I botti di fine anno di Equitalia

V_come_vendetta.jpg
Continuano gli attentati contro gli uffici di Equitalia, nelle ultime ore sono avvenuti a Foggia e Modena. Si può dire tranquillamente che stiano per sostituire i tradizionali botti di San Silvestro con la differenza però che durano tutto l'anno. Se Equitalia è diventata un bersaglio bisognerebbe capirne le ragioni oltre che condannare le violenze. Un avviso di pagamento di Equitalia è diventato il terrore di ogni italiano. Se non paga l'ingiunzione "entro e non oltre" non sa più cosa può succedergli. Non c'è umanità in tutto questo e neppure buon senso. Monti riveda immediatamente il funzionamento di Equitalia, se non ci riesce la chiuda. Nessuno ne sentirà la mancanza.

Postato il 1 Gennaio 2012 alle 17:52 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (751) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Capodanno, Equitalia, Foggia, Modena, Monti

Commenti piu' votati


caro beppe,
sono vito e scrivo da bari. nella vita faccio l'avvocato e mi occupo principalmente di opposizioni contro tutti gli atti di Equitalia E.Tr.. posso assicurarti che un 30% degli atti di equitalia etr sono fatti male e annullabili poichè a volte illegittimi e contra legem.
Vi faccio un piccolo esempio:
quando vi arriva una cartella di Equitaia E.Tr. sotto la voce del debito trovate la voce sanzioni per il mancato pagamento, in realtà non sono altro che interessi calcolati al 10% ogni sei mesi.
E' chiaro che non possono essere chiamati interessi perchè altrimenti dovrebbero considerarsi illegali in quanto usurai.
Ebbene una sentenza della Corte di Cassazione del 2007 ha dichiarato illegittime quelle somme, o meglio ha dichiarato illegittima la richiesta fatta da Equitalia relativamente a quelle somme.
e allora se la Corte di Cassazione ha dichiarato l'illegittimità di questa richiesta perchè Equitalia continua a richiederle e quindi molti cittadini continuano a pagarle?
e soprattutto perchè nessuno ne ha mai parlato e mai ne parla?
a tutti i lettori consiglio di informarsi bene prima di pagare oppure di consultare l'ASS.DAC (associazione a difesa degli automobilisti e consumatori a cui do volentieri una mano www.assdac.it - la consulenza è gratuita e non solo quella). non credo che monti eliminerà mai l'Equitalia però tramite le associazioni giuste si può, a volte, risolvere il problema.
Grazie di esistere con il tuo blog
Ciao e auguri di buon anno a tutti

vito franco 02.01.12 16:48| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

1 - Equitalia ti mette la casa all'asta
2 - Le migliori aste non vengono pubblicizzate
3 - Mafiosi e "amici degli amici" sono gli unici che vanno alle aste e si dividono la fetta per re-investire.
(Per non parlare di tutte le turbative d'asta che non vengono denunciate)

E' così che il solito manipolo di bastardi si riempie le saccocce. I benestanti sono sempre più benestanti e i poveri sempre più poveri.
Lo sanno tutti, e nessuno fa nulla.
R-I-V-O-L-U-Z-I-O-N-E

Andrea Bernardi 02.01.12 16:41| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Era ora...i "malefici" dipendenti di Equitalia si fanno sentire! E io sono una di loro! E vi posso assicurare che la mia storia assomiglia molto più a quella di tanta gente comune che a fine mese fa i conti con i debiti, perchè a me le tasse le trattengono dalla busta paga, e non è che al mio datore di lavoro posso dire: scusa, sto mese ho il mutuo da pagare, l'assicurazione, il bollo, la tarsu e cazzi vari...non è che mi dai il lordo e poi, quando posso, forse chissà te li rido'? Ma la mia storia è anche un paradosso, il paradosso di chi si è sentita insultare e minacciare da chi le tasse non le ha pagate per anni e quando è stato pizzicato è venuto con tanto di cartelle in mano e mi ha detto: se non le pago che mi fai? Tanto intestato non ho niente! e l'ho visto uscire dallo sportello e montare sulla sua BMW e ho pensato che io col mio stipendio pago le scuole ai suoi figli, gli ospedali ai suoi genitori, il parchetto dove porta a pisciare il suo cane...ma certo sono io la ladra bastarda che dovrebbe saltare in aria! Non credete che invece sia la gente così che ci ha portato alla rovina? Oppure pensate che io possa, come dipendente, dire tu paghi e tu no? pensate che abbiamo questo potere? Oppure che se l'Italia non fosse piena di furbetti si potrebbe trovare il modo di aiutare chi è veramente nella merda? Ho vito gente chiedere la rateazione avendo ISEE da oltre 300.00 Euro e protestare quando non veniva concessa..ma la logica delle tasse è quella di pagarle e non di pagarle in 20/30 anni...forse perchè è così che si è creato il debito e ora anche a me tocca pagare per colpa di chi i soldi se li è spesi in altro modo? Io che per comprare la casa ho dovuto fare il mutuo (perchè dalla busta mi trattengono giusto giusto l'equivalente della rata), su quel mutuo ci pago gli interessi (sì sì...gli interesssi di mora e tanti!!!) e ho un'ipoteca (sì sì...l'ipoteca sulla prima casa!!!) e se non pago le rate la banca la casa se la prende!! Riflette gente...

l r 02.01.12 22:28| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da oltre 20 anni faccio il commercialista e volevo fare una riflessione pubblica:
- e' chiaro che le tasse vanno pagate, e conosco tante persone oneste che lo fanno;
- purtroppo queste persone a volte, ed a volte anche i loro consulenti come me, incappano in errori banali quali:
- pagamenti ritardati di un giorno
- ravvedimenti sbagliati di un euro o due
- rateizzazioni pagate con un giorno di ritardo
ed è su queste persone che si abbatte violentemente la scure di AdE ed Equitalia con sanzioni, interessi e aggi che portano quei pochi centesimi di danno nei confronti dello Stato a diventare migliaia di euro che vengono richiesti al contribuente(se non ci credete, e mi rivolgo anche al legale esterno di Equitalia, contattatemi, qualche esempio ce l'ho e credo ce l'abbiano anche tanti colleghi!!!)
Questa non è lotta all'evasione, qui il tema non e' non volere pagare le tasse. Qui il tema e' avere un impianto normativo e un atteggiamento sanzionatorio e punitivo che definirei....arrogante!!! E purtroppo l'arroganza gratuita.....logora, soprattutto le persone oneste.

Gabriele Merzari 02.01.12 19:59| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Appena a quegli STRONZI della CASTA gli tocchi i loro scherani di EQUITALIA si chiudono a riccio. Hanno il terrore che gli Italiani spazzino via gli STROZZINI.

lele 02.01.12 20:45| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
sono un tuo sostenitore, in pratica un grillino ma anche un ex dipendente di Equitalia.
Non mi sono mai sentito uno strozzino, un usuraio ne un affossa persone. Per anni e anni ho fatto solo il mio dovere a norma delle leggi che governano questo Stato. Ricordo bene che con le vecchie norme di Procedura Coatta i contribuenti (evasori) e i loro commercialisti prendevano bellamente in giro lo Stato e gli altri Enti creditori facendosi trovare domiciliati in fatiscenti scantinati e lasciandosi pignorare mobili scassati ed inutilizzabili. E tutto finiva li.
Lo Stato e gli Enti non incassavano e sicuramente ciò ha concorso ad aumentare, per la sua parte, il famigerato debito pubblico che oggi ci perseguita.Ricordo anche che una procedura immobiliare si concludeva dopo 25 (venticinque) anni di battaglie legali che ingrassavano solo gli avvocati coinvolti e davano modo al contribuente (evasore) di usufruire del futuro e certo condono.
Insomma lo Stato veniva ridicolizzato. Punto e basta!
Credevo perciò che le nuove norme per far pagare gli evasori, e che Equitalia applica, fossero bene accette da tutti quelli che come me, hanno sempre pagato TUTTE le tasse imposte (anche bestemmiando e tirando la cinghia).
Insomma credevo che questo fosse un primo passo di questo Paese per allinearsi ai paesi più civilizzati che non sono teneri verso l’evasione fiscale e che questo concordasse con gli ideali del movimento 5 Stelle di cui sono un fervente sostenitore.
Invece ho scoperto con sconcerto indescrivibile che, oltre le ingiurie e le chiare minacce dei partecipanti al blog, il leader del mio movimento si affanna a spiegare di “comprendere”, “capire” se non “giustificare” gli atti violenti contro Equitalia.
Voglio dire a chi a tutti i grillini, che state toppando a prendervela con Equitalia. I suoi dipendenti (escluso qualche mela marcia), per il lavoro che fanno, sono naturalmente dalla parte nostra, la pensano come noi. Stiamo sbagliado bersaglio.

Antonio Busto 02.01.12 20:06| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori