Il Veneto degli imprenditori suicidi

veneto-impiccato.jpg

Forse un veneto, più di altri italiani, non accetta l'idea del fallimento. La sua cultura non lo prevede. Lo considera una vergogna. La chiusura di un'azienda è un evento che NON può succedere. Non è contemplato. I suoi dipendenti sono spesso persone con cui lavora insieme ogni giorno in ufficio o in fabbrica. Il Veneto è la patria delle piccole e piccolissime imprese, dei distretti industriali. Guardare negli occhi i propri colleghi mentre sono licenziati è intollerabile. Per la famiglia vale ancora di più. I figli che finiranno con lui in mezzo a una strada sono gli stessi che gli corrono incontro la sera prima di cena con la speranza di un piccolo regalo. Questo è vero anche altrove, ma in Veneto lo è di più. Il fallimento è una cappa di piombo, che ti isola, che ti porta al suicidio. Il mito dell'imprenditore che non deve chiedere nulla a nessuno, di un piccolo sogno americano, qui è più forte che altrove.
La lunga linea d'ombra degli imprenditori suicidi, 40 dall'inizio della crisi, è qualcosa di profondo, che non può essere spiegato in modo razionale. Perché questa strage silenziosa? Nell'ultima settimana altri due piccoli imprenditori si sono uccisi. Uno di loro si chiamava Giovanni Schiavon. Era titolare della Eurostrade 90 Snc a Peraga di Vigonza, in provincia di Padova. Aveva due figli. Si è seduto alla scrivania del suo ufficio e si è ucciso. Per Natale avrebbe dovuto mettere in cassa integrazione i suoi dipendenti, forse non sarebbe riuscito neppure a pagare stipendi e tredicesime. I clienti ritardavano i pagamenti, le banche avrebbero chiesto di rientrare dalle linee di finanziamento e secondo fonti locali "vantava crediti per oltre 200mila euro verso la pubblica amministrazione.“ Per la moglie il gesto è dovuto al "Sistema in cui nessuno paga". Una situazione da manuale. Il piccolo imprenditore onesto in Italia è un eroe. Lo Stato lo premia con le tasse più alte d'Europa, da incassare in anticipo. Per i rimborsi, invece, c'è sempre tempo. Ed è quasi impossibile riscuotere le fatture non pagate.
Il Veneto ha un male oscuro, tremendo, se costringe chi ha investito in questo Paese la sua vita e le sue risorse a impiccarsi in un garage o a spararsi nell'azienda vuota un sabato mattina. I pensionati sono importanti e anche i dipendenti pubblici, ma senza le imprese finiranno tutti in mezzo a una strada. Chi si occupa delle piccole imprese? Sono mucche da mungere. Nel Veneto hanno la massima concentrazione. I movimenti indipendentisti veneti stanno aumentando. Non sono cani da lecca come la Lega. Il Veneto non si farà suicidare in silenzio.

Siamo-in-guerra

Silenzio si ruba, di Marco Travaglio.
Un anno di illegalità permanente
Acquista oggi il libro

Postato il 15 Dicembre 2011 alle 13:00 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (1174) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Eurostrade 90, Giovanni Schiavon, imprenditori, indipendentismo, Lega, Padova, Peraga di Vigonza, piccola impresa, suicidi, Veneto

Commenti piu' votati



ℳℰℰℛy ℭℋℛi$₮ℳα$
✩↗⁀↘‿↗✩↗⁀↘‿↗✩↗⁀↘‿↗✩


Allora, ricapitolando, di patrimoniale neanche a parlarne.

Imu per la Chiesa, anatema.

Idem per partiti e sindacati.

Taglio degli stipendi di deputati e senatori adeguandoli alla media europea sarà il Parlamento a provvedere. Forse.

Abolizione dei vitalizi dei consiglieri regionali sì… ma a decorrere dalla prossima legislatura.

Tassisti e farmacisti, guai a toccarli.

Rivalutazione degli estimi catastali: per la Chiesa c’è lo sconto.

Frequenze televisive, regalate.

Tagli alle spese militari, inesistenti.

Una tantum sui capitali scudati inapplicabile. “In Italia”.

Intanto, i sacrifici cadono sui soliti noti; un articolo della manovra sospende la causa di servizio a tempo indeterminato; arrivano bombe a Equitalia e proiettili in busta ad Alemanno e alla ministra Severino; anziani rubano bistecche per fame; l'amministratore delegato della Fiat domani viene in Campania a "festeggiare" la nuova Panda (s)chiavi in mano; poveri ventenni muoiono nell’economia dell’evento; a Torino si incendiano campi Rom e a Firenze si fa il tiro al Senegalese.

Un buon Natale a tutti.

Monica C. Frattamaggiore * Commentatore certificato 15.12.11 13:09| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 68)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo post ha delle implicazioni STORICO-ANTROPOLOGICHE ad ampio spettro.

QUALSIASI PENSIERO VI PASSI PER LA MENTE FERMATEVI UN ATTIMO, RESPIRATE PROFONDAMENTE e CHIUDETE GLI OCCHI....RILASSATEVI BEN BENINO e ora riaprite gli occhi e TORNATE SULLA TERRA, perchè nonostante quello che credete non siete con i piedi sulla TERRA ma siete su UN ALTRO PIANETA, che hanno inventato e MODIFICATO ad uso e consumo di TUTT'ALTRE PERSONE che VOI.

ora cercate di rispondere a questa domanda

VI PARE NORMALE, in senso ANTROPOLOGICO, che della gente si possa SUICIDARE per cause connesse al LAVORO?
e badate non parlo solo degli IMPRENDITORI VENETI, ma anche degli operai CINESI (su cui ora pende la clausola che se si suicidano lo stato si rivale sulle loro famiglie) e i dipendenti FRANCESI della FRANCE TELECOM...e migliaia di alti esempi sparsi per globo terracqueo, prevalentemente OCCIDENTALE, ed ESTREMO-ORIENTALE...cioè in quei luoghi dove l'INDUSTRIALISMO (sia capitalista che non) segna ineluttabilmente e indelebilmente i destini delle umane creature, ne altera la PERCEZIONE DELLA REALTA' e le rende COMPETITIVE E OSTILI nei confronti della loro stessa specie.

in quali altre ère storiche oltre a quella INDUSTRIALE, la gente ha mai anche solo PENSATO di potersi togliere la vita...PER LAVORO!
se aveste potuto chiedere a un contadino dell'alto medioevo, sottoposto a ogni genere di difficoltà, da quelle intrinseche alla sua condizione a quelle esterne, alle guerre, alle pestilenze, al clima, alla fame...se gli aveste potuto chiedere "HAI MAI PENSATO DI FARLA FINITA?"...è facile immaginare che avrebbe acchiappato il FORCONE e ve lo avrebbe piantato nelle vostre grasse natiche.

ora ditemi...la capite la PAZZIA IMPERANTE che ci hanno INSTILLATO in modo tanto subdolo da farci arrivare a considerarla... "NORMALE"?

davide lak (davlak) Commentatore certificato 15.12.11 14:08| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 33)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La scorsa settimana si è tolto la vita un amico che si chiamava Moreno Baglioni, titolare della ditta ATTI SRL di Ponte San Giovanni (PG), azienda storica del centro italia.
Qualche giorno prima di impiccarsi mi aveva detto che a causa della crisi era come se dalle ferie di agosto non fosse mai rientrato nessuno e che forse sarebbe stato costretto a chiudere questo gennaio.
Per un uomo orgoglioso come lui questa idea era divenuta un peso isopportabile, come quella della consapevolezza del pantano che è diventato il nostro paese.
A causa di questo aveva perso la serenità e non dormiva più.
Lascia la moglie e un figlio di 27 anni.
Addio caro amico.

Luca

Luca Meschini 15.12.11 14:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 28)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Lega nord andrebbe cancellata dal parlamento e dallo stato italiano in quanto causa del fallimento in cui siamo. Ora questa massa di pecoroni con le corna belano in parlamento sperando di riuscire a raccattare 2 o 3 voti in più ma, fortunatamente, tutti hanno capito che queste ranocchie verdi sono ormai fritte. Invito i veneti e tutti i padani che hanno, da troppo tempo, creduto alle cazzate di quel rincoglionito di Bossoli e compagnia brutta, a cambiare strada e a leggersi il nostro programma elettorale che non si presterà mai a compromessi con i folletti nani della giungla. Viva l'Italia e viva il movimento 5 stelle.

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 15.12.11 14:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento

OT
Arieccone un altro:
Vendola: "Con 15.000 non riesco a vivere", la differenza stavolta è che c'è pure un pubblico di COGLIONI che applaude.


Caro Beppe, volevo scriverti per dirti che io non ho motivo di avere paura della crisi.

E lo sai perché ?

Perché ho ventisei anni, sono povero, malato e disoccupato.

Ho così poco e niente che non ho alcun motivo di preoccuparmi della recessione o di quant'altro.

Anche se le cose andassero peggio, al massimo non mi resterebbe altro che morire, cosa che mi farebbe paura ma non troppo, quanto invece me ne farebbe continuare a vivere, in questo mondo...

Che razza di mondo è quello dove un uomo è costretto a dipendere dai propri genitori, da degli strozzini che prendendo di essere chiamati datori di lavoro ?

Che razza di mondo è quello dove uomo è impossibilitato a perseguire ogni sorta di stabilità e speranza di emanciparsi e dare vita ad un futuro insieme ad una compagna ?

Io non lo so, penso che molti miei coetanei siano nelle mie stesse condizioni... e penso che ci vorrebbe una bella guerra per sistemare le cose, ma poi mi ricordo che siamo in Italia, dove tutto si fa, perché non cambi niente, e dove la maggior parte delle persone che piangono lo fanno per fottere.


davide 15.12.11 15:54| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SALVATEVI, finchè siete in tempo.
Chi può si salvi!
I sacrifici che fate non servono per lo stato ma per il pizzo imposto dal modello economico, dalla finanza, dal potere mondiale, chiamatelo come caxxo vi pare, la sostanza non cambia.
E il pizzo lo chiamano INTERESSI SUL DEBITO.
Il Debito statale è una truffa, non ha alcun motivo di esistere.
E' impossibile ripagarlo semplicemente perchè NON ESISTE tanta moneta per ripagarlo. E' una invenzione messa lì per spillarci il pizzo annuale che ormai è pari a metà dei nostri guadagni! E il debito cresce sempre, è costretto a crescere. Parità di bilancio per fermare la crescita del debito è una favola. Siamo già in attivo di bilancio ma non ve lo dicono! I debiti statali sono costretti a crescere, è insito nel meccanismo stesso.

SALVATEVI. Ai vostri figli, pensateci almeno voi!
Riducete al minimo i soldi che date allo stato/mafia e usateli per preparavi.
Oggi evadere è un atto rivoluzionario, è legittima difesa.
Di tasse ne paghiamo già tantissime con addizionali su carburanti, luce, gas, IVA.
Tutte anticostituzionali perchè non indicizzate sui redditi.

SALVATEVI.
Smettete di pagare F24, intestate eventuali proprietà a parenti.
La vera rivoluzione è buttare giù questo sistema marcio per crearne uno nuovo per i vostri figli.
Non c'è altra via, loro sono fortissimi, non esistono vie indolori.
L'inflazione va al 5% (l'euro fallisce anche in questo aspetto), la minghia dello spread va su, i "supertecnici" parlano di recessione, si stanno cagando sotto!
Se loro parlano di recessione vuol dire che sarà catastrofe!
Non sprecatevi in una missione di salvataggio impossibile, perchè il fallimento è innato nel meccanismo stesso (crescita a debito). E purtroppo ci saranno anche morti, altro che i suicidi.

Informatevi, studiate, lasciate perdere i falsi bersagli e salvate i vostri figli!

carmine d9 Commentatore certificato 15.12.11 15:24| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli italiani hanno vissuto al di sopra delle proprie possibilita....perchè sono proprietari della pripria casa....hai capito! Viviamo al di sopra delle nostre possibilita perchè abbiamo comprato (facendo sacrifici) una casa per VIVERCI!!!
Voi politici vivete in strada o sotto un ponte?
Ah già voi vi pagano la casa a vostra insaputa.

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.12.11 22:49| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento

LA COMPAGNIA DEI DISPERATI.

Dopo la Compagnia delle Opere(quella cara alla Madre Chiesa),La Compagnia di Canto Popolare,adesso nascerà la Compagnia dei Disperati.

Basta fare una bella "Fondazione"(esente da tutto)e metterci dentro tutta la banda di disperati che siamo!

Non sto scherzando,una Cicic Company della disperazione,fatta da migliaia di piccoli imprenditori di se stessi,quelli che nei casi peggiori s'ammazzano e nei migliori s'avvelenano il sangue!

Serve una banca dove appoggiarsi tutti,essenziale per sopravvivere,buone idee e entrare in concorrenza!

Fornendo noi servizi e manutenzioni la Pubblica Amministrazione abbatterebbe di più del 50% i suoi costi!

Noi una buca la ripariamo con la giusta spesa,non con 10/15mila euro!

Nessun sub,sub,sub appalto e impiego della gente del luogo.

Si crea lavoro,si dimezzano le spese.

Si può fare,o no?

Tutte le forniture di servizi alla Pubblica Amministrazione,ci costano l'ira di Dio,ma che caxxo,vogliamo smetterla di pagare le cose cifre folli solo per far ingozzare questi stronxi!!!

ABBIAMO MILIONI DI DISOCCUPATI,UNA NECESSITA' FOLLE DI SOLDI,MA NON FACCIAMO NULLA DI PRATICO!

Non basta fare centri d'acquisto,serve creare lavoro!

Gli amministratori di ogni comune d'Italia,hanno il "dovere" di spendere il giusto e di far lavorare i propri disoccupati,non possono fare diversamente!

ENTRIAMO IN CONCORRENZA!

Se il mercato del lavoro rimane sempre nelle stesse mani,la gente chinerà la testa pur di avere uno stipendio,anche misero che sia!

Come per il fotovoltaico,ognun per sè e Dio per tutti,non sarebbe stato meglio e più vantaggioso,sempre per tutti,farlo insieme?

Boh!?!

L'idea delle cooperative era sana,sono stati i compagnucci a rovinarla!

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.


p.s.

L'unione fa la forza,è la solitudine che uccide!

di Nando.


Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.12.11 16:17| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa ha ottenuto la base dalla lega al governo?

E cosa hanno ottenuto i rappresentanti della lega al governo?

Piccola riflessione per i leghisti, si lo so è difficile riflettere per loro, che si staranno anche chiedendo cosa significa la parola riflettere.

Deomede F., Ferrara Commentatore certificato 15.12.11 16:12| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

scovata sul web :D :D

"Tanti auguri a EquitaGlia per un Natale fantastico!
Un Natale col botto!"

davide lak (davlak) Commentatore certificato 15.12.11 18:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OFF-TOPIC

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/12/15/santoro-il-vecchio-sistema-non-ci-ammazzer/177607/

"Molti artisti e giornalisti hanno deciso di appoggiare la nostra iniziativa, ma quelli che avrebbero potuto dare veramente una spinta al progetto, Celentano, Luttazzi, i Guzzanti, lo stesso Beppe Grillo non hanno voluto metterci la faccia per l’assenza di un punto di riferimento editoriale tradizionale oppure perché preferiscono agire da soli. Rispetto le loro scelte. Allo stesso modo i partiti dell’opposizione a Berlusconi, in primo luogo il Partito democratico, non hanno voluto scommettere su un movimento dal basso e non hanno voluto farsi tramite di una critica alla Rai che sfuggiva al loro controllo. Queste scelte sono poco rispettabili."
::::::::::::::::::::::::::

Santoro , vai a fare in culo.

Non siamo nati per fare i beoti in rete o davanti alla TV per guardare i nostri MITI.

Fammi capire ; mancato accordo economico e semplice vaffanculo'? Perchè quello che scrivi è border-line e infimo.

Se si facesse un exursus con noi ripresi davanti alla televisione in questi ultimi 5 anni davanti ad anno zero ; vedremo noi davanti al televisore prima con bibite , poc corn , birretta di marca , ben vestiti ALL'INIZIO ...e OGGI con problemi anche a pagare la connessione di INTERNET e col CULO PER TERRA.
::::::::
QUI' SOLO UNO O POCHI CON IL SUPPORTO DI TUTTI HA AVVIATO UN PROGETTO POLITICO , UN MOVIMENTO POLITICO CHE SI CONTRAPPONE AI PARTITI , QUELLI CHE TE INVITI OGNI SERA .

Non mi risulta che hai invitato a votare il movimento 5 stelle , l'ha fatto solo Travaglio.

E allora caro amico si vede che nel DNA rimani sempre e solo UN PARACULO , bravo , in gamba , il migliore , ma PARACULO, comunque al servizio di quel sistema di morti che spesso ( non sempre ) RESUSCITI.

Salutami Padellaro....

Tinazzi


tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.12.11 16:31| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO PRIMA DI UCCIDERMI ME NE PORTO VIA UNA VENTINA...HAI DA VEDE CHE CASINO CHE TE FACCIO..W L ITALIA

andrea m., roma Commentatore certificato 15.12.11 16:42| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La ditta Eurostrade90 sta a pochi metri da dove lavoro, non conoscevo il titolare ma per quanto ho saputo da persone che lo conoscevano e da quanto riportato dal Mattino di Padova era una persona onesta, vera.
Prima di decidere di farla finita ha pagato un debito di 1700 euro ad un fornitore.
Non ha avviato procedure legali nei confronti delle aziende debitrici per non farle fallire.
E cosa ha fatto la banca , appena saputo che prima di 6 mesi non avrebbe avuto liquidità ha preteso il rientro dei capitali.
Non è il fallimento il vero problema o il fatto di dire non ce la ho fatta, ma bensi il contorno fatto di squali e iene che pensano solo e unicamente al dio denaro.
Le grandi ditte come Fiat o Alitalia ricevono tutto il supporto dello stato, ma le piccole aziende?
Tutta l'italia è piena di piccole aziende, non solo il veneto.
E comunque la situazione è peggio di quello che pensate, e con le future liberalizzazioni saremmo in un oceano pieno di squali.
La mia compagne per problemi finanziari non è riuscita a pagare delle bollette del gas alla ditta ESTENERY, sapete cosa hanno fatto?
Si sono portati via il contatore, siamo rimasti 20 gg senza gas.
Poi ci hanno chiesto 250 euro per il riallaccio di una nuova utenza e ci hanno recapitato una fattura di 960 euro per lavori stradali.
Quali lavori stradali? Sono entrati nella palazzina e hanno staccato sto benedetto contatore il tutto in circa 40 minuti.
Questo non è un paese per onesti.
Se sei in difficolta ti danno il colpo di grazia.

gna omo Commentatore certificato 15.12.11 20:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il denaro può comprare i libri, non la cultura. / Il denaro può comprare un buon letto, non il sonno. / Il denaro può comprare le medicine, non la salute. / Il denaro può comprare le compagnie, non l'amore. / Il denaro può comprare la casa, non la famiglia. / Il denaro può comprare il potere, non la dignità. / Il denaro può pagare qualunque conto, nella società, ma non paga la profonda solitudine. (precetto cinese)

john dillinger, roma Commentatore certificato 15.12.11 14:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedete, da piccolo imprenditore, posso solo cercare di capire il motivo per cui un mio collega decida di suicidarsi. Ma penso proprio che non sia il fallimento, il vero problema. Un imprenditore, il fallimento lo mette in conto. Il problema è un po' diverso, secondo me. Il problema è vedere che qualunque cosa tu faccia, rimanendo onesto, spendendo tutto ciò che hai, facendo ogni sforzo, dando tutto il tuo tempo e tutte le tue energie al tuo lavoro, alla fine non puoi evitare la catastrofe che non dipende da te. Poi vedi che chi avrebbe il potere di cambiare le cose, non intende cabiarle. Chi potrebbe darti una mano, darti del tempo, concederti un po' di fiducia, non lo fa. Alla fine non è il fallimento della tua impresa che ti fa uccidere, ma è comprendere che tu non significhi nulla e la tua vita dipende solo dalle decisioni di altre persone che di te se ne fregano altamente.


Ragazzi scendiamo in piazza,facciamoci un bel regalo per natale.Rompiamogli la schiena a questi cialtroni schifosi che hanno il coraggio di dirci di lavorare 40 anni e loro non prendono una ramazza in mano.Ci stanno ammazzando e noi che cazzo stiamo aspettando?Facciamoci sentire da Trento a Palermo,l'Italia siamo noi.

antonio ref 16.12.11 00:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

In Italia ci sono ancora imprenditori che lavorano insieme agli operai sentendosi parte dell'azienda assieme agli operai, anzi, identificandosi con l'azienda che è il progetto di vita di questi piccoli grandi imprenditori. Non considerano gli operai fattori produttivi ma compagni di lavoro, spesso amici o parenti. Li conoscono tutti per nome, conoscono i figli e le mogli ed i loro problemi come gli operai conoscono quelli del loro principale che sta con loro, passa spesso più tempo con loro che non con la famiglia tanto da non riuscire sempre a distinguere quale sia la sua vera famiglia. Esistono ancora questi tipi di imprenditori che spesso sono i maestri di altri futuri imprenditori, artigiani, lavoratori autonomi. Cercano di farcela con le loro forze perché non sono soci di banche, non fanno salotto con i politici, non gli piovono le commesse pubbliche dal cielo, non hanno i figli sistemati come dirigenti in qualche organizzazione politica, in qualche grande banca, in qualche multinazionale od in partecipate pubbliche perché lavorano e non fanno salotto. Conoscono solo il lavoro e la famiglia. Hanno una parola ed un onore e mantengono questi valori, le parole dette ed anche quelle non dette. Gente che lavora, non ruba perché sà quanto costa il denaro, non chiede il pizzo perché ha rispetto del lavoro altrui, non spaccia droga perché rispetta i figli degli altri come i propri, non ricicla il denaro sporco frutto del sangue, non guadagna sul sesso delle donne perché le rispetta e le considera mogli, amiche e amanti. La sua vita è semplice, poche regole, tanto sacrificio e tanto amore per la famiglia spesso allargata ai dipendenti. Non delocalizza in Cina per risparmiare i soldi degli stipendi e licenziando in Italia persone che conosce e rispetta. Non riduce la qualità dei prodotti perché conosce a uno a uno i suoi clienti e si vanta di ciò che vende. Premesso questo si comprende a cosa vada incontro psicologicamente quando non può andare avanti non per sua colpa!

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 15.12.11 18:01| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Napolitano: "Chiesti sacrifici agli italiani di tutti i ceti sociali, anche agli italiani dei ceti meno abbienti".
Vi faccio fare due risate.
L'INPS ha appena mandato una lettera dove si richiede agli eredi a quasi 10 anni dalla morte di mia nonna il recupero di 554,98 euro "indebitamente" percepiti nella sua pensione minima. La mia cara nonna ha vissuto gli ultimi anni 6 anni della sua vita paralizzata in un letto da un ictus; mia madre l'ha accudita giorno e notte senza nessun aiuto se non quello della mia famiglia. Stiamo raschiando il fondo del barile.Mia nonna ha rubato.
Sono disgustato.

Antonio M., Teramo Commentatore certificato 16.12.11 12:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

NANDO
da roma

Sapete perchè mi piace di Nando? Perchè è
una persona semplice e blogger quasi unico.
Ad ogni post, ne riprende il titolo e lo commenta.
Nei suoi commenti che possono piacere o non,
ci trovi sempre un post a tema.
Cercare un commento off topic di Nando è
come cercare l'ago nel pagliaio. Lui ha molto rispetto
sia di Grillo che dei blogger. Quando si è messo
in testa di chiedere qualcosa al Dottor Gianroberto, dopo
averlo citato un paio di volte nei suoi p.s. ha smesso di nominarlo, per passare ad un ironico e simpatico dottore.
Nando lo trovi dentro le discussioni che scherza con questo
o quel blogger e mai dico mai lo trovi fuori dalle discussioni con copia-incolla o link.
Per quel che può valere, Nando è il blogger più onesto
anche per l'anno 2011.
Buon Natale


Quelli del PDmenoelle non finiscono mai di stupirci: ora danno fuoco pure ai campi rom.

"C’era pure Paola Bragantini, segretaria del Partito democratico ed alfiere della costruzione dell’alta velocità, l’altro giorno al corteo di zona Vallette che poi si è diretto al campo Rom per darlo alle fiamme. Aveva risposto con la sua presenza all’appello di mobilitazione nato in poche ore, sulla spinta di un sentimento di rabbia alimentato dai giornali nostrani su una vicenda creata dalle falsità di una confusa sedicenne . Sulla sua bacheca di facebook era stato postato nelle ore precedenti il volantino che convocava la manifestazione, il quale conteneva il racconto presunto dei fatti e poi un “ORA BASTA, ripuliamo la CONTINASSA!!!”"

http://www.notav.info/news/paola-bragantini-ultras-della-tav-al-raid-contro-i-rom/

Mak 89 Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.12.11 17:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Quella sera a Milano era caldo
ma che caldo che caldo faceva
brigadiere apra un po' la finestra
ad un tratto Pinelli cascò.

Signor questore io gliel'ho già detto
lo ripeto che sono innocente
anarchia non vuol dire bombe
ma giustizia amor libertà.

Poche storie confessa Pinelli
il tuo amico Valpreda ha parlato
è l'autore del vile attentato
e il suo socio sappiamo sei tu.

Impossibile grida Pinelli
un compagno non può averlo fatto
e l'autore di questo misfatto
tra i padroni bisogna cercar.

Stiamo attenti indiziato Pinelli
questa stanza è già piena di fumo
se tu insisti apriam la finestra
quattro piani son duri da far.

Quella sera a Milano era caldo
ma che caldo, che caldo faceva
brigadiere apra un po' la finestra
ad un tratto Pinelli cascò.

L'hanno ucciso perché era un compagno
non importa se era innocente
"Era anarchico e questo ci basta"
disse Guida il feroce questor.

C'è un bara e tremila compagni
stringevamo le nere bandiere
in quel giorno l'abbiamo giurato
non finisce di certo così.

Calabresi e tu Guida assassini
che un compagno ci avete ammazzato
l'anarchia non avete fermato
ed il popolo alfin vincerà.

Quella sera a Milano era caldo
ma che caldo, che caldo faceva
brigadiere apra un po' la finestra
ad un tratto Pinelli cascò.

[E tu Guida e tu Calabresi
Se un compagno ci avete ammazzato
Per coprire una strage di stato
Questa lotta più dura sarà.

harry haller Commentatore certificato 15.12.11 18:34| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ECCOLO IL VECCHIO RICONGLIONITO SUPREMO CHE SE NE esce CON LA STORIA DEI SACRIFICI.

Brutto rincoglionito ritirati!!!!! che tra qualche giorno ti tocchera metterti il pannolone e il catetere!!
Quello che mi dispiace e che un emerito fallito e pezzo di merda come te avra una vecchiaia tranquilla con tutte le cure possibili, mentre un povero operaio che si e rotto la schiena per tutta la vita la vecchiaia non c'e l'avra neanche o la vivra sotto un ponte!

AUGURO A VOI TUTTI, VECCHI RINCOGLIONITI E NON, IL PEGGIORE DEI MALI!

Hux WST, Milano Commentatore certificato 16.12.11 12:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Anche in questo momento si vede come il nano pedofilo è il cancro che blocca qualsiasi riforma del sistema fiscale italiano. Finché ci sarà lui a difendere i suoi patrimoni, in Italia non ci sarà sviluppo civile e sociale.
Stranamente ogni partito crede di voler salvare i ceti più bassi. Eppure che cavolo hanno fatto in questi giorni per modificare in meglio (per i ceti bassi) la manovra economica facendo pagare i ceti più alti? Niente! L'unico ad essere coerente è stato Di Pietro con l'IdV che ha proposto modifiche. Gli altri partiti si sono ben guardati di apportare modifiche sostanziali alla manovra. E adesso stanno tutti lì a criticare (Lega, PD, PDL). Le prossime elezioni sono molto vicine. Si respira aria di campagna elettorale. Altro che salvare i conti dell'Italia...

Se sbaglio, correggetemi.

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 16.12.11 13:28| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A che cosa servono i nostri sacrifici se il debito invece di calare è in costante aumento - ha senso continuare a definirlo : "debito" quando in realtà si tratta di una gogna infinita? C'è un solo modo per poter saldare definitivamente il debito con uno strozzino : piantargli un proietto nel cranio !

La semplicità aiuta a vivere meglio :)

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 16.12.11 13:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Per onestà intellettuale, si ricorda che il Veneto, è la regione che utilizza il maggior numero di MANOVALANZA EXTRA-COMUNITARIA A NERO.

Così, giusto per essere equi all'epoca dell'equità.

Terzo Nick Commentatore certificato 15.12.11 14:17| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispetto e solidarietà umana, per chi si toglie la vita, ma.....

Numero uno:
Il fallimento di un'impresa è un evento possibile nel sistema capitalistico, e se un "veneto" non l'accetta, è un dettaglio insignificante per il sistema in cui "il veneto" ha scelto di operare!

Numero due:
Se in un sistema economico la maggioranza non paga i propri debiti, allora evidentemente il sistema è fallimentare, e bisogna prenderne atto, ed uscirne, invece di lamentarsi quando va male ed approfittarsene quando va bene!

Numero tre:
Se le amministrazioni pubbliche pagano in ritardo, basta non avere più rapporti con esse, se non se ne può fare a meno, idem come sopra.

Numero quattro:
Non chiedere prestiti alle banche, sai già che non avrai scampo, e se non hai il capitale, non fare il capitalista.

Numero cinque:
In italia in generale, e nel veneto in particolare, ci sono troppe piccole imprese, con costi troppo alti, e quote di mercato troppo piccole.

Chiosa finale:
Nell'allegro carrozzone del capitalismo, bisogna essere in grado di ballare la musica che viene suonata, anche quando non ti piace!

Il resto è chiacchiera!

Inutile!

l., ancona Commentatore certificato 15.12.11 16:36| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il veneto (scritto di proposito con la v minuscola) è la terra dei piccoli imprenditori, dei piccoli operai, dei piccoli cittadini, dove tutto è piccolo, anche la mentalità; dove tutto è terra terra... anche i sogni! Il veneto medio non ama la scuola, non ama i meridionali, non ama gli stranieri, non ama la globalizzazione e allo stesso tempo si fregia di esserne il carburante, la linfa che manda avanti un intero paese. Cortina e Venezia sono due oasi in mezzo a questa terra di ignoranza, ormai inquinata, cementificata e piena di criminalità. E' la terra dove i capi sono chiamati "paroni" e gli imprenditori non ci sono più, sostituiti dalle multinazionali. Gli imprenditori hanno gettato la spugna oppure hanno venduto incentivati dall'immediato lauto guadagno. E' la terra dove gli operai erano schiavi e contadini e ora sono servi con la villetta fuori città e la tuta da lavoro che non si tolgono mai. E' la terra dove i gli stranieri si sacrificano o delinquono, ma i veneti si prendono i meriti e i frutti e a chi è foresto solo le briciole.... E' la terra dove sulla carta devi essere un grande LAVORATORE, ma nella pratica se ti fai male sul lavoro, se muori in fabbrica o ti suicidi come il povero imprenditore sei solo un COGLIONE. E' la terra degli ex democristiani e dei neo leghisti, dove Roma è odiata a più non posso eppure tanti non ci sono mai stati neanche una volta. E' la terra dove tutto scorre piano, pigro, amorfo e alle 8 di sera tutti sono a casa. E' la terra dove si parla il dialetto veneto, perché l'italiano è una seconda lingua quando và bene, altrimenti bisogna procurarsi un interprete! E' la terra dove non vorrei mai vivere, dove non consiglierei mai a nessuno di vivere, perché cresci con handicaps mentali e non hai la capacità di confrontarti con il mondo esterno perché per un veneto il mondo è solo il VENETO.

FABIO QUADRINI 15.12.11 18:04| 
 
  • Currently 3.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Davide (e non solo)

“Mille candele insieme fanno splendore. La luce di nessuna candela danneggia la luce di un’altra. Così le libertà dell’individuo nello stato ideale e fascista”

Chi era Ezra Pound? Un anarco-fascista? Cosa intendo per anarco-fascismo?

"...insomma reazione e rivoluzione. Era sì per una distruzione violenta degli stati liberaldemocratici e borghesi: ma per edificare comunità di sangue."

http://www.loccidentale.it/articolo/pubblico,+smemorati+e+misteri.0067128

L'articolo centra alla perfezione il mio pensiero in merito, e anche alcuni aspetti oggettivamente riconosciuti di Ezra Pound: né destra, né sinistra, dove la "libertà anarchica" sia unicamente concepibile in uno Stato razzista e socialista.

Tutto quello che si potrebbe attribuire al comunismo-anarkismo potremmo attribuirlo al fascismo di Ezra Pound, ma con una differenza sostanziale, mentre lo stato fascista resta libero (anarchico) al suo interno, lo stato comunista-anarkista è APERTO verso l'esterno, anzi, l'apertura verso l'esterno è condizione necessaria al suo funzionamento, e l’apertura ovviamente esclude ogni forma di razzismo.

Per cui lo slogan "proletari di tutto il mondo, unitevi" per un fascista diventa "proletari italiani di tutto il Paese, unitevi".

“Libertarian” dunque, e non libertario!

Non a caso nel commento “Tony 14^12^11 20^51” porto un discorso di Mussolini, e non a caso per via di certi discorsi i “compagni” simpatizzano con i fascisti (discorsi ancora oggi vivi ed attuali), proprio per la componente anarchica al loro interno: anarco-fascisti (libertarian, per singoli paesi liberi e razzisti) e anarco-comunisti (libertari, per un mondo libero e unito privo di razzismo).

E non a caso sulle differenze dell’anarchismo “locale” e quello “globale”mi ripeto più volte nel commento: certi “dettagli” non vanno trascurati!

segue...

Tony Commentatore certificato 15.12.11 14:07| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori