Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le pensioni e i dottoroni


pensioni_mb.jpg
"Ho 57 anni e 35 anni di contributi versati. Leggo sui vari giornali on-line che andiamo in pensione troppo presto. Ho l'ipertensione, il diabete II, il colesterolo alto e altri piccoli acciacchi. Vorrei sapere da tutti questi dottoroni che predicano per restare al lavoro sino a 65-70 anni qual è secondo loro la mai aspettativa di vita. Se vogliono allungare l'età lavorativa devono anche considerare caso per caso la reale aspettativa del soggetto. Con delle patologie come le mie, il mio medico non perde occasione per ricordarmi che sono un soggetto "a rischio", e la vita lavorativa sedentaria che sono costretto a fare (lavoro in ufficio, tutto il giorno davanti ad un computer) non posso permettermi di lavorare oltre i 60 anni. Non me ne frega niente delle medie fatte dagli analisti. Non mi va bene che siccome c'è chi campa cent'anni allora devo adeguarmi a lavorare sino a 65-70 anni. Un patto per i giovani? Quale patto? Se lavoro altri 3-4- anni danno un lavoro a mio figlio? O lo danno al figlio di Bossi? E poi scusami, fanno confronti col resto dell'europa dicendo che noi andiamo in pensione con 40 anni di contributi ed una media di 58 anni di età. Non dicono però che abbiamo iniziato a lavorare a 16 anni. Ci ricordano sempre che siamo più ignoranti del resto dell'Europa ma non poi si lamentano che andiamo in pensione prima: se abbiamo iniziato prima finiremo anche prima! Dov'erano i dottoroni mentre gli ignoranti andavano a lavorare? A scuola, ad imparare a come fottere meglio il prossimo! E adesso ci vengono a dire di lavorare ancora un pò per fare "un patto" con le generazioni future? Vadano a lavorare!"
M. B.

4 Dic 2011, 20:34 | Scrivi | Commenti (134) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Io faccio il camionista scarico e carico il camion e la schiena e le braccia a volte non le sento più, mi alzo alle tre tutte le mattine e torno a casa quando alle ore 17 e a volte più tardi e di nuovo alla notte mi alzo alle tre.sto sul camion tutto il giorno , con i riposi obbligatori per legge che poi in realtà non sono mai veri riposi perchè spesso non riesci a rillassarti e a dormire e non riesci mai a riposare sul serio perchè di giorno è difficile .Quindi ti stanchi e ti sfibri mese dopo mese per la mancanza di buon riposo e il lavoro faticoso. lavoro anche il sabato è per legge e domenica notte alle tre ...via.Secondo voi camionisti come me, ed è zeppa l'Italia, possono guidare e caricare scaricare fino a 67 anni?? Quante stragi sulle strade dovremo vedere prima che capiscano che è un lavoro che su strade e autostrade mette in pericolo migliaia di persone?? Fa più morti un tir in autostrada che gli autobus in città. Agli autisti di bus è riconosciuto il lavoro usurante (guidano solo 6 ore al giorno)a noi no! E' saggezza governativa questa?? Siamo in un paese a cui non frega niente al governo neanche degli automobilisti in autostrada(con bimbi a bordo ecc)che potranno rischiare a roulette russa di essere travolti e uccisi da camion con alla guida 67 enni usurati e distrutti da anni di guida e sonno mancato.Ci aspetta un futuro davvero sereno sulle strade auguro buon viaggio a tutti.

pippo pippo 24.01.12 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Togliere ai pensionandi e ai pensionati per dare alle aziende con la scusa che poi daranno lavoro ai giovani! Questa non la beve nessuno! Le aziende private servono ai padroni per fare profitti non per dare lavoro. Il lavoro è solo un "effetto collaterale" per raggiungere i profitti. SE NON ARRIVANO I PROFITTI I PADRONI CHIUDONO TUTTO E DANNO I SOLDI DELLA VENDITA, ANCHE QUELLI CHE CI HANNO TOLTO CON LA SCUSA DEI GIOVANI, ALLA SPECULAZIONE FINANZIARIA CHE CI STA STROZZANDO, CIOE’ I NOSTRI SACRIFICI PARADOSSALMENTE SI RIVOLGERANNO CONTRO DI NOI! IL NEOLIBERISMO E' INCREDIBILE!!

Luigi Ciulli 11.01.12 22:12| 
 |
Rispondi al commento

il movimento 5 stelle cosa sta facendo per abolire la riforma Monti sulle pensioni? perch+ non si mobilita

pino gia 18.12.11 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Non e colpa degli italiani ma nessuno lo dice e colpa della cattiva politica da ventanni e devono pagare solo loro no gli italiani devono sequestrare tutti i beni a tutti i politici che governano da vent'anni e hanno pensato solo a loro e non agli italiani vergogna azzerateci tutte le loro ricchezze e non prendetevela con un povero italiano che per non pagare una tassa o camorra lecita pizzo statale così lo dovranno chiamare si sono presi anche le case maledetti governanti adesso e uscito anche il signorino Monti così non e colpa di nessuno che a messo la tasse ne destra e ne sinistra ma a chi la volete far bere questa stroncata

dello i., napoli Commentatore certificato 09.12.11 02:13| 
 |
Rispondi al commento

Se la pensione come istituzione sociale deve sopravvivere è sicuramente necessario che l'età pensionabile vada alzata, non è pensabile che uno viene mantenuto dalla società per 20-30 anni. Anche negli altri paesi è cosi', e non è vero che in Italia si comincia prima a lavorare. Faccio l'esempio del mio padre, in Svizzera: ha iniziato a lavorare, come apprendista falegname, a 15 anni. E' andato in pensione come tutti i maschi svizzeri a 65 anni. Un consiglio per la salute: dopo le 8 ore davanti al pc, fai un attività sportiva, porta fuori il cane, vai a piedi. Adotta uno stile di vita sano. Piu' a lungo si vive, piu' a lungo si dovrà lavorare. E' cosi' dappertutto.

Rita Imwinkelried 08.12.11 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sei proprio un lagnone, " costretto a un lavoro sedentario..." ma vai a fare il muratore o lavora in campagna a zappare la terra e allora vedi come ti passa tutta la voglia di muoverti.
A cambiare lavoro in peggio se ne trova a tonnellate, prova e facci sapere...

lorenzo albertin 07.12.11 23:33| 
 |
Rispondi al commento

....boh....cosa vuoi che ti dica....prova a cambiare alimentazione, fai del movimento...e smettila di lamentarti....

Giuseppe Fabbris 07.12.11 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro M.B.,
la parte della manovra che riguarda le pensioni è la risposta dell'UE impazzita per la paura dei pensionamenti dei Baby-Boomers (nati tra il 1945 e il 1965) che sono maggioranza della popolazione ovunque, ma non lo sanno: hanno mantenuto i vecchi (nati negli anni 10-20-30-40), i cotivatori diretti, i baby pensionati, gli invalidi, il welfare, i figli... e ora vorrebbero andare in pensione. No.
Gli ultrasettant-ottantenni sono ancora lì a dire NO! LAVORA! Mentre i nostri "giovani", quando saranno al potere, ci diranno ancora: >. Per quanto riguarda i famosi novanta-120 anni, tu lo vedi sulla tua pelle: chi lavora fino a 70 anni non ci arriverà mai.
Però ricordiamoci che siamo il 99%!!!
Adriano, del 1949.

adriano marino tesoro 06.12.11 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma perche Mario Monti viene chiamato professore?

Forse perche ha levato 26 miliardi dalle tasche degli italiani per far finta di risanare cio che lui e per chi lavora ha creato(Goldman Sachs)?

Allora mi posso chiamare professore pure io, basta che tasso il popolo!
Non mi pare un professore! Un professore taglia senza far del male!

Tutti siamo capaci di risanare un debito con sacrifici...allora siamo tutti professori in italia!


Chi se ne frega se Mario monti rinuncia allo stipendio! Si veramente pensa che i suoi padroni o per chi lavora (Goldman Sachs statunitense ) lo lascerebbero senza stipendio? Ha tolto 26 miliardi al popolo italiano per imbrogli che il sistema bancario, per cui lavora, ha provocato!
Quanti italiani hanno rinunciato a cose necessarie nella loro vita e non sono stati loro a rovinare l'economia, ma si munge sempre la stessa vacca per risanare l'economia rovinata dalle banche sotto l'ombrello del nuovo ordine mondiale!
Voi tornereste dallo stesso dottore che vi ha sbagliato la diagnosi? Qui invece ci stiamo facendo curare dalle stesse persone che hanno provocato la crisi! Ma siamo deficenti?

Ma chi e' la S&P che decide chi viene promosso o bocciato nel giro finanziario?
Fanno parte dello strumento che ha provocato la crisi mondiale e rispondono al governo Statunitense (Wall Street), cosi quando hanno bisogno di piu soldi declassano i nostri enti finanziari (rendendo il denaro piu costoso) che poi devono pagare di piu per farsi prestare soldi dalla banca mondiale, poi noi quando andiamo a chiedere un prestito (se te lo puoi permettere o se te lo danno)finisci per pagare piu interessi.

Queste organizzazioni fanno parte di un sistema controllato dal Bildrberg Group (formato da miliardari)che declassano enti finanziari per appropriarsi dei beni di un paese e la gente poi e' quella che paga i cosiddetti "piani di austerità" proposti da questi mafiosi!

Guardate qui chi e' S&P

http://it.wikipedia.org/wiki/Standard_%26_Poor%27s
http://it.wikipedia.org/wiki/Securities_and_Exchange_Commission

john buatti Commentatore certificato 06.12.11 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Chi ca..o credi di essere Mario monti che vai a toccare la pensione che la gente si e' dovuta sudare con 40 anni di contributi?!

Vai a prelevare (come un bancomat) la pensione degli italiani di circa 600euro al mese e da li fai finta di risanare le truffe che hai provocato al paese insieme alle banche mondiali!

Perche invece di di fare il buffone e far finta di rinunciare alla paga non vai in pensione e campi con 600euro al mese poi vengo io e ti dico che ti devo levare 100euro mensili per risanare i miei debiti personali tipo, il gas elettricità e l'acqua!
Cosa ne pensi Mario Monti?

john buatti Commentatore certificato 06.12.11 00:44| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ti scongiuro, almeno te fai qualcosa, visto che noi cinquantenni siamo abbandonati da tutti, anche dal PD meno elle sempre più PDL che PD. Sono tutti dei vergognosi. Viva M 5 stelle.

walter maggiori, darfo boario terme Commentatore certificato 05.12.11 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera,solo un osservazione,previdenza:
passaggio al contributivo = meno pensione, in più si passa a 42 anni di contributi = 2 in più, ma la chicca più bella e che se non hai ancora 63anni ti penalizzano! In sostanza lavori di più e prenderai meno. Grazie governo per l'equità che ci state donando. Cari signori è giunta l'ora di farci sentire,se non lo facciamo ingoieremo anche questa volta,facciamo capire a tutti che non siamo contenti,FACCIAMOCI SENTIRE...Caro Grillo,tu che hai visibilità dai una mano al popolo, fai qualcosa per rimediare anche solo in parte a questa ennesima enorme rapina.
Un saluto a tutti!

Raffaele 05.12.11 22:47| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni si sta discutendo la riforma delle pensioni, ovunque si parla di equita' di sacrifici che
debbono essere condivisi da tutti in egual misura.
Vale allora la pena di far notare come in barba alla Costituzione, alla giustizia, al vivere civile chi ha avuto la sfortuna
come il sottoscritto di essere nato nel 1952 deve sobbarcarsi il peso maggiore della riforma pensionistica.
Non conta nulla che il sottoscritto abbia il bacino tenuto insieme da quattro viti a causa di un gravissimo incidente sul lavoro,
non si tiene conto che la multinazionale mi ha messo in mobilita' nel 2010 per riduzione del personale firmando un accordo
con il ministro del lavoro che doveva permettermi di andare in pensione fra sei mesi, alla faccia dell'equita' di trattamento
mi e' stata slittata la data di uscita dal 2012 al 2018, nel secolo scorso c'erano discriminazioni di razza, di religione, discrimazioni
politiche, oggi in Italia ci siamo inventati la discrimanazione per data di nascita. Non c'e' che dire, c'e da andarne fieri......

Gian Paolo Bertelli 05.12.11 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Ma non l'avete ancora capito,ci mandano in pensione a 70 anni perchè sanno che chi LAVORA e ripeto LAVORA crepa prima...fatevi un giro x i cimiteri alla faccia delle prospettive di vita....
Ma perchè,e come mai sempre in cu.. agli operai!!!!

dino 05.12.11 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egregio Signor Presidente del Consiglio,
con le Vostre riforme e manovre economiche,Lei ed i suoi Ministri,punirete gli onesti,i disgraziati e le vittime di un sistema demoniaco mondiale.
Caro Presidente della Repubblica Italiana,Lei,con la Sua scelta e condivisa dai partiti del PD e PDL,state per dare una serie di schiaffi nei visi e pedate nei sederi,degli onesti,disgraziati e vittime di un sistema demoniaco mondiale.
Le bollette che ci arrivano,a tutti,pensionati,malati,disgraziati e ricchi hanno tutte lo stesso cliché che è quello di tassare le tasse e mettere l'iva sulle tasse.Cari Presidenti,cari Segretari di partito e cari sostenitori del Governo salva Italia,state facendo azioni molto umilianti per chi non ha, per chi non guadagna e per chi prende pensioni basse.
L'ici sulla prima casa che riammetterete senza guardare i redditi degli abitanti,i blocchi agli adeguamenti delle pensioni misere e considerare la seconda casa una ricchezza da tassare senza guardare chi l'ha questo immobile e senza distinguere i luoghi,i disagi,gli invecchiamenti ed il perché esiste la seconda casa,è da considerare una sparatoria sul mucchio.Non colpite gli abusivi,non colpite i devastatori di paesaggi,non menzionate la parola speculazione edilizia,non inasprite le multe per i distruttori dei boschi,colline,fiumi,mare ed aria.
Perché colpite le necessità di vita e non colpite il superfluo,lo spreco,il lusso e la boria di fare vedere tale lusso?
Perché non considerate le differenze fra le pensioni percepite perché pagate con gli anni con quelle avute per fini politici o addirittura per privilegi politici?Perché non considerate le differenze fra le buoneuscite dei superpagati con le liquidazioni di chi lascia il lavoro e compra una casa che finalmente sarà sua?Sull'Ambiente,VITTIMA COSTANTE DELL'ECONOMIA,non ho sentito nulla!!!
Caro Ex Presidente,non so

vittorio Perduti 05.12.11 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è gente che giudica, chi offende.
Mi sta venendo a noia il blog.
Dovrebbe essere un luogo dove si formano idee, dove si ascoltano gli altri e creare una società migliore.
Mi stupisco chi critica il lavoro degli altri e addirittura lo stile di vita dell'autore del blog. Secondo me una società con la S maiuscola dovrebbe tener conto delle persone, non i base a fredde tabelle che valutano i lavori usuranti o chi è stato esposto all'amianto (e magari era in distacco sindacale) e si è visto accreditare anni di contributi e invece valutare caso per caso chi è usurato.

fabio mazzoli, vicarello (li) Commentatore certificato 05.12.11 19:58| 
 |
Rispondi al commento

E' tutto da rifare!
Con questa manovra eviteremo il default, forse, ma non ha senso lavorare fino a 70 anni per poi essere licenziato a 50 perchè non rendi più.
Chi è quel datore di lavoro che vuole tenerti fino ai 70 anni quando un giovane gli rende di più e gli costa molto meno.
Tutto questo non ha senso e non risolverà un bel nulla.
La corda è tesa, uno strattone e si spezza!

roberto poggi 05.12.11 18:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Non condivido questo post, sono parole egoiste di uno che non vede e non sente, che ho già sentito da chi è prossimo alla pensione o da chi ci era appena andato pochi anni fa, quando la Amato/Dini aveva ormai fatto comprendere che per i giovani non ci sarebbe stata una vera pensione. Piuttosto andrebbe chiamato un "contributo" per la vecchiaia e se sei stato bravo da guadagnare bene e sei riuscito a risparmiare un pò di soldi, riesci a campare decentemente gli anni che ti restano, altrimenti ti attende una vita da povero, più povero di quanto lo eri da giovane e da adulto. E senza più molte forze per poter guadagnare un extra.
O magari sei fortunato e la famiglia ti ha lasciato qualcosa da gestire per trarre un profitto, come una casa, un terreno, un fondo di investimento.

I SACRIFICI NON POSSONO RICADERE SOLO SULLE GENERAZIONI DEGLI ATTUALI 20ENNI, 30ENNI E 40ENNI.

Non potete chiedere a noi, uomini di 30 anni, che
già fatichiamo a trovare lavoro, 1 su 3 è disoccupato e chi lavora è spesso sottopagato, di non prendere una pensione che ci permetta di sopravvivere e di lavorare fino a 70 anni per pagare a VOI la pensione per il resto della vostra vita.

Non ci stiamo, anche perchè non ci saranno abbastanza soldi per pagare le pensioni tra 10 anni, se i sacrifici non li facciamo TUTTI oggi.

Roberto F., Bergamo Commentatore certificato 05.12.11 18:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Lettera Aperta al ministro Fornero ..
e per conoscenza al popolo di Facebook....

al 31 dicembre di quest' anno compio 57 anni ho 39 anni e 7 mesi di contributi , ho iniziato a lavorare in gelateria in Germania il 2 febbraio del 1970 ..avevo 15 anni ( nato il 31-12-1954 ) fa' fede il libretto dei versamenti fatti dal proprietario della gelateria un Cadorino di Venas di Cadore che mi faceva lavorare 7 giorni su 7 dalle ore 8 del mattino alle ore 01.00 del mattino dopo come puo' ben immaginare
il 10 agosto del 1970 ... li ho salutati e me ne sono tornato a casa tra le mie amate montagne della Carnia ..perche' le racconto tutto questo?...vorrei capire se si commuovera'....e se piangera'...pensando ad un adolescente lontano da casa in un paese straniero ..solo...e sfruttato ....le assicuro che ogni notte ricordo che piangevo dalla disperazione e dalla stanchezza....

Ma veniamo al nocciolo...Entro il 30 settembre 2011 ho consegnato all' I.N.P.S. di Padova la documentazione che certifica i requisiti per Lavoro Usurante ,..lascio volentieri un posto ad un ragazzo giovane , io sono ormai considerato un " rottame " ...il giorno 14 novembre mi sono recato all' I.N.P.S. di Padova per conoscere a che punto e' arrivata la mia pratica , sentendomi rispondere che avrei dovuto " prendere un' appuntamento " in un non meglio specificato martedi'.....bene ( quando potro' parlarle a 4 occhi...perche' so' che Lei cosi' sensibile,.. mi ricevera' nel suo ufficio di Roma....le raccontero' come ho fatto ad ottenere nel volgere di 30 secondi il PASS per parlare con la persona che si occupava dei Lavori Usuranti al II° Piano del Palazzo ) la persona mi ha riferito che " DIPENDE TUTTO DA ROMA CHE I CONTEGGI LI FATE VOI , CHE E' MATERIA NUOVA ETC.ETC.ETC. " .

Caro Signora Ministro la informo che a partire da oggi 05-12-2011 io cerchero' in tutti i modi di essere ricevuto da Lei...mi fido solo di Lei e della Sua comprovata Sensibilita' ed Onesta' Intelettuale ..non voglio piu' parla

Gino De Pauli 05.12.11 18:16| 
 |
Rispondi al commento


non voglio piu' parlare con impiegati o altri soggetti ..ma solo con Lei,...sono sicuro che sapra' farmi i conti nel volgere di un paio d' ore in modo che io possa terminare il resto dei miei giorni o di quello che mi rimarra' con la mia sudata PENSIONE ma GUADAGNATA ONESTAMENTE ..senza dovermi VERGOGNARE di essere stato un LAVORATOE PRECOCE ...che a 15 anni per 7 mesi certificati ha DURAMENTE LAVORATO IN GERMANIA E PAGATO I PROPRI CONTRIBUTI.

La prego di NON FARMI VERGOGNARE DI ESSERE STATO UN EMIGRANTE UN LAVORATORE PRECOCE CHE HA VERSATO I PROPRI CONTRIBUTI FIN DALLA TENERA ETA' DI 15 ANNI, SOPRATUTTO NON MI FACCIA VERGOGNARE DI ESSERE UN ITALIANO.

A presto Signora Ministro

cordiali saluti

Gino De Pauli 05.12.11 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1.Iniziamo a ridurre tutte le pensione superiori a €3000 di tutte le pensioni nuove e vecchie portandole a tale cifra..,
2.tagliare tutti gli stipendi d'oro dei manager della pubblica amministrazione al massimo a €5000
questa questa è giustizia sociale questa è equità.... non quella di Monti che guadagna min €45000 al mese...

Fabio 05.12.11 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Incremento mia pensione:
2007 30 € al mese
2008 27 € al mese
2009 24 € al mese
2010 18 € al mese
2011 8 € al mese
2012 0 € al mese
direte che la rivalutazione segue l'inflazione, ma
il 3,4% stimato per il 2012 chi me lo da'?
Grazie GOVERNO LADRO
P.s: per non parlare del resto,e se mi ammalo?

erio ferrari 05.12.11 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Condivido ma a metá questo post. Trovo giusto che si senta conto del fattore anni lavorati. Mio padre ad esempio é andato in pensione presto con 35 anni di contributi ma é anche vero che ha iniziato a lavorare a 15 anni. Ora 35 anni in FIAT (in linea non in ufficio) non sono come 35 anni in ufficio. Io lavoro in ufficio, faccio un lavoro sedentario e vado in bicicletta a lavoro cosí mi muovo un po'. Non contento ogni tanto ci scappa la corsetta la sera, o la nuotata. Magari la camminata nel weekend ed ecco che la sedentarietá del lavoro é stata pareggiata dall'esercizio fatto per raggiungerlo. La mia ragazza é diabetica, anche lei lavora in ufficio, segue una dieta equilibrta senza farsi mancare troppo e fa esercizio come me. Andiamo a correre, un giro in bici, al lavoro ci va a piedi e qualche nuotata. Il risultato é che usa meno insulina di quanta ne usasse prima senza fare nulla. Ora io capisco che per alcuni il dogma dell'andare in pensione a 65-70 anni sia assurdo ma non piangiamoci addosso. Sono giovane e só che la pensione la vedró col telescopio, ma spero che il sistema venga modificato. La durata della vita lavorativa deve essere inversamente proporzionale alla durezza del lavoro svolto. In parole povere: ti spacchi la schiena dal mattino alla seralavori la metá di chi sta seduto 8 ore ad una scrivania. Eresia utopica la mia lo só. Ma la speranza é l'ultima a morire e la mia morirá dopo di me.

Ubaldo Ulghi Commentatore certificato 05.12.11 17:41| 
 |
Rispondi al commento

La Manovra l'avevamo presentata noi..a costo zero per gli italiani!!
700 milioni per rifinanziare le missioni militari;
500 milioni per rinnovare i mezzi militari;
15 miliardi messi in conto spese per costruire gli f35;
22 miliardi per la TAV;
250 milioni per il progetto dl Ponte sullo stretto;
1 miliardi per l'expo di Milano;
200 milioni per le pensioni della casta;
200 milioni all'editoria;
4 miliardi per il vaticano senza contare l'ici;
questo è solo un piccolo elenco, di soldi buttati dalla finestra...
Mi dispiace doverlo dire, ma ne usciremo soltanto con un atto di forza, manovra illeggitima e illegale, questo è TRADIMENTO.
Ho sempre sostenuto che solo l'elezioni anticipate,avrebbero autorizzato un governo ad elaborare provvedimenti legittimi!
attenzione...non lo avete notato..ma questi stanno parlando di starci tanto al governo...bisogna ribellarci!sono tutti abusi!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 05.12.11 17:39| 
 |
Rispondi al commento

è anche a causa di persone come M.B. che l'Italia è messa da schifo. Secondo me questo post la dice lunga sul lavoro che c'è da fare per cambiare la testa di un sacco di persone. D'altra parte M.B. ha un'età che indica chiaramente che la generazione di persone che ci hanno preceduto (noi intendo giovani e meno giovani, cmq chi non p oltre i 35-40 anni) non ha nessun interesse per il futuro ma bensì ha solo l'interesse di farsi i fatti suoi a discapito di tutto il resto, ossia: mors tua vita mea. La sua generazione ha rovinato questo paese, non la mia.

Alessandro de Sindris 05.12.11 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ok, sto pagando i contributi INPS da circa 35 anni, per la gran parte come artigiano, poi da commerciante. Capisco i problemi dello stato italiano a pagarmi la pensione: facciano una legge che mi restituisca tutti i soldi versati (logicamente rivalutati a oggi) e tolgo il disturbo.

Giuseppe Vanzella 05.12.11 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma è possibile che non parla mai nessuno dei lavoratori autonomi!?! Sono un finto libero professionista che lavora con uno stipendio da fame nel mondo dell'architettura. Qui funziona così. Siamo il popolo silente delle P.IVA. Quando ho inziato a versare i contributi nella cosiddetta "gestione separata INPS" era il 2004 e l'aliquota attestata al 18% al pari di qualsiasi dipendente. Purtroppo noi non abbiamo sindacati, nessuno che ci rappresenta, nessuno che possa far sentire e pesare la nostra voce, cosicchè nel 2012 pagheremo solo il 28,72%!! Più del 10% in più per non avere NULLA, nè malattia, nè cassa integrazione, nè maternità, insomma senza NESSUN AMMORTIZZAORE SOCIALE e da un giorno all'altro potrei ritrovarmi disoccupato senza neanche 1 giorno di preavviso!!
Grazie.
Fabio

FABIO FERRARIO 05.12.11 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Anche io ho 58 anni di età e 38 anni di contributi.Fino al 31/12/2010 la mia data per andare in pensione era aprile 2012 oggi????non so più.ma come si fa a tenere davanti ad un forno per metalli leggeri un uomo fino a 70 anni?come si fa a mandare a 15 metri di quota un operaio di 70 anni?queste sono follie!!!posso capire gli impiegati di scrivania ma chi lavora in fabbrica sempre alle luci artificiali con sbalzi di temperature!!! fare cassa!!! quando agenzia FIDES con tutto il patrimonio immobiliare pagherà l'ICI??Mi sono ROTTO!!!!! Voterò solo 5 Stelle da ora in poi!!!!

Nunzio Patriarca 05.12.11 17:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono sempre stato un individuo mite,sempre rispettoso della legge e dell'autorita',ho sempre sgobbato come un mulo dall'alba al tramonto per 1000 euro al mese e non mi sono mai indebitato(grazie a Dio).Ora mi sto'veramente rendendo conto che per cambiare le cose in questo disgraziatissimo paese bisogna che succeda una rivolta popolare,un casino tremendo perche'sono sempre e soltanto mazzate nella fronte ai soliti fessi,ai poveri Cristi.Non sono un professorone,non ho studiato neanche tanto ma qui abbiamo veramente toccato il fondo.

markus 05.12.11 16:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti sono disgustata da tutta questa politica corrotta che non pensa alle persone che hanno perso il lavoro, e hanno i mutui da pagare tutti i mesi, continuano ad allungare l'età pensionabile e non pensano alle migliaia di persone che hanno perso il lavoro in questi anni di crisi come me, io ho 32 anni non faccio più parte dei "giovani" secondo la nostra politica, ma ho un mutuo e le bollette da pagare, lavoro a tempo determinato ormai da 2 anni ma non aiuta certo a migliorare la situazione, anzi più vado a avanti più ho difficoltà a trovare un lavoro decente, e ogni anno in sede di dichiarazione dei redditi devo pagare ma se non li guadagno?????
nessuno parla mai delle persone nella mia situazione, invece di crearci nuovi posti.....che schifo!!!!!!!!!

tiziana cò 05.12.11 16:18| 
 |
Rispondi al commento

iTaglia: l’App della Manovra per iPhone!
http://inpastoalsilvio.wordpress.com/2011/12/04/itaglia-lapp-della-manovra-per-iphone/
CLICCA SULLE VOCI DEL MENU PER PROVARE L’APP!
 E' ATTIVA ANCHE LA FUNZIONE 'EMIGRA'

Paolo P., Bologna Commentatore certificato 05.12.11 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Tutte cazzate. All'estero la scuola finisce OVUNQUE prima che in Italia e si va fuori dal nido e a lavorare, anche cominciando dal cameriere. In Italia col cavolo. In Italia gli unici giovani che non trovano lavoro sono quelli mantenuti dai genitori, che magari gli dicono anche di non accettare questo o quel lavoro perchè non è a tempo indeterminato.

Filippo C. 05.12.11 15:08| 
 |
Rispondi al commento

non sono riuscita nemmeno a finire di leggere l'intervento. sempre a piangere madunina!!! se uno che lavora in ufficio 8 ore al giorno è a rischio vuol dire solo che non ha cura di se stesso. le malattie che denuncia sono causate da uno stile di vita sbagliato, sedentarietà, dieta ipercalorica e iperproteica, niente movimento... a 57 anni mica sei vecchio! insomma bisogna avere cure di se stessi. cosa dovrebbe dire uno che lavora ad asfaltare strade per 40 anni? allora un po' di quella roba per favore perchè a volte siete veramente patetici. In svizzera la pensione è a 65 anni per gli uomini, 63 per le donne, ma se si fanno lavori pesanti e fisici si va in pensione prima. è ora che l'italia si adegui come il resto del mondo.

Sabrina Piacente (sabpi), Svizzera Commentatore certificato 05.12.11 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si parla di spese della Casta si parla solo delle spese dei parlamentati e con quelli ci chiudono la bocca. Ed invece sono miliardi e miliardi di Euro di spese fasulle o buttate via dalle Regioni, Province, Comuni, e soprattutto società Municipalizzate(acqua, gas, nettezza, trasporti). Altro che riforma delle pensioni! Altro che taglio dei vitalizi. Non ci credete. Basta che leggiate una sola volta il libro La Casta. Ma tanto questo non lo vogliono toccare, altrimenti anche ai politici gli frana il castello che hanno creato. Ed allora ancora una volta paghiamo noi!Non solo! Ma facendo così tra non molto saranno a toccare le pensioni ancora una volta. Ma scusate è tanto semplice: una famiglia ha un reddito di 2000 euro al mese, ma ha una Ferrari in garage che gli mangia 1500 euro al mese. Quella famiglia, se fosse normale, venderebbe la Ferrari. Ed invece abbiamo scelto di non mangiare per mantenere la Ferrari! Basta, ora non scrivo più......e pensare quanti sacrifici avevano fatto i nostri vecchi per questa Repubblica!
E poi secondo me ora sarebbe il momento di farci sentire con qualche iniziativa altrimenti siamo proprio un popolo di pecoroni. Che paghino i RACCOMANDATI quelli che hanno sempre avuto solo vantaggi da questo Stato.

agamennone schiocca 05.12.11 14:48| 
 |
Rispondi al commento

facciano quello che credono.
finite le mie personali risorse, sarò con le spalle al muro.
Fino a quel giorno starò buono, ovviamente.

Ma con le spalle al muro tutto è lecito, ed ho e mi sono già dimostrato di essere capace di fare qualunque azione si renda necessaria per sopravvivere, violenta o meno.

Lo stato italiano sarà il mio nemico, a questo punto.

Questa è una dichiarazione di guerra.

I quattro maiali che son sempre all'ascolto ne prendano nota, per quando mi cattureranno.

Io non potrò permettermi prigionieri, invece.

inqbo 05.12.11 14:43| 
 |
Rispondi al commento

...si, ok, è una manovra di merda che colpisce i soliti noti, eccome, ma avete visto quanto era "dispiaciuta" la ministra Fornero? Ha un cuore così delicato, una coscienza così scossa da quel che ha "dovuto" fare che si è messa a piangere!!! Povera cara!!! Di certo non ci negherà aiuto quando, impossibilitati a fare la spesa per via del suo mancato adeguamento delle pensioni, busseremo alla sua porta per un tozzo di pane!
...raccolta firme contro queste iniquità? Dove, dove? Corro a firmare! Beppe, mobilitiamoci!!!

ilaria 05.12.11 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma vacci tu barbone. Se sei in ufficio dovresti cantare l'aida che non vai ad ammazzarti di lavoro sui tetti, rifiuto tossico nocivo della società che non sei altro.

Economista Libero 05.12.11 14:23| 
 |
Rispondi al commento

La manovra Monti è la fase finale di una strategia messa in piedi dal centro destra europeo che è riuscito a costringere la Grecia e l'Italia ad accettare dei governi non democratici e ha fatto recuperare la Spagna al centro destra con le elezioni.Contemporaneamente si è garantita la sopravvivenza dei governi di centro destra di Francia e Germania facendoli passare per i salvatori dell'euro.Il tutto senza alcun riguardo per le macerie economiche ed i disastri sociali subiti dai cittadini di questi stati. Credo che le prossime rivelazioni di wikileaks renderanno evidente quanto è accaduto e le varie responsabilità.
di Roberto Napoletano - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/SziKQ

paolo c., milano Commentatore certificato 05.12.11 14:22| 
 |
Rispondi al commento

La cultura va riformata in questo senso:
La cultura deve essere accessibile a tutti gratuitamente ma non deve comportare stipendi e privilegi maggiori rispetto a quelli che non hanno studiato.
A mio parere la cultura non deve essere il mezzo per il quale un individuo può avvalersene per una maggior facilità nel profitto, ma deve essere soltanto un semplice modo per poter apprendere nozioni che possono dare la possibilità di svolgere una professione meno logorante dal punto di vista fisico, per via di ciò, si potrebbe prospettare che l'età pensione potrebbe essere spostata di tot anni a chi svolge lavori da scrivania.
L'università dovrebbe essere gratuita, e il lavoro, che dovrebbe dare la possibilità a tutti di fare un salto di qualità a qualsiasi età potrebbe aprire l'ipotesi di dare l'opportunita ad un'operaio di passare da un lavoro manuale e faticoso, ad un lavoro impiegatizio. La cultura deve essere aperta a tutti e sempre, magari con corsi On line di specializzazione.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.12.11 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai perfettamente ragione ; Ancora una volta ci hanno mazziato !
Non finirà , mai !
Ingiustizie su ingiustizie , io devo lavorare 2 anni e mezzo in più e dato che sono un “privilegiato” avendo iniziato a 17 anni se voglio stare a casa devo pagare una “penale “ ,pochino dice la Fornero , del 3% ogni anno dall’età minima di vecchiaia che per me si traduce in -18% , capite 18% in meno!!
Li stramaledico fin dal profondo del cuore!
Ma si vergognino , anche piangere , che pena !
Noi dovremmo piangere di rabbia !! e impotenza .
Alcuni sindacati nicchiano , tutti i politici ecccetto qualcuno se ne stanno buoni buoni ( fdinchè non li toccano nelle loro tasche) , di ICI ai beni produttivi della Chiesa nulla !!Facciamo qualcosa ! Subito !
Grazie
Silvano

Silvano Marchini 05.12.11 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma va benissimo non vedete che Berlusconi è stato attivo fino ad ora ed ha 74 anni? Smettiamola di lamentarci. Sarebbero da mandare tutti in catena di montaggio!!!

Eliana Rav 05.12.11 13:35| 
 |
Rispondi al commento

A dire la verità e già da un pò che vivo di cose indispensabili perchè non ho un euro in banca, fra poco tempo tutti, forzatamente o meno, saranno costretti a rinunciare al superfluo.
Vorrei dare un' idea a Grillo, è la seguente:

Grillo potresti creare un sito di baratto e riuso dove le persone si possono scambiare oggetti ed altro che non usano più, Il sito dovrebbe essere diviso in zone geografiche abbastanza ristrette, per esempio ( provincia di Torino, Milano ecc...) in modo da poter scegliere di scambiare un bene che sia relativamente vicino casa. Ci si potrebbe anche scambiare generi alimentari degli orti, che ne so, zucchini con conserva di pomodoro ecc... ovviamente tutto rigorosamente fatto in casa.
Questo sito dovresti farlo tu, la tua notorietà lo farebbe partire molto in fretta.
Ciao.
PS a titolo informativo:
Non Ho lavoro, mio padre è in pensione, mia madre è una casalinga. Io percepisco l'assegno di disoccupazione da 1 mese (800€), per assurdo mi conviene non lavorare, con un lavoro a tempo determinato guadagno 1000 € e ne spendo 200 di benzina, 200 a mangiare fuori casa.
Ci scaldiamo con una stufa a legna, il metano non possiamo permettercelo, mio padre dovrà rottamare l'auto vecchia di 17 anni per evitare di pagare il bollo. Dobbiamo pagare una multa per una dimenticanza nel pagare la tassa sulla liquidazione di mio padre (2700 €) non sappiamo dove prendere i soldi, non abbiamo nulla da vendere, a gennaio dobbiamo comprare la legna per scaldarci e non abbiamo i soldi perché dobbiamo pagare la multa. A me scade l'assicurazione della macchina a gennaio, 280 € per sei mesi più 120 € di bollo.tutto moltiplicato per 2, l'auto di mio padre.Dimenticato! dobbiamo mangiare, e pagare le altre cose solite che paghiamo tutti.
Non dovrei dirlo ma la legge mi obbliga a lavorare in nero, a fare il bandito

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.12.11 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volevo porre un quesito:
Per restare all'interno della legge, cioè per non trasgredire alle regole bisogna avere un lavoro, già per un cittadino la legge ha un costo, il costo della legge sono le tasse e i servizi che siamo obbligati a pagare.
Ora, se lo Stato non mi garantisce un salario adeguato che mi permetta di restare all'interno delle regole, chi delinque per poter restare nelle regole, cioè pagare le bollette, e tasse varie, può essere considerato un fuorilegge? E lo Stato si può considerare ancora tale?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.12.11 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Non mi incazzerei tanto se anche ai parlamentari fossero imposte delle trattenute, abbassati gli stipendi, perchè quelli che percepiscono ora per scaldare una sedia è vergognoso, dimezzati i parlamentari che ci stanno a fare? La maggior parte son lì a inviare sms, chi ronfa e chi si scaccola e non oso pensare a quello che può fare qualche d'un altro, ma non mi stupirebbe...e poi basta, da quanto tempo ci stiamo lamentando delle stesse cose?

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 05.12.11 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Il passaggio al sistema contributivo per tutti è arbitrario se non anticostituzionale poichè non rispetta l'eguaglianza dei cittadini.
Infatti la riforma Dini del 2005 sanciva il passaggio a tale sistema pensionistico( che dimezza l'importo della futura pensione)per tutti i lavoratori eccetto per chi lavorava già da 18 anni e per quelli con una minore anzianità, per i quali era previsto un sistema misto: retributivo-contributivo.
Conseguentemente a tale riforma i nostri politici, resisi conto del danno arrecato e dell'impossibilità di sopravvivenza con un assegno così pesantemente decurtato, si sono affrettati a consigliare, a chi era colpito dal contributivo, di versare TFR e contributi volontari a fondi pensionistici in grado di assicurare loro una pensione integrativa.
Paradossalmente quindi, una parte ha avuto questa possibilità, mentre chi era rassicurato dal vecchio sistema retributivo oggi è scaraventato, senza alcun paracadute nel nuovo.
Pertanto, a mio avviso, si palesa un profilo di anticostituzionalità del decreto Monti, per quanto concerne la riforma pensionistica, a causa della disparità di trattamento dei lavoratori.
Alberto Mazzei

alberto mazzei 05.12.11 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se mi mandi in pensione più tardi mi devi ridurre l'orario di lavoro a stessa paga e aggiungere più giorni di ferie. Così forse ci arrivo alla pensione.

marco montagna 05.12.11 12:22| 
 |
Rispondi al commento

perché i politici prendono più di 960 euro al mese? diano il buon esempio! tutti perequati alla pensione minima

Rudik G., Torino Commentatore certificato 05.12.11 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Alzare l'età pensionabile è disonesto.
E' giusto stabilire un'età minima (e mi pare che 65 anni sia uno dei più alti valori del mondo). Andare in pensione al raggiungimento dell'età o dei contributi deve essere una scelta libera (perché è soggettiva in ogni individuo). Dare magari degli incentivi per chi vuole continuare. per il resto della manovra non vedo un'equità di sacrifici. Spero in una forte mobilitazione dei cittadini. NB ma le varie TAv, Ponti, Expo vedo che resistono benissimo (altrimenti le mazzette dove le pigliano?).

Roberto Ardemagni 05.12.11 12:07| 
 |
Rispondi al commento

UNICA VIA D'USCITA:SCENDERE IN PIAZZA E FARCI SENTIRE!

anna s. 05.12.11 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con la nuova manovra di questo governo tecnico si colpiscono ancora lavoratori e pensionati. E’ una vergogna! Gli evasori e i corrotti possono stare tranquilli! Ma che differenza c’è questo governo e quello precedente? Non ne vedo alcuna. Io penso che esista una facile e immediata soluzione a tutti i problemi dell’Italia. Tale soluzione è stata proposta nel vostro sondaggio, ma è arrivata, per me inspiegabilmente, ultima: l’abolizione della carta moneta. La tecnologia c’è già e l’obbligo delle banche di dare ai loro correntisti una carta di credito/debito comporta solo la stesura di una legge. Nessun esborso economico. La difficoltà di utilizzo è molto inferiore a quella del denaro contante: occorre solo ricordare i 4 numeri del PIN e non c’è nemmeno la necessità di dover contare il resto. Anche i miei genitori, prossimi ai 70 anni, si sono convinti a farsi dare dalla loro banca una carta prepagata. In questo modo l’evasione e la corruzione (ma anche le mafie) diminuirebbero drasticamente (ristoranti, gioiellerie, idraulici, dottori difficilmente potrebbero dichiarare 14.000 euro anni come fanno e come risulta da diverse statistiche).Gli introiti per lo Stato sarebbero enormi e si potrebbero finalmente abbassare tasse e aumentare i servizi. Basta volerlo. Ci sarebbe un solo problema: la carità verso i poveri. Ma con entrare di oltre 200 miliardi annui (una stima grezza ipotizzando una diminuzione di evasione e corruzione del 50%) si avrebbero soldi sufficienti per aprire mense e dormitori pubblici e gratuiti. Per chi è povero credo sia molto più dignitoso andare a mangiare e dormire in un posto pubblico piuttosto che umiliarsi a chiedere l’elemosina o,peggio, ad andare a rubare. Grazie Beppe che ci dai spazio e voce.

bulba peppe, Roma Commentatore certificato 05.12.11 11:43| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe e staff

dopo la manovra che taglia tutto !!!!!!!!
una falce avrebbe fatto meno male!!
la riforma pensioni per le generazioni future
solo pochi arriverranno a 70 anni per prendere pochi euro!!
lavorare fino a a 45 anni!!
dopo la riforma biagi questae stata quella della fornero ultima sua riforma!
tra altro visto impopolarita della riforma rischia tantissimo !!!! biagi a pagato di tasca propria!!
io mia avrei fatto una riforma cosi che di fatto non mette apposto nessun conto!!!
ma a levato tutto!!!
come si fa dormire alla notte!! e bisognerebbe guardarsi sempre le spalle se si rimane in italia!!
e stato stravolto tutto!!! belin beppe!!
chi avra dei figli !!!
gli dovra dire che le pensioni non ci sono piu!!
chi a 20 anni non se lo pone il problema!!
??????
di fatto e stato toccato come sempre i soliti noti i contribuenti poveri!!
che cercano di sopravivere a fine mese!!
e il fatto che questa manovra e un secchi d acqua il mezzo al mare!!!
ne dovranno fare altre e altre e altre e altre ancora!!!
aumentare aumentare etc etc etc !!!!!
austerita , recessione consumi etc!!!
meglio un default tecnico salvando i risparmi degli italiani , non rimborsando i creditori stranieri! moneta con sovranita popolare!!
e nuova lira!! unico rimedio rimasto!!
come si dice e meglio un asino vivo che un dottore morto!!
saluti beppe e staff!!

mario mario 05.12.11 11:36| 
 |
Rispondi al commento

ANDREBBERO PRESI E VOLATI DALLA FINESTRA..TUTTI..QUESTA E' UNA FARSA!!!MESSA IN ONDA DALLA POLITICA ITALIANA E DAI I SUOI PARTITI!!!si chiama FAVOREGGIAMENTO...hanno mandato avanti una persona che sapevano cosa avrebbe fatto e cosa farà ancora in futuro!
Continuate ad andare dietro i SINDACATI...collaterali alla politica e alla partitocrazia!:..strappate le tessere in massa...sono una massa di ladri e bugiardi...!!la casta le pensioni non se le tocca..ladri...!!solo le leggi per fare il culo ai lavoratori sono retroattive...per questi pezzi di merda no!!si chiamano diritti acquisiti!!!ladri!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 05.12.11 11:34| 
 |
Rispondi al commento

si parlava tanto di equità...ma a parte nel titolo della manovra era completamente assente...e tutto a dimostrazione che su questo governo pende, ancora, la spada di Damocle del Pdl....

Leggete quest'articolo. Una lucida analisi, con tanto di commenti della gente comune, di chi vivrà sulla sua pelle questa manovra...
http://www.infiltrato.it/notizie/italia/manovra-monti-la-stangata-ma-non-e-un-film-il-sogno-equita-affoga-in-lacrime-sincere

Carmine Gazzanni 05.12.11 11:31| 
 |
Rispondi al commento

A me pare che si stia delineando il progetto dei poteri forti (leggi massoneria) e cioè di coloro che in tutte le epoche hanno fatto il bello e il cattivo tempo, che tende a renderci del tutto schiavi delle loro volontà affinchè il mondo sia sempre e soltanto in mano alla ricchezza. Le masse sono marionette da manovrare, limoni da spremere perchè tutto ruoti intorno alla ricchezza detenuta dai soliti noti.
Ai gonzi raccontano che i sacrifici sono equi. Ce li vedete i "ricchi da sempre" che rinunciano ai regali di Natale per i figli perchè sono stati colpiti dalla manovra?
Ce le vedete quelle facce del governo cosiddetto tecnico a prelevare i soldi da chi i soldi li ha sempre avuti?
Eppoi perchè dovrebbero remare contro ai loro simili!
A mio parere era tutto calcolato: hanno usato il Cavaliere e poi lo hanno messo da parte per avere campo libero. Hanno VOLUTAMENTE creato la crisi per poter agire indisturbati. L'occhiuta piramide è peggio che il Grande Fratello, sa per filo e per segno quanti peli abbiamo intorno al deretano e sa a chi andare a prelevarli attraverso i suoi muratori con il grembiulino. AMEN

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 05.12.11 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Intanto volevo fare i miei complimenti a Beppe che, come sempre, ha anticipato i tempi : è da anni che parla dell'abolizione delle province e adesso, per la prima volta, qualcuno ha pensato almeno a fare dei tagli. Cosi' come, per la prima volta, un Governo ha operato tagli alla politica! La colpa non è certamente di questo Governo Monti, che è li' da neanche tre settimane...purtroppo, paghiamo una politica indecente e da mandare in galera che negli ultimi 30 anni ci ha massacrato, portando il BelPaese sull'orlo del baratro. E adesso, l'unica cosa da fare, è rimboccarci le maniche cercando di coprire soprattutto i loro errori. Monti sara' anche un uomo delle banche e dell'Unione Europea, ma sentire parlare un Presidente del Consiglio in maniera seria e sobria è incredibile, tenuto conto che ci siamo abituati, per anni, a pagliacci e simili, molto piu' bravi a raccontare barzellette ed evitare processi. Dovremo lavorare fino a 66?!?!..per un Italia bella, meritocratica e pulita, sono disposto a lavorare fino a 70! Beppe aveva ragione anche sulla classe politica quando, qualche tempo fa, ha iniziato a dire che sono dei morti che camminano. La politica è finita!!!..spero per sempre.....

Paolo Avella 05.12.11 10:28| 
 |
Rispondi al commento

E' l'ora di CANTARE LA MARSIGLIESE!

sanna alessandro 05.12.11 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Siamo coerenti, ma chi può avere la forza e la voglia di lavorare ancora dopo i 60 anni. Non sto parlando di parassiti super stipendiati (vedi parlamentari), ma di gente che lavora.
Siamo sinceri, a 60 anni si è vecchi, nella mente ci sono altre priorità (Berlusconi a parte che ha la fortuna di essere ancora come rocco siffredi), quanta produttività può dare uno a 60 anni, con la prostata marcia, rispetto ad un giovane.
se si alza l'età come si fa a fare spazio per i giovani ?
Io ho un mutuo a 30 anni che finirà quando avrò 73 anni; allora cosa devo fare ? lavorare fino a quell'età ?
ma datevi fuoco !!
A 60 anni io smetto, farò come i sadhu indiani, meglio morire libero che schiavo !!

Silvano 05.12.11 10:05| 
 |
Rispondi al commento

la verità non sono come dicono di allungare le pensioni ma nascondono la verità e cioè quella di non dare i soldi della liquidazioni che sono molti di più poiche se li tengono in tasca sia imprese che imps allora giunti a 60 anni li dassero liberi ai lavoratori vedremo cosa dicono

fabrizio r., nocera umbra Commentatore certificato 05.12.11 09:59| 
 |
Rispondi al commento

pensione minima 1000€ pensione massima 3000€ nessuno può ritirare di più o di meno ogni mese e questo deve valere anche per le casse private dei liberi professionisti.

ecco una manovra equa che ridistribuisce i soldi e probabilmente porterebbe nelle casse dello stato tanti miliardi.

a volte (ritornano) Commentatore certificato 05.12.11 09:58| 
 |
Rispondi al commento

E bravo Monti!!Tutti sono capaci a fare una manovra del genere,anche chi non ha studiato,ma è andato a lavorare presto.Io nono sono uno che si mette in malattia per una cavolata,ma lo giuro , se le cose non cambieranno, quando avrò raggiunto i 40 anni di contribuzione ,gli anni che mi mancheranno per andare in pensione li passerò a fare melina.

daniele angelini 05.12.11 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Casa e fisco

Viene reintrodotta la vecchia Ici con una aliquota del 4% sulla prima casa, mentre sulla seconda casa l'aliquota è stata alzata allo 0,75%. Il valore catastale sul quale verrà calcolata l'imposta verrà rivalutato del 60%. L'Iva salirà di due punti percentuali al 23% a partire dal settembre 2012. Aumento anche sulle accise dei carburanti a cominciare dal primo gennaio 2012. E poi una super tassa per le vetture di lusso e gli scafi sopra i dieci metri. Infine è stato posto un limite alla circolazione del contante. Non si potranno infatti più pagare in contanti cifre superiori ai 1.000 euro, per cercare di combattere l'evasione fiscale.


Previdenza

Il punto più saliente riguarda della manovra Monti riguarda la previdenza con l'aumento dell'età pensionabile: le donne potranno andare in pensione a 62 anni, mentre gli uomini a 66 anni. con una abolizione delle finestre e incremento dell'anzianità a 41 anni e un mese per le donne e a 42 anni e un mese per gli uomini. Ma non è tutto. Gli assegni rimarranno fermi rispetto all'inflazione con la sola eccezione delle minime. Almeno fino al 2012 e 2013.


Costi della politica

Nel pacchetto dei tagli ai costi della politica il governo Monti ha previsto che nei consigli provinciali non saranno ammessi più di dieci consiglieri, mentre le giunte provinciali sono state abolite. In programma anche la riduzione del numero dei consiglieri regionali. Sforbiciata anche sul numero dei componenti delle Authority, da 50 a 28 membri. Infine, il presidente del Consiglio, anche ministro dell'economia, ha dichiarato che rinuncerà al suo compenso.


Crescita

Le imprese potranno dedurre l'Irap pagato per i dipendenti, mentre sarà ridotta l'Irap alle aziende che assumono donne e giovani. Reintrodotto l'Ice, l'Istituto per il commercio con l'estero, per sostenere l'internazionalizzazione delle imprese. Infine, più concorrenza con la deregulation degli orari dei negozi e della vendita dei farmaci di fascia C.


Fonte: Finanza.com

gagliardo giuseppe 05.12.11 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Vi dico solo una cosa, lavoro in una multinazionale tedesca. A Bari , e mentre tutti sono in crisi ho lavorato per sei mesi anke di domenica. Siamo sommersi di lavoro e con tutto cio sto pensando seriamente di emigrare perche ' un paese con un danno politico cosi radicato come il nostro si potrà riprendere solo dopo un altra guerra , come accaduto dal 1950 in poi

Massimiliano Minervini 05.12.11 07:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusi, di che sta parlando? Se lei ha 57 anni e 35 anni di contributi, lei non ha incominciato a 16 anni ma a 22.Seppoi esaminiamo le sue "malattie" sembra che abbia avuto una vita senza molto esercizio fisico e che se continuasse a lavorare avrebbe meno problemi.Non faccia la vittima. Facendo cosí incoraggia la sua famiglia a fare la stessa cosa e la società ha bisogno di gente integra, coraggiosa, disposta a fare molto di più di quanto lei crede. Il suo piagnuccolio sembra a quello di una bambina che non vuole andare più a scuola e dice di essere ammalata per godersi una giornata a giocare.

Blisco 05.12.11 07:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le banche hanno incamerato ...legalmente immensi immobili degli ex clienti che non riuscivano a pagare i loro debiti verso la banca

LI VENDANO CHE RECUPERREANNO E RIAPAGHEERANNO LORO IL LORO DEBITO
oppure se dobbiamo ripagare noi il debito (come vogliono fare )
pretendiamo il pignoramento immediato di tutti i averi dei banchieri e delle banche ...
PERCHE POI DOBBIAMO IMPORRE(ANCHE CON LA FORZA) ALLO STATO CHE LE BANCHE DOVRANNO RESTITUIRE IL NOSTRO ...PRESTITO FORZATO
comoda fare gli strozzini e poi pretendere il fondo perso ....

stefano b., rovato Commentatore certificato 05.12.11 07:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sì, vadano a lavorare nelle loro fabbriche, uffici, cantieri galera... vadano a lavorare lì e poi vedremo...

A proposito delle pensioni, quanti campano fino a 90, 1ooo anni? Introno a me tutte vedove di uomini ben al di sotto di quell'età vittime della peste del secolo: il tumore..on grande loro soddisfazione per la pensione dimezzata alla vedova. Questi speculatori della parola, oltrechè della salute vadano a vivere come quel 99% vive e poi si potrà ragionare... e, soprattutto tappino i loro buchi...senza infierire sui disperati....

Tassa patrimoniale no, tassa di successione no, tasse sul lavoro sì.. e che politica è questa?

almagemme 05.12.11 07:20| 
 |
Rispondi al commento

Meno male... il prof della Bocconi non se n'è accorto?
I pensionati con otre 960 euro, che sono i ricchi, possiamo togliere l'adeguamento all'inflazione... ma alzare l'irpef ai redditi fra i 50 e 75 mila euro comportava troppi sacrifici...
Ci voleva "o professore" per questa manovra, invece di far finta di litigare per 3 anni sulle donnine del cavaliere (di cui a non non fregava molto) non potevano fare più attenzione ai conti dello stato?
Grillo, e non solo lui, diceva da tempo "attenzione al debito" ma loro erano troppo intenti al deve dimettersi per accorgersi che le MMM... stavano salendo.

Rudik G., Torino Commentatore certificato 05.12.11 06:50| 
 |
Rispondi al commento

la Pensione è roba da vecchi, noi ci tengono giovani con due nel culo, per animarci come marionette, io per lavoro giro molte aziende sopratutto del tessile.. il problema non è andare in pensione con 40, o più anni si servizio, il proble nelle grosse aziende è quando hanno dei lavoratori dai 45 anni in su, con qualche figlio, con un'anzianità notevole, sanno che questi come motizione sono poco reattivi, e costano di più di un stagista, quindi , in momenti come questa fanno quelle manovre, per piangere crisi, mettono in prepensionamento i dipedenti sopre i 52 anni e in monilità quelli sopra i 40, poi se volgioni dopo un pò prendono lavoratori stagisti o interinali per faer fronte ai picchi di lavoro o portano il lavoro all'estero. Tu pensa un 64 enne su un muletto, magari che i riflessi non siano più quelli di un tempo, come la vista... oppure un cammionista iperteso che ti fa un'infarto in autostrada....

alberto scanferla 05.12.11 06:41| 
 |
Rispondi al commento

Questa manovra è veramente "equa".
Non fa piangere solo i poveri.

sergio a. Commentatore certificato 05.12.11 01:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molti commenti sono sicuramente impietosi,ingiusti e dettati da vera e propria cattiveria. Non si conosce lo stile di vita e di alimentazione di M.B.,ma lo si giudica con estremo cinismo senza fargli alcun sconto. Che ne sanno lor signori delle condizioni e dei ritmi di lavoro, dei rapporti con capi, capetti e colleghi? Lo stress è una brutta bestia che ti può aprire la via ad un mare di patologie anche molto gravi;Si supera la soglia di sopportazione senza rendesene conto. Io non sono, per mia fortuna e per eredità genetica, soggetto ad ipertensione, colesterolo ecc., ma Vi assicuro che in particolari momenti di tensione e superlavoro (al computer, al caldo in inverno ed al fresco in estate),ne ho sofferto. Andando in pensione, mi è miracolosamente passato tutto. In quei frangenti particolarmente impegnativi, perdevo i capelli, ma un paio di colleghi hanno avuto un infarto e parecchi altri si sono goduti per ben poco tempo la pensione. A volte vado a trovare i miei ex colleghi e vedo, in certi giorni, la tensione sui loro volti: quelli sui 50 soffrono quasi tutti di ipertensione e viaggiano con le pastiglie in tasca. Quanto al cibo di cui si nutrono posso dirVi che sovente consumano un pasto da prima linea alla veloce per poter recuperare tempo prezioso per smaltire la mole di lavoro che sono chiamati a svolgere.
Per concludere: a meno che non siate dei manager rampanti, cercate di avere un po' di comprensione per un lavoratore come Voi che ha dei problemi.
Quanto a queste finanziarie, basterebbe soltanto abbandonare le grandi opere INUTILI e l'acquisto dei 131 cacciabombardieri F35, e ci ritroveremmo nelle casse un mare di Miliardi di €.
Sta diventando una guerra tra poveri: meditiamoci sopra.
Qualcuno sa dirmi se gli immobili ecclesiastici pagheranno l'ICI?
saluti a tutti.
Luciano

Luciano Romagnano 05.12.11 01:26| 
 |
Rispondi al commento

Cambiano i personaggi ma la giostra è sempre quella...come possiamo pensare che un governo dell'età media di 64 anni possa avere una vaga idea di futuro? come possono saltare fuori i posti di lavoro se dobbiamo lavorare fino a 67 anni? E' chiaro che cosi' manderemo i nostri figli a lavorare quando avranno 40 anni e non come noi che abbiamo cominciato a 16/20/25 anni, e dunque per mantenere loro dovremo lavorare noi... che provino a chiederlo a un posatore di asfalti come si fa a lavorare fino a 67 anni... a un muratore come si va su un impalcatura a 6 metri di altezza alle 2 del pomeriggio in luglio-agosto...a un metalmeccanico in catena di montaggio o presso un altoforno per 3 turni al giorno...a un operaio agricolo... a una sarta... a una infermiera... o comunque a tutte quelle persone che ogni giorno si alzano per creare una ricchezza o un prodotto concreto che sono il vero motore dell'economia, e non a tutti quei farfalloni incravattati che con le loro speculazioni e le loro bolle finanziarie hanno ridotto il nostro paese a un cumulo di macerie!!!
Altro che poteri forti, questo governo illeggittimo che questa casta politica appoggia per pura convenienza per poi lavarsene candidamente le mani alla prossima campagna elettorale, e' ancora piu' colluso con banche, confindustria, speculatori finanziari e chi piu' ne ha piu' ne metta... ma allora cosa pretendiamo?
cos'altro ci possiamo aspettare da questa banda di fuorilegge legalizzati?

Fabrizio S., Rovigo Commentatore certificato 05.12.11 01:21| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione! Fanno la media fra i tanti che nn fanno un ca..zo e quelli che si fanno un mazzo quadro. Che calcolino l'aspettativa di vita dei lavoratori dipendenti e che includano nella media anche i lavoratori che ci hanno lasciato la pelle sul posto di lavoro. Basta con le medie farlocche!!!

paolo zanni 05.12.11 00:40| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Beppe Grillo. mi rivolgo a lei con stima ed ammirazione. non credo che si domanderà e adesso cosa vuoi da me.
Le chiedo cortesemente di rispondere ad un quesito che le porgo: Circa un mese fa, ho accompagnato un tizio ad una revisione straordinaria circa la sua invalidità civile. Per motivi di correttezza e di riservatezza non indico nomi e luoghi. E sin qui ci siamo,ora convenuta dall'Imps 09,30, dopo 02,00 ore di auto, arriviamo puntuali all'appuntamento. Per poter essere smistati alle varie commissioni medico legali si son fatte le ore 11,30, alle ore 12,00 circa siamo stati convocati dai medici, "l'esame del povero malcapitato dura non più di dieci minuti" alla fine viene persino aiutato da uno dei due medici nel vestirsi e con gran garbo siamo stati di nuovo avviati alla porta.Si riparte e si fa rientro alle ore 15,00. Fin qui la cosa può apparire come un fatto del tutto normale, ma l'amara sorpresa arriva dopo circa 15-20, attraverso una bella lettera spedita dall'inps, ove si evince che l'invalidità del disgraziato non è stata più riconosciuta, che avverso tale provvedimento può essere proposto ricorso all'Autorità Giudiziaria competente" ma non è indicata qualè Autorità Giudiziaria del luogo competente a ricevere il ricorso". Ora a questo punto domando! e mi domando,questo soggetto è stato riconosciuto da una precedente commissione medico legale, con una patologia irreversibile,inabile al lavoro, 100%incapace di poter svolgere le attività quotidiane con gravi disturbi mentali,ecc.ecc.nasce spontaneo chiedersi chi ha certificato il falso, oppure i medici che hanno visitato in prima istanza il soggetto erano degli incapaci, o viceversa bisogna valutare esattamente chi dei tre soggetti soffre di disturbi mentali.
un'ultima cosa le voglio aggiungere, se avete del tempo disponibile, andate qualche giorno presso le commissioni medico legali dell'inps, e noterete la mortificazione della persona umana: quel giorno davanti a quegli uffici, vi era un sig.

roberto giudice 05.12.11 00:21| 
 |
Rispondi al commento

brunetta ha detto che l'età media è 78,80,82.
che libro di fiabe legge per prender sonno?

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 05.12.11 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma figliolo, che cosa chiedi?! Una mia amica operata di cancro al cervello e riconosciuta invalida all'80% deve continuare a lavorare...

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 04.12.11 23:58| 
 |
Rispondi al commento

>

Non si può fare un caso per ciascuno.
Lei va in pensione prima perché non gode di buona salute? E se poi vive più del previsto cosa facciamo, le sospendiamo la pensione?
Tra l'altro così si aprirebbe la strada a baby-pensionati tra amici e conoscenti di dottori compiacenti che firmano una dichiarazione false come già succede per le pensioni di disabilità.
Per carità!

Carlo Tavian 04.12.11 23:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono uno di quei sfigati che ha iniziato a lavorare da piccolo, a 7-8 anni ad aiutare con lavoretti nel laboratorio di casa, a 13 anni invece di continuare gli studi costando alla famiglia ed allo stato ho iniziato il mio primo lavoro da dipendente ovviamente a nero in una tappezzeria per quattro soldi, mi han messo in regola su mia insistenza dopo quasi 2 anni, a 19 anni sono tornato in falegnameria con mio padre, morto lui a 62 anni, senza prendere una lira di pensione, io ho proseguito.
Fino a pochi anni fa non mi sentivo ricco ma sicuramente indipendente, con un po’ di risparmi in banca per la mia vecchiaia, una piccola azienda che in futuro, potevo vendere o affittare, ero contento.
Nel 2007 i miei risparmi messi su consiglio della banca in “fondi sicuri” sono praticamente spariti, la mia azienda non vale più nulla, affittarla non se ne parla quindi è solo un costo, il lavoro è sparito ma gli “studi di settore” no, per lo stato io guadagno tanto in realtà a malapena sopravvivo,
ora a 52 anni ho 37 anni di lavoro in regola, unica mia speranza è la pensione visto che altri lavori non ve ne sono, se chiudo sono un disoccupato ed oltre a ciò per chiudere la mia azienda devo pagare allo stato la plusvalenza del capitale invendibile che ho accumulato negli anni, devo svendere tutto per pagare lo stato ed io in 40 anni di lavoro rimango praticamente con nulla.
O come son felice nel vedere il capace Monti e non solo lui, decidere senza pensiero alcuno a fottere a piene mani le persone che come me hanno anni di duro lavoro alle spalle e che hanno la colpa di non essere andati a studiare da giovani a spese dello stato.

Carlo Cornelli 04.12.11 22:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ai signori che pontificano su come si "cura" il proprio corpo vorrei far notare che spesso non si può fare i salutisti perchè in mensa o mangi questo o niente, o perchè non c'è nemmeno una mensa e mangi dove e quando puoi, o magari dormi quando e dove puoi, se fai l'autista o lavori a turni. Il fatto è che l'aspettativa di vita dei lavoratori dipendenti, tolte poche eccezioni, non è molto superiore ai 65-70 anni. Quindi crepiamo subito e facciamo felici politici, tecnici e salutisti!

Vittorio G. Commentatore certificato 04.12.11 22:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma mettendo sul portone di casa la legittima dicitura di dottore magistrale ti aumentano la pensione?

Non credo proprio!

libero pensiero perciò pazzo 04.12.11 22:26| 
 |
Rispondi al commento

dottore non significa pensione alta anzi spesso molti laureati prendono pensioni abbastanza misere e ci sono posti che in nessuna parte del mondo sono affidati a gente senza titolo di studio che solo qui .........

Qui funziona così .... per un posto di privilegio piccolo serve la laurea mentre per un posto di quelli luridi no.... guardate bossi e il trota!

libero pensiero perciò pazzo 04.12.11 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro mio, io che ho 28 anni invece a quanti hanni andro' in pensione? Quanti soldi prendero' di pensione? Andro' in pensione? Perche' dovro' pagare solo io un debito ereditato dalla mala politica dei tuoi coetanei?

Paolo g. Commentatore certificato 04.12.11 22:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A loro gli ne può fregar de meno !!Articolo eccellente, pultroppo c'è molta gente che lavora con la lingua fuori come i cani quando hanno caldo. Perchè è letteralmente impossibile vivere. E loro continuano a rubare. E adesso ci vogliono rubare anche la vita..........

anticonformista51 04.12.11 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Sig. M.B. andare in pensione non è la cura dei suoi mali. Ci sono tanti lavoratori ai quali piacerebbe essere 'costretti' a lavorare davanti al computer come fa lei. A quei lavoratori va il nostro pensiero.
A.T.

Alessandra Tassini 04.12.11 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho iniziato a lavorare a 15 anni nei cantieri ed oggi a 45 anni sono su una catena di montaggio,sto bene ,non mi fa male niente ruggisco come un leone, ma dico,che cazzo volete che vi campi io per tutta la vita mentre voi cazzeggiate dalla sera alla mattina? arrivati a un certo punto si smette e basta,poi sulle aspettative di vita ,leggete un pò i necrologi la maggioranza sono sono tra i 67 e i 75 anni,giusto in tempo per andare in pensione,ma andate affanculo,tutti quanti,

mimmo 04.12.11 22:05| 
 |
Rispondi al commento

io sono nelle tue stesse condizioni di anzianità l'unica differenza è che non sono seduto su una sedia ma fatico su e giu dai ponteggi a volte alti fino a 13 metri.non lavoro al circo ma faccio l'elettricista e capita spesso di dover forare un travertino"muro" spesso 50 o 60 cm con un percussore a mano e punte di 3 cm.se vedete qualche vecchio volare da 10 metri niente paura non chiederà più la pensione a nessuno.per legge dovrebbero pagarla totalmente alla mia famiglia e non portarla al 30% o addirittura a 0%

luciano f., bologna Commentatore certificato 04.12.11 21:57| 
 |
Rispondi al commento

tra tante cose non si è fatto cenno al finanziamento pubblico ai partiti e alla stampa,forse perchè sono i paletti della democrazia?!

MARA BOZZATO Commentatore certificato 04.12.11 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Per darvi una calmata guardatevi tutti la tv,certe trasmissioni hanno il potere di cambiare l'opinione anche del più audace rivoluzionario,dopo un po si è presi da un tale spirito patriottico che viene voglia di lavorare gratis fino a 80 anni e poi andare in svizzera per un suicidio assistito per non pesare troppo sui conti inps.
Che speranze hanno oggi i poveri cristi?
Oscurate le tv e vedrete cosa succederà!!.

sergio a. Commentatore certificato 04.12.11 21:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tesoro.... Le "malattie" che hai non vengono dal nulla...
Vedi di cambiare alimentazione prima di lamentarti col destino.
Sei l'autore della tua salute, il diabete non viene a chi non mangia cadaveri di animali, formaggi e uova.

E non mi dire che ti vuoi "godere la vita", perchè stai appunto dicendo che stai male e che non riesci a continuare a lavorare eppure devi farlo...

Sono d'accordo che non si debba lavorare fino a che si crolla a pezzi ma non puoi lamentarti del tuo stato di salute come fosse colpa dello Stato e che ti debba proteggere.
io coi miei soldi e le mie tasse non voglio pagare chi si ammala perchè mangia prodotti animali, uccidendo creature innocenti in nome del dio piacere.....

quindi vediamo di smettere di lamentarsi almeno.........

B B 04.12.11 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hai tutte le ragioni del mondo per essere indignato,anche perche non tutti possono avere la fortuna di godere una salute tale, da potersi permettere di arrivare alla tanto sospirata pensione dopo 40 anni di lavoro.
premettendo che ci sono soggetti che per poter arrivare alla maturazione dei contributi devono per forza di cose far uso di farmaci.
ecco io non voglio dover arrivare al quel traguardo tutto impasticcato,e magari avere la sfiga di non arrivarci per niente,o arrivare al traguardo intossicato nel corpo e nell'anima.
ho iniziato a lavorare a 15 anni,a 55 dovrei essere in pensione,me ne dovrò fare ancora 10? perche poi mi diranno che sono giovane,mentre per le imprese dopo i 50 anni sei già da considerare vecchio?
come andrà a finire per tutti coloro che come me hanno iniziato presto a lavorare?

Biagio Ferrera 04.12.11 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Sto ascoltando il prof. Monti alla tv che elenca i provvedimenti da adottare, tutti tagli e niente sviluppo (ero capace anch'io), e poi passa la parola alla prof. Fornero, la quale, sembrando di tenere una lezioncina all'università, spiega che da domani i sacrifici saranno un po' più uguali per tutti e i privilegi un po' meno : a me però non sembra di avere sentito, prima che la stessa prof si commuova sino alle lacrime (ma piantiamola), che i privilegi dell'on. Dini, dell'on. Amato, dell'on. Ciampi (tutti individui con oltre 80 o 85 anni di età anagrafica) saranno ridotti, e che le loro pensioni da 30.000 e. al mese saranno ridotte a, facciamo ?, 5.000 euro, che si sta bene lo stesso - questo sì che sarebbe un bel dimostrare che tutti si rimboccano le maniche.
Perchè devo pensarci io e tutti gli altri come me, a cui aumentano l'ICI sulla casa che ho comprato e già pagato, a cui aumentano l'iva, a cui aumentano l'irpef,e poi ci dovrà pensare mia figlia e pagare la pensione di uno che sopravvive 100 anni?

davide sartori 04.12.11 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono delle iniziative di gente comune come te che sono in atto in diversi comuni italiani. una di queste mira alla raccolta di un certo numero di firme di comuni cittadini per abbassare e in alcuni casi eliminare i privilegi dagli stipendi di consiglieri comunali, regionali, parlamentari etc. compreso il presidente del consiglio. la raccolta firme nel mio comune inizia domani 05/12/2011. informatevi e fate girare il messaggio che naturalmente i media non hanno pubblicizzato!!!! Chissà perchè!!!!

cinzia cavalli 04.12.11 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Mio caro, se avevi uno stile di vita piu decente, a 58 anni non eri un catorcio semovente... Conosco persone molto piu anziane di te, con problemi congeniti ( come il colesterolo alto etc) che essendosi sempre riguardati stanno benone ed hanno cominciato a fare lavori assai piu sfiancanti del tuo molto prima di te...
Chi è causa del suo mal ( il sottoscritto non ne è esente), pianga se stesso!
Comunque per le condizioni di salute, le vie di uscita ci sono ancora.

Fede Reds 04.12.11 21:12| 
 |
Rispondi al commento

d'accordo in linea di massima con tutto...però imparare a campare un pò meglio e non ridursi così anche solo per non lamentarsi e basta non sarebbe una cattiva idea. Se uno si riduce male per uno stile di vita sbagliato questo non è che sia un motivo per andare in pensione a 40 anni...magari fosse così!

axlwar 04.12.11 21:00| 
 |
Rispondi al commento

raccogliamo tutto ciò che ci capita ra le mani,marciamo su roma e facciamola finita con questi porci,questi ci prenderanno pure l anima

mimmo 04.12.11 20:58| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori