Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'Europa ci ha fregato

  • 71


euro_europaa.jpg
"Con l'entrata in Europa e l'avvento dell'Euro ci abbiamo solo rimesso. E non credete a chi ci dice che non potevamo fare altrimenti. L'Europa e l'Euro cosi concepiti cono semplicemente il mezzo per far arricchire economicamente e politicamente chi, tra i paesi dell'"unione", era più forte. A scapito dei paesi più fragili. E' la legge dei vasi di vetro tra i vasi di ferro. Già solo il cambio 1euro 2mila lire (circa) è stata una truffa bella e buona. Mi spiace dirlo, ma faremo semplicemente la fine che fanno i pesci piccoli di fronte a quelli più grandi. Noi siamo "lappere". Germania e (in parte) Francia sono spigole. Poi arriveranno i tonni e le spigole faranno a loro volta la fine del sorcio. Poi anche i tonni verranno divorati perchè l'avidità è una bestia che ha sempre fame, e quando non trova più cibo finisce per sbranare se stessa. Povera Europa, culla di civiltà e diritto. Qui siamo tornati all'età della pietra. Che Dio abbia pietà di noi".
Ghiaccionero

16 Nov 2011, 21:41 | Scrivi | Commenti (71) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 71


Tags: Bce, crisi, Euro, Europa, Germania

Commenti

 

Grillo per favore basta con le cazzate , continui a far perdere voti al movimento, perché a suo tempo il cambio euro -marco era ed è circa 1,999 marchi per 1 € simile a quello della lira , la fregatura semmai è stata quella di fare una moneta simile o più forte del dollaro, l'€ è arrivato a circa 1,5 sul dollaro proprio mentre gli USA stampavano moneta per pagare i loro debiti.adesso siamo 1:1 e siamo veramente fregati.

Dino ., Bolotana Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 21.05.15 14:47| 
 |
Rispondi al commento

L'euro è gestito dai tedeschi il valore è tenuto altissimo perché?
Perché se io esporto alta tecnologie: chimica, meccanica, tecnologica che possiedo solo io, perché devo deprezzare la mia moneta?
Svantaggiando tutti gli altri paesi come l'Italia, Spagna, Irlanda, Grecia, Portogallo che vivono di turismo, moda (e di catene di vestiario scadente) e poco altro.

Le nostre aziende falliscono e/o vengono acquistate da aziende tedesche vedi il caso del centro studio design p. infarina...

C'è un solo paese che si arricchisce alle spalle di tutti, perfino della Francia che pensava di essere socio alla pari dell'europa...

La politica delle quote e dei contributi agricoli, ha fatto il resto per mettere in crisi perfino l'economia di sussistenza.

http://www.tiempolibresite.com/forum/Eurogermania-t6463.html

EuroGermania - DEfault Italia 30.11.11 01:19| 
 |
Rispondi al commento

abbasso l'europa cosi' come ce la hanno imposta dittatorialmente, viva l'Europa come continente e con tutti i suoi Stati ben definiti e sul quale si sono battuti migliai di soldati, viva la cultura che ogni Nazione ha e che rimanga tale e non mescolata perchè arrivata a questa "fusione" assurda. Rispetto per ogni persona di ogni Paese con tutte le sue caratteristiche! non dobbiamo assomigliare e non siamo simili agli Stati Uniti. ABBIAMO UN'ALTRA STORIA... W l'Europa! ( con la E maiscola . poi dite quello che volete, ma a me, e neanche a voi, nessuno a chiesto se la comunità europea la volevo! la cosidero illegale

giovanni luigi COLOMBO, gorizia Commentatore certificato 23.11.11 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Non l'Euro ma la mancanza di regole ci ha condotto nel baratro. Ricordo una importante riforma della disciplina sulla corporate governance societaria del 2001 che ha aperto la strada al leverage by out e al management by out.
E’ successo che degli investitori o dei manager, mettendo solo una minima parte del valore di una società (20-30% del c.d. equity), hanno potuto comprare il controllo totale di queste ultime, indebitando la società acquisita.
Dunque un fondo può spendere 30 e acquistare il controllo di 70, indebitando la società per 70.
Ovviamente i numeri sono una semplificazione, ma questo schema è stato applicato a moltissime società ed ha arricchito nell’ordine, gli azionisti uscenti, i fondi che hanno acquistato 30 per avere 100, le banche che hanno contratto mutui od altro lucrando gli interessi e le provvigioni, le banche d’affari che hanno gestito le operazioni e gli studi legali che fanno private equity.
Ma chi ha pagato? Gran parte delle imprese si sono indebitate non per fare ricerca sviluppo, per allargare il proprio mercato, ma per pagare le operazione di LBO. I manager nominati dai fondi, per far quadrare i conti hanno “ristrutturato” le imprese, ma come, con poca liquidità di cassa? Licenziando, riducendo i costi del personale, rivendendo in basso le stime di crescita etc.
Non ritengo che LBO o MBO non vadano usati, ma vanno impiegati con cura. Spero che il prof. Monti faccia usare con cura tali strumenti di leva finaziaria nella vendita di società pubbliche che effettuano servizi di interesse generale, ciò al fine di evitare che gli utenti possano essere costretti nel futuro a pagare il costo della leva finaziaria, capitalizzandosi subito un qualcosa che i nostri figli dovranno pagare con gli interessi.

luciano v., Roma Commentatore certificato 21.11.11 19:40| 
 |
Rispondi al commento

complimenti Ghiaccionero:
un sublime esempio di banalitá ed ignoranza.
sembra estratto da un film di Alberto Sordi.

ciao ne'.

crazy j. Commentatore certificato 18.11.11 19:36| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe e staff e amici del blog..
EUROPA CI HA FREGATO .......

E UNA RASEGNAZIONE ITALIANA NON SARA UNA GUERRA!!
PURTROPPO!!
ICI RINTRODOTTA DOPO AVER FATTO MILLE SACRIFICI PER COMPRARSI UNA CASA!!
MUTUI DI 30 ANNI PER POI PAGARCI DELLE TASSE!!
I GRANDI PATRIMONI VILLE A 5 STELLE BARCHE YACT TRANSATLANTICI ETC ESSENTASSE!!!
E PENSIONI COI COIFFICENTI RIDOTTI AL 60% DELLE NUOVE GENERAZIONI !! IN PENSIONE A 67 ANNI O 70 ANNI!
CON 40ANNI E PIU DI LAVORO!!
ANZIANETA PENSIONI NON ESISTERANNO PIU!!
TUTTO QUESTO PER SALVARE I PRIVILEGI!!
SONO USCITI ZOMBI E SONO ENTRATI ALTRI ZOMBI AL COMANDO!!
BELIN CHE FINE CHE FAREMO !!!
BEPPE COMINCIA A PARLARE DI QUELLO CHE STA AVENENDO !!
PER CHE UN DEFAULT SAREBBE UNA COSA PIU SENSATA..'''??? CHE VEDERE INTERE GENERAZIONI FRA 30 ANNI E PIU IL NULLA DI NIENTE NON AVENDO PIU NIENTE!!
SALUTI BEPPE ULTIMO DEI DISCEPOLI RIMASTI!!!

mario mario 18.11.11 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo commento riporta solo delle banalità. Non è vero che l'Italia non ha avuto nessun beneficio: si pensi solo a quanto è costato il debito pubblico in questi anni, altrochè il 6 - 7% di ora sul decennale con lo spread in queste condizioni! E poi: ma cosa sarebbero riusciti a fare Berlusconi e gli altri politici se non ci si trovasse in un contesto europeo, euro a parte? Si pensi solo all'impianto normativo sull'antiriciclaggio.. Tremo al pensiero di un ritorno alla lira: un'altro cambio iniquo, svalutazioni, inflazione galoppante.. altrochè poteri forti..

raffaele p. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.11.11 06:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho trovato un avvocato donna con le palle per fare una class action contro
Berlusconi cn richiesta danni per come ha ridotto noi italiani in termini
di immagine e in termini economici. Chi intende aderire mi contatti a :
pmaldera@yahoo.it

Giuseppe Maldera 17.11.11 23:34| 
 |
Rispondi al commento

-------------Riflettete-----------------
C'è relazione tra l'aumento degli spread e il risultato dei referendum acqua e nucleare....
Prima del referendum lo spread era di 185,il 24 giugno raggiunge il primo picco 213..I riesumati al governo ricominciano a parlare del nucleare....L'exministro Romani un un paio di mesi fa aveva messo in discussione il referendum sull'acqua....

Orko Rosso, Castelfranco Veneto Commentatore certificato 17.11.11 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Scusami tanto, Ghiaccionero, ma potresti argomentare un po' meglio le tue affermazioni, per esempio: l'Europa ci ha fregati, perché?; il cambio euro lira a quasi 2 mila lire è una truffa, perché? Mi meraviglia un po' tanto che questo Blog, che mi piace molto, consenta di scrivere post così assurdi, con affermazioni apodittiche, senza lo straccio di una pezza giustificativa. Dai...

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 17.11.11 22:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Besrani in suo discorso diceva ... " se l'italia non entrava nell'euro i nostri soldi ora erano carta straccia " adesso non abbiamo nemmeno la carta . Loro i politici stanno bene hanno accumulato ricchezza , case all'aestero dove scappare come esiliati politici da ricchi..
Vaffanculo a tutta la classe politica che adesso si proclama antipartitocratica dopo che hanno invaso tutti i luoghi di potere e decisione.

MERDEEEEEEEEEEEEE

sabatino 17.11.11 21:53| 
 |
Rispondi al commento

la stupidita' e' un peccato che non merita perdono. perche' Dio dovrebbe avere pieta' di noi?

Alessio Gennari 17.11.11 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Se al momento del entrata in vigore del Euro I CITTADINI FOSSERO STATI CORRETTAMENTE INFORMATI DAI MEDIA E DALLA POLITICA, AVREBBERO DETTO LA LORO E QUASI SICURAMENTE AVREBBERO RIFIUTATO LA MONETA UNICA ALL EPOCA DEI FATTI. Le istituzioni dovevano dire esattamente come era la nostra situazione economica, se l'EURO AVREBBE PORTATO VANTAGGI, QUALI POSSIBILI EFFETTI AVREBBE AVUTO SULL ECONOMIA SUGLI ANNI A VENIRE ECC.Invece la politica ha fatto soltanto propaganda e basta. Ha pensato solo per gli effetti a breve termine che avrebbe provocaro l'EURO MA NON PER GLI EFFETI A LUNGO TERMINE.Chissà, magari l'Europa sapeva già ma ha preferito tacere per voler degli Stati più ricchi. Saremo veramente divorati e con noi tutti gli Stati dell EUROzona. Ci saranno tempi duri per la nostra europa. E sopratutto per noi cittadini di uno Stato sciagurato e martoriato da fuorilegge che legiferano soltanto PER I CAZZACCI LORO. DOBBIAMO SVEGLIARCI E MANDARLI AFFANCULO TUTTI. Se non è già tropoo tardi

Gaspare M. Commentatore certificato 17.11.11 18:14| 
 |
Rispondi al commento

In realtà, un cambio euro/lira a 2000 ci avrebbe fatto comodo riducendo il valore in euro del nostro debito pubblico.

Adriano 17.11.11 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Non l'europa, ma i nostri politici ci hanno fregato

LUIGI S. Commentatore certificato 17.11.11 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Questo intervento non dice nulla, è uno sfogo viscerale basato su scarsissima conoscenza e su molti luoghi comuni. Una perdita di tempo scriverlo, ancor di più leggerlo. Sono stufo, chi ha bisogno di sbraitare senza aver ragionato un attimo prima vada a farlo al bar.

MrTitian 17.11.11 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci ha fregato il nano e tutti quelli che lo hanno votato.

Marco Galdi 17.11.11 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Con le balle non si va da nessuna parte. L'euro con la crisi non c'entra niente. Tant'è vero che colpisce anche paesi che non hanno l'euro come gli USA, danimarca, svezia e gran bretagna (dove le offerte di lavoro sono in calo). Tempo fa falli l'Islanda che oltre a non avere l'euro non fa parte nemmeno della EU. Anche la Germania è in affanno. Il problema è la redistribuzione della ricchezza, negli anni scorsi si sono fatte leggi a favore dei soliti ricchi, che sono diventati più ricchi ed hanno tolto risorse agli altri. Se abbiamo 100 di ricchezza e 90 se la fottono i ricchi agli altri restano le briciole o la fame. Per quanto riguarda il cambio ti ricordo che prima dell'euro c'era una valuta virtuale l'ECU, e verso cui la lira aveva quel valore di cambio.
Se l'Italia era fuori dall'euro avrebbe potuto svalutare la moneta, questo è vero. Ma tale tecnica funziona con la Russia che ha le materie prime, per l'Italia che è costretta ad importarle il vantaggio sarebbe nullo, a meno di non bloccare salari e stipendi dei dipendenti pubblici e privati, che però alla fine non avrebbero nemmeno i soldi per mangiare. Però l'economia decollerebbe, le imprese starebbero meglio e chi se ne fotte se la gente mangia una volta ogni due giorni e sgobba 14 ore al giorno, per mezzo piatto di lenticchie. Comunque dalle cazzate che dici si vede che sei tifoso del nano.

Francesco Corsi 17.11.11 16:32| 
 |
Rispondi al commento

L'Euro serve ai paesi seri.
I paesi seri hanno Governi mediamente seri.
I Governi mediamente seri sono composti da persone oneste.
Gli Italiani votiamo Canaglie od Incapaci... POI CE LA PRENDIAMO CON L'EURO.
I commercianti che nel 2000 hanno convertito 2.000 Lire in 2 Euro sono molto Italiani, pochi stranieri tra di loro e pochissimi i Tedeschi....
Per fortuna abbiamo l'Euro che ci obbliga a fare ciò che dovevamo fare da 20 anni.

Gianluca B., Barcelona - España Commentatore certificato 17.11.11 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Ormai tutti hanno capito che la grande finanza è un soggetto mostruoso, deleterio, rapace, speculativo, che genera enormi guadagni per pochi a scapito di grandi perdite per moltissimi... non tutti sanno invece che anche in ITalia esiste una finanza etica che opera con metodi e per obiettivi totalmente opposti, per supportare l'economia concreta, e a cui hanno aderito già 35 mila italiani, ed è lo strumento con cui ripartire, informatevi anche voi... http://giannigirotto.wordpress.com/finanza-etica/

Pietro Pattini Commentatore certificato 17.11.11 15:34| 
 |
Rispondi al commento

L'euro va abolito punto e basta!così com'è non può stare in piedi, poichè alle spalle non ha nessuna garanzia patrimoniale.
Ecco perchè la BCE non ha voluto stampare altra moneta..o emettere eurobond!stampare moneta e inondare il mercato senza riferimenti patrimoniali riconusciuti e garantiti da tutti gli stati membri, equivarrebbe a firmare assegni in bianco...
Se poi vogliamo tenere l'euro allora biosgna avere un unico governo europeo, altre strade non ce ne sono!

roby f., Livorno Commentatore certificato 17.11.11 15:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per tutti quelli che pensano che un governo debba vigilare sui prezzi il consiglio è di trasferirisi subito in una società tipo comunista o fascista , altrimenti prima di parlare andare in giro a controllare. In germania ai tempi della lira super svalutata era piu economico mangiare e dormire e comprare ( naturalmente in zone equivalenti )
Il germania fine anni '80 la gente andava a lavorare con gli stivali di gomma per nn rovinare le scarpe . A noi dicevano di consumare per incrementare il pil . quando l'€ è entrato da noi abbiamo continuato a comprare e sprecare , bastava nn farlo e i prezzi si abbassavano come si stanno abbassando adesso . il succo è che non bisogna sprecare o cadi nella rete , è l'unica difesa che ha il consumatore , il resto sono idiozie per allontanare le prprie responsabilità

tino p. Commentatore certificato 17.11.11 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A GHIACCIONè, te dedico un vecchio commento:
(ti calza a pennello)

il votante di Scilviuzzo:


1. Lavoratore dipendente-precario con paga inferiore a 1000 Euro/mese e disoccupati che si arrangiano.

2. Elevata predisposizione a essere inchiappettato da banche, maghi e venditori telefonici o porta-a-porta; non potrebbe essere diversamente, se credono a un ex venditore di aspirapolveri. E' quello che il marketing chiama "target sviluppabile" (trad. "inchiappettabile").

3. La sua (inutile) esistenza si fonda sul piccolo imbroglio, sulle piccole evasioni, sul fregare quanto più possibile il prossimo; se è un
pubblico dipendente è un fannullone e fare il lecchino e la spia per il capoufficio sono motivi di grande orgoglio personale.

4. Il suo appoggio a Berlusconi è per lui espressione di senso di appartenenza (sebbene virtuale) a una classe ricca e agiata che
(ovviamente) vota per definizione Berlusconi; l'unico modo per sentirsi ricco, per tifare ricco, perché la televisione gli ha fatto capire che apparire (ricchi) è un dovere, uno status-symbol che puoi anche comprare senza avere un soldo.

5. Dal punto precedente, scaturisce un elevato indebitamento con società di credito al consumo. Non ammette che i suoi figli, non possano non permettersi quello che può invece permettersi il figlio dell'imprenditore. Se non arriva a fine mese la colpa è sempre di Prodi che non ha cambiato l'euro a 1000 Lire non delle sue scellerate politiche economiche familiari.

6. Per lui denigrare tutto ciò che è cultura e onestà è uno stile di vita così come tifare per tutto ciò che sia ricchezza facile.
Lo fa sopratutto al bar, dove non manca di dire "Prodi era un morto di fame e poi vi rendete conto di quante femmene c'ha Berlusconi?"
In questo modo lui è alla moda, si sente alla moda e sente di essere un appartenente della casta dei ricchi: "io sto con i ricchi che votano
Berlusconi, non con i morti di fame"....come me...

ah ah ah !!!

LENIN il saggio (il verde appeso), Roma Commentatore certificato 17.11.11 15:20| 
 |
Rispondi al commento

COMMENTO INECCEPIBILE E PERFETTO !

marco faggioni 17.11.11 14:58| 
 |
Rispondi al commento

C'e una piccola imprecisione. La Francia più che una spigola sembra essere una triglia...

Maurizio verduci 17.11.11 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che certe panzane "Berlusconiane" tipo quella di che ce l'ho più duro sul tasso di cambio on solo portino la discussione e il focus su falsi obiettivi, ma siano del tutto sbagliati dal punto di vista valutario, matematico e storico. Uno studente del secondo anno di economia sarebbe in grado facilemnte di confutare la tesi del sig.Ghiaccionero, che inviterei a studiare invece di postare simili baggianate.
Ma chi vigila su questi post considerati "pubblicabili" nella Home del blog?

Gp B., To Commentatore certificato 17.11.11 14:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

toh...e io che credevo che la colpa fosse dell'impunità di una intera classe politica che ha governato fottendo il paese intero in barba al giuramento prestato.......aghiccionero!!!mavacagher!!!!!

tina ghigliot 17.11.11 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Rapporto della Citibank sulla plutonomia (in inglese). Scaricate e condividete, è importante:

http://www.lust-for-life.org/Lust-For-Life/CitigroupImbalances_October2009/CitigroupImbalances_October2009.pdf

ermanno romano 17.11.11 13:13| 
 |
Rispondi al commento

MA CHE PANZANE RACCONTATE!!
Perchè l'euro vale 1936,27 lire e perchè non credere alle BALLE che ci racconta il capo del governo.

L'Italia nel 1996 prese come valuta di riferimento per RIENTRARE nello SME, il MARCO TEDESCO, che valeva in quel periodo 950-970 lire. Ricordiamo che l'uscita avvenuta dell'Italia dallo SME è avvenuta nel 1992 per crisi economica nazionale e svalutazione della lira (con successiva inflazione al 5% e meno potere d'acquisto)

Nel 1998 ESISTE l'ECU, moneta virtuale comunitaria che è composta dalla media ponderata del corso forzoso delle valute di tutte le nazioni della CEE (e successivamente dei 12 paesi UE) , QUINDI ANCHE DELL'ITALIA .
IL cambio ECU:EURO è stato fissato a 1:1 ossia 1 EURO = 1.95583 MARCHI ed, essendo la lira agganciata al tasso del MARCO TEDESCO come tutte le nazioni europee, ossia 1 MARCO = 989,99 LIRE , abbiamo per la formulina 1.95583 x 989.99 = 1936.27

Se considerassimo il rapporto Euro ed il franco francese, che vale 6,55957 e lo moltiplicassimo per l'ultimo cambio franco\lira ossia 295,cc avremmo il valore di 1936,27 lire.
Anche per la peseta spagnola il discorso è lo stesso:
Euro\Peseta = 166,386
Peseta\Lira = 11,64
166,386*11,64=1936.27

Oppure...
Euro\Franco francese= 6,56
Marco Tedesco\franco francese = 3.354
Euro\marco tedesco = 1.95583
avremo magicamente il seguente cambio:
3.354*1.95583 =...... 6.56 ossia 1936.27!!

E' quindi un'ipotesi assurda pensare ad un rapporto EURO\LIRA a 1500 perchè il cambio MARCO\LIRA non era 766,cc, ma 989,cc .

Che poi berlusconi non abbia attuato un sistema di controllo è tutto un altro paio di maniche.
Se 1 euro è uguale a 2000 lire lo dobbiamo al lattaio ladro sotto casa e al governo che non ha controllato.

Nella rete parla un sacco di gente ignorante. occhio!!!

franz pirming 17.11.11 12:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'euro secondo me a messo in luce tutti i problemi dell'Italia senza i quali Euro o non Euro saremmo stati un grande Paese!! E' L'ITALIANO E IL SUO MODO DI PENSARE IL VERO PROBLEMA

marco e Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.11.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento

l'unico problema è che noi siamo degli imbecilli.

se tornasse la lira, ci accorgeremmo tutto in un botto di come costa tutto uno sproposito, ma badate bene non è colpa di questi ultimi anni, bensi' colpa di furboni che sapientemente hanno sfruttato lo stato psicologico del cambio virtuale 1 euro = 1000 lire.

ma per questo bastava usare il cervello e fare 2 conti.

voglio vedere quanti andando a prendere oggi il caffe con il cornetto direbbero "cosa? 5000 lire?"
pero' 2,5€ li pagano tranquillamente senza battere ciglio.

un litro di benzina schizzerebbe a 3200 lire, un pacchetto di sigarette 10.000 lire, un kq di arance 3000 lire e potrei andare avanti per ore.


Ma si sa il cervello gli italiani lo usano solo per poche cose....ma nessuna di queste è la matematica.

ivan m. Commentatore certificato 17.11.11 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono d'accordo proprio per nulla. Questi sono precisamente i discorsi di Berlusconi.

Il cambio euro/lira non era certo materia di contrattazione! Ma era stabilito sui tassi di cambio dell'epoca.

Mah! Possibile che il blog di Grillo ospiti questi articoli??

Ciro di Marzo 17.11.11 10:58| 
 |
Rispondi al commento

al di la del cambio ciò che non mi è chiaro è cosa è successo nella "filiera": se i prezzi delle materie prime sono rimasti, in termini reali, uguali se non inferiori al livello che avevano prima dell'EURO ma i prezzi dei prodotti finali al consumo sono praticamente raddoppiati cosa è successo nel processo di "trasformazione" industriale? dove si annida il ricarico? in quale tratto della filiera si è verificata la truffa? dalla materia prima al prodotto finale c'è troppa intermediazione... se ogni in passaggio "non visibile" l'intermediario incrementa il proprio margine del 10% inevitabilmente questi ricarichi, sommati, si scaricheranno sul prezzo finale, e tanto maggiore è il numero delle intermediazioni tanto maggiore è il ricarico complessivo finale. Questa sarebbe stata la cosa sulla quale porre maggiormente attenzione. Ormai il prezzo dell'intermediazione è cristallizzato e temo ci sia veramente poco da fare... La ricchezza è stata redistribuita e nulla è stato (probabilmente volontariamente) fatto per evitare che ciò avvenisse.

Michele C. 17.11.11 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Ormai siamo al chiacchiericcio da bar. Tutti sanno tutto. Tutti esperti di economia, di politica monetaria, ditecnologie, di impatto ambientale. Fino a ieri "spread" lo dicevamo solo alla tipa straniera che ci trombavamo a Ibiza. Oggi siamo esperti di spread finanziari. Esprimiamo giudizi su argomenti complicatissimi parlandone come se stessimo commentando l'ultimo gol di Balotelli. Affermazioni ingiustificate, spigole e tonni appunto. Mai qualcuno che ammettesse la verità e cioè che su queste cose non ne sa nulla e non può esprimere un parere perché non è in condizione di farlo senza dover affermare delle banalità. È come quando c'è la coppa america e senti tutti dire frasi tipo: "eh se navighi di borina puoi cazzare sotto boa col tangone chiuso" che non significa nulla e detto da gente il cui massimo rapporto con una barca l'ha avuto con un traghetto per Ponza. Un bagno di umiltà signori. le competenze non si trovano per terra ed essere contro i poteri forti non implica il negare ogni forma di competenza.
Studiate un po' prima di scrivere queste baggianate.

FRANCESCO C., ROMA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.11.11 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON CONCORDO, entrare in Europa con l'Euro non ci ha penalizzato, ma se fossimo stati "governati" da persone valide e oneste (A PAROLE, GLI ITALIANI SONO I MIGLIORI DEL MONDO, MA NEI FATTI NON SIAMO NESSUNO) le cose sarebbero andate molto diversamente. Se avessimo difeso i ns. prodotti come la Germania e gli altri Paesi oggi saremmo noi la locomotiva e non i tedeschi. Anche nel cambio, se TUTTI I COMMERCIANTI (forse pilotati dalle associazioni di categoria) NON AVESSO RADDOPPIATO I PREZZI, il Paese non si sarebbe indebitato per mantenere lo stesso tenore di vita. UN ESEMPIO ? Andate a mangiare all'Ikea e vedrete che potrete mangiare a prezzi veramente onesti (quelli che avrebbero dovuto applicare tutti) EVIDENTEMENTE, CHI HA STABILITO I PREZZI NON ERA DI CULTURA ITALIANA. I primi responsabili siamo proprio noi italiani perchè convinti di essere più furbi di tutti ci accontentiamo di essere gestiti da idioti e disonesti, tanto poi per i ns. interessi ci pensiamo noi. PER CAMBIARE VERAMENTE, DOBBIAMO INIZIARE DAGLI ASILI NIDO AD EDUCARE I NS. FUTURI CITTADINI A GESTIRE E VIVERE PIU' ONESTAMENTE.

Mario P., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.11.11 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Non è stato l'ingresso nell'euro a fregarci, sono stati i politici che hanno permesso che si entrasse nell'euro senza vincolare questa entrata al pareggio del bilancio e alla riduzione del debito. Questo è stato il vero crimine perpetrato dalla "nostra" classe dirigente, destra e sinistra in combutta.

r t 17.11.11 10:42| 
 |
Rispondi al commento

dio nn esiste ..

joe caruso 17.11.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento

L'euro ci ha modernizzati sul piano economico perché con la lira avremmo avuto enormi fughe di capitali e una economia para-statale stile Germania Est, dipendente dalle svalutazioni di governo e banca d'Italia. L'Europa ha purtroppo mancato l'obiettivo di renderci mittel-europa nei servizi e nell'applicazione delle leggi. Veniamo da 20 anni di politiche isolazioniste e finto-liberiste, pilotate dalla mafia e da imprenditori-monopolisti. Questo è il motivo per cui esiste lo spread e i capitali non fluiscono più nel nostro Paese. Tu che scrivi non capisci che i soldi sono solo dei pagherò stampati su carta e ciò che conta è la loro capacità di fluire creando lavoro, beni e benessere. In Italia troppi soggetti ostacolano i flussi, senza utilità sociale, autorità o dare nulla in cambio. Rimuovendo le barriere diverremo Europa e il nostro debito in Bot e CCT (senza più il prezzo del rischio e con interessi pari all'espansione economica) sarà semplicemente una parte della liquidità che serve ai meccanimi dell'economia europea.

Peter Amico 17.11.11 09:28| 
 |
Rispondi al commento

A tutti i "locchi" che continuano a parlare di efficacia dell'euro!
L'euro avrebbe una sua ragione di esistere se la redistribuzione della moneta avviene non dietro ad un singolo valore di cambio, ma da un unico controvalore di riferimento fisso per ogni singolo stato membro.
Per far questo occorre avere un unico governo sovrano che stampi moneta,gestisca l'economia,la fiscalità diffusa,e un tesoro.
Attraverso la Sovranità Monetaria si attivano politiche "erga omenes"economiche,fiscali,welfare,ecc..cosa che oggi non abbiamo.
Ogni Stato si muove come se avesse un proprio conto corrente,strapando assegni....poi ricorre all'emissione di cambiali o altri titoli di pagherò,a debito,senza le dovute garanzie patrimoniali.
Ma peggio ancora emette questi titoli in moneta unica implica che in caso di crack si svaluti non solo la moneta ma tutti i titoli di credito che fanno riferimento a quella moneta.
In pratica diventano carta straccia..ed è quello che sta accadendo oggi.
Non solo la svalutazione comporta un maggiore corrispondenza d'interessi,(maggior rischi maggiore compensazione).
Prima con la Lira agivamo di concerto tra economia,garanzia in oro agendo sulla svalutazione e l'autonomia economica ci garantiva interventi di sostegno all'economia, cosa che ora con questo euro e questa europa non è possibile fare!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 17.11.11 09:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono completamente d'accordo, l'italiano ha continuato e continua a pensare in lire errore madornale. Se molti avessero fatto diligentemente i compiti sin dall'inizio ora avrebbero meno problemi, non sono riusciti a dividere con esattezza lo stipendio a seconda delle spese vive per poi sapere quanto rimaneva per le spese private. Ad ogni modo dare la colpa solo al cambio della lira in euro non lo trovo giusto, bisognerebbe anche fare la critica a se stessi.Ho nostalgia del passato,ma non tornerei indietro.Gaspare dalla Germania

Gaspare M., Ketsch - Germania - Commentatore certificato 17.11.11 07:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E vero ma tutto si puo cambiare. questo cambiamento puo venire solo dal basso e in maniera violenta come sempre nella storia ma viviamo troppo bene per pensare a una ribellione per cui chicchieriamo pure avanti

mario menegoni 17.11.11 06:36| 
 |
Rispondi al commento

Chissa quando verrà un giorno in cui anche le Forze dell'Ordine capiranno e combatteranno il nemico comune e lotteranno per liberare l'Italia dalla tirannia di una intera classe politica corrotta, dalle lobby, dalla mafia,chissa quando!!!.
La Salerno-Reggio Calabria da quarant'anni è un cantiere a cielo aperto eppure la classe politica allo sbando vuole costruire una opera faraonica tanto contestata.
Ma perchè non permettete un referendum per lasciare al popolo sovrano la decisione di fare questo tunnel?
Purtroppo questi uomini, questi militari, sono legati da un giuramento, quello di difendere lo Stato. Ma quando si accorgeranno che l'ordine è sbagliato e che è stato dato solo per biechi disegni di potere allora forse non obbediranno e sorgerà una nuova Italia, fedele alla sua costituzione.

marcomariarossi@yahoo.it 17.11.11 01:23| 
 |
Rispondi al commento

noi ci siamo fregati da soli quando siamo entrati nel mec tanti anni fà come paese industriale senza avere nessuna materia prima ma solo forza lavoro,germania e francia entrarono come paesi agricoli, e così se vuoi lavorare il ferro tedesco ti sorbisci pure il latte made in germany.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 17.11.11 00:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tema
Titolo:

L'automobile è stata l'invenzione più disastrosa dell'intera storia dell'uomo, più dell'energia nucleare?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.11.11 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Infondo tutto procede come da commento.
Che noia...

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.11.11 23:56| 
 |
Rispondi al commento

@Ghiaccionero

Bel commento che condivido peró solo in parte.

É vero che per noi il cambio 1 Euro cca 2.000 lire é stato penalizzante,

ma ti posso garantire dopo aver girato mezza Europa tra i paesi entrati da subito nelľEuro e quelli entrati solo recentemente che questo é anche in parte diventato un luogo comune.

Basti pensare che la Germania ha dovuto farsi carico di riassorbirsi la ex DDR economicamente a livello degli standard di un qualunque altro paese delľest europeo e portarla sugli standard economici suoi solo a fine anni 80 e un decennio dopo é entrata nelľeuro col cambio a cca 1 euro cca 2 marchi.

É anche o soprattutto una questione di cutura sociale,

sebbene anche loro hanno fatto i conti coi loro scandalucci e relative dimissioni,

scuse e risarcimento del maltolto alle casse dello stato,

seguente agogna mediatica e scomparsa dalla vita pubblica del paese di ex-illustri personaggi.

Per il resto,

ribadisco,

condivido il tuo post in pieno.

Saluti

Donato.

Donato S., Vienna Commentatore certificato 16.11.11 23:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le frontiere servono proprio come scudo per evitare che il pesce piccolo venga sbranato dal pesce grosso tanto e vero che il mondo è nato senza frontiere e poi piano piano nel corso di migliaia di anni quelcuno ha cominciato a istituirle.....

Poi tutto di un tratto qualcuno ha deciso che per migliaia e migliaia di anni quelli prima di noi eran dei fessi e che le frontiere andavano tolte.....

..... adesso siamo qui che ancora non riusciamo a capire se aveva ragione questo o quelli prima e ci stiamo a dare dei comunisti e dei fascisti a vicenda.........

..... la stupidità umana non ha limiti!

libero pensiero perciò pazzo 16.11.11 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco ill solito commento all'italiana.
E' questo che mi fa incazzare del nostro paese: e' sempre colpa degli altri!
10 anni fa l'entrata in Europa era vista come una Salvezza, per costringere l'Italia e varare un piano di politiche efficai e perseguirle.
Oggi dopo 10 anni, di chi e' la colpa? Dell'Euro!!!
Non ci rendiamo conto che la colpa e' NOSTRA! Con o senza l'Euro siamo un paese perdente perche' governato da politici che non sono altro che lo specchio degli italiani, per i quali e' sempre colpa del vicino, e che non sanno rimboccarsi le maniche per guarire dai problemi cronici che ci portiamo avnati da decenni.


Chi ha scritto questo commento è proprio un cattolico bigotto con punte di fascismo ed ignoranza economica, ma quest'ultima è una costante su questa sottospecie di sito...

Economista Libero 16.11.11 21:52| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori