Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Sciolta nell'acido, processo azzerato


lea_garofalo_funerale.jpg
"Apprendo dai giornali che "I giudici della prima corte d'Assise di Milano, presieduta da Anna Introini che ha sostituito Filippo Grisolia, diventato capo di gabinetto al ministero della Giustizia, hanno deciso, accogliendo le richieste delle difese, che il processo con al centro la morte di Lea Garofalo, sciolta nell'acido, deve ripartire da zero". Ecco, ci siamo. Se nei giorni scorsi questa era solo un'eventualità, oggi è diventata una cosa ufficiale. Il danno più rilevante è che i presunti assassini di Lea Garofalo fra sette mesi, se non ci sarà un giudizio prima, verranno liberati per decorrenza dei termini. E sono convinto che accadrà, perché in Italia vanno così le cose. A peggiorare la situazione, poi, il fatto che uno degli avvocati degli imputati sia stato arrestato ieri nell'operazione della Boccassini. Anche questo rallenterà il processo. Lea Garofalo è stata sciolta nell'acido, e le persone imputate di essere gli autori del gesto fra poco saranno libere".
Goffredo T.

1 Dic 2011, 22:59 | Scrivi | Commenti (10) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Beh ma per diminuire la probabilità statistica che ciò si ripeta sarebbe sufficente scogliere nell'acido coloro i quali permettono che tale azione resti impunita...

No?

ai a. Commentatore certificato 06.12.11 01:58| 
 |
Rispondi al commento

io scioglierei nell'acido tutti gli stronzi colpevoli di aver permesso che una tale eventualita' si verificasse, cosi' perlomeno saremmo sicuri che in futuro almeno questi nn starebbero piu' in giro a fare danni(probabilmente guadagnando una pacca di euro sia dallo stato(noi) che dalla mafia).

eugenio . Commentatore certificato 04.12.11 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Si sente il desiderio di fuggire da questo merdaio.

harry haller Commentatore certificato 03.12.11 08:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASTA NON NE POSSO PIU DI
QUESTO PAESE FACCIAMO LA
RIVOLUZIONE

cesare plebani, bergamo Commentatore certificato 02.12.11 20:26| 
 |
Rispondi al commento

non mi sorprende ormai più niente.
Nel processo per omicidio di mia cognata ammazzata dal marito si è fatto il processo alla cognata per cercare se cera qualche giustificazione per l'assassino.
Non hanno trovato nulla lui è semplicemente un mostro, ma poi hanno creduto solo alla tesi assurda e contraria alle prove oggettive di lui e non gli hanno dato la premeditazioni che era lampante.
Gli hanno dato 19 anni, ma ormai mi aspetto che in appello riceverà un ulteriore sconto di pena.
Vogliono fare la riforma sulla giustizia ?
Banale concedere solo 1 grado di giudizio e niente rito abbreviato per gli assassini.

Matteo Pietri Commentatore certificato 02.12.11 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Il solito schifo Italiano. E e anche i soliti 3 gradi di giudizio, come se non bastasse il rilento della giustizia italiana. Negli altri stati c'e' un solo grado al massimo due. Italia paese di m... come sempre

William Giachetti 02.12.11 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Più che offrire solidarietà non posso fare.
Senza polemica, ma a mio parere era cosa evitabile. Un esecutivo serio, che avesse pienamente preso coscienza del mandato, avrebbe potuto (e dovuto) porre in essere i provvedimenti adeguatamente sufficienti per evitare simili ingiuustizie.

Gian A 02.12.11 09:23| 
 |
Rispondi al commento

dio mio che sdegno...
cosa più brutta non c'è...

Sandro Stefanini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.12.11 08:50| 
 |
Rispondi al commento

E' per cose come questa che non vivo piu' in Italia

Giorgio Roma 01.12.11 23:40| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori