Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le provocazioni non finiscono mai


deputato_precario.jpg
Qualcuno ha più notizie dell'abolizione delle Province? Se e come ce le toglieranno dai coglioni? E qualcun altro ha idea di quando i parlamentari non godranno più di un vitalizio VERGOGNOSO, compresi soprattutto quelli che lo hanno già maturato e si indignano? E c'è nessuno in giro che sa giorno, mese e anno in cui saranno tagliati gli stipendi da nababbi a deputati e senatori? E della data della fine dei finanziamenti pubblici ai partiti (aboliti da un referendum) di un miliardo di euro? E perché si continuano a spender miliardi per i cacciabombardieri americani e per le nostre truppe in Afghanistan mentre si tagliano scuola e sanità? I partiti, che si nascondono dietro Rigor Montis, la risposta la sanno dare solo sulle pensioni, l'aumento delle tasse e su mille balzelli che fanno parte del nuovo decreto "Lo vuole l'Europa!". Fino a quando gli italiani accetteranno queste provocazioni? Fino a quando ci faremo prendere per il culo? Chi sa fare una previsione?

10 Dic 2011, 19:27 | Scrivi | Commenti (122) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ormai ho smesso di fare previsioni.. a breve termine. E quelle a lungo termine mi soffocano. Ho smesso di avere la fiducia superficiale che le cose cambino rapidamente ma ho ancora viva la certezza che le cose debbano cambiare e che cambieranno. Non si tratta più di scommettere e di avere il tot percento di azzeccarla e il tot percento di sbagliarla. Il gioco non è leale, c'è chi falsifica il gioco prima ancora che a noi vengo in mente l'idea di giocare e vorrebbe che noi, come tante scimmiette, giocassimo come vogliono. Ho deciso di tirarmi fuori da questi giochi persi in partenza e di cominciare a non arrendermi mai, per davvero.

Colors of Resistance 15.12.11 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono proprio curioso di vedere come và a finire.Io ho 58 anni e ho diritto a ancora 21 mesi di mobilità, quando l'avrò finita se non sarò riuscito a trovar da lavorare credo che qualche canaglia avrà un problema. Non ho capito se i proiettili se li autospediscono ma se non è cosi' sarà meglio tirarli no!!! Intanto Buon Natale equitalia!!!!

Fabio B. Commentatore certificato 13.12.11 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Un ultimo appello, apparentemente insignificante, perché proviene da una sola persona, ma che potrebbe diventare importante, se altre voci si unissero. Un ultimo appello a quel senso di responsabilità, tanto invocato dagli esponenti dell'opposizione, quando c'era Berlusconi, affinché si togliesse dalle palle. Se, come sembra, il governo dovesse porre la fiducia alla manovra scassa-Italia, per cortesia, NON VOTATELA. Liberateci dalla dittatura imposta dall'Europa e, se Napolitano sarà ancora in grado di intendere e di volere, dopo un brevissimo periodo di governo messo lì, come si suol dire, per il disbrigo degli affari correnti (ma nel quale l'Europa non deve ficcare il naso), si vada a votare, naturalmente con una nuova legge elettorale. Le persone che ancora siedono in questo Parlamento dimostrino finalmente di fare una cosa buona "per il bene del Paese", frase troppe volte pronunciata a vanvera nel recente passato. Sarà lo stesso se lo faranno per il loro bene, perché almeno avrebbero qualche possibilità di ritrovare una poltrona nel nuovo Parlamento che verrà.

CARLO C., ROBBIATE Commentatore certificato 12.12.11 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Io ho la risposta !!

Ho la risposta allultima domanda:

PER SEMPRE

Da quanto ho visto nei primi 26 di mia vita e da fonti sotriche e statistiche sembra che gli Italiani siano disposti a farsi prendere per il cul indefinitivamente...

ai a. Commentatore certificato 12.12.11 18:19| 
 |
Rispondi al commento

PorCa di una puttanazza...questi qui ci prendono per il culo...mica lavorano caro Beppe noooo loro aspettano il vitalizio...li farei tutti fuori...dal primo all'ultimo cambiamo questa legge elettorale mandiamo a cagare queste merde e eleggiamo semplici cittadini come noi gente comune che ama l'Italia e non il vitalizio

Berardino Ottaviano 12.12.11 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Lo ripeto Da molto tempo, ma se ci indignamo giustamente per quei cornuti che a parole si vogliono ridurre gli stipendi ma rimandano a piu' tardi quando avranno trovato un sistema per prenderli da un'altra parte, nessuno si chiede come mai un ex direttore di tg prendera', spero non sia vero, ca 4 miloni di liquidazione dalla rai solo per non essersi accorto di spendere 60000 euro con la carta di credito aziendale quando giustamente, tutti i suoi colleghi l'avevano gia' fatto e nessuno aveva detto niente, poverino e' anche da capire, cazzo se ci sono delle bollette da pagare vanno anche pagate!!!!! Poi ci vengono a chiedere il pagamento del canone, mi sembra anche giusto, se non ce la fanno, poverini, diamogli una mano, si ma a suicidarsi! Fatemi sapere

Vigoni roberto 12.12.11 13:38| 
 |
Rispondi al commento

io lo so quando!nello stesso momento in cui un epidemia li ammazza tutti,naturalmente coinvolgendo tre generazioni,altrimenti ci ritroviamo tra le palle figli e nipoti.L'epidemia ha anche un nome CORAGGIO E PIOMBO

TALIANI MASSIMO 12.12.11 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Se non andiamo alle elezioni
ce li teniamo sui coglioni,
Con questa legge elettorale
continueranno a rastrellare
Se non ti allei con i vicini
vinceranno i malandrini
Senti beppe sai che c'è
io non voto manco a te

Ig 11.12.11 22:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei solo sapere quando suoni la carica...........

piero migliore 11.12.11 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Fintanto agli italiani gli fai trovare; le sigarette dal tabaccaio, i SUV dai concessionari, la benzina per spingerli anche a 10 Euro al litro, le biciclette da chi le vende, la TV, cibo a profusione e qualche giorno di ferie, puoi stare tranquillo che nessuno farà mai niente perchè in Italia cambino le cose. Mio nonno mi diceva le stesse cose 50 anni fà e da allora non è mai cambiato nulla. Vi dirò anche questa; una mattina ero in un ufficio del Comune per una domanda di case popolari, gli addetti del comune ad un certo punto crearono un disguido per cui 100 persone, come un fiume in piena si riversarono all'unico sportello che c'era. Un casino da andare fuori di testa. Ad un tratto un'extracomunitario di origini sicuramente dell' EST disse a voce alta: "Noi quì, ci permettiamo di fare quello che vogliamo, perchè cretini come gli Italiani non c'è nessuno..." Sapete che nessuno ebbe il coraggio o la voglia di dirgli niente? Io credo che se si fosse azzardato a dirlo in Inghilterra l'avrebbero fatto arrestare di sicuro, mentre da noi manca poco gli danno una medaglia..
C'è poco da fare, con poco gli Italiani si comprano e i politici lo sanno molto bene...
Saluti a tutti.
Luciano

Luciano Montaghi 11.12.11 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non so rispondere a nessuna delle domande. Ma allora ignoro proprio tutto della vita politica italiana. Com'è che mi sono (mi hanno) ridotto così? E scommetto che nessuno di quei gentiluomini che siedono nelle nostre Camere, alte e basse, potrà soddisfare la mia sete di sapere. Quando verrà il giorno?

Stefano Cecchin 11.12.11 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei poter decidere. Ma se poi sono ostacolato da leggi che me lo impediscono, cosa faccio? Raccolgo firme
Per abrogarle? E se poi le riscrivono sotto altro nome? Aspetto le elezioni per potermi esprimere a 5* . Ma se poi fisse troppo tardi? Nel mio piccolo ci provo ma i miei simili dormino, se ne fregano o si adattano senza farsi notare, cercando di fottere senza essere fottiti più del necessario. E mi rinfacciano di preoccuparmi troppo di questioni su cui Non ho ne potere
Ne ascendente di nessuna sorta. Con zero euro in tasca, la mia unica arma solo Le scoregge Ii faccia

Diego Zanetti 11.12.11 19:15| 
 |
Rispondi al commento

In merito alla "manovra economica di salvataggio dell'Italia", ho fatto e rifatto i conti alla luce di quanto riportato dagli organi di stampa, ma ancora non comprendo se effettivamente stiamo salvando davvero l'Italia o qualcos'altro...... Non sono un economista e quindi non ho molta dimestichezza con la finanza nazionale e quindi lascio ad altri di aggiungere gli effettivi importi alle seguenti voci, come saranno dopo l'attesa manovra economica:

1) Spese annuali in vitalizi e maxi pensioni (non maturate come tutti gli altri lavoratori...) per politici ed ex politici;
2) Spese annuali per privilegi alla cosiddetta "casta" (a titolo di esempio viaggi, ristoranti, auto blu, ecc.. ecc..);
3) Spese previste per il 2012 per buone uscite milionarie ai "nominati" (dai politici) di turno;
4) Spese annuali per partiti politici alla luce di un referendum che avrebbe dovuto abolire tale finanziamento;
5) Spese per la gestione del parlamento e dei palazzi della politica, tra cui spiccano cifre esorbitanti in cancelleria, alti stipendi a semplici usceri o rimborsi per i portaborse;
6) Spese per consulenze milionarie presso Enti per compiuti che invece dovrebbero svolgere i funzionari stipendiati;

Una volta effettuata la somma degli importi delle suddette voci, confrontandola con quanto previsto dalla "manovra Monti", credete ancora che noi comuni lavoratori faremo i sacrifici per salvare l'Italia?.
Chissà se un giorno leggeremo i suddetti conteggi a tutta pagina sui giornali....

ME RI 11.12.11 19:14| 
 |
Rispondi al commento

E'uno scifo,una vergogna,quando Gesu'disse"Lazzaro alzati"intendeva dire "UOMO SVEGLIATI CHE E'ORA",bisogna organizzare l'urlo corale di milioni di persone nelle piazze: BASTAAAAAAAA!!!!!!!!!

martino gaspari 11.12.11 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Ti sei scordato, caro amico indignato, del referendum sull'acqua e del referendum sul no al nucleare e che abbiamo dovuto rifare con spreco di denaro pubblico...ma dov'è chi deve controllare, iniziando dalla magistratura, dalla corte dei conti e per finire alla figura Stimabile del Presidente della Repubblica? Fanno e disfanno le leggi a loro piacimento...è aberrante...speriamo che tutti abbiano capito il solito balletto..

giuseppe torroni 11.12.11 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Vediamo di fare chiarezza sulle province, perché questo blog tende a disinformare e a seminare balle e menzogne in chiave populista.

Allora, le province costano ogni anno 11 miliardi di euro e sono finanziate in parte da un'addizionale sul contratto RC Auto.

In effetti è un bel costo, 183 euro per ogni cittadino.

Attenzione, però. Di questi 11 miliardi "solo" 52 milioni di euro servono per pagare l'istituzione politica.
Cioè il costo complessivo degli stipendi di presidenti, assessori, consiglieri e gruppi (il cd. "costo della politica") ammonta a circa 0,9 euro all'anno per ogni cittadino.

I rimanenti 182 euro vengono impiegati per pagare la struttura amministrativa, lo stipendio ai dipendenti (dai dirigenti agli operai che mantengono le strade provinciali), studi e consulenze e, in larga parte, investimenti.

Questi sono i dati.

Prendersela con i "politici magnoni" è giusto, credere che eliminando gli assessori provinciali avremo risolto tutti i problemi è un'autentica minchiata, una pura e semplice menzogna costruita per fregare i polli.

Informatevi e pensate con la vostra testa, invece di idolatrare un santone che pensa per voi.

Marco Delissi2 (marco delissi bannato) Commentatore certificato 11.12.11 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fino al giorno che le banche svizzere non prenderanno più i soldi provenienti dall'italia,cioè mai.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 11.12.11 18:11| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe meglio non dire, ma agire.
oggi sento in tv che i signori che ci governano si so opposti alla riduzione( LORO ) degli stipendi, hanno ragione, a casa devono sfamare: la filippina che fa i letti, l'autista per la famiglia, la cuoca,per non parlare delle loro spese giornaliere.
noi poveri mortali mica abbiamo tutto ciò?
ma questi e mi sorge un dubbio: la storia la conoscono?
non credo, altrimenti saprebbero che i popoli affamati dai governanti prima o poi si rivoltano?
o forse è questo che vogliono?
un grande della politica nel mese di novembre 1980 in occasione di un sisma nell'italia meridionale disse: NON CI STO !!!
lo disse Sandro Pertini
ora la faccio mia
scusate lo sfogo
ps. una battuta
prima avevamo tremonti
oggi ne abbiamo uno ( monti )
è la recessione anche in politica

giovanni russo 11.12.11 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Fino a quando ? E'presto detto:fino a quando ci sarà troppa gente che vive parassitariamente all'interno delle pieghe di un sistema che tutela l'illegalità. Fino ad allora, scordiamoci la rivoluzione, perché c'é troppa gente che ha ancora qualcosa da perdere. Bisogna attendere ancora un pò e sperare che non sia troppo tardi.

nonsenepuo davveropiu 11.12.11 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Il PROGRAMMA del MOVIMENTO 5 STELLE è il meglio che c'è, ma è da completare:
Stato e Cittadini.
Energia.
Informazione.
Economia.
Trasporti.
Salute.
Istruzione.

E qui viene la domanda: il PROGRAMMA per altri ministeri?

Ministeri senza portafoglio:
Coesione Territoriale?
Cooperazione internazionale e l’integrazione?
Rapporti con il Parlamento?
Affari Europei?
Turismo e Sport?

Ministeri:
Affari Esteri?
Interno?
Giustizia?
Difesa?
Economia e Finanze?
Sviluppo economico?
Politiche Agricole, Alimentari e Forestali?
Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare?
Infrastrutture e Trasporti?
Lavoro e Politiche Sociali?
Salute?
Istruzione, Università e Ricerca?
Beni e Attività Culturali?

L'elenco è riportato dal link: http://www.governo.it/Governo/Ministeri/ministeri_gov.html

Per ogni MINISTERO e ASSESSORATO locale si fa un sondaggio standard su PROPOSTE e SOLUZIONI del caro Beppe e di noi, si partecipa, si VOTA e quelle con più del 50% entrano nel SUPERPROGRAMMA MOVIMENTO 5 STELLE. Si da precedenza, per avere maggiore coesione sociale, a quelle con percentuali più alte con disegni di legge da realizzare in seduta legislativa.
Ogni eletto non può prendere iniziative proprie, ma deve attenersi scrupolosamente al SUPERPROGRAMMA 5 STELLE.
Una volta definito il SUPERPROGRAMMA deve rimanere aperto (open source), gli iscritti scrivono PROPOSTE e SOLUZIONI su fatti nuovi, si VOTA, si può cambiare la VOTAZIONE se si ritiene SOLUZIONE migliore e indicare il link trovato sul WEB.
Dotare una piattaforma leggera e semplice, dove per ogni MINISTERO e ASSESSORATO locale, ci sia un ordine alfabetico dei punti da discutere e voci standard (abolire, aumentare, diminuire, istituire).
Siamo sulla buona strada: "Manovra dei cittadini" e "Sviluppo dell'Italia".
Vogliamo completare il SUPERPROGRAMMA del MOVIMENTO 5 STELLE?
Vogliamo discutere punto per punto dal tuo blog come fatto per l'esistente?
Quando iniziamo?
Ognuno vale e conta uno?
Potere ai Cittadini!

paolo c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.12.11 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo con una rivoluzione riusciremo a riprenderci i nostri diritti.Del resto nell'800 i contadini armati di forconi non si facevano ammazzare? E mio padre nel 44 non era forse sugli appennini con la compagnia di uno sten? E' ancora presto ma qualcuno comincia a capire!!!!

Fabio B. Commentatore certificato 11.12.11 17:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Democrazia popolare a difesa delle libertà richiede un contatto con i grillini per valutare la situazione complessiva nazionale

Democrazia Popolare 11.12.11 17:29| 
 |
Rispondi al commento

La mia previsione è che tutta questa manovra non risolverà assolutamente nulla. Avrà la sola conseguenza di un ulteruiore e iorreversebile impoverimento del Paese a tutto vantaggio dei ricchi disonesti, evasori, corrotti, spreconi, di tutta quella gente che ha cuore solo il proprio orticello e non le sorti del paese!

Antonella G., Taranto Commentatore certificato 11.12.11 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo che leggerli è un conto, ma a vederli e sentirli si rimane sempre basiti!
No comment -_- !

Alessandro D., Anzio Commentatore certificato 11.12.11 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Il popolo (bue) italiano e' sempre stato abituato a fare lo schiavo. Basti vedere che persino Santoro ha lasciato la Rai e continua ad invitare Brunetta, Gasparri e Rutelli in una trasmissione autogestita con i soldi che la gente ha dato volontariamente.... e se non riesce a smettere di essere schiavo uno come Santoro, come puo' riuscirci il resto della marmaglia?
Dobbiamo espatriare tutti quanti.... tanto ormai e' noto che il vero problema non e' la fuga dei cervelli dall'Italia ma il fatto che restino sempre troppe teste di cazzo in Patria!

Salvatore Mandara, Abbiategrasso Commentatore certificato 11.12.11 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fino a quando?
fino a quando si riuscirà ancora a mangiare.
dopo, questo paese non ancora Paese,dovrà per forza svegliarsi.
spero prestissimo.

vincenzo matteo spampanato 11.12.11 16:27| 
 |
Rispondi al commento

il pubblico che dovrebbe rappresentare il popolo ed amministrare le entrate x la redistribuzione sociale istruzione sanita previdenza ricerca sviluppo Q.B. e non potrebbero a dire della costituzione fare utili (non c'è problema)tantomeno debiti questo è riferito al bilancio degli organi che compongono lo stato!anziche perseverare e produrre questi obbiettivi si è impadronito dello stato e delle sue funzioni ed ha tagliato i srvizi e creato strutture parallele inutili e criminali al fine della redistribuzione ma utili a spartirsi il BOTTINO.
mi rivolgo a tutto il popolo desideroso che questo massacro dei diritti della liberta' dei sopprusi che si perpetua tutti i giorno a danno dei cittadini che sono la vera maggioranza e i quali compongono il popolo abbia termine.
la prima repubblica era figlia di varie situazioni ed presunti equilibri politici di parte e mondiali ma la cosidette seconda è figlia esclusivamente dell'arroganza della cattiveria e dell'egoismo dei poteri forti, chiesa banche politica magistratura giornalisti sindacati
e cosi via guarda caso tutti quelli che pesano sulle tasse di chi produce PIL e succhiano soldi dal popolo
non conosco GRILLO x dire abbiate fiducia in lui e nel movimento a 5 stelle
ma quello che posso chiedervi non abbiatela + in chi ci ha derubato sprecato ed usurpato tre generaziono di sacrifici impegno sudore e rispetto del mondo x cio' che il popolo ha costruito di buono e che queste caste di potere ci hanno sottratto con avidita disprezzo verso gli indigenti verso i pveri gli ammalati e tutti coloro che non menziono ma che hanno il diritto del RISPETTO!e sopratutto colpevoli pure noi del popolo abbiamo inquinato devastato con cementificazione selvaggia indebitato le prossime 3 generazioni non ci siamo opposti x egoismo ed ignoranza. rimediamo a qesta ns responsabilita
nell'aver avvallato e partecipato allo scempio
rimediare si puo'
al popolo conscio di aver vissuto nell'errore e desiderano porre fine a questa pagina vota 5 stelle

gastone sabattini 11.12.11 16:04| 
 |
Rispondi al commento

I nostri governanti (meglio chiamarli sfruttatori) se ne guardano bene dal fornirci strumenti per nn farci prendere x il culo !! Come visto e' stato ignorato tranquillamente anche il referendum del finanziamento ai partiti!! Sono una manica di arroganti e disonesti che nn perdono occasione x nn fare miente di quello che sanno che vogliono gli italiani!! Se un giorno i cittadini potessero realmente avere potere sovrano, la bella vita, l'arroganza e i privilegi della casta scomparirebbero d'incanto.

Paolo Migliosi 11.12.11 15:58| 
 |
Rispondi al commento

approvo! ed aggiungo, sino a quando si penserà che far lavorare di più i vecchietti che dovevano già andare in pensione fa trovare posto ai giovani? fino a quando dovremo vedere lavorare (quelli che hanno questa "fortuna")i nostri giovani con contratto a termine chiedendogli di spendere e far girare l'economia? secondo me a loro girano le pale!...

stefano battagin 11.12.11 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Continueranno a prenderci per il culo, fino a quando non avremo tutti il coraggio di ribellarci,mettendo se necessrio anche a rischio la nostra se pur effimera libertà e gli interessi del nostro orticello familiari.
Tutte le battaglie a suffragio delle proprie idee hanno un costo materiale e umano.
Nessuno ti regala nulla,se si vuole uno stato degno di questo nome prima o poi dovremmo trovare il coraggio di metterci in gico per spazzare via con le buone o le cattive questa casta e cacciarli nelle fogne di questa repubblica delle banane!!

claudio f., savigno Commentatore certificato 11.12.11 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Contro la proposta del governo di tagliare gli stipendi, molti parlamentari si sono "ribellati" dicendo che l'indipendenza del parlamento è intoccabile.
Eppure il mio stipendio da impiegato non lo decido io, ma è stabilito dai miei datori di lavoro.
Quando saremo noi, i datori di lavoro dei parlamentari, a fissare il loro stipendio?
4'000 Euro mensili bastano e avanzano, secondo me.

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 11.12.11 14:40| 
 |
Rispondi al commento

?

Giuseppe Maldera 11.12.11 14:16| 
 |
Rispondi al commento

la ricetta e semplice uscire dall'euro e ripudiare il debito ...oppure iniziamo a decurtare gli stipendi ai nostri parlamentari ,penso che 4 mila euro al mese siano piu' che sufficenti.abolizione del finianziamento dei partiti ,se li andassero a cercare i soldi dai loro tesserati .iva piu bassa dell'attuale al 18 forse farebbero piu' fatture .ritiro delle nostre truppe ,meno autoblu non servono per andare allo stadio .potenziare le forze dell'ordine sul territorio...aumento delle pensioni sociali ad un tetto vivibile ,abolizione delle province ,pensioni a 62 anni per tutti coloro che hanno versato i contributi .ici per chi possiede 2 o piu' immobili con imposta in base al lusso o valore .abolizione ici prima casa e per chi non ha altri possedimenti terrieri ..abolizione di una camera del parlamento ..nazionalizzazione delle banche che passano sotto il controllo dello stato ..elezioni con il presidente del cosiglio facente veci capo di stato eletto dai cittadini .candidati che raccolgono denaro per la campagna elettorale come si usa negli stati uniti .agevolazioni ai giovani che intendono insediarsi nel territorio con una attivita' commerciale..insomma una vera rivoluzione esistenziale ...purtroppo il popolo italiano non e capace di simili azioni ,preferiscono continuare a prenderselo in quel posto e farsi governare dalle lobby delle sanguisughe e vedrete che fineremo come la peggio argentina....

franco bolivio 11.12.11 13:48| 
 |
Rispondi al commento

io penso fino a quando ci lasceranno anche la piu piccola speranza il piu misero centesimo noi andremo avanti a prenderlo. Il popolo sa qunto si rischia a fare le rivoluzioni, Si puo perdere tutto, quindi andremo avanti fino a che nn avremo piu nulla da perdere, e al momento ce ne vuole ancora parecchio perche la maggioranza di noi sia a pane e acqua. Quello che ha detto 3 4 anni non sa quel che dice. A prenderlo nel culo è ancora una minoranza. Mi dispiace ma cosi è....

Ligera Sensacarte Commentatore certificato 11.12.11 13:32| 
 |
Rispondi al commento

...sono d'accordo su tutto, e la domanda finale mi fa davvero paura, è anni che mi fa paura, e temo che se dovessi scommettere dovrei puntare su un range di almeno 3-5 anni per i primi veri cambiamenti, se il sistema funziona come per le invenzioni, allo stesso modo ci toccherà aspettare che altri si evolvano per poter fare dei veri cambiamenti condivisi e compresi...c'è sempre l'alternativa di andare all'estero, anche per il tema qualità di vita, però come si fa ad abbandonare sti c. e poi ho sempre pensato di essere stato fortunato a nascere qui eheheh Che sia una missione? eheheh si arriva ad un punto che sei capace anche di riderci sopra al tutto...

lelit . 11.12.11 12:52| 
 |
Rispondi al commento

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhh!! che lagnaaa! E dai, adesso tagliamo su. Madonna aho!! Ma che fretta c'é...ouuff!! Che palle!

Ugo D., Nice Commentatore certificato 11.12.11 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Ed aggiungo : qualcuno ci sa dire quanti sono i militari italiani attualmente in forza?
Perchè hanno : Autobus che li prende, li porta
al lavoro e li riporta a casa
: mensa interna
: spaccio interno dove acquistare
merci a prezzi impensabili
: stabilimenti balneari riservati
per ogni singolo corpo, esercito,
marina etc.
Qualcuno sa dirmi quanto ci costa ogni singolo militare?
E le pensioni e gli stipendi dorati di colonnelli e generali di tutti i corpi nonchè i pari grado
della p.s.?
Visto che tutti dobbiamo rinunciare a qualcosa perchè loro no?
E

gianni mattoccia 11.12.11 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo soltanto una rivoluzione puo' cambiare le cose. Se non ti ribelli con la forza, questi
troveranno sempre il modo come metteterlo in culo.

Mario M. 11.12.11 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Queste azioni messe in atto dalla casta in tempi di fortissimo disagio sociale, dimostrano inequivocabilmente che ci stanno provocando.

Vogliono la guerra, e guerra sia.

Pasquale_ Caterisano Commentatore certificato 11.12.11 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Dipende dalla "massa critica", ossia dal numero di persone che non hanno più niente da perdere.
Nel momento che si perde il posto di lavoro e non se ne trova un'altro, si perde tutto, a quel punto la disperazione e l'esasperazione per una situazione che non cambia porta le persone a considerare seriamente di prendere in mano un bastone e scendere in piazza.
La massa critica non è ancora stata raggiunta, effettivamente le pizzerie al sabato sera sono ancora tutte piene ed in giro nel week end di macchine e persone se ne vedono ancora molte (parlo della provincia di Cuneo) ma considerando cosa stanno facendo a Roma per la cosiddetta "crisi" ci sono tutti i presupposti affinché la massa critica venga raggiunta.
Aggiungendo poi che l’Italiano medio è un individuo egoista ed individualista che si cura solo del proprio orticello non vedo la possibilità che nascano movimenti di piazza preventivi ma solo dettati dalla disperazione.

Davide DAngelo (), Roreto di Cherasco Commentatore certificato 11.12.11 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Cio' che Monti avrebbe dovuto dire:

http://www.youtube.com/watch?v=x8c4-Bx5rt4&feature=share

Andrea Libardo 11.12.11 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Non possiamo più accontentarci di mandarli solo a casa, perchè troverebbero il modo di tornare su quella poltrona, loro stessi o chi per loro.
Da qualche tempo a questa parte mi sono convinto che l'unica soluzione è l'esilio per l'intera casta, come si fece anni fa per il re e la sua famiglia.

Denis Garuti 11.12.11 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Se non abbiamo il coraggio di fare una rivoluzione, per quale motivo sento parlare ancora di cose del genere? Francamente sto male ogni volta che vengo a conoscenza di queste ingiustizie perché ho la consapevolezza che tutto continuerà ad essere com'è. Che ci prendessero in giro è piuttosto evidente, ormai da anni, però sembra che più niente sia capace di far succedere qualcosa. Abbiamo lo spirito di una squadra di calcio che sta perdendo dieci a zero, al novantesimo minuto, con un uomo in meno.

Massimo Falcone 11.12.11 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Durerà per sempre. Siamo un popolo di merda.

Stefano R., Spezia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.12.11 10:53| 
 |
Rispondi al commento

fino a quando resteremo italiani è la risposta.

siamo di un provincialismo e un grettismo che non fa più nemmeno arrabbiare ma solo sorridere.

riusciremo a salvarci ma non cambierà nulla.

anche tu Beppe in fin dei conti sei più tiepido che bollente.

il M5S è geniale ma come tu lo hai definito più volte è "un tentativo". Insomma anche tu hai una bella percentuale di italianità in te che significa rispettare il "VAI AVANTI TU CHE MI VIEN DA RIDERE".

Beppe devi osare di più, renderti più visibile e crederci di più nel M5S.

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.12.11 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Penso che il motivo della costituzione del governo Monti sia il segnale che alla fine dei partiti manchi poco, anzi pochissimo !

tib bag, trieste Commentatore certificato 11.12.11 10:38| 
 |
Rispondi al commento

E' inaccettabile,si giustificano,come i bambini colti con le mani nella....cioccolata,ognuno dà la colpa a chi guadagna di più.SCIOPERO GENERALE

francesca battisti, nonantola Commentatore certificato 11.12.11 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, le domande che poni me le faccio tutti i giorni anch'io e vorrei tanto AGIRE. Cosa proponi di fare? Scrivere lo faccio già ma lo ritengo inutile. Bisogna fare, non dire. Chiedo aiuto a te perché sei conosciuto: se mi alzo una mattina dicendo "chi mi segue? Andiamo a fare una rivoluzione" non mi si calcola nessuno; anche perché sono profondamente convinta che il popolo italiano sia il più stupido del mondo, buono a lamentarsi all'infinito ma incapace e timoroso di alzare un dito. A questo punto non posso nemmeno criticare i nostri governanti: dinanzi a un popolo così stupido sarebbe da stupidi non approfittarsene!

Rita Curto 11.12.11 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo scendere tutti nelle piazze e mandarli a casa

Giuseppe Chiazzese 11.12.11 09:58| 
 |
Rispondi al commento

La previsione è presto fatta.Tutto continuerà come prima e TOTO' potrà continuare a dire : " E IO PAGO ! ".

sanna alessandro 11.12.11 09:38| 
 |
Rispondi al commento

solo noi possiamo fare qualcosa, ma non sappiamo in significato della parola rivoluzione.

roberto m. Commentatore certificato 11.12.11 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Si UPI si sta muovendo...non ne voglioni sapere di "sparire"!...tanto cara la bella poltroncina,anche di consigliere,grazie alla quale si arrotonda lo stipendio tra consigli e commissioni, i gettoni di presenza lievitano,magnano..magnano..assenti giustificati dal lavoro...!per non fare un cazzo!...idem le circoscrizioni!..tutti insieme appassionatamente per dilapidare le casse statali!.
Lo dico e lo ripeto...ne usciremo solo con un azione forte..le leggi della fisica non mentano!

roby f., Livorno Commentatore certificato 11.12.11 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma di cosa vi lamentate, siete fortunati ad essere l'unico popolo al MONDO ad avere il Papa in casa, che benedice le vostre sofferenze in cambio di qualche miliarduccio all'anno per pagare il suo esercito di nullafacenti che voi sostenete andando in chiesa a partire dal battesimo per finire al funerale!!
Ringraziate Dio per questa grazia del Cielo che solo voi italiani potete permettervi!

Valerio Nicotri 11.12.11 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Quante volte paghiamo la tassa sulla casa,1°,2°3?IMU,IRPEF,ADDIZIONALE COMUNALE,ADDIZIONALE REGIONALE,che cosa resta ai piccoli proprietari , dei sacrifici di una vita o di più generazioni? E' come se gli appartamenti divenissero dello stato ope legis.Questo impoverisce quello che era il sicuro ceto medio e scatena il conflitto sociale tra i piccoli proprietari sempre più poveri e gli inquilini che non possono pagare,perchè non arrivano a fine mese.A ciò si aggiunge l'aumento dell'iva e quindi di tutte le utenze quotidiane!L'aumento dell'iva stronca i consumei e quindi l'occupazione,già agonizzante!Dove è la crescita?Non diciamo che le misure dipendono dal breve tempo dei 17 giorni!PAGHINO TUTTI IN PROPORZIONE A QUELLO CHE HANNO : PARLAMENTARI,MANAGER COMPRESI,COMPRESI TUTTI QUELLI CHE FINO AD OGGI SONO ESENTI DAL PAGARE!E SI RIDUCANO LE SPESE INUTILI!oggi 1200 italiani esercitano come mestiere la politica!la politica non è un mestiere è una rappresentanza temporanea del popolo!

Rossella V. Commentatore certificato 11.12.11 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Ormai, come si dice in gergo, siamo arrivati alla frutta.... Anzi no all'ammazza caffè. Oramai non c'è più altro da fare se non una sommossa popolare che butti fuori questi luridi PORCI dal governo, queste sanguisughe che per anni hanno sperperato e accaparrato tutti i soldi pubblici lasciando lo stato e i cittadini in braghe di tela. Sono sempre stato un apolitico perché da, che mi ricordi, qualsiasi partito politico abbia preso potere al governo, non ha fatto altro che curare i propri interessi. Credimi

Pietro Domenico Mangini 11.12.11 08:29| 
 |
Rispondi al commento

ma quando ci togliamo dalle scatole tutti questi MAIALI? di previsioni io non ne posso fare,ma quando si inizierà sarà TROPPO TARDI!!!!!!!!!ho appena visto un video sul sig. CONSOLE ANTONIO RASSI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ALLELUIA

nerio nanni 11.12.11 08:20| 
 |
Rispondi al commento

:-(((

Questa "bella" massa di INUTILI IGNOBILI CORROTTI e COLLUSI INFAMI pensa ancora di poter fare quel che vuole ?

Non si rendono conto che le FORCHE stanno per essere approntate ?!?

Fossi in loro, zitto zitto sparirei dalla circolazione, ringraziando il cielo o la sorte di aver potuto godere per tanto tempo di tanti immeritati privilegi ed, infine, d'aver pure portato a casa la pelle !!!

TIC TAC, TIC TAC, TIC TAC...

Gianmaria Valente (cu chulaìnn) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.12.11 08:10| 
 |
Rispondi al commento

hai ragione ! fino a quando ?
penso che fino a quando il 10% degli italiani che hanno i soldi e il potere di non cambiare nulla usufruendo dei mezzi che lo stato mette a loro disposizione per mantenere il tutto invariato andremo avanti e poi. come insegna la storia ,poichè sono anche stupidi , si faranno prendere a pedate nel sedere da una bella rivoluzione come è sempre successo .

nino ferrari, albenga Commentatore certificato 11.12.11 06:41| 
 |
Rispondi al commento

L'altro giorno, mi sono stupito di me stesso quando alla notizia del pacco bomba ad Equitalia, ho reagito con un bel "Era ora!". Penso che quando persone moderate come me iniziano a gioire difronte a certe tragiche notizie, l'aria che tira è brutta, molto brutta. Mi sembra che ci sia molta gente che sta solo aspettando che qualcuno, più coraggioso e con le palle inizi la violenza e dia inizio alle danze. È solo questione di tempo.

Why so serious? 11.12.11 05:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Accetteremo queste provocazioni fino all'espatrio o alla morte, perché siamo degli ignoranti vigliacchi, incapaci di organizzarci e di credere fino in fondo in una causa comune.

Potete dire "parla per te" ma in fondo lo sapete benissimo che è solo retorica. Buona inculata a tutti.

Culoperaria 11.12.11 03:16| 
 |
Rispondi al commento

ma non c'era una voce sulla nostra costituzione che diceva una cosa tipo: gli italiani ripudiano la guerra,o lo stato italiano ripudia la guerra? (non ricordo come è scritto cmq una cosa simile) ma il punto è:1)che tu ripudi la guerra e poi ti compri le armi.. e come se a capodanno io dico:questo capodanno e una stronzata tremenda spendere 100 euro (che in tempi di "guerra" fanno la differenza) per comprarsi mezzo kg di polvere da sparo per fare tanto rumore che nessuno sentirà perché il rumore complessivo prodotto dagli altri coprirà ogni cosa! e poi scendo con 100€ in tasca e mi vado a comprare i botti! e in coerenza pura,e la cosa più idiota che posso permettermi di fare!
una volta ho fatto domanda per l'esercito, e fui scartato.. per anni ci sono rimasto male,davvero!
ma guardando in faccia questi pezzenti che altro non sono.. mi rendo conto che alla fine non e stata una fortuna per loro e una sfortuna per me.. e stata una gioia per me! essere stato scartato se stavo con loro mi sarei sporcato la faccia e le mani per guadagnare meno di 900€ al mese! la faccia per me viene sempre prima dei soldi! eppoi a me non piace fare la pecorella chiusa nel recito e starmene li indifeso mentre aspetto che il lupo scavalca il recinto e mi divori! e dopo? cosa resta? una preghiera del cazzo fatta da zio benedetto,un saluto alla famiglia una guardata a cazzo di cane da barbara durso e basta! finita li! morto per cosa? per un mucchio di rincoglioniti senza senso,che per prendersi un barile di merda liquida mandano a morire ragazzi e ragazze da tutto il modo e mentre loro stanno li a morire loro si chiudono in una mega villa da tremila metri con un mucchio di prostitute a masturbarsi sul sangue di figli che a causa loro rischiano di non rivedere mai più la propria famiglia! CHE MODO DI MERDA E'? qualcuno dalla poltronissima che abbia il coraggio di rispondere!
e per i calciatori voi dite di amare il calcio che lo fate per passione,e non per i soldi.. ma allora perché cnt-

Domenico G., cardito Commentatore certificato 11.12.11 02:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono provocazioni (aggiunte a vecchie e nuove alluvioni) alle quali già da un pò reagisco poeticamente... (so che è inutile, come i poeti appunto... ma questo so fare)
Ti allego una mia poesia di questi giorni terribili "La piena" (tratta dalla raccolta Onde anomale (in http://gabdecosmo.blogspot.com/


LA PIENA

Non ho fiumi, amica mia, non conosco più il loro fremito che nutre la terra
come i tenui barlumi del tuo volto che si apre al mattino…
Li ho persi, una notte, in questa baia di fumogeni oltraggi e scempi di umanità
dove non oso dipingere un intimo dolore della carne
o quel mio antico grido d'amante cui un giorno estirparono
il midollo spinale dei sogni.
Drappeggi di dolore che oggi non voglio plasmarti,
perché non mi va di cantare nel tuo nome il mio corpo in disfatta
o l'anima increspata dal ghibli dell'indifferenza:
più volte li ho indossati nella mia vita di rugginosa balaustra,
ma in un tale crollo di speranze stento ad affidarteli.
Altro sisma, altra onda impazzita arremba i catramosi moli di questo porto in rovina,
meta estrema d’imbarcate disperazioni...
E' il rantolo d’una terra incendiata e misera,
è la violenza che si abbatte, come una piena di melma, su donne e pargoli inermi
è lo sguardo delle madri che si aggrappano agli occhi dei figli
e non vi trovano che un sipario disceso sul volto dell'orizzonte,
ed esse non hanno seni né altre mani che li possano rassicurare;
è tutta questa macerie di bellezza ed onestà in cui si discioglie
ogni falso compasso di governata salvezza,
in cui persino l'attracco di chi scampa alla tempesta
è un perverso, controllato naufragio...
Ecco, amor mio, il deserto, la sventurata cornice
che come un nuovo Fidia vorrei scolpirti:
questo prima riarso e poi allagato paesaggio senza nome,
assetato d’un rivolo di versi che finalmente lo rischiari.

gabriele de cosmo 11.12.11 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Dimentichiamo seicentomila auto blu e relativi autisti. Quando accompagnano un politico locale fuori porta, viene riconosciuta l'indennità di trasferta, questi sono i costi "occulti" della politica che non hanno mai avuto un senso e tanto meno adesso.

riccardo scaglia 11.12.11 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente una presa di posizione sulla "manovra dell'iniquità" e sulle pensioni. Ma occorrono mobilitazioni immediate, subito, con il popolo viola, IDV e chi ci sta, davanti a Montecitorio con i sindacati nei prossimi giorni.

Luigi De Romanis 11.12.11 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Ma possibile che il nostro paese sia così marcio? Privilegi in ogni dove, chi li ha consentiti? Com'è che ne veniamo a conoscenza solo adesso? Eh già, noi popolo italico siamo refrattari a occuparci della res publica, non abbiamo ancora capito che lo stato siamo noi, ciascuno di noi: quelli seduti sui comodi scranni del parlamento devono rendere conto a noi, non a sé stessi. Dobbiamo essere severi con quei soggetti e pretendere che giustifichino ogni loro atto. Non dobbiamo farci strumentalizzare con la storia di destra sinistra centro sopra e sotto. Abbiamo una degnità (residua) o no?

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 11.12.11 00:07| 
 |
Rispondi al commento

sempre troppo tempo.....tutti i giorni mi sveglio sperando di affacciarmi alla finestra e vedere un mare di gente incazzata per le strade ,ma vedo solo i soliti che si lamentano sempre ma non fanno niente per cambiare ne il sistema ne tanto meno loro stessi.....

marina b., firenze Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.12.11 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Finche' nel frigo c'e' da mangiare non succedera' un bel niente. Gli italiani sono troppo divisi e poco idealisti. Aspettano sempre che ad aggiustare le cose sia qualcun'altro....proprio per questo che Berlusconi e' riuscito benissimo in politica. Ora Monti&Co e cosi' via. Ma se i frighi saranno vuoti allora vedrai che la fame porta la ragione e ahime' anche la violenza. Chi vive sperando muore cagando.

maurizio merea, Zena Commentatore certificato 10.12.11 23:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RIVOLUZIONE!

Il CHE é vivo e lotterà con noi!

robert verri (la nuova italia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.12.11 23:25| 
 |
Rispondi al commento

riguardo le privincie la mia paura non è che le tolgano ma faranno per sostituire eventuali compiti ora affidati alle provincie..... dalla mia esperienza sono almeno 20 anni che ogni volta che modificano qualcosa si va in peggio che quasi mi viene da dire che è meglio evitare qualunque azione prima di aver fatto fuori questa classe dirigente incapace di alcunché!

libero pensiero perciò pazzo 10.12.11 22:56| 
 |
Rispondi al commento

tanto per dirne una piccola su quanto sono stronzi e incapaci i politianti governanti....


Ieri a forte dei marmi facevano le multe a chi non aveva le catene da neve perciò tutti a corre nei supermercati a cercare l'offerta per mettersi nel bagagliaio un altro accessorio inutile alla modica cifra di 50 euro se sei superfortunato..... apparentemente sebra una buona cosa ma se pensiamo che a forte dei marmi in 50 anni ha nevicato 3 volte e che la neve non ha mai fatto in tempo a raggiungere 5 centimetri di altezza capiamo benissimo che si tratta dell'ennesimo strozzinaggio simile a quello del digitale terrestre.... qualcuno potrebbe obiettare che a forte dei marmi ci sono i ricchi e perciò 50 euro fanno poco male ma forse non sanno che esistono pure le case popolari e che ci vive anche gente molto umile ........


poi se qualche volta ne faranno fuori qualcuno per dare il buon esempio non dicano che c'è il terrorismo perché in itali ail vero terrorismo è proprio la politica della stoltezza.

libero pensiero perciò pazzo 10.12.11 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Le previsioni si basano sul presupposto di tenere da conto di tutti i programmi possibili immaginabili, oppure di propositare i programmi stessi, e ogni individuo ha la propria unicità a riguardo. "Prevedo" e prevedo come chiunque, che il sacrificio proprio e altrui non servirà più a nulla, basta quello di Cristo Gesù di qualche altro testo sacro passato, se proprio lo si vuole rievocare. Questo per enfatizzare la questione che non servono previsioni per la questione euro, servono le previsioni per la questione progresso dei singoli individui nel rispetto reciproco delle loro libertà. Il vestito sociale così come il vestito materiale è di poca importanza. Favorire il volere del singolo individuo è progresso e fare in modo che non ci portino più per il culo, che non portino più per il culo gli italiani. Il tempo perciò in questi casi lo stabilisce l'affermazione della volontà degli individui che in un modo oppure in un altro si danno da fare a riguardo.

Marco Colonna (dusunke), Porto San Giorgio Commentatore certificato 10.12.11 22:44| 
 |
Rispondi al commento

La risposta all'ultima domanda è questa:
Fino a quando ci sarà gente che pensa a Marika sepolta in Italia continueranno a mettercelo in culo, e siamo talmente coglioni che fanno bene a farlo!
Sveglia bestie!

Aldo 10.12.11 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Finché gli italiani avranno il culo. Cioè sempre!

giuseppe o., napoli Commentatore certificato 10.12.11 22:43| 
 |
Rispondi al commento

...poi ci dicevano che facevamo demagogia, qualunquismo, populismo ecc..
fottuti criminali con la cravatta!!
vi impiccherei con la cravatta!


Scrivo per ricordare che manteniamo, senza motivo, ben CINQUE(5) Regioni a Statuto Speciale che ci costano uno sproposito.
Inoltre sono una evidente discriminazione con le altre regioni "normali".
In un periodo di crisi, dove tutti siamo chiamati a fare sacrifici, non c'è motivo che cinque regioni se la godano alle spalle delle altre, siamo o non siamo TUTTI cittadini Italiani???
Se lo siamo allora perchè c'è chi paga, soffre, non arriva a fine mese e chi paga la benzina verde 0,85€ altrimenti fà il pieno dall'altra parte del confine! Si ha l'impressione che ci siano Italiani di serie "A" e di serie "Z" per Costituzione!


Caso di famiglia.
Marito e moglie.
Entrambi del 1965.
Secondo dati ISTAT del 2007, aspettativa di vita per me 79 anni, per mia moglie 84 anni.
Di conseguenza, io dovrei "finire" nel 2044, mia moglie nel 2049, in media.
Entrambi laureati in chimica.
Io inizio a lavorare nel 1992.
Mia moglie, dopo diverse borse di studio, inizia a lavorare nel 1999.
Secondo la nuova riforma del sistema previdenziale, io andrò in pensione di anzianità nel 2038 all'età di 72 anni, con 45 anni di contributi, mia moglie andrà in pensione nel 2028, all'età di 63 anni, con 29 anni di contributi.
Io mi "godrò" ben 7 anni di pensione, mia moglie se ne godrà 21, di anni di pensione, di cui 5 senza di me.
E' questa la equità dei governi di destra, siano politici (Berlusconi) che "tecnici" (Monti)?

Ho una figlia di 12 anni.
Vorrebbe fare l'Università.
Cose diverse dai genitori, per fortuna ...
Però, visto che dovrà andare in pensione dopo 45 anni di contributi, bisogna pensarci bene.
Se farà l'Università, inizierà a lavorare a 25 anni, se trova lavoro (un laureato si sa ...), e poi andrà in pensione a 70 anni.
Se smette la scuola a 16 anni, dopo gli anni dell'obbligo, e inizia subito a lavorare (come commessa o segretaria troverebbe anche subito), andrà in pensione a 61 anni.
Quindi, da questo punto di vista, mi sento di consigliarli di smettere di studiare prima possibile, e trovarsi subito un lavoro, quale che sia.
E' questo che si vuole?
Professoressa Fornero, è questo quello che lei vuole?

P.S. Non mi si dica che non sono bene informato. Ho davanti a me la relazione tecnica del governo, allegata alle disposizioni urgenti bla bla bla. E ho competenza per leggerla e capirla. In particolare le pagine 38, 39 e tabelle seguenti. Ovviamente, questa è la situazione attuale, verrà sicuramente modificata in Parlamento e poi negli anni futuri con ulteriori interventi; le modifiche saranno migliorative o si continuerà a fare cassa sulla pelle dei cittadini?

Gianmarco Bonfanti

Gianmarco Bonfanti 10.12.11 21:59| 
 |
Rispondi al commento

......mah!....cosa mai si può dire?....hanno la tremenda, incredibile, stupefacente capacità di lasciarti senza parole, senza fiato, senza aria...ovviamente senza soldi e lavoro,....sono incredibili, riescono ad aggiungere peggio...al peggio e senza neanche sforzarsi in fantasia....sono passati i bei tempi.....quando si inventavano qualche Nuova Assurda Tassa!....adesso neanche quello!
La vergogna non li sfiora, con quelle facce di bronzo di pietra...tutti materiali troppo nobili. Ci vorrebbe qualcuno che gli "sussurrasse" nelle nelle orecchie....ridateci il maltolto e Andatevene!...si bisognerebbe essere in 60milioni a "sussurrarglielo".....che bello...60milioni di Annarelle(quella vecchietta romana,con più buon senso in una Sua caccola,di quanto se ne possa trovare ammucchiando e spremendo tutti i politici che Vi vengono a mente)..........maaa dico, (a costo di essere l'ultimo dei cretini e banale) tanto per fare un esempio e senza toccare gli intoccabili(per carità che non se la diano a male,anche perché "poverini"già sono tirati così,non andrai mica a toglierli qualcosa verooo...).....maa quei famosi, fumosi eterei ma consistenti 92miliardi di € delle slot,....il Siur Mont. mica c'à pensato???.....sono solo io che ne ho sentito parlare?....Sbaglio tutto???....ad ogni modo le istruzioni per fare il presidente del consiglio, mettere in piedi una manovra che abbia un senso e che non distrugga, se ancora c'è, l'ultimo barlume di speranza , le si possono trovare in qualsiasi libreria!!! Basta acquistare, ma forse sarebbe meglio regalargliei, qualche libro di Stella...Nunzia...Travaglio...ecc...
Cordiali Saluti
Francesco da Conselve Pd

Francesco Bevilacqua 10.12.11 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Compiero' 61 anni il 04 gennaio 2012 e, possedendo
una contribuzione mista di 38 anni, al 31 dic. 2010 non ho potuto beneficiare del compimento dei requisiti ai fini del pensionamento per soli 4 giorni visto l' entrata in vigore del nuovo decreto sulle pensioni del 1° gennaio 2010.
a distanza di un anno si ripete la stessa storia ma questa volta mi viene chiesto di restare al lavoro per ulteriori quattro anni!!!
Fortunatamente lunedi' potro' effettuare ben 4 ore di sciopero indetto da tutte le conf. sindacali!!(vera presa per il culo )
Beppe dimmi se in questi casi e' possibile rassegnarsi!!
io ho una gran voglia di combattere!!

cesare c., rimini Commentatore certificato 10.12.11 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italiani ma ci svegliamo o no!!!!!!!!!!! Dobbiamo correre a manifestare nelle piazze!!! Ribelliamoci e salviamo il nostro futuro!!! Dobbiamo fare qualcosa perchè ci schiacceranno e non facciamo come al solito che speriamo e aspettiamo che gli altri facciano qualcosa per noi, muoviamoci!!!!!!!
Io e tanti come me siamo pronti a muoverci!!!!
Sabina.

sabina l. Commentatore certificato 10.12.11 21:13| 
 |
Rispondi al commento

OT

siamo al punto che le idee più chiare sulla cosiddetta crisi ce le ha la MASSONERIA

leggete cosa scrive la loggia del Grande Oriente Democratico

http://tinyurl.com/brj5rvo

e cerchiamo di spiegarcelo...

davide lak (davlak) Commentatore certificato 10.12.11 20:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dipende da noi. Basta non pagare, non
consumare, non votare,reagire con
forza e subito ai soprusi e reclamare
in
tutte le piazze d'Italia a voce
sempre più alta.
Comunque, quando arriverà la fame
vera, sparirà la paura e il
popolo vince
quando non ha più paura dei
suoi aguzzini.

Bellaciao 10.12.11 20:34| 
 |
Rispondi al commento

È tutto un illusione,viviamo in Un italia che non esiste più,non è più nostra e forse non lo tornerà più se non facciamo qualcosa noi giovani dobbiamo cambiare le cart
e in tavola,cercare di unirsi tutti e far vedere che noi siamo mille volte più forti di loro ma sopratutto motivati,la storia insegna che la guerra è gravissima ma è brutto dirlo,ma a volte ci vorrebbe un reset generale far tornare con i piedi per terra i nostri impiegati statali perché questo sono!!

federico enchisi 10.12.11 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Viviamo oppure no in una democrazia...L'attuale classe politica non è in grado di fare fronte alla difficile situazione economica che si è venuta a creare...possiamo dire per incapacità, per mancanza di preparazione, per interessi personali..A mio avviso queste persone non sono in grado di svolgere il difficile compito di risanare le finanze della nostra Italia, ma possono fare molto togliere il disturbo e ridursi liberamente vitalizi e stipendi..Le pensioni dovrebbero avere un tetto massimo dato che le devono pagare i lavoratori a cui viene richiesto di rimanere a lavorare quasi fino a morte sopravvenuta..Perchè l'opinione pubblica non si allea per chiedere che tutti questi politici e manager pubblici percepiscono una pensione o uno stipendio dignitoso ma non superiore a una cifra che permetta semplicemente una vita dignitosa? L'unione fa la forza..

Paolo Cossa 10.12.11 20:29| 
 |
Rispondi al commento

fino a quando?
fino a che non comincerà a scorrere il sangue.
tanto.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 10.12.11 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Visto che le mazzate ce le stanno dando in nome de "L'Europa ce lo chiede", chiediamo noi all'Europa che imponga un tetto massimo ai costi del sistema politico italiano. Ci salvi qualcuno!

Paolo 10.12.11 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come dice Travaglio, anche l'accordo con la svizzera per tassare i capitali imboscati là non si può fare perchè l'Europa non lo vuole...

Peccato che Germania e Spagna lo abbiano fatto...sono uscite dall'europa a nostra insaputa?

http://youtu.be/xFq7t7LEy1o


il problema è che loro vivono nel loro mondo fatato non si sono accorti che la gente comincia ad essere affamata e la storia insegna che quando la gente ha fame si arriva sempre ad una deriva pericolosa e io mi auguro che questi signori la paghino tutta in una volta, potrebbe essere anche molto presto, forse per il prossimo rinnovo di 40 miliardi di debito a febbraio

enrico bertuccioli 10.12.11 20:08| 
 |
Rispondi al commento

... Avete mai sentito parlare di Robespierre !?

marco sinibaldi, viterbo Commentatore certificato 10.12.11 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Pensioni che resteranno.
Vittorio Sgarbi, ex parlamentare, in pensione a 54 anni, 8 mila e 500 euro al mese. Mauro Sentinelli, classe '47, ex manager Telecom, 3 mila euro al giorno di pensione. Manuela Bossi, ex insegnante, moglie del Senatur, in pensione a 39 anni. Alfonso Pecoraro Scanio, ex parlamentare, in pensione a 49 anni, 9 mila euro al mese. Achille Serra, Senatore, stipendio da parlamentare più 22 mila euro al mese di pensione. Clemente Mastella, stipendio da Eurodeputato più pensione da 9 mila e 600 euro al mese: 397 giorni di lavoro per maturarla.

Eccetera eccetera, Presidente Monti.

http://nonleggerlo.blogspot.com/2011/12/pensioni-che-resteranno.html

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 10.12.11 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Partecipiamo allo sciopero di lunedì in massa!
Anche se non abbiamo fiducia nei sindacati dobbiamo prendere la palla al balzo e confidare nelle nostre forze.
FACCIAMOCI SENTIRE !!!!
L'UNICA VIA SONO LE MANIFESTAZIONI DI PIAZZA.

angela s. 10.12.11 20:04| 
 |
Rispondi al commento

scendiamo in piazza come in Islanda e prendiamoci quello che è nostro...

lorena roscetti 10.12.11 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Una previsione ottimistica? Almeno fino alla prossima glaciazione. Forse col freddo, quello vero, si svegliano di più.

Terminator -- (), L.A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.12.11 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Ci faremo prendere per il culo finchè i nostri pancini saranno pieni, diciamo fino a fine Febbraio 2013, poi voteremo di nuovo il nano.

Vincenzo Rauzino (papaconscio), Palo del Colle Commentatore certificato 10.12.11 19:50| 
 |
Rispondi al commento

L'europa lo vuole suona stranamente simile al "dio lo vuole" delle crociate.
Io ho 28 anni, sono sposato da 1, ho perso il lavoro da un mese e ultimemente mi sono reso conto si essere stato un illuso nello sperare che con Monti qualcosa sarebbe cambiato. A me non sembra,ma magari non capisco, non sono un tecnico.

Marco Fusaro 10.12.11 19:46| 
 |
Rispondi al commento

si inizia da qui "Indennità parlamentari, tagli bloccati" http://urly.it/176x

ezio c, Roma Commentatore certificato 10.12.11 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori