vita e' come un film. Si va al cinema a vedere un film, ci si indigna, ci si incazza, si piange si discute... ma tutto solo nell'immediatezza del film. Passate quelle due ore, il film finisce e si torna alla vita di tutti i giorni! Peccato che la vita di tutti i giorni e' proprio un susseguirsi di film tanto verosimili quanto passeggeri....subito pronti per il prossimo film, le prossime incazzature, discussioni, lacrime....
Gli italiani sono come delle farfalle che ogni giorno vivono e muoiono e rinascono senza ricordare nulla delle vite precedenti.... mi viene in mente il film con Adam Sandler "50 volte il primo bacio", la storia di una ragazza che a causa di un incidente aveva perso una certa funzione della memoria e appena si addormentava cancellava per sempre il ricordo della giornata appena vissuta... e cosi' ogni santo giorno si svegliava "resettata" al giorno dell'incidente....
Ma che razza di incidente abbiamo avuto noi italiani?

Salvatore Mandara, Abbiategrasso Commentatore certificato 23.11.11 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe;
ti ho appena ascoltato a radio3, in quei pochi minuti di finestra e mi hai fatto venire voglia di contattarti. Vengo al dunque.
Scrivere un "manifesto degli esseri umani" in rete è una cosa possibile? in un incontro su "Democrazia e totalitarismo" nel mio librocaffè, un partecipante ha lanciato l'idea di scrivere, perché solo scrivendo le cose rimangono, un libro a cento mani. Più che un libro è un manifesto, condivisibile da chi vuole veramente cambiare il mondo. Me lo riconferma il discorso di Salomone Ovadia: lo spirito narrante della Costituzione ha la sovranità popolare. Ecco, una Costituzione dell'umanità in rete.
Ormai le idee intelligenti sono distribuite nel mondo: non sono più concentrate in parlamenti pseudo-democratici. Mettiamole insieme e poi proponiamole. E' possibile o è una stronzata?
Un libro a milioni di mani, un wiki_fondamenti

Fabio Caccia 23.11.11 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma che pretendete, QUESTA è L'INFORMANZIONE DEL MAINSTREAM.. gli Italiani.. ? bella domanda.. ma chi sono realmente costoro?? esistono veramente, qli Italiani???

Max Bitner, Venezia Commentatore certificato 23.11.11 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Vi è mai capitato di osservare una colonia di formiche nella vita di tutti i giorni?
Se si osserva attentamente si vedranno un'infinità
di formichine che vanno e vengono,chi da una parte chi da un'altra,chi è carico e chi ha già scaricato;
insomma.! una rete infinita di strade e incroci;
adesso provate a creare un disastro all'interno della comunità,spazzando via strade e formiche in un punto o più punti ben precisi; vi accorgerete che dopo qualche minuto,passato il panico del momento, tutte riprendono la loro inesorabile routine di sempre,scavalcando e raggirando le vittime come se niente fosse accaduto.
Ecco tutte le volte che in Italia si verificano tragedie drammatiche di ogni genere a me si ripresenta il sinistro scenario della colonia di formiche, quindi non mi meraviglio se adesso non va di moda parlare di mafia,terremoti o gente che muore annegata per il maltempo..

yuva m., mantova Commentatore certificato 23.11.11 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Invece un autonomo che si vede dimezzare (o peggio) il proprio fatturato da un anno a quell'altro, può anche morire di fame, giusto?

Voi supertutelati dipendenti dovreste scendere un po' sul pianeta terra.

Oltretutto - e questo vale per dipendenti e autonomi - immagino quanta gente farebbe la spesa gratis ma troverebbe i soldi per pagare la pay-tv, le ricariche del cellulare, la consumazione in discoteca ecc.

Ci vuole responsabilizzazione, altro che carità!

Manuel R 23.11.11 08:45| 
 |
Rispondi al commento

dai post qui di fianco.....

Tragedie annunciate?
Vedendo le immagini delle 5 terre...nessuno si e' preoccupato per la sua terra????


Frana nel messinese
4 morti, anche un bimbo
Saponara, Messina

Nuova tragedia del maltempo: sono quattro i morti finora accertati in seguito alla frana che ha travolto martedì sera un gruppo di case a Scarcelli, nel comune messinese di Saponara.

Le vittime sono un bimbo di 10 anni, una donna di 24 e padre e figlio di 55 e 25 anni.

E vi sarebbero ancora dispersi. Allerta meteo al Sud anche oggi, mercoledì; scuole chiuse a Messina e Catanzaro.


http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fwww.bergamonews.it%2Fcronaca%2Ffrana-nel-messinese-4-morti-anche-un-bimbo-153866

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 23.11.11 07:40| 
 |
Rispondi al commento

...l'unica cosa di cui abbiamo memoria noi italiani sono i potenti a cui leccare il culo, e i deboli con cui prendersela...forti coi deboli e servili coi potenti

Luca 23.11.11 00:58| 
 |
Rispondi al commento

un paese senza memoria non può avere un futuro,questa è l'italia.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 23.11.11 00:43| 
 |
Rispondi al commento

tra problemi in veneto, problemi a genova, problemi in piemonte, problemi in lunigiana, problemi in abruzzo, problemi in sicilia, problemi a sarno ...... non penso poprio che la gente dimentichi facilmente!

il dissesto idrogeologico c'è e occorreranno decenni per sanarlo ........ ovviamente fino a quando architetti e ingegneri non pagheranno per quel che fanno ( vedi viareggio stazione ) continuerà sempre così.

I ponti di Leonardo da vinci non cadevano giù perché era si un pittore ( nonostante che si dice il contrario ) ma pur sempre uno che dava a garanzia la sua testa in caso di fallimento!

la testa = la vita!

libero pensiero perciò pazzo 22.11.11 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Lo Smemorato di Collegno amorevolmente assistito dalla Cieca di Sorrento e dalla Muta di Portici.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 22.11.11 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Amnesia selettiva, amnesia selettiva ...

Mattia B. Commentatore certificato 22.11.11 22:55| 
 |
Rispondi al commento

1984 di Orwell

Lili A., Santa Rosa La Pampa Argentina Commentatore certificato 22.11.11 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo questo post. Le cose succedono in quantità tale e a ritmi frenetici per cui non ce la facciamo più a star dietro alla realtà. Scandali, cataclismi, politici arrestati, tutto passa e va! Incredibile.
Proprio oggi mi è tornato in mente, a proposito di DEMOCRAZIA, che la UE solo due anni fa COSTRINSE L'IRLANDA A RIFARE IL REFERENDUM SUL TRATTATO DI LISBONA!!!! Il primo referendum fu BOCCIATO dagli Irlandesi e poi a distanza di un anno o poco più GLIELO HANNO FATTO RIPETERE, dopo che la UE aveva promesso in cambio alcune concessioni speciali al governo Irlandese.
Bell'esempio di democrazia.
Adesso abbiamo i banchieri che governano Grecia e Italia. Siamo proprio liberi, evviva l'europaaaaa

Raffaele Muraglia, Diano Castello (IM) Commentatore certificato 22.11.11 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Intanto a Messina e provincia si sta scatenando il finimondo e nessuno ne parla. Certo, noi siamo siciliani e Messina non è le cinque terre. W l'itaglia e gli itagliani. Alla faccia della solidarietà.

Ignazio Santangelo 22.11.11 22:32| 
 |
Rispondi al commento

già, non si è più sentito Tremonti, che fine ha fatto, è morto?

mic r. Commentatore certificato 22.11.11 22:26| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori