Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Potere e non potere


albero_No_Tav.jpg
"IN NOME DELL'EMERGENZA FINANZIARIA SI PUO':
- bloccare l'aumento delle pensioni
- alzare l'età pensionabile
- finanziare le banche a costo zero
- aumentare la benzina
- reintrodurre l'ICI
- aumentare l'IVA.
MA NON SI PUO':
- vendere le frequenze TV
- ridurre il numero dei parlamentari
- sospendere i lavori della TAV.
E SE QUALCUNO HA QUALCOSA DA OBIETTARE CHE VENGA PURE ARRESTATO!". Giorgio Bertoldo

26 Gen 2012, 18:49 | Scrivi | Commenti (33) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

a chi facciamo paura? ma e' mai possibile che lo stesso sondaggio
fatta a distanza di 7 giorni, prima ci danno a oltre il 7% e poi
la settimana dopo a circa il 5% ?
abbiamo perso oltre 1 milione di voti in una settimana?
gatto ci cova, leggi

http://quaeram.blogspot.com/2012/01/ma-i-sondaggi-sono-veri-o-no.html

raf 31.01.12 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Proposta: per far vedere che questo schifo ci disgusta manifestiamo ognuno di noi anche chi non può andare nelle piazze. Domani vado a comprare un bel telo e con uno spray o vernice scriverò IO STO CON I NOTAV e poi lo espongo.

Alessia da Brisighella (RA) 29.01.12 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Sempre a proposito di abusi di potere e autoreferenzazioni!
Volevo porre alla vostra attenzione un comportamento consolidato in molti Comuni, assai scorretto e lesivo per i Cittadini, relativamente alla comunicazione della notifica di multe che prevedono una decurtazione di punti.
La modifica di legge del 2005 [voluta dalla Corte Costituzionale e che ha stabilito il principio che il pagamento della sanzione (senza la comunicazione dei dati del trasgressore) automaticamente non comporti più un implicito riconoscimento della paternità della violazione] è attualmente impropriamente sfruttata dai Comuni come una manna dal cielo, in quanto anziché un incasso di 78€ ne ricevono spesso 78+279 = 357€ , grazie anche a persone che inconsciamente cadono nell’equivoco che quel principio sia ancora vigente, per cui si vedono arrivare successivamente un'ulteriore sanzione successiva assai salata per “violazione di omissione di fornire in modo completo i dati personali e della patente del trasgressore nel termine prescritto”.

Per non incorrere nell'errore, il Cittadino non è certo aiutato dalla modalità di comunicazione inviata dal Comune che non ha sicuramente la trasparenza necessaria per renderla immediatamente comprensibile al cittadino comune.
Inoltre non esiste alcuna intenzione di miglioramento della formulazione attuale della notifica perché raggiunga la necessaria trasparenza, come si evince chiaramente dalla risposta da me ricevuta dall’URP da me contattato: http://enzocontini.wordpress.com/2011/11/23/allattenzione-del-comando-della-polizia-municipale-di-torino-e-dellurp .

Ho provato anche a scrivere al Sindaco di Torino senza ricevere alcuna risposta (ora online): http://enzocontini.wordpress.com/2011/11/23/lettera-aperta-al-sindaco-di-torino .

Infine anche l'esperienza di ottenere giustizia tramite ricorso al Giudice di Pace è stata terrificante: http://enzocontini.wordpress.com/category/giustizia

Se avete tempo e voglia, date un’occhiata a quei post del mio blog

Enzo Contini, Torino Commentatore certificato 29.01.12 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che dire? Dici tutto te! E difficile non essere d' accordo.io penso che tu abbia ragione sopratutto quando dici che questo sistema e' imploso,finito. Dobbiamo trovare un altro modo x vivere insieme.il difficile e' questo.Certo e' che non possiamo aspettareche ci pensino dall'alto.Il cambiamento deve venire dal basso.Noi dobbiamo farlo,gente comune.La ret il mezzo ok ma poi?

Sonia lotti 29.01.12 08:04| 
 |
Rispondi al commento

ultimo sondaggio per la camera dei deputati
Grillo al massimo storico, il M5S diventa il quarto partito italiano
http://www.solosondaggi.blogspot.com/

pino 28.01.12 10:51| 
 |
Rispondi al commento

non e' sufficiente togliere tutti i privilegi..bisogna uscire da questa europa nata per i grandi poteri finanziari e non per i cittadini..

alle macc Commentatore certificato 27.01.12 15:23| 
 |
Rispondi al commento

C'è bisogno di parlare di questi argomenti con serietà e competenza. Altrimenti passa il concetto che al governo del paese esiste l'unica giustizia suprema, assoluta ed insindacabile.. allora è finita veramente.. per tutti! Chi ci rappresenta dovrebbe raccogliere gli elementi e le testimonianze di crisi.. ed agire secondo "mandato e missione", scevro da qualsiasi pressione "privata" o di lobby. Se così non avviene, allora siamo di fatto in dittatura. Solo la gente, onestamente e coscientemente, può regolare il declino socio-economico e di civiltà. Dobbiamo esserne capaci! Restiamo informati, liberi ed uniti..

Giovanni Z. 27.01.12 12:16| 
 |
Rispondi al commento

non abbiamo il senso di res pubblica, di collettività, di "superiore bene comune"... insomma non siamo una Nazione! Ognuno guarda i propri interessi:
- il politico si fa la leggina per favorire se stesso o la propria cricca e se ne fotte del popolo;
- la lobby tal dei tali (dal notaio al tassista, dal farmacista all'autotrasportatore) guarda solo il proprio tornaconto e spinge affinchè i sacrifici siano fatti dagli altri;
- la piccola comunità locale si batte per la salvaguardia del proprio territorio, tanto la monnezza la gettiamo nel comune vicino e l'alta velocità l'andiamo a prendere a Torino;
- il Nord non vuole "mantenere" il Sud; il Sud impreca contro il Nord perchè prima del Risorgimento, con i Borbone, si stava meglio (!!!)
- il sindacato tende a far stare il lavoratore benino ma non troppo(se no poi si emancipa e non si tessera più!) per giustificare il proprio ruolo e se ne fotte della produzione;
- il cittadino medio sbraita e moraleggia con una mano e fotte con l'altra (tanto il buono esempio lo devono dare sempre gli altri...);

...in tutto questo marasma, oggettivamente, quale governo sarebbe in grado di fare qualcosa di buono?!

Adi M 27.01.12 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Parole sante!
Ma sapete che questa settimana ho conosciuto, io, semplice persona di provincia senza conoscenze nel mondo imprenditoriale, 3, DICO TRE, titolari di azienda che hanno dovuto chiudere e dichiarare fallimento PERCHE' LO STATO NON LE HA PAGATE.
Sono allucinato, lo stato non le paga, ma lo stato batte cassa dalla medesima azienda sottoforma di inops, equitalia e compagnie cantando.
UNA DI QUESTE AZIENDE HA CHIUSO PER APPALTI VINTI PER IL RESTAURO DE L' AQUILA, ESEGUITI E NON PAGATI.
Occorre che ci muoviamo, le parole sono state abbondantemente superate dai fatti, è ora di agire, o saremo seppellitti mentre pronunciamo tante belle parole.

Diego Etcheverry Commentatore certificato 27.01.12 09:59| 
 |
Rispondi al commento

ma lo si vuole capire che siamo diventati uno stato che non comanda se stesso ma viene governato da fuori? il governo ne ha ben donde di fare ste cose, perche' nessuno gli andra' mai a dire che non si fanno. sono cani sciolti. il vento non fischia piu'. per farli smettere deve tornare a fischiare il vento.

alessandro ginesi, Genova Commentatore certificato 27.01.12 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Si può fare solo un commento DOBBIAMO TROVARE IL MODO DI CAMBIARE QUESTO PAESE prima che vada tutto a rotoli. Continuate a informare così come fate, il vero problema dell'Italia e' che il suo popolo e' inconsapevole delle trame della politica e del sistema finanziario che sta cancellando la democrazia e ci sta rovinando!!

Diego Simone Serra, Asti Commentatore certificato 27.01.12 09:28| 
 |
Rispondi al commento

non e ammessa ignoranza della legge..per noi ma non per loro,mia madre colpita da ictus ha visto negati
i suoi diritti costituzionali da un ente che la costituzione non riconosce,la Societa della salute,
Le istituzioni sembrano le tre scimmiette non sento,non vedo ,non parlo.questo nonostante le mie lamentele comune di pietrasanta lu ammin di sinistra
che forse disconosce le leggi per cui i loro padri hanno votato,scusate,è poco pertinente,ma sono inca
ai vecchi soli che succede? va bene i giovani,ma i coglioni a cui hanno preso soldi pe 50 anni e ora sono i più indifesi chi ci pensa? E' quasi un intrusione ma se qualcuno mi illumina Grazie

Umberto benedetti 27.01.12 09:00| 
 |
Rispondi al commento

La colpa e' di tutti questi imprenditori che fanno a cazzotti per vincere le gare delle forniture alla P.A....ora si lamentano perchè non li pagano!...cazzi loro..!se la smettessero di far credito, avremmo accellerato la cacciata di questa classe politica!!.
Chi vuol capire a capito e loro lo sanno!...fanno a gara per inserisi come ditte di fiducia...è...partecipare a gare ristrette...grazie alla legge Merloni!!!...
Voglio vedere quando reclameranno il pagamento delle fatture l'imprese che fanno i lavori alla TAV...con il cazzo che li paghiamo!!oppure quando faremo pagare le frequenze tv...oppure tutti i politici disoccupati...allora si che li manganelleremo!!!

roby f., Livorno Commentatore certificato 27.01.12 08:53| 
 |
Rispondi al commento

non si può neanche far pagare l'ICI agli immobili della Chiesa che generano reddito

manuela m., bologna Commentatore certificato 27.01.12 07:41| 
 |
Rispondi al commento

giusto post
ma...il maggiore "evasore" in Italia è lo Stato stesso...

in quanto non paga i fornitori ed ha accumulato un debito di 70miliardi di euro!!! nei confronti di imprese a fronte di servizi e beni forniti di cui ha usufruito

il governo tecnico è la solita "foglia di fico" che la partitocrazia usa per essere di nuovo competitiva a livello elettorale

antonio s. Commentatore certificato 27.01.12 07:02| 
 |
Rispondi al commento

Hanno detto che molto dipende dall' evasione fiscale. Chi è probabilmente il maggior evasore?
Le mafie (manovalanza dei poteri forti, parecchi a Roma). Invece che spendere fortune con missioni all' estero per servire i potentati, perché non mandare i soldati a stanare una dopo l' altra le cosche?

Edoardo Benvenuti 26.01.12 22:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sig.Montimario,lei ha perfettamente ragione quando afferma che chi evade avvelena il futuro dei propri figli!E' verissimo!
Epperò anche lei,quelli della sua cricca di sicari e di bravacci al servizio di poteri più o meno occulti ma,tutti,sicuramente vomitevoli avvelenate il presente ed il futuro nostro e dei nostri figli e nipoti!Vi auguro,dal profondo del cuore,di trovare una Dallas ed una pallottola che ponga fine alle vostre squallide e distorte esistenze e,ovviamente e naturalmente,andate affanculo tutti quanti insieme agli sgherri che tutelano le vs spalle di mascalzoni.

Mario Poillucci, Sulmona Commentatore certificato 26.01.12 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo a tutti quelli che sono contro tutto questo magna magna,di organizzare in ogni citta'un giorno magari di domenica così sicuramente l'aderenza sara' maggiore di presentarsi in questura e autodenunciarsi in massa così faremo collassare tutto e che vengano a prenderci.

Robbi.fiorini 26.01.12 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Anche zamparini da santoro sta facendo un figurone mentre ca stelli e letta noto appartenente al club bilderberg sembrano ormai stantii

Domenico De simone 26.01.12 21:56| 
 |
Rispondi al commento

In piazza , in piazza , in piazza

Domenico De simone 26.01.12 21:52| 
 |
Rispondi al commento

...se non è dittatura questa...


Tanto per ricordare "non si può":

- togliere/ridurre il rimborso elettorale ai partiti
- eliminare le province.
- eliminare il contributo pubblico a quasi tutta la carta stampata
- rivedere le pensioni di tanta gente che la percepisce senza avere versato i relativi contributi.
- ridurre drasticamente il numero di auto blu autisti e scorte

ecc... ecc... ecc....

Fausto Piazza 26.01.12 21:20| 
 |
Rispondi al commento

NON E' PIU TEMPO PER PARLARE,NE PER ASCOLTARE,ORA SERVE VERAMENTE LA FORZA DEL POPOLO!!! MA ESISTE ANCORA UN POPOLO IN ITALIA!!!!QUALE FORZA MAGGIORE DI QUESTA POTREBBE CAMBIARE LA COSE??
COSE ABBIAMO ORAMAI DA PERDERE?
FORSE INSIEME RIUSCIREMMO A DARE IA NOSTRI FIGLI
DIRITTI E DIGNITA'CHE A NOI HANNO TOLTO.
NOI SIAMO PRONTI!!!

roberto m., mantova Commentatore certificato 26.01.12 21:17| 
 |
Rispondi al commento

aggiungerei anche i soldi per gli aerei da guerra ,i soldi per le licenze dei video poker,il denaro per finanziare le "missioni di pace" in giro per il mondo.

moretti carmine 26.01.12 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Perfettamente ragione condivido il pensiero. Ma possiamo agire? Vogliamo trasformare il pensiero in azione? Sergio cacciapuoti

Sergio cacciapuoti 26.01.12 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Stamattina mi era venuta una strana idea. Guardando le previsioni di voto, ho provato a mettere insieme quelli che hanno più o meno le stesse idee. Mov 5 stelle, IDV, Vendola e Sinistra democratica-Verdi. Si arriva al 23 %. Considerando che il MOVIMENTO 5 stelle è ampliamente sottostimato e che se il 50% dei non elettori, vede che finalmente c’è qualcuno che può cambiare le cose, si può arrivare anche al 30-35%.
Si può GOVERNARE!!! Cambiare DAVVERO e non solo PROTESTARE perché le cose non vanno. So che Grillo ci vuole duri e puri, ma senza svendere i propri IDEALI, vale davvero la pena lasciare l'Italia in mano a questi incapaci per la paura di non saper dialogare anche con qualche altro schieramento? Che ne pensate?

guido g., Modena Commentatore certificato 26.01.12 19:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PAGHERANNO CARO PAGHERANNO TUTTO!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 26.01.12 19:17| 
 |
Rispondi al commento

finchè le leve di comando saranno sempre in mano ai soliti manovratori i risultati saranno sempre questi!!! dobbiamo cambiare la classe dirigente!

mirella d., milano Commentatore certificato 26.01.12 19:08| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori