Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il mattone in testa


crisi_immobiliare.jpg
"Il mercato immobiliare negli ultimi 10 anni è stato "drogato" da due fattori: l'abbassamento dell superfici lorde tale da dichiarare "abitabili" veri tuguri, ex fondi o in alcuni casi garage, e il frazionamento "selvaggio" concesso per appartamenti molto ampi. Il valore immobiliare crollerà. Il primo motivo è l'iperindebitamento per mutui e finanziamenti che pesano sui bilanci familiari (in italia 80% è proprietario di casa di cui il 16% ha un mutuo aperto, tra questi il 6% non riesce a pagare la rata). La situazione s'aggraverà, perchè il 31 scorso è scaduta la moratoria sulla sospensione del pagamento dei mutui. Le banche torneranno ad esigere il pagamento della rata intera. Suggerimenti: chiunque in difficoltà valuti di liberarsi dell'appartamento, recuperi e metta al sicuro quello già pagato in termini di capitale alla banca con cui ha il mutuo. Con il ricavato ci sono conti depositi a 3-6-12 mesi che fruttano qualcosa per avere un sostegno al reddito. Ben venga una svalutazione del 30-40%, sarebbe un buon trampolino di lancio per una legge sulla "rottamazione immobiliare" finalizzata a incentivare piani di recupero di quartieri e gli edifici sotto il profilo della sicurezza statica e energetico a tutti i livelli. Potremmo ridurre almeno del 40/50% dei consumi!". roby f., Livorno

2 Gen 2012, 21:33 | Scrivi | Commenti (26) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Dal nostro centro analisi, nel corso del 2011 sul portale www.accordomutui.it solo il 40% delle richieste sono pervenute per la finalità di acquisto casa. il resto sono pervenute per un'altro 40% per sostituire il mutuo e ottenere liquidità segno di un aggravarsi della crisi, e il rimanente 20% per surrogare il vecchio mutuo a condizioni piu favorevoli. Tuttavia negli ultimi 3 mesi dell'anno le surroghe sono sparite a causa dell'innalzamento degli spread fino al 3/4% e quindi non piu convenienti per chi ha sottoscritto a condizioni certamente migliori. ma il rincaro delle condizioni bancarie si rifletterà anche sugli acquisti di case. Questo perchè a parità di rata finale, l'importo ottenuto sarà più basso di circa il 20/25%. Quindi questo significherà necessariamente un deprezzamento delle case di eguali proporzioni.

Maximiliano Travagli 06.01.12 15:04| 
 |
Rispondi al commento

io non predico il futuro ma ritengo che o questo paese scoppia o prima o poi si dovrà uscire da questa crisi, magari trainati dagli altri ma si dovrà uscire.
poichè però per uscire l'unica soluzione è quella di stampare soldi, come stanno facendo gli americani (ma la merkel non vuole), quando ci sarà una ripresa contestualmente ci sarà anche una botta di inlazione spaventosa, ora siamo in deflazione ed i prezzi aumentano, figuriamoci quando torneremo anche minimamente acrescere!
questo però significa che chi ha una casa se la deve tenere ben stretta, non faccia la cazzata di venderla ora, quando lo stangolano, perchè poi se ne pentirà per tutta la vita e non riuscirà più a farla.
questo è il mio consiglio, spero di vivere ancora cinque anni e di poterne riparlare, vedremo se non ho ragione.

massimo mora 04.01.12 19:36| 
 |
Rispondi al commento

bravo Matteo..della precisazione che rispecchia in pieno la mia opinione!..
Probabilmente molti hanno frainteso il senso del mio commento..!tuttavia..(anche se ho la 3 media)diciamo un pò d'esperienza nel settore immobiliare ce l'ho!...Nel 1982 lavoravo con una grossa impresa che si occupava di edilizia industriale..costruzione di Porti..(utilizzavamo il sistema dei cassoni affondati per la costruzione della banchina..sanno una sega..!).
Ripeto..ANCHE UN BAMBIONO CAPIREBBE CHE I PREZZI NON POSSONO SALIRE ALL'INFINITO!...e in particolar modo ci deve essere un equilibrio tra costi del nuovo e vecchio!!cazzo ma la comprereste un auto di 10 anni allo steso prezzo di quella nuova!!!
In italia abbiamo molte leggi, poche che funzionano..l'edilizia convenzionata è uno "strumento" che dovrebbe essere utilizzato normalmente..purtroppo non è così!aspettiamo un piano casa che ci liberi dalla speculazione che riqualifichi quartieri e edifici che coniughi occupazione,innovazione,sicurezza,ambiente,energia,abbattimento barriere architettoniche.
Altro che TAV...e Ponte...

roby f., Livorno Commentatore certificato 04.01.12 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Invito a leggere questo post sull'immobiliare e perché potrebbe scendere da diversi punti di vista:
http://ilnuovorubicone.blogspot.com/2012/01/spunti-sul-mercato-immobiliare.html

articolo 21 03.01.12 19:15| 
 |
Rispondi al commento

INDIRIZZATO A TUTTI

Prima di incazzarvi con Roby F. o tra noi stessi perche' tu la pensi in un modo e lui no, o viceversa, leggete bene quando uno posta qualcosa, lui ha scritto CHIUNQUE IN DIFFICOLTA' VALUTI DI LIBERARSI DELL'APPARTAMENTO, ripeto CHIUNQUE IN DIFFICOLTA' , mica tutti (cazzo ho detto mica tutti anche io, nooooooo aiutatemi). E non mi sembra tanto una cazzata. ESEMPIO: io ho un bilocale di 60 mq pagato 125000 in provincia di Pavia capitale residuo 105.388 , pago 440 euro al mese (variabile) piu 85 euro mese di spese cond. piu TARSU , IMU e il VAFFANCULOOOOOO, viene circa 600 euro......gli affitti di metrature simili costano dai 500 ai 600. Vendo, o meglio svendo del 10/12% (mi son gia informato) , saldo e mi avanzano 10/12 mila euro circa e vado in affitto, perche'.....perche' e' vero che estinguo 200 euro di quota capitale al mese, quindi e' come metterli nel salvadanaio,ma se i prezzi delle case rimanessero cosi', ma siccome crolleranno lo prendi dritto nel culo, perche' se oggi la vendo a 115/120 mi salvo in tempo tra due anni magari vale 90000. Allora vado in affitto spendo 500/600 euro al mese e mi tengo un deca sotto il materasso, o meglio mi compro un pezzo di terra a casa mia in Calabria e li investo nell'agricoltura......Sono un coglione qualunque , pertanto chi fosse piu informato del mio ragionamento, lo prego con il cuore di rispondermi e non di insultarmi, perche' cosi facciamo solo il loro gioco, INFORMIAMO NON URLIAMO, PERCHE' IO SONO PIU INCAZZATO CON IL MONDO DI VOI

MATTEO GIGLIOTTI 03.01.12 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aspettate che sia introdotta l'IMU..poi ne riparliamo...!chi è già in difficoltà con le rate del mutuo...riceverà un ulteriore mazzata!.
Intanto la rendità catastale sarà rivalutata del 60% e calcolata sui mq...si terrà anche conto della classe di reditto!.
Poi dal quest'anno è obbligatoria la certificazione energetica...oltre alle dichiarazioni di conformità, come impianto tecnici.
In attesa del regolamento d'attuazione della legge sul fascicolo immobiliare!...la quale comporterà ulteriori aggravi di spesa per il proprietario di casa..!

roby f., Livorno Commentatore certificato 03.01.12 16:16| 
 |
Rispondi al commento

"Le banche torneranno ad esigere il pagamento della rata intera. Suggerimenti: chiunque in difficoltà valuti di liberarsi dell'appartamento, recuperi e metta al sicuro quello già pagato in termini di capitale alla banca con cui ha il mutuo. Con il ricavato ci sono conti depositi a 3-6-12 mesi che fruttano qualcosa per avere un sostegno al reddito"

Con i soldi del tuo conto la banka erogherà altri mutui con leva 50 a 1 e un massimale del 24% sulla percentuale di usura appena introdotta dal prof Monti che piace tanto a Grillo e Bersani.
Poi a dormire uno dove va? Belle idee!!
Mai lette tante caazzate tutte assieme in poche righe messe in prima pagina.

Dove vivi ? Sulla luna? 03.01.12 14:35| 
 |
Rispondi al commento

tutto questo però ha un nome ed un cognome...si chiamano leggi "sanatorie" porcate fatte appositamente dai vari governi del "mafioso di arcore>" e mal contestate dalle "opposizioni"...leggi che ci dicevano che servivano a fare "cassa" per lo stato, ma erano solo leggi ad-personam per fare regali ai collusi amici e parenti...(votanti)

valter p., roma Commentatore certificato 03.01.12 13:23| 
 |
Rispondi al commento

x Ivan Z.

Mai sentito parlare di una cosa chiamata affitto?

Possibile che abbiano fatto un tale lavaggio del cervello agli Italiani da forzarli ad essere possessori di una casa che non si possono permettere, li terrà legati per tutta la vita ad una sola città impedendogli di andarsene se il lavoro si sposta, costerà loro cifre paurose (notai, manutenzione, tasse), e li porterà al disastro finanziario?

Obi Kenobi Commentatore certificato 03.01.12 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un agente immobiliare, e mi trovo pienamente d'accordo con quanto scritto qui. Le banche stesse, da tempo, si sono accorte che il vento è non solo cambiato, ma sta diventando una tempesta: gli accordi stragiudiziali per chiusure "a saldo e stralcio" di situazioni di sofferenza nel pagamento di mutui arrivano a sconti anche del 50% del prezzo d'acquisto dell'immobile. Questo pur di non racimolare briciole alle aste, che ormai, per certi immobili, vanno deserte.

enrico gotti 03.01.12 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Non sarei proprio d'accordo.
faccio operazioni immobiliari da anni, il mercato è intossicato dalle politiche locali, non da frazionamenti selvaggi o cambi di destinazione d'uso folli, anche se quelli andrebbero, è vero, rivisti.
Una delle colpe principali ce l'hanno i comuni, attraverso i loro uffici tecnici, ovvero: sono state rilasciate concessioni, permessi a costruire, convenzioni e cambi di destinazione d'uso per terreni all'urbano che non avevano senso; mi spiego meglio, costruire nuovi quartieri in periferia o comunque fuori dalle grandi e medie città non ha senso oggi e non ha fatto del bene al mercato imm.re negli ultimi anni. Si potrebbe ormai parlare di 'cartello' da parte dei costruttori più grandi d'Italia, i quali gestiscono centinai di migliaia di metri cubi a discapito di viabilità, vivibilità e piccole imprese e piccoli imprenditori.
Riconversione, ottimizzazione, ammodernamento e ampliamento del parco immobiliare italiano; riqualificazione energetica, ispezioni per impiantistica elettrica e idrica, demolizione di palazzine/strutture fatiscenti e riconversione delle tali. acquisizione da parte dei comuni dei cantieri 'sospesi' e riclassificazione degli stessi ad edilizia popolare.
Tutto ciò solo per iniziare.
AC

andrea corati 03.01.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Ci sarà la svalutazione degli immobili lo sappiamo lo avete postato non so quante volte in questi anni!!!! Chi ha un mutuo sarà messo male? Lo sappiamo lo avete postato una cifra di vole.
FACCIAMO UN V-DAY O CONTINUIAMO CON LA LAGNA ARTERIOSCLEROTICA?????????

Asdrubale Nigoglietto 03.01.12 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Liberarsi della casa mettendola in vendita nel caso in cui una famiglia non riesca a far fronte al pagamento della rata mutuo!...ricordatevi che la posizione di un "esecutato" non da diritto a nessunena protezione sociale!...oggi è meglio avere uno sfratto esecutivo per morosità!....
Il valore immobiliare crollerà, perchè è viziato..e sovrastimato..non è possibile chiedere 2000 euro al mq per appartamenti di categoria A3 semiperiferici con una vestutà di 60 anni, senza ascensore, classe energetica 0...
Attraverso l'edilizia ERP agevolata si può realizzare appartamenti nuovi in classe A..a 1800 euro al mq...fatevi 2 conti..ovviamente se ci fosse una legge sulla "rottamazione"tale da far leva sulle costruzioni di edilizia agevolata.
Questa oggi è una realtà!
Comunque il morto è sulla bara...ne riparleremo!

roby f., Livorno Commentatore certificato 03.01.12 10:07| 
 |
Rispondi al commento

è così triste richiediamo a monti un intervento urgente visto che le banche italiane hanno preso dalla bce 125 miliardei di euro per sostegno alle famiglie e alle impmprese

pier luigi fanfera 03.01.12 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Passi che qui non c'è alcun filtro e nessuna censura, ma pubblicare in home page fesserie del genere, significa alimentare la convinzione che chi gravita attorno al Movimento 5 Stelle sia un cialtrone.
Tu affermi che conviene vendere la casa per chiudere il mutuo, liquidare la banca, prendere i soldi che ti rimangono e depositarli, magari in quella stessa banca? Così oltre ad aver pagato alla banca anni di interessi, le porto pure i miei risparmi.
E mi ritrovo senza casa.
Ma chi sei? Un banchiere che ha degli appartamenti da affittare?
Come battuta non fa ridere. Se invece sei serio la cosa è drammatica, per te e per chi ha pubblicato questa boiata in home page, che dovrebbe avere un briciolo di discernimento.
La piantiamo con le provocazioni fine a se stesse? Vogliamo capire che sono sparate come questa che foraggiano i detrattori di questo sito e di chi lo frequenta?

Ivan Z. 03.01.12 09:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Liberarsi dell'immobile?
Amico mio tu hai bevuto qualcosa di veramente forte.... scusami ma queste sono veramente cretinerie di alto livello...

Alessandro 03.01.12 08:04| 
 |
Rispondi al commento

per molti, me compreso, la casa e' una parte consistente dei risparmi. quando leggo che sarebbe bene una svalutazione, ulteriore, del 30/40% posso solo dire: vaf.....

luca 03.01.12 02:00| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

una cosa che non ho mai capito è come si possa pagare 5000€ o più di commissioni alle agenzie. ma le persone non sono capaci di accordarsi e poi andare da un notaio ??

marco merlo 03.01.12 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta che mi son "liberato dell'appartamento", dove vado a stare?

Ivan Milano 02.01.12 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Se non ho capito male, intendi dire che è possibile recuperare il capitale finora versato alle banche per pagare il mutuo al netto degli interessi pagati dando a loro la casa?
Non ne sono molto sicuro che funzioni così, ma se è vero val la pena farsi due conti....

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.01.12 22:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori