Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le bollette e la crisi greca


bolletta_grecia.jpg
"Succede ad Atene, in Grecia: chi non paga la tassa sulla casa si vedrà staccare la luce. Insomma, la crisi si fa sentire e la compagnia per l’elettricità Dei ha deciso di passare al pugno di ferro. Ma che succede? Succede che la stessa Dei è stata così presa d’assalto dalla gente infuriata per l’ennesima misura di austerity nazionale. La tassa supplementare è molto variabile, va da 50 centesimi a 16 euro al metro quadro in base all’uso. “Non arretreremo nella nostra lotta. Questa battaglia riguarda l’intera società greca. Si tratta di non tagliare l’elettricità nelle abitazioni dei poveri, dei disoccupati, dei pensionati”, ha detto Nikos Fotopoulos, leader del Genop, prima di essere arrestato. “La lotta continuerà fino alla fine. Questa legge verrà invalidata nella pratica, con l’aiuto di tutti”. Secondo alcuni dati della stampa greca il 25 per cento dei contribuenti non ha pagato, secondo fonti sindacali questa quota sarebbe addirittura del 50 per cento: un greco su due. Presto succederà anche in Italia. Ne siamo consapevoli?"
De Luxe T.

24 Nov 2011, 17:56 | Scrivi | Commenti (14) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Tra breve triplo di vecchi, triplo di extra comunitari, triplo di disoccupati...che farai ?

Pier 30.12.11 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma fin quando tolleriamo l'ingiustizia, in tutte le sue forme, finché non tocca a noi personalmente, c'è poco da fare.. . L'essere umano ( in genere) e cresciuto con il pensiero " il /lo /la, mio".
Finché non capiamo che siamo tutti sulla stessa barca, ( la Terra) non credo che cambia nulla, si ripeteranno solo il fatti già visti.
Non per caso la storia si ripete..., e come vedo io, non impariamo dai nostri errori, ansi per come vedo io, perseveriamo.
Non abbiamo buon senso, ne rispetto per la vita. Non abbiamo pietà, per il più deboli, ( animali, piante ect.) e di conseguenza neanche per il nostri simili.
Con questi premessi, non vedo molto rosea....per il futuro.
Se da vero l'umanità e cosi desideroso di "PACE" come mai che la industria bellica non ha mai conosciuto crisi?!
Magari non hanno cibo, magari non c'è nulla, ma munizioni e armi si procurano con molta facilità e non manca mai.
Guardate le vari cosi detti "conflitti", nulla ce eccetto le armi e munizioni..., e naturalmente morte e distruzione. ma come dicono si tratta di affari e politica.
Entrambe meravigliose e indispensabili, ma come sono contento!!!
In questo momento storico si presenta una nuova possibilità di cambiare o meglio modificare quello che fin ora abbiamo fatto.
Se uniamo per cambiare da vero le cose ora, si potrebbe fare, il numero delle persone che sono consapevoli che qualcosa non va, non e stato mai cosi elevato. grazie anche a Internet.
Ma riusciremo organizzarci?! In tutte le nazioni sia in europa che in America, e tutte le altre nazioni dove si può.
L'unione fa la forza...., o almeno ci dovrebbe unire per fare qualcosa.
salute a tutte le persone di buona volontà,

imre k., S. Marinella Commentatore certificato 25.11.11 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo quanto ci vuole prima che la gente si svegli.. Vogliono toglierci anche il sangue?

Paolo Impicciatore, Roma Commentatore certificato 25.11.11 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Quanti commenti sciocchi...

Il governo ha delegato la DEI (la società elettrica, che in Grecia è ancora statale) a incassare questa tassa e rigirarla al Fisco. Questo è stato fatto per due motivi:
1) urgenza
2) ridurre l'evasione

Collegare una tassa a una commodity (come l'energia elettrica, appunto) è un modo per scoprire anche gli "evasori totali", cioè quelle attività e persone fisiche non anagrafate dal Fisco, e per scoraggiare l'evasione.

Ma su questo blog si preferisce urlare allo scandalo. Urlare alla lotta di classe. Urlare al complotto.

Invece che magari documentarsi un po'.

Con affetto.

Massimo Bazzi 25.11.11 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perdonate la battuta... ma visto che siamo in Grecia, sarà meglio che gli Dei scendano dall'Olimpo !!!

Maurizio Monti 25.11.11 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Semplicemente se me la staccheranno mi attaccherò in qualche altra maniera.

Lorenzo F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.11.11 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Cerchiamo di non fare "terrorismo psicologico" che in questo momento non giova.
La situazione è difficile ma non estrema.
Cerchiamo piùttosto di organizzarci per riuscire ad infilare una ventina di ragazzi del M5S in parlamaento alla prossime elezioni.
Senza offesa ma il tempo delle "chiacchere" è finito.

Alessandro Marenghi 25.11.11 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Inizieremo...prima o poi inizieremo....e quando ci sarà l'assalto sarà qualcuno finirà attaccato per i piedi...!
Ici,Iva,Ticket,Carburanti,alimentari,luce,acqua,gas,tariffe treni,autostrade,ecc....finiremo sul lastrico...!mentre questi continuano a magnà!alla faccia n/s....e si tengono i vitalizzi e benefit vari....continuando a sperperare soldi in armamenti,spedizioni militari,auto blu,finanziamenti all'editoria ecc...

roby f., Livorno Commentatore certificato 25.11.11 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Immagino sia il preludio alla futura situazione italiana? Mentra è appena unscito un libro-inchiesta su vescovi, Vaticano ecc.: "I Senza Dio".
Ma il titolo che accomuna tutto questo minestrone sarebbe, secondo me, "Gli Intoccabili".

Gian A 25.11.11 08:34| 
 |
Rispondi al commento

tutto calcolato e premeditato perciò quello che succede in grecia lo faranno anche qui se non ci mettiamo in testa di non farci inculare!


cioè niente vaselina ma cintura di castità in acciaio temperato!

libero pensiero perciò pazzo 25.11.11 02:46| 
 |
Rispondi al commento

Già intanto sul Titanic l'orchestra continua a suonare...

fabio belletti 24.11.11 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Certo che vedremo questa apocalisse, è con questa immagine che ci stanno minacciando, e anzi già succede anche in Italia.
Li abbiamo ben visti al lavoro per togliere addirittura l'acqua (privatizzata) per bollette non pagate, o buttare la gente in mezzo alla strada per gli sfratti a seguito di aste e pignoramenti di Equitalia. Il mostro famelico è capace con poche abili mosse (aggi, interessi, iscrizioni ipotecarie etc etc) di trasformare un debito fiscale di pochi euro (magari pure contestato con un ricorso) in un multiplo del debito iniziale, tanto alto da diventare insostenibile.
Il lavoro di decine di anni di intere famiglie viene tutto ingurgitato dalle casse erariali in nome della giusta LOTTA ALL'EVASIONE! e tutto per poter pagare i conti dei vitalizi e delle auto blu, o delle guerre e delle mega-opere pubbliche se non delle penali per mancata esecuzione)
Ma i soldi finiranno e visto che anche i ricchi mangiano, andranno a cercare di comperare dai contadini alla borsa nera.
Forse ci sarà qualcuno http://www.beppegrillo.it/2011/11/via_dalle_citta.html che, guardando serenamente il suo campo coltivato con pazienza, dirà che non è rimasto nulla da vendere a chi vorrà fare gli acquisti con la sua bella carta di credito di plastica

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 24.11.11 19:58| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori