Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Io sto con i tassisti

  • 1454


Sordi tassinaro
(0:43)
Sordi_tassinaro.jpg

Il lavoro in Italia si compra. La licenza di un taxi è un investimento. Può valere dai 100.000 ai 200.000 euro. Non si possono cancellare i risparmi di una vita con un decreto, con la parola "liberalizzazione". Che significato ha poi questa parola? Liberi dai tassisti? Liberi da cosa? La situazione italiana è gravissima, per dirla alla Draghi, e la priorità è diventato il taxi? Chi guida un taxi può essere un impiegato licenziato che ha investito il suo Tfr, un padre che ha comprato la licenza per dare un futuro al figlio. Se si vuole liberalizzare, in modo che chiunque possa diventare tassista, vanno prima rimborsati. Oggi vengono a prendere i tassisti, domani i notai, dopodomani i farmacisti, la settimana prossima i fruttivendoli. L'unica categoria che non vanno mai a prendere è quella dei politici. I responsabili della catastrofe che tutto giustifica, che sta azzerando ogni diritto, guardano dall'alto la bolgia infernale che sta diventando l'Italia. Tutti contro tutti e loro sopra a ogni cosa. Suonano l'arpa come Nerone mentre il Paese brucia, da Sud a Nord.
La caccia all'untore, alla singola categoria sociale, è iniziata. Una battuta dopo l'altra con i media a demonizzare i redditi dei tassisti o degli avvocati. I tassisti ricchi sono rari come i politici onesti. E' un lavoro che si sono comprati con i loro soldi, non attraverso raccomandazioni, conoscenze, leccate di culo. La loro reazione, che può apparire esagerata, incomprensibile "Ma cosa vogliono questi tassisti?" è dettata dal baratro della povertà che gli si spalanca davanti. Il mutuo da pagare, la retta della scuola dei figli. Questo governissimo, sostenuto da Pdl e Pdmenoelle all'unisono, non ha il senso della realtà. Vive in un universo dove i diritti dei cittadini e i doveri delle Istituzioni sono teorie astratte. Pezzi di lego da montare e smontare a piacere. Un'immagine descrive la situazione. Cacciari viene insultato a Genova per strada dai tassisti, si sorprende e chiede "Ma che vi ho fatto io?" con la mano. Già, che responsabilità hanno i politici? Viviamo ormai alla giornata, non siamo in guerra, ma è come se lo fossimo. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure, Ci vediamo in Parlamento se non fanno una legge elettorale per impedirlo.

scarica-volantino-ingresso-politici.jpg  facebook-banner-vietato-ingresso.jpg

lasettimanabanner.jpg

21 Gen 2012, 13:05 | Scrivi | Commenti (1454) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1454


Tags: Cacciari, Draghi, Genova, liberalizzazioni, Pd, Pdl, tassisti

Commenti

 

Finanziamento di prestito di denaro tra Privato
E-mail: jannique.louise@hotmail.com
Buongiorno, signore & signora
Metto a vostra disposizione un prestito dal 2000€ a 1.700.000€ a
condizioni molto semplice. su un tasso negoziabile soltanto delle garanzie
da prevedere per la vostra domanda. E-mail: jannique.louise@hotmail.com
Ma appena ed onesto ed affidabile. Fatte conoscere l'importo di denaro che
volete prestare, siamo vicino da soddisfarli. Infine per pi comprensione
volete unirmi l'indirizzo - Mail: jannique.louise@hotmail.com
Pas de seri astenersi.

lory 27.11.16 05:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

State cercando un prestito per un progetto personale o professionale?

Possiamo aiutare con i nostri servizi di offerta di prestito che vanno da € 2000 a € 1.300.000 per la realizzazione dei vostri progetti, tutto ad un prezzo forfettario.

Non esitate se vi trovate anche in necessità. Per contattarci: granero.stephane10@gmail.com

Cordiali saluti

granero.stephane10@gmail.com 24.11.16 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Nel 2012 Grillo pensava così dei taxisti, ma chi ha dovuto dare 2 esami, sborsando soldi a autoscuole e stato, e poi non riesce a crearsi una attività in libertà (come potrebbe fare un qualunque commerciante) perchè i signori taxisti non permettono che si facciano nuovi concorsi, oppure vendono attività a prezzi assurdi, cosa può fare? Per guidare un taxi ci sono esami di abilitazione, ma in italia non basta, bisogna per forza fare favoritismi. E vedo che in questo anche 5 stelle si adeguano non liberalizzando la categoria.

roberto appendino 09.02.15 16:43| 
 |
Rispondi al commento

tanti casini per i taxisti...quando sono state liberalizzare le licenze di commercio tab 1 nessuno ha detto nulla eppure le circostanze erano uguali...persone che evevano investito in una licenza x aprire un negozio e che nel giro di una notte avevano carta straccia...solo che a nessuno fregava nulla..

danilo curotto 24.06.14 07:46| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, probabilmente mi prenderete per una svampita ma non ho capito che ci frega se i taxi vengono o meno liberati. Voglio dire io che faccio l' impiegata e prendo 1200 euro al mese avrò giovamento da questa cosa? Io, che come tanti altri faccio fatica ad arrivare a fine mese che vantaggio avrò se liberalizzano i taxi? Me lo chiedo solo perchè mi sembra di capire che questa cosa sia vitale.

marta rossi 29.05.13 15:43| 
 |
Rispondi al commento

E' profondamente sbagliato il fatto che chi ha vinto una farmacia a concorso abbia la possibilità di cederla al figlio.
In pratica i titolari che hanno vinto ( non hanno pagato niente !) una farmacia negli anni passati hanno avuto Gratis una concessione statale. Questa concessione o licenza vale mediamente da 1-2 milionei di euro fino ad arrivare a parecchi milioni. E l'hanno ricevuta gratis!!! a concorso!!! Diciamo che siano più bravi di altri e che i concorsi siano svolti regolarmente (????). Una volta vinta la possono cedere al figlio!!! Il figlio non dimostra tramite concorso di meritarla ma riceve una concessione statale gratis solo perchè l'ha vinta il padre.
Altra cosa: chi vince la farmacia puo' rivenderla e guadagnare milioni di euro. Quindi lo stato ti regala una cosa e tu la rivendi e ci guadagni enormemente...
Il farmacista dipendente che non è figlio di titolare guadagna 1200-1300 euro al mese lavorando 6 giorni la settimana (anche sabato mattina).
Se vuole una farmacia deve sborsare milioni di euro. Deve lavorare sotto le dipendenze di figli di titolari che non hanno dimostrato di meritare più di lui e guadagna niente in confronto.
Se il dipendente apre una parafarmacia, guadagnerà 1 decimo rispetto al titolare di farmacia, non può vendere tutti i farmaci della farmacia pur avendo la stessa laurea e conoscendoli bene ma dovrà pagare le stesse quote enpaf di pensione (4 mila euro l'anno).
Se uno dimostra di valere più di un altro è giusto che abbia di più. Ma essere figli di qualcuno non mi sembra un buon motivo per cui lo stato debba dare la concessione statale gratis.

Alberto S. 24.02.13 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei solo fare un po' di chiarezza perche' davvero non si puo'scrivere commenti senza essere minimamente informati,io sono un Tassista di milano,e vorrei informare lei e tutti quelli che continuano a scrivere cose inesatte,si puo' discutere di tutto ma almeno partire da quella che è la realtà:
1)le licenze sono legalmete trasferibili a titolo oneroso e si pagano le tasse alla cessione,e si mette in ammortamento quando la si compra in 15,20 anni!!,i comuni possono fare bandi a titolo oneroso(e i comuni lo hanno già fatto) se non è chiaro i comuni hanno venduto le licenze taxi
2)il contingentamento del numero e deciso dal comune,cosi come le tariffe (vorrei far presente che solo due o tre città europee sono liberalizzate e guarda caso sono tra le piu care, Dublino e Amsterdam per esempio,se non ci credete andate a (scaricarvi in pdf eurotest taxi 2010) e aggiungerei che anche a new york le licenze sono contingentate e vengono vendute a 1.000.000 di dollari anche questo verificabile su internet
3)le ricevute non sono fiscali,quindi dire che il (taxi non rilascia la ricevuta perche... non ha senso) perchè ci sono gli studi di settore che calcolano i consumi e km
Ripeto si vuole discutere di qualcosa la si deve conoscere,e visto che è tutto verificabile su internet basta cercare.

ivo grandini 31.12.12 09:29| 
 |
Rispondi al commento

...Innanzi tutto i problemi sul NON capire un argomento sono tanti: CHIAREZZA:
1) Il tassista é Titolare della Licenza ma NON il proprietario della licenza CHE E' DEL COMUNE di appartenenza
2) La licenza o si rilascia per bando di gara o si TRASFERISCE a chi ne ha i TITOLI esempio: vado in pensione sono obbligato a restituire la licenza in comune, ma all'atto della consegna comunico che c'é una persona che ha i titoli a cui desidererei fosse TRASFERITA. il comune valuta i titoli e del qual caso TRASFERISCE LA LICENZA a DETERMINA DIRETTA SENZA FARE GARA D'APPALTO.
3) il tassista se ha lavoro determinato (come me da contratti, comuni, appalti etc.) allora al subentrante VENDE IL RAMO D'AZIENDA che deve essere giustificato da fatture ricevute corrispettivi e cioé il prezzo é DICHIARAZIONE DEI REDDITI MOLTIPLICATO (COEFFICENTE A NORMA) PER TRE ANNI ipotesi dichiaro tra fatture corrispettivi e ricevute 35.000 euro/anno x 3 = 105.000 euro valore RAMO D'AZIENDA. tutto il resto é inesistente e non calcolabile, perché quando si strappa un assegno, specialmente ora, sopra i mille euro DEVE ESSERE GIUSTIFICATO E CALCOLABILE E TRACCIABILE, le nuvolette non si calcolano.
in merito alla deliberalizzazione delle licenze MAGARI MI RILASCIASSERO UN SECONDO VEICOLO PER EFFETTUARE SERVIZI che debbo dare a terzi, perché si rilascierebbe 2° veicolo (con stesso numero licenza ma /BIS) a chi ha già licenza SE LO VUOLE!!! se non vuole NON VA' AD ALTRI!!
COMUNQUE PRIMA DI ACQUISIRE UN RAMO D'AZIENDA TAXI RICORDATEVI IL CALCOLO VERITIERO DEL COEFFICIENTE E CHI NON HA APPALTI CONTRATTI ETC I PRIVATI OGGI CI SONO DOMANI? IO NON LI CALCOLO. se dovessi trasferire la mia licenza a seguito ci sarebbero contratti con enti pubblici a DETERMINA DIRETTA triennali ETC.
QUANTA CONFUSIONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

renato scarrone 08.08.12 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Francesco ma ha letto ciò che ho scritto?
Non ho ulteriore replica da fare , io parlo di carciofi e lei capisce banane.
Ha capito che faccio il tassista a Trapani?
Ha letto tutto ciò che ho scritto?
Ha capito che esisto diverse realtà in Italia?
Mha!!!!!!
P.s le fette di mortadella ahimè sono davvero molto spesse.

Maurizio To 12.04.12 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Parte 1
Caro Maurizio ti rispondo per presa coscienza, da buon ex ncc.
Ti parlo perché ho visto gli intrallazzi a Fiumicino i magheggi che si compiono con i turisti,
come dici tu 14 ore di lavoro “ho un sorriso sulla bocca”, avrai guadagnato minimo 600€. Mi fate ridere voi tassisti che piangete dicendo che non guadagnate, perché fattelo dire sei l’unico tassista che non guadagna allora!! Ma aspetta il peggio e che non capisco proprio come fai a guadagnare solo 1000€
Mi spiego:
Roma città- Fiumicino Aeroporto e viceversa entro mura vaticane sono 45€ e questo lo sappiamo tutti.
Seguimi, siccome hai la licenza di Roma carichi il cliente a Roma e lo porti a Fiumicino, costo minimo 45€; ritorno, siccome non sei pazzo e vorrai rientrare a Roma con 1 cliente te ne vai al parcheggio dei taxi per prendere il numero di attesa “Al parcheggio di Fiumicino dei taxi… omissis.. omissis..”
Male che ti vada dopo 6 ore di attesa arriva il tuo turno prendi il cliente all’aeroporto e guadagni altri 45€ e sono già 90€ solo per una giornata di lavoro.
Moltiplico 90€ giornaliere per 20 giorni hai guadagnato 1800€ lordi mensili.
Caro Maurizio, come vedi c’è qualcosa che non mi quadra; quindi ti chiedo solo di non far passare da ignorante chi non lo è; magari in questo blog lo posso leggere io che so quanto prendete e ti chiedo se per la prossima volta se il dott. Grillo decide di stare dalla vostra parte, basta che accetti e ringrazi no che lasci lacrime da coccodrillo.

Francesco F., Roma Commentatore certificato 11.04.12 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parte 2
Detto questo la mortadella come avrai capito non c’è lo sugli occhi forse voi non vi rendete conto che se tu dichiari 1000 minimo ne prendi 2000 e se dichiari 4000 sono 8000 forse ha ragione il Presidente; per dichiarare il giusto servono 2 taxisti su una licenza, siete voi che dovete cambiare mentalità e dichiarare quello che realmente prendete perché Maurizio fattelo dire :
Se tu non dichiari il giusto come pretendi di ottenere il giusto?
Non ne faccio un caso personale Maurizio ma in generale quando fai ncc e lavori 14 ore giornaliere vedi la famiglia per 4 volte al mese per 1200€ senza busta in Nero, e vedi che il principale tuo ne intasca 5000/6000 dal tuo sudore permetti che mi rode. Allora dico sì al cambiamento; io i sacrifici li faccio, no come altri che stanno a casa a scrivere su un caxxo di pc piangendo che prendono 1000€ LORDI, ti dico allora alzati alle 4 del mattino vai al centro e aspetta il cliente e stacca alle 21 se ti va bene poi riparliamo di chi lavoro 14 ore al giorno per 1200€ NETTI per 12 mesi, ma vai a zappare le rocce che almeno le lacrime ti usciranno veramente quando le vesciche di sangue ti scoppieranno sulle mani.
Scusatemi per lo sfogo ma non penso di essere l’unico in queste condizioni.
PS un saluto ha quei taxisti che hanno anche la licenza ncc, e/o magari passano le corse agli ex colleghi miei ncc e a fine turno se ne vanno in giro col Porche o il Ferrari. Ciao lettori e dichiarate il giusto che l’Italia ha bisogno degli Italiani e no di taxisti.

Francesco F., Roma Commentatore certificato 11.04.12 16:06| 
 |
Rispondi al commento

X IL "Signor" Francesco.
Ho scritto che guadagno € 1000 al mese?
Ho scritto che la mia è una famiglia mono reddito?
Ho scritto che ho un mercedes classe E?
(se proprio vuole saperlo ho una skoda)
Oppure lei legge è interpetra le cose come meglio crede.
Mi senbra di avere scritto che i €1000 io li abbia incassati il mese di marzo e non ad agosto, che se sono fortunato e lavorando 14 ore al giorno posso arrivare anche ai € 4000.
Vedo che anche lei ha bisogno di levarsi la mortadella che ha negli occhi per vedere le cose come stanno per davvero.
Dimenticavo, non so che lavoro lei faccia, ma provi a fare un'opera buona , così da anche una mano al "Signor" Monti, divida il suo lavoro e il suo stipendio con qualcuno che il lavoro non lo ha, potrebbe essere un'idea per rilanciare la crescita e l'economia di questo paese.
Che ne pensa?
Non le pare una buona Idea?
Nella merda nella merda tutti!!!!
Venga a fare il tassista in alcune località italiane che vivono solo di turismo pochi mesi all'anno, vediamo se poi gli rode il culo se qualcuno vuole dimezzarti quel poco che guadagni, sempre se nel frattempo non ti chiudono l'aeroporto tutta un'estate perchè c'è la guerra in Libia,allora si che sono cazzi amari, perchè gli incassi sfiorano lo zero giornaliero e tu incominci a fare cattivi pensieri.
Avrei avuto voglia di essere più cafone di quanto sono stato, ma credo che lei non meriti neanche il tempo che ho impiegato per risponderle.

Maurizio Tor 08.04.12 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Ho un amico che percepisce un cud di 12mila euro l’anno circa e non arrivo a fine mese se non con l’aiuto dei suoi, vive con loro, non ha bollette ecc. da pagare ha una macchina che se la vendesse sarebbe lui a pagare il passaggio invece a detta vostra “non come altri che con coraggio dichiarano di evadere” voi taxi siete nelle stesse condizioni ma in cambio riuscite ad arrivare a fine mese, in più avete il Mercedes classe E o similare la licenze ecc. cose che si pagano signori, quindi liberalizzazione forever cosi veramente guadagnate questi 1000€ lordi almeno potremmo dirvi poverini…

Francesco F., Roma Commentatore certificato 07.04.12 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Speravo sinceramente che dopo tutto sto casino sui taxi, la gente si fosse documenta almeno un pò prima di scrivere idiozie.
1° punto: diventi titolare di licenza taxi dopo aver vinto il concorso publico per titoli ed esami.
2° punto: l'intestatario di una licenza taxi non è il propietario, la propietà rimane in esclusiva ai comuni.
3° punto: il titolare di licenza taxi vende la propia attività non la licenza stessa, il tutto viene stipulato davanti ad un notaio con relativo atto notarile e dove lo stato incassa le tasse della compravendita.
4° punto: non esisto solo i tassisti di Roma, esisto piccole città o comuni dove le licenze non valgono un'emerita minchia.
5° si tratta di attività come altre, non capisco di cosa ci si scandalizza se un tassista romano dopo una vita passata in mezzo alla strada e al traffico vende la propria attività al miglior offerente.
6° il mese di marzo ho incassato € 1000 lordi, ma di che cazzo stiamo parlando.
Ve la faccio io una domanda a voi pro liberalizzaione settore taxi.......... che lavoro fate? vi picerebbe se domani qualcuno vi dicesse che per rilanciare l'economia dovreste dividere il vostro posto di lavoro e il relativo stipendio con qualcun'altro???
Ricordo a tutti che quando un tassista, barista,barbiere, ecc.ecc. va in pensione, non ha alcun TFR da coniugare alla misera pensione che gli verrà generosamente elargita dallo stato Italiano.
Ricordo inoltre che in questo paese c'è gente che le tasse le evade per potere pagare le tasse stesse.

Maurizio Tor 03.04.12 08:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giorno a tutti sono un tassista di roma e vorrei scrivere 4 righe sulla liberalizzazione dei taxi.
Primo non è una liberalizzazione ma è una privatizzazione vi spiego il perchè:
Il governo Monti vuole liberalizzare il mondo dei taxi facendo un cumolo di licenze, cosa significa questo: che una qualsiasi persona può avere intestate una o piu licenze taxi. Oggi invece una persona può avere una e soltanto una licenza taxi.
ORA SPIEGO IL VERO PROBLEMA DELLA LIBERALIZAZIONE DEI TAXI
Se il governo approva il cumolo delle licenze in un futuro molto vicino può arrivare una qualsiasi persona con un sacco di soldi e può comprare tutte le licenze di roma o di italia(questo a casa mia si chiama privatizzazione),faccio un esempio: il signor X riesce a comprare tutti i taxi di roma quasi 8000, ora il signor X deve far girare 8000 taxi per roma, sapete come fare? ci mette 8000 persone sottopagate a lavorare 12 ore al giorno tanto semplice.
vorrei sapere chi riesce a lavorare nel traffico di roma per 12 ore e percepire uno stipendio da fame, forse questa proposta di lavoro sarà accettato probabilmente dai extracomunitari visto che non hanno nulla da perdere come sempre gli extracomunitari raccolgono la frutta italiana sempre sottopagati.
TUTTO QUESTO COSA SIGNIFICA?
Se si fa il cumolo di licenze la ricchezza non sara piu distribuita su 8000 persone che lavorano a roma ma ci va a guadagnare molto chi ha molti soldi e vuole investire in questo settore,cioè Monti sta aprendo la strada hai grandi gruppi industriali e alle grndi banche a discapito sempre dei cittadini italiani.
IL GOVERNO MONTI CON LA LIBERALIZAZIONE DEI TAXI RIUSCIRA A FAR ENTRARE GLI INDUSTRIALI IN QUESTO SETTORE CHE FINO AD OGGI SONO RIMASTI FUORI. SICURAMENTE UN SETTORE GHIOTTO DOVE GIRANO MOLTO SOLDI MA OGGI I SOLDI SONO DISTRIBUITI PER CIRCA 45.000 TASSISTI ITALIANI DOMANI LA RICCHEZZA SARA DIVISA TRA POCHI INDUSTRIALI.
sicuramente ci sono degli errori di scrittura chideo scusa ma non sono un scrittore.

Daniele C., roma Commentatore certificato 07.02.12 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Commento politico n. 23
Due perché
Mantengono Monti al suo posto, perché a qualcuno fa comodo, come rimane il fascista Alemanno, perché torna a vantaggio di qualcun altro. ma questo è più grave perché l'apologia del fascismo è un insulto all'Olocausto.
Io attendo che il mio nome ritorni al suo posto e che mi sia dato lo spazio per i miei commenti più lunghi e che ai miei commenti venga dato uno spazio loro proprio
Caro Beppe Grillo, questa è la 23.ma volta che, modestia a parte, io cerco di aiutarti, ma vedi di aiutarni anche tu
Arnaldo Cantani, che lavora con voi, per voi

Arnaldo Cantani, Roma Commentatore certificato 27.01.12 15:44| 
 |
Rispondi al commento

E' assurdo credere che i tassisti sono una lobby!la cosa veramente da chiedersi è perchè ci sia questo grande interesse dei politici nei confronti di questa categoria.Semplice liberalizzare le licenze ,vuol dire portare alla fame 60 mila famiglie italiane,ma ovviamente ai politici se così li possiamo definire non gli interessa assolutamente nulla!Una volta che la categoria verrà portata alla fame ecco arrivare le grandi coopertaive,vi dice niente il nome Montezemolo o MErcegaglia!si comprano tutte le licenze a due soldi...e così ci portano al modello americano!Ieri il prof. Marcello Messre a una trasmissione televisiva ha detto:"I tassisti dovrebbero essere straccioni come in usa"che brava xsona!senza vergogna!ma lo sà che dietro ad un tassista ci stà una famiglia e dei figli!FORSE IL BEL GOVERNO MONTI DOVREBBE FARE UNA COSA ANDARE A CASA!PERCHE?' GLI ITALIANI NON L'HANNO VOTATO!E NON VOGLIO IL GOVERNO DEI PROFESSORI CHE FANNO GLI INTERESSI DELLE BANCHE E DEGLI INDUSTRIALI!Credo che ormai stiamo vicino alla rivolta sociale!Ci stanno mettendo l'uno contro l'altro semplicemente per fare i loro sporchi interessi!SVEGLIAMOCI ITALIANI DICIAMO BASTA MANDIAMO A CASA TUTTI QUESTI PARLAMENTARI CHE VIVONO SOLO DI PRIVILEgGI E STANNO PORTANDO IL PAESE ALLA FAME!PRENDIAMO ESEMPIO dalle categorie che sono scese in piazza uniamoci a loro e difendiamo LA NOSTRA VITA!E DICIAMO BASTA!A QUESTO SCHIFO!

ilaria poli 27.01.12 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Signor Grillo lei è stato sempre il paladino dell'onestà e poi mi cade sui tassisti.
Per quello che mi risulta la proprietà delle licenze è dei comuni quindi venderle è un reato da mercato nero, altro elemento non trascurabile questo mercanteggio disonesto viene fatto in contanti - denaro nero - proprio perchè la licenza non può essere oggetto di passaggio di proprietà. Siccome questi delinquenti hanno la sfrontatezza del loro vivere border line rispetto ad uno Stato di diritto fanno di un reato l'oggetto delle loro giustificazioni e lei li difende?; la licenza al titolare il comune la rilascia gratis!!! perchè poi non viene passata di mano gratis da questi galantuomini onesti????!!!.
Se i tassisti sono a loro dire dei morti di fame perchè acquistano alla borsa nera per 200.000 euro (valore attuale di una licenza taxi a Roma) un lavoro che per cominciare a guadagnare 1000 euro al mese - secondo le loro dichiarazioni dei redditi - occoreranno 25 anni? Và da se che i redditi che incassano sono almeno del 500% - maggiori rispetto a quanto dichiarano e quindi perseguono l'illegalità come condizione di vita e lei li difende, complimenti!!! Ma chi è il tassista tipo che vende la propria licenza? è quello che ha in mano la chiave della corruzione e sà dove infilarla per avere oltre la propria licenza una licenza per la moglie, una licenza per la figlia, una licenza per la mamma settantenne o per il fratello!
Fra un po' cosa farà caro Grillo si schiererà dalla parte di quelli che comprano le case popolari a 50/60.000 euro da chi l'ha avuta per diritto dal comune???
Allora abbia il coraggio di dire qui su questo blog o in piazza che l'operaio medio è un coglione!!! perchè appartiene ad una classe la cui onestà è imposta dalle regole a cui non può e non deve sottrarsi e quindi non ha diritto di lamentarsi, viva chi riesce a metterlo in c..o al fisco come i tassisti che evadono il fisco e che hanno la tutela di una concorrenza di mercato drogata dalle licenze limitate

romeo alfa 27.01.12 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sempre io. ma è mai possibile che questi analfabeti di politici che si appropriano indebitamente dei nostri soldi non sapiiano nemmeno il significato di cosa leggiferano? tobin tax! nessuno che ne conosce il significato, però lo discutono. ma il debito pubblico chi lo ha genereato? gli sprechi di denaro pubblico, chi lo ha fatto? negli scandali degli appalti pubblici truccati, chi è coinvolto? l'assenteismo nei palazzi pubblici, senato, parlamento etc. non è anche questo un sistema di evasione? vengono pagati ma non lavorano. è come fare una falsa dichiarazione dei redditi! è come se un negoziante vende della merce e non emette lo scontrino. o mi sbaglio? ma se nei piu grandi scandali, dove sono stati fatti sparire i soldi pubblici, sono coinvolti i politici, di chi è la colpa del debito pubblico che aumenta? il professorone di stronzologia e scenze confuse, perchè non applica la patrimoniale? perchè gli stipendi non vengo ridimensionati, visto che siamo nella cacca? perchè i politici non mostrano pubblicamente i loro stipendi, le loro proprietà? come fa un politico che dice di percepire 3.000 euro al mese ha delle proprietà che non sono compatibili che le entrate che dichiarano? che cazzo fanno i giornalisti? fanno sempre le solite domande stronze per non irritare i signori che li mettono nelle tv. perchè non gli fanno queste ed altre domande? ciao peppe, se puoi invitami ad una tua manifestazione, avrei molte cose da dire, anche se dovessi rischiare di essere ammanettato, voglio gridare agli italiani che questi maiali noi non li riconosciamo, ne come politici, ne come italiani. questi sono dei mafiosi che ci stanno derubando con la minaccia delle armi( magistrstura corrotta)

attilio c. Commentatore certificato 27.01.12 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Beppe lo so che sarai molto impegnato ,pero da esterno,destra o sinistra non e importante importante e quello che dici per noi ,come liberalizzare le licenze ai taxi ed ecc. Potrei grazie a un passa parola e tante amicizie sostenere molte delle tue idee vorrei parlare con te e spiegarti a voce tanti problemi che ci sono con trasportatori e tanti altri problemi che forse tu già sai per acquistare un indomani non lontano tanta di quella fiducia e capire dall'esterno del mondo della politica un mondo di un popolo che cerca di parlare per non arrivare ad un azione estrema fammi sapere ascoltami per curiosità sei l'unico dammi una possibibilita per capire di che cosa c'e bisogno tra tutti no!i non e una cosa retorica che tu già sai sono alcuni passi semplici che evitano tanti tanti problemi con noi umile popolo,fammi sapere ti ringrazio fammi provare

Marco Bondatti, Roma Commentatore certificato 27.01.12 00:04| 
 |
Rispondi al commento

caro peppe, ti scrivo da roma e vorrei chiederti, se posso partecipare a qualche tua manifestazione.sono indignato, anzi schifato, da questa politica che ancora una volta, decide di pensare ai cazzi suoi e lo fa cambiando le solite facce da ladri con facce da cazzo nuove.dopo aver dato del maiale al professorone spiegando che di economia non capisce un cazzo, sono stato censurato. la cosa preoccupante è proprio il fatto che se la bocconi sforna dei testa di legno per i politici ladri, siamo veramente alla frutta. è ovvio che ho cercato anche di spiegare che in qualsiasi economia del mondo, se si vuole incrementare il fatturato o il volume d'affari, di certo non è alzando i prezzi di tutto che si aumenterebbero le vendite. è chiaro che il cretino del prof. non sa nemmeno il significato della parola economia, figuriamoci se conosce il significato di economia e finanza. non vi è dubbio che il professorone ha accettato di fare il bamboccio dei politicanti, per il solo scopo di avere piu!!!!.se uno degli schieramenti politici avesse approvato una manovra del genere, di certo avrebbero perso il consnso degli elettori, quindi la cosa piu semplice è stata quella di buttare nella mischia un pezzo di merda senza scrupoli, che avesse massacrato gli italiani senza il rischio di non essere rieletto. a proposito, volevo chiederti scondo te, un semplice cittadino che accende un mutuo trentennale per l'acquisto di una semplice e modesta casa è a tutti gli effetti gia proprietario?anche senza aver estinto il mutuo? ho chiesto alla banca che mi ha concesso il mutuo, la quale oltre ad avermi imposto "la giusta assicurazione"mi ha detto che fin quando il mutuo non è saldato,la casa non si puo dire che sia ancora di mia proprietà.la cosa non mi ha stupito, però mi ha fatto fare una considerazione!ma se la casa ancora, non è di mia proprietà, xchè devo pagare l'imu? xchè non paga una parte anche la banca? visto che rivendica la proprietà fin quando non avrò saldato? ti prego rispondimi

attilio c. Commentatore certificato 26.01.12 23:54| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE PERCHE' NON GOVERNI ? BASTEREBBERO 15 GIORNI PER SISTEMARE TUTTO (COL TUO SAPERE)CIAO

simone p., milano Commentatore certificato 26.01.12 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Difendiamo i politici corrotti, difendiamo gli stranieri, difendiamo i poveri sinti, difendiamo chi vuole comandare in casa nostra... poverini, non dobbiamo essere razzisti... cosi lo prenderemo nel culo quando ci buttranno fuori casa perchè loro avranno diritti e noi solo doveri, grazie Italia, Grazie classe politiche che per prendere voti prometti tutto a tutti ..agli altri

jonny 26.01.12 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Signor GRILLO,
perchè tutti siete CONTRO gli stranieri senza soldi e PER gli stanieri con i soldi? Sono venuto in Italia per sopravvivere in questo mondo come avete fatto anche voi, gli italiani prima negli SUA e non sono venuto a rubare, ma per sopravvivere in pace con tutti ,non noi, cioè gli stranieri vi abbiamo rubato il lavoro come si pensa, ma voi l'avete perduto perchè non volete fare specifici lavori, i cosiddetti lavori vergognosi come: (badante, pulizie, muratorie...ecc.)Questi lavori chi li fanno se voi non volete farli? Se gli anziani hanno bisogno di una badante chi li aiuta?Pensate !!! Vi voglio bene a tutti.
PS. sono gli altri che ci fanno la vita pesante come i governanti che non sono buoni a gestire gli affari del Paese, ma capaci di gestirli solo per loro.

florea marius 26.01.12 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Liberizzazioni ??? si ma anche della POLITICA
Tuttti devono avere la possibilità di andare in Parlamento.
Invece, una volta che le poltrone vengono okkupate, difficilmente gli on. si staccano più da lì.
E ci rimangono fino alla morte.
Tarquini Gaetano

Tarquini Gaetano 26.01.12 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Grillo mi trova d'accordo su molte cose... su questa decisamente no... analisi troppo superficiale... con tutto il rispetto per la categoria (i tassisti) se l'Italia è un paese fallitto è grazie a questo modus operandi/pensandi... la licenza costa ufficiamente 20k, ma la pago 300k sottobanco perchè non v'è concorrenza, dichiaro 1000 euro al mese, ne faccio piu di 3000 e godo che solo il 10% di clienti mi chiede la ricevuta... Forse Beppe prima di parlare dovresti fare il tassista per un mese.... alla prossima

Gabriel Innocenti 26.01.12 20:59| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
ERA DA MOLTO TEMPO CHE NON MI PIACEVI COSì TANTO, HAI AVUTO IL CORAGGIO O MEGLIO " L'ONESTA' INTELLETUALE " DI AFFERMARE LE TUE OPPINIONI ANCHE SE CONTRARIE AL PENSIERO DEL TUO MOVIMENTO.
BELLA MOSSA....VAI AVANTI COSì

P.S. SIAMO IN TANTI A PENSARLA COSì.

marzia martin 26.01.12 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Spett. Onorevole GRILLO
Te lo stermino io l’evasore fiscale !!!
Parlano tutti di EVASORI FISCALI,E della somma totale di 170 MILIARDI DI €URO DI EVASIONE FISCALE per ogni anno.Poi però a conti fatti, ci sta sempre e SOLO la guardia di finanza che scopre qualche evasore fiscale, (naturalmente salvaguardando i loro parenti, gli amici, e gli amici degli amici, e naturalmente anche i NOMI ILLUSTRI che contano).Magari scoprono una evasione di 10 milioni di €uro, cantano vittoria, senza sapere che è UNA MISERIA rispetto ai 170 Miliardi di €uro che si evadono per ogni anno solare. MA MI FACCIANO IL PIACERE!! (direbbe il grande TOTO?)
Ci vuole UN METODO EFFICACE per sterminare per sempre l’evasione fiscale, il lavoro nero, e i rifugi fiscali fuori dall’Italia per nascondere i guadagni illeciti. Questi Capitali nascosti nei paradisi fiscali, comportano un INPOVERIMENTO dell’Italia, perché questi soldi non vengono reimpiegati in Italia per creare lavoro ed occupazione.(come i soldi esportati dai Cinesi)
Io da 15 anni ho studiato il problema, ed ho progettato un METODO EFFICACE.
E adesso posso facilmente dire che:
IN UN SOLO ANNO SI RIESCE A NON AVERE PIÙ UN SOLO EVASORE FISCALE, e LAVORO NERO. Questo in TEORIA, ma in pratica si può parlare facilmente di un 90% in meno di evasione fiscale. NON CI CREDETE?
Subito e facilmente facciamo la prova, e poi vedrete i risultati già dal 1° anno.
La prova si fa mettendo in esecuzione il mio METODO EFFICACE che ho studiato per debellare l’evasione fiscale. E' uno studio fatto da 15 anni, e ne è scaturito un MODELLO FACILE DA COMPILARE, TIPO 730. MA NATURALMENTE È UN PÒ DIVERSO.
Il problema di fondo, è quello di far dedurre ad ogni cittadino che deve fare il 730, il 100% di tutte le spese effettuate durante l'anno, deducibili dagli scontrini fiscali, in modo che a me e a tutti gli italiani, conviene CHIEDERE SEMPRE LO SCONTRINO FISCALE, naturalmente pagandoci l’IVA al 20 segue.. Tarquini Gaetano

Tarquini Gaetano 26.01.12 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Basta con "La terza gamba" di Pier Ferdy Casini, che si dice pronto a duri sacrifici. E' facile essere responsabili con parenti come i Caltagirone.Ma poi chi lo ha eletto?

Marco Salmoria 26.01.12 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Per quelli che.... "io il taxi non lo prendo mai, piuttosto che dar dei soldi a loro, vado a piedi"; per quelli che ... prendono il taxi una volta all'anno e si lamentano perchè è caro; per quelli che... "per me i tassisti possono morire di fame"; per quelli che.. "ma perchè non posso avere una licenza gratis? così io e altri 10.000 possiamo andare a fare concorrenza; per quelli che... "come ci godo a vedere star male il prossimo".
Se vi riconoscete in questi soggetti, mi sorge una domanda: ma se accadesse veramente una liberalizzazione selvaggia, a voi cosa cambierà nella vostra misera vita? mi piacerebbe leggere qualche risposta, qualificandovi almeno con la vostra professione.Marco68

monica l., bologna Commentatore certificato 26.01.12 16:59| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=SAMKHrylqMs&feature=share
ecco ciò che siamo noi sardi... ecco cosa pensano di fare della nostra isola.. forse sarebbe il caso di parlare anche di questo..

Alessandro Taras 26.01.12 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe interessante sapere cosa fa per vivere chi sparla tanto (senza sapere nulla) su una categoria di veri lavoratori come i taxisti, se gli italiani prendessero esempio sulla dedizione, costanza, fatica e professionalità della maggior parte dei tassisti italiani, questo paese si risolleverebbe in breve tempo, sicuramente non siamo come tutti quei parassiti che vediamo ogni giorno, sicuramente uno di questi sei tu. Che vorresti la pappa pronta senza il minimo sforzo. Marco68

monica l., bologna Commentatore certificato 26.01.12 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Fruttivendoli tassisti non mi sembrano da mettere insieme ai notai,quella si che e'una categoria da colpire

Ale di 26.01.12 13:33| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNEREBBE LIBERALIZZARE ANCHE CERTI TIPI DI PROFESSIONE AD ESEMPIO I NOTAI, CHE E UNA CASTA PER POCHI FORTUNATI
VIETARE IL DOPPIO IMPIEGO A TUTTI I LIVELLI, AI PARLAMENTARI, MEDICI, DIRIGENTI, AMMINISTRATORI PRESIDENTI ECC. CHE OPERANO SIA NELLE STRUTTURE PUBBLICHE CHE NEI LORO UFFICI PRIVATI.
AVERE UN'UNICA FORZA DI POLIZIA IL CHE FAREBBE RISPARMIARE SICURAMENTE MONTAGNE DI EURO SIA DAL PUNTO DI VISTA FORMATIVO CHE DAL PUNTO DI VISTA LOGISTICO AMMINISTRATIVO
ABOLIRE RIMBORSI SPESE PER TELEFONIA
RIMBORSI SPESE VIAGGIO CASA LAVORO DI CUI USUFRUISCONO I NOSTRI DIPENDENTI PARLAMENTARI E DIRIGENTI VARI,
ABOLIRE L'USUFRUTTO GRATUITO DI ALLOGGI PER I DIPENDENTI STATALI DI QUALSIASI LIVELLO(L'ALLOGGIO SE LO DOVREBBERO PAGARE DI TASCA TUTTI, DEFALCANDOLO DAL PROPRIO STIPENDIO) OPPURE SE LO COMPRANO COME FANNO TUTTI QUELLI CHE CON STIPENDI DA 1500 EURO PAGANO UN MUTUO DA 700-800 EURO E CON IL RESTO CAMPARCI LA FAMIGLIA
I DIPENDENTI STATALI QUALI POLIZIOTTI CARABINIERI FINANZIERI INFERMIERI VIGILI DEL FUOCO ECC. NON PERCEPISCONO NESSUN RIMBORSO SPESE DI CUI SOPRA QUINDI NON VEDO PERCHE LA CASTA POLITICA E DIRIGENZIALE DEBBA AVERE QUESTI PRIVILEGI PUR AVENDO GIA LAUTI STIPENDI
PARLAMENTARI E POLITICI DI QUALSIASI LIVELLO SONO I SOLI RESPONSABILI DELLO STATO ATTUALE DEL NOSTRO BEL PAESE, MANDIAMOLI A CASA

alessandro d., santeodoro Commentatore certificato 25.01.12 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Difendere una lobby seppur minore come quella dei tassinari mi pare molto
controproducente! io non mi fido di personaggi che dicono di aver pagato
200000 euro una licenza e che piangono millantando 1000 euro al mese di
stipendio, non mi fido di personaggi che hanno appoggiato un fascista come alemanno alle elezioni comunali. E poi dovreste vederli in azione, nella loro arroganza
quotidiana, come si destreggiano pensando di essere i padroni della strada.
Mi ricordo di Eva, una ciclista investita da un taxi a Roma, solo 2 anni
fa! Basta tassinari, basta taxi, basta auto!

Nuotanda A. 25.01.12 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per il noleggiatore Riva: ma tu sai quanti ncc burini lavorano a Roma? tu forse sei uno di Roma che ha parenti in, facciamo un caso, in un paese dell' Abbruzzo, prendi li la residenza, fai la domanda per avere una licenza ncc di quel paese e poi vieni a lavorare a Roma e se a qualche paesano gli serve il tuo servizio tu stai a lavorare a Roma, a prendere il lavoro degli Ncc di Roma e poi pagate le tasse al comune che vi ha rilasciato la licenza.Tutto lecito?io credo di no,anche perchè il vostro è un servizio di rimessa e non da sosta fuori dagli hotel, dove date ai portieri d'albergo 10 euro a corsa per l'aereoporto, dove fate in fretta e furia i voucher per far vedere che era una corsa prenotata.
Per chi è ancora convinto che la licenza è un bene NON VENDIBILE..una volta, ora fai un regolare contratto che andrai a depositare all'agenzia delle entrate, dove il venditore pagherà il 23% e l'acquirente il 3% e hai 30gg per la registrazione dalla data di stipulazione, dopo di che si raddoppia,peggio degli strozzini.
Il sindaco di Bolgna nel 2009 quando rilascio delle licenze, ai vincitori del bando chiese 140/150.000 euro per la licenza.
Il problema sui taxi non è il numero, che è gia più che sufficente, ma la organizzazione e l'organo controllore.A Roma c'è un periodo dove si va in riduzione organico, per tutto agosto e per 15 gg tra dicembre e gennaio, quindi pensateci sopra, tutto visibile se digitate "turni taxi roma"; ferie forzate senza nessun rimborso.Volevano creare sviluppo e lavoro? semplice, cominciare a progettare un unica auto per il servizio taxi, avrebbe migliorato il servizio per il cliente, per l'autista,sarebbe stata buona per combattere l'abusivismo, e avrebbe fatto riaprire qualche catena di montaggio.DISPONIBILI AD ABBATTERE LE TARIFFE CON UN UNICA AUTO,CARBURANTE PROFESSIONALE.Pensate solo al lavoro per il terziario, 40.000/50.000 taxi.Com'è che nessun professore pensa a questo? perchè c'è già un progetto di qualche balena che vuol prendere tutto!!

roby267 r., Roma Commentatore certificato 25.01.12 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente ti riconosco. Ti avevo scritto tanto tempo fa spiegandoti la situazione dei tassisti e nè ho ricevuto risposta, nè ho letto tuoi post sull'argomento. Chi dice che i tassisti guadagnano tanto si basa su dicerie senza fondamento e sfoga la rabbia che si accumula nei confronti di quei tassisti disonesti che "Striscia la notizia" o altri mezzi di informazione ogni tanto smascherano. Mio marito è un tassista onesto e vi giuro che, tolti i contributi, la benzina, l'assicurazione auto che è più alta, le riparazioni alla macchina e due macchine nuove che abbiamo comprato di corsa a rate perchè non valeva la pena far aggiustare le vecchie, guadagno più io che sono una semplice impiegata, ma che almeno prendo tredicesima e quattordicesima. Durante le ferie obbligate dal Comune (10 gg. ad agosto e 5 a Natale) o se decidiamo noi di partire, o se mio marito è infortunato, non guadagna nulla di nulla. Per non parlare poi della licenza che abbiamo pagato profumatamente e che ci ha impedito di fare un buon mutuo per comprare una casa decente. Vivamo in 4 in 60 mq. E questa è una categoria privilegiata?

Maria Teresa Spingola 25.01.12 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tt, io faccio un lavoro da dipendente e non ho licenze acquisite o ereditate per lavorare, e devo sottostare alle odierne leggi di mercato. Vi pare giusto?? Perché loro si e io no?

james joyce 25.01.12 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando bersani ha liberalizzato il commercio
(a favore dei supermercati)non ho sentito una mosca volare;eppure anche loro avevano pagato le loro licenze fior di quattrini.come al solito due pesi due misure.certo era meglio cominciare a liberarizzare dall'alto-monopolio tabacchi in primis(per dare l'esempio)treni,enel,gas ecc..ecc..
ma se liberalizzano il tutto allora è giusto.

rita scotto 25.01.12 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe io il lavoro NON L'HO COMPRATO. Ho studiato, mi sono laureato in 4 anni e mentre i miei compani andavano al mare io andavo a lavorare all'estero ed imparavo una lingua.
Anche la mia famiglia ha investito i sacrifici di una vita per mantermi a Roma e pagare le tasse, ma io non PRETENDO che da una licenza comprata ne venga fuori una rendita da posizione dominante.
Io ho investito su di me e se mi licenziano o se non trovo lavoro certamente non faccio sciopero perchè ho fatto un investimento che non mi sta rendendo come mi aspettavo.
SMETTIAMOLA CON QUESTE DIFESE A PRESCINDERE DELLE VARIE CATEGORIE PER RACCOGLIERE VOTI.
DIFFONDIAMO UN MODELLO FATTO DI IMPEGNO, MERITOCRAZIA, CONCORRENZA e SOSTEGNO AI PIU' DEBOLI.
Un saluto

kinga 25.01.12 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Ah Grillo ma sei uscito di testa? No alla cittadinanza per i figli degli immigrati, SI alle proteste dei taxisti?!!!????
Siamo l'unico paese al mondo dove i taxisti hanno guadagnato per decenni come un chirurgo di fama; borghesi con la casa al mare, facendo un lavoro che dovrebbe pagare come un operaio. Da il disgusto vederli in piazza con la tipica ipocrisia tutta italiana. È vero, esistono poteri e interessi assai più forti ma da qualche parte bisogna incominciare a far piazza pulita. L'Italia di questi giorni è lo specchio della politica che abbiamo, arraffona, egoista, pronta a qualsivoglia menzogna per il proprio interesse. È insensato fare una guerra contro la casta e poi difendere i particolarismi degli interessi delle singole piccole caste!! Siamo noi i creatori della casta!! E mai come oggi ciò diventa evidente!!! RITIRATI Grillo perchè il tuo movimento sta diventando uno schifo vergognoso. A Torino il movimento 5 stelle ha candidato un mentecatto e presto o tardi vi troverete inquisiti e traditori in casa come l'IDV. Perchè questo è ciò che accade quando si inseguono populismi di bassissimo livello come state facendo voi. Qualcuno dovrebbe dire che per quanto questo governo sia antipatico ed odioso ciò che sta facendo è drammaticamente necessario, e non è nascondendosi dietro ciò che non ha fatto che si può cancellare. Poi ci sarà ancora molto da fare. E basta anche con questo finto superamento delle ideologie: ci sono proteste che sono vergognose e basta e se vai a cercare iscritti la in mezzo VALI NE PIÙ NE MENO DEL TROTA. Addio da un ex simpatizzante.

paolo zoncan 25.01.12 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sospenderei l'aumento delle licenze ma a patto di:

1) Sopprimere immediatamente il valore della licenza. Non deve essere un bene di mercato, a quel valore si lega troppo il futuro e l'investimento di chi lo possiede (che per questo ha la mia solidarietà). E' troppo rischioso.

2) Il tassametro piombato deve fungere anche da registratore fiscale che comunica periodicamente e automaticamente i dati a una banca dati centralizzata. Volendo, dotandolo anche di GPS, potrebbe inviare dati che le amministrazioni possono utilizzare per valutare la qualità totale o se pianificare o meno una rimodulazione del numero di licenze.

3) Ai tassisti con la vecchia licenza dovrebbe essere garantito il diritto di una licenza "perpetua" e rimborsato il valore dell'investimento licenza una volta raggiunta l'eta pensionabile con il seguente calcolo:

(Valore Licenza pagata) MENO (Costo annuale nuova licenza) PER annoServizio.

Mi pare una cosa di buon senso.

Giuseppe P., Roma Commentatore certificato 25.01.12 07:17| 
 |
Rispondi al commento

Lasciamo perdere ogni demagogia sui tassisti, su quanto costa una licenza, sul fatto che evadono o meno le tasse.
Ora, io non ho una posizione su questa liberalizzazione (perché loro e farmacie si, ma tabaccai ed edicolanti no?), però mi pongo delle domande:
1) il commercio al dettaglio, alimentari esclusi, è liberalizzato da anni e le licenze hanno il valore della carta straccia. Perché alcuni si ed altri no? I tassisti o i farmacisti sono migliori?
2) conosco dei tassisti. Dove vivo io un tassista lavora dai 3 ai 5 mesi all'anno, poi passa molto tempo a "grattarsi la pancia". Per loro la licenza è, anche, una pensione aggiuntiva.
3) però conosco anche dei NCC (o come si chiamano) locali: lavorano poco, non hanno i privilegi dei tassisti.
Che fare?
Perché vedi, Beppe, se pure ni iniziamo a ragionare in termini di voti portiamo, come gli altri, l'Italia indietro invece che avanti.


Che brutto commento, Beppe! Se tu fossi coerente dovresti applaudire a questa riforma che va verso la legalità. Come puoi affermare che "in Italia il lavoro si compra" e non criticare quest'affermazione? Mi aspetto maggior lucidità da te! Secondo te tutti hanno 100 o 200 mila euro da investire in una licenza da tassista? E lo ritieni comprensibile? Ti rendi conto di che cifra è? E il tutto esentasse! La compravendita di licenze è una delle cose più mafiose che esistano in Italia e tu la difendi? Mi dispiace per chi ha investito quei soldi, spero abbiano degli ottimi redditi col loro lavoro, ma non si può essere dalla loro parte in questo caso. Perché sennò dovremmo legittimare pure la compravendita di case popolari, o chissà quali altre porcate! Tu DEVI combattere per la legalità, per un paese migliore e limpido in tutti i suoi aspetti, sennò non ha proprio senso la tua presenza politica (nel senso nobile del termine)!

Mauro M 24.01.12 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusatemi, forse un po OT; ma approfitto dei commenti su licenze, taxi e c per analizzare anche un altro aspetto di queste attività, in base alla mia personale esperienza.

Settimanalmente vado a Roma. Atterro a Fiumicino, mi sposto per la città in taxi e :

- nessun tassista o quasi dice di accettare carta di credito, solo contanti..devo attraversare mezzo terminal per trovare una persona disposta all'incasso con tale modalità
-praticamente impossibile prenotare un taxi telefonicamente preannunciando pagamento con carta di credito. i tempi di attesa sono incredibili
- frequentemente l'importo di partenza non è corretto, soprattutto se il taxi viene preso in zone cittadine
- una volta su tre il passaggio fra zona 2 e zona 1 (entro e fuori raccordo) avviene in ritardo, con addebito non giustificato
- spesso mi viene suggerita la possibilità di essere prelevato a fine giornata dallo stesso tassista (quindi fuori turno, ad arrotondamento esentasse)
- in alcune occasioni sono state scelte mio malgrado strade incredibilmente panoramiche; rapidamente corrette quando risultava evidente la mia conoscenza delle aree romane

un po' mi vergogno - come cittadino Italiano - pensando all'esperienza di un eventuale turista straniero, che spesso di fronte a queste piccole truffe non ha protezione alcuna .

mi chiedo se non sia possibile, da parte dei tassisti onesti (e ce ne sono tanti, per fortuna) - invece che limitarsi a protestare quando sono toccati nelle proprie tasche - cercare di fare un po' di sensibilizzazione e pulizia di fronte a questi atteggiamenti dei loro colleghi meno corretti.

Ferma restando l'evidenza di come la liberalizzazione delle licenze non possa essere formula per risollevare l'Italia...al limite potrà migliorare il servizio, stimolando un po' di concorrenza..anche se non è facile valutarne ad oggi le effettive conseguenze a lungo termine.

grazie, buona giornata a tutti..e forza Beppe

Dario Tion 24.01.12 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Io anche se comprendo il malumore di una tassista che ha speso fior di quattrini per una licenza non credo sia giusto non liberalizzare.Penso questo perchè ritengo che il problema sia stato tralasciato in precedenza in quanto non si sarebbe dovuti arrivare a far valere tanto una licenza la quale se tanto è venuta a costare è perchè dietro di se ha privilegi e penso anche guadagni sufficienti. Questo discorso meglio si può somprendere con i titolari delle farmacie che fino ad oggi hanno goduto praticamente del monopolio senza avere problemi di concorrenza come tutte le attività commerciali ed ad oggi vogliono come i nostri politici mantenere questo privilegio esclusivo e fidatevi che se una farmacia è venduta a due o tre milioni di euro in un paesino di 50000 abitanti immaginate quanto possa guadagnare al mese...probailmente un commercialista umile potrebbe campare avendo un solo farmacista come cliente!!!
Concludo ripetendo che mi spiace per i tassisti che ovviamente non sono paragonabili in termini di guadagni ai farmacisti ma in termini di privilegi forse un pochino si e se siamo contro i privilegi in senso assoluto dovremmo esserlo anche in questo caso...giusto Beppe!! ;-)

Paolo D'Angelo 24.01.12 18:00| 
 |
Rispondi al commento

LIBERIAMO la LIBERALIZZAZIONE !
Non a scapito di chi ha acquistato licenze taxi con impegno e sacrificio economico, ma potenziando il servizio a seconda delle esigenze dei singoli territori nei quali si verificano notevoli aumenti di richieste legate soprattutto al turismo. Concedere quindi licenze semestrali o licenze part-time verticali e orizzontali creando così nuove opportunità di lavoro e garantendo all'utenza una maggiore qualità nell'efficienza del servizio (puntualità, sicurezza,disponibilità) e una concorrenzialità delle tariffe.
Vogliamo parlare anche della libertà che ogni cittadino potrebbe avere nel poter scegliere a quale servizio affidarsi?
Con la stessa elasticità andrebbero rivedute anche le concessioni che riguardano le licenze NCC

Manuela Giacomelli 24.01.12 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Mah credo che questa, non è l'unica, volta il Grillo l'habbia buttata di fuori e non poco.
Non ho proprio nulla contro i taxisti ma oltre ad essere una corporazione non credo sia saggio dimenticare che:
a)La licenza ha un valore determinato da un mercato parallelo e clandestino, dargli valore sarebbe rendere legale una cosa illecita.
b) Pagare 250.000 euro per una licenza che, dichiarazioni medie alla mano, produce meno di 20.000 anno è una follia che lascia perplessi, se fai un calcolo matematico semplice semplice per ripagarla occorrerebbero circa 15 anni senza mangiare, vestire, pagare tasse o spendere nemmeno un centesimo dite voi....

Riccardo Pratt 24.01.12 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, sono d'accordo con il tuo sentimento di fondo, verso chi governa e verso chi comanda nel paese.
...ma sui tassisti ( e il discorso vale per quasi tutti .. ) dimentichi , e lo so per certo, che evadono e soprattutto hanno evaso le tasse per cifre iperboliche.... e non mi portare l'esempio del pastore nel sassarese che fa il tassista e " guadagna " € 3.000 all'anno ... non è corretto ....Nelle grandi città, hanno fatto quello che hanno voluto, nonostante i tentativi di " correzione " attuati negli ultimi anni.
Dunque se stai con i tassisti quelli di " domani " forse è anche giusto, ma quelli di ieri.... è solo populismo. E Dio sa quanto NON c'è bisogno di populismo, in un paese che verso la comunità e lo stato ragiona che il mio è mio e quello di tutti è ancora mio, senza rispetto per niente e nessuno....
E quì, NON puoi ( possiamo ) dare la colpa ai politici, siamo noi, che li abbiamo espressi e il Popolo è rappresentato degnamente.... e sparare su di loro è fin troppo facile.
Visto che riesci a fare " Conoscenza e Consapevolezza " quasi sempre, dai un contributo alla crescita Civile del Popolo, senza facili populismi....Perchè se i sondaggi Ti premiano, NON premiano la ( Crescita Consapevole e Responsabile) degli italiani e questo è un male peggiore di quello che si vuol curare. Saluti
Franco

Franco Andreucci 24.01.12 15:00| 
 |
Rispondi al commento

sono felice che beppe grillo appoggia i tassisti di tutta italia e lo ringrazio di questo per tutti noi.
la gente pensa che il tassista gudagna un sacco di soldi,ed evade ancora di piu, tutto falso ragazzi anche se voi non credete a quello che sto dicendo per il semplice fatto che sono di parte.
qui lo dico e qui non lo nego sicuramente sto meglio di un lavoratore in fabbrica e ho un guadagno un po piu elevato,il mio al netto è di 12oo-1500euro al mese
non penso con un stipendo del genere di potermi dichiarare ricco.
posso solo dirvi uan cosa
le spese del taxi sono di:
1)assicurazione a mio carico in prima classe pago 1500 euro
2)il costo della macchina a mio carico pagando l iva per intero.( quest' anno ho cambiato macchina ed ne ho presa una usata perche una nuova non posso permettermelo)
3)benzina a mio carico tranne 300 euro di riborso annue(ricordo che un taxi a roma fa circa 55000 km l anno, 300 euro all annno non ce faccio nulla negli altri paesi si va da un rimborso minimo del 20% fino ad un massimo di 37% e consideriamo che abbiamo la benzina piu alta di europa)
4)diachiaro circa 23-25mila euro l anno e pago circa dai 3 ai 5mila euro l anno
5) 160 euro di canone mensile di radiotaxi, 40 euro di commercialista mensili, inail 360euro annui piu inps 720 ogni 3 mesi, anutenzione ordinaria e straordinaria della macchina, bollo dell auto, tutti gli anni si fa la revisione al propio mezzo anche se è una macchina nuova di zecca.
queste sono le spese di un taxi sempre se non mi sono dimenticato qualcosa. ma bisogna aggiungere il mio mutuo per la licenza taxi ho fatto una ipoteca su casa dei miei genitori, e se lo stato liberalizza il valore della licenza cala in modo drastico e anche il lavoro diminuisce, ho un muto per 10anni di 1150 euro al mese. ho pagato la licenza 140000.
ricordatevi il taxi non è come un bar o un ristorante se il servizio e il rapporto qualita prezzo e buono sicuramente lavora di piu,ma con il taxi questo discorso non è valido

Daniele C., roma Commentatore certificato 24.01.12 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

?????????????????????????

io non sto con i tassisti , sono , come pensavo questo movimento, contro i gruppi o le corporazioni che difendono solo i loro interessi a discapito della collettività , i tassisti sono tra questi come lo sono i politici anche se in misura ovviamente diversa. difenderli a che pro ?? qualche voto in più ?!?!?!?

matteo M. Commentatore certificato 24.01.12 12:32| 
 |
Rispondi al commento

E perdonate gli errori di battitura,ste tastiere virtuali del cavolo....

alessandro s. Commentatore certificato 24.01.12 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Vedo che anche stavolta il gioco di chi ci muove come marionette sta funzionando....DIVIDI ET IMPERA...stiamo qui a contarci le briciole nelle rispettive tasche,dando del ladtobevasore ctiminsle al vicino di letto della stessa corsia dello stesso miserabile ospedale,invece di guardare dove davvero dovremmo,e dove quelli che ci stanno dicenfo fove guardare jon vogliono noi volhiamo lo sgusrdo...
SVEGLIA GENTE!
Invece di stare ad ascoltare la favola del "lo stato non ha più soldi per colpa degli evasori",chiedatevi ma perchè NOI STESSI, IN QUANTO STATO NEL NOSTRO INSIEME, abbiamo scelto di non poter più stampare valuta sovrana, ma doverla andare ad elemosinare all BCE?
Ci vuole più stato in quanto reale interesse di tutti,come nostra rappresentanza, e meno privato, che non diamo noi, nè tu nè io, ma chi ci sta mettendo in hinocchio perfarci accettare un salto indietro di 200 anni nella lotta per la conquidta di condizioni di vita e lavoro DIGNITOSE!

alessandro s. Commentatore certificato 24.01.12 11:49| 
 |
Rispondi al commento

LICENZE TAXI, I MIEI 2 CENTESIMI...

1) Lo Stato riacquista tutte le licenze, al valore medio attuale, paga 50% in contanti e 50% in Titoli di Stato.

2) Emissione Nuove-Licenze costituite da due parti:
Una licenza taxi (patente, esame psicofisico, conoscenza territorio) al costo di euro 200,00.
Una Tassa annuale per l'esercizio della attivita', costo 1mo anno euro 200, 2ndo anno euro 300, 3rzo anno e successivi euro 400.

3) numero delle licenze legato al numero delle persone che vivono nella stessa area/comune/regione.

4) Obbligo di installare nel taxi una Black-Box per la sicurezza e la verifica dei km percorsi.

5) Obbligo di ricevuta fiscale con pagamento 1/2 POS o CartaCredito.

6) possibilita' di associazione (libere o cooperative) per ottimizzare servizi e costi.
Dino

Dino Lenzi 24.01.12 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se hai un negozio un concorrente può aprire un negozio a 150 metri, se sei un professionista un collega può prenderti un cliente con un prezzo più basso, se sei un tassista o un farmacista nessuno può costringerti a fare in modo che la coda alla stazione sia inferiore o la farmacia aperta il sabato o fuori orario o a fare un prezzo più basso, come chiamate questa situazione se non monopolio??

Franco Lo Basso 24.01.12 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo con te stavolta Beppe. Va bene, non bisognava forse partire dai taxisti, ma questo non toglie che liberalizzare non sia giusto...questo sistema delle licenze che si tramandano solo da padre in figlio non ha proprio senso!

Claudia 24.01.12 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Nel 90 ci siamo indebitati per 70 milioni (non avevamo una lira!) per rilevare l'attività (licenza!) di bar, che ci dà da vivere ancora (solo da vivere!).La banca non ci ha permesso di pagare una rata al mese che ci consentisse di liberarci in un pò di tempo del debito, perchè i commercianti non erano persone a cui dare fiducia, secondo loro! Perciò avevamo uno scoperto di conto che ci ha mangiato in 10 anni tutto ciò che guadagnavamo a parte i viveri e le bollette.Abbiamo dovuto vendere cose avute in eredità per uscire da questo incubo...poi è arrivato Bersani con la liberazione delle licenze e chiunque può aprire un bar senza ciò che abbiamo dovuto passare noi. Mio marito ha 55 anni e la pensione è lontana,abbiamo un piccolo bar che non vale nulla, non abbiamo mai fatto una vacanza,e siamo incazzati neri! Abbiamo solo la soddisfazione che siamo riusciti a mandare avanti la famiglia, che i nostri due figli non faranno mai il nostro lavoro che ti succhia le energie senza darti nulla in cambio...e a chi dice che sono tutte storie, che i commercianti si lamentano sempre ma stanno bene dico "vi auguro la stessa cosa, anzi, in sardo, aicci torristi!"

anna maria manca 24.01.12 08:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima paghino le tasse poi discutiamo

Adriano Benetti 24.01.12 06:32| 
 |
Rispondi al commento

un po di migliorini -figli del migliorista- sono calati fin quaggiu per rifilarci qualche lezioncina di opportunita politica e bon ton ...come si dice politically correct, visto che dalle loro parti non si usa e comunque è un mortorio.
questi attacchi ai tassisti ai notai ai farmacisti...mi ricordano molto le medievali cacce alle streghe, quando il potente era in difficolta si inventava qualcosa da dare in pasto al popolino
..e se non bastava questo qualche bella guerra e qualche forca.
fatte le debite proporzioni, a me sembra che il petrolio la finanza la ferrovia le assicurazioni
IL LAVORO, LA PRECARIETA, sono argomenti ben più grandi. ma siccome non li si puo abbordare diamo addosso a quelli che possiamo e poco importa se sono VALORI infimi, alla POMPA c'è l'avvocato
dietro la banca il tassista e a gestire i treni un farmacista. se pensano di poter nascondere questa truffa politica si sbagliano di grosso.
oggi la camusso a detto alla fornero che non va ne il metodo ne il merito. se qualche beneficiato vuole dire qualcosa che cosa possiamo fare se non compatirlo. che si arroghi il diritto di criticare possiamo anche stare a sentirlo. ma se per caso dovesse pure avere la pretesa di azzardare a dirci quello che dobbiamo fare e dire gli diciamo con tutta la cortesia di questo mondo
O SEI UN IGNORANTE O SEI IN MALAFEDE.

franco rosso 23.01.12 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

oddio adesso il blog sembra uno di quei discorsi dei vecchietti: è tutto sbagliato è tutto da rifare. Sempre, comunque.
E' vero beppe è molto meglio tenerci le lobby, spendere 200 mila euro per poter lavorare, pagare i servizi molto di più della media europea ma più scadenti e magari a nero, avere una disoccupazione giovanile da urlo xchè se non sei figlio di, non sarai mai nessuno(in generale non solo i taxi, penso agli avvocati che protestano per non poter più sfruttare i tirocinanti).
Si dice tanto male dei politici ma appena qualcuno ci tocca i nostri PRIVILEGI(non i diritti bada bene) ci inalberiamo subito.
Ok lasciamo tutto così com'è, basta cambiare politici che tutto andrà bene.
Basta dire che è tutto sbagliato anche le cose che potrebbero portarci un po più vicini agli altri paesi europei in fatto di libertà lavorativa, ascesa sociale e diritti dei consumatori.
Iniziamo a batterci per i nostri diritti non per i nostri privilegi, che sono quelli che impediscono un vero ricambio culturale e generazionale in Italia.

Filippo V. Commentatore certificato 23.01.12 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Anche io non condivido la tua posizione, in questo caso. Di solito sei molto lucido nell' analisi ma in questo caso mi paté che tu abbia preso un granchio.... Ciao!

Ruggero Todesco 23.01.12 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, tu dici: il lavoro in Italia si compra. Io il mio non lo ho comprato e come me, credo, la grande maggioranza degli italiani. Io credo che il lavoro si fà e, se lo fai bene, i tuoi clienti o il tuo datore di lavoro ti rispettano e ti danno da vivere. Questa Italia che tu conosci, in cui il lavoro si compra una volta per tutte e poi non importa come lo fai perché lo hai comprato, mi fà schifo. Tu come hai comprato il tuo lavoro? Tu quanto hai pagato per poter guadagnare tutti i soldi che guadagni e, in più, pensare di poter insegnare a vivere agli italiani onesti? Mi dispiace, noi apparteniamo a due mondi diversi che non hanno nulla in comune.

alberto f. Commentatore certificato 23.01.12 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Desidero dire ancora qualcosa :
1) Non capisco cosa spinga Grillo a schierarsi con tassisti, farmacisti, notai, etc
2) Monti ed il suo Governo non saranno il massimo, ma almeno provano ad affrontare alcuni problemi strutturali che rendono l'Italia un paese di tipo "sud americano" !
3) L'alternativa a questo Governo è , purtroppo , il ritorno al teatrino dei "buffoni" che si spera ci abbiano lasciati per sempre ! Se non altro si ascoltano persone, anche di aspetto serio e preparato ! Anche se buona parte del "cafoname" italiano si crogiolava nel seguire le caz..e proferite dai vari Berlusconi, Bersani, Bossi, Fini, Di Pietro e dei loro "famigli", "scritturali" e mezzi-busti prezzolati in TV !
4) Questo Governo, anche se con evidenti prudenze e certe iniziali miopie , sta dimostrando un minimo di fermezza nel procedere in qualche riforma che rendano l'Italia un poco più decente !
5) Se si riuscirà anche a cominciare a far pagare un pò di imposte alle varie categorie delinquenziali di storici e sempre protetti evasori ( commercianti, professionisti, industriali, speculatori,etc), già questo di per sé è già un insperato risultato!
6) Il semplice fatto che notai, avvocati, proprietari di barche e SUV, gioiellieri e tanti altri analoghi imbroglioncelli, siano un poco in fibrillazione ( non sentendosi completamente protetti dalla viscida coltre berlusconiana) immette una leggera ventata di speranza !
7) Comunque Monti e parecchi dei suoi, se non altro, sono dei rappresentanti italiani presentabili, colti, autorevoli, che conoscono le lingue, che vestono in maniera sobria ed educata, che masticano di economia, che non urlano e gesticolano, che in sostanza offrono del Paese Italia un'immagine decente e non ridicola come siamo stati abituati negli ultimi anni!
8) se a ciò si aggiungesse anche l'oscuramento di tanti FINTI IMPRENDITORI MADE IN ITALY (Della Valle docet!) che grande risultato !! FAREMMO BINGO !!

Marco Pirone 23.01.12 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' giusto che i tassisti vengano risarciti del
prezzo pagato per acquistare la licenza, COME
RISULTA DALLA CONTABILITA'.

Mauro Dalla Ragione 23.01.12 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai ragione Beppe, quando dici che devono essere rimborsati. Il sistema dei contingenti numerici ha creato tutto questo. Un mercato illegale dove si potevano vendere e comprare delle autorizzazioni amministrative. Ma dove siamo!!! Certo che se uno voleva fare il tassista doveva sottostare a questo mercato assurdo e sborsare fior di soldi.Il discorso della liberalizzazione è pero' sacrosanto. Io ho proposto una cosa che mi sembra semplice: concedere ai tassisti un credito di imposta al 100% per dieci anni in modo tale da farli "rientrare" del loro esborso. Simultaneamente pero' obbligarli al rilascio dello scontrino fiscale (non quel foglietto del cavolo che ti danno ora)per vedere quanto incassano. Ti dico solo questo: quando avevo mio figlio all'asilo una moglie di un tassista pagava un quinto di quanto pagavo io che faccio l'impiegato. Aveva un ISEE ridicolo!. Quindi liberlizziamo, rimborsiamo i tassisti e facciamogli anche pagare le tasse.
ciao

marcello

marcello tardiola 23.01.12 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Dopo avere effettuato considerazioni per “tassisti “ e “farmacisti”, dirò dei :
NOTAI : CATEGORIA SUPERFLUA !!! Ciò che fanno garantendosi una personale "tangente" potrebbe essere effettuato da "UFFICI PUBBLICI " all'uopo dedicati ( potrebbero essere gli stessi incrementati ove i notai depositano gli atti), cui preporre "laureati in materie giuridiche" adeguatamente preparati, che percepirebbero un "diritto" calibrato per ogni genere di atto( con beneficio per le casse pubbliche e non per le tasche di questa anacronistica lobby !). Il discorso non merita ulteriori commenti per la pochezza reale del problema !
AVVOCATI : qui si apre il problema degli “Ordini professionali”. Queste associazioni lobbistiche sono il “reale intoppo” per la soluzione del problema . Queste associazioni di iscritti si sono arrogate “ nel tempo”, al di là di ciò che dichiarano ( compiti deontologici) , di essere “il filtro” di ingresso nelle professioni. Questo improprio compito è associato all’illogico dovere sancito nel nostro ordinamento di dover sostenere il c.d. “ESAME DI STATO” , premessa indispensabile per l’iscrizione al singolo “ORDINE PROFESSIONALE”, al fine del successivo esercizio della professione !” In tal maniera un laureato in una disciplina orientata ad una attività di natura “professionale” è costretto ( dopo avere conseguito la laurea) a ripetere un esame ( di fatto gestito e pilotato dagli ordini professionali e dalle “cattedre universitarie di riferimento”) di analoga natura, per potersi iscrivere alla LOBBY e quindi accedere alla “professione”.
I risultai reali sono sotto gli occhi di tutti : in genere gli avvocati sono figli di avvocati, i medici figli di medici, gli ingegneri figli di ingegneri, etc
In barba alla qualità, al diritto al lavoro o almeno al suo tentativo per i giovani laureati nelle stesse discipline, alla libera concorrenza !!
FRANCAMENTE NON CAPISCO BEPPE GRILLO CHE DIFENDE QUESTE PORCHERIE !!!

Marco Pirone 23.01.12 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono assolutamente con i tassisti né con farmacisti,notai,avvocati,banche etc.,etc,.

TASSISTI : L'acquisto e la vendita di "licenze" è un assurdo giuridico ! La licenza è in sostanza una autorizzazione rilasciata da una pubblica autorità ad un "soggetto" individuato per consentirgli di effettuare un lavoro che per sua natura deve offrire alcune garanzie. Per alcune attività e ciò vale per i tassisti occorre, per l'espletamento del lavoro, anche l'oggetto (automobile) TAXI. Anche l'oggetto deve avere e garantire requisiti! E' fuori logica ed assolutamente "improprio" vendere o , comunque, commerciare una "propria licenza" che per sua natura è rilasciata al SINGOLO INDIVIDUO e non può essere cedibile ! Se ciò ,per anni è stato tollerato, ciò non significa che un comportamento errato debba continuare all'infinito ! In effetti col provvedimento proposto di rilasciare un ulteriore "licenza" in compensazione ( anche se per questo caso dovrebbe essere individuato il nuovo titolare che fornirebbe al precedente una sorta di ceditura), si potrebbe chiudere definitivamente " la partita delle vendite di licenze".
FARMACISTI : questi commercianti di scatolette di frmaci e di ogni altra sorta di creme, cremine ,dentifrici, giocattoli,etc,etc, non si comprende perché debbano essere una categoria commerciale privilegiata e con area di lavoro garantita da un numero chiuso ! Pur volendo accettare che ,per la "specificità", il titolare debba essere "un laureato in farmacia", non è dato capire perché un "laureato in farmacia" non possa diventare titolare di analogo esercizio commerciale ( ovviamente fermi restanti i requisiti igienico-sanitari del locale)! Poi per qualsiasi negozio se va bene OK; se va male SI CHIUDE ! Poi l’esercizio commerciale (FARMACIA) potrebbe rimanere anche in famiglia sempre che vi siano “laureati in farmacia” che possano esercitarla, così come qualsivoglia altro genere di esrcizio.
SEGUONO valutazioni per NOTAI,AVVOCATI, etc

Marco Pirone 23.01.12 18:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ECCO COSA DICE Alfonso Riva, Lambrugo chiudendo il commento qui sotto:

.....Ricordiamo infine a tutti i politci che abbiamo ancora il diritto di voto e che, calcolatrice alla mano, 2000000 mila famiglie peseranno molto di più alle prossime elezioni. Se contunuano ad ignorarci e contestualmente a spendersi per i tassisti, noi ce lo ricorderemo.(fine)

Non ho parole! Un ricattuccio in piena regola sul Blog del Grillaccio! O fate così o noi voteremo diversamente alle prossime elezioni! Roba da matti o da ignoranti. Fate voi!

Senti Alfonso Riva, ti ricordo che questo tipo di cose non vanno bene in un paese civile e democratico ( Quale ? Bho!), quindi pensa due volte prima di scrivere. E comunque, posso assicurarti che i cittadini favorevoli alla FINE DELLE CASTE DI FAVORE sono molti ma molti ma moltissimi di piu' di quei numerucci che tu derscrivi, anche se quel panzone di Beppe si è scherato, improvvidamente a vostro favore!

Achille Re dei Mirmidoni 23.01.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

la compravendita delle licenze ha prodotto un popolo arrogante e violento, quello dei tassisti, che è palesemente indifendibile. le licenze non devono essere alienabili, anche se adesso mi pare ci sia una legge che ne consente la vendita. il governo dovrebbe sforzarsi per trovare un modo di risarcire chi ha comprato la licenza regolarmente pagandoci le tasse. chi ha pagato in nero temo si debba arrangiare.

simon tanner 23.01.12 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Per fare concorrenza ai notai non si poteva dare la possibilità di fare gli stessi atti agli avvocati e ai commercialisti? Per fare concorrenza alle farmacie non era meglio dare i farmaci di fascia c alle parafarmacie? Per fare la concorrenza ai taxi non è meglio dare agli autonoleggiatori gli strumenti per poter realizzare la concorrenza fortemente ostacolata dal governo precedente come ben sa il vero Catricalà? Ma non sappiamo chi è quel sosia e facciamo un appello perchè il vero Catricalà venga liberato al più presto. L'ex Presidente dell'Antitrust potrebbe mettere in pratica i suggerimenti che dava al precedente governo. Invece nulla è fin qui cambiato. Solo il Fisco si ricorda delle 80000 imprese di NCC 365 giorni l'anno. Il governo invece si limita a sospendere per altri 6 mesi l'entrata in vigore delle norme incostituzionali che il vero Catricalà chiedeva di abrogare. Qualcuno ci aiuti. Ci si renda conto dello scambio e partano le ricerche. Ne va della sopravvivenza di 80000 imprese e 200000 posti di lavoro coinvolti. Ricordiamo infine a tutti i politci che abbiamo ancora il diritto di voto e che, calcolatrice alla mano, 2000000 mila famiglie peseranno molto di più alle prossime elezioni. Se contunuano ad ignorarci e contestualmente a spendersi per i tassisti, noi ce lo ricorderemo.(fine)

Alfonso Riva, Lambrugo Commentatore certificato 23.01.12 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Noi autonoleggiatori vorremmo sapere che sarà di noi e soprattutto che ne è stato dell'ex Presidente dell'Antitrust.
La nostra presunta informazione è concentrata ormai da una settimana sui taxi ignorando e non informando che la legge che oggi disciplina le auto a tassametro è la stessa che si occupa del Noleggio Con Conducente.
Numericamente ci sono almeno il triplo degli operatori coinvolti, ma noi non ci mettiamo il passamontagna per andare in piazza a fare disordini e quindi siamo muti ed invisibili.
Santoro,Il Fatto Quotidiano, nemmeno i paladini dei giusti hanno tempo e spazio per noi. Al contrario, Bittarelli e gli altri sindacalisti taxi ormai sono onnipresenti su tutti i media, manca solo cartoon network per fare l'amplein.
Troppo spesso poi, media e Governo si inseguono. Sappiamo che c'è un decreto legge sulle liberalizzazioni ma non sappiamo nemmeno se il Noleggio Con Conducente è menzionato. Di certo non siamo in nessuna bozza fin qui circolata.
Probabilmente il tutto dipende dalla sparizione del Dott. Catricalà sostituito da un sosia che ignora la questione del N.C.C. Il vero Catricalà aveva raccomandato l'abrogazione di alcune norme definite incostituzionali, avverse al diritto comunitario e lesive della concorrenza. Norme volute dalla solita politica clientelare schiava dei sondaggi e delle lobbies. Il sosia di Catricalà invece non ha mai risposto alle innumerevoli segnalazioni inviate dalla Ass.ni rappresentative del Noleggio Con Conducente, ha assistito all'esclusione dell'NCC (a fianco dei taxi) dal decreto di Dicembre. Non ha mai rilasciato alcuna dichiarazione che ci riguardi. Il Decreto presentato da Monti (e dal sosia di Catricalà)lo scorso venerdì in conferenza stampa cerca di sviluppare la concorrenza interna. Ci sembra che il metodo scelto per combattere le lobbies sia stato quello di ingrossarne le fila. (continua)

Alfonso Riva, Lambrugo Commentatore certificato 23.01.12 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Ultimi sondaggi politici , la novità è il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

Tutti i nomi degli oltre 1000 iscritti alla loggia segreta P2
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/tutti-i-nomi-della-loggia-p2.html

La statua più bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 23.01.12 17:53| 
 |
Rispondi al commento

L’Europa ci darà soddisfazione postuma, ma intanto, nuovi disoccupati per volere dello stato andranno ad ingrossare le file già cospicue. Ho 40 anni, 2 figli piccoli e lavoro giorno e notte per mantenerli. Ma è possibile che oltre a pagare il 45 % di tasse più ici e compagnia cantante debba rischiare di rimanere senza lavoro perchè così gli gira a un sindaco che sta a 600 km da casa mia e a un paio di amici suoi?
Va detto infine che si tratta di materia concorrente tra Stato e Regioni. Tant’è che ho assistito ad un incontro elettorale tra la Categoria e Davide Boni (Lega Nord, Presidente del Consiglio Regionale lombardo) che si prese l’impegno di mettere mano alla questione perchè non era tollerabile che un problema romano cagionasse danni alle imprese lombarde estranee alla vicenda. Invece nemmeno in Regione si è fatto assolutamente nulla,anzi.
Nella proposta di Legge 103 in discussione in questi giorni la Giunta propone esclusivamente un monitoraggio per gli ncc(tra l’altro già previsto dalla legge esistente e mai effettuato) e rimanda alla legge nazionale. Ma non è strano che la Lega abdichi le funzioni legislative della Regione e rimandi delle imprese lombarde nelle grinfie di “roma ladrona”. (fine)

Alfonso Riva, Lambrugo Commentatore certificato 23.01.12 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma torniamo ai salvatori: nella manovra, l’art. 34 cancellava (di nuovo) la porcata. Poi è successo quanto hanno raccontato (parzialmente) alcuni giornali. Ai primi accenni di mobilitazione tassista il governo (nei panni del segretario Strano) convoca le OOSS taxi capitanate da Bittarelli. Costui consegna un emendamento fatto e finito e ottiene rassicurazioni sulla sua approvazione.
Tale emendamento esclude i taxi dalle liberalizzazioni e gli Ncc. Come gli Ncc? Nessuno di noi era presente. Nessuno di noi era stato convocato. E’ come se il governo convocasse solo Confindustria e si accordasse per un nuovo statuto dei lavoratori senza i sindacati. Prima ancora che la commissione si riunisse Bittarelli aveva già pubblicato 4 pagine di ringraziamento a Gasparri ( www.uritaxi.it)
Siamo davvero stupiti ed amareggiati da questo comportamento. Catricalà si è reso irreperibile per tutta la durata dei lavori in commissione. Perchè? Il segretario Strano non ha mai risposto alle richieste degli Ncc. Catricalà si rifà vivo su Repubblica per annunciare che a gennaio ci riprova.
Ma perché non ha stralciato la posizione degli Ncc adesso? La questione la conosce bene e non può fingere il contrario. I partiti poi hanno iniziato la manfrina dei taxi si, taxi no (rimbalzata su tv e giornali) ma nessuno (Pd, Pdl, Idv,Terzo polo e Lega) ha voluto presentare un emendamento per separare le sorti dei taxi da quelle dell’Ncc.
Perché? Perchè si sono versati fiumi d’inchiostro sui taxi e ore di talk show senza che nessuno riesca quantomeno a citare la ns. situazione?Non so più cosa pensare e posso solo sperare che qualcuno possa darci una voce. Tra leggi e leggine, emendamenti e dietrofront, presto saremo tutti disoccupati perché torna in vigore la porcata. (continua)

Alfonso Riva, Lambrugo Commentatore certificato 23.01.12 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Prima 6 mesi, poi altri 6, poi ancora fino al DPCM 74 2011 del marzo 2011che rinviava fino al 31/12/11 per “criticità sia sotto il profilo costituzionale che del diritto europeo“. In un Paese normale queste sono motivazioni per una abrogazione ma si sa che il nostro è altra cosa. Poco prima c’era stato un Odg parlamentare da parte dell’on. Valducci presentato all’unanimità dalla Commissione trasporti e votato all’unanimità della Camera nonostante parere contrario del Governo.
In pratica tutta l’aula concordava che queste norme sono inapplicabili ma la resistenza di Alemanno e Gasparri veicolata dal ministro Matteoli non teme neanche i numeri. Intanto Bruxelles ha aperto una procedura d’infrazione e il fu garante Catricalà lanciava tuoni e fulmini attraverso i bollettini senza che nessuno glielo avesse chiesto. Poi cade Berlusconi e arrivano i liberalizzatori Monti, Catricalà (che sia un omonimo?) e Passera (assiduo cliente Ncc quando era in Banca Intesa). Siamo a posto! abbiamo pensato ma ci siamo sbagliati.
Già ad agosto il decreto Tremonti aveva tentato una minima liberalizzazione territoriale che avrebbe di fatto abrogato questa porcata. Peccato che ci pensarono Cicolani (PDL) e Bonfrisco a fare l’emendamento che escludeva i taxi e gli ncc. Già, questi hanno il vizio di infilare a sproposito la parolina ncc in ogni legge o leggina che riguardi il taxi. In questa occasione, tra l’altro limitarono l’emendamento agli M1 (le auto) liberalizzando senza accorgersene (nessuno lo ha mai detto) i taxi di Venezia o i richot di Capri che auto non sono.
Nella conversione della direttiva europea 123/06 (detta Bolkestein) che escludeva i taxi dall’obbligo di liberalizzazione, questi ci hanno aggiunto “e Ncc” anche se nella normativa noi non eravamo citati e i commissari europei ci han sempre risposto: gli Stati facciano come credano, se liberalizzano anche meglio. Ma figuriamoci. Questa serie di leggi e leggine hanno tenuto in piedi la porcata fino ad oggi.(continua)

Alfonso Riva, Lambrugo Commentatore certificato 23.01.12 17:47| 
 |
Rispondi al commento

L’art.5 bis3 dice che le autorizzazioni di Milano (che prima potevano essere collegate a rimesse in Provincia) dovranno essere legate a rimesse in città. Ognuno dovrà affittare o comprare box.
Al 4 si legge che le prenotazioni dovranno essere ricevute esclusivamente in rimessa. Nessuno si è accorto che da una decina d’anni ci sono i cellulari, i notebook e le mail. Di più: mi si impone di violare le più elementari norme a tutela della privacy, conservando in auto, per 15 giorni, dei registri vidimati (aboliti dal 2003) contenenti nomi e spostamenti dei clienti.
Spesso nemmeno noi conosciamo i nomi dei clienti per ragioni di sicurezza. Che si fa? Si dichiara il falso per legge? E quando il cliente è il ministro o il parlamentare? L’onorevole mi comunica i suoi spostamenti? E se qualcuno dovesse rubare un ‘auto di ncc? Che ne sarebbe della privacy e della incolumità dei clienti?
Un altro articolo recita che tutti i servizi finiscono in rimessa. Cioè, se accompagno il sig Rossi alla Malpensa per le 10 e devo prendere dallo stesso aeroporto il sig. Bianchi alle 12 non posso fermarmi in aeroporto. Devo tornare in rimessa, girargli attorno come fosse una boa e tornare all’aeroporto. Supponendo di dover eseguire quest’idiozia, ma il traffico? L’inquinamento?Il diritto al lavoro e a generare utili? Se i servizi sono più ravvicinati la legge mi obbliga a rinunciare a uno dei due. Ma è normale?
In breve, per eliminare la concorrenza ad un manipolo di tassisti romani si va abolendo l’attività di noleggio con conducente. In barba alla costituzione,al diritto comunitario,e alle norme sulla privacy. Cosa è successo negli ultimi 3 anni? Sulle prime il governo Berlusconi si accorse che il provvedimento era una porcata (approvato in piena notte senza che praticamente nessuno leggesse) e ne promise l’abrogazione in un Cdm. Alemanno temette la perdita del sostegno tassista e riuscì a trasformare l’abrogazione in sospensiva. (Continua)

Alfonso Riva, Lambrugo Commentatore certificato 23.01.12 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Sono un autonoleggiatore (Ncc), unica concorrenza ai taxi di cui tanto si parla in questi giorni. Ciò che nessuno nemmeno osa citare è l’altro soggetto incluso nella legge che si occupa dei taxi, ovvero noi, e della porcata incostituzionale e antieuropea (già aperta procedura di infrazione) messa in opera da una piccolissima lobby di tassisti romani capitanata da Alemanno e Gasparri.
Nel silenzio generale di tutti i media ad eccezione di Radio 24 (ormai 3 anni fa), all’interno del cosiddetto “milleproroghe” sono passati degli articoletti che servono a mettere la parola fine all’attività di noleggio con conducente. 80.000 aziende a rischio in Italia con 200000 persone impiegate.
Si vuole risolvere una diatriba di condominio romano a scapito di una professione in stragrande maggioranza svolta onestamente ed essenziale alla mobilità dei cittadini e addirittura più antica del taxi stesso. Alemanno mantiene così la sua promessa fatta ai tassisti: “Vi risolverò il problema degli Ncc, faremo una legge nazionale“.
Qualche esempio dei vincoli che vorrebbero essere introdotti. Le autorizzazioni di Ncc sono comunali ma cumulabili e quindi si può fare impresa, assumere dipendenti con licenze di diversi comuni. L’articolo3.3 dell’emendamento parla di sedi e rimesse nello stesso Comune, peccato non si possano avere più sedi legali nella stessa provincia quindi ridimensionamento coatto e conseguenti licenziamenti immediati.
L’articolo 5 bis 1 dice che devo avvisare tutti i comuni preventivamente se intendo usufruire delle aree Ztl. Significa che non posso prendere ad esempio commesse il venerdì per il sabato, oppure che un cliente non possa avere impegni improvvisi. Fantascienza. In più,ogni singolo Comune potrà stabilire un dazio per accedere al suo suolo o, di sua sponte, decidere che i taxi entrano in centro e gli Ncc no. (continua)

Alfonso Riva, Lambrugo Commentatore certificato 23.01.12 17:45| 
 |
Rispondi al commento

beh io sono pro..... inizialmente la licenza primaria era gratuita e rilasciata dal comune. quando una persona smette il proprio lavoro di tassista sarebbe giusto che la licenza torni al comune per poterla poi dare al prima ne faccia richiesta. non è stato affatto giusto passarle vendendo la licenza a caro prezzo.....
e poi i tassisti mi dicono "io 20anni fa ho pagato 200 milioni una licenza".....bene allora dammi la tua denuncia dei redditi degli ultimi 20 anni e vediamo se collima con il fatto che ti sei potuto permettere di pagare una licenza così tanto. perchè se trovo che hai fatto una denuncia da fame le cose non vanno di pari passo.........
sicuramente come ovunque ci sarà chi ha detto il vero e chi il falso ma vedendo come va l'italia credo siano molti di più i secondi...

laura ferro 23.01.12 17:42| 
 |
Rispondi al commento

L'unica liberalizzazione che ha funzionato è quella della corruzione a tutti i livelli (politica e magistratura in primis)
Oggi è possibile rrrrubare o ammmmazzare senza essre condannati.
é possibile giudicare senza essere a conoscenza di quello che viene giudicato.
Vedi esempio del presidente del tribunale di Basilicata MT c/O con la Mfia pugkiese
è Uno Schifo

Euclide E., Milano Commentatore certificato 23.01.12 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bisognerebbe limitare il numero di PIZZERIE AL TAGLIO per legge! Sono già troppe,adesso ci mettiamo tutti a fare i pizzaioli? E le officine e i bar? Idem! caro Beppe oggi non sono d'accordo con te.

alessandro canessa 23.01.12 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Raramente avevo letto una quantità così alta di stronzate come nel
pregevole pezzo di Grillo sui tassisti. La licenza si compra? Come? Da chi?
Con regolare fattura? Perché si compra? L'interesse del cittadino è che
chiunque sia in possesso dei necessari requisiti, possegga un'auto adatta e
superi un esame di abilitazione sia autorizzato a fare il tassista, come
nella maggior parte delle attività commerciali. Libertà di lavorare e
intraprendere. Fine delle corporazioni. Fine della compravendita delle
indulgenze e delle licenze. Oggi un pregiudicato che si compra a borsa nera
la licenza può andare in giro a fare il tassista. Invece la licenza deve
essere rilasciata dal comune dopo un esame e la verifica dei precedenti del
soggetto. La licenza deve essere personale, come il porto d'armi o la
patente di guida. Non si compra e non si vende e si revoca in caso di
cattiva condotta. Chi ha messo in piedi questo mercato? Chi ci guadagna? Se
Grillo non capisce queste cose o è stupido o ci prende per il culo."

alberto f. Commentatore certificato 23.01.12 16:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

aiuto beppe ho paura delle liberalizzazioni. vedi quello che hanno fatto con le assicurazioni precedentemente. ti faccio una domanda, se commetto un omicidio a napoli città violenta, o lo commetto a Pescare, subisco al stessa condanna?.penso di sì o perchè a napoli si uccide di più faccio più anni di carcere? sono assicurato in prima classe da diversi anni, mi sai dire perchè, vivendo a Napoli, devo pagare il triplo di pescara? io dovrei pagare di meno perché nonostante la città è a rischio furti scippi io riesco da diversi anni ad essere un automobilista virtuoso, se vogliono liberalizzare veramente hanno due ipotesi: o farmi pagare la tariffa minima, o non obbligarmi a pagare la rca, in caso d'incidente pago di tasca mia, questa è libertà.

VINCENZO 23.01.12 16:20| 
 |
Rispondi al commento

"E' un lavoro che si sono comprati con i loro soldi, non attraverso raccomandazioni, conoscenze, leccate di culo"
Sì va bene ma questo vale anche per la maggior parte dei poveri cristi come operai e lavoratori dipendenti CHE A DIFFERENZA LORO NON POSSONO EVADERE LE TASSE (assieme ai pensionati).
D'accordo che la classe politica è l'unica che fino ad ora non ha fatto sacrifici, ma questo non è un buon motivo per non mettere mano a delle categorie che sfruttano di fatto una situazione di monopolio, dove non c'è concorrenza nè libero mercato: tassisti, notai, farmacisti etc etc

paolo rusconi 23.01.12 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiani spendono mediamente 28 euro l'anno in taxi. Ciò significa 2.33 euro al mese. Vi consiglio di focalizzare le vostre attenzioni su settori più importanti per la vostra vita. Altrimenti rischiate di distrarvi dai veri problemi........

davide s., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.01.12 15:52| 
 |
Rispondi al commento

E' chiaro che non sono i tassisti il problema, ma tutte le corporazioni insieme lo sono!
Un tassita lavora 4 ore al giorno, l altre sta fermo in un parcheggio a parlare e cazzeggiare, chiaro che non gli va giù di avere concorrenza e di dover abbassare le tariffe!
Io vorrei prendere i taxi, ma fino a quando una corsa di 10' in centro città alla sera mi costerà più della multa che potrei pendere parcheggiando in divieto con la mia macchina non lo prenderò mai!
A loro sta bene così, lavorare poco e guadagnare molto, spero che arrivino 1000 taxi per città,e che abbassino le tariffe!

davide bandiera 23.01.12 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Fino a venti anni fa, esistevano i conti terzi per i padroncini autotrenisti, l'equivalente delle licenze taxi attuali, per potere esercitare l'attività; quando cessavi potevi venderlo e recuperavi un gruzzoletto per la tua pensione.
I conti terzi sono stati aboliti negli anni 90 e sostituiti con la capacità finanziaria ed un esame attitudinale, che quasi chiunque può ottenere.
La nostra categoria ha dovuto subire e perdere il valore del conto terzi a favore di una certa liberalizzazione.
Peccato che di questo sopruso precedente non se ne parli mai!

francesco giulio 23.01.12 15:10| 
 |
Rispondi al commento

non sono d'accordo,anche mio padre ha investito i soldi di una vita per mettere in piedi un'aziendina con 15 dipendenti,altro che 100/200 mila euro e negli ultimi due anni abbiamo ipotecato anche la casa,e' ora di darci un taglio con le corporazioni qualunque esse siano...
Grillo mi meraviglio di te non sei per niente coerente

Greta Righini 23.01.12 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Io sono dell'idea che tutti dovrebbero avere la possibilità di fare tutto se sono capaci di farlo. Dato che a fare il tassista ci riuscirebbe anche una scimmia addormentata, direi che era anche ora. Del resto il taxi è sempre stato un lusso, sia in Italia che all'estero ho sempre preso bus, treni e metropolitane, costano di meno e inquinano di meno. Quindi che spariscano, cavoli loro, casta del cavolo.
A proposito Beppe, prima siamo contro le auto che inquinano e sono una tecnologia di un secolo fa e ora proteggiamo i taxi?? LOL

picchio piripicchio 23.01.12 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i tassisti dichiarano mediamente 14200 euro lordi all'anno (fonte Ministero dell'Economia). Insomma questi signori vogliono farci credere di pagare 200-250 mila euro una licenza che gli permette di guadagnare un mensile netto di 700-800. E' lampante che ci troviamo di fronte ad una categoria mediamente ladra... questi signori paghino le tasse come tutti i lavoratori dipendenti e poi possiamo tranquillamente sederci intorno ad un tavolo e parlare di liberalizzazioni o meno!

Adi M 23.01.12 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E proprio vero si nasce incendiario e si muori pompiere.
Grillo in un incedente automobilistico non ha ragione quello che urla di più.tu stai dando ragione al Txisti solo perché sono scesi dal auto con il crick in mano ma non è cosi. ti stai facendo solo impressionare.

se si fa come dice Grillo cio vendere le licenze pubbliche. Allora io mi voglio vendo la patente di mio nonno novantenne che non guida più a un extracomunitario che va a fare i mercatini e che non ha la patente.

Ma che ragionamenti sono? le concessioni che da lo Stato non si devono vendere se lo Stato ti da la licenza per guidare un taxi la da a te e tu solo lo puoi farlo questo vale per la concessione delle spiagge per le frequenze delle Tv se lo Stato da la concessione questa non può ne rivenderla e ne farla ereditare ai propri figli. va "rimeritata" di nuovo cosi si evita pure questo orrendo mercimonio che si fa oggi con le concessione pubbliche.

Don Alfonso 23.01.12 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Spiacente ma non sono per nulla d'accordo. Capisco l'esempio di chi investe il TFR e mi dispiace; ma sono vittime di un sistema bacato. Quelli che fanno i concorsi e sono anni che stanno in graduatoria per avere una licenza ? o quelli che a causa delle lungaggini della burocrazia e delle amministrazioni o per la mancanza di soldi hanne desistito e cambiato lavoro ? Sono tutti stro.... ?
La licenza è una cosa invendibile in tutti gli ambiti commerciali. Mascherare la vendita della licenza con la vendita dell' avviamento o la buonentrata o la buonuscita è semplicemente aberrante. Ma torniamo al discorso taxi. Con la complicità dei Comuni di riferimento le tariffe sono state sempre aumentate e adeguate a causa proprio del costo sostenuto per l'acquisto della licenza. Almeno una volta l'anno i taxisti e le varie associazioni scioperano oppure protestano per l'adeguamento delle tariffe. E il bello è che ci cascano tutti, e gli adeguamenti vengono fatti. Vogliamo controllare e scavare su quanti assessori e similari sono proprietari di una o più licenze sotto falso nome ?
La mia domanda è la seguente:
Gli NCC (e NON sono uno di loro) come fanno ? Acquisto auto di lusso, "stecca" al portiere dell'albergo o all'agenzia, vestito elegante, auto sempre pulita e impeccabile, manutenzione molto più cara, E PREZZI MOLTO PIU' BASSI E CONCORRENZIALI dei TAXI. Magia ? Sono alieni ? Oppure c'è un sistema bacato o tra Comuni e tassisti ? Perchè gli NCC non vengono "protetti" come i taxisti ? Non sono anche loro gente che lavora ? che si sveglia presto la mattina e che investe tanti soldi per la propria attività ?
Io Vi do la mia risposta, sicuramente non gradita, ma accetto suggerimenti di altre:
I tassisti sono residenti nel comune dove lavorano. Di conseguenza VOTANO nel comune dove lavorano. Percui i comuni e le amministrazioni locali tutelano di più i tassisti che non gli NCC, che notoriamente hanno residenza e licenza di altri comuni (cmq poco trasparente ma ASSOLUTAMENTE LEGALE)

Riccardo De Benedetti 23.01.12 13:26| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA ESSERE DEI FESSI PER CREDERE CHE LIBERALIZZARE DIA LA POSSIBILITA A TUTTI DI LAVORARE. DI FRONTE ALLA MULTINAZIONALI CHE HANNO CAPITALI PER PERMETTERSI DI LAVORARE IN PERDITA NON SIAMO LIBERI NEMMENO DI RESPIRARE.L'UNICA POSSIBILITA DI VIVERE DECENTEMENTE CHE ABBIAMO E QUELLA DI LASCIARE I SERVIZI DI PROPRIETA DELLO STATO E NOI DI ESSERNE I LAVORATORI DIPENDENTI. LIBERALIZZANDO ANCHE GLI INVESTITORI STRANIERI (CHE NON LASCIERANNO I GUADAGNI IN ITALIA) POSSONO DIVENTARE PROPRIETARI DI QUELLO CHE E NOSTRO. MA SIAMO COSI RICCHI DA POTERCI PERMETTERE DI LASCIARE UNA FONTE DI GUADAGNO IN MANO AD INVESTITORI STRANIERI?.

claudio casalinis (stilofe.56), ferrara Commentatore certificato 23.01.12 13:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

eliminiamo subito il contante e poi ci facciamo delle belle risate ...... il tassista incassa dai 23000 ai 30000 euro annui e ha 10000 euro di spese ,ma nessuno ci crede e allora si faccia in modo di pagare il tassista con metodi che non sia il contante e quando vedranno che i 14000 euro sono reali lo stato dovra' integrare come lo fa' per le aziende municipalizzate. poi si parla dell estero che costa meno , ma le politiche di incentivi e costi sono differenti
i carburanti tanto per citare newyork sono di 60 centesimi al litro e le automobili costano il 50 per cento in meno e grazie che la corsa costa meno .
invece in italia il bus il biglietto copre solo il 30 per cento dei costi ,i giornali vengono stampati oltre al dovuto e buttati al mecero per prendere contributi mentre il tassista ha 350 euro all anno di agevolazioni.

piero 23.01.12 13:03| 
 |
Rispondi al commento

come M5S di Milano stiamo ragionando sulla protesta dei Taxi, e proprio il 16 gennaio abbiamo organizzato una conferenza pubblica su Inquinamento e mobilità. Liberalizzare il mercato dei Taxi da un giorno all'altro non è proponibile, e chi protesta ha tutte le ragioni. Non sono certo loro la causa della crisi italiana. Ma da milanese credo che qualcosa in quel settore si possa fare, insieme ad un rilancio di un servizio di car sharing che vive grazie ai finanziamenti pubblici, quando probabilmente avrebbe tutto lo spazio per vivere di vita propria, in un mercato sano. Ma qui di sano è rimasto poco. Tornando a taxi, da milanese mi chiedo perchè oggi per fare 5 km in città pago 30 euro, ed in città come Barcellona posso prendere un taxi al volo di notte, e pagare pochi euro? Qui i taxi oggi li possono prendere solo chi ha già 3 auto, o chi ha un rimborso spese. Già, siamo la città dei rimborsi spese. Per me sarebbe interessante capire, insieme ai taxisti, su quali punti si può migliorare, senza che vengano compromessi i loro investimenti. Lo abbiamo fatto con i lavoratori ATM, possiamo farlo anche con loro. Dopodichè, credo sarà necessario anche rivedere il meccanismo delle licenze, perchè troppo spesso la loro compravendita è stata ai limiti della legalità. Per chiudere una proposta: perchè non prevedere una nuova tipologia di taxi che non abbia accesso a determinate zone riservate (es. il centro o gli aeroporti?). O almeno prevedere nuove licenze solo per taxi elettrici? Avere un sistema di mezzi pubblici efficienti, offerte di car sharing convenienti e pratiche, ed un servizio Taxi accessibile a + persone (oggi solo l'1% dei milanesi lo usa, non so come sia in altre città), ci aiuterebbe sicuramente a vivere ed a muoverci meglio. ciao!


mi dispiace Beppe ma stavolta hai dato di fuori.
Sono un tuo estimatore da tempo ma sui tassisti non hai dato un giudizio lucido! Quelli che conosco e siccome vivo in un paese medio li conosciamo tutti hanno ville in collina e dichiarano il giusto. Un lavoratore dipendente si ribella (e non sempre) per tutelare un salario di 1000 €...prova a chiedere ad uno qualsiasi di loro se hanno mai guadagnato questa cifra!!!
Niente lotte fra poveri ma cazzo via i privilegi..non siamo tutti uguali. con stima. Marco

marco cianferoni 23.01.12 12:33| 
 |
Rispondi al commento

tutto ok e tutto giusto ma....
i tassisti dichiarano mediamente 13.000€/anno di guadagno lordo.
guadagnano meno di un operaio che lavora con i socialente utili.....

proposta :
no liberalizzaizone licenze
mettimao un tassametro che rilasci lo scontrino fiscale
a chi viene pizziato con il tasssametro chiuso viene revocata la licenza

garantire l'investimento per la licenza e' giusto sottrarre soldi a me ( questo fanno gli evasori) non va bene.
poi ragioniamo su come vanno spesi questi soldi

sergio d'ippolit 23.01.12 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Provate a chiarirvi le idee su chi è l'ing. Stefano Pessina e sua consorte Dr.ssa Ornella Barra (Alliance Unichem Boots per intenderci) e vedrete con le liberalizzazioni cosa accadrà a farmacie e sistema distributivo del farmaco.

Altro che abbassamento dei prezzi e assistenza ai cittadini.

Raffaele Siniscalchi 23.01.12 12:20| 
 |
Rispondi al commento

I tassisti vogliono fare gli imprenditori però garantiti!
L'acquisto della licenza è un rischio imprenditoriale, in certi periodi può valere ed in altri no, come le buone uscite dei negozi.
Quindi, per favore, liberalizziamo anche questo servizio come è già successo in altri paesi europei.
Mi stupisco che lei sig. Grillo prenda le difese di questa categoria.

Luca Longaretti 23.01.12 12:16| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè voi italiani cercate sempre il furbetto dietro l'angolo. Siete un popolo di furbetti, i furbetti dell'europa e i furbetti del mondo. I tassisti hanno pagato per il loro posto di lavoro? Lo hanno fatto anche gli operai della FIAT, molti delle forze armate, nei comuni nelle poste, banche...siete il paese delle raccomandazioni e delle tangenti mi fate ridere quando vi girate indignati e ve la prendete con il prossimo. Avete perso molto della fierezza che avevano i vostri antenati, mi spiace e lo si vede dai vostri politici e dal vostro grado di civiltà. Veramente basso, no signori non ve la prendete con gli altri non serve avete proprio il gene dei paraculi, imbroglioni, elusori ed evasori. Non è colpa vostra per voi lo stato è un ammortizzatore sociale o uno strozzino. Non avete un ideale di patria nè di bene collettivo. Siete egoisti fino al midollo e approfittate di tutto. Chi grida allo scandalo oggi ha mangiato nei bei tempi,con che faccia guardate ai vostri figli? Cosa gli lascerete? Pensate a loro quando vi indignate, voi ormai non ce la farete più siete marci dentro destinati al declino, ma loro possono farcela a ridare aria al vostro bellissimo paese, fate qualcosa di buono nella vostra vita fatelo per loro se almeno a loro ci tenete.

agostino 23.01.12 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto quello che si vuole,la mia domanda è perchè si deve pagare una licenza da taxista 200000€?mi sembrano tanti soldi,evidentemente però un taxista guadagna parecchio se c'è chi è disposto a questo sacrificio,chamimolo così,credo comunque che la questione taxi non sia la cosa più importante per l'italia,anche se per inciso,io ricordo che mio padre.buonanima,aveva comprato una licenza per il trasporto in conto terzi,parlo di molti anni fa,so che da un girono all'altro con un provvedimento amministrativo la sua licenza non vaeleva più niente perchè le liberalizzarono,non mi risulta che successe la rivoluzione che stanno facendo i tassisti,forse perchè lo usano i professori,i politici ,i ricchi insomma,certo che non arriva a fine mese il taxi non lo usa proprio e loora a che pro tutto questo casino?

aldo boccardo, Conselve(Pd) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.01.12 11:52| 
 |
Rispondi al commento

OK OK, MA NON VI RICORDATE I NEGOZZI HANNO
LEVATO LE LICENZE, ALLORA NON SI FECE NIENTE PER EVITARLO, SEMBRAVA A TUTTI NORMALE, IO SONO ABBASTANZA IN DISACCORDO SU QUESTA COSA, FORSE IL COMMERCIO è UN'ALTRA CATEGORIA?

sabrina 23.01.12 11:42| 
 |
Rispondi al commento

grazie Beppe per averci messo anche stavolta la faccia.
grazie a tutti gli utenti che hanno commentato e fornito dati ed argomentazioni pertinenti.
vale più una pagina con voi che tutti i telegiornali e la carta straccia di un anno intero.

con stima a presto

michele mantovan 23.01.12 11:42| 
 |
Rispondi al commento

anche io sto con i tassisti. Non perchè ho un carissimo amico a Milano che fa questo mestiere, ma per l'assurdità di questa manovra che colpisce tutti (o quasi), indistintamente (o quasi)a partire sempre e solo dalle classi meno abbienti e da chi le tasse le ha sempre pagate tutte.

perchè non hanno toccato si da subito le grandissime LOBBIE bancarie e assicurative ??
(li definisco strozzini legalizzati).

perchè non hanno minimanente toccato TRENITALIA ?? (basta leggere i commenti della gente su youtube per rendersi conto che schifo che fa! vergogna nazionale mascherata).

perchè non chiedono sacrifici alla CHIESA. ??(dell' ici alla chiesa, notate, non se ne parla più).

perchè non intervengono sulle le multinazionali, gli speculatori finanziari, gli scudati fiscali....ecc ??

perchè non intervengono su ENEL ed ENI ??

perchè non intervengono sugli enormi sprechi di danaro pubblico che le regioni MERIDIONALI stanno tuttora compiendo ?? (es: i 63.960 FORESTALI nel sud d'italia chi li paga? perche ci sono? servono?)

pensare che liberalizzando i TAXI si produca un migliramento per l' economia e lo sviluppo E' UNA CAGATA PAZZESCA (cfr. UGO FANTOZZI).

Alberto Z., PN Commentatore certificato 23.01.12 11:35| 
 |
Rispondi al commento

L'idea che passa è proprio quella che si cerchi di stare sempre dalla parte di chi protesta per raccogliere qualche voto in più. Lasciamo perdere per un attimo i politici (come diceva Montanelli, nessuno ce li ha imposti: li hanno votati gli Italiani e credo che buona parte degli Italiani sia pronta ad effettuare le stesse scelte alla prossima occasione: destra e sinistra .... non cambia nulla): per conto mio non esprimo giudizi solo perchè, come leggo poco sopra, sono invitato ad esprimere commenti non offensivi e a evitare il turpiloquio. Contro di loro e i loro privilegi sarei disposto a qualsiasi cosa. D'altra parte, tornando ai taxisti, non vi chiedete perchè le licenze siano così care? Pensate siano poco remunerative? Come il farmacista del mio paesello: approfittando del servizio di consegna dei medicinali fatto due volte al giorno, il più delle volte non ha in farmacia quel che ti serve: "Ritorni alle 13:00" (la mattina oppure la sera dopo le 19:00) , "Ritorni alle 19:00" ( il pomeriggio ). Che fai, prendi l'automobile e vai nel paese vicino? Con quel che costa la benzina? Oppure ci vai in taxi se non hai l'automobile? Ce l'avranno? E quindi aspetti.
Investimento? Bassissimo.
Remunerazione? Decine di migliaia di Euro l'anno per un lavoro che chiunque con il titolo di terza media potrebbe fare.
Responsabilità? Zero (consigli "veri" non è tenuto a darne: ci pensa il medico).
Perchè? è l'unico nel paese e sa che, se le cose non cambiano, rimarrà l'unico.
Prossimo farmacista? Il figlio.
Ogni corporazione, taxisti compresi, va smantellata a vantaggio degli utenti che, se non vedranno diminuire i prezzi (le logiche di cartello sono sempre dietro l'angolo), mi auguro possano almeno vedere migliorato il servizio. Io sono in mobilità dopo due anni di cassa integrazione e, a 54 anni, non riesco, nemmeno prostituendomi, a ricollocarmi. Forse il denaro per un'automobile da adibire a taxi riuscirei a trovarli, per acquistare una licenza di taxista sicuramente no.

Andrea Ronchi, Visano (BS) Commentatore certificato 23.01.12 11:27| 
 |
Rispondi al commento

ma comprare una licenza è VIETATO dalla legge italiana! é un malcostume! mo, scusassero i lor signori, chi è causa del suo mal pianga se stesso.
i taxi sono un servizio di lusso, sono come la premium class della freccia rossa! è inammissibile! mi conviene di più comprarmi una panda usata che fare 10 viaggi in taxi. taxi sharing e prezzi accessibili!

Carlo S. Commentatore certificato 23.01.12 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI ESSERI UMANI HANNO SCRITTO LA LORO STORIA CON IL LAVORO. A TUTTI COLORO CHE LAVORANO CON PASSIONE ED ONESTA' L'AUSPICIO DI SCRIVERE PAGINE MEMORABILI!!!

Seguo con molta attenzione ciò che sta realizzando il movimento cinque stelle per CAPIRE PRIMA DI AGIRE. Non sono iscritto a nessun partito o movimento politico per ora: l'unica volta che l'ho fatto mi ha riservato una enorme delusione...sono stato attivista per Italia dei Valori: poi ho CAPITO che i VALORI PRATICATI non erano quelli PROFESSATI! Vivo nella nuova ed inutile Provincia di Monza e Brianza...ancora da uomo libero dopo essere stato allontanato dai BOSS perchè mi piace esprimere quello che penso coerente con quello che penso, dico e faccio.

Adriano Realdini 23.01.12 11:00| 
 |
Rispondi al commento

da quanto ho capito io liberalizzare non vuol dire chiuder l attivita o uscire dal mercato ma entrare nel mercato diventar competiti al massimo
avete voluto la bicicletta adesso pedalate
il capitalismo è questo

francesca maria viti Commentatore certificato 23.01.12 10:41| 
 |
Rispondi al commento

oggi essite la teconologia il tom tom la scatola nera etc chiunque puo fare il tassista
la spaiggia deve esser libera e l estate non pagar 100 euro per un ombrello una sdraio e bibita al bar per passar qualche ora sul mare dove sei nato e cresciuto
quando è morto il vecchio faramcista l'han messo sul gironale non perche fosse famoso ma perche lo conoscevano tutti ci credo era l unico

francesca maria viti Commentatore certificato 23.01.12 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi mi pare la si faccia um po troppo semplice. Anche nell'abuso edilizio è pieno di risparmi di una vita, che facciamo giustifichiamo? Non dimentichiamoci che le licenze sono state distribuite a titolo pressocchè gratuito, chi ha ricevuto una licenza per due lire e l'ha rivenduta a 200,000 Euro, non ha la mia simpatia.

Marco Bertoli 23.01.12 10:25| 
 |
Rispondi al commento

non comprerei mai una licenza
da quando son nata ci son lotte tra chi vuole la liberalizzazione delle licenze e quelli che la licenza ce l hanno gia
se tutto fosse pubblico trasporti spiaggia faramci non ci sarebbero questi conflitti

francesca maria viti Commentatore certificato 23.01.12 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Scusate la mia ignoranza, una domanda.
La compravendita delle licenze che a quel che dicono possono arrivare fino a 200.000,oo euro, è una decisione statale?
No perchè se in realtà è il valore che il precedente proprietario ha dato, che precedente aveva comprato da qualcuno, che ancora era stata presa da un altro, ecc ecc.... ma quando lo stato italiana l'ha concessa......... quanto costava????
200.000 euro o 30.
No perchè se lo stato si è intascato quei 200.000 euro all'ora lo stato non può liberalizzare un bel niente, Nel caso contrario.......... ho una semplice penna che mi fa lavorare, magari un giorno varrà una cifra esorbitante quindi ho deciso di venderla a 200.000 euro. Se cè qualcuno che vuole comprarla? ;)

Enrico Vitali 23.01.12 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Leggo sempre con piacere tutti i post che posso, ma non sono uso commentarli, oggi quando ho letto
"Ci vediamo in Parlamento se non fanno una legge elettorale per impedirlo."
Ho sentito finalmente un pò di fiducia tornare in me, in un momento in cui la vita non è semplice, una frase piena di speranza! Ci vediamo in parlamento, DAI CA77O!!!!

Marco Da Roma 23.01.12 10:13| 
 |
Rispondi al commento

se quando digito be su google salta fuori sempre la belen e beppe è al secondo posto dopo la belen
vuoldire che tutto sommato le cose vanno meglio
perche prima appariva solo berlusconi


francesca maria viti Commentatore certificato 23.01.12 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo palesemente NON ELETTO DAL POPOLO, rispetto a il precedente SOLO CAMUFFATO DA ELEZIONE POPOLARE, porterà l'Italia ad un bivio:
- rivoluzione del popolo italiano per presa di coscienza e crescita sociale, realizzano che l'unione (e l'onestà)fa la forza di tutti
- colonizzazione da parte di un'altro paese europeo/americano, o stessa UE, con imposizione di regole e comportamenti sociali che ci costringerà a sottostare a regole imposte perchè siamo ancora immaturi e non in grado di comprendere come funziona una società civile e un popolo socialmente progredito (tipo Germania, Giappone, ecc.).

Loris - Roma

PS
Consiglio x Beppe: cambia il motto "loro non si arrenderanno mai ..." e, per aiutare gli italiani, pensa che "LORO SONO FINITI PERCHE' ADESSO GLI ITALIANI ONESTI SI SONO RIPRESI IL LORO PAESE".
Anche questo aspetto conta, ciao

Loris C. Commentatore certificato 23.01.12 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Totalmente Contrario. Questi "nuovi poveri" sono gli stessi vecchi furbi che si approfittano degli stranieri che vengono in italia. Vivendo all'estero, ho avuto racconti di persone/amici truffati da questi signori.
Siamo sempre alle solite in italia, ognuno a proteggere il proprio orticello, tanto a risolvere il problema generale ci pensano altri e comunque la colpa non e- mai di nessuno, se non dei politici. Come al solito e' molto facile riversare le colpe agli altri. Il problema della classe politica infame e' chiaro, ma oltre a questo ci sono queste caste in italia che e' ora di abolirle. Capisco il problema della licenza e pertanto penso che sia opportuno trovare una forma di compensazione , ma anche diamo spazio alle nuove generazioni, a giovani che per iniziare a lavorare non devono gia partire indebitate, con mutui sulle spalle sullo stile inglese. Grillo, critichi molto lo stile anglossassone delle banche e mutui e per una volta che lo si vuole evitare , ti opponi?? mah...

Diego Carisi 23.01.12 09:28| 
 |
Rispondi al commento

No, mi spiace caro Grillo ma stavolta non sono daccordo, conosco tassisti che mi confessano candidamente di denunciare metà di quello che guadagnano senza essere controllati, e credo che siano tra i piu' onesti della categoria, allora a questi signori mettiamo un bel registratore di cassa sul taxi e poi ne parliamo, non possono essere comparati alle altre categorie, la loro è una lobby come quella dei notai, se come dicono fare il tassista è invalidante non centra un fico secco con le tasse, anche loro devono fare la loro parte.

andrea 23.01.12 09:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi, sono come i bulli che rubano le caramelle ai bambini, poi, di fronte ad altri bulli, si inchinano.
Io la chiamo vigliaccheria.
Privilegi, macchine e aerei blu, non si toccano vero?
Monti; ma ti rendi conto di quello che stai facendo?
L'importante era allungare le pensioni.
Devi sperare che le maledizioni, non funzionino, perchè a te ne stanno arrivando a fiumi.

Silvano G., brescia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.01.12 08:57| 
 |
Rispondi al commento

Stamattia dovevo iniziare a lavorare alle 7:30 ma per un problema tecnico non e' stato cosi' .
Allora ho acceso il pc e come sempre controllo il post di Beppe .
Ho letto tutti i vs commenti e son fiero di far parte del Blog.Questa e' la liberalizzazione delle opinioni !
La mia opinione in merito riguardo e' discordante con Beppe , per un semplice motivo penso che su un tassista investe 200.000 mila€ non lo fa' per nulla e poi non ho mai visto uno scontrino .
Pero' penso che questo non sia il modo di risolvere i problemi dell'Italia inizindo dai taxisti .Diamogli una deroga di 2 anni , invece per notai farmacisti ben venga la liberalizzazione della categoria.

christian 23.01.12 08:37| 
 |
Rispondi al commento

forse i tassisti non sono il problema della crisi economica....pero' pensionati e lavoratori dipendenti non hanno fatto tutto questo casino con le bastonate prese dalla prima manovra Monti!

enzo rossi 23.01.12 07:36| 
 |
Rispondi al commento

Se poi volete approfondire un pochino come vede la faccenda uno che il taxi lo guida.

http://taxiinitalia.altervista.org/

Cessione delle licenze, scontrino, dati istat, dati dell'UBS, tariffe attuali, confronti con le tariffe di 15 anni fa', considerazioni varie.

Ho cercato di mettere solo dati direttamente verificabili, leggete e fatevi una vostra idea.

Grazie per l'attenzione e la disponibilita'.

Franco Carrozza, Collegno Commentatore certificato 23.01.12 01:32| 
 |
Rispondi al commento

Ragionate con la vostra testa!

Noam Chomsky ha elaborato la lista delle 10 strategie della manipolazione attraverso i mass media

1 - La strategia della distrazione
2 - Creare problemi e poi offrire le soluzioni.
3 - La strategia della gradualità.
4 - La strategia del differire.
5 - Rivolgersi al pubblico come ai bambini.
6 - Usare l’aspetto emotivo molto più della riflessione.
7 - Mantenere il pubblico nell’ignoranza e nella mediocrità.
8 - Stimolare il pubblico ad essere compiacente con la mediocrità.
9 - Rafforzare l’auto-colpevolezza.
10- Conoscere gli individui meglio di quanto loro stessi si conoscono.

vi consiglio di leggere il dettaglio, ne ho trovato una copia qui, ma potete trovarne facilmente altre con google, vi accorgerete che è proprio quello che stanno facendo con tutti noi.

http://www.stampalibera.com/?p=16286

Franco Carrozza, Collegno Commentatore certificato 23.01.12 01:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi unisco alla discussione, e lo faccio con la massima umiltà, sapendo che oggi in Italia bisogna stare molto attenti: spesso quello che sembra chiaro non lo è, spesso quello che sembra giusto viene usato per fini non giusti. Questo crea confusione e mette la brava gente di fronte ad un "muro di gomma" della comprensione premeditato: utile a chi governa. "Dividi et Impera" è ormai storia vecchia... ma ora che ce ne dovremmo accorgere, siamo beffati, perchè pensiamo in ritardo sulla realtà.

Fatta questa premessa, vorrei spostare l'accento non tanto sui tassisti, che come categoria so che hanno investito tutti molti soldi per comprarsi il proprio lavoro, ma sul fatto che i "nostri" (non certo miei perchè nessuno mi rappresenta, nemmeno minimamente) politici stanno creando degli SPAURACCHI su cui spostare l'attenzione della popolazione. Volendo Dio ci è andata di mezzo anche la Concordia, che sta tenendo banco su tutti i telegiornali maggiori e oltre. Molto oltre.

Non vedo una proposta seria, concreta e approvabile dai CITTADINI, che non leda i diritti di molti(già provati).
Vorrei riportare l'attenzione sul fatto che io ora come ora, da semplice Italiano, non riesco a immaginarmi un futuro, sul fatto che sto sempre con un piede pronto per abbandonare l'Italia in favore dell'estero, perchè mi sento ogni giorno OFFESO dai miei stipendiati: i politici. Vorrei spostere il focus sul fatto che oggi l'Italia è dei FURBI, e lasciatemelo dire "sti furbi del cazzo hanno rotto i coglioni", perchè tutelati a discapito di chi è corretto e deve subire angherie di ogni genere: diritti non rispettati, giustizia che non arriva, o se arriva ci vogliono una infinità di anni, e poi le tasse. Diomio le tasse!

Insomma forse sono andato un pò fuori tema, ma concludo dicendo che anche la vicenda dei tassisti, come Cortina, come molte delle notizie che ci vorrebbero dare in pasto come cose importanti, altro non sono che DISTRAZIONI DALLA REALTA'.

Saluti. Marco.

Marco Gaudino 23.01.12 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Se vale la regola che chi investe in azioni può guadagnarci o perderci la stessa regola vale per chi compra le licenze, ha scelto rischiando.
Non c'è lo con i tassisti ma loro non possono essere protetti più dei piccoli commercianti o piccoli imprenditori ecc..
Insieme dobbiamo insistere nel non arrendeci perchè tutti i privileggiati non abbiano più privilegi.

domenico tremontini 22.01.12 23:43| 
 |
Rispondi al commento

I tassisti sono onestissimi commercianti, fa bene il Leader a difenderli. Questi stanno dimostrando le caratteristiche principali che deve avere in se il M5S, la coesione, il modo civile e pacifico con cui si protesta e la coerenza. Spero e mi auguro che fra i candidati del M5S ci sia un taxista ed un rappresentante per ogni categoria che il sistema vuole prendere come capro espiatorio della crisi italiana. Grande Leader Grandissimo Grillo riesci sempre a riportarci coi piedi per terra ed a dissuaderci sempre dal berci l'informazione cattiva che entra nelle nostre case. Forza M5S

charles foster kane 22.01.12 22:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Commento politico n.18
L'inflazione continua
C'è poco da ridere, il governo si perde i pezzi, uno è stato già cacciato e l'altro è in predicato. e i voti della Lega, staccandosi dal PdL, hanno contribuito ad assolvere Cosentino e Paba è rientrato trionfante. Non ho letto che un solo magistrato si sia lamentato e non mi sembra che il Capo dello Stato abbia notato che la magistratura sia sottoposta al parlamento. Il governo del famoso economista Monti, ha visto finalmente precipitare l'economia Italiana. Questa è la fortuna della Merkel, che tanto ha detto e fatto, che ha messo in cassa un doppio successo: è riuscita a far declassare l'Italia in compagnia della Francia, con la stangata di Standard & Poor's, così che la Germania trionfa in Europa. Per completare l'opera, anche l'euro è sotto attacco. il governo Monti non ha detto una parola, né il suoi ministri sul doppio saldo dell'economia italiana e francese. Non è vero che Monti sia benvisto in Europa: la MERKEL HA RIFIUTATO UN AIUTO ECONOMICO ALL'ITALIA. Sarebbe poi ridicolo che i tassisti facessero dimettere il governo e che Monti tornasse a fare l'amministratore della Coca Cola, un incarico che non pare che abbia lasciato e che, secondo me, gli abbia dato il doppio regalo: senatore a vita e Capo del Governo, L'Italia riesce sempre a farla franca. Con la mia manovra matematico-statistica in due punti e 25 capitoli che salva il 99% dei contribuenti e serve al recupero di più volte 45 miliardi in contrapposizione alle tasse del governo Monti si eviterebbe che l'inflazione avanzi!
Caro Beppe Grillo, sei tutti noi, ti appoggiamo tutti, io per primo: avanti tutta!
Arnaldo Cantani, che lavora con voi, per voi

Arnaldo Cantani, Roma Commentatore certificato 22.01.12 22:10| 
 |
Rispondi al commento

I tassisti si lamentano perche le loro licenze potrebbero no valere più niente. Bisogna tener presente che l'eventuale quotazione non è stabilita dallo stato ma dalla normale legge della domanda/offerta pertanto e all'interno della loro lobby e per colpa loro se i costi sono nell'ordine di centinaia di migliaia di euro. Non capisco perche una persona che ha i requisiti necessari non possa intrapprendere una attività come la loro che non richiede assolutamente qualità particolari. E chiaro come il sole che stanno lottando con le unghie e con i denti per mantenere una posizione lavorativa di privilegio. I dati dell'ufficio delle entrate dicono che il reddito medio (medio!!!!) e di 14000 euro!! Sono più poveri degli immigrati che lavorano nei campi di Rosarno!!

Fulvio C., Verona Commentatore certificato 22.01.12 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non tutti i tassisti evadono e non tutti i tassisti hanno gli stessi incassi neanche sulla stessa citta'
ci sono imprese che vanno anche in perdita e non solo taxi, in lguria specialmente, a laigueglia una volta c'erano 3 licenze taxi poi sono scomparse tutte , tutte e 3 le licenze depositate in comune e dopo 4 anni di assenza una licenza ora sta in piazza e non si sa sino a quando .
poi si parla di evasione e l'unica arma per debellarla non si vuole usarla
a me ha fatto molto arrabiare la tracciabilita' rimasta sopra i 1000 euro io la volevo a zero ,abolendo il contante completamente e poi vedevamo chi era il vero evasore se il tassista il panettiere il barista oppure l'operaio che in nero fa i lavoretti a tempo perso.
comunque se ci tenete a combattere l evasione pagate tutto con il bancomat o carta di credito tanto a voi non vi costa.
e ricordatevi che potete chiedere anche la fattura anche per le corse da 5 euro quelle che magari l'impiegato onesto invece di richiedere ti chiede la ricevuta normale e poi la tarocca facendo risultare 50 euro
oppure quella che ti sale e ti dice : mi darebbe una ricevuta in bianco sa' ho dato la mancia ai camerieri in albergo e cosi' rientro dei miei soldi !!

piero 22.01.12 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Beppe tu se stai con i tassisti stai anche con gli evasori e non sei informato. Alla feltrinelli hai detto che paghi le tasse, bene i tassisti come i notai,avvocati etc non le pagano come dovrebbero. Fatti dare una dichiarazione dei redditi. Un tassista a roma e milano guadagna al netto dai 3 ai 5 mila euro al mese!! Quindi da bun dipendente che sono voglio dedicarti un bel vaffa anche se continuo a stimarti, ma sulle tasse questa e' la seconda volta che toppi. Grazie x il mesaggio di natale. Cosi la guera tra i poveri la alimenti anche tu.... Statt buon beppe. Un saluto da napoli...

Steven hutchinson 22.01.12 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Se i tassisti ritengono di aver ragione, durante le loro manifestazioni che facciano vedere ai cittadini le loro denuncie de redditi!! siete degli ipocriti appartenete anche voi a quell'esercito di sanguisughe che si chiamano "evasori fiscali" al pari di tante altre categorie che dichiarano importi ridicoli rispetto ai veri guadagni. Quando denuncierete i veri introiti avrete il diritto di lamentarvi!! spero che in caso di ulteriori blocchi del traffico vi precettino con conseguenti risvolti penali!!

Fulvio C., Verona Commentatore certificato 22.01.12 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe stavolta nn concordo con te. Io sono a favore delle liberalizzazioni. Senza dubbio a quelle delle farmacie e a quelle delle pompe funebri. Dei tassisti mi sembra di pescare sempre fra i poveri quindi li escluderei. Di sicuro abolirei l'ordine dei notai. In Italia vige la Legge sull'autocertificazione. Io dichiaro che sono io e non serve qualcun'altro per farlo. Se devo vendere qualcosa a qualcuno lo scrivo su un pezzo di carta e rispondo di quello che faccio alla Legge. I notai sono inutili e ladri. Abolirei gli ordini professionali e soprattutto abolirei i politici che, se vanno avanti così, rischiano davvero l'eliminazione fisica!

Fabio B 22.01.12 20:56| 
 |
Rispondi al commento

@viviana v.
I tassisti difendono la loro posizione mostrando documentazioni,link ecc ecc.
lei invece linka un messaggio di un certo Mauro Bandinelli che sostiene di avere amici di amici di amici... le solite cazzate italiane.
Per chi non sa niente del mondo dei taxi può passare come verità ma per chi ci lavora oltre ad essere cose false risultano molto ma molto pericolose per chi lavora per strada,ci descrivete come dei bancomat a 4 ruote.
Ricordate che la diffamazione è un reato penale e che anche se fatta da un monitor la polizia postale risale ad un nome e cognome in poche ore.
Quindi prima di scrivere assurdità informatevi.

Guido 22.01.12 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Comodo stare con chi protesta per esclusivo interesse personale ed è indifferente all’interesse comune. Comodo non accettare discussioni e fare come fanno i nostri politici che ammettono una sola domanda perché alla seconda non saprebbero più come rispondere avendo poche ragioni a favore. Comodo scrivere di cose che a prima vista paiono essere molto valide ma poi si rivelano insostenibili. Comodo adottare un comportamento di sola critica senza proporre soluzioni costruttive, valide e sostenibili. Comodo sfruttare la mancanza di buon senso di molti a proprio esclusivo vantaggio propagandistico ed economico. Forse un po’ di ‘scomodità’ sarebbe più costruttiva.

Ezio P., Vimercate Commentatore certificato 22.01.12 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Il vero DILEMMA di questo post è:" Perchè Grillo sta con i tassisti"!

Meditate gente meditate!

Orovitz K. 22.01.12 20:26| 
 |
Rispondi al commento

LIBERALIZZAZIONI: dove? quando? come? fino ad oggi non se ne è vista nemmeno l'ombra... perchè liberalizzare non significa rendere disponibili 200 posti da notaio in più, oppure qualche licenza taxi. Liberalizzare significa che, se prendiamo in considerazione il discorso dei taxi, qualsiasi privato cittadino, compra una macchina, lo comunica ad una qualche autorità e, immediatamete dopo inizia a lavorare sulle strade della sua città....
Quello che abbiamo visto fino ad oggi non ha nulla a che vedere con le liberalizzazioni, e tutto questo chiasso, compresa la polemica sull'art.18, serve piuttosto a deviare l'attenzione da altre questioni: COSTI DELLA POLITICA (se ne sono dimenticati!?), e veri strumenti per consentire alla gente di lavorare!

Ezio Roncati 22.01.12 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Ultimo sondaggio politico, e' boom per movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimo-sondaggio-politico-e-boom-per.html

sondaggi politici , la novita e il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

Tutti i nomi degli oltre 1000 iscritti alla loggia segreta P2
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/tutti-i-nomi-della-loggia-p2.html

La statua piu bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 22.01.12 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma se non esistono scontrini fiscali come viene calcolato quanto guadagna un tassista?
Risponde Repubblica

I tassisti italiani pagano poche tasse.In media, dichiarano al fisco un reddito di 13.800 €,1.100 al mese senza tredicesima.I dati dell'Agenzia delle entrate, relativi alla categoria (18mila persone)e all'anno fiscale 2005, forniscono un quadro di probabile evasione di massa.Un reddito di questo livello è inferiore a quello di un metalmeccanico che dopo 15 anni alla catena di montaggio incassa 16.000 €.Il guadagno denunciato all'erario dai tassisti romani è invece lievemente più alto della media.Sale a 14.000 €,ma è comunque la metà dei 28.000 dichiarati da un impiegato di banca o dei 25.000 di un poliziotto
I redditi più bassi hanno attirato l'attenzione del fisco.Sono scattati controlli mirati che hanno poi individuato irregolarità in 7 casi su 10.Il trucco? Vengono sottostimati i km percorsi e le spese per la benzina:per le tasse, il tassametro gira meno veloce"

Mauro Bandinelli scrive:
per strani casi della vita, conosco assai bene 4 o 5 tassisti,di alcuni sono amico da 40 anni.Spezzo una lancia a loro favore. Perchè incassano tra 6000 e 8000 euro al mese (almeno fino all’ inizio della presente crisi). Qualcuno particolarmente esperto e che riesce a fare quasi tutti i turni di notte, spesso arriva a 10.000. Praticamente esentasse. Vogliamo meravigliarci se lottano con le unghie e con i denti per mantenere questa situazione? Chi non lo farebbe al loro posto? Sanno bene che il loro mestiere, specie oggi con i navigatori satellitari, è alla portata praticamente di tutti. Solo una fortissima protezione corporativa può salvarli da guadagni di fame, da disputare ad immigrati italiani e stranieri. Chi non scenderebbe in piazza per evitare tutto ciò?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.01.12 20:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho scoperto che la figura del notaio non esiste in 6 dei 27 paesi che aderiscono all’Unione Europea, e precisamente: Cipro, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Regno Unito e Svezia.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.01.12 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Liberalizzare il settore politico lo può fare solo il Movimento 5 Stelle.
Ragazzi, facciamo votare anche le mamme, le nonne, le zie, anche i moribondi !
Manca ancora tanto alle elezioni ma mi raccomando state concentrati. Appena scatta la campagna elettorale bisogna cominciare a mandare sms, email, passaparola.
Il Movimento deve predere tantissimi voti, è l'unica speranza
che cambi qualcosa a livello politico e anche così la battaglia sarà lunga e dolorosa. Dopo Monti torneranno i soliti noti e sarà tutto come prima se non ci sarà qualcuno a contrastarli.
Stay tuned!

Daniele F. 22.01.12 19:46| 
 |
Rispondi al commento

una domanda/esercizio per tutti coloro che sostengono gli interventi di Monti (soprattutto taxi).Chiudete gli occhi e immaginate di diventare per magia il presidente del consiglio: avreste iniziato dai taxi?!?!?!?!?

eva t., torino Commentatore certificato 22.01.12 19:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tuttavia, a differenza di quel che asserisce Monti, il numero di taxi italiani per abitante è congruo e nella media europea. Anzi, rispetto alle realtà di cui si parla a sproposito, la situazione è migliore. Ad es., Milano ha un taxi ogni 273 abitanti, Londra uno ogni 346, Parigi uno ogni 397, Berlino uno ogni 517, Madrid uno ogni 414.
Insomma non si vede proprio la necessità di questa liberalizzazione e non si vede come essa, messa così, possa ridurre i costi di una famiglia.

Per ora l’unico risultato di questo annuncio è stata la corsa selvaggia degli utenti dei blog a criminalizzare i tassisti, denunciando ogni sorta di furto, imbroglio e cattivo comportamento e poiché i tassisti peggiori d’Italia sono risultati quelli romani, non sarebbe bene che si pubblicasse una sorta di deontologia del buon tassista, visto che quelli della capitale sono risultati i più odiati dagli Italiani e non ci fanno fare certo una bella figura con i turisti?

Davvero se il titolo del blog voleva essere "Io sto con tassisti", quel che è emerso, se si eliminano i tassisti che difendono se stessi: "IO sono CONTRO i tassisti".
Questo non viene ad onore della categoria, per quanto la maggior parte delle accuse sia specificatamente contro i tassisti romani.
E non viene ad onore degli italiani tutti, convertendo un provvedimento di Monti di cui si vede la scarsa utilità, nel solito sport nazionale della guerra di tutti contro tutti.
ma "divide et impera". Lo sapevano anche gli antichi Romani e lo sa pure Monti che è nato a Bruxelles.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.01.12 19:04| 
 |
Rispondi al commento

A cosa servono più notai? in Inghilterra il passaggio di proprietà di un'auto si può fare in posta con 25 euro!!! un rogito per la compravendita di un appartamento si esegue davanti ad un impiegato comunale!! Queste sono le vere liberalizzazioni!! e nei supermercati si trovano tutti i medicinali che volete venduti da gente competente e laureata in farmacia!!

Fulvio C., Verona Commentatore certificato 22.01.12 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capisco tutti i rischi,gli incerti e i costi di un tassista italiano
Ma non capisco per es. perché aumentare le licenze di qualche centinaio dovrebbe costituire un così grande attacco alla categoria
Né come mai qui sia la legge ad aver dato ai tassisti l’esenzione dallo scontrino fiscale, come mai c'è una legge che li esonera dal rilasciare regolare scontrino,come fanno altre categorie,per cui i tassisti sono liberi di rilasciare dichiarazioni fasulle non controllabili sui loro incassi e di non pagarci le tasse sopra come tutti gli altri.Non è anche questo un privilegio di casta che andrebbe abolito?
Perché a differenza di quanto avviene in tutta l'UE un tassista italiano al massimo e solo se fortemente richiesto ti rilascia un fogliettino di ricevuto in carta libera,che potrebbe servire, al lavoratore a nota spese che ha bisogno di presentare ricevuta per avere i rimborsi! o a chi si paga una assicurazione privata e ha in certi casi diritto al rimborso del taxi,per es. quando esce da un ospedale dopo un intervento chirurgico?
Questo non avviene in Europa.Per es.in Danimarca lo scontrino è emesso da uno smartphone collegato a una piccola stampante e sopra c'è tutto:nome del passeggero,orario e luogo di prelievo,orario e luogo di destinazione, km percorsi, eventuali extra,totale della spesa,mezzo di pagamento (contanti o carta di credito).Ma noi invece no? Anarchia totale? Non si potrebbe trasformare il tassametro in modo che faccia anche le ricevute fiscali?
Faccio notare che solo in Italia il taxi è considerato un oggetto di lusso,mentre in altri paesi può essere sostitutivo dei mezzi pubblici e viene preso anche da studenti o persone di classe media. Faccio notare anche che in città come Londra si può vivere senza auto,usando auto in leasing molto convenienti,mezzi pubblici e taxi,e uesto oltre ad alleggerire il traffico alleggerisce anche le spese
Non sarebbe l'ora di mettere un po' di regole anche su questo?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.01.12 18:53| 
 |
Rispondi al commento

ed il numero chiuso per l'accesso ad alcune facoltà molto redditizie dove le prove portano domande tipo quali sono gli ingredienti di un certo piatto nazionale ? Oppure di attualità spiccia. Dove c'erano persone che già sapevano le risposte. Oppure ai concorsi di dirigenti dell'Emilia Romagna o era Bologna già monopolizzati dai politici che già si sipeva chi era promosso. Lo stesso accade coi concorsi di professore universitario dove persone con centinaia di pubblicazioni sono superati dai soliti amici, parenti ed amanti di baroni e politici.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 22.01.12 18:44| 
 |
Rispondi al commento

La compravendita delle licenze non è illegale (come invece avrebbe dovuto essere in uno Stato eticamente corretto), dal sito del comune di Milano: La legge n. 21/1992 (articoli 8 e 9) ed il Regolamento comunale, oltre a stabilire l'impossibilità di cumulo di più licenze in capo ad un medesimo soggetto, disciplina le modalità per avere la licenza taxi che si ottiene mediante concorso pubblico o trasferimento da altro soggetto intenzionato a cessare l'attività.

Quindi lo Stato Italiano sta rompendo unilateralmente l'ennesimo contratto sociale. E' semplicemente vergognoso.
Non sono, in linea di principio, del tutto contrario alle liberalizzazione, ma ai tassisti spetterebbe un rimborso di qualche tipo, punto e basta.

Duccio Armenise, Milano Commentatore certificato 22.01.12 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Non è illegale, dal sito del comune di Milano: La legge n. 21/1992 (articoli 8 e 9) ed il Regolamento comunale, oltre a stabilire l'impossibilità di cumulo di più licenze in capo ad un medesimo soggetto, disciplina le modalità per avere la licenza taxi che si ottiene mediante concorso pubblico o trasferimento da altro soggetto intenzionato a cessare l'attività.

Per questo è vero che andrebbero rimborsati.

Duccio Armenise 22.01.12 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Altri 500 Notai che camperanno sulla BUROCRAZIA ESTERNALIZZATA dello Stato, bruciando ricchezza posseduta o prodotta dai cittadini, dai lavoratori e dalle imprese. I notai, i commercialisti e quasi tutti gli avvocati sono da mandare a fare un altro mestiere, a campare sulle proprie forze e non su leggi da medio evo che gli permettono di campare sulle spalle degli altri: per vendere/acquistare un'automobile usata ci tocca pagare il passaggio di proprietà gestito da un notaio; dove succede nel mondo?? SOLOINITALIA.
Monti vada a casa, consigliato l'estero!

Roberto V., Recanati Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.01.12 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono settori molto protetti e dove nesessiterebbero liberalizzazioni: aggiungerei le pompe funebri con licenze a numero chiuso, una veria mafia ed i cimiteri con i loro costi. Oggi un funerale costa quanto un matrimonio, ma non è la stessa cosa e alla perdita affettiva si aggiunge la perdita di denaro. Poi occorre eliminare dalla faccia della terra la criminalità organizzata che impedisce lo sviluppo, crea imprese criminali che eliminano dal mercato quelle sane, spaccia droga e schiavizza prostitute, strozza le imprese e rovina i nostri figli oltre ad essere compagna di merenda e fornitrice di tanti politici e preti.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 22.01.12 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Il governo vuole ( o meglio voleva)autorizzare il cumulo di licenze. Allo stato attuale un tassista può avere solo una licenza. Con il cumulo viene meno questo principio. In pratica uno stesso individuo (fisico o giuridico) potrà avere più licenze. E' forte la spinta della Marcegaglia/montezemolo in questo senso. Gli industriali hanno deciso di mettere le mani su questo settore. Acquisiscono una maggioranza di licenze, abbassano i prezzi, mettendo alla fame i tassisti che non accettano di vendere a loro. Si accattivano l'opinione pubblica con l'abbassamento (temporaneo) dei prezzi. I tassisti ormai alla fame sono obbligati ad accettare le offerte di acquisto del berlusca di turno. Così facendo pochi imprenditori monopolizzano il settore. Dopo il monopolio arrivano gli aumenti e la fame per i disgraziati che guidano il taxi con turni massacranti per ingrassare i loro padroni/sfruttatori.Questa non è fantascienza, basta andare a manhattan per rendersene conto. In Italia è già successo con la venuta delle grandi catene di supermercati. All'inizio prezzi bassi per rovinare i piccoli negozianti che, non potendo reggere il confronto hanno chiuso. Dopo i prezzi sono risaliti. Prima un carrello di spesa lo riempivi con 50 milalire , ora non bastano 100 euro. Meditate

davide s., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.01.12 18:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' inutile, sti cazzo di governarti mettono le categorie di lavoratori l'una contro l'altra e tutti ci cascano in pieno.
I problemi non sono dati dai tassisti, non dai farmcisti, nemmeno dai notai.

Il problema solo LORO! Politici e banchieri! Cazzo, sveglia !!


ps. e comunque come si risarcirirebbero i tassisti nessuno l'ha ancora detto! Ditelo e poi parlate di liberalizzazioni !

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.01.12 17:30| 
 |
Rispondi al commento

il valore della loro licenza è paragonabile al mio vecchio tfr che è andato a finire nella pensione integrativa,e quindi nn c'è più al momento della pensione come invece c'era ai tempi del mio babbo,quindi si lamentino meno perche nn sono ne i primi e spero ne gli ultimi,la verità è che in italia finchè nn viene toccato il propio interesse tutto va bene,al contrario quando viene toccato è tutto sbagliato.condivido il fatto che dovrebbero inziare dalla politica che sono veramente vergognosi!

giorgio guidalotti 22.01.12 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno vuole fare l'apologia dei taxisti ma vogliamo difendere un principio e cioè chi toglie diritti agli altri per una causa (i politici) devono essere delle "vergini immacolate".
Invece i politici prima massacrano le licenze dei taxisti e poi si aumentano lo stipendio e magari comperano la tv per dire che lo stipendio se lo sono diminuito. Per uscire dalla crisi ci vuole il cuore e chi ragiona con il cuore non può che aborrire l'azione di Monti che è descritta alla perfezione ne "Il Principe" di Machiavelli. Noi siamo italiani e non siamo numeri, siamo un popolo e non vogliamo una corte monarco burocratica a comandarci.

mario mario 22.01.12 17:26| 
 |
Rispondi al commento

MA I BANCHIERI NON SI TOCCANO?

giuseppe genovesi, Pisa Commentatore certificato 22.01.12 17:23| 
 |
Rispondi al commento

questo articolo è una pisciata fuori dal vaso. Semplicemente. Capita, non ne faccio mica un dramma, non si può essere perfetti in tutto no?!

MrTitian 22.01.12 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Liberalizzare il settore dei taxi, come poi quello dei farmacisti e dei notai, è di fatto, un attacco alle casta italiane. Sarebbe meglio che ci cominciasse partendo dalla casta dei politici, è vero, ma nondimeno le caste devono essere distrutte senza pietà e ringrazino che non li si fa pagare l'arretrato. Assurdo invece usare questa vicenda per fare populismo e parlare di unione fra i cittadini. In Italia non è solo colpa dei politici ma anche di mezza Italia che li ha votati e che continua a votarli. Come chi sta autorizzando Monti a fare il "tecnico", che di "tecnico" non esiste nulla, zero.

davide marchiani (davidemarchiani), grumolo delle abbadesse vicenza Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.01.12 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Devo dire che io pensavo che le licenze taxi si acquistassero dal Comune, mentre invece ho da poco scoperto che sono assegnate GRATIS dal Comune mediante concorso pubblico. Il commercio che se ne fa e' successivo e vengono vendute a persone non vincitrici di concorso (e' questo che dovrebbe essere reso ILLEGALE), quindi da questo punto di vista ci sono molte cose che non vanno nel ragionamento che vede i tassisti obbligati a fare un mutuo per lavorare...
E' come se io vincessi un concorso per andare a lavorare in un Ministero e lo cedessi a un mio conoscente per 200mila Euro, non mi sembra molto trasparente.
In ogni caso il concetto di liberalizzazione se non fatto con criterio non ha comunque senso: le tariffe sono stabilite dal Comune (a patto che vengano rispettate) e quindi per gli utenti finali non ci sara' comunque alcun vantaggio sui prezzi.

Saluti,
STEFANO

Stefano 22.01.12 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vota l'idv...qui almeno discutiamo ci confrontiamo e non è "obbligatorio" essere d'accordo con questo o quel commento.
Io sto con i tassisti, anche perchè nessuno mi obbliga a usufruire di questo servizio "pubbblico a richiesta"..ci sono anche gli autobus di linea.
Io ritengo che queste manovre sia fumo negli occhi,cortina,ecc,e queste liberalizzazioni, non sono chiare e che si risparmi è tutto da dimostrare.
Un governo che non tocca i monopolisti,le banche,le assicurazioni,i carrozzoni politici,ma viceversa esordisce aumentando le tasse e le tariffe deprime soltanto i più deboli e basta.
Se il sig.Monti pensa d''infinocchiare l'investitori internazionali, raccontando che l'italia andava male perchè non si liberalizzava le licenze dei taxi fa solo ridere, perchè è questo messaggio che sta passando.
Lo dico e lo ripeto, quello che fa male e mina la credibilità di questo paese è la classe politica, i Partiti che sono parte integrante delle Lobby, finanziano i Partiti, tipo MPS che ha versato 85000 al PD...l'affarismo che s'intreccia in ogni dove,si va dalla sponsorizzazione delle SAGRE alle mostre di finta cultura,al finanziamento pubblico dei giornali..
Chi ha investito i soldi nella propria attività, si vede depredare ogni giorno da tasse e balzelli,talvolta vedendosi espropriare i beni costruiti con sacrificio esponendosi personalmente.
Il sig. monti dovrebbe chiedersi perchè 12000 aziende sono fallite e sono stati persi 100000 posti di lavoro...ma questi per lui forse son dettagli..ora illuderà qualche giovane che con 1 euro si apre un srl...il resto ce lo mette lui?la professionalità e la capacità economica, non s'insegnano a discorsi..ci vogliono i vaini e sul tamburo..!
qunado questo signore avrà capito che c'è differenza tra teoria e pratica..allora saremo già affondati..con o senza liberalizzazioni.

roby f., Livorno Commentatore certificato 22.01.12 16:39| 
 |
Rispondi al commento

IO INVECE NON STO CON I TAXISTI
Vivo "in campagna" e avrò preso un taxi due tre volte nella mia vita. In tutte e tre le occasioni ho avuto la sensazione di pagare una cifra spropositata rispetto al servizio. E' la sensazione di tanti. Non so se la categoria viva nell'oro (penso di no) e sono d'accordo sul fatto che la casta conserva intatta i suoi privilegi. Ma non solo i politici. Quanto guadagnano i giornalisti della televisione di stato? Quanto i direttori dei quotidiani che vivono con i finanziamenti pubblici? Quanto i manager pubblici? Quanto evadono i medici che alla professione pubblica aggiungono le visite private senza controllo nè nel numero nè nel giro d'affari? Si potrebbe continuare quasi all'infinito.E cosa si sta facendo per arginare, non dico eliminare,la corruzione e gli sprechi di denaro pubblico? Certo Monti e il suo governo mostrano un altro profilo, un' altra credibilità. Ma mi domando: siamo tutti diventati liberali? Non c'è altra strada che il mercato e la concorrenza per una vita civile e solidale? Ma mi domando: non stiamo forse perdendo di vista che la rivoluzione o è culturale o non è? E che siamo tutti noi a doverla fare con azioni quotidiane? Tornando ai taxisti: se guadagnano troppo, se fanno i furbi, se si approfittano dei clienti, se vogliono conservare intatti i loro privilegi, c'è solo un modo per arginarli: quello di potenziare i servizi pubblici, di garantire da e per l'aeroporto di Fiumicino, solo per fare un esempio,spostamenti con mezzi pubblici efficienti e sostitutivi (in concorrenza?) con le proposte private. O pensate che aumentando di cento unità i taxi di Roma i prezzi degli stess scenderanno?

Giuseppe Annulli 22.01.12 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo quello che mi ha sempre affascinato dei tuoi interventi è che approfondivi gli argomenti. Mi sembra che per quanto riguarda i tassisti non hai fatto nessuna ricerca e ti sei limitato a concetti populistici. Ti racconto un fatto che è successo ad un mio amico per farti capire che Monti a torto o ragione ha spero n nervo.
Circa un anno fa un mio amico ha si è rivolto ad una importante cooperativa della nostra citta per diventare tassista . Gli hanno dato le seguenti spiegazioni: costo licenza 250.000 euro di cui 100.000 in nero, incasso tra i 60/70 mila
euro , dichiarati tra i 22 /30 mila euro. Il mio amico ci pensa un pò e dopo sei mesi contatta il presidente della cooperativa il quale si offre di visitarlo a casa sua perchè le cose sono cambiate. Infatti la richiesta è passata dopo solo sei mesi a 320.000 euro di cui sempre 100.000 euro in nero depositati su dei libretti al portatore dentro una cassetta di sicurezza. Per me tutto questo è un'avidità fuori controllo che sta obbligando tanti sprovveduti a indebitarsi ipotecando la propria casa per pagare una licenza che avrebbe valore di mercato di 60/70 mila euro massimo.sono operazioni che fanno guadagnare il venditore e le banche, ma un sistema che è fuori controllo. Sistema che viene sponsorizzato dalle cooperative e i suoi dirigenti che hanno alla base una forte speculazionie. I dirigenti di queste cooperative dicono due cose per convincere le persone a indebitarsi : la mole di nero e che la licenza crescerà di valore perché è protetta. E così molti si sono indebitati all'inverosimile. Oggi sono arrabbiati e io sono solidale con loro ma i veri colpevoli sono proprio coloro che vanno in tv a difendere la categoria. Il mio amico ed io non abbiamo subito il sistema e abbiamo fatto un esposto alla Finanza per evitare che qualcuno si metta nelle mani di una Banca per comprare un pezzo di carta. Io sono per difendere chi ha subito la truffa della vendita della licenza. Proprio così ê una truffa

FABIO 22.01.12 16:31| 
 |
Rispondi al commento

http://eurotestmobility.com/eurotest.php?itemno=402&PHPSESSID=051a8163e3318318e1e78e319bc03a78

http://eurotestmobility.com/eurotest.php?itemno=404&lang=EN

Perchè i prezzi piu' alti sono nei paesi dove i taxi sono liberalizzati?

Rimborsate il valore della licenza a prezzo di mercato (visto che il mercato è il vostro dogma) e poi fate quello che volete!! .. perchè come diceva il savonese sono tutti gay con il culo degli altri.
L'Italia e parte dell'europa stanno andando in miseria, vuoi mettere la soddisfazione di andarci in taxi??

roberto tommasi 22.01.12 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo le mega stronzate di Grillo contro i controlli ai "poveracci" di Cortina con la porsche intestata al cognato e la villetta intestata allla nonna, e dopo la grande battaglia di "liberta" di intascare e pagare al nero (contro la tracciabilità), mancava solo la difessa dei tassisti italioti, altra categoria di paraculi impuniti grazie ai loro protettori politici PDL .
Chiunque abbia abitato all'estero (ad esempio in Spagna, dove io ho fatto il tassista dipendente) sà che i taxi in Italia sono un altra delle vergogne solamente italiane. Sono i più cari d'Europa (anche qui a Madrid costano la metà, sono efficienti e rapidissimi, eccetto qualche ritardo il sabato sera tardi quando chiude il metro e cmq dalle 06.00 a 01.00 il metro arriva ovunque,18 linee, a proposito di servizi efficienti). Le tariffe in Italia sono di fatto imposte ai sindaci che ovviamente non possono rinunciare ai loro voti alle elezioni, il numero delle licenze viene volutamente sottostimato per difetto, infatti nelle ore di punta c'è da aspettare delle intere mezzore, ma in compenso questi paraculi possono continaure a realizzare lauti guadagni,(ALMENO 2000 euro al mese come MINIMO checchè ne dicano davanti alla tv). Ogni volta che qualcuno sfiora i loro privilegi, bloccano la città e ricattano i politici locali. A Milano quando volevano fare la linea del Metro per Linate, cosa più che logica data la vicinanza con il centro di questo aeroporto, fecero scoppiare la guerra e il Comune guardacaso fece marcia indietro. Oltretutto da Linate non c'è neanche un Bus Urbano, ma una linea privata che costa il triplo di una corsa normale. Chiedetevi il perchè.
Io che ho votato 5stelle mi chiedo cosa stia succedendo a Beppe. Ormai comincia a toppare troppo spesso pur di dare contro a qualsiasi cosa faccia un governo. E temo che nel movimento nessuno ha il coraggio di contraddirlo quando spara una stronzata.
Se continua così alle prox elezioni voto IDV, almeno abbiamo le stesse idee su ciò che mi preme

Madrid Taxi Driver 22.01.12 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao,
non sono cosi d'accordo su questo fatto. Penso che i taxi vadano liberalizzati come fu fatto illo tempore con le licenze dei commercianti e come andrebbe fatto anche con le farmacie. Penso che si potrebbe risarcire i tassisti delle loro licenze con qualche anno di esenzione dalle tasse, visto che sono tra i piu famosi evasori.
comunque stimo il movimento e avra il mio appoggio e quello della mia famiglia
ciao
Matteo

Matteo Giaccone 22.01.12 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che non riesco a capire è come mai quando uno riceveva gratis una licenza dallo stato e la rivendeva anche a 300.000 euro, che gli entravano in tasca pulite pulite, nessuno ha avuto nulla da dire di questo abuso.
E ora che chi ha comprato la licenza di straforo senza averla avuta gratis dallo stato, si vede aumentare la concorrenza, tutti a dire che lo Stato dovrebbe rifonderli del danno.
Ma danno di che? non è mica lo stato che ha fatto loro un danno, sono loro che hanno fatto un cattivo investimento e sono loro che devono cercarsi un terzo soggetto, extranumerario, che non ha ottenuto la licenza gratis dallo stato a cui rivendere la loro licenza
Qui si tratta di un mercato in cui lo stato non c'entra niente e che è avvenuto solo tra privati

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.01.12 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quelli di Roma votavano in maggioranza Msi o partiti analoghi di estrema destra

viviana v., Bologna Commentatore certificato 22.01.12 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La metafora dell'Italia non é la Concordia, é il comandante Schettino: rischia per una consuetudine idiota una nave e la vita di migliaia di persone, successo il fatto va in panico e cerca di cavarsela in qualche modo, senza affrontare le proprie responsabilità, molla il comando perché sarà pure in panico ma alla ghirba ci tiene....e nei blog trovi tantissimi che lo difendono e accampano le colpe di altri per giustificarlo.
Perché? Ma perché buona parte degli Italiani si immedesima in lui, intimamente sa che farebbe lo stesso.
Se c'é una cosa che B. ha sdoganato, complici quelli dell'altra sponda, sono i sentimenti più bassi, i comportamenti meno etici.
Tutto é possibile perché tutto é giustificabile.
E direi che anche il post sui tassisti fa parte dello stesso filone .

antonella g. Commentatore certificato 22.01.12 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, stando dalla parte dei tassisti, senza offesa per i ragionieri, conferma il fatto che non è un economista, ma un ragioniere, con una visione provinciale delle questioni nazionali

Grillo Ragioniere 22.01.12 15:36| 
 |
Rispondi al commento

(null)

Stefano guadagnoli 22.01.12 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Bella la chiusura del post:.....ci vediamo in Parlamento, se non fanno una legge per impedircelo! Cominciamo a mettere le mani avanti per non cadere?!

volatile/pn 22.01.12 15:26| 
 |
Rispondi al commento

se vogliono liberalizzare i taxi, lo facciano pure però quello che devono anche fare è RIMBORSARE il prezzo della licenza a chi la licenza l'ha dovuta pagare fior di quattrini

roberto botticella 22.01.12 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poveri Grillini che fine, da rivoluzionari che volevano cambiare il mondo a difensori di caste, privilegi ed evasori fiscali.
Ma non c'è un rappresentante del Movimento 5 Stelle che dica la sua opinione ????
Cos'è il M5S è un partito Nord-Coreano ???

RICCARDO M., VIAREGGIO Commentatore certificato 22.01.12 15:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO CAPITO. MA COME MAI QUANDO VADO ALL ESTERO IL TAXI ME LO POSSO PERMETTERE QUI IN ITALIA CI DEVO RINUNCIARE

enrico d., pietra ligure Commentatore certificato 22.01.12 15:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fatto che non stiano toccando i politici come dovrebbero fare e prima di ogni cosa non significa che le liberalizzazioni siano sbagliate, anzi. I tassisti i notai e i farmacisti sono caste e vanno abolite. Così si sblocca un po' l'ascensore sociale. Su questo non ti appoggio M5S.

Antonio O., Milano Commentatore certificato 22.01.12 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Il problema, anche qui va cercato alla radice.
E la radice è la pratica "feudale" della "alienabilità" della concessione/licenza governativa.
Alienabilità significa la possibilità di ereditare o vendere, per questo uso questo termine poco diffuso (per molti)
Esempio concreto:
Io acquisto/eredito una vettura.
Insieme alla vettura non posso acquistare o ereditare il permesso di condurla (patente).
Questa è "personale", l'ho guadagnata per meriti e pagata con i relativi versamenti e tasse.
Allo stesso modo non si può "vendere" un libretto di autovettura senza la relativa autovettura, e usarla su una altra autovettura.
Questo perchè pur essendo state pagate le relative tasse di immatricolazione, sono indissolublmente legate alla vettura stessa.
Basterebbe applicare queste semplici regole all'insieme di licenze e concessioni
Taxi, farmacie, edicole, spiagge, concessioni minerarie, frequenze di telecomunicazioni e quant'altro devono essere indissolublmente legate alla persona fisica/giuridica (società ad esempio) che ne è+ stato beneficiato dallo Stato.
Inoltre devono essere temporizzate, perchè se è vero che le persone fisiche muoiono, prima o poi, quelle giuridiche (le società) no.
Un tempo giusto sarebbe l'età lavorativa di una persona, che secondo le attuali tendenze si aggira sui 40 anni.
Poi? Passati 40 anni, o meno se il titolare muore (perosna fisica) o fallisce (società) tornano in mano allo stato che deciderà il sistema migliore per assegnalra (concorso, asta, graduatorie varie)

Quindi blocco della "alienabilità" delle licenze/concessione da ora in poi, e vincoli temporali per il loro usufrutto.

Dopo di che, azzerato tutto, si ricomincia a far girare il bene pubblico secondo regole democratiche, e non secondo regole feudali.

Mau2 P. Commentatore certificato 22.01.12 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Commenti al post I VAMPIRI DELLA REPUBBLICA 797,
commenti al post IO STO CON I TASSISTI 1147
Passera il maggior evasore italiano con banca intesa evade e corrisponde solo 200milioni di euro all'agenzia dell'entrate è ora ministro per lo sviluppo e voi vi scagliate sui tassisti "evasori" ? SIETE TUTTI COME IL RAG. CALBONI!!! Monti presidente per l'europa di trilateral , uomo delle Banche dice ai tassisti basta con le rendite di posizione?????!!!!!!!
Non avvertite un leggerissimo senso di ...?
W I FORCONI!

roberto tommasi 22.01.12 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Un fenomeno simile accadde quando abolirono le licenze di vicinato (alla fine degli anni 90), chi allora acquistò la licenza per un esercizio commerciale, a prezzi non dissimili di quelli per la licenza taxi, si vide deprezzare del 70% il valore della licenza, di colpo. Nessuno si stracciò le vesti, nessuno prese le difese dei piccoli commercianti, in verità il mercato delle licenze era semplicemente alterato per il fatto che era impossibile aprire una panetteria al posto di una tintoria; non dimentichiamoci che molte licenze taxi sono state date gratuitamente dai Comuni con regolare bando (a costo pressochè zero). Caro Grillo, hai preso un grosso abbaglio, ti sei dimenticato le sempre attuali lezioni di Carletto?: anche le licenze del taxi sono soggette alla logica della legge della domanda e dell'offerta ed è così che quanto costa poco finisce sempre per costare dieci volte tanto, la licenza del taxi vale tanto perchè per fare 6 km a Milano devi pagare 50 euro, e sono in pochi a poter proporre il servizio ed sono i soliti a poterne fruire, ma di chi parli, chi stai difendendo? in quale tariffario o bollettino ufficiale si è mai visto che la licenza taxi deve costare 200.000,00 euro? Quello del taxista, soprattutto nelle grandi città è un lavoro duro ed è giusto che sia adeguatamente ricompensato, trovo altrettanto giusto che si apra la possibilità per molti altri giovani di poter fare questo lavoro e magari, per fare 6 km a Milano spenderemo, come è giusto che sia, solo 10,00 euro.
Amedeo

amedeo arangio 22.01.12 14:28| 
 |
Rispondi al commento

C'è anche chi dice: sono venuto al Nord OBBLIGATO.

Grazie al mio lavoro e a quelli di tanti altri come me ho portato aree depresse ad essere civili.

(Si sa, al Nord eravamo ancora a spulciarci sulle piante, ma chissà perchè tutti volevano venire qui).

Tante grazie.

E poi, perchè lo stesso lavoro non l'avete fatto per le VOSTRE aree depresse, e non siete tornati da dove siete venuti?

Con l'esperienza acquisita coi subnormali del nord, non sarebbe stato difficile educare anche i vostri compaesani.

Mgras 22.01.12 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Chissà perchè quando si parla di infrastrutture, di liberalizzazioni, di privatizzazioni e qualsiasi altra cosa che si vuol fare per smuovere questo Paese, c'è sempre qualcuno che dice: "chissà come è contenta la mafia".

E poi: la politica è piena di mafia, le istituzioni sono tutte in mano a mafiosi, chi fa manifestazioni è sobillato dalla mafia...

Beh, allora che c'è di strano a dire che bisogna ISTITUZIONALIZZARLA, questa mafia, visto che è dovunque?

Le facciamo pagare le tasse e pure i contributi INPS per i "picciotti".

Certo che ne ha fatta di carriera, e indovinate grazie a chi?

Ci saranno pareri variegati: ma l'essenziale è che ha potuto prosperare perchè per certa gente è un surrogato assai più generoso dello Stato e dà a questi assassini più affidamento che alla legalità.

Certo che ci vuole una bella faccia di tolla negare che il Sud è il motore di tutto questo schifo.

E se il Nord è stato contagiato, lo si deve a quelle migliaia e migliaia di persone che sono scappate al Nord in cerca di lavoro (e come mai, visto che la loro era una terra opulenta?), e con loro hanno portato questa piaga, che prima proprio non esisteva.

Mgras 22.01.12 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parliamoci chiaro: ognuno deve essere libero di seguire la sua strada, senza che corporazioni varie impongano che per farlo si debba pagare o esere figli di.

Però regole ce ne devono essere: se in una strada, ad esempio, ci sono già due bar, o due negozi di abbigliamento, o due di generi alimentari, non si deve permettere che altri (magari i soliti cinesi), ce ne mettano una mezza dozzina.

Così nessuno lavorerà più a sufficienza per mantenersi.

Liberalizzare sì, ma con criterio e con regole precise.

Lo stesso per le professioni, le farmacie e per i tassisti: tutto deve essere fatto senza saturare il mercato, in modo che tutti possano avere quel reddito cui hanno diritto.

Lasciare le cose come stanno non ha però senso, perchè la chiusura di certe lobbies ha di fatto ingessato lo sviluppo.

Mgras 22.01.12 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molti parlano di liberalizzazioni, molti ne parlano senza cognizione di causa o in piena malafede.

L'ABC del taxi, tanto per avere un'idea di massima di cosa è prima di parlare senza sapere.

Questo non è un blog, non è un forum, vuole essere solo un punto in cui reperire informazioni il piu' possibile oggettive e verificabili riguardo alla situazione attuale dei taxi in italia.

Un grazie a chiunque decida di investire un po' del proprio tempo e della propria attenzione nell'approfondire preventivamente la questione.

http://TaxiInItalia.altervista.org/

Franco Carrozza, Collegno Commentatore certificato 22.01.12 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Ultimo sondaggio politico, e' boom per movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimo-sondaggio-politico-e-boom-per.html

sondaggi politici , la novita e il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

Tutti i nomi degli oltre 1000 iscritti alla loggia segreta P2
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/tutti-i-nomi-della-loggia-p2.html

La statua piu bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 22.01.12 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Vergongna Beppe, difendere una categoria che dichiara 14.000 euro all'anno, quindi evasori garantiti. La licenza è un furto per chi la paga e un ricatto per chi la vende, prima o poi qualcuno la deve eliminare. Bersani aveva eliminato la "licenza" dei negozi e ha eliminato la "liquidazione" di milioni di negozianti. Gli ha negato una vecchiaia decente, ma è stato giusto così. Monti cerca timidamente di cambiare (in meglio) e fai queste uscite. Se vuoi il problema è che sta facendo troppo poco....Vergogna, Beppe

andrea caserti 22.01.12 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Propongo alleanza Lega-Mov5stelle alle prossime elezioni, praticamente dite le stesse cose, che tristezza..
Io vi dico ZERO, non sono d'accordo per niente.
I tassisti sono una categoria di evasori, per non dire altro. Io NON STO dalla loro parte.
I notai e i farmacisti sono categorie medioevali chiusissime e sono stra-ricche solo per questo. Io NON STO dalla loro parte.

MarcoG 22.01.12 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I politici sapevano e hanno mangiato sopra il commercio illegale delle licenze, che ha permesso alle banche di cedere preziosi mutui e ipotecare case.

L'agenzia delle entrate prende il 23% da chi la vende e il 3% da chi l'acquista.

Se la cessione del taxi è illegale PERCHE' LO STATO CI MANGIA SOPRA?

Veltroni ha regalato 2000 licenze ad avvocati, imprenditori, notai e vigili urbani in pensione.

Quest'ultimi l'affittano a 1000 euro al mese a ragazzi che avendo la patente K e disoccupati, avrebbero dovuto averle per diritto.

Dovete informarvi prima di aprire bocca.

Vogliamo liberalizzare? Liberalizzassero la politica che costa 70 miliardi di euro l'anno!

Siete i soliti italiano ipocriti, tutti rivoluzionari...l'importante è che non si tocchi il proprio orticello.


giuliano c., ROMA Commentatore certificato 22.01.12 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che lo Stato debba proporre, per ciascuna categoria menzionata (tassisti compresi), un SERVIZIO PUBBLICO ovviamente caratterizzato da:

ALTA QUALITA’ e BASSO PREZZO in modo da rendere elevato il RAPPORTO QUALITA’ / PREZZO
(altrimenti la proposta dello Stato non avrebbe evidentemente alcun senso…)

Ed ecco che i privati, per fare CONCORRENZA ai servizi pubblici proposti, sarebbero costretti a ridurre i propri prezzi e a migliorare la qualità dei servizi…

Inoltre questa proposta porterebbe a creare NUOVI POSTI DI LAVORO alle dipendenze dello Stato e quindi favorire l’ingresso dei GIOVANI nel MONDO DEL LAVORO!!!

mark d. Commentatore certificato 22.01.12 13:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al bando tutte le corporazioni ed i privilegi.

Liberalizziamo al 100%!

Della licenza dei tassisti non me ne importa nulla.

Allora voglio anch'io il numero chiuso degli operatori informatici e stipendio fisso a 300k euro!

Giancarlo Frison 22.01.12 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Grillo (o chi per lui) va bene che i tassisti a Genova hanno bloccato Piazza De Ferrari per almeno tre giorni e, anche se non sono come quelli romani, é una categoria che incute un leggero timore, ma forse faresti meglio a riconoscere che é un post superficiale, che non sapevi che le licenze sono state date GRATIS dai Comuni, e che se passano di mano in mano e a prezzi altissimi sono AFFARI LORO e non della collettività. Venire loro incontro perché come al solito i politici sapevano e non facevano niente va bene, ma di lì a prostrarsi per paura ce ne corre!

antonella g. Commentatore certificato 22.01.12 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

volevo solo aggiungere che la compravendita e' legalizzata dallo stato e che a parte le licenze rilasciate a roma negli ultimi anni la maggior parte delle licenze in italia sono state rilasciate gratuitamente 40 anni fa' e da allora quelle licenze sono state vendute almeno 4 volte cadauna e che da almeno 6 anni su ogni passaggio di licenza l'agenzia delle entrate prende circa 30000 euro per cessione di azienda 25000 dal venditore e 5000 dall acquirente

piero 22.01.12 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOVETE DIRE COME RISARCITE I TASSISTI FOTTUTI.
PUNTO.

Pensare di rovinare la vita a migliaia di persone vuol dire essere fuori dal mondo e sollecitare la violenza.

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.01.12 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COLTELLATA AL GOVERNO?

roberto calderoli auspica che a marzo il governo cada e si dia di nuovo la parola al popolo.
calderoli?Il fautore del porco?dare la parola al popolo?
ma se i ministri sono eletti dalle segreterie di partito.
E' cosa buona e giusta che la lega e tutta l'accozzaglia politica si liquefi per il bene dell'intera nazione.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 22.01.12 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace rendermi conto che nel popolo viola non sono ben gradito. Quando faccio il turno di mattina mi ho la sveglia alle 4:50 poi gli altri giorni faccio il turno di notte( 15 turni di notte al mese dalle 22:00 alle 06:00) tanti sacrifici e pure qualche rischio. Pensavo di essere un piccolo dal lavoro umile e invece sono uno ricco paragonabile a notai e avvocati. Non credevo di essere così odiato, solo perché mi va un pó meglio di un operaio. Il popolo viola mi ha deluso e ne esco volentieri. Ps
I tassisti non sono tutti fascisti.

Massimiliano L 22.01.12 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AUGURI, ANTONIO GRAMSCI.

22 Gennaio 1891 nasceva ad Ales Antonio Gramsci.
Se si pensa a lui e lo si compara ai pensatori politici contemporanei...
RIDATEMI GRAMSCI!!!

Terzo Nick Commentatore certificato 22.01.12 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, avviamo insieme questa iniziativa?

Autostrade? No, grazie! Da oggi viaggiamo in statale!

Dopo i nuovi aumenti dei pedaggi diamo il definitivo addio ai caselli autostradali di Benetton! Viaggeremo lentamente su strade e superstrade gratuite, ci godremo i paesaggi, potremo fermarci a contemplare una montagna innevata o una chiesetta diroccata e risparmieremo carburante. Fate come noi!

Non vogliamo dare più un centesimo a Benetton, un monopolista privato. Da oggi viaggiamo in statale!

Su questo gruppo sarà possibile condividere le vostre esperienze di viaggio Benetton-free, al di fuori delle autostrade. Per scelta!

Le autostrade le hanno costruite i nostri padri, i nostri nonni e bisnonni. Le autostrade sono nostre, sono un patrimonio collettivo che è stato già pagato.

Con la privatizzazione delle autostrade, date in concessione a Benetton, i monopolisti di turno hanno spolpato un'intera nazione portandola allo stato attuale.

E' successa la stessa cosa con le Poste, con la Sip, con le frequenze televisive, con la lottizzazione della Rai.

Un patrimonio immenso affidato dalla casta ai soliti noti e che deve ritornare nelle piena disponibilità gratuita della cittadinanza, come avviene in altri paesi europei come la Germania.

Autostrade? No, grazie! Da oggi viaggio in statale!

Si parte!

https://www.facebook.com/groups/273350509394241/

Gianni Danese 22.01.12 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il ministro della giustizia sta preparando il decreto svuota-carceri e in via di principio non è contraria a un'amnistia.

è un'arogomento caldo in effetti


Beppe cito le tue parole" Questo Governissimo,non ha il senso della realtà" no Beppe,
loro hanno il senso della loro" realtà" è che non si incontra proprio più con la nostra.
" Lorsignori" da quando è nato l'euro hanno svariati problemi in più a cominciare dal "dover servire,compiacere,assecondare ecc." le necessità dei loro padroni,cioè le banche.
Dal momento che le correnti politiche precedenti non sono state in grado di accondiscendere in " "toto" alle loro richieste è stato necessario un "colpetto di stato" .
I "gentiluomini " e le " gentildonne" che ci sono ora invece sono dei servitori fedeli,apprezzati e stimati dal....mondo e del loro mondo fa parte la " Bildemberg" la "Commissione trilaterale" la " Goldman Sachs" non un pugno di tassisti malvestiti o un nugolo di pensionati niete affatto eleganti .
Dei tassisti però fanno gola le licenze : cosa c'è meglio di una liberalizzazione che apra la possibilità ad un solo privato di avere cento macchine e far lavorare gli altri come schiavi?
Magari una cooperativa, tanto cara a D'alema e company " tutti a tre € l'ora " e il resto per uno due o tre del quartierino ma stavolta il quartierino non è più solo anche lui deve dare la mazzetta alle banche !
Oppure i poveri pensionati, tanto in piazza non ci vanno e rumore non lo fanno, la disperazione rimane chiusa dentro il cuore o le quattro mura di ognuno di loro,.
Quei pochi spiccioli di spese sul c/c o di prelievo Bancomat però moltiplicali per 5/ 6 milioni di persone e fai un conto di quanto le banche guadagneranno in un attimo.
Potrei andare avanti ancora ma mi limito a citare gli agricoltori, non è solo il prezzo della benzina a farli urlare così ma il divieto "via via nel tempo" di poter coltivare le loro terre. Non potendo eliminare il piccolo con un colpo di spugna, per far posto alle multinazionali,allora lo affamano.
Si stuferanno prima o poi no?
La battagla si fa dura caro Beppe, ma come dici tu, gli conviene?

Stefania A. 22.01.12 12:38| 
 |
Rispondi al commento

CARCERI PRIVATE
questo argomento meriterebbe un post , io non sono ideologicamente contrario ad alcune condizioni
che la gestione della sicurezza rimanga pubblica (come in effetti e')
che i detenuti vengano fatti lavorare duramente (e non nutriti e lasciati a poltrire) ma che questo lavoro non vada in concorrenza con quello di lavoratori del mondo esterno
che le carceri private siano destinate ai criminali comuni e non ad esempio a chi e' in regime di 41 bis

questo tipo di soluzione e' sicuramente migliore di un indulto , se qualcuno ha argomenti efficaci pero' sono disposto a cambiare idea e sempre fermo restando che sarebbe preferibile che le strutture carcerarie rimanessero pubbliche .. ma sappiamo che non ci sono soldi e i detenuti sono in sovrannumero quindi urge una soluzione

giuseppe torquemada, bolzano Commentatore certificato 22.01.12 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=N5nvjLKqWxE

Movimento 5 stelle : istruzioni per l'uso by beppe grillo

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.01.12 12:37| 
 |
Rispondi al commento

beh anche i tassisti dovranno convenire con me, che i comunisti quando servono non ci sono mai e quando non servono te li ritrovi sempre tra i cojones!


Ernesto sparalesto cazzate non sei andato a Milano assieme ai tuoi rappresentanti?
E belin....mi deludi ci sono tutti gli ubriaconi con le corna..in tutti i sensi!
Giovannino mi deludi.
Pensa grappini gratis e bevute di acqua del Pò agrattisss!!
Figurati osannato Marronglassè,mentre il Bossi parla con commenti sottotitolati...perchè non si capisce un cazzo!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 22.01.12 12:30| 
 |
Rispondi al commento

leggendo le centinaia di post - appare evidente che la stragrande maggioranza di noi è assolutamente a favore delle liberalizzazioni - e caro beppe - quindi ?

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 22.01.12 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ispirandosi ai principi della Costituzione, della Dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo, della Carta sociale europea e della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, la programmazione e la realizzazione di un sistema organico di interventi e servizi sociali, che si attui con il concorso delle istituzioni pubbliche e delle formazioni sociali, attraverso l'integrazione degli interventi e servizi sociali, sanitari, delle politiche abitative emettendo tutti gli atti obbligatori e generali di attuazione degli artt. 22 e 25 della Carte dai diritti dell'uomo, che come noto impongono che " OGNI INDIVIDUO HA DIRITTO AD UN TENORE DI VITA SUFFICIENTE A GARANTIRE LA SALUTE E IL BENESSERE PROPRIO E DELLA SUA FAMIGLIA, CON PARTICOLARE RIGUARDO ALL'ALIMENTAZIONE, AL VESTIARIO, ALL'ABITAZIONE, E ALLE CURE MEDICHE E AI SERVIZI SOCIALI NECESSARI; ED HA DIRITTO ALLA SICUREZZA IN CASO DI DISOCCUPAZIONE, MALATTIA, INVALIDITÀ, VEDOVANZA, VECCHIAIA O IN ALTRO CASO DI PERDITA DI SUSSISTENZA PER CIRCOSTANZE INDIPENDENTI DALLA SUA VOLONTA'". Credo che questo governo abbia emesso delle leggi contro l'UMANITÀ.

Paolo Lincetto, ABANO TERME Commentatore certificato 22.01.12 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco cosa ho postato il 18.01.12 12,25
E pensare che bastava ancorare la nave alla terra ferma!
Ma chissà forse se il danno è maggiore, maggiore sarà il guadagno di chi ci "inzupperà il pane"(capitalisti con le pezze al culo che speculano sulle disgrazie)
Ricordate il terremoto dell'Aquila?
^^^^^^^^^^
Ebbene sino ad oggi non si è provveduto a nulla di tutto questo!
Come mai?
Si preferisce abbandonare la nave così sarà di proprietà della Compagnia di Assicurazione?
Si provvederà a pompare il combustibile della Concordia?
E se si,la nave,alleggerita,potrebbe cadere nel sottostante fondale!
Ma che bravi…mi sa tanto che ci sono nella vicenda troppi interessi privati anche se ne fottono del danno procurato.
Tanto pagherà la Compagnia di assicurazione!

oreste mori, La Spezia Commentatore certificato 22.01.12 12:19| 
 |
Rispondi al commento

http://crisis.blogosfere.it/2012/01/liberalizzazioni-clamoroso-art44-arrivano-le-carceri-private.html

chasca chasca, genova Commentatore certificato 22.01.12 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

senza considerare che alberto sordi quando fece il film non era gia' piu' lui, il simpatico guascone balordo di un americano a roma o il rappresentante (sempre simpaticissimo) delle bassezze italiche .
ai tempi del tassinaro era gia' entrato nella vecchiaia logorroica e popolar-saccente che lo ha preso negli ultimi anni.
films da evitare.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 22.01.12 12:13| 
 |
Rispondi al commento

non stiamo parlando di evasione o per chi hanno votato i tassisti, ma se sia giusto con un decreto togliere dall'oggi al domani un patrimonio ad un soggetto ( come di fatto la casa con l'IMU che costa quanto un affitto ). Ieri compro una licenza, perché si comprano, e domani ho perso il mio investimento, al pari di una casa, di un'auto ecc. in forza di un decreto. Questi decreti dovrebbero avere tempi di attuazione decennale per dare tempo alle categorie di riorganizzarsi oppure risarcirli in altro modo. Molti tassisti, come tanti lavoratori autonomi, sono gente come voi che non ha trovato un posto fisso oppure è stato licenziato perché un tassista oggi come oggi se considerate la 13a la 14a, il tfr, i contributi e la malattia nonché la pensione, non stanno meglio dei comuni impiegati considerando anche che devono investire soldi e rischiare per tutto questo. L'evasione è un altro discorso, ma ti garantisco che c'è altrettanta evasione fra gli impiegati ed operai che oltre lo stipendio fanno i loro lavoretti in nero:: pratiche amministrative, burocratiche sfruttando anche il loro ruolo, lavori manuali se sono operai o meccanici ecc. ecc. e tutto rigorosamente in nero.
Poi vedrete che se ne avvantaggeranno i grandi capitalisti che creeranno flotte di taxi con gente inserita magari in false cooperative e sottopagate e precarie arricchendosi ancora di più e uccidendo un mestiere come le grandi distribuzioni hanno ucciso i piccoli commercianti ma i prezzi non sono variati.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 22.01.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento

I TASSISTI, PRIMA DI INCAZZARSI, PER CHI VOTAVANO?

Visti alcuni comportamenti poco lodevoli di alcuni rappresentanti della categoria (minacce ai colleghi che lavoravano durante il fermo, percosse, sottrazione del guadagno) e i cori da stadio con alzate di braccio destro e tatuaggi incontrovertibili sulle simpatie al pelato del Ventennio, secondo voi, prima di ora,
I TASSISTI COSA VOTAVANO?

Terzo Nick Commentatore certificato 22.01.12 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe
io sono un del Movimeto 5 stelle ma mò stai toppando come si dice a Roma
Le licenze vengono concesse gratuitamente dai comuni e poi dietro si scatena una vendita illegale davanti ai notai del loro valore.
c'è molta gente che con conoscenze politiche si accaparra le licenze e dopo le rivende
non sono cazzi miei se la pagano 100 o 200 mila , io la trovo una rendita di posizione per concessione gratuita dello Stato
Guagliò ti stai facendo vecchio ? apri un dibattito prima di schierarti a priori , lo so che spesso prendi il taxi a Genova e temi insulti.

nello rispoli 22.01.12 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Sull' asfalto sono rimasti i segni di una frenata lunga 34 metri. La conferma che Utdia Oruptic, nomade serbo di 23 anni, residente nel campo di via Candoni, alla Magliana, guidava il furgone del padre a folle velocità. E, come è stato accertato più tardi, anche senza patente perché non l' ha mai avuta. Ieri pomeriggio, alle 13, il ragazzo è piombato all' incrocio di via Tempio degli Arvali, al Trullo, travolgendo un motociclista. Poi è fuggito, senza soccorrere nessuno

Ernesto Rosmini Commentatore certificato 22.01.12 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dunque, la liberalizzazione del servizio taxi non vi va bene;
La semplificazione della costituzione di una società fra giovani non vi va bene;
La liberalizzazione delle farmacie non vi va bene;
La liberalizzazione nella distribuzione dei carburanti neanche;
Quella degli ordini professionali neppure.
Potreste gentilmemte farci sapere che cosa vi andrebbe bene?

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 22.01.12 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono per la liberalizzazione a patto che tassisti vengano rimborsati di quanto pagato per le licenze
Antonio Bruno (Adelfia)

**********
scusami ma se io pago 100.000 euro una tangente ed entro alle poste.. poi assumono altre 200 persone ti pare che chiedo che mi rimborsino la TANGENTE??????????? Le licenze dei taxi sono GRATIS , sono loro che le vendono e comprano al MERCATO NERO (la compravendita e' infatti illegale) e loro sapevano benissimo a cosa andavano incontro e che il gioco non poteva durare. Se non erro Monti ha previsto un risarcimento per ogni nuova licenza assegnata che NON ERA TENUTO A VERSARE (con i nostri soldi) , secondo me i tassisti avrebbero dovuto ringraziare per averla scampata e portare a casa.. non arroccarsi dietro privilegi indifendibili e paralizzare le citta' perche' ad un certo punto la gente che fa fatica ad arrivare a fine mese si INCAZZA

giuseppe torquemada, bolzano Commentatore certificato 22.01.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con le liberalizzazioni,
un politico può aderire sia alla mafia, che alla camorra, che alla 'ndrangheta... Oppure a una sola di queste?

Ringrazio chi mi illuminerà in proposito.

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.01.12 11:54| 
 |
Rispondi al commento

le licenze dovrebbero essere gratuite, libere e date solo una a persona, nominative, al limite potendoci lavorare solo un parente stretto, marito, moglie, figli, per evitare che il possessore della licenza possa lucrare sul lavoro di altri.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 22.01.12 11:53| 
 |
Rispondi al commento

“MANCO, LE PATRIE GALERE SIAMO PIÙ IN GRADO DI FARE”.

Carceri private, a progetto ?

A quanto sembra l’art. 44, del “DECRETO LIBERALIZZAZIONI”, prevede la costruzione di “CARCERI PRIVATE A PROGETTO”, così si potrà realizzare un vecchio sogno della mafia, costruire un vero “GRAND HOTEL LUCCIARDONE”. Così finalmente potremo avere carceri, con suite presidenziale, piscina, vista mare, a 1-2-3-4-5 stelle.

“LA MAFIA AND FRIENDS, RINGRAZIANO”.

Vedi:

https://docs.google.com/viewer?url=http%3A%2F%2Fmedia2.corriere.it%2Fcorriere%2Fcontent%2F2012%2Fpdf%2Fliberalizzazioni.pdf

Paolo Z. Commentatore certificato 22.01.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento

fermo restando che devono trovare la formula per risolvere il problema delle vecchie licenze, nessuna categoria di lavoratori se in buona fede e i taxisti lo sono, svolgono un lavoro, a parte pochi casi rari (parlo della realta' bolognese) sono onesti,deve venire penalizzata, chiedo questo a beppe:

ma non sarebbe bello che in citta' chi vuole puo' gestirsi un suo mezzo per portare a spasso la gente? cioe' liberalizzare?

1) le tariffe crollerebbero.

2) aumenterebbero i posti di lavoro.

3) aumenterebbe il numero delle persone che prendono questi nuovi "taxi".

4) calerebbe forse anche a un livello importante il traffico e di conseguenza inquinamento, ingolfamento delle strade, etcetc. ( a londra mi raccontavano che prendono il taxi varie persone insieme che fanno piu' o meno lo stesso tragitto, risparmiando cosi' sul costo).

5) spazio alla creativita', riscio', carrozzine a cavallo (magari ma forse quelle non le fanno passare), macchine elettriche etcetc.

6) uno si compera un macchinino elettrico e dopo un minimo di burocrazia comincia a portare a spasso la gente. sarebbe bello anche per la citta', si colorerebbe di nuove realta'.

6) chi sgarra, ruba alla gente, tariffe poco chiare, etcetc, sanzioni e divieto di continuare a fare quel lavoro.

7) naturalmente va impedito il cumulo delle licenze, altrimenti ci si ritrova i soliti lavoratori sottopagati, si creerebbe un altro mercato in mano al caporalato. ma mi sembra che la riforma di monti escluda il cumulo delle licenze. uno puo' avere solo una licenza e con quella fa le tariffe che vuole e usare il mezzo che vuole (naturalmente non inquinante, pericoloso etcetc.).

credo che questa riforma sia in linea con i principi del m5s.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 22.01.12 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

programma M5S

pagina 10 di 13

TRASPORTI:

Disincentivo dell’uso dei mezzi privati motorizzati nelle aree urbane
• Sviluppo di reti di piste ciclabili protette estese a tutta l’area urbana ed extra urbana
• Istituzione di spazi condominiali per il parcheggio delle biciclette
• Istituzione dei parcheggi per le biciclette nelle aree urbane
• Introduzione di una forte tassazione per l’ingresso nei centri storici di automobili
private con un solo occupante a bordo
• Potenziamento dei mezzi pubblici a uso collettivo e dei mezzi pubblici a uso individuale
(car sharing) con motori elettrici alimentati da reti


ORA STANDO AL PROGRAMMA DEL M5S, BEPPE, MI VUOI SPIEGARE COME INCENTIVIAMO I CITTADINI A NON USARE IL PROPRIO MEZZO SE POI LI LASCIAMO IN MANO A QUATTRO TASSISTI PERCHE' NON VOGLIONO MOLLARE IL GUSTOSO OSSO AD ALTRI?


BUONGIORNO, SPERO!


e no cazzo, con i tassisti evasori no!

Stefano Baricchi, Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.01.12 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il comandante della nave costa, artefice di un autentico disastro navale, contro le sue precise responsabilità, al pari dei nostri politici, ha abbandonato la nave provando a dare la colpa dei suoi misfatti ad una carta geografica maldisegnata. Giuseppe Girolamo, un semplice batterista con un cuore grande grande ha sacrificato la sua vita lasciando il posto su una scialuppa ad un bambino. E' uno degli uomini autentici rimasti ancora in Italia che riescono a vedere oltre il proprio interesse. Non riusciamo più a riconoscerli ed apprezzarli quando li incontriamo forse perchè non ne siamo più abituati e la gente così fa queste cose enormi non per farsi notare ma perché queste cose fanno parte di loro. Questo genere di uomini dovrebbero stare aal comando, ma questi virtuosi, proprio perché ormai dissimili dalle varie caste e lobbies che contano in italia e che pensano solo alle loro tasche contro gli interessi degli altri specie i più deboli, sarebbero come pesci fuor d'acqua lì, in mezzo a quel fetore di anime putride. Nemmeno noi li vorremmo perché ci hanno talmente confuso il cervello che amiamo i nostri aguzzini, i nostri carcerieri. Siamo tutti affetti dalla sindrome di Stoccolma. Siamo tutti delle Patricia Hearst. La Sindrome è un meccanismo di difesa, posto in essere da "particolari tipi di ostaggi" che finiscono per identificarsi con l'aggressore, cioé con colui che infligge l'angoscia ma che, al contempo, detiene il potere, la supremazia, la tirannide!
In pratica l'ostaggio si trova in una situazione emozionalmente insostenibile e ambivalente che avvicina tale condizione al doppio legame.
È come se all'improvviso vi trovaste dinanzi ad un cane rabbioso che sbarra la vostra strada. L'unica cosa da fare è tentare di ammansirlo con un atteggiamento benevolo, ma l'animale, conscio della vostra paura, raddoppia e rafforza la sua aggressività...rendendovi succubi, sottomessi e perdenti.Mai farsi vedere timorosi!DOBBIAMO LOTTARE CONTRO GLI AGUZZINI, CRIMINALI, MAFIOSI

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 22.01.12 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo veramente che si possa andare alle elezioni, ma qua è durissima. W i tassisti, ho anche un amico che lo fa e sta ancora pagando la licenza, pensa che schifo, domani si ritrova un marocchino che gli fa concorrenza spietata a gratis. Allora il tassista lo può fare chiunque? Bene, Stato di merda, politici di merda, RIDATE I SOLDI AI TASSISTI CHE HANNO PAGATO LA CAZZO DI LICENZA COL SANGUE!!!

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 22.01.12 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono per la liberalizzazione a patto che tassisti vengano rimborsati di quanto pagato per le licenze e che la manovra comporti un aumento di lavoratori ed una riduzione dei costi assurdi del taxi. Mio non ha vissuto per anni con una licenza tipo quella del taxi, se ricordo bene si chiama "noleggio con conducente", i prezzi erano un decimo di quelle dei taxi!

Per quanto riguarda le farmacie quelle che conosco io VIVONO NELL'ORO, Porshe e Ferrari, ville ecc. ecc. per cui è giusto che vengano liberalizzate!

Grossa cazzata invece toccare l'edicola che a malapena campano vista l'attuale e futura tecnologia tipo PAD e PC.

Antonio Bruno (Adelfia), Adelfia Commentatore certificato 22.01.12 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Io sto con i tassisti, non si può comparare i tassisti ai Notai o Farmacisti..io non sto con Monti e con i suoi regali all'imprnditore di turno, vedi aumenti tariffe autostradali,o l'esclusione dell'applicazione dei contratti collettivi ai lavorato della NTV di montezemolo..!
Ricorderete tutti le tanto annunciate Privatizzazioni degli anni '90..e cosa hanno portato? nulla...l'autostrade sono li ha dimostrazione che era tutto un bluff,così come le ferrovie..!qui non si tratta di schierarsi con uno o con l'altro,qui non dobbiamo schierarci con chi vuol capire come in primis quali reali ricadute avranno determinati servizi o prestazioni professionali avranno queste psudo liberalizzazioni!
serviranno veramente a risollevare l'economia di questo paese?.
Io dico di no..potremo far aprire decine di Benzinai,scindere la rete gas dalla produzione,ma poi come pensiamo che le tariffe possa abbassare se le accise e tasse strangolano incidono sulle tariffe per il 70%?
Vogliamo continuare a pagare il canone della RAI?perchè bisogna pagare 'sto pizzo!112 euro in più per le famiglie..ma la rai non si tocca,le frequenze tv...pagano ma che cazzo pagano..1% del fatturato..aprite l'orecchi quando sentite l'annunci dei tg mediaset...sul beauty contest..
L'acqua? cosa liberalizzano?le reti o le sorgenti?l'energia elettrica,le reti o la produzione?ragioniamo...perchè ad eassere preso per il culo non ci sto!.
Guardate cosa hanno fatto..la SGC tra chioma e grosseto,passerà alla società autostrade...e sarà a pagamnenoto e questo tratto di strada è stato pagato dai Toscani....guardate le ferrovie..i pendolari sono in balia dell'onda e pagano tariffe esose..Questi sono i problemi veri...
Il resto è pura illusione!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 22.01.12 11:46| 
 |
Rispondi al commento

non so se avete visto Amato sulla 7 a 8,5 ieri, da buon socialista ha avanzato dubbi su queste deregolamentazioni del settore privato
ha messo dei limiti, ovvio
lui ha sempre usato dearo pubblico per creare occupazione, non quello privato. ;)

Alex Scantalmassi 22.01.12 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Io applicarei volentiere la filosofia maya
leggetevi Popol Vuh

due mondi che si confrontano uno in superficie altro sotto

I politici dovrebbero essere giustiziati si perdono

come nel "gioco della pelota" maya squadra perdente finiva tutta al macello in nome dei dei

la prossima giocava meglio... col politici farei questo

vuoi amministrare il bene pubblico?

sbagli? paghi con la pelle... vedrai poi quanti

"fenomeni" ti li do io le stelline sul petto ;;;)

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.01.12 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una cosa che beppe sbaglia e' sempre e costantemente puntare il dito verso quello che ritiene sbagliato ( e tanto spesso, come adesso pesta cacche lui stesso) e poi ci marica sopra.

ad es monti l'altro giorno quando ha presentato la prima parte della manovra ha inziato il discorso dicendo che va sfatata l'idea che liberalizzare vuol dire privatizzare.


sinceramente, mi si e' aperto il cuore, non poteva cominciare meglio perche' questa truffetta di manipolazione dei concetti (liberalizzare=privatizzare) che ci hanno inculcato nel cervello e' una delle fonti di tutte le marcionate e spartizioni malaffaristiche dei beni pubblici che sono successe in italia negli ultimi anni.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 22.01.12 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo non si può cancellare un investimento quale la licenza di un centinaio di migliaia di euro....io accontenterei i taxisti e cancellerei questa cosa...e se non l'hanno gli concederei una parziale esenzione dalle accise sui carburanti....fatto questo gli manderei la finanza a casa per vedere come hanno fatto a vivere con quello che dichiaravano....

do ut des 22.01.12 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, stavolta non sono con te.
A me risulta che le licenze (che poi sono concessioni) sono INDIVIDUALI e se la insana prassi finora in uso ne ha consentito il commercio, non è una buona ragione perchè non sia messo finalmente ordine in tale settore.
Né si dica :-Io ho speso 300 o 400 euro per avere la licenza ed è un po' la mia liquidazione quando cesserò l'attività.
Non ordinare il settore è proteggere ancora una corporazione - di poveri stavolta - ma corporazione.
Anche per le edicole era così. Ora non lo è più.
Pian piano bisognerà pure riorganizzare il/i settore/i.
Io vorrei andar oltre.
Abolirei le s.p.a. E le Matrioske di società.
Solo ragioni sociali di persone fisiche
Non sono un tecnico e non so dire di più, né come farlo.
Ma sarebbe più giusto.

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 22.01.12 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

no scusa meglio questo che l'ultimissima versione
se non vi fanno leggere registratevi, è gratuito.

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2012-01-19/bozza-decreto-liberalizzazioni-120108.shtml?uuid=Aam650fE


@Oreste

il Decreto Monti sulle liberalizzazioni

http://www.leggioggi.it/2012/01/19/monti-in-anteprima-il-testo-aggiornato-del-decreto-liberalizzazioni/