Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il mutuo infinito della Grecia


Grecia_bail_out.jpg
Il secondo prestito di 130 miliardi di euro alla Grecia è andato in porto. Il default è per ora scongiurato. Le banche europee che hanno comprato titoli pubblici greci tirano un sospiro di sollievo. I 14,5 miliardi di titoli in scadenza a marzo verranno rimborsati. Ma è solo la replica del teatrino di un anno fa, quando il prestito fu di 110 miliardi e tutti stapparono bottiglie di champagne. L'unica cosa certa è che la Grecia è più indebitata di prima. Non è chiaro a chi finiranno i miliardi del prestito se non alle banche greche, che incasseranno 30 miliardi per disporre di liquidità, e a quelle straniere per i rimborsi dei titoli. Il secondo bail out ha salvato per la seconda volta le banche. Resta un mutuo ventennale a carico dei greci sotto forma di tasse e di tagli di servizi sociali e comunque un probabile default.

21 Feb 2012, 18:50 | Scrivi | Commenti (58) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Io, piccolo risparmiatore italiano, da inesperto ho investito circa 2 anni fa senza alcun fine speculativo comprando praticamente alla pari in titoli greci di diritto greco che sarebbero dovuti scadere il 18/05/2012; confortato dalle rassicurazioni politiche di Merkel, investii circa l'80% del mio patrimonio (che è unicamente mobiliare). Ora mi trovo a vivere un incubo; credo che quanto i piccoli "retail" privati europei come me hanno subito forzosamente, viste le condizioni al contorno, sia del tutto ingiusto; credo anche che l'unico mezzo a nostra disposizione sia quello di far conoscere la nostra situazione a più persone possibili come monito per il futuro e per uno speranzoso recupero di quanto abbiamo prestato; non auguro a nessuno la mia condizione, anni di risparmi bruciati come fossi stato un incallito giocatore d'azzardo. Spero solo che parlare della mia situazione e purtroppo di altri italiani ingenui come me, serva per rendere giustizia ad un misfatto compiuto da isituzioni, non da associazioni a delinquere.

Andrea T. Commentatore certificato 21.03.12 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi 20 marzo possiamo dire che la Grecia è "ufficiosamente fallita".
Sì, ufficiosamente perchè ufficialmente è stata salvata.
Salvata dai risparmiatori di tutta Europa (greci compresi) che non si sono
visti restituire il denaro dei titoli scaduti oggi e nemmeno la cedola
(l'interesse sul prestito). In cambio otterranno il 46% del loro risparmio
in altri titoli greci, destinati a non essere pagati, con scadenza fino al
2042. Tutto grazie ad una legge (illegittima) greca retroattiva avvallata
dalla UE. Risparmiatori ingannati dalle istituzioni europee e dalle banche
complici che hanno sempre dichiarato con forza che la Grecia non sarebbe
fallita, che si sono tutelate scambiando i loro titoli tossici con altri
garantiti, che si sono elargiti prestiti all'1% e che, vigliaccamente,
hanno scaricato la perdita ai soli risparmiatori.

Paolo Albini 20.03.12 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Quello che sta succedendo in Grecia e presto anche in italia,è sintetizzato in questo video di un minuto.
Siete autorizzati a rabbrividire.

Salvo Str Commentatore certificato 23.02.12 17:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://eddyburg.it/article/articleview/18582/1/283
leggetevi questo articolo di Rampini su Repubblica, scoprirete che le sofferenze dei Greci e quelle di tutti gli altri Europei erano e sono evitabili.
Nei giorni scorsi l'Inghilterra ha stampato 700 mld di sterline per pagare le sue scadenze, gli USA hanno stampato molte migliaia di mld di dollari per superare la crisi: lo possono fare perché hanno una BC che risponde allo stato e non alle banche.
In Europa, con la nascita dell'euro, i 28 stati dell'UE hanno perso la sovranità e l'autonomia nello stampare moneta, per cui si assiste all'anomalia che la BCE stampa moneta, la presta all'1% alle banche e queste comprano i titoli di stato al 6% togliendo al mercato la liquidità necessaria.
Leggete l'articolo e capirete meglio e sappiate che dal 24 al 26 p.v. a Rimini c'è un seminario sull'argomento che tratta la materia, presenti gli economisti USA citati nell'articolo di Repubblica.
La sobrietà di Monti non è in conflitto con la teoria MMT, semmai si integra, giacché evitare gli sprechi ed essere competitivi non è vietato. Ma lo è affliggere inutili sofferenze a uno o più popoli come sta avvenendo in Grecia e, in misura destinata a crescere, anche in Italia, Portogallo, Spagna e via via fino alla Germania.
O l'Europa trasforma rapidamente la BCE come la FR USA, con rapporti diretti con gli stati membri oppure ogni stato si dovrà riprendere il diritto di stampare la ex propria moneta.
La soluzione attuale è fallimentare per tutti.
Saluti e buone riflessioni,
pietro casula,

pietro casula 23.02.12 13:47| 
 |
Rispondi al commento

L’ ACCESSO ALLA RETE NEUTRALE E LIBERA SIA DICHIARATO DIRITTO FONDAMENTALE DELL’ UOMO NELLA COSTITUZIONE AMERICANA
10 febbraio 2012
Al presidente BARAK OBAMA, Francesco Miglino chiede di inserire nella Costituzione degli U.S.A. il diritto di accesso alla rete neutrale e libera come diritto inalienabile dell’ Uomo.

Egregio presidente BARAK OBAMA, avendo responsabilmente confrontato la qualità della nostra vita prima della creazione dell’ universo internettiano con quella di oggi, testimoniamo che la nostra vita è diventata più ricca, e partecipativa delle sorti della società e del globo che ora percepiamo, come casa comune da gestire e proteggere perché controllabile e raggiungibile in ogni suo angolo e da custodire con intelligente attenzione. Usciti dal nostro habitat, affacciati alla nostra finestra sul mondo, possiamo comunicare in tempo reale in modo bidirezionale e complesso, informarci, attingere ed allargare i nostri saperi, compiere operazioni logistiche che prima sottraevano tempo prezioso alla nostra quotidianità.

Possiamo dichiarare in tutta coscienza che oggi, senza l’ universo internettiano la qualità della nostra esistenza sarebbe come quella di un uomo privato delle connessioni sinaptiche poichè e’ l’ universo internettiano il più formidabile ed organico acceleratore di consapevolezza con cui è possibile acquisire saperi, realizzare scelte coscienti, incontrarsi ed unirsi ad altri uomini che reclamano progresso, giustizia e diritti da ogni angolo della terra e che progettano la costruzione di una società evoluta, colta, libera e giusta

Le informazioni, prima affidate alla mediazione interessata dei possessori delle rotative, ora sono dirette e fanno luce con documenti probanti su problemi volutamente irrisolti e nascosti dal distorcente egoismo dei poteri dominanti.

Da ogni angolo della terra sperduto e prima ignorato dove si pratica la violenza dell’ uomo sull’ uomo, le vittime possono spezzare la solitudine facendo giungere la testimonianza dell

francesco miglino 22.02.12 22:19| 
 |
Rispondi al commento

ciao sapete cosa dovrebbero fare i greci mandare affffffanculo l'europa e soprattutto quelle facce da culissimo di tedeschi e francesi... loro fanno gabole e le vogliono far pagare a tutta l'europa e noi cagnolini a leccare il culo di quella culona della merkel e il tappo di sarkosi...

aldo p. Commentatore certificato 22.02.12 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Le persone che in Grecia scendono in piazza a protestare sono le stesse che hanno goduto di posti pubblici a iosa, di pensioni baby distribuite a valanga, di pensioni d'invalidità date senza nessun controllo, controlli fiscali praticamente inesistenti, una corruzione statale da stati africani, una evasione dei contributi praticamente totale. Il default è solo rimandato di qualche mese. Mal che si vuole non duole...

Fulvio 22.02.12 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Pilato e la Grecia

Quando portarono la Grecia davanti Pilato, per farla condannare a pagare i debiti, costui, avendo capito che l'imputata non aveva colpa ma era vittima degli oscuri giochi degli econofarisei, diede ordine di farla flagellare con misure di estrema austeritá.
Dopo questo trattamento, eseguito ferocemente da una troika di aguzzini, fece ripresentare la Grecia sanguinante ai suoi accusatori. Non disse "ecce homo", ma chiese se non credessero bastante il trattamento e non la volessero liberare dalle catene dell'Euro.
Gli ecofarisei negarono ed insistettero per la condanna al "salvataggio".
Pilato provó a proporre una scelta: non essendoci alcun Barabba disponibile in quel momento, propose "chi preferite: liberare la Grecia dall'Euro o la recessione per il resto d'Europa?"
Gli econofarisei ed i giudagiornalisti che costoro avevano comprato con trenta denari di sovvenzioni alla stampa di regime, istigarono le folle (anzi i folli) a gridare "recessione".
Pilato fece allora portare una bacinella di "retsina" e disse: io del sangue di questa nazione me ne lavo le mani, che i debiti in cui l'avete voluta precipitare ricadano su di voi e sui vostri figli".
E cosí fu che l'Europa prima ed il resto del mondo entrarono in una lunga recessione, foriera di altri ben più gravi conflitti.

Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 22.02.12 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Se questo si chiama salvare una nazione ...

allora meglio qualunque altro destino che un simile salvataggio!!
Ormai é stato detto e ripetuto a iosa che non é la Grecia ma sono le banche ed i prestadenari ad usura ad essere salvati, anzi a garantirsi il diritto di tosare la pecora per generazioni (sí perché il risultato di questo "aiuto" é appunto l'irreversibilitá dell'indebitamento. L'hanno capito tutti, ma gli scribi di regime, cioé i giornalisti che infangano questa nobile professione continuano a ripetere la solfa del salvataggio, come i cortigiani della favola del re nudo lodavano l'abito nuovo inesistente.
Gli economisti non venduti sanno e dichiarano che la Grecia con le attuqali misure di austeritá non può ch epiombare sempre più in basso, e non potrá mai piú staccare dal collo le sanguisughe che l'hanno assalita (FMI. Banche Europee, Banche private).
E come per l'economia cosí per la politica, la Grecia é divenuta un Paese a democrazia controllata e limitata. E pensare che l'ha insegnata al mondo!

Graziano Priotto, Radolfzell Commentatore certificato 22.02.12 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Credo che dietro ai No Tav vi siano solo ristoratori che hanno il terrore di perdere come clienti i camionisti, e purtroppo ci sono i soliti pecoroni che gli vanno dietro, Viva il progresso abbasso l'oscurantismo!

Diego Marconcini 22.02.12 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Leggete cosa dice Edward Hugh di questo salvataggio.
http://www.economonitor.com/edwardhugh/2012/02/21/for-whom-the-bailout-tolls/

max monterumisi 22.02.12 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Beppe!La strage continua!minkia pure dai taxi dobbiamo stare attenti!
"E' morta dopo due giorni di agonia Elena Messina, 27 anni di Crotone, che nella notte tra sabato 18 e domenica 19 febbraio è stata travolta da un taxi mentre attraversava, sulle strisce pedonali, una strada del centro della Capitale." Da "il crotonese"

Alessandro C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.12 16:20| 
 |
Rispondi al commento

La risposta della Grecia alle banche :

QUESTA E' SPARTAAA...AAA !

http://www.youtube.com/watch?v=NshwAA41BA4

Marco G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.12 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Certo che le grandi banche( ed i banchieri) hanno la faccia come il cu...Gli abbiamo appena salvato i fondelli reintegrando i LORO capitali di titoli pubblici per sostituire tutta l'immondizia che si erano comprati perchè non sapevano distinguere immondizia da buono, e loro che fanno?Ci dicono che non hanno fiducia in noi e che gli dobbiamo restituire i titoli che graziosamente hanno avuto la bontà di accettare quando stavano per affondare tutti insieme!!!Ci vuole o no la faccia come il cu...per dire che non hanno fiducia in noi quando siamo stati noi a tirarli fuori dal mare di mer... in cui si erano cacciati?

michele d. 22.02.12 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Press release - short version - Please excuse us for the translation quality

CP 1 - www.DAKTTARI.ORG - 12 /2/ 2012 -
Nascita della civilizzazione del 3o millennio -Atene 5/03/212 - lettera aperta ai mass media:“Accusa…!„

Atene, il cinque marzo 2012 alle 12, nascitadella democrazia compiuta.

Per il momento non è possibile prevedere un'eradi pace e di progresso con le istituzioni politichein posto. Hanno perso da tempo, in molti paesi,ogni potere di decisione di fronte al cancrodell'oligarchia finanziaria. Parassita tutti i loromezzi d'azione e distrugge anche la loro dignità.

I cittadini del mondo responsabili devono, senzaattendere un giorno di più:
1 prendere l'iniziativa, 2 tracciare la nuova stradae 3 fissare le scadenze.

Il 5 marzo 2012, dopo la lunga notte invernale,infine, il sole si alza al polo Nord.
Tutto l'emisfero è nella luce. A di farci che lasimbolica
di questa rinascita illumina il pianeta intero, ed ilmercato dell'umanità; sempre!
AD Atene, l'iniziativa cittadina prende i comandi,per costruire una società di pace e di progressoper tutti i popoli. È la conclusione dell'opera delpopolo greco cominciata 2500 anni fa. Sarà lanascita della democrazia compiuta e dellacivilizzazione del terzo millennio! Costruire unanuova società, iniziata dalla Grecia, per essa stessa, e per l'umanità nell'insieme, in meno di20 anni, è la sfida della nostra generazione. Lo rileviamo! Il nostro successo è inevitabile!

La lettera aperta “accusa… o libera il dirittod'espressione! „ domanda una risposta airesponsabili di mass media. A loro che fanno laparte bella “al nuovo ordine mondiale„ mortifero,mentre ignorano da 22 anni, (anche perl'elezione presidenziale!), le alternative di vitacome “la civilizzazione del terzo millennio„presentata da biosfera per domani.
Politici, giornalisti, cittadini ed attori della vitaeconomica,
tra “il nuovo ordine mondiale„ e “la civilizzazionedel terzo millennio„,
è impossibile tergiversare più a lungo, è ora cheoccorre scegliere!

Dottori JF 22.02.12 12:37| 
 |
Rispondi al commento

chissà...poi 'qualcuno' comprerà dalle banche a prezzi di favore il debito greco ( se le banche ci rimettono "un po'" in realtà ci rimettono azionisti e correntisti.) .
Il che significa che si 'comprerà' a poco prezzo la Grecia ed il suo contenuto...tenendo le ricchezze ed eliminando i fastidi...come ad esempio i cittadini più poveri che saranno costretti ad emigrare, se voglion campare...

inqbo 22.02.12 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Un altro golpe in Grecia, questa volta quanti morti ci saranno?
di fame.
Merda merda merda e ancora merda a questo capitalismo che vuole noi tutti pecore e schiavi.
Più ai ricchi e meno ai poveri
vero Monty Python
mandi

piero m., san vito al tagliamento (PN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.12 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Questi (europa bce ecc.) hanno imparato a governare i popoli dai film del padrino. Qui siamo allo strozzinaggio di massa.

Jim Tiberius Kirk, trofarello Commentatore certificato 22.02.12 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Noi siamo lontani dal contagio. Il signor monti ha detto così. Tutti i media a riportare le sue parole. Siamo tranquilli allora. Grazie alla politica di austerità e tasse ci salveremo. Le imprese chiudono, falliscono o scappano al estero ( intelligentemente ), la gente in poverà aumenta sempre di più, la disoccupazione non diminuisce e i politici non si tagliano i privilegi ma stanno sempre lì a pensare per le prossime elezioni. Però stiamo tranquilli. La Grecia è lontana. Con Quei morti di fame non abbiamo nulla a che fare. l'Italia non è la Grecia dicono i politici e gli esperti giornalisti. Però Non considerano che il paese va perdendo pezzi importanti e nel giro di qualche anno saremo in una situazione ben peggiore. Ma loro non ci pensano. L'Europa ha trovato l'intesa per gli aiuti da erogare alla sventurata Grecia e così siamo tranquilli. Anzi le banche europee stanno tranquille. Quante volte ripetono che l'italia non è la Grecia. Quante volte. Chissà se fra qualche anno avranno ancora il coraggio di dirlo. Chissà. Sopratutto chissà che faremo noi comuni cittadini quando saremo al verde e senza lavoro. Siamo la replica della Grecia. però siamo diversi dicono. Lo dice anche Napolitano, il grande presidente della repubblica italiana. Un ottimo capo di Stato. Negli ultimi anni non ha fatto altro che sonnecchiare. Comunque ci stiamo riprendendo. Nei pronto soccorso la gente è ammassata come delle bestie per mancanza di spazio, mezzi e personale e si pensa alle prossime elezioni però. Va tutto bene. Finchè ci sono I MITICI BERLUSCONI, CASINI, BERSANI, FINI , RUTELLI, BOSSI, MARONI, GASPARRI, CICCHITO, COSSENTINO, TEDESCO, VENDOLA E TUTTA LA COMPAGNIA BELLA POSSIAMO FARE SONNI TRANQUILLI. Loro lavorano per noi.....

Gaspare M. Commentatore certificato 22.02.12 10:57| 
 |
Rispondi al commento

"Talora si apre la porta pian piano ed entri.
Indossi un vestito bianchissimo e scarpe di lino.
Ti chini, mi metti affettuosamente nel palmo della mano 72 quattrini e te ne vai.
Sono rimasta nel medesimo posto dove mi hai lasciata affinché tu mi ritrovassi.
Ma dev'essere trascorso molto tempo, perché le mie unghie si sono allungate e
i miei amici hanno paura di me. Ogni giorno cucino patate,
non ho più fantasia e ogni
volta che mi sento chiamare "Caterina" mi spavento. Mi sembra che io debba denunciare qualcuno.
Ho conservato alcuni ritagli su una persona che dicevano
fossi tu. Lo so che i giornali mentono,
perché hanno scritto che ti hanno sparato alle gambe.
Lo so che non mirano mai alle gambe.
Il Bersaglio è il cervello.
statti attento, eh?"

Katerina Gogou

http://youtu.be/JLjUP5baJTE

john dillinger, roma Commentatore certificato 22.02.12 09:39| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

eppure non è difficile capire che è solo una presa per il culo..!! viene elargito un prestito in base alla possibilità che uno stato ha di ripagare almeno gli interessi(perché è quello il guadagno)
precedentemente erano 110 adesso 130 il prossimo sarà???? sarà in base a quanto si riuscirà a togliere al popolo greco con tagli,tasse, imposte
o altre forme già esistenti e da "inventare".! fino a quando non ci sarà rimasto più niente.
Idem con l'Italia che però è partita con circa 500
miliardi (noi sempre i "più")e anche qui a pensare
ancoooora alla ripresa.!! ;quanto alla prossima
scadenza titoli???? che taglieranno per rientrare
del loro guadagno?? è facile, Basta seguire quello che succede in Grecia.

yuva m., mantova Commentatore certificato 22.02.12 09:13| 
 |
Rispondi al commento

no..no..hai capito bene!...il debito greco verrà ristrutturato..cioè è stato riciclato "prenderanno i bond e li trasformeranno in un mutuo 30 ennale,, ad un tasso fisso...poi su questo nuovo prestito pagheranno gli interessi normali di mercato,di fatti la perdita..se si può così definire,è legato soltanto alla differenza di interessi dovuti ma non percepiti!il debito per i greci sarà soltanto aumentato e basta!
se prima aveva 300 miliardi di debito ora ne avranno 430..considera che l'interesse medio sui bond viaggiava intorno al 25%...!
Dovrebbero raccontare meno cazzate alla gente e dire la verità!!!salvo che riescano a pagare la rata e l'interesse..ed è questo il punto!

roby f., Livorno Commentatore certificato 22.02.12 08:44| 
 |
Rispondi al commento

ti presto i soldi per farmeli ridare per saldare il debito che hai con me... follie

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 22.02.12 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Non servirà a nulla, se non a sistemare, temporaneamente, i conti delle banche, in primis quelle francesi e tedesche che, se ho ben capito i meccanismi della BCE, hanno trovato modo e maniera di mettere a carico di tutti gli europei, zona euro, le loro colossali perdite "greche". Mah, forse non ci ho capito niente. Ho ci ho capito fin troppo.

NULLA CAMBIA 22.02.12 08:27| 
 |
Rispondi al commento


http://www.youtube.com/watch?v=MpjTnLcwBEk

anib roma Commentatore certificato 22.02.12 07:32| 
 |
Rispondi al commento

La Grecia al potere sta seguendo alla lettera una vecchia canzone degli squallor

http://www.squallor.com/canzoni-testi/squallor/usa-for-italy/

E poi, mandaci i danari
Tanti danari e siamo pari


Appena puoi mandaci i danari
Perché senza danari son cazzi amari


e arrivano i 130 miliardi.

mario mario Commentatore certificato 22.02.12 05:48| 
 |
Rispondi al commento

Che spavento ha creato l'idea di un referendum sull'uscita dall'Europa della Grecia... Uscita volontaria, non default. Quello e' degli investitori che hanno speculato.

Franca 22.02.12 05:18| 
 |
Rispondi al commento

Le tasse dovrebbero essere pagate a fronte di un servizio. Tassa c'è quando servizio esiste(cito da uno degli ultimi post di grillo).Vorrei a questo proposito segnalare la situazione di quei cittadini italiani in pensione e che risiedono all'estero,in quei paesi che hanno siglato con l'italia convenzioni per evitare la doppia imposizione fiscale(sono diverse decine,dall'australia alla thailandia ,per fare solo due esempi).Dette convenzioni prevedono che i pensionati regolarmente iscritti all'aire paghino le tasse nel paese di residenza,ricevendo dunque dall'italia la pensione lorda.Fin qui tutto ok.Niente servizi(chi vive all'estero non fruisce di sanita;,scuole per i figli etc.).Il paradosso e' che questo vale solo per i pensionati INPS,cioe' per chi ha lavorato per enti privati.Chi invece ha lavorato per una amministrazione pubblica non gode si questo trattamento.paga cioe' le tasse in italia in cambio di zero servizi.Il mio caso ad esempio:sono un medico ex ospedaliero tempo pienista(dedicavo tutto il mio tempo all'ospedale(40 ore settimanali piu' i turni di guardia.Cheecche' se ne dica ,almeno in una regione come l'emilia romagna,ai tempi miei,gli ospedalieri a tempo pieno erano persone che avevano fatto la scelta di mettere le loro competenze professionali al servizio della collettivita'.altri miei colleghi,lecitamente,sceglievano la piu' lucrosa libera professione.Oggi questi ultimi se in pensione e residenti all'estero avrebbero il lordo ,pagando le tasse dove risiedono in cambio di servizi e diritti,mentre io,come altri no.lo stesso vale per chi ha speso la sua vita a tutelare la sicurezza dei cittadini(poliziotti o carabinieri)o a svolgere qualsiasi attivita' di servizio pubblico.Chiedo di denunciare il problema e se possibile di essere messo in contatto con qualcuno che mi aiuti a promuovere una class action.QWuesta storia e' proprio una delle tante maialate del bel paese
Grazie F.C.

francesco caprioli 22.02.12 04:47| 
 |
Rispondi al commento

guardate come hanno votato al parlamento greco il 12 febbraio. Su un faldone con le cifre lasciate in bianco. http://www.youtube.com/watch?v=9OID-RI7Wl0

Dario T., Roma Commentatore certificato 22.02.12 03:19| 
 |
Rispondi al commento

La catastrofe greca si è drammaticamente concretizzata solo ed esclusivamente per l' ingresso in quello strumento di sfruttamento e dominazione che è l'Unione Europea. Solo ai Paesi dell' Eurozona, a differenza del resto del mondo, viene ordinato di ripianare il debito. Solo agli Stati membri viene imposto il rigoroso rispetto dei vincoli di bilancio. Solo i Paesi che hanno adottato l 'euro, non potendolo emettere, sono costretti a prenderlo in prestito emettendo titoli di stato sui quali pagare interessi usurai. Il prestito di 130 miliardi destinati alla Grecia servirà a ripagare le banche proprio dei ricchi coupon sui titoli greci. In cambio di ogni aiuto, alla Grecia, strozzata da questo sistema usuraio legalizzato, vengono richieste ulteriori misure draconiane di tagli e di tasse. Abbattere cosi drasticamente il tenore di vita di una intera popolazione, arrivando ad affamare persino i bambini, è criminale. E sopratutto va fermato. Senza se e senza ma. Questo sistema al quale ci hanno venduto va bloccato. Caricare di tasse ed extra-tasse la popolazione, decurtandone gli stipendi e le pensioni, vuol dire condurla direttamente alla fame. Dopo due anni di cure da parte della troika ( Bce Ue Fmi ) gli scenari attuali della Grecia sembrano quelli di un qualsiasi posto sventrato da anni di guerre. Imprese e aziende chiuse, disoccupazione dilagante, stipendi e pensioni da fame, lunghe file alle mense dei poveri, eserciti di senzatetto che dormono tra il gelo e la neve, cittadini che rovistano nei cassonetti, bambini costretti a patire i morsi della fame, ospedali senza medicine, nuovi licenaziamenti e nuovi tagli agli stipendi e alle pensioni in arrivo, cosi come nuove extra-tasse su tutto, pignoramenti e sfratti ad oltranza. Alla luce di questo inferno in terra, credo che una sola considerazione debba albergare dentro le coscienze di tutti noi : Quella di FERMARE QUESTO MEFISTOFELICO MARCHINGEGNO DELLA UE E DELL' EURO che semina devastazione e dolore tra le genti.

cielo stellato 22.02.12 02:05| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio di leggere questo articolo che cerca di fare chiarezza su ciò che, volutamente, è sempre più complicato (come al solito, sono presenti i terribili Credit Default Swaps che garantiscono guadagni qualora un Paese incorra nel default): http://www.ilmanifesto.it/attualita/notizie/mricN/6558/
A proposito! Se siamo contro il Dio Mercato che tutto distrugge, perchè vogliamo che sia proprio lui a decidere quali giornali debbano sopravvivere? Il Manifesto, che spesso presenta articoli che io critico, mi pare una testata che fa sana informazione e non mi pare giusto che rischi la chiusura solo perchè non è schierato dalla parte del capitale.

gianni terzani Commentatore certificato 22.02.12 01:35| 
 |
Rispondi al commento

il debito greco ce l'hanno pure i fondi pensione privati (...azzi vostri che gli avete dato i soldi.....)

ABI GAI (abigai) Commentatore certificato 22.02.12 01:19| 
 |
Rispondi al commento

‎...AVETE MAI CONOSCIUTO DELLE PERSONE RICCHE? SONO TUTTE UGUALI...ANZI SEMBRANO PIU PAZZE DEI MALATI DI MENTE...L ISTINTO MI DICE,CHE PEPPE GRILLO è L UNICO RICCO,CON LA SENSIBILITA E LA STESSA " RABBIA" DI UN OPERAIO CHE CREDE IN CERTI VALORI...MA LA SUA VERA E UNICA GENIALITà è CHE L UI HA CAPITO VERAMENTE CHE IL MONDO STA ANDANDO A ROTOLI,ANCHE X I RICCHI,E SONO GLI STESSI RISCHI CHE CORRE UN OPERAIO...E LUI FA MOLTO SPESSO RIFERIMENTO AI PROPRI FIGLI...LUI SI CHE è UN VERO GIORNALISTA...CHISSA SE RIUSCIRO MAI A STRINGERGLI LA MANO,NE SAREI MOLTO ONORATO...COME NON HO NESSUNA STIMA,X CERTI " PROFESSORI" " BOCCONIANI" PASSATI,CHE HANNO ROVINATO L ITALIA,E GLI ATTUALI CHE LA MANDERANNO A PICCO,CON IL LORO STRASCICO DI" BANCHIERI " SALVA ITALIA..."

lucio barriera 22.02.12 01:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco. Se fallissi in prima persona, mi porterebbero via tutto quello che ho. Mobili ed immobili. Se fallisse la Grecia (o qualunque altra nazione) cosa succederebbe realmente? Si porterebbero via strade o stadi? Porti o fiumi? O magari montagne? Fossi greco, farei fallir lo stato, uscirei da sta 1/2 moneta che è l'euro e tornerei al dracma stampando soldi a non finire. Secondo me è una gran presa per il culo. E' un modo come un altro per far soldi a spese di qualcuno. Peccato che quel qualcuno la sta pagando molto molto cara..

Francesco Latrofa 21.02.12 23:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti l'articolo è purtroppo errato... Attualmente la cosa più probabile che succederà è che il debito sarà tagliato non al 53% ma subirà un taglio coercitivo di circa il 72%.
Chi possiede i Bond Greci subirà una pesante perdita... che non sarà limitata al solo settore privato (banche, assicurazioni, ecc. ) ma al retail, magari cittadini che hanno investito in un paese europeo pensando di fare una cosa sicura.
Questo sarà reso possibile grazie all'introduzione di una legge Greca che introdurrà delle Clausole dette CAC.
Se il 66% delle banche accetterà il taglio sarà come se lo accettasse anche il retail.

quindi come spesso si è chiesto il credito verrà cancellato... ma non tutto!!!
Quello in mano alla BCE è stato messo al sicuro con una manovra dello scorso week end (e neanche ve ne siete accorti) e quello del FMI resta privilegiato.

Tutto questo porterà però (se esiste almeno un minimo di coerenza ed indipendenza dell'ISDA) al fallimento della Grecia, ma che ci crediate o meno:
all'interno dell'area Euro
e con meno debiti.

La cosa incredibile è che nessuno ne parla... e che nessuno lo sa ...
e anche leggendolo la la maggior parte non comprenderà.

Stefano D'Andrea 21.02.12 23:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che i Greci ci abbiano messo del loro per essere in tale situazione è assodato. Una persona che un paio di anni fa ha lavorato per qualche mese in Grecia, ha detto che i greci stessi si aspettavano una disfatta forse peggiore al punto che ogni tanto qualcuno si chiedeva se il giorno successivo gli uffici pubblici sarebbero stati aperti. Assunzioni senza senso nel settore pubblico, rendite alle mogli disoccupate di funzionari pubblici, e così via.
Aggiungo che i bilanci taroccati per entrare nell'area euro (e ottenere le Olimpiadi e i relativi fondi) hanno poi fatto la loro parte. I denari sono arrivati e sono stati spesi chissà come. Da noi la situazione è sostanzialmente diversa, anche se il ricorso incontrollato alle opere pubbliche fraoniche, non ci porterà nella buona strada. Perchè poi saraano opera da pagare...
Ma la mia riflessione è però un pochino diversa.
Mi chiedo se una decina di anni fa, quando Bruxelles ha esaminato i bilanci della Grecia, nessuno si fosse accorto di nulla, nonostante le voci che circolavano circa i numeri poco credibili sottoosti ad esame. I cervelloni che ora ci dicono e ci impongono misure assurde, non sono gli stessi che hanno approvato l'annessione all'area euro della Grecia?
E oggi, costoro, vorrebbero prendere le misure economiche per farci superare la crisi?
Ho seri dubbi, come credo molti dei lettori.

Gian A 21.02.12 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Cari Greci, se vi può interessare,su ebay abbiamo un vecchio trenino,completo di ponte,e galleria! e in vendita per giusto quello che basta a risolvere i vostri guai,se ve lo comprate e lo montate il governo europeo vi regala 22 miliardi! ;P pensateci! è un AFFARONE!
Made in AIAZZONE! hhuahauhauahuahauhauha

Domenico G., cardito Commentatore certificato 21.02.12 22:36| 
 |
Rispondi al commento

L'UE presta i soldi alla Grecia.
I soldi della UE sono dei Cittadini Europei.
I cittadini Europei prestano i soldi alla Grecia.
con i soldi ottenuti rimborsano i prestiti e gli interessi a danno della loro spesa Sociale.
I soldi tornano indietro alla UE (banche) e i Greci sono ancora piu poveri e anche gli altri cittadini europei.

Alessandro D., Roma Commentatore certificato 21.02.12 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Debito,Debito!
Oggi concedere Debiti..Ehmm! Ho detto DEBITO? volevo dire PRESTITO! e come vendere noccioline allo stadio,o allo zoo.. Trovi sempre chi le vende,e trovi sempre qualche scimmia che le compra! NOCCIOLINE,NOCCIOLINE! ops! ho detto noccioline? volevo dire:PRESTITO!
Cari cugini Greci,Fate una cosa: Date alla BCE,TUTTA LA GRECIA,E NON CI PENSATE PIU'! FATE PRIMA E VI RISPARMIATE DEI GRAN MAL DI TESTA! Cmq e tutta colpa di monti!

Domenico G., cardito Commentatore certificato 21.02.12 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Sembra un trascinare la cosa per tempi migliori quando le banche saranno al riparo vivere alla giornata ma quei cittadini la vedranno un Alba la classe politica greca o italiana pari è quello che hanno fatto li lo hanno fatto qui il sud vive da decenni in sussidio per colpa di una classe politica che a lasciato fare ad altri poteri mafia camorra ndrangheta e politiche inesistenti la Sicilia e una piccola Grecia la cosa e allarmante o no??

Riccardo Garofoli 21.02.12 20:46| 
 |
Rispondi al commento

tutto va bene madama la marchesa.lo dicevano i governi precedenti e,lo sussurra il governo attuale.Evviva la disinformazione imperante di TV e carta stampata.cosa ci racconteranno i partiti alle prossime elezioni?la favola di capuccetto rosso?

Aldo Barone 21.02.12 20:24| 
 |
Rispondi al commento

i sodli alla grecia una barzelletta che vien dalla campagna... i bonific vanno diritti alle banche francesi e tedesche esposte con i greci .

Ora la colpa di chi è ? è stato tutto pianificato sin dall'inizio dai grandi scenziati degli economisti e politici corrotti greci che si sono venduti la loro nazione .. in pratica quello che stanno facendo in italia i politici che svenderanno il nostro paese

un grande vaffanculo

sabatino 21.02.12 20:08| 
 |
Rispondi al commento

i greci se non riusciranno a sbarazzarsi di questi loro politici faranno la fine dei nativi australiani,nord e sud americani.vivranno in riserve create apposta per loro da EU,BCE,FMI.tempo fa la CINA ha comprato il porto del Pireo per farne la base per le sue esportazioni nel mediterraneo.quale futuro avranno i bambini greci di adesso e di domani?

Aldo Barone 21.02.12 19:44| 
 |
Rispondi al commento

... come mai pur essendo iscritto al movimento sono già un paio di settimane che non mi arrivano aggiornamenti???

Enrico Manna 21.02.12 19:43| 
 |
Rispondi al commento

In queste ore è tutta una gara ad indignarsi per i provvedimenti ed i tagli che hanno colpito i greci, ma non tutti sanno che la Grecia ci ha messo del suo per ridursi in questo stato, la colpa non è di nessun altro che loro.

Ecco cos’è la Grecia:
- falso in bilancio per entrare nell’euro,
- falso in bilancio per mantenere i parametri di stabilità
- 10% della popolazione è un impiegato statale (spesa pubblica fuori controllo) contro una media del 3/5% degli altri paesi europei.
- sussidi di disoccupazione a iosa per tutti.
- evasione fiscale più alta d’Europa, stimata al 25% del Pil.
- corruzione più alta d’europa ed una delle più alte del mondo
- debito pubblico: 140% del Pil
- rapporto Defici-Pil: 13.6%
- pensionati baby come se piovesse, con leggi ancora in vigore per andare in pensione a 53 anni.
- 240 miliardi di aiuti UE in meno di un anno (il PIL totale della recia + di 250 miliardi l’anno)
ed infine lo sanno questi “indignati” un tanto al chilo quanto vale un bond greco ad un anno? so che non lo sanno e pertanto glielo lo dico io. Vale il 100% ovvero tu compri un bot greco e fra un anno ti danno cento volte tanto.
Prego, che si accomodassero questi indignati, che comprassero loro il debito greco.

http://pasquale1.wordpress.com/2012/02/13/tutti-froci-col-culo-della-grecia-ovvero-le-banalita-qualunquiste-degli-indignati-per-la-situazione-greca/


questa è come la storia dei derivati! Adesso le banche per risolvere la questione dei 100 milioni di euro di derivati derubati al comune di Milano ne vogliono 450 !

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/12_febbraio_17/derivati-ferrarella-transazione-sorpresa-davide-corritore-comune-1903324923503.shtml

mario mario Commentatore certificato 21.02.12 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Hanno tesserato pure:Pippo,Pluto,Paperino,Alice nel paese delle meraviglie,l'uomo ragno,stanlio e ollio,giani e pinotto,l'uomo ragno e compagnia cantando.Che fenomeni!

ettore biancone, roma Commentatore certificato 21.02.12 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Nodo Popolare
EROI SENZA GLORIA
Alla metà di Marzo uscirà il libro di Mauro Parisse : EROI SENZA GLORIA.
Edizioni Yuocanprint.
In un contesto di pura fantasia, la narrazione mette in guardia sul rischio di distruggere le ideologie spianando la strada alla guerra civile. Dedicato ad un personaggio locale, degli anni inizi novecento, la cui forte ideologia antifascista ne ha messo a rischio la vita stessa, (tanto da essere stato un perseguitato politico), il libro mette in risalto la malattia della “democrazia” che ha tradito i suoi stessi ideali, ed è diventata ormai il pretesto per rafforzare le ambizioni di qualcuno, per soddisfare gli interessi personali, per scalzare gli avversari (anche con accuse e pettegolezzi che intacchino la loro sfera privata), per conquistare il potere. Sono queste, nel libro, le accuse che alcuni “idealisti”, riuniti nel movimento “Avanti Popolo”, creatosi attorno alla figura simbolica di “Marte”, muovono non solo al sindaco e alla giunta uscente, ma anche e soprattutto al partito della sinistra tradizionale, che tende a divenire borghese e corrotta proprio come quelli del partito opposto.

mAURO PARISSE 21.02.12 18:58| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori