Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Se la Germania diventa un Pig


Angela_Merkel.jpg
Il Bund, l'ultimo muro dell'euro, sta mostrando qualche cedimento. I mercati asiatici, spaventati dal caos finanziario europeo, iniziano a investire in altri titoli, come quelli emessi dal Tesoro americano e abbandonano i titoli tedeschi. Il rapporto Pil/debito della Germania è arrivato all'82%, le sue banche non godono da tempo di buona salute e la sua crescita sta rallentando. Se anche la Germania diventa un Pig, come sembra destinata a diventare la Francia, il valore dell'euro diminuirà rapidamente a favore di altre monete. Sterlina, dollaro e forse renminby diventeranno bene rifugio. E' uno scenario probabile, nel quale l'Europa attirerà meno investimenti. Pigs comuni mezzo gaudio.

19 Nov 2011, 21:06 | Scrivi | Commenti (42) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

ma basta con sti bund! sono i tedeschi i maggiormente esposti c... loro! abbandoniamo la barca prima che affondi sveglia!

alessandro bardi 23.11.11 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Lo Spread BTP-BUND si allarga. Non solo i BTP anche i buoni spagnoli, portoghesi e dei greci meglio non parlarne. Ora cominciano ad andare sotto attacco quelli francesi.
I Paesi dell'Europa, uno alla volta, saranno attaccati. Per ultima sarà attaccata la Germmania che, rimasta sola, non si potrà difendere.
A chi giova? Agli USA che un Euro forte gli farebbe perdere la leadership mondiale.
L'attacco all'Euro è fatto dagli USA. Hanno cominciato col venderci titoli tossici ed ora stanno completando il lavoro.
Passera, che è tanto bravo, come mai ha riempito la sua banca di titoli tossici?
Era a corto di mezzi per informarsi prima di comperarli?

giorgio peruffo Commentatore certificato 21.11.11 18:54| 
 |
Rispondi al commento

La Spagna ha cambiato padrone..ehhh...!questo dimostra quanto la gente sia stupida!...
Tutti hanno in testa che senza l'euro e l'europa si muore,un colossale lavaggio del "cervello"....in realta germania e francia ci tengono al guinzaglio con l'ipervalutazione dell'euro che favorisce le lor esportazioni.
Se proviamo a rialzare la testa...ci tirano per il collo con il debito...svendendo i nostri titoli per costrigerci al riordino della spesa pubblica.
Con questa leva finanziaria ci costringo a politiche di ipertassazione per far fronte al pagamento degli interessi,deprimendo così l'economia reale.
Ci stanno abbattendo...a colpi di scure...Molti Italiani hanno capito la musica e i grandi mandragoloni, non volevano che l'italia andasse alle elezioni...perchè il referendum aveva lanciato un messaggio chiaro!.
Il governo monti puzza già di bruciato...oggi la borsa perde il 3% e gli spreed sono insostenibili..!
Ci voleva un governo di emergenza, ma come dico io!..che avesse il coraggio di dire: il debito non lo paghiamo!

roby f., Livorno Commentatore certificato 21.11.11 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma vi rendete conto che ci picchiano con un bastone......
e siamo contenti perchè usano un bastone un poco piu piccolo di quel che ci avevano prospettato ?
CI STANNO SCHIAVIZZANDO E SIAMO CONTENTI .
vi sieta mai spiegati perchè alcune nazioni europee che stavono bene ed il popolo era felice come italia spagna grecia ora francia e poi germania sono costretti a soffrire privazioni e riduzioni dei diritti e dover cedere beni concreti per solo pagare gli interessi senza estinguere il debito e che tra qualche anno sarà come prima......... ?
ed invece nazioni che non possiedono la ricchezza e il potenziale industriale dei sopra citati, vengono lasciate in pace dalla crisi e dal debito? perchè la polonia, la ungheria, repubblica ceca, + altri, + inghilterra e svezia NON SONO A RISCHIO FALLIMENTO ?
anche loro sono in comunità europea, ma cosa hanno loro che noi non abbiamo ???
indizi per la risposta:
una sola cosa che tiene lontano gli speculatori,
l'antispeculatore per eccellenza,
uno spaventaspeculatori impagliato e al centro del loro campo del grano.

palmi p., palmi Commentatore certificato 21.11.11 06:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PRIMA LO CENSURANO E POI LO CERCANO III°

non si riesce ad inserire la terza parte , mi hanno già bannato , ma la email inviata dalla casa di gtillo la trovate sul sito di paolo barnard

palmi p., palmi Commentatore certificato 21.11.11 06:22| 
 |
Rispondi al commento

PRIMA LO CENSURANO E POI LO CERCANO I°
Io sono Paolo Barnard.

Io sono Paolo Barnard, e mi trovo dove mi trovo perché non sono come gli altri.

Sono anni che vivo nell’isolamento, perché fra me e le parrocchiette, fra me e i parrocchiani, corre la stessa affinità che corre fra uno stomaco e un litro di varecchina. Questo, i miei sempre più inutili lettori devono capirlo, e piantarla di scrivermi, come prima cosa, ma soprattutto di scrivermi “ma perché lei e Chiesa e Fini e Grillo e Messora non unite le forze?”. SEGUE

palmi p., palmi Commentatore certificato 21.11.11 06:11| 
 |
Rispondi al commento

PRIMA LO CENSURANO E POI LO CERCANO II°
Sono tutti parrocchie e parrocchiani, Messora che fa il blogger antagonista e che poi dice a Oscar Giannino “Oscar!! Io ti stimo, ma…” e lo dice i diretta Tv, dove nel mezzo del più orrendo colpo di Stato della storia Italiana parla a Vinci di strane coincidenze… non di colpo di Stato che sarà sangue per milioni di noi, perché se no col cazzo che poi lo re-invitano, e lui in Tv ci vuole stare, e la Madonna! come ci vuole stare (oltre a leggere in diretta il mio lavoro come fosse sua ricerca, con la faccia di tolla di farlo di fianco a me (sic) e senza dire che è mia fatica). Chiesa, di cui ho detto cose buone e che confermo, guida non una parrocchietta, una parrocchiona, di gente che mi scrive in privato in questi giorni per dirmi “Quello che lei ha scritto di Giulietto è sacrosanto, e noi in Alternativa ci disperiamo per ciò…”, poi però misteriosamente il mio Così no, però, Giulietto non compare su nessuno dei loro siti, che di solito o spesso mi pubblicano. Fini ha venduto il deretano a Travaglio anni fa, pur di non essere sospinto dove sto io, e questo fa pietà. Su Fini non spendo un’altra sillaba. Grillo… Ohhhhh! Beppe. Per anni, dopo che di persona mi silurò per averlo criticato a una cena comune, dopo che per anni anche solo la menzione del mio nome sul suo sito causava la cancellazione immediata del post per via del mio attacco alla sua amica Gabanelli (arrivammo persino a scoprire che era un software che operava la censura, dato che provammo diverse volte, e in sequenze serrate, a scrivere cose come “Otto pizze, la sera non apre il carburatore dello zio di un panno turco Barnard se mangi pesce stampare l’interruttore” e il post scompariva all’istante solo perché la parola chiave “Barnard“ era nella frase non-senso), dopo questo, dicevo, ora che gli servirei, a sto parrocchiano da due soldi, ecco, leggete: SEGUE

palmi p., palmi Commentatore certificato 21.11.11 06:11| 
 |
Rispondi al commento

A proposito, chi mi spiega come un'economia finta a prodotto debiti reali?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.11 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Per via del mio stato economico, possono andare a fare il culo tutti, ma proprio tutti.
Domani mattina potrebbero sparire con un colpo di bacchetta e nessuno si accorgerebbe di nulla, anche i debiti sparirebbero, proprio perché finti come l'economia odierna.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.11 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Commento il falso purista e pedante Carletti, che confonde i tempi verbali ma soprattutto non ha capiuto un c...del post.
E aggiungo che in fondo il titolo "se la Germania diventa un pig" é sicuramente un giocoso eufemismo, poiché non si tratta né di possibilitá eventuali da congiuntivo né di sicurezze da indicativo, ma di una presa d'atto, espressa come cosa in divenire ma per suggerire che è cosa già avvenuta: e chiunque capisca un pochino di economia può facilmente verificare.
Se l'Italia e la Grecia non pagassero i debiti con le banche tedesche, la Germania sarebbe in default immediato ed irreversibile.
Ecco perché quando la Merkel parla di "difendere l'euro per salvare l'Europa" in realtá ha in mente una sola cosa: salvare le banche tedesche
(che le finanzieranno la campagna elettorale) e con esse un pochino lo sviluppo economico fino alle prossime elezioni (che comunque perderà sicuramente).

Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 20.11.11 19:04| 
 |
Rispondi al commento

L'Europa attirerà meno investimenti? Ma chi se ne frega! Basta essere ostaggi di questi fantomatici investitori senza volto, che fanno girare montagne di soldi per il mondo a velocità folle, che sono i veri padroni del mercato e delle nostre vite. Compriamoceli noi cittadini europei i titoli di stato UE, a condizione che si creino i presupposti per una vera crescita economica: puntare su ricerca e innovazione anzitutto, poi far tornare la produzione di beni in Europa con una bella politica protezionistica che colpisca con dazi all'importazione quelle aziende europee che se ne sono andate a produrre in Cina, mandando sul lastrico centinaia di migliaia di lavoratori. E gli Stati dovrebbero tornare ad avere un ruolo di controllo sui mercati finanziari, visto che della libertà di mercato e di circolazione dei capitali si é un pò troppo abusato negli ultimi anni.

Andrea N. 20.11.11 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Se l'Euro scende, diminuiscono gli investimenti da parte di terzi, ma aumentano le esportazioni ed il lavoro, riducendo la disoccupazione.
Molte volte in passato, l'Italia per uscire da gravi crisi finanziarie, aveva svalutato la Lira, ridando ossigeno all'economia.
Succederà tutto in scala più vasta, alla faccia della Cina che tiene basso il valore della sua moneta, per tenere alto il livello dell'esportazione.

paolo viglietti 20.11.11 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un vecchio detto dice "se mio nonno aveva le ruote era un carretto".

Il fatto che gli investitori asiatici stiano o possano investire in buoni del tesoro non emessi in Euro non ha necessariamente a che fare con l'affidabilità dei buoni del tesoro tedeschi.

Va invece interpretato come un segnale che invece, probabilmente, a breve il valore dell'Euro potrebbe abbassarsi e potrebbe restare basso per parecchio tempo.

Questo ovviamente andrebbe a danno di quei paesi non dell'area Euro i quali in prospettiva comprando dei buoni del tesoro in Euro, ci andrebbero a perdere in valuta al momento della loro vendita.

Per i paesi invece che con l'Euro ci mangiano tutti i giorni le cose sono diverse a seconda che la propria bilancia commerciale con l'estero sia positiva o negativa.

Per quei paesi che importano di piu' di quanto esportano (come l'Italia), sarà certamente da principio un danno perchè pagheranno di piu' le importazioni ed incasseranno di meno dalle esportazioni. Tuttavia potrebbero essere agevolati di piu' perchè riconquisterebbero competitività sui mercati internazionali. Dico potrebbero perchè per l'appunto paesi come l'Italia non hanno più questa capacità di competere e non l'avranno per decenni (pioverà sul bagnato per gli Italiani).

Al contrario paesi come la Germania che esportano di piu' di quanto importano (e che sia chiaro la Germania fino all'anno scorso era il paese che al mondo esportava più di tutti, non in percentuale, in valore assoluto; quest'anno poi superata solo dalla Cina) daccordo pagheranno un po' di piu' le importazioni per lo più di energia (da cui il massiccio investimento in fonti rinnovabili) ma il loro export tornerà a volare grazie proprio al deprezzamento dell'Euro magari proprio in favore del Renminbi (la valuta cinese) verso i cui mercati per inciso, i tedeschi gli stanno vendendo dall'acqua al sale (per usare un altro detto).

Infine direi che è da immaturi prendersela con gli altri per i propri errori.

Buona serata.

Dario Contarino 20.11.11 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho trovato un avvocato donna con le palle per fare una class action contro
Berlusconi cn richiesta danni per come ha ridotto noi italiani in termini
di immagine e in termini economici. Chi intende aderire mi contatti a :
pmaldera@yahoo.it

Giuseppe Maldera 20.11.11 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Germania sarà presto ad un bivio: far saltare l'euro o rivedere i trattati che vietano alla Bce di stampare. Gli Usa restano a galla semplicemente perchè hanno un apparato militare che funziona e una banca centrale, la Fed, che oltre ad essere (per ora) indipendente dalla politica, può permettersi di stampare moneta e di adottare politiche appropriate ad un paese, che, a differenza della UE, è unito e omogeneo. Ha inoltre una storia ultracentenaria che gli consente anche di imparare dal passato. Storia che la neonata UE non ha. Inoltre la UE ha fra le sue fila un paese in cui ancora oggi la Mafia la fa da padrone, un paese inqualificabile che nel 2013 tornerà alle urne per scegliere se votare pdl o pd. L'italia può solo inginocchiarsi e sperare che i Tedeschi facciano la scelta giusta (per noi) e continuino a credere nell'euro, perchè se così non sarà, quelli che pagheranno il conto salato non saranno certo loro.

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.11.11 14:50| 
 |
Rispondi al commento

imparate almeno il nome della moneta cinese

vittorio brun 20.11.11 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace, ma io credo che ci salveremo o quando il popolo italiano capirà che non bisogna più votare per i partiti attualmente in parlamento ma per il M5Stelle (almeno fino a quando si propone quello che ha in programma) o se diventeremo un protettorato tedesco. Bisogna vedere quale evento arriva primo e, purtroppo, non credo che per ora sia il M5Stelle favorito!

Chiara Mente Commentatore certificato 20.11.11 12:33| 
 |
Rispondi al commento

guardatela bene in faccia non ha le sembianze dello struzzo australiano?

Acul utopiA Commentatore certificato 20.11.11 11:53| 
 |
Rispondi al commento

il PIL crucco al 82?
forse anche più alto se consideriamo questo.....
http://www.rischiocalcolato.it/2011/10/i-trucchi-dei-crucchi-il-vero-debito-pubblico-tedesco-e-il-97-altro-che-80.html.
non che voglia prendermi dei meriti particolari ma con questa è forse la 4° volta che lo posto e passato tranquillamente in cavalleria.(tranne Lenin che dopo la lettura ha scritto un commento)
Il particolare affascinante del post è che il gioco va avanti da anni!!!E nessuno sembra prenderne atto.......quando saranno i mercati a farlo allora si piangerà....!!??? Ed immancabilmente cominceranno le solite polemiche ed i soliti piagnistei.
Forse la fine dell'euro nn è poi così lontana se veramente le cose stanno così come descritte.
Auguri a tutti...ne abbiamo veramente bisogno...

il becchino 20.11.11 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Cancelliera chi Bund ferisce di Bund perisce.....appena i cinesi passeranno ad incassare i soldi investiti in titoli di stato europei TANTI SALUTI ALL'EURO !!

LIVIO M., VITTORIA Commentatore certificato 20.11.11 11:18| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA MOBILITARSI NELLE PIAZZE, SULLE STRADE, SUI LUOGHI DI LAVORO CONTRO IL GOVERNO MONTI CHE RAPPRESENTA SOLO GLI INTERESSI DELL'1 PER CENTO DEL POPOLO ITALIANO.
NOI SIAMO INVECE IL 99 PER CENTO.

angela s. 20.11.11 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ma arriviamo al punto, perchè questo accanimento? forse questi capi di governo vengono pagati e gestiti dai fanatci gruppi privati? o forse il voler forzare i tempi o meglio inventarsene dei nuovi, il voler mischiare diversità producendo isolamento individuale, oltrepassare i confini umani, culturali e territoriali a qualsiasi costo e aver permesso di giocare d'azzardo sulla schiena della miseria popolare, ha generato il caos socio-economico.
L'economia della natura è merda fertile, la finanza e la sua moneta europea è merda secca.

Acul utopiA Commentatore certificato 20.11.11 09:19| 
 |
Rispondi al commento

oh, che bello, cosi' imparano.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 20.11.11 09:19| 
 |
Rispondi al commento

non sono d'accordo, il vero pig si chiama US, la crisi e' iniziata da loro e la' finira'.. vedrete nei prossimi mesi , ci saranno cambiamenti epocali , fallimenti di grandissime banche e l'intero sistema finanziario mondiale sara' messo a dura prova, tutto comincera' quando verra' abbassato nuovamente il rating

stampatevi questo messaggio

giuseppe torquemada, bolzano Commentatore certificato 20.11.11 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Si dice " Se la Germania DIVENTASSE un pig " .
L' Italiano prima di tutto, poi le stronzate ...

Carlo Carletti Commentatore certificato 20.11.11 00:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
IL RESPONSO E' UNO SOLO,L'EURO E' MORTO E L'EUROPA E' MORTA,IL PROGETTO EUROPA E' RIMARRA' NELLA STORIA COME UN TOTALE FALLIMENTO
ALVISE
P.S:I MIEI COMMENTI CERTIFICATI

alviseafossa 19.11.11 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi ha detto meno investimenti con l'euro svalutato ? Quando c'era l'inflazione al 15%, c'era LAVORO per tutti crescita e investimenti.


Uffa! Magari gli investitori asiatici abbandonano i bund tedeschi (sempre che sia così) perché il loro rendimento si è assottigliato così tanto che non coprono neppure l'inflazione. Ma non c'entra un beato tubo con i pigs. Anzi è il contrario.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 19.11.11 22:23| 
 |
Rispondi al commento

se l'euro si svalutasse, sarebbe una benedizione e una boccata d'ossigeno

carlo 19.11.11 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Siamo tutti maiali nel trogolo della finanza...

Vediamo di tirarci fuori dalla palta merdosa in cui chi e' piu' porco piu' guadagna e forse meriteremo una metafora in cui l'animale e' libero e selvatico e non da allevamento in batteria.

luca forcolini, biella Commentatore certificato 19.11.11 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Vuoi vedere che gli usa riescono a farci fare il "botto" al posto loro??

Natale Limone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.11.11 21:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori