Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

A morire e a incassare dallo Stato c'è sempre tempo


tempo_Dali.jpg
"Mia madre é morta un anno fa. Aveva un credito d'imposta IRPEF perché le avevano detratto più del dovuto. Nel fare la sua dichiarazione dei redditi quest'anno, l'impiegato mi dice che sarò contattato per incassare , come erede, questi 400 euro circa. Gli domando quando e mi dice.....tra un paio d'anni. Il Fisco, lo stato (con s piccola) vuole, esige anticipi d'imposta, d'Iva, di tutto, ma si arroga il diritto di ritardare il SUO DOVUTO. Ottusi benpensanti riaffermano ripetutamente che le tasse bisogna pagarle...io dico che bisogna pagarle quando anche lo Stato fa il suo dovere verso i contribuenti e non li tratta come sudditi senza diritti . Finché saremo inermi di fronte all'ingiustizia, non ci sarà Stato per noi, ma solo Padroni da combattere." Roberto P., Gualdo (MC)

1 Gen 2012, 22:52 | Scrivi | Commenti (44) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

e io pago.noi paghiamo tutto e dippiu'.il bollo dell'auto...ne(ho 3 arretrati),il canone Rai con quelo sono in pari:),le accise sul carburante,le tasse della nettezza urbana...ci fosse un servizio decente:),mi è arrivata anche diretta da equitalia una tassa di 15 euro
dal comune di foligno sulla pulizia dei fiumi.a dicembre ho pagato tra metano,enel,equitalia 1700 euro,considerando che ero in cassa integrazione da 3 mesi poi licenziato il primo dicembre non è male.sto cercando di vendere casa ora cosi' lo stato se la prende di dietro,non voglio avere piu' nulla a nome mio non voglio che nessuno mi si prenda cio' che con fatica sudore e sacrifici mi sono cercato di costruire.e io pago.lo stato ha debiti con aziende che le fa fallire con semplici cittadini e io pago....caro signor monti non sono una persona cattiva ma le auguro che i suoi discendenti sino alla fine dei tempi facciano una vita di sacrifici come le nostre.

cristiano m. 08.01.12 02:01| 
 |
Rispondi al commento

vedrete che da giugno le cose peggioreranno perchè la gente, ad oggi, ancora non si rende conto della mazzata della manovra Monti. E questi fanno anche i blitz a Cortina mentre Casini e Schifani sono al caldo dei Caraibi. Mi auguro di no ma qui va a finire che qualcuno gli spara. Speriamo proprio di no ma esasperare la gente è sempre pericoloso.

stefano b., udine Commentatore certificato 05.01.12 02:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c,e' nessuno stato ma solo un gruppo di giudei che si son lavati le mani da ogni responsabilità e che non sono altro che esattori. Quando il popolo si svegliera' da questo malefico incantesimo sara' troppo tardi, eppure basterebbe prendere i gudei sotto braccio e accompagnarli fuori dalle comete del potere , il tutto in nome del popolo italiano.
Un saluto a tutti voi

Marco 03.01.12 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Allora cominciamo da Settembre.
Nel 1997 sono entrato in mobilità dopo che la mia azienda manifatturiera, in fallimento, fu venduta ad altra azienda dal tribunale.
La compratrice richiedeva che alcuni elementi fondamentali, rimanessero con un contratto almeno annuale. Tutto fu trattato dal sindacato( stipendi, buonuscite, TFR, preavviso licenziamento etc )
Dopo 14 anni, una raccomandata dell'INPS mi informa che ho avuto 3 mesi di indennità in più del dovuto, come da loro lettera del 2004 (ovviamente mai ricevuta) e allegato trovo un bollettino postale di 4.948 Euro da pagare.

Pochi giorni dopo, mia sorella riceve una lettera dell'INPS dicendo che mia madre, defunta nel 2006,ha usufruito di una reversibilità di pensione di mio padre morto nel 2001, con un importo superiore per 405 Euro come da lettera del 2004 (ovviamente mai ricevuta), con allegato solito bollettino postale da pagare.

Dopo alcuni giorni,mia cognata (moglie di mio fratello defunto nel 2010 il quale aveva a suo tempo curato le pratiche di succcessione) riceve a sua volta una comunicazione dell'INPS, poichè mia madre nell'ultima dichiarazione dei redditi era a credito di 340 Euro circa (avete visto l'assegno ??)
Per riscuotere dobbiamo presentare il certificato di successione ufficiale, con relativa marca da bollo e come se non bastasse un sindacato ci ha premesso che occorrono 100 Euro per la pratica.
<tuttavia non si fa niente , perchè non siamo riusciti a sapere chi ha redatto la documentazione della successione essendo mio fratello defunto nel frattempo e francamente nessuno di noi si era al momento interessato chi e dove tale pratica era stata istruita.
Conclusione :
Pagare subito e riscuotere mai.
Ma la domanda più inquietante è :
Ma cosa hanno fatto per 14 anni gli impiegati INPS ?
Facevano i conteggi giocando a carte o forse avevano calcolatrici a pallottoliere ?
L'è tutto da rifare diceva il bravo Bartali !
Tony

Tonino Baldelli 03.01.12 16:00| 
 |
Rispondi al commento

come mai iniquitalia non mette gli interessi anche allo stato (con la s minucola) ?

maurizio cotroneo 03.01.12 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente!!!!! Visto che questa democratica dittatura da noi vuole subito il denaro e non aspetta e invece quando noi (vero stato) abbiamo crediti possiamo aspettare una vita e se magari muoriamo gli facciamo pure un favore.... Cambiamo la costituzione, ora, subito!!!

Igor 03.01.12 11:10| 
 |
Rispondi al commento

e se mettiamo anche i privati come telecom che,lo scorso anno alla morte di mia madre,la avvisa con una lettera all'indirizzo suo che le dovevano una ventina di euro.Mi sono premurato di scrivere alla telecom,quella dei magnati,quelli che magnano TUTTO per avvisare del decesso ed invitarli a inviare al mio indirizzo eventuali comunicazioni.Se ne sono guardati bene dal contattarmi tanto a loro è andata bene,si sono intascati una ventina di euro insperati.Stato e privati in questo CESSO-PAESE vivono su tutto ciò che possono ARRAFFARE,è una prassi consolidata e mantenuta da tipi che si vestono bene ma alla fine sono paragonabili a TEPPISTI da strada.

emi franck, Voghera Commentatore certificato 03.01.12 09:32| 
 |
Rispondi al commento

pagare le tasse è un dovere.
pagare le tasse in un paese in cui i servizi funzionano è un dovere.
pagare le tasse in un paese dove i politici si danno da fare e danno il buon esempio prima di tutti gli altri x sistemare le cose è un dovere.
pagare le tasse in un paese dove nn funziona niente,i politici sn i primi corrotti e prendono 30-40 volte in media + di un qualsiasi connazionale stipendiato statale come loro,dove i referendum della gente nn servono a nulla perkè puntualmente sovvertiti,dove per manifestare devi kiedere il permesso ai cellerini,dove vengono fatte opere pubblike palesemente inutili e nn gradite dalla volontà popolare,dove se frodi milioni di euro ti fai 2 anni ai domiciliari e se nn riesci a pagare una rata di equitalia finisci per strada,dove il vaticano decide cosa devi fare intervenendo nella res publica anke se sei ateo,dove gli anziani moriranno prima di vedere la pensione e i giovani nn l'avranno mai nonostante verseranno milioni di contributi,in questo paese con questi ed altri problemi pagare le tasse...E' UN REATO.

francesco 03.01.12 01:41| 
 |
Rispondi al commento

Certo che tutti dobbiamo pagare le tasse, qui non si discute se pagare o no,si discutono le vessazioni perpetrate nei confronti dei cittadini, si discutono i conflitti di interesse, si discutono le leggi immorali.
Un ente come Equitalia non è immorale nella forma ma nella sostanza.
Il suo modo di operare è fortemente anticostituzionale.
Come anticostituzionale è stata la nomina del governo tecnico.
Sicuramente il "nostro caro presidente" ha pedissequamente seguito le regole,poteva agire come ha agito,ma siamo sempre lì,la forma è salva è la sostanza che non quadra.
Sono d'accordo con la proposta di Walter Valentino, ognuno di noi è solo e non abbiamo nessun modo per difenderci né da Equitalia né dalla compagnia dei signori Banchieri.
Beppe ,perché non proponi davvero una Class Action alla Corte di Giustizia Europea ,contro lo stato Italiano?
Sicuramente saresti sostenuto da una marea di gente,un enorme folla ti seguirebbe.
Pensaci.

Stefania A. 03.01.12 00:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

(ANSA)02 gennaio, 15:25
Imprenditore suicida a Catania, depressione acuita da crisi.
(ANSA)02 gennaio, 15:29
BARI - Inps chiede parte della pensione, anziano si uccide.
...
...
...
Ci sono precisi responsabili che ci hanno portato a questo stato di cose! Hanno ancora unn cuore? Mi piacerebbe sapere: cosa provano difronte a tutto questo?

Jerry Spera, Molfetta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.01.12 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Secondo il grande discorso di fine anno del capo dello stato, che parla solo agli italiani, forse lui non si sente talevisto che dice che i sacrifici degli italiani non saranno vani: vi evince proprio che lui non si ritiene italiano, poichè il suo stipendio non se lo tocca neppure di un euro, e così tutta la classe politica: noi siamo gli italiani, nostri sono i sacrifici, loro non fanno sacrifici= NON SONO ITALIANI.
Costa di meno mantenere la Regina Elisabetta e il suo entourage, che i politicanti.
Poichè questi omuncoli rovinano le nostre vite, ci obbligano (ma l'italia non era una repubblica? Quanto è diventata un monarchia assoluta?)a fare queste o quello a non fare questo o quello, dobbiamo ripensare che il potere è in mano al popolo. Noi italiani non siamo mai scesi in piazza ma forse è ora di farci sentire oppure i signori della politica che non fanno sacrifici e e quindi non sono italiani ci schiacciano.
Siamo in crisi ma i 15 miliardi di Euro per comprare i jet militari da dove arrivano? Il caro Signor Monti e Napolitano lo sapevano benissimo, ma quelli non si toccano, anzi noi paghiamo per rimettere i soldi a posto.

Ciro Menotti 02.01.12 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Un altro tassello che va a comporre il puzzle della vergogna italiana. Questo stato fa schifo, in qualche modo dobbiamo metterlo da parte ed istituire un governo onesto di cittadini onesti. ELEZIONI.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 02.01.12 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Lo stato Italiano era una perfetta macchina, organizzata abbastanza bene, ora la tecnologia ha fatto passi da gigante e questa nostra "macchina" (Euro-0) comincia a dare segni evidenti di malfunzionamento, la maggior parte degli Italiani cambierebbe immediatamente la propria auto.

francesco a. Commentatore certificato 02.01.12 20:32| 
 |
Rispondi al commento

italia (i minuscola) merda assoluta. Lo dico da decenni tra i sorrisetti condiscendenti dei suddetti benpensanti. Ora che avete aperto gli occhi anche voi patrioti irriducibili, quando smantelliamo la schifosa matrigna a forma di stivale?

Giacomo C., Milano Commentatore certificato 02.01.12 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro amico, mio padre è morto 3 anni fa....io come erede ho diritto ad un rimborso irpef di circa 500 euro.....bene, mi hanno detto ( lo stato di m****) che forse li riavrò quest'anno....dopo 4 anni !
ma va ? perchè non ci va equitalia di m****
ciao e fatti coraggio .....
Massimo

massimo c., Ferrara Commentatore certificato 02.01.12 19:43| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,quanto fai così tanto schifo alla politica,che mi sorge un dubbio!ma se un comico come te non fà ridere quei personaggi,come mai lor signori fanno ridere più dei comici?si sono asseragliati sui....monti....e da lì come un.....messia....ci predicano come moltiplicare....le prese per il culo....opss....scusatemi....l'aiutare la povera ITALIA....SOLO CON ....IL NOSTRO CULO.....MA LA BELLA FACCIA .....CE LA METTERANNO LORO...DA BUON ITALIANO MI SONO GIA'PROCURATO MUTANDE DI LAMIERA....BEPPE TORNA A FARCI SORRIDRE....BUON ANNO.....ITALLLLIANI.....

bruno bisegna 02.01.12 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Scusate,ma non perche'non procediamo con una class action alla Corte di Giustizia Europea contro lo Stato Italiano?Mi pare che la legislazione attuale lo consenta.Chiediamo a Beppe se si erge a promotore

Walter Valentino, Roma Commentatore certificato 02.01.12 19:32| 
 |
Rispondi al commento

adesso BASTA!!!,
smettiamola tutti di raccontare quotidianamente i disservizi dello stato, ormai non c'è più speranza di rimedio, L'unica salvezza è la rivoluzione oppure una nuova marcia su Roma...
Auguri a tutti e sveglia!!!

cittadino ultrastanco 02.01.12 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai perfettamente ragione il tuo sfogo e' legittimo mentre non e' legittimo quello che fa lo stato. Vic

Viscardo Marcatti 02.01.12 17:37| 
 |
Rispondi al commento

So bene a cosa si riferisce. La mia esperienza è stata ancor più tragica:
6 mesi dopo la morte di mio padre l' agenzia delle entrate mi chiede il registro delle fatture emesse nell' anno X .
Preciso che mio padre, con il quale avevo solo rapporti effettivi, abitava in una citta molto distante dalla mia e io ero un dipendente ENEL
Trovo il registro e lo porto all' agenzia delle entrate, chiedo notizie e mi viene detto trattarsi di un controllo riguardante una delle ditte di cui mio padre era rappresentante.
Dopo crca 4 mesi mi giunge una cartella da 10 m ilioni di lire e una qualifica di evasore per mio padre.
Mi interesso allora della faccenda e scopro che la fattura incriminata pagata nel gennaio dell' anno X era stata emessa a dicembre dell'anno precedente e inserita nella dichiarazione dell' anno di emissione.
Tornato all' agenzia delle entrate, non è bastato dimostrare il loro errore.
Ho dovuto pagare i 10 Ml + multe e interessi ( ricorrendo a prestiti alla vigilia del ferragosto ) fare ricorso rinunciando anche alle vacanze di tutta la famiglia. Dopo 6 anni il ricorso è stato accolto e mi è stata accreditato il solo importo presunto evaso, senza spese, senza le penali e interessi che erano sull' ordine di un paio di milioni ( questo nel 1991 erano soldi !!!)
Ho anche dovuto riaprire la successione e pagare imposte di successione su una cifra che IO avevo versato e pertanto non avrebbe dovuto essere considerata eradità
Dopo altri 2 anni mi è giunto un rimborso per altra dichiarazione di reddito del mio defunto padre per 161.000 lire.
Ne ho speso circa 200.000 per poterlo incassare ma NON ho lasciato cadere la cosa per puntiglio e per non consentire che la cifra finisse in un conto che annualmente viene ........lascio a voi immaginarne l' uso
Buon 2012

Paolo_R 02.01.12 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma alla bosch che accade ne avete idea una azienda teutonica che sembra frodare il fisco dal1997 per una cifra di 1,500 miliardi di euro sembra che abbia transatto per300 milioni a loro fanno pure lo sconto a noi equitalia ci farà pagare il conto anche di questo la rinuncia da parte del erario e pari a 1,1 miliardi di euro una parte importante della finanziaria o no!!

Riccardo Garofoli 02.01.12 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Con un debito come il nostro dovremmo fare la voce grossa con la Francia e con la Germania e FMI chi si può permettere che l Italia fallisca ? 1900miliardi di debito sono tanti per chiunque sono tutti qui al nostro capezzale minacciamoli i mercati di fare fallimento vediamo il loro bluff basta con questa cura che porta solo in una direzione Grecia sono le stesse cure che hanno somministrato ai greci e come e andata a finire lo sappiamo in questo momento paralizzante il professore deve fare il corsaro altrimenti non se ne esce gli italiani hanno fatto a meno del governo per almeno 17anni forse siamo una anarchia democratica

Riccardo Garofoli 02.01.12 15:52| 
 |
Rispondi al commento

E pensare che i corazzieri tanti sono dei baby pensionati come si fa a chiedere senza dare un minimo di equilibrio di oggi il6% sulle vincite altre tasse il che da pensare molto probabilmente siamo già falliti ma che buoni !!non c'e lo dicono cosi continuiamo a pagare ?

Riccardo Garofoli 02.01.12 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Stati Nord Europa:

pronome personale: Io
sostantivo: stato.

Stati Sud Europa:

pronome personale: io
sostantivo: Stato.

fa pensare, no?

mario gallu 02.01.12 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Sentendo dei vari aumenti ecc. mi viene da pensare che prima o poi finiamo come la grecia o argentina di 10 anni fa, guardatevi video su you tube,con la scusa del debito pubblico ti toglieranno anche la pelle e poichè sarà una legge a toglierti la pelle,chi ti potrà aiutare se Giustizia non ci sarà più? Sono d'accordo si debbano pagare le tasse, eque, ma dare anche lavoro,altrimenti le tasse le pagheranno solo chi ha uno stipendio,i pochi rimasti, che hanno uno stipendio nemmeno rivalutato,oltre alle tasse indirette che spuntano come i funghi.Siamo capaci tutti ad aumentare i balzelli,non c'è bisogno di essere professori,il bello e che questi ed altri esseri li dobbiamo mantenere tutti noi, uno appena nominato addirittura a vita,se penso che mio padre ha combattuto per una giustizia sociale contro il dittatore dei suoi tempi,e ne stanno spuntando altri dal dopo guerra,e in nome di chi? NEL NOME DEL POPOLO ITALIANO,ce li meritiamo perchè siamo un popolo volutamente di egoisti stupidi ignoranti.

baroni 02.01.12 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe dare la possibilità al cittadino di rivolgersi ad Equitalia per esigere il dovuto dallo "stato"; riscossioni a due vie come la corretta comunicazione !!

Carlo Argentato 02.01.12 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Io dallo stato non pretendo miracoli, mi basterebbe che non rubasse. Certo oggi può sembrare un miracolo... come mai le tasse che paghiamo sono sempre di più di quello che lo stato paga per noi?? come mai nonstante questo
(bilancio primario attivo si chiama, ovvero lo stato prende ai cittadini più di quello che da)
il debito aumenta??? Ve lo dico io, perchè coi soldi che paghiamo non ci pagano i servizi ma la speculazione internazionale e le banche. Questo è il punto.
Più paghiamo tasse più i ricchi e ricchissimi ladrano grazie allo stato complice che toglie a noi e consegna agli speculatori e alle banche d'affari.
Allora io dico: non voglio miracoli dallo stato, voglio solo che restituisca in servizi TUTTO quello che incassa in tasse... e che non versi nulla alle banche e alla speculazione sui bot, titoli etc... perchè lo stato non può servire la finanza e fregare i cittadini, se fa così allora lo stato diventa solo uno strumento di potere in mano a questi ladri e usurai e allora preferisco
che non esista più affatto.. niente tasse niente servizi, niente miracoli e niente furti. Faremo da soli (come facciamo già ..) ma almeno non ci prendono più per il culo. Tanto chi ha 50 anni sa già (o almeno dovrebbe sapere) che la pensione non la vedrà mai... un ticket per fare l'analisi della glicemia costa come un esame in laboratorio privato, e continuano a tagliare... chiudiamo lo stato e facciamo da soli... giunti a questo punto è meglio per tutti e almeno per derubarci dovranno agire con la forza e non con la demagogia secondo cui chi non paga le tasse è un ladro... ladri sono loro che ce le prendono e le danno alle banche. Ladro è chi ruba la roba altrui, evasore è colui che guadagna lavorando e sudando e poi si rifiuta di farsi ladrare da questi parassiti. c'è una bella differenza.
L'evasione non è un diritto, oramai è un dovere, è l'unico modo per non essere derubati ed è anche un obbligo morale: basta foraggiare questi criminali delinquenti.

matteo veca 02.01.12 11:29| 
 |
Rispondi al commento

è finita capitela, prima lo capite meglio è, basta pagare, tutti, basta non pagare tutti è loro si estinguono, non è difficile!

alessandro bardi 02.01.12 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Anche a mio moglie gli hanno chiesto un anticipo di IVA di 1.500 euro, perchè l'anno scorso ha avuto un periodo diciamo d'oro, ma probabilmente il prossimo anno non riuscirà a incassare a sufficienza per pagare l'iva già versata.
In pratica lo stato ci ha preso la tredicesima e nel conto di mia moglie gli è rimasto 50 euro e con conseguenza che ho dovuto fare un bonifico dal mio conto per poter far pagare le spese di dicembre a mia moglie.
E poi parlano di crescita e mettono 100 euro di tasse in più nel conto "aziendale" anche se è in rosso, aumentano benzina e tutto e adesso vogliono fare la fase 2 per la crescita ??
Per fare la fase 2 bisognerebbe che prima abolissero la fase 1 e le nuove tasse che colpiscono soprattutto chi è in difficoltà o guadagna una miseria

Matteo Pietri Commentatore certificato 02.01.12 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Cominciate a pagarle le tasse, Cristo Santissimo, altrimenti al posto vostro le debbo pagare io e i milioni di altri pirla che non possono farne a meno; è vero che così posso avere l'onore di contribuire a mandare i soldati armati di F35, carri armati, missili, bazooka e quant'altro in Afghanistan ed in altre decine di parti del mondo ad aiutare le vecchine ed i bambini ad attraversare la strada, noncgè a mantenere un apparato statale degno dell'URSS che mi rende un accidente. Ma guardate come si sta in Danimarca dove la pressione fiscale è sì del 48 e rotti percento ma dove il "welfare", lo stato sociale esiste davvero e dove non ci sono ticket, l'università e le scuole sono gratis i servizi pubblici funzionano e così via!!!!!!!!!

nataniele mannaia 02.01.12 07:45| 
 |
Rispondi al commento

salve ,ha mia moglie per i redditti 2008 gli è arrivatà una cartella dall agenzie dell'entrate imponendola di pagare 1.300 euro circa sulla cartella era specificato anche un rimborso a cui lei a diritto di circa 380 euro ,nei 1300 € c'è la mora la sanzione e gli interessi mentre i 380 € solo gli interessi i 1300 sono gia stati pagati i 380 ancora NO ,quello che ti fa incazzare che noi bisogna essere disciplinati corretti onesti e lo stato si fa i cazzi suoi ,se quei 1300 € non venivano pagati a quest'ora ci dovevamo mettere sopra minimo il 30% in più questo e strozzinaggio

zhebù_di_più 02.01.12 07:28| 
 |
Rispondi al commento

Lo stato italiano non funziona più. È ora di metterlo in cantina e di costruirne uno nuovo.

Andrea B., Brescia Commentatore certificato 02.01.12 05:31| 
 |
Rispondi al commento

Sciopero fiscale finchè non ci danno i nostri diritti e servizi. Io ho un'azienda piccola, sè non evado chiudo non hò scelta, lo faccio anche per mantenere non solo la mia famiglia ma anche una vedova con due figli, non me la sento di mandarla via. Premetto che non hò una casa ma pago l'affitto, non riesco a comprarla, tra l'altro non ho neanche una bella macchina che ha 8 anni di vita, vivo la giornata sperando di lavorare quel tanto che mi basta per andare avanti. Prendiamo esempio dall'Islanda,nazionaliziamo le nostre banche, e diamo un bel calcio in culo a questa casta ladrona di destra e sinistra fatta da servi delle banche. Monti è un servo dei Sash dei Rothschild dei Rockefeller,e menbro del gruppo Bilderberg, è stato coordinatore della commissione trilaterale fondata dai Rockefeller,devono andare via.

Giuseppe Palmieri 02.01.12 01:24| 
 |
Rispondi al commento

E proprio cosi 3 anni fa mi sono stati chiesti quasi 2000 euro di arretrati inclusi ammende ed interessi per una dichiarazione dei redditi che il mio contabile ha sbagliato , ho dovuto chiedere un prestito a findomestic per pagare entro i 30 giorni richiesti .
Ora sono emigrato ( senza previsioni di rientro )e mi spettano 2000 euri di rimborso dallo stato , devo aspettare anni mi dicono , ma che cazzo succede possibile che tutti sanno delle disfunzioni da terzo mondo del nostro apparato pubblico e nessuno si incazza abbastanza da far cambiare le cose ? ma che cazzo ci stiamo a fare in Europa se non riusciamo a mantenere il passo con gli altri Paesi ?.....

mauro colotto 02.01.12 01:10| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
ALLA FINE DI PAGARE LE TASSE "AI PARASSITI" NON NE POTREMO PIU',E SARA LA RIVOLTA SOCIALE
ALVISE

alviseafossa 01.01.12 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Beh, io ho ricevuto quest'autunno un rimborso per tasse non dovute pagate nientemeno che nel 2004... in compenso nel 2009 ho già pagato l'IVA (e nel 2010 l'IRPEF) su parecchie migliaia di euro di fatture che non sono ancora riuscito a incassare e magari non incasserò mai.

Vittorio Bertola
Movimento 5 Stelle, Torino

Vittorio Bertola, Torino Commentatore certificato 01.01.12 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...si però se poi ti ci abitui...


Ottusi e benpensanti quelli che pensano sia giusto pagare le tasse.
Molto più ottusi e malpensante coloro i quali pensano che le tasse non vadano pagate o che pretendono miracoli dallo stato.
Meritereste di vivere come gli uomini primitivi: tutti contro tutti e nessun servizio pubblico, nessuna regola, nessuna civiltà.

indigenopadano 01.01.12 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori