Carnival Italia

carnival-italy.jpg

Costa Concordia è la metafora dell'Italia. Una balena arenata sugli scogli. Il capitano prima ha causato il problema, poi lo ha negato e poi è scappato. Come Piè Veloce Berlusconi. Il capitano pretendeva di dare istruzioni dalla spiaggia, con i piedi all'asciutto, mentre i suoi secondi erano rimasti a bordo (conversazione). Esattamente come i partiti con il governo Monti. La nave ha un nome italiano, ma il proprietario è americano... come il nostro Paese. Il padrone americano si chiama Carnival, come la gestione della nostra finanza pubblica. L'equipaggio era formato da extracomunitari sottopagati, belìn, proprio come quelli che lavorano in Italia. Il titolo di Carnival è sprofondato in Borsa, come i nostri titoli pubblici. Per salvare il salvabile il personale di bordo si è ammutinato mentre la nave si inclinava sul fianco. Ecco, questo non è ancora successo sulla terraferma. Sulla Concordia l'equipaggio ha potuto ribellarsi soltanto perché non era presente la forza pubblica a manganellare agli ordini del comandante, come in Val di Susa. Il nome Concordia si riferisce all'unità fra le nazioni europee. I suoi tredici ponti hanno infatti nomi di Stati europei, tra cui Grecia, Italia, Gran Bretagna, Portogallo, Francia, Germania, un viatico mentre l'euro sta deflagrando e i tedeschi si farebbero tagliare un braccio piuttosto che finanziare Italia e Grecia. L'allarme è stato dato in ritardo, a imbarcazione rovesciata. Uguale-uguale alla catastrofe economica italiana, a Tremorti e alla "crisi dietro alle nostre spalle". I soccorsi sono arrivati da imbarcazioni private. Le scialuppe erano insufficienti, i giubbotti di salvataggio erano contesi tra i passeggeri e i pontili in preda al caos. Sembra un'ordinaria giornata italiana. Il disastro non è avvenuto per cause naturali, ma per disattenzione. Una regola per l'Italia. La Concordia è affondata per essersi avvicinata all'isola per "fare un omaggio" con la sirena spiegata a amici e autorità del Giglio a loro insaputa. Come per Scajola e Malinconico!
All'inaugurazione la bottiglia di champagne lanciata contro la fiancata rimbalzò, il disastro è avvenuto di venerdì 13. Se fossimo superstiziosi ci daremmo alla fuga.

scarica-volantino-ingresso-politici.jpg  facebook-banner-vietato-ingresso.jpg

Postato il 17 Gennaio 2012 alle 13:12 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (1049) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Berlusconi, Carnival, Concordia, isola del Giglio

Commenti piu' votati


La nave urta gli scogli.

La nave si inclina.

Il comandante scappa via.

Ci scappano i morti, i feriti e i "dispersi", da annoverare ormai tra i primi che ho citato.


E' incredibile come un singolo episodio possa essere una proiezione miniaturizzata della situazione nazionale italiana.

In fondo, metaforicamente, anche noi abbiamo cozzato gli scogli.

Anche noi abbiamo imbarcato acqua.

Anche noi siamo inclinati come la Concordia.

Anche noi siamo stati abbandonati dal nostro comandante, la politica, le Istituzioni, lo Stato.

Anche tra di noi ci sono i morti, quelli che si stanno suicidando, da un po'.

Anche noi abbiamo ferite, nell'anima e nello spirito.

Anche noi abbiamo "dispersi", la dignita' e forse anche la voglia di cambiare.

Anche il nostro comandante, in fuga, ci ha raccontato un sacco di balle pur di non rientrare sulla nostra barca Italia.

Anche con noi italiani si sta rischiando il disastro, non tanto ambientale, quanto umano.

ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 17.01.12 15:10| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 48)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma di che ci meravigliamo? Che il capitano di un nave non è più l’eroico coraggioso signore che si lasciava affondare insieme alla sua nave? Ci meravigliamo se gli attuali capitani lascino la nave e i passeggeri al loro destino e se la danno a gambe? Quanto siamo ingenui! Come se nel nostro paese esistesse ancora il coraggio e la dignità! Quelli che ancora posseggono queste qualità vengono invitati ad emigrare per evitare il contagio. Non c’è più posto nelle nostre istituzioni per gente seria, pulita e responsabile. Tutte le leve del potere sono state sequestrate e affidate a mafie, camorra, mogli, figli, mignotte, servi e quant’altro. La professionalità costa troppo, quindi navi, aerei, treni, politica, scuole, ospedali, autostrade, devono essere affidati a privati ovverosia a essi stessi. Privatizzati i servizi pubblici, svenduto il patrimonio dello Stato cioè il nostro, fatte fallire le piccole aziende (così possono contare su tanti disoccupati da usare come schiavi) chiudere i negozi (così i supermercati fanno man bassa) e per meglio disintegrare il paese si fanno aiutare dai rappresentanti dell’alta finanza (perché manca pure a loro il coraggio di arrivare a tanto) consegnando alla pari di quel capitano, la nave ai banchieri. L’Italia è la fotografia di quella nave piegata sugli scogli davanti all’isola del Giglio.


CARNIVAL ITALIA.

La foto di copertina al Post è fantastica,il "capitano al telefono",osserva la nave che va a picco,mentre lui si para il cxlo all'asciutto.

Il Post poi,è semplicemente "accostante" alla nostra realtà.

Sai dov'è la differenza?

La differenza sta nel fatto che la Carnival addosserà ogni responsabilità a chi ha causato il naufragio,e state sicuri che è ciò che avverrà,perchè lo staff legale dell'armatore difenderà a spada tratta i diritti del suo assistito!

Il "nostro" di capitano invece,starà a palle al vento,perchè nessuno gli chiederà mai conto di quello che ha combinato!

Noi non abbiamo nessuno che metterà al muro quelli che il disastro lo hanno provocato a poco a poco nei decenni!

La Carnival ha un responsabile e lo metterà davanti alle sue responsabilità,noi no!

E' questa la differenza caro Beppe!

I bilanci dello Stato italiano ci sono tutti,che si faccia una bella revisione trentennale e si vadano a prendere i responsabili,non è solo "Capitan Telefono" la pietra dello scandalo,ma pure gli altri!

Hanno tutti i loro Studi Legali,ognuno si para le chiappe come meglio può,solo noi andiamo alla deriva senza esercitare i nostri diritti!

A noi toccano solo i doveri!

QUANDO CAXXO LA FACCIAMO UNA GIGANTESCA AZIONE LEGALE?

OGGI E' IL MOMENTO PIU' ADATTO,E FORSE L'ULTIMO!

Un dovere ce l'abbiamo,quello di fare qualcosa!

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.12 15:36| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 33)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'italico, razza in via di espansione, sta mettendo in minoranaza l'Italiano. Come lo scoiattolo bruno sta rubando lo spazio vitale a quello rossiccio.
L'italico ha sempre una scusante per tutto e non si prende le sue respnsabilità.
L'italico ha il suo referente politico nei partiti quali la Lega e il PDL, il PD e il Centro degli Azzurri Caccagironi. Grida che è italiano oppure padano, ma nelle sue vene scorre sangue viglacco.
Forse essere razzisti con questa gente, con le baby sitter che hanno abbandonato i piccoli di tre anni nell'asilo nido sulla nave al loro destino, con un comandante che nega l'evidente, come fanno i politici che lui forse avrà eletto, dicevo essere razzisti con questa gente non è reato e neanche a mio avviso sbagliato.
Se non si recide il cordone ombelicale con la vigliaccheria, la pressapochezza, l'irrespnsabilità che ha caraterizzato in Italia la stagione degli anni '90 e i primi 11 del nuovo millennio, si finisce non solo adagiati su un fianco, ma a picco come l'Andrea Doria o il Titanic.
Qualche fesso penserà ma che c'entrano Berlusconi e Bersani, Bossi e Casini con la vigliaccheria di un singolo?
Ma perchè il comportamento culturale viene semplicemente temprato da chi appunto è in sala di comando. Un Tremonti che dice va tutto bene, siamo i migliori in Europa, un Minchiolini che ne fa il megafono per tre anni e non subisconon nessuna copnseguenza del loro comportamento irresponsabile, danno il "buon" esempio a tutto un popolo che di per se, già tende al menefreghismo civico.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.12 13:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento

SCHETTINO, L'ESEMPIO CLASSICO DI UN DIRIGENTE ITALIANO.

Sbruffone, viola le regole a proprio piacimento, si fà grande davanti ai suoi sottoposti, forse in preda agli effetti di un pippotto di coca (è stato chiesto l'esame tossicologico), provoca il disastro, scappa in preda alle responsabilità, scarica la colpa sul sistema e sugli altri.
E copre l'azienda che dirige (pare sia spuntata una lista segreta sull'equipaggio. Da ciò il numero imprecisato di superstiti).

IO GLI DAREI IL PREMIO DI DIRIGENTE ITALIANO DELL'ANNO...

Terzo Nick Commentatore certificato 17.01.12 17:18| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione


Mi torna in mente una notte di settembre
su un molo greco.
Comandante pirla non ascolta il bollettino e
attracca fianco alla banchina una piccola antica e deliziosa barca a vela in mogano.

Abbiamo passato la notte a tenere la barca lontana dalla banchina con la sola forza delle braccia.
Solo alle 7.00, a sole sorto e dopo averlo giudato
nel porto dei pescatori , tutti al bar a bere caffè e Ouzo per riscaldarci.
Giuro che se il comandante si fosse allontanato
di un solo cm dalla sua barca
lo avrei ancorato al fondo per le palle !

Nessun Uomo che va per mare abbandona barca(o nave) ,equipaggio e passeggeri.
Si chiamano VERMI sia a mare che sulla terra
ferma ...proprio come i ns governanti.

Quindi SCHETTINO puoi darti la mano con i porci
che hanno governato il ns Paese.

I GRADI TE LI TRAPPO IO !

edy s., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.12 14:42| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

RICORDATEVI DI QUESTO COMMENTO E QUANDO SARA' TROPPO TARDI SE NE RICORDERANNO I GOVERNANTI


I PRIMI PASSI PER INIZIARE A RISALIRE VERSO UNA ITALIA DIVERSA

NON ABBIAMO BISOGNO DI INVETTIVE O DI GIUBILI, MA

NECESSITIAMO DI IDEE E PROGETTI PER CAMBIARE

L’ITALIA E GLI ITALIANI

SE FOSSIMO CAPACI DI REALIZZARE ANCHE SOLTANTO

QUESTI 4 PUNTI, INIZIEREBBE IMMEDIATAMENTE LA

SALVEZZA DEGLI ITALIANI

1) Consolidare per 15 anni, al tasso dell’1%

netto, i Titoli di Stato italiani in possesso a

società, enti e privati con cittadinanza o

residenza in Italia, conservando invariate le

condizioni sui titoli in possesso ai cittadini e

enti stranieri, UE compresa

2) Ridurre al limite massimo di 5.000,00 € tutte,

ma proprio tutte, le pensioni che eccedessero

tale importo

3) Pagare tutte le pensioni, ma proprio tutte,

con Titoli di Stato CCT con scadenza a 10 anni,

indicizzati al tasso di sconto della BCE.

Ovviamente tali titoli sono vendibili anche

appena percepiti

4) Offrire la possibilità ad ogni pensionato di

scegliere che gli venga liquidato immediatamente

l’importo della sua pensione capitalizzata al

giorno della liquidazione e calcolata in base

alla vita media nazionale. L’importo verrebbe

liquidato con Titoli di Stato CCT con scadenza a

10 anni, indicizzati al tasso di sconto della

BCE. Anche questi titoli, ovviamente, sarebbero

vendibili sul mercato appena percepiti, CON

OBBLIGO DI ACQUISTO DA PARTE DELLE BANCHE.

QUESTE AZIONI NON SONO SOGNI O UTOPIE, MA SONO

PROGETTI REALIZZABILI IMMEDIATAMENTE.

CHIUNQUE AVESSE ALTRE IDEE REALIZZABILI SUBITO, O

A BREVISSIMO TERMINE CHE AVESSERO LO SCOPO DI

INVERTIRE L’ANDAMENTO DELL’ECONOMIA ITALIANA LE

AGGIUNGA ALLA LISTA E PORTI AVANTI QUESTO

COMMENTO, NELLA SPERANZA CHE I PUNTI INTERESSANTI

DA ATTUARE SI MOLTIPLICHINO.

ASTENETEVI, PER FAVORE, DALL’AGGIUNGERE SOGNI CHE

COMPORTINO MODIFICHE ALLA NATURA UMANA DA PARTE

DELL’INGEGNERIA GENETICA.

Max Stirner

Max Stirner 12^11^11 20^07


SIA MALEDETTO IL PARTITO DELLA LEGA NORD.

Pietro T. Commentatore certificato 17.01.12 17:28| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA CHE RAZZA DI GENTE VIENE ASSUNTA DALLA CARNIVAL, MA LE ASSUNZIONI PER POSTI DI RESPONSABILITA' LI FANNO A GARDALAND ????
QUELLI DELLA CARNIVAL FANNO LE VITTIME, MA SONO LORO CHE HANNO LA RESPONSABILITA' DI CHI VIENE ASSUNTO.
VISTO COSA VUOL DIRE RISPARMIARE SULLE RISORSE UMANE ????????????????


anna t 17.01.12 14:30| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

W SCHETTINO che non ruba le tartarughe.

Tutti a criticare Schettino....come se non venisse da un popolo di vigliacchi , plebe immonda , opportunisti , cazzari ....quelli che sono tutta casa , famiglia , amante e puttana ....e poi sporcano per strada.

UNa gigantesca catarsi di VILI ....che si sta facendo eliminare senza reagire e che inveisce DAVANTI AL SUO SPECCHIO : SCHETTINO.

Una gigantesca sagra dei MEDIA DI REGIME , che ringraziano il cielo di un altro caso OLINDO....per occupare il popolino basso mentre lo inxulano....

Mentre si censurano ad hoc FORCONI , PROTESTE E BLOCCHI , NONCHE' REAZIONI POPOLARI...VERE.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.01.12 11:57| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

sono la mamma di un ragazzo di 25 anni che fa il tassista a Milano.
Chissà la maggior parte delle persone che leggono diranno che sono la solita buonista, che non capisco niente, che difendo le castine ecc ecc.

Come di recente detto anche da te noi italiani siamo un paese che crede agli asini che volano e questo governo che rappresenta le banche e le grandi corporations ci sta mettendo tutti uno contro l'altro.
La questione delle liberalizzazioni è fumo negli occhi, non è così che si creeranno maggiori posti di lavoro e non è così che si affronta la vera questioni delle liberalizzazioni. Perchè non liberalizzano sul serio la telefonia, i grandi apparati che detengono il monopolio in italia ?
Io vorrei solo far capire agli italiani quanto sia ipocrita questo governo che rappresenta le banche e i poteri forti di questo paese.
Grazie per avermi ascoltato
Sig.ra Anna t

anna t 17.01.12 18:29| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pato resta al Milan
e Cosentino alla Lega

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.12 17:17| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo in parte con quanto scritto ma... voglio comunque mettere i puntini sulle i.
Tutti continuano a dire che i giubbotti di salvataggio erano insufficianti, ebbene non è vero... i giubbotti sono molti di più dei passeggeri, bisogna però prenderli dagli armadietti predisposti (mi riferisco a quelli sper e cioè a quelli di riserva). Ogni cabina è attrezzata con un numero di giubbotti salvagenti per ogni persona. Certamente, se i passeggeri anzichè ascoltare e criticare gli annunci avessero prestato attenzione, avrebbero avuto tutto il tempo per procurarseli anche dalle loro cabine. Per quanto riguarda le scialuppe di salvataggio, anche li si parla a vanvera. Ci sono scialuppe in numero adeguato per tutti, basta riempirle e non partire con metà carico. Probabilmente, essendo la nave inclinata su un fianco, alcune (a me risultano soltanto 2) potrebbero essere andate perse. Comunque sia... ci sono anche le zattere di salvataggio in numero più che sufficiente per tutti (forse più scomode, senza il cameriere personale che porta il te caldo ai passeggeri "VIP" mentre si sta naufragando, ma utili a salvare la pelle. Pelle che, qualsiasi cosa si voglia dire, è stata salvata quasi da tutti. Purtroppo al momento, 6 vittime sono molte, ma senza l'equipaggio (che secondo i sopravvissuti era impreparato) sarebbero state molte di più. Chi vi scrive è un ex membro di Costa Crociere ed un attuale membro di MSC. Le normative sono uguali per tutti e tutti ci adoperiamo per gli altri (senza essere rispettati, spesso derisi e minacciati e spesso LICENZIATI su segnalazione dei passeggeri bravi solo a lamentarsi per mancanza del te caldo durante il naufragio).
Perchè nessuno pubblica i post dei membri del crew? perchè nessuno manda in onde le interviste ai membri dell'equipaggio a bordo, ai sopravvissuti, perchè nessuno ha tranquillizzato le famiglie del crew tramite tv? Siamo persone anche noi e non "bestie da macello".
Grazie

Michele Porfido 17.01.12 15:08| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

schettino, l'italiano medio di destra, quello "sereno" mentre gli altri crepano.

Fabrizio bannato (sempre el picafior) Commentatore certificato 18.01.12 09:50| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi scusatemi se stasera non scrivo ma sono al tornio che sto preparando la mazza in legno massello per rompergli le corna al primo politico che mi verrà davanti nel momento in cui ci ritroveremo a ROMA per farli scappare dal parlamento.

tempesta_ del_deserto Commentatore certificato 17.01.12 22:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento


De Falco: «Sono De Falco da Livorno, parlo con il comandante?
Schettino: «Sì, buonasera comandante De Falco»
De Falco: «Mi dica il suo nome per favore»
Schettino: «Sono il comandante Schettino, comandante»
De Falco: «Schettino? Ascolti Schettino. Ci sono persone intrappolate a bordo. Adesso lei va con la sua scialuppa sotto la prua della nave lato dritto. C'è una biscaggina. Lei sale su quella biscaggina e va a bordo della nave. Va a bordo e mi riporta quante persone ci sono. Le è chiaro? Io sto registrando questa comunicazione comandante Schettino...».
Schettino: «Comandante le dico una cosa...»
De Falco: «Parli a voce alta. Metta la mano davanti al microfono e parli a voce più alta, chiaro?».
Schettino: «In questo momento la nave è inclinata...».
De Falco: «Ho capito. Ascolti: c'è gente che sta scendendo dalla biscaggina di prua. Lei quella biscaggina la percorre in senso inverso, sale sulla nave e mi dice quante persone e che cosa hanno a bordo. Chiaro? Mi dice se ci sono bambini, donne o persone bisognose di assistenza. E mi dice il numero di ciascuna di queste categorie. E' chiaro?
Guardi Schettino che lei si è salvato forse dal mare ma io la porto... veramente molto male... le faccio passare un'anima di guai. Vada a bordo, cazzo!»
Schettino: «Comandante, per cortesia...»
De Falco: «No, per cortesia... lei adesso prende e va a bordo. Mi assicuri che sta andando a bordo...».
Schettino: «Io sto andando qua con la lancia dei soccorsi, sono sotto qua, non sto andando da nessuna parte, sono qua...»
De Falco: «Che sta facendo comandante?»
Schettino: «Sto qua per coordinare i soccorsi...»
De Falco: «Che sta coordinando lì? Vada a bordo. Coordini i soccorsi da bordo. Lei si rifiuta?
Schettino: «No no non mi sto rifiutando».
De Falco: «Lei si sta rifiutando di andare a bordo comandante?? Mi dica il motivo per cui non ci va?»
Schettino: «Non ci sto andando perché ci sta l'altra lancia che si è fermata...».
De Falco: «Lei vada a bordo, è un ordine. Lei non deve fare altr

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.12 14:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La parte più inquietante su questo disastro è che di comandanti così la nostra penisola è piena,da chi scappa dopo un incidente,alle ruberie delle cricche,per finire alla gigantesca evasione fiscale,dove parrebbe che in questo paese ci sono parecchi morti di fame.

Si faccia giustizia su questo incidente,e non sia solo il primo attore a pagarne le conseguenze,chi ha organizzato quel viaggio ha pensato solo ad incassare,senza pensare o quasi alle più elementari norme sulla sicurezza,con un personale non adeguato a quella emergenza.

Non è da oggi che l'azienda Italia,diffusamente pensa solo ad incassare senza fare alcun tipo di investimento,nè sulla ricerca e tanto meno sulla sicurezza,infatti oltre 1000 lavoratori ogni anno perdono la vita sul posto di lavoro.

Serenthà Ivo, Torino Commentatore certificato 17.01.12 21:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

===== ULTIM'ORA =====

Le ultime risultanze dell'inchiesta in corso hanno permesso di appurare che il Comandante della Concordia non ha alcuna responsabilità nell'accaduto: egli ha seguito tutte le procedure e la rotta correttamente.
La collisione è avvenuta per colpa del Paese che andava alla deriva...

Ennio R., Roma Commentatore certificato 18.01.12 13:30| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono arrivati a 600.000 Euri!
La somma che la bocconi ha accumulato negli anni non pagando l'ICI!

Anche ai tempi di Monti "presidente"!

E' un luogo di culto, Monti?

αn₮ony c, ★ (αn₮ony c, ★) Commentatore certificato 18.01.12 13:26| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

ho appena sentito la telefonata di de falco che fa il cazziatone a schettino. mi ha commosso.
grande de falco, quella e' gente a posto. un applauso.

le due italie a confronto, quella balorda e incosciente di schettino e quella del senso del dovere e del coraggio di de falco.

un applauso a de falco.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 18.01.12 00:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In realtà la nave la pilotava quello stronzo do bersani. Il suo seconfo ufficiale era quella merda di d'alema e il suo terzo ufficiale era il pedofilo con il morto nelle muande di arcore.

I TRE ASSASSINO DEL POPOLO ONESTO D'ITALIA, SOSTENITO DAI DELINQUENTI FIGLI DI PUTTANA CHE LI HANNO VOTATI.

Votate il commento se siete veri Italiani, oppure sparatevi!!!

Lucio M. 17.01.12 22:01| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

l'equipaggio si è ammutinato.....

quardate la sicilia.....

attenti ai forconi... politici di mxxxa....

lc 17.01.12 16:47| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Quanti discussioni e crocifissioni verso un povero disperato,cosciente di averla combinata grossa e nello stesso tempo sconcertato a vista di una situazione diventata incontrollabile sotto ogni punto di vista. Qualche mese prima qualcuno aveva fatto una cosa del genere mandando in naufragio e nella disperazione un'intera nazione e nessuno ha fatto tutto questo clamore......tra i principali imputati come Berlusconi, Tremonti, Fini, Bersani, Napolitano e anche lo stesso Papa, visto che il carismatico pontefice precedente Karol Wojtila è stato in grado di abbattere il muro di Berlino, questo vede solo i soldi. Si salvi chi può!

eraldo pesci Commentatore certificato 18.01.12 01:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una storia di codardia quella del comandante, ma in mezzo ai dispersi anche la storia di un batterista che lasciò il suo posto sulla scialuppa ad un bambino:
http://www.corriere.it/cronache/12_gennaio_17/concordia-musicista_2a99f4a8-412f-11e1-b71c-2a80ccba9858.shtml

"Testimoni raccontano che «aveva un posto sulla scialuppa di salvataggio, ma l'ha lasciato a un bambino».
Da quel momento si sono perse le sue tracce. Nessuno sa più nulla di questo trentenne, di Alberobello, dai capelli lunghi e gli occhi scuri. Un giovane che ama il poker e la musica. Si era imbarcato sulla Concordia come batterista della band Dee Dee Smith a ottobre. Il collega Roberto Napoleone lo descrive come «educato e rispettoso di tutto e tutti come ce ne sono pochi, timido e fragile e se sta li dentro al buio e al freddo sarà spaventato come un bambino indifeso»."


come andrà a finire?
schettino si salverà perchè la compagnia era a conoscenza
della consuatudine dell'inchino quindi tacitamente era
autorizzato a fare quella manovra.
non esiste una normativa che regola il passaggio sottocosta
di questo tipo di navi.
l'assicurazione dopo una battaglia processuale pagherà il
dovuto anche perchè chi si assicurerà ad una compagnia che
non paga in caso di incidenti?
daranno la colpa a qualche quasto dei sistemi di sicurezza
e tutti vissero felici e contenti a parte i morti quelli
verranno classificati come danni collaterali.
infine ne costruiranno una più bella e sicura di questa senza contare i turisti curiosi che invaderanno l'isola per
vedere e fotofilmare il luogo del disastro.
cinico? no semplicemente realista.

roverso introverso 18.01.12 13:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Schetino ce l'ha proprio la faccia da italiano. E' quello che "coordina" mentre se ne sta seduto a casa e gli altri lavorano (o muoiono affogati, o di precarieta', non importa).

E' quello che "sono sereno", come dice l'italiano quando gli danno 6 anni di carcere.

E' quello che "ho fatto quello che gli altri non hanno il coraggio di fare, ma solo di dire". Riocorda le bestilaita' di uno stronzo che stava al governo.

Per questo fra poco, quando gli italiani avranno dimenticato i morti, questo schettino diventera' un eroe.

Si', un eroe. Sentirete oscenita' del genere, "e' stato una vittima dei poteri forti". "Tutti avremmo fatto cosi', diciamocelo". "Ha pagato per tutti". "Era spaventato, chessara' mai".

Questo e' un popolo senza speranza.

el picafior

Fabrizio bannato (sempre el picafior) Commentatore certificato 18.01.12 13:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://caneliberonline.blogspot.com/
MARTEDÌ 17 GENNAIO 2012


P.S. ULTIMO AGGIORNAMENTO (2012-01-17)
PAOLO BARNARD...MMT

Caneliberonline 17.01.12 20:12| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Adesso comincio a capire perchè lo Gnomo voleva portare i terremotati dell'Aquila in crociera...

Hasta scelleratoni...

maurizio spina Commentatore certificato 17.01.12 16:44| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"L´ANIMA DI UNA MERDA"

Pare,

e a questo punto credo di parlare a ragion veduta,

che per me e quelli come me QUALCUNO abbia chiaramente deciso che non c´é e non deve esserci spazio!

Non sul blog perlomeno...

Nessuno spazio in questa societá...

Nessun potere decisionale da cittadino...

Nessuna chance di guadagnarsi nessuno spazio nel mondo del lavoro,troppo onesto o ingenuo,troppo "piantagrane" per starsene "al proprio posto"...

Eppure io sono ľultimo degli ultimi,non ho niente,non cerco niente,niente mi é stato mai concesso ne regalato,bastonato da sopra...

Da "sotto"...

Di fianco...

Anche da chi sta sulla stessa barca mia.

Nel frattempo sono stato "occupato" a cambiare tre lavori da settembre,dopo avermi fatto lavorare come un cane a Natale,S. Stefano,il giorno del mio compleanno,la sera di S. Silvestro,ľ Epifania...

Domenica mi é stato comunicato a freddo e su due piedi che adesso il lavoro é calato e che per il momento i miei "servigi" non sono piú neccessari,

e visto che sei ľultimo arrivato,

grazie molte per quello fatto fino ad ora,

arrivederci e grazie.

Da sempre ci sta sempre qualcuno,

un superiore,

un insegnante,

un direttore di banca,

un politico,

un allenatore,

un funzionario,

uno staff o qualche paraculo che decide fino a dove mi é "consentito" arrivare...

Fino a che punto dovrei essere in grado di ingoiare merda senza protestare.

Durante il servizio di leva,

parecchi anni or sono,

mi é stata "diagnosticata" una scarsa attitudine al comando.

Questo ruolo da merda della societá per fortuna non ha mai completamente convinto il mio ego,

mi é sempre stato stretto ed é ľunica cosa che fino ad ora mi ha consentito di andare avanti a testa alta,almeno con me stesso.

Le altre due possibilitá sarebbero state quali?

Lasciarsi convincere di essere una merda senza nessuna speranza e mettersi un cappio al collo.

CONTINUA...

Donato S., Vienna Commentatore certificato 17.01.12 14:49| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonanotte...


Il mare era calmo oggi
eppur si intravedeva
tra la piatta distesa azzurra
il ricordo di tumultuosi cavalloni
di spuma grigia di detriti
Come la vita
che un attimo sembra darti respiro e appagamento
ma sai che tra un mese, un giorno, un'ora
o forse un minuto
ti risbatterà in faccia con impeto
e violenza
la sua fatica, le sue privazioni, le sue lotte
le sue mille pretese
Eppure sono stata
a fissare la piatta distesa d'acqua
in estasi, in pace,
in completa libertà
come se quell'attimo
fosse l'eternità.

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 17.01.12 23:13| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SECONDO LA PRASSI ITALIANA: Schettino dovrebbe essere dimesso con 5 Milioni di euro di buonuscita, i passeggeri dovrebbero pagare la riparazione della nave, molti marinai dovrebbero essere cassaintegrati, e i prossimi profitti della nave, andare a una società privata, affiliata a qualche partito...

Alessandro Cipriano 19.01.12 11:10| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori