Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Passaparola- L'inganno della crescita - Luca Mercalli

New Twitter Gallery

Passaparola- L'inganno della crescita
(17:00)
luca_mercalli.jpg


Quando vediamo la pubblicità inneggiare a modelli di vita dove il successo si misura con quanti cavalli ha nel motore, quanto è più grande la sua automobile, quante stanze hai nella tua casa, quante case ha in più, quanti viaggi esotici riesce a fare, è un continuo stimolare la mente su oggetti e proposte di una vita al di fuori dei limiti, è proprio la pubblicità che ci dice “Trasgredisci i limiti”. Non ci sono limiti nel mondo, più compri e quindi più soldi devi avere e più potrai trasgredire questi limiti e avere una vita di successo, ma questa è una trappola mortale, non è possibile trasgredire i limiti fisici della termodinamica ambientale, delle risorse di cui disponiamo. Ogni popolazione sulla Terra ha i suoi limiti, l’uomo ha l’intelligenza, ma l’intelligenza serve per essere consapevole dei limiti, non soltanto per tentare di superarli, il superamento dei limiti è possibile in alcuni casi e per limitati brevi periodi, non è possibile all’infinito.


Passaparola di Luca Mercalli

Fermare la crescita (espandi | comprimi)
Un saluto agli amici di Passaparola da Luca Mercalli.
Molti pensano che in un momento di profonda crisi economica, parlare di un diverso modello di sviluppo, più attento ai problemi ambientali, a una riduzione dell’uso delle risorse, a una minore produzione di rifiuti e di scorie, a un rispetto del territorio sia quasi un optional.

Prosperità senza crescita (espandi | comprimi)
Il collasso è certo, tutta la scienza che studia questi argomenti ce lo dice chiaramente. A questo punto suggerirei, in un momento di profonda crisi come questa, di rivedere profondamente i bisogni dell’uomo, garantire una salvaguardia di ciò che abbiamo raggiunto negli ultimi 50 anni

Indipendenti dal petrolio (espandi | comprimi)
Cosa proporrei dunque per uno Stato come l’Italia in questo momento storico per affrontare questa crisi? Farei un progetto di resilienza che è la proprietà di un sistema di sopportare uno stress esterno senza collassare. L’Italia non è per nulla un paese resiliente,

La cooperazione è il futuro (espandi | comprimi)
La competitività non è un valore per la specie umana, la specie umana è una specie sociale, cos’è il valore oggi in un mondo così sovraffollato se non vogliamo farci la guerra? Competitività è quasi sempre l’anticamera del conflitto. E’ la cooperazione il valore del futuro, dobbiamo cooperare per usare le risorse, per produrre la minima quantità di rifiuti,

Siamo-in-guerra

Siamo in guerra, di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio.
La Rete contro i partiti, per una nuova politica
Acquista oggi il libro o l'ebook

5 Dic 2011, 14:00 | Scrivi | Commenti (896) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

Commenti

 

Verrà il giorno in cui chi si intende di un mestiere non va a pontificare sui mestieri altrui? Il meteorologo faccia il meteorologo, la macroeconomia proiettata nel futuro la lasci agli specialisti (ammesso che ve ne siano) ed eviti di straparlare per esempio di telelavoro, che davvero non sa di cosa parla.
E magari i comici non fondino partiti, che cominciano a rivelare il loro vero volto, pochissimo comico.

claudio marra 29.01.12 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Babbo Natale, quest'anno anzichè
portarmi regali, ti prego, portati via i
politici! Fai governare l'Italia dalle casalinghe
e non dai professori.
E, visto che ci sei, portati via anche i
ricchi, che sono pochi, ma fanno tanto
danno.

Arnaldo . Commentatore certificato 21.12.11 17:30| 
 |
Rispondi al commento


http://www.netetrader.com for you!

,..,
.-//||\\-.
/ , , \
/ ; ; \
/, /| |\ .\
\` \| |/ `/
\ \ / /
\_/||||||\_/
`"===="`
welcometo: http://www.netetrader.com
The website wholesale for many kinds of fashion shoes, like the

nike,jordan,prada,****, also including the jeans,shirts,bags,hat and

the decorations. All the products are free shippin, and the the

price is competitive, and also can accept the paypal payment.,after

the payment, can ship within short time.
free shippingcompetitive priceany size availableaccept the paypal
===== http://www.netetrader.com =====


jordan shoes $32nike sho $32Christan Audigier bikini $23
Ed Hardy Bikini $23Smful short_t-shirt_woman $15ed hardy

short_tank_woman $16Sandal $32christian loubo utin $80
Sunglass $15
COACH_Necklace $27handbag $33AF tank woman
$17puma slipper woman $30

===== http://www.netetrader.com =====

===== http://www.netetrader.com =====

===== http://www.netetrader.com =====

===== http://www.netetrader.com =====

xiaomqplso xiao, dsfhsdui Commentatore certificato 11.12.11 13:26| 
 |
Rispondi al commento

mi vergogno di essere Italiano.
Caro beppe perchè noi ci dobbiamo mettere sulle spalle il debito che la casta ci ha fatto accumulare in questi anni? E ora dopo tante promesse poverini non tagliarsi gli stipendi e i vitalizzi? Propongo di andare davanti al Quirinale e bruciare le nostre carte d'identità.
Forza Beppe tu che hai almeno una possibilità, di farti vedere e sentire in tv e nei giornali, fai sentire la nostra rabbia per tutti quelli che la mattina vanno a dare la vita per un pezzo di pane per sfamare la famiglia, e arrivare a fine mese.
Grazie

franceco 11.12.11 08:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SEGUITO 2
Riferendomi al “ MISERABILE ADEGUAMENTO “, tale termine è motivato dal fatto che la percentuale di aumento del costo della vita indicato dall’ISTAT, è molto distante dal reale aumento del costo della vita; nonostante questo, si vuole cancellare anche questa ELEMOSINA ! – circa euro 20/30 mensili per una pensione di euro 1500,00 / 1600,00.
Mi rivolgo ora a tutti i latori della presente, perché in base ai vostri ruoli, cancelliate queste due ingiuste, illegali norme contenute nel suindicato decreto (ICI SULLA PRIMA CASA e BLOCCO DELL’ADEGUAMENTO ISTAT SULLE PENSIONI), recuperando i soldi per salvare l’Italia, Europa, Mondo, da chi per varie colpe, illegalità o altro, l’ha provocata.
Credo che tutti gli Italiani onesti, non accettino più di pagare solo loro le conseguenze di questo sfascio e che se costretti, sapranno reagire di conseguenza con ogni mezzo democratico.
Sarebbe chiedere troppo una risposta in merito ?

Cordiali saluti Oliveri Francesco

9/12/2011

OLIVERI FRANCESCO 10.12.11 21:39| 
 |
Rispondi al commento

SEGUITO 1
Se percepiscono una pensione più bassa, è perché hanno svolto un lavoro la cui retribuzione e di conseguenza ritenuta fiscale, era più bassa di chi ha svolto lavori più qualificati, di responsabilità, d’impegno culturale o altro.
Svolgendo questi lavori suindicati, hanno percepito una retribuzione superiore e conseguentemente una ritenuta fiscale, con la matematica percezione di una pensione superiore.
Se ora con la norma inserita nel “ decreto salva Italia “, si blocca anche il MISERABILE adeguamento alle pensioni superiori a euro 500,00/1400,00 circa, ci sarebbe l’ingiusta, illegale, ecc. conseguenza, che chi ha versato meno contributi, raggiunge chi ne ha versato di più.
Per non parlare di chi, nei tempi d'oro, commercianti, artigiani, liberi professionisti ecc. ecc., pur guadagnando, incassando, percependo molto di più di quello che dichiaravano al fisco, con consequenziali ritenute fiscali e che, avendo GIUSTAMENTE delle pensioni basse, usufruiscono ora dell’aumento dell’indice ISTAT – quanto enunciato non è come mia affermazione diretta, ma di pubblica conoscenza tramite i canali d’informazione; stampa e televisione.
Per chiarire meglio espongo questo ulteriore esempio; se anziché versare forzatamente i miei contributi alle casse dell’INPS, li avessi messi in un’assicurazione privata e ora percepissi una pensione, mi si potrebbe bloccare la rivalutazione concordata nel contratto ?
Perché lo Stato si arroga il diritto d’intervenire sul risultato di quanto ho versato, solo perché la mia pensione viene erogata dall’INPS ?
Credo che quanto abbia evidenziato in termini di paragone, sia un’ingiustizia sociale INACCETTABILE!
Se per esempio, questo blocco durasse molti anni, si avrebbe il livellamento delle pensioni tra chi ha versato meno e chi di più; questo non è possibile accettarlo.

FRANCESCO OLIVERI 10.12.11 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Signor Presidente della Repubblica Italiana
Signor Presidente del Consiglio
Signor Presidente della Camera dei Deputati
Signor Presidente del Senato
Signori Segretari di tutti i partiti politici Italiani
Signor Segretario generale CGIL
Signor Segretario generale CISL
Signor Segretario generale UIL
Signori Direttori di tutti i giornali
Signori Direttori di tutte le emittenti televisive
Invio a ogni fonte di possibile divulgazione (blog, face book, ecc. ecc. )

Oggetto: abrogazione dell’aumento dell’indice ISTAT sulle pensioni superiori a euro 500,00/1400,00 circa lordi, ici sulla prima casa.

Prima di esporre quanto di seguito e doveroso e necessario che esprima alcune premesse e considerazioni.
Premesso che la crisi Italiana, Europea, Mondiale, non l’hanno creata certamente gli onesti cittadini che hanno pagato sino all’ultimo centesimo i contributi, in altre parole tutti i lavoratori dipendenti, soggetti forzatamente alla fonte delle ritenute fiscali.
Premesso che la crisi Italiana, Europea, Mondiale, non l’ha creata chi, con enormi sacrifici e rinunce, si è comprato l’unica casa dove vive.
Premesso che i paragoni che espongono di seguito, riferito a chi ha meno pensione, perché ha svolto un lavoro meno qualificativo come scelta o come istruzione personale, non hanno nessun carattere dispregiativo, offensivo, o altro, anzi, ringraziamento e ammirazione chi per esempio ha svolto nella vita il semplice manovale, operatore ecologico, ecc.
Mi rivolgo ora direttamente a voi, Signor Presidente della Repubblica Italiana e Signor Presidente del Consiglio, ritenendovi delle persone con enorme cultura ed esperienza; non devo certamente dirvi io chi ha provocato questo sfascio Italiano, Europeo Mondiale, perché sarebbe un insulto alla vostra intelligenza.
Mi riferisco ora a tutte quelle persone, non direttamente a loro come soggetto fisico, ma come termine di paragone, che percepiscono una pensione soggetta ora all’adeguamento.
SEGUE SU ALTRO INVIO

FRANCESCO OLIVERI 10.12.11 21:30| 
 |
Rispondi al commento

welcometo: http://www.netetrader.com
The website wholesale for many kinds of fashion shoes, like the nike,jordan,prada,****, also including the jeans,shirts,bags,hat and the decorations. All the products are free shippin, and the the price is competitive, and also can accept the paypal payment.,after the payment, can ship within short time.
free shippingcompetitive priceany size availableaccept the paypal
===== http://www.netetrader.com =====


jordan shoes $32nike sho $32Christan Audigier bikini $23
Ed Hardy Bikini $23Smful short_t-shirt_woman $15ed hardy short_tank_woman $16Sandal $32christian loubo utin $80
Sunglass $15
COACH_Necklace $27handbag $33AF tank woman
$17puma slipper woman $30

===== http://www.netetrader.com =====

===== http://www.netetrader.com =====

xiao mqplsc Commentatore certificato 10.12.11 02:28| 
 |
Rispondi al commento

Il post mi è piaciuto, condivido e sottoscrivo. Non ho l'arroganza di dire che dovrebbe essere regola generale per tutti, ma almeno lasciate a chi non è avido o crede in un mondo diverso di scegliersi "un altro percorso". Spero che il 2012 porti un cambiamento nella coscenza della gente per un pianeta migliore !

roby b., Trieste Commentatore certificato 08.12.11 17:02| 
 |
Rispondi al commento

tutte le volte che in televisione viene usata la parola crescita qualcuno dovrebbe neutralizzarla con la parola decrescita, equilibrio, mantenimento, ecc...

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.12.11 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Fammi capire bene, caro Mercalli. Secondo te, siccome le risorse naturali del pianeta sono limitate, e il pianeta non potrebbe sostenere, estesi a tutti, i livelli di consumo del 10% di popolazione che consuma di più, occorre che quel 90% che consuma di meno, continui a vivere nella miseria nera, vada alla mensa della caritas a mangiare e dorma nei cunicoli della metropolitana.
Tutto questo per la bella faccia tua e del 10% della popolazione che consuma di più...

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 08.12.11 01:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'odio è passione.

Altro che siate folli e siate affamati.
Odiate.
L'odio è un liquore prezioso,
un veleno più caro di quello dei Borgia;
perché è fatto con il nostro sangue,
la nostra salute,
il nostro sonno
e due terzi del nostro amore.
Bisogna esserne avari.

Valter Conti M5☆ Commentatore certificato 07.12.11 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Luca Mercalli,
il tuo post mi piace.
Approvo e sottoscrivo.
Avere o essere, si domandava E. Fromm;
E' chiaro che non si può AVERE all'infinito "cadendo" tra l'altro nel vizio capitale dell'AVIDITA'e dannandosi corpo e anima per la vita intera; una persona che lavora 15-18 ore al giorno, o è uno schiavo, o è un malato di mente (uno che fagocita ogni cosa ed è preda di ogni desiderio indotto); non c'è nessun mammifero sulla Terra (se non costretto) che sgobba così tanto come l'uomo civilizzato; non si può nemmeno solo "filosofeggiare" stando sulle nuvole e senza mai rimboccarsi le maniche per sopperire a quelle che sono le necessità individuali/sociali...
Si può però AVERE il giusto per vivere dignitosamente, senza smettere di ESSERE umani.
Ciao,
Davide Pollastri

Davide Pollastri 07.12.11 16:56| 
 |
Rispondi al commento

'Prosperità senza crescita' questi i titoli per i libri di scuola: dall'asilo, dalle elementari.

maurizia c., brescia Commentatore certificato 07.12.11 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Le grandi crisi spesso cominciano dall'economia e, se non se ne comprendono bene i motivi, si propagano a tutto il resto con danni incalcolabili.
Mercalli ci da esattamente la visione di cosa dobbiamo fare, e riguarda tutti noi e il nostro stile di vita. E la nostra qualità di vita migliorerà, credetemi, se sostituiremo al Cinepanettone un bel film da Cineteca, ad una vuota serata in discoteca un'uscita sobria con gli amici veri o la lettura di un bel libro, a un SUV da fenomeni da baraccone un'auto meno ingombrante e meno costosa.
Splendido Passaparola, grazie Mercalli

Fabio Lanzini, Bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.12.11 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Grande Luca Mercalli! a mio avviso ha perfettamente ragione ,bisogna pero' cercare realmente il nocciolo del problema.
E' promossa e inculcata una visione della vita molto meccanica ! da chi è proposta? nessun essere umano non condizionato si auto avvelenerebbe.Da dove arriva la cultura del sacrificio? la vita andrebbe vissuta scoprendo la propia natura senza condizionamenti , solo cosi si possono sviluppare le capacita' individuali che ognuno ha gia in se.
Oltre a essersi dimenticato della natura, l'uomo si è dimenticato di se stesso.
Fermatevi, ascoltatevi e ascoltate cosa vi accade attorno!


P.M


Maurizio Pettenati, milano Commentatore certificato 07.12.11 10:19| 
 |
Rispondi al commento

A seguito della mia nota di ieri mi rivolgo al popolo dei "grillini" affinche' adottino azioni di protesta e di divulgazione delle malefatte che per il gioco perverso che ho spiegato ieri vanno a colpire la pensione di mia mamma (senza difese neppure dalla piagnucolosa Fornero,che tassa solo al 1,5 % il rientro o scudo delle maxi evasioni) Pertanto suggerisco da ora di assegnare alle cosidette agenzie di rating ,meglio definirle vampiresche le "Z" . ad es.sulla peggiore STANDARD and Poor'S io proporrerei la tripla Z ,vale a dire negativita assuluta...per quell'altre ,un po' meno trie la doppia z e via dicendo. Popolo del Grillini iniziate,del resto il Risoprgimento italiamo non comincio da quattro carbonari straccioni che iniziarono a realizzare il sogno di una Italia libera e unita? Roberto Pizzio

roberto p., ospedaletti Commentatore certificato 07.12.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, il crollo dell'euro è ormai inevitabile, così anche l'Europa si disintegrerà in mille staterelli. Le spinte secessioniste non vivono solo in Italia. E' il crollo del sistema! La manovra Monti ci dovrebbe far riflettere sul perverso mondo in cui viviamo.

Lo stato aumenta le tasse per pagare l'aumento del costo dei servizi... una spirale assurda! Per esempio,quando vado a fare un visita medica dovrei pagare, attraverso il sistema sanitario, 100 ma di questi 100, in realtà, oltre 60 ritornano allo stato...

A seguito della manovra il dottore dovrà aumentare il prezzo diciamo a 150... ma lo stato avrà i 150 per pagare il servizio? o dovrà nuovamente aumentare le tasse?

Vogliamo girare la frittata? Se il pensionato non ha i soldi per pagarsi un caffè, il barista che fa? Direte: aspetta chi ha il denaro... ma, per vivere, non basta il guadagno su un caffé... oppure volete pagarlo 1000 euro? Il risultato è il barista senza lavoro, il negozio sfitto... il crollo del sistema.

La spirale ormai è impazzita, i professori vivono in un mondo relativo dove i modelli matematici valgono all'infinito, ma le leggi della natura contrastano con questi modelli. Un professore può progettare matematicamente la torre di babele... ma non v'è, sulla terra, un posto dove possa essere eretta... quindi, e concludo, il 20 12 2012 si avvicina... non sarà la fine del mondo, ma solamente la fine del sitema.

Rudik G., Torino Commentatore certificato 07.12.11 07:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

…”O Terra di Dio, i gioielli di cui ti sei adornata gocciolano di sangue, tanto sangue
ed i profumi di cui ti spargi odorano di morte. Che queste Parole sostituiscano nei cuori le parole vane, vuote e false di chi ti governa male affinché ci sia un risveglio immediato delle coscienze.”…


Conchiglia


http://www.conchiglia.us/RIVELAZIONE_ITALIA/C_lettere/08.123_AI_GIORNALISTI_11.04.08.pdf


http://www.conchiglia.us/RIVELAZIONE_ITALIA/C_lettere/07.17_CONCHIGLIA_AI_POTENTI_DELLA_TERRA_17.01.07.pdf

Conchiglia 07.12.11 03:28| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè ogni volta per risolvere i problemi aumentano tasse carburanti tagli alle pensioni sempre i soliti a pagare quando questa gente non fa altro che mangiare e rubbare tutti ha casa ladri e mafiosi dal primo all'ultimo

valte chim 06.12.11 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Più che un dubbio ormai è una certezza, questa crisi mondiale iniziata nel 2008,mi pare che stia mettendo fuori gioco la democrazia dei paesi occidentali. Per noi e la Grecia non è stato nemmeno possibile votare, zitti e galleggiare! Penso che in questo momento ci sarebbero molti che voterebbero per quei movimenti o partiti che hanno scelto la green economy, l'unica che può dare un futuro lavorativo alle masse
Nei paesi arabi con le nuove votazioni, stanno scegliendo dei partiti abbastanza integralisti, ma chiaramente la colpa è dell'occidente che ha appoggiato per decenni regimi totalitari per il proprio tornaconto
Dobbiamo riuscire ad appropriarci del nostro futuro, ed ad ogni occasione dovremmo d'ora in avanti farci sentire e riempire le piazze

adriano b. Commentatore certificato 06.12.11 18:46| 
 |
Rispondi al commento

portiamo avanti questa campagna, facciamo pagare le tasse al clero !
www.facebook.com/VATICANOPAGATU

Oscar Merli 06.12.11 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che parlare di economia senza parlare di ecologia sia come parlare di patate fritte senza patate. Ho studiato economia ambientale. La parola "crescita" e "pil", a lezione, erano considerate una bestemmia. Io per crescita intendo "ottimizzazione" dell'uso delle risorse energetiche, intendo "consumare meno ed ottenere di più". Intendo "turn over". I vecchi vanno a giocare a bocce e i giovani governano.

Diego Zanetti 06.12.11 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe ora che l'Economia la predessero in mano gli Scienziati, ma non gli accademici che sono 'pappa e ciccia' con le Banca o con l'alta finanza o le Lobby, ma quelli che sanno parlare di termodinamica del Sistema, temperatura ambientale, etc e prendano delle decisioni non in base ai consigli dei Mangiafuoco che hanno dietro, ma in base alla loro cultura e alla loro coscienza. Evviva la Forleo, e il suo pianto, segno dei tempi che cambiano e di una nuova Società: non un nuovo Positivismo, ma un nuovo Nascimento con al centro l'uomo e la Natura in cui vive.
Una sorta di Riconciliazione con Essa.

matteo 06.12.11 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché Mercalli non è un ministro del governo tecnico?
A riassunto il futuro in 17 minuti, lui da solo a detto cosa c'è da fare. Il governo tecnico ha impiegato 17 giorni per pensare come peggiorare le cose. Forse non hanno la capacità di una visione del futuro come quella di Mercalli? non credo, il motivo è più grave, NON VOGLIONO e NON POSSONO, troppi interessi sono legati a loro a doppio filo con multinazionali, finanze, economie, di tutto il mondo; i potenti non si arrenderanno mai, sono disposti a morire con il pianeta. Signori il futuro più che in ogni altro periodo storico è nelle mani dei poveri, solo noi possiamo ristabilire le giuste priorità non solo per salvare un economia fallimentare, ma soprattutto per salvare un pianeta che inevitabilmente ci girerà le spalle rendendo le condizioni ambientali ostiche per la nostra vita.
Solo noi.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Propongo Mercalli Presidente del Consiglio subito. Lo sogno per i miei figli il mondo che descrivi.

Monica Martini 06.12.11 14:46| 
 |
Rispondi al commento

TROTA, TROTA...

Il cavallerizzo di Hardcore: "Questa manovra non è nostra. La votiamo solo per senso di responsabilità".

Più irresponsabile di così...

Altro che manovra. E' una scommessa sulla capacità di sopravvivenza degli italiani.

Poi, come la mettiamo con il problema inquinamento nella zona della pianura padana? Dal momento che risulta essere uno dei luoghi più inquinati d'Europa al punto che rischia 7000 decessi l’anno a causa delle polveri sottili.

Certo avranno da bisticciare con i limiti di età pensionabile... ah questa morte lenta che uccide ma ci rende più belli al cospetto dell'Europa e delle banche.

Per fortuna il savoir faire non ci manca, non ne azzecchiamo una ma lo sappiamo fare meglio degli altri: imparateci o insegnatevi.

CAVALIERINO.

By Gian Franco Dominijanni


Inizia l'operazione "digestione"...i media stanno facendo proiezioni su quanto pagheremo d'ici...che nedici?..simulazioni che sono vere e proprie tombole!...poichè dietro si nasconde la famigerata IMU...!nella quale i Comuni saranno chiamati a condensare in un unico balzello tutte le imposte locali!il tutto riassumibile con un unico simbolo graficoossia un culo così!.

roby f., Livorno Commentatore certificato 06.12.11 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'analisi su svilupo senza crescita, energia e ambiente e' quanto dico anche io da anni e rappresenta di sicuro il futuro. Se vogliamo averne uno.

Saluti,
Stefano

Stefano 06.12.11 14:30| 
 |
Rispondi al commento

caro gesu' bambino

quest'anno , per natale, visto le condizioni di degrado che dobbiamo sopportare per via dei vari buonisti e fuori di testa pro cittadinanza del mondo (buonisti al solo scopo di essere IN e con soldi altrui ) e la situazione economica , non mi portare nulla.

pero' a costo zero potresti farmi un regalino :

lascia fuori dalla porta di qualche fissato buonista , in genere sinistri, una coppia di rom e la loro prole da mantenere almeno per un'anno


a quelli, sempre buonisti, che hanno figli , un paio di poverelli richiedenti asilo nordafricani che per arrotondare spacciano ogni tanto

a quelli, sempre buonisti, con un leggero gruzzolo in casa e le canaline pluviali in rame una coppia di romeni e se possibile anche una coppia di albanesi : un bel natale multietcnico non lo si puo' negare a nessuno


a quelli che per ideologia non mettono il crofisso e non fanno il presepio menandola su con il non turbare i diritti altrui e dei simboli religiosi , lasciagli un paio di fissati islamici gia' pronti con tappeto e bussola ad occupare il territorio scopo islamizzazione dell'europa


a qualche famiglia buonista ciula e sinistra desiderosa di far soldi tanti subito e senza faticare ...un paio di nigeriani sono l'ideale per fare questi affari, specialmente se devono portare fuori dal loro paese ingenti somme di denaro


e alla viviana visto che in un anno causa il lavoro da manager omnipresente nel blog , non e' riuscita a fare un paio di calzette e bavagioli ai ferri da regalare a natale alla nipotina, lasciagli qualcosa di simile sull'uscio di casa obbligatoriamente cinese perche' siamo tutti cittadini del mondo e tanto abbiamo voluto convivere con questi nostri fratelli clonatori del clonabile italiano!!
ps: aggiungi un biglietto in cui indicare come testare il prodotto con la fenolftaleina (da non ingerire a causa di altri problemi collaterali ) per il controllo della mercerizzazione .

Alba Lepore Commentatore certificato 06.12.11 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente una voce degna di ascolto. Grazie

Lidia Rossi 06.12.11 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Un modello di vita ideale. Ma come si fa a rivoluzionare il sistema? Come si fa a rivoluzionare cosi radicalmente il modello di vita della gente? In passato ci sono state le guerre che hanno cambiato le cose. Adesso deve partire da ognuno di noi. Ci vorranno anni ma sono sicuro che ce la faremo.

Andrea marzii 06.12.11 14:19| 
 |
Rispondi al commento

STANDARD & POOR'S

Vaffanculo!
Anzi crepa e vai a farti fottere all'inferno.
E' un augurio di cuore.
Ciao.


AUMENTO DELL'ASPETTATIVA DI VITA MEDIA
Una previsione:

La tanto spaparanzata prospettiva di vita in aumento, in pochi anni cederà terreno... Retrocederemo ai livelli degli anni '30... e anche più indietro... in pochissimi anni.
La depressione per impossibilità a vivere in modo decente (come dice Aldo Bonomi), una depressione nient'affatto psicologica ma reale è già un fatto.
Tempo 10 anni la vita media ritornerà ai livelli degli anni 30.
L'impossibilità a vivere e crescere figli (e farsi una famiglia) sarà la bomba che deciderà.
Questa impossibilità toglierà buona parte della voglia di vivere e della forza di tanti italiani. Così restanti le cose - e peggiorando dopo la manovra Monti - non vedo altra possibilità.
Una volta si diceva "Morituri te salutant", oggi si può dire: "Un popolo morente, fatto di singoli personaggi e di singole storie inenarrate... salutano la vita molto più presto del previsto".

Su questa previsione accetto, anzi mi auspico, critiche feroci.

Un avviso: non ho mai sbagliato una previsione, anche perché - a differenza di molti filosofi strapagati e spesso ignoranti, arroganti e stronzi - non le sparo alla cazzo o secondo convenienza.

eb

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Pestifera la mia vita – Intervista a Claudio
Questa è la registrazione di un’intervista telefonica che Guido, un compagno della Cassa Antirep delle Alpi Occidentali (attualmente agli arresti domiciliari per gli scontri contro CasaPound a Cuneo), ha fatto a Claudio Lavazza lo scorso anno. La rendiamo pubblica adesso in concomitanza con la pubblicazione, in versione italiana, della sua autobiografia, “PESTIFERA la mia vita”.
>.
Claudio, dopo 16 anni di latitanza, viene arrestato ferito in seguito ad un conflitto a fuoco che lui, e altri due compagni, avevano ingaggiato contro i birri dopo una rapina ad una banca di Cordoba. La sua biografia è costantemente contestualizzata con una ricca cronaca dei fatti più importanti di quegli anni, che hanno contribuito in un primo momento alla sua formazione di ribelle e, in seguito, a cui lui stesso ha contribuito. Un libro da leggere non come un romanzo di avventure, ma come

ippolita ., genova Commentatore certificato 06.12.11 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vieni a Montecitorio, domani 6.12.11, alle ore 10.15, dinanzi al Parlamento, per rendere noto che:
MONTI CE L’HA FATTA: I PARLAMENTARI ITALIANI SONO FINALMENTE TUTTI BILDERBERG!

Cari italiani, Monti e i deputati e senatori tutti stanno usando i drammatici argomenti delle pensioni e delle tasse per creare un polverone che distolga dal vero motivo per il quale le banche hanno imposto Monti come Presidente del Consiglio: ovvero la legge che vieta l’uso del contante oltre i mille euro.
Questo perché i pagamenti mediante carta di credito o altri sistemi bancari equivalgono, per ogni pagamento che si fa, a una creazione di una pari somma in denaro virtuale a vantaggio della banca: un fenomeno gravissimo, che si chiama signoraggio terziario e può essere approfondito, in pochi minuti, da www.marra.it
Si tratta della creazione giornaliera a vantaggio delle banche di cifre enormemente maggiori dei 20 miliardi della manovra. Cifre enormi perché corrispondono all’ammontare di tutti i pagamenti tra 1.000 e 2.500 euro che ogni giorno vengono fatti in contanti.
Una creazione occulta di denaro virtuale a favore delle banche alla quale corrisponderà una pari svalutazione che completerà la nostra rovina.
Bisogna fermarli: ormai sono tutti a servizio del Bilderberg: il Club attraverso il quale le banche comandano gli uomini che comandano il mondo.

http://www.stampalibera.com/?p=36699

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 06.12.11 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se tassano le puttane entrano subito dieci miliardi di euro,si devono riaprire i casini,e si devono legalizzare le droghe leggere con annessi coffee shop il tutto nel rispetto delle regole(se fumi non guidi)altri dieci quindici miliardi,e l'ici sugli immobili commerciali della chiesa?

luciano m., cuorgnè Commentatore certificato 06.12.11 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna ammetterlo. La mannaia di Monti, si è abbattuta inesorabile sui capitali scudati.
Ben l'1.5 per cento, da pagare in SOLE DUE RATE.
La prima, entro il Febbraio 2012, la seconda ENTRO il 2013.
Così imparano, questi pensionati ed opeari di merda, a portare i capitali all'estero.

Francesco D., Carrara Commentatore certificato 06.12.11 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A PROPOSITO, QUALCUNO SA DIRMI COME E' ANDATA A FINIRE LA TRANSAZIONE DI QUALCHE CENTINAIA DI MILIONI DI EURO TRA UNICREDIT E LIGRESTI ( CHE DOVREBBE ESSERE LUI O LA SUA SOCIETA' SOCIO DELLAUNICREDIT ). A VOI PER MOLTO MENO VI TOLGONO CASA E VI BUTTANO IN MEZZO AD UNA STRADA

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 06.12.11 13:45| 
 |
Rispondi al commento

DAL SITO PUPIA TV

IL CENTRO COMMERCIALE. Cosentino, coordinatore campano del Pdl, avrebbe fatto pressioni su funzionari dell'agenzia Unicredit della capitale affinché concedessero un imponente finanziamento a esponenti del clan dei Casalesi per la realizzazione del centro. Il parlamentare del Casal di Principe è indicato anche come "sostenitore, attraverso attività illecite" del progetto da parte della società Vian srl, subentratata alla società Sirio, della quale avrebbero fatto parte alcuni presunti componenti del clan camorristico arrestati martedì. Gli inquirenti hanno accertato che il finanziamento venne concesso ma poi in parte bloccato perché la documentazione presentata era falsa. Cosentino Pdl avrebbe anche imposto al dirigente dell'ufficio tecnico del Comune di concedere la costruzione del centro in violazione di tutte le norme urbanistiche. Inoltre, sarebbero accertati episodi di voto di scambio relativi alle elezioni amministrative 2007 e 2010.

ECCO PERCHE' C'E' LA CRISI FINANZIARIA, ECONOMICA, IL DEFICIT.
OCCORRE SCENDERE IN PIAZZA PER ELIMINARE CAMORRISTI, MAFIOSI, POLITICI CORROTTI, CORRUTTORI.
O LI FERMATE OPPURE LORO VI FARANNO FUORI SPILLANDOVI GOCCIA PER GOCCIA TUTTO IL VOSTRO SANGUE IN UN DECLINO LENTO E PROGRESSIVO. A POCO A POCO VEDRETE SCOMPARIRE IL VOSTRO LAVORO, IL VOSTRO PATRIMONIO, OGNI SOGNO NEL CASSETTO PER RITROVARVI SCHIAVI DI CORROTTI, CORRUTTORI E MAFIOSI, VOI ED I VOSTRI FIGLI. E QUESTO AVVERRA' IN TUTTA EUROPA PERCHE' IL MARCIUME CRESCE. NON RIMARRA' FUORI LA SPAGNA, LA GERMANIA, LA SVIZZERA ECC. ECC. LE CELLULE VANNO ELIMINATE SUBITO. RINGRAZIAMO CHE RISCHIA LA VITA OGNI GIORNO PER CONSEGNARE ALLA GIUSTIZIA I CRIMINALI.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 06.12.11 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho trascurato completamente il passaprola di Mercalli che pure c'aveva un'introduzione interessante...

Sarà per uno dei prossmi lunedì, vedrai che non mancheranno altre occasioni.

Grazie della collaborazione!

Ciao!

Alex


Beppeeee...ti ha risposto Monti?
Adesso sarebbe necessario,alla luce del decreto firmato da Napisan,un bel post sulla manovra!
Cosa ne dici?

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 06.12.11 13:38| 
 |
Rispondi al commento

EQUITA'?

Che si dovesse mettere mano alla riforma delle pensioni,tanto osteggiata dalla lega,è chiaro.
Quello che non capisco è perchè non aumentare l'aliquota irpef dei redditi al di sopra dei 75.000 euro così come era stato previsto che avrebbe evitato l'aumento delle addizionali comunali e regionali a noi poveri disgraziati.
Ancora meno chiara risulta l'esclusione totale degli immobili della chiesa dalla tassazione ici.
Non si capisce perchè tali immobili che risiedono sul suolo italiano devono seguire una legge diversa e in base a quale accordo medievale la chiesa gode ancora di questo privilegio.
Quello che però accentua l'iniquità di questa manovra è il pregresso sottratto alla nazione.
L'1.5 di tassazione sui capitali scudati è veramente una presa per il culo e tutto quello detratto con corruzione e mazzette,che non è poco,non è neanche menzionato.
Monti purtroppo deve mediare con un parlamento colluso e insulso dove molti dei suoi membri,sopratutto del pdl sono dei condannati che hanno ottenuto consensi con clientelismo e voti di scambio.
Una sinistra che ha contribuito a scudare i capitali rientrati, accumulati con anni di evasione,con un misero 5% e che non si è mai fatta fautrice di giustizia neanche nell'applicare esemplari tagli alla casta cui apparteneva.
Per dirla tutta,prof. Monti so che è difficile sedere a fianco di questi individui ma se questa è un manovra salva Italia equa e giusta faccia le dovute correzioni prima che il popolo si stanchi completamente ed accetti il default come male minore.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 06.12.11 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Monti è italiano?
Abbiamo un governo italiano? Monti è italiano? Escludo che il governo Monti possa fare gli interessi dell'Italia alla stessa stregua dei governi francese o tedesco. Monti ha fatto carriera nell'alta casta burocratica europea essendo stato per oltre un decennio commissario e membro della Commissione. L'input al quale obbedirà sarà quello europeo. Lo stesso dicasi di Draghi. Insomma sono persone che sono parte integrante di un gruppo internazionale che non ha patria e che agisce in funzione solo degli interessi delle grandi banche di cui sono emanazione. Anche il governo Monti suscita non poche perplessità. Le isteriche dichiarazioni di Terzi contro l'Iran sono più ascrivibili agli interessi di Israele che a quelle dell'Italia. Inoltre sono convinto che la nomina di Monti in Italia e di Papademos in Grecia siano state preparate almeno quattro mesi fa e suggerite da Obama per conto dei banchieri di wallstreet e del FMI. Berlusconi e Papandreu sono stati messi in fuga con l'uso di argomenti "convincenti". Non credo che Monti farà niente di buono per l'Italia. Se l'interesse dell'Italia divergerà da quello dell'Euro sceglierà l'Euro.


Massmedia asserviti e nemici

L'informazione italiana è asservita e manipolata. I giornali sono in prima linea nel frastornare la gente con campagne di stampa finalizzate a certi risultati. Ricordate tutta la campagna sulla Sicurezza sfociata in misure da stato fascista come i due pacchetti sicurezza e nell'allontanamento dei lavavetri dai semafori... delle città? Quanti soldi sono stati sprecati per le RONDE? Ora Roma è preda di banditi e l'Italia è costellata di delitti specialmente di giovani donne. Ma i giornali ed i media parlano solo di Borsa e di Spread perchè questo è l'input che hanno ricevuto da coloro che vogliono togliere la pensione ai nostri figli ed a noi tutti l'art.18.

Pietro Ancona

http://medioevosociale-pietro.blogspot.com/2011/12/monti-e-italiano.html

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 06.12.11 13:30| 
 |
Rispondi al commento

AUMENTO DELL'ASPETTATIVA DI VITA MEDIA
Una previsione:

La tanto spaparanzata prospettiva di vita in aumento, in pochi anni cederà terreno... Retrocederemo ai livelli degli anni '30... e anche più indietro... in pochissimi anni.
La depressione per impossibilità a vivere in modo decente (come dice Aldo Bonomi), una depressione nient'affatto psicologica ma reale è già un fatto.
Tempo 10 anni la vita media ritornerà ai livelli degli anni 30.
L'impossibilità a vivere e crescere figli (e farsi una famiglia) sarà la bomba che deciderà.
Questa impossibilità toglierà buona parte della voglia di vivere e della forza di tanti italiani. Così restanti le cose - e peggiorando dopo la manovra Monti - non vedo altra possibilità.
Una volta si diceva "Morituri te salutant", oggi si può dire: "Un popolo morente, fatto di singoli personaggi e di singole storie inenarrate... salutano la vita molto più presto del previsto".

Su questa previsione accetto, anzi mi auspico, critiche feroci.

Un avviso: non ho mai sbagliato una previsione, anche perché - a differenza di molti filosofi strapagati e spesso ignoranti, arroganti e stronzi - non le sparo alla cazzo o secondo convenienza.

eb

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 13:30| 
 |
Rispondi al commento

La verità a quanto pare PAGA! ah ah ah!

Alex Scantalmassi 06.12.11 13:30| 
 |
Rispondi al commento

http://italianimbecilli.blogspot.com/2011/12/finanziaria-colpire-solo-quelli-che.html

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 06.12.11 13:27| 
 |
Rispondi al commento

che disastro, Passera che si sbaglia e cita Emma invece di Elsa

Elsa tieni duro non piangere che ci fai andare a monte la trattativa con i sindacati confederali

Alex Scantalmassi 06.12.11 13:18| 
 |
Rispondi al commento

http://www.wat.tv/video/il-video-che-fara-incazzare-4l9fv_4kucl_.html

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 06.12.11 13:18| 
 |
Rispondi al commento

C'è una sorta di compiacimento masochistico (o sadico) nei giornali italiani per la manovra economica del governo, per la "stangata".
Lo stesso che si legge nel volto dei (veri) giustizialisti quando si condanna l'eretico, o l'untore.

Kasap Aia, Cifre, borgo virtuale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Quoto in toto anche se mi riferivo, in particolar modo, ai commenti razzisti. Ciao.

KOBAYASHI ISSA (una tazza di tè) Commentatore certificato 06.12.11 13:09| 
 |
Rispondi al commento

STANDARD & POOR'S
vai a cagare, anzi vai a morire!
Agenzie di rating, luridi rovinatori d'Europa: ma chi cazzo siete per dettare leggi e scazzare profili di merda alla cazzo che uccidono l'Europa... I popoli... i lavoratori? La gente e le famiglie?
Crepate!
---

Fino a cinque anni di lavoro in più per i nati del 1952.E’ questa la classe più penalizzata dalla riforma delle pensioni con un posticipo della pensione che rischia di allungarsi e non poco rispetto ai più fortunati nati nel 1951, magari pochi giorni prima. E anche per questi ultimi l’uscita in tempi brevi verso la pensione dipende dagli anni di lavoro fatti (è salvato chi lavora almeno dal 1975 e ha raggiunto i 36 anni di contributi nel 2011 mentre dovrà lavorare ancora a lungo chi ha cominciato nel 1976).

Ecco in sintesi alcuni esempi di persone che potrebbero uscire o, al contrario, restare bloccate dalla riforma annunciata (per gli uomini 66 anni di età per la vecchiaia, 42 anni di contributi per la pensione anticipata, per le donne 66 anni per la vecchiaia dal 2018, 41 anni di contributi per la pensione anticipata).

- UOMO NATO NEL 1952, CINQUE ANNI DI LAVORO IN PIU’, ESCE NEL 2018: compie 60 anni a gennaio del 2012, lavora dal 1976, sperava di andare in pensione di anzianità a gennaio 2013, una volta raggiunti i 60 anni e i 36 di contributi e attesa la finestra mobile di 12 mesi. Viene bloccato dall’abolizione delle quote e l’innalzamento dei requisiti per l’anzianità, potrà lasciare il lavoro solo nel 2018 quando avrà 66 anni di età e 42 di contributi.

(da "Il fatto quotidiano" 5-11-11)

Morale:
Se vogliamo saltarci fuori e salvare la pelle abbiamo solo una cosa da fare... e per dirla userò una locuzione di trista memoria:
Ci rimane da fare una soluzione finale con le Agenzie di Rating e gli speculatori internazionali facilmente riconoscibili.
Non c'è altra altrernativa
AGENZIE DI RATING E PARASSITI VARI... (vedi Standard & Poor's)...
DOBBIAMO TOGLIERCELI DAI COGLIONI CON LE CATTIVE!

-barl

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 13:05| 
 |
Rispondi al commento

PAOLO BARNARD..........................

http://caneliberonline.blogspot.com/


Se non si fissano in maniera netta, strutturale e definitiva dei "TETTI MASSIMI" ai profitti in "TUTTE" le categorie, sia pubbliche che private, i "PRE-POTENTI" in "MALAFEDE" con "TROPPI SOLDI" continueranno a permettersi di:

1) fregarsene degli aumenti che riguardano le proprie "TASSE" perché potrà sempre pagare chi gliele farà "ELUDERE" in modi perfettamente "LEGALI" (ma ovviamente "INGIUSTI")
2) "RICATTARE" (direttamente o indirettamente, volutamente o inconsapevolmente) gli altri, che nel frattempo saranno diventati "PIU' POVERI",
3) investire "TROPPI SOLDI" nel sistema "FINANZIARIO" e fregarsene dei problemi "ECOLOGICI", con tutte le conseguenze immaginabili per il pianeta e i nostri figli.

Insomma, se questo "SISTEMA" non cambierà in maniera "RADICALE", non solo l'"EVASIONE FISCALE" aumenterà e la "GIUSTIZIA" non potrà diventare "EQUA", ma chi guadagna il "GIUSTO" continuerà a pagare perfino di più, anche per i "PRE-POTENTI" in "MALAFEDE" con "TROPPI SOLDI", senza avere in cambio assolutamente "NULLA"...


@ Alba Lepore.

Dato che utilizzi quotidianamente nick diversi ti pregherei di non usare più i cognomi, specialmente questo, e inventarne di nuovi, sana ginnastica mentale, in quanto offensivi per coloro che non condividono nulla delle tue esternazioni. Grazie.

KOBAYASHI ISSA (una tazza di tè) Commentatore certificato 06.12.11 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nun ce posso crede...a quello che leggo:

" corruzione intrallazzi del P.D.L. vengono postati
dalla NOTA LEGAIOLA - IVANA IORIO!!!!!! "

ah ah ah ah ah !!!!!

tra una settimana ce diventa grillina o...persino
buonista rossa acculturata !

mentre la Vivì...passa dall'altra sponda!

LENIN VIVE (), Roma Commentatore certificato 06.12.11 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli USA vogliono trascinare nella loro caduta tutti i paesi dell'Occidente
Muoia Sansone con tutti i Filistei!
Chi non è declassato faccia un salto, Ue'!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un presidente del consiglio come Mario Monti dicono sia presidente della bocconi questo non so se sia vero vorrei almeno vedere delle carte scritte controfirmate.
Ora che un personaggio come questo che esce con la battuta "l'italia non fallirà" cosa dovremmo pensare a riguardo ?
Non sono un docente universitario ma la matematica non è un'opinione, in particolare vorrei ricordare a questo buffone (ne avevamo già uno prima ma non ci è bastato ora ne abbiamo uno più soft.) che l'italia nel 2010 a novembre ha pagato circa 80 miliardi di interessi sul debito in un anno.
La manovra iniqua che monti si prefigge di portare ad approvazione ammonta a circa 20 miliardi, in pratica noi non riusciamo a pagare gli interessi sul debito, non il debito ma nemmeno gli interessi lo ripeto sopratutto per i pdanofiloleghistiignoranti senza offesa sappiamo che i lagaioli ci tengono e parecchio a rimanere ignoranti.
Ora bisognerebbe che qualcuno chiedesse come mai una persona "seria" come monti dichiari che "l'italia non fallirà" bisognerebbe che uno così come minimo fosse castrato ma è troppo tardi i danni in quel senso li ha già fatti.

Ma non si era appena dimesso un buffone della politica che subito ne è arrivato un'altro peggio anche di quello precedente almeno quello avvolte faceva ridere.

Pietro T. Commentatore certificato 06.12.11 12:34| 
 |
Rispondi al commento

mazzetta da 1000 euro
«O mi pagate, o vi chiudo la boutique di via della Spiga». Gli è andata male. E così, è stato preso con la mazzetta in mano. Gianluca Carta, funzionario dell'urbanistica del Comune di Milano

carta, carta, carta.... 80% e' sardo , 15 % resto d'italia, 5% lombardia, ...insomma dal calcolo delle probabilita' ....

Alba Lepore Commentatore certificato 06.12.11 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Su FQ la Zanardo adula Fiorello.
Personalmente , pur rispettandolo, ho sempre trovato il suo umorismo un pò sciocco, con un fare sempre piuttosto "zarro", dal karaoke in poi sempre uguale, ora capelli corti.
Scrive del fatto che utilizzi una comicità non tanto satirica pungente, penso io non se la possa permettere, il suo pubblico è infatti anziano e per una gran fetta poco acculturato, diversamente non avrebbe seguito.
La Zanardo scrive inoltre che lui tratta le donne sul suo stesso piano....sarebbe vero se non fosse zarro. Il FQ ogni tanto mi scade proprio, solo per alcuni articolisti che purtroppo vengono affiancati ad altri di reale maggiore caratura, un bel minestrone insomma.

Stefano C. 06.12.11 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dicono che questa manovra ci costerà lacrime e sangue, la verità è che alla ministra costerà le lacrime e a noi italiani il sangue. Monti dice che per colpa nostra l'Europa è in recessione, praticamente ce la mette in quel posto e vuole pure che non gridiamo perché siamo in colpa.
Ho lottato per non lasciare l'italia, quando potevo farlo, e adesso mi fa schifo quando penso di essere italiana.
Ma qualcuno si è chiesto quanto potrà essere produttiva sul lavoro una persona a 70 anni? Dovrà andare a lavorare dopo aver messo il pannolone e il catetere! A 70 anni si potrebbe essere teoricamente bisnonni, per cui si sta creando una società con i bisnonni che lavorano mentre figli, nipoti e pronipoti l'attendono sull'uscio di casa. Non foss'altro per cambiar loro i pannoloni e il catetere, visto che di soldi nel portafoglio ne avrà pochi!

MARIA M. Commentatore certificato 06.12.11 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Articolo 47

Finanziamento infrastrutture strategiche e ferroviarie

1. (finanziamento infrastrutture strategiche) All'articolo 32, comma 1, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, le parole: "ferroviarie e stradali" sono sostituite dalle seguenti: "ferroviarie, stradali e relativo a opere di interesse strategico".


Scusate, qualcuno che ne sappia più di me mi può rispondere? Questo è un estratto della bozza di Monti che trovate sul Sole 24 ore online: questa legge, nelle sue ultime parole, significa che TAV, Ponte sullo Stretto ecc. riceveranno ulteriori finanziamenti?

Stefano Lazzari 06.12.11 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cerchiamo di capire. Tutti dicono rivalutazione del 60% sulle rendite catastali, invece è sugli estimi catastali: è tutt'altra cosa!!!

giuseppe c. 06.12.11 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Prova monti prova mic.

Pietro T. Commentatore certificato 06.12.11 12:12| 
 |
Rispondi al commento

parafrasando fassbinder:
dedicato a quella maggioranza di italiani che usano i libri non solo come tacchia o fermacarte...........o a nessuno?

dr vogler Commentatore certificato 06.12.11 12:07| 
 |
Rispondi al commento

naturalmente io spero che quel 5 % di persone che non vive solo per figa,potere, vanità, danaro-uomini e donne, di sinistra e di destra, aumenti. e poi: sono comunque, anche se ha usato termini più eleganti, gli stessi concetti-alcuni concetti- espressi da manzella.io la penso così da anni,non da ieri.

dr vogler Commentatore certificato 06.12.11 12:06| 
 |
Rispondi al commento

http://www.pane-rose.it/files/index.php?c3:o31142:e1

ippolita ., genova Commentatore certificato 06.12.11 12:02| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di cultura, pour parler: il mio nick non c'entra niente con telefilm trash o colleghi del dottor house. il dr vogler era il nome del protagonista del film "il volto" dell'immenso ingmar bergman.maestro, grazie per tutto quello che ci ha dato, le fiction e i telefilm spazzatura li lasciamo ad altri.


ribadisco: la maggior parte degli uomini vivono per figa e potere; la maggior parte delle donne per vanità e danaro. questa è la verità,inutile girarci intorno con paroloni.


Vorrei che si parlasse delle 2512 tonnellate di oro in lingotti che sono nei forzieri della Banca d'Italia.Quanto è l'ammontare dei soldi che si ricaverebbero e quanto se ne potrebbe vendere,quale fallimento dello Stato ci vogliono far credere,i padri di famiglia quando non riescono a tirare avanti cominciano a vendere il patrimonio di famiglia.Sacrifici?chi paga sono sempre gli stessi.Per quale motivo non possiamo abbattere il debito pubblico vendendo magari un migliaio di tonnellate d'oro?
Per favore parlatene perchè non ne parla nessuno

Francesco Rinaldis 06.12.11 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la domanda è una e una sola: alla maggioranza bulgara degli italiani(il 90-95%) quanto frega della cultura? la risposta è una sola: nada.e non è che sono dei fan della cantante.


lo spread con i bond tedeschi è sceso di circa 140 punti ma ormai lo stato italiano ha emesso i suoi titoli e non può chiedere sconti: ci ha guadagnato chi li ha comprati, vale a dire non i privati che non hanno più una lira, ma i grandi investitori che sono le banche, le compagnie di assicurazione e grandi capitalisti. E' facile in queste condizioni fare strozzinaggio da parte di quei pochissimi che hanno i capitali, considerato che il popolo italiano non ha più una lira ed idem lo stato italiano superindebitato ed impossibilitato a chiedere a chi non ha. La miserica e l'assenza di potere crea povertà mentre il denaro ed il potere creano nuova ricchezza in assenza di serie istituzioni ed i poveri saranno semre più poveri ed i ricchi sempre più ricchi. La cosa strana è che ormai lo spread è aumentato, considerato che l'emissione già c'è stata, sul mercato seconario, quindi sulle vendite effettuate da chi ha comprato i titoli all'emissione che evidentemente è riuscito, con la calma e magari impacchettato in fondi, a ridistribuirlo forte anche di una informazione pubblica più soft che tranquillizzi gli acquirenti mentre prima occorreva spaventare. Non era meglio distribuire l'emissione dei titoli durante il 2011 in più tranches anziché sperare che chiedendo una grande quantità di denaro tutta insieme il mercato rispondesse compatto? Non era meglio poi aspettare una manovra seria per immettere i titoli o anticipare per non essere costretti ad arrivare con l'affanno e su un mercato stressato dalle notizie forse dolosamente pubblicizzate prima dell'emissione dei titoli. Temo che sia anche questa l'ennesima bolla speculativa a danno degli italiani come quella immobiliare che ha fatto arricchire i costruttori prima a cui sono state regalate variazioni di destinazione dei tereni agricoli in edificabili, ed impoverire chi è ora costretto a vendere casa. Il popolo deve svegliarsi ed uscire dalla schivitù dei pochissimi sui tantissimi. Occorre una pulizia delle istituzioni

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 06.12.11 11:56| 
 |
Rispondi al commento

di critiche alla manovra se ne possono fare eccome , ma da certi commenti pare di capire che ci si è già dimenticati di cosa c'era prima , ed è incredibile, se si pensa che son passati solo 21 giorni!

era d'estate 06.12.11 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Visto che tanto pagano sempre i poveri cristi, questo natale ho deciso che non comprerò un bel niente. In vista delle stangate quali ICI, carburanti, IVA e compagnia bella, quest' anno le festività le passerò in allegra austerità. Niente pranzi natalizi, niente addobbi, niente regali, niente cenone e brindisi di capodanno. Mi affranco da tutte queste belle cazzate. Taglio tutto il superfluo, mangerò anche meno cosi guadagnerò in salute. Cosi, magari, capiranno chi manda avanti il paese, se i ricconi che con i capitali all' estero, se gli evasori fiscali, oppure i coglionazzi come me che comprano il pane, il latte e fanno la spesa tutti i giorni. I miei nonni non andavano in ferie, non mangiavano come noi oggi, non avevano quello che abbiamo oggi eppure hanno fatto una vita dignitosa lo stesso. Forse è il caso di chiederci cosa vogliamo, quali sono le priorità. Sarà dura ma un buon bagno di umiltà e di sana presa di coscienza ci potrà fare bene. PS fanculo anche a tutti i commercianti DISONESTI (solo loro) che hanno contribuito a questo schifo.

franco castelli 06.12.11 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forti dubbi tra i ministri sull'opportunità di spiegare la manovra a "Porta a porta"...
La maggioranza dei ministri riterrebbe più opportuno presentarla nell'obitorio di Csi...

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 06.12.11 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per chi abbia voglia e tempo di leggersela, il Sole 24 ore ha online il testo della bozza di Monti sulla Manovra Salva Politici... ehm... Italia.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-12-05/esclusivo-bozza-decreto-legge-191859.shtml?uuid=AahzdfRE

Stefano Lazzari 06.12.11 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Approfitto di questo post dell'ottimo Mercalli per ricordare quella che è ormai una vergogna insotenibile.

Anche quest'anno già da ottobre/novembre molte città della pianura padana hanno ampiamente superato il tetto UE dei 35 giorni con le pM10 oltre il limite consentito.

E nonostante questo molti sindaci continuano a fregarsene bellamente rifiutandosi di bloccare drasticamente la circolazione delle auto a benzina/diesel in città, e gli ospedali sono sempre più pieni per ricoveri dovuti a complicazioni e/o malattie respiratorie.

Non si potrebbe cominciare a far partire le denunce e/o class action contro questi delinquenti che che sentono solo gli interessi dei bottegai locali riuniti nelle varie cricche (Confapi/Confcommercio/Confesercenti ecc.ecc.) ?

Mario R 06.12.11 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il neoministro dell'Ambiente Corrado Clini va a Durban per rappresentare l'Italia alla conferenza delle Nazioni Unite sul clima.
Speriamo stia zitto e non debba dire niente, chissà cosa capisce sull'ambiente e sul clima uno come lui che ha esordito dicendosi favorevole alla Tav in Valsusa, al Ponte di Messina, alle centrali nucleari e alla privatizzazione dell'acqua?
Monti ogni due parole ci mette la parola 'equità'
Ci manca anche che costui ogni due parole ci metta la parola 'sostenibilità' e poi siamo serviti
Col Ministro del lavoro che piange mentre taglia le pensioni e Passera che si dice privo di conflitti di interesse, abbiamo un bel quadretto ameno di orwelliani spinti.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Servivano davvero tanti professori per concepire idee del genere?
Sì.
Per far credere che questi provvedimenti di incredibile idiozia siano intelligenti.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.12.11 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è una sola minaccia che potrebbe ribaltare i regimi di potere prima in Italia, quindi in Europa e poi nel Mondo per spostarlo verso i popoli ed è il seguente.
Si può chiamare Money Cropping e facendo un esempio.
Se 25.000.000 di persone a caso, si trovassero concordi nel decidere che le tredicesime non saranno depositate nelle rispettive banche, ma prelevate dalle stesse nel momento stesso del deposito, le banche e lo stato stesso si troverebbe in media con un 40.000.000.000 /45.000.000.000 di euro in meno di liquidità istantenea, che rappresenta l'equivalente di una manovra economica.
In tali condizioni, si verificherebbe un effetto domino, prima nazionale, quindi europeo e mondiale di questo fenomeno, che comporterebbe uno spostamento del potere economico e decisionale verso le popolazioni e non più verso le concentrazioni economiche.
Se tale attività venisse attuata una tantum credo che gli equilibri di potere economico e politico sarebbero molto più bilanciati ed equi.

Alvin Gabriel Tolomeo Commentatore certificato 06.12.11 11:33| 
 |
Rispondi al commento

TELE...

Crescita??? Una crescita basata su modelli di vita che non ci appartengono e/o che non ci possiamo permettere.

Lo scopo della pubblicità è quello di stimolare il consumo. Da parecchio tempo a questa parte lo stesso ruolo viene svolto dai telegiornali attraverso improbabili interviste, spesso di repertorio, fatte ad attori o passanti selezionati per incentivare il superamento di quei famosi limiti. Una regia che rifila al teledipendente un modello al quale non può sottrarrsi, pena essere out.

Ci hanno imposto che dobbiamo sempre essere informati su tutte le novità per essere al passo con i tempi, seguire le tendenze... per non arrivare mai primi.

Oggi il tasso di crescita economica è vincolato dal tasso di consumo... ma nessuno si pone la domanda: quanto possiamo consumare, quanto ci potrà essere da consumare e per quanto tempo seguendo i ritmi "consigliati".

Se non si torna indietro, non si va avanti: abbiamo sbagliato strada.

CONSUMO.

By Gian Franco Dominijanni


O Germania, pallida madre!
come insozzata siedi
fra i popoli!
Fra i segnati d'infamia
tu spicchi.

Dai tuoi figli il più povero
è ucciso.
Quando la fame sua fu grande
gli altri tuoi figli
hanno levato la mano su lui.
E la voce ne è corsa.

Con le loro mani levate così,
levate contro il proprio fratello
arroganti ti sfilano innanzi
e ti ridono in faccia.
Tutti lo sanno.

Nella tua casa
si vocia forte la menzogna.
Ma la verità
deve tacere.
È così?

Perché ti pregiano gli oppressori, tutt'intorno, ma
ti accusano gli oppressi?
Gli sfruttati
ti mostrano a dito, ma
gli sfruttatori lodano il sistema
che in casa tua è stato escogitato!

E invece tutti ti vedono
celare l'orlo della veste, insanguinato
dal sangue del migliore
dei tuoi figli.

Udendo i discorsi che escono dalla tua casa, si ride.
Ma chi ti vede va con la mano al coltello
come alla vista d'un bandito.

O Germania, pallida madre!
Come t'hanno ridotta i tuoi figli,
che tu in mezzo ai popoli sia
o derisione o spavento!

BERTOLT BRECHT
Germania (trad. di E.Castellani-R.Fertonani)
Parlino altri della propria vergogna,
io parlo della mia.

vilmo gavioli 06.12.11 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Enormi problemi per lo Gnomo su come far saltare il governo Monti...

Prima di accettare l'incarico di primo macellaio, il simpatico Bankiere, ha preteso un foglio di via da tutto il Lazio per Massimo D'Alema...

Hasta scelleratoni

maurizio spina Commentatore certificato 06.12.11 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

......e ci voleva un luminare della Bocconi per questa boiata di manovra? Bastava un ripetente delle medie.......

Lucky Luciano 10, Pisa Commentatore certificato 06.12.11 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Attualità, politica, economia e cultura in rima
larimacolpelo.com RIME TRA LE GAMBE DI SUCCESSO

larimacolpelo l., Roma Commentatore certificato 06.12.11 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Classe 1952, chi ci rimette di più
con la riforma delle pensioni.

Fino a cinque anni di lavoro in più per i nati del 1952.E’ questa la classe più penalizzata dalla riforma delle pensioni con un posticipo della pensione che rischia di allungarsi e non poco rispetto ai più fortunati nati nel 1951, magari pochi giorni prima. E anche per questi ultimi l’uscita in tempi brevi verso la pensione dipende dagli anni di lavoro fatti (è salvato chi lavora almeno dal 1975 e ha raggiunto i 36 anni di contributi nel 2011 mentre dovrà lavorare ancora a lungo chi ha cominciato nel 1976).

Ecco in sintesi alcuni esempi di persone che potrebbero uscire o, al contrario, restare bloccate dalla riforma annunciata (per gli uomini 66 anni di età per la vecchiaia, 42 anni di contributi per la pensione anticipata, per le donne 66 anni per la vecchiaia dal 2018, 41 anni di contributi per la pensione anticipata).

- UOMO NATO NEL 1952, CINQUE ANNI DI LAVORO IN PIU’, ESCE NEL 2018: compie 60 anni a gennaio del 2012, lavora dal 1976, sperava di andare in pensione di anzianità a gennaio 2013, una volta raggiunti i 60 anni e i 36 di contributi e attesa la finestra mobile di 12 mesi. Viene bloccato dall’abolizione delle quote e l’innalzamento dei requisiti per l’anzianità, potrà lasciare il lavoro solo nel 2018 quando avrà 66 anni di età e 42 di contributi.

(da "Il fatto quotidiano" 5-11-11)

Morale:
Se vogliamo saltarci fuori e salvare la pelle (non il culo, la pelle!) abbiamo solo una cosa da fare... e per dirla userò una locuzione di trista memoria:
Ci rimane da fare una soluzione finale con le Agenzie di Rating e gli speculatori internazionali facilmente riconoscibili.
Non c'è altra altrernativa
AGENZIE DI RATING E PARASSITI VARI... (vedi Standard & Poor's)...
DOBBIAMO TOGLIERCELI DAI COGLIONI CON LE CATTIVE!

-barl

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Amanda Knox nomina agente letterario.
E' lo stesso di Obama, Bush e dei Clinton.

Robert Barnett curerà gli interessi della giovane americana assolta in appello per il delitto di Perugia nei confronti delle case editrici che vogliono pubblicare un libro sulla sua vicenda...
--------------------------------------------------
Stesso agente nominerà lo Gnomo che vuole tutelarsi nei confronti di Playboy, Hustler e Le Ore che vogliono pubblicare foto sulla sua vicenda...

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 06.12.11 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti, vi lascio un commento sulla sostenibilità economica della decrescita e una critica al discorso di Luca.

COMMENTO
Oggi, che ci piaccia o meno, una buona maglia di cotone costa 200 Euro. La gente normalmente dice "costa troppo" e compra invece magari 2 maglie da 20 euro. Dopo 4 lavaggi sono da buttare via, e ne compra altre 2.
In realtà NON si risparmia.
Cambiando mentalità, puntando più sulla QUALITA' che sulla QUANTITA', l'economia non si contrae, ma si contrae la quantità di rifiuti prodotti e delle risorse consumate.

CRITICA
Si stimava (mi pare intorno al 2002) che un cittadino statunitense consumasse complessivamente 70, dico 70 settanta!!!!! volte un pakistano. Questo perchè mangia molto di più, anche troppo, consuma troppa carne, specie carne bovina, percorre molti km all'anno su un'auto di grossa cilindrata, viaggia molto in aereo, ha una grande casa riscaldata a 25 gradi quando fuori ce ne sono -10, condizionata a 17 gradi in estate.
Negli Stati Uniti, a parità di consumo di risorse, potrebbero pertanto vivere 20 miliardi, dico 20 miliardi, 20.000.000.000!!!!!! Di pakistani, nei soli Sati Uniti.
Stando così le cose, parlare di sovrappopolazione mi pare quantomeno uhmm... beh... forse non è proprio quello il problema...

Saluti
Stefano P

Stefano P 06.12.11 10:54| 
 |
Rispondi al commento

“Roma Ladrona la Lega non perdona” o è meglio dire “Roma Ladrona finché non metti il c… sulla poltrona?”

Ma se la Lega considera l’Italia un oppressore da cui separarsi perchè i suoi rappresentanti si sono sempre candidati e fatti eleggere nel Parlamento di “Roma Ladrona“? Perché la Padania, loro principale strumento di propaganda continua a chiedere ed accettare i contributi statali per l’editoria elargiti da “Roma ladrona”? Non sarà un pò troppo comodo percepire stipendi e finanziamenti da uno Stato dal quale ci si vuole separare?

Una volta che i padani avranno delimitato i confini della loro nuova nazione magari imparentanosi con la Svizzera e l’Austria meridionale, prima di salutarli gli andrebbe presentato il conto.

Facciamo solo un paio di esempi: il concetto di secessione della Padania dall’Italia è stato proclamato dal 1994. In questi ultimi 17 anni si sono succedute quattro legislature parlamentari. Dal ’94 ad oggi quindi “Roma ladrona” ha pagato circa 12.000 euro lordi al mese a deputati e senatori secessionisti (70 in media all’anno). Aggiungiamoci i circa 3 milioni di euro annuali che dal 1996 il quotidiano ha ricevuto dai fondi dell’editoria.

Ad occhio e croce, solo con queste voci siamo intorno ai 200 milioni di euro che la Lega dovrebbe rimborsare allo Stato… Giusto quello che serve per le tre corsie della Napoli-Salerno in direzione Pompei i cui lavori sono da tempo interrotti…

Thomas Müntzer, Mühlhausen Commentatore certificato 06.12.11 10:52| 
 |
Rispondi al commento

@ molteni andrea

"pensi, per il fatto di essere tu nato nella parte ricca del mondo, pensi di avere un diritto superiore alla felicità?"
assolutamente no ciò non incide sul fatto di intervenire laddove ci è possibile, ovvero nel nostro Paese.

"Pensi di avere più diritto tu di consumare e sprecare oltre ogni esigenza che un africano di mangiare?"
Assolutamente no e quando vedo un barbone che dorme per strada mi viene rabbia e allora penso devo cambiare e controllare il mio governo se voglio rialzare quel signore per terra, l'africa è troppo distante e finchè non prendo il controllo del mio paese potrò aiutare solo quelli che sono nel mio paese, il giorno che staranno bene anche loro, forse potremmo aiutare anche gli africani...

"Tu, come me, appartieni alla parte di umanità che sta portando il mondo alla catastrofe."
In realtà la colpa è di chi dirige la nostra nave italia io posso solo organizzarmi per cambiare il timoniere....ma se farmi sentire colpevole ti può far star bene tu mi butterai giù moralmente e non avrò la motivazione per accusare i poteri forti, perchè se la colpa è mia non vedrò i veri nemici.

"E ringrazia il cielo se riusciremo a cambiare il nostro stile di vita volontariamente prima che altri vengano a farcelo cambiare con la forza (ne avrebbero tutto il diritto!)."
Non credo abbiano comunnque il diritto perchè capovolgere la situazione con la violenza sarebbe un errore comunque...non siamo noi fortunati a farli nascere in zone povere aride e deserte....

Acul utopiA Commentatore certificato 06.12.11 10:42| 
 |
Rispondi al commento

esatto, questione di entropia!
Bravo Luca Mercalli, ce ne fosse di gente come te!
Beppe inviata anche Philip Daverio è un altro bravissimo e acculturatissimo.

un'arrabbiata 06.12.11 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Mercalli è veramente veramente bravo
Io ne darei 15 minuti tutte le sere prima di un tg RAI

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Beh che ci piaccia o meno siamo nell'Euro e finchè lo siamo dobbiamo sottostare alle sue leggi. Piacerebbe anche a me non esserci e avere moneta sovrana ma così non è e nessuno dei nostri "amici" politicanti ne vuole uscire, quindi finchè non ci sarà una riscrittura totale della nostra Costituzione, alla voce "Economia e Finanze di Stato", dobbiamo tenerci quello che abbiamo. Monti è in sostanza un curatore fallimentare che prova a battere cassa della ditta "Italia S.P.A." prima che non ci siano più solvenze($$$). E per fare questo, prima di fare sviluppo, cerca di recuperare i crediti per le sue amiche e sorelle banche, che è una cosa normale per un banchiere che entra nelle finanze di una qualsivoglia ditta, con buona pace degli operai, di quella dita stessa: se deve licenziare qualcuno per salvare la baracca lo fa senza problemi, tanto mica è lui che deve fare i conti alla fine mese con la vita...
Quindi immagino che Monti parlerà concretamente di sviluppo se i conti sono a posto. E se i partiti glielo lascieranno fare, non intervenendo, quando e se saremo più... dotati... finanziariamente.
Non amo Monti (proprio no) e mi fanno schifo i partiti tutti ma che posso farci se la situazione è questa? Monti deve "legare l'asino dove vuole il padrone" (ammesso e non concesso che lui sia solo un esecutore) ed è stretto nella morsa dei partiti che fanno pressioni su di lui per essere toccati il meno possibile dalle sue manovre.

Il problema è che noi italiani tutti, senza distinzioni di ceti, vorremmo dire a Monti: "Vanno bene le lacrime & il sangue ma dacci una demo: fallo provare a qualcuno che non sia io, e poi decido se lacrimare e/o sanguinare un po`(solo un po', però)..."

Spero vivamente che questa situazione, quest'ultima che ho scritto, cambi e si capisca, a livello di popolo intero e unito, che così non si può andare avanti e urgano davvero drastiche (ma non violente) soluzioni

Stefano

Stefano Lazzari 06.12.11 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma certamente, tutti la voteremmo.
E allora, perchè la politica è così tristemente DISTANTE dalla popolazione che dovrebbe rappresentare ed il cui BENESSERE COLLETTIVO dovrebbe gestire?
Perchè dobbiamo lottare per ottenere una cosa così naturale e spontanea, che tutti vorremmo, e che un pugno di spocchiosi ci nega?
Quando ci sveglieremo?
Quando proporremmo una NOSTRA manovra, e finchè non la voteranno sarà SERRATA SOCIALE?
Quando ci riprenderemo il senso della tanto utilizzata parola DEMOCRAZIA?

Diego Etcheverry Commentatore certificato 06.12.11 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti solo un breve chiarimento per chi si oppone alla decrescita per motivi economici e una critica sostanziale.

COMMENTO
Che piaccia o meno, oggi una buona maglia di cotone costa 200 euro. La moda è quella di dire "costa troppo". E così vengono acquistate 2 maglie da 20 euro che dopo 4 lavaggi sono da buttare e bisogna comperarne altre 2. In effetti NON si risparmia.
Se si cambia la mentalità, e si sceglie la QUALITA' invece della QUANTITA', l'economia non si contrae, ma la quantità di rifiuti/ risorse consumate sì, e di molto.

CRITICA
Nel 2002, si calcolava che un cittadino statunitense consumava 70, dico 70, 70!!!! Volte un pakistano. Questo perchè un americano mangia almeno il triplo, mangia troppa carne, viaggia su un inquinante SUV per migliaia di KM, usa molto l'aereo, ha un'enorme casa riscaldata a 25 gradi quando fuori ce ne sono -10.

Significa anche che negli Stati Uniti, a parità di consumo, nei SOLI Stati Uniti, possono vivere oltre 20 Miliardi di pakistani, dico 20 miliardi 20.000.000.000!!!!!!Consumando lo stesso dei 300 milioni di americani.
In questa sistuazione puntare il dito contro la supposta sovrappopolazione è incoerentemente assurdo.

Stefano P.

Stefano P 06.12.11 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusate....ma con tutti i referendum che abbiamo fatto...non se ne potrebbe fare uno per l'abolizione del canone rai e per l'abolizione dei contributi all'editoria ?

Libero Voccoli 06.12.11 10:25| 
 |
Rispondi al commento

BOICOTTIAMO STO' CAXXO DI LIBBRO!!!

...siamo un Paese di SERVI IN TUTTO, PROPRIO IN TUTTO!!!...CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
VERGOGNA ITAGLIA!!!FAVVANCULO................

...Paese da "COSE" indicibili...
...Ragazzi Indifesi ci vengono suicidati...
NAUSEA.....................................
...mi DISSOCIO da italiana!!!


Amanda sceglie agente letterario di Obama
Washington, 6 dic. (Adnkronos) - Amanda Knox intende scrivere un libro e ha scelto lo stesso agente letterario del presidente americano Barack Obama. La giovane studentessa americana, assolta in appello al processo di Perugia per l'assassinio di Meredith Kercher, si e' infatti rivolta all'avvocato Robert Barnett, noto agente letterario di Washington che ha curato gli interessi di Obama, George W. Bush, Bill e Hillary Clinton, Dick Cheney e Sarah Palin.

anib roma Commentatore certificato 06.12.11 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Monti ha sbloccato soldi per opere pubbliche, sapete quali?
La Gronda
Il Mose
La tav in Valsusa
L’autostrada inquinata
E alcune autostrade di cui proprio non abbiamo bisogno
Ci manca che rimetta il Ponte di Messina! Giusto che il Ministro dell’ambiente ha elogiato pure quello con le centrali nucleari.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 10:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paolo Ferrero:
“La crisi del Pd? Mi pare evidente che in quel partito c’è un conflitto in atto fra un’ala socialdemocratica e una liberomercatista. Per ora hanno vinto i secondi.
Monti è un nemico? Siamo contro questo governo. É inquietante l’analogia con quello che è accaduto in Grecia. Si è impedito che la gente potesse votare, e si è messo un banchiere, in entrambi i casi un ex membro di Goldman Sachs. Era meglio B? Non mi passa per la testa. B ha servito gli stessi interessi neoliberisti. I primi passi di Monti sono devastanti, un massacro sociale.
Pensioni? Una mossa iniqua, regressiva, inutile … Facciamo i conti: quanto riduce? 100 miliardi in 10 anni se va bene. Le pare poco? Cambia nulla. Però ammazza delle persone che hanno lavorato, e non meritano di essere tartassate. Nemmeno i giovani che sono già al contributivo puro. Ecco lo schema del vangelo neoliberista. C’è qualcuno che già sta peggio di un altro. Allora si dice: è una ingiustizia! Facciamo stare peggio tutti! Nel mercato del lavoro è il metodo Ichino. Anche lui un nemico? Un difensore delle tesi neoliberiste. Ma voi non avete ricette alternative … E chi lo dice? Abbassiamo tutte le pensioni a 5 mila euro, e recuperiamo 10 mld. Invece, se tolgono 4 anni di vita a operai, come mio fratello, che lavorano da 40 anni, fanno pagare chi ha già pagato. I tagli sono una cura? É come se per curarmi il tumore al colon avessero amputato una gamba. L’hanno fatto alla Grecia. Perché? Per comprarsela.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 10:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Acul Utopia

Ti spiace?
Passo più lungo della gamba?
Sono secoli che facciamo il passo più lungo della gamba, depredando il terzo mondo di ogni ben di Dio.
E adesso mi dici che non possiamo farci niente perchè siamo diversi socio-culturalmente?
E quindi che noi, in Italia, dobbiamo pensare a come togliere ai ricchi per rilanciare i consumi dei meno abbienti?
A jme togliere ai ricchi sta benissimo ma se non capiamo che, comunque, lo stile di vita che abbiamo/inseguiamo è FALLIMENTARE, non andremo da nessuna parte.
Cerchiamo di capire il significato di questo passaparola: i diritti fondamentali, i bisogni primari, noi li abbiamo soddisfatti da un pezzo.
Prima di pensare al superfluo dobbiamo lasciare che gli altri raggiungano, a loro volta, i diritti basilari.
Se non lo capiamo in anticipo sarà la storia a metterci di fronte alla nostra ottusità, e non lo farà in modo soft.

Andrea Molteni (nembo1972), Como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti con la loro ricetta sul che fare! Beh, a sto punto, io incollo anche la mia...

***

1.- Espropriazione della proprietà fondiaria ed impiego della rendita fondiaria per le spese dello Stato.

2.- Imposta fortemente progressiva.

3.- Abolizione del diritto di successione.

4.- Confisca della proprietà di tutti gli emigrati e ribelli.

5.- Accentramento del credito in mano dello Stato mediante una banca nazionale con capitale dello Stato e monopolio esclusivo.

6.- Accentramento di tutti i mezzi di trasporto in mano allo Stato.

7.- Moltiplicazione delle fabbriche nazionali, degli strumenti di produzione, dissodamento e miglioramento dei terreni secondo un piano collettivo.

8.- Eguale obbligo di lavoro per tutti, costituzione di eserciti industriali, specialmente per l'agricoltura.

9.- Unificazione dell'esercizio dell'agricoltura e della industria, misure atte ad eliminare gradualmente l'antagonismo fra città e campagna.

10.- Istruzione pubblica e gratuita di tutti i fanciulli. Eliminazione del lavoro dei fanciulli nelle fabbriche nella sua forma attuale. Combinazione dell'istruzione con la produzione materiale e così via.

***

Un po' vecchiotta, ma gira, gira, sempre attuale e in attesa.

hasta farisei

Tony Commentatore certificato 06.12.11 10:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=mSd4YcH6Ybw

il tecnico "straniero" !!!
- certo che come si fa a non desiderare questo...
al posto di MArio Monti!!!

magari il fratello!!...se non proprio l'originale!
ma ve lo immaginate se al posto del nanazzo mafioso ci saremmo ritrovati Raul Castro ????

ah ah ah!!...con un Parlamento SENZA nemmeno un
comunista!!! ah ah ah !!!....ma che ve dice er cervello ??? boh!!!

LENIN VIVE (), Roma Commentatore certificato 06.12.11 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Un Oscar per demenzialità alla prima pagina di Libero

Monticidio
Bersani studia da killer

..
?? più da hara kiri, semmai

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 09:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qualche vescovo o cardinale mi deve spiegare perché un povero pensionato deve pagare la crisi ma una istituzione come la Chiesa che tra Ior e patrimonio immobiliare è una delle potenze più ricche del mondo non sgancia un euro

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ICI alla chiesa..what?...qualcuno si sta attrezzando per proporre un Referendum su questo argomento,anche se per noi fa parte del n/s programma!
Gli unici che hanno posto la domanda ieri sono stati i giornalisti stranieri....
SERVE UN RESET...con le "buone" non ne usciremo mai!....serve uno sciopero generale di tutti i Lavoratori,Pensionati,Invalidi,Disoccupati,studenti...ad oltranza...via tutti dalle istituzioni!! DURI E CRUDI!....

roby f., Livorno Commentatore certificato 06.12.11 09:49| 
 |
Rispondi al commento

@ andrea molteni

"La questione è tra ricchi e poveri NEL MONDO"
MI spiace ma non possiamo fare il passo più lungo della gamba, anche io vorrei un tetto limite di guadagno per ogni individuo nel mondo ma mi rendo conto che è impossibile partire dal mondo....come dice grllo "le cose le iniziano a cambiare da poche persone..." quindi partire dai propri confini è già un buon esempio per gli altri Stati che potrebbero coinvolgersi.

"L'obiettivo dev'essere avere tutti la Panda (magari a metano o elettrica) ed evitare che milioni di bambini muoiano di fame e malattie nel mondo."
Anche questo è un obbiettivo che puoi ottenere prima nel tuo territorio il quale che ti piaccia o meno ha dei confini in cui, io e te rispettiamo le regole tutti i giorni.

Se ti limitassi a chiedere ciò che chiedi all'interno del tuo paese un domani forse qualche altro paese chiederà le stesse cose che vuoi tu, gli esseri umani non sono divisi soltanto tra ricchi e poveri ma anche da confini i quali sono legittimi per ragioni socio-culturali, diversamete se chiedi di oltrepassare tali confini andrai contro a chi come me vuole iniziare un percorso arduo e difficile prima nel proprio paese.....

Acul utopiA Commentatore certificato 06.12.11 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Avevamo già le tasse più alte d'Europa, le bollette più alte d'Europa, i servizi bancari e assicurativi più costosi, le autostrade e la benzina più care e la burocrazia più pesante e intricata, il carrozzone politico più fitto e costoso, e per corruzione politica siamo al secondo posto con un buon allineamento a tre mafie che sono tra le peggiori del mondo.
Siamo il paese più vecchio d'Europa ma anche quello che ha meno attenzione alle famiglie, agli anziani e ai bambini.
E che Monti vada a picchiare proprio sui pensionati più poveri non solo non ha nessuna equità ma si dimostra una autentica canagliata.

Una vignetta di Vauro mostra due pensionate su una panchina.
Dice una: "La Fornero ha pianto sui nostri sacrifici"
E l'altra: "Se avessi i soldi, le comprerei un pacchetto di klinex"

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei fare una domanda al ministro monti, sig. monti ma il tesoretto che in questi anni è stato sequestrato ad associazioni maffiose dov'è e cosa si pensa di farne? e come mai nessuno ne parla? cosa aspettate a tirarlo fuori e risanare il debito pubblico,se non sa di cosa sto parlado chieda a maroni a quanto pare ne ha fatti di sequestri di beni ad associazioni maffiose.

Antonio 06.12.11 09:34| 
 |
Rispondi al commento

il breve singhiozzo del ministro del Lavoro.

Elsa Fornero, ha avuto un successo strepitoso: gli italiani hanno gradito essere compatiti da chi li bastonava.

Sui giornali ci si rallegra che anche i ministri abbiano un’anima e un sito

È donna di forti e meditate convinzioni pronta a battersi per imporle.
Questo è un tratto delle femmine politiche piemontesi: Corregionali altrettanto toste, sono la radicale Emma Bonino che da cinquant’anni tiene testa a quel tarlo di Pannella e la Pd, Livia Turco, che quanto a pianti-d’ansia,odio, tripudio-è da lustri l’inarrivato numero uno.

Elsa è uno stimato docente di Economia dove insegna in inglese.
La specializzazione universitaria è il mondo pensionistico, quella per cui è al governo. La competenza è indiscussa.

Sempre di pensioni si occupa come direttore del Cerp (centro di ricerca sul Welfare) e di pensioni scrive sul Sole- 24 ore.

Di pensioni si è occupata pure come consulente del ministero del Lavoro con i governi di centrodestra (da lei mai votati).

È, insomma, pane e pensione, passione assorbita dal suo maestro, Onorato Castellino, che stese su di lei l’ala baronale.

Infine, è vicepresidente della sorveglianza del banco Intesa SanPaolo.
Stesso istituto di provenienza dell’attuale ministro allo Sviluppo,Passera, per cui è nata una semi-grana sull’eccesso di banchieri dell’attuale gabinetto.

Cosa finita lì, perché il Quirinale detesta illazioni sul governo Monti.

Oltre al bendidio di incarichi la ministra è anche consorte dell’economista Mario Deaglio, professore a sua volta, editorialista della Stampa e direttore del Sole- 24 ore (primi Ottanta).
Deaglio è un signore della Torino bene, salottiera e liberal, antiberlusconiano, amico di Mario Monti e amante in genere della sinistra, ma tecnocratica.

I coniugi Deaglio furono nei primi anni’ 90 tra i promotori di Alleanza per Torino, movimento progressista che impose come sindaco Castellani, uno del gruppo deagliesco e docente pure lui.

Alba Lepore Commentatore certificato 06.12.11 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nel 2002 quando entrammo nell'euro pensai che sarebbero "usciti" bossi e berlusconi.

- il primo, inutile per una Europa unita , il secondo fuori gioco dallo stesso potere finanziario continentale e mondiale.

praticamente due teste di caxxo nel posto sbagliato nel momento sbagliato. ANACRONISTICI !

non avevo considerato il grado di coglionite acuta
dell'ita-glione medio-sottomedio!

(mi dovetti ricredere nella breve parentesi del
2006-2008, ahimè, TROPPO BREVE!)

adesso sbraitate pure contro il "poliziotto Monti"

ah ah ah ah!!!!

ps.
ancora è vivo quel coglione che mangiava la mortadella in Parlamento tre anni fa?
Sì!

popolo fesso!
punto!

LENIN VIVE (), Roma Commentatore certificato 06.12.11 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Quel testone di Bonanni deve stare attento a non pronunciare la parola "sacrifitzi".

Alex Scantalmassi 06.12.11 09:31| 
 |
Rispondi al commento

MA è mai possibile che nessuno, dico nessuno, che posta non dia anche soluzioni ai problemi???

Siamo già informati delle nostre disgrazie (grazie a Beppe e quanti si prestano per questo) e problemi e vorremmo in qualche modo combatterle, contrastarle e superarle.

Dateci qualche strumento (ormai non cito più lo studio legale,scusami Nando ma tanto non ci ascolta nessuno) oltre la notizia pessima giornaliera.

Sarebbe utile per il M5* uscire e dire a tutti la nostra idea, programma e perchè no, cosa pensiamo della manovra Monti.

Beppe, fatti sentire in qualche trasmissione e porta la clava.

Il tempo delle elezioni è prossimo (massimo tra 1 anno e mezzo) e dobbiamo arrivare pronti e preparati.

A che punto siamo con la ricerca del leader nazionale?

Non aspettiamo gli ultimi momenti poichè non abbiamo i mezzi di comunicazione che hanno i maggiori partiti.

Contarefinoatre Rosso, Torino Commentatore certificato 06.12.11 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se la Fornero si mette a piangere davanti a Bonanni e Angeletti siamo a cavallo! Game over!

Alex Scantalmassi 06.12.11 09:26| 
 |
Rispondi al commento

@ ROLANDO SOLIMA

Allora non ti è chiaro il significato del Passaparola.
La questione non è, o non è solo, tra ricchi e poveri nei paesi occidentali.
La questione è tra ricchi e poveri NEL MONDO.
E, in quest'ottica, noi occidentali siamo TUTTI, o quasi, RICCHI.
L'obiettivo non può essere togliere la Ferrari a Grillo per comprare 10 Audi per 10 operai.
L'obiettivo dev'essere avere tutti la Panda (magari a metano o elettrica) ed evitare che milioni di bambini muoiano di fame e malattie nel mondo.
Dobbiamo imparare a CONSUMARE DI MENO, altrimenti finiamo male, anzi malissimo.
L'ho già detto tempo fa in un commento: se Monti avesse fatto una patrimoniale TOTALE e avesse redistribuito le ricchezze equamente tra tutti i cittadini, vedremmo code chilometriche davanti ai negozi di elettrodomestici per comprare la TV a LED o l'I-Phone.
Questo significa non avere una coscienza collettiva.
Questo significa, parafrasando Gaber, essere comunisti "perchè non se ne può più di fare gli operai".
Questo significa confondere la giustizia, o l'equità, per usare una parola molto in voga, con la frustrazione e l'invidia.
La rivoluzione vera non è tentare, ognuno per se, di scalare i gradini di una società malata.
La rivoluzione è imparare a credere, sempre parafrasando Gaber, di "poter essere vivi e felici solo se lo sono anche gli altri".

Andrea Molteni (nembo1972), Como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fortemente OT, ma interessante.

"Pochi rifiuti, impianti in rosso
La Regione stoppa le discariche
A picco i conferimenti in discariche e inceneritori. Conte: «Quelli che ci sono faticano a sopravvivere». E si arruolano anche i sindaci.
Una discarica (archivio)

Una discarica (archivio)

*
NOTIZIE CORRELATE
*
Rifiuti speciali, manca il Piano Più della metà smaltiti altrove

VENEZIA — Il rovescio della medaglia del riciclo, quella che il Veneto ha appuntata al petto ormai da diversi anni, mette in fila numeri sconfortanti, conti in affanno, previsioni lacrimevoli. Gli impianti di incenerimento e le discariche arrancano perché più la gente differenzia, meno rifiuti da smaltire ci sono. E meno rifiuti si smaltiscono, meno soldi si incassano. Il che ha delle conseguenze pratiche, perché stiamo pur sempre parlando di aziende, con i loro bilanci da chiudere ed i loro dipendenti da stipendiare al 27 del mese. Per questo l’assessore all’Ambiente Maurizio Conte è deciso a dire no al rilascio di qualunque autorizzazione per l’apertura di nuovi inceneritori nel Piano rifiuti che vedrà la luce ai primi di febbraio, se si confermeranno le intenzioni (quello attuale è datato 2004). «Non ci saranno nuovi impianti perché, al momento, registriamo difficoltà a far funzionare quelli che ci sono. Di più: stiamo studiando la possibilità di convertire una parte delle linee dedicate allo smaltimento dei rifiuti urbani, oggi sottoutilizzate, per lo smaltimento dei rifiuti speciali». Quelli che, per intendersi, gli industriali di Treviso vorrebbero incenerire in due termovalorizzatori nuovi di zecca."

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/politica/2011/4-novembre-2011/pochi-rifiuti-impianti-rosso-regione-stoppa-discariche-1902044642355.shtml

Ma va? Troppa differenziata???
Cercasi monnezza disperatamente...

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 06.12.11 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CONTINUA

ancora dal Fatto Quotidiano: (non ho trovato altri quotidiani che ne parlino)

"Comunque, per il governo Monti, così attento alle direttive europee, una riflessione sull’esenzione Ici alla Chiesa presto si porrà lo stesso. La notizia, infatti, è che l’Unione Europea ha annunciato (a fine settembre) l’intenzione di aprire un’indagine formale per aiuti di Stato e incompatibilità con le norme sulla concorrenza proprio su questo fronte. Sono tre i punti da chiarire. Oltre all’Ici, c’è anche l’articolo 149 del “Testo unico delle imposte sui redditi”, che “conferisce a vita la qualifica di enti non commerciali a quelli ecclesiastici”, garantendo loro un regime fiscale particolare e favorevole. Infine lo sconto del 50% dell’IRES concesso agli enti ecclesiastici che operano nella sanità e nell’istruzione. Joaquín Almunia, il commissario europeo per la concorrenza, si è lasciato sfuggire che la condanna dell’Italia stavolta sarà “difficile da scampare”. Dopo l’apertura dell’istruttoria, le parti avranno 18 mesi per presentare le proprie ragioni, poi Bruxelles dovrà decidere. In caso di condanna, L’Italia potrebbe chiedere il rimborso all’erario delle tasse non pagate dagli enti ecclesiastici. Ma lo farebbe?" Fine


VEDI CARO MONTI....NON CI SI PUO' METTERE A 90 GRADI DAVANTI ALL'EUROPA QUANDO CI CHIEDE DI COLPIRE LE PENSIONI E "RADDRIZZARE" LA SCHIENA QUANDO INVECE DICE CHE ANCHE IL VATICANO DEVE PAGARE L'ICI E LE ALTRE TASSE...O LACRIME E SANGUE PER TUTTI O PER NESSUNO.

PERCHE' CARO MONTI...IO SONO CONVINTO CHE SOLO I VIGLIACCHI E GLI SMIDOLLATI, LO SCARTO DELL'UMANITA' VA...E' CAPACE DI FARE IL FORTE COI DEBOLI E IL DEBOLE CON I FORTI.

Dino Colombo Commentatore certificato 06.12.11 09:25| 
 |
Rispondi al commento

"caro" Monti...ecco perchè penso che tu e il tuo governo STATE FACENDO I FORTI CON I DEBOLI E I DEBOLI CON I FORTI" E QUESTO NON E' DA PERSONE SERIE E CORAGGIOSE QUALI VI VOLETE ACCREDITARE.

sempre dal Fatto QUotidiano:

"Il risparmio annuo per la Chiesa – e la perdita netta per il fisco italiano – si avvicinano ai due miliardi di euro. E’ stato stimato approssimativamente in circa 50 mila il numero degli immobili ecclesiastici presenti in tutta Italia (in pratica 1 abitazione su 5), ma un vero e proprio censimento non è mai stato fatto dal catasto, soprattutto sul fronte della destinazione d’uso. Anche perché ciascun ente ecclesiastico può essere titolare di più immobili, affittati o in uso per i motivi più diversi (a Roma persino commissariati di Polizia e Carabinieri sono di proprietà vaticana). Si tratta, comunque, di una ricchezza enorme, che non ha analogie all’estero e che è totalmente detassata. Secondo una stima fatta dai Radicali Italiani qualche tempo fa, in tutta Italia sarebbero presenti almeno 30 mila stabili di proprietà della Chiesa adibiti ad attività imprenditoriali e commerciali diverse.

La quantificazione del mancato pagamento solo di questi si aggira sui 2 miliardi e 400 mila euro. All’Ici, poi, si dovrebbero aggiungere anche l’ammontare dovuto per altre imposte sia statali che comunali a cui la Chiesa risulta esente (Irpef, Iva e altro) anche questi quantificabili per circa 4 miliardi di euro. Il tutto mentre la Chiesa risulta beneficiaria dell’8 per mille che lo Stato le versa (anche quando il contribuente non ha esercitato l’opzione: a meno che il contribuente non lo destini ad altro scopo, quei soldi vanno alla Chiesa anche se non dichiarato apertamente) e che è una cifra molto alta: dal 1990 al 2007 la Chiesa ha percepito 970 milioni circa di euro dallo Stato Italiano per “l’esercizio del culto”.

continua

Dino Colombo Commentatore certificato 06.12.11 09:19| 
 |
Rispondi al commento

“Est modus in rebus: sunt certi denique fines, quos ultra citraque nequit consistere rectum”. Orazio (poeta latino, 65-8 a.C.)
C'è un "modo" nelle cose. ci sono dunque confini certi al di qua e al di là dei quali non può esistere il giusto.
Perdonate la traduzione forse non letteraria.
Ma sull'esistenza di "limiti" (anche allo sviluppo acefalo quindi) vedete ci si era arrivati parecchio tempo fa.
Sono d'accordo quindi, per quel che il mio esser d'accordo vale, su quanto scritto.
Attenti alle semplificazioni però perché gli ottusi dogmi (*) sono sempre in agguato.
Un saluto
Uranio

(*) come quello che la raccolta diferenziata dei rifiuti urbani sia LA SOLUZIONE! Il bello (e buono) ha una sua inevitabile complessità che va rispettata e trovare soluzioni adeguate comparta fatica.

uranio mazzanti, Tuscania Commentatore certificato 06.12.11 09:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"CARO" MONTI...ECCO PERCHE' NON TI CREDO (continua)

"L’Ici – che poi si chiamerà Imu – la dovranno pagare tutti. E la rivalutazione delle rendite catastali fino al 60% la renderà forse la tassa più pesante che gli italiani saranno chiamati a pagare nell’immediato. La Chiesa, ancora una volta, resta fuori dal novero dei contribuenti dello Stato pur continuando a percepire l’8 per mille.

Eppure, già nel 2004, una sentenza della Corte di Cassazione stabilì che l’esenzione dall’Ici (già in vigore dal ’92, ma dal cui pagamento erano stati esclusi luoghi considerati “particolarmente meditevoli”) poteva essere applicata solo quando all’interno dell’immobile si svolgesse un’attività effettivamente meritoria e legata al culto. Per fare un esempio, va bene l’esclusione di una chiesa o di un oratorio, ma non quella di un immobile di proprietà vaticana affittato ad una banca. Una sentenza “pericolosa”, a cui corse in soccorso Berlusconi nel 2005. A pochi mesi dallo scioglimento delle Camere, fu approvata una discussa norma che stabiliva l’esenzione dal pagamento dell’Ici per tutti gli immobili della Chiesa cattolica. Un anno dopo il governo Prodi limò la normativa, prevedendo che l’esenzione si potesse applicare solo agli immobili dalle finalità “non esclusivamente commerciali”, ma quell’avverbio – “esclusivamente” – ha permesso alla Chiesa di usufruire dell’esenzione anche per strutture turistiche, alberghi, ospedali, centri vacanze, negozi: è sufficiente la presenza di una cappella all’interno della struttura".

continua

Dino Colombo Commentatore certificato 06.12.11 09:14| 
 |
Rispondi al commento

"CARO" MONTI...ECCO PERCHE' NON TI CREDO:

"Manovra lacrime e sangue, Monti dimentica la Chiesa. Niente Ici sugli immobili del Vaticano

E' di circa 50 mila il numero degli immobili ecclesiastici presenti in tutta Italia. Di questi almeno 30mila sono adibiti ad attività imprenditoriali. Già nel 2005 la Cassazione stabilì che l'esenzione dall'Ici poteva essere applicata solo quando all'interno dell'immobile si svolgesse un'attività meritoria e legata al culto
La notizia è arrivata dalla conferenza stampa del premier Mario Monti alla Sala Stampa Estera di Roma. Un giornalista straniero ha formulato una domanda scomoda: “Avete pensato ad estendere il pagamento dell’Ici anche alla Chiesa Cattolica?”. La risposta di Monti, il cui volto ha improvvisamente perso l’espressione benevola di solo pochi minuti prima, ha lasciato la platea straniera – e subito dopo anche quella italiana – senza parole. “E’ una questione che non ci siamo ancora posti”. E’ ragionevole pensare che il governo non se la porrà mai. Piange Elsa Fornero sulla deindicizzazione delle pensioni da mille euro al mese, ma sembra non esserci proprio la volontà di operare un recupero di un privilegio che in tempi di crisi diventa sempre più difficile da digerire."

dal Fatto QUotidiano

CONTINUA

Dino Colombo Commentatore certificato 06.12.11 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Già finita l'ubriacatura della grende manovra del cazzo di Monti!...chi rompe paga e i cocci sono suoi...!perchè dico questo?stamani le borse in asia pare non siano convinte dell'operazione salva euro,visto che ieri sera Merkosy ha detto no agli eurobond..!quindi rimane la solita domanda di rito: chi garantisce l'euro?draghi pare che abbia voglia di stampare euro,ma non può !perchè nessuno dei virtuosi si vuol trovare in casa un pacco di carta straccia in mano!cioè scambiare merci o servizi con una moneta bona per pulirsi il culo!.
Non vedo poi come la borsa abbia potuto festeggiare un rialzo,quando l'italia e ben presto altri paesi,saranno costretti a spremere il popolo,riducendo i margini di spesa delle famiglie!!! invece di combattere le cause s'insiste con i rimedi peggiori dei mali!.
a tutto questo scenario, va aggiunto il fattore P ovvero petrolio...l'iran e la Siria sono due bombe atomiche economiche pronte a far saltare i prezzi del greggio!.
Troppo tardi...ben presto i tassi medi europei dei Bond inizieranno a correrre,in modo costante e continuo,la manovra di mario a teso una mano alle banche e alle assicurazioni, per ora l'ha messe in sicurezza,alla faccia nostra...
Non c'è una strategia di aggressione al debito!in particolar modo quello a breve scadenza!ossia quei 250 miliardi di dP che scadranno entro marzo 2012...!

roby f., Livorno Commentatore certificato 06.12.11 09:05| 
 |
Rispondi al commento

RIPUBBLICO IL MIO COMMENTO AL POST "SIAMO AI MATERASSI" DI DUE GIORNI FA.
E IO NON SONO UN ECONOMISTA NE' UN FISICO.

Buono il contenuto.
Scarsa la forma.
Perchè limitarsi a consumare meno, se le logiche del profitto rimangono le stesse, porterà alla perdita di milioni di posti di lavoro nei settori del "superfluo".
L'idea è positiva ma il mercato tenderà ad autoregolamentarsi nuovamente intorno a logiche fallimentari.
Ci vuole una politica che incentivi la creazione di posti di lavoro in settori virtuosi e che disincentivi l'ostinata perseveranza delle aziende che operano in settori socialmente dannosi (automobile, petrolio, trasporto su gomma, armi, finanza, lusso, ecc., ecc.).
Detassare chi va a lavorare coi mezzi pubblici.
Vietare l'illuminazione notturna di negozi e centri commerciali.
Vietare la vendità dell'acqua in bottiglia oltre i 100 km dalla fonte.
Detassare seriamente la creazione di fonti energetiche rinnovabili.
Impiegare i detenuti nella riqualificazione del patrimonio pubblico.
Liberalizzare le droghe leggere e gestione pubblica di tale mercato.
Sovratassare i generi alimentari provenienti dall'estero e detassare quelli venduti entro 100km dal luogo di produzione.
Vietare le gare al massimo ribasso per le opere pubbliche.
Sovratassare gli immobili sfitti e consentire la detrazione fiscale degli affitti.
Queste sono alcune idee, di semplice applicazione.
Ce ne saranno migliaia di altre ancora più valide e facilmente attuabili.
Questo dobbiamo pretendere dalla classe dirigente.
Questo dobbiamo proporre se vogliamo essere classe dirigente.
Il rischio di una rivoluzione di "pancia" è quello di non avere "testa".
Se scoppieranno casini dettati solo dall'esasperazione, senza che dietro ci sia un progetto di società nuovo, rischiamo di continuare a passare da un "padrone" all'altro senza impossessarci mai della nostra vita.

Andrea Molteni (nembo1972), Como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

so che questo post fara`storcere il naso a molti,
ma credo che in realta`le risorse siano veramente illimitate se guardiamo dentro di noi (non e`ne un discorso spirituale ne newage). Il fatto che stiamo distruggendo il nostro habitat e`dovuto perche`alcuni pensano che il consumo li faccia arricchire e piu`frenato e`piu ricchipensano di diventare.
La storia dimostra che l`uomo deve alla sua creativita`sia la sua soppravivenza sia la,sua seppur minima cosapevolezza e coseguente ricerca della felicita`
quindi se vogliamo superare sia il momento contingente di crisi,sia che vogliamo rendere sostenibile lo sviluppo, non dobbiamo fare altro che cercare dentro noi stessi senza paure
Io qualche idea c`e lo gia`e sono sicuro che anche molti di voi. Non dobbiamo che confrontarci

quindi creativi di tutto il mondo, UNITEVI

ciao alla prossima

maurizio veller 06.12.11 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Quando si spara nel mucchio,le pensioni solo il 1° bersaglio,ma le pensioni italiane sono proprio povere
Più di metà non arriva a 500 €.E’ vero che molti di questi pensionati non hanno mai versato contributo,ma l’Italia è anche l’unico paese Ue che non ha un minimo di sopravvivenza garantito dallo Stato e dove l’assistenza e la previdenza sono entrambe a carico dello stesso istituto, l’INPS
Ma ovviamente una come Meg-magras dice:"Ma chi se ne frega se a questi gli levano pochi euro?"
A te,berlusconiana benestante,forse non te ne frega nulla,ma a chi è povero e conta i centesimi gliene frega eccome!
Il 79% delle pensioni arriva a 1.000 € ‘lordi’ mensili. Non è proprio una pacchia!
L'11,1% è tra i 1.000 e i 1.500 €
Solo il 9,9% supera i 1.500 €
La spesa pensionistica nel 2010 è aumentata del 2,3% con un imponente aumento del 73% delle pensioni di anzianità. Nel 2010 l'età media per la pensione di anzianità è stata di 58,3 anni per i lavoratori dipendenti e di 59,1 per gli autonomi
Le pensioni di anzianità sono 2 milioni e sono soprattutto al Nord,per questo Bossi le difendeva,il 43,6% al nord-ovest,il 21,8% al nord-est,il 15,8% al centro e il 18,8% al sud e isole
Si ricordi che non solo salari e stipendi tedeschi sono il doppio dei nostri ma i lavoratori tedeschi versano solo il 20% noi il 43% con pensioni che sono la metà di quelle tedesche
Si poteva benissimo non toccare le pensioni e tagliare cose inutili
Il sistema previdenziale è in equilibrio e le pensioni delle giovani generazioni non sono a rischio.In crescita anche gli assegni di invalidità civile (+2,9% rispetto al 2009)che oggi sono 2.713.282.Complessivamente la spesa "in termini di pensioni,assegni e indennità" è stata pari a 16 mld.E’ quanto costano le inutili Province che la Lega vuole mantenere e che la Bce ci ha già chiesto di eliminare anche nella famosa lettera
3,808 mld si riferiscono a pensioni e assegni di invalidità civile e 12,762 miliardi a indennità di accompagnament

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 08:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

già,..ho 51 anni, son malata,ma non posso permettermi con quello che mi danno di vivere con la pensione, devo lavorare. ho subito tutto quello che questa società mi poteva dare, mi hanno fato sempre capire che i servi della gleba sono sempre attuali,ma possibile che gli italiani sono così ignoranti e stupidi da non fare niente? ma ribellarsi é così difficile, andiamo avanti a parlare, ma "gente" se non le "fai" le cose, non cambia niente.
quindi per favore grillo fai o se non vuoi fare fai muovere la masse, così si arriva a qualcosa facendo, e l'unica soluzione per noi, è fare cose di massa, incrementiamo si, ma doiamo essere veloci veloci o il treno se ne va e noi restiamo sempre giù grazie . una persona che non ha mai avuto futuro

manuela albizzati 06.12.11 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma la Clinton checca22o vuole ancora, dopo aver liberato la knox parla di brogli elettorali in Russia?
Ma si occupi di tutta la sporcizia consolidata nel suo paese di merda , dei loro consueti brogli elettorali messi in atto da lobbies del petrolio, delle armi, degli ogm, della droga etc.

umberto c. 06.12.11 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma vediamo quali sono le concessionarie. In prima fila Lottomatica e Snai, le uniche totalmente made in Italy. La prima è al 60 per cento della De Agostini Spa controllata a sua volta dalla B&D di Marco Drago e C, holding della storica famiglia Boroli. La Snai ha avuto un azionariato più diffuso e dopo gli ultimi cambiamenti di asset è controllata da due fondi di private equity che fanno capo uno alla famiglia Bonomi, l'altro a istituti bancari e assicurativi italiani. Sulla Snai c'è in corso un'Opa. Le altre otto, invece, presentano azionariati in parte o del tutto protetti da sedi estere. La Cogetech è di proprietà della Cogemat, Spa di proprietà al 71 per cento della OI Games 2 con sede a Lussemburgo. Gamenet è al 42 per cento (quota di maggioranza) della Tcp Eurinvest, sede Lussemburgo. Hbg è al 99 per cento di proprietà della lussembrughese Karal: solo l'1 per cento è di proprietà di un italiano, Antonio Porsia (che è anche l'ad), imprenditore definito dalla stampa finanziaria il nuovo numero uno delle sale da gioco. Il gruppo delle "lussemburghesi" è chiuso dalla Sisal, al 97 per cento della Sisal Holding finanziaria, Spa al 100 per cento della Gaming Invest, sede nel granducato.

Ci sono poi le società spagnole: Codere, al 100 per cento del gruppo Codere Internacional, e Cirsa di Cirsa international Gaming Corporation. Le altre due concessionarie sono G. Matica - al 95 per cento della Telcos, una srl con 126 mila euro di utile che è controllata per il 52 per cento dalla Almaviva Technologies (altra srl della famiglia Tripi) e per il 37 per cento della Interfines Ag, sede legale Zurigo - e Atlantis, oggi sostituita da B Plus Giocolegale limited, che ha la sede principale a Londra con 68 dipendenti e una "sede secondaria" a Roma.
Proprio la ex Atlantis - che controlla il 30 per cento del mercato dello slot machine - è al centro di dubbi e polemiche.

http://www.repubblica.it/cronaca/2011/05/08/news/inchiesta_azzardo-15935482/

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.12.11 08:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono 98 i miliardi di euro che la Procura della Corte dei Conti ha richiesto alle società concessionarie delle slot machine per irregolarità e danno ai Monopoli di Stato.
Oggi , una sentenza che annulla una penale di 7 milioni potrebbe diventare pretesto per cancellare una quella di 98 miliardi.


http://www.youtube.com/watch?v=5ZG3xgugWpU

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.12.11 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Interessante

http://www.democraziaradicalpopolare.it/Democrazia_Radical_Popolare_aderisce_ufficialmente_all_Appello_di_RID_Rivolta_il_Debito.html

saluti elvetici

Fernando Vehanen, Helvetia Commentatore certificato 06.12.11 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Hanno chiamato uno dalla bocconi per fare quello che

anche il trota sapeva come fare:

tagliare pensioni.

Tassare la chiesa,eliminare l'esercito,via trequarti di eletti ma non votati,patrimoniale...sono parole che non possono pronunciare.

Zoccoli ed elicotteri in stand by.

Quello che non sono in stand by sono quelli di equitalia.

Henry Chinaski, Piovene Rocchette Commentatore certificato 06.12.11 08:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Manovra LACRIME & SANGUE

Il Ministro Fornero ci ha messo le lacrime, ma ancora una volta IL SANGUE LO DEVONO DARE QUELLI CHE HANNO PAGATO TASSE E CONTRIBUTI FINO AD'OGGI.
Per chi ? Per che cosa ?
- per tutta quella gente che dopo un giorno di
legislatura aveva diritto alla pensione)
- per le spese milionarie di Parlamento, Senato e
........
- per sanare i debiti di quelli che, dopo aver
affossato e indebitato i grandi istituti
pubblici, se ne sono andati con premi di "buona
uscita" da milioni di euro
per : bla bla bla bla

La regola del "chi più ne ha più ne metta" ancora una volta è sata dimenticata.

COMPLIMENTI A TUTTI I PARTITI: di Destra, di Centro, di Sinistra, di sopra e di sotto che non hanno saputo fare nulla se non litigare per la "cadrega" (la scagna) ed infine ci hanno consegnato al Caronte di turno per traghettarci oltre il baratro !?!?
Torneranno i nostri eroi ?
Conserviamogli per le prossime elezioni gli onori che si meritano !!!!!!!!

Ardi D., Gargnano Commentatore certificato 06.12.11 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Capo IV – Misure per lo sviluppo infrastrutturale
Articolo 41
Misure per le opere di interesse strategico


http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-12-05/articolo-misure-opere-interesse-185536.shtml

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.12.11 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Visto che da un paio di giorni non consulto il web.

Qualcuno mi può quantificare la vaselina della manovra Monti?

Mia moglie ieri sera diceva che se così fosse non è nulla di preoccupante... Ma essendo questo il contenuto di un non ben specificato tiggì, non mi fido.

saluti e ringraziamenti elvetici

Fernando Vehanen, Helvetia Commentatore certificato 06.12.11 08:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma vogliamo parlare degli 1.3 miliardi contenuti nella manovra per rifinanziare le missioni di "pace" all'estero? Da quella parte nessun ripensamento?

Massimo Cozzone 06.12.11 08:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dovreste davvero leggere questo,può tornare utile.
http://pinoz6700.blogspot.com/2011/12/inps-anmic.html

Giuseppe D., CAGLIARI Commentatore certificato 06.12.11 07:47| 
 |
Rispondi al commento

è proprio vero, ci stanno ingannando.....

non cresce una cippalippa.....

a parte il M5S, ovviamente!

(e l'altezza dei ministri, in tutti i sensi)

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!


le cose che dice Mercalli possono anche avere una loro validità però, al di là della crescita continua o meno, esiste purtroppo il problema della spartizione dei beni materiali: pochi hanno tanto e tanti hanno poco. Abbiamo, per esempio, un Signor Grillo che guadagna un sacco di soldi (pare si possa o si sia potuto permettere la Ferrari) ed una moltitudine di persone che annaspano per vivere. Certo mi si dirà che lui se li guadagna con onestissimo lavoro e su questo non ci piove. Sta di fatto però che in una società evoluta e civile certi contrasti economici così vistosi non dovrebbero essere possibili, ci dovrebbero essere dei paletti: chi supera onestamente determinati limiti di guadagno dia il surplus alla comunità.

rolando solima 06.12.11 07:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AIUTA LO STATO , UCCIDI UN PENSIONATO.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 06.12.11 07:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Mercalli, ho sempre sostenuto,e tutt'ora sostengo il tuo credo.
Ai miei tempi quello che dici lo chiamavamo "consumatismo", cioè la gente fin dalla nascita veniva e viene manipolata attraverso la pubblicità, insomma, ti condizionano ad uno stisle di vita sopra le yue possibilità. Arrampicarti sugli specchi pur di apparire.
luigi mosti

mosti l., massa Commentatore certificato 06.12.11 07:24| 
 |
Rispondi al commento

Bello Begnini ieri da fiorello


quando dice "dobbiamo volverci bambini"

cavoli i bambini non vedono si sei dal nord o dal sud

i bambini sono giusti, onesti e non sono contaminati dal peccato dei "personalismi" di dire

noi si altri no....

Grande Benigni la Italia più bella che resiste ai "rinoceronti" dei "ghe pensi mi" o "noi siamo diversi" ma sono uguali ad altri ;)

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.12.11 07:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STAINO
Rai ha inspiegabilmente saltato la diretta della conferenza stampa di Monti
Si vede che da Palazzo Chigi nessuno gliel'aveva ordinata

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 06:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ELLEKAPPA

Crollo lo spread
Addosso ai pensionati, immagino

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 06:44| 
 |
Rispondi al commento

aveva capito già.
http://www.youtube.com/watch?v=2b_Jr3z3LUI&feature=related

dr vogler Commentatore certificato 06.12.11 06:38| 
 |
Rispondi al commento

PV

Bossi è mezzo scemo perché stato colpito da un ictus
Che culo! Se non lo colpiva l'ictus, toccava tenercelo tutto scemo

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 06:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PV

Il nostro mondo è diviso in due emisferi:
muriente e uccidiente

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 06:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PV

Ieri è passato
Il domani è in forse
Oggi cazzo vuoi?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 05:52| 
 |
Rispondi al commento

FEI
Monti ha rinunciato al suo stipendio
Piò che altro sembra aver rinunciato al mio

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 05:49| 
 |
Rispondi al commento

L’arroganza con cui sono stati usati gli aerei destinati ai voli di Stato per faccende private e la moltiplicazione delle scorte diventate uno status symbol,ricorda il Marchese del Grillo: “Io sò io e voi non siete un cazzo!”

Monti può risparmiare vendendo 30 lussuosi aerei di stato,taxi di ministri e sottosegretari (poltrone per le escort)
Elio Veltri

Gli aerei volavano da mattina a sera per dare un passaggio ad Apicella o imbarcare bellissime escort,con dipendenti pubblici che fanno finta di non vedere,collaboratori desiderosi di fare i mezzani,ufficiali dell’aeronautica militare ridotti al ruolo di accompagnatori silenziosi
Nel 2010 le ore di volo sono state 8500,come se in cielo ci fosse stato un aereo notte e giorno per un anno intero:come per andare su Marte e tornare.Ogni membro del governo volava 97 ore all’anno.La flotta di Stato è la più numerosa d’Europa,a Ciampino con il 31° stormo,ma anche Carabinieri,Vigili del fuoco,Capitaneria,Guardia di Finanza,Forestale.. nel 2009 le “missioni di stato” sono state ben 1963,più di 5 al giorno weekend compresi,la spesa è accollata in parte al bilancio dell’aeronautica militare sacrificando esigenze di servizio.Il gen.Camporini si sfoga:
”in una vecchia legislatura i Pres. delle Camere erano entrambi milanesi,ma ogni lunedì mattina L’Aeronautica doveva mandare 2 aerei per portarli a Roma:uno decollava da Linate alle 7 e l’altro alle 7,30”.Altro che efficienza e rispetto delle istituzioni! I presidentissimi non facevano nemmeno lo sforzo di usare lo stesso aereo! “In un momento di crisi e di tagli ci sono molti voli che lasciano perplessi”
Governi di dx e di sx hanno comprato “decine di meravigliosi aerei Piaggio 180 chiamati la Ferrari dei cieli, con meravigliose morbide poltrone, che filano a 700 km l’ora”. La flotta ha 3 airbus 319Cj,costo 60 milioni ognuno,2 dotati di salotto presidenziale, che possono imbarcare fino a 50 persone,5 trireattori Falcon 900,costo 40 milioni 40 milioni ciascuno

segue sotto

viviana v., Bologna Commentatore certificato 06.12.11 05:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molti di noi sanno che questo sarebbe un mondo ideale.
Come facciamo ad arrivare lì?
Come insegniamo alla popolazione ad arrivarci, come modifichiamo la miriade di nostre piccole imprese spingendole a cambiare modello...
Oppure per arrivarci dobbiamo andare verso uno stato che controlla tutti i fili dell'economia? o peggio su grandi aziende organizzate che gestiscono grandi quantità di individui?
Per avere l'orticello avremmo bisogno di spazzi esterni da coltivare. Le nostre città e moti paesi sono inadeguati, come li modifichiamo? come facciamo a far abbandonare le proprie case? Dove mettiamo la gente mentre avviene questo cambiamento.
Sono idee bellissime, interessante ecc. ... come si tramutano in pratica perché non siano utopie???

Valentino Andrea 06.12.11 04:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori