Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lo Stato contro le vecchiette


vitalizi_parlamentari.jpg
Lo Stato italiano odia le vecchiette. O le dichiara morte per non pagarle la pensione o dilaziona il pagamento dei debiti nei loro confronti sperando in una dipartita. Ma le vecchie signore italiane hanno la pelle dura.
"Ricordate la EX-ARZILLA VECCHIETTA di cui ho parlato qui? A mia madre, sempre in tema di ItaGlia burocratica, ne è successa un'altra: le arriva una raccomandata da una Commissione Tributaria. In pratica nel 1984 mia madre fece ricorso per una ritenuta IRPEF non dovuta sulla liquidazione per gli anni 1981\2\3. Una cifra modesta, circa 700.000 lire dell'epoca. Nel 1990 il ricorso fu vinto in prima istanza, ma gli avvoltoi non si arresero e presentarono ricorso. Ebbene, ad aprile 2012 ci sarà la sentenza di secondo grado. Fatti 4 conti si tratta di 1500 euro di oggi, ma sono passati VENTOTTO ANNI (!). Nonostante l'INPDAP ci abbia messo del suo per anticiparle la dipartita, mia madre è ancora viva, alla facciaccia del FISCO e della GIUSTIZIA ITAGLIANI, che sicuramente contavano sulla sua dipartita per non erogarle il dovuto. Quando arriverà la mazzata di MONTI sulla sua sola "ricchezza", la sua unica casa, in cui vive, e che ha costruito dopo decenni di sacrifici (e TASSE) insieme a mio padre, rispedirà tutto al MITTENTE, con una sua personale missiva: "Rifatevi vivi tra 28 anni, io ne avrò solo 115, e badate... stavolta vi conviene non gufare!". davide lak (davlak)

30 Dic 2011, 18:40 | Scrivi | Commenti (38) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro Beppe, cari italiani... lo Stato non sa più dove cercare i falsi invalidi. Sai dove li cerca? Tra i veri invalidi! Tra quelli che non potranno mai e poi mai risanarsi, ammesso non avvenga un miracolo! Quando non avevo ancora 16 anni mi è stata amputata la gamba sinistra. A quasi 21 anni sono stato assunto presso la Regione FVG in base alla Legge 482. Un paio di anni orsono ho dovuto fare un'autocertificazione nella quale, sotto la mia responsabilità, dichiaravo di essere ancora invalido. Quando diventai maggiorenne, alla visita fiscale per militare, i medici volevano ricoverarmi 3 giorni in ospedale militare per accertamenti clinici... non volevano vedere che mi mancava l'arto! Si sono ritrovati la protesi sulla scrivania! Certo... oggi ci sono non vedenti che guidano l'auto e altri falsi invalidi che fanno sport... ma sappiamo anche quanti ladri abbiamo nella capitale. Tutti i nostri "S"politici (come li chiamo io). Sono convinti di riuscire a risanare il Paese con queste nuove manovre. Perchè non provano a dimezzarsi i loro stipendi faraonici e a non darsi le loro liquidazioni paperonesche? Voci di corridoio, qui nell'Amministrazione regionale, diconno che il precedente Segretario Generale, quando andò in pensione, ricevette una liquidazione di 750 milioni di vecchie lire. Se tutte queste cifre le moltiplichiamo per tutte le pubbliche Amministrazioni dello Statp... il totale è una cifra faraonica, che potrebbe (forse)anche risanare il nostro Paese. E poi, come parlava una volta Bossi... eliminiamo i Governi minori (leggi Comuni). E dai!!! Risaniamo questo Paese tanto... tanto malandato rovinato da 50 anni di mangiatora (come diciamo a Trieste) A SBAFO. Forza Beppe!

Giorgio Marzari 02.01.12 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Auguri Beppe alla tua cara mamma,ci vorrebbero tutti morti per non pagarci la pensione,ma non ci arrenderemo!

tina . Commentatore certificato 01.01.12 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Mia madre é morta un anno fa. Aveva un credito d'imposta IRPEF perché le avevano detratto più del dovuto. Nel fare la sua dichiarazione dei redditi quest'anno, l'impiegato mi dice che sarò contattato per incassare , come erede, questi 400 euro circa. Gli domando quando e mi dice.....tra un paio d'anni.
Il Fisco, lo stato (con s piccola) vuole, esige anticipi d'imposta, d'Iva, di tutto, ma si arroga il diritto di ritardare il SUO DOVUTO. Ottusi benpensanti riaffermano ripetutamente che le tasse bisogna pagarle...io dico che bisogna pagarle quando anche lo Stato fa il suo dovere verso i contribuenti e non li tratta come sudditi senza diritti . Finché saremo inermi di fronte all'ingiustizia, non ci sarà Stato per noi, ma solo Padroni da combattere.

Roberto P., Gualdo (MC) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.01.12 10:01| 
 |
Rispondi al commento

E ci risiamo con i commenti anti-fisco, come sempre da questo forum dove si predica bene ma evidentemente si razzola male.
O si ha la coda di paglia in tema di evasione.
Se non ci fosse il fisco chi ve le paga le scuole, le strade, gli ospedali?
Lasciate lavorare gli fa il proprio dovere e con grande efficacia.

lorenzo 31.12.11 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Davide okkio che poi lo stato li vuole da te sti soldi. Mica mollano loro.

Giuseppe C., Catania Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.12.11 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grande NONNA!!!
DAJE GIU'

luca q., roma Commentatore certificato 31.12.11 12:58| 
 |
Rispondi al commento

ma che senso ha questo post?! boh!

Niccolò 31.12.11 12:09| 
 |
Rispondi al commento

I vecchietti spesso sono "rompicoglioni" perchè il cervello comincia a fare cilecca!

Il problema del nonstro sistema nazionale è che non si tiene abbastanza di conto di questo fatto e si considerano cittadini alla pari sia i 18 enni che i 90 enni (la prova è napolitano) e tutto ciò produce dei guai seri al sistema stesso che è diventato instabile.

Bisogna che le leggi tengano di conto delle 4 o 5 (dipende dalle classificazioni) fasi dell'esistenza umana perché altrimenti diventano leggi "contro natura" e destinate a produrre danni seri.

natura 30.12.11 23:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

burocrazia infernale...
..invece a me e alla mia ex moglie è arrivata una imposta comunale sugli immobili del 2006 di una casa che stavamo pagando ma che non ho più... e vorrebbero da me 178 euro....
...che tempismo e che operatività, inviare cose passate, sprecare carta e ore di lavoro inutili...


In ogni caso, quando il processo sarà finito potrai ricorrere ai sensi della c.d. "legge Pinto" (l. n. 89/2001) per chiedere allo stato il risarcimento del danno per la durata irragionevole del processo (che di solito viene quantificato in circa 750 € per ogni anno "irragionevole"). Buona fortuna.

Ciccio Giamba 30.12.11 22:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nulla togliendo al post, volevo segnalarvi che 700.000 LIRE sono circa 350 euro e non 1500 come scritto nel post. In bocca al lupo per la sentenza e buon anno

giulio caraglia 30.12.11 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prego la vostra redazione di dare voce a 15mila correntisti, tutti piccoli risparmiatori, truffati dalla loro banca, la BPM, che hanno visto sfumare nel nulla i loro risparmi in un momento così particolare del nostro Paese. La Banca Popolare di Milano ha venduto prodotti ad altissimo rischio con modalità ritenute irregolari dalla CONSOB che inspiegabilmente non ne ha vietato il collocamento, ad una clientela assolutamente inadeguata: pensionati. E’ assurdo che un fatto così grave sia potuto accadere nell’indifferenza di tutti e che nessun telegiornale finora non ne abbia dato un minimo cenno. Sono la figlia di una donna pensionata di 75 anni che, due anni fa, si è recata dal sig. Cerulli Fabrizio funzionario addetto al collocamento di prodotti finanziari nella suddetta banca ag. Roma 254 via U. Oietti. Chiedendogli se poteva investire i suoi risparmi in titoli sicuri per coprire il costo dell’inflazione. Il solerte impiegato le ha rifilato un prodotto ad altissimo rischio ( una specie di warrant mascherato da obbligazione) a sua totale e completa insaputa. Oggi questa donna non sa nulla dell’accaduto ed io come figlia sono seriamente preoccupata soprattutto per la sua salute

EMIDIO BUFALINI, SANTA MARINELLA Commentatore certificato 30.12.11 20:24| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi, grazie della solidarietà. scrive bene Marco Folli: "quando una casa non sta su va demolita e ricostruita"...VERISSIMO!!
siccome non c'è due senza tre vi anticipo che ci sarà una terza puntata al SEQUEL di mia madre che mai avrebbe immaginato di diventare, grazie a Beppe, una star di internet a quasi 90 anni.

vi abbraccio tutti con grande affetto, e per gli auguri ho due opzioni:


a. che crolli tutto e si ricostruisca davvero!
b. forza majaaaa!!!

BUON ANNO! ^___^

davide lak (davlak) Commentatore certificato 30.12.11 19:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

dajeeeeeeeeeeeeee!!!

daje Davideeeeeeeeeeeeeeee


^_^

un abbraccione a mamma!

manuela bellandi Commentatore certificato 30.12.11 19:45| 
 |
Rispondi al commento


Se Alberto Perino è l'uomo dell'anno ; tua mamma
Davide, è la donna dell'anno.

E te il blogger ........2011!

Emblema della burocrazia , polizia tributaria che se sei vivo ti vuole uccidere o ti spinge al suicidio, oppure cerca di farti passare per morto per fotterti poi quando risorgi.

Buon anno amico !!!!!

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.12.11 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un buon 2012 alla simpatica e arzilla vecchietta :-)

silvanetta* . Commentatore certificato 30.12.11 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

......28 anni no comment, siamo nel marasma piu completo davide...

quando una casa non sta s va demolita e ricostruita

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 30.12.11 18:56| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori