Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Ma come fanno i tassisti alla Malpensa...


Penati_Malpensa.jpg
"Malpensa, una sera qualunque. All'uscita dell'aeroporto circa 2/300 taxi in fila. Un paio di passeggeri in coda di fronte a me. Decine di tassisti parlano tra di loro sul marciapiede mentre leggono il giornale o fumano una sigaretta. Al tassista che mi porta a Milano chiedo se tutti quei taxi stanno aspettando qualcuno o se c'è una manifestazione. "No, è normale!", mi risponde. "Aspetto spesso dalle 2 alle 3 ore per caricare un cliente". Normale? A cosa serve l'aeroporto di Malpensa senza passeggeri? E come fanno i tassisti a vivere?". Giovanni B.N.

10 Gen 2012, 14:48 | Scrivi | Commenti (148) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Buongiorno a tutti, sono un tassista di roma, gradirei una cosa: il rispetto verso ttuti.
Non è bello leggere commenti dove ci sono insulti con parolacce verso delel categorie,comuqnue chi lo fa è un ignorante invidioso e non rispetta chi lavora.
Ho letto molti commenti e mi sono accorto che molta gente parla senza informarsi.
Nei commenti si parla di prezzi alti per il taxi:ROMA è LA CITTA CON LA QUINTA TARIFFA PIU BASSA DI EUROPA.
Ricordiamoci che in italia la benzina è la piu cara d europa, come anche sono le assicurazioni.
Ricordo che la benzina e assicurazioni posso essere ammortizati sulle tasse qui in italia no.
Ma allora come si fa a dire che il taxi costa molto a Roma se ha la quinta tariffa piu bassa d europa?e senza ammortizzare benzina e assicurazione?
Il problema vero è il traffico(parlo per Roma).
Il traffico fa aumentare molto il prezzo della corsa finale, e mica è colpa dei tassisti di Roma se cè traffico ma di chi non fa metropolitane.
Barcellona bellissima citta ma molto piccola rispetto a Roma meno della meta, eppure a 14 metropolitane, molte corsie pereferienziale, e li esiste l onda verde( tutti a 50km/h e prendi tutti i semaferi verdi figo), ma a roma quando mai tutto questo.
Vediamo dei confronti in Germani il tassista recupera sino al 37% di benzina o gasolio usato nell anno solare, in italia abbiamo un riborso di 300 euro annui. PROPIO LA STESSA COSA VERO?
A Barcellona si recupera sino al 20% di disel
In europa ci sono 3 paesi dove è stat liberalizzato il mercato dei taxi , risultato? su due paesi il costo del taxi è aumentato vertiginosamente e nel terzo paese i costi si sono abbattuti ma solo un grandi incentivi dello stato.
Per me è stato un flop su 3 paesi che hanno liberalizzato sue 2 sono aumentati i costi per il cliente e nel terzo si sono ridotti ma con l aiuto da parte dello stato, dove priama della liberalizzazione il servizio dei taxi non gli costava nulla oggi invece i taxi rientrano nel bilnacio annuo dello stato.

Daniele C., roma Commentatore certificato 09.02.12 12:30| 
 |
Rispondi al commento

vergognatevi! vergognatevi!
quanto odio verso i tassisti,li definite stronzi,paraculo,mentre sono solo padri di famiglia che come tutti cercano di vivere,li definite prepotenti,cafoni e non vi accorgete che lo siete voi nei loro confronti.parlate senza conoscere solo perchè vorreste farvi scorrazzare in auto al prezzo del costo di un biglietto d'autobus.Sono troppo cari? e allora fate come me :a piedi o con i mezzi pubblici.
vergogna!

vera coroni 20.01.12 23:37| 
 |
Rispondi al commento


Leggo solo ora questa notizia, a parte che 200 macchine neanche ci stanno a Malpensa e poi visto che Vi preoccupate tanto del lavoro dei tassisti provate a chiedere a questi stronzi di portarvi a busto piuttosto che a lonate e vedere se sono cosi' contenti di farlo o non lo fanno per niente come e' successo a me che ho dovuto chiamare la polizia per avere un taxi per andare a Busto, pensare prima di scrivere, Grazie

Vigoni roberto 14.01.12 21:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

noi tassisti non possiamo più vivere, noi avvocati non possiamo più vivere , noi farmacisti non possiamo più vivere,noi commercianti non ppossiamp più vivere , solo voi operai siete protetti e riuscite a tirare la fine del mese e volete anche l'articolo 18 EGOISTI

lello pagani 14.01.12 14:56| 
 |
Rispondi al commento

le notizie più lette della settimana

Esiste la cura contro il cancro, sembra di si!!
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/esiste-la-cura-contro-il-cancro-sembra.html

Come vedere chi visita il tuo profilo facebook
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/come-vedere-chi-visita-il-tuo-profilo.html

La statua più bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

Ultimi sondaggi politici , la novità è il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

Guarda l'orologio della fine del mondo
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/lorologio-della-fine-del-mondo.html

In barba alla crisi, gli orologi più costosi del mondo
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ce-crisi-gli-orologi-piu-costosi-del.html

Fate molta attenzione a questa moneta che è perfettamente uguale ai 2 euro ma è thailandese
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/attenzione-questi-2-euro-una-moneta.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 13.01.12 21:38| 
 |
Rispondi al commento

...
Molti hanno dovuto abbandonare, specialmente i tassisti onesti e "fessi", che hanno continuato a lavorare regolarmente, mentre quelli tendenzialmente più disonesti hanno avuto la meglio e si sono imposti con metodi illegali.
Nel giro di un paio d’anni, molte licenze sono state restituite, per un periodo il numero delle licenze totali era addirittura inferiore a quello a numero chiuso, solo che ormai il danno era già stato fatto e gli incassi non sono tornati ad essere gli stessi di prima.

Durante questo periodo abbiamo perso un’importante fascia di clienti, le tariffe non sono diminuite, al contrario, sono aumentate sensibilmente, come mai prima. Mentre a numero chiuso, le tariffe tenevano il passo con l’inflazione, per tentare di compensare il crollo degli incassi dovuti alla liberalizzazione, hanno aumentato le tariffe a ritmi più che doppi rispetto l’inflazione, facendoci perdere ulteriori clienti.
Attualmente la quota fissa di partenza è di 3,20 €, i primi sette km costano 1,65 €, dal settimo in poi si paga 1,28 €, l’incasso effettivo per km occupato si aggira sui 2 €, mentre quello per km percorso 0,95-1 € per un notturno, e 1,10-120 € per un diurno. La tariffa, che io considero adeguata e forse con più lavoro potrebbe anche essere abbassata, entro giugno verrà ancora sensibilmente aumentata.
Spulciando fra le tariffe italiane, ho visto delle cifre oscene, oscenamente basse, tipo i 92 centesimi di Roma e come se non bastasse un rapporto taxi/abitanti altissimo e questo nel paese più motorizzato al mondo dopo gli USA.
Io non ho idea di come ci si possa tirare fuori uno stipendio decente a queste condizioni. Trovo assurda la campagna iniziata dai media, allo scopo non di informare fornendo numeri e fatti, ma di suscitare odio nell’opinione pubblica verso una categoria che deve fungere da capro espiatorio, per coprire i soliti noti.

Spero che terrete duro e facciate valere le vostre ragioni.

roberto tommasi 13.01.12 19:34| 
 |
Rispondi al commento

...
Il dogma liberalista vuole che uno che non rientra nei costi, chiude baracca e si mette a fare il muratore o il cuoco, a Berlino non è andata proprio cosi. È cominciata una lotta per la sopravvivenza, combattuta con tutte le armi, anche illegali. Clienti raggirati, tassisti che rifiutano corse brevi, evasione fiscale aumentata, le officine per restare nel mercato hanno dovuto offrire ai tassisti il servizio di manipolazione dei contachilometri, dato che questo ai tempi era l’unico strumento che il fisco usava per sorvegliare i tassisti.

I posteggi, già stracolmi prima, non riuscivano più a ricevere i nuovi taxi, si sono create dappertutto doppie file che regolarmente bloccavano strade e gli accessi alle stazioni e aeroporti, con i conseguenti interventi della polizia fioccavano le multe. I tassisti hanno anche cominciato a dare "mance" agli infermieri degli ospedali, col risultato che ormai nessun corsa lucrativa che esce da un ospedale, va ad un tassista casuale, ma solo ad uno che ha prima pagato. Lo stesso è successo con le centrali taxi, con tanti centralinisti corrotti che passavano gli corse solo ad alcuni.

Il parco macchine in generale è andato a deteriorarsi, Berlino è diventato un mercato d’importazione per i rottami messi fuori uso in città come Monaco, Stoccarda e Francoforte che hanno ancora il numero chiuso delle licenze. Prima queste macchine venivano esportate in Africa o nell’Est europeo.
segue...

roberto tommasi 13.01.12 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Alessandro, tassista a Berlino
Salve, mi chiamo Alessandro e sono un tassista italo-tedesco che lavora a Berlino. Ho 34 anni, ma posso considerarmi veterano, avendo cominciato giovanissimo alla fine degli anni ’90 a svolgere questo mestiere.
Proprio negli anni ’90 è avvenuta la liberalizzazione delle licenze. A numero chiuso le licenze in circolazione erano poco meno di 6.000 e il valore sul mercato nero era di circa 80.000 DM per unità. Già allora i tassisti sostenevano di passarsela male e chiedevano una riduzione delle licenze in esercizio. La giunta comunale di Berlino non ci stette e deliberò una liberalizzazione selvaggia, emettendo nuove licenze a chiunque ne facesse richiesta per le sole spese di segreteria e amministrative di circa 200 €. Per i tassisti già titolari di licenza, non ci fu nessun tipo di indennizzo.
Gli auspici di questa liberalizzazione erano uguali a quelli attualmente in circolazione in Italia, maggiore concorrenza, più occupazione, tariffe più basse, servizi migliori e naturalmente ricorreva nell’immaginario collettivo, fomentato dai media, la figura del tassista disonesto che preferisce lucrare su poche, care corse e farsi uno stipendio spropositato grazie al suo monopolio. Nei mesi successivi alla liberalizzazione, si ebbe un assedio alle licenze, aumentando oltre di mille unità. Questo fece crollare gli incassi. Un diurno, lavorando 60 ore la settimana, incassava 1.700/1.800 € al mese, un notturno 2.200/2.300 €. Non bisogna essere esperti del settore, per capire che con tali incassi è difficile non rimetterci, figuriamoci guadagnarci qualcosa.
segue...

roberto tommasi 13.01.12 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Invito tutti quelli che non hanno la minima idea dei prezzi e della qualità del servizio taxi in europa a dare un'occhiata all'autorevole studio di EUROTESTMOBILITY a questi indirizzi.

http://www.eurotestmobility.com/eurotest.php?itemno=402&lang=EN

http://www.eurotestmobility.com/eurotest.php?itemno=404&lang=EN

roberto tommasi 13.01.12 19:19| 
 |
Rispondi al commento

segue ... Un altro tassista preoccupato, Niamh, ha detto che un secondo uomo è morto bruciandosi dentro la sua auto quella stessa settimana. "Quel ragazzo si è dato fuoco nel suo taxi, se questo non è un messaggio, io non so che cosa sia." Lo scorso agosto tre tassisti di Dublino, molto amici tra di loro, si sono tolti la vita nel giro di una settimana. Riferendosi a questo fatto, ha sottolineato: "Ci sono tre uomini sulle tavole degli obitori e tre famiglie devastate. E’ una cosa abbastanza difficile da mandare giù. Erano tutti sulla quarantina e sicuramente sapevano il fatto loro. Ora sono nella Gloria di Dio. Uno dei conducenti di taxi, Ollie Courtney (43anni) di Drimnagh, Dublino, si è tolto la vita il 28 agosto, lasciando la sua famiglia distrutta. Un’altra vedova, Sharon, ha detto ieri all’Herald: "Queste cose mi riportano ad allora: il prossimo mese sarà l’anniversario della morte di Ollie e non mi piace sentire cose del genere. Capisco cosa stanno passando quelle persone e non lo auguro a nessuno". Nel frattempo i Sindacati dei taxi incolpano la liberalizzazione per questo disastro economico chiedendo forti multe al gardai (non so cosa sia, ndt) e alla Commissione per il regolamento dei taxi (è un organo istituzionale che regola tutti i taxi, ndt). Il presidente dell’Unione Nazionale Tassisti, Aidan Moore, ha dichiarato: "Sorpreso? No, non lo sono. Ho molti amici nel settore che in questo momento se la passano male". John Usher della Federazione Tassisti Irlandesi ha aggiunto che sa di nove suicidi tra i tassisti solo nell’ultimo anno. "A molti sono state confiscate le auto, confiscate le case, hanno smesso di lavorare, hanno subito ictus e attacchi di cuore. Sfortunatamente alcune persone affrontano queste situazioni in modo diverso.Jerry Brennan SIPTU (un sindacato irlandese che conta 200.000 lavoratori, ndt) ha aggiunto che i tassisti sono "fortunati" quando incassano 50 euro al giorno. Geraldine Gittens,Herald Tribune.

roberto tommasi 13.01.12 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Disastro liberalizzazioni taxi in Irlanda
-La vedova col cuore spezzato di un tassista che si è tolto la vita a causa della recessione ha pregato il Governo di aiutare i tassisti travolti dalla pressione finanziaria. L’industria dei taxi è stata scossa da due suicidi nell’arco di una settimana, tra i conducenti che non sono stati in grado di far fronte alla pressione della recessione. La tragica morte dei due uomini, entrambi sulla quarantina, ha scatenato un’altra protesta per la situazione drastica dei tassisti che sono in crisi. Burned Kevin Jones-Evans (49 anni), originario di Clonshaugh, Dublino si è tolto la vita il 5 luglio, e un altro uomo si è bruciato nella sua auto a Smithfield, la notte di Mercoledì 7 luglio. Kevin è stato descritto come un uomo buono apprezzato nel settore, ma non poteva più far fronte ai suoi redditi scandalosamente bassi. La moglie sconvolta di Kevin ha detto che lui odiava andare a lavorare per colpa delle preoccupazioni finanziarie. "Mio marito era tormentato dal fatto che non c’era più lavoro. Il Governo ha un enorme colpa e deve rispondere per avere tormentato i tassisti. Lui odiava il lavoro. Odiava dover salire in macchina. Siamo devastati e non so che altro dire." Elaine, sorella di Denise, ha detto all’Herald (il giornale) che Kevin era afflitto dal fatto che non riusciva a guadagnare abbastanza soldi per fare sopravvivere la sua famiglia. "Erano sotto pressione estrema. Non riuscivano a guadagnare da vivere col taxi. Denise e Kevin non sapevano più come guadagnarsi da vivere." Denise, che era sposata con Kevin da 21 anni, ha chiesto aiuto per gli altri tassisti che sono in una situazione simile a quella di Kevin: "Dobbiamo continuare, ma a nessuno interessa che i tassisti siano in crisi. Il governo non ne vuole sapere. Speriamo disperatamente che la morte di Kevin possa aiutare a prevenire i suicidi di altri tassisti, per evitare che anche una sola famiglia passi la nostra sofferenza", ha aggiunto.

roberto tommasi 13.01.12 19:03| 
 |
Rispondi al commento

perr me i tassisti sono degli strozzini e meritano tutto questo, tassametri truccati e costi esagerati come le tasse che fissava re giovanni ai tempi di robinhood!

rosaria cavallaro (ipad2guida), san valentino Commentatore certificato 13.01.12 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Linate, Fiumicino, Roma Termini, Milano Centrale, un giorno qualsiasi, decine di sficati che aspettano un taxi. Come ha scritto l'Economist, nel resto del mondo sono i taxi, e non i clienti, che fanno la coda, e una corsa media costa la metà che da noi.

E' vero, Malpensa potrebbe anche chiudere, ma questi tassisti paraculi, che hanno votato per anni i partiti che a Malpensa magnano, per me possono pure andare a chiedere l'elemosina. Oppure scarrozzare chi li difende e ha 120€ da regalargli.

Marco B 13.01.12 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SENTENZA STORICA.UN GIUDICE HA DICHIARATO NULLE
TUTTE LE MULTE INVIATE DA EQUITALIA VIA RACCOMANDATA.
RISULTATO:TUTTE LE NOTIFICHE SONO NULLE E NON DOVETE PAGARE NULLA
LEGGI L'ARTICOLO

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/storica-sentenza-contro-equitalia.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 12.01.12 21:59| 
 |
Rispondi al commento

(null)

Stefano 12.01.12 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Esclusivo, tutti i nomi ( e che nomi ) della lista P2

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/tutti-i-nomi-della-loggia-p2.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 12.01.12 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma un auto a noleggio per andare a Linate mi costa meno, perchè un pinco pallo qualsiasi dovrebbe foraggiare con 120 € un tassista?

Inutile fare blocchi e proteste: smettete di fare la compravendita delle licenze, abolizioni dei vari tariffari minimi (avvocati, notai docet) e poi ne riparliamo.

Saluti

Visiera Verde Commentatore certificato 12.01.12 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Ma non sapete che Malpensa è strategico come Hub per i voli charter delle coppie in viaggio di nozze????

:-)))))))))))))))))

Visiera Verde Commentatore certificato 12.01.12 11:18| 
 |
Rispondi al commento

ANNAT... tutti i lavori hanno la loro gavetta, io ho fatto il garzone quasi non pagato per una vita, con i titolari che per non farsi rubare il lavoro quasi non mi facevano vedere come facevano collegamenti e altro. Resta però il fatto che, ci sono professioni che non hanno limiti e hanno una montagna di privilegi, vai nella cucina e mensa che non esistono dai tuoi colleghi in zona duom a milano, sono avvocati quindi non faccio nomi, sai come funziona ma, loro hanno una cucina che nn dovrebbe esserci, una mensa che non dovrebbe esserci e a me, per non spendere soldi hanno chiesto di fare l'elettricista e il cameriere dalle 13 alle 15. Tu hai uno studio in duomo, hai sedi in inghilterra germania e ora anche in cina e poi... vuoi un tecnico che ti faccia da cameriere in livrea? Ma vergognati...

Roberto A., Milano Commentatore certificato 12.01.12 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Signori miei, non so se è da considerarsi una battuta carnascialesca, ma ho visto il primo cartello con scritto:

VIETATO L'INGRESSO AI CANI E AI POLITICI!!!

Per me può rimanerci appeso tutto l'anno.
Saluti e cordialità.
Salvatore.

salvatore 12.01.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

ho deciso che quando mi arriverà da pagare la nuova tassa sulla mia prima ed unica casa di cui mi devo pagare pure il mutuo. ho deciso di non pagare e poi sapete che vi dico quello che succederà, succederà mi sono rotto e lo dico a tutti piuttosto moroooooooooooooo ma a questi quattro stronzi non gli do più un euro. io ho chiuso il mio negozio a novembre del 2005 e avrei dovuto riprendermi l'iva versata, sapete cosa mi hanno risposto? LO STATO NON HA I SOLDI (STI STRONZI ROTTI IN C.....O) LO STATO FINO A PROVA CONTRARIA SONO IO SIAMO NOI, quindi mi verrà da ridere quando i soldi li chiederanno a me, la risposta sarà uguale alla loro. l'italia deve fallire perchè chi ci rimette non sono quelli che non hanno più un cazzo, chi ci rimette sono proprio questi quattro stronzi, l'avete capito perchè hanno tutta questa fottuta paura! e a noi ci dicono ci chiedono! è finitaaaaaaaaaaaaa. e basta! LA VITA è UNA E ALLORA O LA VIVO BENE OPPURE STI CAZZI PREFERISCO MORIIII. me venissero a chiedere i soldi nel'aldilà. se c'hanno il coraggio....

NOI STIAMO QUA, SU DI UN BLOG, UTILE SI MA SEMPRE UN BLOG.MENTRE LORO SI PRENDERANNO TUTTO CIO' CHE E' REALE E QUANDO CE NE SAREMO ACCORTI..........E' FINITAAAAAAAAAA LO CAPITE O NO.. SIAMO AD UN PUNTO CHE O CI RIBELLIAMO O CE LO METTERANNO LI IN QUEL POSTO COME HANNO SEMPRE FATTO. E IO HO 45 ANNI E UN FIGLIO DI 9 ANNI. SE MUOIO PER UNA GIUSTA CAUSA
SE MUOIO PER LA MIA LIBERTA' SE MUOIO E MIO FIGLIO E' SALVO, LUI ANCHE SENZA DI ME UN GIORNO POTRA' ANDARE FIERO DI ME E VIVRA' IN UN PAESE MIGLIORE.

QUANDO QUANDO SCENDIAMO TUTTI IN PIAZZA? QUANDOOOO. DECIDIAMOOOOO FORSE IL BLOG SERVE ANCHE A QUESTO NON CREDETE. FACCIAMOLO E ORGANIZZIAMOCI

ASPETTO NOTIZIE DAL BLOG.

cesare muneghina (golpe), ladispoli Commentatore certificato 12.01.12 03:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A questi tassisti non conviene cambiare zona? Non so se possono, però così fan la fame.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 12.01.12 01:02| 
 |
Rispondi al commento

di tutti solo degli avvocati e dei notai nn mi dispiace,sn dei grandi mangiamerda.x ki ne ha avuto bisogno ti senti dire"mi servono mille euro per le prime spese",salvo poi spenderne altrettanti e spesso arrivare a un patteggiamento,ke avrei potuto ottenere anke io senza spendere ulteriori soldi,è come andare dal salumiere,lui ti kiede 10 euro per un kilo di prosciutto,e poi alla fine te ne da un etto,a volte niente proprio...e poi stanno i notai,i classici da mille euro a botta,senza ricevuta,ke ti dikiarno 30000euro all'anno...invece di andare a cortina andatevi a fare un giro dai notai ke recuperate tutto il deficit italiano in un paio di settimane.

francesco 11.01.12 23:59| 
 |
Rispondi al commento

quando si parla di liberaizzazioni e si finisce sui tassisti, la presa x il culo è palese !!!! io prendo l'autostrada per andare a lavorare, e ogni anno ci becchiamo gli aumenti unilaterali, senza avere alternative......forse sarebbe il caso di partire a liberalizzare servizi un pochino più necessari che i taxi.....poi anche loro...ma poi , CAZZO !!!!e quando sentite dire che "siamo gli unici al mondo che..." ...ricordatevi che in questo paese un dattilografo di montecitorio prende come IL RE DI SPAGNA !!!!!...MA NESSUNO VE LO RICORDERA' MAI !!!!! FANCULO AI BENETTON !!!!

tina ghigliot 11.01.12 22:13| 
 |
Rispondi al commento

le notizie più lette della settimana

1) La stupidità della guerra , GUERNICA di PABLO PICASSO
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-stupidita-della-guerra-guernica-di.html

2) La statua più bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

3) Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

4) I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

5) I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

6) Ultimi sondaggi politici , la novità è il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 11.01.12 21:14| 
 |
Rispondi al commento

I taxisti giustificano il fatto di avversare la liberalizzazione della loro categoria adducendo il fatto di aver sborsato fior di bigliettoni per aver acquistato la licenza. Ma, questo discorso non vale forse per tutte le attività commerciali e artigianali. Quanti sono i negozianti che dopo aver spese migliaia di euro per l'acquisto di una licenza e per adattare un locale (spesso preso in affitto anche a canoni esosi) alle esigenze della loro attività, si vedono aprire a poche decine di metri un negozio che vende i loro stessi prodotti o, nel caso di un artigiano, che fa la stessa professione (es pettinatrice).
In questi casi si fanno una concorrenza spietata, che purtroppo non sempre va a beneficio del consumatore.
Passiamo poi alle farmacia. Da quando Bersani aveva proposto la liberalizzazione delle farmacie ho visto diversi farmacisti raddoppiare la superficie dei loro locali e moltiplicare la quantità di prodotti da smerciare (dai pannolini, ai biscotti, ai prodotti dietetici e di bellezza, ecc).

Geps S. Commentatore certificato 11.01.12 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Però adesso basta! Eh! Scusate ma è mai possibile che i Tassinari si difendono dicendo che la licenza l'hanno pagata un sacco di soldi ? Chi dice 200.000 chi 300.000 euro. E' ILLEGALE! LA COMPRAVENDITA DELLE LICENZE TAXI E' COSA ILLEGALE! UN REATO! Non so se sono stato chiaro!

Il Senatore 11.01.12 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' singolare vedere come si animano le persone quanto si parla di taxi. E' un peccato constatare che probabilmente, la maggior parte di loro, non ne hanno mai preso uno e non hanno la più pallida idea di come stiano realmente le cose. Si lasciano solamente condizionare e foraggiare dai vari articoli di giornali, scritti da persone che non si curano assolutamente di approfondire la questione, ma che giudicano in maniera assolutamente superficiale.

davide s., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.01.12 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Problema principale: la tratta Malpensa Milano costa troppo in confronto con altri paesi Europei.
Il problema non e del cittadino se ci sono 300 tassisti che devono aspettare 2/3 ore. Questo e un problema di gestione. Con la tecnologia di oggi non ci vuole tanto per fare un applicazione per iphone per I tassisti per capire se vale la pena rimanere alla Malpensa e fare la coda. Semplice logica di capire che per ogni X numero di passeggerei Z prendono il taxi. Con un semplice RFID su ogni taxi, Malpensa potrebbe monitorare taxi in arrivo, taxi in coda , taxi in uscita. Sono stufo di sentire storie , poveri tassisti, poveri farmacisti, poveri notai.

Pino Villa 11.01.12 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma forse un esamino di coscienza visto che una corsettina a Milano viene 120 €, no ??
E se per caso passi Milano anche solo di 3 km,
la tariffa sale. orse il treno e' piu' a buon mercato, considerando anche che quell'autostrada e' praticamente da coda perenne per tutto il giorno. Mai provato a viaggiarci alle 7 del mattino ?

erio ferrari 11.01.12 18:47| 
 |
Rispondi al commento

hai provato a chiedere al tassista di portarti a Gallarate o somma lombardo che dista meno di 5km! se accetta (impossibile) di portarti chiedigli prima quanto costa la corsa!
e poi non è ora di pensare ad un collegamento diretto tra malpensa e linate senza dover fare le infernali tangenziali?
per chi non lo sa da linate a malpensa se si vuole utilizzare i mezzi pubblici bisogna prendere il treno, il metrò e bus. in circa 2ore di viaggio.
e poi come è stato scritto se il tassista aspetta 2 ore è perchè gli conviene altrimenti va altrove a cercare clienti

alberto casto 11.01.12 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Faccio fatica a capire Anna ed anche il post.
In qualsiasi mestiere non "protetto" uno sceglie di entrare/uscire in base alla propria comptetenza, professionalità e alla convenienza ad operare nel settore.
Il fatto che X taxi stiano in coda a Malpensa significa che a loro conviene,se non si sposterebbero altrove...

la licenza...annosa questione: la licenza sarebbe una concessione non cedibile che il comune fa ad un individuo. Che sia nato un mercato "parallelo" delle stesse con tanto di quotazioni dovrebbe riguardare la collettività solo in quanto è stato compiuto un illecito.
Se la collettività dei cittadini - il comune appunto - ritiene necessario aumentare il numero di taxi in circolazione nell'interesse dei cittadini stessi ha pieno diritto/dovere a farlo.
Altrimenti finisce come a Napoli con le case abusive: in questo paese ha sempre ragione chi commette l'illecito ... vero, maari con la complicità del pubblico che fa finta di non vedere.
Ritengo che individuare una forma di compensazione con altre licenze sia già un favore ... io personalmente a chi vuole diritti garantiti dal comune offrirei un posto come autista di bus in modo da aumentare il servizio pubblico ....

Basta corporazioni, non se ne può più. E non è una questione di tutti contro tutti è una questione di civiltà.

Il Comune dovrebbe stabilire le regole per l'accesso alla licenza (es. adesione a cooperative, macchine in circolazione per fascia oraria per ciascuna cooperativa,...) e darla a chiunque la richieda purchè soddisfi i requisiti.
Punto.
Il taxi è un servizio di pubblica utilità. Punto.

John John 11.01.12 17:11| 
 |
Rispondi al commento

I tassisti e tutte le altre lobby devono essere uguali e avere le stesse opportunità di tutti gli altri cittadini.
Perchè dovrebbero esserci delle classi tutelate ed altre no? ed i lavoratori della fiat? e quelli dell'alcoa.
Magari potrebbero fare i tassisti e magari anche far pagare meno così tutti potrebbero permettersi di prendere un taxi, che è un servizio pubblico.
La licenza l'hanno pagata cara? Ma lo sapete che la compravendita delle licenze è una pratica ilegale nonnchè esentasse?

roberto rosi 11.01.12 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Semplice !

Un trasporto verso milano dalla malpensa costa minimo 100 € (a volte di più).
Il costi sostenuti dal tassista non supereranno i 15 € (considerati tutti non solo quelli del carburante).
Quindi con un tempo di attesa di 2,5 ore si possono fare almeno 2 (se non tre) corse al giorno quindi il guadagno etto sarà:
2 corse x 85 € (minimo) = 170 €/die che per 6 giorni la settimana = 4.760 € / 28 giorni.
Non male !


Carlo C 11.01.12 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Darei un pò di ragione atutti e tre :-)
Se un tassista ha fatto un mutuo milionario per pagarsi la licenza non mi sembra corretto fare una legge che azzeri ciò che lui sta pagando senza dargli un rimborso. Domani potremmo fare una legge che azzera il valore degli immobili per la gioia di chi si è fatto un mazzo tanto per pagarsi il mutuo.
Un tassista è un poveraccio come tanti altri che deve stare dieci ore al giorno in mezzo ad una strada per mantenere la famiglia. Mai conosciuto un tassista col Cayenne turbo. I monopoli sono una brutta cosa ma una liberalizzazione senza regole può essere anche peggio. libere volpi in mezzo a libere galline è una libertà che non fà felici le galline. Personalmente non credo che le liberalizzazioni che intendono fare questi signori possano portare benefici : di taxi ne abbiamo già troppi, di farmacie , avvocati e notai non ne parliamo. Dovremmo liberalizzare la politica e pagare i politici in funzione dei risultati .... ma questa è un altra storia :-)

Andrea Samorì (:-)), Faenza Commentatore certificato 11.01.12 15:20| 
 |
Rispondi al commento

"Da anni scrivo che per avere politici sani, puliti; è indispensabile che
del vecchio sia spazzato via anche la polvere dagli scaffali. E questo può
accadere soltanto dal basso; dalle piazze con palchi. E...la misura è
piena.
Al Presidente Monti: "La grave situazione è tale grazie ai politici,
passati e attuali. Burocrati, boiardi di Stato, ecc. Da anni scrivo
d'indagare tutti gli arricchimenti sospetti, e, per quelli non
giustificabili, confiscarli e trattare i "proprietari" peggio dei mafiosi;
perché, le forze dell'ordine che davano e danno la caccia ai mafiosi, non
raramente scortavano e proteggevano queste fecce dell'umanità.
Quanto al taglio -normalissimo per chi sta già col culo per terra-
dimezzare stipendi, pensioni e vitalizi; e calcare di più la mano su
liquidazioni milionarie, quanto vergognose, per dirigenti d'aziende -messi
lì dai partiti- anche dopo averle portate al fallimento. (CHI DICE CHE SONO
INDISPENSABILI PER LA DEMOCRAZIA?)
Io li considero "covi d'impresentabili".
Sig. Presidente, ha più volte chiesto agli italiani di acquistare BOT; per
aiutare l'Italia. Imponga ai sunnominati -CAUSA DELL'ATTUALE SITUAZIONE- il
pagamento di stipendi, pensioni, vitalizi e quantaltro -DEBITAMENTE
DECURTATO, COME SOPRA- esclusivamente con BOT. Chi non è contento, VADA A
CASA!! Nessuno dei cosiddetti onorevoli (?!?) è stato portato a forza a
fare politica.
Da decenni si dice (S'incipria l'idea) di ridurre il numero dei deputati;
s'aspetta d'essere presi uno ad uno?...
Berlusconi fino a pochi giorni prima di togliersi dai piedi, dichiarava, in
TV, che i ristoranti son tutti pieni; che non si trova un posto da
prenotare sugli aerei (forse si riferiva a quelli con le escort?).
Sono sicuro che non ha mai visto persone anziane, dignitose: che "cercano"
tra gli avanzi di mercato -che fa tanto male! a chi ha un cuore-.
Siate tutti maledetti!
Non tirate ancora la corda; che, se si spezza saranno cazzi amari per
tutti. Mario Esposito"

Mario Antonio Esposito 11.01.12 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono scuse, e' ora di finirla con
Le corporazioni di natura fascista. Non capisco perché chiunque puo' aprire una qualsiasi attività commerciale e i tassisti devono avere l'esclusiva e poter vendere una licenza che non e' loro. Idem per farmacie, avvocati, commercialisti, notai ecc.. Ecc..
Basta con i privilegi di casta!!!!

Giorgio 11.01.12 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Le liberalizzazioni sono necessarie e punto! ma sono necessarie anche le regole che il governo non farà e su questo siamo d'accordo tutti credo. quindi il male non sono le liberalizzazioni ma come verrano gestite!perchè anche nel libero mercato ci vogliono delle regole ma nessuno neanche Bersani le ha applicate e molte categorie come la mia si fanno la guerra già da anni per portare a casa il cliente e ci si fa la guerra sui 5 euro di differenza tra un negozio e l'altro! Mi dispiace per chi ha pagato una licenza un sacco di soldi e si trova un pezzo di carta senza valore in mano ma ricordiamoci che in questi anni i prezzi dei taxi sono arrivati ad essere proibitivi. Pensate ai piccoli paesi dove i giovani per trovare una discoteca devono fare anche 20 km se ci fosse un servizio taxi adeguato e ad un costo giusto secondo voi non li utilizzerebbero? beh io si perchè puoi uscire tranquillo, puoi bere moderatamente senza rischiare la patente e senza fare del male a nessuno e paghi il servizio ad un giusto prezzo. Si potrebbero creare anche dei posti di lavoro se ci pensate bene. Sarà una corsa al ribasso? certo! ma è nostro diritto chiedere quanto costa un servizio ed eventualmente rifiutarlo a favore di un altro ma attenzione perchè come dico sempre ai miei clienti un hotel a sharm el sheikh a 300€ e un hotel a 500€ hanno le loro belle differenze!quindi la differenza la farà la qualità del servizio !!!

libera b., MODENA Commentatore certificato 11.01.12 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli italiani per capire qualcosa devono essere frustati da papà "rigor Mortis" che prima fa vedere loro i sorci verdi e poi fa finta di fare i blitz per far vedere che se la prende anche con il "fratello maggiore quello più ricco."
Avete mantenuto al governo negli ultimi 15 anni una marea di arraffoni, buffoni e sciacalli di destra e di sinistra ed ora che fate ve la guprendete con chi rischia in propio ogni giorno ?
Una guerra fra poveri, poveri miserabili !!!!

anna t 11.01.12 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Si fa presto a parlare quando si vedono le cose dall'esterno e non le si vivono di persona..
Concordo sul fatto che la tratta Milano - Malpensa sia davvero costosa, ma se io parto da Milano, lascio il cliente a Malpensa e poi prendo e me ne torno a Milano (per non stare fermo 3/5 ore col rischio magari di arrivare a fine turno senza nemmeno caricare), mi sono comunque sparato 100km, più il casello, usura auto ecc.. Sono comunque 2 ore di lavoro che se ne vanno. Facile dire "ti fai 2 corse al giorno, 180€ e hai fatto giornata".. Il vero lavoro lo si fa in città, in mezzo al traffico 10 ore al giorno, stando attento agli imbecilli che ti tagliano la strada perché se fai incidenti hai solo da smenarci, non lavori, nessuno ti rimborsa dei giorni persi, così come ferie e malattia..
E il discorso sarebbe ancora molto lungo..

Fabio V. 11.01.12 14:10| 
 |
Rispondi al commento

le 5 notizie più lette della settimana

1) La statua più bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

2) Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

3) I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

4) I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

5) Ultimi sondaggi politici , la novità è il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 11.01.12 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Vi hanno sommersi di tasse e ancora non avete capito che i veri ricchi non pagano un centesimo e che le liberalizzazioni che state tutti approvando non faranno che impoveriri chi è già povero.
Gli italiani indicando la luna guardano sempre il dito e si crogiolano sulle miserie altrui (ecco perchè il Grande Fratello fa tanti spettatori).
Siete delle belve anzi no siete dei bifolchi.
Ve la prendete con chi guadagna 1300 euro al mese? e secondo voi con l'inflazione che c'è 1300 euro fanno sì che uno sia ricco ???
Siete dei miserabili!

anna t 11.01.12 14:01| 
 |
Rispondi al commento

..la malpensa l'hanno mal pensata i legaioli... tanzania ladrona!

Gabriele Alfano Commentatore certificato 11.01.12 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa non mi torna, ma cosa spinge un povero Cristo ad indebitarsi in alcuni casi fino a 300.000 euro per comperare una licenza Taxi che ti fa guadaganre al massimo 1500 euro ?
Delle due l'una o le licenze non costano quella cifra o i tassisti guadagnano molto ma molto di più. Per scoprirlo un rimedio ci sarebbe, mettiamo il tassametro fiscale ai tassisti e verifichiamo se effettivamente guadagnano quello che dichiarano

Giulia 11.01.12 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Infatti, guai a te se abiti solo a 10km da Malpensa.
Una volta saliti appena ho detto al tassista dove dovevo andare è impallidito.
Ha iniziato a dire che non conosceva la strada se non per andare a Milano ed era senza gps.
Cioè, in pratica, per arrivare a casa ha fatto almeno 30Km tornando prima indietro in direzione Milano.
Io purtroppo mi ero trasferito da poco e non ero pratico della zona percui non ho potuto indicargli la strada più breve e obbligarlo a seguirla.

Cambiare taxi ?
Stessa storia.
Alternative non ce n'erano.

Mi ha detto: la prossima volta me lo dica prima che non va a Milano.
Lo sai già la prossima volta cosa ti dico !!!

Hai ragione Malpensa non serve a un cacchio.
Chiudetelo !!!
Anche i taxi ne servirebbero molti di meno, avessimo una rete di traspèorto pubblico decente.

Poi tutti sti posti di lavoro che dovevano crearsi a beneficio dei residenti nella zona non esistono.

In compenso ci dobbiamo sorbire l'inquinamento prodotto dal traffico aereo, in una zona che è anche il Parco del Ticino.

Silvan 11.01.12 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Il vero problema di Malpensa è Linate. Quest'ultimo aeroporto andrebbe chiuso totalmente. Fino a quando rimarrà aperto, Malpensa sarà una cattedrale nel deserto.

Davide G 11.01.12 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A quando un post sui FARMACISTI e sui NOTAI
che sono le lobby più schifose e forti?

saluti elvetici

Fernando Vehanen, Helvetia Commentatore certificato 11.01.12 12:10| 
 |
Rispondi al commento

le 10 notizie più lette della settimana

1) La statua più bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

2) Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

3) I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

4) I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

5) Ultimi sondaggi politici , la novità è il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

6) Incredibile , si lamenta che guadagna 30000 euro al mese
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/incredibile-si-lamenta-che-guadagna.html

7) La GIOCONDA era un uomo ?
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-gioconda-era-un-uomo.html

8) Tanzania , Cipro , ecco dove investe la LEGA NORD
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/tanzania-cipro-ecco-dove-investe-la.html

9) Il TANTALIO, il metallo che ci porterà alla guerra totale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-tantalio-il-metallo-che-ci-portera.html

10) Come vedere chi visita il tuo profilo facebook
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/come-vedere-chi-visita-il-tuo-profilo.html


raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 11.01.12 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma questo è un minipost a favore dei tassisti o contro, o solo contro la Malpensa ? Se i tassisti non fanno affari alla Malpensa è che sono troppi e che il movimento di potenziali clienti è poco, e questo lo sappiamo tutti. Se ci sono 100 taxi alla stazione di Canicattì è ovvio che il movimento è poco..c'è da chiedersi piuttosto il perchè ci sono 300 taxi alla Malpensa. Vuol dire che gli conviene eccome..E ho letto pure commenti di presunti o reali tassisti che fanno le vittime, e chi difende avvocati notai ecc. INCREDIBILE!! Che tutto cambi per il bene del paese, ma non guardate il mio orto , quello deve stare così com'è!! E' questa la massima di ognuno di voi vero ? Devono finire i privilegi ingiusti delle corporazioni, la gente è stanca, poi se qualche pazzoide si comporta da pazzoide appunto, poi non fate le vittime

Antonio Ferri 11.01.12 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che, almeno nelle grandi città, si possa pensare a un nuovo servizio di car sharing su appuntamento. Il sistema funzionerebbe come il radiotaxi, ma senza l'autista. Il cliente dice dove gli serve l'auto e dove la vorrebbe lasciare. Il servizio gli indica il parcheggio più vicino in cui trovare l'auto oppure avvisa un altro utilizzatore che ha terminato l'uso in zona se (in cambio di uno sconto) è disponibile a portarla a domicilio al nuovo utente. Le auto sono dotate di navigatore già programmato via radio con l'itinerario in modo che chiunque possa giungere a destinazione. Con un cellulare di ultima generazione e GPS il cliente potrebbe vedere in una mappa le auto già disponibili o il tempo stimato con cui si renderanno tali nel punto di presa. Il taxista potrebbe essere "un servizio accessorio" solo da chi lo richiede espressamente per comodità, perché non ha la patente auto o non è registrato nel sistema. Un solo taxista lavorerebbe molto di più e su auto diverse, senza aspettare per ore i clienti. Fantasia?

Peter Amico 11.01.12 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che io sono contro tutte le liberalizzazioni, perchè come il global portano solo miseria a lungo andare.
Leggendo i vari commenti si vede chiaramente che molti scrivono senza essersi informati prima...si fanno paragoni improponibili con altri stati in cui il servizio pubblico dei trasporti è quasi inesistente, in cui i tassisti non hanno le spese gestionali che ci sono in italia, in cui molte volte chi conduce il taxi è un dipendente con uno stipendio da fame.Ma i diritti dei lavoratori?? e con lavoratori non intendo solo chi è dipendente, ma chi lavora!! Per non parlare di chi dice che in altri stati i taxi girano a vuoto per "cercare" clienti(ma secondo voi i taxi non inquinano??). Ora che ci siano delle modifiche da fare nei vari comparti penso sia logico e giusto, ma ricordatevi che liberalizzare selvaggiamente significa solo impoverire e a rendere schiavo il lavoratore(sempre inteso chi lavora e non solo il dipendente)!!

Franco G. Commentatore certificato 11.01.12 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco, ora stiamo cadendo nella trappola del potere...tutti contro tutti, così è più facile che i politici corrotti possono sgattaiolare fuori da sotto le gambe di chi si prende a pugni....non distraetevi mai! Solo chi sbaglia deve pagare!

dario fertoli, beverino Commentatore certificato 11.01.12 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Il signor Grillo mattatore delle piazze contro Berlusconi e c. che fine ha fatto ora che abbiamo un governo di banchieri non eletto da nessuno che ci sta massacrando? Non è ora di fare un Vdfay contro questo governaccio? Grillo batti unj colpo se ci sei! Presto ci saranno le elezioni e se voi del Movimento a 5 Stelle non vi date una mossa rimanete ancora una volta in panchina quindi smuovete il culo e datevi da fare sul serio dovete fare opposizione durissima contro questo governo come avete fatto con l'altro eletto dagli italiani cosa da non dimenticare ok? Da come vedo non mi sembra che avete preso posizioni contro questro governo dei banchieri gradirei una risposta pubblica sul suo blog sempre se mi degna

Jack Star 11.01.12 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Ho umana compassione per i taxisti che si fanno un mazzo tanto, ma subiscono la riduzione dei clienti a causa della crisi, perderanno il valore della licenza e vedranno aumentare la concorrenza con le liberalizzazioni. Hanno delle colpe se la gente non li ama. Ricordo che anni fa ho prenotato un taxi alle 6:30 del mattino. Ebbene, malgrado a quell'ora non ci sia traffico e la prenotazione permettesse la migliore pianificazione della corsa, il tassametro partiva da una cifra di ben 17 euro. E' stata l'ultima volta che ho prenotato un taxi in vita mia e cerco di evitarne l'uso. In ogni caso il servizio taxi mi fa pagare qualcosa in più di ciò di cui ho realmente bisogno: un'auto a nolo per un breve tragitto. Io penso che il car sharing o qualche futuro servizio informatico di prenotazione tratte punto-punto su cellulare potrebbe rivoluzionare il vecchio servizio taxi e non costringere esseri umani a viver come bruti.

Peter Amico 11.01.12 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Il trucco c'è ma non si vede....I "SIGNORI TASSISTI",e li chiamo così e poi vi spiegherò perchè,sanno benissimo che dopo una certa ora della notte i servizi di collegamento con la stazione centrale non si fanno più...di conseguenza chiunque arriva in ore notturne o si adatta a dormire? in qualche modo "raffazzonato nel terminal o...prende un bello e economico? TAXI'.Il servizio malpensa express finisce alle ore 23.00!I tassisti sono come i pescatori ...stendono la rete e i clienti saltan fuori. http://www.comune.milano.it/portale/wps/portal/searchresultdetail?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/wps/wcm/connect/ContentLibrary/ho+bisogno+di/ho+bisogno+di/muovermi+in+e+fuori+citta_taxi_tariffe+del+servizio+taxi

http://www.malpensaexpress.it/orari_e_news/content.php?ramo=&staz_par_txt=&staz_arr_txt=&staz_par=&staz_arr=&ora_par=&min_par=&gio_par=&mes_par=&ann_par=

E' chiaro che i clienti preferiscono di gran lunga il servizio di pullman data la bassa tariffa,ma in assenza degli stessi,ai passeggeri tocca prendere il COSTOSO TAXI'.

Nota:I "SIGNORI TASSISTI" imparentati (non tutti per fortuna) con le cicale ai tempi d'oro erano i migliori clienti dei ristoranti della notte con chiara famea di essere giocatori d'azzardo (carte,dadi,cavalli,etc).
Non credo siano difendibili e non capisco la gente che li difende...foprse proviene dal fatto che certe cose non si sanno.
A proposito non sono riuscito a trovare da nessuna parte la tariffa applicata da Malpensa a milano.A me risulta una tariffa fissa di 60 euro circa.Vi sembra poco?
Sarebbe ora di finirla con questi privilegi medioevali non riservati alla maggioranza dei "COMUNI MORTALI"

ezio g., milano Commentatore certificato 11.01.12 07:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come facciamo noi a vivere con dei taxi così cari e dei tassisti così prepotenti???

antonio brindisi 11.01.12 03:58| 
 |
Rispondi al commento

è accaduto in questi anni: il liberismo è diventato l’unico pensiero economico legittimato.
Non stupitevi quindi se a Destra come a Sinistra sentite parlare di liberalizzazioni e privatizzazioni. Il liberismo è l’unica vera religione di MONTI ma servono i sacrifici che stiamo facendo? La risposta è no, non servono a nulla. Le politiche che l’Europa sta adottando mirano a salvare non l’economia ma una idea di economia. Le ricette che hanno fatto fallire la Grecia faranno fallire l’Ungheria e poi via via faranno collassare l’intero sistema.
Monti da epigono del liberismo ha adottato delle manovre che, impediscono il superamento della crisi, svuotano la politica del suo ruolo, distruggono il lavoro come valore. I liberisti hanno sostituito al principio di uguaglianza sociale il vuoto e inutile termine di “equità”. In realtà non c’è nulla di equo nel liberismo: Il futuro delle nostre società si avvia ad essere l’impoverimento di molti e l’intollerabile arricchimento di pochi. Parole feticcio come “meritocrazia” e “libertà di impresa” servono soltanto a nascondere un mondo selvaggio, privato delle sicurezze di base, senza un orizzonte di futuro per le persone che sono viste soltanto come pezzi dell’ingranaggio economico.
Se non si romperà questo meccanismo, se non si uscirà dal sequestro della vita delle persone operato dagli economisti liberali, scivoleremo ogni giorno di più in un mondo di diseguaglianze profonde. Quando ce la prendiamo contro i tassisti proviamo a riflettere sull’unica casta che non è sul banco degli imputati: quella degli economisti liberisti. Perché questa è l’unica, vera, casta che si è appropriata del futuro di tutti noi.

laura roberto 11.01.12 01:42| 
 |
Rispondi al commento

liberalizzazioni degli orari e dei giorni di apertura. Tale misura non incrementa l'economia perché i consumi non aumentano ma sono solo distribuiti in una fascia oraria e settimanale maggiore e chiaramente non influisce nemmeno sui prezzi. Giova solo alla grande distribuzione la cui organizzazione consente con minori costi di tenere aperto per tutto l'orario possibile togliendo il già esiguo mercato ai piccoli commercianti ormai in via di estinzione. Tutto si fa per i geandi affinché i piccoli scompaiono. Mi sembra il film highlander, l'ultimo immortale, che ammazzati tutti gli altri immortali guadagnava il premio finale. I piccoli non hanno diritto di esistere in questa economia in cui anche le professioni saranno soggiogate da grandi multinazionali. Diventeremo tutti servi dai grandi che come è successo alle banche si concentreranno in mostri sempre più grandi, in gruppi sempre maggiori uccidendo la concorrenza finché una sola entità sopravviverà al costo della schiavitù di ogni altro essere umano. Man mano che a causa del decesso rimangono in pochi, quei pochi gestiranno di fatto un oligopolio ed allora controlleranno i prezzi della merce ed il salario dei dipendenti e noi saremo pagati quanto loro vorranno e pagheremo i pordotti al loro prezzo perché a poco a poco deventerenno i padroni di tutto, anche della politica.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 11.01.12 00:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono un tassista romano, laureato in Scienze Politiche. Parlo inglese e francese;ho avuto in passato diverse esperienze lavorative,non certo esaltanti dal punto di vista economico,dall'agente immobiliare all'inbound in un call center. Così, ho deciso di investire 140000 euro per la licenza in un mix di entusiasmo e timori. Il tutto regolarmente denunciato all'Ag.Entrate Roma 1 che ha certificato la licenza, riconoscendone il suo valore. Recentemente mi sono dotato di una vettura ecologica ibrida sempre tenuta ordinata. Non mi ritengo facente parte di una lobby, anzi..Ben venga lo scontrino fiscale obbligatorio a testimoniare lo stato di crisi nel quale versa la categoria.A Roma siamo 8000 e il lavoro, esclusi picchi stagionali per il turismo, è in netta flessione. Ricordo che abbiamo numerosi costi di gestione(carburante, assicurazione, inps, inail, irpef, commercialista, radiotaxi,manutenzione vettura, guasti vettura)e non abbiamo nessun incentivo o aiuto pubblico; non abbiamo ferie pagate, malattia e la pensione si aggira intorno ai 600 euro mensili! Non rientriamo nella categoria dei lavori usuranti. Il tutto per un reddito mensile di circa 1300 euro!! Dati alla mano, invito chiunque ad intraprendere un'attività imprenditoriale come la nostra. Io personalmente sono in affitto come molti colleghi, non avendo l'opportunità di avere un mutuo casa dalle banche che evidentemente non si fidano dei ricavi derivanti dalla nostra professione! Distinti saluti: Leonardi Carlo

carlo leonardi 10.01.12 23:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono oltre 50 anni che LOBBY di vario tipo spadroneggiano in questo paese che alcuni chiamano democratico. Ma cos'è una lobby ? Una Lobby, secondo la definizione data dal Corriere è un " Gruppo di persone legate da interessi comuni e in grado di esercitare pressioni sul potere politico per ottenere provvedimenti a proprio favore". Bene!
-Possiamo dire che i tassisti sono una lobby ?
-Possiamo dire che acquisire una licenza per TAXI sia oggi facile in Italia ?
-Quanto costa una licenza Taxi in una città italiana ? 300.000 euro ? Di piu' ?
-Perchè prendere un taxi in italia costa così tanto ripetto a quasi tutti gli altri paesi dotati di un minimo di civiltà e democrazia ?

°°°°° Ascoltate non ci sono giri di parole da fare! Le licenze vanno liberalizzate e vanno riviste le tariffe adeguandole agli altri paesi europei (Non dico al costo della vita italiana, perchè ritengo che purtroppo non vi siano statistiche affidabili in questo paese...mi spiace)

Asterix Obelix 10.01.12 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Cosa diceva Bossoli:

http://www.youtube.com/watch?v=U4RI4SswLNg

Noè SulVortice Commentatore certificato 10.01.12 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Come fanno i tassisti italiani a fare cosa ? A stare fermi in fila a Malpensa a leggere il giornale e a fumare sigarette? Ma per piacere.....In Inghilterra i taxi girano di continuo, se lo cercano il lavoro. Per una corsa non ti dissanguano, è un piacere prendere il taxi, con GLI SPICCIOLI. Proprio così, con gli SPICCIOLI. Se la benzina costa 1,7 € al litro e loro mi portano per 2 Km (ovvero non consumando nemmeno un litro di benzina) perchè devo spendere 20 euro ???
L'utente deve spendere poco, altro che fandonie. Le licenze vanno liberalizzate, così questi tassisti invece di stare fermi andranno anche loro a cercarsi i clienti in giro. E a prezzo onesto perchè ci deve essere CONCORRENZA. Così finalmente INIZIERANNO A LAVORARE SERIAMENTE. E se ci fossero più taxi in giro, a prezzi onesti, si vedranno anche meno macchine, dato che la gente verrebbe incentivata a prendere un taxi piuttosto che ammattire per trovare il parcheggio, pagare la sosta, etc... Queste categorie protette (tassisti....per non parlare dei farmacisti e dei notai) hanno sempre lavorato poco e a prezzi alti, vivendo in un MONDO PROTETTO: è finita la PACCHIA. I vostri prezzi sono fuori mercato. Se sapete fare il vostro lavoro DIMOSTRATELO LAVORANDO, altrimenti CREPATE, sotto i colpi di gente volenterosa che merita di entrare nel LIBERO MERCATO.

Giovanni Valentini 10.01.12 22:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La città di Torino spende 16.000 euro al giorno per mandare in giro in taxi le guardie mediche (due utilitarie nuove al giorno, avete capito bene) .
Il personale impiegatizio ferroviario per muoversi da una stazione all'altra non utilizza il treno ma il taxi a spese dell'azienda.
Fonte: un tassista di Torino.

faxino 10.01.12 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Poco tempo fa ho preso un volo dalla Malpensa.
Decido di arrivare in aeroporto con il Malpensa Express, il treno che parte da Cadorna. A metà strada il treno si ferma per 20 minuti, senza alcuna apparente causa, lo stesso capotreno non ha saputo dirci il motivo dell'arresto.
Chiaro è che tutti i passeggeri erano molto preoccupati per l volo che avrebbero dovuto prendere.
Arriviamo con forte ritardo a destinazione, ma mi accorgo che il terminal da cui devo partire è il T2, non il T1. Corro a prendere un taxi, avendo perso tutto il tempo sul treno.
Qui viene il bello:
CORSA DAL T1 al T2 (5 minuti di macchina): 20 EURO.
Alle mie rimostranze il tassista si è giustificato parlando di prezzo fisso per il transfer tra i 2 terminal. Pazzesco.

André Salval 10.01.12 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un'altra questione riguarda la liberalizzazione delle professioni, poi dobbiamo vedere quali e come liberalizzarle. Per certe professioni che richiedono un'alta professionalità occorre non solo una laurea, ma una certa pratica ed un esame per verificare le competenze. Pensiamo ad un medico, un ingegnere ecc. ecc. Le società che fanno le veci del professionista, se non si stabilisce che i soci devono essere tutti professionisti abilitati, rischiano poi di mettere in mano a capitalisti senza scrupoli decine di laureati abilitati che verranno sfruttati e pagati, nonostante la professionalità, come dei praticanti per sempre. Poi spesso la liberalizzazione ha scopi politici di mettere le mani sulle professioni e anche sui patrimoni delle categorie e delle loro casse per distruggerle come hano fatto con l'inps e l'inpdap acchiappandosi, i politici, i beni di maggior valore ad un quinto del valore e piazzando dentro gli enti amici e parenti. Mi meraviglio che nonostante si inciti i giovani ad una qualificazione e professionalità sempre maggiore poi si voglia banalizzare il loro sacrificio in nome di una eguaglianza che sul piano della meritocrazia e dell'impegno non può esistere, Ma la verità è che i politici ed i grandi capitalisti sempre affamati vogliono con questa scusa mettere mano a settori che i privati si erano autoregolamentati secondo criteri approivati dalla legge e con ingresso valutato da professionisti, professori universitari e magistrati. Infatti l'ingresso a certi esami di stato avviene in esami tenuti presso l'università e condotti da comissioni per lo più composte da professori universitari. I politic preferirebbero ingressi politici che conoscendoli...Negli esami di abilitazione nessuno chiederà ad un medico o giurisprudenza gli ingresienti di un piatto della cucina italiana come invece è successo andando sul giornale per ò'ingresso alla facoltà. Bisogna renderenpiù imparziale l'esame com metodi i controllo, ma non più politici e meno selettivi.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 10.01.12 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Provate a vivere come i taxisti a venezia. Il motoscafo lavora giorno e notte con il sostituto, soldi a palate per corse che vanno da minimo 50 a molto di più a corsa. Per un botto di corse per capire quante la finanza potrebbe sintonizzarsi sulla loro frquenza radio. Ma penso più di 10 al di. So solo che non sono obbligati a rilasciare scontrino o fattura, come i gondolieri. Che quando sono in vacanza solitamente maldive, hahamas ecc. il sostituto lavora per loro. Hanno tutti minimo 2/3 abitazioni, conforme belle auto moglie amante e i figli vestono bene e possono andare a farsi il wek end a Londra, Barcellona dipende dove a volte gioca la squadra del cuore.
Per carità hanno un taxi che costa tanto acquistarlo e manuntentarlo, ma vi garantisco che guadagnano tanto e non fanno la fame.

JO JO 10.01.12 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Da 5 anni faccio il tassista a Torino. Prima ne ho lavorati 17 sui due turni presso un' industria, ma vista la possibilità che l'azienda avesse di chiudere decisi di cambiare mestiere.
Sono pentito? Eh! Dovendo fare un confronto tra le ore di lavoro attuali e il netto che a fine mese mi rimane non potrei che esserlo. Ma siccome ogni scelta, così come qualsiasi evento vanno affrontati con lo spirito giusto credo che svolgere un attività come questa, dove si è a contatto con la gente e con la quotidianità cittadina, oltre ai pericoli e allo stress, abbia i suoi lati positivi, tanto da affrontare con concentrazione le 10-12 ore quotidiane, cinque giorni ogni sei.
Premesso ciò a volte capita di incappare in dibattiti economico-politici televisivi, molto interessanti risultano i vecchi documentari di storia. Vista la crisi attuale viene da pensare che ciclicamente a eguali circostanze la storia si ripeta. Ieri durante un dibattito un imprenditore sosteneva che “La decadenza dell'impero romano dipese dal fatto che coloro che producevano erano in minoranza rispetto a quelli che godevano dei prodotti. Citando la fonte di ispirazione: Indro Montanelli” In Italia coloro che producono sono di meno rispetto alle persone che consumano.
Quello che i politici dovrebbero evitare di far avvenire è che le industrie se ne vadano all'estero.
Domanda: A quelle aziende andate a produrre in paesi dove è concesso avvallare costi quali : Iso, tutele ambientali, sfruttamento e stipendi iniqui secondo i nostri canoni nazionali; è giusto lasciargli aperto il nostro mercato? Visto che quei loro prodotti sono stati ottenuti attraverso canoni da noi fuori legge?

Franco Guernieri

Franco Guernieri 10.01.12 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Esprimo la mia solidarietà ad una categoria che paga per scelte sbagliate.Non vedo come con questa crisi chi probabilmente guadagna 1000/1500 euro al mese con un numero contingetato di licenze possa trovarsi in futuro in condizione migliori se il mercato viene liberalizzato.Non si tiene neanche conto che ogni 5 anni pena la svalutazione devono comprarsi un mezzo nuovo e che spesso hanno pagato una licenza per importi importanti.Mi è venuta una idea, abitando vicino a delle scuole e visto che ogni genitore con la propria macchina accompagna la prole paralizzando la circolazione per 20 minuti forse i nostri amici taxisti potrebbero fare delle convenzioni con le scuole/famiglie per portare a costi ragionevoli i bambini in loco.Non sarà la soluzione definitiva ai loro problemi ma forse potrebbe essere d'aiuto.In bocca al lupo TAXIDRIVERS !!!!!!

stefano manca 10.01.12 20:08| 
 |
Rispondi al commento

la liberalizzazione senza regole è un caos. Se ieri ero un negoziante di verdura improvvisato e salto per aria non pagando i fornitori, magari rompendo le scatole agli altri e buttando giù i prezzi tanto non pago né i fornitori, né le tasse e nemmeno la previdenza se ci ho messo un prestanome che nulla ha da perdere, domani posso essere un commerciante di gioelli e comprarli a 10 per rivenderli a 8 tanto non pago nessuno come sopra rovinando il mercato. La professionalità e l'onestà sono importanti e chi frega deve pagare ma in italia i bancarottieri di professione non pagano. Poi altro problema delle liberalizzazioni senza regole sono l'assenza di professionalità e il danno che la mancanza di una politica senza regole fa al mercato. Non possiamo fare tutti la stessa cosa senza un minimo di regole perché alla fine il mercato si riempie e nessuno più guadagna in quel settore e chi ci ha investito sopra brucia tutto il suo investimento. Alla fine ci rimette chi già stava dentro e chi entra a meno che non abbia nulla da perdere perché se ci rimette non paga nessuno come spesso accade adesso. Non possiamo essere tutti tassisti oppure prendere tutti la laurea in sociologia sperando di fare tutti i sociologi. Ci deve essere quindi un indirizzo, ma dai politici, per esperienza, l'unica cosa che mi aspetto sono raccomandazioni e clientelismo. Gli eccessi da una parte o dall'altra sono sempre sbagliati. Vi fareste operare al cuore da un infermiere o fareste costruire un grattacielo da un semplice geometra ? I limiti di competenza vanno testati e riconosciuti ma dai privati ai politici si passa dalla padella alla brace. Per non parlare poi di come gestiranno il patrimonio degli enti associativi e delle loro previdenze. Lo spettacolo della vendita clientelare degli immobili dell'INPS e dell'INPDAP lo abbiamo visto tutti. I politici non vogliono migliorare il merato ma vogliono solo arraffare e prendere voti e rafforzare grandi distribuzioni e creare enti politicizzati

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 10.01.12 19:53| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO, SMUOVI LE ACQUE PER FAVORE:
È un intervista del 2010. Sentite cosa chiedeva questa coppia, notate la calma dell'uomo... Aveva chiesto aiuto scrivendo a tutti, ANCHE AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Voleva un lavoro, prima di tutto. NESSUNO LO HA ASCOLTATO. QUESTI SI SONO SUICIDATI NELL'INDIFFERENZA DI UNO STATO CHE DEI PROPRI CITTADINI NON GLIE NE FOTTE NULLA. UNO STATO, CHE PREFERISCE AIUTARE LE VARIE NIPOTINE SPARSE DI MUBARAK. Anche VENDOLA ha ignorato la richiesta di aiuto di questa coppia. Gli avevano suggerito, che per avere il lavoro, doveva fingersi INVALIDO, INABILE AL LAVORO....
Qualcuno deve rispondere del suicidio a Bari di Salvatore De Salvo e Antonia Azzolini
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=0RlEnwX9p0Q

Salvo E., Perugia Commentatore certificato 10.01.12 19:52| 
 |
Rispondi al commento

(null)

Giancarlo bartoluccio 10.01.12 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Semplice. Essendo membri di una cooperativa i guadagni vengono divisi tra i soci. I prezzi sono talmente alti che basta una corsa dall'aeroporto per fare la giornata e poi ci sono quelli in città che corrono. Ovviamente il cittadino paga.

Maurizio Innamorati 10.01.12 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi ricordo che una volta a Presa Diretta un tassista a Roma disse che dopo aver aspettato per più di un ora un cliente, non gli conveniva fare una corsa a poco prezzo, e che sarebbe stato contentissimo di andare a consegnare la sua licenza in comune in cambio di un posto all' atac per 1200 euro al mese. Premesso che un viaggiatore non può spendere quasi più per la corsa del taxi che per il volo, questi "signori" devono capire che non siamo tutti manager in carriera o turisti con i petrodollari che ci escono dalle orecchie.Ci andassero a fare un altro lavoro e la smettessero di trattare i clienti come polli da spennare.

Roberto Ferri 10.01.12 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Se abbassassero i prezzi avvicinandosi almeno lontanamente alle tariffe europee probabilmente avrebbero qualche cliente!!!

clara rampaz 10.01.12 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Si unisce al disastro dell'aeroporto di Genova e' il risultato di politiche incentrate sull'uso dell'auto privata.Saremmo contenti di poter offrire un modello stile taxi di Londra dove il centro e' chiuso e circolano i mezzi pubblici bus taxi metro' le tariffe calano perche' per la maggior parte si fermano i taxi sulla via, invece temo che verra' mascherato un nuovo esodo dalle aziende che chiuderanno e ci lasceranno litigare tra poveri.saremmo felici di poter dare il nostro contributo ma abbiamo avuto un crollo dell'uso del taxi nell'ultimo anno per mancanza di disponibilita' dei fruitori quindi un raddoppio delle licenze raddoppierebbe la disperazione, la cosa peggiore e' che chi e' preposto a legiferare e' lontano e non conosce la materia buona fortuna a tutti i colleghi taxisti

Giancarlo bartoluccio 10.01.12 19:19| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, sono un pensionato monoreddito al quale non hanno fatto l'adeguamento della pensione inps poichè supero i 1.400 euro, ora non per fare la guerra ai poveri ma ti sembra giusto che un mio amico che sia lui che la moglie prendono 2 pensioni inps che entrambi per poco non superano i 1400 euro abbiano avuto l'adeguamento di 33 euro al mese a persona? tengo a precisare che sono in comunione dei beni

camillo s., bari Commentatore certificato 10.01.12 18:30| 
 |
Rispondi al commento

TUTTI CONTRO TUTTI - DIVIDI ET IMPERA NO ?

QUANTA GENTE AVVELENATA CE L'HA SU CON I TAXISTI, CON LE FARMACIE, CON GLI AVVOCATI, CON I NEGOZIANTI ECC. IL PECCATO STA SEMPRE NELL'ALTRO E MAI IN NOI STESSI NO ?

COME MAI GLI ITALIANI NON SI INCAZZANO ALLO STESSO MODO CON QUEI PARASSITI DI POLITICI E I LORO STIPENDI E I SOLDI CHE INCASSANO ATTRAVERSO I RIMBORSI ELETTORALI ?

IO SO SOLO CHE UN TAXISTA PER FARE IL SUO LAVORO HA DOVUTO ACCENDERE UN MUTUO PER PAGARE LA LICENZA CHE COSTA UN INFINITA', UN AVVOCATO PASSA ANNI GRATIS NEGLI STUDI DEI COLLEGHI PER POTER PRATICARE LA PROFESSIONE ECC ECC ECC

SIETE DELLE BELVE E COMUNQUE FATE IL GIOCO DEL SIG "RIGOR MORTIS" E DELLA SUA GENTE CHE CI VUOLE TUTTI CONTRO TUTTI !!!!!

BEPPE QUESTI QUI NON CAPISCONO UN BEL NIENTE, CHE LI SCRIVI A FARE I POST ????????

anna t 10.01.12 18:28| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma allora che si fermano a fare se non gli conviene?

Giuseppe fontanella 10.01.12 18:26| 
 |
Rispondi al commento

si beh! sono gli stessi che pero', quando gli dici che vai a gallarate ti guardano male o fanno finta di non vederti e se ti vedono meglio che corri perche se ti prendono gli devi mollare il portafoglio per 5 km.

Raoul Fedeli 10.01.12 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Vero se x caso non ci sono fiere l'attesa aumenta. Come facciamo? Se tutto i mondo e' in crisi anche il ns. Settore lo e' quindi tiriamo la cinghia lavoriamo il massimo delle ore 10/12 per turno. Poi si aumenta il gasolio le tasse ecc. Ma liberalizziamo così roviniamo i tassisti e le loro famiglie ( genitori che hanno ipotecato la cada per aiutare i figli )
Marco mauri os27 milano

Marco mauri 10.01.12 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Quando andai a milano io scesi a linate,e non c'era tutto questo comitato d'accoglienza! anzi l'aereoporto era deserto c'erano solo i miei compagni di volo circa 20 persone più sicurezza e altri addetti eravamo alle 10 di sera circa un centinaio in tutto l'aereoporto! ma a napoli era diverso al ritorno di mattina c'era già più gente e i taxi una cosa che ricordo bene sono i cani della sicurezza,mentre a milano avevano le orecchie su,a napoli annusavano atterra! xd cmq chi vola vicino atterra sempre a fiumicino huahuahauh! xd

Domenico G., cardito Commentatore certificato 10.01.12 17:56| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIAMO LA LIBERALIZZAZIONE DELLE LICENZE PER TAXI IN ITALIA******************************

VOGLIAMO LA LIBERALIZZAZIONE DELLE LICENZE PER TAXI IN ITALIA******************************

VOGLIAMO LA LIBERALIZZAZIONE DELLE LICENZE PER TAXI IN ITALIA*******************************

VOGLIAMO LA LIBERALIZZAZIONE DELLE LICENZE PER TAXI IN ITALIA*******************************

VOGLIAMO LA LIBERALIZZAZIONE DELLE LICENZE PER TAXI IN ITALIA********************************

CAPITO PROF. MONTI ???????????????????????????

FARO 10.01.12 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
C'E' CRISI ANCHE PER I TAXISTI,ANZI,PER TUTTI
ALVISE

alviseafossa 10.01.12 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Chi Malpensa spesso ci azzecca.
Una sera qualunque. Ecco proprio nelle sere qualunque, e dunque di regola lavorative, migliaia di dipendenti pubblici rimborsati di spese di viaggio (taxi compreso)tornano a casa (dirigenti, manager pubblici, politici e quant'altro).
Senza quei rimborsi per quei taxi i clienti passerebero da due ad uno scarso e molti tassisti perderebbero il lavoro, come insegna la parabola del caffé e dei baristi del Senato. Perchè con quei prezzi ci si affitta un'auto per tre giorni.
Ma le cose stanno cambiando, come avvenuto già per trenitalia ed alitalia.
Prima tutti manager in prima classe e poi tutti a casa a calci in culo, lavoratori compresi.
Come sta avvenendo nella sede di Finmeccanica di Londra ed in molte altre sedi istituzionali in giro per il mondo dove il manager rimborsato delle spese di viaggio italiano non lo vogliono più neanche come turista, poichè di regola ladro (sui rimborsi, ma non solo) e raccomandato.
E la prossima società di trasporti, se esisterà, si chiamerà Pedalaitalia. Huuu...quanto è vero che si chiamerà pedalaitalia!

fabio martello Commentatore certificato 10.01.12 17:45| 
 |
Rispondi al commento

il problema è che tutti vanno con l'autobus perchè il taxi costa 90 euro caro mio !!!!!!! sono una lobby inuslsa i tassisti , aspettano tre ore un cliente ma gli va strabene perchè lavorano molto meno e guadagnano comunque un botto!!!! licenze libere!!! poi vedi come stanno li a fumare la sigaretta o leggere il giornale ...
siamo il paese con i taxi più cari del mondo!!! e non si possono nenache fermare per strada, devi chiamarli tu a riivano con già 8-9 euro caricati, vergogna!!!!!!! in tutto il mondo basta mettere un piede fuori casa per prendere un taxi alla metà della metà della metà del prezzo!!!! LICENZE LIBERE !!!!!

matteo magnani 10.01.12 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si parla di soldi di lavoro bisognerebbe mette da parte tante congetture per dare spazio ai numeri.
Un cazzo di tassinaro che faccia un resoconto annuale delle entrate e delle uscite c'è?
I numeri tirate fuori i numeri ed è preso fatto.

Coco Fiandrino, Buriasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.01.12 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Come sei bravo a fare i conti in tasca agli altri, perché non provi a metterti dall' altra parte della barricata, forse ti sei dimenticato che le macchine le compriamo noi, che la benzina non la regalano , le assicurazioni non mi sembrano cosi economichre eccetera eccetera, il taxi non ha certo un costo sulla collettività amico mio, prima di parlare prova almeno a documentarti altrimenti parli di niente,oggi ho aspettato un ' ora e venti prima di caricare, poi ho incassato 5 euro, moltiplica questi, fammi vedere come sei bravo

Fabio cabassa 10.01.12 17:27| 
 |
Rispondi al commento

C'è il treno veloce per Cadorna. Ci sono i pullman per la stazione centrale. Solo chi vuol farsi del male spende 10 volte tanto per prendere il taxi. Malpensa non è il deserto che il post vuole dipingere. Se tra i passeggeri dell'ultimo volo atterrato solo due persone si sono messe in coda per i taxi forse significa che ci sono meno soldi da buttare e troppi taxi.

Peter Amico 10.01.12 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Metà degli aeroporti in Italia sono inutili. In certe regiorni si sono aeroporti che distano tra di loro meno di 35Km.

Ma... non sarà mica un commento anti-liberalizzazione dei taxi?
Tranquilli, se non c'è abbastanza mercato nessuno vorrà fare il tassista e quindi la liberalizzazione non vi penalizzerà affatto!

Carlo T. Commentatore certificato 10.01.12 16:27| 
 |
Rispondi al commento

300 taxi? numeri sparati a caso, eh?
invece a me capita a Milano stazione centrale di far la fila perche' di taxi non ce ne sono

cmq e' vero che purtroppo la Malpensa e' un deserto. sarebbe meglio chiuderlo

lucab 10.01.12 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le 10 notizie più lette della settimana

www.quaeram.blogspot.com

1) Il debito pubblico italiano in tempo reale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-debito-pubblico-italiano-in-tempo.html

2) I poveri parlamentari italiani in vacanze alle Maldive
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/i-poveri-parlamentari-italiani-in.html

3) I nomi segreti di almeno 42 massoni italiani famosi
http://quaeram.blogspot.com/2011/12/i-nomi-segreti-di-almeno-42-massoni.html

4) Ultimi sondaggi politici , la novità è il movimento 5 stelle
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ultimi-sondaggi-politici.html

5) Incredibile , si lamenta che guadagna 30000 euro al mese
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/incredibile-si-lamenta-che-guadagna.html

6) La statua più bella del mondo, Il Cristo velato
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-statua-piu-bella-del-mondo-il-cristo.html

7) La GIOCONDA era un uomo ?
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/la-gioconda-era-un-uomo.html

8) Tanzania , Cipro , ecco dove investe la LEGA NORD
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/tanzania-cipro-ecco-dove-investe-la.html

9) Il TANTALIO, il metallo che ci porterà alla guerra totale
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/il-tantalio-il-metallo-che-ci-portera.html

10) Come vedere chi visita il tuo profilo facebook
http://quaeram.blogspot.com/2012/01/come-vedere-chi-visita-il-tuo-profilo.html


raffaele q., pomigliano Commentatore certificato 10.01.12 16:02| 
 |
Rispondi al commento

è sempre e solo colpa di quei cogl... pardon MARONI che li votano

renato renga 10.01.12 15:43| 
 |
Rispondi al commento

più tassisti e più aumenteranno i prezzi , altrimenti come fanno a campare ? prima una pizza margherita costava 4000 lire oggi 3,5 euro , come mai ? Non è stato l'euro , non credete alle favole , le liberalizzazioni di quell'ignorante di Bersani hanno fatto moltiplicare i negozi a fronte di una domanda pressochè simile e per portare a reddito tre pizzerie anzichè una ci vogliono maggiori il doppio dei margini di prima .... le liberalizzazioni porteranno una crescita dei prezzi è inevitabile!

Ernesto F. 10.01.12 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poveri tassisti, vero? Basta fare due conti per capire che in realtà ci guadagnano eccome...

La tariffa fissa Malpensa - Milano è 90 euro. Basta fare in una giornata lavorativa anche soltanto due corse (standosene tranquilli a leggere il giornale per ore in attesa del cliente) ed entrano 180 euro.

Moltiplica 180 euro per 5 giorni lavorativi: sono 900 euro a settimana. Moltiplica per 4 e diventano 3600 euro guadagnati ogni mese, lavorando con sole due corse al giorno, più o meno 10 ore di lavoro a settimana.

Poveri tassisti........

ZS 10.01.12 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma l'aeroporto della Malpensa quello cosi strenuamente difeso dal nano e dai quegli incapaci (dirigenti politici) della Lega, non doveva diventare un grande aereoporto?
Lo era ma ora casa è ? Una rovina .....
Sempre quegli incapAci che in pochi messi hanno fatto fallire una Banca... ORA INVESTONO I NS. SOLDI IN AFRICA!!!!!
Giano Bifronte era un neonato a loro confronto, ma non sono loro che non vogliono immigranti e altro?
IPOCRITI ALLA STATO PURO

enrico ratto 10.01.12 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma che pensiero ameno per un post che dovrebbe essere serio!
Mi viene da pensare che, in un paese normale, lo smistamento da aereoporto a città limitrofe avviene principalmente con treni e mezzi pubblici. Quindi, i taxi di cui ti preoccupi, sono in realtà già troppi.

Obi Kenobi Commentatore certificato 10.01.12 14:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori