Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il venerdì 13 della Costa Concordia


Costa_Concordia.jpg
La Costa Concordia è affondata come una torre di Babele. Il personale di bordo era composto da diverse nazionalità, cosi come i passeggeri. Molti non si capivano tra di loro. C'è stato un assalto alle scialuppe e ai salvagenti. Per il panico molti si sono buttati in mare. Quali sono le procedure di sicurezza in questi casi?
"Nave Costa....mi auguro che non inizi il solito teatrino di ipotesi....e che la magistratura intervenga rapidamente per fare luce sull'accaduto! Mi chiedo perché hanno continuato la navigazione nonostante la nave avesse urtato gli scogli? Perchè non è stato dato l'ordine per abbandonare subito la nave?...inclinare la nave in caso di falla nello scafo è un modo per evitare il pericolo d'affondamento della stessa. Svuotando la zavorra solo da un lato si può avere un inclinazione tale da consentire di poter navigare per raggiungere il primo approdo,salvando anche il piroscafo. 4.000 persone spostate in modo e su un solo lato possono far sbandare ulteriormente la nave..ed è il caos! Può darsi che mi sbagli...ma non di tanto!" roby f., Livorno

14 Gen 2012, 17:57 | Scrivi | Commenti (179) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Il tuo commento:
"tutti fate commenti, ed e giusto che sia cosi, ma non siete attenti
osservatovi... ma avete capito che la nave non aveva un impianto di
illuminazione di emergenza??? e che a poppa della nave, e scritto panama e
non vi dice nulla.....???"

mario bat, trani Commentatore certificato 28.01.12 22:55| 
 |
Rispondi al commento

In questo paese chiamato Italia non vale la formazione e le capacità, vale solo il "come ti sai vendere".
altrimenti non saremmo mai arivati ad avere un raiting di BBB + :
con raiting BBB - L'ARGENTINA DICHIARO' IL DEFAULT E LA MONETA ARGENTINA DI ALLORA SVALUTO'IN QUINDICI GIORNI DI UN SESSANTA PER CENTO.

Rubens De S. 18.01.12 21:08| 
 |
Rispondi al commento

in questa storia emerge un dato agghiaciante,da una parte un uomo Il capitano della capitaneria di porto di Livorno,un uomo formato in accademia,preparato,competente,e sicuramente addestrato a gestire il comando e le emergenze, dall'altra un uomo che forse non ha ricevuto la stessa formazione.
sarebbe importante capire quale stato il percorso formativo che la portanto al comando di questa nave.

roby f., Livorno Commentatore certificato 18.01.12 15:44| 
 |
Rispondi al commento

schettino ha sbagliato e merita di marcire in carcere, ma come siamo rovinati in italia quando questa storia sará dimenticata lo faranno sicuramente fare di nuovo il comandante...ne conosco molte di queste vicende....

rosaria cavallaro (ipad2guida), san valentino Commentatore certificato 18.01.12 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Commentate voi:....non potevo risalire a Bordo....si era inclinata di 90° gradi la nave...probabilmente si era anticipato per organizzare un "brindisi" con i naufraghi sull'isola....!
Io non ce lo mica con lui..io sono incazzato con chi la messo lì, al comando della nave...!troppo comodo scaricarlo ora!
Inoltre è necessario aprire una riflessione importante e cioè:
1-Capire se le norme di sicurezza sulle NAVI sono sufficenti;
2-capire se devo essere aggiornate le norme sulla formazione dell'equipaggio;modalità di selezione del personale;
3-valutare se il numero dei passeggeri è compatibile con i mezzi di soccorso presenti a bordo;
3000 passeggeri sono troppi...
Più informazione ai consumatori...(questo per quanto riguarda qualsiasi viaggio all'estero),poi all'atto della prenotazione dare un cd informativo sul comportamento da tenere a bordo in caso di emergenza.
Rammento il tizio che era in vacanza in thailandia al quale dopo un incidente l'ospedale ha chiesto 10000$ dollari per operarlo...aooo...!
c'è troppa poca informazione!!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 18.01.12 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa e' certa ,la nave e' o meglio era una delle migliori al mondo sicurissima e perfetta.....ma il comandante no!
certamente il comandante Schettino era ubriaco ,se non addirittura anche sotto efetto di droghe,e' spiacevole ma non c'e' altra risposta al suo comportamento irresponsabile , prima e dopo il naufrago.Ditemi come poteva essere una nave di quelle dimensioni cosi' vicina alla costa? io addirittura col mio gozzo ligure di cinque metri sto ben attento a quella distanza dagli scogli,...ma ci rendiamo conto dove e' incagliata la nave??? e' semplicemente pazzesco quasi da non credere!

corsaro templare 18.01.12 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Schettino Francesco. Categoria: CAPITANI.
Berlusconi Silvio. Categoria: CAPINANI.
Entrambe le categorie abbandonano la nave prima che affondi.

beppe 18.01.12 00:24| 
 |
Rispondi al commento

E’ evidente la Negligenza del comandante , indipendentemente dall’errore umano ,nell’assolvere i propri doveri del comando di una nave che non sono certo solo il mantenere una rotta .
Ma gli altri ufficiali , che nel caso di abbandono della nave da parte del comandante dovrebbero assumere
il comando , dove erano?
Possiamo capire che un essere umano possa avere attacchi di panico, paura di morire e codardia , ma tutto il resto dello staff del comando degli ufficiali ?
Il comando di una nave è gestita con gerarghia militare e il compito degli altri ufficiali e proprio di evitare che un comune essere umano , che potrebbe essere un negligente codardo , abbandonando di fatto il comando renda tutta la procedura di evacuazione e di emergenza più difficile .
E' possibile che Nessuno di loro ha preso il comando per gestire l’evacuazione della Nave ?
o forse erano tutti insieme nella loro scialuppa di salvataggio abbandonando donne e bambini ?
Credo che la "Codardia" ha contaggiato tutto il gruppo di ufficiali di questa Nave !!

Pietro Canella 17.01.12 22:13| 
 |
Rispondi al commento

"questa nave ogni volta usciva dalla rotta e si avvicinava all'isola,il
sindaco del Giglio inviò una lettera per ringraziare la compagnia e tutti
scattavano foto,la compagnia perchè non ha fermato questa pratica
rischiosa?Poi ha affidato la sua nave ad un'incapace ed anche vigliacco e
adesso che hanno combinato tutti il casino assieme al capitano gli puntano
il dito contro avendo scoperto in lui un coglionazzo che per mettere la
ciliegina sulla torta ha abbandonato la sua nave ed il suo equipaggio,per
non parlare dei passeggeri,gli unici innocenti e purtroppo vittime.
"

Nedo Carli, Piombino Commentatore certificato 17.01.12 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Ero piccolo e giocavo a pallone nella squadretta di quartiere,una domenica mattina in panchina udì una conversazione tra l’allenatore e un padre.In poche parole si elogiava un giovane,da noi tutti soprannominato “piedi a roncola”,perché furbescamente,spingendo,strattonando o lasciandosi cadere in area di rigore risultava sempre a detta loro “positivamente determinante”per la squadra.
NON VINCEMMO MAI NIENTE.
E’ così che funziona da noi in ogni settore il talento quello vero passa sempre inosservato e il furbo viene premiato.Peccato un Messi noi non lo faremo mai giocare e siamo costretti anche per questo a subire le tremende conseguenze che questo ordine di cose comporta.
Non ci resta che sperare di pescare un jolly esistenziale,un po come accadde a Zola che fù fatto Baronetto,
BEATO LUI.

stefano manca 17.01.12 13:42| 
 |
Rispondi al commento

a prescindere da quello che stabilirà la magistratura, è emblematico che gli ufficiali responsabili della nave, che avrebbero dovuto essere i garanti dell'incolumità delle persone imbarcate, non siano stati in grado di assolvere il loro compito. forse in italia non siamo veramente in grado di scegliere le persone a cui affidare il timone di una nave.

roland 17.01.12 08:39| 
 |
Rispondi al commento

se fossimo un popolo coerente, il capitano della nave sarà in televisione tre volte a settimana, in prima serata, a disquisire su traffico marittimo e indicare i problemi da risolvere della nautica italiana; sui giornali con le interviste ci informerebbe sul suo diario di viaggio, e su merdaset andrebbe in onda una serie di puntate in cui insegna a veleggiare ai montanari !!!!....ma poichè non siamo coerenti, a questo lo sbattiamo in galera e i responsabili dell'affondamento del paese ce li vediamo in tv !!!!!!!!

tina ghigliot 16.01.12 18:04| 
 |
Rispondi al commento

PER QUESTO INCIDENTE DELLA COSTA,CI SONO TROPPE COINCIDENZE,TROPPE COSE CHE NON TORNANO,CI SONO ALCUNE VOCI QUALI DICONO ALL INCIDENTE VOLUTO E DI SEGNALE CONTRO L ITALIA,UN COMPLOTTO FATTO AD HOC CONTRO IL NOSTRO PAESE....BASTA CLICCARE SU GOOGLE "COMPLOTTO COSTA CONCORDIA" SECONDO ALCUNI POTREBBE ESSERE UN ALTRA USTICA.

albert einstein 16.01.12 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Ultimi sondaggi politici , la novità è il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

Tutti i nomi degli oltre 1000 iscritti alla loggia segreta P2
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/tutti-i-nomi-della-loggia-p2.html

La statua più bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 16.01.12 13:52| 
 |
Rispondi al commento

IL SOCIAL TREND....come al solito c'è chi si lamenta accusando di giustizialismo chiunque esprima un commento o opinione!.
A sostegno delle loro tesi,invocano sempre la necessità di attendere la chiusura delle indigini, per esprimere giudizi o opinioni!
Il buon Beppe & SONS, mette sempre in EVDIENZA "COMMENTI"..nel senso che ciascuno può commentare la notizia...come meglio crede,apportando alla discussione,eventuali contributi informativi.
Talvota i commenti possono piacere o non piacere,ma sono opinioni e penso che comunque devono essere rispettate.
Poi per "docenza" io penso che tutti i grilloboys, siano disposti a fare un passo indietro!.
Questo blog non si vuol sostituire alla magistratura ne agli esperti del settore marittimo...però non ci devono essere nemmeno persone che liquidano in due battute le n/s opinioni o commenti..probabilmente hanno sbagliato blog!

roby f., Livorno Commentatore certificato 16.01.12 08:40| 
 |
Rispondi al commento

COME SEMPRE , QUANDO IN ITALIA LE ISTITUZIONI, IL CITTADINO E SOPRATTUTTO CHI HA IL COMPITO DI RISPETTARE E FAR RISPETTARE LE REGOLE SI SVEGLIERA' SARA' SEMPRE TROPPO TARDI, E I POVERACCI CREDULONI E ONESTI PAGHERANNO IN TUTTI I MODI POSSIBILI.

alfred 16.01.12 08:20| 
 |
Rispondi al commento

Il semiaffondamento della Concordia è, dal punto di vista simbolico, il fallimento della globalizzazione o, se vogliamo, dell'Unione Europea.
Una nave, piena di cittadini di varia nazionalità guidata da nullità o, se vogliamo, da caricature di comandanti che, per narcisismo, staccano i computer di bordo per avvicinarsi, con quello che considerano il loro giocattolo di lusso, il più possibile alla costa (sic!)

M. Mazzini 16.01.12 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato in luna di miele sulla Costa Pacifica, (nave gemella). Siamo partiti da civitavecchia e non subito hanno fatto le prove d'allarme. Non ricordo esattamente quanti giorni dopo, forse due, ma ricordo che durante le prove c'era un menefreghismo spettacolare da parte dei passeggeri (chi in piscina, chi al bar, chi a prendere il sole) e ho visto qualcuno dello staff che girava con il salvagente.
Io dissi a mia moglie:"Questa nave e' supertecnologica, non si affonda e pure se dovesse andare male qualcosa, ci sono 1000 persone d'equipaggio, che sapranno cosa fare!" Vedendo quello che e' successo, mi sono dovuto ricredere. Comandante, ufficiale o scoglio di Atlantide, mi dispiace molto per tutti quelli che hanno dovuto vivere un esperienza cosi'.
Spero che le cose inizino a cambiare per molte compagnie, per le navi che fanno tragitti giornalieri tra penisola e isole e non solo.
Il menefreghismo fa male alla salute!

Edmondo 16.01.12 04:18| 
 |
Rispondi al commento

La Costa Crociere ha quindi affidato la propria ammiraglia a un cafone, così come gli italiani hanno affidato l'Italia a un altro cafone: il primo ha portato la nave contro gli scogli, il secondo ha portato l'Italia alla bancarotta.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.12 02:49| 
 |
Rispondi al commento

Metà luglio 2011. Ritorno da Palermo a Civitavecchia. In cabina, nell' armadio, non c' erano giubbotti di salvataggio. Noi eravamo due adulti con bambino.Per i bambini non sono neanche previsti. In vista del porto, Civitavecchia, la gente scende sul ponte ed entra nelle automobili senza aspettare che ci fosse l' attracco della motonave. Questo è proibito ma non c' era nessuno dell'equipaggio che intervenisse ad impedire la discesa delle persone e chiudesse l' accesso alle porte che portavano sul ponte. Ciò è successo solo dopo che almeno 300 persone avevano occupato il ponte durante le manovre. Compagnia Grandi Navi.
Maurizio Fontana. Cervia.

maurizio fontana 16.01.12 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Quando prendi un aereo (200-400 persone), in cabina di pilotaggio ci sono 2 o 4 piloti responsabili (corto-raggio o lungo-raggio).
Quando guidi un motoscafo per fare sci nautico, sul motoscafo occorre essere in 2.
Quando un camionista, che deve andare da Milano a Roma, esce di 100 metri dall'autostrada, scatta un allarme nella centrale operativa (che controlla il percorso via GPS), ed il guidatore viene subito chiamato; se la spiegazione non è plausibile, da remoto, è possibile spegnere il motore del camion.

Ora, con 4000 persone (e 800.000 euro di nave), è possibile che la legge, l'armatore, o chicchessia, affidino il tutto ad un unica persona ?

Siamo davvero in queste mani ?

MARIA PERRONI 15.01.12 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono stata in crociera sulla Concordia qualche anno fa...Sono ritornata a casa con un senso di angoscia addosso, inspiegabile per me che amo viaggiare. Constatavo la disorganizzazione, il menefreghismo del Comandante per nulla presente...la chiusura dell'equipaggio per nulla competente e quasi completamente eteroctono che sembrava tenuto in condizioni di servilismo...Sentivo un'energia negativa all' interno di essa tanto che giunsi a dare la colpa ai colori interni molto scuri ... Una esperienza triste per me , ma non sapevo che persino la bottiglia di champagne al varo della nave rifiuto' di sprigionare il suo "frizzante".

rosanna cirasino 15.01.12 23:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggete cosa riporta la pagina di facebook ci sono dichiarazioni esattamente contrarie a quello che scrivono i giornali

https://www.facebook.com/pages/A-sostegno-di-Francesco-Schettino-comte-Costa-Concordia/197470450349322?sk=wall

Massimo Barone 15.01.12 23:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BENE -

ABBIAMO FATTO LA NOSTRA FIGURA MONDIALE DI M....

NON AVEVA IL CORNETTO NAPOLETANO IL PATACCA...

ALIAS MR BALLA....

TARALLUCCI E VINO E NON E' FINITA....

DOMANI CI AFFONDANO DEL TUTTO....

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 15.01.12 22:57| 
 |
Rispondi al commento

la "concordia" è affondata come la "provvidenza" dei Malavoglia.

Davide B., Reggio Emilia Commentatore certificato 15.01.12 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno mi sa spiegare perchè se la rotta della Concordia era sud-nord, la prua della nave adesso è orientata a sud?

Maurizio Bertuzzi 15.01.12 21:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Un naufragio, e subito i giornalisti scrivono "la nave della morte". Un incidente stradale, e subito i giornalisti scrivono "la strada della morte".
Un omicidio in uno stabile qualsiasi, e subito i giornalisti scrivono "la casa della morte". Come fanno i giornalisti ad essere così stupidi?"

Gigio il Pendolare 15.01.12 21:16| 
 |
Rispondi al commento

I soliti pizza e mandolini, ubriaconi, ramolliti festaioli, codardi, mammoni (dicono che s'avvicinano per salutare "mammà" e "a madonna".
Pizza und mandolinen

antonio nero 15.01.12 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Sembra che la rotta sottocosta fosse un'usanza dei comandanti per compiacere il sindaco dell'isola. Stavolta qualcosa è andato storto. Il comandante urta uno scoglio, sottovaluta il danno per decine di importanti minuti, magari cerca di procedere come se nulla fosse accaduto e poi, accortosi dell'irreparabile se la dà a gambe senza preoccuparsi di lasciare da ultimo la nave, come l'etica e la legge impongono. Mi è sembrato di rivedere quell'automobilista che in manovra urta un'auto parcheggiata e se ne và facendo finta di niente, con la speranza che nessuno abbia visto. Il comportamento istintivo è quello dell'uomo comune che non affronta le proprie responsabilità, solo che questa volta il danno non è un'ammaccatura ma la vita di decine di persone.

davide s., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Di tutto ciò che è successo , ovviamente di una gravità inaudita determinata, sembra, dalla assoluta idiozia del comandante della nave : Un forsennato oltre che incapace, anche un emerito vigliacco senza onore, che abbandona la nave prima che siano sbarcati o comunque salvati i passeggeri e l'equipaggio !! Si vergogni anche la Società Costa per avere tra il suo personale simili imbecilli ( presumo profumatamente pagati !) ai quali vengono affidate migliaia di vite umane ! Nella tragedia, fortunatamente il mare era calmo, altrimenti sarebbe stata una ectombe ! Veramente una vergogna per la marineria italiana !

Marco P., Napoli Commentatore certificato 15.01.12 21:01| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe

Quante parole, quante chiacchere.Il problema è l'uomo.La corruzione dilaga,il sacrificio sconosciuto,solo ricchezza e benessere.Se non cambia il nostro stile di vita,se non ci convertiamo saremo destinati alla morte.

saluti
Roberto

roberto lombardo, firenze Commentatore certificato 15.01.12 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Sapete qual'è il problema?
Che se si filmasse di nascosto quello che succede:
nelle scuole
nelle fabbriche
negli ospedali
nei cantieri
negli aerei
nelle caserme

Lo schifo sarebbe sempre lo stesso, inesorabilmente.

Il problema è che l'italia non esiste, non è un paese, non è uno stato e figuriamoci se può essere una nazione.
E' un unico ininterrotto vomito a forma di stivale, uno stivale che si prende continuamente a calci in culo da solo, fino a che non sarà davvero finita e, scusate il disfattismo e la depressione, per me sarebbe un sollievo...

Lupa Beatrice 15.01.12 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Ogni estate andavamo al paese di una mia zia, sulla costiera amalfitana, di luglio, per un mese.
A 10 anni, fra i miei amici c'era anche uno, figlio di un finanziere, Tonino. Tonino aveva una Lanzetella. Ci paceva, andare alle spiaggette vicine, a cui si poteva arrivare solo con la barca: alla "collata" a fare il bagno. Al "lanno" anche, ma al "lanno" ci si poteva anche andare a piedi, ma comunque era una bella camminatella. La "lanzetella" di Tonino carica di noi ragazzini. Il bordo a dieci centrimeti dal mare. Se qualcuno si fosse mosso, avremmo imbarcata acqua. Ma si andava costa-costa. Specialmente al ritorno dalla "collata" bisognava stare attenti, altrimenti, al "capo di buona speranza", prima di entrare nel porticciolo del paese, che non era un porticciolo, perchè privo di ogni attrezzatura portuale, arrivati a quegli scogli del soprannominato capo, c'era la possibilità che un colpo di vento ci avrebbe potuto far "naufragare" a tre metri da riava, sugli scogli. Tutto questo per dire che è bello costeggiare. Forse il Comandante ha voluto essere troppo "audace", dare una sensazione forte. Ha sbagliato, a preso gli scogli, ma comunque ha portato la nave vicino terra. Se sai nuotare, 10 metri li fai a nuoto... Una nave grande e grossa come quella si vede... si vede quello che succede... Un grido è un immediato SOS... e penso che le grida saranno state più di uno.

HappyFuture 15.01.12 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Adesso che i buoi son scappati..... Ma dai quella nave sarà passata rasente il giglio migliaia di volte e nessuno ha mai detto niente. È successo stop ora tocca alla magistratura far luce. Togliamo questo post e parliamo di altre cose!

Charles foster kane 15.01.12 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

the most beautiful statue in the world!
http://willseek.blogspot.com/2012/01/most-beautiful-statue-in-world.html

Do we believe in reincarnation?
http://willseek.blogspot.com/2012/01/do-we-believe-in-reincarnation.html

Are you likely to suffer the post-partum depression?
http://willseek.blogspot.com/2012/01/are-you-likely-to-suffer-post-partum.html

C-SECTION FACTS
http://willseek.blogspot.com/2012/01/c-section-all-you-need-to-know.html

What does your baby dream about?
http://willseek.blogspot.com/2012/01/what-does-your-baby-dream-about.html

Who sees your Facebook profile?
http://willseek.blogspot.com/2012/01/who-sees-your-facebook-profile.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 15.01.12 20:09| 
 |
Rispondi al commento

SPAGNA
ITALIA
GERMANIA
FRANCIA
PORTOGALLO
IRLANDA
GRAN BRETAGNA
OLANDA
SVEZIA
AUSTRIA
POLONIA
BELGIO

Sono i nomi dei ponti della Concordia
L'analogia con il crollo dell'Europa è incredibile !

Ernesto F. 15.01.12 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito su SKY il ministro dell'ambiente, Clini, dire che queste navi sono degli immensi condominii ambulanti privi di elementari mezzi di sicurezza come il doppio scafo.
Come cazzo si fa a permettere a queste carrette di portare a spasso milini di persone mettendo in pericolo le loro vite e quelle dell' ecosistema marino ?????

RICCARDO M., VIAREGGIO Commentatore certificato 15.01.12 19:36| 
 |
Rispondi al commento

‎...pare che navigare nelle acque livornesi sia proprio pericoloso...

http://www.ansa.it/web/notizie/collection/rubriche_cronaca/04/06/visualizza_new.html_1526554828.html

di primo acchitto tutti hanno ricordato il centenario del naufragio del titanic, ma nessuno ha ricordato il ventennale del moby prince: ci dovrebbe interessare di più... o no?

Gabriele Alfano Commentatore certificato 15.01.12 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Ci stiamo comportando come quell'Italia che non ci piace e che vorremmo cambiare. I processi vanno fatti nei tribunali aspettando che persone competenti studino l'accaduto.

Offendere in modo gratuito ed elevarsi a giudici (tra l'altro noto che siamo diventati tutti ammiragli o comandanti) non fa onore all'Italia che vogliamo costruire, ed è offensivo verso tutti coloro che hanno perso la vita o che hanno avuto paura di non tornare più a casa.

michelangelo gioia 15.01.12 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Sia ben chiaro,lungi da me da elevarmi al rango d'ammiraglio..tuttavia qualche volta l'intuito può indurre a pensare che qualcosa di strano sia accaduto.
Poi se qualcuno vuol girare intorno al problema ci giri pure,ma c'è chi non crede ai ciuchi che volano e allora ragiona con la propria testa!.
Per carità c'è anche chi da la colpa allo "scoglio"..tant'è presenziera come testimone e "parte offesa" reo per il comandate di trovarsi lì...da parte sua lo "scoglio" dirà che li c'è sempre stato e che era fermo!.
Mi piace poi l'idea di passare e con un colpo di clacson salutare l'isolani...come quando uno con la sua spider passa davanti al bar e saluta gli amici...pepèperepè!!..mah...!

roby f., Livorno Commentatore certificato 15.01.12 19:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La colpa è della bottiglia di champagne che al varo non ha voluto rompersi

Geps S. Commentatore certificato 15.01.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia significativa la dichiarazione del comandante che suona come una sorta di giustificazione: "Ho impostato la rotta al computer per avvicinarla al Giglio. Volevo che l'isola fosse ammirata dai turisti. Non mi sono accorto che sulla carta nautica c'erano scogli." Temo che affidarsi troppo all'automazione nella navigazione marittima sia rischioso, soprattutto quando si decide di avvicinarsi alla costa con un bestione del genere. Magari se avesse impostato lui stesso la rotta usando compasso, matita e carta nautica cartacea (non elettronica) gli scogli li avrebbe notati. Inoltre stipare migliaia di passeggeri su una nave rende inevitabilmente più complicate le operazioni di salvataggio nel caso qualcosa andasse storto, ma la corsa al gigantismo delle navi da crociera per offrire prezzi contenuti é ormai un fenomeno consolidato che non si ridimensionerà.

Andrea N. 15.01.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Un sindaco di un paese dell'isola del giglio non può rallegrarsi e plaudire alla costa crociere perchè una nave passa vicina all'isola e saluta! Siamo fuori dal mondo! La Irene Pivetti (donna poco intelligente) su rai 1 non ritiene il sindaco condannabile. Il sindaco è responsabile e connivente di una operazione a dir poco criminale! La Pivetti è meglio che vada a pescare invece di dire stronzate e la sua storia dimostra che tipo di donna sia!!! Il capitano della nave deve essere condannato all'ergastolo visto che purtroppo in questo paese non c'e' la pena di morte.

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 15.01.12 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma è mai possibile che con tutta la tecnologia che c'è ora, non si dispone a navi del genere un sonar per scandagliare il fondo e una guida da pilota automatica?
c'è un problema? la soluzione o più di una è quella più razionale e semplice.

paolo c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 17:43| 
 |
Rispondi al commento

A dire la verita' sono molto sconsolato, intorno a me vedo solo menefreghismo, ingnoranza e gente che guarda al momento senza pensare ad un futuro..Piu' penso alla situazione in cui mi trovo e piu non vedo la luce, quella che nei film e nei racconti e' tanto narrata..Alcuni mi dicono si ma sei giovane, fai come gli altri, fregatene, quando avrai imparato a farlo avrai vinto, ma io niente, e' piu forte di me..Piu mi guardo intorno e' piu mi sembra di essere in un incubo, gente che pensa solo all' arrivo delle ferie e dei week end, ma che magari ha contratti a termine, genitori o parenti in cassa integrazione o che semplicemente se gli chiedi che futuro avra' non dara' risposte certe, l' importante e' che si riesca a trovare un partner per la serata, ad essere alla moda e andare a ballare, insomma ragazzi che pensano solo all' apparire, il modello della televisione moderna, ma rispecchiano veramente il modo migliore di vivere? Ecco questa e' la mia domanda, sono io strano o sono gli altri a comportarsi in un modo che e' auto distruttivo per questo pianeta?
Credo che la colpa principale sia dei media, a forza di speciali su avetrana o cogne, e altri programmi, la condanna senza se e senza ma di fatti di cronaca ha addormentanto le menti di milioni di italiani, per guardare i telegiornali non serve il ragionamento, il regime da tutte le risposte, bisogna ascoltare e prendere per vero tutte le notizie.La televione e' uno degli strumenti maggiormente efficaci per il controllo del proprio popolo per i sovrani, fa accettare sospensioni di democrazia, leggi contro il popolo e chi piu ne ha piu ne metta, con la scusa del bene comune o semplicemente censura le notizie scomode..Credo che in questo periodo non ci sia schiavo piu grande di chi pensa di essere libero..

stefano coronas (), bologna Commentatore certificato 15.01.12 17:10| 
 |
Rispondi al commento

In Italia a molti con responsabilità di comando bisognerebbe non solo non dargli qualcosa da comanare ma mandarli a piedi, cosi' aumenterebbe la sicure zza di tutti.
Questo vale per tutto il territorio dell' Ita-glia COMPOSTA DA ITAGLIOTI

ubert 15.01.12 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Rettifico L'anno,scorso (Agosto 2010) Franco

Franco Restuccia 15.01.12 15:35| 
 |
Rispondi al commento

‎"Quando ho letto che una nave stava affondando, ho pensato alla Moby Prince. quando ho visto le foto dei bambini, naufragati con il ciuccio in bocca, così uguali a mio figlio, mi si è stretto lo stomaco pensando al terrore dei loro genitori. quando un amico mi ha fatto notare che nel 2011 ci sono stati 86 naufragi, nel nostro bel Mediterraneo, con 2.551 morti, ho pensato al giorno in cui riusciremo... a considerare i figli degli altri come fossero nostri figli. a sentire le storie degli altri come fossero le nostre storie. quel giorno soffriremo per le vittime della Costa come per le vittime delle carrette del mare. soffriremo per le stragi in Norvegia come per le stragi in Afghanistan. quello sarà il giorno in cui capiremo che dobbiamo smettere di fare la guerra." (C.Strada)

Egahim M. Commentatore certificato 15.01.12 15:21| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentile sig Grillo

Mi permetta di dire una cosa sulla tragedia della Costa Concordia.
L'anno scorso ad Agosto c'ero anch'io su quella nave 7 giorni di mediterraneo, partiti da Napoli,ore 18,30 verso Palermo, passiamo in rallentata all'imbrunire davanti alla costa Amalfitana (1000/1500 METRI forse meno) chi fotografano da terra, veramente molto bello senonchè, La nave comincia a suonare la tromba di saluto, ripetutamente (non vi dico la potenza che aveva)con insistenza, con fastidio e per mezz'ora. Mi viene voglia di reclamare! C'é anche un'altra grande nave che ci segue appaiata per tutta la crociera (si va in coppia) e la MSC FANTASIA anche lei gigantesca colossale, non suonava nonostante fosse NAPOLETANA.
Il capitano anche quella volta era Schettino.
Saputo dell'accaduto mi vengono i brividi e mi ricordo come quella volta 5 0 6 anni fa ero a Pace (nord di Messina)alla festa della Madonna della Rotta, ho visto I TRAGHETTI DELLA BLUVIA(FS) deviavano dalla normale rotta da villa S.Giovanni-Messina per allungarsi di qualche km fino alla rada di Pace sfiorando quasi i massi davanti alla chiesa CON UNA VIRATA CHE SBANDAVA VISTOSAMENTE LA NAVE per suonare ripetutamente le tromba in saluto alla festa, e io a pensare MA...CHE CAZZO FANNO QUESTI BASTARDI? QUESTI FIGLI DI PUTTANA!!! GIOCANO? ho bestemmiato indicando ai miei familiari guardate quanto passano vicino sti criminali.La devozione, i saluti mi possono stare bene quando possibile l'imbecillità la spavalderia criminale NO. Quanti c'e nè di questi SENZA CERVELLO in posti di responsabilità che combinano danni? tantissimi!!
MI permetta, NO amnistie, DISonorevoli Leghisti INFAMI avete LADRATO il NORD peggio degli altri.
(spiace per le parole ma sono necessarie)
Franco

Franco Restuccia 15.01.12 15:10| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

DECRIPTATA DALLA SCATOLA NERA L'ULTIMA CONVERSAZIONE DEL CAPITANO CON IL SUO ASSISTENTE PRIMA DEL DISASTRO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Assistente: Capitano ma cosa vuole fare ?

Capitano: Magg fatt rui bicchier e vin e mo c'agga fa verè io comme si derapa cu na nave !

Assistente: Capitano ma... derapare con una nave non è sicuro. Manca il grip adatto!

Capitano: Stai silenzio!Tir'a frizione! Accelleraaaaa! Molla o fren !

BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOM

Assistente: ma ma ma ma aaaaaaa

Capitano: Fuimm fuimm. Amm fatt o pizzott !

IL Squalo 15.01.12 15:09| 
 |
Rispondi al commento

IL CAPITANO SPACCONE CHE NON CONOSCE LA SICUREZZA

Il PROCURATORE DI GROSSETO IERI SERA VERSO LE 22 HA DETTO IN TV CHE IL CAPITANO DELLA COSTA CONCORDIA E' PASSATO VICINO ALL'ISOLA DEL GIGLIO PER UNA "BRAVATA", PER SALUTARE DAL MARE PARENTI E AMICI E CHE QUESTA "PRASSI" ERA CONSOLIDATA.POI HA ACCUSATO IL CAPITANO DI AVER ABBONDONATO LA NAVE PER PRIMO E HA RIBADITO CHE IL CAPITANO AVEVA L'OBBLIGO DI PASSARE A 5 MIGLIA PER EVIDENTI MOTIVI DI SICUREZZA.IN ITALIA IL CONCETTO DI SICUREZZA E' PRESSOCHE' SCONOSCIUTO IN QUASI TUTTE LE PERSONE ANCHE DI ALTA RESPONSABILITA'.IN ITALIA, IN QUALSIASI POSTO DI LAVORO LA SICUREZZA E'UN "OPTIONAL",COSI'SULLE STRADE,NELLE CASE,SULLE NAVI PARLARE DI SICUREZZA E' COME PARLARE DEL SESSO DEGLI ANGELI.
MOLTI INCIDENTI STRADALI E NEI POSTI DI LAVORO SAREBBERO FACILMENTE EVITABILI SE LA GENTE FOSSE ISTRUITA E COSCIENTE DI CIO' CHE FA.
E' DIFFICILE EDUCARE UN POPOLO DI SCIMMIE CHE SA SOLO URLARE, DIMENARSI E PROTESTARE E NON VA NULLA PER MIGLIORARSI!
IL PERSONALE DELLA NAVE NON PARLAVA ITALIANO PERCHE' NON E' OBBLIGATORIO,PER CHI VIENE IN ITALIA,PARLARE ITALIANO,COME INVECE SUCCEDE NEL NORD-EUROPA. COSI' GLI STRANIERI CHE VENGONO IN ITALIA, NON PARLANO LA NS. LINGUA E NEMMENO CAPISCONO LE REGOLE DI SICUREZZA, QUALORA FOSSERO SCRITTE.

dina barboni 15.01.12 14:42| 
 |
Rispondi al commento

a quando i controlli sulle vecchie carrette, a volte di seconda mano e con 20 anni di navigazione, che ci portano da un lato all' altro del tirreno ?

m t 15.01.12 14:39| 
 |
Rispondi al commento

L'unico-vero-peccato è la stupidità(O.Wilde)
>
> Ho atteso,da ex navigante,ore ed ore per capire la dinamica.Non capivo
> perchè lo squarcio fosse a sinistra e la nave coricata a
> destra.Oggi,leggendo,finalmente la dinamica è chiara.Grazie alla stupidità
> di un comandante, la nave navigava troppo vicina a costa "per una visione
> turistica"(?)dell'isola del Giglio.(Lo sanno tutti i naviganti che il
> pericolo più grande è la vicinanza della costa).Di fatto è finita su uno
> scoglio.Lo sanno anche i bambini che l'ecoscandaglio ti dice solo quando
> ci sei sopra.Lo sanno anche gli idioti che il GPS può sbagliare.Poi il
> cambio di rotta,per "salvare il salvabile",sperando di arenarsi per non
> affondare...Gli stessi Gigliesi(che conoscono il proprio mare e i
> fondali)preoccupati dalla posizione della Concordia,l'altra sera.Pace alle
> vittime e ai traumatizzati,auguro la galera per un uomo stupido,un
> comandante da "isola dei famosi",che ha voluto fare il fenomeno,non ultimo
> per aver abbandonato la nave mentre erano ancora in atto i
> soccorsi.Vergogna.
> Questa è strage,voluta e annunciata.Dal pressapochismo e mancanza di
> professionalità.
>
> Mario

Mario Bianchedi 15.01.12 14:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Chiaramente non è colpa di nessuno come sempre. Uno scoglio passava di lì e che ci puoi fare.
Sicuramente non è colpa mia. Mai fatto crociere e nessuna crociera o viaggio in programma in futuro. Tutti a fare il giretto in nave o chissà dove per poi ritornare nelle propie case. State a casa e costruitevi una vita migliore. Quando starete meglio non sentirete più la necessità di compiere viaggi qua e la.

Noè SulVortice Commentatore certificato 15.01.12 13:54| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più disgustosa in assoluto, a mio parere, sono i media che girano intorno alla vera problematica parlando di cifre inattendibili e particolari tecnici improvvisati su un molo con la giacchetta invernale, mentre all'interno della nave deve essere pieno di cadaveri galleggianti. Bisognerebbe intervistare i sommozzatori mettendoli alle strette in maniera che non riesca l'intento di chi ce li ha inviati dicendogli: "Non parlare con nessuno di quello che vedrai all'interno dello scafo".
Chi sono i maggiori azionisti della casta crociere?

oibò 15.01.12 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Beh gente se il comandante lo scelgono perchè viene bene su Facebook anzichè per le sue capacità marittime, poi non ci meravigliamo se capitano incidenti del genere!!!! Ma pure lui è in buona compagnia che dire del sindaco del Giglio che quest' estate ringraziava Costa Crociere per le navi che passavano sempre più vicine alla costa, e gli alti dirigenti della società che rispondono non c'è problema passeremo sempre più vicini!! Queste cose succedono perchè nella società di oggi anzichè il merito viene premiata la ciarlataneria !!!

Gesualdo Antani 15.01.12 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Questo incidente Costa, poteva tramutarsi in una tragedia molto ben più ampia se fossero stati in mare aperto, la cosa su cui tutti dovremo riflettere è il fatto di che c... di gente siamo noi italiani, subito tutti al grido del "si salvi chi puo'", tutti a sparare sentenze "avrebbe dovuto fare cosi, questo e quell'altro", tutti maestri, tutti marinai di lungo corso,TUTTI subito pronti a rilasciare interviste e sentenze....ammazza manco si riprendono dall shock che sono già tutti al TG5 a dire la loro, sempre pronti a puntare il dito ancora prima di conoscere la verità.
La parte agghiacciante è semplicemente il fatto che ancora una volta abiamo dimostrato al mondo intero di essere proprio dei c..... !!!! complimenti e ..... VIVA L'ITALIA!!!

Exes Milano 15.01.12 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma non eri contro il "solito teatrino delle ipotesi" ??!!...mah

william v., rovereto (TN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 13:36| 
 |
Rispondi al commento

4000 persone pesano niente su una nave del genere OVVIAMENTE... altrimenti la nave si muoverebbe ogni volta che si spostano a guardare un delfino. 4000 persone a 80 chili di media sono 320 tonnellate , ok ? La nave Concordia pesa 112MILA tonnellate, piu' le 2300 di carburante.

la cosa asssurdaè che per portare a spasso 320 tonnellate di uomini servano 2300 tonnellate di carburante, è un assurdo, è uno spreco allucinante.

ma era solo o per chiarire i dettagli di chi si fa esperto di navi ;)
Se si spostano sul ponte in 4000 è come se sposti il portafoglio da destra a sinistra, non cadi mica per terra, o sbandi, e' un peso minimo, ovviamente ...

Luca S., Toscana Commentatore certificato 15.01.12 13:28| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo il mio piccolo punto di vista questo post te lo potevi risparmiare Beppe.
Non che voglia criticare personalmente Roby f ma che qualsiasi marinaio di acqua dolce si erga al ruolo di capitan Nemo della situazione......beh stiamo tutti freschi.
Sopratutto leggendo altri commenti che sparano a zero sulla Costa......spero almeno abbiano qualche elemento in mano per simili affermazioni.....

il becchino 15.01.12 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho lavorato in costa crociere, per un breve periodo fortunatamente. ci ho messo 12 giorni a capire che dovevo scapparmene da quella nave! la sicurezza è ridotta al minimo indispensabile, e tutto l'equipaggio è responsabile di un'intera nave in caso di emergenza; peccato che il personale viene formato sommariamente e, come detto più sotto, imbarcato con passaporto e non con libretto marinaio!
una settimana sola di BST secondo loro basta a formare una persona mai stata in una nave (il mio caso, io non ero MAI stato su una nave prima di quel momento, nemmeno come passeggero) ad affrontare un'emergenza. ricordo che tra i miei compagni di corso alcuni sono andati nel panico solo per dover affrontare una situazione simulata di una camera piena di fumo; altri sono andati nel panico assoluto per doversi tuffare in una piscina dall'altezza di un metro per poi salire su un gommone.. e tutte queste persone hanno tranquillamente superato il corso e in parte lavorano su navi costa!

una piccola nota poi voglio farla sulle condizioni disumane dei lavoratori, soprattutto gli asiatici! gente che lavora per 14-16 ore al giorno per 400 dollari al mese! nelle stive gente che non vede la luce del sole per mesi.. l'impressione che ho avuto io è che in una nave da crociera ci sia solo sfruttamento della schiavitù! il tutto per concedere un po' di lusso a chi il lusso non può concederselo durante il resto dell'anno...

tanti saluti da chi costa crociere l'ha mandata affanc**o!!

Alessio Mercurio 15.01.12 12:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ultima crociera l'ho fatta nel 2009 proprio sulla Concordia. La qualità del servizio offerto era ormai pessima, si mangiava da cani, le posate erano sempre sporche e il personale non parlava una parola d'italiano. In ogni crociera che ho fatto ho sempre avuto la sensazione che l'equipaggio tendesse a sminuire i problemi, una volta si è scatenata un'epidemia di influenza intestinale a bordo e nessuno ha detto un parola, nonostante centinaia di persone continuassero ad andare nell'ambulatorio di bordo, pagando parecchi euro per una semplice pastiglia. Facevano gli annunci dall'altoparlante e si sentiva in sottofondo gente che rideva. Avevano un prodotto che bene o male si era salvato dalla crisi e l'hanno rovinato con questa tragedia, perchè comunque io sono convintissimo che questo si tratti di un errore umano. Ora stanno venendo alla luce tutti i comportamenti vergognosi di chi aveva la responsabilità della sicurezza di ogni persona a bordo e la continua tendenza ad insabbiare e sminuire ogni problema. L'equipaggio prima ha pensato a se stesso e poi alle altre 4000 persone, operai e macchinisti della nave inclusi.

Ivan Galvani 15.01.12 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti, da ex.lavoratore Costa posso appoggiare in pieno le parole di Pasquale Caterisano, ricordando, senza rimprovero, che tutto il personale di bordo è una grande famiglia, le barriere etniche ci sono certo, ma se sai vivere a bordo un esperienza di lavoro come quella di crew o staff member di una nave di quella stazza, la tua vita cambierà. Si è uniti, ma purtroppo il panico non è di aiuto in certe situazioni.
E' importante sottolineare che l'equipaggio cambia in continuazione, la durata di un contratto per un europeo è di 5mesi non-stop mentre per un extra-europeo di 8mesi non-stop. Al termine di questo non tutti ritornano. Non-Stop significa che si lavora 7gg su 7gg per tutta la durata del contratto.
Si fa del nostro meglio, ma la stanchezza è anche un deficit in certe situazioni. I primi mesi l'adrenalina ti aiuta, ma dopo il terzo, le giornate di lavoro che si aggirano in media a 10-11 ore spossano chiunque. Ricordo ancora una frase di un animatrice "Sono stanca di essere stanca".
Per quanto riguarda la preparazione dell'equipaggio voglio informare che la maggior parte dello staff viene imbarcato con il passaporto e non con il libretto marittimo, alle spalle solo un corso BST (Basic Safety Training).
Cerchiamo le colpe non solo in un errore umano, ma in una malsana gestione delle risorse umane.

Federico Zannitto 15.01.12 12:03| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo alcuni TG il destino era segnato dal fatto che la bottiglia di champagne non si era rotta al varo al primo colpo. In effetti si tratta di una valido approccio alla ricerca delle cause profonde del disastro, io ho anche sentito dire che molti degli ufficiali si erano dimenticati il corno portafortuna a casa e che, incredibilmente, qualcuno voleva cambiare il nome di battesimo della motonave. Nessuna speranza dunque, il destino era tutto scritto e l'equipaggio non poteva purtroppo combattere tutte le avversità. L'unica cosa era farsi una bella mangiata e bevuta nel salone delle feste prima del fatale accadimento.

Michele Cipolli, Pisa Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno
La sicurezza prima di tutto....
Come mai le navi petroliere anno il doppio scafo e le navi passeggeri non è previsto?????????????
Forse i passeggeri sono meno importanti del petrolio.
Tutte le navi passeggeri che navigano sono per questo motivo insicure da un errore umano.
I registri di classifica delle navi dormono....
Si può prevedere fino alla linea di falla una norma semplice come il doppio scafo... e simili tragedie sarebbero facilmente evitate.
Saluti
P.s. DA UNO CHE NELLA COSTRUZIONE DELLE NAVI CI HA LAVORATO PER 40 ANNI

Romano J., DOBERDO DEL LAGO Commentatore certificato 15.01.12 11:40| 
 |
Rispondi al commento

crociere, un grave problema ecologico. Venezia vuole resistere ma non sa come:
http://www.youtube.com/watch?v=-EEBAWeiyFk&list=PL589DA7457A5D7A82&index=11&feature=plpp_video

julieta rudich 15.01.12 11:21| 
 |
Rispondi al commento

......ah una notizia buona, secondo me, é che ora Fincantieri avrà di che lavorare, magari per farne una nuova, senza dover licenziare più nessuno, e facendo in modo da far passare la nuttata, alla stessa, che ne pensate?

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 10:20| 
 |
Rispondi al commento

la crociera è il simbolo del capitalismo e del turismo più stupido che possa esistere starsene rinchiusi in una nave a mangiare dalla mattina alla sera nel lusso più sfrenato vedendo i posti da un oblò senza avere il minimo contatto con i luoghi visitati e poi la costa crociere sfrutta migliaia di lavoratori stranieri ma scommetto che si sentono un vanto del made in italy ma andate a quel paese le crociere devono finire domani

tommaso RABITI Commentatore certificato 15.01.12 10:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per fortuna che la Costa non é più italiana da molti molti anni, e che forse appartenga ai mafiosi cubani di Miami, quelli dell'omicidio Kennedy, quelli che ora con la liberalizzazione della compravendita a Cuba, si sono giocati per sempre le loro antiche dimore cubane?
Che questo episodio, rappresenti la summa etica e morale dell'itaglia, a cominciare dal comandante, che solo per dovere MORALE ed ETICO dovrebbe essere SEMPRE l'ultimo a scendere dalla nave che affonda, tanto che nel codice navale sono specificati in modo inequivocabile queste caratteristiche a partire dagli armatori! come sempre dobbiamo assistere agli italioti che come sono tutti allenatori di calcio durante i mondiali, non perdono occasione per diventare esperti marinai, e comandanti di lungo corso? Siete come sempre ridicoli e cialtroni tanto quanto il comandante fuggitivo! Riguardo alle procedure di sicurezza, l'unica cosa che mi viene da scrivere é che dove ci saranno gli italioti, queste saranno SEMPRE inapplicabili, perchè e nel DNA l'idea del si salvi chi può o alla Montesano "alli mejo postiiii"? Provate ad andare in Inghilterra e contate quante volte sarete costretti a fare simolaioni di emergenza causa fuoco, nei vari alberghi che frequenterete e forse vi farete una idea di come si insegni una "disciplina" dell'emergenza, non come da noi che fino a che non succede tutti ridono e prenderebbero per i fondelli una attivita del genere, per poi vederli in caso sia tutto vero, gli stessi battutari, calpestare i cadaveri, se vi capita guardate bene quelli che ridono in queste occasioni, e magari prendono per i fondelli il paese che li ospita, guardateli bene, sono sempre italioti, e state sicuri, che alla prima occasione vi cammineranno sopra! Dio mio che squallore di popolo, dal dopoguerra ad oggi si sono solo ripuliti gli abiti e sfamati, per il resto peggio delle bestie selvatiche, con rispetto per gli animali!

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 10:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TESTIMONIANZA AGGHIACCIANTE !

Un sopravvissuto della tragedia su La7 ha detto più o meno questo: "I marinai erano tutti stranieri. Non sapevano parlare né l'italiano né l'inglese, e soprattutto non avevano idea di come funzionassero le scialuppe. Gliel'ho dovuto spiegare io insieme ad altri. Erano più terrorizzati di noi".

( http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fwww.comedonchisciotte.org%2Fsite%2F%2Fmodules.php%3Fname%3DNews%26file%3Darticle%26sid%3D9691&key=338725335605efca14bc26ae2c52a21b9c5d0b4e )

LA MIA OPINIONE

Le recenti manifestazioni di giubilo in parlamento per lo scampato arresto di un parlamentare indagato per camorra hanno sconvolto gli italiani. In realtà il parlamento è uno spaccato della realtà italiana. Non sono piu' i valori di etica, onestà, correttezza, lealtà, giustizia, fortezza,temperanza e coraggio a primeggiare e a decretare chi è l'uomo che merita rispetto e chi no! Bensì la furbizia, l'intrallazzo, la disonestà e l'inganno. Nel corso dell'ultimo decennio si sono aperte le porte a milioni d'immigrati. Dati Caritas, parlano di 7-8 milioni d'immigrati entrati negli ultimi 15 anni in un paese la cui competitività è pari a quella del Burkina Faso. Per farli lavorare dove, come se non c'è lavoro nemmeno per gl'italiani? Semplice! A nero, sottopagati, senza formazione adeguata e senza regole. Gl'Italiani, intanto, a casa senza sussidi, a consumare i capitali risparmiati dalle famiglie in anni di sacrifici. Due piccioni con una fava, non credete? Geniale!Sfruttamento dell'immigrato a nero da una parte ed erosione del capitale dell'italiano con ricorso al debito bancario ed al credito al consumo dall'altra! Questo fino a quando qualcosa non va storto come in questo caso e si scopre che i nostri tecnici navali esperti con anni di gavetta erano a casa a guardare la TV, mentre molti stranieri (senza colpa per l'amor del cielo)senza preparazione cercavano disperatamente di capire come funziona una scialuppa di salvataggio!

Sara Cinesca 15.01.12 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Quello Comandate è un DEMENTE...aspettare ad abbandonare la nave vuol dire mettere in pericolo di vita le persone..è andata di lusso perchè la nave si è appoggiata di lato sul baso fondale..ripeto di Lusso...altrimenti si ribaltava!!!...
Non è che la gente ha avuto paura...anzi forse sono stati anche troppo bravi...quando una nave inizia ha sbandara e raggiunge i 45° devi essere esperto per camminare sulle paratie...la gente normale no...non ci riesce ecco perchè prima di tutto si fa abbandonare la nave alle persone che hanno più difficoltà...donne, bambini, anziani....ripeto in quelle condizioni i passeggeri sono stati anche troppo bravi, ovviamente aiutati dai camerieri e le squadre di soccorso.

roby f., Livorno Commentatore certificato 15.01.12 09:45| 
 |
Rispondi al commento

GLI STATI UNITI SONO L'IMPERO DELLA VERGOGNA

aldo delli carri 15.01.12 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Roby è natura umana il tentare si salvarsi in una situazione di pericolo

per me la maggiore colpa c'è l'ha chi si ha salvato per primo "o comandante"
questo ha abbandonato la nave 3 ore prima dal ultimo passaggero

poi non è per niente ma tu ci vedi per le strade?

dicco a noi italiani!
ci vedi nelle file delle poste?
o in autostrada?


nella posta passando davvanti a tutti facendo finta di niente?

in autostrada accendendo le luci anche quando vai a 130 km e sorpansando per la destra?

Immaginaci in una situazione di pericolo!!

ti ammazzano! ti passano sopra! perche devono essere per primi in fuggire come o commandante!


ma che sicurezza è QUESTIONE DI EDUCAZIONE E MORALITà e scusami ma dopo 16 anni di berlusconismo le conseguenze della furbizia la vediamo ovunque

anche in una situazione triste come questa!

prevale il furbo!!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 08:29| 
 |
Rispondi al commento

E' vero , gli ufficiali sono spesso impegnati in cocktail di benvenuto e cene di gala ( ma questa credo che sia colpa della compagnia non loro ).
Queste grosse navi non si fermano davanti a niente neanche con il mare in tempesta .
Con uno squarcio così la nave sarebbe affondata nel giro di 1-2 ore se non fosse stata ( così sembra ) portata in acque basse e le vittime centinaia .
Non trovo credibile la storia che lo scoglio non era segnalato ( forse era meglio stare zitti ).
I sistemi di sicurezza non funzionano mai a dovere in tali situazioni , con 4000 persone a bordo ci vogliono ore per farli sbarcare e il panico prende il sopravvento anche perchè l'equipaggio ei passeggeri parlano lingue diverse e non sanno cosa fare e in tali situazioni anche gli ufficiali non sanno che pesci prendere .... la vicenda del titanic si è ripetuta ....
Ho fatto una crociera a dicembre è ho avuto più volte sensazioni di insicurezza .... prendere le scialuppe con il mare in tempesta è praticamente impossibile con la inclinata ... e poi c'è troppa gente in poco spazio , solo per mangiare devi fare a botte figuriamoci se la nave affonda !

Ernesto F. 15.01.12 08:08| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con chi dice che sta vicenda sembra una metafora dell'Italia, combacia tutto, anche l'abitudine, molto di moda, di negare sempre e comunque la propria responsabilità. Ma come cazzo si fa a dire che la colpa è dello scoglio ??? Tipico di questi tempi, al governo sprecano e rubano soldi da sempre e poi se un agenzia ci giudica quasi-pezzenti sono loro gli stronzi. Stronzo è chi ha votato prima PSI e poi PDL! Stronzo è chi accusa Grillo di populismo. Ma sopratutto STRONZI sono quelli chi si sono riempiti le tasche alla faccia degli Italiani. E scusate i francesismi.

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 07:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ho fatto una crociera con la Costa Concordia a febbraio 2011 di 10-11 giorni verso le canarie e madeira e vi posso assicurare che spesso e volentieri tutte le sere vedevi l'equipaggio ufficiali, cioè i comandanti che sono alla navigazione in giro per i bar e i cabaret. Persino nella discoteca li potevi notare che se la spassavano con qualche guida/hostess della nave e persino con qualche passeggera, poi gli ultimi giorni c'era la Sexi night serata a tema per darsi alla pazza gioglia ascoltando musica pietosa e invogliando le ragazze a svestirsi e ovviamente ci trovavi quasi tutti gli ufficiali e ballavano pure con l'uniforme coi galloni.

Secondo me è successo un errore umano, cioè un solo pilota inesperto magari uno giovane con il grado più piccolo lasciato li mentre gli altri andavano in giro per la nave a salutare i passeggeri e a fare sfilate, perchè tanto ci pensa il computer a fare il grosso del lavoro, e il bello che questa scena l'ho vista per caso dal balcone della mia cabina da cui si poteva vedere il lato destro della sala controllo e attraverso i vetri vedevi cosa facevano in parte i comandanti della navigazione, sopra c'era pure il radar. Magari hanno aggiustato la rotta visto che si dirigevano a Savona, una tappa fatta di routine ma che deviando leggermente dal solito percorso per motivi sconosciuti, forse il transito di altra navi, non lo so e non hanno previsto o notato che quella in quella zona potevano incappare negli scogli. Poi lasciamo stare i sistemi di sicurezza e altre robe da Enterprise, perchè non chiudevano neanche le porte esterne durante la notte, quindi uno e io l'ho fatto alle 3 4 di notte poteva uscire nei ponti esterni, e secondo me è anche giusto anche se un pò pericoloso a vedere la nave in mare aperto che dondolava sulle onde enormi dell'oceano sotto una luna selvaggia e una burrasca di vento marino che ti ossigena il viso, meraviglioso.

carlo gradioli 15.01.12 05:45| 
 |
Rispondi al commento

Il Capitano era a cena! e che deve fare non mangiare per una settimana!!!
In plancia si fanno i turni lo sapete?

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 02:53| 
 |
Rispondi al commento

Post scriptum: ovviamente ho denunciato tutto questo( ufficiali scrocconi, imboscati e cafoni ) alla fine del viaggio di nozze ! Ovviamente nessuna risposta! Avranno pensato: ma va sto rompi coglioni che piuttosto che scopare la moglie pensa a queste stronzate... Il volevo solo dare un feedback per migliorare il servizio... CostA crociere e ufficiali, andate Affanculo!! Mi spiace per il personale, stranieri, brava gente, lavorano tanto e non guadagnano un cazzo! Costa vai Affanculo!!

Aldo 15.01.12 02:49| 
 |
Rispondi al commento

Alla fini del viaggio di nozze la responsabile dei viaggi ci invita per chiederci di fare il survey ( feedback soddisfazione viaggio). Io ascolto desideroso di dare il mio giudizio costruttivo mentre la tipa dice: ovviamente siamo i migliori quindi segnate ottimo on tutti i campi! Assurdo! Costa Vai affanculo! È l'espressione dell'italia peggiore! Pressapochista, antimeritocratica e mafiosa. Non capisco perchè gli americani(owner) permettono uno scempio simile!

Aldo 15.01.12 02:40| 
 |
Rispondi al commento

Oltre tutto gli ufficiali venivano con noi a fare escursioni, gratis per loro, 100 euro a testa per noi clienti. Assurdo. Io avevo solo 20 minuti di tapirulant disponibili perchè dopo l'ufficiale di turno faceva la corsetta!
Assurdo! Ho pagato 10000 euro quel viaggio per fare la coda dopo gli ufficiali

Aldo 15.01.12 02:35| 
 |
Rispondi al commento

Ero in viaggio di nozze: dubai - singapore sulla costa classica. Personale straniero, cordiale, alcuni parlavano italiano altri no. Non posso giudicare preparazione tecnica equipaggio non ho elementi. La cosa assurda è che gli ufficiali usufruivano delle strutture dei clienti, io facevo la cosa per il tapirulant perchè un ufficiale correva....

Aldo 15.01.12 02:32| 
 |
Rispondi al commento

Non sono ing navale, sono ing elettronico con brevetto da pilota di aerei da turismo. Con la ridondanza dei sistemi è quasi impossibile errore degli apparati tecnologici abordo. In ogni caso le macchine devono sempre essere controllate dall'uomo!
È qui il problema! Non voglio accusare nessuno, lasciamo ai periti il compito di analizzare la cause, ma voglio raccontarvi una storia

Aldo 15.01.12 02:27| 
 |
Rispondi al commento

Siete solo tutti dei caga sentenze, giustizialisti senza avere nessuna nozione a riguardo!
State zitti almeno fate bella figura!
Rompete i coglioni! siete pronti a giudicare chiunque e qualsiasi cosa... ma siete dei fascisti inconsapevoli. Ma un minimo di dubbio nella vostra vita non vi assale ogni tanto? Un po di pazienza per aspettare un risultato delle indagini...
L'italiano è proprio una razza del cazzo. E voi non crediate di essere tanto diversi solo perchè scrivete quattro righe sul Blog di Grillo.
Il questo Blog infondo di persone che si salvano a intelligenza si contano sulle dita di una mano, me escluso.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 02:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I CONTI NON TORNANO

DUNQUE TROVO E POSTO:

Anno di costruzione 2006

Capacità passeggeri 3.780

Cabine totali 1.500

SINTESI :
CHE CAZZO CI FACEVANO 500 PERSONE IN PIU ?

MA LE NORME ESISTONO O NO ?

E LE SCIALUPPE CI SONO PER TUTTI ?

ANCHE PER GLI EXTRA 500 ?

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 15.01.12 02:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la fine di questa nave mi sembra una metafora della fine dell' Italia intera.

combacia tutto:
chi è al comando,
chi si gode la vita e poi viene sbattuto nel reale in modo drammatico e improvviso
e chi si fa un mazzo così, che oltre a essere cornuto e mazziato, ci rimette pure la vita.

sembra di guardare un frattale.

m t 15.01.12 02:17| 
 |
Rispondi al commento

SI INIZIANO A VEDERE I PRIMI VIDEO DA INCUBO

*********************************************

ALLA LUCE DI QUANTO ACCADUTO, TUTTE LE CROCIERE ANDREBBERO SOSPESE, IMMEDIATAMENTE

IL PERSONALE RIFORMATO, ADDESTRATO, E PADRONI DI PARLARE ALMENO

- ITALIANO
- INGLSESE
- PORTOGHESE
- TEDESCO
- SPAGNOLO

VEDERE COME TIRANO GIU LE SCIALUPPE, O MEGLIO COME NON LE TIRANO GIU, TOGLIE IL FIATO

NORME RIINA O NON SO COSA SONO AD ISO AFRICA

LEGGO CHE L'HANNO PORTATA A RIVA PER RECUPERARLA...PURTROPPO TEMO CHE TRA UNA SETTIMANA, ALLA PRIMA FORTE MAREGGIATA IL RELITTO SE LO PRENDE IL MARE, DA RECUPERARE CI SARA BEN POCO....

MANCANO NORME CERTE PER EVENTI DI TALI PORTATA

IO MI DOMANO E CHIEDO...MA COSA HANNO ASPETTATO A TIRARE GIU LE SCIALUPPE AL VOLO ?

E SE NON LE HANNO TIRATE GIU A CHE CAZZO SERVONO ?

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 15.01.12 02:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

- come si diventa capitano di una tale nave ?
credo che un " accento " filippino non preso in considerazione...

- se questo è il risultato con una tale nave...

cosa succederebbe con quelle bagnarole di traghetti vecchi, sporchi e a volte di seconda mano che vanno su e giù per il tirreno ?

speriamo che capitino di essere viste da quei 100 finanzieri che vanno su e giù per lo stivale a caccia di scontrini...

m t 15.01.12 02:09| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa mi sta sul cazzo!
Che ora ci sarà una scusa per alzare ancora di un po l'asticella del razzismo.
Io sono dalla parte dei neri, dei gialli, dei rossi, e dei bianchi! purchè poveri.
Stronzi razzisti dovete annegare nella merda.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 02:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come sempre parlare e facile, dire che il Capitano, il personale e altri hanno sbagliato e sempre molto facile. Se l'uomo fosse una macchina perfetta non esisterebbero incidenti, ma anche un'ipotetico equipaggio composto da persone eccellenti avrebbero potuto sbagliare.
Allora di cosa dobbiamo discutere, su come avrei fatto io o pinco pallino?
C'è stato un errore? Bene gli esperti assieme alla magistratura scopriranno cos'è successo. Punto e basta.
Sbagliare è umano, è inevitabile che primo o poi accada, basta aspettare.Bisognerebbe essere consapevoli di questo, molti eviterebbero di prendersi delle responsabilità che non sono umane.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.12 02:01| 
 |
Rispondi al commento

caos nei soccorsi

no comment..

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=160640

Paola Bassi Commentatore certificato 15.01.12 01:10| 
 |
Rispondi al commento

la Babele

non solo la Costa impiega personale straniero
anche la Grimaldi..

due anni fa, per andare a Barcellona, ero sbigottita dal numero di filippini e altra nazionalità..

dunque, anche in questo settore, viva lo sfruttamento... poi se in caso di necessità non sanno che fare, pazienza...

Paola Bassi Commentatore certificato 15.01.12 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono rimasta sconcertata su come si puó mentire su una tragedia:

il quotidiano la repubblica oggi ha pubblicato il seguente video "Dentro la Concordia mentre la nave si incaglia"

con la seguente descrizione

Passeggeri, personale di bordo ed equipaggio vengono sbalzati da una parte all'altra della nave da crociera, travolti dal mobilio e da altri oggetti. Le immagini girate a bordo durante l'incidente che causerà il naufragio della Costa Concordia di fronte all'isola del Giglio

dicono "video da youtube" ma non specificano di fatto quello su youtube riguarda tutt'altra situazione e nave, ed é stato pubblicato il 7/09/2010,

VIDEO DI REPUBBLICA
http://video.repubblica.it/edizione/firenze/dentro-la-concordia-mentre-la-nave-si-incaglia/85752?video

confrontale la repubblica ora con

VIDEO DI YOUTUBE
http://www.youtube.com/watch?v=o-WZU1X--IM

e il titolo é "Pacific Sun Cruise liner in very heavy seas "

...nemmeno i quotidiani ci mandano l'informazione corretta...e su quante tragedie e disastri ci hanno mentito fin'ora!?!?!?!?

quanti made up ci sono ancora!?!?!?

è questa informazione?

marzia b., conselve Commentatore certificato 14.01.12 23:35| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo me, sapendo che la nave sarebbe affondata, hanno navigato con la falla per cercare di portarla dove sarebbe stata facilmente recuperabile dopo l'affondamento. senza rivelare però la gravità della situazione a nessuno, né passeggeri né capitaneria. è questa la cosa grave.

g r 14.01.12 23:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

unanave così grande in un posto così normale è ovvio che si tratta di INCOMPETENZA ma in ITalia siamo abituati oramai all'INCOMPETENZA che regna a tuttii livelli e che fa dell'Italia un paese allo sfascio economico e sociale.

Credo sempre di più che occorra un po di DITTATURA per rimettere a posto le cose purché non sia quella pseudo-dittatura alla berlusconi che è la PRIMA ARTEFICE degli INCOMPETENTI AL COMANDO!

E lo dico da ANTIFASCISTA!

che tristezza.

SIAMO ALLA FRUTTA.

che tristezza 14.01.12 23:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le navi da crociera di quella stazza, hanno una tecnologia di sonar, radar e quant'altro, talmente elevata, che sarebbero in grado di diagnosticare un'infiammazione d'emorroidi a grappolo, ad un paguro a 80 metri di profondità.

Figuriamoci se non visualizzavano uno scoglio di quelle dimensioni!

Io sento puzza di servizi segreti! Poi fate voi !!!

Nishuno Mefreka 14.01.12 22:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ci son stato circa 2 anni fa su una nave da crociera della costa, e all'epoca (non che sia cambiato tanto in due anni, immagino) il personale di bordo era composto quasi esclusivamente da sudamericani o filippini che non parlavano nulla di italiano! E tutto questo per risparmiare! Scommetto quello che volete che è successo la stessa identica cosa su quella nave!!! E tutto questo per cosa? Per risparmiare sulla manodopera! Ma la colpa non è solo della Costa Crociere: è anche di quei mangiapane a ufo che non hanno impedito tutto questo!

Ricordate quello che disse il Che:
Libere volpi tra libere galline.

DA SEMPRE è tutto gestito alla ca**o e nessuno fa niente fintantochè qualcuno non ci muore, e tutto questo per i soldi!

Omar G. 14.01.12 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è stata una disgrazia. La nave è
stata affondata con lo stesso
dispositivo elettronico usato per
abbattere i droni americani.
Dimenticate quello che leggere dopo
cinque minuti. Gli Stati Uniti hanno
fatto ammazzare un scienziato
iraniano e l'Italia ha scioccamente
aderito alle sanzioni contro l'Iran.
Se non impariamo a ragionare con la
nostra testa, non capiremo mai niente.



Il teatrino? la nave era sicuramente assicurata per qualche milione di euro! e quale sarà il risarcimento? più di qualche milione di euro! cosa faranno? il possibile per farsi che i morti e i feriti non vedano manco un euro di risarcimento.. OVVIO! Non per niente l'avranno fatto apposta per pigliarsi i soldi! non penso che una nave di quel calibro non avesse a bordo strumenti tali che le avrebbero impedito il disastro! oggi i gps,i radar,e le mappe sono ovunque,e impossibile che una nave del genere non avesse visto gli scogli per tempo da spostarsi! io sono di parere che l'incidente non è incidente!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 14.01.12 21:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SENTENZA STORICA.UN GIUDICE HA DICHIARATO NULLE TUTTE LE MULTE INVIATE DA EQUITALIA
VIA RACCOMANDATA.RISULTATO:TUTTE LE NOTIFICHE SONO NULLE
http://www.quaeram.blogspot.com/2012/01/storica-sentenza-contro-equitalia.html

Come vedere chi visita il tuo profilo facebook

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/come-vedere-chi-visita-il-tuo-profilo.html

Esiste la cura contro il cancro, sembra di si!!

http://quaeram.blogspot.com/2011/12/esiste-la-cura-contro-il-cancro-sembra.html


La statua piu' bella del mondo, Il Cristo velato

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

Il debito pubblico italiano in tempo reale

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi

http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

Ultimi sondaggi politici , la novitа e' il movimento 5 stelle

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

Guarda l'orologio della fine del mondo

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/lorologio-della-fine-del-mondo.html

In barba alla crisi, gli orologi piu' costosi del mondo

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ce-crisi-gli-orologi-piu-costosi-del.html

Fate molta attenzione a questa moneta che e' perfettamente uguale ai 2 euro ma e' thailandese

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/attenzione-questi-2-euro-una-moneta.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 14.01.12 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Da crocierista, sono particolarmente colpito della tragedia della "Concordia".

I miei ringraziamenti, unitamente a quelli alla guardia costiera, alla capitaneria di porto, alla guardia di finanza, ai vigili del fuoco; in particolare vanno al personale più umile di bordo, a quanto pare gli unici lucidi a prodigarsi per mettere a mare le scialuppe.

Grazie agli umilissimi veri marinai: i thailandesi, i vietnamiti, i laotiani, i samoani. Loro i veri eroi di questa tragedia, nessuno li citerà, lo faccio io. Lavorano per 700 euro al mese rischiando la pelle tutti i giorni.

http://www.facebook.com/pasquale.caterisano/posts/3097707680670


il 13 è un numero che avvisa sul cambiamento, affonda una nave e affonda l'europa. Tutto succede un venerdì 13, meditate.

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 14.01.12 20:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cosa dici? 4000 persone fanno inclinare una nave come quella?fai un piccolo calcolo aritmetico: 70 kg a persona moltiplicato 4000 fanno 28 tonnellate, e sposterebbero una nave da 120mila tonnellate?Ridicolo!Capitano incapace e troppa sicumera sono lecause dell'incidente.

michele d. 14.01.12 20:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una cosa è certa: La nave ha urtato gli scogli. Per sapere dove era basta rilevare il punto degli scogli che sicuramente sono ancora lì. Quel che ha fatto dopo il comandante, è stato quanto di meglio si poteva fare: valutare il danno (e su una nave di quella stazza ci vuole del tempo) avvicinarsi alla più probabile sorgente di soccorsi, manovrare in modo da arenare la nave sul fondale più basso possibile così da evitare l' affondamento completo. Ricordate che, nelle disgrazie è più facile puntare il dito che dare una mano. In un frangente così ha il diritto di recriminare solo chi è stato a capo Horn a vela ed è tornato. Ma sono certo che terrebbe la bocca chiusa per rispetto e pietà.

Vittorio Beggi 14.01.12 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che vergogna io chiederei i danni a vita...la paura non finisce mai hanno arrecato a quella povera gente un trauma indelebile, meglio non parlare dei morti, chissa cosa ė realmente successo ė troppo presto fare previsioni..ma sento puzza di marcio come se ci sia sotto un sabotaggio, va be staremo a vedere...

rosaria cavallaro (ipad2guida), san valentino Commentatore certificato 14.01.12 20:15| 
 |
Rispondi al commento

ECCONE....UN ALTRO

CHE DICE CHE LE SCIALUPPE NON BASTAVANO

*******************************************

http://www.meteoweb.eu/2012/01/incidente-costa-concordia-ci-siamo-tuffati-perche-le-scialuppe-non-bastavano/110194/

DOMANDINA CHIARE CHIARE...CAVIAMOCI I DUBBI

QUANTE PERSONE PUO OSPITARE COSTA SERENA O COSTA CONCORDIA, EQUIPAGGIO INCLUSO ?

QUANTE PERSONE POSSONO STARCI IN UNA SCIALUPPA ?

QUANTE SCIALUPPE OCCORRONO ?

QUANTE SCIALUPPE CI SONO AI LATI SU CONCORDIA E SERENA ?

QUANTE QUELLE AUTO GONFIABILI ?

ATTENDO RISPOSTA..DA FINCANTIERI

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 14.01.12 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RIBADISCO....

CONTARE LE SCIALUPPE E DIVIDERLE PER NUMERO PERSONE PER SCIALUPPA...CI SAREBBERO STATE TUTTE?

COMUQUE QUESTA NAVE AL AVARO..E' NATA SFIGATA

INDICATIVE LE REAZIONI DI CHI ERA AL VARO....

AL VARO LA BOTTIGLIA NON SI ROMPE

http://www.youtube.com/watch?v=eeZvPeTaKCg

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 14.01.12 19:59| 
 |
Rispondi al commento

pare che l'sos sia stato lanciato 2 ore dopo l'urto e che le lance di salvataggio non fossero sufficenti per tutti,oltre ha non sapere ne calare e ne pilotare...testimoni affermano di essere stati sul ponte in attesa dell'ordine di abbandonare la nave..circa un ora e mezza...mentre la nave s'inclinava...lentamente..capirai metti 4000 persone da un solo lato e peggiori la situazione, se come presumo hannp navigato inclinati di 20°-25°per raggiungere la costa..poi qulcosa è andato storto..un altro pò e la pargheggiava nel porto..corre voce che si sia aperta una falla anche sulla dx...mah!lato scoglio!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 14.01.12 19:47| 
 |
Rispondi al commento

è strano che sia successa una cosa del genere, io non conosco bene la dinamica degli eventi, ma a norma di legge (date dal registro navale italiano) una nave adibita al trasporto di persone come in questo caso deve poter navigare in totale sicurezza con due stive completamente allagate.
Supponendo che la nave fosse in perfetto stato avrebbe dovuto dare un colpo contro lo scoglio allucinante per creare uno quarcio tale da toccare ben 3 stive!

Giancarlo Marelli 14.01.12 19:45| 
 |
Rispondi al commento

così per evitare di assumere italiani o diciamo specialisti, hanno assunto magrebini e altre nazionalità(non sono razzista) io viaggio molto spesso con la Grimaldi da GE a PA se dovesse suiccedere qualcosa, li è differente, anche perche sono quasi tutti marinai. Inoltre ho dovuto fare più volte una prova di allarme.
Il capitano, ho letto che non era presente sul ponte di comando, quindi nemmeno è responsabile. La responsabilità è passata all'ufficiale di bordo. Non sono specialista, ma come fanno a fare queste cose a costi e discapito dei paseggeri, con questo numero alto di ca. 4000 persone?
A Palermo la stessa nave, nel 2008, aveva causato alcuni danni nel porto.
Io mi chiedo, perchè al momento quando la nave stava gia inclinata di ca. 20°, non sono arrivati soccorsi dalla terra ferma?Bastava uns SOS a tutti traghetti nel raggio di 50milglia. Perchè il capitano non è inervenuto temepstivaqmente, al momento dell'incidente?
C'era di mezzo un profitto per via di assicurazione della nave?

Giuseppe D., Germany Commentatore certificato 14.01.12 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Leggete sull'ansa la testimonianza del sig. giuseppe lanzafame, un ex marittimo presetne sulla nave..tanto per capire quanto poteva essere grave l'incidente.

roby f., Livorno Commentatore certificato 14.01.12 19:31| 
 |
Rispondi al commento

io nel punto in cui si è incagliata la nave non ci passerei nemmeno col gommone.
la domanda è che cavolo ci faceva quella specie di bastimento a due metri dagli scogli?
o l'equipaggio è un branco di incapaci, o c'è stato un guasto ai computer, o c'è stato un attentato. e questa ultima ipotesi io non la scarterei.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 14.01.12 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In una epoca dove ormai tutti abbiamo in tasca dispositivi satellitari nello smartphone in grado di guidarci con tolleranze di errore ormai di pochi centimetri...
E questi alla guida di una nave super tecnologica riescono a sbagliare rotta fino ad arrivare al dragare il fondale ed aprire la nave come una scatola di sardine. Allucinante, almeno il Titanic aveva la scusa di 100 anni di tecnologia arretrata rispetto ad oggi, e di un impatto contro un iceberg, che di sicuro si muove di piu' di uno scoglio ....

A parte tali ormai sterili polemiche sulla follia di come tale disastro sia potuto succedere, purtroppo rimarco che alla fine e' andata anche bene, se i morti fossero solo 70, considerando che non hanno eseguito le procedure di evacuazione e la gente non sapeva cosa stesse succedendo. con una nave mezza sott'acqua e gente chiusa ai piani bassi senza sapere che fare, i morti potevano essere 10 volte di piu'.

Ultima considerazione: rimarco ancora lo schifo della informazione italiana ch parla di 3 morti e minimizza la disgrazia. Se volete avere idee precise guardatevi i notiziari stranieri (che parlano di immane sciagura con 70 morti (e i nostri politici e giornalisti a parlare di dispersi ... ma dove cazzo pensate che siano andati ???)

David P., Bologna Commentatore certificato 14.01.12 19:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

CROCIERE E SCIALUPPE

IO HO AVUTO QUALCHE DUBBIO NUMERICO....

*****************************************

NEI PERIODI DI INCANTESIMO HO FATTO DIVERSE CROCIERE, SU MSC E SU COSTA SERENA LA NAVE SORELLA DI QUELLA AFFONDATA LA CONCORDIA.

LA PRIMA COSA,DOPO UN GIORNO DA IMBARCO, TI FANNO UN SEMINARIO SU COME SI USANO I SALVAGENTI E COME COPORTARSI IN CASO DI AVARIA E AFFONDAMENTO...DOVE TI DEVI METTERE, PER CALATI NELLE SCIALUPPE, ECC. ECC.

PALLE PENSAVO, VOGLIO VEDERMI IN UN MOMENTO DI PANICO COSA SI FA...PENSAVO TRA ME' E ME...SE NON DI BUTTARMI A MARE....PER POTERMI SALVARE..SE MI FOSSE CAPITATO, ...E SI E' IN MIGLIAIA DI PERSONE...

DOPO IL BREVE CORS0, FACCIO UN GIRO E CONTO LE SCIALUPPE...TENGO A MENTE QUELLE GONFIABILI..

CONTANDO LE SCIALUPPE....E IL NUMERO PERSONE A BORDO, MI CHIEDEVO COME FACEVANO LE SCIALUPPE IN CASO DI AFFONDAMENTO E DI PANICO A CONTENERE IL NUMERO CHE DICHIARAVANO...FORSE SBAGLIAVO NEL CONTEGGIO APPROSSIMATIVO...AL VOLO...MENTRE FACEVO DUE BASSI AI BORDI DELLA SERENA...

E ALLA LUCE ATTUALE...MI DOMANDO :

PERCHE ' IL CAPITANO CON CALMA NON HA FATTO SCENDERE LE SCIALUPPE ( HA AVUTO UN ORA DI TEMPO SI DICE) E CARICATO LE PERSONE PER TEMPO SULLE SCIALUPPE?

PERCHE' IL CAPITANO HA PREFERITO PORTARE LA NAVE CON UN SQUARCIO IN RIVA AGLI SOCGLI ?

LEGGO PER NON FARE AFFONDARE LA NAVE....

MA A ME' NESSUNO SE NON CON CONTI ALLA MANO MI TOGLIE DALLA TESTA CHE LE SCIALUPPE NON POTEVANO PORTARE TUTTE LE 4200 E PASSA PERSONE A BORDO E L'EQUIPAGGIO...CHE E' DI MIGLIAIA DI PERSONE

QUEI 70 CHE MANCANO, SE MANCANO, SONO NELLE CABINE A DORMIRE ETERNAMENTE CON NETTUNO...

VOLENDO SI POTEVANO SALVARE PER TEMPO

VOLENDO....

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 14.01.12 19:10| 
 |
Rispondi al commento

la nave, che doveva stare a 5 miglia dalla costa, invece si era avvicinata a 3 miglia, al punto da finire nelle secche e da impattare contro uno scoglio danneggiando entrambe le fiancate, il comanandante ha deciso quindi di dirigere la nave verso l'isola per arenarla, invece si è piegata.

La nave non ha urtato gli scogli vicini all'isola, come invece si potrebbe pensare vedendo le immagini.

Vero Vero 14.01.12 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Sull'isola il comandante è conosciuto e anche nei porti vicini. E' voluto passare accanto a Giglio Porto per salutare degli amici o dei familiari, da qui il disastro (un po' come fanno i piloti del 9o e del 20o gruppo caccia qui a Grosseto, che telefonano agli amici prima di passare sul mare mentre prendi il sole in spiaggia e ti salutano con le ali o con le manovre). Queste cose si sanno ma nessuno avrebbe immaginato che il comandante ignorasse una secca nota a chiunque abbia una piccola imbarcazione qui in Maremma.

Matteo Della Negra 14.01.12 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è ancora a monte delle procedure di soccorso, è l'assurdità di navi di 4200 passeggeri, costruite per l'industria del consumismo. Con esse non si fa neppure del turismo ma per 90% del tempo si sta in navigazione a consumare, a giocare, a posare. A terra si convogliano i turisti stranieri verso qualche outlet affinché acquistino. Sono nate per spillare soldi generalmente a pensionati o persone che vogliono raccontare agli amici di una botta di vita e la famosa "cena di gala col comandante" ...
Nessuno comprende il pericolo in caso di incidente dal momento che fortunatamente accadono pochi incidenti e le navi sono complesse ma relativamente affidabili. Abbiamo visto cosa accade in caso di incaglio anche a poca distanza dalla costa e per fortuna in questo caso c'era mare calmo.

Sergio Gibellini, Genova Commentatore certificato 14.01.12 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Io vedo molte analogie tra questa nave arenata e la situazione attuale Italiana ... magari mi sbaglio .

Marco 14.01.12 18:43| 
 |
Rispondi al commento

DISTANZA DAL LITORALE ?

Strano che nessuno si sia soffermato sull'incredibile bassa distanza fra il punto di affondamento ed il litorale!

Guardate questa immagine
http://m2.paperblog.com/i/81/815433/tragedia-al-giglio-affonda-nave-da-crociera-s-L-8grUK0.jpeg

Possibile che a quella distanza siano in 70 i dispersi e diversi morti già accertati ?

A me sembra la distanza alla quale si fa il bagno in mare ! No ?

IL Squalo 14.01.12 18:42| 
 |
Rispondi al commento

non possiamo esprimerci su questioni tecniche senza avere la preparazione tecnica per farlo. Lasciamo la parola ai periti ed ai magistrati che ci esporranno come sono andati secondo loro i fatti e le responsabilità. Se nel blog ci fosse qualche capitano o ingegnere navale sarebbe interessante, se si è informato sui fatti, sapere come la pensa.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 14.01.12 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'era una volta una nave da crociera che per "simpatia", "vezzo" , "prassi" era solita passare vicina all'isola del Giglio suonando la sirena...salutando ed omaggiando così gli isolani da una parte e facendo vedere così ai passeggeri quanto era possibile passare vicini ad una così bella isola...

...fino al giorno in cui urtò uno scoglio che sempre li era stato, ma sinora fortunosamente mai nemmeno sfiorato...e...la grande nave affondò!!!

ps vedere per credere la nave della Costa Armatori che nel 2008 è stata filmata proprio dall'isola del Giglio e che passa vicinissima all'isola!!!...e suona la sirena e suona, suona

antonio s. Commentatore certificato 14.01.12 18:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

perchè non è stato dato l'ordine, perchè questo, perchè quello... bisogna essere là e vedere le cose al momento che si presentano. Demonizzare questi cristi, che non oso pensare a quello che stanno passando, non serve a nulla. Se ci saranno respnsabilità lo accerterà l'organo competente. Solidarietà e cordoglio...una tragedia.

letizia felician, trieste Commentatore certificato 14.01.12 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo, qundo succedono queste cose terribili, e succedono, tutti hanno la verità in mano, soluzioni a priori per non incidentare, se..se..se.. ecc... chi stà lì invece non ha la possibilità di fare conferenze, chiedere delibere, consigli, pareri...deve decidere subito cosa fare, non ha tempo di pensare ai se e i ma... ed è terribile perchè qualunque soluzione scegli può essere sbagliata. non hai la possibilità di provare se è quella giusta o confrontarti con qualcuno che ha già passato l'esperienza. E' un evento terribile per tutti, passeggeri, personale e ufficiali...mi dispiace da morire..

letizia felician, trieste Commentatore certificato 14.01.12 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Nave??? Questi si chiamano bastimenti!! E' un'edilizia nautica concepita nella prima metà del secolo scorso allo scopo di compiere traversate oceaniche dall'Europa dell'ovest sino alle coste orientali delle Americhe. Oggi questi bastimenti sono costruiti per far passeggiare a pelo d'acqua e sotto costa milioni di buzzurri nel mar Mediterraneo, i quali - per andare a fotografare l'isola del Giglio - non sono in grado di imbarcarsi su un battello di linea. Il capitano si giustifica affermando: "Lo scoglio non era segnalato". Fuori rotta di 5 miglia marine. Roba da matti.......

Francesco Gala Commentatore certificato 14.01.12 18:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo nel 2012 e ancora dobbiamo vedere navi che affondano in quella maniera , capisco il titanic nel 1915 ma ancora oggi proprio no non lo accetto




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori