Millecento morti sul lavoro nel 2011

morti_sul_lavoro_2011.jpg

business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

Il giorno di Natale lo dedico ai lavoratori che hanno perso la vita nel 2011. Più di 1000 non sono tornati a casa dalle loro famiglie. E' una guerra senza tregua cha va avanti da decenni, ma sembra che non interessi a nessuno. Il profitto viene sempre prima della sicurezza dei lavoratori. La sicurezza costa, la morte di un dipendente costa meno, talvolta, grazie alle leggi italiane, quasi nulla. I parenti delle vittime di un'economia e di una società malate passeranno il primo Natale senza un padre, un figlio, un marito. A loro vanno il mio cordoglio e un abbraccio.

Caro Beppe,
oltre 1100 morti su lavoro nel 2011, il 15% di questi lavoratori erano "in nero" o già in pensione, sono i dati che fornisce l'Osservatorio Indipendente di Bologna di Carlo Soricelli, un operaio in pensione, che fa un lavoro enorme con il suo blog, aggiornando ogni giorno le morti sul lavoro in Italia. Voglio ricordare quello che aveva detto l'INAIL, che per l'anno 2010, le morti sul lavoro erano scese per la prima volta dal dopoguerra, sotto quota 1000, per l'esattezza 980. Evidentemente c'è qualcosa che non va nei dati INAIL, e viene da sé che sono dati fortemente sottostimati, perchè non tengono conto di tutti i lavoratori che muoiono "in nero". Sono ancora in troppi che prendono questi dati come "oro colato". I dati dell''Osservatorio dimostrano che moltissimo resta da fare sulla sicurezza sul lavoro. Siamo di fronte a un'ecatombe. Come si può definire civile un Paese con tutti questi morti sul lavoro quando l'art 1 della Costituzione dice che "l'Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro" e non sulle morti sul lavoro!!! Lo Stato, oltre a chiederci di lavorare fino alla vecchiaia, dovrebbe garantire di tornare a casa vivi la sera, dopo una dura giornata di lavoro. Mi rivolgo al Ministro dell'Istruzione Profumo: faccia un decreto, perchè la sicurezza sul lavoro sia inserita come materia di insegnamento dal prossimo anno scolastico, a partire dalle scuole elementari come in Francia. Mi rivolgo al Ministro Fornero: ripristini le norme per la sicurezza sul lavoro, volute dal Governo Prodi con il testo unico per la sicurezza sul lavoro (Dlgs 81/08) e stravolte dall'ex Ministro del Lavoro Sacconi, con il Dlgs 106/09 (decreto correttivo), che tra le tante cose negative ha dimezzato le sanzioni ai datori di lavoro, ai dirigenti, ai preposti, in alcuni casi ha sostituito l'arresto con l'ammenda, ha introdotto la "salva-manager". Mi rivolgo al Ministro Cancellieri: aumenti le pene per i responsabili delle morti sul lavoro. Per il reato di omicidio colposo, la pena varia da 2 a 7 anni, ma spesso i datori di lavoro se la cavano con pene molto più basse o con la prescrizione.Un invito vorrei rivolgere alle associazioni, ai sindacati, ai partiti politici, alle Istituzioni e ai mezzi d'informazione: si smetta di chiamare queste morti, con il termine "morti bianche" e "tragiche fatalità". Queste morti non hanno nulla di bianco, e non sono fatalità, ma dovute al non rispetto delle minime norme di sicurezza sul lavoro ." Marco Bazzoni-Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. Email: bazzoni_m@tin.it

Siamo-in-guerra

Siamo in guerra, di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio.
La Rete contro i partiti, per una nuova politica
Acquista oggi il libro o l'ebook


lasettimanabanner.jpg

Postato il 25 Dicembre 2011 alle 13:12 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (560) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: caduti sul lavoro, Cancellieri, Carlo Soricelli, Dlgs 106/09, Fornero, INAIL, Marco Bazzoni, morti bianche, Osservatorio Indipendente di Bologna, Profumo

Commenti piu' votati


GIORGIO BOCCA, uno degli ultimi, grandi
veri giornalisti ancora in vita, se n'è
andato. Una grande penna, un lucidissimo
cronista della realtà, un Uomo col coraggio
delle sue idee, un Uomo libero con la forza
delle parole giuste per raccontarci passato
e presente.
Un testimone del passato che dal
passato ha imparato a non ripetere gli errori
della Storia, a riconoscere la puzza del
nuovo fascismo, la puzza dell'intolleranza
e delle ingiustizie.
E per chi gli rinfaccia il suo passato vorrei
ricordare che non lo mai negato ma se ne è
emancipato alla grande.
Di Giorgio Bocca mi mancheranno i bellissimi editoriali, mi mancherà
la sua ironia un po' malinconica e disincantata
di Uomo che ha visto tanto, vissuto tanto e
raccontato tanto e in maniera lucida ed eccellente.
Ora riposa per sempre.
Ciao Giorgio Bocca e grazie
per averci informato con voce libera e forte
le tue esperienze, la tua vita, la spudoratezza
della corruzione.
Che la terra ti sia lieve, Compagno!

Moonshadow *., §§§§§§ Commentatore certificato 25.12.11 20:35| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |Rispondi al commento
Discussione

Dedicata a tutti i Lavoratori:


ADDIO A LUGANO
(Pietro Gori - 1895)



Addio Lugano bella
o dolce terra pia
scacciati senza colpa
gli anarchici van via
e partono cantando
con la speranza in cor.
E partono cantando
con la speranza in cor.

Ed è per voi sfruttati
per voi lavoratori
che siamo ammanettati
al par dei malfattori
eppur la nostra idea
è solo idea d'amor.
Eppur la nostra idea
è solo idea d'amor.

Anonimi compagni
amici che restate
le verità sociali
da forti propagate
è questa la vendetta
che noi vi domandiam.
E questa la vendetta
che noi vi domandiam.

Ma tu che ci discacci
con una vil menzogna
repubblica borghese
un dì ne avrai vergogna
noi oggi t'accusiamo
in faccia all'avvenir.
Noi oggi t'accusiamo
in faccia all'avvenir.

Banditi senza tregua
andrem di terra in terra
a predicar la pace
ed a bandir la guerra
la pace per gli oppressi
la guerra agli oppressor.
La pace per gli oppressi
la guerra agli oppressor.

Elvezia il tuo governo
schiavo d'altrui si rende
d'un popolo gagliardo
le tradizioni offende
e insulta la leggenda
del tuo Guglielmo Tell.
E insulta la leggenda
del tuo Guglielmo Tell.

Addio cari compagni
amici luganesi
addio bianche di neve
montagne ticinesi
i cavalieri erranti
son trascinati al nord.
E partono cantando
con la speranza in cor.

Emiliano Z. Commentatore certificato 25.12.11 14:42| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |Rispondi al commento
Discussione

Oggi i tg hanno presentato il servizio sui Militari in Missione...insomma le solite celebrazioni..i nostri eroi...!ma quale eroi...quelli da 6000 euro al mese...e quelli da mille?...
Forse i Militari servirebbero qui! visto che con millecento morti sul lavoro, si può affermare che è più sicuro l'afganistan che l'italia!...apettiamoci la solita omelia da don Giorgio..magari nel discorso di fine anno(e speriamo che sia anche l'ultimo!)..c'è un solo grido: VV vergogna e vendetta!!contro questo stato di merda!

roby f., Livorno Commentatore certificato 25.12.11 17:43| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |Rispondi al commento
Discussione

“E’ ORA DI DARE UNA NUOVA STRIZZATA AI MARONI DEGLI ITALIOTI”

Archiviata la prima stangata “AMMAZZA ITALIA”, lasciato passare il Natale, la strizza per il default dell’Italia si è calmierata grazie anche all’impiego massiccio dei “MEZZI DI DISTRAZIONE DI MASSA”.

Ora quindi si passa alla seconda stangata “AMMAZZA ITALIA”,
ma per poterla attuare bisogna tornare a fare un po’ di terrorismo finanziario e per questo il “CARO MARIO DRAGHI” sembra aver deciso di non fare più comprare più titoli di stato italiani sul mercato secondario dalla BCE.

Così la settimana prossima quando andranno in scadenza una decina di miliardi d’euro di titoli di stato italiani, “LO SPREAD TORNERÀ A SCHIZZARE ALLE STELLE”, i “MEZZI DI DISTRAZIONE DI MASSA” torneranno a terrorizzare gli Italiani, così “L’INSTANCABILE PROFESSOR DÈ TRIBUTIS” e “LA FORNERINA PIAGNENS” potranno dare un'altra strizzatina ai maroni degli Italiani, con la “LIBERTÀ DI LICENZIAMENTO”.

Così il piano per la “RECESSIONE ORGANIZZATA DELL'ITALIA” procederà spedito fino al botto finale.

“NON VEDO L’ORA CHE L’EURO CROLLI” e che finiscano i soldi per gli stipendi agli statali e per le pensioni.

Allora sì, che gli italiani muoveranno il culo.

Paolo R. Commentatore certificato 25.12.11 20:21| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |Rispondi al commento
Discussione

Poi ci sono anche i morti per il NON LAVORO, nel senso che l'hanno perso e, senza un lavoro, SI MUORE un pò giorno per giorno.

Ma ormai sembra che il fatto che decine di migliaia d'italiani perdano il lavoro non interessi più a nessuno, a parte i diretti interessati, ovvio.

Rivoluzione a gennaio 2012?

robert verri (la nuova italia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.12.11 18:38| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |Rispondi al commento

in effetti ha ragione viviana lo stesso grillo
durante uno spettacolo distrusse un computer ma come
questo uomo illuminato e veggente non aveva compreso
le potenzialità di questo strumento tecnologico solo
gli imbecilli non cambiano idea.

ciciarin 25.12.11 20:57| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |Rispondi al commento
Discussione

No, io non li posso chiamare genericamente "morti sul lavoro" ma ASSASSINII SUL LAVORO perché i lavoratori vengono assassinati dai datori di lavoro assetati di soldi e da uno Stato marcio che tutela questi assassini. Per queste due categorie i lavoratori sono solo merce usa e getta. Quel che fa più schifo di questa gente, è vederli addolorati dinanzi alle telecamere, esattamente come i nazisti nei campi di concentramento, che dopo aver bruciato migliaia di corpi, si commuovevano fino alle lacrime, nell'ascoltare Vagner. Ma non basta, chiedono proprio a questa "merce" di saldare i loro debiti, di risanare un bilancio disastrato, dopo essersi ingoiato porco e fune. Hanno il coraggio di chiedere sacrifici proprio alle loro vittime. I lavoratori insieme a tutti gli italiani dovrebbero metterselo sotto i piedi questo Stato, non continuare a rispettare chi non ha alcun rispetto per loro. Uno Stato che non fa rispettare e non rispetta il primo articolo della nostra Costituzione, è uno Stato nemico nostro e del nostro paese e andrebbe condannato alla corte marziale. Invece siamo buoni se non addirittura tutti masochisti, visto che sopportiamo ogni e qualsiasi violenza con santa rassegnazione, come fossimo diventati tutti martiri aspiranti agli onori degli altari.

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 25.12.11 14:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |Rispondi al commento
Discussione

Un gruppo di cittadini guidati dal Sig. Orazio Fergnani
nella tarda mattinata della vigilia di natale si sono radunati
davanti la stazione del Comando Carabinieri in via Gualtiero Castellini 28
in zona parioli a Roma e hanno depositato una denuncia per alto tradimento nei confronti di: Mario Monti,
Ignazio Visco,
i principali responsabili del ministero delle finanze,
i direttori delle banche,
il direttore della Consob,
i responsabili del Consiglio di amministrazione della Corte dei Conti
e quelli della ragioneria generale dello Stato.

http://www.youreporter.it/video_Denunciato_Mario_Monti_per_alto_tradimento

anthσny★ c. (anthσny★c.) Commentatore certificato 26.12.11 13:19| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento
Discussione

1100 MORTI SUL LAVORO NEL 2011.

INAIL ,non VINAVIL!

Una volta si chiamava così l'ente preposto alla vigilanza sulla sicurezza del lavoro!

Ah!È lo stesso anche oggi?

Beh,andiamo a prendere a calci in cxlo quelli che paghiamo per fare quello che non fanno!

Ma non ci dobbiamo andare da "pellegrini",ci dobbiamo andare con cognizione di causa,in qualità di datori di lavoro,di quelli che pagano lo stipendio a chi non fa il suo dovere!

LO ATTACCHIAMO QUALCUNO,O CI SCRIVIAMO UN BEL LIBBBRO???

Il mio augurio di Natale lo vorrei mandare ai familiari delle vittime,sono loro che oltre alla perdita ,devono subire anche la presa per il cxlo della giustizia!

LA VOGLIAMO FINIRE DI LASCIARE AL LORO POSTO CHI NON FA IL SUO DOVERE?

VOGLIAMO FARE UN VERO REGALO ALLE FAMIGLIE "DENUNCIANDO" QUESTI PEZZI DI MERXA???

Il resto sono tante belle parole,solo questo.

Buon Natale gente,

Buon Natale un caxxo, diceva ieri uno di noi sul blog!

Buon Natale a 5 Stelle,magari con il suo Studio Legale!

Nando da Roma.

Nando. Meliconi (in arte l'americano) Commentatore certificato 25.12.11 20:31| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |Rispondi al commento

Panettoni di letame al cantiere Tav

Il recapito dei "doni" è avvenuto poco dopo la mezzanotte: le
telecamere hanno immortalato
i Babbi Natale mentre lanciavano
i panettoni oltre la recinzione
claudio laugeri
torino

Babbo Natale ha fatto visita anche al cantiere per la Tav, a Chiomonte. Hanno regalato quattro panettoni. Di letame. Il recapito-lancio è avvenuto poco dopo mezzanotte e mezza, vicino al punto di controllo numero 5 (sotto il cavalcavia dell'autostrada), davanti alla capanna utilizzata come base dai No-Tav nei vari episodi di guerriglia con le forze dell'ordine, a a partire dalla fine di giugno.

Le telecamere di sorveglianza hanno immortalato i Babbi Natale, che hanno lanciato i panettoni di letame oltre la recinzione. I filmati dell'episodio saranno analizzati dai tecnici della Digos.

http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/435795/

manuela bellandi Commentatore certificato 25.12.11 18:40| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |Rispondi al commento
Discussione

Pecorelle
By Volpe–
Ma sono rincoglionito io, oppure l’Europa non sembra più che stia per esplodere da un momento all’altro? Dove cazzo è finita la gente che parla dello spread? Forse c’è, ma ci siamo mitridi… miditr.. mirtir… abituati. O forse è perché siamo italiani. No, anche sul sito della BBC non se ne parla più. Ma che cazzo sta succedendo? Sarà colpa delle scie chimiche? Del signoraggio? Di Berlusconi? Del Sovrano Ordine Militare di Malta? Lo sapete che il Sovrano Ordine Militare di Malta è l’unica organizzazione priva di territorio ad avere un seggio all’ONU? Che sono gli ultimi discendenti degli ordini religiosi combattenti istituiti per difendere il Santo Sepolcro? Che le loro sedi sono extraterritoriali come ambasciate, che hanno relazioni diplomatiche con un centoventi stati del mondo e che il loro Gran Maestro ha dignità di capo di stato e fa visite ufficiali a re e presidenti in giro per il mondo? Il Sovrano Ordine Militare di Malta è una figata, peccato che non si possa dargli la colpa di tutto quanto succede, perché è meno famoso del Vaticano e non si presta facilmente alle battute sulla pedofilia.
A proposito di pedofilia, stavo guardando, nascosto fra le notizie sulla bara di Mike e l’uso di impacchi di guano sulla prostata per aumentare la durata dell’erezione, il risultato del primo anno di studi da parte di un nuovo ente governativo sulle violenze sessuali negli Stati Uniti. C’erano alcuni dati interessanti:
* in USA 24 persone al minuto riportano uno stupro, una molestia o un atto di stalking, e credo che questo non comprenda l’uso improprio di facebook;
* il 20% delle donne statunitensi sono state violentate o sono state vittime di tentato stupro;
* il 25% delle donne statunitensi sono state oggetto di violenza, sessuale o fisica, da parte del proprio compagno o marito (probabilmente sono tutti rumeni o rom come a Torino);
* l’80% delle vittime di stupro o molestie sessuali hanno

ippolita ., genova Commentatore certificato 25.12.11 15:47| 
 
  • Currently 3.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |Rispondi al commento
Discussione

in GRECIA è arrivata la FAME, quella VERA:

http://www.libreidee.org/2011/12/grecia-senza-cibo-e-medicine-i-bambini-muoiono-di-fame/

il prossimo PROCESSO DI NORIMBERGA lo faranno i POPOLI e al banco degli imputati ci dovranno essere gli SQUALI della BCE, del FMI e della FINANZA PLANETARIA.
i nazisti erano dei PRINCIPIANTI al cospetto di questi ASSASSINI AFFAMATORI DI INTERE NAZIONI.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 26.12.11 11:24| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |Rispondi al commento
Discussione

Buon giorno compagni

"Ci vuole un intervento esterno" (Terminator)

Sarebbe interessante...

L'intervento esterno io lo vedo come non più un aggregazione popolare, ma come un aggregazione di idee e di verità che vadano oltre i confini nazionali e comunque territoriali e etnici.

Non lo vedo più neanche come un partito o movimento, ma come una presa di coscienza, appunto, come una verità ben compresa soprattutto dalla parte più emarginata del processo produttivo, il proletariato e il sottoproletariato.

Per una critica al capitalismo che non si limiti più agli intellettuali, ma che sia ben strutturata in poche pagine e immagini, unita da un offerta alternativa semplice e alla portata di tutti:

che lo slogan "la verità rende liberi" non resti tale, che lo si riempia di sostanza.

Tutto il resto andrebbe da sé, dal basso, e senza che ci si incalzi in qualche ideologia incomprensibile per la maggior parte della cittadinanza.

saluti

ps: Tanto per fare un esempio terra-terra. Si producono merci per 100 e si ricevono 90 in busta paga per ricomprare le stesse merci prodotte.

Chi decide quanto si debba ricevere in busta paga e quante merci debbano essere prodotte?

Se adesso lo decidono i capitalisti è perché noi glielo lasciamo fare, come potremmo cambiare sistema che a decidere non siano una ristretta minoranza di capitalisti, ma una maggioranza: DEMOCRAZIA.

pps: Io penso che con messaggi brevi del genere, nelle fabbriche qualcuno incomincerebbe a pensare seriamente. Penso questo perché la maggior parte anche se fiuta un ingiustizia non ha né il tempo né la conoscenza adatta per ribadire.

Siamo noialtri che dovremmo prendercene carico, come per loro cosi anche per noi stessi. Questo non per liberare nessuno (se non noi stessi), ma per fornire strumenti alla liberazione.

ppps: Pensate sul serio che se "tutti" i proletari conoscessero delle verità (come nel ps) il mondo resterebbe uguale? Come si muoverebbero i vertici dei sindacati?

saluti comunisti

Tony Commentatore certificato 26.12.11 12:12| 
 
  • Currently 2.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |Rispondi al commento
Discussione

Di Bocca ricorderò sempre certe sue taglienti battute

« Quel D’Alema... Uno odioso a tutti, un piccolo
gerarca. Questa sua fama di intelligenza che consiste nel fare sempre le mosse sbagliate. »

Tutti addosso a Bocca, tutti a citare uno scritto di quando aveva 20 anni
Poi con uno come D'Alema o Bertinotti o Bersani o Berlusconi o Bossi nessuno ha niente da dire
Si crocifigge chi sbaglia e si corregge
Poi con chi sbaglia e persiste cosa si fa? Onori e gloria?
Se non è da ipocriti questo...

viviana v., Bologna Commentatore certificato 26.12.11 11:49| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori