Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il ministro Cancellieri, Grillo e lo ius soli


tinti_cadoinpiedi.jpg
L'ex magistrato Bruno Tinti ha espresso le sue considerazioni sulla cittadinanza ai bambini nati in Italia.
"Rispetto alle polemiche sullo Ius soli penso che sia Grillo sia il ministro Cancellieri abbiano ragione, e mi rattrista un po' questa caccia immediata al nemico senza riflettere, probabilmente senza nemmeno leggere bene tutto quello che hanno sostenuto... Il ministro Cancellieri ha detto una cosa sensatissima, ovvero: non possiamo semplicemente stabilire con una norma che tutti i bambini nati sul territorio italiano sono cittadini italiani, altrimenti assisteremmo a un boom, potremmo persino monetizzarla, venderla la cittadinanza italiana. Provocatoriamente direi che ci ritroveremmo con pullman pieni di donne incinte che vogliono far nascere in Italia i propri figli! Grillo ha ragione: se ragioniamo in termini di priorità, in questo momento in Italia non c'è niente che sia prioritariamente da considerare rispetto all'economia... Grillo dice che il problema della cittadinanza non è una priorità. Ecco: secondo voi, secondo tutti, può essere una priorità la cittadinanza quando stiamo tagliando le pensioni e non sappiamo se pagheremo gli stipendi? E' evidente che no... Quindi sono luoghi comuni, cavalcati dalla vecchia politica che tenta di cacciare la nuova per continuare ad occupare uno spazio. Il rischio è che questi poi debbano tornare a lavorare, e ovviamente non hanno voglia di farlo. E' più comodo stare in Parlamento".
Intervista completa su "Cadoinpiedi"

31 Gen 2012, 13:07 | Scrivi | Commenti (132) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Pullman pieni di donne incinte che vorrebbero far nascere in Italia i propri figli??? Wahahh!!!

Enza Montalbano 10.05.13 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente lo ius soli sembra più un artifizio da campagna elettorale che altro, è stato strumentalizzato. Ciò non toglie che sia un argomento delicato, da affrontare: dare la cittadinanza italiana a chi nasce in Italia e non solo a chi, nato in Italia, compie i 18 anni è una opportunità:quanti extracomunitari parlano i vari dialetti delle nostre regioni, respirano la nostra cultura e si integrano naturalmente proprio perchè sono nati in Italia? Potrebbero essere proprio loro a favorire l'integrazione di intere famiglie...quelle che lo hanno portato in Italia.

Sabina R., Pescara Commentatore certificato 03.03.13 22:24| 
 |
Rispondi al commento

invito il sig. guido galasso a controllare bene da quando milano ha cominciato a regalare le case, sono 20 anni che sono qui e mai saputo una cosa del genere. le case popolari danno a famiglie disagiate che sono residenti legalmente da più di 10 anni.
poi vada a legge i dati dell'istat e dell'inps. secondo loro se non ci fossero gli immigrati a pagare le tasse non ci sarebbero abbastanza entrate per pagare le pensioni, e le spese sanitarie usufruite da stranieri diviso per popolazione sono minori di quelle usufruite dagli italiani.
e vero che gli immigrati quando arrivano sono nullatenenti, ma hanno costruito la loro vita lavorando e pagando le tasse. anzi secondo la legge attuale se uno non ha un reddito superiore alla pensione minima, non gli viene rinnovato il permesso di soggiorno, che vuol dire che viene espulso. i miei genitori sono in italia da 24 anni e hanno pagato tutti i contributi per 24 anni, i loro contributi sono stati utilizzati dall'inps per pagare i pensionati italiani d'oggi, e i miei genitori non sanno se avranno la loro pensione quando arriveranno all'eta pensionabile, tra 15 anni. poi chi arriva in italia e non raggiunge i 20 anni contributivi non avra la pensione italiana, quindi ha regalato i contributi allo stato italiano. è vero che ci sono evasori, ma sono tali e quali come gli evasori italiani, quindi non si può accusare di evasione fiscale tutti gli immigrati per pochi disonesti.
l'italia ha le leggi per l'acquisto della cittadinanza più restrittiva d'europa, in francia basta 5 anni di residenza, in belgio 3 anni, e loro ci mettono 2 anni a gestire la pratica, in italia ci vogliono 10 anni di residenza e io ho presentato la domanda 5 anni fa e sto ancora aspettando la risposta.
in fine nessuno ha mai parlato di una riforma che punti allo ius soli semplice, ma sempre ius soli temperato in modo da essere sicure che la famiglia ha la vita stabile in italia.

figliodimmigrato 24.02.13 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Se vigesse in Italia lo "ius soli", ancorché solo il temperato, quanti soldi spenderebbero gli italiani che finora hanno pagato tasse per "costruire tutto il sistema Italia", per mantenere gli immigrati che, essendo privi di Patrimonio in Italia, pur avendo delle case all'estero, perfino lavorerebbero in nero come badanti o nei kebab e si farebbero dare ad esempio addirittura le esenzioni totali dai ticket sanitari E02 e E05, per non parlare di altri benefici economici che non si sono meritati non avendo mai pagato le tasse in Italia per costruire le infrastrutture.
Tutto quello che c'è in Italia ed è stato costruito con le tasse pagate in passato dagli italiani, Voi lo regalereste agli immigrati che non ci hanno mai pagato le tasse o ne hanno appena pagate un po'? x fare due esempi, 1) oggi mia mamma è andata dal vetraio a comprare un vetro del balcone che si era crepato per il freddo: ha speso 42 euro. Quindi: solo un vetro di balcone vale 42 euro, montato su da me. E si pensa di non far pagare agli immigrati o anche ai figli di immigrati che si trovano a vivere in Italia alcunché almeno sulle infrastrutture per ottenere la cittadinanza? 2) ho saputo che il Comune di Milano regala le case: ho saputo che ci sono figli di immigrati in graduatoria per ottenere la casa dal Comune di Milano, insieme a Rom (con tutto il rispetto per i Rom). Si tratta di case che il Comune ha perché gli italiani hanno pagato le tasse, e che essendo un esempio di speculazione edilizia e di cementificazione selvaggia sono disabitate e quindi il Comune le offre ai più bisognosi. Si è visto su Presa Diretta di Rai Tre domenica 19 febbraio 2012 come sono deserti i palazzi in Lombardia.
Quindi i partiti con le mani in pasta a favore dello ius soli possono farlo forse anche x CERCARE VOTI e "parassitano" gli italiani che pagano le tasse. In Francia è un'anomalia: perché in "tutti" gli altri Stati del mondo vige lo "Ius sanguinis". http://www.facebook.com/profile.php?id=1007942275&ref=tn_tnmn

guido galasso 27.02.12 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Ultimi sondaggi politici , la novità è il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

Tutti i nomi degli oltre 1000 iscritti alla loggia segreta P2
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/tutti-i-nomi-della-loggia-p2.html

La statua più bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

ultimo sondaggio per la camera dei deputati
Grillo al massimo storico, il M5S diventa il quarto partito italiano
http://www.solosondaggi.blogspot.com/

raf 07.02.12 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Tutto questo avrebbe senso se il post non cominciasse con : "La cittadinanza a chi nasce in Italia, anche se i genitori non ne dispongono, è senza senso"

Davide Turiello 04.02.12 19:59| 
 |
Rispondi al commento

ultimo sondaggio per la camera dei deputati
Grillo al massimo storico, il M5S diventa il quarto partito italiano
http://www.solosondaggi.blogspot.com/


pino 04.02.12 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei indicare una strada che può essere percorsa per "ottenere" la cittadinanza italiana: coloro che nascono da cittadini stranieri e/o risiedono per lavoro in Italia possono acquisire, la cittadinanza italiana dopo sette-dieci anni di permanenza continua in Italia (vedi quanto succede in Svizzera e negli U.S.A.). tiggi.

giuseppe t., bari Commentatore certificato 04.02.12 09:37| 
 |
Rispondi al commento

IO NON CI STO E NON MI FACCIO PRENDERE PER IL NASO.

LA CAMPAGNA DENIGRATORIA E' COMINCIATA !!!

M5S FOR EVER !!!

anna t 03.02.12 14:14| 
 |
Rispondi al commento

RICORDO A TUTTI CHE VOI SIETE CITTADINI DI UN PAESE DI EMIGRAZIONE. In Italia, resta ancora adesso di gran lunga piu' numerosa l'emigrazione dell'immigrazione. Detto questo, ai vostri amici, parenti, cugini o conoscenti che han lasciato il bel paese, cosa gli augurate? é facile sputare sentenze senza conoscere ne i dati ne le conseguenze. grazie a pensatori come voi, fascismi-nazismo-inquisizione e chi piu ne ha piu ne metta- hanno visto la luce. il nostro amato occidente vive SOLO ed ESCLUSIVAMENTE grazie allo sfruttamento dei cosi' detti paesi in via di sviluppo. senza di loro, la nostra società crollerebbe nei giro di una settimana. quindi, è bella la libertà di parola..ma almeno INFORMATEVI, STUDIATE, solo questo porta una minima libertà. se no restate schiavi del sistema..ma almeno tacete

BASTA DIRE CAZZATE 03.02.12 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Pensa che un ragazzo senza la cittadinanza italiana si trova escluso anche da attività sportive (per esempio il calcio) che limitano la presenza di atleti extracomunitari ANCHE nelle squadre dilettanti.

enrico brozzo 03.02.12 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Si può essere xenofobi e nel contempo difendere da anni le minoranze culturali come i Mapuche ed i tibetani? Dimostrarsi contrari alle guerre, che spesso le "razze" quasi le estinguono, sostenere Emergency, denunciare la tratta degli schiavi (caporalato). E, come se non bastasse, sposare un' extracomunitaria musulmana?
Se ti chiami Beppe Grillo questo è possibile. O meglio, se ti chiami Beppe Grillo e sei promotore di un MoVimento politico che fa paura, un post di critica contro la demagogia dei partiti sul tema dell'immigrazione si può trasformare (ad opera dei mistificatori) in un articolo razzista; e qualcuno ci crede pure!

Xenofobia: odio per gli stranieri, avversione contro tutto ciò che non appartiene alla propria nazione o etnia; ostilità pregiudiziale per gli stranieri.

Forza Beppe non mollare!

Claudio Cominardi

claudio cominardi, palazzolo sull'oglio Commentatore certificato 02.02.12 20:27| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di dare la cittadinanza a chiunque nasca in Italia approda in Parlamento grazie ad una proposta di legge di iniziativa popolare, strumento giustamente graditissimo a Beppe Grillo e al MoVimento.
Io sono stato tra i firmatari.
Il ragionamento che ho seguito è stato il seguente. Se nasci e cresci in Italia, non ha senso che tu debba vivere la tua vita da straniero in casa tua. Per qualunque faccenda burocratica, chi nasce in Italia da genitori stranieri deve mostrare il permesso di soggiorno. Ovviamente, un cittadino straniero nato qui può chiedere la cittadinanza una volta raggiunta la maggiore età. Questo significa che, ben che vada, diventerà cittadino a vent'anni. Fino all'arrivo della cittadinanza, i tuoi amici possono votare per ius sanguinis: tu no, perché sei straniero in casa tua. Magari la proposta di legge così com'è arrivata al Parlamento potrebbe presentare delle pecche, ma non si può discutere senza presumere l'altrui buona fede. Dal breve post di Grillo non emergeva chiaramente la sua posizione, infatti molti sostenitori del MoVimento l'hanno frainteso. Bene: sta a Grillo esprimersi in modo comprensibile a tutti, e se non ci riesce deve, nell'interesse del MoVimento, chiedere scusa e chiarificare. La questione non è prioritaria né per la vita quotidiana della maggioranza della gente, né per risollevare l'economia. Ok, quindi chi ne parla deve essere sicuramente in mala fede. Perché? Non esiste più la libertà di parola? Qualcuno se l'è presa con non meglio identificati "buonisti" o "antagonisti". Ora: una persona normale non ha nessun motivo per sprizzare odio da tutti i pori in questo modo. Soprattutto, tanto odio è diseducativo e identifica come un "nemico" moltissimi militanti in perfetta buona fede. E' bene ricordare che esistono tanti argomenti importanti di cui occuparsi, ma sta a Grillo esprimersi in modo chiaro. Non ha senso che Grillo danneggi con la sua trasandatezza il MoVimento che lui stesso ha avuto l'enorme merito di fondare.

Giacomo Sansoni 02.02.12 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I figli minorenni se non nati in Italia, poi non possono fare nulla, devono attendere che i loro genitori ottengano la cittadinanza, sperando che riescano a farlo prima che siano compiuti i 18 anni (loro), se no - picche' - e niente cittadinanza.Anche se vivi dal secondo giorno di nascita in Italia e frequenti tutte le scuole.Niente! Nisbah! Nichts.

European Boy 02.02.12 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Cara Teresa, a me leggendo tutti questi post, e' sembrato di capire che si sta scagliando gli uni contro gli altri senza che:
- si conosca bene l'argomento e le leggi vigenti in materia;
- si parli bene dei dettagli della proposta del Presidente della Repubblica.

Il diavolo come si sa, si nasconde nei dettagli, ma molta gente qui e' ignorante in materia, e assisto alla solita sbandata nostra all'italiana che si oscilla follemente fra le due posizioni estreme, ovvero:
- "a casa tutti, niente cittadinanza agli stranieri mai, un italiano deve essere puro sangue fino agli antenati del quarto grado";
- "facciamo entrare tutti e gli diamo a tutti la cittadinanza subito".
SI DEVE ragionare su come includere gli onesti e utili al Paese, integrandoli, respingendo i delinquenti e i clandestini.
Anche Il Presidente Napolitano, parlando di ius soli intendeva forse che la cittadinanza si deve dare ai bambini nati qui, che vivono, studiano nel nostro Paese, senza farli attendere il compimento di 18 anni.
E serve anche pensare a tutti quei bambini che sono entrati in Italia in tenera eta', in quanto nati all'estero, non hanno nessuna garanzia e nessun diritto alla cittadinaza e sono fortemente discriminati, e spesso accade che dopo 18 anni rischiano addirittura l'espulsione!!! bisogna parlare di questi casi!!!
Qui la legge attuale e' fortemente discriminatoria e razzista!
Lo sapevate questo???
Se un ragazzo (o una ragazza) e' entrato qui a pochi mesi dalla nascita, che differenza fa con uno che e' nato qui, porca stramaledetta miseria! Pensateci!

La legge attuale dice che dopo 10 anni di residenza legale e dopo tanto tribolare, gli immigrati possono ottenere la cittadinanza in concessione discrezionale (molto).
Non e' un diritto, e' una semplice concessione a discrezione dei burocrati, prassi lunga e costosa.A tal punto, se riescono ad ottenerla, i loro figli minorenni diventano in automatico italiani. Maggiorenni picche'. E punto e a capo, tanta discriminazione e disparita'.

European Boy 02.02.12 19:23| 
 |
Rispondi al commento

http://www.facebook.com/events/221047681322189/

barberio domenico 02.02.12 13:10| 
 |
Rispondi al commento

ultimo sondaggio per la camera dei deputati

http://solosondaggi.blogspot.com/2012/01/ultimo-sondaggio-per-la-camera-dei.html

Grillo al massimo storico, il M5S diventa il quarto partito italiano con oltre il 7%
Scendono Pdl e Lega, salgono il Terzo Polo e il Centrosinistra.
Non ci sono commenti da fare , a voi la lettura di questo ultimo sondaggio SWG sulle intenzioni di voto degli italiani

raf 01.02.12 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Questa immigrazione indiscriminata ha solamente portato un degrado enorme all'Italia. le varie mafie hanno inquinato l'Italia e questi immigrati non hanno che portato altro inquinamento con tutte le malattie che esistono in questi paesi del terzo mondo creando un enorme squilibrio nell'ambito della sanita'. L'Italia e' un paese di gran lunga sovrappopopolato E questa gente ha solo creato un grande squilibrio ambientale, civico ed etnico che le conseguenze detrimentali gia si cominciano a manifestare sull'orizzonte, niente soluzioni ma solamente grandi problemi, Ridate l'Italia agli Italiani prima che sia troppo tardi. Niente cittadinanza, siamo gia in troppi in Italiani per soppravvivere.

mario Salassa, Missouri City Commentatore certificato 01.02.12 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sicuramente non è una priorità, il lavoro, per chi già ce l'ha, così come non lo è il taglio delle pensioni per chi ne possiede di ricchissime o ragiona in termini di vitalizi. Credo che Beppe intendesse semplicemente dire che i problemi prioritari adesso, quelli per i quali stracciarsi d'un tratto le vesti e far partire campagne, purtroppo sono altri. Ragionare sul diritto di cittadinanza è una cosa sensatissima e va fatto in maniera sensata. Ma prima, credo, bisognerebbe dire esattamente cos'è, questa cittadinanza: un insieme di tasse e doveri o anche un insieme di diritti? Cosa significa, oggi, essere cittadini italiani? A cosa da diritto? Istruzioone obbligatoria, garanzia del lavoro, sanità pubblica efficiente, un ambiente sano in cui vivere, un reddito di cittadinanza magari.. credo che il diritto alla cittadinanza sia un tema molto più grande di ciò che sembra, e soprattutto riguarda ciascuno di noi.

salvatore l., tito (pz) Commentatore certificato 01.02.12 19:21| 
 |
Rispondi al commento

I pensionati! Se non entra in italia un fiotto di donne non UE incinta, chi glie le paga le pensioni? Se c'è una sola speranza che la mia generazione veda una pensione, sta in un nuovo babyboom, E' OVVIO!!! E chi lo fa il babyboom? i bimbi immigrati e naturalizzati. Tutto il resto è cianfrusaglia. Viva i bambini italiani dalla pelle scura!!! Viva i lavoratori di domani!!!

guido f. Commentatore certificato 01.02.12 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra squallido dalla parte di Tinti e Grillo considerare che l'economia abbia il sopravento sull'umanità e la giustizia.
La guerra tra categorie di persone non può essere la ratio di vita, non accetto che la distribuzione di beni si debba fare a scapito dei più deboli.
Se rispettare la propria madre, abbasserebbe la pensione quale scegliereste? Allora perché non si contempla il rispetto per i figli delle madri non italiane?
Tinti e Grillo, il Ministro, come tutti gli oppositori della campagna L'Italia sono anch'io dovrebbero prima leggere le condizioni in cui si avrebbe diritto alla cittadinanza. Non è un tomo, sono poche pagini di media difficoltà di lettura. Ma se importa di più la vanità della correttezza, prego ... continuate così!
Senza di me, signor Grillo. Non sopporto più il tuo nome sul logo del MoVimento, dove milito, fai passare per xenofobi delle brave persone. Addio!

Antonia I., Bologna Commentatore certificato 01.02.12 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ATTENZIONE .. negare la cittadinanza non vuol dire negare la dignità umana .... quando una persona acquista la cittadinanza diventa ITALIANO e acquista diritti e doveri nei confronti dello stato (stato? mi viene un pò da ridere però vabbè, questo è un'altro discorso...) italiano .. quindi a mio avviso ci vogliono determinati requisiti (tipo 5 anni di residenza legalmente dimostrabile e senza interruzioni dei genitori)...poi ok alla cittadinanza... non nascondiamoci dietro al buonismo finto e ipocrita di una sinistra che sta perdendo sempre più credibilità e che è infognata nella casta tanto quanto la destra il centro l'altro e il basso - beppe hai ragione i partiti sono MORTI

maurizio cotroneo 01.02.12 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Non ha assolutamente senso pensare che chi nasce in Italia non debba essere un italiano.. Non ovviamente garantendo la cittadinanza alle straniere che vengono qui solo x partorire ma garantendola ai figli di chi sono qui in Italia stabilmente x un certo num di anni e legalmente! Ma il principio dev'essere uno solo e cioè.. Chi nasce qui ..(con Esclusione di chi viene qui solo x partorire) .. Chi va a scuola qui.. Etc.. È italiano al 100x100.. Io sono di Palermo e girando ci sono ragazzini di colore che parlano più in palermitano di me! Non è una questione di sinistra o destra.. È una questione di logica, buon senso e civiltà!!!!

Francesco Bucolo 01.02.12 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Francia c'è lo "ius soli", e non da poco. Negli altri Stati Europei vi sono sistemi analoghi, i quali, seppure non concedano automaticamente la cittadinanza ai nati sul territorio, vi danno assoluta priorità, specie se il nuovo nato è figlio di genitori che risiedono stabilmente in quello Stato. Non mi sembra che in questi stati vi sia una invasione di donne incinte in cerca di Cittadinanza. Evidentemente, caro il mio Beppe, anche tu ti occupi di falsi problemi, facendo pagare agli ultimi fra gli ultimi il costo di questa crisi. Complimentoni! E per piacere, non venire più ipocritamente a cianciare di sperequazione dei diritti umani e della ricchezza, quando sai benissimo che il tuo bacino elettorale al quale ambisci è formato da giovani laureati con tre quattro master magari in Università americane che vi postano dal lounge bar alla moda di New York sorseggiando un green bancha. Forse hai fatto male i conti, l'Italia è piena di sfigati di ogni etnia, e che votano anche M5S e ti hanno di recente fanculato. E anche io, sfigata con un cognome che a te sicuramente non piace, ma Cittadina Italiana, sfigata perché a 31 anni ancora dottoranda, ti mando anche io a fare in culo con tutto il cuore!


Un buon intervento Gabriele Favro.
Ma in ogni caso non hai centrato il problema che si sudivide principalmente in due punti.
1)Non si parla di Stranieri che vengono in età adulta in Italia ma di persone che sono nate qui che vivono qui e si formano qui come individui. Cioe molto probabilmnte persone che sono a tutti i effetti italiani ma che fino a raggiungimento dei loro 18 essimo anno sono considerati legalmente STANIERI. Una risorsa enorme per questo paese. Futuri imprenditori lavoratori ecc. Individui che possono investire in questo grande paese. Di questa realta (sono più di 400 mila gli figli di immigrati nati in italia) cosa si pensa di fare? Come ho scritto precedentemente gli paesi sviluppati che giocano un ruolo importante nel ambito mondiale hanno scelto che se i genitori hanno i requisiti necessari dopo 2-5 anni possono diventare a tutti effetti cittadini.
2)Anche se reputo Norvegia un paese sviluppato che ruolo ha in ambito internazionale? Visto che si parla di pil e spreed che peso ha la Norvegia nel economia mondiale? Non rispondo poiché è inutile commentare. La linea Italiana su la questione DEVE essere quella tedesca-francese-spagnola-Stati uniti. Sono questi i paesi con qui l'italia condivide relazioni pensieri economia e altro ancora.
Come già detto inutile prendere dei casi particolari Esempio di come pensa la Corea del nord su la questione.
La questione è semplice: In confronto ai partner internazionali, Italia in relazione alla questione è molto indietro. I 18 anni italiani messi in confronto con la media di 2-5 anni dei altri paesi mostra che la questione deve essere rivista per forza.

Roni Roni, Firenze Commentatore certificato 01.02.12 12:05| 
 |
Rispondi al commento

...continua

in aggiunta alla
massa abnorme di polacchi e baltici presenti qui.

Da parte dello stato
non verranno prese nuove iniziative a riguardo, il
collocamento lavora già per stabilire contatti lavoro
con l'Europa, piu adatto è una catalogazione di pulizia.

Città come Stavanger, Oslo, Bergen, e Kirkenes
hanno sportelli di servizio per disoccupati stranieri.

Non sò se si leggere bene la traduzione, io
ne ho fatto una sintesi.
Perchè non parlarne a SERVIZIO PUBBLICO?

E poi veramente, come dice Beppe, è proprio il momento meno opportuno ora.
E poi non ci sarebbero neanche problemi di cittadinanza con un’economia sostenibile, energie rinnovabili, OGNUNO SAREBBE CONTENTO DI QUELLO CHE E’!

Saluti
Gabriele Favro

Gabriele Favro 01.02.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Il diritto di cittadinanza al figlio di stranieri nato in Italia da
poi diritto a tutta la famiglia di richiedere la cittadinanza, portare
qui anche i loro avi...e dargli la pensione ANCHE A LORO (perchè
poi la chiederanno, visto che possono!)
E MANTENIAMOLI TUTTI ALLORA!!!!!!!!
GRANDE Beppe!!!! Nessuna
cittadinanza a chi arriva qui via mare o via terra o via aria, pagando la mafia, ricevendo
sostentamenti dalla Norvegia, e provocando concorrenza sleale sui mercati!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/01/24/grillocittadinanza-nasce-italiae-senza-senso/186201/

Il diritto di cittadinanza x stranieri va abolito da 30 anni a questa parte, da quando la Norvegia ha trovato il petrolio.
Guardate invece come viene considerato il ‘’sud Europa’’ in Norvegia!
http://www.aftenposten.no/nyheter/iriks/Bjurstrom-ber-blakke-arbeidslose-reise-hjem-6746697.html

http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=no&u=http://www.aftenposten.no/nyheter/iriks/Bjurstrom-ber-blakke-arbeidslose-reise-hjem-6746697.html&ei=uV4cT5rKLY-L4gS9zOWKDQ&sa=X&oi=translate&ct=result&resnum=1&sqi=2&ved=0CCYQ7gEwAA&prev=/search%3Fq%3Dhttp://www.aftenposten.no/nyheter/iriks/Bjurstrom-ber-blakke-arbeidslose-reise-hjem-6746697.html%26hl%3Dit%26qscrl%3D1%26nord%3D1%26rlz%3D1T4ACAW_itIT466NO467%26biw%3D1228%26bih%3D622%26site%3Dwebhp%26prmd%3Dimvns

Beh! Questa è formidabile!

Il ministro del lavoro Bjurstrøm Hanne
dice ai disoccupati del SUD EUROPA di
tornare a casa se non trovano lavoro in Norvegia.

Gli spagnoli vengono molto attratti dalle informazioni che
provengono dalla tv norvegese.

L`anno scorso sono state distribuite 3000 carte per pagamento tasse
(quindi vuol dire con possibilità di impiego aggiungo io)
a spagnoli. 70.000 a polacchi e 80.000 a svedesi.

Comunque il ministro dubita che arrivino in molti
come avvenne invece nel 2004 quando vennero aperte
le frontiere ai polacchi e ai balcani.

Le difficoltà economiche, la distanza e differenza culturale
sono i motivi di freno per europei del sud...

Gabriele Favro 01.02.12 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Intervento inutile, si parla per parlare senza guardare i dati.
In Italia se un bambino con genitori stranieri fino al età di 18 anni è considerato legalmente straniero. Questi bambini futuri italiani crescono con l'idea di essere estromessi dalla societa perché non italiani e sono persone che parlano come lingua principale l'italiano e in molti casi non parlano la lingua dei loro genitori. Cioè per i primi 18 anni della loro vita anche se sono a tutti i effetti italiani legalmente sono stranieri.
Questa è la situazione in italia.
Invece in paesi arretrati come Stati Uniti, Francia, Germania, Hollanda hanno fatto in modo che questi bambini nati nei loro territori dopo qualche anno (2-5 anni anche se in certi paesi automaticamente al atto di nascita) vengo considerati cittadini.
Concludendo, c'i sono più di 400 mila bambini nati in italia che fino al compimento del 18 essimo anno sono considerati STANIERI. Una grossa realtà. Inutile parlare di casi estremi ma di questa realtà cosa si pensa di fare? Perché non si riesce a essere a pari passo con altri paesi.
Io la risposta c'e l'ho.
In questione di emmigrazione l'Italia è molto bigotta arretrata e di mentalità chiusa; insomma IGNORANTI in questione di emmigrazione.

Roni Roni, Firenze Commentatore certificato 01.02.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento

cosa c'é da aggiungere: niente!!!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.02.12 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Bravo, Beppe…ma dovresti andare più oltre….. dovresti spiegare, che gli immigrati possono essere integrati solo se l’economia è in crescita e in piena occupazione.
Ma in un paese come l’Italia che è stagnazione da almeno 20 anni e, ora, anche in recessione con il 13% di disoccupazione effettiva, gli immigrati sono una vera disgrazia:
- sottraggono posti di lavoro agli italiani
- fanno il gioco degli imprenditori che così possono mantenere bassi i salari preferendo occupare gli stranieri (disposti a sopportare tutto perché anche se guadagnano poco, rapportato al potere di acquisto che così possono disporre nel loro paese di origine è moltissimo)
- esportano capitali (negli ultimi 10 anni le loro rimesse sono quantificabili in 100 miliardi di euro) e depredano la ricchezza nazionale che non cresce.
“ …cari immigrati “non c’è più trippa pè gatti” è ora che ritorniate ai vostri paesi d’origine dove vi siete creati una discreta ricchezza con i redditi guadagnati in Italia”
“… cari italiani disoccupati, uno scatto di orgoglio, andate a rivendicare il lavoro che ancora c’è ma che vi viene sottratto dagli immigrati”
Questo è un discorso che Beppe dovrebbe fare…prima che sia troppo tardi.

Vero Italiano 01.02.12 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito di fronte a problemi oggettivi come quelli del post, piovono accuse da ogni parte, ma occorre conoscere bene il fenomeno e poi discuterne, non e' un fattore di colore di pelle o di razze, un argomento molto serio. La questione è molto delicata e occorre considerare molti fattori. Innanzitutto parliamo della questione dell'identità nazionale, a me sta a cuore la nostra Italia, noi ci stiamo auto estinguendo, se non interessa continuiamo a far regnare il caos come accade. Eventuali criteri per raggiungere la cittadinanza vanno regolati a livello europeo e non usati per fini politici con l'intento di coltivare un bacino di nuovi elettori. Non so quanti di voi se "vivete la strada per lavoro", ma posso assicuravi che noi riceviamo, per una buona parte, l'immigrazione quella che è state già "scartata" da altri paesi europei, dove resti se lavori e prendi un percorso serio di inserimento nella cultura del posto. Vale a dire, (non sono mie impressioni, ma dichiarazioni rese dagli interessati) se hai voglia e intenzione hai tutti i diritti, altrimenti il viaggio di ritorno è l'unica soluzione, in quanto la clandestinità e difficile metterla in atto. Noi Non abbiamo la capacità di far rendere italiani i nostri ospiti. Sapete quanti parlano sufficientemente l'italiano coloro i quali hanno la carta di soggiorno oppure anche tanti comunitari che vivono da tempo da noi?, una piccola percentuale. Costoro la tv la guardano via satellite, non si interessano delle questioni italiche in quanto le tv nostre locali non le sintonizzano nemmeno. Le sole argomentazioni che interessano e sono molto gettonate sono le seguenti: ricongiungimento, permesso di soggiorno, disoccupazione, case popolari, pensioni etc..., interessa solamente il tanto amato titolo di carta ottenuto anche con contratti di lavoro fittizi. In sintesi finisco dicendo, mettiamo delle regole per noi in primis e poi per i futuri italiani, ma diamo priorità all'italia e alla futura coesione sociale.

Flavio Rossi 01.02.12 04:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

D'accordo con Grillo e con il Ministro Cancellieri.
Tuttavia, dalla mia esperienza che mi deriva dall'aver applicato per lunghi anni sia la 555/1912 che la 91/92 ed avendo avuto la possibilita' di comparare la nostra legislazione a quella esistente nei sistemi anglosassoni e di derivazione anglosassone, ritengo che il criterio dello iure soli sia il piu' adatto ma temperato da alcuni requisiti di fatto e cioe' che i genitori siano residenti permanenti in Italia, che svolgano una qualche attivita' lavotrativa in Italia, ch einsomma abbiano quel legame che giustifica l'attaccamento all'Italia.
A queste condizioni credo sia piu' che doveroso riconoscere la cittadinanza per nascita a queste persone, anziche' regalare la cittadinanza con tutto quello che comporta, a ragazzi nati in continenti lonatni dall'Europa che nulla sanno dell'Italia se non il dialetto che hanno imparato dai nonni o dai genitori.
Gajah mada

Gigi C., Seoul Commentatore certificato 01.02.12 04:25| 
 |
Rispondi al commento

Devo ribadire ancora una volta il concetto di legalita'. Di clandestini
sul Nostro territorio italiano non ce ne devono essere. E basta. Se i
governanti non applicano e spesso non rispettano le leggi loro stessi, di
cosa dobbiamo parlare?? E poi si prende una conseguenza di un ragionamento
del Presidente Napolitano e lo si intepreta ognuno come gli pare e piace!!!
Ma chi ha mai detto che si deve dare la cittadinanza ai clandestini?? ma
siete matti, ma esiste in qualche Paese del mondo una cosa del genere?? Le
frontiere vanno tutelate e protette, e non devono essere colabrodo come ora
spesso lo sono, sarete d'accordo? Allora cosi' entreranno solamente quelli
che hanno il visto regolare. Immagino che quando si parla di "ius soli" si
intende che lo si da' alle persone regolari, magari e' richiesto il
requisito di residenza? non ci avete mai pensato?
Ma e' possibile ragionare o si deve sempre fare di ogni erba un fascio?
Quali stranieri, chi stranieri, porca miseria stramaledetta!
Ognuno e' diverso!
Se no - il discordo si sfocia in fascismo e la guerra!
Vaffanculo a chi evoca le leggi razziste e fasciste!!
Il fascismo ha scatenato la guerra ma e' stato duramente colpito e
sconfitto!!!

La propaganda fascista, xenofoba e razzista e'
proibita dalla legge Italiana!
Il neo-fascismo e' fuori legge!
Il fascismo ha fatto tanto male a tutti i popoli d'Europa e del mondo, ha
causato la seconda guerra mondiale e ha causato tanti milioni di vittime!
Come hanno lottato contro il fascismo e nazismo i miei nonni e i miei zii
con le armi in mano, morti in campo di battaglia di guerra giusta contro
il nazi-fascismo nel 1945, se questa peste lurida dovesse apparire ancora
su questa terra, lo combattero' fino alla mia morte!!

European Boy 31.01.12 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono perfettamente d'accordo con Grillo.
Il problema nei prossimi anni sarà il picco della produzione del petrolio con conseguenze drammatiche e per avere un minimo di speranza di riuscita bisogna cominciare a capire che occorre rimboccarsi le maniche tutti e non pensare che qualcuno arrivato da lontano per disperazione debba pulirci il c..o per un tozzo di pane e per disperazione, scaricando poi tutti i problemi sulla collettività.Anche perchè con la crisi economica sta avvenendo il contrario e si legge di come centinaia di migliaia di spagnoli e portoghesi stiano tornando ad emigrare nelle colonie....

thepundit 31.01.12 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Inviterei tanti che scrivono su questo blog a guardarsi"NOVECENTO" di B.Bertolucci-Capirebbero una volta per tutte il grandissimo valore delle lotte che socialisti e comunisti hanno combattuto tra fine ottocento e primi del novecento, per ottenere quei diritti dei lavoratori e quel po' di stato sociale che oggi vengono sistematicamente smantellati in tutta europa-Prima di queste lotte,contadini e operai erano sostanzialmente schiavi ed e' a questa condizione che oggi il capitalismo trionfante li vuole riportare !

luigi savadori, cesenatico Commentatore certificato 31.01.12 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un straniero che ha preso la cittadinanza italiana da due anni doppo 10 anni di residenza e reditto da lavoro.Insieme a me anche le due mie figlie nate in Italia.E dico che questo è il modo giusto per ottenere la cittadinanza,cioè dando il contributo con lavoro,perche "l'ITALIA è una republica fondata sul lavoro",e integrarsi nella realta dove si vive.Questa trovata per dare la cittadinanza ai nati in Italia è una grossa stronzata perche anulla di fatto le due cose sopranominate.Questo per me è un disperato tentativo deì politici per trovare consensi perche ormai sanno che nessuno gli crede più.Se davvero vogliono aiutare, possono fare in modo che dopo che hai fatto la domanda per otenere la citadinanza(cioè,hai passato 10 anni in regola con permesso) ti fanno aspettare altri 3 anni per darti la risposta.

shpendi zaja 31.01.12 22:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

signor marco mi sa che tu i romanzi di fantascenza
non li leggi ma ci vivi dentro, come sostiene
sia Grillo che tinti mentre con la copertura delle
liberalizzazioni si svendono beni pubblici di
importanza vitale come l'acqua, si tagliano pensioni e stipendi come niente fosse e come
passatempo si contano i morti suicidati perché
gli hanno tolto anche le mutande e a cosa si da
priorità?? al parco giochi da finire o agli
emigrati? oppure al linguaggio denigratorio,
aggressivo,o al populismo di Grillo??
cosi come si legge in un articolo, (meschino)
che riporta "il fatto" scritto da chi lo sapete..
Mi sa che in Italia c'è qualcosa nell'aria che
si respira,sarà mica drogata??
Senza un po di coerenza non si va tanto lontano.

yuva m., mantova Commentatore certificato 31.01.12 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Questa questione è il dito, la luna è il problema della gestione interna del M5S.
Se è vero che il movimento adotta la Democrazia Diretta al proprio interno questo è il momento di mettere alla prova il METODO.
Come fanno i membri del movimento a proporre e votare ufficialmente la loro posizione su un tema in modo che la loro volontà generale diventi la posizione ufficiale del moVimento?

Duccio Armenise, Milano Commentatore certificato 31.01.12 22:08| 
 |
Rispondi al commento

a chi facciamo paura? ma e' mai possibile che lo stesso sondaggio
fatta a distanza di 7 giorni, prima ci danno a oltre il 7% e poi
la settimana dopo a circa il 5% ?
abbiamo perso oltre 1 milione di voti in una settimana?
gatto ci cova, leggi

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ma-i-sondaggi-sono-veri-o-no.html

raf 31.01.12 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che Bruno Tinti abbia messo in evidenza che prima di parlare in modo precipitoso, bisogna leggere attentamente un intero discorso senza estrarre le frasi che più ci fanno comodo e poi possibilmente contare fino a 1000

Raffaele Moretti, Bari Commentatore certificato 31.01.12 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Non è una priorità in quanto siamo condizionati inverosimilmente dai soldi, dal lavoro che non c'è, dagli sprechi e dal caro vita. La darei la cittadinanza a chi nasce e vive in Italia perchè credo nel principio di uguaglianza dei diritti e dei doveri. Metterei una condizione: no al doppio passaporto. Quindi i genitori potranno decidere se la nazionalità dei figli sia come la loro o quella italiana europea.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.12 21:10| 
 |
Rispondi al commento

bersani segretario di un partito non sà nulla di Penati e dei tredici milioni.....come faccio ad avere fiducia a un segretario che trascura certi piccoli particolari????

francesco i., varese Commentatore certificato 31.01.12 20:55| 
 |
Rispondi al commento

e poi parlano di crisi.....restituite tutto e dimissioni immediate

francesco i., varese Commentatore certificato 31.01.12 20:45| 
 |
Rispondi al commento

il pd restituisca i 13 milioni di euro per uso inappropriato....che venga istituito un fondo sociale speciale.....la colpa va estesa...impossibile che nessuno sappia

francesco i., varese Commentatore certificato 31.01.12 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Nel post incriminato scrissi come tante altre volte in passato che il rilascio della cittadinanza a chi vive lavora ed è residente in Italia è questione di buon senso e lo penso ancora.

Da qui però a scrivere una TAVANATA GALATTICA come quella della proposta di legge popolare di questo PuDdano rampante, ce ne passa.
L'argomento è troppo serio e delicato per lasciarlo nelle mani di questa massa di CIALTRONI che la usano solo ed esclusivamente a scopi propagandistici.

Il rilascio della cittadinanza per nascita e dopo un solo anno la usano solo nelle Americhe per il semplice motivo che fa parte della loro storia, negarla sarebbe come negare parte della loro costituzione, ecco perchè i "mericani" al posto di non rilasciare la cittadinanza preferiscono mettere triple reti ad alta tensione con tanto di bounty-killer che sparano brutalmente sui messicani che tentano di varcare il confine (per non parlare di quelli che vengono abbandonati nel deserto). Vogliamo fare la stessa fine in Italia?

Per queste cose ci vuole METODO e SERIETA', un buon politico poi non si deve limitare a fare ciò che ritiene giusto, ma deve sempre considerare tutte le conseguenze positive, ma soprattutto NEGATIVE delle sue azioni.


Allora,partiamo dal fatto che in italia già non c'è posto per noi! arriviamo a dire che se non ci troviamo noi,come possiamo invitare gli altri?
poi non penso che qualcuno porterebbe ospiti fissi a casa,se ha la casa infestata da imbianchini,no?
quello che serve e lo ripeto! e un economia globale stabile,cioè fare in modo che non sia più necessario spostarsi,fare in modo che chi vive in africa sta bene,chi vive in europa sta bene,chi vive negli usa sta bene! l'economia globale e quell'imbuto da dove convergono tutte le economie,ed è gestita in prevalenza dalle multinazionali,e in secondo dalle banche che dipendono dalle multinazionali,e in terzo dagli eserciti,che stanno dove stanno a garantire i guadagni di entrambi! ciò che spinge qualcuno a spostarsi per il globo in cerca di fortuna,e 1 la mancanza di servizi come:scuole,trasporti,ospedali,ordine pubblico!
e in secondo ma non meno importante l'occupazione! quando vengono a mancare queste cose,viene meno la qualità della vita,e allora la gente disperata si imbarca e si sposta! queste cose sono strettamente connesse all'economia,e al governo! il governo in alcuni paesi agisce con la corruzione come ente di controllo dei profitti delle vendite minerarie,e di materie prime! le multinazionali con pochi euro ne approfittano e fanno quello che vogliono! la gente si scoccia e smettendo di imbarcarsi perché si vedono rifiutati cominciano a sparare e a mettere bombe ovunque,e il caso degli afgani,o degli iracheni! in oltre i governi di questi paesi non usano,ne i guadagni provenienti dalle risorse,ne tanto quelli della corruzione per attivare,processi e servizi per una migliore qualità della vita,semplicemente se ne fregano altamente! in italia avviene più o meno la stessa cosa! solo che i malfattori invece che venire da fuori sono già dentro,e non prendono materie prime e minerali,ma il territorio! riempiendolo di schifezze su ogni lato! cont->

Domenico G., cardito Commentatore certificato 31.01.12 19:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Marco
il tuo commento non mi trova affatto d'accordo.
Intanto è tutto da dimostrare che il movimento a 5 stelle, movimento non ideologico ma concreto, abbia un danno dalle parole di Grillo; senza essere chissà quale veggente, perderà alcuni voti ma ne guadagnerà altri.
Indipendentemente da cio' il tema della cittadinanza non si risolve a colpi di slogan. Lei dice "Il problema dei famigerati autobus pieni di donne gravide (ma lei davvero legge troppi romanzi di fantascienza) è presto gestito: negli USA non si garantisce l'ingresso a donne incinte"; non sapevo di questa cosa mostruosa, ma vogliamo copiare l'America su questa cosa aberrante? Cosi' è facile risolvere il problema, Grillo avrebbe benissimo potuto avere il suo voto e della maggior parte degli iscritti dicendosi favorevole allo ius soli, siccome è una persona libera si permette di avere dei dubbi.

Giorgio Guerra 31.01.12 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Proprio così, caro Beppe hai ragione da vendere.
Non né altro che l'ennesima arma di distrazione di massa e di pretesto per attaccare un movimento.
Attenzione poi ai talebani del buonismo sono solo dei faciloni pericolosi, forse alcuni di loro nient'altro che futuri berluschini.

alessandro blasi Commentatore certificato 31.01.12 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Extra-comunitari che conosco io rispondono tutti: io son qui per lavorare e guadagnare, non per diventare italiano.
Vedete voi l'interesse!
Saluti
Graz/PV

graziano baschiera 31.01.12 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Tutti parlano di cittadinanza ma nessuno dice che la legge prevede la doppia cittadinanza a tutti i figli degli Immigrati sia quella Italiana che quella del paese di origine. Questo significa che chi nasce sul territorio è cittadino Italiano "ma anche" del paese di origine dei genitori e può usare l'una o l'altra cittadinanza in basa a ciò che fa più comodo. Se l'economia tira ,è Italiano, se c'è la crisi ritorna tranquillamente al paese di origine con la cittadinanza dei genitori a godersi il maggior sviluppo. Vota e si candida come Italiano e se gli va male rifà la stessa cosa come cittadino del suo paese di origine. Se non può sposarsi in Italia(poligamia, matrimonio combinato)perchè reato, allora torna al suo paese fà i documenti e ritorna in Italia alla faccia degli autoctoni che per lo stessa cosa finiscono in galera. Se sei single e in Italia non puoi adottare un bambino ma se sei Italo qualcosa vai nel paese di origine adotti e ritorni con un figlio. Se commetti un reato grave in Italia ai la via facilitata per scappare in un altro paese. Naturalmente con 5 milioni di potenziali cittadini abbiamo 5 milioni di persone con doppia fedeltà a due patrie, mai immagino che per i ben pensanti non sia un problema anche con l' eventualità di un conflitto fra i due medesimi. Sul diritto di cittadinanza vorrei far notare quanto si è detto contro gli Italiani che per soldi prendevano quella Svizzera,lussemburghese, monegasca ecc.. Ma immagino che tutti pensino che gli immigrati siano qui per i valori, i principi, i diritti umani, l'eredità culturale e che soltanto i razzisti credano che gli stranieri siano quì per i soldi.

Nerio Cappelli 31.01.12 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Questa nostra "povera"italietta mi ricorda sempre più quel racconto che dice:.Mi sto rivolgendo a tutti quei critici i quali credendo di aver colto il loro nemico in fallo si scatenano come se fosse la causa di tutti i mali.Ora i casi possono essere solo due,o sono limitati nelle loro analisi,o sono in malafede,magari prezzolati.Personalmente vorrei sapere questi signori cosa pensavano (parolone)quando i nostri pseudopolitici dicevano che tutto andava bene mentre già eravamo sull'orlo del baratro.Il nostro amico Beppe ci aveva messo in guardia mooolto tempo prima,e lui non è ne un politico ne un economista.Non difendo a spada tratta Beppe senza se e senza ma, però il giorno in cui dovessi trovarmi in disaccordo con lui non significherà che io ho ragione,e ammesso che ce l'abbia gli concederò l'onore delle armi perchè a differenza dei nostri politicanti non sta rosicchiando l'osso di ciò che è rimasto del Belpaese.

uliano bosio 31.01.12 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Follia affrontare un argomento così delicato in 2000 caratteri.

Io toglierei il suffragio universale, figuratevi se darei lo ius soli "a pioggia". Voto, cittadinanza, eleggibilità vanno guadagnati. Esaminati, valutati, e magari bocciati.

Beppe avrà perso lo 0,3% dei consensi, con questa sparata, da una parte... ha guadagnato il 10% dall'altra.

Vedrete le proiezioni fra qualche settimana.

Il movimento è contro Grillo sullo Ius Soli? E chi lo dice? i 300 del Blog?? Il Movimento è fatto dei 300 del blog? Dei 10.000 dei meet-up? o dei 4.500.000 (7,5%) dei potenziali elettori. E voi sapete cosa pensano 4.500.000 di elettori?

Nel Movimento ognuno conta uno. Ed a parte i 3/400 blogger (considerato che certi scrivono più volte) ci sono migliaia di lettori che probabilmente la pensano come lui.

Non l'ho scritto io, ma onestamente il candidato Bertola pochi giorni fa. Ha preso 20.000 voti a Torino grazie al bel "faccione" di Grillo. La gente ha votato Bertola PERCHE' C'ERA GRILLO.

Da solo ne avrebbe presi 1000 (lo ipotizzo io).

Il Movimento NON PUO' ESSERE contro Grillo, il Movimento E' Grillo.

Ficcatevelo in testa, proverete meno delusione.

Questo è il bello ed il brutto della cosa. Bello perchè si vince salendo su un palco a fare la statuina (non metto in dubbio che ogni candidato si impegni, ma può anche camminare sull'acqua, se non compare Grillo sul palco davanti a qualche migliaio di cittadini una settimana prima del voto, non prende una preferenza!). Il brutto: perchè se lui si rompe le balle si torna tutti a casa.
Se non c'è Grillo in Piazza Duomo ci sono 300 persone, se c'è ci sono 20.000 persone!

O date i numeri come la Prefettura???

Quindi piantatela col Movimento di qua o il Movimento di là. Il Movimento sta a Grillo come il PDL sta a Silvio, senza di loro (per tanto tempo ancora) svaniscono entrambi in 2 tornate elettorali.

Mi spiace...(parafrasando Il Marchese del Grillo) ma lui è lui... e noi nun siamo un ca22o...

Porfidio Fumagalli 31.01.12 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Condivido la presa di posizione di Grillo: ha avuto coraggio e anticonformismo. Lo Ius soli è un finto problema e non è prioritario, porlo adesso sembra un diversivo per ricordare agli italiani che siamo progressisti, senza se e senza ma, nel campo dell'immigrazione mentre si sta condividendo una politica sociale completamente liberista. Più facile l'atteggiamento dei tanti che sono per l'accoglienza illimitata, lasciando interi quartieri nel degrado e la povera gente a fronteggiare da sola gli enormi problemi della convivenza e dell'integrazione (.. e la Lega e l'area del non voto prosperano).

Franco Filippini 31.01.12 18:17| 
 |
Rispondi al commento

se il movimento a cinque stelle perde dei voti, è per il troppo buonismo che sta mostrando in questi giorni. il programma c'è, quello che ha detto grillo sullo ius soli è condivisibile, questo articolo è condivisibile. evitate di perdervi in ciance e focalizzate l'attenzione sui problemi seri, poi ci si pensa allo ius soli, suvvia.

marco x 31.01.12 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Come spesso succede sembra che in molti abbiano perso di vista il buon senso. E' evidente che ci vuole una legge ponderata, discussa, esaminata, ecc. ecc. e non si tratta semplicemente di dire, tutti coloro che nascono in Italia sono italiani.
Quanto a chi proibisce l'ingresso in Italia alle donne incinte, vorrei capire qual è il criterio utilizzato, perchè onestamente mi sembra difficile controllare lo stato di una donna così guardandola in faccia. Per non parlare di quanto siamo bravi in Italia ad aggirare le leggi. Vogliamo dire qualcosa su tutti i bambini concepiti "illegalmente" all'estero grazie alla nostra meravigliosa legge 40?

Patrizia Marazzi 31.01.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Io ho detto subito che quanto scritto da Grillo non era chiaro e andava chiarito.

Pero', cazzo, pure Grillo dovrebbe essere esperto di comunicazione: un conto è dire "è un non senso" altro è chiarire bene cosa intendi...

Valerio Guagnelli Scanzani (vagus), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.12 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Quello della cittadinanza ai figli degli immigrati è una proposta che viene fatta da che non ha studiato il fallimento delle società multiculturali in Europa ed altrove. Troppo facile adottare provvedimenti sulla sponda dell'emergenza immigrazione che ormai rappresenta molto più una "invasione" che una immigrazione.
Risulta chiaro che sono i potentati finanziari sovranazionali che, per i propri interessi, vogliono imporre in Europa le società "multiculturali" così come hanno imposto la globalizzazione, l'euro e la perdita di sovranità degli Stati Nazionali. Tutti ad applaudire fino a quando si troveranno a lavorare con salari "cinesi" senza diritti ed al sevizio delle centrali finanziarie. Una Nazione che sia tale conserva la propria identità culturale e la propria fisionomia di popolo a prescindere dalle imposizioni esterne.

luciano Lago 31.01.12 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma poi, 'sti extracomunitari, la vogliono la cittadinanza italiota? Nessuno gliel'ha chiesto. Quando la vogliono fanno domanda e gliela danno. Compiono 18 anni, fanno domanda e gliela danno. Mi sembra abbastanza chiaro che stiamo a prenderci per il culo. Intanto abbiamo perso gl'ignobile Scalfaro. O' Napolitano, una vita dalla parte sbagliata, l'uomo giusto al momento giusto, non può durare ancora a lungo. Il tempo lavora per noi.

Alberto S., pordenone Commentatore certificato 31.01.12 17:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho letto l'intera dichiarazione di "Beppe" riguardo il "jus soli".
Dalle frasi riportate dai media e da qualche dichiarazione dei politici mi permetto di dire:
Gli stranieri che risiedono in Italia e che lavorano debbono avere il permessso di soggiorno, essere assicurati e pagare le tasse, i loro figli automaticamente la nazionalità italiana.
Bisognerebbe che ci siano controlli efficacissimi e pene dissuasive per chi fa lavorare anche per una ora le persone senza permesso di soggiorno e anche in nero.
Con questo modo quelli che non hanno il permesso di soggiorno non trovando il lavoro partirebbero da soli.
Per quanto riguarda l'invasione di donne in stato interessante che vengono per dare la nazionalità italiana al(la) figlio(a) sono paure d'altri tempi e per gli stati deboli. Ci sono molti paesi che accordano "Jus soli" e non sono invasi da stranieri.
Sono emigrato da 51 anni ho conosciuto questi problèmi e i drammi che provocano per questo sono convinto di quello che affermo.
Sceptikus.

Vincenzo T., Ecublens VD Svizzera Commentatore certificato 31.01.12 17:36| 
 |
Rispondi al commento

chi si ostina a proporre la cittadinanza a chi nasce in italia, vive fuori dal mondo. l'ho già detto e lo ripeto. ci si mette a fare paragoni con stati tipo gli usa, che sono un paese nato sull'immigrazione dato che i nativi sono stati sterminati e rinchiusi nelle riserve. in italia non ci sono controlli severi per i clandestini.già mi immagino i barconi pieni di donne incinta pronte a salpare il mare.

inoltre lo ripeto ancora. molti stati che hanno fatto queste politiche hanno fallito miseramente(vedi la francia). proporre lo ius soli è come proporre oggi l'energia nucleare, dato che lo ius soli ha solo fatto danni.
se una persona è sveglia non penso smetta di supportare il 5 stelle solo perchè grillo ha detto che è contro lo ius soli. anzi, dall'esperienza di rifondazione comunista, si è visto che diventare un partito pro immigrazione, toglie una marea di voti!

Luca M. Commentatore certificato 31.01.12 17:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

#@#@#
Ritengo che Tinti,che come Sartori e Grillo stesso mi é simpatico,sbagli a voler a tutti costi giustificare Bebbe Grillo.
Grillo non scrive solo che "il problema della cittadinanza ai figli degli extra nati in PadaGna/ItalY non è una priorità".Grillo ha sentenziato che...."la cittadinanza a chi nasce in Italia, anche se i genitori non ne dispongono,é senza senso".

Poi,per il resto,..."che questa non sia una priorità" non me ne frega un bel caZZo di niente.Ognuno tira l'acqua al suo mulino e le priorità non sempre sì stabiliscono in funzione del bene generale(Per generale intendo "il popolo italiano" non il generale di corpo d'armata Bagnasco che,oltre ad essere generale di corpo d'armata,é anche vescovo di Genova e cardinale della Chiesa cattolica ed apostolica romana)

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 31.01.12 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Meno male che qualcuno parla a favore del nostro Beppissimo, direi che in questo momento dare precedenza ai problemi economici e mettere un attimino da parte la solidarietà-a-tutti-i-costi-buonista-del-PD sia meglio. Per carità, è bello avere degli ospiti a casa propria, ma non mentre ti stanno sfrattando e mettendo in mezzo a una strada, cazzo.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 31.01.12 17:11| 
 |
Rispondi al commento

E perché non Re d'Italia, o Imperatore del mondo? visto che ci sei
a parte che il capo di Stato non lo eleggono i cittadini,e poi tutta la storia di ognuno vale uno, che gli eletti sono solo nostri portavoce, tutte stronzate insomma.
"..veramente rivoluzionario e democratico.
VIVA BEPPE GRILLO e tutte le persone che lo appoggiano.Per tutti gli altri si FOTTINO."
Strana idea di democrazia che hai.

Davide 31.01.12 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perchè si insiste sulla cittadinanza dei figli degli immigrati in un momento così problematico.
Quello che vorrei capire è come fanno gli immigrati a mandare al loro paese di origine tanti soldi. Come campano visto che per gli italiani è impossibile scanzare qualche risparmio dallo stipendio dovendo scegliere se pagare tutto o no? Forse questo è uno dei problemi di cui parlare!!!!!!!!!
Se vengono a lavorare qua per far girare i soldi al loro paese mi spiegate come fa a girare la nostra economia?
Siamo sicuri che tutti pagano le tasse e non lavorano in nero facendo pagare a noi i servizi di cui usufruiscono?

annita b. Commentatore certificato 31.01.12 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Io invece concordo con Beppe,dopo un certo periodo che uno straniero è in Italia se si comporta bene,è incensurato ed ha di che mantenersi si puo'anche dargli la cittadinanza dopo 5 o 6 anni a lui e i figli ma non deve essere una cosa automatica.Sono pure favorevole al permesso di soggiorno a punti,come la patente, dove a chi sgarra viene decurtato il punteggio fino all'espulsione.Bisogna essere realistici,con una disoccupazione ufficiale all'8,9%,anche se penso che quella reale sia molto ma molto superiore,con una crisi economica che fa'paura non si puo'accogliere e dare la cittadinanza a tutti quanti.

Seikan 31.01.12 16:43| 
 |
Rispondi al commento

L'intera discussione è mal posta. In Italia esiste già lo ius soli. Lo straniero nato in Italia ha il diritto di richiedere la cittadinanza, se lo vuole, e stanti certi requisiti, al 18.mo anno di età. Questo È già ius soli. Mi sembra una norma molto equilibrata, che prende in considerazione molti aspetti. Assurda la mistificazione che viene fatta della situazione attuale, come se il non avere la cittadinanza italiana comporti chissà quali terribili discriminazioni. La giurisprudenza italiana equipara in tutto lo straniero regolarmente residente e il cittadino (tanto da chiedersi a che serva la cittadinanza). Moltissimi stranieri sono cittadini UE, quindi della cittadinanza italiana non sanno che farsene. Quasi tutti i bambini extracomunitari hanno la cittadinanza dei genitori (i bambini apolidi sono pochissimi), quindi HANNO una cittadinanza. Il bambino giapponese nato in Italia è cittadino giapponese. Ho il diritto di risiedere in Italia finché vuole, stante la posizione regolare dei suoi genitori o tutori. A 18 anni, ha il diritto di diventare italiano. Perché non va bene?

Roberto Orsi 31.01.12 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Ius Soli nel mondo (in Blu) ..

http://en.wikipedia.org/wiki/File:Jus_soli_world.png

Praticamente solo nelle americhe se nasci in uno stato puoi essere cittadino di quello stato. Ho scritto "puoi" perché anche in quei paesi, per scoraggiare l'immigrazione illegale mettono delle condizioni all'acquisizione della cittadinanza

http://en.wikipedia.org/wiki/Jus_soli

E noi, vorremmo conferirla a tutti senza condizioni? Ma siamo proprio coglioni fino in fondo? Ma del resto un paese che si è tenuto berlusconi per 20 anni (e non è detto che sia finita lì) come può essere chiamato.. Cogliolandia?

Think Again 31.01.12 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

jus soli? ma come no...! così facciamo diventare l'Italia la sala parto del terzo mondo! con i conseguenti problemi socio-economici che ne derivano!

Fulvio C., Verona Commentatore certificato 31.01.12 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ha evitato di schierarsi con decisione dicendo di essere favorevole alla cittadinanza per gli immigrati senza però dire in che termini.
Ma io che vorrei votare per il M5* vorrei trovarmi in compagni di gente ragionevole. Senza preclusioni verso gli stranieri ma con quel minimo di buon senso che serve per mandare avanti un paese. Per cui sono assolutamente d'accordo con Tinti.
Se i tuoi genitori sono qui da un certo numero di anni e se sei integrato nella comunità nessun problema. Non basta nascere in italia per essere un cittadino come vorrebbero quelli di certa sinistra senza se e senza ma e soprattutto senza cervello. E il perché é evidente a tutti tranne che a loro ovviamente.
Il M5* dovrebbe essere il partito del buon senso, i massimalisti è meglio che tornito a votare per qualche buffone della sinistra extraparlamentare.

Think Again 31.01.12 16:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

Caro Bruno Tinti (e caro Beppe, che cerchi farraginosamente di risollevarti dallo scivolone del tuo commento sullo ius soli),

la delicatissima faccenda della cittadinanza forse non sarà una priorità per lei che la cittadinanza ce l'ha. Cosa penserebbe se i suoi figli non l'avessero? Penserebbe all'economia? Alla crescita?

Per sua informazione, lo ius soli è in vigore in molti paesi all'estero che sopportano pressioni migratorie ben più alte delle italiane (pensi agli Stati Uniti). Il problema dei famigerati autobus pieni di donne gravide (ma lei davvero legge troppi romanzi di fantascienza) è presto gestito: negli USA non si garantisce l'ingresso a donne incinta.

Beppe, è un peccato vederti perseverare su questo tema che, credo, non ti trova d'accordo con la maggior parte degli aderenti al Movimento 5 Stelle. Peccato, il Movimento ne pagherà le conseguenze in termini di punti percentuali.

Marco

Marco M. 31.01.12 15:50| 
 
  • Currently 2.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono pienamente d'accordo.
Vi ricordate quando Prodi andò al governo?
Invece di fare leggi urgenti per il paese e per la democrazia passammo sei mesi a disquisire sui DICO/NO DICO .
Ha ragione Grillo in questo momento vogliono buttare fumo negli occhi.

silvanal 31.01.12 15:31| 
 |
Rispondi al commento

ma questi problemi sempre e solo in VaticanItalia ce li inventiamo; all'estero se nasci su quel suolo sei riconosciuto punto. da noi sempre per la presenza della mafia, tutto diventa un affare economico

renato renga 31.01.12 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

alla fine esce il vero problema : la cittadinanza è diventato uno pseudo business e quindi è fondata sull'ingiustizia massima delle differenze di nascita (ius soli) o peggio di razza (ius sanguinis)
E' prioritario eliminare l’ingiustizia? Tinti era un magistrato come la Cancellieri e per loro non lo è, figuriamoci per tutti gli altri
In un paese senza giustizia i diritti dei migranti sono a rischio, non è una novità
Ma state certi che anche la vostra cittadinanza di nati in Italia con un pedigree di generazioni prima o poi ve la dovrete comperare e qualcuno rimarrà a secco
Se si considerano valide le discriminazioni nessuno si salva

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 31.01.12 15:14| 
 |
Rispondi al commento

parole che esprimono perfettamente il concetto, voglio vedere se pure queste poi vengono riportate distorte dalla disinformazione al servizio del potere!

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 31.01.12 15:02| 
 |
Rispondi al commento

http://iii.magarelli.net/2012/grillo-razzista-ma-i-cpt-lager-per-immigrati-li-hanno-inventati-turco-e-napolitano-del-pd/

Mak 89 Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.12 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, il tuo problema è l'ambiguità delle tue frasi. È chiaro che poi ognuno interpreta a modo suo ciò che hai scritto negli ultimi post. Secondo me dovresti fare un sondaggio sul blog o fra gli iscritti al Movimento 5***** per sapere quanti preferiscono lo ius solis o lo ius sanguinis. Dopodiché si potrebbe formulare una proposta concreta e inserirla nel programma del movimento. Giusto per mostrare a tutto il mondo che proprio su questo tema le idee del movimento sono chiare e limpide.

Carmelo Di Stefano 31.01.12 14:34| 
 |
Rispondi al commento

La cittadinanza andrebbe acquisita dimostrando di conoscere diritti e doveri di un Cittadino Italiano superando un banale (per chi ha un briciolo di sale in zucca e sa leggere e scrivere in italiano) esame di educazione civica.

I figli di stranieri nati in Italia lo potrebbero sostenere su richiesta ed eventualmente previa valutazione di alcuni requisiti (tempo trascorso in Italia, fedina penale pulita etc.).

Mentre... i figli di Italiani lo potrebbero sostenere assieme al c.d. "Esame di Stato", ex "Esame di Maturità".

Duccio Armenise, Milano Commentatore certificato 31.01.12 14:31| 
 |
Rispondi al commento

a chi facciamo paura? ma e' mai possibile che lo stesso sondaggio
fatta a distanza di 7 giorni, prima ci danno a oltre il 7% e poi
la settimana dopo a circa il 5% ?
abbiamo perso oltre 1 milione di voti in una settimana?
gatto ci cova, leggi

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ma-i-sondaggi-sono-veri-o-no.html

raf 31.01.12 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Come non essere d'accordo. Non per niente è stato un Magistrato (qui si con la M maiuscola). Una
finezza di pensiero unica. Come invidio intelligenze così. "...luoghi comuni cavalcati dalla vecchia politica che tenta di cacciare la nuova per continuare ad occupare uno spazio. Il rischio è che questi poi debbano tornare a lavorare..." . Analisi estremamente acuta, fine. Ovviamente si era capito che fosse così, ma come spiegare a tutti con le parole?

Perchè menti così non sono in Parlamento? A rappresentare l'interesse della nazione, dei cittadini?

Troppo intelligenti? O spaventano un po' troppo qualcuno?

Gian A 31.01.12 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Come non essere d'accordo. Non per niente è stato un Magistrato (q. Una finezza di pensiero unica. Come invidio intelligenze così. "...luoghi comuni cavalcati dalla vecchia politica che tenta di cacciare la nuova per continuare ad occupare uno spazio. Il rischio è che questi poi debbano tornare a lavorare..."

Gian A 31.01.12 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Ancora con questa storia?!?
NESSUNO DICO NESSUNO HAI MAI DETTO CHE AUTOMATICAMENTE TUTTI I CITTADINI NATI IN ITALIA DIVENTANO ITALIANI. C'è bisogno di un tot di anni vissuti in Italia da un genitore.
Nel link che aveva postato anche Grillo si parlava di 1 anno.
E poi Beppe tu parli di Rigor Montis e poi citi un suo ministro solo perché parla bene di te??!!
Ma ancora non si è capito:
Sei o no favorevole allo IUS SOLI?
Se il M5S è favorevole e tu no, quanto inciderà la tua opinione quando il M5S sarà in parlamento??
Cosa vuoi dimostrare pubblicando questi articoli??
Non sei tu ad essere eletto....o forse sì??

Davide 31.01.12 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo, ma nel post di Beppe si parlava di "senza senso", non di "non è una priorità"... Bisogna essere chiari e precisi quando si scrivono i post: giornali e partiti non aspettano altro per strumentalizzare le questioni!

Davide V., Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.12 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Io mi sono sempre chiesto come si conciliano l'ecologia (inquinamento, cemento 0, rinnovabili, dissesto idrogeologico) con la sovrappopolazione di un paese senza risorse e pieno di montagne e con una densità abitativa alta come il nostro.

Gennaro C., Napoli Commentatore certificato 31.01.12 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono di' accortissimo con voi , e rimango senza parole per tutte queste persone che rovinano questo paese.spero che questo popolo di mer...... Un giorno voglia cambiare veramente vai Beppe

Giuseppe sannino 31.01.12 13:45| 
 |
Rispondi al commento

finalmente è tornato il buonsenso sull'argomento...

Sembrava avessero aperto le gabbie dei matti per una settimana.

Zawardo Z. Commentatore certificato 31.01.12 13:40| 
 |
Rispondi al commento

la vecchia politica ovviamente sono i comunisti, infatti solo da questo branco di ottusi poteva nascere un'iniziativa di questo genere.

a volte (ritornano) Commentatore certificato 31.01.12 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che piacere sentire o leggere parole di qualche d'uno che usa la testa! E non vuol dire essere razzisti, per cortesia, evitiamo di dire cazzate e usiamo il buon senso

Raffaella L., Pavia Commentatore certificato 31.01.12 13:29| 
 |
Rispondi al commento

SONO TOTALMENTE D'ACCORDO.

Moreno Bettega, trento Commentatore certificato 31.01.12 13:14| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori